Page 1

e-zine

l’amico degli animali

La prima rivista multimediale sul mondo Pet

N. 09 - Settembre 2017

SALUTE ANIMALE

Elettrobisturi in veterinaria

L’ANGOLO DELLA POESIA Trilussa: Er Cane

QUI DEMAS

Che ti asPETti dal tuo pelosetto?


Sommario

.............................. Salute animale pag 4 - 9 Il periodo pre operatorio nel cane e nel gatto L’elettrobisturi in veterinaria TC (tomografia computerizzata) nei pet Lussazione della rotula La cataratta Curiosità

19

Prevenzione pag 11 Farmaci umani per pet: un periocoloso connubio è l’ora di un check up Angolo gatto pag 15 Ansia da luogo chiuso nel gatto Angolo cane pag 17 Iceland sheepdog

Prevenzione

11

Curiosità pag 19 I gatti vengono da un tempo molto lontano Lucca e la medaglia al valore L’angolo della lettura pag 25 Amare, capire, educare il proprio gatto L’angolo della poesia pag 27 Poesia di Trilussa: Er cane

Salute animale

4

Qui Demas pag 30 Che ti asPETti dal tuo pelosetto? Viaggiando pag 34 Gallipoli Pet quiz pag 36

l’amico degli animali EDITORE

Demas Srl - Cir.ne Orientale 4692 00178 - Roma - Tel. 06.41.79.05 info@demas.it - www.demas.it

Giulius E-zine - Giornale On line Punti Vendita Via Carlo Emery, 135 - 00188 Roma Tel. 06.41.79.05.500 Circonvallazione Orientale, 4692 – 00178 Roma Tel. 06.41.79.05 LUN - SAB 09.00 -19.00 Orario continuato Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 – 00054 Fiumicino (RM) Tel. 06.41.79.05.500 LUN - SAB 09.00 - 13:00 14:00 - 18:00 Per visualizzare e scaricare il magazine è necessario aver installato Adobe Reader (download gratuito dal sito www.adobe.com).

LEGENDA Torna all’Homepage Clicca sulla freccia per vedere i link esterni


salute animale

IL PERIODO PRE OPERATORIO NEL CANE E NEL GATTO

G

li interventi chirurgici non urgenti, programmati in anticipo costituiscono la condizione ideale, in quanto offrono la possibilità di pianificare anticipatamente l’intervento e di assicurare le condizioni migliori possibili per l’esecuzione di una corretta operazione. Cosa può fare il proprietario dell’animale. • Informare il veterinario di tutti i problemi di salute dell’animale, anche quando non sembrano essere collegati al motivo dell’intervento. • Verificare che tutti i farmaci prescritti siano somministrati correttamente all’animale. • Non apportare modificazioni significative della gestione della vita quotidiana dell’animale, in particolare della dieta, a meno che non sia richiesto dal veterinario. • Evitare il contatto con animali che potrebbero rappresentare una fonte di infezione. • Il giorno prima dell’intervento sarà opportuno pulire l’animale e rimuovere i peli sporchi o arruffati. • Incoraggiare l’animale a defecare e urinare subito prima del ricovero per l’intervento. • Seguire tutte le indicazioni fornite dal veterinario. Ad esempio è generalmente richiesto di tenere a digiuno gli animali per un po’ di tempo prima dell’anestesia generale. Visita di controllo generale preoperatoria Poco prima dell’intervento, il veterinario: • Rivedrà la storia clinica dell’animale; • Visiterà l’animale per valutare il suo attuale stato di salute; • Preleverà un campione di sangue e urina da sottoporre ad analisi per un check up pre intervento. A questo punto l’animale sarà sottoposto all’intervento chirurgico 4

C. A.


salute animale

L’ELETTROBISTURI IN VETERINARIA

A. Ciorba

I

n medicina veterinaria si è avuta una notevole evoluzione sia della qualità delle terapie sia delle attrezzature elettromedicali disponibili per l’esecuzione di interventi più o meno complessi. L’elettrobisturi è impiegato in sala operatoria, per ovviare a problemi connessi con la fuoriuscita di sangue dovuta alla recisione di vasi sanguigni e capillari ( emorragie ). Esso consente a seconda del suo utilizzo un’azione di taglio o di coagulo sull’animale operato. L’effetto termico della corrente sul tessuto può portare a differenti trasformazioni sulle cellule che lo compongono a seconda della temperatura raggiunta.

Se questa è inferiore ai 100 °C si produce l’evaporazione dell’acqua contenuta nelle cellule e così si ottiene il blocco della fuoriuscita del sangue; se invece è superiore ai 100 °C, si ottiene la distruzione della cellula e quindi il taglio del tessuto; se infine la temperatura è molto superiore ai 100 °C si ottiene la carbonizzazione del tessuto e tale forma di coagulazione detta cauterizzazione è utilizzata in dermatologia per distruggere parti di tessuto come cura di particolari forme patologiche.

5


salute animale

TC (tomografia computerizzata) nei pet

A. Ciorba

L

a Tomografia computerizzata, già nota come tomografia assiale computerizzata (TAC), è una modalità di produzione di immagini a scopo diagnostico nei nostri animali, ampiamente utilizzata in medicina veterinaria ad esempio nel campo della neurologia. Le indicazioni per il suo uso in pazienti neurologici includono acquisizioni del cervello e del cranio, delle  bolle timpaniche (struttura ossea cava sita nella parte posteriore del cranio che racchiude gran parte dell’orecchio), della  colonna vertebrale cervicale e toraco - lombare, della cauda equina (anomalia di nervi spinali)  e, in combinazione con la mielografia (tipo di esame radiologico del midollo spinale e dei suoi involucri meningei  che utilizza un  mezzo di contrasto  radiopaco per rilevare patologie a carico del midollo spinale), il midollo spinale.

6


salute animale

Può anche essere utilizzata per valutare i tessuti molli del plesso brachiale (uno dei sei plessi nervosi appartenenti al sistema nervoso periferico costituito dai rami anteriori dei nervi spinali) e per l’individuazione di ernie del disco intervertebrale. Essa ha il vantaggio di fornire un buon dettaglio del tessuto (in particolare delle ossa), generando immagini trasversali che possono essere ricostruiti in piani diversi. Gli svantaggi sono rappresentati dal fatto di dover mettere il paziente in anestesia generale, lo scarso dettaglio del midollo spinale e delle strutture sottotentoriali (il dettaglio migliore per queste strutture anatomiche si ha con Risonanza Magnetica) e l’assorbimento da parte del paziente di raggi x. Il contrasto e la risoluzione dei tessuti molli non è eccellente come con la RM.

7


salute animale

Lussazione della rotula

C. A.

L

a rotula (o patella) è un piccolo osso situato all’interno del tendine di inserzione del muscolo quadricipite. è parte integrante dell’articolazione del ginocchio del cane e del gatto e la sua funzione è quella di aumentare il braccio di leva dell’apparato estensorio della coscia ed aumentare l’efficienza della contrazione quadricipitale. La  lussazione  rotulea si verifica quando questo osso si sposta al di fuori del solco della parte distale del femore; il mal posizionamento della rotula può avvenire in senso mediale (all’interno del ginocchio) o laterale (all’esterno del ginocchio). La sintomatologia può presentarsi in maniera acuta, con zoppia improvvisa, associata o meno a guaiti, e si risolve in pochi istanti (il cane muove la zampa in modo da far tornare la rotula nella sua posizione naturale), oppure con una  zoppia cronica di grado moderato, associata a rigidità “a freddo”. La condizione più comune è quella della lussazione mediale di rotula, è stata evidenziata una predisposizione in cani di razze piccole e toy (Barboncino, Yorkshire terriers, Volpino di Pomerania, Pechinese, Chihuahua and Boston Terrier), ma anche in razze grandi  (Labrador). La  lussazione laterale si verifica soprattutto in cani di razza grande e gigante. Nei gatti questa patologia è meno comune rispetto al cane. Il trattamento della lussazione rotulea può essere di tipo conservativo o chirurgico a seconda del grado di gravità della lesione. 8


salute animale

LA CATARATTA

L

A. C.

a cataratta è una patologia oculare caratterizzata dalla presenza di opacità e conseguentemente dalla perdita di trasparenza a livello del cristallino (Il cristallino è una lente normalmente trasparente che si trova subito dietro l’iride e la sua funzione è quella di mettere a fuoco le immagini sulla retina). La mancata trasparenza che ne consegue può determinare, in base alla sua localizzazione, densità e ampiezza, una perdita della visione da parziale a totale. L’opacamento può interessare solo una porzione o tutto il cristallino, fino a rendere impossibile la visione. Nell’occhio affetto il proprietario dell’animale si accorge che la pupilla, normalmente nera, diventa bianca o azzurra. Il cane affetto da cataratta può manifestare deficit visivi, dolore e fastidio all’occhio interessato. La fisiopatologia della cataratta è imputabile ai cambiamenti che alcuni fattori esercitano nei confronti delle componenti del  cristallino  più che all’effetto infiammatorio diretto, essendo questa struttura non vascolarizzata.

Numerose sono le cause che possono portare all’insorgenza della cataratta come problemi metabolici, ereditarietà, traumi. La diagnosi è esclusivamente clinica, strumentale. La malattia presenta maggiore incidenza nel cane rispetto al gatto e se non trattata, oltre che alla diminuzione o perdita del visus, può dare origine   all’insorgenza di altri problemi patologici. La cura della cataratta nel cane è rappresentata esclusivamente dall’intervento chirurgico. 9


www.foschigroup.com

L’azienda Foschi è presente da più di 100 anni nel mondo del Veterinario, fornendo tutte le attrezzature necessarie per curare al meglio i nostri amici animali. Con l’obiettivo di essere il più possibile vicina alle esigenze dei Veterinari e garantire il miglior servizio.

Più di 20.000 articoli Fidelity card gratuita con importanti sconti Customer service dedicato Assistenza tecnica in tutta Italia Corsi di formazione Consegna rapida e sicura Foschi Srl Via di Salone, 132 00131 Roma Tel: +39 06 98263800 Fax +39 06 98263899 info@foschigroup.com

10

Per informazioni, preventivi e ordini puoi contattarci al numero +39 06 417.905.800 o inviare un’email a preventivi@foschigroup.com o a ordinivet@foschigroup.com


prevenzione

FARMACI UMANI PER PET: UN PERICOLOSO CONNUBIO

A. C.

U

na pubblicazione su una rivista internazionale riaccende l’attenzione su una non corretta usanza seguita da proprietari di cani e gatti cioè quella di somministrare loro farmaci umani. Ciò sembra fondamentalmente motivato da ragioni di natura economica dovute al fatto che principi attivi similari hanno costi diversi non tenendo però conto come sia necessario utilizzare farmaci espressamente formulati e realizzati per le caratteristiche fisiologiche dei nostri pet. Vale sempre la regola di evitare il fai da te, il seguire i consigli di fantomatici blog , ma la necessità di affidarsi al consiglio professionale del nostro veterinario. La rivista americana DVM 360 riporta poi una serie di farmaci umani che non dovrebbero essere assolutamente impiegati nei nostri animali come ad esempio: • Antinfiammatori come ibuprofene, naprossene, ma anche paracetamolo, che possono indurre creano gravi problemi gastrointestinali, epatici e renali. • Antidepressivi e ansiolitici (benzodiazepine, duloxetina), che possono dar luogo a problemi neurologici alterare pressione sanguigna e temperatura corporea, • ACE-inibitori e beta-bloccanti che, somministrati in dosi e tempi sbagliati, possono dare problemi a livello renale e cardiaco in cani e gatti. • Farmaci ormonali (estrogeni, ormoni tiroidei).

11


prevenzione

è L’ORA DI UN CHECK UP

A

A. C.

nche i nostri piccoli amici hanno bisogno di fare un “tagliando “ per monitorare lo stato delle varie funzioni organiche e per far valutare da un esperto se determinati sintomi o modificazioni comportamentali sono la conseguenza od il campanello di allarme di disturbi generalizzati. Il proprietario dell’animale deve sempre controllarlo con attenzione, in quanto sono di fondamentale importanza le sue osservazioni riguardanti possibili alterazioni dello stato di salute dell’animale.

Significative sono le notizie, che potrà fornire al sanitario, concernenti i luoghi che l’animale frequenta od ha frequentato in vacanza, durante le passeggiate, i possibili incontri che ha avuto con atri soggetti od animali di specie diversa, se nell’ambiente domestico sono state effettuate disinfezioni, disinfestazioni, derattizzazioni, la normale frequenza delle funzioni organiche, il tipo di alimentazione, le cure praticate, ecc. Ulteriori attenzioni vanno rivolte ad una scrupolosa osservanza del rispetto delle scadenze vaccinali per non lasciare periodi in cui l’animale sia potenzialmente aggredibile da virus & Co. 12


prevenzione

Per un approfondito check up oggi abbiamo a disposizione un’ampia gamma di possibilità: • test ematologici per valutare alterazioni delle cellule del sangue; • esami ematochimici, per monitorare lo stato di funzionalità di numerosi organi e tessuti (esempio fegato, rene, pancreas, muscoli); • esami radiografici, ecografici, endoscopici, elettrocardiografici; • test sierologici per evidenziare possibili infezioni in atto, parassitosi, ecc. • test cutanei rivolti all’identificazione di cause allergiche; • esami citologici ed istologici per la valutazione di lesioni patologiche insorte in determinati tessuti

13


Gusto e benessere, della tradizione mediterranea.

con

La Ric della Vetta ita

I b uon i amici d ingredienti el bene ssere

Sapori italiani garantiti, materie prime fresche e disidratate, gluten free o grain free: Italian Way conquisterĂ cane e gatto con La Ricetta della Vita, connubio di gusto e proprietĂ  beneďŹ che. Per prenderci cura di loro, come di noi stessi.

14

ItalianWay Pet www.italianwaypet.it


angolo gatto

ANSIA DA LUOGO CHIUSO NEL GATTO

A. C.

T

alora il gatto in ambiente domestico mette in atto un comportamento di aggressione di tipo predatorio con morsi e graffi a carico di caviglie, polpacci, mani e occasionalmente anche del viso dei proprietari. In giovane età, verso i 4 – 5 mesi, compaiono fasi di iperattività, soprattutto all’alba ed al tramonto, rappresentate da corse in ogni direzione dell’appartamento con salti sui mobili, sui divani, sui muri, sui letti, sulle finestre. Finché il gatto è piccolo tutto è tollerato la situazione cambia quando diviene adulto. Sarà quindi opportuno adottare degli accorgimenti in casa per una migliore convivenza uomo animale. Sarà opportuno che il proprietario trascorra qualche ora in compagnia del gatto. Il rapporto deve essere basato sul gioco, sui contatti fisici. I giochi devono permettere al gattino di svolgere un’attività di caccia e devono possedere le caratteristiche delle prede. Meglio non fare giocare il gattino con le mani o con i piedi in quanto, in futuro, potranno trasformarsi in prede e come tali essere oggetto di graffi e di morsi. Per quanto riguarda il cibo è opportuno collocarlo nell’abitazione in due o più punti. 15


Leader nella distribuzione veterinaria in Italia

DOVE L’ECCELLENZA È IL VALORE PIÙ SEMPLICE

FIDUCIA PROFESSIONALITÀ DISPONIBILITÀ 16

WWW.DEMAS.IT

DEMAS SRL VIA DI SALONE, 132 - 00131 ROMA - SEGRETERIA: 06 417905


Angolo cane

Iceland Sheepdog

A. C.

Il Cane da pastore islandese è un cane di mediapiccola taglia. Appartiene alla famiglia degli Spitz. Razza resistente e solida. Molto vivace e allegro. Possiede un’agilità impressionante. Ha una buona velocità nella corsa, rapido nei movimenti e reattivo. Ama essere al centro dell’attenzione. Molto affezionato e fedele. È un cane che dà molte soddisfazioni per il suo carattere. Può vivere in casa senza causare problemi. Standard Altezza: tra 37-45 cm. Peso: circa 14 kg. Tronco: torace ampio, disceso. Ventre ben retratto. Tronco forte, compatto. Testa e muso: leggera, abbastanza larga fra le orecchie. Muso più corto che lungo, stop evidente. Labbra tese e chiuse. Tartufo: nero. Denti: forti e completi nel numero. Collo: corto, robusto e leggermente arcuato, ben eretto. Orecchie: larghe alla base, triangolari, appuntite, ben erette. Occhi: piccoli e rotondi, scuri. Arti: dritti con buona muscolatura. Piedi ovali, cuscinetti plantari ben sviluppati. Spalla: dritta, non obliqua. Andatura: ritmica e regolare. Muscolatura: ben sviluppata e in rapporto alla mole. Coda: di media lunghezza, con peli lunghi, ricurva sul dorso. Pelo: piuttosto duro, di media lunghezza, più lungo sul collo, sulle cosce e sulla coda, appiattito sul corpo, corto sulla testa e sugli arti. Colori ammessi: bianco con macchie fulve, dorate, fulvo chiaro con punte scure. 17


18


curiosità

I gatti vengono da un tempo molto lontano

L

A. C.

’analisi del Dna di 200 gatti vissuti negli ultimi 9.000 anni ha messo in evidenza come sono stati dei veri e propri dominatori del mondo, con un “impero” che si estende dalla Romania del Mesolitico all’Angola dei nostri giorni, passando per l’antico Egitto ed il Medioevo. La ricerca è stata coordinata dalla genetista Eva-Maria Geigl, del Centro nazionale della ricerca scientifica francese (Cnrs). I ricercatori hanno analizzato il Dna dei resti di gatti scoperti nei siti archeologici, comprese mummie di gatti dell’antico Egitto e Dna di gatti selvatici africani moderni. L’analisi ha mostrato che i gatti domestici discendono dal gatto selvatico africano (Felis silvestris lybica) e che il legame con gli esseri umani sarebbe nato agli albori dell’agricoltura, nella Mezzaluna Fertile, circa 10.000 anni fa. Questo perché i primi insediamenti agricoli probabilmente attirarono i gatti selvatici perché erano ricchi di topi e gli agricoltori accolsero con favore questi animali perché mantenevano le scorte di cereali libere dai roditori. In una fase successiva, i gatti si sono diffusi ovunque, seguendo gli spostamenti delle comunità agricole e il commercio che partiva dall’Egitto. Utilizzati per combattere i topi sulle navi commerciali egiziane, i gatti hanno viaggiato dall’Asia meridionale, all’Africa, all’Europa. ( LA ZAMPA ) 19


curiosità

Lucca e la Medaglia al Valore a cura di Agnese Monaco http://agnesemonaco.altervista.org www.facebook.com/AgneseMonacoOfficial Londra 2012 – Lucca, un pastore tedesco di dodici anni, ha ricevuto una medaglia al merito, la famosa “Dickin Medal” (L’equivalente della medaglia Victoria Cross, la più alta decorazione militare al Valore del Regno Unito), per il sacrificio a cui è stata sottoposta in guerra con ben oltre 400 missioni per la US Marine Corps. La cagnolona, perse una zampa in Afganistan mentre cercava un esplosivo. Dopo l’esplosione, nonostante raccontano i soldati, che pensavano fosse morta, Lucca si rialzò continuando a scovare altre bombe. Fu portata immediatamente in ospedale ed operata.

20

Per dieci giorni è rimasta appesa tra la vita e la morte, per poi superare il tutto. Attualmente la longeva “medagliata”, pensionata dal suo impiego, tiene lezioni nelle Scuole Elementari, con il sergente Chris Willingham, che si prende cura di lei. Egli ha affermato, che il coraggio della cagnolina, rimasta tripode, è stato determinante a tenere alto il morale delle truppe. Il Sergente Willingham aggiunge anche che Lucca è stata l’unica ragione per cui è riuscito a tornare salvo dalla sua famiglia. Fonti : Corriere della sera, vanitypets.


Ph: Sergei Sarakhanov

milkadv.it

camon.it

Ad a

per cani e tto

tti ga

en zion atur te

e al

Pro

PROTEGGERLi TI VIENE NATURAL E. ANCHE A NOI.

Protectionline

La linea Camon® all’Olio di Neem, un aiuto naturale contro insetti e parassiti. Per la salute del tuo amico a quattro zampe, Camon ha creato una linea di prodotti dall’efficacia e sicurezza testate. Una gamma completa, a base di Olio di Neem: l’estratto naturale più sgradito a insetti e parassiti. Scopri tutti i prodotti su camon.it

21

21


SPLENDIDI SPLEN…DENTI!

P

Attenzione all’igiene orale di cane e gatto

roblemi a denti e gengive possono “affliggere” anche i nostri amici quattrozampe, proprio come noi. Per aiutarli a prevenire questi fastidiosi disturbi è decisivo prestare adeguata attenzione alla loro igiene orale, con controlli frequenti e accurati, e non trascurare i segnali (alito cattivo, scarso appetito, tracce di sangue nell’acqua, sui giochi che stimolano la masticazione, fino alla perdita dei denti stessi) che possono far sospettare la presenza di problematiche da risolvere.

UN UTILE RIPASSO.

Gli animali domestici più comuni nelle nostre case, ovvero cane e gatto, hanno una dentizione strutturata in due diverse tipologie: quella da latte, composta da 28 denti nel cane e da 26 nel gatto, e quella definitiva che prevede 42 denti nel cane e 30 nel gatto. Anche per loro vale la nostra suddivisione tra incisivi, canini, premolari e molari. La dentizione definitiva viene solitamente raggiunta al termine del 7° mese di vita nel cane e al termine del 6° nel gatto. È comunque importante sapere che questi dati numerici possono variare tra le diverse specie e razze. LA BASE? UN’IGIENE ORALE ATTENTA.

I problemi più comuni legati all’igiene orale nascono dalla placca, ossia il fastidioso strato di batteri che si moltiplicano con grande rapidità sui denti e che se non rimossi tempestivamente tendono a mineralizzare trasformandosi in tartaro. Quest’ultimo, dove attecchisce, “trasforma” la superficie del dente che diventa ruvida e favorisce un’ancora maggiore aderenza di placca e batteri. È chiaro quindi che, una volta arrivati a questo punto, una volta cioè che il tartaro si sia fatto “strada” nei denti, solamente l’intervento del proprio medico veterinario di fiducia potrà far ritrovare il migliore…sorriso al nostro quattrozampe!

DALLA BOCCA POSSONO ORIGINARE DIVERSE MALATTIE!

La malattia del cavo orale più comune per cane e gatto è la parodontite, ovvero l’infiammazione delle gengive dovuta ad attacco batterico. Tutti i cani e gatti ne possono venire colpiti durante la loro vita. Curarla, di per sé, non è cosa difficile. Molto più difficile è invece cercare di evitarne le ricadute. Oltre alla parodontite, altri disturbi altrettanto preoccupanti del cavo orale possono essere le gengiviti


(infiammazioni dei tessuti gengivali che provocano gonfiore, arrossamento, riscaldamento e sanguinamento) e stomatiti (infiammazioni del tessuto mucoso del cavo orale e che possono coinvolgere la lingue, le guance, le labbra ma anche il palato). ALCUNI PREZIOSI SUGGERIMENTI.

Come spesso si dice, anche in questo caso la prevenzione è l’ideale: offriamo al nostro quattrozampe cibo secco, utilizziamo ossa di pelle di bovino e simili oppure snack vegetali per favorire una pulizia dei denti, cercando di spazzolare spesso e con cura la sua dentatura, meglio se almeno una volta al giorno. Sarà sufficiente avere uno spazzolino e un dentifricio apposito ma, soprattutto, decisivo sarà scegliere il momento migliore per procedere con la pulizia. Quale? Quello in cui il nostro animale è rilassato e possibilmente in un ambiente che ben conosce e che gli trasmetta sicurezza. SE ARRIVIAMO…”TARDI”?

Se invece dovessimo distinguere ormai tardi la presenza di placca e tartaro sui denti del nostro animale, come detto in precedenza sarà necessario rivolgersi al nostro veterinario di fiducia: le tecnologie ad ultrasuoni sono molto silenziose e consentono di ottenere ottimi risultati nella pulizia della dentatura. STOMOSKIN GEL E COLLUTORIO: CONTRO IL DEPOSITO DELLA PLACCA…

Per contribuire al trattamento e alla prevenzione dei problemi come stomatiti, gengiviti, afte e ulcere, la linea Orme Naturali di Camon offre diversi prodotti completamente naturali specifici tra cui ricordiamo Stomoskin, disponibile sia nella versione Gel Gengivale che in quella Collutorio, che agisce nel supporto all’igienizzazione dl cavo orale e nel mantenimento del normale equilibrio fisiologico delle mucose, grazie alla presenza di Malva Sylvestris, Aloe Vera, Linfa di Copaiba e Croton Lechleri. …E ALTRI UTILI PRODOTTI!

Parlavamo poco fa degli strumenti “del mestiere”. Camon propone anche svariati modelli di spazzolini appositamente pensati per gli animali domestici e, sempre con la propria linea Orme Naturali, mette a disposizione diversi tipi di dentifrici naturali e di qualità, sia in pasta che in spray, ottimo quest’ultimo in quanto riesce a distribuirsi anche negli interstizi più difficili da raggiungere. Questi dentifrici specifici contengono una sinergia di argille ed olii essenziali. Inoltre la presenza della bromelina, enzima presente nell’ananas e nella propoli, con le sue proprietà proteolitiche, consente di intaccare le proteine e, di conseguenza, la placca batterica. Tante piccole attenzioni che ci consentiranno di offrire ai nostri pet friend un sorriso sempre splen…dente!


URA AMA I L TU O AN I MALE, R I S P ET TA L A S UA NAT

8in1 MINIS Nuovi snack naturali SENZA GLUTINE basso contenuto calorico senza zuccheri aggiunti

formula senza glutine

senza zuccheri aggiunti

magro

24

www.8in1.eu


l’angolo della lettura

Amare, capire, educare il proprio gatto

C. A.

I

n questo libro Joël Dehasse ci fornisce diverse utili indicazioni per meglio comprendere l’indole dei nostri amici a quattro zampe Lo fa con semplicità e chiarezza, mettendo davvero la sua competenza al servizio del lettore. Chi possiede un gatto sicuramente gli trasmette tenerezza e affetto, ma raramente cerca di indovinare cosa si nasconde dietro certi atteggiamenti enigmatici che sono prerogativa della razza felina. Il libro ci insegna a rendere più confortevole l’esistenza del micio entrato a far parte della nostra famiglia, senza pretendere da lui una ridicola sudditanza, ma riconoscendo la sua natura, i suoi istinti, i suoi rituali. Dehasse dimostra che è possibile educare il nostro gatto a una convivenza basata sul rispetto reciproco, attraverso tappe graduali di un percorso in cui l’uomo e l’animale imparano a conoscersi e ad accettarsi senza prevaricazioni.

• Joël Dehasse • Traduttore: S. Favaro 25


Gra in

Fre e

TM

Non dovrai più andare IN CAPO AL MONDO per trovare gli INGREDIENTI PIÙ PULITI per il benessere del tuo cane. L’ABBIAMO FATTO NOI

AL TUO POSTO!

LEGEND ALL LIFE MEDIUM/LARGE è un alimento studiato appositamente per cani di media e grande taglia, grain free e monoproteico, ricco di acciughe lavorate intere e pescate in mare aperto. Ingredienti puliti ottenuti da fonti biologicamente pure, associati HSS»LMÄJHJPHKLNSPLZ[YH[[PÄ[V[LYHWPJPWLYPSILULZZLYLKLS[\VJHUL Scopri anche gli UMIDI e gli SNACK Legend! Tutti made in Iceland, oasi ancora incontaminata, per garantire il nostro Programma di Nutrizione Integrato! IN ICEL A DE

IN

MO

NDO

• ND

seguici su facebook

TE

26

www.forza10.com

O LE PR

MADE IN ITALY

•MA

NEW

E

P IÙ P UL I T E

AL


L’ANGOLO DELLA POESIA

POESIA DI TRILUSSA ER CANE “Che cane buffo! E dove l’hai trovato?” Er vecchio me rispose: “è brutto assai, ma nun me lascia mai: s’è affezionato. L’unica compagnia che m’è rimasta, fra tanti amichi, è ‘sto lupetto nero: nun è de razza, è vero, ma m’è fedele e basta. Io nun faccio questioni de colore: l’azzioni bone e belle vengheno su dar core sotto qualunque pelle.”

27


Qui demas

Che ti asPETti dal tuo pelosetto?

Pamela Sales

A

vete passato bene le vacanze in compagnia dei vostri pelosetti? Il mese scorso vi abbiamo dato qualche consiglio su come comportarvi e su cosa portare con voi per una vacanza speciale insieme al vostro amico. Ma le vacanze ancora non sono finite, e, per tutti i nostri amici che hanno intenzione di partire ad agosto e per quelli che sono rimasti in città, abbiamo messo a disposizione gli articoli dei nostri punti vendita che nel mese di agosto sono rimasti operativi e con tante promozioni! Anche questo mese abbiamo colto l’occasione per utilizzare la nostra pagina Facebook per sensibilizzare i follower sui delicati temi dell’abbandono e del randagismo, pubblicando notizie che riguardano Onlus che si dedicano alla raccolta fondi per i pelosetti meno fortunati. Non sono mancati alcuni preziosi consigli; abbiamo cercato di rispondere alle domande che più spesso si pongono i padroni di Fido e Micia:“Come mi comporto se il mio cane si morde le zampe?”

30


Qui demas

“Come faccio a far mangiare i croccantini al micetto che li rifiuta?”. A volte non è semplice riuscire a comprendere completamente ciò che i piccoli ci stanno chiedendo, perché si muovono in modo particolare o perché emettono “strani” versi, e da padroni ci chiediamo se ci stiamo comportando bene nei loro confronti. Capita anche che qualcosa che pensiamo sia per loro di aiuto, in realtà risulti deleteria. In tutti questi casi, noi consigliamo sempre ai nostri follower di non agire impulsivamente, ma piuttosto di informarsi bene e di consultare un veterinario.

Se sei curioso di conoscere gli argomenti che ci stanno più a cuore, visita il nostro BLOG su www.giulius.com e dai un’occhiata alla pagina FACEBOOK@GIULIUSPETSHOP.IT. Ti aspettiamo! 31


SHVRQHWWRPO

XEREM VET COADIUVANTE NELLE FORME DI DERMATITI SVOLGE AZIONE RIEPITELIZZANTE E CICATRIZZANTE FACILITA IL RIMODELLAMENTO DELLA CUTE ASSICURA UN’AZIONE BATTERICIDA, ANTINFIAMMATORIA E FUNGICIDA CONTRIBUISCE A LENIRE PRURITO, BRUCIORE E ARROSSAMENTO CUTANEO CONSIGLIATO IN CASO DI: • • • • • • • • • • • •

Processi desquamativi della cute, arrossamenti, irritazioni Piaghe e insulti da decubito Dermatiti (anche da contatto), manifestazioni allergiche, prurito Ragadi e ferite da allattamento 8OFHUHVXSHU¿FLDOL Eritemi, piccole ustioni Edemi Ritardi di cicatrizzazione, interventi di chirurgia Punture di ragni, api, calabroni ed altri insetti, contatti con agenti urticanti Protezione del polpastrello e degli spazi interdigitali Igiene del condotto uditivo Fissurazioni e insulti da freddo o salmastro

COMPOSIZIONE: Morinda citrifolia, frutto (estratto secco titolato al 15 %): +DD]LRQHDQWLQ¿DPPDWRULDDQWLGRORUL¿FDDQWLEDWWHULFDHGDQWLPLFRWLFD(¶XQRWWLPRULHSLWHOL]]DQWHFRQWUDVWDJOLVWDWL GHVTXDPDWLYLHDFFHOHUDLSURFHVVLULJHQHUDWLYLGHOODFXWH &DOHQGXODRI¿FLQDOLV /DSUHVHQ]DGLÀDYRQRLGLWULWHUSHQLHGDOIDPXUROHQHDVVLFXUDD]LRQHDQWLQ¿DPPDWRULDEDWWHULFLGDHIXQJLFLGD1RWD DQFKHSHUO¶HIIHWWROHQLWLYRHGHPROOLHQWH &RORVWURERYLQR $VVLFXUDD]LRQHFLFDWUL]]DQWHHULHSLWHOL]]DQWH Il colostro contiene numerosi fattori di crescita epitelialiFKHSURPXRYRQRODFRUUHWWDULFUHVFLWDGHOO¶HSLWHOLRIDYRUHQGROD ULSDUD]LRQHGHOOHOHVLRQLFXWDQHH/DSUHVHQ]DGHOOHImmunoglobulineVWLPRODLQDWXUDOLPHFFDQLVPLORFDOLGLGLIHVD Il colostro contiene anche numerose InterleuchineFKHFRDGLXYDQRDOODFRUUHWWDULVROX]LRQHGHLSURFHVVLLQ¿DPPDWRULLO OLVR]LPDFKHJDUDQWLVFHHI¿FDFHDWWLYLWjDQWLPLFURELFDHYLWDPLQH$%&HG((¶LQROWUHULFFRLQ=ROIRDQFK¶HVVRFRLQ YROWRQHLSURFHVVLGLULHSLWHOL]]D]LRQH 9HUEHQDRI¿FLQDOLV (XJHQLDFDU\RSK\OOXV ISTRUZIONI PER L’USO: 9DSRUL]]DUHRDSSOLFDUHFRQO¶DXVLOLRGLXQDJDU]DVWHULOHVXOOD]RQDLQWHUHVVDWD SDUWLJODEUH XQDRSLYROWHDOJLRUQR 













XEREM VET













VFKHGDDGXVRLQWHUQR

352'277262/23(58629(7(5,1$5,27(1(5()825,'$//$3257$7$'(,%$0%,1, &216(59$5(,1/82*2)5(6&2($6&,8772('$/5,3$52'$//$/8&(


BIBLIOGRAFIA  3DOX$6X&=KRX%1:HVW%-HQVHQ-:RXQGKHDOLQJHIIHFWVRIQRQL 0RULQGDFLWULIROLD/ OHDYHV DPHFKDQLVPLQYROYLQJLWV3'*)$$UHFHSWRUOLJDQGELQGLQJDQGSURPRWLRQRIZRXQGFORVXUH3K\ WRWKHU5HV    +LUD]XPL$)XUXVDZD(&KRX6&+RNDPD<,PPXQRPRGXODWLRQFRQWULEXWHVWRWKHDQWLFDQFHUDFWLY LW\RI0RULQGDFLWULIROLD QRQL IUXLWMXLFH3URF:HVW3KDUPDFRO6RF  3DZOXV$'6X%1.HOOHU:-$QDQWKUDTXLQRQHZLWKSRWHQWTXLQRQHUHGXFWDVHLQGXFLQJDFWLYLW\DQG RWKHUFRQVWLWXHQWVRIWKHIUXLWVRI0RULQGDFLWULIROLD 1RQL -1DW3URG  $NLKLVD70DWVXPRWR.7RNXGD+$QWLLQÀDPPDWRU\DQGSRWHQWLDOFDQFHUFKHPRSUHYHQWLYHFRQVWLWX HQWVRIWKHIUXLWVRI0RULQGDFLWULIROLD 1RQL -1DW3URG  %DVDU68KOHQKXW.+|JJHU36FK|QH)DQG:HVWHQGRUI-$QDOJHVLFDQG$QWLLQÀDPPDWRU\$FWLYLW\ RI0RULQGDFLWULIROLD/ 1RQL )UXLW3K\WRWKHU5HV±  0F&RUPDFN*1RQL$0LUDFOH0HGLFLQH"&RRN,VODQGV1DWXUDO+HULWDJH3URMHFW  (IVWUDWLRX(+XVVDLQ$,1LJDP360RRUH-($\XE0$5DR-5$QWLPLFURELDODFWLYLW\RI&DOHQGXOD RI¿FLQDOLV SHWDO H[WUDFWV DJDLQVW IXQJL DV ZHOO DV *UDPQHJDWLYH DQG *UDPSRVLWLYH FOLQLFDO SDWKR JHQV&RPSOHPHQW7KHU&OLQ3UDFW$XJ    6DLQL3$O6KLEDQL16XQ-=KDQJ:6RQJ)*UHJVRQ.6:LQGVRU/-(IIHFWVRI&DOHQGXODRI¿FL QDOLVRQKXPDQJLQJLYDO¿EUREODVWV+RPHRSDWK\$SU    6]DNLHO$5XV]NRZVNL'*UXGQLDN$.XUHN$:ROVND.,'ROLJDOVND0-DQLV]RZVND:$QWLEDFWH ULDODQGDQWLSDUDVLWLFDFWLYLW\RIROHDQROLFDFLGDQGLWVJO\FRVLGHVLVRODWHGIURPPDULJROG &DOHQGXOD RI¿FLQDOLV 3ODQWD0HG1RY   5DGLR]D 6$ ,XUFKDN /'>$QWLPLFURELDO DFWLYLW\ RI &DOHQGXOD / SODQWV@0LNURELRO =  6HS 2FW   3UHHWKL.&.XWWDQ*.XWWDQ5$QWLLQÀDPPDWRU\DFWLYLW\RIÀRZHUH[WUDFWRI&DOHQGXODRI¿FLQDOLV/LQQ DQGLWVSRVVLEOHPHFKDQLVPRIDFWLRQ,QGLDQ-([S%LRO)HE   *ORRU 0 5HLFKOLQJ - :DVLN % +RO]JDQJ +($QWLVHSWLF HIIHFW RI D WRSLFDO GHUPDWRORJLFDO IRUPXOD WLRQWKDWFRQWDLQV+DPDPHOLVGLVWLOODWHDQGXUHD)RUVFK.RPSOHPHQWDUPHG.ODVV1DWXUKHLONG -XQ   'HWHUV$'DXHU$6FKQHW]()DUWDVFK0+HQVHO$+LJKPROHFXODUFRPSRXQGV SRO\VDFFKDULGHV DQGSURDQWKRF\DQLGLQV IURP+DPDPHOLVYLUJLQLDQDEDUNLQÀXHQFHRQKXPDQVNLQNHUDWLQRF\WHSUR OLIHUDWLRQDQGGLIIHUHQWLDWLRQDQGLQÀXHQFHRQLUULWDWHGVNLQ3K\WRFKHPLVWU\1RY   'DXHU$0HW]QHU36FKLPPHU23URDQWKRF\DQLGLQVIURPWKHEDUNRI+DPDPHOLVYLUJLQLDQDH[KLELW DQWLPXWDJHQLFSURSHUWLHVDJDLQVWQLWURDURPDWLFFRPSRXQGV3ODQWD0HG0D\   (UGHOPHLHU&$&LQDWO--U5DEHQDX+'RHUU+:%LEHU$.RFK($QWLYLUDODQGDQWLSKORJLVWLFDFWLYL WLHVRI+DPDPHOLVYLUJLQLDQDEDUN3ODQWD0HG-XQ   0DF.D\'+HPRUUKRLGVDQGYDULFRVHYHLQVDUHYLHZRIWUHDWPHQWRSWLRQV$OWHUQ0HG5HY $SU   5DWKH00OOHU.6DQJLOG37+XVE\6&OLQLFDODSSOLFDWLRQVRIERYLQHFRORVWUXPWKHUDS\DV\VWHP DWLFUHYLHZ1XWU5HY$SU   6WUXII:*6SURWWH*%RYLQHFRORVWUXPDVDELRORJLFLQFOLQLFDOPHGLFLQHDUHYLHZ3DUW,,FOLQLFDO VWXGLHV,QW-&OLQ3KDUPDFRO7KHU0D\  

XEREM VET DeakosVUO &RUVR1D]LRQDOH/D6SH]LDTel. Fax


viaggiando

Gallipoli

L

A. C.

a città di Gallipoli, situata sulla costa occidentale del Salento, affacciata sul mar Ionio, è divisa in due parti rispettivamente chiamate Borgo e Centro Storico, unite tra loro da un ponte. Il Borgo corrisponde alla parte moderna della città ed è situato su di un promontorio, mentre il centro storico si trova su un’ isola di origine calcarea. La parte antica di Gallipoli è circondata da bastioni e mura di difesa lunghe circa un chilometro e mezzo. L’assetto urbanistico del centro storico è caratterizzato da vie strette e tortuose. Gallipoli, tra le mete turistiche preferite della penisola salentina, è molto apprezzata sia per le sue bellezze naturalistiche sia per quelle monumentali. Il litorale di cui si fregia Gallipoli è tra i più affascinanti d’ Italia ed è formato da basse scogliere alternate ad ampie spiagge costeggiate dal lungomare. Tra le bellezze naturalistiche spicca l’isola di Sant’Andrea. Tra le sue bellezze monumentali e artistiche ricordiamo, invece, il Castello Angioino e il Rivellino, la Cattedrale di Sant’ Agata, la Chiesa del Sacro Cuore, la Chiesa del Carmine, di San Francesco da Paola, di Santa Cristina, di Santa Teresa da Altavilla, la Fontana Greca, le mura urbiche, il teatro Garibaldi. Gallipoli è d’estate invasa dai turisti, attratti dal mare cristallino, dalla natura, dall’arte, dalla cucina. Oltre al turismo la principale attività economica è rappresentata dalla pesca che fa di Gallipoli un’autentica città marinara. 34


viaggiando

Ottima la cucina. A Gallipoli, l’ora del pranzo e della cena è un momento magico. Tra gli antipasti potreste trovare la tradizionale “scapece”: piccoli pesci fritti e marinati tra strati di mollica gialla, colorata dallo zafferano, come anche le stuzzicanti “pittule” ripiene di baccalà, in cui le frittelle di pasta lievitata sono insaporite dal famoso merluzzo bianco conservato sotto sale. Il pesce è protagonista anche della portata del “baccalà con le patate”, cucinato in umido. Il famoso tubero pugliese è presente nella “taieddhra”, cotta al forno nell’omonima teglia in terracotta, in cui vengono riposti riso, patate e cozze. Le patate si incontrano con il mare nel “purpu alla pignata”, a base di polpo cotto in umido col sugo, il tutto adagiato nell’antico recipiente di terracotta che dà il nome alla pietanza. Da non dimenticare la minestra di farro con frutti di mare e scorfano, o la semola condita con cozze nere e noci ole tagliatelle con gamberi e crema di ceci. Ottima la pasta artigianale condita con sughi a base di pesce e frutti di mare. E tra un boccone di “minchiareddhi” e uno di “orecchiette”, non dimenticate di sorseggiare l’ottimo vino locale ( Malvasia, Lambrusco, Negroamaro e Primitivo tra i rossi, Chardonnay, Moscato e Verdeca fra i bianchi). Buona visita da Alessandro Ciorba


PET QUIZ

Pet quiz 1. Il papilloma vescicale è una lesione di: a bocca b cistifellea c vescica

2. Durata media gravidanza canguro: a 20 giorni circa b 35 giorni circa c 60 giorni circa

3. Il foro di Botallo è una malformazione di: a milza b fegato c cuore

4. Ai rettili appartiene a tartaruga b canarino c geko

5. Il plasma è di colore: a biancastro b giallo paglierino c arancione

6. Altezza media (cm) di un cane di razza chow chow: a 40 b 48-55 c 30

7. L’aldosterone è secreto da: a surrene b tiroide c ipofisi

8. I polifenoli hanno soprattutto attività: a anticolesterolo b vasoprotettiva c antiossidante

Le risposte corrette: 1c 2)b 3)c 4)a,c 5)b 6)b 7)a 8)c 36


iI prossimi eventi nei nostri negozi

2.9 TRAINER - (Gregna S.Andrea - Saxa Saxa rubra - Testa di Lepre) 6.9 BOLTON - (Saxa Rubra) 7.9 BOLTON - (Gregna S.Andrea) 8.9 FARMINA - (Gregna S.Andrea - Testa di Lepre - Saxa Rubra) 9.9 ROYAL CANIN - (Gregna S.Andrea -- Saxa Saxa rubra - Testa di Lepre) 14.9 AGRAS - (Gregna S.Andrea) 15.9 HILLâ&#x20AC;&#x2122;S - (Gregna S.Andrea - Testa di Lepre - Saxa Rubra) 16.9 MARPET - (Gregna S.Andrea - Testa di Lepre - Saxa Rubra) 18.9 GIUNTINI - (Gregna S.Andrea) 20.9 DORADO - (Gregna S.Andrea) 21.9 SANYPET - (Gregna S.Andrea) 22.9 BOLTON - (Gregna S.Andrea - Saxa Rubra) 23.9 ROYAL CANIN - (Saxa Rubra) 23.9 VALPET - (Gregna S.Andrea - Testa di Lepre) 23.9 UNION BIO - (Gregna S.Andrea) 28.9 DORADO - (Saxa Rubra) 29.9 GIUNTINI - (Saxa Rubra) 30.9 SANYPET - (Saxa Rubra) 30.9 ROYAL CANIN - (Gregna S.Andrea)

- Le date potranno subire variazioni Appia: Circonvallazione Orientale, 4692 - Roma Testa di Lepre: Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 - Fiumicino (RM) Saxa Rubra: Via Carlo Emery, 135 - ROma 37

E zine giulius Anno 5 N° 9