Page 1

e-zine

l’amico degli animali Giulius N. 4 - Aprile 2015

Razze canine La tosse cronica nel cane

Razze equine Il Murgese

L'esperto risponde A colloquio con il veterinario

Speciale Natale

Curiosità Il cane può capirci

Qui Demas I vantaggi dell'e-commerce


Sommario

.............................. Benessere animale 4 La medicina comportamentale L'esperto risponde pag 6 - 9 A colloquio con il veterinario Rogna sarcoptica Il laser per la cura dei nostri animali

Benessere animale

4

Razze canine pag 12 - 15 La cura della coccidiosi del cane La tosse cronica nel cane Razze equine pag 17 Murgese

Laser per animali

9

Angolo gatto pag 20 - 22 Febbre o non febbre: questo è il problema I peli del gatto in casa: un piccolo problema Il dolore neuropatico lombare nel gatto anziano Curiosità pag 24 - 25 Il cervello del cane ce la mette tutta per capirci Il potere delle fusa del gatto L'angolo della lettura pag 27 Il libro: "Metamorfosi" Qui Demas pag 30 Giulius pet shop: scopri tutti i vantaggi dell'e-commerce

I peli del gatto

21

Animali da ridere pag 32 - 35 Pet quiz pag 36

l’amico degli animali EDITORE Demas Srl - Cir.ne Orientale 4692 00178 - Roma - Tel. 06.41.79.05 info@demas.it - www.demas.it

Giulius E-zine - Giornale On line Punti Vendita Via Aurelia, 1410 – 00166 Roma Tel. +39 06.66.90.120 LUN - VEN 09.00-13.00/14.00-18.00 / SAB 09.00-13.00 Circonvallazione Orientale, 4692 – 00178 Roma Tel. +39 06.41.79.05 LUN - SAB 09.00-19.00 Orario continuato Per visualizzare e scaricare il magazine è necessario aver installato Adobe Reader (download gratuito dal sito www.adobe.com).

LEGENDA Torna all’Homepage Link esterni


benessere animale

la medicina comportamentale

uuu

uuu

l

R. B.

a medicina comportamentale studia le patologie del comportamento animale. Scopo principale è di comprendere e gestire il comportamento degli animali e quindi le loro emozioni, percezioni e interazioni con l’ambiente sociale e fisico. Il termine problema comportamentale indica qualsiasi tipo di atteggiamento di un animale che può causare lesioni o patologie nell’animale che lo manifesta o che è pericoloso o problematico per il proprietario. I problemi comportamentali sono sempre più frequenti nella clinica veterinaria e alcuni studi indicano che circa il 40-50% dei proprietari di animali sostengono che il loro pet abbia un problema comportamentale. Secondo una recente indagine i problemi più frequentemente osservati sono: paura dei rumori, aggressività verso altri cani, aggressività verso persone, comportamento distruttivo, paura quando il proprietario si allontana, eliminazione inappropriata, paura delle persone, aggressività verso oggetti in movimento, aggressività verso altri cani e altre persone. Un cane può presentare più di una problema. La maggior parte dei problemi comportamentali sembrano essere correlati all’ansia, che può essere determinata da vari fattori tra cui una particolare predisposizione genetica, esperienze vissute durante le fasi sensibili, precedente apprendimento e mancanza di controllo e/o prevedibilità dell’ambiente. In altri casi invece la genetica e le patologie organiche, come ad esempio disturbi neurologici, gastroenterici, dermatologici e/o osteoarticolari possono essere la causa di un problema del comportamento.

4


5


L’ESPERTO RISPONDE

{{

A COLLOQUIO CON IL VETERINARIO

{{

A cura di A. Ciorba

I

l mio vecchio cane di razza beagle (15 anni) ha problemi di tartaro ai denti (infiammazioni alle gengive e difficoltà a masticare) .Questo è il motivo per cui bagno le crocchette con acqua calda So che l'unica soluzione è la pulizia dei denti, ma comportando l'anestesia e vista l'età avanzata non mi sembra il caso. Esiste una qualche cura od intervento alternativi?

I

l tartaro una volta formato si può eliminare solo con la così detta detartrasi, che comporta un'anestesia. Il suo veterinario può valutarne l'opportunità in considerazione dello stato di salute del cane.

H

o una gattina di sette mesi, dopo la sterilizzazione ha manifestato problemi neurologici e di accrescimento. Dopo aver escluso malattie infettive si pensa al mancato assorbimento di calcio e fosforo. Un suggerimento per un prodotto con il massimo contenuto di calcio e fosforo.

S

e la causa di tali manifestazioni patologiche è da ricollegare ad una deficienza di questi due microelementi sarebbe consigliabile un'integrazione ad hoc. Nei mangimi si tende a non eccedere nell'integrazione con calcio e fosforo per non provocare squilibri metabolici.

V N

orrei sapere se è assolutamente necessario sterilizzare il mio micio. Vive in casa in città ed è un maschio. Posso evitarlo?

ecessario non è. Se però il micio vive in casa non è certo piacevole assistere alle sue evoluzioni amorose e avere la casa segnata dalle sue eliminazioni legate al richiamo dell'accoppiamento. 6


PUOI VINCERE

UN QUINTALE E LA VISITA AL SET DI REX9! ipare

Per vincere basta partec

rso

al Grande Conco

IL MIO CAN E

È UN E ROE

COME

1 L’emozione in una foto inviandoci un’immagine del tuo cane particolarmente emozionante

2 Il mio cane è un eroe

raccontandoci il gesto eroico che lo ha reso un essere molto speciale

I prodotti

In entrambe le modalità, per partecipare al concorso acquista almeno 1 kg di qualsiasi prodotto FORZA10, conserva lo scontrino e collegati al sito

www.concorsiforza10.it Concorso valido dal 23 Febbraio 2015 al 30 Giugno 2015. Estrazione finale entro il 15 Luglio 2015. Montepremi complessivo € 6.513,60 IVA inclusa. Regolamento completo su www.concorsiforza10.it e su www.forza10.com Per informazioni chiama il Numero Verde 800.18.95.31

sono stati scelti da REX stagione 8 7


L’ESPERTO RISPONDE

rogna sarcoptica Prof. Andrea Spaterna - Ospedale Veterinario Universitario Didattico Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria - Università degli Studi di Camerino

A

nche denominata scabbia, è una dermatite parassitaria sostenuta da un acaro, Sarcoptes scabiei var. canis, altamente pruriginosa e contagiosa. Può interessare cani di tutte le età, anche se cuccioli e cani anziani con patologie debilitanti rappresentano le categorie più a rischio; un sistema immunitario immaturo o depresso, infatti, può condizionare non solo la suscettibilità alla malattia, ma anche la gravità del suo decorso clinico. Anche il sovraffollamento, tipico delle comunità (canili, allevamenti etc.), rappresenta un fattore in grado di favorire la diffusione della malattia, a motivo del contatto diretto e reiterato che si istituisce tra gli animali. Gli acari del genere Sarcoptes sono parassiti obbligati e svolgono l’intero ciclo biologico, della durata massima di 3 settimane, sullo strato corneo dell’ospite. Le femmine gravide scavano delle gallerie nella cheratina dell’epidermide dove depositano le uova, dalle quali fuoriescono le larve, che vanno poi a colonizzare gli strati superficiali della cute. La principale via di contagio è quella diretta, senza trascurare comunque anche quella indiretta, legata in genere alla promiscuità nell’utilizzo di oggetti per la toelettatura. Il meccanismo patogenetico, attraverso il quale gli acari determinano una dermatopatia notevolmente pruriginosa, non è tanto legato all’azione traumatico-irritativa esercitata dalle femmine nello scavare gallerie nello strato corneo, quanto piuttosto alla produzione di metaboliti salivari e di escrementi ad azione irritante ed allergizzante. Le lesioni si localizzano prevalentemente a carico di gomiti, regione sternale, arti e testa, potendo, nei casi più gravi, coinvolgere gran parte della superficie corporea.

8


L’ESPERTO RISPONDE

Il Laser per la cura dei nostri animali Area Ricerca e Sviluppo Foschi S.r.l

I

l Laser si presenta come un raggio monocromatico, collimato e coerente. L’applicazione della tecnologia laser in campo medico risale agli anni ’60, mentre nel settore veterinario l'utilizzo della luce laser trova i suoi primi utilizzi a partire dagli ultimi anni '80. Esistono innumerevoli tipi di laser con diverse caratteristiche e tipologie di utilizzo, soprattutto in Medicina Umana. Per quanto riguarda la medicina veterinaria sono maggiormente impiegati tre tipi di laser come: laser a C02, laser a Diodo e anche se in minor parte il laser Nd:YAG. Il laser può essere utilizzato per la chirurgia, la terapia antidolorifica e la biostimolazione dei tessuti. Questi tre laser hanno diverse caratteristiche, il laser a C02 (10600 nm) è indicato per la chirurgia della cute, il laser Nd:YAG (1064 nm) è indicato per le lesioni vascolari cutanee mentre il laser a Diodo (tra 810 e 980 nm) è indicato sia per la chirurgia dei tessuti molli sia per eseguire terapie antidolorifiche e di biostimolazione. Per quanto riguarda la chirurgia il laser taglia, coagula e cauterizza.

9


L’ESPERTO RISPONDE Molteplici le sue applicazioni, come: • chirurgia del cavo orale • plastica delle narici • chirurgia dell'orecchio • chirurgia dermatologica • chirurgia degli animali esotici (sopratutto il laser a diodo) • chirurgie oculari • castrazioni • chirurgia addominale • chirurgia perineale Altro campo innovativo di applicazione è rappresentato dalla chirurgia laser endoscopica. La luce laser può essere usata nelle terapie antidolorifiche e di biostimolazione con azione anti-infiammatoria, anti-edemigena, antisettica. Il laser ci permette di trattare ferite chirurgiche, piaghe da decubito, dermatiti piogranulomatose, dermatiti da leccamento, ustioni, artriti, artrosi, miopatie, neuropatie. Inoltre, il laser è impiegato nel trattamento post-operatorio delle fratture per accelerare la mineralizzazione ossea. L'utilizzo del laser in veterinaria presenta molti vantaggi come la mini invasività, minore sanguinamento durante gli interventi e minore disagio nel periodo post-operatorio e diminuito tempo di convalescenza del paziente. Gli svantaggi sono pochi e quasi sempre legati ad inesperienza dell'operatore, per cui fondamentale un adeguato addestramento del professionista.

10


CURIOSITà

L’azienda Foschi è presente da più di 100 anni nel mondo del Veterinario, fornendo tutte le attrezzature necessarie per curare al meglio i nostri amici animali.

Con l’obiettivo di essere il più possibile vicina alle esigenze dei Veterinari e garantire il miglior servizio, Foschi ha siglato degli accordi con prestigiosi partner tecnologici internazionali.

I nostri siti web

www.foschivet.it

www.foschilaser.it

www.foschiacademy.it

I nostri partner tecnologici

NOVITÀ E-COMMERCE

ACQUISTA ON LINE SU WWW.FOSCHIVET.IT Foschi Srl

11 Apparecchi scientifici per uso veterinario 16

Via Salone, 132 13/15 Via di della Libertà,

Tel +39T 06 +399826 0513800 798 577

00131 (RM), Italy 06 9826 3899560 F +39 051 798 40064Roma Ozzano dell’Emilia (Bo) Fax +39

info@foschivet.it info@foschivet.it

www.foschivet.it www.foschivet.it

11


razze canine

CURA DELLA COCCIDIOSI NEL CANE

uuu

uuu

I

A. Ciorba

nfezione dell’apparato digerente, sostenuta da parassiti intestinali, che induce la comparsa di diarrea di aspetto da acquoso a mucoso, talora emorragico. Colpisce prevalentemente animali giovani e debilitati. L’animale s'infetta a seguito dell’ingestione di oocisti parassitarie presenti nell’ambiente. L’instaurarsi di una forma clinica manifesta è molto spesso influenzata da eventi stressanti. La terapia delle coccidiosi si basa soprattutto sul ricorso a specifici farmaci che sono consigliati e prescritti dal medico veterinario. Il trattamento deve essere prolungato per circa due settimane. Il trattamento con sulfamidici non è in grado di portare ad un'eliminazione totale del parassita, ma consente all'organismo animale un ripristino di una specifica competenza immunologica. Molte volte è necessario ricorrere anche ad una terapia di supporto basata sull'impiego di soluzioni reidratanti, complessi vitaminico minerali ed, in caso di infezioni intercorrenti, di antibiotici. Nei cani o gatti colpiti da vomito e diarrea sarà opportuno evitare la somministrazione di cibo per 24 - 48 ore. Per il ripristino della funzionalità digestiva è anche consigliabile il ricorso ad alimenti caratterizzati da un'elevata digeribilità, ampiamente diffusi in commercio. Di particolare rilievo sono le misure da adottare a carico dell’ambiente e dell' animale. Si dovrà avere cura di procedere ad una disinfezione ambientale con sali quaternari di ammonio e ad un bagno accurato dell’animale con lo scopo di eliminare qualsiasi traccia di residuo fecale.

12


13


razze canine

LA TOSSE CRONICA NEL CANE

uuu

uuu

è

A. C.

un sintomo molto comune che preoccupa notevolmente il proprietario del cane, specialmente quando è cronico, cioè allorché si manifesta frequentemente e con colpi brevi e secchi. In una serie di eventi patologici la tosse può presentarsi con caratteristiche diverse: può comparire di giorno o di notte, può essere caratterizzata da un'insorgenza recente (acuta) o perdurare da tempo (cronica), può essere provocata dalla presenza di liquido all'interno delle vie aree (umida) o meno (secca). Con tutta una serie di aggettivi come giornaliera, notturna, umida, secca, ricorrente, ad accessi si è soliti definire i caratteri principali di ogni tipo di tosse, indipendentemente dalla causa o dalle cause che la provochino. Questi segni, se ben osservati e riferiti correttamente dal proprietario dell'animale, possono favorire l'opera del medico veterinario, il quale, in base alla storia del paziente ed alla visita clinica eventualmente supportata da esami di laboratorio ed indagini collaterali, potrà avanzare una diagnosi causale, identificando cioè l'agente responsabile della tosse con il fine di instaurare una terapia mirata.

Particolare rilievo riveste l'ambiente in cui vive l'animale per cercare di individuare eventuali cause correlate ad esempio con l'esposizione a possibili inquinanti od allergeni presenti in casa o nelle sue prossimità. Se vive in una metropoli sarà più facile che possa andare incontro a fenomeni patologici cronici respiratori connessi con la presenza di inquinanti ambientali; se vive in campagna potenzialmente pericolose potranno essere determinate sostanze vegetali, ad esempio responsabili di allergie; se trascorre parte del suo tempo in un canile ove si ha una stretta convivenza con cani di varia provenienza può essere esposto all'azione di virus che colpiscono le prime vie respiratorie, come il virus della tracheobronchite infettiva o tosse dei canili; se vive in ambienti secchi e caldi, magari con la presenza di fumo, può essere più facilmente preda di una bronchite.

14


razze canine

La tosse è provocata da complesse interazioni nervose e muscolari consce e/o subconsce. Il centro della tosse è situato in corrispondenza del midollo allungato (a livello del sistema nervoso centrale). Riceve scariche afferenti dai recettori sopra indicati e invia impulsi efferenti al diaframma ed ai muscoli accessori della respirazione dell'addome e del torace. La tosse può dividersi in 4 periodi: • nel primo l'animale di solito effettua un respiro piuttosto ampio; • nel secondo la glottide si chiude e la pressione intratoracica ed intrapolmonare si innalza; • nel terzo la glottide si apre rapidamente e si ha un'esalazione esplosiva; • il quarto pone termine bruscamente all'esalazione. è interessante notare che la massima pressione all'interno del torace si verifica dopo l'apertura della glottide e l'inizio del deflusso di aria. L'aumento di questa pressione provoca una notevole compressione delle vie aeree intratoraciche , ove si pensi che i gas sono espulsi attraverso la trachea ad una velocità pari all'85% di quella del suono (cioè superiore a 800 km / h). Si hanno fondamentalmente due tipi di tosse: una tosse secca a colpi, breve, in genere indice di un interessamento delle vie aeree di grosso calibro ed una tosse sottile, legata più che altro ad un coinvolgimento soprattutto del polmone. Durante i colpi di tosse si hanno ripercussioni notevoli sull'apparato nervoso centrale con un incremento della pressione intracranica e su quello cardiovascolare con una diminuzione della gittata cardiaca. Questo evento può essere responsabile di brevi perdite di coscienza dell'animale dopo numerosi e ripetuti colpi di tosse.

15


Crancy Italian Way Quello che scegliamo noi, è quello che scelgono loro.

www.giuntinipet.it

Perché nutrirli solo di cibo, quando puoi nutrirli anche di certezze? Giuntini seleziona i migliori ingredienti italiani, niente OGM, coloranti ed aromi artificiali. Ricette genuine, gustose e controlli di filiera per offrire loro solo il sapore della sicurezza. Giuntini: naturale e sincero, come il vostro amore.


razze equine

uuu

Murgese

uuu

Origini e attitudini La Puglia (in particolare le Murge) è la zona di origine e di diffusione. Antica razza che trae le sue origini in epoca di dominazione spagnola con l'importazione di stalloni di razza Araba, Berbera e Andalusa. La storia del cavallo Murgese è legata alla Contea dei Conversano, famiglia di nobili abilissimi nella scelta di equini da importare e attenti nella selezione, finalizzata alle necessità dei tempi ed alle caratteristiche dei luoghi. La registrazione ufficiale della razza fu iniziata nel 1926 a cura del Deposito Stalloni poi divenuto Istituto di Incremento Ippico di Foggia.Razza rustica, allevata spesso allo stato brado. Cavallo da sella, per la sua robustezza e il suo carattere (vivace ma docile), è attualmente utilizzata per il turismo equestre e il tiro leggero. Ass. Nazionale Allevatori del Cavallo delle Murge e dell'Asino di Martina Franca: sito web www.anamf.com Caratteri morfologici • Tipo: mesomorfo. • Peso medio 350 - 400 kg. • Dati Biometrici a 30 mesi: altezza al garrese: 155 - 168 cm (maschi); 150 - 162 (femmine). • Circ. torace: 180 cm (maschi); 172 (femmine). • Circ. stinco: 20 cm (maschi); 19 cm (femmine). • Mantello: morello, ammesso il roano. • Testa leggera con profilo rettilineo o leggermente montonino, non troppo pesante; fronte larga con grande ciuffo, orecchie regolari, occhi grandi ed espressivi, narici ampie e mobili. • Collo robusto con abbondante criniera; spalla giustamente inclinata e muscolosa, garrese abbastanza rilevato. • Dorso orizzontale e ben sostenuto, lombi corti e muscolosi, groppa proporzionata e muscolosa, di giusta inclinazione, petto largo e muscoloso, torace ben sviluppato, coda bassa. • Arti solidi con avambraccio mediamente lungo, articolazioni ampie e spesse; passo sicuro e trotto cadenzato; appiombi regolari, tollerata una lieve falciatura, piede regolare, ben diretto, con unghia compatta e nera. • Temperamento vivace. www.agraria.org

Clicca qui e guarda il video 17


CA M

TE

Protection

10 - 11 - 12 - 13 - 14 Giugno

no er

In

mav P ri

v

EN

SARÀ PRES ON

unno Aut

era

Estat e

LA PROTEZIONE NATURALE CONTRO INSETTI E PARASSITI INIZIA GIÀ IN PRIMAVERA Protection è la linea nata per la protezione dei tuoi animali dall’aggressione degli ospiti indesiderati. Grazie al potere naturale dell’olio di Neem, sgradito a tutti gli insetti ematofagi, i prodotti Protection contribuiranno a proteggere il tuo animale senza controindicazioni. Utilizzali subito: lo aiuteranno a difendersi meglio durante i mesi più caldi.

Contiene olio di Neem Titolato

Distribuito da Camon S.p.A. Albaredo d’Adige (VR) Italy

www.ormenaturali.it www.camon.it


ATTENZIONE AGLI OSPITI INDESIDERATI

uuu

uuu

Alle soglie della bella stagione, l’allungarsi delle giornate e le temperature sempre più gradevoli incoraggiano ad uscire con il proprio amico a quattro zampe per godere assieme della rigenerante luce ed energia che solamente il sole sa regalarci. Anche per questo motivo è importante che i nostri animali domestici siano protetti da aggressioni esterne e che pure gli ambienti che frequentano insieme a noi siano difesi dalla presenza di ospiti indesiderati. Amare il proprio amico animale significa fare di tutto per proteggerlo, soprattutto dagli attacchi di insetti e parassiti che, purtroppo, possono arrecare danni anche pesanti alla loro salute e al loro benessere.

UN AIUTO CHE ARRIVA DALLA NATURA

Nell’ambito degli antiparassitari, i prodotti naturali stanno assumendo un riconoscimento sempre più importante: se opportunamente studiati, infatti, essi sanno unire l’eccellenza qualitativa ad un’attenzione particolare per il rispetto dell’ambiente e per valorizzare quello che la natura ci mette a disposizione. Uno dei componenti maggiormente importanti e significativi, sotto questo profilo, è l’olio di Neem, un prezioso estratto dall’albero omonimo. L’albero di Neem è utilizzato da millenni in India, paese del quale è originario, in tutte le sue parti, a partire dal frutto e dalle foglie sino ad arrivare ai semi e alla corteccia ed è significativamente chiamato “la farmacia del villaggio” oppure “l’albero della salute”. Inoltre gli usi di questa pianta sono ben noti e già menzionati nei primi scritti medici sanscriti.

LA FORZA NATURALE DELL’OLIO DI NEEM

L’olio di Neem viene ottenuto per spremitura a freddo dei semi e viene utilizzato in preparati destinati a contrastare le infestazioni. Ma la sua vera forza sta nella sua complessità. I composti del Neem sono così complessi che ciò ne preclude la produzione sintetica e anche lo sviluppo di una resistenza da parte degli ospiti indesiderati: “L’Olio di Neem colpisce un’ampia gamma di insetti provocando su di essi effetti comportamentali e fisiologici che vanno dalla mortalità alla deterrenza al nutrimento, all’interruzione della crescita, ma anche effetti di sterilizzazione, disturbo dell’accoppiamento, inibizione della deposizione delle uova”.

PROTEGGERSI È NATURALE

L’olio di Neem è la vera forza della linea Protection di Orme Naturali, una linea completa e composta da lozioni protettive e shampoo, fiale e collari barriera per cani e gatti, medagliette protettive, spray, diffusori, bio-spirali ed elettroemanatori per ambienti, la lozione per orecchie, Nemastop, il mangime complementare per cani e gatti e i 3 nuovi prodotti come Leis Collar, Leispray e Leistabs. I prodotti della linea Protection, utilizzati con costanza, in combinazione fra loro oppure anche a rinforzo dei tradizionali trattamenti di sintesi, dimostreranno la loro efficacia garantendo ottimi risultati con il valore aggiunto della loro origine naturale.

LA PROTEZIONE INIZIA GIÀ IN PRIMAVERA

La qualità e la purezza degli ingredienti come l’Olio di Neem, sgradito a parassiti ed insetti, il valore della gamma più completa con prodotti specifici per cane, gatto, cavallo e per gli ambienti domestici: la Linea Protection potrà la risposta naturale al nostro bisogno di sicurezza e all’esigenza di protezione dell’animale dall’aggressione degli ospiti indesiderati.


angolo gatto

Febbre o non febbre questo è il problema

F

A. Ciorba

requentemente possiamo trovarci di fronte ad un aumento della temperatura del nostro piccolo amico e questo rappresenta un campanello di allarme per varie situazioni patologiche, ma non solo tali. Infatti mutamenti nella temperatura corporea possono essere conseguenti a determinate attività fisiche, a stress legati a situazioni ambientali di vario genere. Nel gatto la temperatura corporea normale è intorno a 38 - 38.5 °. Malattie virali, batteriche possono farci trovare di fronte a questo evento o per meglio dire a farci ritenere che ciò si verifichi, dal momento che nella maggioranza dei casi possiamo solo sospettare l'evento febbre, se non possediamo un termometro e non procediamo al rilievo della stessa per via rettale. Il gatto certamente non gradisce una tale manualità , per cui sarà opportuno farci aiutare nell'impresa da qualcuno che contemporaneamente provveda a contenerci opportunamente l'animale. In caso di febbre il gatto si dimostrerà abbattuto, tenderà ad isolarsi, non risponderà ai nostri richiami. Nella maggioranza dei casi non avrà appetito o si limiterà a qualche raro boccone, in altri potranno risultare sospese le principali funzioni come la defecazione o l'urinazione. Non è particolarmente significativo il riscontro di un orecchio piuttosto caldo o la velatura dell'occhio. Una volta accertata o sospettata la presenza della febbre, sarà opportuno astenerci dal prendere iniziative senza un consiglio del nostro medico veterinario di fiducia. Del tutto da bandire è l'intervento con antipiretici per uso umano od antinfiammatori, che per la loro composizione o la loro errata posologia potrebbero provocare l'insorgenza di ben più gravi fenomeni patologici. Solo il veterinario potrà dirci se la febbre del nostro micio è legata ad un evento "banale" od il primo campanello di allarme di una ben più seria malattia sistemica.

20


angolo gatto

I PELI DEL GATTO IN CASA Un piccolo problema

Q

A. Ciorba

uando si vive con un gatto è questa una situazione che si deve tenere presente Non è pensabile che in casa divani, tende, vestiti e mobili siano immuni dalla presenza di un po’ di peli. Un metodo a basso costo per eliminarli è quello di usare dei guanti in gomma utilizzati per le pulizie domestiche. I guanti zigrinati andranno posti sotto l’acqua e poi, levato l’eccesso di acqua, si dovranno passare le mani sulla superficie da cui eliminare i peli. I peli rimarranno in gran parte attaccati ai guanti mentre i residui sono facilmente individuabili in quanto appallottolati e facili da rimuovere. Se poi al momento siamo sprovvisti di guanti potremmo ricorrere ad una spugna. Esistono poi in commercio vari modelli di rulli composti da fogli appiccicosi che possono essere passati su tutte le superfici. Anche qui in mancanza di questi si può ricorrere a del nastro adesivo da pacchi. Strappiamone una quantità tale da avvolgere intorno alla mano con la parte appiccicosa rivolta verso l’esterno e poi appoggiamo la mano dove necessario per imprigionare i peli del gatto. Oltre ai rulli con fogli appiccicosi si possono usare quelli realizzati in una speciale gomma che attira i peli e che, dopo essere stati passati sotto l’acqua per eliminare i peli, si possono di nuovo adoperare. Altra possibilità è rappresentata dal ricorso a classiche spazzole con superficie in velluto, idonee per essere passate su tutti i tessuti.

21


angolo gatto

il dolore neuropatico lombare nel gatto anziano

I

Dottor Umberto Pompili

l mal di schiena nei gatti, in particolare quello causato da disco intervertebrale, inibisce il movimento, compromette la qualità della vita, e, senza trattamento, può persistere senza sosta a lungo termine.L’iter diagnostico di base per molti felini con dolore neuropatico può portare a risultati inconcludenti, e in casi confermati di malattia del disco intervertebrale, la chirurgia di decompressione può essere relativamente costosa per il padrone e non senza rischi per il piccolo paziente. Quindi, una buona scelta potrebbe essere portata avanti con un efficace analgesico sicuro e ben tollerato dai gatti con dolore neuropatico intravertebrale. La scelta potrebbe ricadere sul “gabapentin”. Il gabapentin è un farmaco con attività anticonvulsivante; strutturalmente è correlato all’acido gamma-aminobutirrico (GABA), un neurotrasmettitore con funzione inibitoria presente a livello cerebrale. Il gabapentin non sembra interagire con i recettori del GABA o influenzare la ricaptazione e la degradazione del neurotrasmettitore a livello sinaptico. Il meccanismo d’azione del gabapentin non è noto, le ipotesi più accreditate risulterebbero due: • il gabapentin potrebbe favorire la sintesi o il rilascio del GABA; • il gabapentin potrebbe interagire in modo diretto o indiretto con i canali ionici. A livello neuronale il gabapentin interagisce con i canali del calcio voltaggio dipendenti; il farmaco si lega alla subunità alfa2-delta del canale e riduce la concentrazione intracellulare dello ione calcio.

La sospensione di gabapentin in un gatto anziano con sospetto di disco intervertebrale lombosacrale è un preparato “galenico” esclusivo per il veterinario. I motivi di questa scelta sono per la possibilità di dosare il principio attivo secondo la terapia prescritta e la scelta o l’esclusione di specifici eccipienti. In commercio, infatti, sono disponibili compresse/capsule di gabapentin le quali non possono essere divise per produrre una dose precisa e le soluzione gabapentin industriali, contiene xilitolo, che può essere tossico per i gatti. La preparazione sarà allestita utilizzando la Stevia, dolcificante naturale per non aumentare la glicemia, sempre da tenere sotto controllo in gatti anziani, in più andiamo ad aromatizzare la sospensione al pollo, gradito di solito ai gatti.

22


DOVE L’ECCELLENZA È IL VALORE PIÙ SEMPLICE È nato Demas, il nuovo sito italiano rivolto al mondo veterinario. Demas vuole rappresentare un valido ed utile strumento di servizio per il professionista. Il sito si presenta ricco di rubriche di varia natura e sarà costantemente aggiornato sulle novità del mercato e della professione veterinaria.

FIDUCIA, PROFESSIONALITÀ, DISPONIBILITÀ. Le qualità di un vero

VETERINARIO

www.demas.it


CURIOSITà

IL CERVELLO DEL CANE CE LA METTE TUTTA PER CAPIRCI A. C. Molto spesso si sente dire da un proprietario di cane che il suo animale lo capisce. La maggior parte di noi si sente sorpresa davanti a questa affermazione, ma forse oggi dobbiamo ammettere che almeno il cane ci prova a comprendere le parole che gli sono rivolte. Uno studio inglese dimostra che il cervello dei quattro zampe che abbaiano elabora il linguaggio umano in modo molto più simile al nostro di quanto si ritenesse. La parte sinistra del cervello è specializzata per il contenuto puramente verbale quella destra per analizzare le caratteristiche della voce e il suo contenuto emotivo. I ricercatori dell’Università del Sussex hanno sottoposto a test più di 250 cani trasmettendo suoni umani e frasi da due altoparlanti, uno alla destra e uno alla sinistra del cane. Si partiva dal presupposto che quando l’animale usa prevalentemente l’emisfero destro per processare l’informazione gira la testa a sinistra, e viceversa in quanto l’orecchio destro manda informazione alla parte sinistra del cervello e viceversa. Quando ai cani erano dati comandi familiari, per esempio «Vieni qua!», giravano nell’80 percento dei casi la testa verso destra, dimostrando che si stavano concentrando sulle parole dette. Se lo stesso comando era dato in tono emotivo, ma in una lingua straniera, sconosciuta al cane, o la grammatica era alterata o le consonanti omesse, il cane girava la testa verso sinistra, per decifrare il senso emotivo. La conclusione è che i neuroni canini reagiscono al linguaggio umano in modo molto simile ai nostri.

24


CURIOSITà

{{

IL POTERE DELLE FUSA DEL GATTO

{{ A.Ciorba

Secondo certi detti o credenze, si ritiene che i felini domestici siano abili e sottili manipolatori degli esseri umani che di loro si prendono cura. Sono stati pubblicati su una rivista scientifica Current Biology i risultati di una ricerca inglese, compiuta dalla dottoressa Karen McComb, della University of Sussex. Lo studio compiuto ha permesso di mettere in evidenza come gli amici gatti riescano realmente a catturare la nostra simpatia ed a farsi accontentare grazie a un “miagolio” tutto particolare. Si tratterebbe di un modo speciale di fare le fusa, mescolato a un miagolio basso, che in qualche modo ricorda il pianto di un neonato. è una specie di arma segreta utilizzata dai gatti quando hanno bisogno di attirare l’ attenzione del loro amico umano per ottenere ciò che desiderano, ossia – il più delle volte – cibo o una lettiera pulita. Infatti, a differenza del solito miagolare insistente, che spesso porta il padrone di casa infastidito ad allontanare il gatto dalla stanza, questo verso particolare è irritante, ma al tempo stesso irresistibile, e non può essere ignorato. Analizzando la reazione a diversi tipi di miagolio da parte dei partecipanti allo studio – sia possessori di gatti sia non – la dottoressa McComb ha potuto stabilire che le fusa miste a tale tipo di pianto suscitano attenzione anche in quanti non hanno mai avuto un micio. Secondo la ricercatrice inglese, infatti, queste fusa sono emesse ad una frequenza che agisce sul cervello dell’uomo ed attiva l’istinto di protezione, che normalmente entra in gioco quando dobbiamo prenderci cura dei bambini. In pratica, quando il micio emette questo verso, l’uomo sente la necessità impellente di accontentarlo purché smetta.

25


26


l’angolo della lettura

metamorfosi Di Agnese Monaco Descrizione “Metamorfosi nasce da un rifacimento di Ovidio. Nelle Metamorfosi sono cantate in quindici libri più di duecentocinquanta miti rielaborati. Ogni episodio ha come origine una delle cinque forze motrici del Mondo Antico, ossia l’amore, l’invidia, l’ira, la paura e la sete di conoscenza. Nella mia versione invece attraverso ossimori, aforismi, haiku, poesie e brevi pensieri racconterò l’origine dell’ego e le sue evoluzioni. Narrerò le mutazioni su un doppio livello, il primo derivante dall’età anagrafica, mentre il secondo ottenuto da influssi che circondano il quotidiano di ogni essere. A contorno di questi due, arriva in soccorso la molteplicità dei generi letterari usati che sottolinea ulteriormente l’evoluzione e la metamorfosi stessa. Di fondo le forze motrici del mondo antico non saranno intaccate, ma enucleate anche in questa versione Agnese Monaco, Scrittrice, Poetessa, Commediografa, Pittrice e Musicista, è laureata in Lettere h.c. Ha scritto raccolte di poesie, romanzi, una raccolta di favole, testi musicali collaborando con grandi nomi del panorama musicale italiano,due commedie teatrali ed un cortometraggio. Metamorfosi è una raccolta di poesie, haiku, ossimori, paradossi ed aforismi. Con prefazioni di Norman Zoia, Michele La Porta, Alessandro D'Agostini, Sileno Lavorini, Stefano Piccirillo, Marlene De Pigalle e Roberto Fiacco. Prezzo 12 Euro - http://www.libritalia.net/contenuti/agnese-monaco – Disponibile la prenotazione via mail ad agnese.emme@hotmail.it per copie firmate. Oppure nei seguenti punti vendita: Palestra ASD Natural - Cervinara (AV), Edicola Cartoleria Peter Pan - Parma. http://www.libritalia.net/shop/libri/metamorfosi; Parte del ricavato della vendita sarà devoluto ad ANIMALIBERI Onlus a tutela degli animali più bisognosi. 27


E se il nostro amico è malato? .....

uuu

uuu

Dr.ssa Debora Guidi, DVM SNT, Scuola di Nutrizione Trainer www.scuolanutrizionetrainer.it – www.novafoods.com

U

no degli effetti collaterali più comuni di una malattia sia acuta che cronica o di un trauma in un animale da compagnia è la mancanza di appetito aggravato dal fatto che le necessità energetiche e dei principi nutritivi dell’organismo aumentano per far fronte alla “situazione” e allo stress a cui è sottoposto l’animale. Il rischio è quello che si trovi in una condizione di bilancio energetico negativo (l’energia non soddisfa neanche i fabbisogni minimi di mantenimento dell’animale) e che vengano a mancare quei nutrienti soprattutto proteine (aminoacidi) acidi Grassi, Vitamine, essenziali per avere una corretta risposta immunitaria, una adeguata riparazione delle ferite, una risposta alla terapia o un tempo di risveglio e di sopravvivenza adeguati. In generale è fondamentale che la dieta sia Appetibile, Digeribile e Ben Formulata, deve poter fornire in piccole quantità (l’animale mangia poco) tutti i nutrienti e l’energia necessaria all’animale. Fondamentali sono i livelli adeguati di alcuni aminoacidi come l’arginina, metionina, cisteina sia nel cane che nel gatto e la taurina soprattutto nel gatto, ma anche di acidi grassi come l’acido linoleico, Ac. Linolenico e Ac. Arachidonico e di Vitamine soprattutto quelle del gruppo B. è importante la presenza di lipidi ricchi di acidi grassi omega tre e acidi grassi a corta e media catena, in quanto, rispetto a quelli a lunga catena subiscono un idrolisi rapida da parte delle lipasi gastriche, molto rapida da parte di quelle intestinali, non necessitano di bile, vengono trasportati direttamente nella vena porta, sono quindi decisamente più digeribili e rapidamente utilizzabili da parte delle cellule. Come facciamo ad assicurare un supporto alimentare adeguato? Tre sono i parametri da considerare: • BCS (body condition score) punteggio di condizione corporea non deve essere inferiore a 3 (scala 1-9) • Riduzione di peso non deve essere superiore al 5-10% (esclusa la disidratazione) • Livello delle albumine del sangue deve essere adeguato. Il 50% circa della sintesi proteica quotidiana è dedicata alla produzione di albumine. Se l’animale va incontro ad una carenza proteica si riscontrerà facilmente ipo albuminemia , ma è importante sapere che l’emivita delle albumine è di circa 8 giorni e una carenza non è immediatamente evidente ( va ovviamente esclusa la presenza di un epatopatia o un male assorbimento) quindi è importante monitorare nel tempo l’animale è molto importante quando si fornisce una nuova dieta, farlo in modo graduale, ancora più importante risulta ovviamente in questo caso. è consigliato miscelare la vecchia dieta con la nuova con piccoli incrementi di circa il 25% per prevenire soprattutto disturbi grastrointestinali e rendere più facile l’accettazione da parte dell’animale. Se l’animale è digiuno inserire in modo graduale fornendo la dose totale necessaria solo dopo tre-quattro giorni. Questo tipo di diete possono essere utilizzate anche per lunghi periodi da sole o in associazione ad altre diete dedicate come per esempio quelle per l’insufficienza renale cronica od epatica ecc. in questo caso comunque è consigliabile utilizzarle per il periodo strettamente necessario per superare la fase più critica e sotto controllo del veterinario.


Qui demas

giulius pet shop

Scopri tutti i vantaggi dell'e-commerce (parte 1)

Noi di Giuluspetshop ti offriamo un catalogo prodotti vastissimo a prezzi vantaggiosi e competitivi, acquista in tutta comodità da casa, ricevi il tuo pacco entro pochi giorni, pagando senza costi aggiuntivi nella modalità che preferisci!

Negozio 100 % Made in Italy

Scegliere Giuluspetshop.it vuole dire premiare una azienda italiana al 100%, che opera su tutto il territorio nazionale. Garantiamo qualità, affidabilità e serietà. Il meglio del Made in Italy è a tua disposizione ma sopratutto a disposizione del tuo amico PET.

Zero spese di spedizione per ordini a partire da 29,90€ Riempi il carrello per un importo di almeno 29,90 €e non dovrai pagare le spese di spedizione. I prodotti saranno consegnati gratuitamente a casa tua, tramite corriere! Abbiamo l'ordine minimo tra i più bassi in assoluto, questo ti permette un risparmio medio di 6! Pagamenti certificati e sicuri

Solo da noi puoi scegliere tutte le modalità di pagamento SENZA NESSUNA SPESA AGGIUNTIVA! Puoi pagare senza nessuna sorpresa. Puoi scegliere tra contanti al ricevimento della merce, bonifico bancario anticipato oppure tramite carta di credito. Tramite carta di credito hai tutta la sicurezza informatica offerta dal nostro partner Banca Sella, tutti i tuoi dati vengono protetti tramite crittografia SSL e utilizzati esclusivamente per processare il tuo ordine. Banca Sella adotta i migliori strumenti a disposizione per aumentare la sicurezza del proprio e - commerce: • protocolli Veryfied By Visa e Mastercard SecureCode • sistemi di crittografia • gestione CVV2 - CVC2 o 4DBC • informazioni sulla nazionalità della carta • supporto risk management.

30


8in1 presenta: “8in1 Minis”

La nuovissima linea gluten free per il benessere dei cani Il brand leader nel settore degli snack e treats per cani propone 8 in 1 Minis, quattro prodotti gustosi per una dieta equilibrata: lamb & cranberry, beef & apple, chicken & carrot, rabbit & herbs Milano, 1 ottobre 2014 – Chi l’ha detto che solo gli uomini possono soffrire di disturbi legati a una scorretta alimentazione? Il sovrappeso e l’intolleranza al glutine sono disturbi in cui possono incorrere, nel corso della loro vita, anche i nostri amici a 4 zampe. Proprio per questo 8in1, marchio leader nel settore degli snack e treats per cani, ha deciso di lanciare sul mercato la nuovissima linea 8in1 Minis, gli snack premio adatti a cani di tutte le taglie. Attraverso quattro deliziose varietà di gusto, Lamb & cranberry, beef & apple, chicken & carrot, rabbit & herbs, l’azienda ha scelto di andare incontro alle necessità dei nostri amici a 4 zampe attraverso prodotti di alta qualità per il loro benessere garantendo così una dieta equilibrata. I 4 prodotti, infatti, sono accomunati da tre importanti caratteristiche che li rendono innovativi e allo sesso tempo unici nel panorama degli snack per cani. Innanzitutto sono stati studiati per non contenere glutine, per quei cani che dovessero presentare questa intolleranza, inoltre non contengono zuccheri aggiunti, che li rende i perfetti alleati nel contrasto di eventuali disturbi come carie e diabete, infine contengono basse quantità di grassi allo scopo di prevenire problemi come obesità e disturbi cardiaci. Ciascun ingrediente è stato studiato per rispondere a specifiche e differenti esigenze. Gli 8 in 1 Minis infatti si differenziano per l’inserimento di alcuni ingredienti che vanno aiutano a mantenere una corretta dieta e garantire la salute del nostro cane. Ad esempio i mirtilli rossi sono uno strumento efficace nella prevenzione delle infezioni alle vie urinarie, la scelta della carne di coniglio fornisce una valida fonte proteica alternativa rispetto ad altre qualità di carne, la presenza di carote previene disturbi intestinali, mentre la mela consente di ridurre il contenuto di calorie all’interno dello snack, rendendolo così particolarmente indicato per cani in sovrappeso. L’azienda, da sempre attenta ad offrire prodotti di alta qualità specificatamente studiati per rispondere alle necessità di ogni cane, propone quindi una linea ad hoc per la salute del proprio cane grazie all’assenza di glutine, ma anche per i cani che possono aver accumulato chili di troppo a causa di una scorretta alimentazione. Capita sempre più spesso, infatti, che i cani soffrano di disturbi legati ad una cattiva alimentazione, il sovrappeso spesso comporta non solo pigrizia nell’attività motoria, ma nel lungo periodo, come accade negli esseri umani, può causare malattie legate al cuore, al fegato, diabete e problemi alla colonna vertebrale. In formato 100g, gli snack 8 in 1 Minis sono un’ideale supporto, durante la giornata, per l’attività motoria dei cani che hanno bisogno di una fonte energetica gustosa e salutare, aspetto reso possibile grazie ad una meticolosa valutazione nella selezione e nell’utilizzo delle materie prime che compongono ciascun prodotto. Fabio Degl’Innocenti, Responsabile marketing della Divisione Pet di Spectrum Brands Italia, commenta: “Con gli 8in1 Minis vogliamo offrire ai consumatori gustosi snack premio di alta qualità, gluten-free, senza zuccheri aggiunti e ad un basso contenuto di grassi tanto da soddisfare i palati dei cani senza compromettere la loro salute, per noi principio cardine che sta alla base della nostra filosofia aziendale.”


animali da ridere


animali da ridere


animali da ridere

34


animali da ridere

Fonte pagina Facebook Giulius Pet Shop


PET QUIZ

Pet quiz La gonalgia è un dolore che colpisce :

a

L'emorragia subungueale si verifica a carico di :

a

7

virus

c

b fungo

parassita

c

b pesce

40

b 26

c

13

La fosfochinasi è un : carboidrato

b enzima

c

amminoacido

Il piramidale è un muscolo di :

c 7)b

b addome

testa

6)b

spalla

Le risposte corrette:

5)c

a

8)b 36

pomodoro

Nel gatto il numero dei denti da latte è pari a:

a 8

12

Il licopene si trova prevalentemente nel :

a 7

c

b 9

a uovo 6

unghie

L'epatite infettiva del cane è causata da :

a 5

c

b vescica

Nel dromedario le vertebre cervicali sono :

a 4

occhio

3)a 4)a

3

ginocchio

2)c

2

c

b cervello

testicolo

1)c

1


E zine giulius Anno 3 N° 4  

Magazine dedicato al mondo degli animali.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you