Issuu on Google+

11 - 24 luglio 2013

Anno III numero 14

Bisettimanale

Prossima uscita giovedì 25 luglio

Copia gratuita

Progetto del Gruppo di azione locale "Serre salentine": un laboratorio di ricerca con l'obiettivo di trasformarli in ambasciatori delle cose buone di questa terra

Emigranti e sponsor dei "loro" prodotti di Fernando D'Aprile

Il traguardo è di assoluto prestigio e ingioiella ancora di più questa terra generosa, nonostante alcune nostre cadute, trascuratezze, sciatterie. È certo che non abbiamo saputo ricambiarla in tante occasioni ma, nonostante tutto e grazie ad alcuni, si fanno anche passi importanti nella giusta direzione. Le patate novelle, impregnate dei segreti della terra rossa e della fatica di generazioni di contadini, stanno per entrare sotto il robusto ombrello europeo dei prodotti da riconoscere e tutelare. Un successo, indiscusso, di un manipolo di persone che non hanno lasciato perdere aspirazioni che risalgono addirittura agli anni Settanta. Sì, avete letto bene. Tanto c'è voluto per ottenere un marchio che sa di qualità (che già c'era), di identità (idem) e reddito (che si andava perdendo). Più di tre decenni per ottenere la Dop... ma non saranno stati troppi? Ad inizio d'anno ho sentito da radio Rai che hanno srotolato un altro cavo transoceanico - costosissimo - per agevolare lo scambio di notizie su borse e finanze tra le due sponde atlantiche, risparmiando 57 centesimi di secondo rispetto alle condizioni precedenti. Certo, le speculazioni oscure e onnivore hanno bisogno di schizzare a mille per cogliere al volo le più redditizie e spregiudicate operazioni. Non sta scritto da nessuna parte, però, che la buona economia e la politica nobile debbano andare, qui o altrove, a passi lunghi trent'anni.

Ugento e Taurisano I clan riaprono? Segnali allarmanti

a pag. 4

a pag. 2-3

Emigranti portavoce di questo ed altro

Il tempo non è un'opinione

Passaggio di mano tra vecchi boss e nuovi adepti

Taurisano, la polizia

Dopo oltre 30 anni dalle prime richieste, si corona un sogno di molti grazie all'ostinazione di pochi

Dop, le patate tornano d'oro Il 17 luglio data storica: uno dei prodotti identitari avrà il suo agognato marchio Il 17 luglio a Racale la "riunione di pubblico accertamento" aprirà le porte alla Denominazione di origine protetta (Dop) per le patate novelle "di Galatina". Tanti vecchi tentativi (fin dagli anni Settanta) di raggiungere questo traguardo trovano infine una prestigiosa conclusione, grazie all'ostinazione di produttori e di pochi amministratori pubblici lungimiranti, come quelli di Alliste. Era il 2000. a pag. 22

I giganteschi ulivi minacciati da una farfallina che li fa seccare

a pag. 21

L'economia che non teme concorrenza ruota intorno alle eccellenze tipiche, come le patate

Gallipoli, litoranea

a pag. 4

Si schianta con la moto choc a Alezio a pag. 8

Finite le carte bollate riaprirà il centro sport a Presicce

a pag. 30

Acquarica, i soldi sbloccano l'ex asilo chiuso da vent'anni a pag. 29

Nido in Africa dalla tragedia di Lucrezia

L'Olimpus Parabita vince pure senza casa

a pag. 18

a pag. 14

Bello andare a scuola di kayak a Gallipoli a pag. 6

all'interno

all'interno

SPORT

Il team dell'Olimpius

C'è da vedere, sentire mangiare, toccare: le estati da vivere

Saluti al Papa da Casarano e Galatone

Lungo il litorale di Gallipoli via al piano provvisorio per l'estate

Dove si faranno 11 nuovi parcheggi

I FATTI

L'Euroitalia Casarano

L'Euroitalia con i baby ok nel nuoto Prime esercitazioni in mare

a pag. 20

Nelle marine di Alliste e Ugento arriva la rete fognaria: fra 3 anni a pag. 27

SIMU SALENTINI - Da sempre è bella estate: i detti popolari, ironici e sensuali a pag. 16


2

In Evidenza

Nei paesi del Salento jonico il primato spetta a Tuglie seguito da Presicce, Acquarica, Ugento e Taurisano

La valigia c’è sempre non è più di cartone di Giancarlo Colella

La presenza in ogni comune salentino di numerose badanti provenienti dai paesi dell’Europa dell’Est dà l’immagine di un Salento che da Terra di emigrazione è diventato “terra di immigrazione”. Ma stando ad una recente ricerca pubblicata dal Centro regionale servizi educativi e culturali di Tricase, in collaborazione con l’associazione “Italiani nel mondo” di Specchia la realtà appare ben diversa. Il Salento è ancora oggi una terra in cui le persone che sono costrette ad andare all’estero in cerca di lavoro rappresentano una percentuale notevole della popolazione residente, così come risulta dai dati dell’Aire (Anagrafe italiani residenti all’Estero) dei Comuni. Le cifre raccolte dai ricercatori racchiudono le cifre relative ai Comuni in cui Piazzasalento è presente, ma è sufficiente per dare il quadro generale della situazione. Ciò che emerge nei 18 centri in esame è che il fenomeno migratorio in questo territorio si presenta in maniera non omogenea. Va detto che i residenti all’estero iscritti all’Aire sono i cittadini che hanno raggiunto i 18 anni d’età, per cui tutta la fascia di popolazione che va da 0 a 18 anni non viene presa in considerazione.

Comune Acquarica C. Alezio Alliste Casarano Galatone Gallipoli Matino Melissano Parabita Presicce Racale Sannicola Taurisano Taviano Tuglie Ugento

Residenti 4.734 5.084 6.054 20.579 15.895 20.266 11.615 7.448 9.557 5.629 10.321 6.151 12.436 12.506 5.308 10.824

Il paese dove comunque si registra la percentuale più alta nel rapporto tra iscritti all’Aire e popolazione globale è Tuglie con il 26,17 %. Al secondo posto si registra Presicce con il 25,07 %, quindi Acquarica del Capo con il 24,51, Ugento al 21,21, Taurisano al 20,72, Alezio al 18,50. La colonia più numerosa di residenti all’estero è comunque quella di Gallipoli, con 3.537 ultra diciotGallipoli tenni fuori dal territorio nazionale. Anche l’emigrazione ha subito l’evoluzione dei costumi che la società ha registrato negli ultimi anni. L’immagine dell’emigrante con la valigia di cartone ha lascia-

Iscr. Aire 1.537 1.154 1.003 2.730 2.376 3.537 2.161 772 1.720 1.884 992 1.157 3.251 883 1.882 2.915

Popolazione 6.271 6.238 7.057 23.309 18.271 23.803 13.776 8.220 11.277 7.513 11.313 7.308 15.687 13.389 7.190 13.739

% 24,51 18,50 14,21 11,71 13,00 14,85 15,68 9,30 15,25 25,07 8,77 15,83 20,72 6,59 26,17 21,21

to il posto a quella del giovane laureato con valigetta tecnologica e in aereo. Ma il distacco dalla famiglia, dalla terra, dagli amici suscita ancora gli stessi sentimenti di un tempo. Suona così una canzone salentina sull’emigrazione: “La meiu gioventù partìu all’America/la meiu gioventù e Maria sorta mia/la meiu gioventù partìu all’America./Maritama è sciutu all’America/forse ca s’ha truvata e Maria sorta mia/forse ca s’ha truvata n’americana./Se iddhu s’ha truvata n’americana/ mo ieu m’aggiu truvatu e Maria sorta mia/ mo ieu m’aggiu truvatu nu paesanu”.

11 - 24 luglio 2013

Ci va ci vene e ci se ferma ferma Lo dicono i numeri: le partenze nel Salento non sono mai terminate Idea del Gal: valorizzarli per i nostri prodotti

Emigranti? Non solo Anche promotori di Mariarosaria De Lumè

Tra le cifre che connotano il Salento c’è senza dubbio quella dell’emigrazione che con frequenza diversa ha segnato interi periodi storici e la vita e la storia di tante famiglie. Il triangolo industriale italiano, la Svizzera, la Germania, il Belgio, ma anche le Americhe: i salentini sono dappertutto. Esiste una documentazione ufficiale di questo esodo costante che è stata fissata nei libri, nelle inchieste, nei film. Dati e statistiche sono nelle biblioteche, sono stati presentati nei convegni, fanno ormai parte della storia ufficiale. Ma c’è ancora una documentazione sconfinata così come senza confine è la memoria di chi questa esperienza l’ha vissuta sulla propria pelle, archivi di foto private custodite gelosamente, poesie, racconti.

I frutti migliori della terra sponsorizzati attraverso questi “terminali” amici “Aprite i cassetti della memoria” è l’invito sotteso al progetto locale di cooperazione interritoriale “Pugliesi nel mondo” promosso dal Gruppo di azione locale “Serre salentine”. Il passo successivo è far arrivare tutto il materiale nel “Laboratorio dell’emigrazione delle Serre salentine” che avrà sede in uno dei Comuni che compongono il Gal ma che potrà essere consultato da ogni parte del mondo. «Invitiamo – dice il presidente del Gal, Salvatore D’ Argento, di Taviano (foto) - gli enti locali, associazioni, istituzioni scolasti-

che, i cittadini che fanno parte del Gal a contattare la nostra struttura tecnica per individuare e raccogliere il materiale di base (foto, lettere private e ufficiali, filmati, oggetti, ecc che andrà a confluire nel progetto». È questo il primo passo perché il progetto è più vasto e si inserisce nel programma di promozione dell’internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali promosso dalla Regione Puglia. «Si tratta - continua D’Argento - di sperimentare una nuova forma di internazionalizzazione di natura economica, di promozione dei prodotti salentini con il coinvolgimento delle numerose associazioni di salentini e pugliesi nel mondo». Si parte, quindi dall’emigrazione, dalla consapevolezza di essere stati un popolo di migranti, condizione che dal punto di vista antropologico ha reso i salentini un popolo accogliente.


11 - 24 luglio 2013 SU INTERNET IL NUOVO SITO DELLA PROVINCIA Un sito internet per “mettere in rete e fare sistema tra le varie associazioni di emigranti salentini sparse nel mondo”. Questo l’obiettivo di www.salentininel-

mondo.com, il portale appena presentato dalla Provincia di Lecce (nella foto il presidente Antonio Gabellone) in seguito al protocollo d’intesa che ha portato, un anno fa, alla nascita della “Rete delle associaizoni degli emigranti salentini”. il

sito è affiancato dalle pagine sui social network Facebook e su Twitter e vuole rappresentare un ponte di collegamento tra le tante realtà, spesso poco conosciute, che raccontano storie di emigrazione e di lavoro.

3

Quando ad andare in Europa e in America erano soprattutto i salentini

I vecchi e i nuovi “pezzenti” Mino De Santis li vede così Uno sfasciacarrozze di Galatina è stato il set del nuovo video di Mino De Santis, il cantautore tugliese tornato sulla scena musicale con l’album “Muddhriche”, presentato in anteprima ad Alezio lo scorso 29 giugno. A giungere direttamente sul set per le riprese del videoclip dedicato al brano “Pezzenti”, per la regia di Gianni De Blasi, sono stati Nandu Popu dei Sud Sound System e l’attore Alessandro Haber. Il video, così come il disco, è stato prodotto da “Ululati”, l’etichetta di “Lupo Editore” che, per la realizzazione delle riprese, ha coinvolto anche la Zero Project e Fanfara Film. Sul set, oltre a Giovanni De Santis, figlio del cantautore, più di 60 figuranti di tutte le razze, albanesi, marocchini, senegalesi, una folta rappresentanza della comunità rom di Lecce, così come tanti salentini, tutti “pezzenti” che alla fine del video si riuniscono in un corteo capeggiato da Mino, formando un nuovo “Quarto Stato”. L’autore del soggetto è lo stesso regista che ha reso vivente ciò che il testo di De Santis racconta in musica: dagli immigrati trattati come animali “tra patruni e capurali” ai lavavetri, dai vucumprà ai nuovi poveri di oggi come i laureati e i ricercatori universitari. La scelta della location, che rappresenta il cimitero dell’automobile simbolo dei soldi, rappresenta al meglio lo sfascio della società attuale, in questo periodo di forte crisi economica.

Gli emigranti sono dappertutto, nei libri, nei film, nelle canzoni, perché emigrare non è stato e non è solo una condizione reale e un fatto storico, è anche una metafora del viaggio della vita, della voglia di cambiare, necessaria o scelta, dell’andare e del ritornare, del dolore e della nostalgia. Per questo sul tema si sono cimentati tanti scrittori, e l’emigrazione è diventata scrittura creativa, a volte poesia. Come non lasciarsi incantare da “I mari del Sud” di Cesare Pavese? La sua terra del ritorno, le Langhe piemontesi, diventano qualsiasi terra che si lascia alle spalle e in cui si ritorna conservando sempre le stimmate di chi un giorno ha lasciato la propria casa per fare fortuna, poi ritorna e racconta. Ma la ferita dell’abbandono rimane anche se si è fatta fortuna altrove. Racconti di emigrazione ci hanno regalato famosi scrittori del secolo scorso, il già citato Pavese, Silone, Levi, e ancora precedentemente Verga, De Amicis e Giacosa. Racconti creativi, specchio di una condizione viva e reale che in tanti, e in modo diverso hanno voluto fotografare. Qui citiamo per completezza di dati e per ricchezza di testimonianze un testo edito nel maggio 2004 dall’istituto comprensivo di Tuglie guidato dal dirigente Antonio Imperiale. Già il titolo traccia il percorso della ricerca “ Quando partivamo noi. Storie di emigrazione”. Il lavoro a più mani

Libri, filmati e ricerche sui protagonisti

Testimonianze fissate nei libri a Tuglie e da studiosi svizzeri

ha impegnato la scuola elementare e media, gli alunni sono diventati degli “storici” perché hanno fatto proprio un lavoro di ricerca come suggerisce l’etimologia del termine “storia”: hanno ricercato le fonti, interrogato i documenti, riascoltato i nonni, ricostruito “le storie minute dei nostri emigranti attraverso le testimonianze dirette, le interviste”. Il fenomeno migratorio, che ha interessato in modo difforme diversi periodi, è visto nella sua complessità, con ricchezza di dati, e soprattutto attraverso il racconto dei protagonisti e dei loro discendenti. Storie vecchie e nuove si intrecciano formando un quadro chiaro e composito dell’emigrazione salentina con un’attenzione particolare a Tuglie che conta anche tre concittadini nella tragedia di Marcinelle nel 1956. L’attenzione sul fenomeno migratorio non è solo italiano: c’è una testimonianza targata Berna, Svizzera, una ricerca sugli emigranti anziani pugliesi in quella città. Si intitola “Il prete nel letto. Biografie di italiani residenti a Berna” Il titolo fa riferimento al metodo di riscaldare il letto che nel Salento si chiamava “la monaca”: assi di legno che sostenevano un braciere). Una testimonianza al di là delle Alpi di chi ha trapiantato le sue radici altrove, costruendo nuove famiglie e fortune, senza dimenticare l’ombra dell’albero da cui erano partiti. MDL

*

In palio 6 biglietti da “Piazzasalento” (collegati a www.piazzasalento.it per partecipare)


GALLIPOLI 11 - 24 luglio 2013

In rete ma velocissimi Anche in vacanza collegamenti ultra-veloci. La Vodafone, infatti, estende la rete 4G, collegamenti alla rete mobile di nuova generazione ad altissima velocità. A partire da luglio infatti la rete 4G di Vodafone Italia è stata estesa a 21 tra le principali località turistiche. E tra queste anche la Città bella oltre ai comuni, tra gli altri, di Alassio, Capri, Cortina D’Ampezzo, Forte dei Marmi, Ischia, Palau, Porto Cervo, Riccione, Scalea, Sorrento, Vieste. Giusto il tempo di estendere progressivamente il collegamento a banda ultra-larga e turisti e residenti potranno collegarsi alla rete mobile della compagnia telefonica raggiungendo velocità fino a 100Mbps in download e 50 in upload. I clienti Vodafone possono sperimentare le

Pag. 4

L'Acquedotto conferma il finanziamento di 4 milioni per affinare ulteriormente gli scarichi finali di Vittorio Calosso

potenzialità del 4G su chiavette e tablet oltre che su smartphone. Attivando la promozione, sarà inoltre possibile usufruire di 2Gb aggiuntivi di traffico dati, per godere appieno di servizi come streaming video in Hd, musica, applicazioni multimediali e servizi cloud. VC

Per le soluzioni relative allo scarico a mare del depuratore consortile di Gallipoli si entra nella fase concreta. Grazie ad un finanziamento di 4 milioni e 450mila euro (riveniente da fondi Cipe) si potrà dare il via al progetto e ai lavori per il potenziamento della struttura di via Scalelle a servizio del comune ionico e di quelli di Alezio, Tuglie e Sannicola. Interventi che come chiarito dall’Acquedotto pugliese serviranno tanto ad adeguare la piattaforma depurativa quanto a potenziare l’impianto di affinamento delle acque reflue che

Il depuratore si fa più chiaro

Il depuratore di via Scalelle

Undici aree tra Lido San Giovanni e Punta Pizzo e Rivabella-Lido Conchiglie

consentirà il riuso in agricoltura e per gli usi civici. Messa al bando dunque la soluzione della condotta sottomarina (avversata anche da Lipu e Sel), non praticabile quella di una ulteriore deroga dello scarico in falda non percorribile per il veto dell’Unione Europea, restano dunque affinamento al 100% e fitodepurazione le vie maestre da seguire. Ma per eliminare del tutto il problema dei divieti di balneazione è necessario eliminare lo scarico delle acque in mare. A metà

mese in Regione, alla presenza dell’assessore Angela Barbanente, si farà il punto sulla situazione. «Si è valutatata - spiega l’assessore regionale, la possibilità di estendere il distretto irriguo Brile mediante il collegamento a distretti irrigui adiacenti, di rinaturalizzare il canale dei Samari per disperdere in esso le acque affinate eccedenti il fabbisogno irriguo, di realizzare una rete irrigua a servizio degli spazi pubblici della città».

Il Consiglio comunale approva il piano-pubblicità

Via i "6x 3" e i volantini selvaggi. Nuove regole Gran parte delle offerte escluse: divieti ambientali per il decoro della città

Parcheggi, si prova così Spiagge libere i rischi e le carenze

Dall'appello-bando pubblico alla sperimentazione di un inedito piano parcheggi per il turista balneare. Mentre la pressione del malcontento è già venuta a galla fin dagli ultimi mesi di giugnoprimi di luglio, con "Cittadinanzattiva" che ha dato voce ai bagnanti ed ai gestori dei lidi, il Comune ha selezionato e autorizzato undici parcheggi temporanei fino al 15 settembre prossimo. Le istanze prevenute sono state ben 38 ma la gran parte non potevano essere accettate perchè "in contrasto con le norme di natura paesaggistica e di tutela delle aree Parco e Zps". Ad ogni modo, si parte, sperando che il vecchio e grave problema trovi almeno una momentanea pausa in attesa di soluzioni strutturali e pianificate. Degli undici parcheggi potenziali, sei sono tra la zona della Torre San Giovanni e l'omonimo lido (pressi magazzino Oviesse) e la Baia verde (la foto sopra li indica approssimativamente); uno è in zona Pizzo; un altro è poco prima della Punta della Suina andando verso sud. Sul litorale nord invece si trovano gli altri tre spazi: sono ubicati tra Rivabella e le porte di Lido Conchiglie, nell'area

Via libera fino al 15 settembre alle offerte dei privati Il problema già molto sentito cioè attualmente interessata dai lavori del progetto "Città policentrica" per il risanamento urbanistico di Padula bianca. Il "via libera" dagli uffici competenti in alcuni casi è con prescrizioni: in un caso - lato sud di Baia verde - sono escluse le aree classificate umide e viene vietato il taglio del canneto; nella zona di Punta Pizzo si esclude una fascia non inferiore a 50 metri a protezione della zona dunale boscata; in un altro ancora il numero massimo di posti è fissato a 350. Basterà tutto ciò a lenire le pene di chi è costretto a fare e rifare la litoranea prima di trovare il sudatissimo posto auto? Si vedrà presto, non appena i nuovi stalli verranno realizzati con annessa segnaletica. Intanto, come si diceva, l'associazione "Cittadinanzattiva" ha segnalato i disagi di turisti, villeggianti e portatori di handicap che non trovano spa-

zi sufficienti in cui sostare con il proprio mezzo: «Anche i parcheggi per diversamente abili sono perennemente occupati», scrive la responsabile Agata Coppola, che ha sollecitato il Comune e il comandante dei vigili ad adottare i provvedimenti del caso.

"Fare i compiti a metà". s'intitola così una delle ultime note dell'associazione Gallipoli 2012, il cui esponente Aldo Petrucci è consigliere comunale di opposizione. La parte mancante dei compiti, per il sodalizio è l'assenza di cartelli nelle spiagge libere in cui avvertire che "la balneazione non è sicura per l'assenza di servizio di salvataggio": «Gli amministratori sono consapevoli che tale inosservanza, nel malagurato caso..., può determinare per essi responsabilità anche penali e per il Comune l'obbligo di risarcimenti anche pesanti?». L'associazione punta il dito anche sull'obbligo di pulire e di mantenere pulite le spiagge libere e di renderle fruibili anche ai soggetti diversamente abili.

Nuove plance, nuovi cartelloni e insegne per informare, dare indicazioni e per fare pubblicità diretta con l’obiettivo di armonizzare il tutto creando nuove regole, entrate certe per il Comune e ponendo un altro tassello importante per salvaguardare il decoro urbano. Con dei limiti ben precisi: mandare in soffitta i cartelloni di grandi dimensioni, i 6x3, e regolamentare anche la distribuzione dei volantini. Il Comune prova a cambiare registro con l’approvazione da parte del Consiglio del nuovo Piano generale dell’impiantistica pubblicitaria e delle pubbliche affissioni. «Il primo risultato raggiunto con l’approvazione di questo Piano - spiega l’assessore al decoro e all’arredo urbano, Felice Stasi - è quello di aver disciplinato in modo compiuto una materia che sinora non aveva una regolamentazione così specifica e settoriale come quella approvata dall’assise civica». Il nuovo Piano consentirà oltre a cambiare plance, cartelloni e insegne obsolete anche di incrementare le tipologie di impiantistica pubblicitaria, introducendo ad esempio le pre-insegne, quale strumento essenziale per veicolare e

facilitare il reperimento della sede dove si esercita un’attività turistica o commerciale collocata in zone poco visibili, nonché di introdurre e disciplinare in dettaglio un’ampia tipologia di mezzi pubblicitari a carattere temporaneo. «Il Piano oltre a garantire questi vantaggi pratici - conclude Stasi - consente di razionalizzare le entrate del bilancio, elemento non secondario di questi tempi». Norme e regole nuove che riguarderanno la gestione degli impianti fissi, mobili o luminosi (il servizio sarà affidato all’esterno) e l’utilizzo di volantini, totem pubblicitari e promozione con mezzi itineranti. VC

Ci trovate pure qui • OVALE SIGARETTE ELETTRONICHE c.so Roma,132 • PRO LOCO Via Kennedy • SUPERMERCATO DOK via Lecce,5 • MARKET SIMPLY C.so Roma,39 • PARRUCCHIERI SCHIRÒ via San Sebastiano,9 • BAR LA PALMA c.so Roma • TEATRO ITALIA CINEMA c.so Roma • SPEAKEASY p.zza A. Moro,5 • BAR DEL PORTO area portuale • LA DISPENSA DELLA NONNA c.so Roma,151 • BAR LE VELE Lungomare Galilei • SNACK BAR c/o staz.di serv. IP s.p. per Alezio • Bar c/o ospedale "Sacro Cuore" • BAR TABACCHI SAULI OVEST c/o staz. serv. Esso s.s. 274 Gallipoli- Leuca • SMOKE SHOP via L. Ariosto (Lido san Giovanni) • CAFÈ MIVIDA - Riviera Nazauro Sauro,2; • IAT INFORMAZIONE ACCOGLIENZA TURISMO via A. De Pace,82 • ACCADEMIA DEL GUSTO GELATERIA p.zza Imbriani,32 • ANMI ASSOCIAZIONE NAZIONALE MARINAI D'ITALIA Lungomare Marconi,3 • DISTRETTO SANITARIO presso Ospedale vecchio lungomare Marconi • AGENZIA VIAGGI S. ANDREA via Lecce,70 • LAB. URBANO LIBERAL'ARTEr iviera Nazario Sauro,131/a • PUNTO RICARICA piazzale Stazione • MACELLERIA DA MIMINO viale Bari,52 • TABACCHERIA DEA BENDATA via Milano • MINIMARKET EUROPA viale Europa, 27 • BAR LA GALLERIA via Alfieri


Gallipoli

11 - 24 luglio 2013 LE FOTO DELLA TANZANIA NELLA SEDE DELLA LILT Mostra fotografica sulle varie realtà della Tanzania dal 22 luglio presso la sede della Lega italiana per la lotta contro i tumori di via Antonietta De

ceri (foto). La mostra rimarrà aperta sino al prossimo 3 agosto e potrà essere visitata sia di mattino che di sera. A Morogoro, in Tanzania, la onlus ha portato a termine di recente la costruzione di un ospedale.

Pace (nel centro storico). I visitatori potranno ammirare gli scatti realizzati nelle varie missioni in terra d'Africa dai volontari dell'associazione "Arcobaleno su Tanzania", la onlus presieduta da Giovanni Primi-

5

"Pugliapromozione" fino al 26 settembre guida alla scoperta dei tesori più belli del territorio

Finestre aperte su natura, arti e cibi

Le vie del centro antico affollate d'estate da turisti interessati sia alle bellezze architettoniche di palazzi e chiese sia ai colori degli esercizi commerciali di prodotti tipici

Le meraviglie della Puglia si svelano al pubblico. Al via il 4 luglio scorso gli "Open Days" di Pugliapromozione che fino al 26 settembre offriranno ai turisti un vero e proprio viaggio attraverso le eccellenze enogastronomiche, artistiche e naturali pugliesi. Tutto completamente gratuito e fino a tarda sera. Il giovedì è dedicato al gusto alla scoperta di cantine, masserie e frantoi; il venerdì è la giornata della natura con attività nei parchi, riserve naturali e aree marine protette. Il sabato è l’arte a diventare protagonista con le visite in notturna di chiese, musei e beni culturali. Tanti i siti che hanno aderito in

Pronto il calendario delle manifestazioni estive coordinato dalla Pro loco

Per attirare tutti qui Nelle foto i luoghi dove si svolgeranno alcune manifestazioni: accanto da sinistra, Rivellino e chiostro S. Domenico; in basso il parco di Punta Pizzo

di Rita de Bernart

La Gallipoli da vivere in un unico e articolato programma che riunisce tutte le proposte di associazioni, comitati, locali notturni e contenitori culturali della città. Il calendario di eventi messo a punto da Pro loco e Comune, per l’estate 2013 da Luglio al 27 settembre, non si fa mancare nulla e accanto a manifestazioni tradizionali come la Festa di santa Cristina e il Pescator Canto vede la presenza di mostre, premi, presentazioni, spettacoli teatrali, serate musicali e attività nel Parco naurale. Le grandi novità sono proprio le serate in musica che animeranno corso Roma, presso il Bar Tellini, e via Antonietta De Pace al Caffè Duomo; le diverse sagre, il concorso Miss Sirena dello Jonio e la Festa di Fine Estate presso lo scalo del Rivellino. A coordinare la programmazione, per la Pro loco, un gruppo di giovani nuovi iscritti: Luigi Giungato, Andrea Donaera, Alessandro Solidoro, Roberto Bono, Aurora Quarta e Antonio De Donno che sottolineano tre punti fondamentali: innanzitutto il fatto che per la prima volta Comune e Pro loco si presentano con un calendario unico; le preziose collaborazioni con i privati organizzate organicamente e l’idea, sulla quale si sta lavorando, di un protocollo d’intesa Comune Pro loco, per realizzare per il 2014 un programma annuale. Soddisfazione da parte del

Numerose e di qualità le serate musicali e teatrali Escursioni nel Parco

sindaco Francesco Errico per la “realizzazione di un calendario così vario e, nonostante i fondi scarsissimi, per la stampa del materiale promozionale”. Sono circa 10mila le copie della brochure distribuite nelle strutture alberghiere realizzate anche grazie a contributi da parte di diversi operatori fra cui il Bar Tellini, il Parco Gondar, Caffè Duomo e il chiostro

di San Domenico. «Abbiamo cercato – sostiene Errico - di accontentare tutti i gusti e tutte le fasce d’età mettendo insieme eventi che spaziano dalla cultura, al teatro fino alla musica per i più giovani». Densa la scaletta per i prossimi giorni. Già partite le attività dell’Anmi con una rassegna di poesie tenutasi il 7; il 12, il 19 e il 26 escursioni nel Parco naturale con “Legambiente”; il 13 la Compagnia teatrale “Calandra” presenterà “La Signora è servita” presso il chiostro di San Domenico. Il “Club dell’Arte Teatro” invece porta in scena il 19 “ Mary Poppins”. Dal 15 al 16 Festa della Madonna del Carmine con i concerti di “Stelle del Sud” e “Alta tensione”; il 20e 21 "Sagra dell’anguria" con l’esibizione delle scuole di ballo “El Cubanito” e “Dance for Passion”, del gruppo “Le Ardiche” e dei “Mistake”; il 19 concerto dei “Dreher Lemon Truck Tour”, il 20 i “Boombadash” al Gondar e la Prima veleggiata “Trofeo santa Cristina” il 21. Dal 23 al 25 la città si accende con le celebrazioni in onore di santa Cristina.

"Open days" tutti i giovedì, venerdì e sabato fino al 26 settembre questo territorio. Per gli itinerari del gusto l’Olearia sannicolese, Negro Valiani di Presicce, l’Acli di Racale Presicce Racale, Terre del Sud e la Masseria Villa Vincenzina di Melissano . Ogni venerdì passeggiate ed escursioni pomeridiane e serali nel Parco naturale litorale di Ugento e nel Parco naturale Isola di sant’Andrea e Litorale Punta Pizzo, per

scoprire la flora e la fauna che caratterizzano la vegetazione salentina e gli habitat incontaminati di queste zone. Il sabato a partire dalle ore 20 accompagnatori esperti guideranno i visitatori per le vie dei centri storici di Gallipoli, Ugento e Galatone Galatone; visite guidate fino a mezzanotte anche al Museo civico E. Barba, la sala Collezione Coppola, il Museo del Mare, il teatro Garibaldi e le principali chiese a Gallipoli; alla Collezione archeologica Adolfo Calosso di Ugento e al Parco archeologico urbano (l'adiacente museo resterà chiuso) e al santuario di Santa Maria della Lizza di Alezio Alezio. RdB

Conclusi i festeggiamenti della Madonna del Canneto e S. Francesco

Ora si prepara S. Cristina di Francesco Spadafora

Nel mese di luglio, la tradizione religiosa gallipolina vive momenti di particolare sentimento, in un rapporto simbiotico con il mare. Ad aprire il ciclo, la festività della Madonna del Canneto, con la suggestiva riemersione della statua in vetroresina, condotta, grazie al alcuni sub, in processione a pelo d’acqua fino allo specchio del Rivellino, per poi proseguire sino al Santuario omonimo. L’idea, avuta da don Gigi De Rosa, ha reso ancor più suggestivo e appassionante il rapporto fra i fedeli e il mondo della pesca, che nei dintorni del Canneto vedono svolgersi la loro quotidiana azione di lavoro. Attraversando il ponte secentesco spostandoci nell’area portuale, le sirene in festa delle barche hanno accolto - dopo la celebrazione officiata da monsignor Luigi Ruberto (Amministratore della Diocesi di Nardò-Gallipoli in attesa della nomina del nuovo vescovo) - lo scorso 7 luglio, la statua di San Francesco di Paola, la quale una volta ricevuto il tributo da parte della nave "Numana" della Marina Militare, ha fatto poi ritorno nell’omonima chiesa incastonata lungo le mura del centro storico. Infine sono in corso tutti i preparativi per la festa di Santa Cristina, nei giorni 23, 24 e 25 luglio, con l’immancabile cuccagna a mare e la festosità delle bancarelle, che quest’anno saranno tutte dislocate su corso Roma, come presentato dal programma Pro loco-Comune, con la banda di Racale in giro per la città.

In alto una suggestiva immagine della processione della Madonna del Canneto che coinvolge numerosi devoti; in basso la facciata della chiesa dedicata a S. Francesco di Paola


Gallipoli

11 - 24 luglio 2013 LAVORI GRATUITI PER PIAZZA GIOVANNI XXIII Prato verde, tre alberi di ulivo, un melograno e una siepe intorno alla statua della Madonna Immacolata renderanno gradevole piazza

6

Giovanni XXIII all’inizio di corso Roma (foto d’archivio). L’intervento, deciso dal Comune, sarà realizzato dalla ditta “Verde Giuranna”, che già gestisce l’area pubblica della rotatoria di via Lecce. L’intervento di

piazza Giovanni XXIII (a questo ne seguiranno altri) consentirà anche di restaurare la statua della Madonna Immacolata grazie alla donazione fatta dall’impresa “Parlati”, che svolgerà gratuitamente i lavori.

Evento al Lido S.Giovanni. Il Barocco il 12 settembre

“Terra del sole” tutti ai pugliesi Il direttore Fernando D’Aprile riceve il premio tra l’ing. Benvenga e il giornalista Conte. A destra Fernando Cartenì premia Massimo Mariello, liceale dai grandi traguardi in campo nazionale

«La Puglia, terra di talenti, torna ad essere protagonista del “Terra del Sole Award”, l’evento “figlio del Premio Barocco” totalmente dedicato alla Puglia»: con questo pensiero il patron del “Barocco”, Fernando Cartenì, ha aperto nella storica rotonda sul mare di Lido San Giovanni la 44ma edizione della kermesse. Il “Terra del Sole Award” è l’evento divenuto ormai appuntamento fisso, “che mira a presentarsi quale sentito ringraziamento ai personaggi pugliesi che, attraverso il proprio impegno, la propria capacità professionale, il proprio coraggio hanno saputo affermarsi in ambito nazionale e internazionale”. Le personalità che, per l’edizione 2013, sono state insignite del riconoscimento sono Antonio Campeggio, maestro pasticcere di Parabita; Antonio Tanza, avvocato ed esperto di difesa dei consumatori; Attilio Caputo, noto operatore turistico; Bruno Conte, giornalista e presentatore del “Terra del Sole” da svariate edizioni; Cesario Faiulo, operatore turistico; Emanuele Scarano, medico; Fabio D’Argento,

imprenditore; Fernando D’Aprile, giornalista, ideatore e direttore di “Piazzasalento”; Franco De Jaco, avvocato; Giambattista Giannotta, imprenditore; Giuseppe Barba, poeta pluripremiato; Giuseppe Pede, imprenditore; Luigi Rella, avvocato; Massimo Alemanno, manager sportivo; Massimo Mariello, studente campione del “Quinto Ennio”; Lorenzo Salomi, imprenditore; Stefan Carlino, operatore turistico; Vittoria Coppola di Taviano, scrittrice. Intermezzi musicali del piano suonato dal maestro Luigi Solidoro che ha accompagnato la cantante Laura De Vita. Intanto è già tempo di Premio Barocco, attraversato qualche tempo fa da turbolenze di carattere fiscale ancora da chiarire. Il patron non demorde però, anzi rilancia: «Il “Barocco” si farà anche quest’anno», dice con aria di sfida parlando della sua creatura. Tutto è ovviamente ancora top secret, tranne la data: potrebbe essere quella del 12 settembre, naturalmente a Gallipoli, a cui il “Premio” - esclusa una rapida sortita a Lecce - resta indissolubilmente legato.

Gli Allievi Basket dalle fasi finali del campionato Csi con tanta esperienza

Da applausi, comunque Poteva andare meglio ma il gruppo è apparso coeso Avviamento al Kayak per ragazzi

Marco Cortese al Monopoli

Sport magari conosciuto (e praticato) da pochi ma di grande valenza sociale, educativa e terapeutica. Ne è dimostrazione l’iniziativa che ancora una volta coniuga lo sport con le istanze sociali ed educative ben definite. È iniziato da circa un mese, esattamente dal 13 giugno, un corso per l’attività di avviamento al kayak da mare, promosso dall’associazione “Kayak Club Gallipoli” in collaborazione con la sezione gallipolina della Lega navale italiana. Il progetto si rivolge a circa 60 ragazzi delle scuole medie del 1°, 2° e 3° Polo della “città bella” e ad otto giovani diversamente abili dell’Associazione Onlus “Noi nel Mondo”. L’attività, sotto la supervisione del presidente del “Kayak club Gallipoli”, Carmelo Oneri, non prevede naturalmente fini lucrativi, ma si propone, attraverso il volontariato degli iscritti all’associazione, di promuovere, in particolar modo tra i più giovani, la cultura canoistica di mare, sia come attività sportiva dilettantistica che come potenziale strumento di intervento nei disagi giovanili nonché valido sostegno terapeutico per alcune disabilità. Intanto domenica 7 luglio si è svolto, organizzato sempre dalla stessa associazione in sintonia con la Lega navale italiana e grazie alla partecipazione di numerosi sponsor, il terzo raduno amatoriale “GallipolinKayak”, al quale hanno potuto partecipare tutti gli appassionati di questo sport, che hanno potuto vivere una giornata “diversa” solcando le acque gallipoline. Ancora una volta, così, lo sport offre agli adolescenti un’opportunità di confronto impegnandoli in attività che li aiutano a crescere in modo armonico. LA

Dopo una stagione molto positiva in Promozione con il Maglie, in cui, tra le tante difficoltà societarie, è stato fino alla fine tra i protagonisti, è arrivata, per il gallipolino Marco Cortese ( nella foto alla presentazione con la nuova maglia), l’irrinunciabile chiamata del Monopoli, ambizioso club che affronterà il prossimo campionato di Serie D. Grande entusiasmo, ovviamente, per questo esterno offensivo classe 1995: «Sono molto contento di poter giocare col Monopoli - ammette Cortese - so che dovremo lottare per obiettivi importanti, come la vittoria del titolo o il raggiungimento dei playoff, perciò spero di dimostrarmi all’altezza delle aspettative della società». Un doppio salto di categoria che non spaventa però il talentuoso calciatore gallipolino: «Non ho paura, anche se molti aspetti saranno diversi rispetto all’esperienza col Maglie; io, comunque, sono un ragazzo che si impegna molto durante gli allenamenti e cerca sempre di migliorarsi». Ma la testa, nonostante la grande occasione, resta sempre al suo posto e per costruirsi un grande futuro c’è tempo. «È normale - conclude Cortese - ambire al professionismo, ma preferisco vivere un passo alla volta, senza fretta: Monopoli è già un grande traguardo. Lavorerò sodo conservando sempre tanta umiltà». LA

Alessandro Cipressa arbitrerà in Lega Pro promozione meritata

di Luigi Alemanno

Probabilmente non è andata come ci si aspettava dal punto di vista sportivo, ma l’esperienza degli Allievi del Basket Gallipoli a Lignano Sabbiadoro, per le fasi nazionali del campionato Csi, è stata comunque un grande successo. I ragazzi di coach Pacella hanno rappresentato al meglio il nome di Gallipoli, uscendo sempre dal rettangolo di gioco tra gli applausi di pubblico ed avversari. «Purtroppo siamo capitati in un girone di ferro - racconta l’allenatore - con Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto, regioni in cui c’è la cultura del basket, vissuto alla pari di altri sport come il calcio. Soprattutto l’Emilia Romagna schierava in campo molti atleti di statura superiore ai 2 metri e stranieri. Noi ci abbiamo dato dentro, facendo il massimo: ricevere i complimenti di tutti è stata una grande soddisfazione». Nessuna recriminazione quindi, solo la soddisfazione di esserci stati, dimostrando di essere un gruppo coeso e pieno di valori: «Se dovesse capitarmi di vivere ancora un’esperienza del genere – ammette il coach – vorrei rifarla con dei ragazzi straordinari come questi. Sono stati tutti esemplari, ma il mio grazie è giusto vada anche a dirigenti e collaboratori che mi hanno aiutato in questa piccola impresa. Mi auguro che anche noi potremo competere con questi livelli di organizzazione».

In alto, la squadra; a sinistra il coach Francesco Pacella

Lavoro, impegno e umiltà pagano sempre. Alessandro Cipressa, assistente arbitrale della sezione di Lecce, ma gallipolino doc, ha ottenuto, per la prossima stagione, la promozione in Can Pro (il comitato arbitri della “vecchia” serie C). Si tratta di un salto meritato, dopo appena due anni di gare di serie D e tanta polvere mangiata sui campi di provincia, per chi quella “maledetta” passione per un pallone che rotola è abituato a viverla da un punto di vista diverso, spesso isolato, colpevolizzato e, perché no, insultato. Un sogno portato avanti sin dai tempi dell’adolescenza, con convinzione e determinazione, sostenuto in ogni suo passo dalla famiglia, in particolare dal padre che sempre lo ha accompagnato e ora, dal cielo, starà facendo il tifo per lui. Perché Alessandro, da buon perfezionista, è già al lavoro per meritarsi quanto ottenuto, con due convinzioni: che questa è una grande occasione e che c’è sempre tempo per smettere di sognare. LA

Successo strameritato della “Minnie Gallipoli” che ha trionfato sull’Eden Manduria

“Coppa del Salento” in buone mani La “Coppa del Salento”, competizione di calcio a 5 femminile organizzata dall’Aics, si è chiusa con un autentico trionfo per la Minnie Gallipoli, che in finale ha surclassato, per 7 a 2, la formazione dell’Eden Manduria. Una superiorità quasi “imbarazzante” quella dimostrata sul campo dalle ragazze gallipoline, per uno score che recita nove vittorie in altrettanti incontri ed un totale di 51 gol realizzati ed appena 8 subiti: numeri che raccontano di un dominio assoluto, a cui va ad aggiungersi il premio come miglior calciatrice del torneo ricevuto dal capitano jonico, Maria Grazia Resta. Ma prima di andare in vacanza, la Minnie sarà chiamata ad onorare un ultimo impegno: il 13 luglio, infatti, si disputerà a Parabita il “6° Memorial Cancelliere Roberto De Marco”; l’apertura dello

stesso sarà tenuta dall’incontro amichevole tra le gallipoline e la squadra femminile di calcio a 5 del Lecce. «Siamo davvero onorate di aver ricevuto questo invito – ammette Caterina Fiore, una delle calciatrici della Minnie – e di poter giocare contro una formazione storica e blasona-

ta come il Lecce. Sarà la nostra ultima uscita stagionale, poi penseremo a goderci un po’ di ferie prima di pianificare il futuro». Vacanze, quindi, più che meritate per le ragazze gallipoline per affrontare con sicurezza ed entusiasmo la prossima stagione. LA


Gallipoli

11 - 24 luglio 2013 NIENTE SCONTRINO: CHIUSI QUATTRO ESERCIZI Altri esercizi commerciali chiusi perchè non rilasciano regolarmente gli scontrini agli acquirenti. Gli uomini della Guardia di finanza ne hanno

individuati altri quattro negli ultimi giorni a Gallipoli, Matino, Racale e Nardò. In città si è trattato di una irregolarità commessa da un venditore ambulante; a Matino da parte di un fruttivendolo e a Racale in un

negozio di abbigliamento, mentre a Nardò è finito nel mirino un panettiere. La chiusura dell’esercizio varia dai tre ai sette giorni, a seconda della decisione dell’Agenzia delle entrate e del ripetersi di simili abusi.

7

Da luglio a settembre al chiostro di San Domenico

I “sipari di pietra” pure così è teatro di Anna De Matteis

Un’estate all’insegna dello scambio culturale, del teatro e dell’arte in genere. Questo l’obiettivo della rassegna teatrale “Sipari di pietra”, iniziata lo scorso 8 luglio presso il chiostro di San Domenico e che terminerà il prossimo 8 settembre. “Sipari di pietra”, questa rassegna teatrale e d’arte nata da un progetto di Roberto Perrone, Andrea Medvedich, Davide Mercuri e Gabriele Cortese, tutti gallipolini, organizzata e promossa con la collaborazione delle compagnie teatrali “Gruppo Teatro 4,48” , “I ragazzi di via Malinconico”, “La Calandra”, “Hipocrites”, “ClanDestini” e “TaliAnxa”, ha infatti l’obiettivo di promuovere sia il teatro locale sia lo scambio culturale, grazie alla partecipazione di altre compagnie teatrali provenienti da città italiane come Roma e Milano. Ogni spettacolo sarà introdotto e arricchito dall’esposizione di opere d’arte dei giovani artisti gallipolini Francesco Perrone, Simone Marzo, Daniele Suez, Luigi Caiffa, Enrico Durante, Carlo Solidoro, Salvatore Mercuri e Gabriele Cortese. A fare da splendido contorno agli otto spettacoli, le mura di pietra della città, dalle quali prende il nome l’evento. Inaugurata con la commedia:

Super Giulia è “studente ricercatore”

Il chiostro di S. Domenico allestito per uno spettacolo

Il progetto ha l’obiettivo di promuovere il teatro locale e scambi culturali “Sull’acqua” di Erri De Luca, presentata dalla compagnia “Calandra”, la rassegna continuerà sabato 13 luglio con la “La signora è servita” di Paolo Starvaggi, presentata dalla compagnia “TaliAnxa”, martedì 30 luglio con “Cabbaré” de “I ragazzi di via

Malinconico”, giovedì 1 agosto con “Sleuth” di Pinter della compagnia milanese “Hypocrites”, giovedì, 8 agosto con “Cartabianca” di Luca Casamassima della compagnia romana ClanDestini, giovedì 29 agosto con “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare della compagnia “Calandra”, lunedì 2 settembre con “Antigone” di Sofocle de “I ragazzi di via Malinconico”. Ultimo appuntamento, infine, domenica 8 settembre con la commedia “Renè” di Andrea Donaera presentata dal “Gruppo Teatro 4.48”.

Fino al 23 agosto le Masterclasses musicali organizzate da “Shurhuq”

Si va a scuola di musica di Francesco Spadafora

Tornano dal 19 luglio al 23 agosto 2013 le Masterclasses musicali, organizzate dall’associazione “Shurhùq” in collaborazione con il Comune di Gallipoli, un’occasione per permettere a musicisti professionisti, studenti di livello avanzato e a quanti hanno una preparazione musicale di base, di perfezionarsi approfondendo e perfezionando le conoscenze tecniche e stilistiche, avendo al proprio fianco docenti di fama internazionale e di elevato profilo professionale. Gli incontri, che annoverano grandi personalità del mondo concertistico come, Andrea Padova (pianoforte), Maurizio Colonna (chitarra), Dino Scalabrin (violino), Luciana Bigazzi (pianoforte), Rodolfo Matulich (composizione), Carmelo Siciliano (musica greca tradizionale e rebetika), Francesco Del Prete (violino), Rocco Nigro (fisarmonica), Alessandro Monteduro (percussioni), Matilde Mastria (danze popolari), si articolano in lezioni individuali frontali e collettive in luoghi della città di Gallipoli di rilevanza artistica e di grande suggestione visiva. Il progetto è curato per la parte artistica dalla professoressa Mariarita Schirosi. Gli allievi possono fruire di convenzioni con strutture di ospitalità e di ristorazione, assieme alla possibilità di coniugare lo studio della musica alle visite guidate e attività sportive alla scoperta delle bellezze storiche e paesaggistiche del territorio. Ulteriori informazioni possono essere fornite contattando i numeri: 347.5779320 / 380.1955887.

Sala Coppola dove si terranno alcuni incontri

Progetto europeo

“VulcanicaMente” sani e sportivi Armenia, Georgia, Portogallo e Grecia, questi i paesi di provenienza dei participanti della visita preparatoria del progetto europeo “Get up, Stand up, Be healthy guys!”, finanziato nell’ambito del programma europeo “Gioventù in Azione” e promosso dall’associazione VulcanicaMente (gruppo tutto al femminile, con l’ex assessore casaranese Giulia Tenuzzo (foto), operante nel territorio salentino e attento allo sviluppo della mobilità internazionale e l’empowerement giovanile), svoltosi a Gallipoli tra il 28 e il 30 giugno, in cui i rappresentanti delle associazioni partner hanno discusso dettagli delle attività e dei contenuti del progetto, che si concluderà nel mese di luglio a San Cesario di Lecce. Il tema portante del meeting, incentrato sullo stile di vita salutare e sul fare attività sportiva, ha dato inoltre modo ai ragazzi di conoscere le bellezze del paesaggio, offrendo loro anche momenti di vita conviviale con i giovani del luogo. FS

Giulia Chianella (foto), che ha frequentato il penultimo anno del corso sperimentale del liceo scientifico al “Quinto Ennio” è tra i dieci vincitori del concorso nazionale “Lo studente ricercatore” promosso dall’Istituto Firc di Oncologia molecolare (Ifom) in collaborazione con l’Ufficio scolastico per la Lombardia. Il concorso, giunto quest’anno alla nona edizione, è destinato agli studenti del penultimo anno delle scuole secondarie di secondo grado, che hanno presentato la loro candidatura attraverso la scuola, hanno sostenuto un test online e infine sono stati scelti in dieci. Ora i vincitori hanno l’opportunità di trascorrere, durante questa estate, due settimane nei laboratori di ricerca dell’Ifom lavorando fianco a fianco con scienziati di tutto il mondo. Giulia Chianella farà questa bella esperienza. Naturalmente soddisfatte la dirigente del liceo, Antonella Manca, e la docente di scienze, Rossana Congedo che ha segnalato l’alunna.

Il backstage del video

“In Dono” il videoclip del duo Mutante È stato presentato lo scorso 21 giugno presso il “Welcome to Tijuana” del Parco Gondar di Gallipoli il videoclip inedito del duo Mutante, formato dal gallipolino Aldo Natali, 36enne chitarrista e arrangiatore, e Valentina Grande, 36enne cantante e autrice di testi di Muro Leccese, dal titolo “In Dono”, arrivati proprio con questo brano tra i 16 finalisti del concorso nazionale “Musicultura 2013” conclusosi a Macerata da pochi giorni. Il videoclip, realizzato da Glamour Studio di Tuglie con la regia di Fabio Perrone in un’atmosfera di chiaroscuri con luci ed ombre suggestive e inquietanti, nasconde una chiave di lettura inattesa che svela il segreto per sopravvivere in un mondo che sembra volerci schiacciare, ma che in realtà vuole solo che ci doniamo ad esso per ri-

cominciare a vivere.Proprio questo sembra essere, in effetti, il significato del brano e la spiegazione del titolo, capire cioè che dimenticando il proprio ego, è possibile sentire la precarietà comune di fronte alle regole dell’universo. “Mutante” è un progetto sperimentale nato nel 2011 composto da un sound nuovo ed eclettico che poggia le sue basi sull’elettronica, costruendo arabeschi di sonorità dal grande impatto emotivo. Un suono particolare e una filosofia di vita: esprime infatti la condizione indispensabile per ognuno di trovare la forza per sfruttare le proprie capacità di adattamento e per superare gli ostacoli inevitabili. È possibile vedere il videoclip “In Dono” su facebook nella pagina Mutante. ADM


NUMERI UTILI Carabinieri 0833 281010 – 282560 Guardia medica 0833 281691: numero verde: 800456361 Municipio: 0833 281020- 282074; fax: 0833 282340; Sito ufficiale: www. comune.alezio.le.it;

ALEZIO 11 - 24 luglio 2013

Pag. 8

Spaventoso incidente in via Roma Perde la vita Artem Toscano

Per sempre a cavallo della sua moto Il corpo del giovane sull’asfalto subito dopo l’incidente

Festeggiati 70 anni di sacerdozio dell’ex parroco

Tutto il paese con don Tancredi

e- mail: resputc.comune. alezio@pec.rupar.puglia.it Museo messapico e Biblioteca comunale: 0833 282402; e-mail.: bibliotmuseo@alice.it Polizia municipale: 0833 281121 Protezione civile: 0833 281293 Ufficio postale: 0833 281024

Perdere il controllo di una potente moto, quasi nuova di zecca, forse acquistata, forse in prova; perdere di mano la propria passione, per troppo amore o per troppa spavalderia; perdere d’un colpo la vita anche se si hanno appena 21 anni, quasi 22. Può capitare in un secondo ed è capitato ad Artem Toscano, sulla centralissima via Roma. I suoi sogni e i suoi malesseri, come raccontano storditi gli amici, sono finiti contro un’auto parcheggiata: l’incavo procurato è tale che dice tutto. La violenza dell’impatto non ha lasciato scampo al giovane,

che lavorava presso una pizzeria di Gallipoli Gallipoli: i soccorritori giunti subito sul luogo non hanno potuto fare altro che registrare il decesso. Il riconoscimento, straziante per le molte ferite e lacerazioni riportate, è stato possibile da parte di un suo amico grazie ad un tatuaggio sulla mano destra, mentre il capo col casco era ancora sotto l’auto dello scontro. Su facebook è dilagata la commozione dei coetanei. Una delle sue quattro sorelle, Angela, ha scritto: «Così ti ricorderò fratello mio: col tuo splendido sorriso, con la tua testa matta che amavo e amerò sempre».

Restauri urgenti ma fermi da tempo: il Sindaco spiega

Gli eventi

La torre infinita sempre in attesa Luglio vuol Il Corteo murattiano

di Rocco Merenda

Da sinistra don Giorgio Prete, don Antonio Minerba, don Gino Ruperto, don Tancredi (seduto) e don Primaldo Gioffreda

«Considerando che quest’anno ricorre il 140º anniversario della denominazione di Alezio, possiamo dire che metà degli anni della storia di questo paese ti hanno visto protagonista». Con queste parole il sindaco Vincenzo Romano ha consegnato a don Tancredi Falcone un quadro, “segno tangibile di gratitudine da parte della società civile”, al termine della recente cerimonia con la quale tutta Alezio ha voluto stringersi intorno al prelato per i 70 anni di sacerdozio. Durante la cerimonia nella chiesa dell’Addolorata, don Antonio Minerba (originario Aradeo) ha poi annunciadi Aradeo to l’istituzione di una borsa di studio legata al nome di don Tancredi, “per premiare una vocazione sacerdotale di Alezio”. Lo stesso don Tancredi, salutato da un lungo applauso del numeroso pubblico di fedeli presenti, ha annunciato: «La casa dove ora vivo sarà della parrocchia, quando sia io che le due nipoti che ora vi-

vono con me non ci saremo più». Ha poi trattenuto a stento l’emozione quando la banda dei bambini della parrocchia ha intonato gli auguri. Costretto su una sedia a rotelle, a 93 anni compiuti lo scorso marzo, con voce flebile ma con la mente sempre lucida ha ripercorso le tappe della sua esperienza pastorale: l’ordinazione sacerdotale ad appena 23 anni nel 1943 insieme a don Gino Piccinno; l’incarico di cappellano militare a Brindisi; il rettorato e l’insegnamento della matematica in seminario; i dodici anni di lavoro spesi, accanto all’amico Donato Picciolo per mettere direttamente mano alla decorazione dell’Addolorata; i drammatici episodi legati alle sue due cadute dal cornicione che lui stesso poi dotò di ringhiera di sicurezza sino alla collaborazione con don Gaetano Schirinzi. Don Tancredi racconta, col sorriso buono di chi sa di aver lasciato traccia indelebile tra la sua gente. RM

Ci trovate pure qui • BREAKBAR c/o staz. di serv. Agip via Sannicola • SUPERMERCATO CATALDI centro commerciale Barone via M. Albina • CAFFÈ VILLA PICCIOTTI via Mariana Albina 26 • MACELLERIA PRIMAN via M. Albina 4 • SUPERMERCATO CONAD via Gallipoli 51 • PASTICCERIA LUCIA via Gallipoli • GLAMOUR CAFÈ via Parabita • TABACCHERIA BRAY via Roma 232 • SUPERMERCATO PUNTO SIMPLY via Battisti 42 • BAR TABACCHI RHAELI via G. Matteotti 50 • PARRUCCHIERE MARTELLO via Roma 282 • MEDILUX edicola via Raggi

Via col vento: la copertura di protezione che avvolge l’impalcatura montata dalla ditta Edil. geos di Roberto Leopizzi (per ragioni di sicurezza, poiché il campanile mostra delle crepe pericolose per la pubblica incolumità) attorno alla torre civica della chiesa dell’Addolorata, ogni tanto cede alle raffiche del vento e sembra sollecitare un intervento definitivo da parte del Comune. Superate le iniziali incertezze riguardanti la proprietà della torre dell’orologio (ora è opinione condivisa che il proprietario della struttura è il Comune), il sindaco Vincenzo Romano assicura: «È in fase avanzata un progetto di restauro del campanile, redatto dall’ufficio Tecnico comunale, che dovrà essere vagliato dagli organi della Sovrintendenza». Quello attuale, tuttavia, è un periodo particolarmente intenso per l’Ufficio tecnico, privato di un’unità lavorativa (per malattia) e alle prese con bandi, finanziamenti e lavori urgenti oltre a dover gestire l’ordinario. «In questo momento, tra le priorità che hanno rallentato il progetto di restauro del campanile – spiega Romano - c’è la gara per la riqualificazione della

Periodo molto intenso per l’Ufficio tecnico alle prese con numerosi bandi

zona Peep, per la quale i tempi sono contingentati pena la perdita del finanziamento oltre al progetto preliminare per il campo sportivo, al bando per le vie di campagna, ai lavori di fogna bianca che interessano la zona artigianale e a quelli già in corso in via Mariana Albina; la Tares». Da considerare anche che entro il 31 luglio si dovrà pagare sia la quarta rata della Tarsu che la prima della Tares. Anche la croce posta sulla cupola della chiesa, dopo il fulmine che il 2 dicembre scorso la colpì, provocando la chiusura temporanea del tempio per due mesi, aspetta il suo destino, legato a finanziamenti e autorizzazioni. «La croce deve essere rimossa – dice il parroco don Antonio Minerba - perché, essendo in struttura di ferro, con l’arrivo dei prossimi temporali alla fine della stagione estiva, il problema dei fulmini si ripresenterà». Campanile, croce, tares. In attesa di tempi peggiori.

dire teatro giochi e show

La torre campanaria dell’Addolorata (sopra) coperta dall’impalcatura e (sotto) l’interno della cupola della chiesa danneggiata dal fulmine il 2 dicembre scorso

L’estate aletina prosegue all’insegna del divertimento e della cultura. Il mese di luglio, quasi interamente dedicato al teatro, darà spazio anche a giochi di gruppo e spettacoli di danza. Sabato 13, infatti, presso il piazzale del Comune (alle 21) si terrà l’esibizione di danza con “El Cubanito dance school” a cura dell’associazione “Libellula”. Domenica 14 (18.30 in piazza Vittorio Emanuele II), il Comitato di S. Rocco, presenterà il “Calendario storico aletino” e subito dopo spazio ai “Giochi in piazza d’altri tempi”. “Teatro d’estate” è, invece, la rassegna teatrale, a cura di “Spazio Armonauti”, che si terrà dal 15 al 19 presso la sede di via Garibaldi. Sabato 20 (piazza Vittorio Emanuele II ore 21), spazio a “Oh che famija”, spettacolo a cura della parrocchia dell’Addolorata: stessa piazza (alle 20) anche per il “Corteo murattiano”, giunto alla quarta edizione e curato dalla Pro loco, con la degustazione di un menù a base di pietanze d’epoca presso la trattoria “Le Macàre” (prenotazione). NP

Stagione in archivio: ha stravinto Merenda Beneficenza con il Tiro a segno: il ricavato del torneo verrà donato al “Fazzi” di Lecce

Fantacalcio Solidarietà Rocco domina nel mirino Nel “Fantacalcio aletino” primeggiano Rocco Merenda (foto) e soci. Più di cinquanta “fantallenatori” si sono sfidati tra Serie A, Champions’ league e Confederations’ cup. Merenda è salito sul podio dei vincitori insieme ai suoi due soci Eugenio Pozzoli e Leonardo Paglialonga. I tre hanno mancato il celebre “Triplete” solo per il secondo posto nel torneo di Fantachampions’ mentre hanno primeggiato nel Fantacampionato e nella Fantaconfederations’. Dietro di loro, in campionato, si sono posizionati, rispettivamente al secondo e terzo posto, “Non siamo la solbiatese” di Luigi e Mattia Morciano e “Il gufo Alex” di Luca Bove. NP

Con la gara di beneficenza continuano le iniziative promosse dalla sezione aletina di “Tiro a segno” presieduta da Claudio Stanca. Dal 30 luglio al 4 agosto, presso la sede di via San Pancrazio, si terrà una sei giorni dedicata allo sport e alla solidarietà. Al torneo di tiro ad aria compressa con pistola e carabina, potranno partecipare anche quanti sono iscritti, mentre per i non tesserati minorenni sarà richiesta la presenza di almeno un genitore. I singoli tiratori e le squadre verranno premiati nel pomeriggio del 4 agosto insieme ai vincitori della prima gara sezionale tenutasi lo scorso giugno.

SEI GIORNI DI SPARI I soci accanto al sindaco Vincenzo Romano (con in mano una pistola) ed il presidente Claudio Stanca (a destra) per le recenti finali di sezione. In basso piccoli e grandi alla prova con la carabina

All’evento saranno presenti le autorità politiche, religiose e militari aletine e molti tiratori professionisti provenienti da tutta Italia (con un’offerta volontaria quale quota di partecipazione). Il ricavato sarà utilizzato per l’acquisto di un apparecchio elettromedicale, che verrà donato al reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. NP


SANNICOLA 11 - 24 luglio 2013

Pag. 9

Calcetto, successo in piazza poi torneo di calcio balilla

Va a Mauro De Prezzo il premio Bontà 2013 Giunto alla sua 14ª edizione quest’anno il "Premio Bontà Isabella e Vincenzo Negro" è stato assegnato dal consiglio pastorale della parrocchia Santa Maria delle Grazie a Mauro De Prezzo. Si tratta di un premio in denaro messo a disposizione da Luigi Negro, originario di Sannicola e residente a Bologna da oltre 50 anni, che lo ha istituito, nel 2000 in memoria dei suoi genitori Isabella Mezzi e Vincenzo Negro, i cui ritratti sono raffigurati sulla pergamena (foto) realizzata dal maestro Franco Ventura. «Quest'anno la nostra attenzione è andata a Mauro De Prezzo – afferma il maestro Ventura – un giovane mite, sempre sorridente e sereno. Oltre all’attività che svolge in parrocchia, egli è sempre disponibile, visita gli anziani, fa loro la spesa, porta loro le medicine. Sono piccoli gesti che, però, hanno la loro importanza, in un mondo in cui la fretta ci porta alla distrazione e a non accorgerci dell’amico o del vicino in

difficoltà. Nell'assegnare il premio abbiamo voluto sottolineare questo, ovvero la generosità spontanea, sincera e disinteressata di chi si preoccupa degli altri senza chiedere nulla in cambio e il cuore gentile, così raro al giorno d’oggi, di una persona a cui viene spontaneo chiedere notizie dell’anziano che non vede più la mattina a messa o in giro per il paese». Il consiglio pastorale della parrocchia Santa Maria delle Grazie si compone di 21 elementi. MCT

Successo per il torneo di calcetto in piazza della Repubblica. «Abbiamo 20 squadre di buon livello e tante sfide equilibrate. Ogni sera, prima dei “grandi”, si affrontano anche i bambini della scuola calcio provenienti dai paesi vicini», afferma Tommaso Erroi, presidente del "Sannicolacalcio2010", l'associazione che organizza l’evento promosso, anche, da alcuni esercizi commerciali della piazza e patrocinato dall’Amministrazione comunale. «È fondamentale far apprendere ai più piccoli il rispetto delle regole e per questo gli adulti sono chiamati a dare il buon esempio: il premio più importante del torneo è, infatti, quello del fair play», afferma ancora Erroi. Intanto, il primo luglio si è svolto anche un torneo dimostrativo di pallamano, curato dall’associazione Antares, tra i bambini di Aradeo e di San-

Basoli nelle vie delle zone più vecchie del paese e delle frazioni

Mezzo milione al centro Fondi della Regione per rilanciare le abitazioni vuote Primo importante bando della nuova amministrazione comunale guidata da Cosimo Piccione: scadrà il 29 luglio prossimo il termine per partecipare alla gara che ha in palio mezzo milione di euro. L'impresa da individuare attraverso questa procedura pubblica dovrà realizzare un intervento di riqualificazione urbana a Sannicola e nelle frazioni di San Simone e Chiesanuova. Con il finanziamento chiesto ed ottenuto con una proposta alla Regione Puglia da parte della precedente amministrazione comunale (in paese si è votato a maggio) e del Sindaco di allora Giuseppe Nocera, numerose stradine del centro storico verranno rimesse a nuovo con l'impiego esclusivo di basoli e non più di asfalto. L'idea della Giunta Nocera era quella di impiegare queste risorse "liberate dal Por Puglia

Cosimo Piccione, Pippi Nocera e Chiesanuova

2000-2006, fondo Fesr" per rendere più funzionale ed appetibile alcune parti più vecchie del paese e delle frazioni. Lo scopo? Ricorda l'ex sindaco Nocera:

Ci trovate pure qui ● ELEGANCE CAFÈ via San Simone ● BAR TAZZA D'ORO via Roma ● STAZIONE DI SERVIZIO ERG S.P. per Lecce ● BAR 1973 via Delle Viole 47 ● BAR TABACCHI BUJA via Gallipoli ● ANTICO FORNO via Gallipoli ● TABACCHERIA PETRUZZI via Grassi ● SUPERMAC S.S. 101 ● TABACCHERIA DEA DELLA FORTUNA via R. Elena ● SUPERMERCATO PAM viale Stazione ● SUPERMERCATO SISA via Petrarca ● DANIEL'S CAFÈ via Tuglie ● SUPERMERCATO SIDIS via San Simone

«Ridare valore e quindi appetibilità a certe zone vuol dire intanto recupero di immobili sfitti e vuoti e poi vedere di "spenderli" ai fini dei soggiorni turistici

La Protezione civile cresce Approvato il progetto per il rafforzamento della struttura comunale di Protezione civile. Si tratta di fondi regionali per 66.300 euro destinati all’aggiornamento del piano di emergenza comunale e al potenziamento delle strutture in grado di soccorrere la popolazione in caso di disastri ambientali. Il contributo era stato richiesto nel giugno 2012 ed è stato assegnato lo scorso maggio 2013. Il progetto prevede anche l’acquisizione di un software specialistico, l’allestimento di una sala radio (con ricetrasmittenti portatili e fisse), un altro software per l’invio di sms di emergenza alla popolazione, il sistema si videosorveglianza per, un fuoristrada da 27mila euro, due idrovore e un gruppo elettrogeno. MCT

nella marina e in paese». Con i 500mila euro (l'altro centro della provincia di Lecce ad aver ottenuto il finanziamento è Galatina) torneranno a nuova vita le vie (e, si spera, le zone) intorno alla chiesa Madre, cioè via Oberdan, San Giuseppe, Santa Maria delle Grazie, Pesce e i vicoli Paglialonga e Bonavoglia. A San Simone ad essere interessata è l'area intorno a piazza Mercato e via Grumisi; a Chiesanuova la zona adiacente la chiesa dell'Immacolata. Della somma complessiva 420mila euro (iva esclusa) sono riservati ai lavori e quindi all'asta al ribasso, mentre 12.500 euro sono destinati all'attuazione del piano di sicurezza e non sono soggetti al ribasso, come si legge nel bando a firma dell'ingegnere Alessandro Verona, responsabile del settore lavori pubblici del Comune e responsabile di questo procedimento.

nicola. Il torneo di calcetto, che prevede anche il quadrangolare tra Sannicolacalcio2010, commercianti, amministratori comunali e Comitato festa (foto), termina il 14 luglio Sempre in piazza, il comitato festa Madonna delle Grazie organizza, dal 15 al 21 luglio, il torneo di “Calcio balilla uma-

no” ed il 20 e 21 “Bimbi in festa” con giostre gonfiabili gratuite per tutti i bambini "in attesa della “Sagra dei sapori locali” del 9 agosto e della festa di settembre per la Madonna delle grazie, quest’anno con Nek", afferma il presidente del Comitato Tiziano Piccione. MCT

Asilo intercomunale bando da rifare Tutto da rifare il bando per l'affidamento in concessione del servizio di asilo nido intercomunale in via Delle Viole (foto). Già prima delle elezioni comunali dello scorso maggio, il bando era stato annullato dal dirigente responsabile perché l'importo a base di gara, fissato in una retta di 300 euro mensili per utente (cifra che si era cercato di contenere per renderla accessibile a più famiglie) è risultato inadeguato per l'espletamento del servizio. La struttura è stata rinnovata grazie ad un progetto da 120mila euro finanziato da Regione e Comune e rappresenta anche un’opportunità di lavoro per le varie figure professionali previste per la sua gestione. Inoltre, essendo l'asilo intercomunale, potrà essere utilizzato anche da tutti i paesi dell’ambito sociale di Gallipoli Gallipoli, ovvero Tuglie Tuglie, Alezio, Alliste , Melissano Alezio Melissano, Racale e Taviano oltre alla stessa Sannicola. «Una sola ditta ha risposto al bando evidenziando – afferma Luana Talà, responsabile dei Servizi sociali del Comune - come le rette fissate, inferiori a quelle del tariffario regionale, fossero insufficienti a gestire un servizio a tempo pieno di nove ore giornaliere, con operatori da retribuire secondo il contratto nazionale». L’Amministrazione guidata dal sindaco Cosimo Piccione ne ha preso atto e sta preparando il nuovo bando. Ma i tempi restano ancora da definire. RM

AUGURI

15 luglio 2013. Tantissimi auguri a nonno Quintino Inguscio per il tuo 88esimo compleanno dalle figlie Concettina e Caterina, i generi Giuseppe e Gerardo, tutti i nipoti e i pronipoti. Un ringraziamento grandissimo per l’impegno di tutta una vita, per il sorriso sempre presente e per la forza che ci hai trasmesso nell’affrontare le avversità. Auguri di cuore.

Letture e incontri d'artista nel giardino di Villa Excelsa Appuntamento a Villa Excelsa in via delle Viole per la rassegna “Kalispera: ascolti, suoni, visioni della sera” organizzata dall’associazione “Presidio del libro, archivio del libro d’artista, Verbamanent”. Per l'evento promosso dall’assessorato al Mediterraneo della Regione e patrocinato dal Comune, il 17 luglio (20.30) avrà luogo l’iniziativa “Sarò un libro” durante la quale, sulle note degli artisti Eleonora Pascarelli e Raffaele Quarta, una serie di autori presenteranno poesie o prose inedite. La stessa sera, dopo la proiezione di “Signor Gì Bi”, ci sarà il cortometraggio di Nico Cirasola dedicato all’artista barese Gino Boccasile, interpretato da Mingo de Pasquale, reporter barese di Striscia La Notizia con degustazione inoltre, dell'“ipertorta” creata dal cake designer Marco Andronico della pasticceria "Picci&capricci". Il 24 luglio (20.30) sarà presentato il libro “Coccarde rosse” di Annalisa Bari insieme alla mostra “Sigillo”, raccolta di libretti d’artista della collezione di Nadia Merica Formentini. Il 31 luglio, infine, Ada Donno e Antonio Errico presentano “il film/libro "L’isola di Rina”. MCT


NUMERI UTILI Carabinieri 0836 554031 Guardia medica 0836 554819 Municipio: 0836 552283; fax: 0836 554008; Sito ufficiale: www. comune.aradeo.le.it

ARADEO 11 - 24 luglio 2013

Pag. 10

Interventi nelle piazzette Indipendenza e Grassi, via dell'Annunziata ed il sagrato della chiesa

IlProgetto centro si rivitalizza da 600mila euro insieme ai Comuni dell'Unione

Iniziativa il 16 e 17 dell'Arci. E la chiesa apre di notte

Due giorni per le donne e una quercia in piazza

CENTRO STORICO A NUOVO L'obelisco con la colonna di San Giovanni Battista e (a sinistra) la chiesa dell'Annunziata dove si prevede il ripristino del basolato sul sagrato

di Roberto Barone

Con il progetto di rigenerazione urbana di 600mila euro realizzato in associazione con i paesi dell’Unione delle Serre Salentine (Aradeo, Collepasso, Tuglie, Seclì e Neviano), l’AmTuglie ministrazione comunale punta a valorizzare ciò che rimane della storia e dell’urbanistica del paese. L'intervento prevede un finanziamento da 550mila a carico della Regione ed una quota da 50mila a carico del Comune. La progettazione è stata redatta dai tecnici comunali del settore Lavori pubblici e Servizi tecnici (responsabile l'ingegner Salvatore Donadei). Si prevede il ripristino del basolato in piazzetta Indipendenza, piazzetta Grassi, via dell’Annunziata e sagrato della Chiesa dell’Annunziata. Lo spirito è quello di ridare vita a questa zona, favorendo gli interventi di restauro delle case prospicienti e l’apertura di attività commerciali che possano dare nuova vita all’intera zona. Se l’identità di un paese si riconosce dalle testimonianze del suo passato, e dalla capacità di cambiare senza snaturare la sua identità, questo non si può dire

e- mail: protocollo.comune.aradeo@pec.rupar. puglia.it Polizia municipale: 0836 554014 Protezione civile: 0836 551032 Ufficio postale: 0836 555311

di Maria Cristina Talà

sia accaduto ad Aradeo dove, negli anni ’60 del secolo scorso, è stato abbattuto il nucleo più importante del centro storico, con la Chiesa Madre del ‘500, dedicata al suo protettore San Nicola, insieme a vecchie abitazioni e ai resti di un’antica cappella greca, nonché piazzette un tempo piene di vita e sedi del vecchio municipio e del mercato coperto. Al loro posto piazza Indipendenza, che non è mai di-

Fonti rinnovabili, lavori per il "Modugno"

ventata “centro” del paese, rimanendo contenitore vuoto con al massimo qualche piccolo gioco per bambini. Fa veramente male prendere atto dell’assoluta mancanza di testimonianze del tempo passato, quando, invece, tutti i paesi si sono sforzati di conservare i simboli della loro storia. Rimane, per fortuna, la deliziosa piazzetta Grassi con il palazzo baronale antica sede dei signori del paese, gli Olivetani

Finora solo buone intenzioni. Mentre si cerca una cordata di imprenditori, i tifosi sognano le stagioni d'oro

Un teatro tutto nuovo Con un progetto da 700mila euro, redatto dai tecnici comunali e finanziato dal ministero dell’Ambiente, verrà a breve appaltata la gara per l’efficientamento energetico del teatro comunale “Domenico Modugno” (foto) e dell’adiacente biblioteca. L’obiettivo è di intervenire sulla mancanza di impianti alimentati da fonti rinnovabili e di sistemi passivi per il risparmio energetico e risolvere le carenze nella coibentazione dell’involucro edilizio (pareti, solai e superfici finestrate) e nell’utilizzo eccessivo di energia elettrica derivante da combustibili fossili e da un obsoleto impianto di climatizzazione e di illuminazione. Si prevede anche la riqualificazione energetica della pubblica illuminazione degli spazi urbani adiacenti (piazza Municipio, via San Benedetto e viale Della Libertà). Il teatro, inaugurato nell’ottobre 2006, è intitolato all’artista Domenico Modugno che visse ad Aradeo parte della sua giovinezza, in un periodo in cui un suo zio era il Comandante della Caserma dei carabinieri del paese. RB

Atleti in gara a Courmayeur e poi a Roma

Pesi, trionfi per quattro Campionati italiani Juniores di pesistica nel segno di Aradeo. Il 13 e il 14 luglio a Courmayeur saranno, infatti, presenti quattro atleti della Pesistica Aradeo: si tratta di Joel Kwan (padre delle Hawaii e madre di Aradeo), Salvatore Tundo, Ilaria Piccinno e Martina Manta (nella foto da sinistra in alto in senso orario). Subito dopo i quattro atleti, insieme all'allenatore Gaetano Martiriggiano, saranno a Roma per allenarsi presso il Centro sportivo dell'Aqua Cetosa durante un raduno collegiale per conquistare un posto per gli Europei under 15 e 17 che si terranno a settembre in Lituania.

del convento e dell’ospedale di Santa Caterina di Alessandria di Galatina, rimane la Colonna in pietra leccese eretta nel 1658 e sormontata dalla statua di San Giovanni Battista, un tempo prospiciente l’antica chiesa dedicata al parto della Madonna. Demolito purtroppo l’antico frantoio con accanto un’altra porta del paese. Il progetto di rigenerazione urbana oggi intende far ritornare Aradeo al suo antico splendore.

Due giorni dedicati alle donne, il 16 e 17 luglio, a cura dell’Arci club Gallery di Aradeo, presso palazzo Grassi e le vie del centro storico che saranno animate da una serie di iniziative organizzate insieme a numerose associazioni impegnate nel sociale. «Il coordinamento donne dell'Arci si è fatto capofila di un movimento ampio e trasversale – commenta la presidente Roberta Bruno (foto accanto)- per manifestare e testimoniare il dolore e lo sconcerto di fronte ai fatti di sopraffazione, spesso anche fisica, verso le donne che sempre più spesso vengono documentati

dalla stampa». Le donne di Aradeo si sono, dunque, proposte quali protagoniste del convegno presso palazzo Grassi dal titolo "Api operose tra pungiglione e miele”. Al dibattito, dedicato a Renata Fonte (l'assessore di Nardò uccisa nel 1984) e a tutte le donne che nel corso del secolo appena trascorso sono state le apripista per mestieri, professioni e arti, interverranno Maria Occhinegro, docente di letteratura italiana, Loredana Tundo, responsabile territoriale del padronato Acli, Anna Caputo, responsabile territoriale Arci, e Rosaria Bottazzo, dirigente del liceo scientifico Vallone di Galatina. Chiuderà la discussione la direttrice dell'o-

Il calcio è morto e l'attesa continua di Sandra Signorella

Il campo sportivo di Aradeo con il muro di cinta parzialmente crollato. Accanto tifosi sulle tribune in una foto del campionato 2002/03 con la squadra in Promozione

Ritornare ad avere una squadra di calcio ad Aradeo: questo l'obiettivo al quale puntano gli sportivi locali pur tra le difficoltà economiche del momento. «Siamo vicini alla scadenza del termine per l’iscrizione al campionato – spiega l’assessore comunale allo Sport Giuseppe Menallo - ma non c’è nessuno che si stia muovendo. La speranza è che in questi ultimi giorni si faccia una cordata tra imprenditori e privati con cui si possa ricominciare». Come quando, diversi anni fa, un imprenditore locale, Antonio Tramacere, diede vita a un club di tutto rispetto per la gioia dei tifosi e di tutto il paese che,

Si arrivò in Eccellenza poi il declino e la scomparsa

nella stagione "d’oro" 1997/98 con l'allora Us Aradeo, vinse l'Eccellenza ottenendo la promozione nel campionato nazionale Dilettanti al quale dovette, però, rinunciare per i costi eccessivi: nonostante il contributo dell’Amministrazione comunale, il titolo venne, infatti, ceduto alla Pro Italia Galatina. L’esperienza calcistica in paese non terminò allora, perchè il Real Aradeo ha regalato ancora emozioni. Come nel 2009, ad esempio, quando ci fu il passaggio del sodalizio guidato dal patron Luigi Cardinale in Seconda categoria. Ora si auspica di poter ravvivare l’interesse. «So che da parte di qualcuno – conclude Menallo l’intenzione c’è, ma ovviamente da soli non si fa nulla. Le condizioni generali del campo comunale sono abbastanza buone nonostante i furti e potrebbe essere utilizzato quasi da subito». La struttura, a guardarla da vicino, in effetti avrebbe bisogno di qualche intervento.

Calcio femminile a cinque, il Real Aradeo comunque soddisfatto

Le ragazze hanno fatto "squadra" Quando si dice giocare per passione. È quello che fanno le ragazze del Real Aradeo, squadra di calcio a 5 che nella stagione 2012/13 ha gareggiato nel campionato provinciale Aics classificandosi al settimo posto (su otto squadre). «Il campionato non è andato benissimo, però – afferma l'allenatore e promotore della squadra Luigi Forte – si è formato un bel gruppo e le ragazze si divertono. Invece nella Coppa Salento abbiamo ottenuto dei buoni risultati, segno che la coesione va rafforzandosi. Sono dieci anni che faccio l’allenatore

nel calcio a 5 femminile e posso dire che il primo obiettivo da raggiungere è ‘fare squadra’». Forte, che può contare sulla collaborazione di Agostino Sciumbarruto per la parte tecnica, non nasconde i problemi: «Le spese sono tante – racconta – quest’anno non abbiamo avuto sponsor ma poi vedi l’impegno che ci mettono le ragazze e questa per noi è una grande gratificazione. Certo in vista della nuova stagione cercheremo di muoverci in anticipo per trovare uno sponsor o magari ottenere un aiuto dal Comune».

Festa di fine stagione per il Real Aradeo. A fine ottobre il nuovo torneo


SCUOLE MEDIE E SUPERIORI CONTRIBUTI PER I LIBRI Scade il 24 agosto il termine per la presentazione delle domande per i contributi all'acquisto dei libri di testo per gli alunni delle scuole Secondaria di primo e secondo grado. L'aiuto è previsto per le famiglie con un Indicatore della situazione economica equivalente (Isee) 2012 non superiore a 10.632,94 euro. I moduli presso il Comune o le scuole.

SECL ECLÌÌ 11 - 24 luglio 2013

spedale "Panico" di Tricase, suor Margherita Bramato, con la sua testimonianza di fede e di impegno sociale ed eccellenza nel lavoro. Ospite della serata, coordinata da Gabriella Carlino, sarà Viviana Metrangola, la figlia di Renata Fonte. Allieteranno la manifestazione la banda musicale “Gran concerto” di Aradeo, gli “Amici della Musica”, i musicisti Giorgen Kolwen e Michele Bovino. Il 17 luglio, “Notte particolarmente donna” con musica, danza, arte, artigianato e gastronomia. Madrina della serata la deputata Serena Pellegrino, parlamentare Sel, veneziana ma di origini salentine, cui sarà assegnato il riconoscimento di “Massara Salentina”. Una quercia verrà poi piantata in piazzetta Indipendenza, per celebrare le donne dell'associazione “Figli in Paradiso”, "che hanno fatto del dolore una forza da spendere a sostegno del sociale e di che subisce il grande dolore per la perdita di un figlio" prosegue la presidente. Inoltre, le parrucchiere del paese daranno vita a un "flash mob", le fioriste prepareranno degli omaggi floreali, la chiesa dell’Annunziata sarà aperta per le visite notturne e saranno esposti gli stendardi del ‘700, ricamati dalle sapienti mani delle pie donne, e saranno ricordate le tabacchine che hanno partecipato e guidato, gli scioperi degli anni ‘50 e ’60.

Toponomastica: nuovi nomi con sindaci venti e cantanti Con una delibera del maggio scorso, la Giunta comunale ha provveduto ad intitolare le strade della zona "Tre Masserie". La scelta dei nomi è caduta su aspetti del territorio (per le vie Torre colombaia e Li Grutti), nomi di artisti nel campo musicale (con via Fabrizio De Andrè e via Augusto Daolio), nomi di venti caratteristici della zona (per le vie Ponente, Ostro, Levante e Grecale), ex Presidenti della Repubblica (via Luigi Einaudi) e personaggi impegnati nel sociale (via Giuseppe Impastato e via Pier Vittorio Tondelli). Con una delibera precedente erano state, invece, intitolate le strade della zona ad ovest di viale Karl Marx ad ex Sindaci del paese: Siro Bruno, Primo cittadino dopo la guerra mondiale con la lista "Grappolo d’uva", Aldo Perulli (stesso simbolo), Vito Mario De Blasi (Pci), Vincenzo Apollonio, Luigi Caggia e Luigi Minerba (tutti Dc) e Antonio Giuri (Psi). Sempre nella stessa zona, una strada ha preso il nome del giornalista e scrittore nato ad Aradeo ma vissuto a Lecce, Ubaldo Barone, decano dei giornalisti leccesi, responsabile per moltissimi anni della pagina di Lecce della Gazzetta del Mezzogiorno, che ha lasciato memorabili poesie e racconti, molti dei quali ambientati nel paese natale. RB

Volley, B1

Benedetta e Diana sorelle felici sottorete Stagione più che positiva per Benedetta Bruno, la pallavolista di Aradeo impegnata nel campionato di B1 a Maglie. «Non ho giocato tantissimo ma anche fare panchina accanto a giocatrici di grande talento rappresenta un'esperienza più che utile che, sono sicura, mi gioverà in futuro», afferma la giocatrice. Per lei la pallavolo è da sempre una passione condivisa con la sorella Diana, la quale, però, nella stagione appena andata in archivio non ha giocato. «Quest’anno lei si è fermata - continua Benedetta - perchè ha deciso di prendersi una pausa ed io ho scelto il suo numero di maglia, ovvero il sei». Le due sono cresciute insieme anche dal punto di vista sportivo dimostrando grandi prospettive. «Giocare a volley è una passione che Benedetta Bruno mi porto dentro da anni. Lo sport – afferma Benedetta, atleta di 23 anni - sicuramente ti può aiutare in molte cose ma richiede impegno e responsabilità». Dopo diversi anni a Galatina, nel campionato di serie C1, lo scorso anno c'è stato il passaggio al Maglie dove ha conservato il ruolo di "opposto" che la contraddistingue sin dall'inizio della sua pur giovane carriera sportiva. Per lei ci sono, infatti, quasi dieci Diana Bruno anni di pallavolo alle spalle, molti condivisi proprio con la sorella Diana. «Per quanto mi riguarda non ho ancora preso nessuna decisione per il futuro. Non ho idea se continuerò a giocare oppure se farò altro. È strano dirlo proprio ora che abbiamo vinto il campionato e che altre squadr,e come il Cutrofiano, hanno ottenuto ottimi risultati come la promozione in B1, ma ci tengo a pensare su quanto fatto in tutta calma», conclude la giocatrice. AM

È la tua “Piazza” multimediale, contattaci per info sulla tua pubblicità info@piazzasalento.it

Pag. 11

NUMERI UTILI Municipio: tel. 0836 554213 fax: 0836 554686; Sito ufficiale: www. comune.seclì.le.it Polizia municipale: tel. 0836 554376 Protezione civile: cell. 328 8483955 Pro loco: tel. 0836 551560

Acquisiti dal Comune gli spazi esterni dell'antico palazzo dei Sanseverino, finora chiusi al pubblico

Il giardino ora sarà di tutti di Roberto Barone

Quelli che un tempo erano i giardini privati di palazzo Sanseverino, il castello di Seclì, sono ora patrimonio di tutta la comunità. Per il sindaco Luigi Negro e per l’assessore ai Lavori pubblici Armando Rondinella, si tratta di un altro significativo risultato raggiunto nel loro impegno amministrativo. La trasformazione del castello in un bene comune è stata possibile con i fondi europei gestiti dalla Regione Puglia, grazie al progetto di “Rigenerazione urbana” con il finanziamento Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale) da 750mila euro. Il castello è chiaramente l’edificio più importante di Seclì acquisito dal Comune negli anni ’80. Adiacenti al palazzo, i giardini erano da secoli pertinenza privata e di conseguenza chiusi al pubblico. Con questo progetto, oltre ad aver allargato i giardini di circa 3.000 metri quadrati, acquisendo nuovi terreni, si è eliminato il muro di cinta, realizzando al suo posto un marciapiede largo cinque metri e lungo circa 300 che, di fatto, ha messo l’intero palazzo al centro della viabilità del paese. Oltre al completamento di quest’opera, è stata ripavimentata tutta la piazza antistante al

L'atrio interno del castello di Seclì e (sopra) il giardino dove verranno organizzati diversi appuntamenti eventi

Progetto da 750mila euro Nella dimora nobiliare anche alcuni eventi castello e risistemata tutta l’impiantistica, con l’obiettivo di valorizzare il centro storico e attirare investimenti privati, che puntino a ristrutturare anche gli edifici circostanti. L’area dei giardini è stata predisposta anche per la realizzazione della “Sagra della carne de cavaddru”,

che è l’evento più conosciuto e atteso della "Festa estate" di Seclì, il programma allestito dall'Amministrazione comunale per allietare le serate ed attrarre turisti. Proprio per poter meglio gestire ed organizzare gli eventi musicali è stato creato una sorta di anfiteatro all’aperto, che prevede nel suo centro l’orchestra e tutt’intorno gli stands. Il progetto prevede, inoltre, la realizzazione di una sala musicale direttamente connessa alla sala biblioteca. In questo periodo, tuttavia, i libri della biblioteca sono stati (ma solo tempo-

raneamente) spostati dall’ex Municipio di piazza San Paolo (altra struttura che necessita di importanti interventi strutturali) in una sala del castello, in attesa del completamento dei locali al pianoterra del castello che, grazie ad una bellissima ed ampia vetrata, permetteranno una visione completa dei giardini. Nel frattempo il Comune provvederà a ristrutturare per altri scopi e con altre funzioni la vecchia sede municipale, le cui opere sono state già aggiudicate alla ditta Guida di Copertino, che inizierà a breve i lavori.

In cartellone il "Palio dei quattro rioni", tornei di bocce e concerti

Assegni falsi e truffa

"Festa estate" già iniziata

Truffa da 100 milioni di euro per un imprenditore di Neviano proprietario di una piccola azienda a Seclì. Si tratta del 59enne R.D.P. che avrebbe ammesso di aver messo in circolazione assegni falsi "ma solo per evitare il fallimento dell'azienda stretta nella morsa della crisi economica". A denunciare il raggiro sono stati gli istituti bancari di Neviano, Galatone, Galatone Sannicola e Nardò che si sono visti consegnare gli assegni firmati da un soggetto che non era, però, l'intestatario del conto. I titoli bancari così contraffatti venivano poi depositati in una banca diversa da quella di deposito del conto permettendo all'imprenditore di incassare subito l'80% della somma previsto in quanto l'istituto di credito non era, nell'immediato, nelle condizioni di poter verificare la copertura e la regolarità dell'assegno. Oltre a difendersi in giudizio dalla denuncia per truffa, l'uomo dovrà anche restituire quanto indebitamente percepito. Le indagini sono state condotte dai carabinieri dei quattro comuni sede delle banche coinvolte.

«Sarà una "Festa estate" con i cittadini protagonisti», assicura l’assessore alla Cultura Concettina Buongiorno, che ha organizzato l’evento in collaborazione con i consiglieri comunali Sergio Finamore e Anna Stifani. Ricco il programma del mese di luglio, in attesa del “Palio dei quattro rioni" e della "Sacra te la carne te cavaddrhu” ad agosto. La festa è già iniziata con “Che fortuna sono qui”, teatro, poesia e musica, in collaborazione con l’associazione culturale "Fondo Verri" e “Sorte noscia…bonu cu vascia simu ruvinati”, del gruppo teatrale “Li Sichiggiati e… non solo" (giovedì 11 luglio). La "Serata di ballo” sarà, invece, di scena il 12 luglio in piazza San Paolo, a cura di Salvatore Migali e Alberto Musca. Per i più piccoli ci sarà lo spettacolo di burattini “Attila e il mago”, domenica 14 luglio nella villa comunale, a cura dell’associazione culturale "Teste di legno". Ci saranno, poi, due tornei di bocce, in piazza San Paolo, il 15 e 21 luglio mentre sabato 20 spazio a “Blue stories” di Salvatore Della Villa. Quindi il “Torneo di calcetto” dal 22 al 29 luglio ed il 24 “Rock sotto le stelle” con la "Deep sound band" in concerto nella villa comunale. Sabato 27 “Saggio di karate” dell'associazione "Dojo Arashi" ed infine il 30 e 31 luglio ed il primo agosto, le luminarie e i fuochi della festa di Sant’Antonio di Padova. RB

La "Sacra te la carne te cavaddrhu" in una foto di qualche anno fa

Nel "Patto dei Sindaci" c'è anche Seclì Anche il Comune di Seclì ha aderito al "Patto dei Sindaci", al fine di richiedere finanziamenti per il Piano di azione per l'energia sostenibile. Il Paes ha quale obiettivo l'attuazione di "misure concrete" per giungere alla riduzione delle emissioni di gas serra e favorire l'utilizzo delle fonti di energia rinnovabile, "creando nel contempo anche un'occasione di crescita per l'economia locale", come si legge nella recente delibera della Giunta comunale. In attesa di redigere il proprio Piano, il Comune guidato dal sindaco Luigi Negro ha delegato, così come gli altri Enti locali coinvolti, la Provincia di Lecce a "predisporre, definire e sottoscrivere ogni atto utile al reperimento di fonti idonee al finanziamento", così com'è scritto nello stesso deliberato.


NUMERI UTILI: Carabinieri: 0833 865010 Guardia medica: 0833 867190 Municipio: 0833 865053; Sito ufficiale: www.comune. galatone.le.it;e-mail: info@comune.galatone. le.it; Polizia municipale 0833 865028 Servizi sociali: 0833 880022

GALATONE 11 - 24 luglio 2013

Sostieni il servizio che diamo a questa terra

Pag. 12

Insieme 4 associazioni

Il Pontefice indossa il paramento realizzato dalla "Caledda"

Musiche e brani illustrativi

Al Papa la stola galatea

Il Santo Padre e Tommaso Filieri nella foto Felici, l'agenzia di Roma titolare dell'esclusiva delle foto del Papa

Gli infioratori di Galatone donano una stola a Papa Francesco, che, a sorpresa, la indossa e ringrazia. È accaduto al termine dell’Udienza generale in piazza San Pietro lo scorso 26 luglio. «Santità, la vuole indossare?», ha chiesto al Papa argentino Tommaso Filieri, componente dell’associazione Caledda, che ha decorato con Cinzia Griffini la stola tessuta al telaio da Anna Rita De Matteis. «Certo, sì», la risposta spontanea ed entusiasta di Bergoglio. Il paramento sacro riproduce fedelmente, senza alcuno sfarzo (quindi in perfetto stile-Bergoglio) e con l’utilizzo

di fiori essiccati, due tra le icone più care ai galatei, ovvero il Crocifisso della Pietà e la Madonna della Grazia. «È stata un’esperienza unica ed irripetibile. Francesco è il Papa e l’uomo del sorriso e dell’ascolto», afferma Filieri, ancora commosso per l’incontro, giunto nella Città del Vaticano anche assieme a Vincenzo Sallustio, presidente del sodalizio galateo. «Sua Santità ha accolto con visibile sorpresa e vera gioia la stola che gli abbiamo donato quale tributo del Salento col suo mare, la sua natura e la sua religiosità». DC

Tornano "Palio delle contrade" e "Sagra del diavolo"

Altra rapina da "Gustavo"

L'Estate è pronta Al teatro ci pensa pure l'istituto "Medi" di Alessio Giaffreda

Tutto pronto per l'Estate Galatea, la rassegna allestita dall'Amministrazione comunale con eventi sino a settembre. Il calendario ufficiale è stato sviluppato sulla falsariga delle indicazioni generali fornite in occasione del Forum delle Associazioni del mese scorso, mentre la Giunta comunale ha stanziato 15mila euro (5mila in più dello scorso anno) per la realizzazione dell'intera rassegna. Il 19 e 20 luglio arriva l’ottavo Festival nazionale del cortometraggio, dell’associazione “Gabriele Inguscio”, con proiezioni e premi; il 27 e il 28 è il turno di “Galatonesi nel mondo”, attività molto promossa dall’Amministrazione comunale con la due-giorni dedicata alla valorizzazione del territorio e agli emigranti galatei che oggi vivono lontani; il 29 agosto la “Notte glamour”, quest’anno abbinata alla finale regionale di Miss Mondo; il 31 la seconda edizione di “Galatone in…sport” mentre dal 20 al 22 settembre l’associazione “Verbumlandiart” presenta il primo premio nazionale e internazionale “Città del Galateo”, dedicato alla prosa e alla poesia. Molte le rappresentazioni teatrali (con l’Istituto d'istruzione

Colpo alla braceria con arresto

L'edizione 2012 della Sagra del diavolo a Palazzo Marchesale

superiore "Enrico Medi", la compagnia “Civico 20”, il “Teatro Solatia” e “Compagnia di Santu Luca”), gli spettacoli di danza delle diverse scuole di ballo, il nono appuntamento con il Palio delle Contrade (4 agosto), la giornata del 13 agosto interamente dedicata alla storia della Taranta, e il

Notte glamour il 29 agosto con le finali di Miss Mondo C'è "Galatone...in sport"

Ci trovate pure qui ● BAR ZODIACO via A. Colitta 1 ● TABACCHI POTENZA via Del Mare 3 ● STAZIONE DI SERVIZIO Q8 via Del Mare ● LA FRUTTA via XXIV Maggio ● TABACCHI TUNDO via A. Moro 66 ● IL BARETTO via Cairoli 9 ● BAR TABACCHI presso stazione di servizio Agip via Savoia ● CAFFETTERIA MIRO' via XX Settembre ● STAZIONE DI SERVIZIO AGIP via Lecce ● SUPERMERCATO CARREFOUR via Galatina ● BAR SAN SEBASTIANO piazza San Sebastiano ● SUPERMERCATO IPER SIMPLY via Appennini 8 ● BAR STOP largo Itria, 1 ● TABACCHERIA CANALIS via Scorrano, 12

18 spazio al dramma sui martiri di Otranto. E ancora serate di musica, le mostre fotografiche del fotoclub “L’Occhio”, presentazioni di libri, cabaret e la caccia al tesoro dell’associazione ecomuseale Kroke. E se il 20 agosto torna la “Sagra del diavolo” organizzata dalla "Ill Sun Records" della band dei Muffx, nel frattempo i musicisti e la loro casa discografica sono attivi con alcuni eventi al di fuori della rassegna: il 5 luglio piazza San Pio ha ospitato il primo appuntamento di “Concerti in villa”, con il gruppo avellinese "G.B. Husband and the Ungrateful Sons".

CLICK PREMIO GALATEO Scade il 10 agosto il termine ultimo per la partecipazione alla terza edizione del premio "Genio galateo". L'iniziativa, voluta dall'associazione "Archidea onlus" presieduta da Tonio Papa, intende premiare i nuovi laureati del Salento. In palio dieci premi di laurea ed una borsa di studio da duemila euro. Il modulo di partecipazione sul www.geniogalateo.it. POSTE: GLI ORARI ESTIVI Dal 18 al 31 luglio e dal 6 al 16 agosto l'ufficio postale di Galatone adegua i propri orari di apertura al pubblico. Gli sportelli saranno aperti dalle 8.20 alle 13.45 dal lunedì al venerdì e dalle 8.20 alle 12.35 il sabato. TORNEO DI CALCETTO Quinta edizione del torneo di calcetto organizzato dallo "Juventus club - Sergio Brio". Le gare, con il patrocinio del Comune, si disputeranno sino ad agosto presso il Campetto degli Ulivi in via Seclì. Premi e somme in denaro per i vincitori delle diverse categorie.

È stato subito arrestato uno dei presunti autori della nuova rapina a mano armata messa a segno ai danni della braceria "Gustavo". Poche ore dopo il colpo, i carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi del 25enne C.M. (foto), giò noto alle forze dell'ordine per i suoi precedenti. Sarebbe stato lui insieme ad altri due complici a fare irruzione nel locale sito sulla strada per Gallipoli. Oltre all'incasso della serata, i tre, con il volto coperto da sciarpe ed armati di due fucili ed una pistola, hanno portato via anche documenti, portafogli, cellulari e chiavi dei circa 15 clienti seduti ai tavoli. Stessa dinamica della rapina, più cruenta, messa in atto nello stesso locale lo scorso marzo.

La "Pio Monte del Purgatorio"

Confraternita un secolo da ricordare La Confraternita “Pio Monte del Purgatorio”, con sede presso la chiesa di S. Sebastiano (erroneamente nota come chiesa di “Sant’Antonio”) in piazza Costadura, compie cent’anni. Per celebrare il secolo di vita, la congrega retta dal priore Italo Saracino (nella foto di MyboxTv) ha allestito alcune iniziative culturali proprio presso l’edificio religioso, con il patrocinio di Provincia, Gallipoli, Ardiocesi di Nardò- Gallipoli chivio di Stato e Soprintendenza. Il 27 giugno è stato presentato il libro di Mariangela Potenza (edito da Congedo) che racconta la storia della congregazione fino ai giorni nostri, con una parentesi introduttiva legata alla struttura che ne è sede. Il testo della Potenza mette in evidenza anche le funzioni e le prerogative di tutti i mebri dela Consiglio di amministrazione della congrega, a partire dal priore. Sono intervenuti il professor Francesco Danieli (docente dell’Università del Salento), Maria Rosaria Tamblè (Archivio di Stato) e lo storico locale Francesco Potenza. Il primo luglio è stata poi inaugurata la mostra “Committenza artistica a Galatone dopo la Controriforma” (foto), che sarà visitabile fino al 15 dello stesso mese. Tra i presenti all'inaugurazione anche la vicepresidente della Provincia Simona Manca, Antonio Cassiano (Centro Studi Salentini), Maria Teresa Calvelli (Archivio di Stato) e don Giuliano Santantonio (Direttore dei beni culturali della curia neretina). AG

Il Centro chiude l'anno insieme ai ragazzi

Le associazioni “A Levante”, “Piccolo Principe”, “Centro culturale del Palazzo Leuzzi” e “Arthai” hanno organizzato la quarta edizione di “Tempo di musica”, una rassegna con connotati di originalità. L'evento, quest’anno nella cornice inedita del chiostro del Palazzo dei Domenicani, normalmente sede del Municipio, ha ospitato l’artista Antonio Molfetta, che con la sua chitarra ha intonato dodici brani di compositori dei secoli passati e contemporanei, intervallati da brevi monologhi: accurate descrizioni dei pezzi regalati al pubblico, e del loro significato dal punto di vista artistico. Insomma, un modo più "completo" e approfondito di conoscere la musica. Hanno condotto l’evento, patrocinato anche dalla Regione, Giuseppe Resta e Gianluigi Antonaci. L’anno scorso le compagini impegnate avevano portato a Galatone la pianista di fama internazionale Valeria Vetruccio. L’associazione "A Levante", del presidente Giovanni Santi (foto in alto), è impegnata da anni nella valorizzazione della cultura e della tradizione locale. Per il quarto anno ha organizzato l’iniziativa insieme alla “Piccolo Principe”, presieduta da Luigina De Prezzo (foto sopra), l'associazione che si occupa di diversamente abili e del loro inserimento nella società. Pochi mesi fa, proprio insieme all’Arthai, le due associazioni avevano messo in piedi “La lanterna magica”, laboratorio dedicato appunto ai ragazzi con questo tipo di problemi. AG

Il triplista punta al Mondiale d'agosto

Anziani e attori Greco "d'Amare"

Il Centro sociale anziani del Comune chiude un altro anno di attività mettendo in scena la commedia dialettale "La fortuna" (foto). Alla rappresentazione, presso Palazzo Marchesale, hanno partecipato anche i bambini del progetto “Luigi Amigò”, gestito con passione dalle suore terziarie dell’Addolorata, insieme a Gino Marra, attore “di lungo corso” con la "Compagnia di Santu Luca", che da anni si dedica al teatro dialettale. AG

Ancora un trionfo per Daniele Greco (nella foto con l'allenatore Raimondo Orsini) che con un salto da 17,13 metri si è aggiudicato i recenti Giochi del Mediterraneo a Mersin, in Turchia. In attesa dei Mondiali di atletica di Mosca dal 10 al 18 agosto, il triplista prosegue il suo eccellente 2013 che lo ha già visto protagonista con l'oro agli Europei indoor in Svezia. Intanto l'atleta delle Fiamme Oro è diventato testimonial del marchio della Provincia "Salento d'Amare".


NUMERI UTILI Centro Prelievi: mercoledì 7,45-10 Guardia medica: 0833 596663 Municipio: 0833 596521 fax 0833 597124 Sito ufficiale: www.comune.tuglie.le.it; E-mail: comune.tuglie@pec.rupar. puglia.it; Polizia municipale: 0833 597644 Ufficio postale: 0833 596849

TUGLIE

Segnalate i vostri eventi A pag. 31 tutti i recapiti utili

Pag. 13

11 - 24 luglio 2013

Scontro sulle norme e sulla presenza di un delegato del Sindaco

Ora tocca a via dei Mille ritrovare lo splendore

All'ombra della Pro loco battaglia di regolamenti

La Giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo per i lavori di valorizzazione e riqualificazione di via Dei Mille (foto), con le relative corti comunali nel centro storico, e di piazzale Matteotti. L’importo complessivo del progetto, redatto dall’ufficio Tecnico comunale, ammonta a 550mila euro e rientra nei “Piani integrativi di sviluppo territoriale” nell’ambito della procedura negoziale tra la Regione Puglia e l’Unione dei Comuni delle “Serre Salentine” (Tuglie è con Aradeo, Collepasso, Neviano e Seclì deo Seclì). Il progetto prevede interventi in via Dei Mille (con le corti), via Manara e vico Toma con la posa in opera del basolato, la rimozione e il ricollocamento dei chiusini per pozzetti e griglie, caditoie di raccolta acqua piovana, con la sostituzione di alcune lanterne. Per piazzale Matteotti, invece, si è previsto di realizzare un’area concerti e manifestazioni, un’area giochi, una realizzazione di percorsi di collegamento tra le varie aree oltre che un’area adibita a verde pubblico. GP

Insolita estate a Tuglie, contrassegnata da un confronto, piuttosto aspro, all'interno della Pro loco, l'esistente e la nuova. In campo sono scesi infatti due schieramenti che si contendono la titolarità dell'associazione. Uno si muove in continuità con il passato (che gli altri criticano nel merito e nel metodo). Di recente proprio nel sodalizio esistente sono state prese delle decisioni: dopo un lungo periodo di presidenza di Massimo Merenda e un paio di anni di scarsa attività, è stato eletto Emanuele Nicoletti. «Ma non è neppure iscritto alla pro loco», hanno ribattuto gli altri, da alcuni mesi impegnati in un percorso per fare una "vera" Pro loco, che faccia della valorizzazione del territorio tugliese la propria punta di diamante. Il nodo di fondo sembra però un altro: nel consiglio

"Estate insieme" presenta il cartellone a cura del Comune

Con il cardinale De Giorgi

Piazza di eventi

Madonna del Carmine d'eccezione

Teatro, musica, emigranti e tanti libri Con l’estate ritornano anche le tante manifestazioni che hanno l’obiettivo di coinvolgere residenti e turisti. Il ricco cartellone di “Estate insieme 2013”, che unisce gli eventi delle associazioni, con la regia affidata all’assessorato al Turismo e allo Sport, entra nel vivo (dopo il “Che ca canta…a Santa Maria Goretti”) sabato 13 (alle 21) sul parco di Montegrappa con lo spettacolo “Ridiamo con i clown”. In piazza Garibaldi, il 21 luglio, alle ore 20, si terrà il torneo di burraco, mentre il 25 ritorna il terzo appuntamento con la "Marcia della salute" a cura della Fidas. La "Festa dei bambini", il 26 luglio, fa riempire il parco di Montegrappa di gonfiabili e altre attrazioni. Sabato 27 l’associazione Emigranti organizza la "Festa dell’emigrante", come consuetudine, alle 20.30 in piazza Garibaldi. Dal 30 luglio, e fino alla fine di agosto, il cuore di Tuglie diventa palcoscenico di Platea d’Estate, rassegna di musica e teatro organizzata dall’Amministrazione comunale. Prima però, tocca all’ottava edizione del Premio Calandra, organizzata dall’omonima compagnia teatrale, sempre in piazza, dal 22 al 24 luglio.

La platea di piazza Garibaldi pronta ad accogliere il Premio Calandra, Platea d'estate e altri eventi. Accanto Fresu

Il 3 agosto Paolo Fresu per l'anteprima di "Tuglie incontra"

Novità anche per “Tuglie incontra”, il Festival nazionale del libro organizzato dal giornalista Gianpiero Pisanello. In attesa della programmazione ufficiale di settembre, sabato 3 agosto, alle ore 11.30, nella pineta adiacente alla scalinata di Montegrappa, sarà presentato il libro del jazzista Paolo Fresu “In Sardegna. Un viaggio musicale”. A seguire, un aperitivo con prodotti salentini e il concerto di Dario Muci con Valerio Daniele e Giorgio Distante. L’evento sancisce ufficialmente il partenariato culturale tra il "Locomotive Jazz Festival", diretto da Raffaele Casarano e promotore dell’evento, e il Festival nazionale del libro di Pisanello.

Canti e racconti per don Dante

La messa presieduta dal cardinale Salvatore De Giorgi conclude, martedì 16 luglio alle 19.30, le celebrazioni dell’ottantesimo anniversario dall’incoronazione della statua della Madonna del Carmine (foto), avvenuta nel 1933. Per l’occasione, il Papa emerito Benedetto XVI ha concesso ai fedeli il beneficio dell’indulgenza plenaria. La celebrazione della messa culmina con il rito, atteso dai fedeli, dell'incoronazione del simulacro della Madonna. Diversi anche gli eventi collaterali come la presentazione del volume “La storia del Santo Scapolare”, l’annullo postale e il “Progetto continuità” dell’Istituto comprensivo.

Tradizione e religione

Ci trovate pure qui ● BAR ARAGONA via V. Veneto 334/a ● CAFFÈ ORO NERO c/o stazione di servizio Guido Circunvallazione ● RED CAFE' c/o stazione di servizio Q8 Circumvallazione Tuglie ● SUPERMERCATO GALILEI via Torino ● BIBLIOTECA COMUNALE via Risorgimento 17 ● LA PUTECA TE LI PAPAIONICA via Vitt. Veneto 21 ● BARBABLU' CAFÈ corso C. Vergine (Montegrappa) ● BAR LA VILLETTA largo Fiera ● PIZZERIA FUEGO via Aldo Moro 71 Il carro del "Cuore di Gesù" esce dalla chiesa Matrice trascinato dai fedeli

di amministrazione ci deve essere oppure no un delegato dell'amministrazione comunale? Secondo i contestatori sì, come prevedono leggi e norme, tanto che dal 2009 vi fa parte l'assessore al Turismo, Salvatore Selce; secondo i "vecchi" animatori, se ne può fare a meno ed infatti in una delle assemblee pubbliche svolte poco tempo fa si sono presentati con uno statuto che non prevede la partecipazione di un esponente del Comune. Tanto che Palazzo di città ha smesso da tre anni di concedere contributi. Lo scontro negli ultimi giorni si è trasferito sui volantini: di "ennesino atto poco trasparente" parla Giuseppe De Santis (foto), responsabile del comitato promotore della Pro loco. Di "puparo e marionette" si legge nel messaggio pubblico degli attuali animatori.

«Sacro Cuore di Gesù confido in te»: questa la frase che campeggiava sul carro allestito in occasione della festa liturgica del Sacro Cuore di Gesù. Lo scorso 30 giugno, la comunità parrocchiale di Tuglie si è ritrovata nella chiesa Matrice per la messa celebrata dal parroco don Emanuele Pasanisi. Al termine, nel rispetto della tradizione, si è snodata la processione per le strade principali del paese. Particolarità del corteo è il grande carro di fiori e drappi (foto) allestito da un gruppo di devoti, sul quale si posiziona la statua del Cuore di Gesù, accompagnato dall’Arciconfraternita delle Guardie d’Onore e dal concerto bandistico.

Una serata di racconti e musica per ricordare don Dante Garzia ed il suo impegno per la comunità tugliese. Per l'occasione il circolo Arci "Che Ca Canta", ha fatto tappa in via Aragona, nell’omonima contrada tugliese, grazie all’impegno dei soci e di alcuni componenti del comitato che, proprio dieci anni fa, organizzarono la festa in onore di Santa Maria Goretti, con la partecipazione di migliaia di visitatori. Dopo la morte di don Dante, questo gruppo di amici si è ritrovato per riprendere quel cammino. E proprio al parroco, anima di quei luoghi, è stata dedicata la recente serata del 7 luglio, ricordando alcune sue battaglie che lo videro in prima linea per la la salvaguardia del Calvario e della chiesa di San Girolamo. Durante la serata anche la presentazione del nuovo lavoro discografico di Dario Muci (foto) “Rutulì barberìa e canti del Salento”. GP

CLICK DE FILIPPO VINCE ANCORA Nuova affermazione per il podista Anselmo De Filippo (di Sannicola Sannicola) nelle recenti gare nazionali di Orvieto. L'atleta della "Podistica Tuglie" ha ottenuto la medaglia di bronzo nei 5000 metri (categoria M65) e quella d’argento nei 2000 siepi, specialità, quest’ultima, affrontata a 45 anni di distanza dall’ultima volta. «Era il 1968 quando vinsi le regionali a Bergamo, da tesserato per l’Aeronautica, nei 3000 siepi. Avevo 22 anni», racconta l’atleta. IL LIBRO DI TOMA “La ragazza che leggeva Gesualdo Bufalino”, pubblicato per i tipi di "Editori internazionali riuniti", è il nuovo libro del giornalista Piero Antonio Toma presentato nei giorni scorsi in biblioteca. La serata ha visto la partecipazione di Luigi Scorrano, Enzo Pagliara, Ilaria Ferramosca e Michele Bovino. Si tratta di un libro di racconti "da cui pescare come dentro a un cilindro dei ricordi: storie legate insieme, sottotraccia, dal piacere di raccontare", come si legge nella presentazione. LAVORI IN MUNICIPIO Continuano i lavori per la realizzazione di impianti geotermici a servizio di alcuni immobili comunali finanziati dal Ministero dello Sviluppo economico nell’ambito del Fesr 2007-2013 per un importo complessivo di 891mila euro. I lavori prevedono la realizzazione di nuovi impianti termici con pompe di calore geotermiche in tre edifici pubblici (Municipio, scuola materna e padiglione A della scuola elementare.


NUMERI UTILI Carabinieri: 0833 593010/595790 Centro Prelievi: venerdì ore 7.45-10 Guardia medica: 0833 594389 Municipio: 0833 392311 fax 0833 593277; Sito: www.comune.parabita.le.it; E-mail: info@comune.parabita. le.it Polizia municipale: 0833 593109 Protezione civile: 0833 281293 Ufficio postale:0833 595421

Nell’immobile delle Fse “Cantieri culturali aperti”

PARABITA 11 - 24 luglio 2013

Libri in stazione e così si può anche restare

Leggere è un po’ come partire. Lasciarsi condurre in posti nuovi, scorrere le pagine di un libro come i paesaggi ispirati visti dal finestrino di un treno. Così la stazione ferroviaria di Parabita è diventata la sede di “Nu’ tte nda scire”, un laboratorio aperto alla creatività della lettura, del dialogo, dell’improvvisazione. Un quotidiano crocevia di storie, di partenze e ritorni, di vite pronte a varcare i confini e pensieri aperti ad orizzonti nuovi che diventa uno spazio aperto alla condivisione di esperienze. Il nome dell’iniziativa, espressione idiomatica del dialetto del Basso Salento, nasce per giocare volutamente tra gli spazi semantici del non crederci

Tanti gli eventi tra musica, danza e politica

Feste e impegno a Parco Angelica Aggregazione e socialità nel nutrito cartellone estivo del Parco Angelica (nella foto l’inaugurazione dello scorso anno). La parrocchia S. Giovanni Battista, che gestisce la struttura, è al lavoro per progetti di ampio respiro. Primo tra questi, una scuola di teatro per bambini, in particolare disabili, che aprirà i battenti nel mese di ottobre e di cui è in fase di costituzione l’equipe di docenti e del personale tecnico e didattico. Altra novità in cantiere, l’inaugurazione di una scuola di formazione socio-politica con incontri, dibattiti e approfondimenti ai quali prenderanno parte diversi esponenti del panorama nazionale (tra i primi Massimo D’Alema e Alfredo Mantovano).

del tutto, del non prendersi sul serio, del non perdere la testa e, allegoricamente, del “non andarsene”. A promuovere l’iniziativa è stata l’associazione culturale “Cantieri culturali aperti – Emergenze Sud” di Sonia Cataldo (Presidi del libro), da sempre tra i protagonisti più attivi della vita culturale del territorio. Il 4 luglio, la sede della stazione ferroviaria di Parabita ha così aperto per la prima volta le sue porte a curiosi e visitatori, arrivati ciascuno con un bagaglio fatto di esperienze e ricordi da raccontare, perché “in una stazione si può partire ma se vi sono iniziative interessanti vi si può anche restare”. DP

● STAZIONE DI SERVIZIO AGIP via Alezio ● STAZIONE DI SERVIZIO CAMER via Alezio ● SUPERMAC via Matino ● STAZIONE DI SERVIZIO ENI via Prov. Matino ,39 ● SUPERMERCATO SISA via Lombardia 22 ● CANTINE DUE PALME via Impero ● TABACCHERIA RIA via Impero 165/a ● ‘NA MOZZACATA via Prov.le Matino ● SNACK BAR presso stazione di servizio Esso S. P. 334 per Casarano ● ALIMENTARI LA PUTIA via Nizza 10 ● SUPERMERCATO CARREFOUR via Salentina 15 ● CIQUATRES CAFÈ via L. Ferrari 40

Sonia Cataldo dei “Presidi del libro”

Trionfo dell’Olimpus tra gli Under 12 ma c’è un problema

Il basket vince anche senza casa di Daniela Palma

Altri eventi con la serata di musica della “Gospel family” di Elisabetta Guido (13 luglio), il saggio di danza di “Victory dance” (il 21), il concerto degli “Ansa quartet” (3 agosto), una serata di tango/ milonga (il 13) ed un omaggio a Giuseppe Verdi. DP

Con la “Lucia La Greca” in scena il teatro salentino Settima edizione per “Teatriamo”, la rassegna organizzata dalla compagnia teatrale “Lucia La Greca 1998” (foto). Primo spettacolo per la compagnia “Alitzai“ di Alliste con la commedia “Mprestame mujerda” in piazza Umberto I. L’evento (ad ingresso gratuito) è patrocinato da Comune, Pro loco e parrocchia San Giovanni Battista. Sono ben otto le compagnie teatrali salentine protagoniste della rassegna. Dopo “La nuova generazione” di Maglie (l’11 luglio), il 14 luglio spazio al “Gruppo San Gallipoli, Gerardo Production” di Gallipoli il 18 all’associazione culturale “Le Giaccure stritte” di Salice Salentino, il 20 a “La Sacristia” di Arnesano, il 25 luglio agli “Anonimi Salentini” di Leverano mentre il

Pag. 14

Ci trovate pure qui

28 serata dedicata ai piccoli attori della scuola materna “Snoopy” di Parabita, che riproporranno il Parabita saggio di fine anno. La rassegna si concluderà con l’attesissima performance della compagnia “Lucia La Greca 1998”, il prossimo 29 luglio. GF

Campioni nel torneo provinciale di basket Under 12, dove hanno trionfato battendo il più quotato Maglie, e campioni nella vita, per aver dato una risposta di carattere alle non poche difficoltà incontrate. L’associazione Basket Olimpus Parabita trionfa così nel campionato salentino di categoria, nonostante un’annata non semplice scandita dalla mancanza di strutture nelle quali condurre gli allenamenti e dalle difficoltà logistiche di continui spostamenti in palestre e centri sportivi di volta in volta diversi. Un trionfo, quello della rosa dei 22 ragazzi parabitani, allenati da Sergio Stefanelli, smorzato solo dall’amarezza di aver dovuto rinunciare alla partecipazione alle finali nazionali di Lignano Sabbiadoro dello scorso giugno, alla quale avevano conquistato di diritto l’accesso. «Non avevamo palestre adeguate dove prepararci per un evento di questa portata», ha spiegato l’allenatore, che fino al 2009 ha addestrato i suoi giocatori nel rettangolo di gioco del palazzetto dello sport di via Gorizia. Dalla chiusura del pallone tensostatico in poi tutti gli allenamenti sono stati condotti, in via inizialmente temporanea, tra la palestra della scuola elementare di via Roma e quella di viale Stazione dove ha sede la scuola media. Campetti, in realtà, adatti solo al minibasket, per partite disputate da 6 giocatori alla volta (tre contro tre) anziché i 10 (cinque contro cinque) previsti nelle gare under 12.

Coach Sergio Stefanelli ed i suoi campioncini Under 12

«Abbiamo dovuto sperimentare un sistema di turnazione per poterci allenare, senza mai poter collaudare a pieno la squadra e senza disputare nessuna partita in casa», afferma Stefanelli. L’odissea, però,

sembra essere finita. Dopo i lavori di ristrutturazione del palazzetto, nel quale si stanno ultimando le ultime modifiche, la squadra tornerà a prendere possesso della struttura già dal prossimo settembre.

CLICK LAVORI ALLA MEDIA Proseguono i lavori di efficientamento energetico della scuola media. Il progetto da 450mila euro, finanziato con i fondi Fesr 20072013 della Regione (ed un cofinanziamento comunale pari al 15%), prevede una serie di interventi finalizzati ad aumentare l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale dell’edificio con l’installazione di un impianto fotovoltaico da 50 kWp sulle coperture e l’installazione di un sistema automatico, per la regolazione della temperatura negl ambienti. FESTA CON MUSICA, GIOCHI E POESIE PER SANT’ANNA Ritorna dal 24 al 27 luglio, nel rione più popoloso di Parabita, la festa di Sant’Anna e San Pantaleone. In programma (il 24 alle 21) anche la premiazione della quinta edizione del premio di poesia “Mi fido di te…” mentre giovedì 25, alle 22, cabaret con gli “Spasulanti”. Venerdì 26 (alle 22), spazio al concertone di musica popolare con “I Calanti” ,mentre sabato 27 luglio (alle 20) sfilata per le strade della città per il via ufficiale alla 12ª edizione dei “Giochi d’estate 2013”. Nello stesso giorno, dalle 21, la tribute band dedicata a Battisti e De André precederà l’esibizione di “Zumba Dance” della palestra “Jump” di Omar Mancino. L’allegra rappresentazione “Dimentichiamo la crisi e facciamoci due risate”, chiuderà la serata alle 23.

Cimitero da “tutto esaurito” urge adesso un ampliamento È un’emergenza non più rinviabile quella del “tutto esaurito” al cimitero comunale (foto). Occupati, in poco tempo, i 22 nuovi loculi e gli otto ossari fatti costruire dall’Amministrazione comunale nei mesi scorsi, servono con urgenza altre soluzioni per far fronte alle numerose esigenze della struttura, da anni in attesa di un intervento di restauro ed adeguamento architettonico (il cui progetto è stato valutato in oltre 4 milioni di euro). Per far fronte alle nuove sepolture, si sta ora procedendo con il disseppellimento delle salme ultra ventennali che, però, necessitano spesso di un ulteriore periodo di proroga. Conseguenza diretta, un increscioso restringimento degli spazi nell’area vecchia del camposanto, dove lapidi e tombe nel terreno sono quasi addossate l’una all’altra. DP


NUMERI UTILI Carabinieri: 0833 507790 Guardia medica: 0833 506361 Municipio: 0833 519515 fax 0833519531; Sito ufficiale: www.comune.matino.le.it; e-mail: info@comune. matino.le.it Polizia municipale 0833 506557 Protezione civile: 330 413006 - 340 7628343 Ufficio postale: 0833 305611

xxxx

MATINO 11 - 24 luglio 2013

“Di-segni poetici 2” e il MacMa riapre Il MacMa, il museo di arte contemporanea di Matino, si arricchisce di nuove opere con la mostra “Di-segni poetici 2” curata da Salvatore Luperto e Anna Panareo. La collezione ospita autorevoli artisti nel campo della poesia visiva, da Maria Lai, a Mirella Bentivoglio e tanti altri nomi di rilievo della seconda metà del Novecento e del primo decennio del 2000. Nel corso della serata di presentazione (presso la chiesa della Pietà) è stata presentata la creazione firmata Ercole Pignatelli, allievo di Luigi Gabrielli, artista matinese al quale è intitolato il museo MacMa. «Malgrado le difficoltà economiche, lavoriamo per fare di Matino un importante polo culturale», ha affermato Antonio Costantino (foto), curatore dei beni culturali del Comune. La mostra rimarrà allestita sino al prossimo 31 agosto. MAQ

Ci trovate pure qui ● BAR GREEN WOOD via Macchiavelli ● SUPERMERCATI FASANO (PAM) via F. Filzi ● BAR PINO via F. Filzi 69 ● CAFFETTERIA L’ARTE DEI SAPORI via Roma ● TABACCHERIA PASANISI piazza Giorgio Primiceri ● TONDO BAR via Del Mare ● BREAK CAFE’via Vittorio Veneto 105 ● CILLAS PUB viale Del mattino 2 ● TABACCHERIA PACELLA via Roma 429 ● TABACCHERIA ROMANO via Roma 135 ● TABACCHERIA ROMANO ROBERTO via Roma 221

Pag. 15

Intreccio oginale tra note e disegni

Musica segreta e l’arte di Pisanello “Musica segreta” con i disegni del musicista Donatello Pisanello (foto) è il titolo della serata in programma giovedì 18 luglio (dalle 20.30) presso il B&b “Sosta a ponente” in contrada “Cicculia” (nei pressi della strada provinciale per Taviano Taviano). Nel corso della serata, accanto al musicista di Taviano tra i fondatori di Officina Zoé, si esibirà anche il noto pianista jazz Mauro Tre. «Cosa disegna un musicista?», si chiede Fernando Martinelli (di Casarano Casarano) che, con i suoi “Arti-laboratori aperti” organizza l’evento. «Pisanello ricama la musica, alla ricerca di una forma della memoria, di una cultura antica senza interruzione», afferma Martinelli.

I Rolling Stones indossano “Meltin’pot” nel loro tour

Le “Pietre rotolanti” con i jeans Romano

Jeans “Meltin’Pot” per i Rolling Stones in occasione del recente concerto sul palco dell’Hyde Park di Londra. Battendo la concorrenza di altre grandi aziende statunitensi, la Romano Spa, titolare del marchio “Meltin’Pot”, ha tagliato e cucito i pantaloni su misura per Keith Richards, Ronnie Wood, Charlie Watts e l’intero staff che segue la mitica band inglese impegnata, nel tour celebrativo dei 50 anni dalla fondazione per un totale di un centi- Wood sul palco di Londra e Romano naio di capi (per un im200 operai in cassaintegrazione. porto di circa 5mila euro). «Operazioni come queste Il prestigioso risultato è stato raggiunto malgrado anche servono per far aumentare la l’azienda di Matino risenta della credibilità e l’appetibilità del crisi del settore tessile con circa marchio. Le facciamo già con

Rinunciano alle deleghe consiglieri e assessori

CLICK

In 8 “lasciano” Sindaco più solo Ancora nessun accordo è stato raggiunto tra i componenti della maggioranza dell’Amministrazione Cataldi eletti nella lista Pdl. L’ennesimo incontro svoltosi nei giorni scorsi non sembra, infatti, essere riuscito ad appianare i contrasti manifestatisi con la restituzione dell’incarico delegato da parte del consigliere Francesco Barone, seguito poco dopo dai suoi colleghi Pamela Lecci e Massimo De Marco. I motivi del disaccordo starebbero in una insoddisfacente azione amministrativa e nel mancato rispetto degli accordi pre-elettorali che ha alimentato l’allontanamento dei due schieramenti facenti capo ad altrettanti ex, l’ex senatore Rosario Giorgio Costa e l’ex sindaco Giorgio Primiceri (foto sotto). Dopo la lettera del consigliere Barone che accusava di “immobilismo” l’attuale giunta, infatti, sono saliti a otto, tra consiglieri e assessori, i nomi di coloro che hanno scelto di rinunciare alle deleghe assegnate: oltre ai già citati, Rocco Romano, Cosimo Romano, Leonardo Bianchi, Johnny Toma.

Al disappunto si è unito anche Massimiliano Romano, attualmente privo di incarichi e da poco rientrato in maggioranza dopo l’elezione con il gruppo di opposizione “Matino - La tua Città”. Rimangono, invece, al loro posto Giorgio Caputo, Fabrizio Coluccia, Antonio De Prezzo e Vittorio Inguscio. Sin dai primi giorni di vita, l’Amministrazione guidata dal sindaco Tiziano Cataldi (foto sotto) ha dovuto fare i conti con l’insoddisfazione dei suoi eletti che a distanza di poche ore dalle nomine decisero di contestarle (allora furono gli assessori Leonardo Bianchi, Giorgio Toma e Fabrizio Coluccia e i quattro consiglieri Francesco Barone, Rocco Romano, Cosimo Romano e Massimo De Marco) senza contare il problema “quote rosa” sollevato dall’unica donna eletta Pamela Lecci. Le questioni politiche sembrano però non preoccupare il Sindaco: «Si tratta di una dialettica interna presente in qualsiasi gruppo politico e che non ha alcuna influenza sulla regolare attività dell’amministrazione». Si attendono sviluppi. MAQ

Due condanne e tre assoluzioni per la rissa tra famiglie del 2007 Da una denuncia per lesioni scoppia un’altra rissa tra due famiglie “rivali” e (nel 2007) partono sei denunce. A distanza di sei anni da quei fatti accaduti davanti ad un bar di Parabita Parabita, giungono ora le condanne per cinque uomini di Matino (il sesto è, nel frattempo, deceduto). Un anno di pena è stato attribuito, per “rissa”, ai 51enni L.P. e T.C., esponenti dei due gruppi contrapposti, mentre sono stati assolti sia il nipote 26enne del primo sia i due amici (di 45 e 50 anni) del secondo. Secondo la ricostruzione dell’accaduto fatta dai carabinieri, all’epoca spuntarono anche i coltelli con i protagonisti che riportarono varie ferite.

Vasco Rossi ed in passato anche con Tom Cruise, ma la crisi è legata anche ad altri fattori non influenzabili da tutto ciò», ha affermato Augusto Romano, amministratore del gruppo sorto nel 1967. Le “misure” sono state prese a distanza, visto che i componenti della band erano a Los Angeles, ed i jeans hanno viaggiato più volte sull’oceano prima dell’ok definitivo. Il contatto tra l’azienda di Matino e la celebre band è avvenuto tramite un agente che, a Londra, cura il guardaroba degli artisti.

Sopra via Vittorio Emanuele, nel centro storico, dove sarà allestito un stand di prodotti tipici. Accanto la compatrona Maria SS. del Monte Carmelo

Dopo il patto d’amicizia con Lucinico, al via le manifestazioni nel centro

L’estate è in corte di Maria A. Quintana

Una delegazione della città di Lucinico (Gorizia) visiterà Matino, sabato 13 luglio, per consolidare il patto d’amicizia stretto circa un anno fa. Gli ospiti saranno accolti dalle autorità locali presso il “Mirabilia dei” e in serata (20.30) saranno al “Villaggio del fanciullo” per la commedia “Le corna d’argento” del “Gruppo famiglie” della parrocchia di Alezio. Prevista inoltre l’esibiAlezio zione del gruppo folkloristico “Danzerini di Lucinico” che faranno conoscere le danze e le musiche della tradizione friulana. Il gruppo sarà protagonista

anche nella prima edizione di “E…state in corte”, manifestazione promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con il “Comitato per la valorizzazione del centro storico” composto da numerose associazioni del paese. L’evento si svolgerà il 14 luglio (dalle 18.30) e si svilupperà, nel centro storico, attraverso tre percorsi: il primo “enogastronomico”, con tanti angoli di degustazione dei prodotti tipici locali, il secondo “artistico musicale” con l’esibizione di artisti locali e la lettura di poesie e racconti, “ludico sportivo” il terzo nel quale saranno protagonisti lo sport, l’ artigianato ed altre iniziative.

“E…state in corte” aprirà, inoltre, i festeggiamenti in onore della compatrona di Matino Maria SS. del Monte Carmelo che seguirà il 15 luglio con i riti religiosi tra i quali la processione dopo la messa delle 19 da piazza San Giorgio. Tra il 15 e il 16 si esibiranno i concerti bandistici “Citta di Matino” e “Città di Lizzano”. In programma per la serata, condotta dall’attore Rosario Altavilla, ci sarà l’ultima esibizione dei “Danzerini di Lucinico” (in piazza Municipio alle 21) cui seguirà il duo comico del palco di Colorado “Andrea e Simone” e alle 23 la fiaccolata “piromusicale” della ditta Mega di Scorrano.

TIFOSO VIOLENTO A LECCE: ARRESTATO C’è anche il 40enne di Matino A.A. tra i tifosi ritenuti gli autori degli atti di violenza al termine della gara di calcio LecceCarpi dello scorso 16 giugno allo stadio “Via del mare”. Il recente blitz della polizia ha portato all’arresto di undici persone. Tutti, a vario titolo, dovranno rispondere di invasione di campo, violenza privata e danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. VIOLENZA SESSUALE: C’È LA CONDANNA È stato condannato a quattro anni di reclusione il pasticcere 39enne G.R. accusato di molestie sessuali ai danni di un apprendista 15enne. I fatti risalgono al febbraio del 2008. A 50mila euro ammonta il risarcimento del danno riconosciuto ai genitori ed all’allora minore, tutti rappresentati in giudizio dall’avvocato Maria Greco di Sannicola. Sannicola DROGA: ASSOLTO Nessuna prova del coinvolgimento del 34enne I.M. (difeso dall’avvocato Giuseppe Nuzzaci) nell’episodio che portò al rinvenimento, nell’auto del 21enne M.R. di 38 dosi di eroina nel giugno dello scorso anno. Il giovane ritenuto complice dovrà, invece, affrontare il processo.


11 - 24 luglio 2013

Simu Salentini/52

16 Leggere è un piacere

La poesia è un mare Acqua come vita in cui affondano le radici profonde dell'uomo, acqua che disseta, acqua che rigenera e purifica, che sia pioggia o la distesa del mare, lo scorrere violento dei ruscelli o il fluire lento dei fiumi, che la si guardi, che ci si immerga o che la si ascolti… Da sempre e in ogni tempo fonte di ispirazione per i poeti anche se non sempre con connotazioni positive, perché a volte l'acqua è violenta, può sommergere i naufraghi e punire i peccatori. Valga per tutti Ulisse e i suoi compagni travolti alle Colonne d'Ercole dal mare e dalla sete di conoscenza, e la pioggia infernale che si abbatte sui golosi nell' "Inferno" dantesco. Più spesso, però, l' acqua è legata a immagini positive, presente nei miti di ogni tradizione, nell'Antico e nel Nuovo Testamento, nei poeti della tradizione classica e nelle letterature moderne e contemporanee. Sarebbe troppo lungo solo accennare alla frequenza e al valore di questo elemento profondamente simbolico e anche per questo così frequente nella poesia. Come nell'ultimo lavoro di Daniela Liviello (foto), "Litanie dell'acqua", edito da lietoColle. Nata a Taviano Taviano, ora a Racale dopo una lunga assenza dal Salento, Daniela Liviello ha pubblicato per l'editore Manni "E Madonne sorridenti" e "Il rovescio delle foglie", le sue poesie figurano in molte antologie (recentemente in "A Sud del Sud dei santi" a cura di Michelangelo Zizzi). Per lei “il mare come una casa ha suoni/ha litanie d'onde./Qui abito dove l’acqua sfinisce/ la preghiera riprende a riva/del ritorno”; essere nati vicino al mare è un privilegio "è pietra che affiora/ nel terreno spietrato”. Immagini semplici che nascondono la complessità della vita:“E di tanto in tanto una pioggia/sommessa/e ogni goccia è mare/da traversare”. Ma la strada che porta al mare è semplice: “La strada è semplice e porta

dritto al mare/che a volte è murmure doloroso/ a volte un’onda chiede di restare/ Torno torno il mare/ le donne su curvano sull’uscio". MDL

Simu scrittori: per noi i racconti delle vacanze D'estate si legge di più? Non vogliamo cimentarci con i numeri delle statistiche né entrare nel coro di quanti lamentano l'abbondanza di scrittori in relazione al numero ridotto dei lettori. Vogliamo invece fornire ai nostri lettori un'occasione per conoscere le voci narranti del nostro Salento, gli scrittori che partono proprio dai nostri paesi e fanno sentire la loro voce dappertutto perché i loro testi si diffondono, vengono premiati e letti. Ad alcuni di loro abbiamo chiesto di scrivere in esclusiva un racconto per "Piazzasalento". Hanno aderito alla richiesta e già li ringraziamo. Vi presentiamo i primi quattro: Giuseppe Cristaldi di Parabita, Antonio Errico di Sannicola bita Sannicola, Vittoria Coppola di Taviano Casarano. Non avrebbero bisogno di pree Gabriele Marra di Casarano sentazione, (ma lo faremo contestualmente alla pubblicazione dei racconti) perché i loro testi sono ampiamente conosciuti e numerose recensioni ne tratteggiano le caratteristiche. Allora dal prossimo numero, e per le quattro uscite di agosto (Piazzasalento, come lo scorso anno diventa settimanale) buona lettura con Simu (scrittori). BELLEZZE AL BAGNO Ondine al lido Fontanelle di Gallipoli nel 1956 (da www.carusa.it)

Come viene raccontata l'estate: detti e consigli popolari

La sarpa "d'acustu cce gustu, cce gustu" Giuseppe Cristaldi

Vittoria Coppola

Antonio Errico

Gabriele Marra

Sostieni C'è un modo concreto per sostenere il servizio che rendiamo a questa terra e per darci una mano: CONTRIBUTO per ricevere Piazzasalento via posta: 6 mesi

Euro 35,00

sconto 30%

Euro 24,50

12 mesi

Euro 65,00

sconto 50%

Euro 32,50

Il pagamento si può effettuare: - a mezzo c/c postale nr. 8168644 a favore di Indra srl Magenta (MI); - a mezzo assegno bancario barrato e non trasferibile a favore di “Indra srl”; - a mezzo bonifico bancario a favore di Indra srl iban: IT 74 H 02008 79671 000101272821 Per altre informazioni chiama lo 0833.1823575 oppure manda una mail a sostenitori@piazzasalento.it

di Mariarosaria De Lumé

L’estate quest’anno si è fatta annunciare con prepotenza a fine aprile con giornate assolate sui trenta gradi, e già le previsioni di una stagione lunghissima e torrida hanno cominciato a circolare. Poi qualche pioggia, la temperatura un pochino più fresca e qualche raffreddore hanno ridimensionato il tutto. Sarà un’estate come le altre, niente di nuovo sotto il sole salentino. Tanto vale, allora, dare una sbirciatina a quello che dicono i detti popolari dei mesi estivi. E come al solito si tratta di “verità” non sempre vere, un po’ contraddittorie, a volte equivoche e ambivalenti, però ci sono e finora sono passate di bocca in bocca e da un’estate all’altra. Primo: pensare alla salute e non scoprirsi precocemente ai primi caldi. Ma, ormai a luglio, bando alle precauzioni e alla

cautela: “Maggiu, vaì adaggiu; giugnu, nu tte fidare; luju, fa’ quel che ti pare”. Se a maggio e a giugno non bisogna lasciarsi ingannare da temporanee esplosioni estive, a luglio, tranquilli, è già mare, ci si può tuffare nell’estate senza precauzioni

Niente pause nel lavoro del contadino. Ad agosto bisogna sarchiare e zappare la vigna per la salute. D’altronde “Luju, cautu ca te squaia, canta lu grillu, canta la quaja, ogne erba ddiventa pajia”. Per quanto riguarda il lavoro dei contadini “Luju trebbiatore, cu la crazzia de lu Signore”, per il resto non c’è molto da fare “A ggiugnu,

Giuseppe Barba, da Matera Napoli e Foligno altri premi L’ingegnere Giuseppe (Pippi) Barba (foto) continua a collezionare per la sua poesia riconoscimenti in tutta Italia. Dopo aver conquistato il primo premio nel concorso “Città di Matera “ e ancora il primo posto alla XII edizione del concorso nazionale “Salvatore Cerino” a Napoli (lo aveva già vinto nell’edizione 2008) nel mese di giugno ha vinto il primo premio assoluto al prestigioso concorso na-

zionale di poesia “Città di Foligno", giunto quest’anno alla XVII edizione. La giuria che ha premiato Barba era composta da poeti e critici letterari. La manifestazione conclusiva del concorso è avvenuta nella sala conferenze di palazzo Trinci, nel centro antico della città. Giuseppe Barba con la sua poesia si conferma, ancora una volta, il cantore appassionato del Sud e della sua Gallipoli.

luju e acustu, nu ssu’ bbone né fimmine, né mmustu”. Ad agosto il riferimento più frequente è all’acqua (che non c’è): “Acqua d’acustu, nnacqua lu mustu”; “Acqua d’acustu, oju, mele e mmustu”. Ma dopo agosto non c’è bisogno di comprare i recipienti per l’acqua “Dopu acustu, nu’ sse ccattene utri” perché la pioggia arriverà e allora sarà il segnale che l’estate sta finendo “Prima acqua de acustu, principiu de jernu”. Intanto è il mese per pensare alla vigna:“Ci ole mustu, sarchia la vigna a acustu”, “Se oi mutu mustu, zzappa la vigna a acustu” e di provvedersi per l’inverno: “Se a acustu nu tt’ai cautelatu, stai male cunzijatu”. Quindi niente pause in agosto, nonostante il caldo che toglie il respiro e la voglia di prendersi qualche giorno di vacanza. Questa parola era esclusa dal vocabolario del mondo contadino perché le temporanee pause erano occupate dai preparativi dei lavori successivi. Estate significa anche trionfo della cucina mediterranea, quella che ora va di moda e viene esaltata ovunque per gli ingredienti che la rendono sana e salutare. Melanzane, peperoni, verdure, olio d'oliva e prima di tutto la regina frisella che ormai è conosciuta ed esportata dappertutto. Ma chiaramente non solo friselle e verdure perché, soprattutto nei posti di mare, il pesce ha il suo posto d'onore. Anche in questo campo la cultura popolare fa dei distinguo come nel caso della sarpa: “La sarpa, d’ogne ttiempu se pappa, però d’acustu, cce gustu, cce gustu”. E intanto “La vita passa, comu nula a acustu”, veloce, appunto, come nuvola d'agosto. Aspettando settembre. Sarà un “Settembre, sette acque” o un “Settembre ssuttu, matura ogne fruttu” ? Mah, comunque, andiamo.


Far incontrare domande e offerte

CASARANO 11 - 24 luglio 2013

Pag. 17

Ci trovate pure qui ● CENTRO COMMERCIALE IPERMAC via Ezio Vanoni ● DIAMOND CAFE' viale Ferrari ● TABACCHERIA LEGGIO ANDREA viale Ferrari 43/e ● EDICOLA EDIZIONE STRAORDINARIA (ospedale) ● STAZIONE DI SERVIZIO PREITE via Matino ● TABACCHERIA FERRARO via Matino 152/b ● CAFFÈ EMAIL POINT via Messina ● CAFFÈ 7.5 via Poerio ● MACELLERIA FERRARO via Solferino ● TABACCHERIA TOMA viale Stazione ● TABACCHERIA FERRARI via XX Settembre 9 ● BAR SAN PAOLO piazza San Domenico ● CALZOLAIO IL VECCHIO SCARPONE via Concordia ● GLOBUS MAGAZZINO via Ruffano ● ALIMENTARI DA DEMETRIO via Ruffano ● PASTICCERIA MARTINUCCI via Carlo Magno ● MERCATO COPERTO via Matino 38

La struttura di via Matino in mezzo a dispute sportive e politiche. Intanto i tifosi fanno sentire la loro voce: "Il Capozza alla città" è scritto su di uno striscione

Due società e uno stadio Ricca di eventi l'estate La rassegna

di Alberto Nutricati

Il primo impegno agonistico della stagione calcistica 2013-2014 è il “triangolare” tra "Casarano calcio", "Virtus Casarano" e Comune la cui fase finale si disputerà non già su un campo da gioco, ma tra i banchi di un tribunale. In palio non c’è un trofeo, ma l’uso dello stadio comunale “Capozza”. Nella prima parte del match d’esordio, il Comune passa in vantaggio con l’annullamento della delibera relativa alla fidejussione da 1milione e 350mila euro a favore della Virtus Casarano e con la revoca della convenzione che affidava la gestione dello stadio alla Virtus per un periodo di vent’anni. Nel secondo tempo, però, viene fuori la Virtus, che pareggia i conti sporgendo denuncia contro il Comune e la società sportiva Casarano Calcio per essersi vista espropriata dell’impianto

delle "Piazze in festa" e "Sant'Antonio ti miluni"

LA POLEMICA È SERVITA Lo striscione di protesta esposto dai tifosi. Accanto Ivan De Masi (in alto) ed il sindaco Gianni Stefàno. Sotto Eugenio Filograna

"Atto illegittimo" ma "l'Ente si è arricchito" Strano triangolare tra carte bollate e scambi di accuse sportivo con l’apposizione di lucchetti sugli ingressi dello stesso. I tempi regolamentari si chiudono con la società presieduta dai fratelli De Masi in avanti, in virtù del ricorso al tribunale di Lecce con il quale rivendica il possesso dello stadio, in quanto la stessa convenzione stabilisce che la revoca debba essere motivata da ragioni di interesse pubblico, comporti il versamento di un non meglio quantificato indennizzo e necessiti di un preavviso di 30 giorni. La Giunta comunale, però, passa al contrattacco, convinta che disporre di uno stadio nel quale poter disputare il campionato di calcio è, per la città, “un’esigenza fondamentale” e che i 30 giorni di preavviso non sarebbero tassativi. Nella seconda gara del triangolare, è il "Casarano calcio" a scendere in campo.

Il mutuo che divide Il Consiglio comunale ha "autoannullato" la delibera relativa alla fidejussione da 1milione e 350mila euro con la quale il Comune (nel gennaio del 2011) si era fatto garante del mutuo contratto dalla Virtus Casarano con il Credito sportivo. Il mutuo era servito alla società dei fratelli De Masi per ristrutturare e ampliare lo stadio. A motivare l’annullamento, “la perdurante insolvenza della Virtus” che “non ha onorato il suo debito nei confronti dell’Istituto di credito”. Per contro, la Virtus fa sapere di aver pagato fino a quando non si è vista "revocare" dal commissario Ocello la fidejussione, scrivendo, a suo tempo, che sarebbe stata "disponibile a pagare le rate successive, le spese e ogni somma dovuta se si fosse ritornati nella condizione originaria”. Diverse le posizioni politiche sulla questione. Se l’assessore ai Servizi sociali, Matilde Macchitella, definisce la fidejussione “un’assunzione di debito sulla quale gravano profili di illegittimità giuridica”, il consigliere Antonio Gatto (Pdl) la considera “una delle pagine più grigie vissute dalla comunità in questi ultimi anni”. Rincara la dose il presidente del Consiglio Antonio Memmi: «Nel dicembre 2012 – dice - sollecitai l’Amministrazione a prendere posizione anche perché nel frattempo il debito è salito ad oltre 1milione e mezzo ed arriverà a superare i 2milioni». Intanto c’è chi, pur dicendosi contrario alla fidejussione, ritiene che la strada intrapresa esponga l’Ente a “seri rischi”. È il caso di Attilio De Marco (Udc) e Gabriele Caputo (Pd). Infine, Paolo Zompì (Casarano sempre) si dice convinto che i lavori effettuati dalla Virtus abbiano portato un “arricchimento dell’ente”, testimoniato, ad esempio, dalle gare della Nazionale under 21 disputate al “Capozza”. AN

La società di Eugenio Filograna cerca di passare subito in vantaggio chiedendo l’intervento del giudice per poter disporre dello stadio anche in assenza dell’autorizzazione della Virtus e sollecitando il Comune a perorare la sua causa. Pronta la reazione della Giunta che, per tutta risposta, ha effettivamente nominato un legale, ma solo “al fine di dichiarare preliminarmente l’estraneità del Comune al giudizio di cui trattasi”. A decidere chi sarà ad aggiudicarsi il “triangolare” saranno i giudici, con fischio di inizio (salvo sempre possibili rinvii) alle 9 dell’11 luglio nelle aule del tribunale di Casarano. In contemporanea, su un altro campo, si gioca l’ammissione in serie D del Casarano Calcio: la richiesta è stata presentata il 4 luglio, corredata da ben 4.042 raccolte da 45 volontari coordinati da Cosimo e Domenico Bellisario. In questo caso, a doversi pronunciare sarà il Covisod., la cui decisione è attesa per il 12 luglio. Le speranze di veder accolta la richiesta, però, non sono molte. L’unico modo per poter ammettere il Casarano nel massimo campionato dilettantistico è un provvedimento straordinario. A questo punto, non resta che attendere.

Torna anche quest’anno, dal mentre l’8 spazio alla musica di 12 luglio al 30 agosto, “Piazze Carolina Bubbico. Il 9, in piazza in festa”, la rassegna estiva or- San Giovanni, “Music&wine” ganizzata dal comune di Casa- con la "Fernando Fattizzo band" rano. Sedici gli appuntamenti in e la "Marco Piazzolla band". cartellone. Si comincia con il te- Teatro il 10 con “La Calandra” atro. Il 12, il 18 e il 24 luglio, an- che porta in scena “La strana dranno in scena rispettivamente coppia” di Neil Simon. L’11 si “Il grigio” di Giorgio Gaber con svolgerà la “Sagra della Cazzaregia di Salvatore Della Villa, ta”, organizzata in piazza San “Sakara” di Donato Chiarello a Giovanni dalla parrocchia Macura di “La Calandra”, e “Trista- ria Santissima Annunziata con no e Isotta sogno Mediterraneo” la musica della Compagnia Musicante. Di nuovo teaa cura di Lilt e “Il satro il 13 con “Medea” lotto letterario”. a cura de “La BusacSabato 27, nelca”. Il 18, concerto Teatro, musica le piazze del cenlirico “Note d’estate” tro, torna la festa di e il Palio a cura dell’associa“Sant’Antonio ti mizione “Cinque jenti” delle contrade luni”, con sfilata stoed il 19, in piazza rica, degustazione e San Giovanni, “Sono pizzica, a cura dell’asun ulivo sradicato”, sociazione "Ippica omaggio a Carmelo Bene della Sud Salento", che il giorno suc- compagnia “Solatia”. Si chiude cessivo organizza il Palio delle il 30 con “Oggi sposi” a cura contrade in piazza San Giovan- di “Nasca teatri di Terra”, per ni. Il 29, sarà presentato, in col- la regia di Ippolito Chiarello laborazione con Fidapa, il libro (spettacolo offerto dalla provindi Angelo Donno “Il meridiano cia come quello del 13 agosto). delle stelle”. Il 30 torna il teatro Tutti gli appuntamenti avranno con “La Fortuna con la F maiu- inizio alle 21, ad esclusione di scola” a cura de “La Busacca”. quello del 27 luglio fissato per Antonio D’Aprile metterà in le 19. Salvo diverse indicazioni, scena “Novecento”, monologo gli spettacoli si svolgeranno nel AN di Alessandro Baricco il 4 agosto chiostro comunale.

Terza edizione per l'evento di "Libertà è partecipazione"

Note, dischi e vino e si va Terza edizione per "Vini&Vinili", la serata organizzata da "Libertà è partecipazione" allo scopo di coniugare il piacere del buon vino con la passione per la musica di un tempo con i dischi in vinile (presenti alcuni espositori nazionali). Tra le novità dell'edizione 2013 (sabato 27 luglio, alle 21, in piazza Nazario Sauro) il premio riservato alle cantine presenti da una una giuria tecnico-popolare, composta dal sommelier Michele Marangio e da Giuseppe Paiano, ad assegnare il premio, ovvero un'opera di Fernando Martinelli (fondatore di "Arte-Laboratori aperti"). La serata promossa dall'associazione presieduta da Maria Teresa Bellante (foto), verrà, inoltre, trasmessa in diretta radiofonica in collaborazione con Radio Salentuosi di Racale (a cura di Fernando e Alice Proce). Saranno presenti le cantine "Vinoli" di Casarano, "Dei Agre" di Felline Felline, "L'Astore" di Cutrofiano, "Unione agricola" di Melissano Melissano, "Leone de Castris" di Salice Salentino, "Cantele" di Guagnano, "Consorzio produttori vini" di Manduria e "Cantine Lonardo" delle contrade di Taurasi di Avellino.


Casarano

11 - 24 luglio 2013 CASARANO RICORDA DON GIOVANNI BORGIA All’età di 81 anni, è scomparso nei giorni scorsi don Giambattista Borgia (foto). Il sacerdote, da tempo malato, abitava in via Matino presso

18

per diverse generazioni di studenti, è stato rettore, per molti anni della chiesa della Madonna della Campana nonché viceparroco presso la chiesa di san Domenico insieme a don Raffaele Martina.

Fabbiano È emergenza presidente serve sangue dei Lions

In Africa nato un reparto dedicato a Lucrezia Guida

L’appello

di Mauro Stefàno

Un nido d’amore nel ricordo di Lucrezia Guida. A tre anni da quel tragico giorno di giugno nel quale la 39enne di Casarano perse la vita, ora porta il suo nome il nido dell’ospedale “Lugono” di Morogoro, in Tanzania. È stata la famiglia della ragazza a voler contribuire, con una donazione, al progetto dell’associazione “Arcobaleno su Tanzania”, realizzando quello che era “un sogno” della loro Lucrezia.. La onlus del professor Giovanni Primiceri (di Gallipoli Gallipoli) è da anni impegnata nel paese africano dove ha realizzato una struttura sanitaria alla quale il locale ministero ha, poi, riconosciuto tutti i requisiti di un vero e proprio ospedale. «Sono stati due nostri volontari di Matino, Carlo De Marco e Sabrina Matino Polimeno, ad entrare in contatto con Emanuele, il fratello di Lucrezia, il quale ha manifestato le intenzioni della famiglia», afferma Primiceri, di ritorno dall’ennesimo viaggio nel paese africano dove ha riportato un bambino di 20 mesi operato al cuore presso l’ospedale pediatrico “Giovanni XXIII” di Bari. Lucrezia cadde nel mare di Torre Suda, marina di Racale, dopo aver Suda sbattuto il capo sugli scogli: era il pomeriggio del 19 giugno del 2010 e la ragazza aveva deciso di concedersi un momento di relax, insieme ad alcune amiche, prima di riprendere il suo la-

l’abitazione della sorella Delfina. “Don Giovanni” è stato ricordato dal clero cittadino, dall’Amministrazione comunale e dalla Forania di Parabita della diocesi di Nardò-Gallipoli Gallipoli. Il sacerdote, insegnante di religione

Lucrezia Guida e (accanto) la targa che la ricorda nell’ospedale africano di Morogoro (foto sotto). In basso a sinistra il pozzo che occorre collegare alla struttura sanitaria

Il nido dall’amore La famiglia della ragazza ha collaborato all’iniziativa di “Arcobaleno su Tanzania” voro in una boutique del centro. Quel giorno il destino le fu fatale ma oggi la sua famiglia ha voluto ricordarla felice e sorridente così come appare sul manifesto con il quale si ringraziano quanti hanno contribuito all’iniziativa. «La struttura di Morogoro è stata completata tre mesi fa, per un costo complessivo di 150mila euro - continua Primiceri - ed è già operativa per le visite mediche, ma diverrà un ospedale a tutti gli effetti quando potremo

portare l’acqua. L’associazione di volontariato “Cuore e mani aperte verso chi soffre”, con referente don Gianni Mattia, cappellano dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, ha costruito un pozzo che, essendo a due chilometri e mezzo dalla nostra struttura, dovremo preoccuparci di collegare con l’ospedale». Per questo “Arcobaleno su Tanzania” chiede un aiuto economico: l’opera costa 18mila euro e ne occorrono ancora la metà (si può contribuire con un versamento sul conto corrente postale n. 88217245 intestato alla onlus con causale: collegamento idrico pozzo ospedale). La famiglia Guida, tra l’altro, ha già espresso ai volontari il proprio desiderio di collaborare in futuro per altre inziative benefiche. Sempre nel nome e nel ricordo di Lucrezia.

Entra nel vivo l’estate e, come ogni anno, c’è assoluto bisogno di sangue. Proprio per questo motivo, l’Asl chiama a raccolta i donatori. È possibile donare il sangue in tutte le strutture trasfusionali dell’Asl (Casarano, Copertino, Galatina, Lecce, Gallipoli e Tricase) nelle ore antimeridiane. Eccezionalmente il 26 luglio ed il 30 agosto si potrà donare il sangue dalle 8 del mattino alle 21 di sera nel Simt (Servizio di immunoematologia e medicina trasfusionale) del “Vito Fazzi” di Lecce. Per quanto riguarda il “Ferrari” di Casarano, invece, le donazioni potranno essere effettuate dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 11.30 e ogni prima domenica del mese. In estate si registra un significativo incremento di incidenti stradali. Questo aumenta esponenzialmente la necessità di sangue con cui effettuare le necessarie trasfusioni. È questo il motivo per il quale l’Asl e le associazioni, tra cui l’Adovos di Casarano, si mobilitano per sensibilizzare l’opinione pubblica. «La nostra associazione – spiega il presidente Maria Prete (foto) - conta 1900 soci, dei quali circa 650 attivi. Si tratta di un numero importante, ma possiamo e dobbiamo fare di più, soprattutto in un periodo come quello estivo in cui l’emergenza sangue è particolarmente avvertita. Ci tengo a precisare che la donazione di sangue non produce effetti nocivi. Per di più i donatori sono sottoposti a costante controllo medico. Dal canto nostro, abbiamo programmato una campagna di sensibilizzazione attraverso dei volantini che distribuiremo nei locali pubblici». AN

Nuovo presidente per il distretto di Casarano del Lions club. Presso Palazzo ducale di Alessano, la recente “ 39ª Charter night”, ovvero il momento celebrativo della consegna della “Carta di affiliazione” di ogni Club all’Associazione internazionale dei Lions, ha segnato il passaggio di consegne tra l’uscente Raffaele Garzia (di Supersano) ed Antonio Fabbiano (foto). «Confermo l’impegno a proseguire l’ottimo lavoro già iniziato e a mantenere alta l’attenzione verso i nuovi progetti che vedranno il Club di Casarano sempre in prima fila nella solidarietà e nell’ascolto di tutte le istanze che provengono dalla società, nella piena collaborazione con le altre realtà locali presenti sul territorio, sia laiche che cattoliche e con le amministrazioni comunali», afferma il neopresidente. Compongono il nuovo organigramma, oltre al presidente uscente Garzia, anche Giuseppe Nuccio e Leda Schirinzi (vice-presidenti), Daniele Modoni (segretario ed “officer”), Gabriella Romano (cerimoniere), Gabriella Marrella (cerimoniere), Ezio Leucci (censore) ed i consiglieri Massimo Ciliberti, Rino D’Errico, Lucia Matino), Francesco Farati De Matteis (di Matino Taviano). L’addetto e Carmelo Ingrosso (Taviano stampa è Mirella Guida (Matino) mentre il “comitato soci” risulta composto dal presidente Gigi Calzolaro (Taviano), da LuGalatone) e Rosalba Mauro ciano Colopi (Galatone (Taviano) con Tiziano Cataldi (sindaco di Matino), Ugo Bizzotto (trapiantato a Taurisano) e Simonetta Reho (di Taviano) rerisano Alezio), visori dei conti e Tonino Cataldi (Alezio Giuseppe D’Astore e Gino Meuli (Salve) probiviri.

“A nome e pe cuntu” è l’ultimo disco della “Compagnia Musicante”

Ricordando Emiliano Un viaggio nel cuore della tradizione musicale salentina, tra pizziche, serenate e canti di lavoro. C’è tutto questo in “A nume e pe cuntu”, l’ultimo lavoro discografico della “Compagnia Musicante” dedicato ad Emiliano Semola, il compianto tamburellista scomparso nel 2007. Il disco (realizzato nella sala di incisione “Essenza Studio” di Alessandro Rizzello con la grafica di Antonio Manco) presenta dieci brani (con una “ghost track” inedita”), riarrangiati dalla sensibilità artistica dei singoli componenti. È il caso della chitarra ritmica di Gianni Fersini, che scandisce il tempo dei brani assieme alla forza percussiva dei tamburelli di Massimo Scorrano, Davide Ciullo e Marco De Luca, della dolcezza dei fiati e degli arpeggi di Lele Ungherese, del delicato violino di Ursula Matti, della sinuosa fisarmonica di Johnny Ferrari, delle atmosfere create da strumenti provenienti da tradizioni musicali più o meno lontane, come il bouzouki, il saz, l’oud, l’ukulele, suonati da Alberto Nutricati. A dar voce alla Compagnia sono Lele Ungherese, Gianni Fersini e Johnny Ferrari. Tra i musicanti compare anche Emiliano Semola: è lui, infatti, ad aver inciso, in una vecchia sessione di registrazione, la traccia di tamburello in “Te sira”. Non mancano momenti musicali originali, come l’introduzione a “La caddhrina” e “La Cesarina”, entrambe scritte ed eseguite, la prima all’oud, la seconda al mandolino e alle due chitarre soliste, da Alberto Nutricati, la cui chitarra fa da controcanto alle melodie iniziali di flauto ed ocarina del brano “Fimmine”, anch’esse originali, composte ed eseguite da Lele Ungherese.

Da sinistra Alberto Nutricati, Lele Ungherese, Gianni Fersini, Johnny Ferrari, Davide Ciullo, Marco De Luca, Ursula Matti e Massimo Scorrano in un concerto in piazza San Giovanni Elemosiniere

Tutti allo stadio per Eustachio Grassi

Commozione sul filo dei ricordi per la terza edizione del memorial “Eustachio Grassi” (foto), dedicato all’ex portiere di calcio di Ugento Ugento, Parabita, Taurisano ta Taurisano, Supersano e Melissano. In oltre 200 hanno Melissano preso parte alla serata organizzata allo stadio “Capozza” dal figlio Daniele. Tutti hanno voluto ricordare l’amico pre-

maturamente scomparso dieci anni fa. Dopo il calcio d’inizio, battuto dalla moglie Sonia e dalla figlia Martina, spazio al divertimento su quel terreno di gioco tanto amato da Eustachio. «Vorrei ringraziare tutti i presenti che hanno dimostrato di essere belle persone e con un gran cuore», afferma Daniele Grassi. LP

Pellegrini in piazza San Pietro per l’Angelus domenicale notati dal Pontefice

Papa Francesco saluta Casarano Gita a Roma con sorpresa per un gruppo di pellegrini di Casarano salutati da Papa Francesco durante l’ultimo Angelus domenicale di giugno. «Avevamo fatto tutte le richieste necesarie, interpellando anche la prefettura della Casa pontificia, per poter essere citati nei saluti che il Pontefice fa dal balcone di piazza San Pietro al termine della sua preghiera, ma non avendo ricevuto risposta, eravamo scoraggiati. Per questo, nel sentire il Papa nominare Casarano la nostra gioia è stata ancora più grande», afferma Fabio Cavallo, priore della confraternita dell’Immacolata, presente insieme ad altri fedeli (tra i quali anche dalla congrega di Santa Lucia) giunti a Roma con un pullman. «Saluto anche i pellegrini di Madrid, Casarano, Lenola...», ha affermato il Papa affacciato dalla finestra (foto) interrotto dall’urlo di gioia dei casaranesi che nel centro di piazza San Pietro reggevano uno striscione con su scritto: «Casarano saluta Papa Francesco» (foto). MS


Casarano

11 - 24 luglio 2013 TORNA IN LIBERTÀ L'AVVOCATO CARDIGLIANO È tornato in libertà, dopo otto giorni di carcere, l'avvocato Alfredo Cardigliano (foto) accusato di "truffa aggravata e infedele patrocinio". I

fatti incriminati vanno dal luglio del 2010 al marzo scorso quando (secondo gli inquirenti) il legale di Ruffano avrebbe "raggirato" non meno di 13 clienti chiedendo somme "ben oltre

il normale onorario". Le presunte

vittime anche a Casarano, Parabita Galatone e Torre San Giovanni, ta, Giovanni dove un pensionato ha denunciato il legale per avergli "sottratto" ben 23mila euro "al fine di accelerare un'azione di risarcimento".

Denunciato un 40enne di Casarano da due anni a Gallipoli, dove c'è già un'altra grossa inchiesta

"Scorda" 1,6 milioni di € Quasi un milione e 600mila euro nascosti al fisco e scatta la denuncia. Protagonista della vicenda è il 40enne promotore finanziario di Casarano E.R., da un paio d'anni trasferitosi a Gallipoli per motivi professionali e familiari. L'uomo, noto a Casarano dove operava in precendenza, avrebbe omesso di dichiarare quasi per intero i propri redditi percepiti tra il 2008 e il 2011. Per lui il reato ipotizzato dalla Guardia di finanza è, infatti, di "dichiarazione infedele". L'indagine, avviata dai finanzieri della Sezione entrate del Nucleo di polizia tributaria di Lecce, rappresenta un filone collegato con l'inchiesta (questa condotta anche dalla Squadra mobile di Lecce) che l'11 aprile scorso portò in carcere altri due promotori finanziari residenti a Gallipoli (A.C. e C.C.) ritenuti responsabili di una maxi truffa da diversi milioni di euro ai danni di diversi risparmia-

Controlli della Guardia di finanza

tori che si erano rivolti a loro per valorizzare i propri investimenti. Se ed in che misura il 40enne di Casarano sia coinvolto anche in questa vicenda saranno le indagini e gli eventuali processi a stabilirlo: secondo le Fiamme gialle avrebbe, comunque, omesso di dichiarare redditi per oltre 116mila euro nel 2008, per quasi 660mila euro l'anno successivo, per circa 700mila euro nel 2010 ed oltre 164mila euro nel 2011. A fronte di tali introiti, il professionista si sarebbe limitato a dichiarazioni, ritenute "fasulle" da poche migliaia di euro. A quanto pare, il "naso" della Guardia di finanza sarebbe ancora all'opera per snidare altre evasioni del genere tra quanti operano nel settore del brokeraggio e dell'intermediazione finanziaria. Al vaglio vi sarebbero numerosi conti correnti. Oltre alla denuncia penale alla Procura della Repubblica di Lecce, l'uomo è stato segnalato anche all'Agenzia delle entrate che provvederà ora a calcolare le sanzioni amministrative da applicare.

Risolto il problema della zona; respinto il ricorso-Stea

Sulla sesta farmacia il tribunale ha detto sì di Mauro Stefàno

Via libera dal Tar di Lecce alla sesta farmacia in città. I giudici amministrativi hanno, infatti, respinto il ricorso con il quale la "Farmacia Stea dei dottori Domenico e Angela Stea e Co. snc" intendeva modificare l'ubicazione della sede. Con delibera del maggio dello scorso anno, era stato l'allora Commissario straordinario del Comune, Erminia Ocello, a stabilire che la nuova sede farmaceutica, prevista dal Piano regionale, avrebbe dovuto trovare posto in una (vasta) area delimitata ad est da via Maggia - strada extraurbana Panesa, ad ovest da via Capuana e a nord dalle vie D'Azeglio-CanovaAgno-Adda-Trasimeno fino al congiungimento in linea d'aria con via Maggia. La farmacia che ha presentato ricorso ha sostenuto la "relativa vicinanza della zona individuata" con il proprio punto vendita sito in via Calatafimi mentre la decisione presa avrebbe "ignorato"la zona a nord-est, che, negli ultimi anni, "avrebbe, invece, dimostrato maggiori capacità di sviluppo". La decisione sulla nuova sede venne avallata anche dal parere della Asl e dall'Ordine dei farmacisti della Provincia di Lecce. In ogni caso, "al Comune spetta un potere altamente discrezionale, dovendo valutare le ragioni di opportunità che propendono per una soluzione piuttosto che per l'altra", come

La farmacia Stea di via Calatafimi

In ballo la vicinanza giudicata "eccessiva" ad un altro esercizio si legge nella sentenza del Tar. A prevalere è stato anche "il naturale ed inevitabile abbassamento del parametro demografico per calcolare il rapporto ottimale tra farmacie e popolazione residente", come scritto ancora dai giudici amministrativi. In sostanza se i nuovi parametri regionali prevedono una farmacia ogni 3.300 abitanti, sarà normale, secondo il Tar, anche ritrovarsi una sede non lontana dalle esistenti. L'area individuata a Casarano appare, tra l'altro, anche molto vasta andando a coprire la zona da Ruffano sino alla stazione ferroviaria

oggi priva del servizio. Nel giudizio il Comune era rappresentato dagli avvocati Deborah Calavita (all'epoca titolare dell'Avvocatura comunale) e Ruggero De Matteis mentre la Regione era presente con l'ufficio del Contenzioso di Lecce. Presenti in giudizio anche le farmacie Congedi e Padre Pio mentre la farmacia "Dottori Casciaro Marigliano" non era costituita, così come la Asl e l'Ordine dei Farmacisti della provincia. "Infondato" è stato ritenuto anche il rilievo che il ritardo accumulato dal Comune avrebbe dovuto portare la Regione a subentrare nella decisione perchè il termine previsto dalla normativa di riferimento non è del tipo "perentorio". L'ultima ipotesi da valutare resta ora solo quella relativa ad un ricorso al Consiglio di Stato da parte della farmacia Stea.

"Mega-miliardario" da un milione di € Il fortunato di Racale, Matino o Taviano

Gratta e vince consegna il tagliando e sparisce Le sorelle Giovanna (a sinistra) e Adriana D'Agnello

19 Liceo musicale e asilo: nodi sciolti Sarà ospitato nelle aule dell’ex istituto magistrale, precedentemente occupate da un asilo, il Liceo coreutico-musicale. La nuova scuola, sede distaccata del "Giannelli" di Parabita Parabita, può dunque aprire in città dopo essere stata preannunciata già da tempo. L’asilo, a sua volta, sarà trasferito nella scuola di via IV Novembre. L’assise cittadina ha ridisegnato la logistica scolastica cittadina in virtù di una delibera che assegna in comodato d’uso gratuito alla Provincia alcuni edifici scolastici. Oltre alle aule dell’ex magistrale, la Provincia potrà disporre anche dello stabile di via Sesia (foto), attuale sede della succursale del liceo Scientifico, che in passato era stato al centro di numerose polemiche. L’edificio, infatti, era stato dato in affitto alla Provincia, con un contratto che però, fa sapere il Sindaco Gianni Stefàno (Pdl), non è mai stato sottoscritto. Proprio per evitare conflitti giurisdizionali e possibili contenziosi tra Comune e Provincia, si è deciso di regolamentare il rapporto in essere attraverso una cessione in comodato d’uso gratuito, secondo quanto stabilito dalla legge. AN

In questa stagione aumenta il traffico

Via per Ugento pericolo costante «Si metta immediatamente in sicurezza la Provinciale Casarano-Ugento». Questo l’appello, lanciato a cadenza reiterata da ormai diversi anni, ripreso di recente da alcuni cittadini in concomitanza con l’avvento dell’estate. Nella bella stagione, infatti, la strada è estremamente trafficata, essendo percorsa da Ugento. chi si reca verso le tante marine di Ugento Nonostante ciò, le criticità dell'arteria sono molteplici. L’ultima, in ordine di tempo, è il restringimento della carreggiata (foto) a causa dei lavori di sistemazione di un guard rail abbattuto a seguito di un incidente stradale risalente addirittura a sei mesi fa. «Si parla tanto di sviluppo turistico, di autonomia di enti locali e di tante cose altre che ci riempiono la bocca nei programmi elettorali, eppure – afferma Marco Rocco Cavalera - non si riescono a terminare dei semplici lavori. Intanto, l’estate è arrivata e quella è l’unica strada che collega Casarano ai lidi ionici, soprattutto Torre San Giovanni, Torre Mozza e Lido Marini. Peraltro, da sempre la Casarano-Ugento è una strada ad alto rischio nella stagione estiva, a causa del lungo rettilineo con tanti accessi ai fondi privati oramai nemmeno più segnalati. Per questo, mi chiedo: non sarebbe ora di provvedere al suo ripristino prima che accada qualcosa di spiacevole?”. La strada in questione, in effetti, è teatro di frequentissimi incidenti, alcuni dei quali dalle conseguenze tragiche, come quello avvenuto nel marzo del 2012 che costò la vita a una 54enne di Ugento. Sulla questione è più volte intervenuto l’imprenditore Lucio Pacella, che, nel marzo del 2012, ha persino presentato una petizione sottoscritta da una cinquantina di persone per la messa in sicurezza della strada. AN Potrebbe essere un disoccupato di Racale il misterioso vincitore del gratta e vinci da un milione di euro. La clamorosa vincita si è verificata nella tabaccheria "Crazy" di via Dante gestita dalle sorelle Giovanna e Adriana D'Agnello. Per l'esercizio commerciale con la rivendita di sale e tabacchi numero uno in città, si è trattato del miglior modo di festeggiare il recente trasferimento (dalla storica sede posta praticamente di fronte l'attuale). «Non conosco chi ha vinto ma di certo non è un cliente abituale e non è di Casarano: potrebbe essere, invece, di un paese vicino, magari Racale, Matino o Taviano Racale Taviano», ha affermato Giovanna D'Agnello.

CLICK SANTA CECILIA E CONSERVATORIO AL VIA I CORSI DI FORMAZIONE È stata formalizzata nei giorni scorsi la collaborazione tra l'ente Santa Cecilia onlus ed il conservatorio musicale "Tito Schipa" di Lecce. Presso la sede della Santa Cecilia potranno, dunque, svolgersi dei corsi di formazione musicale preaccademica già a decorrere dall'anno scolastico 2013/2014. IL DIRETTIVO GIOVANI DI LIBERACITTÀ Costituito nei giorni scorsi il direttivo giovanile del movimento politico "Liberacittà". Di supporto al coordinatore Luigi Legittimo saranno il suo vice Giorgio De Matteis, responsabile anche del settore Sport, insieme a Stella Cavalera che si occuperà di urbanistica, Marco Legittimo per la cultura e il tempo libero e Lorenzo Masciullo per le tematiche sociali. TELEMATICO LO SPORTELLO SUAP Diventa completamente telematico lo Sportello unico per le attività produttive (Suap) del Comune. Ciò significa che le pratiche dovranno essere inviate soltanto on-line e che per compilare, firmare e inviare le stesse sarà sufficente collegarsi con il sito ministeriale www.impresainungiorno.gov.it e da qui interagire con il Suap di Casarano. "Impresainungiorno", tra l'altro, rappresenta il punto unico di accesso alle funzioni telematiche dei Suap di tutto il territorio nazionale. NEGRO PRESIDENTE DEL CNA PROVINCIALE Vito Negro (foto), già presidente della Confederazione nazionale artigianato e della piccola e media impresa (Cna) della sede zonale di Casarano, è stato eletto alla guida della Cna Lecce per i prossimi quattro anni. «L'individualismo non porta a nulla», ha affermato Negro che punta su formazione, promozione del turismo, tutela del territorio e sul riutilizzo delle aree industriali abbandonate per il rilancio del settore per "poter crescere ed affrontare il futuro".

L'identikit tracciato è quello di un giovane (c'è chi dice, o auspica, disoccupato) forse sulla trentina che, il giorno dopo la vincita (avvenuta intorno alle 8.30), ha fatto ritorno nella rivendita "ma solo per consegnarmi velocemente la fotocopia del tagliando vincente che ho subito affisso sulla porta", afferma la titolare. La fortuna era dietro il numero undici sulla cartella che aveva, invece, il dieci quale numero conclusivo della serie. «Volevo dargli il primo biglietto del blocchetto ma lui lo ha rifiutato: allora gli ho proposto il dieci, il numero fortunato delle mie due figlie nate proprio in quella data», conclude la D'Agnello.

La copia del tagliando milionario


Casarano

11 - 24 luglio 2013 ISCRIZIONI AD AGOSTO PER L’ASD FILOGRANA Al via da agosto le iscrizioni all’associazione “Antonio Filograna” presieduta da Cosimo Mancini. La scuola calcio riconosciuta dalla Figc dispone

20

di istruttori e tecnici federali e conta ben 150 iscritti, divisi in sei categorie dai pulcini alla terza categoria. «Si va avanti con rinnovato entusiasmo, nonostante le difficoltà», afferma lo “sponsor” Antonio Filograna Sergio

Successi in giro per l’Italia per gli atleti della società “Euroitalia” Quello appena trascorso può essere definito un mese ricco di soddisfazioni sportive per il team di nuoto Euroitalia di Casarano. Su tutti gli ottimi risultati ottenuti durante il meeting “Città di Cosenza” svoltosi agli inizi del mese di giugno. In questa manifestazione si sono distinti Giuseppe Schiavano, Marika Margari e Sara De Nuzzo (di Casarano) ed Erika Gaetani (di Parabita Parabita): per loro un bottino di tutto rispetto grazie alle due medaglie d’oro conquistate insieme ad una di bronzo ed a tre piazzamenti al quarto posto nelle varie categorie del meeting. Grande successo anche durante il campionato finale esordienti a Monopoli, con quattro ori tutti conquisatti da Erika Gaetani. La campionessa regionale ha anche partecipato alla staffetta con Sara De Nuzzo, chiudendo con due bronzi. Il gruppo sportivo ha trionfato, persi-

Nuoto made in Casarano

Gaetani, De Nuzzo, Margari e Schiavano davanti al tecnico Zippo. Accanto Coppola

no, nella categoria “Propaganda”, ovvero quella dedicata agli atleti più piccoli. Tra le giovanissime promesse, nelle fasi nazionali di Catania e Chianciano si sono messi in luce Davide De Nuzzo e Donato Coppola capaci di portare a casa due medaglie d’oro. Stagione chiusa al meglio, dunque, per i ragazzi dell’Euroitalia che continuano ad allenarsi sotto gli attenti occhi dei loro tecnici, Gianni Zippo e Mauro Barone, in vista dei prossimi appuntamenti. LP

De Rose tra i professionisti per la prima volta in casa Tutto pronto per la terza edizione della “Notte dei guerrieri”, il galà di arti marziali in programma il 14 luglio presso il lido “Oasi degli angeli” a Torre San Giovanni (Marina di Ugento Ugento). L’evento, cui parteciperanno i migliori lottatori provenienti da tutta la Puglia, avrà come ospite d’onore Carlo di Blasi, presidente nazionale della “Fight 1” e patron del programma televisivo “Oktagon”. Un’occasione memorabile, dunque, per il giovane Matteo De Rosa (nella foto con il padre Fernando) che, proprio durante l’evento, si appresta a bagnare l’esordio da professionista nell’incontro con il leccese Ismaele Bene. «Mi aspetto di fare una bella prestazione. Per la prima volta in carriera combatterò proprio vicino casa e il solo pensiero mi fa venire i brividi. Spero di avere un grande sostegno da parte dei miei compaesani e di non deludere le aspettative», conclude De Rosa. LP

Si lavora per ripianare prima i debiti, ma il futuro resta

Il volley è un rebus di Lucio Protopapa

La festa per la fine dello scorso campionato di B1 e (sopra) la struttura di Pietrabianca

Onorare gli impegni passati come condizione necessaria per programmare il futuro. Questo il diktat della presidente del Casarano Volley, Enza Ratta, ribadito a più riprese dopo i problemi economici che hanno colpito il team. È di questi giorni, tuttavia, un incontro tra i rappresentanti dello sponsor principale “Neo Group” e i vertici del sodalizio a margine del quale è stato sottoscritto un accordo ufficiale in cui l’azienda si impegna a portare a buon fine gli oneri pattuiti all’inizio della scorsa stagione. Con i dovuti tempi burocratici del caso, quindi, si può considerare chiuso un brutto capitolo di quella fantastica storia sportiva scritta

Intanto il Comune cerca fondi per ristrutturare il palazzetto a Pietrabianca dalla formazione di coach Licchelli. Ma se per quanto riguarda il passato si intravedono bagliori di speranza, per il futuro la situazione è quanto mai incerta: ripianare i debiti era condizione necessaria ma non può dirsi sufficiente a gettare le basi per il prossimo campionato. Con la scadenza delle iscrizioni in B1 (dove si profila il derby Ugento-Taviano) ormai alle con l’Ugento-Taviano porte, un team di professionisti sta

(foto) sottolineando che l’attività dell’associazione, iniziata quasi 30 anni fa, continua con le stesse finalità per le quali è nata: massima attenzione verso i ragazzi e la valenza sociale del loro impegno.

lavorando per individuare le aziende disposte a contribuire alla causa. «Stiamo facendo dei salti mortali per poter iscrivere la squadra - conferma la presidente Ratta - soprattutto per non perdere la terza serie nazionale, così tanto inseguita. Abbiamo dei contatti, alcuni avviati e altri solo superficiali, ma a oggi non ci possiamo sbilanciare. Ovviamente la situazione non è tra le più serene». Intanto il Comune ha preparato un progetto per accedere al “Fondo di sviluppo della pratica sportiva” istituito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con l’intento di ottenere un finanziamento (circa 100mila euro) da usare per degli interventi di ristrutturazione del palazzetto dello sport del quartiere “Pietrabianca”.

Eleonora Carbone, figlia d’arte, torna a Maglie Dopo una grande stagione tra le fila dell’Alpak Ugento, squadra con cui ha sfiorato la finale playoff per la promozione in B2, Eleonora Carbone (foto) vestirà la casacca della Betitaly Maglie. Per la talentuosa palleggiatrice (figlia della presidente del Casarano Volley Enza Ratta e di Carlo Carbone, coach dell’UgenUgento femminile di C) si tratta di un ritorno dopo l’esperienza della stagione 2011/12. «Sono felice di essere tornata a Maglie, dove mi sono sempre sentita a casa. Non nascondo - commenta, entusiasta, l’atleta - che nutro grande gioia e grande orgoglio per questa nuova avventura in B1». Decisivo per questo ritorno il parere di mister Tonino Solombrino, già allenatore della Carbone nella sua precedente esperienza magliese. «Il coach è un ottimo tecnico e una brava persona e il fatto che lui abbia dato il consenso per il mio ritorno è la cosa che più mi fa piacere», conclude l’ex Skilo San Pietro. LP


NUMERI UTILI Carabinieri: 0833 912300 Guardia medica: 0833 912306 Polizia municipale: 0833912305; Protezione civile: 0833 911472; Ufficio Relazioni con il Pubblico: 0833 916223 fax 914365; Consultorio: 0833 914187

Trionfo a Imola

Nocco vincitore a Imola

Alessandro festeggia pure a Mancaversa Dal podio di Imola ai festeggiamenti in piazza delle Rose a Mancaversa. È stata una settimana intensa quella vissuta dal diciassettenne Alessandro Nocco, pilota tavianese che difende i colori della nazionale italiana nel Campionato europeo di motociclismo nella categoria Super stock 600. Sabato 29 giugno, sul circuito di Imola, il giovanissimo pilota azzurro aveva dato dimostrazione di grande maturità agonistica, sbaragliando tutti gli avversari, dal collega Morbidelli a Gasmarino, andando a vincere anche dopo che la bandiera rossa aveva annullato la sua ottima partenza e il primo tentativo di fuga sugli avversari. Alla ripresa della corsa ci aveva messo più grinta e aveva vinto. «Ho vinto per i miei genitori e per i tantissimi tifosi di Taviano e del Salento che mi seguono sui circuiti europei» ha detto a Imola e ha ripetuto sul palco di piazza delle Rose, alla presenza del primo cittadino, Carlo Portaccio, del consigliere alle manifestazioni estive, Antonino Manni e del consigliere delegato alla Marina di Mancaversa, Salvatore Rahinò. «È stata una serata speciale per un giovane pilota che sta portando il nome del nostro paese in giro per l’Europa – ha dichiarato il sindaco – facciamo tutti il tifo per lui e gli auguriamo un futuro sempre più lusinghiero». Commosso e applauditissimo Alessandro ha dichiarato: «Ringrazio tutti i tifosi e gli amministratori per questa festa che mi ripaga dei tanti sacrifici che faccio con la mia famiglia per questo sport che amo da quando ero bambino» RP

TAVIANO 11 - 24 luglio 2013

CLICK

BUS NAVETTA È già attivo dal 30 giugno il servizio giornaliero di Bus navetta che collega Taviano con Mancaversa e proseguirà fino all’8 settembre. Un biglietto di corsa semplice costa 50 cent,mentre per un abbonamento settimanale si spendono 3 euro, 15 euro per quello mensile. Il servizio è gratuito per i portatori di handicap e per gli invalidi civili inabili al 100%. Cinque le corse da Taviano, con capolinea in Largo L. Radice, alle 7.30, 10, 12, 17, 19.30. Si ritorna da Mancaversa, capolinea piazza S. Anna, alle 8, 10.30, 12.30, 17.30, 21.00. Lungo il tragitto saranno effettuate fermate intermedie presso la farmacia comunale, in via Regina Margherita, via Bove dei Beneficati e zona Paterte. ASSISTENZA TURISTICA Con l’arrivo dell’estate aumentano i servizi di assistenza ai turisti e ai tanti tavianesi che soggiornano nella marina di Mancaversa. Già aperta la farmacia comunale in via Roma con orario 8.30-12.30 e 17-21 (chiusa il pomeriggio della domenica). Il servizio di assistenza estivo è attivo in via Tevere tutti i giorni dalle 9 alle 19 Al Parco Jonico si offrono servizi di informazione e accoglienza turistica. Il servizio è curato dalla Protezione civile. Dal 1° luglio è pure attivo il servizio di raccolta differenziata porta a porta: tutti i giorni vengono ritirati i rifiuti non riciclabili; il venerdì si ritirano la carta, la plastica e l’alluminio; il vetro va nelle campane stradali. BOXE SOTTO LE STELLE Archiviata con successo la prima riunione pugilistica tenutasi a Parco Ricchello, lo scorso 29 giugno, ad opera dell’Asd “Boxe Perrone”. Sul ring i pugili rappresentanti di diverse società della Puglia. L’evento è stato organizzato in collaborazione con l’As Eventi & Sport e con il supporto dell’assessorato allo Sport del Comune. «Abbiamo sin dal primo momento voluto sostenere questa manifestazione e l’intero progetto sportivo e sociale – spiega l’assessore allo sport Luigi Corvino – Oltre ad accogliere le istanze della “Boxe Perrone”, l’amministrazione comunale ha donato anche i trofei riservati ai pugili»

Pag. 21

Ci trovate pure qui ● CIRCOLO 80 LOUNGE BAR via Enrico Mattei ● BAR CLAUDIO via Gallipoli ● TABACCHERIA JULA via Corsica ,37 ● EDICOLA GIANNI via Immacolata ,18 ● FARMACIA ZOMPĺ piazza San Martino ● FARMACIA DOTT. MIGGIANO via Barberini ● CAFFÈ PALAZZO MARCHESALE Piazza Del Popolo ● SUPERMERCATO ISSIMO via T. Campanella ● TABACCHERIA SANTORO c.so Vitt. Emanuele II,30 ● TABACCHERIA NOCCO via Reg. Margherita ● CHANTILLY CAFFÈ via Reg. Margherita,205 ● PASTICCERIA DOLCE ARTE c.so Vitt. Emanuele II,30 ● FARMACIA COMUNALE Via Bellini ,28 ● POLIAMBULATORIO via Sant’Antonio

Non solo il fungo della “lebbra” ma anche la pericolosissima farfallina gialla

Ulivi sotto assedio Esperti al capezzale della nostra pianta simbolo di Prisca Manco Grande allarme e poche certezze ancora riguardo le sorti degli ulivi salentini. Dopo l’allarme lanciato da un tecnico tavianese, la coRacale, operativa agricola Acli di Racale guidata da Enzo e Federico Manni e Vincenzo Parisi del Codile approfondiscono l’argomento, legato a quanto pare a problematiche più ampie rispetto al fungo della lebbra. «Ci stiamo attivando – rileva Federico Manni - affinché si realizzi una serie di incontri con i principali interlocutori per non lasciar morire i nostri ulivi». Non accenna a diminuire, infatti, l’allarme circa lo stato di salute anche di alberi monumentali. Se ne è discusso pure nel convegno denominato “A rischio gli ulivi secolari del Salento” tenutosi il 5 luglio nell’aula consiliare Parabita, organizdel Comune di Parabita zato in collaborazione con il Consorzio di difesa delle produzioni intensive della Provincia di Lecce (Codile), Università degli Studi di Bari e Regione Puglia. «Possiamo dire con certezza

che non è la lebbra a causare il seccume presente sugli ulivi del Salento - ha spiegato durante quell’incontro Franco Nigro, docente di Patologia vegetale dell’Università di Bari, tra i massimi esperti in Italia - quello che i vari studi effettuati sul territorio ci hanno permesso di trovare è la presenza del rodilegno giallo, che ad oggi sembra essere la causa principale dello stato di

Il grave disseccamento di alberi anche secolari e i difficili rimedi da attuare

Cinquanta bambini bravi attori Nell’arena “Aldo Moro” si è concluso il laboratorio teatrale per bambini dell’associazione “Vittorio Bachelet” tenuto in collaborazione con gli attori della compagnia “Temenos”. Oltre 50 bambini hanno portato in scena “La bella addormentata nel bosco” e “Biancaneve e i sette nani” con la regia dall’attrice Liliana Putino, la coreografia di Chiara Caputo e l’organizzazione della “scuola di teatro” della presidente Paola Ria.

cattiva salute degli ulivi; colpiti anche, secondariamente, da funghi che causano imbrunimento del legno e dal batterio pseudomonas che causa la “rogna”. Rivolgo un invito fattivo: si faccia qualcosa e in fretta, tutti insieme: Università, Osservatorio e olivicoltori». Sarebbe quindi la farfallina gialla, comunemente nota come rodilegno - nome scientifico zeuzera pyrina - la principale causa del disseccamento di un numero sempre crescente di ulivi secolari salentini. «Sicuramente più cause hanno determinato lo stato attuale degli ulivi in Salento, caratterizzato da un tragico seccume aggiunge Antonio Guario, direttore dell’Osservatorio fitosanitario della Regione Puglia - ma ciò che è emerso dagli studi è la presenza della zeuzera. La problematica più grossa è rappresentata dal fatto che l’insetto viva all’interno dei rami e delle branche, in cui scava gallerie interrompendo il circolo linfatico fino a causare il seccume; il primo segno cui prestare attenzione è la presenza di rametti molto giovani già disseccati. Purtroppo si sono

riscontrati attacchi insistenti e la situazione in Salento si presenta grave». Come salvare allora le sorti di questi monumenti viventi divenuti icone identitarie del Salento? «Non ci sono sostanze chimiche atte a combattere la zeuzera – continua Guario - sarebbe indubbiamente utile attuare potatura e uncinatura con cura e in periodi diversi dell’anno. Ma l’unico metodo in grado di risolvere il problema è quello della confusione sessuale, da attuare con l’installazione di alcuni laccetti erogatori di ferormoni (2 o 3 laccetti per albero) con l’obiettivo di confondere sessualmente gli insetti ed impedirne così la riproduzione. Questa tecnica, però, è efficace solo se attuata in sinergia su aree estese e non sortirebbe risultati se applicata su un solo ettaro di terreno». Il costo? Si aggirerebbe secondo gli esperti intorno a 120 euro per ettaro. «Diventano fondamentali - conclude l’assessore all’Agricoltura della Provincia, Francesco Pacella- questi momenti di incontro, che ripeteremo, tra esperti e agricoltori. Il mondo agricolo deve essere unito, non abbandoniamo i nostri ulivi».


NUMERI UTILI Carabinieri: 0833 552727 Guardia medica: 0833 552776 Municipio: 0833 270320 Polizia municipale: 0833 553316 Protezione civile: 0833 583999 Ufficio postale: 0833 585001

Spazi verdi da adottare e curare, si può

I Giardini del Sole

Adottare un’aiuola oggi si può, o almeno molto presto i cittadini di Racale potranno farlo. Le aree verdi comunali hanno bisogno di tante cure, ma gli aiuti statali sono sempre meno: per questo la Giunta del sindaco Metallo ha deciso che, chiunque ne farà richiesta, potrà avere in affidamento la manutenzione di tali spazi. A breve, verrà pubblicato un bando aperto a tutti,

RACALE 11 - 24 luglio 2013

a cui potranno partecipare associazioni, comitati, enti, scolaresche, cittadini. Alla fine della procedura selettiva che interesserà tutti quanti, si conosceranno finalmente i nomi dei “genitori adottivi” degli spazi verdi: aiuole spartitraffico; Alliste; via Vecchia Alliste via Curtatone; via Roma; via Campore; via Mazzini; via Melissano; via Ugento; piazzetta Montessori; piazzetta Salvo D’Acquisto; Giardini del Sole; piazzetta Padre Pio; piazza Monumento ai Caduti; piazzetta ex Esador; piazzetta san Marco; corso Vittoria. Nella delibera di Giunta si specifica che, anche dopo l’affidamento, le aree verdi comunali continueranno ad essere utilizzate da tutti i cittadini perché “l’Amministrazione considera il verde pubblico un bene comune ed è sua intenzione favorirne la tutela attraverso la partecipazione di una cittadinanza attiva, senza fini di lucro”. RR

18 comuni con un’unica

grande “Piazza”

Pag. 22

Barriere architettoniche abbattute e da abbattere A volte la buona volontà nulla può contro i tempi lunghi della burocrazia: se da un lato l’Amministrazione sta procedendo, pure con una certa velocità, a rendere accessibile il palazzo municipale e la discesa al mare in località Campore, dall’altro c’è un impiegato comunale diversamente abile che aspetta da oltre due mesi uno speciale computer per poter lavorare. Se n’è parlato il 26 giugno scorso in un’assemblea organizzata dalla Cgil, alla presenza del responsabile Autonomie locali della Funzione pubblica Paolo Taurino e dell’attivista di Alliste Alessandro Napoli. «Angelo è l’addetto al front-office del settore Affari generali – ha spiegato Taurino – e per le sue mansioni ha bisogno di un computer con sintesi vocale. Peccato che l’ordine di acquisto sia fermo da più di due mesi, nonostante il sindaco Metallo abbia affrontato seriamente il problema». L’assemblea è stata un’occasione per parlare d’integrazione, un terreno su cui l’Italia è ancora tanto debole se la Corte di Giustizia ha bocciato la normativa nazionale che regola l’inserimento lavorativo dei disabili: solo il 16 per cento degli appartenenti alle categorie protette ha un lavoro e chi ce l’ha, come nel caso di Racale, spesso non è messo nelle condizioni di svolgerlo con dignità. RR

sociazione di volontariato operante nel settore socio-sanitario. Durante la cerimonia pubblica del 27 giugno scorso, il sindaco Donato Metallo ha annunciato che affiderà agli operatori della “Misericordia” la formazione gratuita degli impiegati comunali sull’uso del defibrillatore. Inoltre, il presidente dell’associazione Sergio Manni ha anticipato che, da settembre, la sua squadra di volontari sarà presente presso Il Sindaco Metallo durante la consegna la sede della guardia medica, mettendo In Italia circa 164 persone a disposizione l’apparecchio “salal giorno sono colpite da arresto vavita” sia per le visite domiciliari cardiaco e la percentuale di so- che per l’attività ambulatoriale. pravvivenza è bassa, ma aumenRacale ci prova, dunque, a senterebbe se i testimoni praticassero sibilizzare i cittadini su come comtempestivamente la defibrillazione: portarsi di fronte alle emergenze: questo dato, riportato da Corriere. obiettivo che, in grande, sarà porit dell’11 giugno, fa capire l’impor- tato avanti da “Viva! – la settimana tanza del dono di un defibrillatore per la rianimazione cardiopolmoda parte dell’azienda “Minnie srl” nare”, che si svolgerà in tutta Italia alla “Misericordia” di Racale, as- dal 14 al 20 ottobre 2013.

Un defibrillatore alla Misericordia dalla “Minnie”

Il 17 l’ultimo passo verso il riconoscimento, inseguito da alcuni decenni. L’origine protetta per le novelle “di Galatina” rilancia l’agricoltura locale di qualità

Dop, patate uniche Ci siamo. Dopo un cammino abbozzato più volte e alla fine di quello - risolutivo - cominciato nel 2000 in una affollata sala di Alliste, uno dei prodotti agricoli Alliste più genuini, richiesti e “nostri” viene ufficialmente riconosciuto. Con tanto di marchio: Patata novella di Galatina. Il pregiato tubero, coltivato e maturato esclusivamente nel Salento - area della Grecìa e fascia jonica - entra così nel novero dei prodotti a denominazione di origine protetta, in sigla Dop, al pari dei clementine del Golfo di Taranto e della Bella della Daunia (olive), per restare in Puglia. La data, praticamente storica, è quella del 17 luglio in cui a Racale, a partire dalle 18 nella sala San Sebastiano, si svolgerà quella che sarà vissuta come una celebrazione non tanto e non solo della patata, quanto di coloro che in 13 anni e passa ci sono stati dietro, non perdendo mai di vista nè l’obiettivo nè gli ostacoli nè il tragitto da compiere. Poichè delle qualità di questo prodotto delle terre rosse salentine si sa tutto e dappertutto; quello che restava da fare è ottenere l’imprimatur europeo. La “riunione di pubblico accertamento”, dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale per la durata di un mese, aprirà le porte al marchio tanto atteso e

Mario Troisi

Aldo Reho

Il “pubblico accertamento” poi la Gazzetta ufficiale e l’uso del prestigioso marchio sarà consentito agognato dalla parte più attenta e meno rassegnata del mondo agricolo. L’Ue poi, nell’anno successivo, completerà la procedura con eventuali prescrizioni. Della coltura “di straordinaria importanza per l’economia di questo territorio”, come sottolineano i promotori, ne parleranno i vertici dell’associazione produttori Patate di Galatina (il presidente Salvatore Manfreda e il tecnico responsabile della Dop, Aldo Reho); il sindaco di Racale Donato Metallo, due dirigenti del Ministero politiche agricole e forestali, entrambi del sottore Qualità agroalimentare; la dirigente

Ci trovate pure qui ● BAR PRESSO STAZIONE DI SERVIZIO AVIO LAMP via Gallipoli ● SUPERMAC via Gallipoli ● SUPERMERCATO GEAS via Diaz ● STAZIONE DI SERVIZIO TOTAL ERG via Melissano ● PASTICCERIA SACHER via Quarta, 65 ● BAR 901 via Milano ● TABACCHERIA DEA BENDATA via Reg. Margherita ● BAR EMPIRE piazza Beltrano ● SUPERMERCATO CONAD MARGHERITA via San Giovanni Bosco ● SUPERMERCATO SISA via Adis Abeba ● ASSOCIAZIONE APE piazza Beltrano,33

del Servizio alimentazione della Regione Puglia, Rosa Fiore; il dirigente dell’Ufficio provinciale agricoltura di Lecce, Antonio Ferriero, e Mario Troisi, anch’egli di Racale, funzionario dello stesso Ufficio provinciale e che con Reho è stato in tutti questi anni in prima linea, redigendo lo specifico disciplinare di produzione. Il movimento, a tratti convulso e a tratti apparentemente in sonno, affonda le radici negli anni Settanta, secolo scorso. Comune, produttori, cooperative reclamano un marchio, anche per mettere al riparo il prodotto da speculazioni e passaggi che arricchiscono altri e non i diretti protagonisti. È dei primissimi anni Novanta il primo disciplinare di produzione a cura della Camera di commercio di Lecce, ma la documentazione non risulta essere mai stata inviata a Roma. Solo nel 2000 l’amministrazione comunale di Alliste, sindaco Anna Campagna, nell’ambito della valorizzazione delle vocazioni agricole e agroalimentari locali affida il primo incarico a Troisi e Reho; nel 2001, si costituisce sotto questo impulso l’associazione dei produttori pataticoli con sede legale ad Alliste. Da lì il coinvolgimento dell’ente camerale, della Provincia e della federazione dei coltivatori diretti con atto formale. Si parte: al 28 novembre 2003 risale la prima richiesta di riconoscimento Dop, ma solo nel 2009 (incredibile ma vero) il Ministero competente chiede all’associazione ulteriori documenti. L’esito della domanda è comunque negativo. I produttori ripartono alla carica nel febbraio 2010; dopo un anno il Ministero si fa vivo e dopo pochi mesi ottiene ciò che chiedeva, vale a dire relazioni e documenti aggiuntivi. Il “sì” della Regione è del 20 aprile 2012; altri passaggi di materiali tra luglio e novembre con destinazione Roma e infine la comunicazione decisiva: il Ministero il 20 giugno scorso, indice la “riunione di pubblico accertamento”. Sarà durata pure troppo, ma finalmente è fatta.

Reho: «Quanti proclami ma in pochi hanno agito» «Penso che questa storia sia importante per diverse ragioni»: il dottor Aldo Maria Reho, un testimone di primo piano del lungo tragitto, iniziato nel 2000, mette in primo piano intanto la preziosa concretezza dell’obiettivo, che è sotto gli occhi di tutti. Il secondo “segreto” sta “nel non aver delegato ad altri”: «Abbiamo chiesto collaborazione

a tanti - spiega - ma non abbiamo mai delegato il ruolo che ci competeva in quanto associazione di produttori». Ecco poi la “sensibilità di un ente pubblico che ha avuto una visione strategica dello sviluppo del territorio”: il riferimento è all’allora Sindaco di Alliste Alliste, Anna Campagna; a differenza di certa altra politica “che ha fatto proclami e poi se n’è disinteressata”. Infine un altro ingrediente, forse quello decisivo: il protagonismo di persone e competenze della zona interessata “che vivendo il proprio contesto economico, hanno mantenuto nel tempo vivo l’interesse e il perseguimento dell’obiettivo”.


Racale

11 - 24 luglio 2013 OGNI GIOVEDI' A TORRE SUDA MERCATO DI CAMPAGNA AMICA Si svolgerà ogni giovedì pomeriggio dalle ore 19 alle ore 23,30 con pos sibilità di svolgimento anche, eventualmente, in concomitanza di altri

eventi, il mercato degli imprenditori agricoli denominato “il mercato di campagna amica”. Dal l’11 luglio al 5 settembre 2013 sarà la piazzetta Stella Maris di Torre Suda ad ospitarlo. L’organizzazione del mercato è

affidata alla Coldiretti di Lecce. L’iniziativa si propone di promuovere lo sviluppo del territorio e di valorizzare la filiera dei prodotti a “chilometro zero”e rafforzare il rapporto di fiducia con il consumatore.

Presentata la rassegna dedicata ai bambini

23 Il buon esempio

Le "Bagnarole" e il custode segreto

di Marco Montagna

«La cultura non è un lusso ma una necessità». Con la frase del premio Nobel Gao Xingjian è stata presentata il 4 luglio, presso i locali della "Stella Maris" di Torre Suda, la rassegna estiva comunale dedicata ai bambini e ai ragazzi. L’iniziativa è frutto dell’impegno delle associazioni Polybius - Presidio del Libro di Racale, Aipm (Accademia per la promozione della matematica) di Taviano, Comitato dei geno nitori di Racale e Pro loco. «Se si tiene conto del periodo di grande difficoltà che stiamo vivendo - ha commentato il sindaco Metallo quello che hanno realizzato le associazioni e i genitori è davvero un sogno ed io sono debitore e riconoscente verso di loro». Il ricco cartellone va dai laboratori letterari a quelli artistici, dai “flashbook” interattivi ai giochi di carte e a quelli “de na fiata”, passando per la robotica educativa di base con i corsi dell’ingegnere Viviano Causo. Il via ufficiale al programma l’ha dato, sabato 6, la scrittrice Chiara Lorenzoni che ha stimolato l’interesse di tantissimi bambini con il laboratorio “Storie con i piedi”. Questi gli appuntamenti di luglio: sabato 25, laboratorio d’illustrazione curato da Fabio De Donno, presso il Cafè del Mar. Le lezioni di robotica educativa, realizzate con il patrocinio della Provincia, si

Da sinistra in senso orario: il laboratorio di robotica educativa; Storie con i piedi di Chiara Lorenzoni e i bambini del Doposcuola estivo nella foto di Studio ritratti Melissano

Si gioca e s'impara

Tra i posti più nascosti della splendida costa di Torre Suda c’è una caletta chiamata "Bagnarole". La zona si trova tra il Canale della Volpe e quella che costeggia la Torre ed esprime appieno - forse più che altrove - il concetto di “salentinità”. Il tratto costiero è contornato da alcuni elementi tipici del nostro territorio, come le piante di fico d’india con le pale spinose e i frutti colorati, gli odori della macchia mediterranea e una serie di ville al mare, alcune in stile ottocentesco, che ne caratterizzano l’ambiente. L’origine della denominazione “Bagnarole” è controversa: potrebbero chiamarsi così sia perché, in un passato non troppo recente, era l’approdo al mare per le barchette dei pescatori, sia per l’usanza di un tempo di costruire una serie di “separé”, chiamati, appunto, “ba-

terranno ogni martedì presso la casa canonica della "Stella Maris" in via L.Rizzo 50. Nello stesso locale, il 12 e 19, si svolgeranno i laboratori di pittura coordinati da Caterina Mauro. L’Aipm organizza tornei di carte Yu-Gi-Oh nei giorni 11 e 18, sempre presso il Cafè del Mar. Domenica 28 doppio appuntamento: in mattina, “Giornata ecologica” in Largo Torre, in serata, ai Cantieri Koreja di Lecce, rappresentazione de “Giardini di plastica”. Con una festa celebrativa in Largo Torre, sabato 20, si chiuderà il doposcuola estivo (“M’invento l’estate”) patrocinato dal Comune e organizzato dall’associazione Artisti di Melissano. Per informazioni conMelissano tattare lo Iat: tel. 0833-902352, mail: estateragazzi_t.suda@libero.it, Facebook: Estate ragazzi 2013 Torre Suda.

Approvato dalla Giunta comunale il progetto di ristrutturazione

Il campo sportivo si rifà il look È stato approvato dalla Giunta comunale di Racale (delibera n. 157 del 7 giugno) il progetto preliminare riguardo la “Ristrutturazione edilizia per il miglioramento dell’accessibilità, multifunzionalità, sostenibilità e adeguamento del campo sportivo comunale” di via Melissano. L’intenzione dell’Amministrazione è di sano sfruttare i fondi messi a disposizione dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, dipartimento degli Affari regionali, con i quali s’incentivano lo sviluppo e la capillare diffusione dell’attività sportiva. Il progetto è inserito nel Programma triennale dei Lavori pubblici per il periodo 2012-2014. L’importo dei lavori, stimato dai progettisti, è di 135mila euro. Secondo l’atto approvato dalla Giunta, la somma sarà garantita inoltrando richiesta di finanziamento al Dipartimento per 126.600 euro, coprendo la restante parte, pari a 8.400 euro,

con fondi propri di bilancio 2013 in fase di predisposizione. Tra i lavori che s’intendono eseguire ci sono la realizzazione di un anello pedonale tra gli spalti e i muri perimetrali dello stadio che possa essere sfruttato dai podisti, una zona per i diversamente abili e la predisposizione di chioschi per il ristoro degli avventori. MM

FASCINO NASCOSTO Le "Bagnarole" continuano ad ammaliare chi ha la fortuna di conoscerle e di frequentarle. C'è Carmelo, quasi un "custode " del posto ,che si prende cura e ripara i danni fatti da gente distratta e poco attenta

gnarole”, che avevano il compito di tutelare la privacy dei proprietari delle ville mentre facevano il bagno. Oggi, di barche che scendono in acqua non ce ne sono più, anche perché tra la stradina e gli scogli è presente un breve tratto di sterrato pietroso su cui è difficile transitare. La bellezza selvaggia di quel posto ha il potere di distendere e cullare sia chi la visita, sia chi la cura. Come il buon Carmelo, per esempio, una sorta di “angelo custode” di quegli scogli. L’uomo, con invidiabile costanza, spende parte del suo tempo libero per ripulire sistematicamente la costa dai rifiuti che qualche “sbadato” dimentica di gettare nei cassonetti. Spinto solo dall’amore per quei posti che in pochi, se non chi ci è nato o chi li frequenta da anni, possono capire. MM

Atletico Racale, nuovo organigramma Cambio della guardia ai vertici dell’Atletico Racale: il nuovo presidente è Francesco Cimino che rileva Lorenzo Alfarano alla guida della società. La notizia è stata ufficializzata nei giorni scorsi. Insieme a Cimino, compongono il nuovo organigramma Mauro Cacciatore (vice presidente), Marco Gianfreda (direttore sportivo), Marco Palamà (sport manager), Daniele Santantonio (segretario), Fausto Schirinzi (vice segretario), Maurizio Mercutello (cassiere e consulente), Francesco Simeone (vice cassiere), Marco Marsano (addetto stampa), Stefano Renna e Fabrizio Milelli (dirigenti), Tommaso De Lorenzis e Francesco Causo (collaboratori esterni). In

Cimino presidente

La formazione 2012; nel riquadro il presidente Francesco Cimino

panchina siederà il riconfermato mister Danilo Culiersi che si avvarrà del supporto tecnico e della collaborazione di Marco Gianfreda e di Mario Cimino. La dirigenza è già al lavoro per

rinforzare la squadra, che anche l’anno prossimo militerà in Seconda Categoria dopo la rocambolesca e sofferta salvezza conquistata nella scorsa stagione. MM


NUMERI UTILI Carabinieri: 0833 552727 Guardia medica: 0833 552776 Protezione Civile: 389 6815612 Comune: 0833 902711 Polizia municipale: 0833 584337

ALLISTE 11 - 24 luglio 2013

In questa piazza molto frequentata puoi fare l'incontro che cercavi

Pag. 24

Si è concluso il campo estivo dei disabili organizzato dalla cooperativa sociale "Alberto Tuma" In un noto e spiritoso spot televisivo, chi ritorna dalla crociera soffre di crisi d’astinenza, non riuscendo a riabituarsi alla vita quotidiana: così è stato, a quanto pare, anche per i ragazzi diversamente abili che hanno partecipato al campo estivo organizzato dalla cooperativa sociale “Alberto Tuma” (presieduta da Silvana Marzo), dal 12 al 21 giugno scorso. «Sembravano proprio i protagonisti di quella pubblicità – svela con tono scherzoso Riccardo Tuma, responsabile amministrativo del centro – per loro si è trattato di una vera va-

Una vacanza da ricordare canza, pur avendo soggiornato a poca distanza da casa». Presso la struttura ricettiva “I sogni di Venere” a Torre Suda, marina di Racale Suda Racale, i venti partecipanti sono stati coinvolti in numerose attività non solo ludiche, ma aventi anche l’obiettivo di responsabilizzarli, rafforzandone l’autonomia personale: tra un tuffo in piscina, canti e balli, insieme agli operatori e ai volontari hanno impastato pucce e biscotti, non prima di aver rifatto il proprio letto. RR

Tutti i piscina: ci si diverte anche a pochi km da casa

Da "Benvenuta Estate" della Pro loco a "Il canto delle cicale" di Roberta Rahinò

“Benvenuta estate”: lo ha dato l’associazione Pro loco di Felline, lo scorso 4 luglio, con l’evento enogastronomico così denominato e al cui richiamo, che arriva puntuale ogni anno, i turisti non hanno saputo resistere. «È andata abbastanza bene – è stato il commento del presidente Antonia Ferocino – nonostante la pioggia ci abbia colti di sorpresa nel bel mezzo della festa». I capricci del tempo non hanno di certo trattenuto la folla, infatti, dal seguire la scia dei buoni odori e dal prendere d’assalto quei prodotti tipici salentini in bella mostra sugli stand: il pesce fritto, le verdure grigliate, le “sagne ‘ncannulate”, il pane di grano, ma soprattutto sono andati a ruba la cupeta e i pasticciotti, sfornati all’istante da un’anziana signora del paese. In fila per impossessarsi del proprio piatto come di un trofeo, qualcuno ha canticchiato, altri hanno azzardato qualche passo di pizzica, sentendosi rapiti e quasi “invasati” dal ritmo dei “Pizzicacore” di Taviano in concerto. «Speriamo di fare ancora meglio nelle due prossime iniziative in programma», ha concluso la presidente Ferocino riferendosi ai due tradizionali appuntamenti tanto attesi ogni anno: la diciannovesima sagra della patata “sieglinde”, prevista per giovedì 25 luglio insieme all’esibizione degli “Indiano Salentino e Artetnica”, e la quindicesima edizione della sagra della polpetta, l’8

Aprono le sagre Attesa grande affluenza di turisti Ordinanza del sindaco per due pozzi scoperti Due pericolosi pozzi scoperti sono stati rinvenuti nella zona industriale di Alliste, su via Felline, dagli agenti della Polizia municipale. È accaduto il 3 luglio scorso, in seguito ad un incendio sviluppatosi nella stessa zona e domato dai vigili del fuoco Ugento. Il sindaco Antonio Ermenegildi Ugento do Renna è intervenuto immediatamente emettendo un’ordinanza che obbliga i proprietari dei pozzi privi di protezione a provvedere subito alla loro messa in sicurezza. Dovranno essere realizzate, entro 30 giorni dalla notifica dell’ordinanza, solide strutture di protezione o chiusura che garantiscano l’incolumità di tutti. Le campagne, ancora, possono presentare insidie nascoste, per questo la vigilanza e la sicurezza sono estremamente necessarie. Una immagine da "Benvenuta estate"

Stand per tutti i gusti dalle sagne 'ncannulate alle patate presto Dop poi polpette e pesce Insomma, c'è di tutto

agosto, abbinata ai canti popolari e alle pizziche d’amore dei “CaUgento. lanti” di Ugento Se la Pro loco ha dato il benvenuto alla stagione estiva, a congedarla ci penserà l’associazione Caritas di Alliste: giovedì 22 agosto, in occasione della festa della Madonna della Luce a Capilungo (marina di Alliste),

andrà in scena la quinta “sagra della pasta fresca e del pesce” che, nell’edizione precedente, ha fatto registrare un boom di gente e sapori. Sarà infine rispettata la tradizionale attesa per il famoso "Canto delle cicale", col sostegno della Regione. La data, dicono in Comune, è ancora da decidere.

"Anch'io sono la Protezione civile": per la giornata di domenica 7 luglio, lo hanno avuto ben impresso in mente, oltre che sulle maglie, i 54 baby partecipanti al campo scuola organizzato dai volontari di Alliste e Felline (foto). Bambini e ragazzi, tra i 7 e i 15 anni, hanno seguito numerose lezioni e dimostrazioni, sui temi della prevenzione e del soccorso, tenute dalla "Misericordia" di Racale, dalle associazioni di Protezione civile di Taviano e Seclì. Non sono mancati momenti di svago, Marittima, dall'unità cinofila di Seclì a cura dei clown di Valentino De Florio. «Voglio far notare l'importanza delle donne della Protezione civile ha detto il presidente Antonio Renna - che si sono trasformate in cuoche e mamme dei ragazzi per tutta la giornata. Inoltre ringrazio la struttura

sportiva "Femar" di Gino Cazzato che ogni anno ci ospita ai fini della solidarietà».

Nuovo laboratorio di pasticceria per celiaci

Mangiare pasticciotti buoni e senza glutine Mustazzoli, pasticciotti e altri dolci tipici salentini, ricchi di gusto ma privi di glutine: li produrrà il laboratorio di pasticceria per celiaci “Mandorle e miele”, prossimo all’apertura in via Felline ma che ha già ottenuto la certificazione dell’Aic (Associazione italiana celiachia). Il nome racchiude i due punti di forza dell’attività, l’utilizzo dei prodotti della zona e l’attenzione alle intolleranze di tutti i tipi: «C’è il riferimento alla farina di mandorle – spiega Agnese Cimino, titolare insieme al pasticciere Roberto Venneri – che è caratteristica del nostro territorio, e al miele indicato per i diabetici». Il laboratorio non è un punto vendita, ma rifornirà farmacie, supermercati, alberghi e ristoranti, e sarà possibile anche fare acquisti online: «Partiremo dalla produzione dolciaria – annuncia Venneri – ma vogliamo anche specializzarci nella rosticceria

Il salvadanaio dell'associazione "Settima più" per la Lilt

Officina dell'ospitalità e Felline lancia l'idea

Euro dalla musica

«Vogliamo arrivare ad ottenere un marchio territoriale: Felline come terra dell’accoglienza, dell’ospitalità»: con questo obiettivo, illustrato dal presidente Marta Cesi, nasce l’associazione “Felline officina turistica” che, a partire dal 17 luglio, offrirà alla comunità ed agli ospiti una ricca rassegna di eventi. Ne sono entrate a far parte ben otto attività commerciali del posto, quasi tutte con sede nel centro storico, che collaboreranno alla promozione culturale, turistica ed enogastronomica del territorio: “Antico Monastero”, “Posto Divino”, “Il Mulino di Alcantara”, “La Vite colta”, “Felline in b&b”,

Per tutta la stagione musicale del “Settima più” è rimasto lì, poggiato sul bancone, ma più che un soprammobile è stato il protagonista delle serate: il salvadanaio della solidarietà ha fruttato 400 euro già devolute alla Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) che ha ringraziato. Sono andate avanti da dicembre a giugno le “jam session” (esibizioni informali di musicisti) presso l’associazione musico-culturale presieduta da Walter Santoro, in via Vecchia Ugento: ogni giovedì, chi andava via portava a casa una dose di buonumore e lasciava lì un piccolo ma fondamentale contributo per regalare un sorriso ai meno fortunati. La somma solidale è stata raggiunta

“Dolce Felline b&b”, “b&b Porta Terra”, “Progetty design studio”. «Per ora si tratta di un gruppo formato da ristoranti e strutture ricettive – fa sapere la Cesi – ma in futuro abbiamo intenzione di accogliere nella nostra associazione altre tipologie di operatori».

Lezioni di Protezione civile in una domenica diversa

anche grazie alla vendita di tante copie del disco amatoriale di Tommy Catamo, “Tommy, la voce e la chitarra”. Proprio Walter Santoro si era occupato della produzione del lavoro musicale dello “strimpellatore” di Felline, lo scorso novembre. RR

Agnese Cimino

gluten free». Così prende forma un’idea nata tanti anni fa, un po’ per gioco, un po’ perché entrambi si confrontano quotidianamente, per lavoro o motivi personali, con le intolleranze alimentari: Agnese, celiaca, ha un B&B; Roberto lavora presso la pasticceria del padre dove, come dice, una torta su tre è gluten free. RR

Ci trovate pure qui ● SUPERMERCATO SISA via Alliste,30 (Felline) ● TABACCHERIA PAIANO LUIGI via Vittorio Veneto,74 ● OTTICA TOMA via Roma,7 ● ROSA CAFÈ via Alliste,2 (Felline) ● MAGAZZINI EURO via Matteotti,33 ● PROFUMO DI PANE via Racale,37 ● MILANO CAFFÈ via Milano,3 (Felline) ● SUPERMERCATO CONAD via I Maggio,86/b ● SUPERMERCATO SIDIS via Gabriele D'Annunzio,19


NUMERI UTILI Carabinieri: 0833 587171 Comune: 0833 586211 fax 586244 Guardia medica: 0833/581163 Ufficio postale: 0833 971711 Polizia municipale: 0833 587982

MELISSANO 27 giugno - 10 luglio 2013

Preparativi per "Gusto e sapori"

Si stanno definendo gli ultimi dettagli per la 7ª edizione di “Gusti e sapori nel centro antico” (nella foto l'edizione 2012) la manifestazione del 6 agosto organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con gli "Amici del Piper" e i quattro “rioni” cittadini: Stazione, Ora, Caulata e Campo di Fiori. Il 2 luglio scorso si è tenuto il secondo incontro tra gli organizzatori, utile per tracciare le linee guida che caratterizzeranno l’evento. Queste le associazioni che hanno confermato la loro partecipazione: Club Nitro, Junior Band, Caritas, Protezione Civile, Ass. Nazionale Carabinieri, Ass. Famiglia, Azione Cattolica e Confraternita dell’Immacolata. La Fidas, invece, si prenderà un “anno sabbatico”. Gli stand saranno predisposti in modo omogeneo, per disegnare dei percorsi a tema, a seconda delle diverse attività (via dei fornai, via degli artigiani ecc.). Previste anche visite guidate, musica, danza e folklore. Nei prossimi giorni sarà reso noto il programma ufficiale. MM

Pag. 25

Condannati a cinque anni ciascuno i due amministratori della società "Alfra srl": bancarotta Qualche anno fa i supermercati “Scudo” erano in numerosi centri del Salento, punti vendita, tra gli altri, anGallipoli, Casarano Casarano, che a Gallipoli Galatone, Copertino, Maglie. Galatone Poi il crac su cui le verifiche della Guardia di finanza hanno permesso di fare luce, quindi il processo e la condanna ai due che si sono succeduti come ammistratori. Salvatore Scudo, 55 anni di Galatone Galatone, e Raffaele Esposito, di 56 di Melissano, sono stati condannati nei giorni scorsi a cinque anni ciascuno (il pubblico ministero ne aveva chiesti sei).

Se lo "scudo" non protegge L’accusa è di bancarotta: avrebbero distratto, infatti, beni della società per milioni di euro. C’è un lungo e dettagliato elenco nel capo di imputazione da cui risulta che sarebbero sparite rimanenze di merce per somme ingenti dai vari punti vendita. L’inchiesta della Procura ha avuto inizio dopo la sentenza di fallimento della società “Alfra srl” ad aprile del 2006. Salvatore Scudo era stato am-

Il Consiglio ha approvato l'ultimo Piano di riequilibrio di Marco Montagna

Con un giornale come questo la tua proposta arriva a destinazione e ci rimane

Uno dei supermercati "Scudo"

ministratore fino al 2005 e Raffaele Esposito gli era succeduto dal marzo 2005 fino alla sentenza di fallimento. Oltre ai cinque anni di reclusione per ciascuno, i due imprenditori sono stati condannati anche a pene accessorie tra cui l’interdizione all’esercizio di impresa. Si chiude, così, una vicenda che ha interessato numerose famiglie e tanti lavoratori salentini.

Ispezioni nelle buste dei rifiuti domestici: tutto ok

Per il Garante non c'è violazione della privacy Via alle nuove tariffe, tagli alle spese ma lo scontro non cessa

I debiti in 8 anni

Via libera dal Consiglio comunale al piano di riequilibrio pluriennale che diluisce i debiti dell’ente in un arco di tempo di otto anni. Angelo Calabretti e Giuseppe Tanisi, i due professionisti che hanno sottoscritto la manovra correttiva, hanno proposto un piano più corto nei tempi (otto anni sui dieci a disposizione) e che si basa su alcuni rigorosi concetti: aumento al massimo delle tasse, vendita dei beni pubblici (auspicando l’alienazione del 51% della Farmacia comunale entro l’anno), rideterminazione della dotazione organica, taglio delle spese, efficace opera di riscossione La seduta del 6 luglio scorso dei tributi. L’assemblea, convocata in un orario atipico (le 12.30 di sabato 6 luglio), ha anche approvato le tariffe 2013 di Caputo: «Il debito frutto Imu (aumenta al 10,6 per mille l’aliquota sulla seconda casa), della gestione allegra del Tarsu/Tares e Tosap (invariate), sindaco e dei predecessori» vendita di lotti in zona Pip (9,45 euro/mq) e Peep (24,95 euro/ mq). Rinviato il punto sugli oneruccio Caputo: «Il sindaco si è ri edilizi 2008-12. Assenti i consiglieri Cortese, arrampicato sugli specchi, senza Marra e Luigi Marino, la mino- dire che il debito accumulato è ranza di "Progetto Melissano" frutto della gestione allegra delha votato a sfavore. Così ha la sua amministrazione e di chi, commentato il capogruppo Fer- in passato, si è succeduto sulla

sua poltrona». Sul piano pluriennale c’è il parere negativo del revisore dei conti Antonio Palma “in quanto sussiste il non rispetto delle sanzioni rivenienti dallo sforamento del Patto di stabilità 2012”. Decisione “inevitabile”, secondo il sindaco Roberto Falconieri, che, però, ha evidenziato come lo stesso revisore abbia condiviso alcuni punti del piano di risanamento. «È stato raggiunto un punto importante per cominciare a tracciare un percorso verso il risanamento finanziario che dia serenità all’Amministrazione e migliori la qualità della vita dei cittadini» ha aggiunto Falconieri. Il Fondo di rotazione concesso dal Ministero è pari a 834mila euro circa sui due milioni potenzialmente fruibili. La somma potrebbe essere poi incrementata se l’ente dimostrerà, con i numeri, di essere sulla strada del risanamento. Altri fondi sono stati incamerati sottoscrivendo un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti. In fondo al tunnel, forse, si comincia a intravedere un bagliore di luce, ma la strada è ancora lunga.

Nuovo mutuo per pagare i creditori Oltre alla richiesta di accesso al Fondo di rotazione, che dovrebbe assicurare almeno 834mila euro per il risanamento dell’ente, è stato sottoscritto nei giorni scorsi un contratto di mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti. La somma erogata ammonta a 1.262.417.80 euro, liquidabile in due tempi. La prima rata, di 631.208,90 euro è stata accreditata in data 30 giugno. Con essa sono stati estinti debiti verso terzi risalenti al periodo gennaio 2009 - aprile 2012. La differenza di 1.125,12 euro è stata coperta da fondi comunali. La seconda rata del mutuo, d’importo pari alla prima, dovrebbe essere disponibile il 28 febbraio 2014 e i pagamenti saranno effettuati entro il 30 marzo del prossimo anno.

Riprendono le ispezioni comunali sui rifiuti ma non si placa il botta e risposta epistolare tra il sindaco Roberto Falconieri e la sua ex vice, Valeria Marra. Dopo la denuncia presentata dalla consigliera di MeP, nel marzo scorso, al Garante della Privacy, scritta “a nome di alcuni cittadini indignati”, fu sospeso il servizio di controlli a campione nei bidoncini, attuato dagli addetti comunali allo scopo di verificarne il corretto smaltimento dei rifiuti in essi contenuti. Per Marra, le “invasive” ispezioni ai sacchetti e le foto scattate, anche “in privata dimora”, al loro contenuto, potevano prefigurare la violazione della privacy dei cittadini “perché tra i rifiuti si possono trovare effetti personali indicativi dello stato di salute dell’individuo”. Il Garante, letta la relazione dell’Amministrazione, non rilevava violazioni di sorta. Per il Sindaco, l’iniziativa di Marra è stata “strampalata e pretestuosa”, giacché “non c’è nessuna voglia di ficcare il naso nei rifiuti dei cittadini ma solo l’impegno a tutelare la salute, l’ambiente e, non meno importante, ridurre il costo del servizio”. A testimonianza di ciò, Falconieri ricorda il trend positivo fatto registrare Roberto Falconieri Valeria Marra dalla raccolta differenziata nel mese di maggio e, in generale, nell’ultimo biennio, la consegna delle compostiere ai cittadini e il progetto di ecocentro che sta per partire. Marra non ci sta e ricordando, tra l’altro, il suo impegno sull’ambiente, da assessore alla Pubblica istruzione, ribatte che “il Sindaco ha ingannato il Garante”, poiché le verifiche sono state eseguite “anche in private dimore” (fatto vietato dalla normativa) e i cittadini sarebbero “pronti a dimostrarlo”. La polemica, comunque, non sembra destinata a finire qui. Intanto dal Comune partirà a breve una seconda campagna per educare i cittadini al corretto smaltimento dei rifiuti. MM

In svolgimento il cineforum nel cortile della chiesa del Redentore

Conclusa con successo la stagione del "Centro danza Silphide"

Un film per stare insieme

Una valigia piena di applausi

“A tu per tu: per vedere l’altro in modo nuovo”. È questo il titolo del ciclo di proiezioni cinematografiche all’aperto organizzato, gratuitamente e tutti i giovedì sera, presso il cortile della chiesa di Gesù Redentore. Le serate di cineforum sono state inaugurate il 27 giugno scorso con la proiezione del pluripremiato film “Quasi amici”, che narra la vera storia di un tetraplegico milionario francese e del suo badante senegalese. Il 4 luglio è stata la volta di “La tigre e la neve” di Roberto Benigni, pellicola che racconta la guerra in Iraq. La sera dell’11 è andato in scena “Up”, il film d’animazione, due volte Premio Oscar nel 2010. Il ciclo si chiuderà con la visione di “Molto forte, incredibilmente vicino” (due Oscar nel 2012) la sera del 18 luglio e con “Il mio migliore

“Una valigia di sogni”, una vagonata di applausi. Si è conclusa con il botto la stagione del "Centro danza Sylphide" di Melissano con due serate che hanno riscosso un grande successo. Sabato 22 giugno, la serata Fashion & Dance, dedicata alla moda, alla danza e al canto ha aperto la strada al clou di sabato 29, quando, davanti ad una gremitissima piazza Garibaldi, gli oltre cento allievi diretti da Francesco Rizzello e Tania Macagnino hanno portato in scena il saggio “Una valigia di sogni”. Si è trattato di una sorta d’immenso abbraccio della danza al mondo, un’esplorazione delle tante coloriture musicali e delle danze di ogni regione e di ogni epoca, dai flamenchi spagnoli alla Francia del Moulin Rouge, dall’America del burlesque alle danzatrici del ventre indiane, non trascurando le tradizioni italiane e salentine. Ospite d’onore, la ballerina

La chiesa di Gesù Redentore

amico”, in programma il 25, ultima occasione di stare insieme all’aria aperta e socializzare gustandosi una pellicola di qualità. MM

Ci trovate pure qui ● BAR CARIOCA via Casarano ● TABACCHI SCOZZI via Casarano ● SUPERMERCATO CONAD via Racale ● TABACCHI MARSANO via Racale 13 ● SUPERMERCATO METÀ via Racale 136 ● BAR EUROPA via Crispi,2 ● MACELLERIA MARSANO via Palermo ● SUPERMERCATO SIDIS via Trento,35 ● PIS.COBAR via F.lli Cervi,23 ● IPERFRUTTA via Palermo,140

Il saggio "Una valigia di sogni"

professionista di flamenco Danila Scarlino. Completano la squadra vincente della Sylphide l’insegnante Serena Tardi e i due scenografi Andrea Cortese e Antonio Manco. MM

È la tua “Piazza” multimediale, contattaci per info sulla tua pubblicità

info@piazzasalento.it


NUMERI UTILI Biblioteca: 0833 621964 Carabinieri: 0833 622010, 623535 Consultorio familiare: 0833 625967 Guardia medica: 0833 622386 Municipio: 0833 626411; Sito ufficiale: www.comune.taurisano.le.it; E-mail: info@ comune.taurisano.le.it Polizia municipale: 0833 622014 Protezione civile: 0833 623965 Ufficio postale 0833 626311

Dal 18 luglio XII edizione del “Trofeo Scarlino”

TAURISANO

Miss Mondo 2014

di Rocco Schiavano

Dal 18 luglio il grande tennis sarà di scena a Taurisano con la XII edizione del Torneo nazionale Open II categoria “Trofeo Scarlino”, inserito nel ranking tennistico federale. L’organizzazione è a cura del Circolo tennis “Giovanni Verardi”. È prevista la presenza di non meno 60 tennisti, provenienti da tutti i circoli pugliesi ma anche da sodalizi tennistici di altre regioni. Negli ultimi due anni il livello tecnico della manifestazione è cresciuto anche perché la presenza dei vari Micolani, Scala e Marturano non poteva che innalzare le quotazioni del torneo taurisanese, che, anche per l’edizione 2013, si fregia del riconoscimen-

Rassegna teatrale

La bellezza Ritorna nella piazza “Ambarabà” rinnovata fiabe e cunti

La colorata carovana di Miss Mondo giovedì 4 luglio ha fatto tappa a Taurisano, ospitata per l’occasione in Piazza Castello, riaperta al pubblico dopo i lavori di rigenerazione urbana. La serata è stata presentata da Marco Rollo e Bruno Conte, con la partecipazione di vari ospiti che hanno arricchito l’appuntamento, mentre l’organizzazione è stata voluta dall’Acast, l’associazione locale che riunisce le forze produttive e commerciali, al cui vertice c’è attualmente Giuseppe Viva. Quest’ultimo nel corso dell’intervento di apertura ha motivato la scelta dell’associazione: «L’Acast - ha detto - con la collaborazione della consulta giovanile ed una quarantina tra attività commerciali ed imprenditoriali e senza chiedere alcun contributo all’Amministrazione comunale, ci teneva ad effettuare una manifestazione rilevante all’interno della rinnovata Piazza Castello, perché sembrava giusto che fossero i commercianti, gli artigiani e gli imprenditori locali a prodigarsi per l’inaugurazione e a riconsegnare la piazza alla cittadinanza, dopo i lunghi lavori di riqualificazione». Sono seguiti gli interventi del sindaco Lucio Di Seclì e dell’assessore regionale Loredana Capone. Prima assoluta della tappa taurisanese di Miss Mondo è risultata Piera Barletta, diciannovenne di Villa Castelli, su 30 ragazze che hanno sfilato.

Pag. 26

11 - 24 luglio 2013

Il grande tennis torna di casa al “Verardi”

La rassegna teatrale per bambini “Ambarabà” spegne ben 16 candeline e si prepara ad una nuova edizione di racconti “sotto le stelle”. Tre gli appuntamenti previsti per quest’anno dall’associazione culturale “Aldo Sabato” per la manifestazione che l’assessorato alla Cultura ha inserito nella rassegna degli eventi estivi. Le rappresentazioni teatrali si svolgeranno nell’anfiteatro comunale e inizieranno alle 21. Si comincia il 16 luglio con “La bicicletta rossa”, portata in scena da “Principio attivo teatro” per la regia di Giuseppe Semeraro. Una fiaba moderna in cui Marta, una bambina che ancora si trova nel grembo della sua mamma, racconta le avventure della sua famiglia. Il 18 luglio l’anfiteatro comunale ospiterà “Kalinka”, di e con Maila Sparapani e Ferdinando D’Andria. Sarà uno spettacolo con gag, improvvisazioni, comicità spontanea e costruita in cui Mascherpa, impresario “cialtrone”, presenta l’artista russa Maila Zirovna. Il tutto tra eccezionali performance musicali e canore e numeri da giocolieri. La chiusura della rassegna sarà affidata a “Hanà e Momò”, portata sul palco da “Principio attivo teatro” per la regia di Cristina Mileti e Francesca Randazzo. “Hanà e Momò” è liberamente ispirato alla «Favola d’amore» di Herman Hesse. PT

Ci trovate pure qui ● FARMACIA PALESE via A. De Gasperi ● SUPERMERCATO PUNTO SPESA p.zza Libertà,27 ● SUPERMERCATO SISA via Eroi D’Italia,162/a ● POLLARA CAFE’ via Macchia,20 ● SUPERMERCATO L’ ESSENZA viale Eroi D’Italia,21 ● ANTICA PANETTERIA SCORDELLA via SS. Crocefisso ,8 ● BAR GIULIA presso stazione Q8 via Casarano,34 ● SANI SAPORI via Eroi D’Italia,50 ● ACCONCIATURE ANTONIO CIULLO via M. D’ Otran to,146 BAR PASTICCERIA LA PARMENTE c.so L. Da Vinci MAGAZZINI EURO via San Donato ,7

Usa questo mezzo capillare per la tua pubblicità

to della Fit nazionale e regionale, del Coni e del patrocinio della Provincia di Lecce e del Comune di Taurisano. Per la cerimonia di apertura e di chiusura hanno garantito la presenza il presidente della Provincia, Gabellone, i presidenti della Fit regionale e provinciale, Donato Calabrese ed Elio Pagliara, il vicepresidente della Fit regionale Giovanni Stasi. In completa ipnosi organizzativa è il presidente del “Verardi”, Ivano Colona, che, insieme ai collaboratori Bruno Rizzello, Antonio Tornesello, Mario De Icco, Flavio Preite, Emanuele Pizzi, ha pianificato al meglio il torneo: «Ogni anno - dice - ci rendiamo conto che il lavoro organizzativo rimane oneroso e complicato, ma il nostro entusiasmo ci consente di superare ogni forma di ostacolo».

Edizione 2012, a sinistra il vincitore Micolani, accanto Scala

Via agli incontri estivi. E alcuni ragazzi guardano a Cipro

C’è di tutto, sport danza e ristori di Pierangelo Tempesta

Ritorna “Estate taurisanese”, organizzata dall’assessorato comunale alla Cultura in collaborazione con le associazioni del paese. Tante le iniziative in programma. Ecco gli appuntamenti dei prossimi giorni. Giovedì, 11 luglio nella casa natale di Vanini, alle 18.30 ci sarà il convegno “Quando un modello funziona: esperienza di inclusione sociale a Taurisano”; sabato 13, poi, l’associazione sportiva “Latin dance” proporrà il “Secondo galà di danza”, alle 18 in piazza Uni-

Nello stadio comunale

Il “Perrotta” in archivio Si è svolto presso lo stadio comunale di Via S. D’Acquisto il terzo memorial dedicato a Luigi Perrotta, per anni dirigente sportivo prematuramente scomparso nel 2009. La serata è stata voluta e organizzata dall’Inter club “J. Zanetti”, del quale Luigi Perrotta fu per anni presidente, ed ha visto coinvolto anche l’Inter club “Cosma” di Galatone Galatone, con cui poi sul rettangolo di gioco si è dato vita ad una sfida calcistica tutta nerazzurra. Presente alla serata la moglie di Perrotta, Giovanna Stifani, accompagnata dalle figlie Simona, Federica e Chiara, che ha ringraziato gli organizzatori del memorial. Nel corso della serata sono intervenuti anche i coordinatori dell’Inter club regionale Giovanni Pezzuto e Aurelio Colitta, il vicepresidente della Figc Puglia, Otello Sariconi. Hanno preso la parola Luca Rosafio, presidente dell’Inter club Taurisano, il vicesindaco del Comune, Claudio Scordella, i quali hanno ricordato le doti umane e professionali di Luigi Perrotta, l’abilità e la lungimiranza nella gestione dell’Us Taurisano, approdata proprio sotto la sua guida a livelli calcistici mai prima raggiunti, culminati con la promozione in serie D. RS

tà d’Italia. Martedì 16 avrà inizio la rassegna teatrale per bambini “Ambarabà: racconti sotto le stelle”; giovedì 18, appuntamento con lo sport: nell’oratorio parrocchiale ci sarà l’undicesima edizione

del torneo di tennis organizzato dal circolo “G. Verardi”; venerdì 19 sarà presentato ufficialmente il progetto europeo “Giovani e democrazia”, che vede alcuni ragazzi di Taurisano protagonisti di uno scambio culturale con i loro coetanei ciprioti. L’appuntamento è organizzato dal Comune e dall’associazione “Fattoria pugliese diffusa”. Sabato 20 luglio, poi, l’imperdibile appuntamento con l’ormai tradizionale sagra del wurstel e della birra (nella foto l’edizione 2012), a cura degli Amatori calcio.

CLICK IRAN PONZETTA VINCE A NOVI VELIA Ancora un’affermazione per l’atleta taurisanese Iran Ponzetta, tesserato per l’Asd Capo di Leuca, che sabato 30 giugno si è imposto nel trofeo Trail Monte Gelbison, svoltosi a Novi Velia in provincia di Salerno, Su un percorso di 16 chilometri, impervio e pungente, il tutto condito da una fastidiosa pioggia, Iran Ponzetta è riuscito ancora una volta ad imporre il proprio ritmo ed a vincere con maestria una gara condotta con intelligenza e acume tattico. “E...STATE IN BIBLIOTECA” Fino al 31 luglio “E...state in biblioteca 2013”, attività ludico culturali promosse dall’assessorato alla Cultura e dalla biblioterca “Corsano”. Ogni martedì, mercoledì e giovedì, ore 9-12.


NUMERI UTILI: Municipio: 0833 555091; Uff. Sindaco: 0833 555031; Polizia Municipale: 0833 555770; Carabinieri: 0833 555010 - 0833 556767; SOS mare T.San Giovanni: 0833 931100; Uff. servizi Sociali: 0833 556460; Museo: 0833 555819

UGENTO

Benvenuti in “Piazza”

Pag. 27

11 - 24 luglio 2013

Fino a settembre novità nel traffico a Ugento e lungo la costa super affollata

Centro e litorale godibile Ampie zone pedonali sul lungomare: queste le vie Novità per il traffico a Ugento e nelle marine. Come ogni estate, sono state predisposte le norme per regolare il transito delle auto nel centro storico e sul litorale. Fino al 25 settembre il centro di Ugento sarà off limits dalle 20 all’una. Non si potrà circolare in auto su via Castello, via Minturno, via Cavour, via Tenente Liborio Ponzi, via della Zecca, via Roma, via Benedettine, via Andrea Gigli, piazza San Vincenzo, via Artanisi, via Barbosa e

Ugento, piazza S. Vincenzo

corso Umberto I. A Torre San Giovanni, è stata istituita la zona pedonale su corso Annibale (dall’incrocio con corso Uxentum a quello con via Caboto) e su lungomare Japigia (dall’incrocio con via Magellano a quello con corso Uxentum). Il traffico sarà chiuso dalle 21 alle 24 per poco più di un mese, dal 21 luglio al 25 agosto. A Lido Marini il traffico è vietato su corso Colombo, da via Zanardelli a piazza Tirolo,

Le marine di Ugento avranno presto la loro rete fognaria. È quanto ha annunciato il Comune nei giorni scorsi illustrando gli interventi finanziati con i fondi del Comitato interministeriale per la programmazione economica. Nel giro di pochi anni - tre, secondo le stime comunali - dovrebbe trovare soluzione uno dei problemi più annosi delle località balneari ugentine. Nelle proposte dell’accordo di programma quadro "Settore idrico-depurazione" rientra il completamento della rete idrica e fognaria di località Fontanelle, di Torre Mozza e di una prima parte di Torre San Giovanni. L’importo di spesa è di 9 milioni e 800mila euro. Inoltre si prevede la realizzazione di un sistema di "sub-urbane" che interesseranno le marine di Ugento e Alliste Alliste, per le quali sono stati previsti 3 milioni di euro. Interventi anche per il depuratore di Ugento, che sarà potenziato con 2 milioni e 900mila euro per essere reso idoneo a ricevere anche i reflui di Alliste e Felline Felline. Infine, previsti interventi anche per Lido Marini: con tre

In tre anni scarichi ok L'intervento da 3 milioni interessa anche Alliste BELLEZZA E DISAGI La mancanza della rete fognaria nelle marine è un disagio che mal si concila con la bellezza dei luoghi. In alto Torre Mozza, in basso una veduta di Lido Marini in un foto di M. Pepe

milioni di euro stanziati, sono in programma i lavori di potenziamento dell’impianto di depurazione di Morciano di Leuca, nel quale dovrebbero confluire i reflui provenienti dalla marina, in vista della realizzazione della rete fognaria. Con i fondi stanziati dal Comitato interministeriale, dunque, potrebbe presto giungere la parola "fine" ai tanti disagi che derivano dall’utilizzo dei "pozzi neri" nelle marine. Secondo quanto stimato dal Comune, i lavori dovrebbero iniziare nel 2014, per concludersi nel 2016. Dopo i diversi incontri operativi in Regione, ai quali ha partecipato anche il Comune, si attende ora che i tecnici dell’Acquedotto pugliese redigano i progetti esecutivi. Sarà archiviato, così, uno dei più pesanti disagi per gli abitanti e per i turisti che d'estate affollano le marine. Un disagio che mal si concilia con la bellezza dei luoghi e con gli sforzi che le amministrazioni locali fanno per rendere il territorio sempre più appetibile. Ormai lo sanno tutti che il sole, il mare, la bellezza del patrimonio artistico servono a tanto, ma non suppliscono i servizi fondamentali.

Il giallo del divieto “Balneazione non sicura per mancanza del servizio di salvataggio”, così si legge sui cartelli apparsi sul lungomare di Torre S. Giovanni. E sarebbe falso. Secondo il dirigente della sezione di Sel, Roberto Spennato, si tratterebbe di ben altro perché la vera ragione, sarebbe lo sbocco del canale “Risetani-Colatisi”, collegato al sistema dei bacini di Ugento. D'altronde la zona come "non balneabile" è segnalata anche dal “Portale acque “ del Ministero della Salute.

A Torre San Giovanni parte il "Mercatino del mare". Il Comune ha concesso in via sperimentale tre delle quattro postazioni che su piazzetta Urro erano state riservate ai produttori agricoli all’utilizzo da parte degli operatori non professionali che svolgono attività di esposizione e vendita di manufatti. Ovviamente, secondo le norme che regolano i mercatini tipici locali, e in particolare secondo il regolamento comunale approvato nel luglio dello scorso anno, gli operatori che potranno avere accesso agli spazi saranno quelli che non svolgono la vendita dei loro prodotti in forma imprenditoriale, ma solo occasionalmente. Il "mercatino del mare" sarà aperto da luglio a settembre tutti i giorni. Non è escluso che, nel nuovo regolamento comunale per il commercio su aree pubbliche (in fase di redazione) si possa pensare ad una sua istituzione permanente. Potranno accedervi tre venditori (tanti quanti i posti non utilizzati dai produttori agricoli), che non potranno esporre e mettere in commercio animali, metalli e pietre preziose, armi, materiale esplosivo e prodotti alimentari. Secondo quanto deliberato dalla Giunta, le auto non potranno posteggiare nei pressi del mercatino. Se, durante il periodo di apertura, ai produttori agricoli dovessero essere necessarie le piazzole espositive a loro riservate, sarà compito del Comune trovare altri spazi all’interno del territorio comunale. PT

Ricco il calendario delle manifestazioni con una sfilza di sagre e musiche medievali

Ci trovate pure qui • BAR OZAN largo S. Nicola,1 • TABACCHI LA DEA BENDATA via Messapica,63 • CAFFÈ CENTRALE p.zza Colonna ,20 • BAR PASTICCERIA L'ANGOLINI DOLCE via F.lli molle,60 • SUPERMERCATO SIGMA p.tta Ozan,1 • SUPERMERCATO CONAD p.zza Italia,11 • BAR PIAZZA ITALIA via Trieste,30 • PASTA FRESCA FANTASIA via Marina,189 • SUPERMERCATO GEAS via Marina,325 • FRUTTA E FRUTTA di Molle Roberto via Napoli,17 • PRO LOCO UGENTO p.zza San Vincenzo • TABACCHERIA via Ripamonti,47 • TABACCHI PASSASEO CINZIA via Fiume,70 • LIDO MANIA (Torre Mozza) via G. Tiepolo • BAR ZANZIBAR (Gemini) Via Martiri Di Belfiore,6 • BAR GREEN SQUARE (Gemini) via Reg. Elena,6 • SALI E TABACCHI (Gemini ) p.zza Monumento ai caduti,8 • BAR DA DONATO (T.S. Giovanni) c.so Annibale,138 • BAR JONIO (T. San Giovanni ) c.so Auxentum • PASTICCERIA DOLCI SENSAZIONI (T.S. Giovanni) c.so Auxentum • SUPERMERCATO ADRIANA (T.S. Giovanni) c.so Auxentum • SUPERMERCATO PUNTO MARKET (T. S. Giovanni) via Colaianni,122

Il mercatino del mare fino a settembre

dalle 19 alle 6. La zona pedonale sarà in vigore fino al 31 agosto. Su viale dei Tulipani, invece, fino al 31 agosto potranno transitare solo coloro che per vacanza o per lavoro sono diretti al villaggio "Costa del Salento", oltre ai mezzi di soccorso e di emergenza. A Torre Mozza, infine, è stata istituita la zona pedonale su via Tiepolo, dal lato destro della torre. Questa disposizione fino al 30 settembre, ogni giorno dalle 19 alle 6. PT

Rete fognaria nelle marine finanziata: risolto un annoso e scabroso problema di Pierangelo Tempesta

T. S. Giovanni

Al via gli appuntamenti estivi organizzati dal Comune e dalle associazioni del paese. Tante le manifestazioni nel programma presentato nei giorni scorsi dall’assessorato allo spettacolo. Imperdibili le tradizionali sagre: il 28 luglio quella della "puccia", il 4 agosto quella di "Ciciri e tria" (entrambe a Ugento in piazza San Vincenzo), il 7 agosto quella dell’"Arciprevitura in festa" (a Gemini), il 12 e il 13 agosto quella "Te cose nosce" (a Torre Mozza), il 18 e il 19 agosto quella del pesce (a Torre San Giovanni). Si rinnovano anche gli appuntamenti con le feste patronali: il 10 e il 12 agosto Torre San Giovanni onorerà la sua Madonna dell’Aiuto, mentre nel giorno di Ferragosto la Vergine Assunta sarà celebrata a Torre Mozza. Il programma prevede numerosi altri appuntamenti: ecco quelli dei prossimi giorni. Il 14 luglio, a

Di sicuro non ci sarà spazio per la noia Celebrazioni per i patroni rassegna di poeti e un convegno antimafia

La Madonna dell'Aiuto a Torre

Gemini, concerto di musica medievale e rinascimentale nella "chiesa incompiuta". Nello stesso giorno a Torre San Giovanni il primo "Trofeo Zeus" e alle 21 "Night of the gladiator 3" a cura del maestro Mino Conte. Il 14 e il 15 ci sarà anche la tappa del torneo internazionale di rugby "Magna Grecia". Giovedì 18, alle 21 a Ugento, rassegna di poeti e scrittori, mentre venerdì 19 è in programma la manifestazione "La via delle stelle",

in piazza San Vincenzo. Sabato 20, sempre a Ugento, è in programma "Assedi", dramma in atto unico sulla santificazione dei Martiri di Otranto. In contemporanea a Torre San Giovanni si esibirà il clown Lacoste. Sabato 20 e domenica 21, poi, appuntamento con la tappa del torneo internazionale "Beach tennis cup". Domenica 21 in piazza San Vincenzo si esibirà l’orchestra filarmonica Carratta-Valente, mentre a Torre San Giovanni ci saranno il memorial "Peppino Scarlino" e lo spettacolo teatrale "Prestame muierata" della compagnia "Alitzai". Martedì 23 l’onorevole Alfredo Mantovano terrà un incontro sul tema "Per un habitat libero dalle scorie delle mafie", alle 21 nel museo. PT


Ugento

11 - 24 luglio 2013 CORSI SERALI ALL’ALBERGHIERO Sono ancora aperte le iscrizioni al “Bottazzi “ di Ugento per il corso serale 2012-13 nel settore “servizi per l’enogastronomia”, “servizi di vendi-

28

ta, sala bar”, “accoglienza turistica”. Gli insegnamenti sono sia pratici (laboratori di cucina, sala-bar, ricevimento) che teorici (discipline letterarie, scientifiche, lingue straniere). Il corso, rivolto a maggiorenni con

RISPARMIO D’ENERGIA I lavori in corso permetteranno con una serie di interventi mirati di affrontare caldo e freddo con notevole risparmio di soldi

Il caso della gestione del trimarano confiscato alla mala Per la Procura non c’è stato alcun abuso d’ufficio: archiviato il procedimento a carico del sindaco Lecci e degli assessori Chiga, Ponzetta e Specolizzi sulla vicenda dell’acquisizione e dell’affidamento in gestione di un trimarano confiscato alla malavita organizzata. Il caso è partito da un esposto anonimo nel quale si segnalava che l’associazione alla quale era stato affidata l’imbarcazione “Stray”, la “Tempo libero”, era presieduta da un parente di un assessore (e precisamente dal suocero del vicesindaco Greco). L’8 giugno il giudice per le indagini preliminari Carlo Cazzella ha deciso di archiviare il caso, non ravvisando alcuna ipotesi di reato nell’iter procedurale. «L’indagine dell’autorità giudiziaria - secondo gli avvocati Massimo Fasano, Ezio Garzia e Sergio De Giorgi - ha rilevato la correttezza dell’operato degli am-

Non c’è abuso d’ufficio per sindaco e tre assessori

ministratori funzionale all’interesse pubblico, circostanza che ha determinato l’archiviazione». Il trimarano era entrato nel patrimonio comunale nel febbraio del

2012: il Comune lo aveva richiesto alla Procura dopo aver ricevuto la proposta del progetto “La vela per la scuola” da parte dell’associazione “Tempo libero”. Il sodalizio aveva ottenuto in affidamento il natante ad agosto. Da una relazione fatta redigere dal Comune era stato possibile stabilire che l’imbarcazione aveva un valore di 5mila euro e che per renderla idonea alla navigazione ce ne sarebbero voluti 108mila. Altri 11mila euro, invece, sarebbe costata l’immatricolazione. Da qui la decisione di chiedere al giudice la revoca dell’assegnazione. Il gip Vincenzo Brancato, rigettando l’istanza, ha disposto la distruzione del natante. PT

Lavori alla “Aldo Moro” di Pierangelo Tempesta

A scuola si risparmia energia. Sono in corso d’opera i lavori per il miglioramento della sostenibilità ambientale e delle prestazioni energetiche della scuola primaria “Aldo Moro”. Affidato all’associazione temporanea di imprese costituita

In città e a Taurisano aumentano i segnali della riorganizzazione dei clan

Ritorna il passato con i suoi incubi IMMOBILI “RINATI” Nella foto quello di piazza Pietralaia a Taurisano che è stato confiscato alla mala e affidato in gestione ad una cooperativa sociale che coordina un Centro educativo

di Mariarosaria De Lumé

I fantasmi ritornano e con loro si rinnovano paure e ricordi di un passato non troppo lontano che si pensava ormai archiviato. Nonostante tutto un lavoro di rimozione e di costruzione di un’immagine nuova che vuole guardare al futuro, due paesi, Taurisano e Ugento, si ritrovano a fare i conti con un passato che i più vogliono dimenticare. Taurisano e il piede premuto sull’acceleratore della cultura con la promozione di eventi che coinvolgono sempre di più, gli appuntamenti periodici che fanno leva sul suo figlio più illustre, il filosofo Vanini; Ugento, il suo museo archeologico e la spinta turistica delle sue marine che ogni anno attirano migliaia di persone affascinate dalla bellezza di paesaggi naturali senza paragone. Ma né il filosofo Vanini a Taurisano né il padre degli dei, Zeus, nume tutelare di Ugento, riescono a indebolire altri nomi che facevano e continuano a fare paura. Giuseppe Scarlino, “Pippi calamita” di Taurisano e Michele Scarcella di Ugento. Ed ecco che i vecchi fantasmi tornano, la paura si rinnova perché intorno ai vecchi boss malavitosi sembrano nascere nuove trame. Lo sta rivelando un’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Antonio De Donno (foto) che si sta occupando dell’area compresa tra Taurisano, Acquarica, Ugento e Presicce perché proprio qui nell’ultimo periodo sembra che ci sia una recrudescenza del fenomeno mafioso. L’inchiesta nei giorni scorsi ha portato ad alcuni arresti (Carmelo Mauro e Rosario Sabato di Taurisano, Tommaso Montedoro di Casarano Casarano) ma c’è anche un lungo elenco di indagati. Sarebbe in atto una lotta tra due clan, uno con a capo Gengs De Paola ( clan ScarlinoPadovano-Giannelli) e l’altro

Forte preoccupazione degli inquirenti I baby in prima fila che fa riferimento a Michele Scarcella il cui gruppo era stato sgominato nel 1995 con l’operazione “Santa Claus”. C’è una spiegazione per la ripresa degli episodi inquietanti che interessano il basso Sa-

lento? L’ipotesi è che ci sia un collegamento con la rimessa in libertà di alcuni congiunti di Scarlino. Intanto a Taurisano e Ugento continua l’azione di “cancellazione” dei segni del passato da dimenticare. Beni immobili, appartenuti ai boss locali, sono diventati centri di accoglienza e solidarietà, affidati a cooperative sociali e a volontari motivati. Segnali forti che tentano di ricacciare indietro i fantasmi di un passato che si pensava sconfitto per sempre.

Cagnetta avvelenata Ancora un caso di avvelenamento di cani e il consigliere d’opposizione Angelo Minenna ricorre alla Procura della Repubblica di Lecce. Nei giorni scorsi una cagnetta di taglia medio piccola di colore marrone chiaro, randagia, ma accudita dagli abitanti del quartiere, è stata trovata morta con segni di sanguinamento dalla bocca senza lesioni interne ed esterne. Giorni prima era stata vista circolare in buona salute, poi i segni di avvelenamento. Il consigliere Minenna, nella denuncia, si rifà a precisi riferimenti normativi e cita anche come persona informata sui fatti il maresciallo Olimpio del comando di polizia municipale di Ugento.

L’uguaglianza porta applausi

Un momento dello spettacolo

dalle aziende “Guida Giovanni” e “Bruno Barba impianti”, l’appalto ha un costo di 500mila euro ed è stato finanziato per 425mila euro dalla Regione e per la restante parte con fondi comunali. I lavori sono iniziati da circa tre settimane e riguarderanno la sostituzione de-

gli infissi e una serie di interventi per il contenimento della spesa energetica, con accorgimenti particolari sia per il mantenimento del calore nei mesi invernali, sia per evitare il riscaldamento degli ambienti nei mesi primaverili ed estivi. Prevista anche la sostituzione della caldaia. Le opere, assicurano dall’ufficio tecnico comunale, saranno completate entro l’inizio del nuovo anno scolastico. Con questi lavori trova soluzione il problema degli infissi esterni dell’edificio, in buona parte danneggiati. C’è attesa per la progettazione esecutiva dei lavori che riguarderanno la scuola “Don Lorenzo Milani” di piazza Immacolata e la scuola media “Ignazio Silone”. Si tratta di un progetto del Ministero dell’Istruzione per la riqualificazione energetica, la revisione degli impianti e l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Falchi Salento

Manca ancora la firma, ma Tonino Cavalera c’è

“Taci...la passione è senza fiato” spettacolo degli allievi della scuola di danza “Koiné”

Grande successo di pubblico per “Taci… la passione è senza fiato”, lo spettacolo di danza portato in scena dai giovani allievi della scuola “Koinè”, coordinati da Elena Casciaro per la danza classica, moderna e contemporanea e da Mattia Morciano per l’hip hop. Sul palco allestito in piazza San Vincenzo i danzatori hanno aperto le manifestazioni dell’estate ugentina con una rappresentazione divisa in diversi momenti e incentrata nella parte iniziale sul tema della disuguaglianza e nella parte finale sulla gioia che può dare un’esplosione di colori. A collegare le due parti dello spettacolo, un percorso tra i classici del balletto rivisitati dalla maestra Casciaro. PT

licenza media inferiore, ha durata quinquennale. Per ulteriori informazioni: Istituto Bottazzi, Casarano, ufficio alunni 0833502392, leis17004@ istruzione.it; Istituto alberghiero di Ugento tel. 0833955081.

Tutto quello che manca è la firma, ma l’intesa c’è già ed è in virtù di questo che è possibile ufficializzare che Tonino Cavalera siederà sulla panchina dei neonati Falchi Salento anche per la stagione 2013/2014, guidando la compagine giallorossa nel difficile campionato di B1 che si sta definendo in questi giorni. Sembra essere ancora solido l’amore tra il coach leccese (ma di origini ugentine) e la società che in questi ultimi tre anni ha guidato ai massimi livelli possibili: tirare fuori il meglio dal materiale umano a disposizione sembra essere una delle magie targate Cavalera, alla quale il presidente Andrea Cacciatore e il nuovo direttore sportivo Lorenzo Dimo sapevano di non poter rinunciare. Del resto, anche il legame con lo spogliatoio è molto forte, per questo motivo si sta trattando per la riconferma di tutti i giocatori che hanno centrato la promozione: se da una parte le conferme di Paolo Mastropasqua (foto), Marco Serra, Paolo Miraglia e

Simone Spennato (niente affatto scontate, dal momento che soprattutto Mastropasqua è richiestissimo dalle altre salentine) sono ad un buon punto, potrebbe esserci una sorpresa da parte dello storico capitano, Gianluca Pierri. Durante i festeggiamenti per la promozione, infatti, aveva più volte dichiarato di essere arrivato alla fine del suo ultimo anno in giallorosso e aveva anche ricevuto un premio dalla società per le sue oltre duecento presenze in campo. La mediazione di Cavalera, però, potrebbe portare Pierri ad un ripensamento. L’unica certezza è data dalla sicura partenza del palleggiatore Asclepio Nicolazzo che ha confermato che nella prossima stagione vestirà l’altrettanto prestigiosa maglia del Leverano. La crisi porterà sicuramente ad una ridefinizione di budget ed ingaggi, ma la volontà di fare bene è già ai massimi livelli. LPR

La sezione della Lega navale compie 20 anni

Trofeo Zeus con festa La sezione della Lega navale di Torre S. Giovanni festeggia 20 anni della sua costituzione con la 1^ edizione del “Trofeo Zeus” nuoto in acque libere, domenica 14 luglio. Si tratta di una manifestazione non competitiva aperta a tutti (agonisti, master e non tesserati, di qualsiasi età) organizzata con il patrocinio dell’assessorato allo Sport del Comune di Ugento e del Parco naturale regionale. Gli atleti si cimenteranno nella distanza di 2 chilometri e mezzo. Previste anche due manifestazione concomitanti: “La giornata della sicurezza in mare” con una simulazione di intervento di soccorso, e l’allestimento di uno stand espositivo a cura dei delegati del Parco naturale. Medaglie per i primi tre classificati, Trofeo Zeus per i primi classificati assoluti. L’iniziativa ha anche l’obiettivo di promuovere il nuoto in acque libere coniugando lo sport con la cultura del mare, la salvaguardia dell’ambiente e la valorizzazione del territorio. LC


NUMERI UTILI Comune 0833 721106 www.comune.acquaricadelcapo.le.it Polizia Municipale 0833 721182 Ufficio postale 0833 721170 Guardia medica 0833 727531 Pro loco 0833 726071

ACQUARI QUARICA CA C. 11 - 24 luglio 2013

Benvenuti ai nuovi arrivati in questa “Piazza”

Pag. 29

Al via il progetto di costruzione di 18 alloggi popolari vicino alla Media

Visite guidate per conoscere le ricchezze di Acquarica e Presicce

Case per giovani coppie

Viaggio tra chiese e ipogei

Il Comune di Acquarica si appresta finalmente a realizzare un blocco di alloggi popolari. Si tratta di 18 appartamenti di diversa superficie, in modo da poter soddisfare le esigenze di coppie con o senza figli. «Praticamente saranno sei appartamentini da 40 metri quadri destinati a nuclei di massimo due persone - ha spiegato il sindaco Francesco Ferraro - otto appartamentini da 60 metri per nuclei familiari di 3-4 persone e quattro appartamenti più grandi, di 85 metri per famiglie di 5-6 persone». L’unica zona destinata ad edilizia popolare dallo strumento urbanistico è un’area di 8.284 metri quadri adiacente alla scuola media. «Su nostra richiesta l’ufficio del

Promuovere la bellezza del Capo di Leuca, invitando turisti e semplici appassionati a conoscere gli scrigni d’arte. Questo l’obiettivo delle escursioni curate dalle associazioni “La Quadriglia” (di Acquarica del Capo) e Presicce), le quali “Creativity” (Presicce organizzano ogni lunedì di luglio, dalle ore 17 alle ore 20, visite guidate nel territorio dei due centri, grazie alla collaborazione con l’associazione Archès. “Dal Medioevo religioso al mondo inabissato dei trappeti ipogei” è il nome attribuito all’escursione e il ‘viaggio’ ha inizio dal Medioevo dei casali, come quello dominato dalla torre di Celsorizzo (con annessa torre colombaia del 1550),

catasto ha valutato la zona 200mila euro - ha spiegato il sindaco. Ma quando il 27 gennaio 2011 abbiamo comunicato la valutazione fatta alla proprietaria del suolo, ci sia-

mo visti avanzare dalla proprietà una richiesta di 300mila euro. Abbiamo individuato un’area di proprietà comunale di circa 4mila metri quadri destinata a servizi e abbiamo chiesto alla Regione di modificarne la destinazione d’uso». E continua: «Grazie alla disponibilità della Regione ci apprestiamo a realizzare gli alloggi utilizzando le somme che avevamo destinate all’acquisto del suolo, per la somma rimanente il comune contrarrà un mutuo che recupererà dagli assegnatari degli alloggi sotto forma di affittoriscatto mensile. In questo modo risolveremo il problema della casa che assilla diverse coppie, giovani e meno giovani» GC

che sorveglia l’area nei pressi della chiesa della Madonna dei Panetti (la chiesetta attestata già nel XII secolo, ha conservato miracolosamente le due absidi

FAMIGLIA NUMEROSA Domenica Longo, al centro, circondata da parenti. Una vita ricca e intensa la sua, che ha attraversato un secolo di storia salentina

Nascerà il centro diurno socioeducativo nei locali dell’ex asilo nido

Il finanziamento sblocca L’edificio era in stato di abbandono da oltre 20 anni A SUPPORTO DEI PIU’ FRAGILI L’immobile, ristrutturato grazie ad un progetto di recupero e di rifunzionalizzazione, darà ospitalità ad un Centro diurno per diversamente abili che abbiano concluso il loro percorso scolastico La sua destinazione primaria, rimane, comunque, quella di “Cittadella della Salute”

di Giancarlo Colella

Finalmente l’immobile realizzato negli anni ’80 per ospitare l’asilo nido ritorna a vivere. Destinata a “Cittadella della Salute”, la struttura vedrà nascere al suo interno un Centro diurno socio educativo. L’edificio è rimasto in uno stato di abbandono totale per oltre 20 anni, pur avendo ospitato alcuni uffici del Distretto sanitario di Ugento. Grazie ad un “progetto di recupero e rifunzionalizzazione” il Comune nel 2009 ha ottenuto un finanziamento di 106mila euro dal Ministero dell’Ambiente. Partecipando poi ad un bando regionale del 2009 nel settembre del 2011 ha ottenuto un altro finanziamento di 350mila euro. «A questi finanziamenti va aggiunto un recente contributo di 75mila fino a raggiungere un totale di 531mila euro con i quali si sta rivitalizzando l’immobile. Pur rimanendo come destinazione primaria quella della “Cittadella della Salute”, il Comune ha deciso di attivare una struttura destinata a soggetti disabili che abbiano ultimato il loro percorso scolastico: un Centro diurno socio educativo. La struttura, che prevede prestazioni ed interventi socio-educativi personalizzati sulla base di specifiche esigenze individuali, “fornirà agli utenti uno spazio di benessere fisico e psicologico in modo da contribuire al miglioramento della qualità della vita del soggetto disabile e della sua famiglia”. In questo modo viene evitata la istituzionalizzazione dei disabili e la loro separazione dalle famiglie. Senza considerare che servizi come i Centri diurni socio-educativi vanno gestiti per legge con la partecipazione attiva degli utenti e delle loro famiglie. Sostanzialmente le attività del centro impegneranno gli ospiti nelle ore diurne, consentendo loro di continuare a vivere in famiglia il resto della giornata, notte compresa. GC

“Voci d’incanto”, selezionati i finalisti Sono stati selezionati da una giuria presieduta da Grazia De Michele i finalisti per per la serata finale di “Voci d’incanto” del 4 agosto di cui saranno ospiti Gabriele Papadia e Giada Indino (foto) Questi i nomi dei finalisti: I categoria, Benedetta Carlà, Chiara Cannabona, Fabiola Fusco, Serena Rigacci, Chiara

Corallo, Rosaria Lorusso, Rocco Loglisci, Giulia Frigelli (di Acquarica), Desideria Carroccia Alezio); II categoria: Roberto (Alezio Taurisano), Sara FelliTreglia (Taurisano Matino), Maurizio Pallotta, ne (Matino Antonio Zecca, Lucia Golemi, Laura Saranelli, Martina Montagna, Alessia D’Urso, Aurora Melcarne di Acquarica.

che la caratterizzano, destinate rispettivamente al culto greco e a quello latino), e giunge all’antica “via Pubblica” attorno alla quale si sono sviluppati i frantoi ipogei di Presicce e le dimore storiche dei loro proprietari. A seguire il museo del Giunco palustre di Acquarica del Capo e quello della Civiltà Contadina a Presicce, assieme alla ‘rete dei frantoi’ (complesso ipogeo di Piazza del Popolo, testimonianza di un sistema industriale articolato nel sottosuolo ai piedi dell’attuale Palazzo Ducale), la chiesa di S.Andrea, e i giardini pensili del Palazzo medesimo. Per prenotazioni contattare Gianluca Tonti di Archès (349 7868751). FS

Nonna Domenica, 100 anni di lavoro e affetti Si chiama Domenica Longo la nonnina di Acquarica che ha compiuto 100 anni il 10 luglio scorso. Domenica Longo è stata festeggiata dalla sua numerosa famiglia composta da otto figli con i rispettivi coniugi, insieme a 19 nipoti e 16 pronipoti. Quella di Domenica è stata una vita di lavoro e sacrifici, come tanti anziani salentini. Contadina prima e tabacchina poi, la nonnina di Acquarica è stata da sempre forte, coraggiosa, disponibile e generosa. Quando ancora non esistevano le agenzie di pompe funebri Domenica si prestava a vestire i morti (gratuitamente) che poi “cantava” col tradizionale pianto che una volta accompagnava i funerali nel Salento. Rimasta vedova dal primo marito morto in guerra, dal quale aveva avuto due figli, Domenica, risposatasi, ne ha avuti altri sei dal secondo e li ha amati tutti e otto allo stes-

Danneggiato il parco dedicato a San Pio e curato dai volontari della Pro loco

Questione di vandali “Non c’è più religione”, verrebbe voglia di dire. sionato, aveva realizzato il progetto predisposto da un Ma al di là dell’obiettivo preso di mira ciò che comin- architetto locale. Utilizzando il volontariato dei soci la cia a preoccupare i cittadini di Acquarica è il ripetersi Pro-loco è riuscita a garantire alla struttura una manudi atti vandalici messi a segno di recente con una certa tenzione eccellente. «Ma non possiamo stare dietro ai frequenza. A farne le spese, comunque fino ad ora è vandali che vengono a bivaccare di notte e poi, quasi stato il parco eretto in onore di Padre Pio, una struttura per vincere la noia, si lasciano andare ad azioni di danarchitettonica con colonnato in cemento armato, che neggiamento» dicono alla Pro-loco. I vandali, infatti, protegge una statua del frate-santo, circondata da aiuole in diverse occasioni hanno distrutto lampioni, piante ben curate con piante e fiori. Per gli abitanti di Acquari- del parco, danneggiato l’impianto irriguo e hanno porca un luogo di meditazione e di preghiera, ma anche di tato via la pompa utilizzata per l’acqua della fontana. ritrovo per adulti e bambini in una Per questo alla fine hanno deciso zona lontana dalla congestione di presentare alla caserma dei cadel traffico cittadino. A realizzare rabinieri di Presicce una denuncia la struttura era stata la Pro-loco, Presi di mira lampioni, impianto contro ignoti, “con la speranza che si era mobilitata nella raccolta irriguo e numerose piante che prima o poi qualcuno debba di fondi e, grazie principalmente pagare anche per gli altri”. alla donazione di un anziano penGC

Uno scorcio del parco

so modo. Una vita, quindi, lunga e ricca di affetti nonostante le difficoltà quotidiane che tutti incontrano. Oggi gode ancora di buona salute e nel passato ha affrontato con forza e leggerezza anche un intervento al femore: dopo una settimana già era in forma. Non abita da sola, come è naturale, e trascorre a turno un mese in casa di ogni figlio, senza farsene un problema. Ma qual è il segreto della longevità? «Essere sempre disponibile con tutti e farsi amare», risponde Domenica. E alla domanda quale è l’alimento di cui ancora oggi è golosa, ha risposto senza esitazione: «Li pampasciuni». Forse, chi lo sa, anche nelle sostanze contenute in queste cipollette selvatiche c’è il segreto della longevità serena di nonna Domenica GC


NUMERI UTILI Comune 0833 726405 www.comune.presicce. le.it Carabinieri 0833 726010 Ufficio postale 0833 722557 Guardia Medica 0833 727531

PRESICCE 11 - 24 luglio 2013

Un mezzo potente per farti conoscere

Pag. 30

Dati in gestione gli impianti sportivi comunali di via Salvo D'Acquisto a "Salentogreco"

Si potrà fare sport di nuovo La struttura dovrebbe essere agibile entro quest'anno di Giancarlo Colella

Il 2013 sarà un anno cruciale per il destino degli impianti sportivi comunali di via Salvo d’Acquisto. Nel 2014, infatti, gli impianti in questione dovrebbero rinascere a miglior vita. Sì, perché il complesso sportivo, denominato “Pozzolotessi” sin dalla sua nascita (nei primi anni Ottanta) ha sempre avuto vita travagliata e negli ultimi tempi sembrava ormai destinato ad una morte lenta dopo un’agonia interminabile. Sin dalla loro realizzazione il comune di Presicce aveva rinunciato alla gestione diretta, optando per una gestione ad un’associazione sportiva. In oltre 30 anni di vita si può dire che la gestione di questi impianti è cambiata in coincidenza di ogni rinnovo del Consiglio comunale. Immancabilmente ogni gestione si è conclusa con un contenzioso tra il gestore ed il Comune ed ogni volta il nuovo gestore si è dovuto accollare l’onere delle spese relative alla ristrutturazione degli impianti. Oggi questi risultano in stato di abbandono da circa tre anni. «La gestione precedente ci ha creato non pochi problemi dice l’assessore Giovanni Contaldo - e per tornare in possesso della struttura siamo stati costretti a ri-

Fognatura e lavori "neri" si allarga l'inchiesta

L'ingresso agli impianti sportivi ancora chiuso, ma per poco

In 30 anni frequenti i cambi di gestione; negli ultimi tre completo abbandono correre alle vie di legge. Abbiamo verificato che per renderli agibili (l’agibilità non c’è mai stata) c’era bisogno di un investimento di 50 mila euro. Abbiamo perciò pubblicato il bando ed alla fine si è aggiu-

Ricorso alla Procura della Repubblica

Il consigliere Luca contro La Puma «Questo Sindaco e questa Amministrazione comunale calpestano i diritti dell’opposizione e mortificano sistematicamente la democrazia». Sono queste le motivazioni che hanno spinto il consigliere comunale Antonio Luca (al centro nella in alto), ex-sindaco di Presicce, a presentare una denuncia alla Procura generale della Repubblica di Lecce contro il sindaco in carica Leonardo La Puma (in basso) . La decisione di Luca comunque non è stata repentina e improvvisa, ma “è maturata dopo una serie di episodi” che lo avevano spinto a manifestare il suo disagio al prefetto di Lecce attraverso una formale diffida contro l’Amministrazione. Ma quali sono in concreto le accuse di Luca contro La Puma? Il Sindaco, secondo Luca, “omette sistematicamente di rispondere nei tempi e nei modi prescritti dal regolamento di funzionamento del Consiglio comunale e dallo statuto comunale. Le ultime interpellanze le abbiamo presentate nella seduta dell’ultimo Consiglio comunale del 3 giugno scorso ed a tutt’oggi nessuna risposta ci è stata fornita”. Numerosi gli argomenti delle interpellanze. Tra questi va ricordata la questione inerente il recupero degli affitti relativi ad 8 alloggi popolari di proprietà del comune. Secondo Luca andrebbe verificato se i titolari di questi alloggi conservano o meno il diritto ad occupare l’immobile, dato che qualcuno sarebbe diventato proprietario di altro alloggio. Un altro argomento è quello relativo al pagamento dell’Imu da parte degli emigranti che risultando residenti all’estero si vedrebbero considerato l’unico alloggio che possiedono come seconda casa. GC

dicata la gestione per i prossimi 20 anni l’associazione"Salentogreco" di Castiglione di Andrano. L’aggiudicatario ha assunto l’impegno di rendere fruibile la struttura entro il 2013 e si è impegnato anche a realizzare eventualmente a sue spese altre strutture sportive all’interno del complesso». Il comune si è riservato l’uso degli impianti per scolaresche ed associazioni sportive locali garantendo però all’appaltatore una gestione ventennale della struttura.

Si delineano con maggiore precisione i termini dell’inchiesta del pubblico ministero Antonio Negro e dei carabinieri del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Lecce riguardo lavori della rete della fogna nera, pagati dall’ Acquedotto pugliese ad alcune aziende private, ma mai eseguiti o eseguiti male. Sono stati sequestrati, infatti, tratti di tubazioni la cui posa risalirebbe a una data diversa da quella in cui sarebbero stati ordinati, eseguiti e pagati i lavori. Alle indagini sono interessate non solo Presicce, ma anche Casarano dove nei giorni scorsi sono state ispezionate le tubature della rete fognaria di via Casaranello e via Magenta dove l’azienda Icos stava effettuando lavori di sostituzione. Prima di Casarano e Presicce sono state passate al setaccio le condutture di altri centri del Sud Salento. Le indagini continueranno per ancora sei mesi. Nelle accuse di concussione, abuso d’ufficio ed istigazione alla corruzione sono coinvolti tre dipendenti dell’Aqp di Nardò e Leverano e l’amministratore di una società privata appaltatrice di lavori di Ruffano.

Vinti 728mila € al bar ricevitoria ma è mistero Di sicuro c’è che qualcuno ha vinto 728mila euro giocando al Superenalotto al bar ricevitoria di Cosimo Galilei in via Tommaso Fiore. Questa la cosa certa, appurata dallo stesso titolare dell’esercizio. Chi sia il fortunato vincitore non si sa e non sarà facile venirne a capo anche perché il tagliando vincente è stato venduto di sabato mattina, giorno di mercato quando il bar è frequentato non solo dai locali ma anche da gente dei paesi vicini e da turisti. Una botta di fortuna, comunque, in un periodo di crisi generalizzata. Il fortunato giocatore ha comprato una quota del sistema Sisal denominato “a caratura”, pagato 10 euro da ciascuno dei 56 giocatori sparsi in tutta Italia, che hanno totalizzato un 6 di circa 40 milioni di euro, vincita, quindi, che è stata divisa tra tutti i partecipanti. Non è la prima volta che si vince al bar di via Tommaso Fiore: circa due anni fa furono vinti sempre al Superenalotto 57mila euro. Briciole al confronto con quella attuale di 728mila che si aggiunge a quella milionaria dello stesso periodo avvenuta a Casarano con un "gratta e vinci" da 10 euro LC

Appuntamenti estivi e programma autunnale della Pro loco

Pane e pomodoro, il primo Appuntamento con la cucina contadina tradizionale il 6 agosto prossimo in occasione della nona edizione della “Sagra del pane e pomodoro” organizzata dalla Pro-loco. L’evento è previsto nel centro storico di Presicce, considerato uno dei borghi più belli d’Italia. Per l’occasione sarà possibile visitare i frantoi ipogei che si trovano proprio nel sottosuolo di Piazza del Popolo e nello stesso tempo ammirare i prodotti tipici dell’artigianato salentino esposti nei diversi stands. Con la sagra “Pane e po-

modoro” si chiudono le attività estive della Pro-loco che però sta già allestendo il programma autunnale e invernale ricco di iniziative. «In ottobre abbiamo previsto un torneo di scacchi» ha annunciato il presidente della Pro-loco Loris Pizzolante. Ma l'associazione sta lavorando ad una serie di eventi ancora da definire che vanno dalla Sagra della castagna, ai gemellaggi con altre Pro-loco, ad una serie di dibattiti e convegni su tematiche inerenti la salvaguardia del territorio. GC

Concluso il laboratorio teatrale di Fabrizio Saccomanno dei cantieri "Koreja"

Un'immagine delle edizioni precedenti

"Prospettive" festival della canzone

"Frammenti" d'autore il saggio finale Al top Elisa di Alezio Si è concluso con un apprezzatissimo saggio il laboratorio teatrale tenuto dai cantieri teatrali “Koreja” per conto dell’associazione “Creativity” di Presicce. Tenuto magistralmente da Fabrizio Saccomanno (nella foto in alto), il laboratorio ha visto impegnate 15 persone per un totale di 150 ore di attività, distribuite nell’arco di un anno solare. Il lavoro finale, “Frammenti”, (foto in basso) è stato uno studio approfondito su poesie di Pier Paolo Pasolini. Piena soddisfazione negli ambienti dell’associazione Creativity. «La nostra è un’associazione culturale di promozione sociale che opera nell'ambito della musica, dell’arte, del teatro e della danza» ha dichiarato Maria Rosaria Cazzato, presidente dell’associazione. «Nostro obiettivo di fondo è quello di coniugare la valorizzazione del patrimonio storico artistico del territorio salentino e la promozione delle diverse espressioni della cultura contemporanea» ha concluso. Il saggio finale sarà replicato il 23 agosto a Miggiano.

Si chiama Elisa Librando di Alezio la vincitrice della diciannovesima edizione del Festival della canzone organizzato dall’associazione "Prospettive". Al secondo posto si è classificata Chiara De Micheli, al terzo Aurora Melcarne. Il Premio Castrocaro, conferito dall’associazione “Micaela Greco” è andato a Chiara De Micheli. Ospiti della serata, i “Doppia coppia”, Emanuele Lucas e le ragazze della Ginnika Sport di Katia Occhilupo. La serata è stata presentata da Francesca Protopapa. Soddisfazione è stata espressa da Donato Viola, presidente dell’Associazione “Prospettive”.


Utilità

11 - 24 luglio 2013 LA FARMACIA APERTA? BASTA UN SMS Per conoscere la farmacia di turno inviare un Sms con scritto «farmacia di turno» e il nome della località a cui si è interessati al numero gratuito

NUMERI UTILI

Emergenze • 112 - Carabinieri • 113 - Polizia Soccorso Pubblico • 114 - Telefono Azzurro • 115 - Vigili del fuoco • 116 - Soccorso stradale • 117 - Guardia di Finanza • 118 - Emergenza sanitaria • 118 - Guardia Medica • 1530 - Soccorso in mare Guardia Costiera • 1515 - Gruppo forestale dello Stato Servizio Antincendi • 1518 - CCISS Viaggiare informati • 1522 - Servizio Antiviolenza Donna

Cup Le prenotazioni per le visite mediche presso i Distretti socio sanitari si effettuano attraverso il Centro unificato prenotazioni della Asl Lecce al n. 0836 460001 (per le Mammografie al n. 800 426060) ovvero recandosi direttamente presso gli sportelli del Cup o presso le farmacie che svolgono il servizio.

333 8888 188 e nel giro di 30 secondi sul display del cellulare comparirà il nome, il numero di telefono e l’indirizzo della farmacia aperta più vicina. Si tratta di un servizio offerto dalla Federfarma Lecce, l’associazio-

NEL CUORE DI CASARANO IL CALORE SALENTINO Caro Direttore, sono uno dei tanti ultrasessantenni che nei primi anni 70 del secolo scorso ha dovuto lasciare il Salento a causa della miopia di una classe politica che, scambiando una “n” con una “m”, ha trasformato la famosa frase in “il lavoro mobilita l’uomo”. Da più di quarant’anni, giocoforza, vivo a Treviso ed è umanamente comprensibile quel senso di compiacimento che mi pervade ogni qualvolta giungano alle mie orecchie apprezzamenti, da parte di “padani”, sulla bellezza del Salento e sulla gentilezza della sua gente. Per me, questo loro magnificare tutto ciò che ai miei occhi giovanili appariva naturale e scontato, oltre ad aumentare il mio senso di appartenenza, ha ingenerato un forte rammarico per la forzosa lontananza ed una gran voglia di riscoprire quei valori

Gallipoli: “Sacro Cuore di Gesù”: centralino 0833 270111 Pronto soccorso 0833 270430 - 0833 270431 Casarano: “Francesco Ferrari”: centralino 0833 508111 Pronto soccorso: 0833 508290 Galatina: “Santa Caterina Novella”: centralino 0836 529111 Pronto soccorso: 0836 529202; 0836 529203

Consultori

Collegamenti Ferrovie del Sud Est: www.fseonline. it; N. verde: 800079090 dal lunedì al sabato dalle 7 alle 17. Pullman Società trasporti pubblici stplecce.it;N. verde: 800447472. Per reclami fax: 0832-224423

31

Ci scrivono

Ospedali

Casarano: vico Araldo, tel. 0833508312 - 0833 599612 Gagliano del Capo: via San Vincenzo 1, tel. 0833540437; 0833540565 Galatone: via M. D’Azeglio, tel. 0833568473 Gallipoli: lungomare Marconi 1, tel. 0833270813-14 Matino: via Malta 5, tel. 0833506361 Parabita: via Ferrari, tel. 0833594389 Presicce: via Toscanini 7, tel. 0833727531 Racale: via Quarta, tel. 0833270321 Taurisano: via Giardini d’infanzia 2, tel. 0833625967 Taviano: via S. Antonio da Padova, tel. 0833270304-5-6 Ugento: piazza Italia, tel. 0833954340 - 0833 954336 - 0833 954311

ne sindacale dei titolari di farmacie in provincia, di grande aiuto non solo per i turisti nel periodo estivo, ma anche per i residenti soprattutto nei giorni festivi alla ricerca della farmacia di turno.

tipici della cultura salentina che da qui paiono tanto distanti ed anacronistici. Per questo, ultimamente, lavoro permettendo, torno sempre più spesso nel Salento per guardarlo, non più con gli occhi effimeri dell’ emigrante di ritorno, ma con quelli di un forestiero curioso di scoprire quella “salentinità”, sempre più magnificata anche dalla stampa e dalla televisione. Volutamente prediligo girare nell’entroterra, dove i paesi non sono stati ancora contaminati da quella involuzione culturale e sociologica che oramai ha contrassegnato le città rivierasche come Otranto, Porto Cesareo e soprattutto Gallipoli. La fine del mese scorso, in uno di questi viaggi alla ricerca del mio passato, ho avuto la riprova di quanto sia ancora vivo il valore sacrale dell’ospitalità e dell’accoglienza. Era uno di quei torridi pomeriggi della terza settimana di giugno, giravo con mia moglie, entrambi armati

di macchina fotografica, per le viuzze del centro storico di Casarano, quando, in fondo ad una di queste, si è materializzata una di quelle scene che tanto animano i miei ricordi. Alla frescura di una “corte” stavano sedute quattro signore in amichevole conversazione. Ci siamo avvicinati e abbiamo chiesto loro se potevamo scattare qualche foto. All’unisono ci hanno dato il loro consenso e ci hanno fatto accomodare come fossimo vecchi amici. Come vecchio costume vuole, ci hanno subito offerto da bere e poi ci siamo intrattenuti a parlare con loro. Abbiamo detto di noi e abbiamo appreso che erano tutte vedove e che due di loro avevano alle spalle anni e anni di emigrazione in Francia e in Germania. La padrona di casa ci ha mostrato con orgoglio il suo angolo di vita e le tante bambole sparse ovunque per la casa come a farle compagnia, poi si è tolta la collana che aveva al collo e ci ha mostrato il volto di suo marito incastonato nel medaglione. La stessa cosa ha fatto una sua amica, solo che nel medaglione c’era la foto della figlia, morta prematuramente in giovane età. Al momento del commiato, una di loro ci ha pregato di non andar via e di aspettarla. E’ ricomparsa da lì a poco con una busta contenente due vasetti di vetro , uno con pomodori secchi e l’altro con melanzane sott’olio fatte da lei “con le proprie mani”. Ogni nostro cortese rifiuto nulla ha potuto contro la sua generosa fermezza. Il nostro imbarazzo, misto a commozione, era tale che subito abbiamo pensato a come poter ricambiare, almeno in piccola parte, quel generoso e spontaneo gesto. Abbiamo deciso di tornare Casarano e donare loro alcune foto che avevamo scattato.

Anche in questa circostanza, non saremmo tornati a casa a mani vuote se non avessimo avuto la plausibile scusante del limite di peso del bagaglio imposto dalla compagnia aerea. Ci portiamo però nel cuore la loro naturale ospitalità e la loro benedizione che suonava pressappoco così: ” lu signore cu be viscia a dhrunca puggiati li peti”. Non so se i salentini abbiano o meno nel proprio patrimonio genetico l’affabilium, ossia il gene dell’ospitalità, come qualcuno va sostenendo. Vero è che c’è una enorme differenza tra l’accoglienza formalmente cortese a cui siamo abituati al Nord da quella generosa e spontanea che si avverte nel nostro Salento. Sicuramente io e mia moglie non dimenticheremo facilmente questa bellissima esperienza e vorremmo, tramite il tuo giornale, rivolgere un sentito ringraziamento a Maria, Tommasa, Antonietta e Ornella - questi i loro nomi - per la loro genuina cortesia che ha lasciato letteralmente esterrefatta mia moglie (trevigiana) ed ha fatto lievitare in me il già grande orgoglio di essere figlio di questa splendido lembo di terra. Michele Piccinno - Treviso BELLA PROVA PER LA “DON MILANI” DI GALATONE

Egregio Direttore, tramite “Piazzasalento” vorrei comunicare che la mia classe è stata premiata a Manduria al concorso per cortometraggi “A spasso tra le nuvole”. Bravissimi i bambini della III A Polo 1 della scuola primaria “Don Milani”! Tonia Innocenti - Galatone AL “SACRO CUORE” DI GALLIPOLI CAPACITÀ E UMANITÀ Caro Direttore, si parla tanto di sanità a rotoli, di cure che sono migliori altrove, che qui si rischia la vita... e invece abbiamo degli ospedali e dei reparti all’avanguardia per capacità mediche e per sensibilità umana. Per un problema piuttosto urgente sono

stato operato nel reparto di Chirurgia dell’ospedale “Sacro Cuore” di Gallipoli. Porto sull’addome un tagli di circa 30 centimetri. E’ andato tutto bene ma la cosa che più mi ha colpito è vedere il primario che alle 6 di mattino veniva a vedere come stavo e poi tornava spesso a controllare con fare affabile e cordiale. Ringrazio pubblicamente per questo il professore Giuseppe Zocchi e la sua équipe, tutti all’altezza di ciò che uno che ha bisogno si aspetta. E che c’è qui, a portata di mano. Cordiali saluti. Emanuele De Pascali - Alezio ECCO LA SUPERLUNA VISTA DA TAVIANO

Salve, sono Lorenzo Spiri,uno studente universitario residente nel Comune di Taviano. Volevo inviarvi queste foto che ho scattato nella nottata tra sabato 23 e domenica 24 giugno inerenti l’interessantissimo e attesissimo fenomeno della “Superluna, parola inventata qualche anno fa da un astrologo americano in vena di fare un po’ di marketing con i suoi oroscopi. Luna piena e allo stesso tempo Luna alla minima distanza, ovvero quando il nostro satellite raggiunge il Perigeo, ovvero il punto più vicino al nostro pianeta. Ho deciso di inviarvi 4 dei migliori scatti effettuati qualora riterreste opportuno pubblicarle nella prossima uscita del vostro periodico o sul sito. Ne approfitto per porgere i miei più cordiali saluti all’intera Redazione. Lorenzo Spiri - Taviano IL PROF. RAFFAELE COPPOLA RISIEDE ORA AD ALEZIO Premesso che abbiamo apprezzato molto l’articolo in oggetto (Prestigiosa nomina per il prof. Raffaele Coppola, membro del Corpo degli avvocati della Santa Sede - Ai vertici della Giustizia vaticana), teniamo a precisare, mia moglie ed io, che il Prof. Raffaele Coppola è, attualmente, residente in Alezio. Distinti saluti Carlo Verardi - Alezio

Do, prendo, scambio VENDO Vendo terreno agricolo 1500 mt ca, 21 alberelli olive e pozzo a Taviano zona vivaio Tundo € 3.500 + Ape50 2 fari ultimo modello catalitico €1800. Prezzo non tratt. Tel. 0833 551458 - 349 4034263 ore pasti Vendesi casa-trullo, completamente recintata ed indipendente con uliveto annesso, zona tranquilla località “macchie” Torre Suda Marina di Racale. Per informazioni contattare 3478108212. No agenzie. No perditempo Vendesi terreno agricolo 5000mq in Alezio via Taviano c.da Gelsi € 16.000+agrumeto 4500mq €16.000. Tel 0833 281608 - 335 7380176 Vendo 80 boccioni di plastica rigida da 20lt ottimi per alimenti vari e altro. Prezzo modico. Cell. 331 9513273

Vendo e compro dischi lp usati, 45 gg e Maxi, in ottime condizioni. Generi musicali: rock, jazz, black music, pop e elettronica; per info: 327 4592706

Affitto a Casarano in zona ospedale appartamento arredato, al primo piano, 2 camere, bagno, salone, cucina ingresso, 2 balconi antistante e retrostante, posto macchina. Tel. 347 4375081

CERCO-OFFRO Eseguo lavori edili e di ristrutturazione, iscritto soc. coop. Tel. 392 6587057 Salvatore Italiana 39enne con figli, seria, referenziata, 15 anni di esperienza come collaboratrice domestica, ottime capacità lavorative, non fumatrice, cerca lavoro a Lecce e limitrofi per pulizie domestiche, stiratrice, baby sitter. Telefonare al 329.0236396. No perditempo Docente di ruolo di Istituti tecnici commerciali, svolge per studenti di tali Istituti lezioni private mensili o singole quote orarie, in matematica. periodo luglio - agosto. Inviare SMS o tel al n 388 1735387

Direttore responsabile: Fernando D’Aprile fdaprile@piazzasalento.it

Editrice: Indra srl sede legale: corso XXII Marzo, 8 20135 Milano

Affittasi a Sannicola appartamento p.t. zona centrale periodo estivo. Disponibili fino a 10 posti letto. 3 camere, doppi servizi, veranda, tinello lavatrice. Cell. 347 8552157

Affittasi per tutto il periodo estivo appartamento di n 4 posti letto con condizionatore; sito ad Alezio. Per info tel. al 329 1961283

INCONTRI 35 bello, serio cerca ragazza/donna di max 35 anni per conoscenza ed eventuale fidanzamento. Cell. 380 5196934 48enne simpatico, dolce e sincero, molto passionale, fisico robusto, cerca ragazza 25/50enne dolce sensibile e soprattutto sincera per amicizia ed altro. tel. 389 2148904

Periodico associato all’Unione Stampa: Martano Editrice srl Viale delle Magnolie, 23 - Z.I. Bari Stampa Periodica Italiana Tessera n.15603 tel. 080 5383820

Iscritto al N. 1072 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 6 dicembre 2010

Chiuso in redazione alle ore 16,30 del 10.7.2013

Redazione: via S. Castromediano snc - 73014 Gallipoli (Le) tel.0833 1823575 fax 0833 1823573 - www.piazzasalento.it - e-mail: redazione@piazzasalento.it - info@piazzasalento.it - per le inserzioni: pubblicita@piazzasalento.it



Piazzasalento n14