Page 1

Euro 0,80 - Mensile indipendente a cura del centro iniziative culturali - anno XXVII - nº 2 - 20 Febbraio 2009

Pavimenti Rivestimeanti Arredo Bagno Parquet Camini Cucine

Pavimenti Rivestimenti Arredo Bagno Parquet Camini Cucine

Via Dei Goti, 122 Tel. 081. 948537 www. ceramichedacunzo.it

Via Dei Goti, 122 Tel. 081. 948537 info@ceramichedacunzo.it

COMUNE La questione “consulenze esterne” è stata molto dibattuta nel corso del 2008 e lo sarà anche nel 2009. In merito abbiamo ascoltato i consiglieri Francesco D’Antuono (maggioranza) e Giacomo Sorrentino (opposizione).

Nell’incontro promosso dal comitato cittadino per il diritto all’acqua messi sotto accusa Comune e Gori per le diffide e le ingiunzioni ai cittadini.

Angri con l’acqua alla gola

La sospensione del servizio, annunciata dalla Gori, non è consentita per un servizio essenziale

Interviste di D. Vitiello a pagina 3

ANGRI CALCIO Mentre la squadra, per le ultime sconfitte, rischia di entrare in area retrocessione

La Dirigenza vara una società di capitali

Luigi D’Antuono j. a pagina 18

AREA INDUSTRIALE DI TAURANO

Strade dissestate e discariche abusive Antonio D’Ambrosio a pagina 5

Apriamo un confronto su recenti fatti di cronaca

Chiusura di Via Delle Fontane. Protesta di Emilio Orlando, commerciante

“Ignorati i bisogni dei cittadini, gli interessi degli operatori economici” Gerardo Del Sorbo a pagina 2

Usura e prostituzione rendono ancora più triste l’immagine di Angri

Servizio di Davide Vitiello a pagina 4

Via Zurlo, 69 Tel. Fax 081.948502 www.orlandogioielli.it

Servizio di Simona Catania a pagina 6

Il 30 Gennaio e il 6 Febbraio scorsi sono stati presentati due libri editi dal Centro Iniziative Culturali “Gente e fatti della mia terra 2” di Mattia Mario Barba e “Angri Sacra” di Vincenzo e Mariarosaria Orlando

Servizi di Marina Ruotolo a pagina 6

Roberto Santalucia, Dirigente scolastico, vive sul lago di Como da oltre trenta anni

Metti un Angrese a Bellano tra scuola, teatro e politica Intervista di Anita Santalucia a pagina 9

LISTE NOZZE

Via Don Minzoni, 19/23 Angri Tel./Fax : 081.946439 e-mail: info@puccisas.com sito web: www.puccisas.com


2

Amministrazione Comunale

IL PUNGIGLIONE Angri... differente(?) La nostra segnalazione è andata a buon fine!

Migliorata la segnaletica stradale

I cartelli stradali scritti a mano libera sono stati finalmente rimossi, spariti e sostituiti da una segnaletica normale. In effetti, ad Angri la normalità rappresenta per certi versi ed in tanti ambiti una conquista ancora da venire. Questo mese abbiamo ricevuto segnalazioni riguardo Via Palmentello (o Palmentelle?), ma non siamo riusciti ad identificare il nome preciso della strada perché nel tratto angrese non c’è il cartello indicante il nome della via. Pertanto è stato doveroso ed opportuno soffermare l’attenzione sui lavori in via Delle Fontane (o Fontana?), anche qui manca il cartello indicativo del nome della strada. Ad Angri non si riesce a sapere nemmeno il nome esatto di una via! Per colpa della chiusura del cavalcavia ex ponte del tram, Angri è divisa in due parti non facilmente comunicanti, tutto ciò ha ulteriormente compromesso la già precaria mobilità. Ma i lavori non sono fatti per migliorare il ponte. L’opera serve per congiungere la rete fognaria cittadina al costruendo depuratore; lavori sacrosanti e necessari ma che procedono troppo a rilento. Una lentezza che pesa non poco sul piano economico e su quello della vivibilità. I commercianti soffrono più di tutti, hanno visto scemare consistentemente gli incassi; i cittadini invece se la devono vedere con strade rovinate e passaggi a livello. Maggiori disagi la mattina per le mamme che accompagnano i figli a scuola. Per Via Palmentelle, una mera strada secondaria, siamo ormai ad un vero dramma: la strada è stretta, ridotta ad un colabrodo, piena di fossi, e viene percorsa intensamente da camion nei due sensi di marcia (nonostante il divieto da sud verso nord), con il passaggio a livello che rallenta fortemente il flusso del traffico.. Al confine tra Angri e Scafati, subito a nord del passaggio a livello, si è formata una vera e propria voragine: una trappola pericolosa in caso di pioggia e che, oltre a rallentarlo notevolmente, rende impossibile un regolare flusso del già intenso traffico. Mentre sia il comune di Angri che quello di Scafati stanno a guardare. Perché tutto ciò? Per evitare disagi e altro su via Delle Fontane bastavano piccoli accorgimenti: si poteva avvisare i commercianti ed i cittadini della zona in tempo debito, sistemare le stradine da percorrere in alternativa, installare un’efficiente e leggibile segnaletica. È poi i lavori stradali dovrebbero essere fatti in tempi sempre celeri.Perché alla ditta non è stato chiesto di lavorare anche di sabato, di domenica e, se necessario, anche di notte? Domenico Brasile

Febbraio 2009

Chiusura di Via Delle Fontane per il potenziamento della rete fognaria. Decisa protesta di Emilio Orlando, noto negoziante di calzature

«Ignorati del tutto i bisogni dei cittadini, gli interessi economici» Subito dopo le festività natalizie la ditta “IMPROMED SpA”, aggiudicataria dell’appalto, ha chiesto al Comando della Polizia Municipale la chiusura totale di Via Delle Fontane. Tale richiesta è nata dalla necessità di realizzare delle opere di ammodernamento della rete fognaria; opere che dovevano essere effettuate entro il 14 Febbraio scorso, ma così non è stato. I lavori sono stati disposti dal Commissario straordinario di Governo, generale Roberto Jucci, nell’ambito del piano finalizzato al risanamento del fiume Sarno, che ha previsto la realizzazione di diversi depuratori, tra i quali quello costruito tra Angri e S. Egidio Monte Albino. Il Comando della Polizia Municipale, per ragioni di salvaguardia dell’incolumità pubblica, a partire dal 7 Gennaio ha vietato pertanto il transito veicolare in via Delle Fontane e nell’area interessata dai lavori. Solo i pedoni e i veicoli leggeri dei residenti e degli operatori commerciali hanno avuto il permesso di percorrere la strada, eccetto la zona delimitata dalle barriere del cantiere. Tutto questo, però, ha creato inevitabilmente grosse difficoltà al traffico cittadino, già fortemente convulso, notevoli disagi ai residenti e un danno economico ai non pochi operatori commerciali di Via Delle Fontane. La chiusura della strada e del cavalcavia (ex ponte del tram) ha creato infatti un ulteriore rallentamento ed intasamento della circolazione veicolare. Si è ancor più intensificato, infatti, il traffico su corso Vittorio Emanuele, su via Crocifisso, su via Papa Giovanni XXIII, su via Palmentello e via Salice; arterie già interessate da un quotidiano e consistente flusso veicolare, soprattutto di mezzi pesanti, che per lo più vanno e vengono dallo stabilimento ex Mcm. Molti cittadini, che risiedono nelle diverse zone a nord di via Nazionale, hanno dovuto anticipare di parecchi minuti l’uscita da casa per accompagnare i propri figli a scuola. In un paese in cui la vivibilità è già carente, si è creato un ulteriore disagio ai cittadini. Ma quelli che hanno patito di più la chiusura della strada sono stati soprattutto gli operatori economici, che dovuto subire, senza alcuno preavviso, un notevole decremento dell’affluso della propria clientela. Tra questi c’è il signore Emilio Orlando, titolare di un negozio di calzature, del quale abbiamo sentito il parere in merito. “Innanzitutto voglio denunciare - ha sostenuto Orlando

- che non si può decidere di chudere un importante arteria cittadina, dove operano diverse attività produttive, senza un dovuto preavviso di alcuni mesi, in modo che ognuno possa programmare la propria attività, evitando di rifornirsi di prodotti o di merce che poi rimarranno invenduti. Per evitare, poi, che i lavori slittassero nel tempo, sforando di molto i tempi di esecuzione, come sta succedendo ora, era necessario che, prima di aprire il cantiere, ci fosse una dovuta concertazione tra l’ente appaltante (commissariato), la ditta esecutrice dei lavori e gli enti che gestiscono i sottoservizi presenti nella strada (soprattutto Enel ed Enelgas). Invece non c’è stato niente di tutto questo, per cui si è verificato che ogni scavo incappava in un cavo elettrico o in una condotta del gas, con conseguenziale blocco e rallentamento dei lavori; dovendo necessariamente avanzare una richiesta straordinaria a Enel e Enel Gas per fare spostare i sotto servizi». Le opere di completamento della rete fognaria interessano infatti un tratto di strada lungo 200 metri. Esse andavano realizzate entro 39 giorni, ma visto gli inconvenienti dureranno molto di più. L’Impromed non ha mandato per tempo all’ENEL e all’ENEL GAS il progetto dei lavori da eseguire, né ha chiesto a questi enti le mappe dei loro sotto servizi. A sua volta l’Ufficio tecnico del Comune di Angri non possiede queste piantine, né è tenuto ad averle. Di conseguenza l’Impromed, senza un idoneo sondaggio, è incappata nei continui inconvenienti. «Per non parlare poi dei disagi e degli inconvenienti che abbiamo patito come cittadini residenti per la chiusura della strada e del cavalcavia», ha aggiunto Orlando. «Le forze politiche, sia di maggioranza che di opposizione – ha continuato poi il commerciante - pur insistentemente sollecitate, non si sono minimamente preoccupate del disagio sociale ed economico scaturito dalla chiusura al traffico di via Delle Fontane. A differenza del sindaco Mazzola che è sempre stato disponibile ed è intervenuto tutte le volte che, per gli inconvenienti sopra descritti, i lavori si sono bloccati, al fine di rimuovere in tempi veloci gli ostacoli emersi, facendo intervenire l’Ufficio tecnico”. «Speriamo - ha concluso Orlando - che finisca presto tale martirio e che altri lavori siano fatti con un migliore criterio, mettendo doverosamente in conto i bisogni dei cittadini e gli interessi degli operatori economici. Rimane un punto: chi mai ci risarcirà delle perdite subite? Gerardo Del Sorbo

LEGGI ANGRI ‘80! IL GIORNALE DEGLI ANGRESI Via Zurlo Cell. 347.2740027 - 081.3627683 - www.fotoelisa.com

Casa del Pollo

Carne di 1ª qualità Vitello - Suino - Capretto - Pollame

V i a G. Zurlo

Via Zurlo - Tel. 081.946819

Profume

PANIFICIO d i Giovanni Ruggiero Via Zurlo

Via Zurlo, 54/56 Tel. 081.947186

rie

V i a Brig. D’Anna 14 T e l . 0 8 1 . 9 4 7 8 66


Febbraio 2009

3

Amministrazione Comunale

La questione “consulenze esterne” è stata molto dibattuta nel corso del 2008 e lo sarà anche nel 2009, con polemiche non solo tra opposizione e maggioranza, ma anche all’interno della maggioranza stessa. In merito abbiamo ascoltato il consigliere di maggioranza Francesco D’Antuono e il consigliere d’opposizione Giacomo Sorrentino (Udc).

«Abbiamo ottenuto una notevole riduzione delle consulenze»

«

Noi cinque consiglieri “dissidenti” – ha esordito D’Antuono - abbiamo anticipato, in parte, la circolare del Ministro Brunetta, nella quale si esorta al senso di responsabilità gli enti locali. La crisi dei mesi scorsi, infatti, era legata proprio alla questione consulenze e al modo non opportuno di gestire le casse comunali. La campagna elettorale era stata improntata sull’idea di un cambiamento vero e radicale, dopo gli ultimi 12 anni di amministrazione di centrosinistra. I cittadini hanno apprezzato questo progetto con il voto. Dopo alcuni mesi abbiamo costatato che il cambiamento annunciato tardava ad arrivare e dilagavano malumori, causati essenzialmente dall’elevato numero di consulenti esterni il cui costo gravava notevolmente sulle casse comunali. Dopo la crisi estiva, a fine anno è stato approvato il bilancio 2009, con cui abbiamo ottenuto una notevole riduzione del numero dei consulenti, da 27 a 5 unità. Questo risultato va a favore dei cittadini, poiché i fondi risparmiati verranno destinati per progetti giovanili. È stata stilata infatti una convenzione con l’Ordine dei Commercialisti, grazie alla quale i neo laureati iscritti all’ordine potranno seguire un tirocinio presso il Comune di Angri. Inoltre è in fase di attuazione una convenzione con le industrie locali per dare lavoro a molti giovani angresi neo laureati e non. La visione a lungo termine porta, in questo modo, ad un investimento per la città di Angri e per i suoi giovani, che potranno esserne

i futuri amministratori». La società speciale Angri Eco Servizi per legge dovrebbe essere trasformata in S.p.a. Tale processori si è interrotto. Cosa intende fare in merito la maggioranza? «Il problema legato ad Angri EcoServizi è principalmente di gestione. Le aziende speciali devono essere al servizio dei cittadini e non assoggettate alle logiche politiche. La politica al massimo può dare delle indicazioni e delle direttive, ma non può pesare sulla gestione. La trasformazione in Società per Azioni è un processo che, per ora, è stato rallentato, ma molto probabilmente verrà ultimato. La gestione dell’azienda, che è la stessa degli ultimi 10 anni, è fallimentare. Si deve avere volontà nel cambiare indirizzo societario, ma soprattutto gli uomini

che gestiscono questa società. Però, c’è una parte di questo consiglio comunale che, purtroppo, ha ancora un rapporto condizionato con gli amministratori dell’AES. Questa “affiliazione” deve essere interrotta, perché deve essere chiara l’idea secondo cui tale azienda deve offrire benefici ai soli cittadini e non agli amministratori.» Il Comune ha ricevuto dall’Agenzia del Demanio beni immobili confiscati a noti clan criminali, operanti in passato sul nostro territorio. In che modo l’Amministrazione comunale utilizzerà tali strutture? «Già l’Agenzia del Demanio ha indicato la destinazione di questi immobili ed il Comune ha un anno di tempo, dalla consegna degli immobili, per variarne la destinazione. Sono quattro le strutture ricevute dal Demanio. Un immobile in via Tenente Fontanella e una villetta in via Torretta saranno destinati ad ospitare le associazioni presenti sul territorio. La struttura confiscata in via Astronauti sarà adibita a centro di quartiere ed infine un suolo di 4.900 m2 verrà utilizzato per dare spazio a ciò che occorre per la protezione e l’ordine pubblico. Ritengo che siano le migliori destinazioni indicate per tali immobili. È necessario dare spazio materiale alle associazioni, tra queste le compagnie teatrali angresi che soffrono dell’assenza di teatri adeguati per poter coltivare la propria passione» Davide Vitiello

www.piazzadoria.info Dal numero di Settembre 2008, ANGRI ‘80 è leggibile in formato Pdf sul sito www.piazzadoria.info, curato dall’omonima associazione, che, come recita il proprio statuto, “ha carattere di volontariato, persegue finalità di solidarietà sociale, non ha scopo di lucro, è apartitica ed ha struttura democratica”

Leggi ANGRI ‘80

Pasticceria & Gelateria

mignon dessert gelateria banqueting c ongressi cerimonie ricevimenti eventi convegni colazioni di lavoro

di Giuseppe Di Lieto

Via Adriana, 31/37 - Tel. 081.946702

«La Giunta Mazzola si muove con una mentalità oligarchica»

A

lla luce degli ultimi sviluppi qual è la sua posizione? «I cinque ex “dissidenti” consiglieri di maggioranza nel Consiglio comunale dello scorso 23 Settembre, proposero di incaricare al massimo cinque consulenti rispetto ai 24 in servizio. La nostra proposta, invece, fu di limitare le risorse, lasciando però invariato il numero di consulenti. In sede di bilancio di previsione 2009, però, la situazione è cambiata e il bilancio è stato votato con un aumento delle risorse destinate alle consulenze. Alla spesa corrente, si è aggiunta una somma chiesta con un prestito, pari a circa 150.000 €, per finanziare gli incarichi a professionisti esterni per la redazione del PUC. Con un ulteriore indebitamento per fini assolutamente clientelari. Non si conosce il numero preciso dei consulenti attuali e l’emorragia di denaro pubblico continua; mentre non si conoscono i risultati del lavoro dei professionisti chiamati dal Sindaco. La mia posizione non è contro le consulenze in quanto tali, oltretutto previste dalla normativa, ma l’assunzione in qualità di specialisti di neo-laureati, preparati ma inesperti, è alquanto discutibile. Era opportuno affiancare questi giovani dottori a degli esperti del settore, non reperibili nella macchina comunale, che avessero lavorato per il bene dell’ente stesso». L’Agenzia del Demanio ha consegnato al Comune di Angri beni confiscati alla Camorra. Come vanno utilizzati secondo lei? «Si potrebbe istituire un centro di quartiere nell’immobile sequestrato in via Degli Astronauti ed un centro operativo per emergenze ambientali in quello di via Satriano, considerando la vicinanza alla montagna. Inoltre, si possono affidare tali immobili alle tante associazioni che sono presenti sul territorio e che chiedono all’Amministrazione comunale una sistemazione adeguata alle loro attività; oppure per dare un alloggio temporaneo a famiglie in difficoltà e senza un tetto. Vanno ovviamente

favorite le fasce sociali deboli e poi magari estendere il beneficio ad altre attività, anche ricreative». Cambiando idea rispetto a quanto detto nel 2008, la Giunta Mazzola ha rinunciato alla trasformazione dell’azienda Angri Eco Servizi in una Spa. Quali difficoltà si stanno incontrando nella gestione di questa società? Alla quale poi si vuole affidare anche la gestione delle aree di sosta a pagamento? «La legge in vigore attualmente prevede la trasformazione delle aziende speciali in Spa. Angri Eco Servizi è fuori legge per questa mancanza. L’Amministrazione comunale in carica voleva fare questo passaggio, ma ignorava che era necessario che l’azienda negli ultimi due anni avesse chiuso il bilancio in attivo. A.E.S., purtroppo, chiude sistematicamente il bilancio in passivo, per cui è necessario innanzitutto risanarla per poter operare la trasformazione. Finora però l’Amministrazione comunale non ha operato in tal senso. La Costituente di Centro ha più volte ribadito in Consiglio comunale la volontà di affidare il servizio di raccolta dei rifiuti direttamente al Comune. Questo non è stato finora possibile in quanto una legge regionale ha stabilito di avvalersi dei consorzi di bacino per la raccolta differenziata».

Per la gestione delle aree di sosta… È stato sicuramente positivo non rinnovare il contratto con la Terzo Millennio. L’errore più grande era quello di concedere alla società la quota maggiore dei pedaggi, con un’entrata minima nelle casse comunali. Mi auguro che i lavoratori della Terzo Millennio vengano assunti dalla A.E.S., per non incrementare il fenomeno della disoccupazione ad Angri. In questi giorni, nella Commissione Bilancio che presiedo stiamo elaborando il regolamento per la Tarsu. Come Udc abbiamo proposto, oltre alcune esenzioni (per le associazioni O.n.l.u.s. e per le Chiese presenti sul territorio), anche un impegno da parte del Comune per la restituzione ai cittadini delle quote pagate in più (acque reflue). L’emendamento sarà proposto in Consiglio Comunale per favorire le categorie meno fortunate e le persone che si associano per un’attività sociale. Un’altra proposta riguarda la riduzione della tariffa per le categorie che producono rifiuti speciali. Un’altra questione non ancora chiara per A.E.S. è quella relativa alla propria sede. Nell’ultimo Consiglio comunale, invece, si è deciso di vendere l’intero immobile dove è ubicata la società. Ma è da chiarire se si vuole spostare la sede in un altro luogo o se l’intero immobile sarà venduto ad un privato. Nella seconda ipotesi si dovrà pagare ovviamente una quota d’affitto, che porterà un ulteriore depauperamento nelle casse comunali». Davide Vitiello

“Le promesse degli assessori” Angri@ttiva, dopo aver promosso una petizione avente per oggetto: 1) Riapertura Asilo Nido Comunale; 2) Attuazione del tempo pieno nelle scuole dell'obbligo; 3) Favorire l'istituzione di Istituti Comprensivi ad Angri, aveva avuto un incontro con gli assessori Fa-

solino (Pubblica Istruzione) e Rizzano (Lavori Pubblici), ottenendo i seguenti impegni: disponibilità per parziale copertura economica della spesa per i pasti; disponibilità a creare ed a potenziare le strutture edilizie scolastiche per l'attuazione del Tempo Pieno; riapertura dell'Asilo Nido con una soluzione volta a favorire le famiglie con figli da tre mesi ai due anni. Il giorno 3 Febbraio 2009, nel secondo incontro, l’assessore Fasolino ha evidenziato i costi che hanno portato alla chiusura dell'asilo. Abbiamo replicato che tali costi non giustificavano la chiusura di un servizio chiesto dai cittadini. L'assessore, sotto nostre insistenti richieste, ha promesso l’apertura di un asilo nido comunale (con bambini d’età compresa tra i tre mesi e i due anni) senza alcuna chiarezza sul luogo e sui tempi. Sul tempo pieno, invece, è stata approvata una delibera d’indirizzo, dopo l'incontro con i dirigenti delle scuole di Angri. Ciò che è emerso dall’incontro è un procedere incoerente tra parte politica e dirigenti dei settori; buona fede nelle promesse degli assessori. Ma tra il dire e il fare c'e di mezzo il mare o qualche ufficio che rema contro! Noi saremo vigili e attenti per avere una scuola adeguata alle esigenze dei nostri figli. Delegazione di Angri@ttiva


4 Il consigliere Francesco D’Antuono « L’ A m m i n i s t r a z i o n e comunale - ha affermato D’Antuono - dovrebbe fare qualcosa per limitare tali fenomeni. Il fenomeno dell’usura e della prostituzione sono da tempo aspetti sociali negativi di Angri come dell’Agro nocerino sarnese. Oggi il discorso è amplificato. La politica deve avere una corsia preferenziale per il collegamento con le associazioni presenti sul territorio. L’amministrazione ha il compito di dare le direttive, ma le “orecchie” del popolo sono proprio le associazioni. Queste, create dai cittadini, sono gli osservatori della vita quotidiana della città. è quindi fondamentale per l’amministrazione collaborare con chi è a contatto diretto con la realtà cittadina. Chiaramente il fine unico deve essere quello di capire come sta cambiando la vita sociale e non per sfruttare come vetrina elettoralistica. L’usura è sempre più il risultato della condizione sociale disagiata di molte famiglie. L’amministrazione in questi casi deve saper controllare anche l’azione degli istituti bancari, che purtroppo creano ulteriore disagio nei paesi del Sud. Le banche sono i veri padroni delle comunità, ma in realtà si dovrebbe verificare il contrario. L’amministrazione dovrebbe attuare una politica che stimoli le banche ad aiutare le fasce più deboli».

Il consigliere Giacomo Sorrentino

«Questi episodi sono i segnali di un male culturale - ha esordito Sorrentino - che pervade la società civile. L’espansione di fattori negativi mondiali e nazionali trova ampia corrispon-

Società

Febbraio 2009

Apriamo un confronto su recenti fatti di cronaca che hanno rialzato il velo su due fenomeni che pesano non poco sulla realtà sociale ed economica cittadina

Usura e prostituzione rendono ancora più triste l’immagine dell’Angri odierna Prostituzione domestica ed usura recentemente sono stati i temi che hanno attirato l’attenzione dei media sul nostro paese. Qualche settimana fa è stata scoperta dai carabinieri una casa a luci rosse in uno stabile di via Cervinia, a pochi passi dalla scuola media “P. Opromolla”. Le forze dell’ordine sono state avvisate da due giovani donne colombiane, che hanno denunciato Sabato D’Angolo, scafatese di 34 anni, che le aveva ridotte a “schiave del sesso”. A breve distanza di tempo, si è avuto il suicidio di un noto imprenditore angrese, rimasto coinvolto come vittima in un’inchiesta giudiziaria relativa ad un grosso giro di usura. Su entrambi i fenomeni e su quello che essi significano per la nostra cittadina, già provata da altri problemi di natura economica e sociale, abbiamo chiesto un commento a due politici, i consiglieri Francesco D’Antuono (PdL) e Giacomo Sorrentino (Udc); e a due parroci, don Enzo Leopoldo, Chiesa di San Giovanni Battista, e don Luigi La Mura, Chiesa di S. M. di Costantinopoli. denza nelle cattive abitudini che, purtroppo, si stanno diffondendo nella nostra città. Questo è un biglietto da visita poco dignitoso per Angri. I paesi del Sud, che già non godono di una reputazione positiva, vengono ulteriormente danneggiati da tali episodi, causando un cambiamento deleterio per il Mezzogiorno. Si dovrebbe essere più presenti e attenti su tali problemi, che affliggono principalmente le fasce sociali meno fortunate. Questi fenomeni, in primis l’usura, nascono spesso da esigenze di carattere economico e sono ampliati dall’abbandono dei cittadini da parte delle forze dell’ordine e degli enti presenti sul territorio. è importante far valere il principio della solidarietà e della vigilanza e questo è un compito che spetta anche al Comune. Dovrebbero operare anche delle politiche atte a tutelare la vita dei cittadini. L’ente, sicuramente, non può sostituirsi alla Magistratura, ma, con un attento monitoraggio del territorio, si può collaborare con essa. La perdita di valori e la superficialità morale causano la maggior parte dei drammi sociali, tra cui appunto lo sfruttamento della prostituzione. Credo, quindi, che anche l’Amministratore comunale debba analizzare il tessuto sociale nel quale si opera per poi agire nella risoluzione dei

Don Luigi la Mura, parroco della

Chiesa di Costantinopoli

«Quando si smarriscono i valori sociali, etici e soprattutto religiosi la vita diventa nient’altro che una selva. Si perde il senso dell’andare, non si hanno obiettivi morali da seguire e il problema è dovuto proprio ad un’insistenza di tipo valoriale. Non ci sono più punti di riferimento e la caduta del senso morale diventa inevitabile. La prostituzione è diventata un fenomeno così dilagante perché ormai la visione corporale ha perso il suo significato profondo. Il corpo è diventato pura merce di scambio, è “un luogo” di

false emozioni, di sfruttamento e di sopraffazione. Se esiste un’educazione religiosa, questa indica di dover osservare il corpo in quanto luogo che ospita lo spirito e per tale va rispettato. L’impegno tra due persone, che condividono un sentimento, prevede la donazione del proprio essere e in tale donazione è compreso il corpo. La strumentalizzazione della persona la fa assurgere ad oggetto. Ormai si è smarrita la cultura della persona con la sua dignità e la sua libertà, non solo in quanto essere trascendente, nella cui immanenza c’è lo spirito, ma come essere vivente che viene mercificato. La relazione interpersonale è quasi unicamente frutto della finzione e non di un

rapporto amicale. È chiaro che non esiste più il rispetto dell’io, dell’altro, della parola, dell’amicizia e soprattutto della famiglia. La sacralità familiare oggi è frantumata, per cui risulta un’ovvia conseguenza il disorientamento dei figli, già dall’infanzia. È riduttivo parlare di mal costume sociale. La società è afflitta da una vera malattia etica, che è estremamente difficile da debellare. L’umanizzazione contemporanea alla spiritualizzazione dell’uomo è forse l’unica vera soluzione. In questo la Chiesa ha grandi responsabilità, in quanto si è dimostrata una voce nel deserto. La Chiesa non è credibile per quello che dice, è credibile per il silenzio della testimonianza. Si deve dare grande spazio all’aggregazione giovanile, in modo che l’animo giovanile non sia alienato e proiettato, da false illusioni, in una fragilità della personalità».

Don Enzo Leopoldo, parroco della Collegiata di San Giovanni Battista

«Da un punto di vista cristiano il discorso si articola sulla decadenza di valori cristiani e umani, che si sta creando nella società. Sta scemando l’amore e il rispetto verso il prossimo e soprattutto verso se stessi. L’uomo ha perso di vista la sua purezza. Evitando polemiche o riferimenti particolari agli episodi

Sanitaria Brasile

Centro di Puericultura

Carrozzine Passeggini Culle Dietetici Giocattoli Corredini Ortopedici Profumi elettromedicali

Via Madonna delle Grazie, 57/59 (angolo via Papa G. XXIII, 32) T e l . 0 8 1 . 5 1 3 2 990

e n o t e c a vini doc

-

docg

-

igt

Caramelle e Cioccolata Lecca Lecca Bibite analcoliche Linea senza zucchero Confezioni regalo - Gadget

Via Zurlo, 64 Angri - Cell. 333.4141157

Tel/Fax 081.5134663 dolci.manie@libero.it

osservati ad Angri, la situazione che viviamo è molto chiara. C’è un’assenza nel rispetto della vita e quando la comunità cerca di rivitalizzare questi valori, in quanto Chiesa, riceve colpi duri dalla società, quasi inabissata nelle difficoltà. La Chiesa è rimasta sola a gridare per la rivalsa dell’etica e della moralità. Si sta perpetrando l’idea di sopraffazione e violenza, la vita non è più un bene sacro e in modo diretto o indiretto viene sempre calpestata dalla prepotenza. Per questo motivo, come parrocchia, stiamo organizzando una manifestazione per la vita, insieme ad altri confratelli delle parrocchie di Angri. Sarà un evento silenzioso ma significativo per rianimare lo spirito delle persone, che devono far conoscere il desiderio di non voler più vedere soprusi e angherie nei confronti degli altri. La testimonianza che si conferisce poi ai giovani sarà quella di minare la bellezza del nostro bene sommo, quale la vita e la società che nasce sarà quella in cui ciò che vale è il solo io. Noi Chiesa, in quanto cristiani, dobbiamo essere in grado di dare una testimonianza ai giovani, che vivono un dramma familiare. Purtroppo, molta decadenza sociale nasce dall’amoralità dilagante che c’è nella famiglia. Il nostro contributo è vivo nel creare un associazionismo giovanile, accogliendo i ragazzi, con i quali collaboriamo per eliminare nella loro visione il finto benessere della società. Per questo fine stiamo cercando di creare un circolo universitario, perché i giovani, che sono il futuro del pensiero e della creatività, devono sapersi confrontare e rapportare il proprio pensiero con quello degli altri. In questo modo ci si arricchisce, si acquisiscono valori sinceri e si può essere artefici di un futuro eticamente positivo». D.V.


Febbraio 2009

Politica

Incontro promosso dal Comitato cittadino per il diritto all’acqua

Sotto accusa Comune e Gori per diffide ed ingiunzioni ai cittadini La sospensione dell’erogazione dell’acqua, annunciata dalla Gori, è un’evenienza che la legge non consente per il tipo di servizio Egregio direttore, attualmente il dramma più grande di Angri, purtroppo, sono ancora una volta le difficoltà economiche, aggravate dalla richiesta di pagamento di servizi ricevuti, mediante bollette a volte giuste, a volte meno giuste. Nella pubblica assemblea svoltasi nella Casa del Cittadino, lo scorso 8 Febbraio, abbiamo assistito alle disperate richieste di aiuto rivolte al neo costituito Comitato per il diritto all’acqua, affinché questo bene non sia ridotto ad una mera merce a pagamento, considerato che il buon Dio ce la fornisce gratuitamente, e per giunta sgorgante da pozzi siti proprio nel nostro Comune. Essi forniscono circa 14 milioni di metri cubi l’anno, a fronte di un fabbisogno angrese di un milione di metri cubi, mentre gli altri vengono erogati a decine di altri comuni, e con costi a volte inferiori a quelli che paga il nostro comune. Gli interventi svoltisi durante l’assemblea hanno rappresentato che alle bollette della Gori, con richieste di pagamento dal 2006/2007, sono seguite centinaia di diffide e messa in mora a mezzo raccomandata, con palese annuncio di sospensione dell’erogazione dell’acqua; con l’avviso, perdurando la morosità, dell’attivazione di procedure per il recupero coattivo del credito (ingiunzione fiscale, fermi amministrativi sui beni mobili

o ipoteche, pignoramenti di beni mobili ed immobili, oltre che interessi di mora, ecc. ecc.). La decisione della Gori ha spiazzato la stessa amministrazione comunale, senza alcuna consultazione o preavviso, nonostante l’azienda che gestisce il servizio idrico utilizzi gratuitamente locali comunali in piazza Doria. In verità lo stesso comune di Angri, nel periodo di NovembreDicembre 2008, ha fatto pervenire a tantissime famiglie angresi, già gravate da tante bollette da pagare, ingiunzioni di pagamento per gli anni ‘98-‘99 per consumi di acqua definiti come “canoni acqua”, quando proprio per questi anni il canone era stato abolito e sostituito con un consumo pro capite di 72 mc a persona. Infatti con delibera di Giunta n. 294/2008, la Giunta comunale “Autorizza l’ufficio Contabilità e Bilancio ad emettere ruoli coattivi per le fatturazioni relative agli anni ‘98-99 (emesse nel 2003), fatturando 72 mc annui pro capite, ecc. Chi e perché ha eluso tale disposizione? Visto che nella stessa suddetta delibera si manifesta la consapevolezza “…che comunque detti ruoli coattivi esporranno verosimilmente l’Ente (Comune di Angri) ad un contenzioso di ampia portata” (sic!). Anche il Comune di Angri, nell’atto di ingiunzione scrive che “…si rende necessario agire nei suoi confronti (cioè il cittadino che non ha pagato i canoni acqua ‘98-‘99) per il recupero del credito

angri@attiva STILE LIBERO L’associazione

angri@at-

tiva ha organizzato presso la sala della Confraternita di S. Caterina, in piazza Trivio, una rassegna di videoteatro, con sei appuntamenti, partiti lo scorso 6 Febbraio, che si svolgeranno alle ore 20,00 il martedì ed il venerdì. Prossimi appuntamenti: Martedì 3 Marzo - Emma Dante in Mpalermu; Martedì 10 Marzo - Ascanio Celestini in Fabbrica; Venerdì 20 Marzo - Marco Paolini in Il racconto del Va-

con 1’aggiunta delle spese di notifica e, in difetto di pagamento entro 60 giorni dalla notifica, potrà procedersi al fermo amministrativo del suo autoveicolo o ad esecuzione forzata, con ulteriore aggravio di spese in danno” (sic!). Ancora una volta il malcapitato cittadino angrese, con l’acqua letteralmente alla gola, comincia la ricerca affannosa delle vecchie bollette di pagamento acqua (verifica se le ha pagate o se sono andate prescritte) per presentare il tutto al Comune. Orbene, direttore, cosa fa allora il Comune, verificata l’istanza del cittadino, considera che “…sussistono i presupposti per l’esercizio del potere di autotutela, …per provvedere all’annullamento di ufficio dell’ingiunzione fiscale”, e annulla d’ufficio per intervenuta prescrizione, non specificando però se si tratta di prescrizione triennale o quinquennale, moltissime richieste di ingiunzioni fiscali. E ancora più paradossale appare il fatto che 1’annullamento dell’ingiunzione fiscale è firmata dallo stesso responsabile dell’ufficio che 1’aveva attivata. Ma come mai non se ne erano accorti prima che i termini erano prescritti o prossimi a essere tali? Con tutti i sistemi di controllo incrociato che il comune possiede. Ora chi ripagherà i cittadini del tempo perduto, dell’ansia dell’attesa; chi pagherà il costo delle spese postali e di notifica da parte dei messi comunali; quanto sono costati al Comune tali accertamenti. Qualcuno ne risponderà mai, visto che sono soldi pubblici? Forse non essendo più giovane vedo tutto nero, ma non posso non osservare che la società angrese come 1’ho conosciuta io non c’è più, mi guardo attorno e vedo facce mute, attonite, preoccupate per il futuro. Si è incancrenito il rapporto di fiducia con 1’Istituzione, con la Politica. All’incontro con i cittadini sul problema acqua, oltre il Sindaco, era presente un solo consigliere comunale (Daniele Selvino) e un solo assessore (Giordano Salvatore). Dov’erano gli altri 19 rappresentanti eletti dal popolo angrese, dove erano gli altri sei assessori e i vari consulenti o collaboratori? Non si sono fatti vedere; ma cosa c’era di più importante da fare rispetto ad un confronto, anche aspro, con i cittadini che li hanno votati e che pagano i loro compensi (riconosciuti dalla legge). Non ci sono giustificazioni; forse essi godono di posizioni economiche benestanti e non sono toccati da questi miseri problemi economici di migliaia di famiglie che non possono invece pagare le bollette. Ti ringrazio, direttore, elevando il mio terzo appello, inascoltato finora, agli assessori, al sindaco e ai collaboratori a tempo determinato, a devolvere i compensi per i loro mandati (di Giunta o di collaborazione) ai cittadini meno abbienti, ad opere sociali, assistenziali oppure alla manutenzione dell’ambiente cittadino (sistemazione di segnali stradali, strisce pedonali, marciapiedi, villa, periferie, prefabbricati, ecc.). Antonio D’Ambrosio

5 AREA INDUSTRIALE DI TAURANO

Strade dissestate e discariche abusive Disagi e lamentele degli abitanti della zona Era previsto che entro la fine del prossimo Marzo 2009 dovessero avere termine i lavori, invece si è appena all’inizio degli stessi, a causa degli inghippi di natura politica ed imprenditoriali. Il nuovo amministratore delegato, piuttosto assenteista, si disinteressa sia della vicenda costruttiva sia del disagio e delle tantissime lamentele delle famiglie domiciliate nei pressi della costruenda area industriale. Lamentele dovute innanzitutto al flusso continuo dei camion di grossa cilindrata che ormai hanno ridotto in uno stato pietoso il manto stradale, anche per le continue piogge. A causa di queste infatti si sono formate buche enormi che provocano danni consistenti alle auto dei cittadini residenti in tale zona. Fatto ancora più grave è che un lotto dell’area interessata, destinato ad una cartiera, è diventato abusivamente una discarica di rifiuti di materiale organico; infatti da mesi grossi container, sistemati nell’area circostante la costruzione, sono stracolmi di rifiuti che emanano odori nauseabondi. Questo è forse anche il motivo che nella suddetta impresa lavorano solo operai di nazionalità straniera, visto che è circolata la voce che alcuni operai italiani sono andati via pochi giorni dopo l’assunzione, lamentando che all’interno del luogo di lavoro non era presente alcun impianto d’aspirazione. Adesso la preoccupazione maggiore degli abitanti di Taurano è per i mesi estivi, visto che con il caldo possono scoppiare incendi per autocombustione con la generazione di gas nocivi tra cui la diossina. Ciò preoccupa in particolar modo una famiglia che ha un bambino malato di leucemia.. E non poco preoccupati sono anche i contadini, perché potrebbero esserci conseguenze per i raccolti e per la loro collocazione sul mercato, con conseguenti danni economici, ragion per cui si sono già rivolti ai legali per promuovere eventuali richieste di risarcimenti. Si ci chiede il perché di un agire così malvagio e irrispettoso ,dov’è la legge? Chi deve intervenire? Si attendono risposte sensate e se possibile non più paroloni buttati li per calmare la ribellione in atto ma fatti che risolvono quanto prima la situazione di disagio. Simona Catania


6

Cultura

Febbraio 2009

Il 30 Gennaio e il 6 Febbraio sono stati presentati due libri editi dal Centro Iniziative Culturali “Gente e fatti della mia terra 2”di Mattia Mario Barba e “Angri Sacra” di Vincenzo e Mariarosaria Orlando

Una poesia per non dimenticare

I

l libro del poeta angrese Mattia Mario Barba “Gente e fatti della mia terra” edito dal Centro Iniziative Culturali è stato presentato nella “Casa del cittadino” il 30 gennaio scorso. Il dott. Luigi D’Antuono, presidente del Centro Iniziative Culturali, ha coordinato l’incontro, nel corso del quale sono intervenuti il prof. Francesco Fasolino, assessore alla Cultura, la professoressa Maria Olmina D’Arienzo, dirigente scolastico del Liceo “La Mura” e il sindaco dott. Gianpaolo Mazzola. La prof.sa D’Arienzo illustrando la poesia di Mattia Mario Barba ha evidenziato come essa contenga tutti gli elementi che caratterizzano il vivere umano, la morte, la vita, la povertà, la malinconia, senza cadere in inutili orpelli ed eccessi di retorica. Ha sottolineato come il Barba con estrema semplicità riesca a far parlare il cuore e la ragione, cogliendo così la profondità del sentimento umano e rendendo la sua poesia toccante, significativa e umanamente palpitante; in essa, peraltro, si possono riconoscere visivamente i luoghi angresi, le stradine, le case: è una poesia fatta di memoria che ci consente di non dimenticare ciò che eravamo. Nel corso della serata gli attori della Compagnia teatrale “ANZITEATRO”, la signora Amelia Forte, vedova del poeta, e la sua amica Consiglia Chiavazzo hanno declamato alcune poesie della raccolta, suggestionando piacevolmente il numeroso pubblico presente. Questa iniziativa, che rientra in una rassegna letteraria patrocinata dal Comune, è stata resa possibile grazie al Centro Iniziative Culturali che, come ha sottolineato l’assessore Fasolino, nonostante le difficoltà economiche, da trent’anni si prodiga con costante entusiasmo per promuovere la cultura ad Angri, auspicando una crescita civile e sociale del paese. Marina Ruotolo

V i a G. da Procida

Alla ricerca delle nostre radici

N

Mariarosaria Orlando,

ell’Oratorio della “Congrega S. Margherita” il 6 Febbraio scorso, è stato presentato il trentasettesimo libro edito dal Centro Iniziative Culturali “ANGRI SACRA - Ricerche storiche sulle sue chiese” di Vincenzo e Mariarosaria Orlando. Coordinatore della serata il dott. Luigi D’Antuono, presidente del C. I. Culturali. Sono intervenuti il prof. Giovanni Iannettone, docente emerito dell’Università di Salerno che ha curato l’introduzione del libro, il prof. Francesco Fasolino, assessore alla Cultura del Comune di Angri, don Natalino Gentile, responsabile dell’Ufficio Diocesano dei Beni Culturali ed il prof. Paolo Saturno, redentorista e direttore del coro polifonico di S. Alfonso. Il libro è il frutto di una paziente ed appassionata ricerca portata avanti dal prof. Vincenzo Orlando, sulla nostra città e i suoi edifici sacri, rendendo possibile, attraverso la ricostruzione della storia della Chiesa locale, anche la ricostruzione dell’evoluzione nel tempo della fede cristiana ad Angri. Tra l’altro, un intero capitolo è dedicato a S. Alfonso ed alla sua predicazione in Angri. Va anche sottolineata la particolarità della pubblicazione di taluni antichi documenti, a cominciare dalla famosa Bolla, della quale è pubblicata la copia “dal suo originale fatto nel 1475 dal Papa di quel tempo Sisto IV” come attesta con tanto di sigillo in data 19 settembre 1910 il Notaio residente in Angri Raffaele Mauri. Per continuare con altri documenti, magari non così solenni come la Bolla papale ma certamente non meno significativi, come la memoria, donata al prof. Orlando dal dott. Giuseppe Adinolfi di Roma, che fu prodotta dall’abate e i capitolari, nel ricorso del 1752 al tribunale misto per la difesa delle prerogative ecclesiastiche nella conduzione della Collegiata.

A lfonso e Mena Cesarano

parrucchiere Tel. 081.948416

Il Gioiello

Compro oro Massima valutazione

Produzione propria oro & argento (assortimento di varie marche) Via G. Da Procida, 15 Tel./Fax 081.5132608 - Cell. 392.0848210

Luigi D’Antuono,

Giovanni Iannettone

C’è anche la fotografia di un’edicola posta dai nostri antenati a ricordo della prima missione di S. Alfonso ad Angri nel 1743 sulla via Adriana, angolo della via Alveo Casa Lanario, e successivamente purtroppo demolita. La dottoressa Mariarosaria Orlando nel suo intervento ha ricordato la figura del padre come un educatore, un maestro per tante generazioni di giovani, ma anche come appassionato cultore della ricerca storica su Angri e quei luoghi, fondamentalmente gli edifici di culto, che hanno portato, nei secoli, alla definizione della vita cittadina. Le radici e l’identità della nostra Angri sono lì, in quei secoli ed in quei luoghi di culto, per l’edificazione e la cura dei quali tante positive energie dei figli di questa terra sono state impegnate. La rievocazione di tanti sacrifici dei nostri padri dovrebbe far ritornare in ogni cuore quell’assopito amore per la propria terra e per le cose che ci appartengono, per i suoi luoghi simbolo, come la chiesa di S. Giovanni Battista, “assai magnifica nella sua struttura, vasta nelle sue proporzioni, il più nobile edificio della regione”. «Credo – ha detto la dottoressa Orlando - che questa consapevolezza abbia avuto un ruolo nell’orizzonte di mio padre che lo ha portato non soltanto ad indagare la vicenda delle strutture materiali che, nel corso dei secoli, hanno definito l’identità cristiana della nostra comunità, quanto a riscoprire l’azione caritatevole e “zelante”, un aggettivo che usava spesso, di tanti uomini della Chiesa. La pubblicazione di “Angri Sacra” è sicuramente un segno di riconoscenza per chi ha voluto cimentarsi in un arduo lavoro di ricerca. Mi auguro possa compensare noncuranza e forse anche disprezzo per la storia di Angri e dei suoi figli migliori». A conclusione della serata i numerosi partecipanti hanno ascoltato il Coro polifonico di S. Alfonso che si è esibito in un’opera allestita dal maestro Paolo Saturno, tratta dal libro di Vincenzo Orlando “I Padri Redentoristi nella Casa di Angri”. M.R.


L’OBLò di

Pi ppo Della Corte

Se Angri si ritinge di blu... Egregio direttore, le strade cittadine, parte delle quali sono in corso di rifacimento, potrebbero nuovamente tingersi di blu. Un colore che evoca mare caraibico, notti estive, atmosfere mediorientali. La trasformazione avverrà non per magia, si intende, ma per volontà dell’Amministrazione comunale nel tentativo di mettere un po’ d’ordine nella caotica viabilità locale. E fin qui nulla da eccepire. Molti sanno che il servizio della sosta a pagamento, spesso vissuta dai cittadini come una tassa occulta, passerà di mano. A partire dal prossimo mese di Marzo non sarà più la società napoletana Terzo Millennio ad occuparsi della faccenda. Almeno così è stato deliberato dalla Giunta che ha fissato come termine ultimo del contratto in essere il trentuno marzo 2009. La società napoletana gestisce il servizio dal 2005 (Giunta La Mura) ma ad oggi non sono mai stati resi noti gli introiti comunali ottenuti grazie al servizio dato in concessione. Un piccolo mistero che ancora non è stato svelato. Alla Terzo Millennio dovrà subentrare l’azienda speciale comunale Angri Eco Servizi che vive e sopravvive grazie al lauto contributo che a seguito di una convenzione le casse comunali ogni anno elargiscono. Avremo lungo le strade altri ausiliari al traffico: in pratica gli operai della Eco Servizi dovranno, secondo quanto previsto dall’attuale compagine amministrativa, trasformarsi da operatori ecologici a parcheggiatori autorizzati. Un mutamento di pelle che potrebbe riservare sorprese e novità e ulteriori spunti di riflessione sul modo di gestire e di amministrare il nostro territorio. Proprio alla luce del fatto che il servizio di sosta a pagamento sarà affidato ad un altro soggetto, è auspicabile che l’Amministrazione comunale proceda ad un riordino dello stesso, nel rispetto di quanto stabilito dai giudici circa la ripartizione delle strade tra zone di sosta a pagamento e zone di sosta libera. Una scelta sensata, volta ad evitare un nuovo, costoso e dannoso contenzioso tra cittadini e Comune. Infatti, la Corte di Cassazione (S.U. n. 116/2007) ha stabilito che “sono nulle le multe per le auto che parcheggiano nelle strisce blu se vicino non vi sono parcheggi liberi (ovverosia con “strisce bianche”)”. La Corte ha precisato, con la sua decisione, l’obbligo dei comuni di realizzare parcheggi liberi accanto alle aree a pagamento. Le sezioni unite civili della Cassazione hanno sottolineato che nei centri urbani (ad esclusione delle zone a traffico limitato, delle aree pedonali e di quelle di particolare rilevanza urbanistica) gli amministratori comunali hanno l’obbligo di realizzare, sempre, aree di sosta libera accanto ai posteggi a pagamento a fascia oraria. Più precisamente la Corte ha chiarito che “qualora il Comune assuma l’esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione ovvero disponga l’installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta, su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare un’adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta”. Speriamo che il Sindaco ed i suoi uomini nel ritingere di blu le strade agiscano nel rispetto di quanto stabilito dalla Suprema Corte. Almeno in questo caso, tutti, ma proprio tutti potremo verificalo in maniera semplice, diretta e…gratuita.

Qui trovi dolcezza e... cortesia

7

Attualità

Febbraio 2009

Da una parte ci sono i consumatori che cercano prodotti etici e compatibili, dall’altra i piccoli produttori che fanno fatica a trovare un mercato nonostante la bontà dei loro prodotti.

è nato Angri G.A.S. ovvero Gruppo di Acquisto Solidale Per ora Angri GAS si è posta l’obiettivo di allargare la rete di partecipanti e di fornitori, poiché più persone sono coinvolte più questo tipo di iniziativa ha succcesso.

N

ella seconda settimana di Gennaio, per iniziativa di una decina di persone, è nato nella nostra cittadina un Gruppo di Acquisto Solidale, con l’intento di proporre alla comunità un’alternativa seria, concreta e vantaggiosa agli acquisti, cercando di replicare, ma non copiare, il successo che questo tipo esperienza ha avuto altrove, anche non lontano da Angri. In particolare, l’acronimo G.A.S.(gruppo d’acquisto solidale) indica un gruppo di persone che decidono di incontrarsi e di acquistare collettivamente prodotti di uso comune, solitamente di tipo alimentare, rispettando il requisito della solidarietà. Il gruppo diventa solidale, infatti, quando permette a tutti, non solo il libero accesso all’iniziativa, ma la possibilità di partecipare concretamente all’attività di acquisto, garantendo che il processo decisionale di scelta dei prodotti e dei fornitori avvenga in modo democratico. Sostanzialmente, sono gli stessi partecipanti che stabiliscono come e cosa acquistare, concentrandosi su alcuni parametri come la qualità del prodotto, il prezzo, le caratteristiche del fornitore e l’impatto ambientale delle produzioni. La solidarietà, inoltre, caratterizza anche la relazione con i fornitori, i quali vengono scelti, dopo un’attenta attività di analisi, sulla base del grado di coerenza delle proprie produzioni ai requisiti stabiliti dal gruppo per gli acquisti. In questo modo, il gruppo intende stabilire con essi relazioni di tipo fiduciario e di lungo periodo, al fine di raggiungere un elevato grado di soddisfazione reciproca. In questa prima fase, Angri GAS si è posta come obbiettivo l’allargamento della sua rete di partecipanti e di fornitori, poiché questo tipo di iniziativa riscontra un successo maggiore con il crescere del numero delle persone coinvolte. Infatti, un G.A.S. non si pone nella posizione di intermediario nella catena di distribuzione dei prodotti, bensì

I Gruppi di Acquisto Solidali (G.A.S.) nascono da una riflessione sulla necessità di un cambiamento profondo del nostro stile di vita. Come tutte le esperienze di consumo critico, anche questa vuole immettere una «domanda di eticità» nel mercato, per indirizzarlo verso un’economia che metta al centro le persone e le relazioni. nella posizione di consumatore, in quanto sono i singoli partecipanti che acquistano per se stessi prodotti di loro interesse da uno o più fornitori, sebbene lo facciano muovendosi in modo collettivo. Pertanto, più persone partecipano al gruppo e più efficace diventa il processo di acquisto, beneficiando non solo della possibilità di ottenere conduzioni di fornitura più vantaggiose, ma, soprattutto, di raccogliere, elaborare e far proprie nuove idee e nuovi spunti di riflessioni sugli acquisti, in quanto in un G.A.S. l’eterogeneità del pensiero e degli stili di vita dei partecipanti è un aspetto gradito e non temuto.

L’obiettivo di un G.A.S., infatti, non si esaurisce alla semplice attività dell’acquisto, ma si allarga alla condivisione da parte del gruppo delle conoscenze e delle esperienze di ogni singolo partecipante, attraverso un continuo scambio di opinioni e di idee che arricchiscono il bagaglio culturale di ognuno di noi. Anche se il gruppo e giovanissimo già sta praticando esperienze di economia solidale concrete con diversi acquisti collettivi l’ultimo fatto una settimana fa presso un produttore biologico di Noceto (PR) che ha fornito al gruppo Parmigiano reggiano ed altri prodotti caseari, nella prossima settimana si concluderà

l’iter di conoscenza di un produttore di olio d’oliva di Vatolla (SA) e breve sarà valutato un produttore di pomodorini corbaresi di Corbara (SA) . Come pure sono in cantiere la ricerca e la valutazione di prodotti e produttori di vino e pasta, in pratica anche se giovane il gruppo sta coniugando bene pensiero ed azione. Non ci resta altro che invitare l’intera popolazione angrese ad avvicinarsi all’iniziativa, segnalando che su Internet, accanto alla normale possibilità di acquisire informazioni sui G.A.S. esiste un sito ufficiale della rete dei G.A.S. a livello nazionale (www.retegas.org), un sito ufficiale di Angri G.A.S. (www.angrigas.org) e uno spazio su facebook del gruppo angrese facilmente rintracciabile attraverso il motore di ricerca del sito. Raffaele Tarallo

LEGGI ANGRI ‘80 LA VOCE CHE TI DA VOCE


8

Attualità “Antiche Gastronomie” di Alberto Milo

Giovani imprese crescono La società prepara e confeziona antipasti, primi e secondi piatti

Cresce ad Angri il numero dei giovani che vogliono affermarsi nel campo imprenditoriale. Essi lo fanno in base alle loro esperienze, conoscenze e ambizioni. Alberto Milo è uno di loro. Lui è il responsabile aziendale di “Antiche Gastronomie”. La società prepara e confeziona artigianalmente antipasti, primi e secondi piatti. Le pietanze sono pronte da consumare. L’impresa effettua anche servizio d’asporto. L’azienda è stata costituita da un paio di mesi. Essa ha sede operativa in Corso Vittorio Emanuele, vicino alla stazione ferroviaria. La ditta, la prima formata ad Angri, cucina soltanto pranzi d’asporto. “Antiche Gastronomie” nasce dall’idea di Milo per far fronte alla crisi economica. “Credo che il settore alimentare – spiega Milo – sia quello che subisce meno gli effetti negativi della crisi”. Il giovane imprenditore ha puntato sulla qualità del servizio e della cucina, con piatti e prodotti di prima scelta, selezionati meticolosamente dalle varie aziende produttrici. La particolarità del suo servizio è resa dalla scelta di confezionare i prodotti in apposite vaschette, termosiggilarli e sottoporli a un ciclo di pastorizzazione. Tutto questo garantisce la genuinità del prodotto abbattendo qualsiasi fermentazione batteriologica. “I nostri prodotti – continua Milo - vengono preparati artigianalmente da cuochi esperti, nel rispetto delle migliori ricette italiane. Bastano pochi minuti al microonde o al forno tradizionale ed è tutto pronto”. Vi sono formati di vaschetta con grammatura diversa per accontentare l’esigenza di tutti. Gerardo Del Sorbo

Fondo

mondiale per la

natura

italia onlus

coordinamento provinciale guardie giurate wwf italia

via s. leonardo n° 103 tel/fax: 089/771228 “Corso di formazione” per guardie giurate per l’attività di vigilanza a tutela della fauna e dell’ambiente. Obiettivi generali Formare personale qualificato in grado di salvaguardare la natura e l’ambiente antropico. Proprio seguendo questo obiettivo, il wwf ritiene prioritaria l’attuazione del presente progetto finalizzato a formare nuove figure professionali in grado di garantire la necessaria informazione, sensibilizzazione, educazione ambientale e formazione professionale per aumentare la qualità della gestione del territorio, comprese le aree protette, e la salvaguardia della “biodiversità”. Obiettivi specifici Il corso ha come obiettivo specifico quello di garantire la conoscenza dei fondamenti della normativa ambientale (rifiuti, scarichi, emissione in atmosfera, abusivismo edilizio, aree protette, ecc.) e gestione delle risorse naturale (caccia, pesca, funghi, tartufi, boschi e foreste, ecc.). Inoltre, saranno approfondite le tecniche, operative e procedurali, di polizia ambientale, con particolare riferimento alle casistiche più frequenti, propedeutiche all’attività di tirocinio pratico. Le guardie formate dal wwf dovranno essere in grado, in tempi ragionevolmente brevi, di gestire con autorevolezza e sicurezza la maggior parte delle situazioni possibili, in maniera autonoma e professionale.

Febbraio 2009

Continua la collaborazione tra “ANGRI ‘80” ed il “Premio Città di Angri”. Il nostro giornale pubblica interviste - curate direttamente e liberamente da Giuseppe Novi (inventore dell’ormai affermato premio) - con tutti gli “ambasciatori angresi”, cioè con tutti quei personaggi che dal 2003 ad oggi sono stati premiati per meriti artistici, professionali, politici, sportivi, ecc.

A colloquio con Pino La Mura, showman, cabarettista e cantante angrese doc

«Ho un sogno nel comò: una serata nel riaperto cinema Minerva»

Q

uesto mese incontro Pino La Mura, show man, cabarettista e cantante angrese doc, abitante anche lui a Roma. Sì, abito da sempre a Roma ma porto sempre nel cuore e nella mente il ricordo vivo di Angri e di molti Angresi Ma tu sei nato ad Angri? No, io sono nato a Roma, ma il concepimento vero e proprio è stato consumato dai miei genitori in una calda notte d’agosto ad Angri Preciso... e sai anche dove? Certo, e te lo dico in angrese stretto: sono stato concepito “’nt’Ardigna” Hai detto che conservi sempre vivo il ricordo di Angri e degli Angresi… Sai, la mia infanzia – specialmente nei mesi estivi – l’ho trascorsa sempre ad Angri, per cui di ricordi ne ho davvero tanti… Raccontamene qualcuno... Tra tutti, tre sono quelli che considero indelebili. Il primo: mi ricordo la strada dello “struscio” nel fine settimana, da “for’‘a lava” alle storiche M.C.M.; e lo sa solo il mio cumpare di comunione e di cresima, il “buon” Gerardo Buono – l’ex ciabattino di Via Zurlo (La Rapida) - i tacchi e le suole che mi ha messo sotto le scarpe. Il secondo? Il secondo è più “sacro”: la grande festa del Santo Patrono San Giovanni Battista. Ricordo che la processione partiva con il Santo vestito del solo suo abito e finiva la sua corsa dopo aver attraversato tutto il paese con appiccicati addosso centinaia di biglietti da mille lire fino alle centomila lire. Uno spettacolo molto suggestivo. Solo uno c’è riuscito dopo... San Berlusconi da Arcore Simpatico... ed il terzo? Ricordo con molto affetto un personaggio, un po’ strambo, del paese che abitava proprio dove era la mia nonnina, non ho a memoria il nome, ma era un po’ “toccatello” e vestiva con la divisa militare di un mai specificato corpo; aveva i

denti a “seghetto alternativo”, cioè uno ogni 10 minuti, si rincorrevano l’un l’altro per addentare il poco cibo che mangiava; però una cosa era certa; era amato da tutti... e noi ragazzotti ci divertivamo a fargli una marea di scherzi... I più anziani tra i lettori del giornale se lo ricorderanno sicuramente! E dell’Angri attuale cosa pensi? É molto cresciuta, soprattutto a livello culturale. Ho solo un piccolo cruccio caro Peppe... Quale? Non riesco a spiegarmi perché una cittadina di 30.000 abitanti, con un livello culturale in crescita, tenga chiuso il cinema “Minerva”, sito al centro della città. Ma sai quante cose che ci si potrebbero fare oltre alle proiezione dei film? Rappresentazioni teatrali, concerti, convention aziendali e politiche, grandi eventi, il tutto a “beneficio” esclusivo della città. Questa è proprio una grave carenza... Allora facciamo una petizione per la riapertura del cinema “Minerva” e giuro che vengo a fare lo spettacolo inaugurale a mie spese, sempre che

tutti siano d’accordo ovviamente. T’informo che la situazione economica del Comune non è proprio delle migliori e se fai queste promesse, qualcuno ti prende in parola... Ed io la mia parola la mantengo sempre con tutti, figuriamoci con gli Angresi… A proposito di serate… quella in cui hai ricevuto il “premio Città di Angri” è stata invece l’ultima occasione in cui ti sei esibito qui? Sì, purtroppo, ed è stata una serata stupenda. Non mi aspettavo di ricevere un premio proprio da Angri, tanto è vero che i miei hanno pianto di gioia. Ed è proprio per questo che ho un sogno nel comò... Nel comò? Sì, perché è molto grande, e cioé quello di tornare ad Angri, nella piazza centrale o nella bella villa comunale, per una serata spettacolo con tutti gli amici Angresi e i miei genitori in prima fila, con uno spettacolo di due ore fatto di cabaret, canzoni e tanto buon umore... Non so come, ma ti prometto che prima o poi capiterà! E poi, scusa, faccio serate in gran parte della Campania, sono arrivato anche a Salerno e vuoi che non mi fermi ad Angri? Prima di te ho intervistato un altro angrese “romanizzato”: Mimmo Ruggiero. Lo conosci? Certamente. L’ultima volta che ci siamo visti è stato all’Hotel Sheraton di Roma, dove io avevo uno spettacolo ma si esibiva anche lui. Abbiamo a lungo duettato e poi, a fine show, entrambi ci siamo chiesti, rammaricandocene, perché ad Angri non si riesca mai ad organizzare grossi spettacoli e soprattutto perché nessuno faccia assolutamente niente per evitare la massiccia e continua

“fuga di talenti” oltre che di cervelli dal nostro paese… Quando ti rivedremo in TV? Sto facendo delle “ospitate” su emittenti locali romane e trasmissioni in onda sulla piattaforma SKY, ho in cantiere una sit-com ed un programma comico insieme ad altri “colleghi” ma – da buon angrese – sono molto scaramantico per cui preferisco non aggiungere altro… Quando ritornerai ad Angri? Spero presto…per respirare un po’ d’aria nostrana e rilassarmi un po’… Mi inviterai a pranzo? Solo se chiudiamo con una battuta delle tue... Ok “capo”! “Patteggiamo”. Prima la battuta e poi il mio più caro saluto agli Angresi? Ok, iniziamo dalla “battuta”... Non mi sono mai spiegato il “perché” del nome di quella zona di Angri che viene definita “Fora ‘a lava”. Ma vuol dire per caso che quella zona viene lavata solo “fuori” mentre dentro rimane sempre “zozza”? Carina…e il saluto? Saluto tutti gli Angresi indistintamente, con la speranza di poter sorridere un giorno tutti insieme. A proposito di sorriso, quando vengo ai tuoi spettacoli concludi sempre con un motto però… Col mio motto, che è il seguente: “Noia? Noooooo... preferisco ridere” Grazie a Pino La Mura Grazie a te Peppe, e mi raccomando continua sempre così. Angri per te è “vita quotidiana” e a differenza di chi non la vive, tu la sogni sempre migliore e lavori realmente per questo. Giuseppe Novi

Via Nazionale di angela caramico

Offerta promozionale su tutta la gamma dei prodotti

Camerette Italian Business - Ciacci - Tonin Dall’Agnese - Accademia del Mobile - Bamar - Alf - Rossetto

di

Troiano Giuseppe

2T Ceramiche s.n.c.

Tel/Fax 081.5135109 - e-mail: flaga@libero.it www.arredamentigaeta.com

Via Nazionale n.162 Tel./Fax 081.947554

e-mail: 2tceramiches.n.c..2tcera@tin.it

Finanziamenti a tasso agevolato

Vendita autoveicoli nuovi e usati di tutte le marche

NUOVA Sede

Via Nazionale, 111 Tel/Fax 081.94.88.13 Esposizione.: Via Nazionale, 186 angela.caramico@virgilio.it


Febbraio 2009

P

artiamo dalla descrizione idilliaca del paese in cui vive. Bellano, una cittadina di 3000 abitanti in provincia di Lecco, sul lago di Como, in cui abita con la moglie. L’angolo di lago che è possibile ammirare da casa sua è meraviglioso e, con convinzione, afferma che assomiglia alquanto alla nostra costiera... Racconta che a Bellano sono nati Giancarlo Vitali, grande pittore di cui è amico, e Andrea Vitali, autore di romanzi come “La finestra vista lago”e “La modista”. Un luogo culturale in cui la qualità della vita e il rapporto con gli altri è diverso da altri posti. Persona molto equilibrata e tranquilla, Roberto ha un’organizzazione di vita meticolosa e curata nei minimi particolari. Precisa infatti di essere una persona molto metodica, soprattutto nel vivere quelli che sono i suoi “riti”. Cioè? «La domenica mattina: aperitivo con prosecco insieme ad un gruppo d’amici; il pomeriggio, partita a biliardo con un altro gruppo d’amici. Ho la mia stecca personalizzata e tutto l’occorrente. Il sabato pomeriggio, invece, gioco a pallone, anche se molto male». La sua vita si articola in tre dimensioni come lui ama chiamarle: il lavoro, il teatro e l’impegno politico (“che – sottolinea - essere molto tra virgolette!»). Il lavoro nella Scuola come Dirigente scolastico Per quanto riguarda il lavoro, è dirigente scolastico da circa 9 anni nella stessa scuola dove nel lontano 1976 ha iniziato come docente. In realtà dirige due istituti: uno a Dervio e l’altro a Colico, splendide cittadine dell’alto lago, con oltre 1000 ragazzi, verso cui mostra grande disponibilità dal punto di vista didattico, ma si pone anche come punto di riferimento sociale per loro e per le loro famiglie. II lavoro riempie le sue gior-

9

Angresi fuori Angri

Fredda sera di fine Dicembre. Salotto. Un divano e una poltrona alquanto comode. Lo scenario di una commedia di Roberto Santalucia? No. È semplicemente il dove e il quando, finalmente, questo Angrese fuori Angri ha acconsentito a farsi intervistare. Più che un’intervista, in verità, è stata una chiacchierata su un’esperienza di vita non comune.

Metti un Angrese a Bellano tra scuola, teatro e politica. nate; del resto non potrebbe essere altrimenti, data che intrattiene con le amministrazioni locali rapporti finalizzati alla costituzione di progetti che coinvolgano i ragazzi in prima persona: il Consiglio comunale dei ragazzi, i curricoli sulla conoscenza della storia del proprio comune di appartenenza, le iniziative promosse con Lega Ambiente, ed infine l’originale progetto “la scuola bella”, volto a rendere più accogliente l’ambiente scolastico arricchendo le finestre delle classi con mazzi di fiori colorati. Con commozione ricorda la sua prima esperienza lavorativa in una scuola elementare di Angri a 22 anni; quando c’era il tempo pieno, in cui era precariamente e fortunatamente inserito, e tuttavia in quella incertezza era riuscito a portare il teatro nelle scuole e ad appassionare i ragazzi, a coinvolgerli in un’esperienza che, come tiene ad evidenziare, segna per la vita. La realtà purtroppo che si vive oggi ad Angri è ben diversa ed è impossibile paragonarla al mondo scolastico di cui lui, ora, è parte attiva. Una cosa che lo lascia infatti interdetto è il fatto che ad Angri come nel sud in generale la chiusura dell’anno scolastico è molto soggettiva, in quanto ogni ragazzo, con autonomia decide qual è il suo ultimo giorno di scuola. Nella sua scuola come in tutto il Nord, si lavora a pieno ritmo fino all’ultimo giorno stabilito dal calendario scolastico, con tutti i ragazzi presenti: “perché - precisa - quei dieci giorni in meno di scuola, moltiplicati per tutti gli anni scolastici curricolari, diventano un anno in meno di attività formativa”. La passione per il teatro Altro tempo importante della sua vita è dedicato al teatro, una grande passione che quasi 20 anni fa il ventennale infatti si festeggerà proprio quest’anno - lo ha portato a rivitalizzare, insieme ad altri appassionati, la “Filodrammatica Bellanese”, una realtà teatrale presente sul territorio fino agli anni ‘50. All’inizio si rappresentavano testi di autori

vari, mentre da circa 8 anni è lo stesso Santalucia, con l’aiuto di Piergiuseppe Vitali (un pensionato 65enne), a scrivere i testi. E così sono nate commedie lontane dagli schemi convenzionali, ormai abusati, molto vicine invece alla realtà quotidiana, nelle quali si da ampio spazio a temi d’attualità. “Per la fine del mese di Maggio, di solito è pronto il copione – fa presente Roberto - e nel mese di Settembre iniziano le prove tre volte a settimana in una sala teatrale con 250 posti che per una piccola cittadina di 3000 abitanti non è poco”. Il confronto con Angri è immediato, è così pure il rammarico che una città di 30 mila abitanti non abbia più uno spazio teatrale. Da qui la sua grande ammirazione per il regista Antonio D’Andretta e per il gruppo teatrale Anziteatro del Centro Iniziative Culturali che nonostante tale carenza portano avanti una lodevole attività amatoriale. Nel 2008 infatti è stata rappresentata da Anziteatro proprio una commedia di Santalucia tradotta dal milanese in napoletano (“Fin che el dura el borsin del vecio” in “’A penzione d’’o viecchio”) con prossime repliche a Pagani e ad Angri.

La compagnia teatrale che Santalucia, insieme ai suoi amici, ha rimesso in vita è “no profit” e tutto il ricavato viene destinato all’acquisto di materiale scenografico e ad altre esigenze. La filodrammatica inoltre sostiene, fin dalla sua rifondazione, un’adozione a distanza. II gruppo ormai è ben consolidato e le occasioni di incontrarsi certo non mancano: come ad esempio la cena prima di Natale e un viaggio tra Aprile-Maggio nelle più belle regioni italiane come il Veneto e l’Emilia Romagna. La terza dimensione è la politica. «Sicuramente - precisa - molto tra virgolette. Sono stato assessore alla cultura al comune di Bellano per diversi anni.Quest’impegno però l’ho lasciato circa cinque anni fa, perché ormai il teatro, il lavoro e l’impegno politico erano diventati inconciliabili; tuttavia quando andrò in pensione conto di ritornare ad occuparmi di politica». Amante della lettura, si emoziona quando gli si chiede del suo primo libro letto: «Avevo sette anni – racconta - e lessi Pinocchio di Collodi. Provai tanta gioia per averne completato la lettura». Attento alle nuove uscite in libreria, il suo ultimo acquisto è “Napoli siccome immobile” di Claudio Scamardella. Ha letto anche Gomorra? Cosa ne pensa? «Ho letto Gomorra ed è un romanzo che mi è piaciuto molto. Mia moglie l’ha comprato subito. Credo che Saviano, con questo romanzo, in funzione della parola scritta sia diventato, suo malgrado, una testimonianza». Legge anche molte poesie. Su tutti preferisce autori tedeschi e italiani. E poi i film degli anni cinquanta e sessanta. Della televisione

D’Acunzo

moderna “salva” trasmissioni come “Che tempo che fa” di Fabio Fazio, Ballarò, Blob su Rai3. Della televisione degli anni scorsi, ricorda con piacere la trasmissione “Reporter”. Ma assolutamente non può rinunciare ai telegiornali. «Ne vedo molti – afferma - anche locali, amo essere sempre informato. Mi interesso anche di quello che accade ad Angri». Informato su Angri? «Su Internet guardo spesso i siti dedicati ad Angri e sono tra i miei preferiti. E poi sono abbonato ad ANGRI ‘80 e quando mi arriva abbandono anche la lettura di un giornale nazionale, per sapere cosa accade ad Angri. In tal senso ammiro molto l’impegno del direttore Lombardi e dei redattori che nonostante il contesto sociale difficile operano con tanta diligenza e non si lasciano prendere dallo sconforto. Tra molti anni uno storico sicuramente li ricorderà». Santalucia, a tal proposito, fa presente poi che è errato pensare che al Nord ci sia l’Eden, mentre al Sud siamo nell’inferno: le difficoltà ci sono anche al Nord. Come il problema dell’occupazione che interessa le industrie o la nuova “malattia” dei giovani: l’alcolismo. Fa inoltre presente di essere donatore AVIS (medaglia d’oro con oltre 50 donazioni), di far parte dell’AIDO (donatori organi), di essere nel direttivo provinciale della FLCGIL scuola di Lecco e di essere presidente della GABS, associazione che raccoglie tutti gli appassionati di biliardo. E la famiglia? Accetta tutto questo attivismo? A tal proposito sottolinea ironicamente che la moglie gli rimprovera spesso di essere poco presente in casa anche se c’è sempre un risvolto positivo: si litiga molto poco! Ma, a parte l’ironia, racconta che la moglie gli è molto vicina e lo coadiuva. Discorso diverso per l’unico figlio che, invece, lo rimprovera molto in quanto vorrebbe che si riguardasse un po’. Ma lui precisa: “Non mi fermo per esorcizzare la paura della fine! Tra fine 2008 e inizio 2009, a parte la scuola, il tempo maggiore lo sta

Ceramiche d’èlite

Ceramiche Artistiche

è lieta di presentarVi un’offerta eccezionale per rinnovare il vostro bagno

~ 30 mq di piastrelle 1ª scelta + 3 decori ~ 1 mobile bianco con marmo bianco Carrara e faretti alogeni o mobile in arte povera ~ 1 lavabo bianco semincasso ~ 1 vaso con cassetta alta ~ 1 coprivaso in legno bianco ~ 1 bidet ~ 1 batteria catis ~ 1 vasca in acciaio 1,70 x 70 (o piatto doccia) ~ 1 colonna scarico (o piletta doccia sifonata) ~ 1 gruppo rubinetteria con miscelatore monocomando cromo oppure gruppo 3 fori cromo (lavabo/bidet/ vasca).

Il tutto a soli E. 1.080 (anche a rate) Show Room via Dei Goti, 122 - Tel. 081.948537 Deposito e vendita: via Adriana, 30 Tel. 081.947042

dedicando alla nuova commedia “Se la pagura la ta ciapaa o te la venget o te se fregaa” che in italiano suona “Se ti prende la paura: reagisci!”. E Santalucia evidenzia il significato della parola “paura” con una sua nota: «È una parola su cui qualcuno ha costruito la scorsa campagna elettorale e che dopo alcuni mesi è scomparsa dal dibattito politico perché sostituita dal problema dell’economia e della finanza quanto mai attuale”. Caratteristica peculiare della commedia sono i personaggi e l’evoluzione della loro psicologia. Personaggi dinamici, mai monotoni. Sin dal primo atto si da molta importanza agli spazi teatrali un po’ come amava fare Goldoni. Qui da noi sarebbe alquanto difficile assistere alla commedia in dialetto milanese anche se Roberto evidenzia l’importanza che i dialetti hanno nella formazione culturale e linguistica. La commedia comunque sarà tradotta in dialetto napoletano e rappresentata prossimamente dalla compagnia teatrale Anziteatro. E Santalucia manifesta “la sua ammirazione e stima per la compagnia angrese che ha fatto e farà conoscere al pubblico di Angri i miei lavori”. Un consiglio, infine, agli Angresi per la loro rinascita? «Non do consigli. Ci vuole una riflessione accurata da parte di tutti e del resto come per tutte le cose ci vuole I’esperienza: bisogna sbatterci la testa. Ricordo, a tal proposito, lo scetticismo di tanti quando anni fa parlavo della raccolta differenziata, ora qui ad Angri siete tutti molto attenti e meticolosi nel rispettarla». E in effetti è proprio così. Con l’augurio che l’esperienza giovi sempre come è accaduto in precedenza, il protagonista esce, si spengono le luci, si abbassa il sipario. Applausi. Ah! Dimenticavo: Grazie di cuore, zio Roberto. Anita Santalucia

Cirillo L

i s t e

N

o z z e

Oggettistica

Articoli da regalo Via Amendola, 15 Tel. 081.949215 338/4563032


10

Attualità Celebrato il “Giorno della Memoria” all’Istituto “Galvani” con momenti di riflessione attraverso ricerche, documenti fotografici e filmati

Alfonso Di Natale il 24 Aprile perse la sua giovane vita durante la prigionia a Buchenwald

Un angrese vittima della “Marcia della morte”

“Mai più shoah!”

F

È

ormai il nono anno che il 27 Gennaio, data della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz da parte della Russia sovietica, si celebra in Italia la Giornata della Memoria, istituita con una legge dello Stato e dedicata al ricordo delle vittime ebree della Shoah. Ma ci chiediamo: “Può uno Stato obbligare a ricordare una tragedia e una catastrofe?”. I Francesi infatti parlano di “dovere della memoria”. La memoria non s’impone, si trasmette e commemorare i morti innocenti della Shoah è far conoscere la più grave tragedia che abbia investito l’Europa, perché una così grande sofferenza, un così grande sbaglio non si ripeta nei secoli futuri. Ogni anno, la nostra scuola propone momenti di riflessione attraverso ricerche, documenti fotografici e filmici e noi abbiamo dato il nostro contributo alla manifestazione curata dalla professoressa Eleonora Giammarino con un apporto originale e non retorico. La manifestazione si è sviluppata in diversi momenti, in modo da interessare tutti gli alunni di alcune classi della scuola media. Nella confortevole sala teatro dell’istituto, gli alunni della II G e della III B hanno illustrato gli originali cartelloni prodotti, perché si avesse consapevolezza di ciò che si commemorava, mentre, gli alunni della II B hanno allestito una mostra di documenti fotografici sul campo di sterminio di Auschwitz e rappresentato un testo teatrale di nostra composizione: “Sì, noi saremo capaci”. Dalle leggi razziali all’intolleranza, dalla persecuzione al genocidio, nascono le riflessioni individuali che percorrono la storia fino ai giorni nostri, allorché noi giovani ci misuriamo con persone di culture diverse, europee

Febbraio 2009

e non, o con persone diversamente abili, che non vanno respinti ma integrati con pari opportunità; o quando viviamo “in diretta” la tragedia di chi viene minacciato o colpito perché alza la voce contro le ingiustizie e la sopraffazione e denuncia gli esecutori di violenza, nel nome dei diritti umani universali. “Io ho un sogno”, diceva Martin Luther King, e noi riprendiamo le sue parole ed esprimiamo il nostro sogno: Mai più Shoah! La nostra drammatizzazione, frutto di un lavoro interdisciplinare - coordinato dalla professoressa Giammarino e curato per la recitazione e il canto in lingua inglese dalla professoressa Patrizia De Luca e per la parte musicale dal professore Michele Verdoliva - è stata accompagnata dall’esecuzione di coinvolgenti brani musicali (“Auschwitz” e “La vita è bella” e dalla recitazione in lingua inglese di “I am a man” e “I have a dream” a due voci). A completamento, alcune di noi hanno recitato poesie a tema di loro composizione. La manifestazione si è conclusa, con una coreografia sulle note vivaci della canzone “Pata Pata”, di Miriam Makeba, sostenitrice dei diritti umani e nemica giurata di ogni tipo di violenza e di sopraffazione, che ha lasciato la vita sul palco, mentre per l’ultima volta, alzava la voce contro la violenza senza volto e in difesa di chi, pur a casa propria , vive senza libertà. LA STORIA OGGI, COME IERI? È dalla conoscenza del passato che gli uomini di domani trarranno ispirazione per costruire il futuro. È dalla conoscenza degli errori e orrori di ieri che in noi nascerà il sentimento di giustizia e

il rispetto della persona e faranno in modo che l’odio e l’indifferenza non prevarichino l’intelligenza e le ragioni del cuore. E da dove iniziare se non dalla scuola? Intanto la Storia non è mai chiusa, il passato evolve e cambia con il presente e abbiamo compreso che la Shoah non è stato genocidio tra i genocidi. Non sono stati uccisi esseri umani generici, sono stati annientati gli Ebrei, perché erano Ebrei. Mai avremmo pensato che questo è successo, seguendo le lezioni dei nostri professori, leggendo opere di letterati, ascoltando canzoni rievocative, oggi ne abbiamo la consapevolezza, Ne faremo tesoro come uomini del domani? Attivandoci per conoscere più profondamente quella che si ritiene la più grande sconfitta dell’umanità, siamo giunti alla conclusione che il razzismo, si chiami apartheid o antisemitismo o, ancora, xenofobia, ha una sola matrice: la follia. La scuola, nel suo percorso di formazione, ci tramanda i problemi, i disagi, i dilemmi, le catastrofi, le guerre, le ideologie, le soluzioni, di ieri e gli effetti di oggi richiedendo riflessioni e proposte. Sembra che l’uomo non abbia ancora imparato: i mass media ci impongono ancora immagini di guerre, attentati, genocidi in un mondo globalizzato senza pace. Altre Shoah sono in giro per il mondo Noi non dimenticheremo, saremo uomini migliori! Michele Chiavazzo Sabrina Conte Marilù Montefusco

ine inverno inizio primavera 1945, migliaia di prigionieri dei campi di concentramento nazisti vengono sfollati con traslochi forzati dai loro aguzzini, stretti ormai nella morsa inesorabile delle forze alleate; le SS decidono di abbandonare i lager minacciati trasferendo quei poveri relitti umani sopravissuti alle angherie e soprusi in condizioni impossibili, cercando poi di distruggere le prove delle atrocità commesse. I prigionieri stremati, dopo mesi o anni di maltrattamenti, fame, malattie e stenti, vengono obbligati a marciare per chilometri, tra la neve e con temperature polari, verso altri

campi di concentramento all’interno della Germania. Caricati come bestie da macello su carri bestiame scoperti, in condizioni disastrose, esposti alle intemperie, alla fame e alla sete sono nuovamente scaricati e a piedi costretti a marciare con grande sofferenza per raggiungere i nuovi lager di destinazione. Coloro che non riescono a seguire la penosa colonna in marcia (e furono in molti) vengono barbaramente uccisi dalle SS di scorta che si “curano” di finire con un colpo di pistola alla testa i deportati moribondi o stremati dagli stenti che si trascinano durante la marcia definitiva: “la marcia della morte”.

Durante questa nefasta maratona il 24 aprile 1945 tra migliaia di sfortunati prigionieri lasciava la sua giovane vita Alfonso Di Natale in terra tedesca fra Freudelsdorf e Posino. Il povero prigioniero di 25 anni internato a Buchenwald con matricola numero 132776 era nato a Angri il 10 aprile 1917. I suoi poveri resti riposano nel cimitero militare di Monaco di Baviera nella tomba n. 34 in 7ª fila del riquadro 6. Antonella Giacomaniello

Alla “Galvani” si moltiplicano le esperienze formative È indubbio che il lavoro, la professionalità, la passione sono le punte di diamante di una scuola in continua ascesa. Attività curriculari ed extracurriculari si intrecciano per abbracciare la nostra crescita. In un ambiente fervido di lavoro, la Professoressa Olimpia Maria Tiziana Savarese, lungimirante e sensibile Dirigente, e i nostri docenti ci predispongono un percorso ricco di esperienze che avvantaggiano la nostra formazione culturale, umana e sociale e che ci vedono impegnati non solo nelle “normali” attività di studio, ma anche in progetti pomeridiani che spaziano da approfondimenti di Italiano e Matematica al potenziamento della lingua inglese, dallo studio dell’Informatica al Basket, da progetti dell’istituzione a progetti POR (con fondi regionali) e PON (con fondi europei). L’attenzione di chi ci guida viene ripagata dall’affermazione in più campi: la nostra partecipazione a vari concorsi nazionali e non (“Maratona di matemati-

ca”, “Fermiamo la contraffazione”, “Tutti in bici”, “Shoah”, “Poesia”) non passa sotto silenzio, visto che portiamo a casa premi e gadgets. Anche la partecipazione al concorso locale la Befana tra sogno e realtà, indetto dal gruppo folkloristico ‘O Revotapopolo con il patrocinio del comune, ci ha visto meritevoli protagonisti, avendo ottenuto ben 7 premi per i nostri effervescenti racconti. Sul palco siamo saliti sette scrittori in erba, Milena Ferraioli II A, Gennaro Desiderio I B, Deborah Jessica Mainardi II B, Francesca Nappi II B, Alfio Lombardi III B, Angelo Mauri III B, Annarita Peddio III B. Abbiamo ricevuto, come riconoscimento per la nostra creatività, ognuno una targa (premio in palio per tutti) e ci siamo sentiti orgogliosi, mentre si complimentavano con noi il vicesindaco il dott. Antonio Squillante, la Dott.ssa Angela Marciano, capo settore del UOC, il prof. Gerardo Santalucia e la vicepreside professoressa Eleonora Giammari-

Piazza Crocifisso, 9

Corso Italia 22/24 Tel. 081.947612

Tel. 081 947650

armonia di

sapori

www.

otticacalo.it e-mail:info@ otticacalo.it

no, nostra insegnante di Lettere, che, come abbiamo affermato dal palco, sempre ci sprona e ci guida in queste esperienze. Infine, le nostre produzioni saranno tutte raccolte in un libro, il secondo, che costituirà memoria del nostro impegno. Ormai ci sentiamo forti dei successi ottenuti, confortati anche dall’ampio consenso di quanti, genitori, scolari e operatori della scuola, hanno visitato il nostro istituto nelle due giornate di Open Day, in cui gli ambienti e i laboratori della “Galvani” si sono animati di voci, di colori e di note fino ad ora tarda. Deborah Jessica Mainardi Francesca Nappi II B

Catering - Pizzeria - Bar Caffetteria - Rosticceria Pranzi d’asporto Ristorante Self Service

Per prenotazioni e servizio a domicilio Tel. 081.8599373

Via A. Manzoni, 21 - Scafati (vicino alla piazza e al Santuario “Madonna dei Bagni”)


Febbraio 2009

Giorno

della

11

Memoria

Breve saggio sul ciclo storico

Per Ernesto Giacomaniello e Luigi La Mura il riconoscimento è stato conferito dal Prefetto ai rispettvi figli Bernardino e Giuseppe

risorgimentale di Giancarlo Forino

Medaglia alla memoria di due Angresi deportati nei lager nazisti

I 90 anni della Grande Guerra

Sin dal 2001, il 27 Gennaio si celebra in Italia la giornata della memoria. La scelta della data ricorda il 27 Gennaio 1945 giorno dell’arrivo, nel corso dell’offensiva in direzione di Berlino delle truppe sovietiche dell’Armata rossa presso la città polacca di Auschivitz con la scoperta del macabro campo di concentramento e dell’orrore del genocidio nazista. Lo scorso 27 Gennaio, durante la manifestazione di commemorazione delle vittime dell’Olocausto e ricordo di coloro che, a rischio della propria vita, protessero e aiutarono i perseguitati, presso la Prefettura di Salerno sono state conferite le medaglie ad honorem a due nostri concittadini deportati nei lager nazisti, Ernesto Giacomaniello e Luigi La Mura. La consegna dell’onorificenza è avvenuta alla presenza del Prefetto Meoli e di autorità civili e militari della Provincia. Le medaglie sono state consegnate ai figli dei deportati, il dottor Giuseppe La Mura, ex sindaco del Comune di Angri e il dottor Berardino Giacomaniello.

Per Ernesto Giacomaniello è stata la quarta onorificenza alla memoria, dopo le due Croci per Merito di Guerra ed il Distintivo d’Onore di Volontario della Libertà. Ernesto Giacomaniello, falegname, nato ad Angri il 7 settembre del 1918, fu fatto prigioniero dai tedeschi in Albania e venne trasferito in Germania nel lager di Buchenwald, internato con la matricola 03185. Poi finì nelle gallerie del Kz Dora dove si costruivano i famosi V1 e V2, da cui uscì vivo con dopo aver assistito a martiri, nefandezze di ogni genere, angherie, maltrattamenti e omicidi gratuiti. Il figlio Berardino ne ha raccontato la tragica storia in due pubblicazioni: “La vita... in punta

di piedi” e “Da Buchenwald a Dora: testimonianze dai lager”. Luigi La Mura, nato ad Angri il 16 settembre del 1921, nel 1943 era aggregato alla 59° compagnia marconisti telegrafisti; fu fatto prigioniero dai Tedeschi a Tripolis in Grecia subito dopo l’armistizio. Internato nel campo di Stalag III D nell’ottobre del ’43 con la matricola di 63927, fu costretto al lavoro coatto presso la ditta Hans Vindof Noichel Strasse dal Novembre del ’43 al Gennaio del ’44, giorno in cui il campo fu distrutto da un bombardamento. Lavorò come radiatorista per automezzi e saldatore autogeno, successivamente come muratore in opere di ricostruzione del campo

di concentramento. Alla fine venne ricoverato nell’ospedale di Berlino per la malaria contratta in Grecia. Fu liberato a Berlino nel ’45 e venne curato in Italia presso l’ospedale militare di S. Ambrogio di Varese. A.G.

leggi angri

‘80

In occasione della ricorrenza dei 90 anni dalla vittoriosa fine del primo conflitto mondiale, il nostro concittadino Onorario e collaboratore Giancarlo Forino ha dato alle stampe, per conto dell’Associazione ONLUS Panacèa, un breve saggio sul ciclo storico risorgimentale. Il testo, attraverso la lente degli eventi angresi di quei decenni, ha cercato di mettere in luce l’atteggiamento delle Autorità cittadine, religiose e politiche, a fronte di quegli avvenimenti. Il transito dal Regno Borbonico al dominio sabaudo, in effetti né desiderato né auspicato, è stato la chiave di volta su cui si sono poi snodate tutte le vicende che hanno portato all’unificazione nazionale anche sotto il profilo della coscienza collettiva, oltre che sul piano giuridico e geografico. In sintesi, come è celebrato dal nostro monumento ai Caduti di piazza Doria, anche Angri ha partecipato con il sangue dei suoi figli al processo di Unità Nazionale contribuendo in quella sanguinosissima guerra con il sacrificio di ben 150 dei suoi ragazzi. Nella ricorrenza della Festa delle Forze Armate, copia del fascicoletto è stato recapitato ad ogni Liceo e Istituto superiore angrese con l’intento di stimolare un dibattito fra i giovani e di diffondere la conoscenza degli eventi locali, nel contesto della storia nazionale.

UNA MODERNA ORGANIZZAZIONE PER LA SALUTE ED IL BENESSERE La Fondazione Peppino Scoppa, già leader nel campo della Riabilitazione, ha creato una nuova struttura per la cura del dolore ed il recupero delle funzioni articolari. Il nuovo Reparto si avvale della professionalità ed esperienza di personale medico e paramedico specializzato e di strumentazioni tecnologicamente tra le più avanzate per il trattamento di patologie ortopediche e neurologiche. Il Reparto di Terapia fisica e riabilitazione offre i seguenti servizi: - Palestra per rieducazione funzionale neuromotoria - Piscine per idrokinesiterapia in acqua a 33º C ed accesso facilitato - Ambulatorio fisioterapico con erogazione delle seguenti terapie:

. Massoterapia segmentale e totale . Rieducazione Funzionale . Kinesiterapia . Infrarossi (e ultravioletti) . Ultrasuoni . Elettroterapia . Diadinamiche . Ionoforesi . Laserterapia . Magnetoterapia . Tecarterapia

INFORMAZIONI Fondazione Peppino Scoppa Casa di Cura Villa San Giovanni Via Dei Goti n. 27 - 84012 ANGRI (SA) Tel. 081.5134742/44 Fax 081.946724 segreteria@fondazionepeppinoscoppa.it www.fondazionepeppinoscoppa.it Presidente Comm. Angelo Scoppa Direttore Sanitario Dott. Mario Rizzano Direttore Tecnico Dott. Francesco Ferrara


Annata 2008

12

FATTI E PERSONE CHE HANNO CARATTERIZZATO IL 2008

GENNAIO Signor Presidente … 9. Antonio D’Ambrosio, referente del Cossap, scrive al Presidente della Repubblica per salvare la nostra villa comunale dall’incuria e dagli atti vandalici. Siamo uomini o prefetti? 9. Il dott. Umberto Postiglione, già sindaco di Angri, giunge ad Agrigento per ricoprire la carica di Prefetto. Apparizioni, apparizioni: tu Mari’, Mari’… 19. Maria Teresa Falcone, attrice della compagnia Anziteatro del Centro Iniziative Culturali, su invito della redazione di “Fattore C” partecipa alla trasmissione di Canale 5 “Gabbia di matti”, condotta da Pippo Franco. Ho detto tutto Dall’intervista di ANGRI ’80 al sindaco Mazzola sui primi sei mesi di amministrazione. Domanda: Che ne è stato del partito del mattone? Sono tutti impegnati a redigere i project financing? Risposta: C’è da augurarselo. Tu immagina: decine di opere pubbliche realizzate grazie al contributo di privati, l’anfiteatro, le gallerie commerciali, i parcheggi … Domanda: Ma non lo faranno certo per beneficenza? Risposta: Tu lo faresti gratis? È chiaro che c’è una speculazione. Ma c’è soprattutto l’interesse della città a veder sorgere occasioni di sviluppo … Domanda: Siamo a sei mesi dall’insediamento … Risposta: …Intanto stiamo allestendo un sito di stoccaggio per i rifiuti, per far fronte all’emergenza regionale. E nonostante la crisi, per diversi mesi le nostre strade sono state tra le più pulite dell’Agro … L’è tutto sbagliato, l’è tutto da rifare Intervistato da ANGRI ’80 sulla situazione politica locale, il prof. Giovanni Vitolo afferma: All’interno del Centrosinistra sono scattate appartenenze di tipo clanico, vecchi rancori personali, il richiamo della vecchia prassi politica meridionale del trasformismo: impulsi e sentimenti che denotano scarsa cultura politica o, meglio, una concezione della politica come un misto di affarismo e narcisismo, e non come confronto di idee e competizione tra soggetti diversi in vista del bene pubblico. Se questo è avvenuto, vuol dire che sono venuti meno i principi elementari della politica e che bisogna ricominciare daccapo.

Febbraio 2009

Lilia Ruocco Vi tengo d’occhio! Il settore Urbanistica della Regione Campania rende noto di aver messo a disposizione di 36 comuni campani (Angri compreso) le informazioni relative agli abusi edilizi rilevati dalla stazione satellitare MARSEC nel periodo dicembre 2006-ottobre 2007. Ma l’amministrazione comunale non ne dà notizia ai cittadini. Sotto a chi Ruocco! ANGRI ’80 intervista la giovane artista angrese Lilia Ruocco, che da anni vive e lavora a Thiais, vicino Parigi, dove è entrata a far parte della compagnia Arteria. Più grigia che rossa L’Angri giunge al giro di boa del campionato di calcio di serie D totalizzando 21 punti in 17 partite: un bottino discreto ma non esaltante.

FEBBRAIO Stessa piaga, stesso mare (‘e munnezza) 6. Dalla discussione sull’emergenza rifiuti, in Consiglio comunale, non emergono novità di rilievo. Per il 2008 viene prorogato l’affidamento dei servizi all’Azienda Speciale Angri Eco Servizi, rimandando il propagandato progetto Spa. Chi me vo’ bene appriesso me vène 15. Il consiglio comunale approva il bilancio di previsione 2008 col voto favorevole del Centrodestra e di 5 consiglieri eletti nel Centrosinistra (Mainardi, Padovano, Manzo, Avagnano e Testa). Aumentano le seguenti imposte: addizionale Irpef, Tarsu, tariffe cimiteriali (contestate dal Cossap) e per l’uso di strutture sportive. Congratulazioni, congratulazioni: tu Mari’, Mari’ …

24. Con il romanzo “Quando si alza il vento di terra” (edito dal Centro Iniziative Culturali), la scrittrice Maria Rossi si aggiudica il 2° posto alla I edizione del Festival Nazionale di Letteratura di Martina Franca. Eco Servizi? Ecco i servizi! 27. Il consiglio comunale approva una modifica allo statuto dell’azienda Angri Eco Servizi: un provvedimento che punta al suo commissariamento azzerandone il Consiglio di amministrazione. Successivamente, a seguito di un bando di 800mila euro espletato dall’ing. Mimmo Novi (direttore di AES), si dimettono Francesco Galasso (presidente di AES) e i componenti del C.d.a. Avanti un altro! 28. Con il passaggio del consigliere Francesco D’Antuono (Udc) all’opposizione, l’assessore Salvatore Giordano rassegna le proprie dimissioni. 48, ‘o malato che canta 29. Esce “48”, il nuovo album della band angrese Malatja. Parla di precarietà quotidiane e contiene un omaggio a James Senese e a Napoli Centrale. Personaggi ed interpreti (in ordine di … apparizione) L’assessore ai Lavori Pubblici Salvatore Giordano, nel corso di un’intervista ad ANGRI ’80, sollecitato a fare il punto sul progetto di costruzione di un teatro, afferma: « … Aspettiamo l’approvazione del bilancio per dar corso ai progetti che fanno parte del piano triennale delle opere pubbliche (attualmente bloccati), tra i quali vi è anche quello del teatro». Mazzolato Antonio D’Ambrosio (del Cossap), intervistato da ANGRI ’80, si dice deluso di aver votato e fatto votare per il sindaco Mazzola, perché non ha mantenuto le promesse fatte in campagna elettorale. Sono tutti Forum di testa Pierpaolo Ferraioli e Carmen Fattorusso, intervistati da ANGRI ’80, denunciano i brogli, le scorrettezze e gli illeciti che hanno portato al fallimento del Forum dei Giovani. Gargasì, Garganò Il giovane Francesco Gargano, commissario cittadino dell’Udc, si dimette per mancanza di autonomia e di democrazia. I vertici del partito, oggetto delle accuse, non commentano la sua decisione. Mo t’ ‘o ddico, mo t’ ‘o cconto Viene pubblicato e distribuito gratuitamente il libro di Onofrio Cannavale “Una Storia da raccontare …” che rievoca la vita scoutistica di Angri.

Montellon de’ Montelloni L’ex patron grigiorosso, Antonio Montella, manifesta la volontà di acquistare, a fine campionato, l’U.S. Angri. Musi canti La band angrese “Indagini su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” registra e distribuisce il cd autoprodotto “Labili attenuanti”.

MARZO Squillante o … rullante? 1. Il piccolo Giovanni Squillante, di soli 6 anni, si aggiudica il 1° premio del concorso nazionale “Batteristi in erba” svoltosi a Recanati. Che Croce … La signora Maria Giordano Scoppa riceve dal vescovo Illiano la Croce “Pro Ecclesiae et Pontefice” conferitale dal Vaticano. Amar…Cort 7. La 4^ edizione del Festival “Cort’O Globo” si svolge nell’atrio del Cinema Minerva, riaperto per l’occasione dopo oltre 22 anni. Ponteatro Presso il Teatro “L. Dehon”, l’ass. “Il Ponte” porta in scena la commedia di Gaetano Di Maio “Mettimmece d’accordo e ce vattimmo”, diretta da Giovanni D’Andretta. Buone azioni 26. Il consiglio comunale approva la proposta dell’amministrazione di trasformare l’azienda speciale Angri Eco Servizi in società di capitale. Robin Hood o … Hood Robin? Il vicesindaco Antonio Squillante, intervistato da ANGRI ’80, giustifica l’aumento delle tasse previsto dal bilancio di previsione 2008. I consiglieri di opposizione Giuseppe Galasso (subentrato al dimissionario Pa-

squale Mauri) e Roberto Giordano (lista civica Rinascita angrese), intervistati anch’essi da ANGRI ’80, lo criticano perché colpisce soprattutto i cittadini meno abbienti e prevede lauti compensi per consulenze (circa 300mila euro a 7 collaboratori esterni). WWW ANGRI ’80 dedica un’intera pagina alla crescita di siti Internet che arricchiscono Angri di nuovi spazi per l’informazione e la comunicazione. Classe di Ferr…ara ANGRI ’80 pubblica i passaggi più critici di un’intervista rilasciata all’emittente Teleangri 1 da Marcello Ferrara, che accusa il sindaco Mazzola di gestire il Comune come un monarca. No, non sono con(tro) Mazzola Il consigliere comunale Emilio Testa (lista civica ADA), intervistato da ANGRI ’80, afferma: «Ho votato a favore del bilancio di previsione 2008, insieme al collega Avagnano, per un atto di responsabilità e non perché sono alla corte di Mazzola». Amore … Resistente ANGRI ’80 dedica due pagine al partigiano angrese Renato Raiola, la cui eroica figura viene rievocata anche grazie alla testimonianza della signora Tina Carbonari, sua ex fidanzata. E che Madonna … Sergio Amato segnala ai lettori di ANGRI ’80 che, con l’abbattimento di un vecchio immobile in via dei Goti, è stata distrutta un’altra edicola votiva raffigurante la Madonna di Materdomini. Qualcuno volò sul nido … Il Comitato Diritto dell’Infanzia di Angri propone all’amministrazione comunale di istituire una sezione di micronido che possa accogliere dai 10 ai 16 bambini di età compresa tra i 6 e i 24 mesi. Forza Giuseppe ANGRI ’80 pubblica un articolo su Giuseppe Tortora, angrese che scrive poesie per affrontare le sofferenze di una malattia che lo tiene legato ad una macchina che gli consente di respirare e nutrirsi. Nun me ne vaco! Ciro D’Ambrosio, presidente dell’U.S. Angri, annuncia che non ci sarà alcun commissariamento della società e nessun passaggio di testimone con l’imprenditore Antonio Montella.

UOMO IN ...

SALDI Centro Estetico Solarium Civ. 39 -Tel. 081.948608

Panificio Scarpato Nicola Freselle - Taralli Biscotti N. 16 - Tel. 081.94.85.21

VIA INCORONATI ata i m A l i m e n t a r i Pre eria um Sal

Catania

Via Incoronati n. 21-Tel. 081. 94.82.34

GRAN SASSO FEDERICO OSTI HINCKLEY - BUGATTI MANUEL RITZ PIPO BRANCACCIO CARUSO BULGARINI - CISALE Via Giudici 45 - Tel. 081.949725 - e-mail: cisalecamicie78@hotmail.it

La qualità ora ha un punto di riferimento Piazza Doria (Via Don Minzoni)

ANGRI ‘80 il tuo giornale

da

25

anni


Febbraio 2009

FATTI E PERSONE CHE...

APRILE Sei conneso?

4. Gaetano Prisco, studente 17enne del liceo classico “La Mura”, rappresenta la Campania alle selezioni nazionali delle Olimpiadi di Informatica dopo essersi aggiudicato il 1° posto alle selezioni regionali svoltesi a Napoli. Quando i bambini fanno ohhhh … Per iniziativa dell’ass. “Progetto Famiglia” nasce l’associazione “Baobab Amici di Tampellin”, per aiutare soprattutto i bambini di un villaggio del Burkina Faso. In nome del Padre … 6. Alcune comunità neocatecumenali della parrocchia di S. Giovanni Battista fanno visita agli anziani ospiti di Casa Serena. E pedala! 6. Si svolge la 26a edizione della pedalata ecologica “Benvenuta Primavera” organizzata dal Ciclo Club con la partecipazione di 450 cicloamatori che si sono radunati (partenza e arrivo) nel parcheggio delle ex MCM. In fondo a destra 14. I risultati delle elezioni politiche confermano che Angri è un paese di Centrodestra. Il Pdl prende 9249 voti alla Camera (56,03%) e 10769 al Senato (56,89%). Solid…arie…tà 18. Presso il liceo “La Mura” si tiene l’incontro conclusivo tenuto dal Gruppo “Insieme” per il progetto “T’accompagno”. Equo qua! 19. La Casa del Cittadino e piazza Doria ospitano la manifestazione conclusiva promossa dalla S.M.S. “Opromolla” nell’ambito del progetto sul cacao per il commercio equo e solidale. Ari-Bella ciao 25. Si svolge la manifestazione cittadina per la Festa della Liberazione. E per fortuna rientra l’ordine, incautamente impartito, di non eseguire la canzone partigiana “Bella ciao”.

13

Annata 2008

MAGGIO

Venticinque Aprile

Piazza Doria ospita anche il V-Day 2 promosso dalle associazioni ‘O Pingolo e Le Voci, che raccolgono 800 firme per abolire l’Ordine dei giornalisti, i contributi pubblici all’editoria e la Gasparri. Faccio ‘e cunte e nun me trovo Antonio D’Ambrosio, responsabile del Cossap, chiede pubblici chiarimenti sul progetto “Generazioni a confronto” (finanziato con circa 20mila euro) presentato dall’ass. “Futuro onlus” vicina ad AN. Ma pone interrogativi anche sulla regolarità delle recenti nomine (contratti Co.Co. Co.) di professionisti esterni nello staff del sindaco, il quale accusa di scarsa collaborazione gli impiegati, che a loro volta chiedono addebiti specifici. Mauri Invest di … Il Consiglio di amministrazione di Agro Invest, braccio finanziario del Patto Territoriale, nomina Pasquale Mauri amministratore delegato. ‘A colpa è ‘a vosta! Pierpaolo Ferraioli accusa il consigliere comunale Alfonso Campitiello (AN) e Azione Giovani di aver causato il fallimento del Forum dei Giovani tenendolo nascosto ai giovani e alle associazioni. Retim? No! Rewind? Sì! Il nostro giovane collaboratore Daniele Santonicola vince il premio per la “migliore regia” con il cortometraggio “Rewind” presentato al Capri Art Film Festival. ‘O deportato nun s’ ‘a scorda ‘a Patria L’Associazione Nazionale Reduci

della Prigionia (ANRP) pubblica sul proprio periodico “Rassegna” e sul proprio sito una recensione del libro del nostro concittadino Berardino Giacomaniello “Da Buchenwald a Dora - Testimonianze dai lager”, edito dal Centro Iniziative Culturali. Te n‘abu’, te n’abu’, te n’abu’ … ANGRI ’80 ospita gli interventi dei rappresentanti dei commercianti locali, i quali denunciano la crescita dell’abusivismo e segnalano la scarsità di controlli e verifiche da parte del Comune. riMa…scolo Il dott. Giuseppe Mascolo pubblica un’antologia dal titolo “Un percorso dell’amore e dell’incanto in costiera amalfitana” (ed. Formare) che raccoglie 31 poesie. Porta a porta Il 15enne angrese Alfonso Esposito, attaccante dell’Invicta, vince il titolo di capocannoniere nella 2^ edizione del torneo “Città di S. Egidio” vinto dallo Striano. Si salvi chi può L’U.S. Angri conquista anzitempo la permanenza nel campionato di serie D battendo per 3-1 il Città di Vittoria. Appilàteve ‘o Nas I carabinieri dei Nas rilevano gravi carenze igienico-sanitarie nella casa di riposo per anziani “Casa Serena” e ne informano il Comune, i Vigili del Fuoco (che evidenzieranno anche scarsa sicurezza), i responsabili del Piano di zona e la Procura della Repubblica.

Curre, curre, guaglio’ … 1. L’ass. ECSTRA organizza la “Stracittà 2008”, 5^ edizione della Stracittadina di 2 Km a passo libero aperta a tutti. Incontri 2. Giosy Cento è protagonista di un incontro-evento con gli studenti del liceo “La Mura” che, tre giorni dopo, partecipano ad un nuovo incontro per ricordare le vittime dell’alluvione di Sarno. Strate(atro)gia della pensione 4. La compagnia “Anziteatro” del Centro Iniziative Culturali, diretta da Antonio D’Andretta, partecipa alla 7a Rassegna “Cuori in Teatro” al Cine Teatro S. Pietro di Scafati presentando “ ‘A penzione d’ ‘o viecchio” di Roberto Santalucia e Piergiuseppe Vitali. SMS: Sempre Meglio Sperare 10. Nella villa comunale si tiene la Giornata Diocesana della Gioventù che vede protagonisti i ragazzi di tutta la diocesi. Personale … al completo 16. Presso la Pagea Art si inaugura la mostra personale dell’artista Franco Massanova. Silurato? No, Sìlarus! 23. Il nostro redattore Vincenzo Ruggiero Perrino vince a Salerno il 2° premio della 40^ edizione del Premio Nazionale Sìlarus per la categoria “Narrativa” con il racconto

gri Skate che partecipa al trofeo regionale Espoirs, la maratona di gare di pattinaggio artistico svoltasi a Casalnuovo. Diritti uman…dorla 25. Gli attivisti di Amnesty International organizzano un banchetto in Piazza Doria per sensibilizzare i cittadini sulla difesa dei diritti umani in Cina. Eran 200, erano giovani e forti … ‘Ncoppo iammo, ia’ … 30. Nel teatro di Casa Russo si tiene lo spettacolo “FuniculìLegalità” rappresentato dagli alunni dell’Opromolla” nell’ambito del PON 2007-13. C’avimmo agGrangia’! 31. Nel rione 167, a cura della locale comunità parrocchiale, si apre la due giorni della 12a edizione della Grangia di Pizzauto, all’insegna della buona cucina e della solidarietà, con la vendita di prodotti biologici della cooperativa “Libera Terra”, promossa da don Luigi Ciotti. E che schifezza è chesta? A seguito dell’accorato appello del Cossap al presidente della Repubblica per fermare il degrado della Villa comunale, interviene il Segretario Generale, prof. Louis Godart, che scrive al sindaco Mazzola per sollecitare interventi risolutori. V’ ‘o vvedite vuje Partono i lavori di completamento per il raddoppio da due a quattro delle

Liceo e amianto

“Il vulnerabile”. ‘A rutella: a chi manca e a chi no 24. Pioggia di medaglie per l’An-

corsie della Superstrada Est Vesuvio, ma la realizzazione del tratto finale dell’arteria (in territorio angrese) è ferma per la presenza di una discarica

Salomé

Punto Vendita

LEVI’S

di cui l’Anas non intende occuparsi. Cinema mi…anto A seguito dell’ennesima denuncia da parte di numerosi condomini dei “Quattro palazzi” di via Zurlo, il Comune dispone un’ordinanza che obbliga il proprietario del Cinema Minerva a rimuoverne il tetto per la presenza dell’amianto. La Scuola è al centro … ANGRI ’80 segnala il degrado che attanaglia il liceo “La Mura” assediato dai rifiuti e circondato dai fatiscenti prefabbricati contenenti amianto. Che ce putimmo fa? ANGRI ’80 intervista l’assessore Rosario Capone e Michele Pontecorvo (responsabile della Polizia Locale) che giustificano gli scarsi controlli del territorio con l’esiguo numero di vigili urbani. L’assessore Antonio Squillante invita i commercianti a denunciare per iscritto le irregolarità. Se ci sei batti … Il piccolo batterista Giovanni Squillante partecipa alla trasmissione “Domenica in” duettando con Tullio De Piscopo. Te spiezzo in due La Scuola di Arti marziali Aries “Nadir tratti d’oriente” si laurea campionessa d’Italia di karate con la vittoria del piccolo Stefano Vanacore. (Continua sul prossimo numero)

LEGGI ANGRI ‘80 IL TUO

angri ‘80 il tuo giornale

Tel. 081/948810

Capone

Via Giudici Usa la bici fa bene al traffico e... alla salute

GIORNALE. sostienilo Abbonati E regala un abbonamento € 8,00

Cartolibrerie D’A n t o n i o 1 & D’Antonio 2 Via Giudici, 42 -Tel. 948575 Cancelleria - Art. Regalo

Rivendite www.fotonovi.it - Via Giudici 41 - Tel. 081.5132843

giornali e

Via Adriana,19 -Tel. 946043 Allestimento feste

Ricariche telefoniche


14

Attualità

“Le strade di Angri” dell’avvocato Gennaro Zurolo

Febbraio 2009

Intervista con Mimmo Esposito titolare di “Mmiez e sounds”

«Noi giovani dobbiamo Le vie e i loro nomi ci raccontano la nostra storia investire per il nostro paese»

L

o scorso 16 gennaio, nella Casa del Cittadino, è stato presentato il libro “Le strade di Angri”dell’avvocato Gennaro Zurolo. L’opera, pubblicata per interessamento del Comune, è un saggio sulla toponomastica di Angri. Una guida per sapere o ricordare i personaggi della nostra terra che hanno meritato l’intitolazione di strade, piazze, vicoli e quartieri. Moderatore Andrea Perrino, sono intervenuti il sindaco Gianpaolo Mazzola e Giovanni Vitolo, professore di Storia Medievale alla Federico II di Napoli. «L’avvocato Zurolo – ha detto introducendo la serata Andrea Perrino - è stato insignito del titolo di cittadino onorario di Angri ed è un discendente diretto di una nobile famiglia di feudatari angresi, gli Zurolo o Zurlo. A questa nobile famiglia è dedicata una delle vie più importanti e centrali di Angri. Il libro, ricco di fotografie delle strade e dei monumenti della cittadina doriana, spiega l’antica derivazione del nome di Angri, citato per la prima volta in una pergamena longobarda, conservata nell’archivio della biblioteca della Badia di Cava dei Tirreni. L’autore ha fatto una ricerca accurata su tutti i sindaci di Angri dall’Unità d’Italia ad oggi, elencandoli alla fine del libro, ed ha altresì presentato un elenco dei caduti durante gli eventi bellici della prima e seconda guerra mondiale». Il sindaco Mazzola, elogiando l’opera di Zurolo, ha fatto presente che Angri è stata recentemente iscritta al Bit (Borsa internazionale del turismo) quale città d’arte, per recuperare e salvaguardare il proprio

patrimonio storico». Giovanni Vitolo, intervenendo subito dopo, ha argomentato che: «Il nome di una strada vale quanto un documento storico. Dalla toponomastica si possono evincere tante nozioni storiche che possono aiutare

il cittadino di oggi a conoscere radici storiche e personaggi importanti del proprio paese». Alla fine della serata è stato distribuito gratuitamente ai presenti il libro. Giancarlo Ruggiero Perrino

Tra le energie giovanili del nostro paese, ci sono giovani imprenditori capaci di mettersi in gioco in prima persona per dare un personale contributo alla crescita del paese. Mimmo Esposito, titolare del particolarissimo locale Mmiez E Sounds, in via Di Mezzo Est, a circa due anni dalla sua apertura rinnova i suoi eventi musicali sviluppando una nuova veste commerciale. Oltre le caratteristiche serate di musica dal vivo sulle note del blues e del jazz che danno uno stile tutto unico al locale, il prossimo venticinque febbraio ci sarà una serata con Gerardo Amarante, gli Spaccapaese e la tammorra, con cena spettacolo e prodotti tipici. Prossimamente durante il mese di Marzo sarà possibile vivere una serata di intrattenimento piacevole con la presenza di Joe Amoruso, tastierista di Pino Daniele. Quest’anno il locale porta avanti ancor più il motto “God Save The Beer”, dio salvi la birra. Il buon

bere e il bere bene in compagnia è lo slogan di Mmiez e Sounds, la degustazione di birre artigianali italiane e straniere sono la specialità per eccellenza, una vera e propria cultura della birra, un nuovo modo di pensare e bere la birra. La propensione per la diffusione di un diverso modo di bere permette

Intervista con Enzo Ruggiero, ideatore del network Ideatv.it

Una web tv per l’informazione locale Enzo Ruggiero nostro concittadino, da diversi anni è impegnato nel mondo dell’informazione multimediale. Ha realizzato un tipo diverso di televisione lontano da quello classico e tutto costruito sul web. La web tv, reperibile sul sito www. ideatv.it, rappresenta la nuova era della televisione; un modo pratico ed efficiente per poter vedere in tempo reale e in ogni ora del giorno le notizie che interessano. Lo abbiamo intervistato per farci descrivere cosa offre la web tv. Come nasce il progetto della web tv? La web tv nasce da un fattore pratico. Essendo il mondo della televisione circoscritto a poche emittenti, ed essendo difficile acquisire una televisione sul territorio o acquisire una frequenza, abbiamo optato per questa innovazione tecnica che è un po’ l’evoluzione della televisione

stessa. Abbiamo scelto di creare un emittente televisiva sul web. Di cosa tratta la web tv? La web tv tratta dalla cronaca, allo sport, allo spettacolo, alla cultura, alle tradizioni locali. Si da un palinsesto generale dove ognuno può trovare ciò che gli interessa in base alle proprie esigenze. Proponiamo un’edizione giornaliera di telegiornale disponibile live e on-demand, facciamo l’edizione di un tg sportivo, sono disponibili live eventi di grande interesse. Trattiamo politica regionale, guardiamo al centro sud come emittente. Il nostro punto di forza è lo sport trattiamo lega pro e serie b. Trasmettiamo in diretta live e on demand, file depositati sul server che ognuno può vedere in ogni momento della giornata. Da quanti anni c’è? La web tv esiste come progetto dal 2000. Negli ultimi quattro anni ha

assunto un peso maggiore grazie alla velocità delle linee telefoniche che permettono una migliore e maggiore fruizione dell’utenza. Cosa interessa i giovani in particolare? I giovani, principalmente un pubblico maschile, sono interessati allo sport. La domenica sera è già possibile vedere servizi di squadre di serie b e lega pro. Le istituzioni locali sono vicine a questo tipo di comunicazione? In realtà siamo legati ad Angri in quanto abbiamo sede qui, in via Starza, in effetti il web ti permette di allargare i confini uscendo fuori dal perimetro comunale. Generalmente le istituzioni guardano con scetticismo questo nuovo strumento televisivo, sono ancora legati al metodo

tradizionale di tv. La web tv sta entrando pian piano anche nei siti istituzionali. Ogni sito istituzionale ha un suo canale video, dove è possibile depositare qualsiasi cosa. È una tendenza che da qui a qualche anno avrà sempre maggiore sviluppo. Ci sono progetti futuri? Sì. Vogliamo creare un palinsesto televisivo vero con delle produzioni in studio live. Siamo orientati ad allargare i nostri obbiettivi con degli studi di produzione veri e propri per creare una televisione a tutti gli effetti. Carmen Marigloria Chirico

ai giovani di essere curiosi e stimolati ad avvicinarsi anche durante la settimana in un locale con una ricco punto di degustazione. A due anni dalla sua esperienza imprenditoriale ci siamo fatti descrivere le impressioni e le considerazioni di Mimmo Esposito. Un giovane imprenditore del tempo libero come te cosa pensa si debba fare per dare una scossa al nostro smorto paese? Credo che bisogna avere innanzitutto il coraggio di investire mettendo in gioco le proprie capacità personali, le proprie energie per dare un grande contributo al nostro paese, facendo capire che i giovani ci sono, sono presenti e capaci di fare tanto. Un tuo consiglio a giovani come te che vogliono intraprendere la tua stessa strada? Crederci soprattutto, darsi da fare e mettersi in gioco specialmente ora che si è giovani e pieni di incentivi, grinta,intraprendenza. C.M.C.

Frutteria

D’Amaro Primizie di stagione Frutti esotici

V i a CERVINA Marino Con

Salone

Giochi, intrattenimento e la “famosa” giostra poltrona www.sensazioniuo-

baby

Via Nazionale - Tel. 081.947284

ba r l u i s a

Cell. 328.3222327

Caffè alla Nocciola Caffé alla Nutella Caffé al Bacio Bianco Bibite Analcoliche Aperitivo della Casa N. 58 - T e l . 0 8 1 . 9 4 0 9 4 8

COCONUDA n fashio

Tel. 081. 940183


Antonio e Marilina Di Lauro, due giovani angresi con una grande passione per la musica

«Cantiamo per dare gioia a chi è meno fortunato di noi» Sono cresciuti ascoltando in particolare la musica di Pino Daniele L’amore per la musica e il canto li guida fin da piccoli. Antonio e Marilina Di Lauro, due giovanissimi fratelli angresi, ci hanno raccontato come e quando è nata la loro passione per la musica. Ereditata dal padre, iniziata per gioco e diventata motivo di grande soddisfazione e di incontro con cantanti famosi: Ivana Spagna e Marco Zurzolo nel 2006, Gigi Finizio, i Pquadro e Lino D’Angiò. Antonio e Marilina hanno fatto della voce uno strumento eccezionale per trasmettere gioia e serenità a coloro che ascoltano e donare un po’ di sollievo a chi ha bisogno; infatti si sono esibiti anche ad una serata per Telethon ad Ottaviano. L’amore per il canto li ha spinti a mettere da parte il mero fine lucrativo. Antonio e Marilina hanno deciso di cantare in particolare per fare della solidarietà. Con loro abbiamo ripercorso le tappe della crescita musicale. Come inizia la vostra passione per il canto? Da piccoli studiavamo pianoforte e successivamente ci siamo dedicati al canto. Anzi, ad un certo punto, abbiamo preferito abbandonare lo studio del pianoforte e continuare solo con il canto. La nostra passione inizia per puro diletto. D’estate, nei villaggi turistici abbiamo partecipato a varie corride. Lì notavamo che le persone ci acclamavano e gli animatori ci chiedevano di cantare ripetutamente. Poi abbiamo avuto l’occasione di incontrare ad un matrimonio un maestro del Tirreno Festival, il quale ci propose di parteciparvi. Superate le selezioni, abbiamo cantato duettando la canzone Angeli scritta da Pasquale La Rocca, con cui abbiamo vinto per la

migliore interpretazione. Da quanti anni cantate? Dall’età di circa sei/sette anni. Siamo cresciuti ascoltando in particolare la musica di Pino Daniele, grazie alla passione di nostro padre. Pensate in futuro di fare un disco? Sì. Se ci verrà proposto, faremo un disco per fare beneficenza. Non vogliamo avere fini lucrativi,vogliamo soprattutto dare gioia e felicità agli altri, in particolare a coloro che sono meno fortunati di noi. Con quali personaggi famosi avete avuto modo di cantare? Abbiamo cantato due volte con Gigi Finizio. La prima volta in piazza Annunziata: è stato veramente un successo, il pubblico ha applaudito tantissimo. La seconda volta abbiamo cantato a capodanno del 2007 davanti al Municipio di Angri. Ad Ottaviano abbiamo cantato in una serata organizzata da Telethon e abbiamo raccolto circa undicimila euro per due bambini bisognosi di cure. In questo spettacolo erano presenti un comico di Zelig e un cantante napoletano emergente Rosario Miraggio. Preferite ascoltare la musica italiana o napoletana? Preferiamo la musica italiana e quella classica napoletana. Pino Daniele, Gigi Finizio, Giorgia e Laura Pausini sono tra gli artisti, che per il loro stile, seguiamo maggiormente. Chi volete ringraziare per queste vostre esperienze musicali? In primis nostro padre, perché ci ha trasmesso la passione per la musica, ci dà consigli e ci guida nelle prove

15

Attualità

Febbraio 2009

e nostra madre la quale è affettuosamente sempre presente. Entrambi ci incoraggiano e ci stimolano a fare sempre meglio. Carmen Mariagloria Chirico

“Oratorio in festa” al teatro S. Francesco di Scafati

Applaudita esibizione della compagnia Anziteatro

Buona la prima della Compagnia teatrale Anziteatro del Centro Iniziative Culturali presso il teatro S. Francesco di Scafati, struttura di recente realizzazione, nell’ambito della manifestazione “Oratorio in festa”. La compagnia diretta, come sempre con grande professionalità da Antonio D’Andretta, ha proposto lo spettacolo dal titolo “Insieme a te …atro”, un collage di monologhi e scenette, interpretati da alcuni degli attori della compagnia e dai ragazzi che hanno preso parte al corso di recitazione organizzato dallo stesso C.I.C. Sono state proposte, alla presenza di circa 250 spettatori, giovani e meno giovani, “O biglietto” con Sara Attianese, Marta Gallo e Ivano Cavaliere, “La topastra” di Stefano Benni interpretata da Maria Teresa Falcone, “La guerra” del trio la Smorfia da Sergio Ruggiero Perrino, Francesco Ruocco e Giuseppe Vitiello. E’ stata poi la volta di “Dove sono gli occhiali?” con Sara Attianese e Marta Gallo, “Pericolosamente” di Eduardo De Filippo, interpretata da Maria Teresa Falcone, Orazio Giordano e Francesco Ruocco ed infine “Funerali moderni” che ha visto nuovamente impegnati i tre più giovani attori. Grande apprezzamento da parte del pubblico presente, che non ha fatto mancare il proprio caloroso applauso ciascuna interpretazione, e dal parroco della sovrastante chiesa “S. Francesco”, don Peppi-

Maria Teresa Falcone no De Luca il quale, nel complimentarsi, ha invitato la compagnia Anziteatro a proporre nuovi spettacoli presso la loro struttura ed ha espresso il desiderio di poter instaurare una futura collaborazione teatrale. G.V.

Campionato di Basket - Prima Divisione

Il Centro Olimpia Basket Angri pronto per una nuova avventura Dopo il convincente campionato della scorsa stagione, la compagine angrese di basket, Centro Olimpia Angri Basket, si prepara a ripartire a grandi ritmi in questo nuovo campionato di Prima Divisione. Abbiamo ascoltato le parole del coach Rino Vitolo, che ha annunciato gli obiettivi e le nuove misure tecniche per disputare una stagione esaltante. «Il campionato di Prima Divisione - ha esordito Vitolo - è senza dubbio un torneo difficile ed impegnativo. Richiede un’adeguata preparazione atletica e un dinamismo fisico, mentale e tattico. L’anno scorso abbiamo dimostrato ottime prestazioni in questa stessa competizione, nonostante la condizione atletica non era delle migliori. Quest’anno abbiamo una marcia in più. La squadra presenta migliori attitudini fisiche

e l’elevata forza morale consolida questo gruppo di giovani, rispetto all’anno scorso. Il campionato lo possiamo giocare alla pari con le altre squadre, lottare agonisticamente con le favorite e puntare ai play-off. Il nostro girone presenta squadre di calibro elevato, quali Gragnano, Nocera Inf., Sarno, Baronissi, Sala Consilina e Salerno. Tra queste sicuramente favorita è la squadra di Gragnano, presentando atleti di spessore, con i quali la squadra dovrà sfoggiare un’ottima prestazione. Al di là di queste “quotazioni”, penso che questo gruppo saprà competere a testa alta con qualsiasi squadra. Infatti, confermiamo ben 9 elementi del gruppo di 12 giocatori dell’anno scorso, quali il capitano Roberto Panella, Marco e Rosario Arzeo, Pasquale D’Andretta, Nicola Izzo, John Vaccaro, Daniele Del Sorbo, Pasquale Vangone, Fabio Attianese, ed in più tre nuovi

ragazzi quali Piero Abenante, Giuseppe Afeltra e Antonio Galasso, che contribuiranno ad accrescere la qualità e la vivacità del gruppo. «Iniziamo questa nuova avventura – continua Vitolo - l’8 Febbraio, con la prima partita in casa, affrontando la squadra di Nocera. Con grinta, voglia di far bene e con umiltà e coraggio, cercheremo di non deludere. Le partite in casa le giocheremo al campo in via Leonardo da Vinci, la domenica alle ore 18.30. Purtroppo proprio per il campo di gioco che cade una nota negativa. Le condizioni non sono delle migliori per ospitare campionati di questo tipo e i problemi sono oggettivi. Speriamo che il Comune possa venire incontro alle nostre richieste di migliorare la struttura sportiva. Per far fronte a queste difficoltà, l’aiuto di sponsor e dei genitori dei ragazzi, hanno permesso l’iscrizio-

ne al campionato e di presentare delle nuove casacche, per offrire ai ragazzi, in modo gratuito, la possibilità di coltivare la loro passione sportiva. Siamo speranzosi per il futuro anche perché, sportivamente parlando, riceviamo soddisfazioni dalla nostra Under 17, che guida imbattuta nel girone. Questo è un segno di orgoglio non solo per la società e per il suo futuro, ma soprattutto per i ragazzi e per i genitori che credono nella filosofia positiva dello sport, in particolare del basket». D.V.

ABBONATI AD ANGRI’80! www.latecnicaclima.it

e-mail:info@latecnicaclima.it

Riparazione piccoli e grandi elettrodomestici di tutti i marchi Via G. Matteotti, 35 - Tel. e Fax 081.946009

bar luisa 2 un gran caffé per un piccolo bar

Dieci gustosissimi tipi di caffé Ricariche

Progettazione, installazione e assistenza Climatizzazione - Riscaldamento - Energie Alternative

Via Dei Goti (p.za Costantinopoli), 30 - Tel e Fax 5134729

consegna a domicilio

La Domenica ap e r i t i v i della casa

Via Raiola tel. 081 5138759


16

Attualità

Prima edizione di “Eurokids Festival”, organizzata da “Rosso Arancio” di Francesco Colasanto

Luigi Pisacane, presidente del Cral “LA DORIA”

«Abbiamo dato un’impronta culturale al Dopolavoro» Manifestazione con Anziteatro che ha rappresentato “Ombre”, atto unico di Vincenzo Ruggiero Perrino

L

o scorso 5 gennaio, nell’ambito di una manifestazione organizzata dal circolo ricreativo aziendale de LA DORIA di Angri, la compagnia Anziteatro ha messo in scena l’atto unico “Ombre”, di Vincenzo Ruggiero Perrino, presso il noto locale “Il Sol Levante” di Scafati. L’ingegnere Luigi Pisacane, presidente del Cral “LA DORIA”, con sede in via Adriana, ci ha spiegato di cosa si occupa il circolo e ci ha parlato del significato della manifestazione. “Il CRAL è un circolo ricreativo, il dopolavoro aziendale di una volta. Il nuovo Consiglio direttivo ha voluto dare, da qualche anno, una diversa impronta a quest’ente: non più il solito luogo dove passare la serata, ma un vero e proprio servizio e ci siamo denominati Centro Servizi Cral LA DORIA; un centro servizi socio-culturali per i soci, ovviamente gratuiti perché il circolo è una Onlus. Tali servizi vanno dalle convenzioni con vari negozi alle consulenze tecniche (ingegneristiche, ecc.) e a diverse altre iniziative (tra cui sostegno ai soci per problemi economicofinanziari e la promozione di attività finalizzate alla valorizzazione della cultura

e della socialità). Abbiamo più di 200 soci, ma il nostro obiettivo è quello di coinvolgere in queste attività tutti gli impiegati e gli operai de la Doria Spa. Il vostro recapito? Sì, e da tempo abbiamo anche attivato il nostro sito internet: http:// www.cral-ladoria.it.gg/. In esso c’è l’area riservata ai soci e quella del forum, poi la newsletter e le sezioni Cral notizie ed Eventi in cui sono riportate le nostre iniziative. Quali sono state le vostre ultime attività? Abbiamo concluso da poche settimane un corso di inglese per i figli dei soci con relativi attestati riconosciuti dall’Unione Europea, poi abbiamo organizzato per il sesto anno consecutivo una Borsa di studio dedicata alla memoria del commendatore Diodato Ferraioli che è il fondatore della Doria Spa e alcuni tornei sportivi. Ci può parlare della serata del 5 gennaio?

Il 5 gennaio c’è stata la sesta edizione de IL GRAN GALA’ MAGICA BEFANA che ha coinvolto il Circolo in una manifestazione di divertimento e cultura. Il sottoscritto ed altri membri del Consiglio direttivo hanno poi tracciato il resoconto del bilancio del 2008 e i progetti del 2009. Nell’ambito della serata, inoltre, sono state elargite le borse di studio ai ragazzi di scuola media inferiore che sono risultati vincitori. Ai ragazzi è stato regalato un libro di atti unici, Visioni di identità nascoste, del giovane autore angrese Vincenzo Ruggiero Perrino, edito dal Centro Iniziative Culturali. Durante la serata sono stati invitati il presidente del C.I.C. Luigi D’Antuono e il regista del gruppo teatrale ANZITEATRO, Antonio D’Andretta, che hanno spiegato i progetti del C.I.C. e il contenuto del libro di Ruggiero Perrino. Successivamente c’è stata la rappresentazione dell’atto unico, intitolato Ombre, incluso nel libro, interpretato da tre attori di Anziteatro: Giuseppe Vitiello, Francesco Ruocco e Sergio Ruggiero Perrino. Il pubblico ha enormemente gradito l’esibizione dei suddetti attori. Quali sono i progetti per il futuro? Siccome la serata del 5 gennaio ha avuto un notevole successo, prossimamente il gruppo teatrale Anziteatro dedicherà una intera serata ai soci del Cral. Un altro progetto riguarda lo sport: infatti organizzeremo il quarto torneo di calcetto, dedicato alla memoria di Giacomo Amato, nostro socio, prematuramente venuto a mancare. A breve faremo anche un torneo di ping pong. Una iniziativa importante, che porteremo in futuro avanti, sarà il coordinamento dei CRAL locali, realtà che al Nord Italia già esiste, che avrà diverse ed interessanti finalità. Sergio Ruggiero Perrino

Febbraio 2009

Giovani talenti per la musica pop

I piccoli cantanti sono venuti da diversi paesi della comunità europea

I

l 9 e 10 Gennaio al Teatro “ Padre Leone Dehon” di Casa Russo, si è svolta la prima edizione di «Eurokids Festival», una rassegna internazionale di musica pop per giovani talenti. L’evento, promosso e organizzato dall’associazione artistico culturale «Rosso Arancio», si è svolto sotto la direzione artistica del presidente dell’associazione, Francesco Colasanto, già promotore di un’altra kermesse musicale internazionale, «Canzoni dal Mondo», giunta quest’anno alla sua quarta edizione. Presentato da Adriana Petrosino di Radio Ibiza, «Eurokids Festival» ha visto la partecipazione di giovanissimi cantanti giunti da Spagna, Lituania, Lettonia, Armenia, Russia, Palestina, Polonia, Germania, Bulgaria e Romania. Internazionale anche la giuria che, presieduta da Ilisei Zenovia, ambasciatrice di pace delegata della storica associazione «Misericordia» di Pistoia, era formata dall’angrese Raffaele Desiderio, pianista e direttore d’orchestra, dallo spagnolo Guillermo Albelo, musicista (produttore e direttore del Festival internazionale delle Isole Canarie), dalla lettone Nadezda Buharova, direttrice della prestigiosa Accademia di Riga , dal bulgaro Emil Strundzhev, dal direttore del Festival “Trixie”, dal tedesco Viktor Leis, direttore del “Berliner Perle”. «Eurokids» si è avvalso della collaborazione de «La Nostra Gazzetta», il primo giornale italiano in lingua russa. Alla serata finale sono intervenuti il deputato Gioacchino Alfano, vicepresidente della commissione finanze della Camera, e il vicesindaco di Angri Antonio Squillante, i quali hanno espresso le loro congratulazioni al maestro Francesco Colasanto per la qualità culturale della manifestazione. Infatti “Eurokids” non è stato soltanto un momento di convivialità all’insegna della musica fra giovanissimi artisti di diverse nazioni. In una situazione di così gravi tensioni

internazionali questa manifestazione ha costituito, come era del resto nelle intenzioni del direttore artistico Colasanto «un incontro dove le differenze culturali sono un arricchimento reciproco». A sottolineare il gradimento per l’iniziativa l’attentissimo pubblico che ha accompagnato, durante le due serate, le performance dei giovanissimi cantanti con applausi calorosissimi. Dopo il momento canoro il «Final party» all’Hotel Vittoria di Pompei. Poi i cantanti, in compagnia dei loro staff, guidati dalle guide messe a disposizione dall’organizzazione del Festival, hanno potuto ammirare

alcuni monumenti e luoghi d’arte del nostro territorio, e hanno visitato la Costiera amalfitana e gli Scavi di Pompei, apprezzandone le bellezze e le meraviglie. Per questo, ma soprattutto per quanto finora ha fatto per «la musica che supera ogni frontiera», Francesco Colasanto, da anni impegnato nella organizzazione di eventi musicali internazionali, ha ricevuto da Ilisei Zenovia il «premio della pace fra i popoli». Marina Ruotolo

docente di materie letterarie impartisce lezioni in italiano, latino, inglese, storia, geografia,

Economia e diritto. effettua inoltre reparazioni agli esami di stato e di idoneità.

Costi contenuti. per info chiamare

3386263468 (DOPO 13.30).

A U T O L A V A G G I O SAN GIOVANNI Dal 19 Gennaio 2009

SALDI Super Sconto Reparto Bambino da 2 a 14 anni Felpa adidas Nike asics 15,00 €uro Rivenditore autorizzato Diadora Nuova Collezione - S.S.C. Napoli 2008/2009

Via R. De Pascale, 7/9 -- Tel. 081.5131288

ANGRI - VIA STABIA, 48 - TEL. 081.5131884

Un nuovo impianto di lavaggio

BOX FAI DA TE Dove puoi lavare la tua auto

con le tue mani usufruendo di:

Lavatappeti -

Box fai da

Con acqua addolcita e osmotizzata (senza calcare) orario continuo dalle ore

novità:

7,30 alle ore 22,00

Ogni dieci lavaggi in omaggio lavaggio completo al tunnel

un

La tessera per segnare i lavaggi si ritira alla CASSA

aspirapolvere

distributore pelle distributore profumo antibatterico lucido gomme e tanti altri servizi

Si utilizzano prodotti SONAX senza soda caustica

Servizio a gettoni (Euro 0,50 per ogni funzione utilizzata).


Nel 60º anniversario della formulazione de “I Diritti Umani”

“Uno scatto, un diritto”, mostra di Amnesty International In occasione del 60° anniversario dalla formulazione del documento che sancisce “I Diritti Umani”, Il gruppo 261 di Amnesty International (Agro Nocerino-Sarnese) ha dato vita alla mostra fotografica “Uno Scatto un Diritto”, nel Circolo ex-Combattenti, in piazza Doria, nei giorni dal 19 al 26 Dicembre, per informare e sensibilizzare i cittadini angresi ai contenuti di questo documento. Abbiamo ascoltato il commento di Nessa Gibbardo, referente del gruppo Amnesty. «La scelta di improntare la mostra sulla fotografia è stata facile ed immediata – ha affermato Nessa Gibbardo – in particolare per la collaborazione di ragazzi amanti della espressione fotografica, che ha ci permesso di esprimere facilmente l’obiettivo della manifestazione. Informando i fotografi delle idee da mettere in cantiere e dei temi che dovevano essere trattati è stato possibile ottenere prontamente fotografie attinenti alle situazioni che presentavamo. La possibilità di colmare tutti gli articoli con fotografie espressive in modo specifico ha permesso di ottenere una resa ottimale. Abbiamo avuto l’opportunità di poter attuare tale evento nella Casa del Combattente, anche grazie ad alcuni ragazzi del nostro gruppo Amnesty, che si sono prodigati volontariamente per l’allestimento del locale. I materiali della mostra sono tutti riciclati, sia perché esiste un legame indissolubile tra i diritti umani ed il rispetto dell’ambiente

17

Società e Salute

Febbraio 2009

e sia perché non possiamo utilizzare tutti i fondi in soli lavori puramente estetici, in rispetto soprattutto di chi crede nella fondazione e finanzia i gruppi Amnesty con offerte libere. L’idea del grande tavolo centrale, che è stato riempito di articoli ed immagini che descrivono e esaltano i diritti umani, è stato un modo per offrire agli interessati un spunto di riflessione. Ovviamente abbiamo proposto petizioni da firmare e distribuito copie della dichiarazione, in quanto lo scopo è stato proprio quello di dare visibilità a questo documento, stilato nel 1948 dalle Nazioni Unite, e che, purtroppo, è ancora ignorato in estese aree del Globo. La Dichiarazione dei Diritti Umani racchiude in se una moderna attualità, in quanto i principi enunciati sono assolutamente condivisibili e non ci spiegano come far girare il mondo, ma come rispettare la persona, al di là di qualsiasi interesse personale. Nella mostra il primo tassello è stato l’affissione di una esemplificazione della Dichiarazione dei Diritti, seguita dalla specificità delle foto in associazione ad ogni singolo articolo.

L’evento è stato inaugurato il 19 Dicembre ed in quell’occasione erano presenti i fotografi, in modo che tutti gli interessati potevano interpellare gli autori delle fotografie. Ci siamo organizzati in più giorni, non per seguire una scaletta dei temi associati al documento, ma per dare a tutti la possibilità di poter prender parte all’evento. L’intero gruppo Amnesty si è attivato, con forte zelo, per la raccolta fondi, organizzando un concerto al Pompei Life e offrendosi per la preparazione di pacchi regalo davanti alle librerie Einaudi e Mondadori a Nocera, in cambia di un’offerta volontaria. Queste attività ci hanno permesso di poter conseguire l’ottima realizzazione di questa mostra. La connotazione fotografica di questa manifestazione è stata concepita lo scorso 2007 in occasione di un’altra mostra, intitolata Pezzi d’Africa, del fotografo Christian Di Rosario, che il gruppo Amnesty organizzò e che fu allestita all’Arcadia. Insieme a Di Rosario hanno collaborato quest’anno, con i loro scatti, Katia Aversano, Laura Boffardi e Virginia Maiorino, fotografi emergenti, a cui Amnesty International ha sempre aperto i canali per comunicare la loro arte, che, in questa occasione, ci ha positivamente stupito. Le fotografie, infatti, hanno richiamato da sole i concetti e le idee ribadite negli articoli della Dichiarazione dei Diritti Umani. Nonostante la scarsa visibilità alla struttura per le condizioni della Piazza, in rifacimento, l’affluenza dei cittadini è stata copiosa, indice dell’esistenza di sensibilità e rispetto verso tali eventi, improntati alla difesa dell’essere umano. Per la diffusione di questi temi ci stiamo impegnando per far conoscere queste tematiche, anche, nelle scuole secondarie superiori dell’Agro, perché bisogna almeno ricordare che tale documento esiste e non può essere ignorato». Davide Vitiello

Nasce ad Angri un’associazione per introdurre in Italia la terapia con l’ossigeno puro

“Un sorriso per la vita” Per ora bisogna recarsi in Florida per fruire di tale cura

Luigia Frascogna, Luigia Ferraioli, Ida Frascogna, Amalia Caliano e Vincenzo Polichetti hanno costituito l’associazione “Un sorriso per la vita” o.n.l.u.s.. Essa è stata creata il 14 Gennaio scorso con lo scopo di introdurre in Italia il trattamento di ossigeno puro (terapia in camera iperbarica e metodo riabilitativo “Therasuite”), adottato in Florida a Fort Lauderlade. Questo metodo si applica ai bambini affetti da paralisi cerebrale e malattie genetiche. L’organizzazione propone anche: assistenza ai disabili, trattamenti con terapie riabilitative in genere, trattamenti socio-educativi, gestione di strutture di accoglienza per ammalati e loro familiari. L’associazione si avvale di ogni strumento utile al raggiungimento degli scopi sociali ed in particolare della collaborazione con gli enti locali, istituzioni pubbliche o private. L’associazione si serve della partecipazione ad altre associazioni, società o Enti aventi scopi analoghi o connessi ai propri. L’idea di creare questa associazione nasce dalla vicenda di G. R., un bambino che per una semplice infezione all’orecchio è caduto in uno stato vegetativo. Il bambino, grazie a questa nuova terapia denominata Therasuite ha avuto notevoli risultati. La Therasuite è un programma di allenamento intensivo che consente di allenare il corpo del bambino disabile come quello di uno normale.

Purtroppo molte famiglie, con familiari affetti da questa malattia, sono costrette a recarsi in Florida per curare i propri figli. Pertanto, l’associazione si propone di creare anche nel nostro paese strutture che consentano tali terapie a sostegno di famiglie disagiate. I soci fondatori e quelli sostenitori sperano che l’associazione possa ingrandirsi. L’organizzazione lavora per fare attivare il progetto Therasuite negli enti pubblici e per controllare e tutelare i servizi del programma in questi enti. L’associazione porterà il piano ai vari sindaci dell’Agro affinché redigano un documento comune per chiedere alla Regione di trovare una soluzione. Il progetto sarà presentato in un secondo momento alle fondazioni bancarie per fare investire il loro denaro nell’idea. Tutto ciò lascia capire la trasparenza dell’organizzazione. L’associazione funzionerà per le persone che hanno bisogno di curarsi, che si devono associare per usufruire dei servizi. I soci sostenitori sono: avvocato Filippo Costanzo; dottore Michele Novi, otorinolaringoiatra; dottore Rosario Marco Infascelli, responsabile delle camere iperbariche al Santobono; dottore Luigi Foggia, direttore della riabilitazione al Santobono; dottore Alfonso Cirillo, medico legale; dottore Gigante, radiologo; dottore Vincenzo Gallo, primario del reparto di gastroenterologia. Chi si vuole associare deve chiamare il 3461574950 e chiedere del presidente Luigia Frascogna. Fiduciosa di un contributo della gente, l’organizzazione chiede, in questa occasione, una struttura per iniziare l’attività e contributi volontari per materiali e attrezzature. Gerardo Del Sorbo

LEGGI ANGRI ‘80 Lavorazione Cornici Quadri e Restauri Tel. 081.961675

C orso

Ita l i a Agenzia Somma s.a.s Pratiche

auto e assicurazioni

Tel.Fax 081.947408

e-mail: dantonio8151sermetra.it

C.so Italia, 53 - Tel. 081.5138844

Fiorista Antonio Di Lauro Il tuo affetto, La tua amicizia,

NOVITà: preventivi per

con i fiori ovunque desideri con

Interflora Italia

Carte di credito

matrimoni con allestimento scenografico virtuale

C. Italia,125 - Tel. 081.961163 www.dilaurofiorista.it e-mail: dilauro10@tin.it

Patenti: A B C D E CAP

Civ. 72 Tel. 081.961023 Tax 081.5138210

Corso Italia,12 Tel/Fax 081 5132335

liste di nozze Civ. 39/41 Tel. 081.5131437 kjoro@fastwebnet.it

n. 11/13 - Tel. 081.5132244

Giorgia & Johns

Usa la bici! Arrivi prima, fai un regalo al tuo cuore e poi... ti abboni ad ANGRI ‘80!

Autunno - Inverno 2008/2009 Corso Italia, 46 Telefono 081.948248


18

Sport

Campionato di calcio di Terza Categoria

I ragazzi dell’Angri Boys giocano per divertirsi

Il campionato di calcio di Terza Ca- affezionati…” tegoria è giunto al giro di boa anche per Pur trattandosi di una squadra di calcio un’altra compagine angrese, quella degli di Terza Categoria, occorre, oltre che pasAngri Boys, sodalizio guidato da Angelo sione e spirito di gruppo, un certo impegno Gargano, nato lo scorso anno dall’idea di economico, che nella maggior parte dei casi vivere un’esperienza sportiva all’insegna viene affrontato con il sostegno degli spondel divertimento e dello spirito di ag- sor. Non è il caso degli Angri Boys, società gregazione. Più che puntare sui risultati, autofinanziata, che vive della collaborazione l’obiettivo fondamentale dei Ragazzi è offerta da ogni singolo giocatore e dirigente: quello di divertirsi. “Non abbiamo sponsor e a volte le spese “L’esperienza della scorsa stagione”, diventano un problema, in quanto ai costi ci dicono infatti i ragazzi, “ci è servita relativi al materiale sportivo e all’organizparecchio: abbiamo imparato tanto, zazione delle trasferte, si aggiunge il fitto del sia dal punto di vista burocratico che campo, che quest’anno il Comune ha deciso logistico e organizzativo. Per quanto di aumentare”. riguarda la parte tecnica, quest’anno Francesco Somma abbiamo deciso di fare tutto da noi e il gruppo di amici che in pratica costituisce la dirigenza si occupa anche di questo settore”. Gli Angri Boys, così come la S.S.C.D. Angri x Antonio Casella postale n. 82 e Filippo e la Agro Team, Redazione: v. Don Minzoni, 1 solo per citare le squadre di ANGRI - Tel. 081.8509939-Fax 081.949499 Terza Categoria, si allenano E-mail: lombardi.antonio@virgilio.it e disputano le partite casaReg. del Tribunale di Salerno linghe presso l’impianto del n. 591 del 17.11.1983 Cimitero Vecchio, riuscendo ad adattarsi ad una situaAbbonamento annuo ordinario ... € 8,00 zione non sempre agevole: sostenitore, minimo ... € 16,00 “Quest’anno, finalmente, Versare l’importo sul C/C/P n. 10928844 gli orari sono stati stabiintestato a: liti in maniera equilibrata Coop. Centro Iniziative Culturali ed affissi all’esterno della 84012 ANGRI (SA) struttura, quindi riusciamo ad organizzarci piuttosto Ed.: Cooperativa Centro Iniziative Culturali s.r.l. bene. è ovvio che il campo Direttore responsabile necessita di qualche piccolo A ntonio Lombardi intervento: ad esempio, c’è Responsabile trattamento dati personali un contenzioso legale tra i (L.n.196/2003): Luigi D’Antuono confinanti e il Comune di Foto di archivio C.I.C. Angri, quindi ogni pallone che sorvola la rete protetGRAFICHE MERCURIO s.r.l. tiva (ormai assente), è un Via S. Maria area P.I.P. - Angri (SA) pallone perso, ma in generale, sul Cimitero Vecchio Sped.in A. P. 45% comma 20/B art. 2 ci troviamo abbastanza legge 662/96 Filiale Salerno bene: diciamo che ci siamo

PUNTO LIS : ricariche telefoniche x tutti i gestori Articoli per l’Ufficio e per la Scuola Fotocopie - Rilegature Cartucce per stampanti Partecipazioni - Servizio Fax Battitura tesi Articoli da regalo

Si

le

Febbraio 2009

Mentre la squadra, per le ultime sconfitte, rischia di entrare in area retrocessione

La Dirigenza vara una società di capitali Passo importante per la costituzione di una forte la dirigenza del cavallino società che possa rilanciare il rampante che ad inizio calcio ad Angri. L’apertura a Febbraio ha fatto regitutte le forze imprenditoriali strare il passaggio di congarantirà certezze di rilancio segne tra il Commissario per poter finalmente tentare Straordinario, Vincenla scalata al calcio professiozo Criscuolo, e Claudio nistico”. L’entusiasmo è alle Palumbo divenuto uffistelle, ma alle belle parole cialmente presidente del ora bisogna far seguire i fatti sodalizio doriano. facendo confluire nelle casse Un atto dovuto per getsocietarie denaro liquido tare le basi per costruire da investire nel prossimo una società di capitali che campionato. Le proposte di avrà nella GM CorpoMontella sono state accolte ration, legata al gruppo dalla dirigenza del cavallino Mazzola, e Antonio Monrampante che ha saputo cointella i principali aziovolgere anche la GM nella nisti della costituenda pianificazione della nuova società che si prepara ad alleanza. accogliere nuove forze La data del 30 aprile, terAntonio Montella imprenditoriali. mine ultimo per l’acquisizioL’azienda legata al primo cittadino ha già manifestato ne delle quote, servirà a svelare ogni mistero e capire se si tratta la volontà di dare linfa vitale al nuovo progetto calcistico di un programma serio e lungimirante o solo di un tentativo per che dovrebbe portare l’Angri ai vertici del campionato di illudere una tifoseria che da anni attende di spiccare il volo verso serie D nella prossima stagione, altrettanto, ha assicurato il calcio professionistico. Montella che avrebbe già dato mandato ai suoi emissari Il calcio giocato, quello reale, propone un Angri in palese diffidi opzionare un corposo numero di quote per una cifra coltà a seguito di una serie negativa che per sei giornate ha tenuto intorno ai cinquecentomila euro. Le quote, al costo di i grigiorossi a digiuno di vittorie. diecimila euro cadauna, potranno essere prenotate presso Un ruolino di marcia deficitario che ha fatto crollare l’undici di la sede della GM Corporation che ha messo a disposizione Erra ad un passo dalla zona playout. dei potenziali soci grigiorossi un proprio dipendente che “Dobbiamo guardare al presente – precisa il direttore sportivo avrà il compito di seguire tutto l’iter per la costituzione Enzo Criscuolo – le voci che girano in città alla squadra non della società. devono interessare, ad inizio stagione ci siamo dati degli obiettivi L’iniziativa punta a coinvolgere le forze economiche e ora dobbiamo impegnarci allo spasimo per poter raggiungere la del territorio, ma non solo. Montella, stando alle notizie salvezza”. diffuse dal suo entourage, avrebbe avuto diversi incontri Il diesse grigiorosso invita l’ambiente a tenere alta la concentracon imprenditori campani che potrebbero aderire all’inizione: “Il girone di ritorno non è cominciato nella giusta maniera e ziativa, al momento si tratta di formali contatti, ma si spera mentre tutti cullavano la speranza di agganciare le posizioni playoff che in tanti possano contribuire fattivamente al rilancio ci siamo ritrovati nella parte bassa della classifica, non è il caso di del cavallino rampante. drammatizzare perché la fiducia nel gruppo e nel tecnico Erra, resta “Oggi può nascere una nuova idea progettuale per il calimmutata, ma ora dobbiamo rimboccarci le maniche e venire fuori cio angrese, - ha dichiarato Antonio Montella – insieme da questo momento difficile”. alla GM abbiamo concluso degli accordi preliminari per Luigi D’Antuono

C.so Vittorio Emanuele

Cento anni d’esperienza, qualità ed affidabilità Tel. 081.948536

www.abatevincenzosas.it-info@abatevincenzosas.it

Pizzeria

Ristorante

prenotano testi per scuole elementari

Spendendo in questo negozio “cartolaio amico” 99,00 € per la scuola e aggiungendo solo 8,90 € ricevi subito un lettore MP4

minimo

Corso Vittorio Emanuele, 26 - 081.947398

Ti aspettiamo

ap e r t o a n c h e l a d o m e n i ca o ra pra n z o

sa l a per cerimonie Tel. 081.5133391

c.so vittorio emanuele

chiuso il martedì

nuova sala al primo piano


Numeri di pubblica utilità Acquedotto 081-5168111 Associazione Castello 081-947603 Biblioteca Comunale 081 -5132089 Carabinieri 081-948383 Centro Igiene Mentale 081-946399 Croce Rossa Italiana 081-5131626 Distretto Sanitario A.S.L. Sa/1 081-946450 Enel 081-5176533 Enel guasti 800-111927 Pronto Enel 800-202364 Ferrovia 081-948548 Gas 167-096085 Gas guasti 800-016086 Guardia Medica Via Badia 081-9368176 Onoranze Funebri “Palumbo” 081-940822 Onoranze Funebri “Savarese” 081-949426 Municipio 081-5168111 Polizia Municipale 081-5168227 Polizia Stradale 081-949666 Protezione Civile 081-5168266 Soccorso ACI 081-946707 Ufficio Postale 081-948612 Vigili del Fuoco 081-5177222 Banche Deutsche Bank s.p.a. Corso Italia, n. 65 081-5135288 Monte Dei Paschi di Siena Via Murelle, n. 21 081-946377 Nazionale dell’Agricoltura Via De Pascale 081-5135722 Popolare dell’Irpinia Via Giudici, n. 5 081-940031 Popolare di Napoli Corso V. Emanuele, n. 126 081-5131440

farmacie FEBBRAIO Sabato 21 Conte Comunale 1 Nazionale Domenica 22 Conte Sabato 28 Conte Comunale 1 Sparano MARZO

Domenica 01 Sparano Sabato 07 Sparano Comunale 1 Comunale 2 Domenica 08 Sparano Sabato 14 Gallucci Comunale 1 comunale 2 Domenica 15 Gallucci

Conte, via Dei Goti, 10 - Tel. 081.946188 D’Antonio, p.zza Sorrento Tel. 081.948570 Gallucci, via Roma, 15 -Tel. 081948513 Polini p.zza S.Giovanni - Tel. 081.946131

Nazionale, via Nazionale, 144 -Tel. 081.949016 Comunale I viale Europa 45 - Tel. 081.5138774 Comunale II via Dei Goti, 139 - Tel. 081.946759

Croce Rossa Italiana - 081.5131626 - E m e r g enza sanitaria Tel. 118

La farmacia Comunale I di viale Europa presta i l s e r v i z i o g i o r n a l i e r o e notturno con il seguente orario: Dalle 8,30 alle 13 e dalle 16,30 alle 20,30 con la consueta apertura della porta, mentre dalle 13 alle 16,30 e dalle 20,30 alle 8,30 la farmacia resterà con la porta chiusa ma con il farmacista in servizio all’interno.

27 Febbraio - ORE 19.00 CASA DEL CITTADINO PRESENTAZIONE del LIBRO di POESIE

“CHIAROSCURO” di DANIELA SOLARINO Il 27 Febbraio p.v. nella Casa del Cittadino, alle ore 19.00, sarà presentato il libro di poesie “CHIAROSCURO” di Daniela Solarino, moglie del nostro concittadino dott. Gerardo Cataldo, dirigente del Ministero dell’Economia e delle Finanze, residente a Roma, ma che torna frequentemente ad Angri. Oltre all’Autrice, anche lei Dirigente dello stesso Ministero, parteciperanno alla serata il Prof. Francesco Fasolino, Ispettore Scolastico e Assessore alla Cultura del Comune di Angri, il Prof. Gaetano Califano, Docente di materie letterarie negli Istituti Superiori e gli attori del gruppo teatrale “ANZITEATRO”, che declameranno alcune poesie tratte dal libro. Daniela Solarino, nata in Sicilia ma vissuta da sempre a Roma, è una donna molto gentile e distinta, ma nello stesso tempo ferma e decisa. Queste sue caratteristiche vengono chiaramente fuori dalle sue poesie, che hanno ricevuto già vari premi a livello nazionale.

Via Papa Giovanni XXIII -Tel. 081/5131667

19

Notizie Utili

Febbraio 2009

La poesia che pubblichiamo ha vinto il 3º premio nel concorso “Esprimendo un desiderio...”, promosso dalla Commissione “Pari Opportunità”, presieduta dalla consigliera Virginia Russo, per gli alunni delle scuole elementari. Il 1º premio è andato a Daniele Sansone (V elementare I Circolo). Il 2º ad Anna Aprea (3ª elem. II Circolo). Un giorno Lui mi ha chiesto: “Esprimi un desiderio” non l’ho chiesto per me, brava allora, mi ha detto, te ne regalo altri dieci. Mi ha chiesto poi dieci desideri non li ho chiesti per me, brava allora, mi ha detto te ne regalo altri cento Mi ha chiesto ancora cento desideri e ancora non li ho chiesti per me brava ancora, ancora e ancora, te ne regalo allora milioni. Allora gli ho detto: “Non ne voglio milioni, mi basta solo che la mia mamma possa star bene senza ombra di affanno e possa cantarmi quella sua ninna nanna. Rendermi ancora per molto tempo una bimba speciale, la sua bimba per sempre” So che i tuoi occhi stanno a guardare so che le tue mani possono guarire. Basta un tuo tocco, dimmi che puoi io che sono bimba so che Tu vuoi. Dall’alto mi scuote all’improvviso lasciandomi dolcemente un suo sorriso. Lo so che questo è il tuo desiderio Ma eri già nel mio pensiero. Non ti prometto, ma ti assicuro, farò di tutto, per te e ognuno così per sempre che la tua mamma possa cantarti la sua ninna nanna. Annachiara Ferraioli 5ª B, plesso “Dante Alighieri”

La S.S.C.D. per Antonio e Filippo si mantiene a ridosso delle prime

«Nelle poesie di Daniela Solarino – scrive il Prof. Renato Civello, autore della prefazione – le cose, i luoghi, le persone sono viste in una prospettiva positiva, anche se spesso sfiorate da note di ansie e di dolore nascosto. E questo doppio sentire, fra una visione serena e una pena nascosta, si riflette anche nella rappresentazione della “natura” che non è mai, per se stessa fonte di dolore, ma ricchezza di vita. Siamo lontani dalla tristezza leopardiana». A Daniela i nostri auguri per ulteriori successi. Luigi D’Antuono

Via Can. Fusco, 21/1 Tel/Fax 081.940656 Cell. 339.5338856

Distribuzione Vendita Rigenerazione di cartucce per stampanti laser - ink-jet nastro Vendita e assistenza macchine per Ufficio Computer e Accessori Informatici

detersivi profumi casalinghi

vIA aMENDOLA, 20 Tel. 081.5135480

Il girone d’andata del campionato di Terza Categoria si è appena concluso, con risultati molto incoraggianti per la compagine angrese della S.S.C.D. per Antonio e Filippo. Abbiamo incontrato il presidente Giancarlo D’Ambrosio, per raccogliere le sue valutazioni, le sue impressioni su questa prima parte della stagione, nonché gli auspici per l’immediato futuro. Giancarlo, vi siete ormai piazzati stabilmente a ridosso della parte alta della classifica, confermando di essere all’altezza del campionato. Vi aspettavate questi risultati? Direi di sì, perché questa squadra è composta da elementi molto validi, ai quali è lecito chiedere tanto. Siamo contenti di questa prima parte di stagione e possiamo dire di aver raccolto i frutti sperati. All’inizio del campionato avevate due incognite da affrontare: la prima era relativa al tecnico… Umberto Livello è un ragazzo validissimo che si è inserito molto bene nel gruppo ed ha preso molto a cuore la nostra causa. Poi lui è allenatore-giocatore, per cui vive personalmente le dinamiche di gioco e sta lavorando in maniera egregia. La seconda incognita era relativa al retaggio della passata stagione e alle situazioni da non ripetere. Ci siete riusciti? Sì: abbiamo sfoltito la rosa, come stabilito in sede di fondazione e finora siamo riusciti ad evitare situazioni, come quella dell’anno scorso a Corbara, che oltre ad avere conseguenze gravi sul prosieguo della stagione, infangherebbero il nome della nostra società. C’è qualcuno che ti ha sorpreso particolarmente? La sorpresa più piacevole, fino a questa parte della stagione, è Vittorio Cuomo - che al fianco di Matteo Gargiulo, ormai insostituibile – sta fornendo prestazioni molto positive e credo abbia stupito un po’ tutti. Sono molto contento anche del rendimento del terzino Vincenzo Tortora e dei giovani Bonagura, Aufieri e Somma. Dove può arrivare la SSCD per Antonio e Filippo? Come ho già detto, il nostro è un gruppo valido e coeso che può arrivare lontano. Ma è necessario continuare così e dare il massimo, soprattutto in primavera, quando, credo, si deciderà la stagione. Disputate gli allenamenti e le gare casalinghe al Campo sportivo del “Cimitero Vecchio”, che dividete con altre cinque squadre: questa situazione vi crea difficoltà? Oggettivamente, la situazione non è facile per nessuno, ma con una buona dose di pazienza e buon senso riusciamo ad adattarci e a rispettarci a vicenda. Il “Cimitero Vecchio” non è il Camp Nou (lo stadio del Barcellona), né chiediamo che lo diventi, ma la struttura necessita di alcuni piccoli interventi di manutenzione, il più urgente dei quali è l’innalzamento delle reti di protezione alle spalle di una delle due porte, la cui assenza è un problema piuttosto serio. Del resto, gli spogliatoi sono quello che sono, cioè non un granché, ma qualche tempo fa, con l’impegno di alcuni dirigenti dell’Angri Soccer, abbiamo chiesto e ottenuto l’installazione delle caldaie per l’erogazione dell’acqua calda. Ci stiamo attrezzando per cambiare le serrature agli spogliatoi. Francesco Somma


20

Momenti Lieti

FIORI D’ARANCIO

Lo scorso 3 Gennaio, Pasquale Sanzone e Francesca D’Ammora hanno coronato il loro sogno d’amore nella Chiesa di S. Ciro, a Vico Equense foto Lello Mosca

PRIMA COMUNIONE Il piccolo Francesco Saverio Colasanto, il 7 settembre 2008, nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie, ha ricevuto il sacramento della prima comunione. Auguri da papà Giuseppe, da mamma Antonella, dal fratello Alessandro, dai nonni, gli zii…e da tutta la redazione di ANGRI ‘80.

Febbraio 2009

Laurea Lo scorso 25 Novembre, presso l’Università di Fisciano, la signorina Anella Serio si è laureata, con 105 su 110, in Scienze dell’Educazione Professionale, con una tesi sulla “Globalizzazione”. Alla neodottoressa gli auguri dei genitori, dei nonni, dello zio Emilio, nonché della redazione di ANGRI ‘80

Nozze D’ORO

Lo scorso 8 Dicembre, Antonio D’Ambrosio e Siberiana D’Aniello hanno festeggiato le nozze d’oro, circondati da tutti i loro più cari parenti e amici. Auguri dalla redazione di ANGRI ‘80

Nozze D’Argento Lo scorso 1º Febbraio i coniugi Gerardo Santonicola e Gabriella Magaldi hanno festeggiato le nozze d’argento. Tanti auguri da parte degli amici del Centro Artistico Culturale Arcobaleno, nonché dalla redazione di ANGRI ‘80

Via

Giudici 21 Tel. 081.947787 - Cell. 349/4974345 - Cell. 338/6079430 Via Pozzillo

angri - via Giudici

Appartamento di 2 camere, cucina e bagno. Buono Stato € 120.000,00

Via T. Fontanella

ANGRI - via concilio Appartamento di 2 vani + acc.ri. Discreto Stato € 110.000,00

ANGRI - Via ardinghi Appartamento al 1º piano di 2 vani+acc.ri. Ottimo stato € 90.000,00

Via ortalonga

Soluzione indipendente su due livelli di 220 mq, con 500 mq di giardino. Ottimo Stato

ANGRI -Via del monte

App.to in minicondominio di 3 vani + 2 acc.ri posto auto e garage Buono stato

€ 210.000,00

ANGRI Via nazionale

Via raiola

In parco appartamento di 3 vani + 2 acc.ri terrazzo e garage € 245.000,00

Appartamento composto da camera, cucina, bagno e sottotetto. € 75.000,00

Soluzione indipendente di 3 vani + acc.ri con box e giardino di 400 mq. Buono Stato

€ 285.000,00

via l. da Vinci

Soluzione composta da camera cucina e bagno. ottimo stato € 45.000,00

via ardinghi

Soluzione semindipendente Su due livelli di 2 vani + acc.ri

€ 68.000,00

appartamento di 4 vani +2 acc.ri + box auto Buono stato € 215.000,00

via pentangelo Appartamento di tre vani + acc.ri + cantina € 150.000,00

via madonna delle grazie In Minicondominio app.to composto da ampio ingresso, 3 vani + acc.ri e ripostiglio

€ 195.000,00

servizi finanziari

Mutuo casa Prestiti personali Leasing- onsolidamento debiti Cessione del quinto


angri80_feb_2009  

Angri80 febbraio 2009

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you