Issuu on Google+

Euro 0,80 - Mensile indipendente a cura del centro iniziative culturali - anno XXVIII - Nº 3 - 20 Marzo 2010

Pavimenti Rivestimenti Arredo Bagno Parquet Camini Cucine

Pavimenti Rivestimenti Arredo Bagno Parquet Camini Cucine

Via Dei Goti, 122 Tel. 081. 948537 www. ceramichedacunzo.it

Via Dei Goti, 122 Tel. 081. 948537 info@ceramichedacunzo.it

Sconfitto nettamente l’avversario di centrodestra, l’assessore provinciale Antonio Squillante. Nonostante il forte astensionismo, il candidato dell’UDC si è avvalso dell’alleanza esplicita con il dottore Gianfranco D’Antonio e del voto non dichiarato dell’elettorato di centrosinistra.

Pasquale Mauri è il nuovo sindaco di Angri Risultati del I turno - 28 e 29 marzo 2010

Risultati del I turno - 28 e 29 marzo 2010 Cosimo Ferraioli (Centrosinistra): P. D., Di Pietro I.D.V., Sinistra per Angri, la civica Noi Angri

Antonio Squillante (Centrodestra: M.P.A., Libertà e Auton. Noi Sud, La Nuova Angri, Circolo della Libertà, Alleanza per Angri, Rinascita Angrese, Forza Angri.

1º Turno voti 5.244 - 24,78% Tot. voti liste 5.342 - 26,58%

voti 3.785 - 17,88% Tot. voti liste 3.505 - 17,44%

2º Turno voti 7.487 - 44,03%

Gaetano Saporito (Sinistra): Movimento Naturalista (Agric. Amb, Terr.), Democrazia Partecipata, Io Amo Angri voti 733 - 3,46% Tot. voti liste 575 - 2,86

Marcello Ferrara (Udeur): Battiti per Angri, Uniti per la nostra Terra, Aria Pulita

Gianfranco D’Antonio (Centrodestra: Tempi Nuovi, Lega Sud - Ausonia, Con G. D’Antonio Sindaco)

Mario Rosario Capone: Un’altra Angri

voti 1.154 - 5,45% Totale voti liste 1.197 - 5,95%

voti 676 - 3,19% Totale voto lista 575 - 2,86%

voti 2.872 - 13,57% Tot. voti liste 1.154 - 5,45%

Ultimora

La coalizione di Centrosinistra risponde no

all’offerta di

Mauri

di entrare in amministrazione con due assessorati

Pasquale Mauri (Angri in Mov. ; UDC, Progetto in comune, A.C.N.) to

1º Turno: voti 6.699 - 31,65% Totale voti liste 7.031 - 34,98% 2º Turno: voti 9.515 - 55,96%

La squadra juniores sostituisce la formazione maggiore

Amaro finale di campionato per i Grigiorossi Servizi a pag. 21

Servizio a pag. 8

Dossier Elezioni Amministrative 28/29 marzo 2010 - Ballottaggio 11/12 aprile 2010 da pag. 2 a pag. 13

Via Dei Goti, 204 - Angri - Tel. 081.940071

LISTE NOZZE

Via Don Minzoni, 19/23 Angri Tel./Fax : 081.946439 e-mail: info@puccisas.com sito web: www.puccisas.com


2

Elezioni Amministrative

,

Marzo 2010

Con la vittoria di Pasquale Mauri, il Consiglio comunale si rinnova per metà

L’OBLò di

Pi ppo Della Corte

Il vincitore ha i numeri per un governo stabile e operativo Il neo sindaco, dopo l’accordo con D’Antonio, offre comunque un assessorato a Ferraioli che dice “no, grazie” e gira la decisione alla coalizione di Centrosinistra.

SINDACO, ORA TOCCA A TE! Egregio direttore, ci eravamo lasciati con un commissario prefettizio e ci ritroviamo con un nuovo sindaco. Questa notizia di per sè è già una cosa positiva. La campagna elettorale è stata lunga e solo a tratti coinvolgente. La città ha assistito un po’ disincantata, piuttosto che partecipato attivamente. Onestamente non si poteva chiedere di più a una popolazione stanca e delusa da almeno tre lustri di “non governo”. È urgente che la politica cittadina si riappropri del suo ruolo dopo anni di preoccupante latitanza. Gli elettori hanno scelto di riporre la propria fiducia in Pasquale Mauri: un esponente di lungo corso, un politico navigato, scafato e con le “spalle larghe”, smaliziato al punto giusto per comprendere i perversi meccanismi che spesso animano i palazzi del potere istituzionale. L’augurio - nel nostro caso è anche una speranza - è che il nuovo sindaco e la sua nuova maggioranza siano in grado di portare a termine in maniera fattiva e concreta il mandato ricevuto. Bisogna riuscire a venir fuori dal tunnel della instabilità politica, portatrice esclusivamente di ingovernabilità e disordine. Da questo punto di vista il nuovo parlamentino cittadino sembra fornire alcune rassicurazioni. I dodici consiglieri governativi sono espressione dell’Udc o comunque di civiche di area e sono legati al primo cittadino da un patto d’onore e di fiducia personale: sentimenti sempre utili in momenti difficili e in contesti “sui generis” come quello angrese. È chiaro, inoltre, che essere depositari della fiducia altrui è una responsabilità che gratifica, ma che impone l’obbligo di fornire risposte. Quelle che purtroppo in questi anni sono mancate. Sembra superfluo fare l’elenco delle questioni aperte e irrisolte: la lettura mensile di questo giornale potrebbe aiutare a comprendere che numerose problematiche stiano lì da tempo e in attesa di risoluzione. La campagna elettorale è sempre un’utile vetrina per mostrare idee e progetti su patinate e colorate brochure. La storia insegna, però, che quasi mai quelle idee e quei progetti trovano concreta realizzazione: i cittadini ne sono consapevoli, ma qualcosa dovrà cambiare davvero. È sempre doveroso, poi, investire della dovuta responsabilità anche la minoranza. Fare opposizione non significa alzare barricate a prescindere e creare dissenso: ma controllare, proporre, pungolare, sollecitare le attenzioni di chi governa sulle diverse tematiche da affrontare. Un ruolo importante a cui molti sono refrattari visto che interessa gestire, piuttosto che amministrare anche se dai banchi della minoranza. Metaforicamente Angri è come una bella donna più volte sedotta e più volte abbandonata, quindi disillusa, sfiduciata. Il compito del nuovo sindaco è di risvegliare in lei sanguigne e dimenticate pulsioni, riportandola a nuova vita e a una nuova entusismante giovinezza. Un’altra cocente delusione potrebbe essere molto pericolosa.

Qui trovi dolcezza e... cortesia

è

un Consiglio comunale rinnovato per metà, quello che si insedierà a seguito della vittoria al turno di ballottaggio del nuovo Sindaco angrese Pasquale Mauri, esponente del partito di centro UDC, per il quale siede come consigliere provinciale anche a palazzo Sant’Agostino. Tra consiglieri uscenti ed ex consiglieri, infatti, sono in 10 a tornare tra gli scranni del parlamentino cittadino allocato nella Casa del Cittadino in piazza Doria. Ad un tempo si registrano le bocciature dei consiglieri uscenti Francesco D’Antuono (Forza Angri, ex Udc) e Gennaro Palumbo (La Nuova Angri, ex Psi), che al primo turno hanno corso per la candidatura a sindaco di Antonio Squillante. La solida maggioranza centrista - rafforzata da un consigliere eletto con le liste del candidato a sindaco Gianfranco D’Antonio - sarà formata da tre consiglieri per ciascuna delle quattro liste che al primo turno hanno corso a sostegno di Mauri: Nordino Fiorelli, Giuseppe Galasso e Pasquale Russo per l’UDC; Arturo Sorrentino, Daniele Selvino e Alberto Milo di “Angri in Movimento”; Emilio Testa, Alfonso Scoppa e Marco De Simone di “Progetto Comune”; Giacomo Sorrentino, Vincenzo Grimaldi e Domenico D’Auria di “Angri Città Nuova”. Tra i banchi della minoranza siederanno Antonio Squillante, Gianluca Giordano e Antonio Mainardi (Alleanza per Angri), Gaetano Longobardi (Forza Angri), Cosimo Ferraioli e Lina Recussi (PD), Marcello Ferrara (in qualità di candidato a sindaco delle tre liste civiche Battiti per Angri, Uniti per la Nostra terra, Aria Pulita) e Gianfranco D’Antonio (in qualità delle 3 liste civiche Tempi Nuovi, Lega Sud-Ausonia, con G. D’Antonio sindaco). Quest’ultimo, a seguito dell’accordo con Mauri prima del voto di ballottaggio, andrà a ricoprire la carica di vicesindaco, lasciando il posto in consiglio a Bonaventura Manzo (primo nella lista G. D’Antonio sindaco con 266 voti) che in

9.515 voti - 55,96% 7.487 voti - 44,03% verità rientra in Consiglio comunale Contemporaneamente a questi per la 3ª volta, dopo due elezioni nel avvenimenti si è verificato altresì Centrosinistra (PD), la 1ª a sostegno il gran rifiuto di Cosimo Ferraioli, di Giuseppe La Mura, la 2ª a sostecandidato a sindaco per la coaliziogno di Giovanni Padovano (con il ne di centrosinistra, ad entrare come quale poi, facendo il famigerato salassessore nella Giunta comunale, to della quaglia, passò a sostenere la che il neo sindaco Mauri andrà a Giunta Mazzola di centrodestra). nominare. Confermati, per il Centro, FioLa proposta del primo cittadino di relli, Galasso, Selvino, Testa, G. coinvolgere, dopo l’accordo con G. Sorrentino, Grimaldi, per il CenD’Antonio (candidato in rottatercon il Appartamenti, box, garage, cave, alberghi, trodestra, Giordano e Mainardi. Centrodestra), anche le forze di cenRitorna Consiglio comunale trosinistra nel governo cittadino è reni einville: è questo il patrimonio della camorMarcello Ferrara; grazie alla vittostata al centro di una riunione fiume ora affidato allaanche Prefettura di Salerno e, in riara di Mauri, infatti, è scattato tra le compagini (Partito Democratiper lui il quorum, che non sarebbe co, Italia dei Valori, Sinistra per Anparte, daSquilComuni edAngri) associazioni scattato in caso gestito di vittoria di gri, Noi dell’alleanza guidata lante (situazione curiosa, visto che da Cosimo Ferraioli. Ferrara ha flirtato con Squillante ed Il massimo esponente delle forè inviso a Mauri). ze d’opposizione ha convocato i Intanto mercoledì 21 aprile, nelcoordinatori dei partiti e delle liste la Casa del Cittadino, si è svolta il civiche, che ne hanno sostenuto la giuramento del nuovo Sindaco di candidatura a sindaco, informandoli Angri. della proposta avanzatagli dal neo Il neo primo cittadino Pasquale sindaco Mauri di affidare la guida Mauri è subentrato al Commissadell’assessorato all’Urbanistica a lui rio straordinario Bruno Pezzuto, o un assessorato ad esperti esprespronunciando, con indosso la fascia sione dell’area di centrosinistra. Nel tricolore, la rituale frase “Giuro di corso dell’incontro, però, in merito a essere fedele alla Repubblica, di ostale proposta sono emerse posizioni servare lealmente la Costituzione e alquanto differenziate e trasversali le leggi dello Stato, di adempiere ai doveri del mio ufficio nell’interesse dell’amministrazione per il pubblico bene”. Con il giuramento, il nuovo sindaco di Angri è entrato nella pienezza dei suoi poteri e contemporaneamente sono cessati quelli del Commissario Straordinario Bruno Pezzuto.

alle varie forze, con una parte intenzionata a dare sostegno diretto all’azione di governo e un’altra orientata a declinare l’invito di Mauri. Dopo tale incontro, a fugare ogni dubbio in merito alla possibilità di ricoprire personalmente la delega dell’Urbanistica è stato lo stesso Ferraioli che, pur lasciando libertà di decisione alla coalizione, ha annunciato ufficialmente di non voler assumere alcun incarico in seno alla prossima Giunta “per rispetto nei confronti dei quasi 4000 elettori che gli hanno concesso la preferenza al primo turno elettorale”. La decisione, pertanto, di dare una risposta a Mauri è rimasta tutta nelle mani del coordinamento di centrosinistra. Intanto Mauri, a seguito di un pranzo-lavoro con i suoi in quel di Contursi, ha lasciato intendere di preferire un coinvolgimento diretto di Ferraioli nella Giunta, sulla cui cucina sta lavorando con determinazione e, oltre ai nomi già sicuri (Gianfranco D’Antonio, come vicesindaco, e Giuseppe Mascolo come assessore alla cultura), tra i papabili circolano i nomi di Giacomo Sorrentino (Finanze), Giuseppe Galasso (Servizi Sociali) e Raffaele Alfano. Nel frattempo ha incontrato dirigenti e responsabili del Comune, per conoscere lo stato dell’arte delle aree e dei settori di competenza dell’Ente.

Via Cervinia, 11


P

3

Elezioni Amministrative

Marzo 2010

Sconfitto nettamente l’avversario di centrodestra, l’assessore provinciale Antonio Squillante. Nonostante il forte astensionismo, il candidato dell’UDC si è avvalso dell’alleanza esplicita con il dottore Gianfranco D’Antonio e del voto non dichiarato dell’elettorato di centrosinistra.

asquale Mauri è il nuovo sindaco di Angri. Il consigliere provinciale dell’Udc, lo stesso giorno in cui il partito dello scudocrociato, in crisi con il presidente Cirielli, è uscito dalla maggioranza di centrodestra di Palazzo Sant’Agostino, ha superato nettamente lo sfidante di centrodestra (nonché pupillo dello stesso Cirielli) Antonio Squillante di oltre duemila preferenze e ha conquistato finalmente (dopo la sconfitta con Gianpaolo Mazzola del 2007) la poltrona di primo cittadino. Notevolmente bassa l’affluenza degli elettori: sui 25.952 elettori, sono andati alle urne 17.520 Angresi (il 67,51% degli aventi diritto). 17.001 sono state le schede valide, 134 quelle bianche e 394 le nulle. Pasquale Mauri con 9.515 voti (55,97%) ha distanziato Antonio Squillante, assessore provinciale al bilancio ed alla programmazione economica del Pdl, di 2.029 preferenze, avendo quest’ultimo totalizzato 7.486 voti (pari al 44,03%). Non appena il risultato (fin dall’inizio dello spoglio il candidato centrista si è posizionato in testa) favorevole è stato certo, intorno alle 16 e 30, sono esplose le manifestazioni di giubilo dei sostenitori in città, con un corteo che, portando in trionfo Mauri, ha fatto il giro del centro storico di Angri, tra fuochi d’artificio e bandiere dell’Udc, prima di un saluto ed un ringraziamento dello stesso neosindaco al Patrono San Giovanni Battista nell’omonima Collegiata, per poi sostare a lungo in piazza Doria per ricevere l’abbraccio dei suoi elettori. “Dedico questa vittoria a mia moglie”. è stata la prima dichiarazione di Mauri che ha voluto riservare il primo pensiero alla moglie, Adriana Pepe, scomparsa prematuramente la scorsa

Pasquale Mauri è il nuovo sindaco di Angri estate. Poi ha lasciato intendere di voler aprire le porte all’ingresso nel suo governo di altre risorse appartenenti ad aree politiche diverse. «Io e la mia coalizione vogliamo valorizzare le risorse umane del territorio a prescindere dall’appartenenza politica - ha esternato Mauri - e creare un’amministrazione di larghe intese che possa risollevare le sorti di Angri , una città che deve ritornare alla normalità in breve tempo». Il primo cittadino ha altresì voluto rimarcare che con la sua vittoria si aprirà per Angri un nuovo ciclo: «è finito, per me, il tempo delle contrapposizioni e delle liti tra i diversi personaggi che animano la vita politica. Ora tutti abbiamo il compito di prodigarci per riportare Angri alla floridezza del passato». L’apertura alle altre forze politiche cittadine ha voluto essere un segnale chiaro, in linea con il probabile distacco dell’Udc salernitano dall’Amministrazione Provinciale presieduta da Edmondo Cirielli. «Nei prossimi giorni - ha sostenuto Mauri - il presidente Ciriaco De Mita comunicherà a Cirielli la posizione del mio partito che non è abituato a contrattare poltrone, la politica è condivisione e noi abbiamo vinto ad Angri perché alle spalle c’è un progetto serio che parte da lontano». Mauri non ha lesinato stoccate al presidente Cirielli: «Il vero sconfitto

Pasquale Mauri festeggiato dagli elettori

Antonio Squillante mentre apprende il risultato negativo di questa tornata elettorale è lui, che crede di poter decidere le sorti delle città imponendo scelte dall’alto. Il mio unico avversario in questa campagna elettorale è stato lui, e non

certo Antonio Squillante, cui darò la possibilità di poter contribuire alla rinascita della nostra comunità; le porte sono aperte e spetterà a lui decidere».

Sempre rivolgendosi a Cirielli, Mauri ha sostenuto che «egli ha tradito due suoi figli, il sottoscritto ed il mio prossimo vicesindaco (Gianfranco D’Antonio che ha stipulato con il neosindaco un accordo politico per il ballottaggio), per sponsorizzare il suo figliastro Squillante, ma l’elettorato di Angri li ha bocciati entrambi». «Inizierò subito a lavorare per risollevare Angri - ha aggiunto - condividendo da subito con la mia maggioranza un cronoprogramma di interventi da realizzare, chiedendo la collaborazione a tutte le forze politiche ed a tutti i dipendenti comunali». «La nostra è stata la vittoria dei cittadini contro le imposizioni dall’alto», ha rincarato la dose, più che giulivo, l’otorino Gianfranco D���Antonio, candidato sindaco nel primo turno (in contrapposizione proprio al collega di partito Squillante) e che ha sostenuto in seconda battuta Mauri di cui diventerà vice, lasciando lo scranno in consiglio comunale al primo eletto Manzo. Nonostante la netta sconfitta, Antonio Squillante ha mostrato di aver conservato l’aplomb di sempre. Ma non era certo questo il “12 aprile” che egli e i suoi sostenitori si attendevano, pur mostrandosi parzialmente soddisfatto e con il sorriso sulle labbra per aver ottenuto 7.486 voti. «Ringrazio di cuore - ha sostenuto - chi mi ha votato e chi ha creduto nel mio progetto, ma anche chi non mi ha votato. Il dato elettorale è chiaro, ed ha premiato Mauri, con il

quale mi complimento». Squillante si è mostrato convinto che «anche quella parte di centrosinistra che nel primo turno aveva votato i propri candidati, non ha espresso il voto a mio favore». Una convinzione seguita dalla constatazione che «evidentemente il progetto politico del mio avversario sarà risultato più credibile, più vicino ai loro programmi». Ma Squillante un rammarico comunque l’ha espresso: «Penso che alla fine sul risultato finale, come su tutta la campagna elettorale, abbia influito senz’altro l’assenza sulle schede del simbolo del Pdl, a cui gran parte dell’elettorato è affezionata, condividendone valori ed esponenti politici». «Sono grato pertanto ha aggiunto - a tutto il Pdl per il sostegno che mi ha dato in modo tangibile. Ed è un vero peccato non poter lavorare come sindaco con la coalizione che mi ha sostenuto per il ritorno alla normalità ed alla vivibilità della mia città, potendo contare sulla filiera istituzionale che si sarebbe creata con i colleghi di partito a livello nazionale, regionale e provinciale». Ma al rammarico è subito subentrato il senso di responsabilità per il ruolo da svolgere come esponente dell’opposizione: «Da parte mia, osserverò il ruolo che la cittadinanza ha assegnato a me ed alla mia coalizione, ovvero di un’opposizione seria e costruttiva, esclusivamente mirata al bene del paese e non fondata su sterili contrapposizioni e polemiche, continuando a lavorare dai banchi della minoranza per il nostro progetto di sviluppo e di ritorno alla normalità di cui Angri ha bisogno, dopo il lungo commissariamento».

Erboristeria

“La Bottega Della Natura”

Metodo 3M Dr. MARIANI “Benessere in Forma” Via Risi, 83 Tel. 081.940801

Via Zurlo, 25/27 - Tel. 081.949576 Fax 081.3207223 - www.acanfora1972.it

Via Giudici, 17 - Tel. 081.9132166 Fax 081.961888 - e-mail: acanfora1972@alice.it


4

Elezioni Amministrative

A caldo Nel quartier generale i fedelissimi sono accaldati. La giornata è un tantino fresca, ma l’atmosfera è tesa e si suda. Gianfranco D’Antonio siede accanto al sindaco. Sa che la partita che ha posto in campo è quella di una vita in politica, è praticamente la definitiva. Pasquale Mauri è stranamente calmo. Tutt’intorno ogni cosa è pronta; il grande schermo acceso, alle ore 15 inizia la passione. Alle 15, 20 arriva il primo dato; Pasquale al 58,70%. Un lieve sorriso increspa le labbra di D’Antonio; i gridolini dei fedelissimi iniziano a rompere il silenzio; alle 15,40 il dato si consolida, prende corpo non più la speranza, ma la ipotesi della vittoria. Ancora un po’ amici, calma, abbiamo penato tante volte! Intanto i numeri e le percentuali si susseguono vorticosi, come i punteggi sullo schermo di un flipper. Elezioni e risultati, dopo le tecnologie! Ormai i ragazzi non arrivano più trafelati dalle sezioni, con i dati scritti a penna su un foglietto e a malapena leggibili. Oggi corre tutto sui fili o è wireless. Altri mondi! Alle 16,10 ormai è fatta. L’urlo del quartier generale diviene un boato; il sindaco incomincia a gridare – li abbiamo sgominati! – Gianfranco D’Antonio è irrefrenabile. Una scelta di coerenza lo sta premiando. Si abbracciano i due, rivali al primo turno, oggi insieme. Alle 17,00, nel paese si scioglie la tensione in una processione di popolo verso la sede elettorale di Pasquale Mauri; dinanzi agli uffici comunali, anonimi per un anno, si schierano i vigili; i carabinieri si preparano ad accogliere il corteo che accompagna il nuovo primo cittadino; le bandiere garriscono per le strade, i primi botti rompono il silenzio irreale di questo pomeriggio sospeso. Il paese si risveglia come da un incubo, durato troppo a lungo. Gli eletti del suo Consiglio Comunale si stringono intorno, ma il sindaco in questo momento non appartiene a loro, o alla loro parte. È stretto da ogni lato, è circondato. Quando calano le prime ombre della sera, l’ordinaria follia di una lunga stagione di incertezze sembra avviata al tramonto, come il giorno che se ne va. Francesco Fasolino

Marzo 2010

Il sindaco Pasquale Mauri con il gruppo consiliare di maggioranza

Emilio Testa

Pasquale Russo

Giacomo Sorrentino

Arturo Sorrentino

LEGGI ANGRI ‘80

Nordino Fiorelli

Alfonso Scoppa

Vincenzo Grimaldi

Alberto Milo

Daniele Selvino

Domenico D’Auria

Giuseppe Galasso

Marco De Simone


5

Elezioni Amministrative

Marzo 2010

Il gruppo consiliare di minoranza Avendo siglato con Mauri un accordo in fase di ballottaggio, Gianfranco D’Antonio, candidato a sindaco con tre liste civiche, entrerà a far parte della maggioranza con la carica di vicesindaco ed in Consiglio comunale gli subentrerà Bonaventura Manzo, che pur sedendo nei banchi della minoranza sosterrà l’Amministrazione Mauri, che godrà del sostegno di ben tredici consiglieri.

A freddo La lunga “pax” mauriana sembra chiudere, così, l’età delle guerre civili. Nel momento più drammatico della sua esperienza esistenziale, Pasquale Mauri ha vinto la battaglia politica più difficile. Ne aveva perso altre, che erano di sicuro più facili. Stavolta il paese gli ha dato ragione, una vittoria chiara, netta, consapevole. E il sindaco è riuscito, grazie a due circostanze, che sarà bene ricordare: una esigenza di stabilità, espressa dalla opinione pubblica e “la partita elettorale perfetta” , come direbbero i commentatori sportivi. L’ha giocata proprio così! La guerra è vinta, ora bisogna vincere la pace. Pasquale Mauri ha le capacità di farlo; conosce come pochi la macchina amministrativa, ha esperienza del paese e delle sue esigenze. Accanto agli obiettivi proposti nella sua campagna elettorale, se ne impongono, a parere della opinione pubblica, due molto significativi: traghettare Angri verso la modernità e le nuove dimensioni; costruire un periodo di pace sociale, che prepari la classe dirigente del ricambio politico e costruisca il senso di una identità non circoscritta, ma aperta alle grandi sfide della globalizzazione. Anche questo il paese si aspetta dal nuovo sindaco. La stagione delle lotte sembra poter essere archiviata. Pasquale Mauri ha il consenso idoneo ad avviare una diversa storia. Francesco Fasolino

Antonio Squillante

Cosimo Ferraioli

Gianfranco D’Antonio

Carmela Recussi

Marcello Ferrara

Bonaventura Manzo

Gaetano Longobardi

Gianluca Giordano

A seguito dell’accordo che Gianfranco D’Antonio ha sottoscritto in fase di ballottaggio con Pasquale Mauri, la minoranza consiliare, vale a dire i consiglieri di opposizione saranno 7 e non 8, in quanto il consigliere Bonaventura Manzo, che subenrerà a D’Antonio, che si dimetterà per andare a ricoprire la carica di vicesindaco, entrerà a far parte di fatto della maggioranza amministrativa.

Antonio Mainardi

FARMACIA S. GIOVANNI P

A N G R I ‘ 8 0

&G

Angri@ttiva, dopo aver promosso asticceria elateria una petizione avente per oggetto: 1) Riapertura Asilo Nido Comunale;

mignon dessert gelateria banqueting c ongressi cerimonie ricevimenti eventi convegni colazioni di lavoro

di Giuseppe Di Lieto

Via Adriana, 31/37 - Tel. 081.946702

Dottori Polini & Fasolino s.n.c.

I L T U O G I O R N A L E

- cosmetici - puericultura omeopatia - preparazioni - galeniche - veterinari dietetici

Piazza S. Giovanni - Trav. Canonico Fusco, 2 Tel. 081.946131 - 081.5138666


6

Elezioni Amministrative

Marzo 2010

Intervista con il neosindaco Pasquale Mauri

P

asquale Mauri è il sedicesimo sindaco di Angri dal dopoguerra ad oggi. Laureato in Scienze politiche, è consigliere provinciale nonché presidente della III Commissione “Risorse Umane e Pianificazione Scolastica” dell’Amministrazione Provinciale. È, inoltre, presidente del Consiglio di Amministrazione di Agroinvest, la società di trasformazione e di sviluppo del territorio partorita dalla Patto territoriale dell’Agro. L’inizio del suo impegno politico risale agli anni ’70 nelle file della Democrazia Cristiana. Già nelle elezioni del 2007 si era candidato per la 1ª volta alla carica di primo cittadino, ma allora i cittadini al ballottaggio preferirono Gianpaolo Mazzola, il candidato della coalizione di centrodestra unita e non spaccata come è avvenuto in quest’ultimo confronto. Mauri, sostenuto dal partito dell’UDC e dalle liste civiche Progetto Comune, Angri Città Nuova e Angri in movimento, ha avuto al primo turno ben 6.729 voti (31.84 %). Al ballottaggio ha invece ottenuto 9.515 voti (55.97%), distanziando di molto il rivale del Centrodestra Antonio Squillante che ha invece raggiunto le 7.486 preferenze (44.03%). Come valuta queste elezioni amministrative? È stata una bella e combattuta campagna elettorale e rispetto alle precedenti ci si è confrontati, come giusto che sia, sui programmi, eccetto in talune circostanze. Per esempio il mio avversario al ballottaggio ha cercato, con ogni mezzo, di innervosirmi nominando personaggi che nulla hanno a che fare con la politica, invece di dialogare sui contenuti dei rispettivi programmi. Gli Angresi hanno voluto premiare chi era in grado di proporre un governo forte, coerente, duraturo e stabile. Tutto ciò è possibile perché ho presentato poche liste civiche. Tutte le persone erano simpatizzanti dell’Udc, il mio partito di riferimento. L’amministrazione Mauri ha tutte le carte per governare l’intero arco

«Angri ha bisogno di governo ed io mi sono messo già al lavoro!»

Dichiara Mauri: a partire dalle prime settimane, elaborerò un crono-programma, ovvero la definizione dei tempi di realizzazione di ogni singola azione che verrà attivata dall’Amministrazione comunale. Bisogna poi sapere che il problema finanziario del Comune è un falso problema, non ci sono debiti”. dei cinque anni. Non avverrà, come in passato, che consiglieri della maggioranza possano sfiduciare il sindaco che hanno votato. Sono davvero soddisfatto e contento di questa stupenda vittoria che dedico alla mia cara moglie Adriana che non c’è più. Mi ha guidato dall’alto in queste settimane dure e faticose. Quali saranno i primi obiettivi da sindaco di Angri, in campo economico, sociale e culturale? A livello economico sfatiamo il falso problema creato da alcuni candidati: il comune di Angri non ha debiti ma residui attivi, ovvero crediti che l’ente vanta e che dobbiamo riscuotere. Se parte di questi crediti non saranno esigibili non si corre nessun rischio di dissesto economico, perché a fronte di questi crediti non c’è stata spesa, quindi non c’è alcun debito da colmare. Più residui attivi noi saremo in grado di riscuotere, più disponibilità economiche avremo per investire in altri ambiti come quello socio-culturale. Ho un programma che rispetterò in questi cinque anni. A partire dalle prime settimane elaborerò un crono-programma, ovvero la definizione dei tempi di realizzazione di ogni singola azione che verrà attivata dall’Amministrazione comunale. Chiederò collaborazione anche a tutti i dipendenti comunali. Con la mia amministrazione ci sarà una sicura realizzazione del programma e massima trasparenza del nostro operato. Cosa pensa della composizione del nuovo Consiglio Comunale? L’assemblea consiliare è formata da forze politiche eterogenee, ma la maggioranza è coesa ed omogenea. I miei dodici consiglieri (Alfonso Scoppa, Pasquale Russo, Marco De Simone, Alberto Milo, Nordino Fiorelli, Arturo Sorrentino, Giuseppe Galasso, Giacomo Sorrentino, Daniele Selvino, Vincenzo Grimaldi, Emilio Testa, Do-

menico D’Auria) sono tutti militanti o simpatizzanti dell’UDC. Abbiamo co-

stituito le liste civiche solo perché le richieste erano molte, e per problemi

numerici non potevamo ospitare tutti nella lista dell’UDC. All’interno della maggioranza c’è coerenza, compattezza e solidarietà di intenti. Sono gli altri partiti che, per tentare di vincere, hanno messo tutto e di più insieme. Per quanto riguarda la composizione della Giunta, oltre agli assessori già certi, Giuseppe Mascolo (Cultura e allo spettacolo) e Gianfranco D’Antonio (vicesindaco), ha già in mente a chi affidare le altre deleghe? In modo pubblico e trasparente abbiamo dapprima indicato Mascolo e successivamente D’Antonio, due politici che hanno esperienza e competenza. Ho già in mente alcuni nomi altrettanto eccellenti affinché si possa svolgere un lavoro amministrativo produttivo ed efficace, di cui necessita Angri. Con la mia Giunta, che a breve ufficializzerò, avverrà il tanto sospirato cambiamento e rinnovamento. Insomma il mio slogan «si cambia davvero!» si realizzerà. La sua campagna elettorale è stata sostenuta con calore dai dirigenti nazionali e regionali dell’UDC. Dopo la sua netta vittoria ci sarà un legame ancora più forte con la sede romana dell’UDC? A vittoria conseguita mi hanno telefonato sia Casini che Cesa, e mi hanno promesso che ritorneranno ad Angri quando a breve ci sarà la festa della nuova amministrazione angrese. Oggi possiamo essere orgogliosi nel dire che l’UDC sia in provincia di Salerno, sia ad Angri, rappresenta una forza politica rilevante. Sicuramente con la mia vittoria a primo cittadino angrese si consoliderà maggiormente il legame con il partito centrale. La sfida tra lei e Squillante, negli ultimi giorni, è stata senza

esclusioni di colpi. Il candidato di centrodestra ha stigmatizzato l’accordo l’accordo con D’Antonio in quanto dietro di lui ci sono personaggi discussi come Giovanni Padovano e Alfonso Postiglione, oltre a Massimiliano Mazzola che si muove nell’ombra. Cosa ribatte al riguardo? Non sono né giustizialista né garantista. Mi risulta invece che Padovano ha sostenuto, nella tornata elettorale del 2007, l’amministrazione Mazzola nella quale Squillante era vicesindaco. Oggi posso dire con soddisfazione che al ballottaggio ha sostenuto il sottoscritto. Non capisco cosa ci sia di male se un cittadino (Padovano non era nemmeno candidato al Consiglio Comunale) abbia preferito me e non il mio diretto avversario. Se Squillante e il suo team credono di risolvere problemi e questioni con inutili illazioni, possono fare ciò che vogliono. Personalmente non ho nulla da nascondere. Ogni intesa, come quella con D’Antonio, è trasparente e basata sulla condivisione dei programmi. In definitiva, sono contento che taluni personaggi mi abbiano votato e li ringrazio pubblicamente per il sostegno fornitomi. Le sue prime dichiarazioni da sindaco sono state molto critiche nei confronti del Presidente della Provincia. Cosa succederà in Provincia tra il Centrodestra di Cirielli e il Centro di De Mita? Ciriellli è stato scorretto durante l’ultima fase della campagna elettorale. La sua visione politica con tutta franchezza non mi appartiene. Sono totalmente distante dal suo modus operandi. Non so cosa succederà in Provincia, ma c’è un diffuso malcontento per come si è posto in queste settimane il Presidente. Sergio Ruggiero Perrino


Marzo 2010

PubblicitĂ 

7


8

Elezioni Amministrative

All’offerta di entrare in amministrazione comunale con due assessorati

Intervista a Cosimo Ferraioli sul risultato elettorale

“Gli elettori ci hanno indicato come unica vera forza di opposizione”

C

osimo Ferraioli, 47 anni, candidato alla carica di sindaco dalla coalizione di centrosinistra (essendo risultato vincitore delle primarie) e avendo riscosso ben 3.721 consensi (17.61 %), entra di diritto in consiglio comunale. Ingegnere e responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Corbara, Ferraioli è stato sostenuto dal Partito Democratico e dall’Italia dei Valori e dalle liste civiche “Sinistra per Angri” e “Noi Angri”. Come valuta l’esito delle elezioni amministrative? Ovviamente sono alquanto soddisfatto ma non contento. Quando si scende nell’agone politico si vuole ovviamente ottenere il massimo. Però non bisogna dimenticare da dove si è partiti; non era per niente ottimale la situazione del Partito Democratico angrese dopo gli esiti delle elezioni provinciali del 2009. Anche la condizione di salute del Pd regionale e nazionale non sono delle migliori. Per cui penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro ed abbiamo conseguito dei buoni risultati. C’è qualche rimpianto per non aver creato un’unica e compatta coalizione di centrosinistra? Abbiamo raggiunto un insperato risultato formando una coalizione che ha all’interno due grandi partiti e due importanti liste civiche. Siamo stati anche l’unica coalizione politica ad aver scelto il candidato sindaco con le primarie. Purtroppo altri elementi di sinistra non hanno condiviso il nostro progetto. Ma credo di poter sostenere con convinzione ciò che non mi ha fatto demordere e mi ha dato la forza di continuare: era ed è l’esistenza di un gruppo di partiti e liste civiche di centrosinistra, che, riconoscen-

dosi in un progetto comune, vogliono essere artefici della costruzione di una nuova Angri. Però bisogna continuare ad essere, anche ad elezioni concluse, presenti e radicati sul territorio affinché si costruisca un forte legame con la cittadinanza angrese. Perché la Lega Nord riesce, ad ogni elezione, a migliorare i propri consensi? Semplicemente perché è ben radicata sul proprio territorio e parla il linguaggio del popolo. Insomma ha sostituito, a suo modo, le forze di sinistra. Perché il Centrosinistra ha ritenuto opportuno non schierarsi al ballottaggio? Vogliamo, semplicemente, rispettare e rispecchiare la volontà popolare. I cittadini angresi hanno ritenuto di votare la coalizione di centrosinistra quale unica vera forza di opposizione. Sarà, allora, questo il nostro ruolo nei prossimi cinque anni. Non possiamo fare altro che prendere atto della situazione socio-politica e partire da questi presupposti per costruire un’opposizione seria e costruttiva nell’interesse della cittadinanza. Oggi mi sento di dire che siamo in una fase di ricostruzione del centrosinistra, sia a livello locale che nazionale. Per il ballottaggio abbiamo ritenuto opportuno non appoggiare nessuno dei due candidati, perché entrambi i programmi elettorali erano lontani dal nostro. Ci faremo portavoce degli interessi del popolo, avendo cura di individuare le diverse esigenze delle varie realtà del paese.

Il mio compito come consigliere d’opposizione sarà quello di ricordare al neo-sindaco e alla sua giunta comunale di attuare i punti del proprio programma che è stato depositato al Comune, nel rispetto del voto del proprio elettorato e dell’intera cittadinanza angrese. Al Consiglio comunale, oltre lei, è salita anche la candidata Carmela Recussi. Entrambi siete dei neofiti della politica. Ci sono i presupposti per il rinnovamento del Partito Democratico? Mi viene facile rispondere che questo dovrebbe essere l’obiettivo nell’immediato, ovvero la ricostruzione dell’ossatura dei vertici del Partito Democratico angrese. Il rinnovamento dovrebbe esserci anche nei vertici provinciali e regionali. Dopo i risultati, non proprio esaltanti degli ultimi anni, il partito si è sfilacciato, per cui ha bisogno di ricostruire un forte tessuto interno e di dotarsi di una seria organizzazione, con regole certe e condivise. Sergio Ruggiero Perrino

Marzo 2010

La coalizione di Centrosinistra risponde no a Mauri Nella serata dello scorso 19 aprile si è tenuto l’atteso ed annunciato incontro tra il neosindaco Pasquale Mauri e la coalizione di centrosinistra. Subito dopo la sua vittoria elettorale, infatti, il Primo Cittadino ha rivolto al candidato sindaco del Centrosinistra, ingegnere Cosimo Ferraioli, la proposta di curare l’assessorato all’Urbanistica, ma quest’ultimo personalmente ha declinato l’invito, sostenendo che una adesione in merito all’assunzione di incarichi in seno alla nuova amministrazione andava rivolta e spettava ai responsabili dei partiti e delle liste civiche della coalizione. Dopo esservi visti al proprio interno e aver tenuto un primo interlocutorio coordinamento, le quattro formazioni di centrosinistra, Partito Democratico, Sinistra per Angri, Italia dei Valori e Noi Angri, nella serata del 19 aprile scorso, presente anche il candidato sindaco Cosimo Ferraioli, si sono incontrate con il neo sindaco Pasquale Mauri nella sede dell’associazione Officina delle Idee, sita a Corso Italia. Mauri ha ribadito la propria pro-

posta di coinvolgere in amministrazione comunale anche il Centrosinistra, offrendo due assessorati ed accogliendo anche la richiesta di un’opzione sulle stesse deleghe da assegnare. Ha chiesto, a sua volta, alle forze della coalizione di avanzare, nel giro di 24ore, una rosa di quattro nomi maschili e quattro femminili da cui eventualmente scegliere i due assessori. Su tale riarticolata proposta, andato via Mauri, i coordinatori del Centrosinistra, presente sempre il candidato Ferraioli, hanno discusso e valutato le rispettive posizioni per alcune ore ed il risultato finale è stato quello di rispondere negativamente all’offerta di Mauri, senza escludere però un franco e costruttivo confronto con l’amministrazine comunale una volta che si sarà insediata e messa all’opera. In verità le posizioni all’interno della coalizione non sono state del tutto unanimi ed infatti il no finale è maturato per un orientamento sostanzialmente negativo di Cosimo Ferraioli, del PD (rappresentato da Gina Fusco, in quanto la segretaria

Giordano era fuori Angri) e di Italia dei Valori (Palumbo), mentre Sinistra per Angri (rappresentata da Mario Amico) e Noi Angri (rappresentata da Anna Atorino) erano sostanzialmente favorevoli ad accogliere positivamente la proposta di Mauri. La proposta di Gina Fusco di prendersi una sorta di “aspettativa politica” di sei mesi, nel corso dei quali verificare come si muoverà l’amministrazione di Mauri, per poi prendere in considerazione un eventuale ingresso in Giunta, è stata bocciata dagli altri coordinatori, ritenendola non gestibile, dopo che si era anche accontonata l’ipotesi, prospettata da Ferraioli, che le forze favorevoli alla proposta Mauri, concordassero autonomamente un eventuale accordo per un proprio coinvolgimento nell’amministrazione.

Grazie al portale angri.info gli Angresi hanno potuto seguire in tempo reale lo spoglio del I turno e del ballottaggio tra Mauri e Squillante

Record di visite per angri.info

Oltremodo soddisfatto, il direttore Amedeo Santaniello ha dichiarato: il nostro portale, il portale di tutti gli Angresi, ancora una volta, ha stracciato ogni record, tanto da mandare in tilt, nel finale dello spoglio del ballottaggio, i server del provider Aruba. Ce ne scusiamo con i lettori ma ne siamo naturalmente orgogliosi.

Sanitaria Brasile Centro di Puericultura

PARTECIPARE VUOL DIRE AVERE VOCE IN CAPITOLO

Carrozzine Passeggini - Culle Dietetici Giocattoli Corredini Ortopedici - Profumi elettromedicali

Via Madonna delle Grazie, 57/59 (angolo via Papa G. XXIII, 32) T e l . 0 8 1 . 0283840

Corso Italia, 1/3 -- Tel. 5135171


Marzo 2010

9

Elezioni Amministrative

Intervista ad Antonio Squillante sul risultato del ballottaggio

Tra fede e storia, Arte, miti, leggende della Terra d’Angri, II edizione

C’è bisogno di un intervento immediato nelle zone periferiche della città, anche per lo smaltimento dei rifiuti nei pressi del depuratore, dove c’è la presenza di notevoli cumuli di rifiuti.

le con la storia di Angri, ma vogliono essere una sequenza di eventi da ripetere negli anni, per promozionare Angri, nel contesto di città d’Arte.

“Faremo un’opposizione “Il riscatto di Zurolo” attenta e senza sconti” Le date del 21, 22 e 23 maggio 2010 non sono un riferimento tempora-

Con una lettera aperta indirizzata ai suoi concittadini ed affissa sui muri di Angri, l’assessore provinciale al bilancio Antonio Squillante, dopo la sconfitta al ballottaggio per la poltrona di SinAlla luce del risultato elettorale locale, che ha premiato il neosindaco Pasquale Mauri, abbiamo incontrato l’avversario del secondo turno, l’assessore provinciale al bilancio Antonio Squillante, analizzando il risultato del ballottaggio. «è stata una campagna elettorale molto impegnativa – ha esordito Squillante - che ha portato alla vittoria del dottor Mauri. Noi accettiamo il responso delle urne e in Consiglio Comunale faremo il nostro ruolo di opposizione in maniera attenta e senza sconti, valuteremo di volta in volta i provvedimenti che verranno portati dalla maggioranza e ci esprimeremo su di essi per gli interessi della collettività ». Guidare un’opposizione costruttiva significherà anche presentare delle proposte alla maggioranza al fine di collaborare per il bene e la crescita del paese? «Sicuramente ci saranno proposte che saranno portate avanti da parte nostra, però deve essere chiaro che il nostro non sarà mai un “ inciucio” con la maggioranza oppure un piano finalizzato ad ottenere accordi e poltrone. Noi faremo la nostra azione di controllo nei confronti della maggioranza, come deve essere il compito dell’opposizione, e noi lo

daco con Mauri, ha ringraziato per il notevole numero di consensi raccolti e ha ribadito il suo ruolo di “pungolo propositivo” dell’Amministrazione dai banchi dell’opposizione.

svolgeremo in modo serio». Alla luce delle proposte avanzate in questa campagna elettorale sia da voi che dall’attuale sindaco per il cambiamento-rinnovamento angrese, quale obiettivo vorreste che l’amministrazione comunale affrontasse per primo? «Noi abbiamo dei seri problemi di vivibilità sul nostro territorio, che definirei più di carattere umanitario, con particolare riferimento alla gente che vive ancora nei prefabbricati e alla situazione viaria di alcune zone delle nostre campagne, dove ci sono dei continui allagamenti non appena c’è un po’ di pioggia. C’è bisogno di un intervento immediato in queste zone periferiche della città ed anche per lo smaltimento dei rifiuti nei pressi del depuratore dove c’è la presenza di notevoli cumuli di rifiuti. Poi col tempo abbiamo da affrontare tante questioni legate alla vivibilità

D’Acunzo

Ceramiche d’èlite

è lieta di presentarVi un’offerta eccezionale per rinnovare il vostro bagno

~ 30 mq di piastrelle 1ª scelta + 3 decori ~ 1 mobile bianco con marmo bianco Carrara e faretti alogeni o mobile in arte povera ~ 1 lavabo bianco semincasso ~ 1 vaso con cassetta alta ~ 1 coprivaso in legno bianco ~ 1 bidet ~ 1 batteria catis ~ 1 vasca in acciaio 1,70 x 70 (o piatto doccia) ~ 1 colonna scarico (o piletta doccia sifonata) ~ 1 gruppo rubinetteria con miscelatore monocomando cromo oppure gruppo 3 fori cromo (lavabo/bidet/ vasca).

Il tutto a soli €. 1.080 (anche a rate) Show Room via Dei Goti, 122 - Tel. 081.948537 Deposito e vendita: via Adriana, 30 Tel. 081.947042

Leggi e Abbonati ad Angri ‘80

perché sotto questo aspetto abbiamo grossi problemi». Dato che in questa elezione ci sono state delle divisioni nel centrodestra angrese, che hanno impedito la presentazione del simbolo del PDL, in futuro si spera in un riavvicinamento delle parti o si terranno delle linee ancora separate? «Il PDL sappiamo con chi sta e chi lo rappresenta ad Angri. Coloro che hanno impedito la presentazione del simbolo hanno mostrato il motivo per cui si sono comportati così. Infatti è stato molto più comodo evidentemente accontentarsi di una poltrona, anche se sempre in un ruolo marginale, anzichè portare avanti gli ideali propri del PDL. Così hanno raggiunto un accordo con l’UDC, quindi sono più vicini all’UDC che al PDL». Se volgiamo l’occhio a livello provinciale, di recente i consiglieri UDC sono usciti dalla maggioranza per contrasti con il presidente Cirielli, a suo parere quali conseguenze si possono verificare dopo questo episodio? «In politica i momenti di riflessione sono normali, sono convinto che tutto questo rientrerà grazie ai chiarimenti politici che si avranno. In ogni caso Cirielli ha la maggioranza in Consiglio Provinciale anche senza l’UDC; comunque in campagna elettorale l’UDC ha sposato il programma elettorale di Cirielli per cui tutto si chiarirà con i vertici regionali del partito e di conseguenza dovrebbe rientrare tutto». DavideVitiello

“Rivivere la storia attraverso la manifestazione delle proprie origini, nel rispetto della tradizione, dei fatti, dei costumi. Rievocare il passato per capire chi siamo stati, per essere nel presente testimoni di noi stessi”. Questo lo spirito dell’evento “Tra Fede e Storia” arte, miti, leggende della Terra d’Angri. Ricreare uno spaccato di vita medievale in quella che fu la cittadella fortificata di Angri nel 1400, arroccata intorno alla sua torre mastio: l’Oppidium Angarium. Angresi in costumi d’epoca per far rivivere il passato, per riportare nel presente quel che è stato. Le date del 21, 22 e 23 maggio 2010 non rappresentano un riferimento temporale con la storia della città di Angri, ma vogliono essere una sequenza di eventi da ripetere negli anni, per promozionare Angri, nel contesto di città d’Arte, e il suo patrimonio artistico-culturale. Integrare in un unico contesto convegni, percorsi d’arte, religiosità e mestieri medievali, rappresenta in sé un momento di rilancio della città angrese e del suo contesto architettonico, incastrato tra il castello, la collegiata di San Giovanni Battista, i giardini di villa Doria, il casale angioino di via di Mezzo e delle sue porte di accesso. La II edizione della manifestazione avrà come fulcro principale il tema de “Il Riscatto di Zurolo”, una vicenda avvenuta a seguito dei fatti d’arme del 1421-1425 e che unisce la storicità degli eventi con la fede e il culto della SS. Annunziata in Angri. Le basi storiche si evincono da due documenti portati alla luce dalle ricerche svolte dall’avv. Gennaro Zurolo, ricercatore storico locale, ed in particolare una lettera mandata dalla Regina Giovanna II D’Angiò, in data 26 giugno 1428, all’utile Signore feudale della Terra d’Angri, il Conte Giovanni Zurolo, ove la stessa Giovanna II, intercedendo a favo-

Musici medievali re dell’Ordine dei padri Predicatori, esige il pagamento di alcune gabelle dovute nonché morose. In questa lettera, si fa chiaro ed esplicito intento di passare all’uso della forza qualora non vi fosse stata risposta positiva. Di preciso non sappiamo come andarono i fatti, ma di certo vi fu un incontro tra gli esattori della Regina e il Conte Zurolo non certamente amichevole. Di seguito a questa vicenda i rapporti tra la Regina e il Conte ebbero ad incrinarsi, fino poi a trovare una soluzione diplomaticamente favorevole ad ambo le parti. Il diniego al pagamento da parte di Zurolo partiva dal semplice presupposto della propria impossibilità al pagamento delle gabelle richieste, facendo leva sulla guerra pochi anni prima avvenuta tra loro (1421-25), e delle ingenti risorse spese per farvi fronte, per cui le casse della Terra d’Angri erano praticamente vuote. Da qui si passa ad una soluzione diplomatica, ovvero la decisione del Conte Zurolo alla edificazione della Chiesa della SS.Annunziata con annesso convento da donare agli stessi Domenicani, molto probabilmente in cambio del debito accumulato e in rispetto della fede e della devozione che la famiglia Zurolo aveva verso la SS. Annunziata. Infatti edificò la Chiesa su una preesistente cappella, detta “la Annunziatella”, costruita precedentemente dalla stessa famiglia Zurolo. Sempre dalle ricerche effettuate dall’ avv. Zurolo, e pubblicate

dallo stesso, abbiamo il regesto dell’atto di donazione del 26 luglio 1436, rogato dal notaio Luca di Adruta, oggi conservato in originale presso l’Archivio della Curia Generalizia Domenicana in Santa Sabina (Aventino) Roma. La manifestazione “Tra Fede e Storia” arte, miti, leggende della Terra d’Angri è organizzata dalle seguenti associazioni: I Cavalieri del Giglio Panacea Con il patrocinio del Comune di Angri, della Pro Loco, dell’EPT di Salerno Si organizzeranno visite guidate ai monumenti della città, con il coinvolgimento delle scuole cittadine, mostre fotografiche, convegni sul recupero delle opere d’arte rubate e ritrovate, con la partecipazione dei nuclei operativi di Carabinieri e Guardia di Finanza. Convegno-didattico sul Banchetto Medievale e tornei di tiro con l’arco e di scherma medievale. Inoltre momenti di spettacolo con giullari, musici e giochi di fuoco. Enzo Ruggiero, Cavalieri del Giglio

La bici fa bene al cuore e ... all’ ambiente


10

Risultato 1º Turno

Marzo 2010

Candidato Sindaco Antonio Squillante voti 5.244 - 24,78% - Tot. liste 5.342 - 17,88%

(lista 12) voti 1.253 - 6,23% Semioli Carlo 2 (Angri, 12.9.’52), Lanzione Antonio 133 (Angri, 16.2.’56), Scutiero Massimo 80 (Nocera Inf., 12.1.’78), Daunno Domenico 79 (Pompei, 26.12.’84), Gargano Francesco 23 (Nocera Inf., 26.10.’84), Scoppa Amalia 155 (C/mare di Stabia, 9.2.’66), Villano Vincenzo 17 (Angri, 27.3.’61), D’Ambrosio Cosimo 40 (Nocera Inf.re, 14.1.’81), Iannone Alessandro 15 (Pompei, 14.1.’70), Morrone Eduardo 44 (Angri, 25.4.’52), Tammaro Tiziana 44 (C/mare di Stabia, 23.9.’76), Muoio Michele 32 (Nocera Inf., 30.5.’82), Provenza Tiziana 28 (25.1.’85), Cartozzi Mario 55 (Pagani, 7.4.’78), Gargiulo Antonino 8 (Gragnano, 20.1.’69), Gallo Gaspare 10 (Angri, 15.12.’62), Mandara Pasquale 8 (Napoli, 14.11.’83), Cavaliere Francesco 7 (Nocera Inf. 14.8.’79), D’antuono Gerardo 3 (Pagani, 26.7.’71), Mandile Lucia 6 (Angri, 13.2.’57).

(lista 13) voti 131 - 0,65% Desiderio Luigi 17 (Nocera Inf., 23.7.’52), D’Ambrosio Giuseppe 30 (Nocera Inf., 6.1.’84), Scutiero Francesco 3 (Pagani, 28.2.’71), Orlando Salvatore 18 (Cava Dei Tirreni (25.7.’83), Maresca Anna 2 (Castell.re di Stabia), De Vivo Eliodoro 11 (Pagani, 16.9.’86), Amendola Paolo 0 (Napoli, 8.1.’75), Acunzo Gianluca 2 (Nocera Inf., 12.1.’83), Pignataro Pietro 3 (An-

gri, 4.3.’49), Mendola Nicola 0 (Castell. re di Stabia, 29.05.72), Avino Antonio 0 (Castell.re di Stabia, 29.5.’72), Domanico Pasquale 0 (S. PietroVernotico, 23.9.’72), Sicignano Raffaele 1 (Nocera inf. 9.9.’81), Pepe Carmelina 0 (Pagani, 26.10.’75), Di Mauro Maurizio 0 (Nocera Inf., 8.7.’77), Santaniello Bruno 0 (Pagani, 3.1.’65), Ferraioli Filomena 19 (Angri, 6.4.’53), Iannone Paolo 0 (Pompei, 29.6.’66), Previdera Marco 0 (Nocera Inf., 26.5.’91), Pepe Vincenzo 0 (Vico Equense, 13.5.78).

(lista 14) voti 690 - 3,43% Palumbo Gennaro 217 (Pagani, 13.3.’74), Fattoruso Giuseppe 68 (Nocera Inf., 15.3.’59), Annarumma Massimo 64 (Angri, 14.9.’46), Giacomaniello Daniele Maurizio 62 (Fravenfeld, Svizzera, 25.4.’72), Desiderio Alfonso 34 (Pagani, 22.6.’52), Lombardi Alfonso 61 (Angri, 9.10.’57), Ambruoso Antonio 11 (Pompei, 30.9.’68), Loss Daniele Valerio 1 (Nocera Inf., 21.7.’’87), D’amaro Giovanni 33 (Nocera Inf., 17.8.’70), Manzo Anella 22 (Sarno, 24.11.’80), Amato Fiorina 15 (Nocera Inf., 30.5.’76), Valoroso Antonello 2 (Nocera Inf., 07.8.’74), D’ambrosio Giuseppe 9 (Napoli, 14.6.’42), Barbato Rosario 6 (Napoli, 10.10.’64), Amato Luigi 0 (Nocera Inf., 23.7.’78), Melillo Giuseppe 3 (Atripalda, 25.07.’67), Spina Costantino 2 (Nocera Inf., 13.7.’86), Carotenuto Mario 3 (Nocera Inf., 27.9.’89), Coppola Luigi 6 (Nocera Inf., 04.10.’84) Palo Alfonso 27 (S.E. del M,A, 26.8.’71).

(lista 15) voti 293 - 1,46% Pauciulo Concetta 0 (Pompei, 30.4.’77), Giordano Giuseppe 9 (Pagani, 03.3.’73), Granato Antonietta 0 (S. A. Abate, 3.7.’67), Tortora Lucia 0 (Nocera Inf., 11.2.’60), Raffaele Ferrara 7 (Pagani, 25.1.’52), Coppola Stefania 0 (Nocera Inf., 26.12.’88), Giorda-

no Benito 10 (Vico Equense, 31.12.’83), Nasta Domenico 6 (Corbara, 3.6.’60), Cardillo Marianna 0 (Pompei, 3.10.’76), Ferraioli Antonio 4 (Gragnano, 15.6.’82), Fienga Italia 13 (Noc. Inf., 9.3.’84), D’antonio Anna 4 (Salerno, 19.10.’62), Gallo Rosa 1 (C.re di Stabia, 27.1.’68), Maiorino Alfonso 0 (Noc. Inf., 17.6.’89), Pepe Marco 0 (Noc. Inf., 7.1.’92), Tarallo Michele 0 (Pagani, 2.5.’74), Russo Gaetano 3 (Gragnano, 31.7.’75), Di Sunno Tiziana 0 (Torino, 15.3.’78).

(lista 16) voti 1754 - 8,73% Annarumma Pasquale 292 (Angri, 4.8.’65), Abate Mariano 0 (Angri, 2.8.’51), Anzisi Eva 19 (Scafati, 29.’9.’85), Cisale Gennaro 52 (Cava De’ Tirreni, 20.10.’82), De Martino Carmela 47 (Pagani, 20.1.’69), De Rosa Carlo 34 (Roma, 1.12.’62), Califano Doriana 3 (Nocera Inf., 9.12.’75), Orlando Vincenzo 32 (Angri, 18.8.’64), Raiola Alberto 101 (Castell.re di Stabia, 13.10.’74), Giacomaniello Aniello 197 (Nocera Inf., 20.02.’85), Sinopoli Rolando 19 (Castell.re di Stabia, 13.10.’74), Longorbardi Giovanni 60 (Vico Equense, 26.4.’84), Mainardi Antonio 297 (Salerno, 16.8.’85), Gallo Francesco 3 (Alzano Lombardo,19.9.’77), Ferraioli Antonio 20 (Nocera Inf. 6.12.’74), Giordano Gianluca 363 (Nocera Inf., 16.7.’80), Ingenito Aniello 8 (Salerno, 24.4.’87), Frascogna Luigia 22 (Pagani, 22.4.’56), Nocera Ferdinando 0 (Angri, 20.7.’49), Galasso Francesco 120 (Salerno, 15.7.’68).

(lista 17) voti 410 - 2,04 D’Antuono Giuseppe 31 (Angri, 19.11.’62), Annarumma Giovanni 85 (Sarno, 7.7.’62), Calabrese Ciro 84 (Nocera Inf. 17.9.’72), Grimaldi Luigi 12 (Sarno, 14.5.’67), Francavilla Antonio 12 (Nocera Inf., 9.1.’80), Manzo Nunzio 1 (Nocera Inf.re, 13.08.’71),

Magliozzi Vincenzo 16 (C/mare di Stabia, 7.2.’87), Lombardo Giovanni 19 (Nocera Inf., 9.1.’86), Longobardi Giuseppe 29 (Pompei, 24.9.’70), Paolillo Luigi 0 (Scafati, 21.4.’77), Passamano Tommaso 28 (Pagani, 11.1.’63), Rispoli Cosimo 23 (Pagani, 9.6.’73), D’ambrosio Maria 9 (Pompei, 16.12.’82), Pecoraro Giovanni 8 (C/mare di Stabia, 6.4.’69), Giordano Michele 0 (Nocera Inf., 10.10.’91), Esposito Giuseppe 13 (C/mare di Stabia, 15.12.’68), Esposito Luigi 26 (Pompei, 27.7.’70), Tammaro Gaetano 3 (Angri, 26.12.’66), D’Angelo Vincenzo 6 (Nocera Inf., 10.5.’88), Eliso Giuseppina 0 (Nocera Inf., 16.1.’77).

(lista 18) voti 1253 - 6,23% D’Antuono Francesco 211 (Angri, 25.3.’74), Giaquinto Enrico 133 (Nocera Inf., 3.2.’57), Barba Vincenzo 40 (Nocera Inf., 23.2.’68), Cuomo Natalino 104 (Pellezzano, 20.02.’68), D’Angelo Costantino 48 (Nocera Inf. , 4.7.’85), De Stefano Antonio 1 (Nocera Inf., 19.5.’77), Galizia Luigi 1 (C/mare di Stabia, 18.8.’75), Gallo Tommaso 44 (Angri, 15.1.’71), Grimaldi Annamaria 4 (Nocera Inf. 22.7.’76), Longobardi Gaetano 226 (Angri, 21.7.’59), Manzo Cosimo 90 (Angri, 4.10.’59), Padovano Luigi 1 (Corbara, 6.8.’73), Pastore Bartolomeo 24 (Nocera Inf., 3.10.’84), Pepe Cipriana 1 (Nocera Inf., 3.6.’80), Postiglione Daniele Maria 124 (Nocera Inf., 3.6.’80), Russo Giuseppina Detta Pina 65 (Angri, 12.5.’68), Schiavone Luigi 10 (Nocera Inf., 30.11.’79), Mauro Patrizio 6 (Nocera Inf., 4.2.’82), Savarese Michele 0 (C/mare di Stabia, 7.6.’83).

ANGRI ‘80 esiste perché resiste e resiste perché ci sei anche tu. Rinnova il tuo abbonamento!

Caro Abbonato, se il tuo abbonamento è scaduto, rinnovalo subito. L’abbonamento può essere rinnovato presso: Hair Studio di Davide D’Antonio in via Zurlo traversa Rosato; il bar coloniali di Francesco Luigi Vignapiano in via Amendola; il negozio di pasta fresca “La Casa del tortellino” a corso Italia; Foto Lello Mosca, via don Minzoni; i nostri redattori; la nostra sede in via don Minzoni aperta la domenica da mezzogiorno alle tredici e trenta.

Piazza Sorrento, 7 - Tel. 081.948507 Fax 081.5135173 www.giustosas.it -- giustosas@virgilio.it


Marzo 2010

Candidato Sindaco Marcello Ferrara

voti 1.154 - 5,45% Tot. voti liste 1.197 - 5,95%

Lista 1 - voti 533 - 2,65% Afeltra Pasquale 37 (San’Antonio Abate, 14.8.’60), Amato Giuseppe 29 (Angri, 27.4.’65), Annarumma Carlo 0 (Vico Equense, 26.8.’79), Caputo Carmine 23 (Pompei, 4.6.’68), Cerchia Pierpaolo 31 (Angri, 13.2.’74), Contaldo Vincenzo 19 (Pompei, 11.1.’75), Coppola Giuseppe 22 (Sant’Antonio Abate, 11.11.’66), Cuccurullo Angelo 52 (Nocera Inf., 19.12.’51), Desiderio Giovanni 16 (Sarno, 13.3.’79) Ferraioli Giovanni 10 (Pagani, 10.5.’60), Ferrigno Giuseppe 21 (Nocera Inf., 16.9.’68), Fiumara Maurizio 27 (Angri, 15.7.’71), Giordano Roberto 75 (Nocera Inf., 28.10.’69), Grimaldi Flora 7 (Cantù, 20.5.’84), Limodio Raffaele 18 (Pompei, 11.3.’63), Mainardi Pietro 25 (Angri, 6.10.’55), Nocera Cosimo Damiano 21 (Pompei, 20.2.’76), Semioli Emanuela 22 (Portici, 8.2.’74), Serio Alfonso 49 (Angri, 19.11.’60), Sicignano Raffaele 12 (Pagani, 24.4.’68).

Lista 3 - voti 178 - 0,89% Abagnale Gianpaolo 0 (Vico Equense, 30.9.’83), Apicella Tobia 5 (C/mare di Stabia, 1.1.’55), Buono Rosa 17 (Sarno, 22.2.’82), Cuomo Giovanni 6 (Angri, 4.12.’53), D’Auria Catello 8 (Scafati, 1.11.’62), Del Sorbo Giovanni 10 (Nocera Inf., 15.5.’72), Desiderio Vincenzo 10 (Nocera Inf., 13.1.’88), Falcone Cosimo 8 (Scafati, 29.4.’70), Fraciello Salvatore 12 (Pagani, 14.10.’70), Giordano Rosario 1 (Nocera Inf., 1.1.’67), Longobardi Maria 5 (Scafati, 24.2.’84), Manzo Gerardo 16 (Angri, 13.9.’71), Moscariello Francesco 9 (Angri, 28.4.’69), Pentangelo Giuseppina 19 (Nocera Inf., 6.1.’76), Pentangelo Luciano 22 (C/mare di Stabia, 12.1.’71), Pentangelo Salvatore 3 (Pagani, 12.11.’77), Pepe Carmine 0 (Nocera Inf., 8.12.’68), Raiola Giovanna 0 (Pompei, 3.3.’73), Russo Gennaro 5 (Angri, 18.12.’70), Tedesco Giovanna 13 (C/mare di Stabia, 16.3.’71).

Lista 2 - voti 486 - 2,42% Amato Alfonso 16 (Angri, 3.8.’62), Angellotto Vincenzo 22 (Napoli, 18.7.’74), Annarumma Michele 14 (Sarno, 25.11.’86), Caiazzo Antonella 25 (Noc. Inf., 10.4.’89), Civile Ernesto 7 (C/mare di Stabia, 27.5.’90), Coppola Federico 9 (Angri, 3.8.’76), D’Antuono Salvatore 29 (Noc. Inf., 16.1.’88), De Martino Marcello 7 (Pagani, 16.1.’73), De Rosa Vincenzo 33 (C/mare di Stabia, 22.9.’85), Del Sorbo Vittorio 17 (Angri, 13.12.’62), Di Natale Carmine 91 (Noc. Inf., 17.8.’68), Fabiano Domenico detto Mimmo 32 (Torre del Greco, 24.7.’65), Gargano Angelo 21 (Noc. Inf., 19.5.’82), Grieco Vincenzo 16 (Scafati, 5.2’59), Grimaldi Mariano 10 (Noc. Inf., 8.10.’83), Novi Gaetano 17 (C/mare di Stabia, il 5.1.’87) Padovano Giuseppe 0 (Nocera Inf., 27.1.’84), Ruotolo Angela Elvira 29 (Sarno, 7.8.’79), Smaldone Giuseppe 14 (Nocera Inf., 17.5.’73), Tedesco Alfonso 18 (Angri, 15.9.’74).

Visita il sito della compagnia teatrale

“ANZITEATRO”

del Centro Iniziative Culturali www.anziteatro.it e-mail: anziteatro@libero.it

caro abbonato RICORDATI CHE A FINE ANNO ‘09 è SCADUTO L’ABBONAMENTO. abbonati ancora ad angri ‘80 il tuo giornale ha bisogno del tuo sostegno € 8,00

11

Risultato 1º Turno

Candidato Sindaco Gaetano Saporito voti 733 - 3,46% Totale voti alle liste 575 - 2,86% Lista 24 Lista 25 Lista 23 voti 134

voti 163

voti 278

0,67%

0,81%

1,38%

Troiano Ferdinando 20 (Angri, 11.11.’67), Armentano Christian 0 (Napoli, 6.9.’79), D’Antuono Nunzia 66 (Nocera Inf.,

Abate Salvatore 12 (Angri, 24.8.’68), De Caputo Salvatore 21 (Angri, 11.5.’49), 28.7.’75), Abate Giuseppe 3 (Nocera Angelis Alfonso 0 (Sant’Egidio M.A., Citro Regina Maria Rosaria 1 (Cava Inf., 18.7.’74), Amato Sonia 5 (No-

cera Inf., 5.1.’80), Buscè Michele 8 14.1.’59), Esposito Antonio 12 (Angri, De’ Tirreni, 11.03.’87), D’Ambrosio (Nocera Inf., 13.8.’83), D’Ambrosio 16.5.’51), Fantasia Carmine 0 (Nocera Silvano 0 (Pompei, 15.5.’83), De Vivo Inf., 10.10.’90), Fattoruso Massimiliano 2 (Nocera Inf., 10.11.’72), Franza Felicia 6 (Nocera Inf., 12.10.’84), Giordano Michele 1 (Scafati, 07.9.’67), Limodio Gerardo 22 (Angri, 2.2.’61), D’Antonio Maria Rosaria 1 (Angri, 6.5.’52), Messina Santo 0 (Troina, 28.3.’52), Montera Giuseppe 9 (Vietri S/Mare, 30.3.’51), Pecoraro Vincenzo 6 (Angri, 31.12.’55), Pisacane Vincenzo 8 (Gragnano, 4.11.’82), Scutiero Francesco 7 (Angri, 26.11.’58), Panico Carolina 18 (Napoli, 17.3.’64).

Enrico 10 (Pompei, 3.1.’64), Del Pezzo Annarita 0 (Nocera Inf., 26.12.’72), Desiderio Gianpaolo 30 (C/mare di Stabia 17.3.’85), Duro Ivana 5 (C/mare di Stabia 17.3.’85), Mosca Giovan Battista 15 (Angri, 31.12.’55), Novi Gerardina 5 (Angri, 31.12.’55), Orlando Giovanni 8 (Pompei, 7.12.’83), Pepe Silvestro 8 (Nocera Inf., 17.04.’78), Russo Giovanni 2 (C/mare di Stabia 30.8.’79), Saggese Angelo 11 (Angri, 31.12.’55), Tarallo Raffaele 16 (Nocera Inf., 22.09.’63), Veneto Perrone Vittorio 0 (Potenza, 30.4.’73).

Massimiliano 0 (Roma, 15.6.’76), Manzo Feliciana 2 (Nocera Inf., 22.09.’63), D’Antuono Virginia 28 (Angri, 4.5.’60), D’Apuzzo Melania 0 (Cava De’ Tirreni, 29.4.’67), Esposito Salvatore 0 (Angri, 20.5.’48), Novi Michele 37 (Angri, 20.5.’48), Pastore Cosimo 13 (Nocera Inf., 7.5.’80),, Perrotta Stefano 15 (Vico Equense, 30.1.’85), Puolo Carmela 0 (Angri, 20.5.’48), Russo Michele 65 (Angri, 29.5.’58), Senatore Teresa 0 (Angri, 16.2.’53), Silvestri Alberto 31 (Angri, 1.5.’48).

Candidato Sindaco Gianfranco D’Antonio voti 2.872 - 13,57% Totale voti alle liste 1.872 - 9,31%

Lista 4

Lista 5

Lista 6

voti 707

voti 227

voti 938

3,52%

1,13%

4,67%

Ricciardi Armando 44 (Angri, 12.09.’53), Orlando Giuseppe 56 (Angri, 25.5.’68), Postiglione Mario 79 (Angri, 26.3.’61), De Martino Anna 17 (Angri, 16.4.’61), Avino Michele 100 (Terzigno, 18.10.’70), Manzo Francesca 25 (Vico Equense, 27.2.’84), Campidoglio Luciana 2 (Scafati, 15.6.’82), Rispoli Fiorenzo 41 (Nocera Inf., 6.8.’69), Fortunato Crispino 12 (Angri, 19.11.’62), D’Antonio Anna Rita 16 (Nocera Inf., 26.9.’67), Nocera Alfonso 101 (Nocera Inf., 25.5.’78), Bombardino Armando 46 (Nocera Inf., 13.8.’85), Rizzano Carlo 34 (Pompei, 2.4.’71), Manzo Gian Maria 45 (Salerno, 29.7.’90), Sorrentino Alessia 29 (Pompei, 9.6.’89), Ferraioli Bartolomeo 12 (Nocera Inf., 6.9.’83), D’Apuzzo Flora 20 (Salerno, 3.7.’90), Gargiulo Ferdinando 9 (Sarno, 30.7.’90), Amarante Carla 0 (Pompei, 30.11.’84), Sarracini Albino 9 (Pompei, 8.6.’72).

Orlando Giuseppe 3 (Scafati 10.3.’59),, Vanacore Alberto 29 (Angri, 17.12.’57), Cannavacciuolo Bianca 0 (Vico Equense, 26.11.’68), Ruocco Carmela 1 (Pagani, 20.12.’74), Santonicola Ausilia 0 (Gragnano, 17.3.’72), Caputo Palma 0 (Angri, 31.3.’73), Grassino Anthony Joseph 7 (Nocera Inf., 24.5.’89), Criscuolo Giuseppe 0 (Gragnano, 7.12.’74), Porpora Lina 0 (Pagani, 6.4.’73), D’Antonio Davide 7 (Salerno, 5.6.’85), Cozzolino Ciro 5 (Torre del Greco, 15.6.’72), Ferraioli Antonio 2 (Nocera Inf., 10.4.’84), Sablone Elisa 0 (Loreto Aprutino, 26.7.’39), Di Salvio Rita 1 (Cava De’ Tirreni, 23.5.’52), Villani Virginia 2 (Angri, 6.2.’70), La Valle Pasquale 0 (Nocera Inf., 14.7.’76).

on-line

internet point nuova gestione Via Nuova Cotoniere, 6

Manzo Bonaventura 266 (C/mare di Stabia 31.3.’65), Lauro Jole 159 (Sarno 2.3.’77), Esposito Antonio 134 (Angri, 21.3.’56), Vaccaro Piera 33 (C/mare di Stabia 29.11.’69), Russo Antonio 65 (Pagani, 9.10.’71), Nasti Daniela 16 (Vico Equense 21.2.’88),, De Vivo Francesco 21 (Angri, 8.9.’52), D’antuono Annamaria 0 (Nocera Inf., 3.7.’90), Viscardi Giuseppe 24 (Pompei 19.3.’64), Trocchia Anna 12 (Pagani 9.10.’71), Merlino Luigi 18 (Nocera Inf., 20.8.’81), Castello Rosa 15 (Nocera Inf., 12.7.’81), Visciano Giovanni 18 (Sarno, 8.1.’80), Grimaldi Giacomo 21 (Nocera Inf., 10.8.’85), Troiano Gaetano 41 (Angri, 15.2.’56), Sorrentino Giuseppe 14 (Pompei, 20.12.’74), Bove Alfonso 1 (Nocera Inf., 18.1.’80), De Gregorio Gennaro 0 (Scafati 10.6.’83), Di Lauro Salvatore Vincenzo 21 (Angri, 3.4.’58), Carmellino Roberto 4 (Nocera Inf., 13.8.’85).


12

Risultato 1º Turno

Marzo 2010

Candidato Sindaco Pasquale Mauri voti 6.699 (31,65%) - Totale voti liste 7.031 - 34,98%

lista 19 - voti 1.768 - 8,80% Selvino Daniele 294 (Salerno, 7.6.’75), Barbella Giovanni 76 (Angri, 20.4.’52), Caputo Vincenzo 10 (Vico Equense,16.1.’83), Chessa Rosita 45 (S. Egidio M.A., 14.4.’71), D’Ambrosio Giuseppe 34 (Pompei, 18.5.’79), D’Andretta Gennaro 47 (Angri, 31.3.’57), D’Antonio Modestino 49 (Angri, 9.8.’42), Falcone Giovanni 18 (Nocera Inf., 13.3.’76), Fontanella Antonio 37 (Nocera Inf., 24.12.’67), Fusco Assunta 11 (Nocera Inf., 22.6.’85), Mascolo Luigi 125 (Pompei, 22.6.’85), Milo Alberto 172 (Pompei, 4.1.’77), Orlando Carolina 41 (Pagani, 29.1.’85), Rega Salvatore 76 (Angri, 12.7.’64), Ruggiero Giovanni 51 (Nocera Inf., 22.6.’65), Russo Martino 30 (Nocera Inf., 26.5.’80), Somma Andrea 3 (Angri, 19.12.’68), Sorrentino Arturo 540 (Nocera Inf., 9.5.’84), Stanzione Antonio 32 (Angri, 21.10.’46), Testa Carmine 25 (Angri, 4.8.’34).

Lista 21 - voti 1.705 - 8,48% Testa Emilio 252 (Angri, 8.5.’55), Abate Alberto 14 (Nocera Inf., 1.1.’65), Celentano Vincenzo 10 (Angri, 23.3.’59), Conte Francesco 141 (Angri, 19.1.’50), De Simone Marco 182 (Nocera Inf.,20.6.’79), De Vivo Vincenzo 29 (Napoli, 17.4.’81), Di Donato Annamaria 35 (Nocera Inf., 9.6.’86), Gaeta Francesco 41 (Angri, 7.10.’70), Langella Loredana 9 (Nocera Inf., 17.4.’90) Maiorino Giuseppe 104 (Nocera Inf., 1.7.’78), Manzo Mariagrazia 18 (Nocera Inf., 3.5.’61), Mascolo Giuseppe 31 (Angri, 13.9.’46), Morvillo Antonino Gerardo 112 (Castell.re di Stabia, 23.1.’74), Noceroni Pasqualina 35 (Pagani, 16.3.’75), Panariello Antonio 62 (Angri, 23.6.’53), Risi Ciro 148 (Angri, 19.9.’52), Russo Annamaria 101 (Pagani, 20.6.’76), Scoppa Alfonso 236 (Nocera Inf., 3.2.’75), Schiavone Raffaele 71 (Angri, 6.1.’63), , Troiano Salvatore 20 (Cava De’ Tirreni, 23.11.’93).

Tot. voti lista

Lista 22 - voti 1.742 - voti 8,67%

Sorrentino Giacomo 256 (Pompei, 20.6.’72), Grimaldi Vincenzo 252 (Cava De’ Tirreni, 8.8.’79), Atorino Mario Gabriele 57 (Ischia, 8.8.’54), Attianese Francesco 30 (Monfalcone, 15.7.’71)), Barba Osvaldo 128 (Buenos Aires, 3.1.’60), Brasile Domenico 86 (Angri, 24.9.’59), Cesarano Anna 11 (Angri, 5.8.’54), Chiavazzo Antonio 112 (Angri 1.6.’54), Conte Alfonso 144 (Angri, 19.10.’57), D’Auria Domenico 198 (Nocera Inf., 22.8.’78), Del Sorbo Salvatore 107 (S,Antonio Abate 26.2.’55), Iorio Clara 0 (Pompei, 19.10.’78), Leandri Aniello 9 (Pagani, 17.1.’81), Mascolo Antonietta 15 (Nocera Inf., 16.2.’83), Pepe Alfonso 26 (Castell.re di Stabia, il 11.7.’66), Puolo Domenico 17 (Nocera Inf. il 3.6.’83), Ruggiero Domenico 0 (Angri, 25.6.’50), Sessa Gianluca 86 (Nocera Inf. 3.4.’81), Testa Mario 80 (Angri, 27.2.’71), Todisco Alfonso 80 (Angri, 2.4.’48).

Lista 20 - voti 1.816 - 9,04% Fiorelli Nordino 402 (Salerno, 20.5.’78), Galasso Giuseppe 391 (Angri, 29.6.’69), Alfano Raffaele 40 (Angri, 12.7.’61), Attianese Gennaro 102 (Angri, 10.9.’64), Cuomo Stefano Salvatore 35 (Nocera Inf., 25.12.’80), D’Antuono Alfonso 25 (Sarno, 27.5.’82), Del Pezzo Gerardo 47 (Angri, 8.1.’51), Del Sorbo Luigi 13 (Pagani, 6.6.’68), Fontanella Antonio 3 (Scafati, 13.10.’81), Gallo Fernanda 11 (Nocera Inf., 6.12.’81), Nasto Eliodoro 16 (Nocera Inf., 6.10.’73), Novi Giovanni 4 (Nocera Inf., 14.3.’69), Orlando Luca 72 (Angri, 27.6.’66), Rossi Hanika 126 (Cattolica, 25.8.’81), Russo Pasquale 154 (S. Antonio Abate, 27.6.’57), Ruotolo Giuseppe 16 (Pompei, 3.11.’82), Sanzone Pasquale 9 (S. Antonio Abate, 6.6.’49), Spadaro Giovanni 14 (Nocera Inf. 24.6.’76), Verdoliva Angelo 9 (Angri, 15.2.’66), Visone Antonio 110 (Monza, 17.7.’64).

Candidato Sindaco Cosimo Ferraioli voti 3.785 - 17,88% - 3.505 - 17,44%

Lista 8 - voti - 671 - 3,34 Atorino Anna 102 (Salerno,5.8.’66) Annarumma Gaetana 20 (Nocera Inf., 30.1.’80), Ariete Stefania 64 (Vico Equense, 16.8.’82), Ferrara Luisa 13 (Scafati,17.02.’88), Gargano Maria 50 (Angri, 23.11.’68), Maiorino Maria 7 (Nocera Inf., 12.1.’75), Russo Simona 2 (Napoli, 01.06.’78), Senatore Silvana 24 (Salerno,26.12.’68), D’Ammora Giuseppe 123 (Angri, 29.9.’60), Donnarumma Antonio 13 (Angri, 11.11.’63), Febbraio Antonio 142 (Napoli, 03.11.’66), Ferraioli Giuseppe 0 (Nocera Inf., 10.2.’77), Galasso Giovanni 14 (Angri, 29.01.’65), Maltempo Nicola 0 (Vico Equense, 16.1.’80), Strino Antonino 33 (Angri, 21.9.’64), Tramontano Vincenzo 13 (Nocera Inf., 14.2.’67), Vanacore Stefano 25 (Angri, 10.7.’61), Napodano Maria 0 (Corbara, 21.4.’50), Rossi Pasquale 9 (Scafati, 18.12’83).

Lista 11 - voti 491 - 2,44%

Barba Caterina 146 (Salerno, 2.10.’68), Chiavazzo Filomena 0 (Nocera Inf., 10.12.’75), Palumbo Annacarla 1 (Nocera Inf., 14.3.’86), D’Ambrosio Rosa 1 (C/mare di Stabia, 14.1.’78), Limodio Elisabetta 1 (Scafati,21.7.’89), Santoro Vincenzina 0 (Castrovillari,7.4.’75) , Chiavazzo Salvatore 0 (Scafati,22.10.’91), D’amaro Paolo 0 (Nocera Inf., 14.3.’75), D’amato Gaetano 0 (Salerno,17.12.’64),D’antuono Saverio 81 (Nocera Inf., 25.12.’77), Lombardo Gennaro 5 (Nocera Inf., 10.8.’82), Luciani Alessandro 11 (Nocera Inf., 14.11.’81), Marino Gerardo 161 (Nocera Inf., 5.5.’76), Napolitano Gerardo 0 (Pagani,22.8.’72), Nastri Salvatore 1 (Torre Ann.ta,20.02.’56), Rosso Francesco 21 (Angri,15.3.’67), Mazza Alessio 2 (Salerno,14.04.’65).

Lista 10 - 1.618 - 8,05% Ariete Teresa 15 (Pagani, 30.9.’91), Brondi Giovanni 11 (Angri,10.1.’66), D’ambrosio Giancarlo Palmiro 70 (Nocera Inf., 19.9.’83), D’Antuono Luigi 167 (Angri,26.7.’49), De Renzi Amedeo 3 (Scafati, 15.5.’85), Ferraioli Carlo 34 (Nocera Inf., 16.7.’77), Fattoruso Nicola 53 (C/mare di Stabia, 27.4.’84), Fiducioso Antonio 4 (Angri,28.9.’60), Francese Ciro 27 (C/mare di Stabia, 14.10.’70), Gargano Gerardo 71 (Angri, 5.12.’71), Giordano Antonietta 84 (Angri,20.2.’63), Iuliano Guglielmo 6 (Napoli, 31.10.’63), La Mura Giuseppe 301 (Angri,6.3.’60), Lo Iudice Roberto 21 (Altamura, 5.10.’64), Mercurio Gaetano 116 (Nocera Inf., 22.3.’74), Padovano Carlo 20 (Nocera Inf., 2.9.’79), Recussi Carmela Detta Lina 339 (Nocera Inf., 1.11.’67), Rosanova Alessandro 19 (Pompei, 13.4.’75), Sabatino Stefano 49 (Napoli, 21.7.68).

V i a G. da Procida A lfonso e Mena Cesarano

parrucchiere

Candidato sindaco M. Rosario Capone voti 676 - 3,19%

Lista 9 - voti 725 - 3,61 Afeltra Maria 17 (Angri, 21.9.’64),

Albanese Luigi 11 (Nocera Inf., 9.3.’85), Amico Mario 76 (Angri, 3.6.’57), Atipaldi Gerardo 20 (Nocera Inf., 18.12.’52), Barbella Immacolata detta Cristina 16 (S. Egidio M.A.,2.4.’51) , Coppola Carlo 26 (Angri, 15.1.’62), De Vivo Christian 46 (Salerno,9.3.’76), Forino Clara 16 (Roma, 3.3.’64), Franza Cosimo 44 (Angri, 24.2.’53), Iannone Emiliano 2 (Salerno,15.12.’67), Limodio Mario 71 (Angri, 1.1.’53), Manzo Antonio 13 (Angri, 23.11.’70), Mascolo Aldo 24 (Angri, 1.1.’55), Di Sieno Vincenzo 0 (C/ mare i Stabia, 26.12.’67), Petti Vincenza 86 (Pagani,14.7.’72), Raiola Alfonso 55 (Angri, 7.8.’53), Rispoli Giuseppe detto Peppe 20 (Angri, 18.6.’52), Russo Sergio 22 (Salerno,2.2.’57), Santalucia Rosario 58 (Angri, 13.3.’57), Scarpato Ciro 21 (Marigliano,14.5.’54).

LEGGI ANGRI ‘80 la TUA VOCE

575 - 2,86%

lista 7 - voti 575 - 2,86%

Afeltra Achille 30 (Vico Equense., 13.5.’88), Amato Francesco 27 (Napoli, 18.10.’88), Borrelli Fortuna 68 (Angri, 9.12.’60), Cangianiello Gennaro 16 (Poggiomarino, 23.1.’60), Chiavazzo Antonio 38 (Nocera Inf., 16.1.’77), Crispo Filomena 2 (Nocera Inf., 16.1.’77), D’Auria Diego 22 (Scafati, 31.5.’82), Fasano Domenico 36 (Pompei, 12.2.’81), Ferraioli Immacolata 0 (Nocera Inf., 1.4.’87), Limodio Francesco 1 (Nocera Inf., 10.12.’77), Marmo Carmela Giovanna 11 (Salerno, 18.6.’78), Nasti Daniela 12 (Nocera Inf., 29.11.’87), Novi Rosalia 36 (Salerno, 4.5.’70), Orlando Domenico detto Mimmo 75 (Nocera Inf., 18.1.’80), Orlando Rosanna 62 (Nocera Inf., 7.8.’79), Piemonte Gennaro 14, Raiola Michele 19 (Nocera Inf., 16.4.’73), Ruggiero Teresa 35 (Nocera Inf., 26.3.’82), Russo Marcello 18 (Pompei, 20.3.’75), Sorrentino Mario 7 (Nocera Inf., 19.6.’86).

Usa la bici, fai bene al tuo cuore e all’ambiente.

MACELLERIA D’AURIA . Carne di manzo (massimo 18 mesi) . Salumi (produzione propria) . Formaggi tipici sardi

Via Raiola 1 - 0815132085

Tel. 081.948416

Il Gioiello Compro oro Massima valutazione

Produzione propria oro & argento a prezzi d’ingrosso (assortimento di varie marche) Via G. Da Procida, 15 Tel./Fax 081.5132608 - Cell. 392.0848210

Piazza Crocifisso, 9

Tel. 081 947650


Elezioni regionali del 28 e 29 marzo 2010 Il voto ad Angri

Voti

%

De Luca Vincenzo 10.820 54,31 Partito Democratico Sinistra Ecologia Libertà - PSE Campania Libera Alleanza per l’Italia Di Pietro Italia dei Valori Lista Marco Pannella - Emma Bonino Fed. Verdi - L’altro Sud Totale Caldoro Stefano

08.834

Fico roberto

11,34 09,03 07,69 06,41 05,24 03,74 00,37 43,86

4.277 1.681 1.643 0.509 0.369 0.196 0.115 8.760

26,77 10,52 10,28 03,18 02.31 01,03 00,71 54,83

159

0,79

106

25.942 21.810

Schede bianche Schede nulle

1.356 535

111

0,69

96

0,60

0,63

Rifond. Com. - Sin. Europea - Com. Italiani

Elettori Votanti

%

1.813 1.444 1.229 1.025 0.838 0.598 0.060 7.007

Movimento 5 Stelle BeppeGrillo.it

FERRERO PAOLO

Voti

44,34

Il Popolo della Libertà Libertà e Autonomia Noi Sud Unione di Centro U.D.EUR Popolari MPA - Nuovo PSI - PRI ed Altri La Destra Alleanza di Centro - Democrazia Cristiana Totale

84,07% 6,21% 2,45%

I non angresi più votati ad Angri PDL Gambino Alberico Paolino Monica Longo Eva UDC Arena Salvatore U.D.EUR POOLARI D’Acunzi Pasquale SINISTRA ECOLOGIA LIBERTà Grillo Angelo

13

Elezioni Regionali

Marzo 2010

Preferenze 1.202 686 349

Circoscrizione 27.194 15.681 21.825

732

10.996

219

4.842

245

4.095

eletto

CANDIDATI ANGRESI AL CONSIGLIO REGIONALE PREFERENZE Centrosinistra Vincenzo De Luca Presidente Lista Campania Libera Maria Rosaria Padovano 873 voti (Angri) 1.451 voti (Circoscrizione) Sinistra Ecologia e Libertà Giovanni Troiano voti 879 voti 1.083 (circoscrizione) Alleanza per l’Italia Salvatore (detto Ferruccio) Iaccarino 805 voti (Angri) 1.065 voti (Circoscrizione) Radicali Alfredo Pauciulo 562 voti (Angri) 698 (Circoscrizione) Centrodestra Stefano Caldoro Presidente Lista Noi Sud Rosanna Ferraioli 1.302 voti (Angri) 3.567 voti (Circoscrizione)

eletta

Nuovo look per il portale angrinews: www.angrinews.com A N G R I ‘ 8 0 I L T U O G I O R N A L E


14

Attualità

Alla presenza del neosindaco Mauri e del Prefetto Marchionne

Il commissario Pezzuto assegna immobili confiscati alla Camorra

“è bello che sia una cerimonia così importante a chiudere il mio commissariamento qui ad Angri”. Questo il commento iniziale del commissario prefettizio Bruno Pezzuto in occasione della cerimonia per l’assegnazione ad alcune associazioni no-profit di 3 immobili confiscati alla Camorra. Una giornata solenne, quella dello scorso 14 aprile, che non può non rappresentare un nuovo passo verso la legalità e la vittoria sul cancro della malavita. Nei locali della Casa del Cittadino, alla presenza del neosindaco Pasquale Mauri, del Prefetto Marchionne e delle massime autorità militari, il commissario straordinario Bruno Pezzuto ha ufficialmente consegnato 3 immobili – appartenuti al boss Tommaso Nocera - acquisiti dal Comune lo scorso giugno. Il primo stabile, sito in Via Ten. Fontanella, è stato assegnato all’Associazione “La Coccinella” di Sarno, impegnata nell’assistenza delle donne con problemi di salute mentale; il secondo, che sorge in Via Torretta, è stato assegnato al sodalizio angrese di “Futuro onlus”, impegnato nella lotta alla crisi occupazionale che attanaglia il nostro territorio, mentre l’associazione “Progetto Famiglia”, che da diversi anni sostiene le mamme in difficoltà, beneficerà del terzo immobile di Via Astronauti. Nei prossimi mesi, inoltre, è prevista l’assegnazione di una quarta struttura alla Protezione Civile e alla Croce Rossa, per la creazione di un polo di soccorso operativo. “Mi aspettavo un afflusso maggiore da parte della popolazione”, confessa il sindaco Pasquale Mauri, “gli angresi hanno perso la fiducia nelle istituzioni, ed è compito di questa Amministrazione far sì che la recuperino”. Francesco Somma

Marzo 2010

L’ispettore Francesco Fasolino fa il punto sulla riforma della Media Superiore

Meno discipline, ma non è scontata più qualità In sostanza ad Angri cosa cambia? Liceo Scientifico e Classico divengono due realtà indipendenti sotto il profilo sostanziale; l’Istituto Tecnico diviene Istituto Tecnico per il marketing, i Professionali mantengono, a parte il nome, la propria struttura. Il vento scende dai Lattari e muove le bandiere, poste dinanzi agli istituti superiori di Angri. I più antichi, localizzati ai piedi dei monti, sono maggiormente esposti e il vento, qui, è più forte ed intenso, creando anche un singolare rumore. A primavera l’atmosfera, nelle scuole, si fa più indolente, i ritmi sembrano già annunciare la fine dell’anno. D’altra parte le scuole hanno stagioni e tempi radicalmente diversi rispetto alla normalità. L’anno termina, quando esplode la stagione estiva, ed inizia con l’autunno. A rifletterci, sembra proprio una stranezza! Oggi, poi, i ritmi appaiono ancora più indolenti. C’è aria di pensione, nel sistema. A partire dal primo settembre gli studenti che si iscrivono alle classi iniziali degli istituti superiori sentiranno parlare di nuovi licei, nuovi tecnici e nuovi professionali e dovranno abituarsi ad una diversa organizzazione del sistema scuola. Un mondo se ne và, quello nel quale sono nate le generazioni più grandi per età. Il paese sembra essere stato sensibilizzato sui cambiamenti, le scuole hanno svolto attività di orientamento, le famiglie sono state convocate ed hanno discusso, almeno si spera. E tuttavia non pare ancora entrato nella mente di tutti il senso del mutamento, come non è ancora chiara la portata della riforma. In verità una stagione, quella delle sperimentazioni, che aveva scandito i ritmi e le attese del mondo dell’istruzione per lunghi anni ed aveva evitato che il sistema divenisse sclerotico, si chiude definitivamente. Certo la scuola se l’era voluta la stretta di vite! Difficile aggirarsi tra le centinaia di sperimentazioni, in un sistema che dalla secondaria di primo grado si apriva, come la foce di un fiume ad estuario verso la scuola superiore. Difficile rispondere a parametri e

standard europei, quando le rilevazioni internazionali collocavano il sistema italiano ai posti più bassi della graduatoria europea di merito. Era tempo, ormai, di riordinare gli Istituti Superiori, allineandoli ai parametri europei, ed il ministro lo ha fatto, favorito dalla particolare congiuntura politica e dai pessimi dati del sistema di valutazione. Ora sarà necessario avviare il processo a regime (si ricorda che la riforma parte, dal primo settembre ed interessa solo gli studenti che si iscrivono alle classi prime ) e tararlo sia in riferimento alla modulazione del quadro orario, sia degli insegnamenti, che l’autonomia scolastica consentirà di attivare, per arricchire l’offerta formativa. Sembrerebbe tutto semplice, se non ci trovasse dinanzi ad una inversione di tendenza, rispetto alle linee dei precedenti tentativi di riforma e dalle quali il percorso attivato dalla Gelmini comunque deriva. Avremo meno discipline, meno ore di lezione. Ma di certo non è scontato che guadagneremo maggiore qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento.

In sostanza ad Angri cosa cambia? Liceo Scientifico e Classico divengono due realtà indipendenti sotto il profilo sostanziale; L’Istituto Tecnico diviene Istituto Tecnico per il marketing, i Professionali mantengono, a parte il nome, la propria struttura. La novità non è rappresentata dal cambiamento di denominazione. In fondo potrebbe trattarsi di un non problema. In verità si modificano i quadri orari, il numero di discipline, le strutture formali deputate a gestire la trasformazione. La scuola separa la dinamica dell’ultimo anno dai precedenti, stringendo in una struttura verticale tutto il percorso formativo, dalla scuola di base all’Università. Angri si abilita, in questo contesto, ad offrire quasi tutta la offerta di istruzione possibile, in quanto possiede, ormai, tutti gli indirizzi attivabili in riferimento alle potenzialità territoriali. A questo punto si impone una radicale trasformazione del modo di intendere la scuola, sia come sistema organizzato, sia come rete tra le diverse istituzioni scolastiche. Una società che pensa ancora in termini arcaici, non ha più senso e

si muove come un’anatra zoppa rispetto al procedere del tempo e della storia. Occorre mirare almeno ai prossimi venti anni, per dare stabilità al sistema e promuovere la costituzione di una rete, che consenta programmazione ed utilizzo delle risorse in maniera comune, con risparmi e facoltà di investimenti anche in settori inesplorati del sistema, come l’educazione degli adulti e la politica di integrazione delle diversità etniche e culturali. E di conseguenza diviene necessaria anche una analisi attenta dei processi di sviluppo della edilizia scolastica a medio e lungo termine, considerando poi le esigenze di razionalizzazione della rete scolastica, troppe volte disattese dalla regione Campania. Si è acuita, in tal modo, la incapacità di gestire le necessità di cambiamenti e di adeguamento del sistema a politiche di utilizzo razionale delle risorse. La nuova amministrazione, chiamata a governare ormai il secondo decennio di questo millennio, deve guardare ai processi in atto con spirito creativo e di cerniera tra le varie esigenze della popolazione e le prerogative autonomistiche delle scuole, gelose custodi di tali principi. Il primo impatto determinante sarà rappresentato dalle proposte di razionalizzazione della rete scolastica. E lo scenario è complicato. Francesco Fasolino

OUTLET

PASTORE

LA DOMENICA APERTI L’INTERA GIORNATA

A GENNAIO 2010 NUOVA APERTURA MEGASTORE “PASTORE SINCE 1940” VIA DEI GOTI 206


15

Attualità

Marzo 2010

Affollato convegno promosso dalla Fondazione Euromed

Parkinson: dalla corsia al teatro Il miglior modo sperimentato da Modugno è quello del teatro terapeutico che vede coinvolti i pazienti come persone prima ancora che come malati.

N

umerosissima la platea che ha affollato l‘Aula Magna della Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli lo scorso 14 aprile in occasione del primo convegno medico divulgativo “Malattia di Parkinson: dalla corsia al teatro” realizzato dalla fondazione Neuromed, centro medico di rilievo nazionale, di alta specializzazione per le neuroscienze, e convenzionato con il S.S.N. Il tema del convegno è stato quello di evidenziare l’enorme incidenza che le patologie invalidanti, come il Parkinson, hanno assunto nella nostra società moderna, e con esse tutte le complicanze psico-somatiche con cui una persona deve fare i conti, modificando le proprie abitudini, la propria vita e per forza di cose quella dei propri cari. Dopo l’apertura della serata, con un breve saluto da parte del “padrone di casa” don Luigi La Mura e del neoeletto sindaco Pasquale Mauri, il moderatore Domenica Falco, vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, ha lasciato la parola a Francesco D’Antuono,.Autore del libro “L’Inquilino dentro”, in collaborazione con Giovanni Piazza, esperto giornalista, D’Antuono, malato di parkinson, ha raccontato la sua esperienza di vita alle prese con questo “pazzerello inquilino” con cui da un giorno all’altro ha dovuto convivere. Ad un primo approccio il protagonista del libro potrebbe sembrare il parkinson, definito come il signor P., in realtà non è solo la malattia neurologica, ma l’insieme molti problemi quali; la precarietà, le pene d’amore, i problemi di ogni

tuzione dello Stato per accedere ai benefici e ai dovuti sostegni messi a disposizione. Numerosissime le autorità intervenute; l’on. Aldo Patriciello, Egidio Valcaccia comandante dei carabinieri di Angri, Rosario Cascone comandante dei vigili urbani di Angri, numerosi sindaci dell’Agro e numerose associazioni territoriali (“Il ponte”, l’Avis, Il Granello di Senape, l’Ass. Castello). A sorpresa c’è stata la telefonata di Michele Mirabella, conduttore del noto e seguito programma televisivo “Elisir”, che ha suscitato la commozione della platea. A concludere la serata sono stati gli attori-pazienti del gruppo teatrale Parkin-zone guidato dal dottor Modugno dal maggio 2004, formato appunto da pazienti affetti da malattie e sindromi parkinsoniane, che hanno mostrato grande sforzo a superare l’emozione e a trasmetterla al pubblico. Carmen Mariagloria Chirico

Quanti sono gli abbonati di ANGRI ‘80? Per far continuare a vivere il giorno. L’inquilino dentro cattura la nostra attenzione perché ci mostra la forza di chi riesce a “sorridere” dinanzi alla propria malattia, ai propri problemi. Sono seguiti gli interventi della dottoressa Paola Castaldi e del professore Claudio Colonnese, seguiti dal professore Pantaleo Romanelli che mediante le tecniche e le esperienze chirurgiche acquisite oltre oceano (oltre 200 interventi eseguiti negli States), ha illustrato il percorso chirurgico che permette il recupero del gap cerebrale. Oltre l’aspetto prettamente tera-

peutico, il dottor Nicola Modugno ha sottolineato come un medico non deve limitarsi a prescrivere la terapia ma “condividerla” con il paziente per un migliore recupero delle sue capacità residue. Il miglior modo sperimentato da Modugno è quello del teatro terapeutico che vede coinvolti i pazienti come persone prima ancora che come malati. L’esposizione medica è stata infine conclusa dalla dottoressa Concetta Battimelli esperto medico legale, che ha descritto il percorso burocratico a cui il paziente invalido ha diritto secondo le leggi e la costi-

vostro giornale, sono sempre troppo pochi. Abbonatevi! ABBONATEVI!!! ABBONATEVI!!!

Salomé

pour homme

Punto Vendita

Alfonso

LEVI’S

Prossima apertura nel mese di maggio dell’Outlet “Pastore since 1940” in via dei Goti adiacente all’attuale Outlet Pastore.

«Offrire di più ed il meglio, è il nostro orgoglio!» Numerosissime le Griffes per Uomo e Donna solo prime linee collezione primavera - estate

Prossima apertura nel mese di maggio dell’Outlet “Pastore since 1940” in via dei Goti adiacente all’attuale Outlet Pastore. “Numerosissime le Griffes per Uomo e Donna, solo prime linee collezione primavera - estate che saremo in grado di offrire alla nostra clientela che cresce sempre più tra gli Angresi e da fuori Angri”. afferma con soddisfazione il giovane esercente Vincenzo Pastore. Una tradizione d’intraprendenza imprenditoriale, quella di Pastore, che si tramanda nel tempo da generazioni, il padre Alfonso (che ci ha lasciato qualche anno fa), aveva avviato l’accorsata boutique Pastore nella centrale via G. Da Procida, aggiornando e diversificando la storica merceria di famiglia che gli Angresi più anziani ricorderanno attiva all’angolo tra via G. da Procida e via Raiola. “Il nostro obiettivo, oltre al nostro orgoglio - continua Pastore, coadiuvato nell’attività dal fratello Antonino - è stato sempre quello di offrire ai nostri clienti capi ricercati e abbigliamento innovativo, adatto ad ogni esigenza dei giovanissimi e non solo, infatti cerchiamo di venire incontro alle esigenze delle varie fasce d’età”. “La mia attività - aggiunge - che ha alle spalle già diversi anni, infatti, è stata sempre volta alla ricerca di aziende nuove ed innovative, che oltre a lavorare bene, producono anche capi d’abbigliamento che fanno tendenza, sono sempre attuali, per rendere il mio Outlet un punto di riferimento per chiunque voglia vestire al passo con la moda, e altresì con un occhio anche al contenimento dei prezzi, per tenere testa alla crisi”. “E questa mia scelta è stata finora ampiamente premiata - sostiene soddisfatto Pastore - in quanto ho potuto riscontrare grande e crescente affluenza, soprattutto nell’ultimo periodo (di evidente difficoltà economica per molte famiglie), al mio attuale Outlet di Angresi e non solo, infatti ho visto arrivare anche tanta gente dai paesi limitrofi”. “E proprio questo mi ha convinto - conlude Pastore - ad ampliare ulteriormente la mia attività, sviluppando ancor più l’offerta sia del ramo uomo che di quello donna. Una scelta che mi auguro sia premiata attirando sempre più nuova clientela”. è possibile visitare il sito dell’Outlet Pastore su Internet all’indirizzo www.outletpastore.com Carmen Mariagloria Chirico

Coiffeur

Tel. 081.5133030 coffeur-alfonso@libero.it

Tel. 081/948810

Via Marconi

Via Giudici

www.fotonovi.it - Via Giudici 41 - Tel. 081.5132843


16

Attualità

Associazione di volontariato “La Luce”

Presso il teatro San Francesco di Paola di Scafati

Tokyo, spettacolo di danza a favore dei ragazzi a rischio

Per combattere gli svantaggi della disabilità

Nell’ambito del progetto “Libera...mente” promosso dall’associazione Insieme per Enzo e curato dalla scuola Art&balletto

Lo scorso 20 e 21 marzo, presso il teatro San Francesco di Paola di Scafati, Antonella Foresta, insegnante di danza classica della scuola Art&balletto, e Veronica Pepe, insegnante di danza Hip Hop, hanno portato in scena lo spettacolo “Tokyo” per finanziare un’iniziativa benefica proposta dall’associazione Onlus “Insieme per Enzo” e il progetto “Libera…mente” che si svolgerà durante l’anno 2010 presso i locali del secondo circolo didattico di Angri. Tale progetto si propone di rispondere ai bisogni di bambini e adolescenti che vivono in quartieri a rischio, e necessitano di luoghi dove poter giocare e confrontarsi nel rispetto dell’altro e della diversità di cui l’altro è portatore. “Non il solito saggio di fine anno a cui siamo soliti assistere - argomenta Antonella Foresta - bensì la scelta di uno spettacolo di stile giapponese, dettata dalla voglia di coniugare la danza moderna contemporanea e il genere hip hop in un’unica dimensione artistica. Pertanto l’aver interpretato alcuni aspetti della cultura giapponese, quali l’identità del popolo giapponese, forti tradizioni secolari incontaminate e tuttora tramandate, serve per capire l’importanza della danza per questo popolo, in quanto arte e disciplina educativa e significativa per l’identità culturale dell’uomo giapponese”.

“Uno spettacolo innovativo - conclude Antonella - che ha mirato a rappresentare le origini della danza attraverso un ‘energia peculiare della cultura giapponese, fatta di forza interiore e misticità”. I ballerini di danza moderna dell’A.C.A.B. (Angri Compagnia

Arte e Balletto) sono stati selezionati dalla scuola Art&Balletto, per iniziare a gettare le basi per la nascita di una compagnia di danza sul territorio angrese, mentre i ballerini di Hip Hop della PMP CREW (Pepe Mario production, produzione artistica dedicata al padre di Veronica Pepe) sono stati scelti dalla stessa Pepe, che ha armonizzato in un unico spettacolo due generi diversi. La regia, le scenografie, i costumi sono stati tutti curati e ideati nei minimi dettagli dalla Pepe e dalla Foresta. “Il nostro progetto futuro - concludono le insegnanti - è quello di creare una valida compagnia di danza moderna e contemporanea e portarla in giro per i teatri della regione Campania. Ringraziamo la Pro-loco di Angri, il direttore del Secondo circolo didattico per aver sostento questa nostra iniziativa”. Carmen Mariagloria Chirico.

AGROINVESTNEWS Nominato il nuovo vice presidente di AgroInvest, Franco Annunziata, gia consigliere di amministrazione. A deciderlo è stato il Cda nel corso dell’ultima riunione, tenutasi nei giorni scorsi. Annunziata subentra al dimissionario Cristoforo Salvati, Amministratore delegato della

Via Zurlo 77 www.uomoedonnain.it

società dal 16 marzo scorso. Tra gli altri provvedimenti deliberati, la proroga per gli adempimenti relativi all’approvazione del bilancio 2009 e l’atto di indirizzo per la variante relativa alle opere di miglioramento della viabilità nell’ambito dei lavori concernenti la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria del Pip di Taurana.

Marzo 2010

Organizzazione di attività educative, attrattive e ludiche, con particolare attenzione alla musica. Una nuova associazione di volontariato ha aperto i battenti in Via Casa Russo, nei pressi dell’Oasi dei Padri Dehoniani, al confine tra Angri e Sant’Antonio Abate. Nei locali della Chiesa del Gesù Bambino, i volontari de “La Luce”, onlus di origine abatese, accolgono i “diversamente abili” della zona, impegnandosi quotidianamente nell’organizzazione di attività educative, attrattive e ludiche, con particolare attenzione alla musica. “La Luce” cerca di combattere gli svantaggi derivanti dalla disabilità, favorendo il raggiungimento di una possibile indipendenza sociale e psicologica, ed assicurando ai disabili ed alle loro famiglie un sostegno necessario per ridurre al minimo il disagio sociale. Attualmente l’associazione conta sulla collaborazione

di 8 volontari, ospita 10 giovani diversamente abili, e mette a disposizione uno sportello per il disbrigo pratiche. “Abbiamo iniziato vendendo prodotti fatti a mano davanti alle chiese”, ci racconta il presidente Maria Bene, “e con quella raccolta fondi

Incontro promosso dall’Ass. giornalisti Valle del Sarno

“L’informazione sportiva tra etica e deontologia” Lo scorso 10 aprile, presso la sala convegni del Circolo Unione di Pagani in un incontro di riflessione per giornalisti e operatori dell’informazione si è discusso del rapporto tra etica e giornalismo sportivo. L’associazione dei giornalisti della Valle del Sarno, presieduta da Salvatore Campitiello, ha organizzato un interessante momento di riflessione dal titolo «Codice media-sport e decalogo del giornalismo sportivo: l’informazione sportiva tra etica e deontologia». Al tavolo dei relatori personalità del mondo del calcio e dell’informazione: il vicepresidente dell’Ussi e caporedattore di Rai Sport Campania, Gianfranco Coppola, l’ex arbitro Luigi De Prisco, Gigi Pavarese, ex ds di Avellino, Napoli e Torino e Salvatore Colonna, presidiente del comitato campano della Figc. A moderare il giornalista Paolo Saturno. Un tema interessante e spinoso quello scelto dagli organizzatori per approfondire le conoscenze e fortificare la credibilità del giornalista sportivo. «Ho avuto la fortuna nella mia carriera di dirigente sportivo - racconta Pavarese - di conoscere ottimi giornalisti. Oggi invece i giovani che si avviano a svolgere questa professione vanno alla ricerca sfrenata di notizie e perdono di vista l’esempio di chi li ha preceduti».

Casa del Pollo

Carne di 1ª qualità Vitello - Suino - Capretto - Pollame

V i a G. Zurlo

Via Zurlo - Tel. 081.946819

Profume

PANIFICIO d i Giovanni Ruggiero Via Zurlo

- che continuiamo tuttora - siamo riusciti a prendere in affitto i locali della chiesa del Gesù Bambino e ad allestirli in maniera calda ed accogliente. Per l’estate abbiamo intenzione di sistemare il giardino, in modo da poter organizzare attività all’aperto, ma per il momento la nostra opera è basata esclusivamente sull’autofinanziamento, quindi cercheremo di fare il possibile”. Passeggiando per i locali dell’associazione si respira un’aria leggera, come di festa continua, e dovunque ci voltiamo c’è qualcuno pronto a sorriderci e a salutarci, così chiediamo a Maria: “Quali difficoltà incontrate nello svolgimento di questa attività?”. “In generale, non c’è nulla che ci risulti particolarmente difficile, ma ci sono alcuni momenti della giornata in cui dobbiamo impegnarci maggiormente per evitare che i ragazzi si annoino. Tutto quello che facciamo è frutto di amore e passione, per questo non ci pesa mai”. Francesco Somma

Via Zurlo, 54/56 Tel. 081.947186

rie

V i a Brig. D’Anna 14 T e l . 0 8 1 . 9 4 7 8 66


17

Arte

Marzo 2010

Intervista con il giovane artista, pittore e scultore, Bonaventura Giordano

I

niziamo da questo numero una serie di incontri con giovani angresi impegnati nel campo dell’arte. L’intenzione che sottende a quest’iniziativa è duplice: da un lato far conoscere gli esiti della produzione artistica delle più recenti leve nostrane, dall’altro compiere un percorso parallelo, che affianchi la presentazione di esposizioni personali e collettive di artisti locali e non già affermati, con la presentazione del lavoro di giovani che stanno iniziando un loro autonomo e personale lavoro di ricerca. Questa prima pubblicazione è dedicata a Bonaventura Giordano, classe 1977, che ha compiuto gli studi di architettura e disegno dal vero presso il Liceo Artistico “Andrea Sabatino” di Salerno, per poi conseguire prima il diploma di laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, e successivamente la specializzazione nell’insegnamento delle discipline artistiche presso la SICSI dell’Università “Federico II” di Napoli. Reduce da diverse esperienze lavorative nell’ambito della ceramica, del restauro artistico e dell’ideazione e realizzazione di scenografie teatrali, ha partecipato anche ad alcune mostre collettive (“Territorio di transiti”, Angri, 1997; e “Il corpo”, Napoli, Maschio Angioino, 2001). Nel gennaio 2010 è tornato ad esporre a Nocera Inferiore, con una personale di grande interesse per i lavori presentati (sia sculture che disegni). Qual è il percorso di Bonaventura Giordano? Dopo il liceo, ho seguito il corso di scultura all’Accademia, anche se ogni tanto seguivo pure delle lezioni di scenografia. In seguito il mio interesse si è spostato verso l’argomento della matematica applicata all’arte. Infatti il tema della mia tesi era il codice matematico sviluppato da Piero della Francesca. Questo approccio mi ha fatto com-

«Ad Angri è mancato un movimento artistico capace di promuovere le nuove generazioni” prendere che, sulla tela, quello che a noi sembra emozione è tutto frutto di una base scientifica e matematica molto sofisticata. Ovviamente tutto questo lavoro non viene mostrato all’utente finale, ma per l’operatore è indispensabile conoscere queste leggi. Poi, mi sono dedicato alla ceramica e soprattutto al restauro, che, anche se a volte non mi trova completamente d’accordo, mi ha dato la possibilità di girare l’Italia e di lavorare per lunghi periodi. Ho anche fatto due o tre anni di supplenze come insegnante di storia dell’arte. Ora, grazie alla riforma della Gelmini, è da un paio d’anni che sono fermo. Una carriera ricca di interessi e di esperienze. Sì, ma dopo l’esperienza come restauratore sono seguiti un paio di anni di “crisi”. Del resto, l’arte è anche una cosa privata: in un momento in cui non hai committenti ci siete solo tu e la tua creatività, e possono nascere delle cose molto interessanti, magari da utilizzare dopo nella carriera, ma che sono il frutto esclusivo della tua ricerca. Il denaro è una ricompensa, ma nello stesso momento è anche un vincolo, e a volte lavorare su committenza non ti permette una ricerca personale. Tu inizi come scultore dallo stile fondamentalmente classico. Sì. E anche l’esperienza con il restauro mi ha dato la possibilità di approfondire lo studio della figura in senso classico. Poi, con il tempo sono nate nuove esigenze, anche se l’approccio figurativo mi è servito tanto sia in termini di esecuzione tecnica, che come forma mentale Che tipo di evoluzione ha avuto la tua ricerca? Io concordo con il pensiero di Picasso. In realtà non esiste un astrattismo o un informale vero e proprio. Si tratta di individuare la struttura geometrica, e quindi scientifica, che è alla base di alcune forme. L’astrattismo nasce dalla volontà di svelare l’involucro della forma: è quasi come andare alla ricerca del DNA

di un essere umano. È un’operazione che sicuramente ha il suo fascino, però per chi guarda si perde il lato emotivo dell’arte, poiché questo lato non risiede tanto nella struttura quanto nella forma. Ecco perché a volte c’è bisogno di mascherare la struttura geometrica ed “astratta” con forme belle: costruire una “menzogna” intorno ad una struttura “vera”. Bisogna creare una mediazione, affinché man mano lo spettatore possa avvicinarsi alla struttura. È vero però che spesso la ricerca artistica tende a diventare autoreferenziale e a perdere la sua funzione di mediazione di cui parli tu. Questo accade quando si pone come priorità l’aspetto economico e non quello artistico. Se il quadro

deve avere un suo parametro economico, è normale che si verifichino certe situazioni autoreferenziali. Non bisogna meravigliarsene. D’altra parte è pure vero che la ricerca fine a se stessa non ha alcun senso pratico. Quindi la crisi dell’arte contemporanea è soprattutto una crisi economica? Penso che se il sistema ha una

crisi di carattere etico, è normale che anche l’arte sia in crisi. È probabile pure che da questa crisi dopo usciranno delle cose interessanti, un nuovo modo per l’artista di affermare delle verità estetiche. Uno degli ultimi esiti della tua ricerca sono disegni in cui rifletti la cronaca quotidiana che in qualche modo ti hanno colpito. Come sei giunto a questo? Quando assorbi varie tecniche e varie esperienze, ti rendi conto che ti stai perdendo in un sapere che è soprattutto tecnico. Ho sentito l’esigenza di pulire tutto. E per fare questo sono ripartito da una carta pergamena e dal pennino con l’inchiostro nero. Ho ottenuto un segno molto rigido e metallico, che non mi ha permesso di utilizzare tutta la sapienza tecnica. Una limitazione che mi ha fatto scoprire il segno per quello che è, senza voler significare altro. A questo ho aggiunto una sorta di dripping facendo gocciolare l’inchiostro sul disegno, quasi a voler negare e mortificare quello che stavo facendo. Poi, mi sono accorto che quella colata di inchiostro poteva significare anche altro. A seconda del soggetto che rappresentavo, poteva diventare un cielo stellato o una pioggia rigenerante. E così ho iniziato anche un ciclo di disegni sul tema della fertilità e della maternità. L’ispirazione dei fatti di cronaca

è venuta perché essendomi pulito di tutte le esperienze precedenti, le prime cose che ho visto e che mi hanno colpito sono stati proprio i fatti di cronaca. Su cosa stai lavorando ultimamente? Il nostro territorio non permette di vivere di sola arte. Ho partecipato ad alcuni bandi di concorso per la realizzazione di opere commissionate da enti pubblici. Si tratta di situazioni che hanno bisogno di un altro rigore e di altre soluzioni estetiche, visto che si tratta comunque di opere che, qualora realizzate, devono essere inserite in contesti urbanistici preesistenti. È anche quella una bella sfida: coniugare la scultura anche con i budget economici che vengono messi a disposizione e con l’ambiente in cui la scultura deve essere inserita. In particolare a quali bandi hai partecipato e cosa stai preparando? Sto preparando un lavoro per i vigili del fuoco di Imperia. Sono partito da un’analisi sui quattro elementi: aria, acqua, fuoco e terra. Ne è venuta fuori un’opera in cui è rappresentata una sorta di danza tra l’acqua e il fuoco, che vuole esprimere questo rapporto dialettico e di equilibrio tra i due elementi, sottolineando il fatto che nessuno dei due può veramente prevalere sull’altro. Inoltre, sto scoprendo le possibilità espressive del vetro. Per quanto riguarda le esposizioni. Quali sono le tue esperienze? Subito dopo l’Accademia ho partecipato ad un paio di mostre collettive. Poi, dopo ho avuto una sorta di rifiuto. Non perché fossi un sognatore, ma non credevo, e in parte tuttora non credo, che l’esposizione sia la strada giusta. Solo di recente,

a gennaio, sono tornato ad esporre, più per il bisogno di un confronto con gli altri, per verificare che tipo di reazione suscitavano i miei lavori più recenti. Non ti nascondo che in me c’era anche un bel po’ di emozione. È stata un po’ una rinascita. Il 19 aprile inizia una mostra all’Einaudi di Salerno, dove esporrò una serie di ritratti scultorei e ad inchiostro, frutto delle mie ultime ricerche sul volto. Sono ritratti svuotati dell’interno, che cercano di restituire quindi l’essenzialità di una forma. La situazione culturale ed artistica di Angri è particolarmente problematica e degradata. A giudicare dal clima elettorale si promette a destra e a sinistra una rinascita anche in senso culturale. Quali sono le condizioni e le possibilità per ripartire? Quand’ero ancora all’Accademia, mi piaceva andarmene nel giardino e mettermi a dipingere alla maniera di Cézanne, con quelle belle pennellate corpose, la montagna che è qui di fronte a noi (è la montagna del valico di Chiunsi). E mi chiedevo se un giorno io sarei stato il nuovo Cézanne. Però mi sono reso conto che Cézanne senza la cerchia degli altri impressionisti non sarebbe mai diventato Cézanne. Ad Angri è mancata quella cerchia, cioè non si è creato un vero movimento artistico, che potesse sostenere le nuove generazioni. Io penso che ad Angri ci siano delle grandi menti, ma sono rimaste lontane dalla collettività, che invece sarebbe dovuta essere educata. Bisogna pur dire che il decadimento culturale non è un fenomeno solo angrese, ma molto più generalizzato. Mancano i luoghi dove fare cultura. Bisognerebbe creare un luogo dove fare cultura, un luogo di appartenenza culturale, dal quale ripartire. Vincenzo Ruggiero

ABBONATI AD ANGRI’80! www.latecnicaclima.it

e-mail:info@latecnicaclima.it

Riparazione piccoli e grandi elettrodomestici di tutti i marchi Via G. Matteotti, 35 - Tel. e Fax 081.946009

Prossima apertura NUOVA ED UNICA SEDE Via Matteotti 35 Progettazione, installazione e assistenza Climatizzazione - Riscaldamento - Energie Alternative

Via Dei Goti (p.za Costantinopoli), 30 - Tel e Fax 5134729

bar luisa 2 un gran caffé per un piccolo bar

Dieci gustosissimi tipi di caffé Ricariche

consegna a domicilio

La Domenica ap e r i t i v i della casa

Via Raiola tel. 081 5138759


18

attualità

Incontro su immigrazione e xenofobia promosso da Amnesty International dell’Agro Nocerino

Diritti Clandestini Dietro la categoria dei “clandestini” ci sono persone, uomini e donne, ai quali si negano diritti ed assistenza Il gruppo 261 Amnesty Agro Nocerino, il 27 marzo scorso ha organizzato, presso la caffetteria Arthè, un dibattito su immigrazione e xenofobia intitolato Diritti-Clandestini, per denunciare come dietro la categoria dei “clandestini” ci sono persone, uomini e donne. Al dibattito sono intervenuti Riccardo Noury, direttore ufficio comunicazione della sezione italiana di Amnesty, Teresa Moreno, avvocato penalista, Rete immigrazione dell’Agro Nocerino. Dopo una breve introduzione di apertura fatta da Paolo Cuccurullo, è stato proiettato un filmato tratto “Dal tempo delle arance”, che ha evidenziato la precaria condizione degli immigrati di Rosarno e i motivi degli scontri recenti, la dura realtà di questi uomini ridotti in schiavitù con paghe da fame (15-20 euro al giorno per un raccolto di circa venti casse di arance). Dati che denunciano il trattamento disumano riservato ai “clandestini” considerati come animali da sfruttare. Analogo trattamento veniva riservato anche agli italiani che migravano in cerca di fortuna, come testimonianza in merito c’è stata la lettura di “Lettera di un immigrato” curata dal giornalista Gian Antonio Stella, con voce recitante di Valeria Impagliazzo e accompagnamento musicale Athos Bacchiocchi; detta lettera è datata 1905 ed è scritta da Peppino Spataro, immigrato, a sua madre per raccontarle

la condizione precaria e disumana in cui lui ed i suoi connazionali erano costretti a vivere. Oggi la storia purtroppo si ripete proprio in Italia. Riccardo Noury ha fatto presente come in Italia ci siano ben quattro categorie di minoranze non garantite; la prima è quella della minoranza etnico-religiosa poco ben vista, la seconda è rappresentata da rifugiati e da migranti, verso i quali c’è maggiore solidarietà; la terza è legata all’identità sessuale (gay, lesbiche, trans) e continue sono le aggressioni

a queste persone; la quarta, più indifesa, è rappresentata dalle donne. La causa di queste classificazioni-ghettizzazioni sta appunto nell’erosione dei diritti umani, nel “virus” della paura, cavalcato da certa politica nazionale, nel linguaggio di certi mass media. L’avvocato penalista, Teresa Moreno, ha concluso evidenziando la condizione dell’immigrato regolare, cioé dotato di regolare permesso di soggiorno ed entrato in modo legittimo nel paese ospite, da quella di clandestino, ovvero di colui che arriva in Italia in modo irregolare e illegittimo, varcando i confini sbagliati, e come tale clandestinità costituisca un aggravante delle circostanze comuni nei processi per direttissima. Nonostante la nostra carta costituzionale sancisca diritti fondamentali come il diritto alla salute, al lavoro, alla casa, allo studio, oggi è evidente l’assenza del riconoscimento di tali diritti alle minoranze che vivono nel nostro paese. Carmen Mariagloria Chirico

Un sito di utilità sociale

Nei link Igienicità e sicurezza degli alimenti e Sicurezza alimenti del sito www.francescocaiazzo.it vi sono elementi complessivi di conoscenza importanti sia per il consumatore che per l’addetto agli alimenti. è opportuno precisare che sulla materia mi sono pervenute note di sincero apprezzamento per quanto realizzato a livello nazionale.

VIA NA ZIO NA LE

LEGGI ANGRI ‘80

Marzo 2010 è consigliere comunale nel vicino comune di Sant’Egidio del M. A.

A Lucia Albanese la menzione d’onore “Donna 2010” Fa parte della commissione provinciale delle Pari Opportunità Lucia Albanese, consigliere comunale del Comune di Sant’Egidio del Monte Albino, è stata insignita della Menzione d’Onore Donna 2010 dall’Associazione socio-culturale Indaco. La suddetta associazione, in concerto con l’associazione giuridica Giustizia al Femminile, ha presentato la prima edizione Premio “Donna 2010” sabato 6 Marzo presso la Sala di Rappresentanza della Camera di Commercio di Salerno. L’associazione culturale Indaco, a cinque anni dalla sua costituzione, ha voluto conferire un riconoscimento alle donne, di Salerno e provincia, che si sono distinte per l’impegno sociale, culturale, politico e solidale. Abbiamo intervistato la consigliera Albanese, oggi anche nella Commissione Provinciale delle Pari Opportunità, per farci spiegare cosa rappresenta per lei questo importante riconoscimento. «Dal novembre 1998 - ci racconta - al giugno 2003 ho ricoperto la carica di Consigliere Comunale presso il Comune di Sant’Egidio del Monte Albino. In questo mio esordio in politica, ho istituito lo Sportello Donna, ovviamente no profit, con lo scopo di aiutare le donne in difficoltà. In questo mio primo mandato ho anche organizzato corsi di formazione, come il Progetto Demetra, finanziati dalla Regione Campania. Tale progetto prevedeva la creazione di una classe di venti donne, disoccupate o inoccupate, della durata di 200 ore. In seguito, ho promosso corsi di formazione professionale per adulti, il Progetto EDA, per donne e uomini con età superiore ai 55 anni, della durata di 150 ore. Da giugno 2003 ad aprile 2008 ho ricoperto la carica di Assessore alla Pubblica Istruzione, Pari Opportunità e Cultura, durante la quale ho organizzato vari eventi culturali: la rassegna teatrale, l’Università

popolare delle tre età (con circa 300 iscritti), incontri letterari ed in particolare la famosa e riuscita Viva Cultura ovvero incontri di arte, musica, letteratura e spettacolo. Da aprile 2008 a tutt’oggi ricopro la carica di Consigliere Comunale, durante la quale ho organizzato l’importante rassegna teatrale, il Barocco Festival, ovvero la musica barocca nei luoghi sacri di Sant’Egidio con suggestivi concerti natalizi. Sono tuttora piacevolmente sorpresa per tale riconoscimento, ma altresì contenta che l’associazione Indaco abbia premiato il mio impegno politico attuato in quest’ultimo decennio per la mia comunità. Ed è per questo che mi sento gratificata moralmente ed umanamente. Purtroppo le donne ancora oggi vivono, in Italia e nel mondo, in condizioni disagiate e vengono sovente emarginate e discriminate nei loro più elementari diritti. L’associazione Indaco ha voluto, con la promozione di questo Premio, dare alla comunità salernitana un forte segnale di rinascita e riscatto del mondo femminile. Dedico questo premio alla mia famiglia e ai miei concittadini». Cosa rappresenta la Cultura per la vita di una città? Ritengo che l’aspetto culturale di un popolo sia il riscatto dalle ingiustizie, l’identità e il segno di una civiltà

che avanza. Un paese non può definirsi civile solo per le strade pulite o per la creazione di opere pubbliche sontuose, ma deve riempire di contenuti concreti le strutture create dalle amministrazioni. Purtroppo sovente, nelle nostre zone, il settore culturale viene sacrificato e penalizzato quando un comune è in deficit o non riesce a fare cassa per problemi economici. Ovviamente, se il mio piccolo comune ha potuto evolversi in meno di un decennio e ricoprire un ruolo importante a livello culturale nell’ambito della provincia, è dovuto all’impegno di tutti, politici e cittadini. Le nostre kermesse, da Viva Cultura alla rassegna teatrale, hanno riscosso, fin dagli albori, un notevole successo di pubblico e di critica, infatti non di rado , in questi anni, abbiamo avuto lusinghiere recensioni su testate a livello regionale e nazionale. Sergio Ruggiero Perrino

Leggi ANGRI ‘80 la tua voce amica Abbonati € 8,00

Via Nazionale

Via Nazionale - Tel. 081.947284

Camerette Italian Business - Ciacci - Tonin Dall’Agnese - Accademia del Mobile Bamar - Alf - Rossetto

di angela caramico

Offerta promozionale su tutta la gamma dei prodotti

Finanziamenti a tasso agevolato

Vendita autoveicoli nuovi

di

e usati di tutte le marche

Troiano Giuseppe

NUOVA Sede

2T

Ceramiche s.n.c. Tel/Fax 081.5135109 - e-mail: flaga@libero.it www.arredamentigaeta.com

Via Nazionale n.162 - T e l . / F a x

081.947554

e-mail: 2tceramiches.n.c..2tcera@tin.it

Via Nazionale, 111 Tel/Fax 081.94.88.13 Esposizione.: Via Nazionale, 186 angela.caramico@virgilio.it


All’Istituto “L.Galvani” celebrata “La giornata della legalità”

Gli alunni analizzano il Intervista presidente Varone fenomeno del bullismo

“I nostri professori sono riusciti a renderci attori e fruitori dell’azione educativa, facendoci sentire protagonisti del nostro percorso di crescita. Lo scorso 20 marzo, nella ricorrenza della giornata nazionale “In memoria delle vittime lombarde della mafia”, nella scuola “L. Galvani” si sono organizzati una serie di incontri tra alunni, per un confronto non solo sui concetti di legalità e di illegalità, ma anche sul fenomeno del “bullismo”, verso il quale i giovani allievi presentano un livello interessante di sensibilità. è stata operata questa scelta per dare una risposta alla richiesta di attenzione ad un problema ineludibile nella vita scolastica, spinti anche dalla “bufera mediatica” L’attività, organizzata dalla professoressa Eleonora Giammarino, ha reso protagonisti gli alunni dell’ultimo anno che, lavorando sul tema, secondo tecniche a ciascuna classe più congeniali, hanno realizzato interessanti prodotti, che hanno presentato in momenti consecutivi ai compagni delle prime e delle seconde, coinvolgendoli simpaticamente in riflessioni, discussioni e nella ricerca di soluzioni. La scena è stata condivisa da chi ha interpretato canzoni (3a C), da chi ha svolto ricerche sull’argomento(3a A e 3a C), da chi ha fatto riferimento ad articoli di giornali (3a F), da chi ha pro-

dotto interessanti testi letterari tra cui una poesia(3a D), un racconto sceneggiato (3a E), da chi ha rappresentato anche graficamente il problema(3ª G), da chi ha realizzato un video con un trailer del film “Sono solo” e chat di chi ha affidato alla rete le proprie esperienze in merito e i propri disagi (3a B) e da chi ha svolto un’indagine (3ª B) all’interno della scuola, con test anonimi somministrati a classi campione, per monitorare la percezione diffusa tra gli adolescenti del fenomeno. I risultati dell’indagine portano ad affermare che, anche se nella scuola si rileva una generalizzata presenza di comportamenti di tipo talvolta aggressivo tra coetanei, non si è in presenza nella nostra realtà scolastica di fenomeni di vero e proprio bullismo. Il bullismo infatti è caratterizzato da “asimmetria di potere tra aggressore e vittima, da reiterazione ed intenzionalità”, elementi che, se fossero presenti tra noi, avrebbero dovuto far

19

Attualità

Marzo 2010

lievitare i dati fino a creare dei veri e propri picchi in corrispondenza di determinate risposte. Dato che così percepiscono la situazione le allieve e gli allievi coinvolti, dal confronto con i partecipanti, si porta come proposta di promozione e prevenzione un lavoro che - soprattutto attraverso l’osservazione e l’ascolto da parte degli adulti, la proposta ai ragazzi di attività per la presa di coscienza e l’elaborazione delle proprie emozioni e della possibilità di sospensione dell’azione attraverso la loro “verbalizzazione”, un lavoro sulle regole sociali - favorisca la diminuzione del livello quotidiano di violenza tra coetanei a scuola e, eventualmente, ne impedisca lo sbocco in “bullismo conclamato” e, al limite, prepari gli studenti, ma anche gli adulti, ad affrontarlo più efficacemente. Ancora una volta, i nostri proff, sono riusciti nell’intento di renderci attori e fruitori dell’azione educativa, facendoci sentire protagonisti attivi del nostro percorso di crescita. Forse è proprio questo il successo del nostro istituto (e il boom crescente delle iscrizioni lo conferma): la presenza di professionalità che, adeguatamente supportate dalla dirigente, prof.ssa Olimpia Tiziana Savarese sempre attenta a cogliere le sollecitazioni ambientali e territoriali, e motivate da allievi interessati e capaci, ci guidano, in orario curricolare, al raggiungimento di traguardi eccellenti. Eviana Alvino, Rosa Giordano classe 3 a B

Lo scorso 27 febbraio lasciava questa terra per nascere alla vita eterna il reverendo mons. don Bellino Di Lieto, già parroco della chiesa della SS. Annunziata.

Ricordo di don Bellino Morto il parroco don Domenico Orlando, nel 1970 veniva nominato parroco della SS. Annunziata.

Nato a Pagani nel 1931, entrava nel seminario di Salerno subito dopo aver concluso la scuola elementare, per uscirne sacerdote, ordinato il 16 Luglio del ‘54 dall’allora vescovo Mons. Fortunato Zoppas. La sua esperienza sacerdotale lo portava prima ad essere prefetto del Seminario diocesano e poi nel 1956 vice parroco con funzioni di economo nella cittadina di Angri, nella Chiesa della SS. Annunziata, insieme al parroco don Domenico Orlando. Dal 1955 al 1985 è stato educatore di tante generazioni di giovani, insegnando Religione prima nell’Istituto Magistrale di Nocera Inferiore, poi in una scuola media cittadina ed infine nel Liceo Scientifico di Pagani. Molti ricordano che arrivava in parrocchia in sella alla sua lambretta, con molta voglia di fare, fino a quando, morto il parroco don Domenico Orlando, nel 1970 veniva nominato parroco della SS. Annunziata. Lavoratore instancabile di questa vigna che il Signore gli aveva affidato, portava a compimento ogni possibile opera che una parrocchia richiedeva: cura delle anime, evangelizzazione e catechesi. Per anni si è battuto per la riapertura al culto della Chiesa della SS. Annunziata, seriamente danneggiata dal sima del 1980. I suoi sforzi furono premiati quando nel 1998 poté rivederla di nuovo ai suoi splendori. Solo quando la sua salute malferma e l’età lo portarono alla decisione di chiedere le dimissioni, che furono accolte dal Vescovo Mons. Gioacchino Illiano, si ritirò in buon ordine alla sua casa per poter vivere gli ultimi

anni della sua vita terrena. Il suo operato offriva un aiuto sicuro e costante a tutti quelli che a lui ricorrevano, raggiungendo gli ultimi, fin nelle lontane missioni delle Suore Battistine nelle Filippine, in India e in Brasile, dove poteva vivere e toccare la povertà e soprattutto incontrare il volto di Cristo in colui che gli tendeva la mano per un aiuto o anche solo per un semplice sorriso. Si, un semplice sorriso, perché, quando lo raccontava, con le lacrime agli occhi, quel sorriso di quelle persone era davvero disarmante: nella loro povertà non mancava mai il sorriso. Il suo sacerdozio è stato tutto incentrato sull’accoglienza della Parola, esigendo una “viva spiritualità” intesa come occasione di un autentico incontro con il Signore: in particolare una spiritualità dell’”Incarnazione” e

della “Croce”. Una spiritualità dell’Incarnazione che ha abituato don Bellino a stare con le persone, in mezzo a loro, come segni dell’amore del Padre. Egli ha riconosciuto i fatti, ha guardato le persone, le loro gioie e i loro dolori; alla maniera di Gesù ha indirizzato il suo sguardo in modo preferenziale verso i poveri e gli emarginati. Una spiritualità della croce, accettando con fedeltà alla vita la propria realtà di sofferenza, anche negli ultimi giorni di quella sua terrena. Il silenzio del crocifisso è il silenzio di chi ritiene inutile forzare la realtà con le parole, ma nello stesso tempo è lo stare dentro questa storia di dolore portando il peso della sofferenza con serenità. In conclusione, come la luce illumina le cose ma non è lei che viene vista, così il Vangelo ha illuminato la vita di Don Bellino e se ne sente il significato nella speranza a cui la apre; proprio perché fa vedere le cose in una determinata maniera, la sua opera va a completare il suo servizio dedicato alla sua amata Parrocchia e alle persone che ha incontrato. Solo allora si può affermare che ha svolto pienamente la sua dinamica. Rosario Damiano

ABBONATI AD ANGRI ‘80 Giorgia & Johns Autunno Inverno ‘09/’10

C orsoIta l i a C.so Italia, 53 - Tel. 081.5138844

Fiorista Antonio Di Lauro Il tuo affetto, La tua amicizia,

NOVITà: preventivi per

con i fiori ovunque desideri

Interflora Italia Carte di credito

A ge n zia Somma s.a.s Pratiche auto

Tel.Fax 081.947408

e-mail: dantonio8151sermetra.it

matrimoni con allestimento scenografico virtuale

C. Italia,125 - Tel. 081.961163 www.dilaurofiorista.it e-mail: dilauro10@tin.

Patenti: A B C D E CAP

LEGGI ANGRI ‘80

liste di nozze

Corso Italia, 46 Telefono 081.948248

Civ. 39/41 Tel. 081.5131437 kjoro@fastwebnet.it

Civ. 72 Tel. 081.961023 Tax 081.5138210

Corso Italia,12 Tel/Fax 081 5132335

Corso Italia 22/24 Tel. 081.947612 w w w. otticacalo.it e-mail:info@otticacalo.it


20

Attualità

Marzo 2010

Liceo Scientifico Classico “don Carlo La Mura”

S

i è tenuto nel pomeriggio del 18 marzo, presso il Liceo Classico Scientifico Don Carlo La Mura, l’incontro-convegno su “Alunni e Autorità a confronto: l’opera e l’azione di un educatore e di un uomo di cultura, il Preside Romualdo Santalucia”. A promuovere la manifestazione in onore del preside è stato il dirigente del Liceo Pasquale Esposito con la partecipazione del Consiglio d’ Istituto e del Collegio dei docenti. L’ omaggio è stato concretizzato con l’intitolazione dell’Aula Magna dell’istituto a Santalucia. Alla cerimonia erano presenti : il Direttore Generale del Ministero della Pubblica Istruzione, Alberto Bottino, l’ex Commissario Prefettizio del Comune di Angri, Bruno Pezzuto, il docente dell’Università degli Studi di Salerno, Carmine Vitale, l’ispettrice scolastica Rosa Lupo, gli ispettori scolastici Michele Fasolino e Francesco Fasolino, il Presidente della Consulta Giovanile di Angri, don Luigi La Mura. A rendere la giornata particolarmente commovente sono stati i ricordi di quanti lo amavano e gli apprezzamenti di coloro che hanno avuto l’opportunità di conoscere il suo operato. Toccante l’intervento del dirigente Esposito che commosso, raccontava di aver trovato in lui grande forza in un momento di difficoltà. Sono seguite le parole dell’

L’aula magna intitolata al preside Romualdo Santalucia In un convegno ricordata l’opera dell’educatore e dell’uomo di cultura. É seguito un recital della giovane soprano Concetta Stucchio, alunna del Liceo.

e migliorato l’attività scolastica ad Angri. Anche Don Luigi si è associato commosso a quanti hanno ricordato la figura emblematica del preside e ha fatto un augurio ai presenti affinché la cittadina doriana possa avere sempre più, soprattutto nell’ambito culturale, personaggi come l’amato preside Santalucia. La serata è proseguita con un graditissimo concerto-recital del soprano Concetta Stucchio che è un’alunna della classe V A, accompagnata, per l’occasione, al piano dal maestro Gaetano Tortora. A presentare l’evento è stato Giuseppe Stile, alunno della classe III H. L’incontro si

ex Commissario Pezzuto che, pur non avendolo conosciuto, ha dichiarato di apprezzare l’iniziativa, che dà valore ai personaggi storici e fondamentali del proprio paese. Ha espresso la sua grande ammirazione per un uomo che ha saputo indirizzare i giovani nella vita sociale e culturale, a differenza della scuola attuale, che purtroppo non ha più queste capacità. Il docente Carmine Vitale ha affermato che il Santalucia era un uomo pragmatico, serio che si impegnava per innalzare il livello culturale del suo paese. Anche l’ispettrice scolastica Rosa Lupo e gli ispettori scolastici Michele e Francesco Fasolino hanno ricordato come ha innovato

ABBONATEVI AD ANGRI ‘80!

è concluso con un buffet offerto dall’istituto IPSAR di Pagani, sede distaccata di Angri. Eventi di questo genere sono la testimonianza di come personaggi, che hanno seminato del bene in una comunità, sono ricordati sempre con gratitudine anche dopo la loro dipartita. Chi ha operato con efficacia e lungimiranza non viene dimenticato da chi è stato educato, istruito e beneficato. Soprattutto nel mondo scolastico, l’instancabile attività di un educatore non viene mai offuscata dall’oblio. Coloro i quali hanno a cuore il bene delle nuove generazioni devono sempre promuovere il ricordo di quei personaggi, come Romualdo Santalucia, che hanno proprio voluto operare, sempre e con determinazione, per la promozione umana e culturale dei giovani. Afeltra Ivana, Iozzino Maria Elisa, Lanzione Ilaria Angela

leggi angri ‘80

C.so Vittorio Emanuele

Ceramiche Artistiche

Cirillo

L

i s t e

Articoli da regalo

N

o z z e

Cento anni d’esperienza, qualità ed affidabilità

Oggettistica

Via Amendola, 15 - Tel. 081.949215 - 338/4563032 PUNTO LIS: ricariche telefoniche x tutti i gestori

Tel. 081.948536

www.abatevincenzosas.it-info@abatevincenzosas.it

Pizzeria

Ristorante

Articoli per l’Ufficio e per la Scuola Fotocopie a colori Rilegature

Cartucce per stampanti Partecipazioni - Servizio Fax Battitura tesi Articoli da regalo C.so V. Emanuele, 26 - Tel. 081 947398

Ti aspettiamo

apert o a n che la d o me n ica o ra pra n z o

sala per cerim o n ie Tel. 081.5133391

c.so vittorio emanuele

chiuso il martedì

nuova sala al primo piano


21

Attualità

Marzo 2010

La squadra juniores sostituisce la formazione maggiore

COMUNICATO DEL COMMISSARIO IN RISPOSTA ALL’US ANGRI 1927

Amaro finale di campionato per i Grigiorossi

“Per mera inadempienza chiusi spogliatoi e docce”

A capo chino, senza orgoglio e da vittima predestinata. Si annuncia così il finale di campionato per la compagine del cavallino rampante che per volere del massimo dirigente affronterà le ultime gare di campionato schierando la formazione Juniores. Una decisione che non ha scosso più di tanto il popolo angrese ormai lontano dalle sorti calcistiche della squadra e disaffezionato dai colori grigiorossi al termine di una stagione fin troppo tormentata. Il triste finale di stagione rappresenta la punta dell’iceberg di un campionato cominciato tra gli appelli e la voglia di portare l’Angri nel paradiso del calcio professionistico. Sono, invece, bastati meno di cento giorni per vedere tramontare tutti i sogni di gloria e liberarsi di quei calciatori che avevano ingaggi onoerosi per la società che pur aveva garantito un torneo di altissimo livello. Dal paradiso al purgatorio sono serviti tre mesi, altrettanti sono stati necessari per portare l’Angri all’inferno. L’abnegazione e lo spirito di squadra hanno consentito alla formazione del tecnico Enzo Criscuolo di raggranellare i punti necessari ed evitare la partecipazione ai play-out. I sacrifici del tecnico e dei calciatori sono serviti a tenere l’Angri nella massima

Il presidente Nicola Varone catergoria dei dilettanti, tutto il resto della stagione è da dimenticare! Una costante minaccia di ritirare la squadra dal campionato, il braccio di ferro con il commissario prefettizio accusato di far rispettare semplicemente le regole anche alla prima squadra

cittadina e un continuo alternarsi di dirigenti poi scomparsi nel nulla. Non riusciamo a concepire per quale strana chimica la dirigenza grigiorossa pretende di voler utilizzare gli impianti del Comune senza dover versare alcuna quota.

Ci sono altre società sportive sul territorio, volley, basket e tennis tavolo, che provvedono al pagamento delle tasse, perché l’Angri calcio dovrebbe avere una corsia preferenziale? L’Angri non rappresenta più quel fenomeno attrattivo e, al momento, riesce difficile classificare il calcio colorato di grigiorosso come aggregatore sociale. Lo stadio “Novi” è tristemente vuoto con piccoli spazi occupati solo da addetti ai lavori e qualche irriducibile che non vuole vedere mortificata la lunga storia del cavallino rampante. L’US Angri sta segnando il “canto del cigno” tra l’indifferenza del popolo logorato da proclami e promesse. Lo striscione esposto a Grottaglie non ammette repliche: “meglio scomparire che continuare a soffrire”. Meditate gente, meditate… Luigi D’Antuono

Comunicato dell’Us Angri 1927 sulla chiusura dello stadio Novi per mancato pagamento dei canoni

«Scelta superficiale ed ingenerosa»

L’US Angri Calcio 1927 in risposta a quanto dichiarato dal commissario prefettizio Bruno Pezzuto, attraverso una nota stampa, intende precisare che la situazione venutasi a creare è paradossale. Fermo restando che la società è in difetto per il mancato pagamento dei canoni di utilizzo delle strutture sportive, ma nell’impossibilità economica di poter rispettare le scadenze è apparsa eccessiva la decisione di “sbarrare” i cancelli dello stadio “Novi” impedendo, di fatto, la possibilità di effettuare le sedute di allenamento in mancanza di utilizzo delle docce. La gestione commissariale e i dirigenti di settore non possono mortificare dirigenti, atleti e calciatori che rappresentano la città, e avrebbero meritato un trattamento meno “istituzionale” e più comprensivo in rapporto al carico economico che la gestione di una squadra di serie D richiede. Per rendere chiare le difficoltà create dall’«ostruzionismo» che la gestione commissariale ha generato, alleghiamo alcune foto che racchiudono in sé tutta l’insensibilità del comune, e tutte le difficoltà che la squadra ha affrontato lungo l’arco di questa stagione. La burocrazia esercitata nel chiuso delle stanze del palazzo, andrebbe applicata conoscendo il reale grado di difficoltà che l’Ente ha generato per superficialità e ingenerosità nei confronti della prima squadra cittadina, abbandonata da tutti. Il presidente Varone resta l’unico proprietario dell’Angri Calcio e nelle sue mani e nella sua volontà resta ancorato il futuro calcistico angrese, così come la gestione dei rapporti con l’Ente Comune che saranno ripresi solo ed esclusivamente dopo l’insediamento del neo sindaco Pasquale Mauri, autorità imposta dalla volontà popolare e rappresentante della comunità angrese.

L’agenzia LT Club Viaggi offre da sempre ai suoi clienti la garanzia di un soggiorno sereno, rivitalizzante ed economico. Ciò è possibile grazie ad una conoscenza approfondita e reale di tutto ciò che la Grecia può offrire. LT Club Viaggi si distingue nel settore con offerte competitive, giovanili e culturali che vanno dalla vacanza estiva al viaggio di lavoro. Presso la nostra agenzia si possono inoltre acquistare anche biglietti navali che collegano l’Italia con la Grecia.

Hotel e Appartamenti a Corfù, Zante e Cefalonia LT Club Viaggi Via Nazionale, 142 - 84012 Angri (Sa) tel: +39 081 51 34 809 - fax: +39 081 51 33 174 - cell.: 3400010521 www.ltviaggi.it - info@ltviaggi.it

Liceo Scientifico Classico “don Carlo La Mura”

Incontro con l’autore sul tema “Il rapporto tra fede e ragione nell’alto medioevo” 27 aprile alle ore 17.00 nell’Aula Magna “Preside Romualdo Santalucia” dell’Istituto di via Monte Taccaro. Interverranno: Pierfrancesco De Feo Rev. don Luigi La Mura

ABBONATI AD ANGRI ‘80

Centro Estetico Solarium

Civ. 39 -Tel. 081.948608

Con riferimento alle dichiarazioni che il Presidente dell’Angri Sig. Nicola Varone ha reso in questi giorni alla stampa locale corre l’obbligo di specificare quanto segue: nella corrente stagione agonistica, per questioni attinenti la corretta manutenzione del manto erboso, è stato disposto l’utilizzo del rettangolo di gioco del Novi per due volte alla settimana, una per rendere possibile alla squadra la “rifinitura”, generalmente svolta il giorno prima dell’incontro, e l’altra per lo svolgimento dell’incontro agonistico. Perdurando tale situazione è stato disposto che l’allenamento della squadra Angri 1927 avvenisse gratuitamente presso il Cimitero Vecchio, dove è fruibile unicamente il terreno di gioco, e che il Novi venisse utilizzato unicamente per gli impianti docce. Attesa la gratuità determinata per gli allenamenti sul ret-

mento sono decorsi senza che alcun versamento sia stato effettuato; pertanto, perdurando l’inadempienza, si è stati costretti a non consentire l’utilizzo degli spogliatoi e degli impianti docce del Novi, confermando, comunque, la possibilità di usufruire del terreno di gioco del Cimitero Vecchio, per gli allenamenti infrasettimanali, a titolo gratuito. Quanto innanzi viene evidenziato nell’intento di chiarire le motivazioni che hanno indotto questa Amministrazione ad intraprendere le iniziative rappresentate.  Prefetto Bruno Pezzuto

Un campionato ricco di soddisfazioni

Intanto gli Allievi fanno ben sperare Due realtà vicine ma differenti, due facce della stessa medaglia: se da un lato la prima squadra dell’U.S. Angri attraversa un momento che definire complicato è un eufemismo, dall’altro, le giovanili hanno ottenuto e regalato soddisfazione nel campionato Allievi locali, che ha da poco chiuso i battenti. “è stata una stagione di-

LEGGI

ANGRI ‘80

IL GIORNALE DEGLI ANGRESI. ABBONATI! REGALA UN ABBONAMENTO!

Panificio Scarpato Nicola VIA INCORONATI

tangolo di gioco del Cimitero Vecchio, l’ Amministrazione ha stabilito, con delibera commissariale n. 206 del 10.12.2009, in € 10,00 giornaliere la tariffa per la fruizione delle docce dell’impianto Novi, ciò in adempimento di disposizione normativa, trattandosi di servizio a domanda individuale che deve essere assoggettato a compartecipazione nella spesa da parte dell’ usufruitore. Di fronte ai reiterati inviti di regolarizzare la posizione contabile relativa all’utilizzo del Novi, nel rispetto delle modalità sopra evidenziate, sono intervenute da parte della Presidenza della Società Angri 1927 proposte di rateizzazione secondo scadenze fissate dalla stessa società. Questa Amministrazione, in considerazione delle esigenze manifestate, ha aderito a quanto richiesto. I termini fissati per il paga-

Freselle - Taralli Biscotti N. 16 - Tel. 081.94.85.21

vertente”, commenta Rosario Novi, responsabile del gruppo, “abbiamo chiuso al quarto posto, ma al di là del piazzamento finale, sono molto soddisfatto della realtà che siamo riusciti a creare. A settembre si sono presentati 30 ragazzi disposti ad entrare in squadra, ne sono rimasti quindici; alcuni avevano già giocato a calcio, per altri si trattava della prima esperienza a livello agonistico, ma il gruppo che è venuto fuori si è subito distinto per dedizione e affiatamento. Questa è la mia più grande soddisfazione”. I risultati sono arrivati grazie alla combinazione di due fattori essenziali: un rapporto basato sul rispetto reciproco e sulla chiarezza, e la scelta di lavorare prevalentemente con la palla, prediligendo il perfezionamento delle doti tecniche di ogni singolo giocatore: “Sono riuscito a pianificare gli allenamenti in modo da concentrarci soprattutto sul gioco, facendo seguire ai 15’ iniziali di riscaldamento, un’ora di solo calcio, grazie alla quale i ragazzi hanno appreso molto presto come stare in campo”. è presto per parlare di futuro, soprattutto in virtù delle incertezze che circondano il cavallino rampante. Con il campionato ormai alle spalle, i grigiorossi potranno dedicare i prossimi mesi ai tradizionali tornei estivi, che serviranno a cementare ulteriormente l’unione del gruppo e ad allargare il bagaglio di esperienza, ma, come sottolinea Novi, “è auspicabile, almeno in quest’ultima fase, un appoggio maggiore da parte della società. I rapporti con i vertici sono buoni, ma devo ammettere che questi ragazzi non hanno avuto la vicinanza che meritavano, né agli allenamenti, né alle partite. Al contempo, ringrazio di cuore l’amico Giovanni D’Amaro per l’impegno, la disponibilità ed il tempo che ci ha dedicato durante tutta la stagione”. Francesco Somma

Andare in bicicletta è come dipingere un mondo migliore!


22

Premio Città

di

Angri

Marzo 2010

Intervista a Giuseppe Novi, direttore artistico del Premio Città di Angri nell’Agro Portata in porto anche la VII edizione del Premio Città di Angri...nell’Agro, volendo tirare le somme, ti reputi soddisfatto dell’esito della manifestazione? Mi reputo molto soddisfatto. Tra gli spettacoli serali, le proiezioni speciali pomeridiane e la mostra tematica “Premio Città di Angri…nell’Agro: personalità e storia dell’evento più qualificativo della nostra terra” abbiamo stimato circa 2000 “accessi” all’evento. Un ottimo risultato tenuto conto del tempo non proprio clemente, dei problemi burocratici che siamo stati costretti ad affrontare e a risolvere, e soprattutto del fatto che l’evento è iniziato di mercoledì, giorno in cui – insieme al giovedì ed in parte al venerdì – gli Angresi non sono proprio abituati ad uscire di casa. Con quel freddo poi… In base a quale criterio sono stati scelti gli ospiti e gli artisti da premiare? Ti sembrerà strano ma già da 3 o 4 anni a questa parte sono proprio gli Angresi a scegliere le persone da premiare. Tantissimi concittadini, durante l’arco dell’anno, mi fermano per strada suggerendomi quel personaggio piuttosto che quell’artista o quell’azienda e questo mi riempie di gioia perché mi dà la conferma quotidiana e costante che agli angresi il “premio Città di Angri” piace davvero; in fondo era uno degli obiettivi iniziali della manifestazione. Praticamente, ogni anno proponiamo agli enti patrocinanti ed alle aziende sponsor una rosa di nominativi divisi per categoria, ed insieme – circa 2 mesi prima dell’evento – decidiamo chi omaggiare. In quanto direttore artistico e presentatore delle cinque serate, c’è stato qualche ospite che ti ha emozionato, colpito, sorpreso particolarmente? Organizzare un evento, soprattutto nel paese in cui vivi come in questo caso, ti deve molto emozionare, altrimenti non riesci nell’intento di arrivare al cuore di chi viene a vedere gli spetta-

«Il mio obiettivo è trasformare il Premio in un vero e proprio festival dell’Arte» Tra spettacoli serali, proiezioni speciali pomeridiane e la mostra tematica “Premio Città di Angri…nell’Agro: personalità e storia dell’evento più qualificativo della nostra terra”, gli organizzatori hanno stimato circa 2000 “accessi” all’evento. coli e le premiazioni. In questa edizione, mi ha colpito la forza d’animo del Maestro Franco Califano di voler rimanere a tutti i costi sulle scene, o l’emozione dei Santo California nel tornare ad esibirsi ad Angri dopo tantissimi anni. Figurati che non volevano più lasciare il palco e smettere di suonare... Da cosa è nata l’idea di aprire le serate con delle proiezioni cinematografiche? Non è stata un’idea, ma una necessità! Sappiamo tutti che Angri non ha una sala cinematografica e per vedere un film bisogna per forza spostarsi a Scafati o Nocera Inferiore. Mi sono chiesto allora da quanto tempo i giovani non automuniti, le persone anziane e, in generale, i meno fortunati di noi non provassero l’emozione di vedere un film al cinema e la risposta naturale è stata quella di regalare a queste persone qualcosa che potesse almeno dare l’idea di una sala cinematografica. I risultati in termini di presenze sono andati al di là di ogni previsione: abbiamo stimato circa 600 persone per film non in 1ª visione! Quali difficoltà hai riscontrato nell’organizzare e gestire quest’evento? A parte i problemi burocratici iniziali, non ci sono state grosse difficoltà se non quella di far capire ad alcuni organi competenti in che cosa consistesse l’allestimento di una tenso-struttura. Ci sono state diverse polemiche riguardo alla concomitanza del Premio con la campagna elettorale cittadina e soprattutto per un comunicato stampa rilasciato dall’Assessore al Bilancio della Provincia di Salerno Antonio Squillante, in cui esprimeva chiaro sostegno e collaborazione all’evento: cosa pensi a riguardo? Ci sono state tantissime polemiche inerenti la collaborazione della Provincia di Salerno col nostro evento, alcune delle quali messe in piedi da

Giuseppe Novi con Franco Califano

persone che nelle passate edizioni erano parte integranti dell’organizzazione del premio (quelle che hanno fatto più male), altre da persone che, invece, il premio lo conoscono poco. Ma andiamo per ordine: l’Assessore angrese al Bilancio della provincia di Salerno Antonio Squillante è stata la prima persona che ha creduto incondizionatamente nell’evento e l’ha sostenuto in prima persona dai lontani mesi di giugno e luglio 2009, nel periodo in cui abbiamo programmato il premio decidendo di provare ad accedere a fondi europei (FESR 2007 – 2013 Obiettivo Operativo 1.12) partecipando al bando pubblico emesso dalla regione Campania “Inverno 2010: Ritorno al barocco e non solo”. Noi a settembre già conoscevamo l’esito della nostra richiesta ed il lasso di tempo obbligatorio nel quale svolgere l’evento, esito pubblicato su internet dalla stessa regione

V i a CERVINA

Marino Con

Salone

baby

Giochi, intrattenimento e la “famosa” giostra poltrona

Campania, quindi non capisco le critiche riguardo la concomitanza con le elezioni. Un’altra cosa da precisare è che né la Provincia di Salerno, né la stessa regione Campania e né, soprattutto, il Comune di Angri (enti co-organizzatori dell’evento) hanno versato un solo euro da destinare alla kermesse. L’evento è stato finanziato solo ed esclusivamente con fondi europei. Ultima cosa per rispondere a chi ha, con insistenza, ha affermato che “con quei soldi si potevano risolvere molti problemi di Angri”: “quei soldi” sono destinati solo per progetti con affermate e documentate finalità culturali, e sono già stati stanziati per cui se non venivano intercettati da noi sarebbero serviti all’organizzazione di un altro evento in un altro comune della Regione Campania. Concludo affermando che, se bastasse così poco per risolvere i problemi di Angri, significherebbe che il nostro paese è in

Frutteria

D’Amaro

“ottime” condizioni, invece, tutti conosciamo la realtà in cui viviamo… Ormai il Premio Città di Angri... nell’Agro è diventato un appuntamento annuale molto atteso dagli Angresi: nel 2003, pensavi già di dare una continuità tale all’iniziativa? Certo! E penso che l’evento debba crescere ancora molto e fare pian piano da traino all’economia, al commercio e soprattutto al turismo della nostra città, sul modello di Giffoni che ha fatto del Film Festival un appuntamento conosciuto in tutto il mondo e che “tira” i su indicati settori ormai 12 mesi all’anno. E Giffoni non ha la nostra posizione geografica strategica, non ha la vicinanza di Pompei o della Costiera Amalfitana, non ha il nostro clima… ma sicuramente ha la collaborazione di tutte le forze politiche ed imprenditoriali locali. Il GFF infatti viene organizzato da 40 anni indipendentemente dalla parte politica che amministra il comune, la provincia di Salerno o la Regione Campania. Ed ogni anno è un successo di tutti e per tutti e, soprattutto, senza nessun tipo di polemica. Cosa spinge, a tuo avviso, il pubblico a partecipare attivamente, ogni anno sempre di più, agli spettacoli? Potrei risponderti che i nostri spettacoli sono i più belli di tutti, ma a cosa potrei paragonarli? Ad Angri, a mio avviso, ci sono tre o quattro bellissime ed interessantissime manifestazioni (comunque poche per una città di 30 mila abitanti…) che comunque non vengono valorizzate, nè avallate nel modo giusto dal Comune. Occorre un calendario degli eventi, bisogna programmare con molto anticipo le manifestazioni in modo di avere tutto il tempo per intercettare risorse pubbliche e private da destinare all’organizzazione. E poi il Comune necessita di un Direttore Artistico, che coordini

Leggi angri ‘80 b ar l u i s a

Primizie di stagione Frutti esotici

Cell. 328.3222327

Caffè alla Nocciola Caffé alla Nutella Caffé al Bacio Bianco Bibite Analcoliche Aperitivo della Casa N. 58 - T e l . 0 8 1 . 9 4 0 9 4 8

COCONUDA n fashio

www.sensazioniuomo.it

tutti gli eventi cittadini, una figura da vedere non come una spesa in più (“inutile consulente”) ma come chi – di concerto con l’assessore alla cultura - si impegni a trovare e ad intercettare fondi che, in altri comuni, arrivano sistematicamente con facilità. Nel corso delle sette edizioni, che tipo di cambiamenti sono stati apportati? Più che cambiamenti io direi che abbiamo cercato di apportare tutti i miglioramenti possibili, dal cast artistico alla location, dalla comunicazione alla scelta dei premiati. Poi, stiamo continuando nell’opera di allargamento del premio a livello regionale e nazionale anche in altre specifiche sezioni (scrittura, canto, arti visive, ecc…). C’è già qualche progetto in cantiere per il prossimo anno? Il Premio Città di Angri ha un’organizzazione di base che lavora tutto l’anno con l’unico scopo di ingrandire l’evento in modo da apportare ogni volta più benefici alla Città di Angri, per cui ci sono sempre nuovi progetti sia a breve che a lungo termine. Per adesso, stiamo concentrando le nostre forze sul sito ufficiale della kermesse www.premioangri.it che miriamo a far diventare il punto di riferimento per l’arte la cultura e lo spettacolo di Angri e dell’Agro con notizie a tema in anteprima ed aggiornamenti continui. A lungo termine, invece, puntiamo ad allargare il premio ed a trasformarlo in un vero e proprio festival dell’arte, della cultura dello spettacolo, della creatività, dell’innovazione e della comunicazione. Questo processo è già in atto, ma per “accelerare” bisogna prima trovare una collocazione ideale, stabile e duratura sia fisica che temporale, in parole povere chiediamo una giusta location dove poter svolgere gli eventi (e dove accogliere il pubblico sempre più numeroso) e una (già citata) “calendarizzazione” dello stesso. Antonella Anna Giacomaniello

Tel. 081. 940183


Numeri

di

pubblica utilità Comune Servizio Acquedotto Centralino 081-5168111 Associazione Castello 081-947603 Biblioteca Comunale 081 -5132089 Carabinieri 081-948383 Centro Igiene Mentale 081-946399 Croce Rossa Italiana 081-5131626 Distretto Sanitario A.S.L. SA/1 081-946450 Enel: 081-5176533 Enel guasti: 800-111927 Pronto Enel: 800-202364 Ferrovie dello Stato 081-948548 Gas: 167-096085 Gas guasti 800-016086 Guardia Medica Via Badia 081-9368176 Onoranze Funebri “Palumbo” 081-940822 Onoranze Funebri “Savarese” 081-949426 Municipio piazza Crocefisso Centralino: 081-5168111 Polizia Municipale 081-5168227 Polizia Stradale 081-949666 Protezione Civile 081-5168266 Vigilanza Doria - via Badia 6 081.949536 - 368590841 Soccorso ACI 081-946707 Ufficio Postale P.za Annunziata 081-948612 Vigili del Fuoco 081-5177222 Banche Deutsche Bank s.p.a. Corso Italia, n. 65 081-5135288 Monte Dei Paschi di Siena Via Murelle, n. 21 081-946377 Banca Antonveneta Via R. De Pascale 081-5135722 Banca Della Campania Via Giudici, n. 5 081-940031 Popolare di Napoli Corso V. Emanuele, n. 126 081-5131440

LEGGI ANGRI ‘80

farmacie APRILE Sabato Domenica MAGGIO Sabato Domenica Sabato Domenica Sabato Domenica Sabato Domenica

24 25

Comunale 2 Comunale 2

01 Gallucci 02 Comunale 1 08 Comunale 1 - Nasti 09 Nasti 15 Nasti - Polini 16 Comunale 1 22 Polini 23 Nazionale

Comunale 1 è aperta tutti i sabato - Conte è aperta tutte le domeniche Conte, via Dei Goti, 10 - Tel. 081.946188 D’Antonio, p.zza Sorrento Tel. 081.948570 Gallucci, via Roma, 15 -Tel. 081948513 Polini p.zza S.Giovanni - Tel. 081.946131

Nazionale, via Nazionale, 144 -Tel. 081.949016 Comunale I viale Europa 45 - Tel. 081.5138774 Comunale II via Dei Goti, 139 - Tel. 081.946759

Croce Rossa Italiana - 081.5131626 - E m e r g enza sanitaria Tel. 118

calendario donazioni 2010 S.I.T. OSPEDALE RUGGI D’ARAGONA - SALERNO

in collaborazione con

FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO

14 14 11 09 13 04

AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE

22 12 17 14 12

Via Madonna delle Grazie, 40 Tel./Fax 081.5131693 Cell. 339.1882525

in collaborazione con

C.I.T. OSPEDALE DI NOCERA INFERIORE MARZO 07 MAGGIO 02 LUGLIO 18 SETTEMBRE 19 NOVEMBRE 21

LAUREA

Via Can. Fusco, 21/1 Tel/Fax 081.940656 Cell. 339.5338856

TRASFORMAZIONE

POMODORO

La Doria è un Gruppo leader nella produzione e commercializzazione di derivati del pomodoro, di legumi e pasta in scatola, di succhi di frutta, di macedonia di frutta e di altri prodotti complementari. E’ una azienda quotata alla borsa valori di Milano che ha adottato una politica commerciale unbranded. La Doria è tra i primi produttori ed esportatori di derivati del pomodoro, di legumi in scatola e di succhi di frutta e macedoni. Oggi è presente nelle più importanti catene della Grande Distribuzione e del Discount nazionali ed internazionali In vista della prossima campagna di trasformazione del pomodoro ricerca personale da assumere a tempo determinato con le seguenti professionalità: 1) CALDAISTI 2) CARRELLISTI 3) OPERAI ADDETTI AL CONFEZIONAMENTO 4) CONDUTTORI DI LINEA 5) MANUTENTORI MECCANICI/ELETTRICI 6) OPERAI GENERICI 7) AGGRAFFATORI 8) ADDETTI CONTROLLO QUALITà Si richiede esperienza nel settore alimentare. Le persone interessate, di entrambi i sessi (L. 903/77) possono inviare un loro curriculum vitae con posta elettronica, inserendo nel curriculum l’autorizzazione al trattamento dei dati personali (D.LGS. 196/03) al seguente indirizzo e-mail RECRUITING1@ GRUPPOLADORIA.IT , OPPURE inviandolo a: LA DORIA SpA, Via Nazionale 320, 84012 Angri (SA) Contatteremo solo le candidature in linea con il profilo ricercato, e ringraziamo in anticipo tutti coloro che invieranno il loro curriculum. Le figure ricercate sono da considerarsi per tutti gli stabilimenti del Gruppo in Campania, ovvero Angri, Sarno e Fisciano e per lo stabilimento di Lavello (PZ).

Dona il tuo 5 per mille al WWF!

Il tuo aiuto è fondamentale per continuare a difendere specie e ambienti in difficoltà. E in più partecipi all’estrazione di un viaggio in Amazzonia. Iscriviti su www. wwf.it/5mille

Caro Abbonato

Lo scorso 15 febbraio presso l’Università degli Studi di Salerno, Rosa Stanzione ha conseguito la laurea in Economia e Commercio con la votazione di 110 e lode, discutendo la tesi dal titolo: Valutazione e Controllo di un’operazione di Project Financing. I migliori auguri per una vita ricca di tante nuove soddisfazioni dal fidanziato e dalla sua famiglia.

Via Papa Giovanni XXIII -Tel. 081/5131667

23

Notizie Utili e Liete

Marzo 2010

Se non hai rinnovato il tuo abbonamento questo è l’ultimo numero che ti verrà inviato. Ti ricordiamo La bici fa bene che la data di scadenza dell’abboal cuore e ... namento è indicata sull’etichetta all’ambiente in testa al tuo indirizzo.

Distribuzione Vendita Rigenerazione di cartucce per stampanti laser - ink-jet nastro Vendita e assistenza macchine per Ufficio Computer e Accessori Informatici

detersivi profumi casalinghi

Redazione: v. Don Minzoni, 1 ANGRI - Tel. 081.8509939 - Fax 081.949499 E-mail: lombardi.antonio@virgilio.it Reg. del Tribunale di Salerno n. 591 del 17.11.1983 Abbonamento annuo ordinario ... € 8,00 sostenitore, minimo ... € 16,00

Versare l’importo sul C/C/P n. 10928844 intestato a: Coop. Centro Iniziative Culturali 84012 ANGRI (SA) Ed.: Cooperativa Centro Iniziative Culturali s.r.l.

Direttore responsabile Antonio Lombardi

Responsabile trattamento dati personali (L.n.196/2003): Luigi D’Antuono Foto: Paolo Novi e archivio C.I.C. GRAFICHE MERCURIO s.r.l.

vIA aMENDOLA, 20 Tel. 081.5135480

Via S. Maria area P.I.P. - Angri (SA) Sped.in A. P. 45% comma 20/B art. 2 legge 662/96 Filiale Salerno


24

Momenti Lieti

battesimo

battesimo

Foto Lello

Il 21 marzo 2010, nella Chiesa di S. M. di Costantinopoli, il piccolo Davide Pio Scarpato ha ricevuto il Santo Battesimo. Tanti auguri di una vita felice dalla sorellina Chiara, dalla mamma Tiziana Minervi e dal papà Paolo.Auguri anche dai nonni, dagli zii e dalla bisnonna. Nonché dalla redazione di ANGRI ‘80

Lo scorso 20 dicembre la piccola Aurora Parente ha ricevuto il sacramento del battesimo nella Chiesa della Madonna delle Grazie. Auguri dalla redazione di ANGRI ‘80

COMPLEANNO

fiori d’arancio Lo scorso 27 febbraio, nella Chiesa dell’Altare Maggiore di Pompei, hanno coronato il loro sogno d’amore Agostino Grimaldi e Anella Caiazzo. Agli sposi gli auguri della redazione di ANGRI ‘80

Foto Lello

compleanno Circondati dall’affetto e dall’allegria di parenti ed amici, i cognati Felice Amarante e Maria Amendola hanno festeggiato il loro 70º compleanno. A loro giungano da tutti i congiunti, dai numerosi amici e dalla redazione di ANGRI ‘80 i più calorosi e sinceri auguri di buon compleanno.

Giuseppe Cuccurullo, recentemente ha festeggiato il suo 18º compleanno. Tanti auguri a Giuseppe da suoi nonni, nonché dalla redazione di ANGRI ‘80

leggi ed abbonati ad ANGRI ‘80 il giornale di angri € 8,00

Marzo 2010

Via

Giudici 21 Tel. 081.947787 - Cell. 349/4974345 - Cell. 338/6079430

via CERVINIA

via CERVINIA

VIA ARNo

PAGANI Nuova costruzione appartamento di 4 vani + 2 accessori e box auto. Ottime rifiniture

corbara centro

Ottimo x investimento. Soluzione semind. di 2 vani + acc.ri. Ristrutturata e ammobiliata

Soluzione semindipendente di 120 mq con cantina e lastrico solare di proprietà.

Appartamento di 4 camere + acc.ri e box auto.

€ 210.000,00

€ 250.000,00

SCAFATI

ANGRI

via pentangelo

Via g. da Procida

s. lorenzo

Appartamento di nuova costruz. composto da 4 camere, 2 bagni, cucina con camino e garage di 28 mq Rifiniture di pregio

Proponiamo in vendita soluzione indipendente di 200 mq immersa in 18mila mq di giradino pianeggiante

Appartamento di 3 vani + acc.ri e cantina. Buono Stato

Appartamento di 80 mq composto da 2 cam. matrimoniali, cucina abitabile, bagno e ripostiglio

Soluzione indipendente composta da 2 app.ti di 85 mq e posti auto. Ottimo stato € 280.000,00

via concilio

Proponiamo in vendita abitazione composta da camera da letto, soggiorno, angolo cottura, bagno e 2 balconi. Ingresso autonomo

€ 58.000,00

Appartamento composto da 4 matrimoniali e servizi di 130 mq.

€ 170.000,00

€ 125.000,00

angri centralissimo Appar.to di 5 vani + 2 acc.ri ampie balconate. Ottimo stato € 220.000,00

€ 225.000,00

€ 150.000,00

€ 70.000,00

servizi finanziari

Mutuo casa Prestiti personali Leasing- Consolidamento debiti Cessione del quinto


A80_apr_2010