Page 1

e-zine

l’amico degli animali

La prima rivista multimediale sul mondo Pet

N. 11 - Novembre 2018

Qui DEMAS

Giulius apre il quinto punto vendita! SALUTE ANIMALE L’orecchio nel gatto

PAROLA AGLI ESPERTI Pododermatite del coniglio


Sommario

.............................. Salute animale 4 - 7 Il leccamento del cane L’orecchio nel gatto Salute animale

4

Parola agli esperti 9 - 10 Il dolore del gatto Pododermatite del coniglio Curiosità pag 13 - 16 Social network per i nostri pet Isola giapponese per diventare patrimonio Unesco dà la caccia ai gatti

Altri pet

Se hai un cane vivi più a lungo?

22

La FLOSS MOBILE: un’auto utilizzata come cane da pastore Angolo cane pag 18 Hovawart Altri pet pag 22 - 23 Angolo cane

18

Il cincillà ha fame Il parrocchetto ondulato L’angolo della lettura pag 25 L’intelligenza dei cani

l’amico degli animali

EDITORE

Demas Srl - Cir.ne Orientale 4692 00178 - Roma - Tel. 06.41.79.05 info@demas.it - www.demas.it

Giulius E-zine - Giornale On line Punti Vendita Via Carlo Emery, 135 - 00188 Roma LUN - SAB 10:00 -19:00 Orario continuato Circonvallazione Orientale, 4692 – 00178 Roma LUN - SAB 09:00 -19:00 Orario continuato Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 – 00054 Fiumicino (RM) LUN - SAB 09:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00 Via dei Colli Portuensi 69 – 00151 Roma LUN – SAB 10:00 -13:00 / 14:30-19:30 Via Beverino 6 – 00168 Roma LUN – SAB 10:00 -19:00 Orario continuato Tel. 06.41.79.05.500 Fax. 06.66.18.90.84 Per visualizzare e scaricare il magazine è necessario aver installato Adobe Reader (download gratuito dal sito www.adobe.com).

Qui Demas pag 27 - 29 I negozi Giulius. Un riferimento sicuro per gli amanti degli animali È tempo di cambiamenti Giulius apre il quinto punto vendita! Pet quiz pag 33

LEGENDA Torna all’Homepage Clicca sulla freccia per vedere i link esterni


S

IBUTORE

Mediterranean gourmet

O

DI

TR

V

ESC LUSI

“Lasciate che il cibo sia la vostra unica medicina” — Ippocrate

Cibo Olistico cucinato con ingredienti naturali di alto valore nutritivo, che forniscono i vantaggi della fitoterapia che potenzia il sistema immunitario e migliora la salute.

FORMULA PROVITAL Una combinazione di prodotti botanici, nutrienti e prebiotici per offrire una nutrizione piu’ avanzata, per fornire adeguati livelli di antiossidanti che rafforzano il sistema immunitario e riducono così il rischio di malattie.

Ipoallergenico

Alimentazione naturale

Grain Free

Siamo il primo produttore spagnolo certificato da PETA. Non testiamo mai sugli animali nel corso di tutto il processo di sviluppo e produzione dei nostri prodotti.

Condro-protettori

Dieta di esclusione

www.gosbi.com


salute animale

IL LECCAMENTO NEL CANE A. C.

N

umerosi sono i segnali che i nostri amici a quattro zampe ci inviano attraverso i quali si fanno capire sempre che si prestia attenzione al loro comportamento quotidiano. Tramite posture, abbaio, movimenti della coda, ecc. il cane manifesta una serie di sensazioni che vanno dal dolore all’affetto, da ansie di varia natura alla gioia. Il leccamento rientra a tutti gli effetti tra i comportamenti naturali del cane da mettere in relazione con eventi sia fisiologici sia patologici. Alcuni esempi:

• Prima che sia terminato il parto, dopo la nascita di ogni cucciolo, la madre si prende cura del nuovo nato, leccandolo, allo scopo di liberarlo dagli invogli fetali, di ripulirlo e soprattutto di stimolarlo a respirare in quanto il leccamento rappresenta una vera e propria sorta di messaggio. Durante tutto il periodo dell’allattamento la madre continuerà a leccare i suoi cuccioli per mantenerli puliti, ma soprattutto per stimolarne le funzioni escretorie, così facendo mamma cane previene l’insorgenza di possibili costipazioni e provvede ad allontanare gli escrementi. 4


salute animale

• Nell’animale ormai non più cucciolo il leccamento costituisce una sorta di meccanismo attraverso cui provvedere alla propria igiene personale. Può stimolare l’atto del leccamento anche la presenza di secreti vedi ad esempio nel maschio la secrezione prostatica o nella femmina quella utero vaginale. • “Leccamento terapeutico”. In caso di zampe dolenti o addirittura in via di congelamento il leccamento rappresenta un vero e proprio massaggio che il fine di favorire la circolazione sanguigna. Se nella dieta sono carenti dei minerali il cane tende a leccare il muro. • Azione socializzante del leccamento anche nei confronti dell’uomo. • Non vi sono delle regole precise che stabiliscano, invece, quando il leccamento debba considerarsi un segnale negativo, debba essere interpretato come il sintomo di una malattia. In linea di massima quando il leccamento non è occasionale, ma si presenta con una ripetitività quasi ossessiva, possiamo sospettare che vi sia un problema. 5


salute animale

Così se un cane sente prurito, oltre a grattarsi, strofinarsi, mordicchiarsi, si lecca. In corso di allergia (da contatto o da pulci, ecc.), di parassitosi, di infezioni della pelle per procurarsi un temporaneo sollievo, si lecca. Lo stesso avviene se sente dolore: ad esempio un dolore articolare, una ferita cutanea, un corpo estraneo penetrato attraverso la cute o la presenza di un nodulo. • Questo atto fisico può essere dettato da motiva-

zioni di natura psicologica. Quello che è chiamato in medicina veterinaria granuloma da leccamento, altro non è che una zona della pelle sopraelevata, ispessita, localizzata a livello della parte dorsale della zampa, provocata dal continuo leccamento da parte del cane. Fattori stressanti che creano ansia nell’animale o più semplicemente noia sono le cause da ricercare se si vuole comprendere questo problema dermatologico.

• Esistono nel cane delle vere e proprie deviazioni del comportamento, dovute a lesioni anatomiche o a deficit funzionali a carico del cervello. Un danno cerebrale di natura traumatica, metabolica, infettiva può portare all’insorgenza di comportamenti aberranti come ad esempio ingerire sostanze che non sono alimenti, assumere atteggiamenti inusuali come restare immobili, fissando una parete o, come nel caso di cui si parla, leccare con esagerata insistenza oggetti inanimati.

6


salute animale

L’ORECCHIO NEL GATTO A. C.

L

a presenza di trentadue diversi muscoli in ogni orecchio fanno sì che il gatto possa avere  un udito direzionale cioè possa spostare indipendentemente un orecchio dall’altro. Grazie a questa caratteristica un gatto può spostare il corpo in una direzione e le orecchie in un altra. La maggior parte dei gatti hanno orecchie erette. Se arrabbiato o spaventato, un gatto piega le orecchie, per accompagnare i sibili o i ringhi emessi, inoltre gira le orecchie all’indietro quando gioca, o per ascoltare un suono che proviene da dietro. L’angolo delle orecchie è un indizio importante del loro umore. I gatti e gli esseri umani hanno una gamma uditiva simile sulla parte bassa della scala, ma i gatti possono sentire i suoni a frequenze molto alte. Le orecchie sono di importanza vitale per la vita felina. Infatti nell’orecchio  interno è ubicato l’organo vesti-

bolare, responsabile dell’eccezionale senso di equilibrio del gatto. Le piccole camere ed i canali di questo organo sono allineati con milioni di peli sensibili e sono riempiti di liquido e di minuti cristalli galleggianti. Quando il gatto si muove repentinamente, i peli rilevano il movimento del liquido e dei cristalli e velocemente trasmettono i messaggi al cervello, fornendo le letture tridimensionali sulla posizione del corpo. Quando un gatto perde l’equilibrio e cade, l’organo vestibolare si attiva. Ciò aiuta il gatto a capire da quale parte è l’alto ed innesca il “riflesso di raddrizzamento “che serve al gatto per girarsi a mezz’aria, in modo da atterrare esattamente su tutti e quattro le zampe. Questo organo, insieme alla coda, che funge da contrappeso, consente il gatto di effettuare acrobazie impensabili.

7


Ipoallergenico

linea

DIET

<UHZVS\aPVULLɉJHJLWLYSH YPK\aPVULKLSSLPU[VSSLYHUaLHSPTLU[HYP ҁ/RZJUDLQ ҁ)RUPXOD]LRQLFRQ XQDVRODIRQWH SURWHLFD ҁĢ,QJUHGLHQWH 3URWHLQDDQLPDOH

ҁ121&217,(1( 2*0RFRQVHUYDQWL &RORUDQWLRDSSHWL]]DQWL 6RLDRJOXWLQH 6RWWRSURGRWWL 5HVLGXLGLRVVLWHWUDFLFOLQD

^^^MVYaHJVT 8


parola agli esperti

IL DOLORE NEL GATTO

N

Prof. Alessandro Ciorba M.V.

on è sempre facile valutare il sintomo dolore nei nostri piccoli amici ed in particolare nel gatto. Il dolore costituisce un campanello di allarme. Prendiamo in considerazione alcuni aspetti: 1. Il dolore, se non opportunamente

trattato e divenuto cronico, può causare l’instaurarsi di gravi alterazioni a carico dell’organismo. 2. In presenza di dolore acuto

il gatto non mangia, è depresso, si muove a fatica o resta immobile, non emette suoni, non è interessato all’ambiente che lo circonda. Le manifestazioni di dolore cronico sono più complesse e possono limitarsi per esempio ad una minore cura del mantello od ad una minzione inappropriata o ad una defecazione dolorosa.

3. Un pronto trattamento del dolore implica sia che il proprietario riconosca tale situazione di disagio nel proprio animale sia che il veterinario individui i problemi patologici che ne sono all’origine. Numerose e di varia natura possono essere le situazioni patologiche che possono indurre la comparsa di dolore nel gatto e coinvolgere più organi ed apparati. 4. La terapia del dolore è una procedura che per il veterinario assume una particolare valenza. Una sua corretta applicazione consente di migliorare radicalmente la qualità della vita del paziente – gatto, di ridurre le complicazioni portando così ad un miglioramento dei rapporti tra proprietario e animale, di motivare maggiormente il proprietario a seguire le indicazioni terapeutiche consigliate, di diminuire la condizione di stress nei gatti ricoverati. 9


parola agli esperti

Pododermatite del coniglio

L

Dr. C. Papeschi med.vet.

a pododermatite è una patologia della cute che interessa la superficie d’appoggio degli arti, in particolare di quelli posteriori, ed è molto frequente nel coniglio da compagnia. Si tratta di un problema cronico e progressivo che solitamente evolve nel corso del tempo e può variare in quanto a gravità, da lieve fino a molto severa. è bene precisare che la “mano” ed il “piede” del coniglio non sono provvisti di cuscinetti plantari, pertanto la protezione della superficie d’appoggio degli arti è affidata ad uno strato di pelo più o meno folto. In fase iniziale è possibile osservare solamente il diradamento del pelo che lascia intravedere la cute sottostante ma, con il passare del tempo, questo pelo tende a rarefarsi sempre di più fino a scomparire del tutto e a lasciare la pelle completamente scoperta e a diretto a contatto con il suolo, esposta dunque a tutti gli insulti meccanici (ad es. abrasione e compressione) che inevitabilmente porteranno alla comparsa di lesioni ulcerative. Le lesioni che si creano nell’area colpita lasciano anche aperta la via all’ingresso di batteri presenti nell’ambiente, in particolare sul pavimento, sul suolo o nella lettiera, e quindi alla comparsa di infezioni secondarie che complicheranno notevolmente il quadro clinico. Frequentemente questi animali presentano quadri di pododermatite in fase iniziale e quasi del tutto asintomatica tanto che, molto spesso, il proprietario non se ne accorge e può capitare che le lievi lesioni rimangano stazionarie anche per lungo tempo. Alla visita di routine, il veterinario segnalerà il problema e darà dei consigli su come prevenirne o rallentarne l’evoluzione. Numerose le cause che possono predisporre a questa patologia o favorirne l’insorgenza.

10


parola agli esperti

Innanzitutto, è necessario precisare che non tutti i conigli possiedono un’adeguata ed abbondante copertura di pelo sulla superficie plantare, e questo è già di per sé un primo fattore predisponente. Sovrappeso e scarso esercizio fisico (minore afflusso di sangue nella regione interessata), predisposizione di alcune razze e loro incroci, lettiera sporca (maggiore rischio di infezioni ed azione corrosiva delle urine), lettiera inadeguata (ad es. quella per gatti che è molto abrasiva), pavimenti ruvidi, abitudine del coniglio a fare “sgommate” e lesioni plantari sono solo alcuni dei fattori che contribuiscono all’insorgenza o all’aggravamento della patologia. Gli arti del coniglio andrebbero osservati con regolarità spostando il pelo e verificando lo stato della cute sottostante, poiché le lesioni iniziano in maniera subdola, generalmente molto tempo prima della comparsa di ulcere importanti. La superficie plantare degli arti del coniglio beneficia sicuramente di un fondo morbido, per cui una lettiera adeguata (ad es. un abbondante strato di fieno o paglia) può essere utile a prevenire il problema. La lettiera stessa dovrebbe essere pulita più spesso in caso di bisogno ed è necessario consentire all’animale di muoversi quotidianamente, tenendo sotto controllo anche il peso e, di conseguenza, l’alimentazione. Se si osserva un progressivo diradamento del pelo e l’inizio di un’irritazione cutanea è bene rivolgersi immediatamente al proprio veterinario di fiducia per instaurare un adeguata trattamento e prevenire l’aggravamento. 11


SEN RICET TE ZA Z UCC HER O

Gli irresistibili snack! Morbidi fagottini

Gustosi stick

Appetitosi snack di pura carne

Piccoli bocconcini

Saporito spuntino

Da Vitakraft, leader degli snack, i top di gamma per cani!

Treaties Bits: morbidi bocconcini cotti a fuoco lento con un goloso ripieno. Beef Stick: il famoso snack con vitamine, minerali e oltre il 90% di carne! Chicken Filets: filetti di pollo 100%, senza cereali, per un gusto unico. Boony Bits: piccoli, gustosi e leggeri. Non sbriciolano, ideali per l’addestramento. Beef Stick Rustico: deliziosi bocconcini al gusto salame con affumicatura a freddo. SCOPRI TUTTO L’ASSORTIMENTO DI SNACK DI QUALITA’ SU WWW.VITAKRAFT.IT

12

Chi ama gli animali sceglie Vitakraft vitakraft.it


curiosità

SOCIAL NETWORK PER I NOSTRI PET

A. C.

U

ltimo in ordine di tempo si chiama PetScene ed è stato creato da Nicole Appleton, cantante del gruppo musicale delle All Saints, che ha voluto unire in questo progetto “l’amore per gli animali e il desiderio di condividere le loro foto”. Per il proprio animale domestico si può creare un profilo sul quale condividere foto e video. Non manca un wall condiviso, consigli su come accudirlo e segnalazioni di eventi dedicati. DruzhOK, letteralmente “piccolo amico”, è considerato come il primo social di cani e gatti a livello mondiale e arriva dalla Russia. Molto simile a Facebook, permette di iscrivere il proprio animale che, in base a nome, razza, sesso, età, è connesso a profili simili, può invitare amici, condividere foto e video e commentare. Il social fornisce anche un servizio molto utile: attraverso il pet tracking è possibile monitorare gli animali smarriti. BEPUPPY è un social network per animali domestici di creazione italiana, ma di respiro internazionale. Per gli amici a quattro zampe tanti consigli utili, iniziative, servizi mirati. La creazione di un profilo dedicato permette di condividere, comunicare, interagire e stringere o ritrovare amicizie, adottare un cucciolo, recarsi nei locali e luoghi pet-friendly o dal veterinario più vicino.

13


curiosità

Isola giapponese per diventare patrimonio Unesco dà la caccia ai gatti

I

A. Ciorba

n Giappone è in corso uno scontro tra governo e animalisti che vogliono salvaguardare i gatti selvatici. Si vuole trasformare l’isola di Amami-Oshima in patrimonio universale dell’Unesco. Per farlo, secondo il ministro dell’Ambiente giapponese, bisogna eliminare dall’isola tutti i gatti randagi e i gatti selvatici, i quali si nutrono di alcune specie di animali protette e influiscono negativamente sull’ecosistema. Secondo il governo sull’isola vivono circa 15mila gatti, di cui tra i 600 e i 1200 sono selvatici. Il metodo di azione del governo è radicale: catturare i gatti non domestici e collocarli presso famiglie affidatarie. Tutti quelli che non trovano casa siano abbattuti. Chi vuole salvare i felini ha proposto di sterilizzare quanti più gatti possibile. Il lavoro dei volontari è reso difficile dalla difficoltà di distinguere tra gatti randagi e gatti selvatici. Da metà luglio il governo ha distribuito trappole sulle montagne per catturare quanti più gatti selvatici possibili. Secondo i contrari all’approccio del governo, l’alternativa è la sterilizzazione. La pratica si chiama TNR, ovvero l’acronimo inglese di cattura-sterilizza-rimetti in libertà, e in questo modo si ridurrebbe in modo significativo la popolazione felina dell’isola senza uccidere gli animali. Anche il web si è mobilitato, con una petizione che ha raggiunto le 50 mila firme contro la politica di abbattimento del governo. Chi è contro la linea del TNR ha ribattuto che la procedura di sterilizzazione è troppo lenta e non ottiene risultati apprezzabili. Il problema è che sull’isola i gatti sono sempre stati lasciati scorrazzare liberamente, perché considerati dei deterrenti naturali dei serpenti: i serpenti mangiano i topi, ma i gatti eliminano i roditori e così i serpenti non proliferano. Attualmente, una delle strade che i volontari stanno prendendo è anche quella di educare i residenti: tutti i gatti da compagnia devono avere il microchip, così da evitare che alcuni di loro diventino selvatici e distruggano l’ecosistema. 

14


curiosità

SE HAI UN CANE VIVI PIù A LUNGO?

A. C.

S

econdo uno studio condotto in Svezia e pubblicato su Scientific Reports per chi possiede un cane si riduce il rischio di morte del 33%. La ricerca condotta dall’Università di Uppsala è stata effettuata su un campione di oltre 3,4 milioni di svedesi, con età compresa tra i 40 e gli 80 anni. I partecipanti scelti erano soggetti sani all’inizio dello studio e i ricercatori ne hanno osservato lo stato di salute per oltre 12 anni, registrando le malattie intercorse durante il periodo di osservazione. Si è messo in evidenza che chi era proprietario di un cane aveva un rischio di morte più basso legato a cause cardiovascolari (oltre che per altre cause). Chi è solo è potenzialmente più esposto a malattie cardiovascolari e alla morte per questo tipo di disturbi. Socializzare aiuta a prevenire lo stress, causa primaria delle malattie cardiache.“I possessori di un cane in generale fanno più attività fisica” ha affermato un ricercatore dell’Università di Uppsala. “Questa è una delle spiegazioni del perché hanno un rischio di morte minore”. In particolare essere padroni, vuol dire anche dover uscire di casa anche con condizioni meteorologiche avverse, quando invece chi non ha animali non pensa minimamente a mettere il naso fuori dalla porta di casa. 15


curiosità

La FLOSS MOBILE: un’auto utilizzata come cane da pastore A. Ciorba

U

n agricoltore del Sussex (Inghilterra) Dave Isaac, in ricordo della fedele cagna Floss, ha speso circa duemila sterline per modificare la propria automobile, crearle una sorta di mantello di pelliccia che la avvolge e farle così assumere l’aspetto del vecchio cane da pastore, limitandone la velocità a circa 60 km/h e rendendola in grado di operare all’interno della propria fattoria. L’iniziativa si è rivelata aver successo con le pecore che sembrano non essersi accorte della differenza e sono sotto controllo. La “Floss Mobile” però non può circolare su strade pubbliche e così modificata non poteva essere parcheggiata all’interno del fienile. Anche se contro voglia il contadino inglese ha deciso di venderla su ebay, sperando che qualche ente organizzatore di fiere, o qualche associazione animalista, sia interessato alla bizzarra auto. 16


curiosità

www.foschigroup.com

L’azienda Foschi è presente da più di 100 anni nel mondo del Veterinario, fornendo tutte le attrezzature necessarie per curare al meglio i nostri amici animali. Con l’obiettivo di essere il più possibile vicina alle esigenze dei Veterinari e garantire il miglior servizio.

Più di 20.000 articoli Fidelity card gratuita con importanti sconti Customer service dedicato Assistenza tecnica in tutta Italia Corsi di formazione Consegna rapida e sicura Foschi Srl Via di Salone, 132 00131 Roma Tel: +39 06 98263800 Fax +39 06 98263899 info@foschigroup.com

Per informazioni, preventivi e ordini puoi contattarci al numero +39 06 417.905.800 o inviare un’email a preventivi@foschigroup.com o a ordinivet@foschigroup.com 17


Angolo cane

Hovawart A. C.

L’Hovawart è una razza tedesca molto antica di cani. In tedesco medioevale, il suo nome significa guardiano. è riconosciuto come cane da utilità polivalente, molto equilibrato e gentile di natura. È dotato di un buon istinto di protezione e di difesa. Le sue proporzioni molto armoniose e il marcato attaccamento al proprio ambiente familiare ne fanno un eccellente cane da accompagnamento, da guardia, da protezione, da salvataggio e da inseguimento. Di taglia media. Orecchie: Attaccate alte e molto distanziate, le orecchie, di forma triangolare, cadono delicatamente lungo le guance e sembrano accentuare l’ampiezza del cranio. Testa: forte con una fronte larga e bombata ed uno stop molto marcato. Occhi: di forma ovale, di colore marrone scuro. Pelo: Lungo e forte, fitto, leggermente ondulato e molto aderente con poco sottopelo. Corpo: Dorso e diritto e fermo, reni solide, groppa leggermente inclinata, di lunghezza media, torace e largo, molto profondo e possente. Tartufo: molto ampio e con narici ben aperte. Coda: La lunghezza della coda, dal pelo fitto, supera la punta del garretto, senza tuttavia raggiungere il terreno. Mantello: presenti tre varietà di colore: nero focato, nero e biondo (fulvo chiaro). Taglia: - maschio da 63 a 70 cm. - femmina da 58 a 65 cm.  18


camon.it 19


PROTEGGERLI DAL FREDDO…VA DI MODA Perché vestire il proprio animale durante questi mesi?

A VOLTE RITORNANO…

La scelta dell’abbigliamento più adeguato per il proprio cane è un tema che, puntualmente, si ripresenta ogni anno non appena le temperature iniziano ad abbassarsi. Nel momento in cui anche noi bipedi facciamo il nostro “cambio dell’armadio”, adattando il vestiario alla stagione autunnale, ci ricordiamo che anche i nostri amati quattrozampe hanno il loro corredo di abbigliamento. E che esso può risultare quanto mai prezioso nei mesi in cui freddo ed umidità la fanno da padrone. PRO O CONTRO? UN BREVE CONFRONTO…

Nel dibattito sull’utilità o meno di vestire gli animali domestici, le posizioni sono ormai chiare. C’è chi ritiene che la natura e la genetica abbiano dotato i nostri cani di tutte le protezioni per contrastare ogni possibile situazione climatica. Ed effettivamente pelo e sottopelo del cane assolvono anche a questa funzione, essendo più presenti in alcune razze rispetto ad altre. Però, allo stesso tempo, è evidente che nelle nostre case siano comparse nel tempo numerose razze nate e sviluppatesi in regioni in cui il clima è ben diverso dal nostro. E questo è un aspetto da considerare perché soprattutto animali cresciuti in luoghi più caldi possono risentire degli sbalzi climatici. A tutto questo è bene aggiungere che i nostri amici quattrozampe hanno una capacità di termoregolazione (ossia la capacità di un sistema biologico di regolare/adattare la propria temperatura) più lenta rispetto alla nostra, il che può essere un problema rilevante soprattutto in questo periodo. LE CATEGORIE PIÙ…A RISCHIO.

Vi sono alcune categorie che possono essere maggiormente esposte alle intemperie e, per questo, potrebbero giovarsi di un abbigliamento adeguato: - i cani abituati a vivere nel contesto domestico - i cani dal pelo corto - i cani cuccioli, anziani o in convalescenza In particolare per questi soggetti il rischio è quello che, nelle uscite in passeggiata, essi possano subire il brusco shock termico dovuto al notevole sbalzo di temperatura tra “dentro e fuori”. C’è poi da ricordare che, soprattutto gli animali che vivono in casa, possono essere sottoposti a toelettature frequenti che, pur evitando di riempire la casa e l’arredo di pelo e sottopelo, allo stesso tempo riducono le loro difese naturali contro il freddo.


UNA RISPOSTA UTILE E FUNZIONALE: LA COLLEZIONE DI ABBIGLIAMENTO CAMON!

Per proteggere “con stile” i nostri amati quattrozampe, Camon presenta la sua nuova esclusiva Collezione di Abbigliamento 20182019 che comprende ben 35 modelli tra maglioncini, tutine, cappottini, giacche a vento, impermeabili con interno foderato, con interno staccabile, nella versione pocket, leggeri o in tessuto tecnico, oltre che una sciarpina. La selezione di tessuti e delle fantasie è stata compiuta dal team di designer Camon che ha lavorato direttamente sui modelli perfezionandone la vestibilità (studiata direttamente sulla struttura fisica dell’animale) e la qualità, realizzando diverse fantasie original Camon e mantenendo ovviamente un occhio di riguardo per le tendenze della moda. È inoltre importante considerare la versatilità di molti dei modelli, adeguati sia ai mesi più freddi che anche alle stagioni intermedie e l’ampia scelta della collezione, che comprende sia colorazioni maggiormente adatte ai soggetti maschi che fantasie più femminili. Scopri la nuova Collezione di Abbigliamento Camon anche nel sito web www.camon.it e negli account social Facebook, Twitter, Instagram e Youtube.


altri pet

IL CINCILLà HA FAME C.A.

I

l benessere di un animale come il cincillà è legato anche alla sua alimentazione. Il cincillà è un  roditore istricomorfo  proveniente dalle montagne andine. Il suo apparato digerente,particolarmente delicato, è estremamente specializzato per via del tipo di cibo secco e scarso che può trovare nelle steppe di alta montagna. In natura il cincillà si nutre prevalentemente di vegetali  durante le prime ore dell’alba e del tramonto. In casa la regola principale da seguire per avere un animale sano è somministrargli una dieta ad alto contenuto di fibre. Nelle dieta di un cincillà non dovrebbe mai mancare del fieno  per roditori ,  del pressato di alfa alfa e del pellettato ad hoc( 18-20 % di proteine, 2-4% di grassi, 15-18 % di fibre, 9-10 % di ceneri e circa il 2% di minerali).L’ alimento destinato al cincillà deve essere fresco, a temperatura ambiente e asciutto. Alimenti da evitare nella dieta del cincillà:  granturco, cavolo, lattuga, dolciumi, zuccheri, cocco essiccato e frutta zuccherata. Consigli di base per una nutrizione giornaliera: • Pellettato per cincillà circa 30 gr al giorno • Pellets di crusca senza zucchero uno/due cucchiaini • Fieno a volontà • Una piccola quantità di alfa alfa essiccato • Non più di mezzo/un cucchiaino da caffè di frutta secca (uvetta, noccioline, noci,

semi di girasole, ecc.)

• Poca frutta o un pezzetto di carota al giorno, sempre con moderazione • Acqua a volontà fornita attraverso un abbeveratoio a goccia 22


altri pet

IL PARROCCHETTO ONDULATO C.A.

I

l parrocchetto ondulato appartiene alla famiglia degli Psittacidi. Il suo nome deriva dal greco e significa “pappagallo melodioso“, quindi capiamo bene come distinguerlo dagli altri pappagalli domestici. Come dimensioni è tra i 15 e i 20 cm, come colori, sfoggia spesso il verde, colore “originario” che ha poi lasciato spazio ad altre 32 tinte apparse in cattività, a parte il rosso. Sopra il becco, adunco, c’è la cera e anch’essa cambia colore di volta in volta: per le femmine adulte è marrone, è poi bianca o azzurrina nelle femmine giovani, invece blu carico nei maschi adulti Il parrocchetto ha una vita media, in cattività, di 8-10 anni, in natura intorno ai 3-4 anni. Arriva dall’Australia, predilige zone secche o aride, ha imparato a resistere a temperature tra i 4 °C e i 35 °C, attorno ai 20° – 25° C è la temperatura ideale. Dopo l’accoppiamento depone dalle 4 alle 6 uova candide che cova per 18 giorni.  I neonati sono alimentati da entrambi i genitori con il “latte di pappagallo”, una secrezione oleosa prodotta da ghiandole poste all’altezza della gola, che si attivano nel periodo riproduttivo. A sei settimane i giovani, sono indipendenti e si possono allontanare dalla coppia. La dieta per un pappagallino ondulato deve contenere una buona percentuale di scagliola (tra il 50-80%) ,essendo facilmente sbucciabile e digeribile. Il miglio preferito è quello perlato, ma si può utilizzare anche il panico di cui esistono vari tipi: a semi piccoli, raggiati.

Si può somministrare pure dell’avena, ricca di vitamina E, molto utile per la fecondazione e la formazione delle uova. Essendo i semi poveri delle Vitamine A e D, dobbiamo integrare con del cibo fresco (verdure e frutta) o con delle vitamine in gocce. Per il calcio si può dare anche dell’osso di seppia e ricordiamoci anche del Grit per l’apporto di oligoelementi minerali.

23


24


l’angolo della lettura

L’intelligenza dei cani

I

l sodalizio dell’uomo con il cane dura da ben quattordicimila anni. Il cane ci tiene compagnia e si dimostra collaboratore insostituibile per le più varie attività, con precise differenze caratteriali tra razza e razza. Di tutte Stanley Coren, docente di psicologia ed espertissimo addestratore, fornisce una puntualissima descrizione; con il piglio sistematico dello scienziato e la passione del cinofilo spiega i quozienti intellettivi dei vari cani e le diverse inclinazioni. Partendo dal presupposto che, indipendentemente dalla razza, ogni esemplare è un individuo a sé, l’autore propone una divertente serie di test che chiunque potrà eseguire in casa per misurare l’intelligenza del proprio cane.

• Copertina flessibile: 293 pagine Editore: Mondadori (7 marzo 2017) Collana: Oscar saggi 25


i ar

acqu PLUG

&

PLAY

Explorer Line

Formato 12 l Formati: 60 l - 30 l

Discover Line

Formato 6,8 l

Formati: 100 l - 60 l - 30 l - 20 l

'>/YhZ/ddZ>/WhK/dZKsZ E,E/EK^dZ/E'K/͗

Mangime in crisp per tutti i pesci tropicali

ͲŝƌĐŽŶǀĂůůĂnjŝŽŶĞKƌŝĞŶƚĂůĞ͕ϰϲϵϮ ϬϬϭϳϴʹZŽŵĂ ͲsŝĂĚĞů&ŽŶƚĂŶŝůĞĚŝDĞnjnjĂůƵŶĂ͕ϰϬϭ ϬϬϬϱϰͲ&ŝƵŵŝĐŝŶŽZD ǁǁǁ͘ŐŝƵůŝƵƐƉĞƚƐŚŽƉ͘ŝƚ 26

Mangime in crisp per pesci specifici


Qui demas

I negozi Giulius. Un riferimento sicuro per gli amanti degli animali

L

’ attività dei negozi Giulius non si arresta, ma anzi si implementa con un nuovo punto di riferimento a Roma per i proprietari degli animali. Il marchio Giulius è di proprietà della società Demas srl, azienda italiana, leader nel settore che ha fatto in Italia la storia della distribuzione del farmaco veterinario. È una struttura che si contraddistingue per alcune sue specifiche peculiarità:

• Un’offerta di prodotti per animali accuratamente selezionati anche grazie al supporto di uno staff di consulenti veterinari. • La presenza all’interno di ogni negozio di una parafarmacia con un farmacista in

grado di poter fornire consigli mirati sulle peculiarità dei singoli farmaci e dispensarli secondo le indicazioni del veterinario.

• La presenza di personale qualificato di ausilio per scelte indirizzate al benessere dei

nostri piccoli amici L’organizzazione di incontri programmati con aziende del settore che possono illustrare le caratteristiche funzionali dei loro prodotti.

• La possibilità di avere a disposizione una rivista mensile on line, Giulius magazine con informazioni e curiosità sulla vita dei nostri pet. • La possibilità di fare acquisti anche via internet.

27


Qui demas

È tempo di cambiamenti!

Irene Rollo

U

na nuova stagione è iniziata e con lei cambiano anche le nostre abitudini e quelle dei nostri pelosetti. Le giornate si accorciano e passiamo sempre meno tempo all’aria aperta con i nostri amici a quattro zampe. Con l’arrivo dei primi freddi, spendiamo molto del nostro tempo alle prese con i cambi di stagione, riponendo gli abiti estivi per lasciare spazio a maglioni di lana, sciarpe e cappelli. Ma non siamo solo noi ad avvertire il cambio di temperatura: se non ci prendiamo cura dei nostri amici a quattro zampe in questo periodo di cambiamento, i piccoli potranno, proprio come noi, incorrere in problemi di salute. Durante il mese di ottobre, abbiamo pubblicato un piccolo sondaggio sulla nostra pagina Facebook chiedendo ai nostri follower dove preferiscano acquistare il cappottino più adatto per Fido, se online o presso il punto vendita. Come sempre, abbiamo avuto il piacere di ricevere tantissime testimonianze di veri amici degli animali. Proprio per venire incontro alle richieste dei follower, con il prezioso contributo

28

del prof. Ciorba, medico veterinario, abbiamo dato il via ad una mini rubrica settimanale dal titolo “Parola di Vet” in cui rispondiamo ad alcune delle più diffuse domande e curiosità dei padroncini che ogni giorno ci seguono. Ottobre è stato un mese intenso anche per l’apertura del 5° store di Giulius a Roma! L’inaugurazione ha visto la partecipazione di tante persone che si sono godute una giornata in allegria grazie alle diverse attività proposte in collaborazione con lo staff di Giulius. Poiché ci sta a cuore la salute dei pelosetti, ci impegniamo per tenere sempre aggiornato il nostro Blog (sul sito www.giulius.com), con argomenti attuali che spaziano tra tanti aspetti quotidiani della vita degli animali e del rapporto con i loro padroncini. Per sapere proprio tutto sul mondo di Giulius, vi invitiamo a seguirci sulle nostre pagine social, facebook (fb@giuliuspetshop) e su Instagram (@giuliuspetshop) e a cercare le risposte più comuni sul mondo degli animali sul nostro Blog. E allora, mettete like, condividete, commentate e restate insieme a noi!


Qui demas

Giulius APRE IL QUINTO PUNTO VENDITA!

I

l progetto Giulius cresce ancora e ha inaugurato, Sabato 27 ottobre, il suo quinto punto vendita nella Capitale.

Il marchio Giulius è proprietà della Demas, azienda storica nella distribuzione del farmaco veterinario, specializzata in prodotti per animali dai mangimi agli accessori. Dopo l’apertura degli store di Circonvallazione Orientale, Testa di Lepre, Saxa Rubra, Colli Portuensi, il nuovo punto vendita segue l’espansione dell’azienda sul territorio romano, aprendo le proprie porte in via Beverino 6. «Non ci limitiamo ad un’offerta d’acquisto, ma a far vivere esperienze a chi entra nei nostri negozi» – è la nota dell’insegna specializzata nel settore pet - «impegnandoci costantemente nel proporre iniziative sempre nuove e coinvolgenti, in collaborazione con le migliori realtà del settore». L’apertura in zona Boccea non sarà l’ultima. L’azienda, infatti, sta valutando nuove potenziali location, per essere presente sul territorio in maniera ancora più capillare.

29


Qui demas

30


Qui demas

31


LA LORO DIETA DIVENTA MEDITERRANEA.

con

a La Ricett a it V a ll e d

Sapori italiani garantiti, materie prime fresche e selezionate, gluten free o grain free: ItalianWay conquisterà cane e gatto con La Ricetta della Vita, connubio di gusto e proprietà benefiche. Per prenderci cura di loro, come di noi stessi.

BUONO SCONTO SCARICA DA

*

€6

www.italianwaypet.it

* Fino ad esaurimento scorte.

www.italianwaypet.it

32


PET QUIZ

Pet quiz 1. Il meloxicam è un: a antibiotico b antinfiammatorio c polivitaminico

2. La ialinosi è un processo: a infiammatorio b degenerativo c tumorale

3. Il crociato è un legamento di: a zampa b spalla c ginocchio

4. Il Dipylidium caninum è un parassita di: a fegato b intestino c cute

5. La Vitamina PP è contenuta in: a latte b mais c lievito di birra

6. Il pastore scozzese è un cane di taglia: a grande b piccola c media

7. La ricina è un: a carboidrato b grasso c aminoacido

8. La vena safena si trova in: a cavità addominale b arto c cavità cranica

Le risposte corrette:

1) b 2) b 3) c 4) b 5) c 6) c 7) c 8) b 33


iI prossimi eventi nei nostri negozi

3.11 TRAINER - (Appia - Saxa rubra - Testa di Lepre) 5.11 GIORNATA NUTRIZIONALE HILLâ&#x20AC;&#x2122;S - (Appia - Colli Portuensi - Saxa rubra) 9.11 ALMO NATURE - (Saxa rubra) 10.11 MARPET - (Appia - Saxa rubra - Testa di Lepre) 10.11 GOSBI - (Colli Portuensi) 10.11 LIERAC - (Testa di Lepre) 12.11 GIUNTINI ITALIAN WAY - (Appia) 12.11 GIUNTINI ITALIAN WAY - (Saxa rubra) 15.11 GOSBI - (Testa di Lepre) 16.11 GOSBI - (Appia) 16.11 ALMO NATURE - (Colli Portuensi) 16.11 DORADO - (Saxa rubra) 16.11 GIUNTINI ITALIAN WAY - (Testa di Lepre) 17.11 BIONIKE - (Colli Portuensi) 17.11 GOSBI - (Testa di Lepre) 17.11 UNION BIO - (Appia) 19.11 DORADO - (Appia) 23.11 VALPET - (Appia) 24.11 ALMO NATURE - (Boccea) 24.11 ROYAL CANIN - (Appia - Saxa rubra - Testa di Lepre) 29.11 FARMINA - (Appia - Saxa rubra - Testa di Lepre) 30.11 ALMO NATURE - (Saxa rubra)

- Le date potranno subire variazioni Appia: Circonvallazione Orientale, 4692 - Roma Testa di Lepre: Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 - Fiumicino (RM) Saxa Rubra: Via Carlo Emery, 135 - ROma Via dei Colli Portuensi 69 - 00151 Roma Boccea: Via Beverino, 6 - 00168 Roma


Leader nella distribuzione veterinaria in Italia

DOVE L’ECCELLENZA È IL VALORE PIÙ SEMPLICE

FIDUCIA PROFESSIONALITÀ DISPONIBILITÀ

WWW.DEMAS.IT

DEMAS SRL VIA DI SALONE, 132 - 00131 ROMA - SEGRETERIA: 06 417905

Profile for Demas Srl

E zine giulius Anno 6 N°11  

E zine giulius Anno 6 N°11  

Profile for petnet
Advertisement