Page 1

e-zine

l’amico degli animali

La prima rivista multimediale sul mondo Pet

N. 11 - Novembre 2015

Sanità animale Parametri ematici

Angolo Cane Pinscher Il trenino dei randagi Il “Kutur Tihar”, la festa dei cani in Nepal

Viaggiando Castellabate 1


Sommario

.............................. Salute animale pag 4 - 6 Malattie infettive: un problema comune ad uomo ed animali La dieta dopo un intervento chirurgico Sanità animale pag 8 Parametri ematici

Salute animale

6

L’esperto risponde pag 10 - 13 I calcoli renali: un serio problema nel gatto A colloquio con il veterinario Morinda citrofolia: Una pianta dalle molte virtù Angolo cane pag 14 - 17 Pinscher Il trenino dei randagi Il “Kutur Tihar”, la festa dei cani in Nepal

Angolo gatto

19

Angolo gatto pag 19 - 21 Blu di Russia Il trasportino Sviluppo comportamentale nel periodo neonatale Viaggiando pag 24 Castellabate Curiosità pag 26 - 28 A me gli occhi... Ciotole automatiche per cani: un’opportunità

Curiosità

28

Angolo della lettura pag 32 Il libro: “La magia del gatto nero” l’amico degli animali EDITORE

Pet quiz pag 34

Demas Srl - Cir.ne Orientale 4692 00178 - Roma - Tel. 06.41.79.05 info@demas.it - www.demas.it

Giulius E-zine - Giornale On line Punti Vendita Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 – 00054 Fiumicino (RM) Tel. 06.41.79.05.500 Circonvallazione Orientale, 4692 – 00178 Roma Tel. +39 06.41.79.05 LUN - SAB 09.00-19.00 Orario continuato Per visualizzare e scaricare il magazine è necessario aver installato Adobe Reader (download gratuito dal sito www.adobe.com).

LEGENDA Torna all’Homepage Link esterni


3


salute animale

Malattie infettive

Un problema comune ad uomo ed animali

I

A. C.

n Natura esistono una grande quantità di organismi viventi di dimensioni microscopiche, chiamati microrganismi, in grado di provocare l’insorgenza di malattie dette infettive. Si distinguono diversi tipi di microrganismi, sulla base dei rapporti che questi contraggono con l’ospite umano od animale: • saprofiti o commensali: microrganismi che vivono e si moltiplicano a contatto con l’ospite senza provocare danni; • patogeni: microrganismi che provocano una malattia • opportunisti: microrganismi normalmente innocui, ma in grado di causare malattie,in seguito ad una diminuzione delle difese dell’organismo. Non sempre il contatto con un microrganismo porta allo sviluppo di una malattia, ma è in funzione del rapporto che si crea tra aggressività del microrganismo e capacità di difesa dell’ospite.

Si potrà così verificare: • infezione asintomatica: il microrganismo penetra e si moltiplica nell’ospite, ma si crea una situazione di equilibrio, per cui non si ha comparsa di malattia. • malattia infettiva: il microrganismo supera le difese dell’ospite e causa la comparsa di malattia.

4


salute animale

L’aggressività del microrganismo dipende da vari fattori: • invasività: capacità di penetrare nell’ospite. • virulenza: capacità di moltiplicarsi nell’ospite e di creare un danno, in modo diretto oppure tramite la produzione di sostanze tossiche (tossine). • carica infettante: quantità di microrganismi che riescono a penetrare nell’ospite. Le difese dell’ospite sono principalmente costituite da: • difese aspecifiche (barriere anatomico - funzionali): - integrità della cute. - sostanze battericide presenti nei fluidi corporei (es. lisozima). - acidità del succo gastrico. Difese specifiche: rappresentate dal sistema immunitario, composto da gruppi di cellule in grado di riconoscere le sostanze estranee all’organismo e di reagire contro di queste, tramite l’azione diretta di particolari cellule (globuli bianchi) e la produzione di anticorpi. Le difese immunitarie sono caratterizzate dalla capacità di memorizzare l’avvenuto contatto con un determinato microrganismo, per cui, nel caso di un secondo contatto, la risposta difensiva sarà rapida e immediata. Si parla in questo caso di immunizzazione. Nei confronti di un determinato microrganismo ogni individuo può presentarsi come: •immune, quando è protetto dall’infezione in seguito ad un precedente contatto con l’agente patogeno o dopo una vaccinazione. • recettivo, quando non è mai venuto a contatto e non è mai stato vaccinato contro quell’agente patogeno; in questo caso può contrarre la malattia. 5


salute animale

LA DIETA DOPO UN INTERVENTO CHIRUrgico

L

A. C.

a medicina veterinaria ha visto negli anni un progressivo miglioramento delle prestazioni offerte agli amici animali grazie ad un costante aggiornamento dei professionisti ed a un aumentata propensione dei proprietari a prestare cure sempre più “raffinate” e a far sottoporre gli animali ad interventi chirurgici anche complessi. Dopo un’operazione chirurgica il cane deve avere attenzioni particolari, fra cui una particolare attenzione merita l’alimentazione. Non è sempre agevole nutrire un cane nel periodo post operatorio dal momento che un’affezione ha come conseguenza immediata una diminuzione dell’appetito ed un intervento può implicare la necessità di un digiuno limitato nel tempo. Le diete allestite per questi specifici momenti non sempre hanno una particolare appetibilità per cui può non essere agevole somministrale all’animale. Spesso sono caratterizzate dall’avere un’alta densità energetica, concentrano cioè in un volume ridotto di alimento un alta percentuale calorica. La dieta terapeutica deve essere bilanciata, altamente digeribile e, se possibile, formulata per supportare nutrizionalmente una specifica situazione patologica. Il cane deve alimentarsi con porzioni ridotte. L’appetibilità dell’alimento, e di conseguenza la sua accettabilità, può essere accresciuta introducendo la nuova dieta gradualmente, se possibile prima dell’evento chirurgico e scaldando leggermente l’alimento. Al cane convalescente è opportuno fornire più pasti durante la giornata. è consigliabile eliminare Il cibo non consumato entro una mezz’ora, registrare la quantità di cibo assunta ad ogni pasto e far sì che l’animale rispetti la dieta consigliata. Memorandum • Fornire un alimento altamente digeribile, specificatamente formulato. • Introdurre gradualmente una dieta terapeutica, iniziando anche prima dell’intervento chirurgico. • Aumentarne l’appetibilità della dieta ad esempio riscaldando il cibo. • Somministrare piccoli e frequenti pasti durante la giornata. • Controllare le quantità di cibo assunte dal cane.

6


O

U R A. AMA I L TU O AN I MALE, R I S P ET TA L A S UA NAT

asticabile om ss

+

ca rne di pollo

Lo snack unico e brevettato con pelle bovina di alta qualità che avvolge vera carne di pollo disidratata. L’odore e la vista del pollo stimolano il cane ad arrivare alla carne contenuta all’interno della pelle masticabile, tenendolo occupato a lungo ed evitando fastidiosi avanzi. L’uso regolare degli ossi DELIGHTS aiuta a rinforzare denti e gengive e a ridurre la formazione del tartaro. • Solo il 2% di grassi • Privi di coloranti artificiali e aromi aggiunti • Disponibili in diversi formati • Disponibili anche nella versione Delights Beef, con carne di manzo, e Delights Strong, ideali per cani dalla masticazione forte

www.8in1.it

studioimmagineweb.it

8in1 DELIGHTS


sanità animale

Parametri ematici

V

A. C.

ari sono i parametri che sono riportati in un referto analitico. Oggi sempre più frequentemente il veterinario per giungere ad una diagnosi necessita del supporto di strumentazioni elettromedicali e dei risultati di esami di laboratorio. Tra i tanti valori di un referto sono di rilievo i seguenti: Emoglobina: (sigla Hb). L’emoglobina è una proteina complessa contenuta nei globuli rossi che ha la funzione di legare a se l’ossigeno e di trasportarlo dai polmoni ai tessuti. Costituisce da sola il 90% delle molecole proteiche contenute nei globuli rossi. Senza la presenza di questa molecola specializzata il sangue non potrebbe trasportare che una minima quantità di ossigeno insufficiente a coprire il fabbisogno delle cellule dei tessuti. Grazie all’emoglobina, invece, la capacità di trasporto del sangue aumenta notevolmente. Ematocrito: (sigla HCT; sinonimo PCV Packed Cell Volume – Volume cellulare impacchettato). è la percentuale del volume ematico occupata dagli elementi cellulari (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine). Un aumento dell’ematocrito, con le proteine plasmatiche nella norma, è indice di «policitemia» (cioè di aumento della massa dei globuli rossi circolanti) mentre se l’aumento è associato ad un maggiore tasso delle proteine plasmatiche ha un significato di disidratazione dell’organismo: una unità di volume ematico conterrà una percentuale maggiore di cellule perché risulterà diminuita la componente liquida.

8


CURIOSITà

L’azienda Foschi è presente da più di 100 anni nel mondo del Veterinario, fornendo tutte le attrezzature necessarie per curare al meglio i nostri amici animali.

Con l’obiettivo di essere il più possibile vicina alle esigenze dei Veterinari e garantire il miglior servizio, Foschi ha siglato degli accordi con prestigiosi partner tecnologici internazionali.

I nostri siti web

www.foschivet.it

www.foschilaser.it

www.foschiacademy.it

I nostri partner tecnologici

NOVITÀ E-COMMERCE

ACQUISTA ON LINE SU WWW.FOSCHIVET.IT Foschi Srl

Apparecchi scientifici per uso veterinario9 16

Via Salone, 132 13/15 Via di della Libertà,

Tel +39T 06 +399826 0513800 798 577

00131 (RM), Italy 06 9826 3899560 F +39 051 798 40064Roma Ozzano dell’Emilia (Bo) Fax +39

info@foschivet.it info@foschivet.it

www.foschivet.it www.foschivet.it

9


L’ESPERTO RISPONDE

I CALCOLI RENALI Un serio problema nel gatto Prof. Alessandro Ciorba Gentile Professore, Il mio gatto persiano ha un problema di calcoli all’apparato urinario ed il veterinario mi ha consigliato un mangime particolare. Ora il gatto sta meglio, ma sono curiosa di saperne di più. Gloria F. (Pescara)

La presenza di calcoli e di tappi di muco nelle vie urinarie costituisce un problema particolarmente serio per il gatto. Si possono creare situazioni di emergenza quando si verifichi un’ostruzione, che risulta essere più frequente nel maschio e che spesso va incontro a recidive. I calcoli tendono a formarsi quando nell’urina si crea un ambiente ( tecnicamente si parla di pH ) alcalino. Quest’ultima possibilità è legata al fatto che il gatto in casa è portato a consumare più pasti durante la giornata con modificazioni della situazione urinaria favorevoli per una calcolosi. I calcoli che possono formarsi nelle vie urinario del gatto sono dal punto di vista della loro composizione essenzialmente di due tipi: Struvite ed Ossalato di calcio. Fattori rischio Razza Alcune razze feline, come il Burmese ed il Persiano sono maggiormente esposte alla formazione di calcoli di ossalato di calcio. Sesso Le femmine sono meno esposte rispetto ai maschi e ciò è fondamentalmente riconducibile alle particolarità anatomiche delle vie urinarie del gatto.

10


L’ESPERTO RISPONDE

Sterilizzazione Un gatto castrato presenta un rischio sette volte superiore di sviluppare calcoli di ossalato di calcio e tale evento si pensa che possa essere messo in relazione con uno stile di vita troppo sedentario. Età I gatti giovani vanno più frequentemente incontro alla formazione di tappi di struvite, quelli con un’età compresa tra i 7 ed i 9 anni sono più a rischio di sviluppare calcoli di ossalato. Sovrappeso Le affezioni delle vie urinarie si riscontrano più comunemente in gatti obesi e ciò è da porre in relazione con il fatto che questi dormono più frequentemente ed urinano meno frequentemente. Stile di vita In base ad una statistica statunitense i gatti di appartamento sono apparsi più esposti rispetto agli altri. Altri rischi Circa un terzo dei gatti nei quali si sviluppano calcoli di ossalato di calcio presenta nel sangue un livello elevato di calcio. La quantità di calcio presente nell’acqua (durezza) non sembra influire in particolare modo sulla formazione di calcoli di ossalato, in quanto l’evento è ampiamente compensato da una corretta urinazione. Sembra che i lattobacilli nell’intestino siano in grado di favorire la degradazione dell’ossalato. Prevenzione dei problemi di calcolosi Prima raccomandazione è cercare di diluire l’urina bevendo una quantità maggiore di acqua con lo scopo di provocare una minzione più frequente ed impedire un ristagno dell’urina con possibile precipitazione di elementi favorenti la formazione di calcoli. Per indurre il gatto a bere più spesso si possono adottare alcuni espedienti, come: • Aggiungere un po’ di sale nell’alimento. Un lieve aumento di sodio non ha conseguenze negative sulla pressione del sangue o la funzionalità renale. • Mettere a disposizione acqua pulita in vari punti della casa e del giardino. • Se possibile, dato che taluni gatti amano l’acqua corrente, consentire all’animale di bere ad una fontana o ad un rubinetto. • Preparare piccoli cubetti di ghiaccio con il sugo di carne od il liquido contenuto nelle scatolette di tonno.

11


L’ESPERTO RISPONDE

a colloquio con il veterinario Prof. A. Ciorba Salve, ho una cagnolina di 13 anni che ha una valvola cardiaca che funziona male e che, di conseguenza, causa un accumulo di liquidi. Per questo motivo deve prendere una marea di pastiglie tra cui i diuretici che affaticano i reni. Di conseguenza devo comprarle un cibo RENAL per limitare i danni. Le sarei davvero molto grata se, comunque,potesse darmi qualche consiglio utile. Grazie per l’attenzione. Le valvulopatie sono frequenti nel cane soprattutto in età geriatrica. Tale patologia può comportare l’accumulo di liquido (ascite) in sede addominale ed un malfunzionamento renale per una minore perfusione ematica. Credo che questa sia la ragione per la quale le hanno consigliato l’uso di un mangime renal. Il mio cane setter irlandese dopo l’applicazione di un catetere in vescica soffre di cistiti ricorrenti. Devo spesso curarlo con antibiotici Posso usare anche altri prodotti? Grazie per la risposta. Un problema certo non infrequente che necessita di un costante consiglio veterinario Attualmente nel trattamento delle cistiti ed anche per ostacolare le recidive possiamo contare su un prodotto di libera vendita, a base di D mannosio e Morinda citrofolia (Ausiliumbau). Il vantaggio è anche dato da un contenimento dell’uso di antibiotici. Ho un cane meticcio di 3 anni con un testicolo ritenuto (atrofico) sottolombare. L’esatta dicitura dell’ecografia fatta ad agosto è: Criptorchidismo destro. Mi si consiglia di operarlo per evitare che il testicolo ritenuto si trasformi in tumore e il veterinario consiglierebbe anche la castrazione. Vorrei sapere se è proprio necessario l’intervento o se magari facendo regolarmente ogni 6 mesi o anche meno, un controllo radiografico, tenendo così sotto controllo l’evoluzione del testicolo, si può intervenire tempestivamente solo al bisogno.

Un testicolo ritenuto in addome è a rischio insorgenza tumore, da qui ne consegue il consiglio del collega in merito ad una sua asportazione. Sulla castrazione non esprimo un giudizio in quanto il veterinario e lei siete migliori giudici avendo il paziente sotto vostro controllo. Attendere l’evoluzione negativa di un eventuale insorgenza di un processo neoplastico è un ulteriore rischio da non sottovalutare.

12


L’ESPERTO RISPONDE

MORINDA CITROFOLIA Una pianta dalle molte virtĂš

è

A. C.

una pianta che cresce in zone temperate tropicali ed è nota anche come Gelso indiano, Nonu, Nono, Lada Munja e Canary wood, ma il nome piÚ usato è Noni. Il centro di coltivazione di maggiore importanza è la Polinesia, forse grazie al suolo vulcanico di antica origine con un basso contenuto di metalli pesanti ed all’assenza di inquinamento. Le foglie e le radici del Nonu contengono l’intero spettro degli aminoacidi. Prevalentemente, il frutto contiene acidi grassi, mentre le radici e la corteccia contengono antrachinoni. Il numero elevato di applicazioni e impieghi medici della Morinda citrifolia sono una conseguenza della sua ricchezza in vari componenti chimici. Negli ultimi anni numerosi studi sono stati compiuti sul succo di Noni e i suoi composti con lo scopo di confermare una vasta gamma di effetti potenzialmente terapeutici: attività antibatterica, antivirale, antitumorale, analgesica, ipotensiva, anti-infiammatoria, immunomodulante e antiossidante.

CONTRO LA CISTITE, UN RIMEDIO NATURALE AUSILIUM BAU e AUSILIUM MIAO

permettono di affrontare le cistiti in modo efficace e naturale, JUD]LH DOOœD]LRQH PLUDta sui batteri patogeni, lasciando inalterata la ÀRUD ¿VLRORJLFD H FRQWULEXHQGR D ULQIRU]DUH le difese immunitarie.

,EDWWHULYHQJRQRHVSXOVLLQPRGRPHFFDQLFRHQDWXUDOHDWWUDYHUVROHXULQH(IÂżFDFLDQFKHQHOOHFLVWLWL LGLRSDWLFKHSHUOÂśD]LRQHDQWLQÂżDPPDWRULDHOHQLWLYD3ULYLGLHIIHWWLFROODWHUDOLSRVVRQRHVVHUHXWLOL]]DWL DFLVWLWHLQFRUVRFRPHSUHYHQ]LRQHHLQIDVHGLPDQWHQLPHQWRDQFKHLQJUDYLGDQ]DHLQDOODWWDPHQWR Per saperne di piĂš chiamate il nostro numero verde, 800.944.350 o scrivete a info@deakos.com &RUVR1D]LRQDOH/D6SH]LD 63 )D[ZZZGHDNRVFRP


angolo cane

pinscher

L

A. C.

e origini del Pinscher sono antiche. Cane elegante, di buona intelligenza e spiccata attitudine all’apprendimento. è un eccellente, se pur piccolo, cane da guardia. Ha un carattere piacevole e, data la sua taglia poco ingombrante, è adatto per vivere in appartamento. è un ottimo compagno per tutta la famiglia. Standard Origine: Germania. Altezza: da 43 a cm 48. Tronco: non molto largo. Lunghezza circa pari a quella dell’altezza al garrese. Dorso leggermente scosceso. Testa e muso: di forma allungata. Muso appuntito. Tartufo: di colorazione nera. Denti: regolarmente allineati e completi di numero; chiusura a forbice ben combaciante. Collo: slanciato, eretto e solido. Arti: sia i posteriori che gli anteriori devono essere in appiombo con le scapole oblique e piatte. Devono avere costituzione solida. L’ossatura è leggera, ma ben proporzionata alle dimensioni del cane. Muscolatura: robusta, soprattutto sugli arti. Linea superiore: rigida e dritta. Coda: con attaccatura alta. Pelo: liscio, corto e fitto, preferibilmente lucido. Colori ammessi: rosso cervo e nero focato.

14


Islanda,

Dall’

oasi di pregiate risorse pesce e carne per cani e gatti come Madre Natura li offre

PESCE MONOPROTEICO

PESCE MONOPROTEICO

acti wet

PESCE MONOPROTEICO

PESCE CON AGNELLO

con tecnologia

PROTECTION SYSTEM

Questa linea umida nasce per essere utilizzata da sola o in sinergia con ACTIVE LINE formula secca, secondo le esigenze dei singoli soggetti. Un unico prodotto per cani e gatti con pesce oceanico e carni allevate nel vasto e incontaminato territorio islandese, vera e propria oasi lontanissima da qualsiasi scarico industriale. Quattro ricette arricchite da principi naturali selezionati e protetti dalla tecnologia brevettata Microcapsules System, in grado di ripristinare le JVUKPaPVUPKPILULZZLYLLSLKPMLZLÄZPVSVNPJOLKLSS»VYNHUPZTV

www.forza10.com

Aloe vera, Arctium lappa Malva sylvestris Ribes nigrum, Zinc Enterococcus faecium Origanum vulgare, Castanea sativa Plantago psyllium, Prebiotics, Electrolytes, Rosa canina

Seguici su


angolo cane

Il trenino dei randagi a cura di Agnese Monaco http://agnesemonaco.altervista.org – www.facebook.com/AgneseMonacoOfficial

O

ttanta anni e una nuova missione. Questa è la vita di Eugene Bostick, Texano di Fort Worth. Con l’aiuto di altri amici ha costruito un particolare trattore, trasformandolo in una sorta di trenino. La peculiarietà dello stesso è data dalla sua funzione, infatti è stato creato appositamente per salvare i cani randagi. Questo geniale mezzo di fortuna per cani è molto apprezzato dai nostri amici a quattro zampe. Il signor Bostick passa le sue giornate a trovare i cani abbandonati nel suo quartiere, nelle zone limitrofe e nei boschi, salvandoli e trasportandoli al sicuro con questo utile treno. Alle volte basta davvero pochissimo per avere idee geniali, facilmente realizzabili. Come si può anche vedere dalla foto i dolci quadrupedi si divertono nel “tour della salvezza”!

16


angolo cane

Il “Kukur Tihar” la festa dei cani in Nepal a cura di Agnese Monaco http://agnesemonaco.altervista.org – www.facebook.com/AgneseMonacoOfficial

I

n Nepal proprio in questo periodo autunnale si celebra il “Kukur Tihar” una festa per ringraziare i cani per la loro lealtà ed amicizia con l’uomo. Questa lunga giornata fa parte del periodo festivo denominato “ Diwali” ossia Festa delle Luci. Prima di specificare in che consiste il rituale festoso, guardiamo un po’ alla storia che vi è alla base. La tradizione Indù sostiene che il cane è il custode ed il messagero di “Yama” il Signore che giudica i defunti. Il cane è anche detto a guardia dei cancelli dell’aldilà. Esso si rivela per rappresentare il concetto di Dharma, ossia il percorso dei giusti. Nel Rigveda, uno dei testi più antichi dell’Induismo, Samara (la madre dei cani) assiste Indra, il sovrano del Cielo,per recuperare del bestiame rubato. Ecco i motivi di questa festa. Nel Diwali, che dura cinque giorni, il primo giorno sono celebrati tutti gli animali, mentre a parte, nella festa del secondo giorno appunto denominata “Kukur Tihar” sono onorati e festeggiati i cani. Il Kukur Puja è il momento dell’adorazione del quadrupede. Ad ogni cane viene messa una ghirlanda in segno di rispetto e il Tika (ossia un segno sulla fronte), poi si offrono ai celebrati leccornie di ogni tipo. Tutti cibi deliziosi. Colori, fiori, offerte, gioia e rispetto sono la base di questa festa conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo. Sul capo dei cani vengono anche fatti lasciar cadere petali di fiori.

17


18


angolo gatto

blu di russia

S

A. C.

i pensa che questa razza sia originaria della Russia Settentrionale. I primi esemplari furono portati in Inghilterra da alcuni mercanti intorno alla metà del XX secolo e furono presentati a varie esposizioni feline come gatti di Archangel o Archangel Blu. Gatto bello ed elegante, con mantello grigio-blu e occhi verdi lucenti. Ha un carattere tranquillo, dolce e affettuoso sia con i propri simili sia con l’uomo. Tipico gatto da appartamento, ama le comodità. Timido con gli estranei. Standard Paese d’origine: Russia - Inghilterra. Varietà di colore Mantello classico grigio-blu, ma sono state selezionate anche varietà nere e bianche, deve essere privo di peli bianchi e sfumature di altri colori; naso e cuscinetti delle zampine grigi; occhi verdi. Il mantello bianco deve essere candido, con naso e cuscinetti della zampine rosa; occhi verdi, blu o impari. Nel Nero di Russia il mantello deve essere nero, con naso e cuscinetti scuri; occhi verdi. Corporatura: peso dei maschi 3,5-4,8 kg, delle femmine 2,5-3,5 kg; corpo lungo, elegante e ben proporzionato. Collo lungo e poderoso. Arti: lunghi, sottili, con zampine piccole e ovali. Coda: lunga, dritta, si assottiglia all’estremità. Testa: ampia, un po’ allungata. Orecchie: dritte, relativamente grandi e appuntite. Naso: di media lunghezza, privo di stop; grigio come le labbra.  Occhi: a mandorla, ben distanziati; verde smeraldo (da cuccioli blu scuro). Mantello: pelo corto, fine e setoso, molto soffice per la presenza di un delicato sottopelo. Negli ultimi anni è stata selezionata anche una varietà a pelo lungo (razza Nebelung).  19


angolo gatto

il trasportino

L

A. C.

a visita dal veterinario è fondamentale per mantenere in una buona salute il nostro gatto. è importante, se possibile, che possa giungere dal nostro veterinario di fiducia nelle migliori condizioni possibili soprattutto tranquillo e disponibile ad essere “manipolato”. Sarebbe auspicabile che il gatto non avesse della visita una sensazione sgradevole ed un ricordo negativo legato a stress. In commercio sono in vendita modelli diversi di trasportini di vario materiale e fogge differenti. Consigliabili ad esempio sono i modelli costituiti da due parti, la “base” e il “coperchio”. In questo modo si può aprire dall’alto ed il gatto si sentirà sempre al riparo e protetto. Cosa fare • è consigliabile avere un trasportino proporzionato alle dimensioni del gatto.   • Sarà opportuno che il trasportino rimanga sempre a disposizione del gatto in modo che possa esplorarlo ed eventualmente utilizzarlo anche in momenti diversi dagli spostamenti  • In commercio possiamo acquistare prodotti a base di feromoni, che possiamo spuzzare all’interno in modo che si senta a suo agio.  • Durante il trasporto si abbia cura di non provocare  forti oscillazioni per non far dondolare troppo il gatto e farlo sentire non più a suo agio.  • Dopo la visita da veterinario sarà bene lavare il trasportino.

20


angolo gatto

Sviluppo comportamentale nel periodo neonatale

L

R. B.

o sviluppo comportamentale del gatto avviene attraverso così detti “periodi sensibili”, momenti in cui è particolarmente predisposto all’apprendimento di associazioni (tra stimoli o tra azione e relativo risultato) che se acquisite rimangono relativamente stabili nel tempo. Il periodo sensibile è rappresentato da una fase temporale della vita dell’animale in cui una piccola quantità di esperienza, o la totale mancanza di esperienza, ha un grande effetto sul comportamento successivo. Il periodo neonatale comprende le prime due settimane di vita del gattino che nasce con un sistema uditivo poco sviluppato e con gli occhi chiusi. Durante questo periodo i gattini sono totalmente dipendenti dalla madre e mangiare e dormire sono le loro attività principali. All’inizio i gattini sono incapaci di urinare e defecare da soli e le madri stimolano l’eliminazione leccando la zona perineale dei piccoli. Gli occhi si aprono generalmente tra i 7 e i 10 giorni di vita. I movimenti sono limitati e lenti, le gambe non sono in grado di sostenere il peso del corpo e i gattini inizieranno a camminare solo intorno alla terza settimana. In questo periodo non vocalizzano molto, possono fare le fusa quando succhiano il latte o piangere come risposta a un disagio fisico.

21


E se il nostro amico invecchia?

L

Dr. Valerio Bianchini - SNT - Scuola di Nutrizione Trainer www.scuolanutrizionetrainer.it

a speranza di vita dei carnivori domestici è aumentata in modo significativo in questi anni, grazie ai progressi realizzati dalla medicina veterinaria, al miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie e ad una alimentazione più attenta alle esigenze del nostro non più giovane amico. I progressi compiuti dalla medicina veterinaria e in particolare dalla scienza dell’alimentazione, nel corso degli ultimi decenni, hanno consentito di prolungare sensibilmente l’esistenza dei nostri animali domestici, garantendo loro una migliore qualità e aspettativa di vita. Ma quando si può affermare che il cane ..”sta invecchiando”? Questa condizione varia notevolmente a seconda della taglia, del peso, delle eventuali avvenute patologie, delle attività svolte nell’arco degli anni e infine dalla conformazione morfologica dell’animale. Le conseguenze del progressivo invecchiamento sono molteplici e spesso interessano l’apparato digerente. La capacità di prensione e masticazione del cibo, cosi come i processi digestivi e di assorbimento, diminuiscono sensibilmente nei cani maturi; necessitano quindi di un regime alimentare dedicato e specifico. Alimenti e ingredienti di alta qualità e digeribilità sono spesso necessari in questi animali, Un ridotto numero di ingredienti, senza eccessi proteici e con specifiche integrazioni “funzionali”, ricche di antiossidanti, sono la dieta ideale per il nostro non più giovane amico. Il cane “maturo” ha quindi bisogno di uno stile di vita diverso? Assolutamente no! Al nostro amico ormai non più giovane, possiamo rendere più agevole questo periodo della sua esistenza prestando attenzione anche alle più piccole differenze subentrate nella quotidianità, compresi i mutamenti del comportamento e, non infrequentemente, della sua mobilità. La nostra tendenza, è quella di proteggerlo, spesso in modo eccessivo, il nostro amico che vediamo diventare più debole, lento e impacciato nei movimenti, rischiando però di farlo sentire escluso ed “inutile”. è importante adeguare il suo “nuovo” stile di vita alla sua nuova condizione senza escluderlo dalla quotidianità, non lesinando su coccole e carezze. Il cane maturo e anziano diventano, con il passare del tempo, bisognosi di attenzioni.


viaggiando

castellabate

S

ituato in Campania, nella provincia di Salerno, Castellabate è un piccolo borgo di circa 8.000 abitanti. Il nome del borgo, che fa parte del club dei Borghi più belli d’Italia, deriva dalle parole latine Castrum e Abatis, in riferimento alla fondazione del borgo ad opera dell’Abate Costabile. Il suo territorio, esteso lungo la zona costiera del Parco Nazionale del Cilento, è parte del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, e, dal 1998 è patrimonio mondiale dell’UNESCO. Da vedere Il Borgo medioevale e le sue Porte: Il centro medievale, con le sue piccole stradine e le case in pietra grigia, è racchiuso entro 5 porte di accesso: Porta cavalieri, Porta di mare, Porta la chiazza, porta S. Eustachio e Porta de li Bovi. Castello di Castellabate: nel borgo antico sorge il castello fatto erigere nel 1123 da San Costabile. La fortezza nacque con funzioni di luogo di culto e allo stesso tempo torre di avvistamento e baluardo di difesa dalle incursioni dei pirati Saraceni. Piazza 10 ottobre 112: La Piazza,è il fulcro del borgo antico. A pianta rettangolare, la piazza è attorniata da edifici abitati di origini antichissime. Basilica pontificia di Santa Maria de Giulia: La fisionomia attuale della Chiesa risale al 1500; è caratterizzata da una facciata in stile 500esco, affiancata da una Torre Campanaria. L’interno, a tre navate separate da due serie di quattro archi, ospita importanti opere. Villa Matarazzo: è sede del Parco del Cilento e del Museo del mare, che ospita collezioni di reperti archeologici. Notevoli tra questi le anfore romane del I° secolo a.C. Da gustare Tra i prodotti tipici del territorio troviamo l’olio extravergine di oliva (DOP), la Mozzarella di Bufala Campana DOP, e il miele. Da segnalare anche il fico bianco del Cilento e le alici di menaica. Tra i primi uno dei piatti più rinomati sono i fusilli con ragù di castrato, mentre tra i secondi regnano i salumi, come la pancetta o “Longarella“ e la “soppressata” di Gioi. Tra i formaggi troviamo la mozzarella “co’ a mortedda“ e il caciocavallo podolico. Tra i dolci troviamo i fichi al cioccolato.

Buon week-end da Alessandro Ciorba Clicca qui e guarda i video 24


25


CURIOSITà

a me gli occhi...

p

A. C.

ops è una gatta anziana, di 19 anni, sfortunata dal momento che non riesce a trovare casa. Secondo un giornale inglese il Telegraph il motivo è da ricondurre ad i suoi occhi. Questa gatta è stata salvata dalla strada in Inghilterra e portata presso un centro della protezione animale. è stata curata presso una clinica veterinaria, ma le sue condizioni non sono buone a causa dell’età e della vita di strada che ha condotto. Il fatto per il quale incute timore è legato ai suoi occhi. Purtroppo è quasi cieca, ma i suoi occhi, di un blu molto intenso, sono spenti, “macabri”. L’associazione gattofila non dispera di trovarle una sistemazione perché la gatta si trova molto bene con gli esseri umani ed ama essere coccolata. Generalmente i gatti anziani trovano casa abbastanza facilmente, ma durante la “stagione dei gattini”, che va da aprile a settembre, per i senior è più difficile essere accasati e i tempi di attesa si allungano di oltre sei volte e mezza.

26


ENTERO ACTIVE Mangime complementare ad attivitĂ simbiotica (prebiotica e probiotica) per cani e gatti

12

Preparato naturale ad attivitĂ simbiotica (prebiotica e probiotica) ottenuto mediante un processo di germinazione e fermentazione dei cereali con 8 ceppi diversi di microorganismi e batteri lattici depositati al CNCM (Collection Nationale De Cultures Microorganismes) dell’Istituto Pasteur. Entero Active è utile nel favorire il processo di digestione e assimilazione degli alimenti e crea le condizioni favorevoli per un ottimale VYLOXSSRGHOODĂ€RUD batterica intestinale. Ăˆ un coadiuvante nello sviluppo delle naturali difese dell’organismo utile nei casi di sindrome diarroica, disturbi cronici della motilitĂ  intestinale, stress dietetici e climatici, cambiamenti ambientali, intossicazione alimentare e debilitazioni organiche conseguenti a malattie infettive e/o parassitarie del tratto digerente. Favorisce i processi di crescita del pelo con effetti positivi sulla lucentezza e brillantezza.

Entero Active può essere somministrato simultaneamente a medicinali veterinari (es. antibiotici, sulfamidici ecc.) senza che ne sia FRPSURPHVVD LQ DOFXQ PRGR OœHI¿cacia ed il meccanismo di azione.

Composizione:

Acqua deionizzata, Cereali germinati e fermentati con i seguenti 8 ceppi di microoganismi (Enterococcus faecium CNCM DASF I-1248, Lactobacillus acidophilus CNCM DALA I-1246, Lactobacillus casei CNCM DALC I-1247, Lactobacillus helveticus CNCM DALH I-1251, Lactobacillus plantarum CNCM DALP I-1250, Propinibacterium globosom CNCM DAPB I-1249, Streptococcus cremosis CNCM DASC I-1244, Streptococcus termophilus CNCM DAST I-1245), (MOS) Manno-oligosaccaridi e Beta glucani naturali da fermentazione, (FOS) Inulina, Estratto di malto - Aromi.

Componenti analitici:

(S.T.Q.): Acqua 82,00% - Proteina grezza 2,55% - Cellulosa Grezza 0,07% - Oli e Grassi grezzi 0,06% - Ceneri grezze 0,20% - Sodio 0,04%.

Additivi per kg di prodotto:

Vitamine, provitamine e sostanze ad effetto analogo chimicamente GHÂżQLWH9LWDPLQD%PJ9LWDmina B6 mg 800 - Vitamina PP mg 1000. Aminoacidi, loro sali ed analoghi: Glutammato di sodio Conservanti: E262 Diacetato di sodio - E202 Sorbato di potassio - E281 Propionato di sodio - E270 Acido Lattico - Emulsionanti, stabilizzanti, addensanti e JHOLÂżFDQWL(*RPPD[DQWDQR

Modalità d’uso:

Direttamente per via orale o miscelata agli alimenti 1 - 2 volte al giorno alle dosi di seguito indicate.

Dosaggio:

*DWWRH&DQH¿QRDNJ 1 erogazione (circa 2 ml). &DQHGDDNJ 2 erogazioni (circa 4 ml). &DQHGDDNJ 3 erogazioni (circa 6 ml). &DQHROWUHNJ 4 erogazioni (circa 8 ml). Entero Active può anche essere somministrato per lunghi periodi ed un eventuale sovradosaggio non causa effetti indesiderati.

Volume netto: 100 ml Canali di distribuzione del prodotto: Farmacia e negozi specializzati pet Contatti per il medico veterinario: Slais S.r.l. 9LD3DFLQRWWL7HUQL 75  7HO)D[ info@slais.it www.slais.it


CURIOSITà

CIOTOLE AUTOMATICHE PER CANI Un’OPPORTUNITà

L

A. C.

e ciotole per cani automatiche sono uno strumento utile per poter tenere sotto controllo la quantità di cibo che il nostro cucciolo assume ogni giorno, ma anche per permettere al nostro piccolo amico di alimentarsi anche quando non siamo in casa.

In commercio vi è un’ampia possibilità di scelta di ciotole per cani automatiche: troviamo prodotti che si aprono grazie ad un sensore, impedendo così che l’alimento rimanga esposto all’aria e possa essere preda di insetti, altri che si aprono solo quando il cane o il gatto aziona un pulsante o una levetta. In questo caso si dovrà avere la pazienza di insegnare al nostro amico peloso le modalità di apertura, ma non ci sono eccessivi problemi quando si tratta di cibo, altri che consentono di impostare la quantità di cibo. I modelli in commercio sono studiati per essere utilizzati all’interno delle nostre abitazioni, garantendo pulizia ed hanno un design accattivante, altri sono realizzati con lo scopo di resistere all’esterno ed alle intemperie senza rovinarsi. Nel caso ci si orienti su questi prodotti non dimentichiamo di utilizzare i comodissimi dispenser per l’acqua, da collocare sia in casa sia nel giardino, per permettere ai nostri cuccioli di abbeverarsi. Sono necessari dal momento che i nostri pet si alimentano con un mangime secco cioè crocchette.

28


Protection ve In

o rn

Estat e

unno t u A

era mav Pri

PROTEGGERSI È NATURALE, ANCHE IN AUTUNNO Protection è la linea nata per proteggere i tuoi animali e gli ambienti domestici dall’aggressione degli ospiti indesiderati. Grazie al potere naturale dell’olio di Neem, sgradito a tutti gli insetti ematofagi, i prodotti Protection contribuiranno alla protezione dell’animale e della tua casa senza controindicazioni. Utilizzali con regolarità: lo aiuteranno a difendersi al meglio anche nelle stagioni più fredde.

Contiene olio di Neem Titolato

Distribuito da Camon S.p.A. Albaredo d’Adige (VR) Italy

www.ormenaturali.it www.camon.it


OSPITI INDESIDERATI ANCHE NELLE STAGIONI PIÙ FREDDE? PURTROPPO SÌ!

è

opinione comune che i parassiti siano un problema per noi ma, soprattutto, per i nostri amici quattrozampe solamente d’estate o, comunque, nei mesi più caldi, mentre nelle stagioni più fredde, sempre secondo questa convinzione, si potrebbe stare tranquilli. Ciò, purtroppo, non è vero: gli ospiti indesiderati sono presenti durante tutto l’anno! Complici le temperature generate dal riscaldamento, sempre attivo nelle nostre abituazioni, le case rischiano di divenire per le pulci un buon rifugio ed habitat per la loro riproduzione. ATTENZIONE AI SEGNALI Mentre le pulci adulte rimangono sull’ospite (sia esso cane, gatto, coniglio…) nutrendosi del suo sangue, le loro uova (e, poi, le larve) si schiudono e crescono tra i tappeti, moquette, poltrone, parquet grazie a una temperatura ed a un’umidità favorevole. Fortunatamente non è difficile accorgersi della presenza dei parassiti sui nostri amici quattrozampe: un prurito più frequente del solito, un atteggiamento particolarmente nervoso come di chi ha scoperto di avere “un nemico in più” da combattere, segni a volte particolarmente evidenti della presenza di parassiti sul corpo. E GLI EFFETTI? POTENZIALMENTE MOLTO PERICOLOSI Pruriti, nervosismo, situazioni a volte spiacevoli: nulla in confronto ai problemi che i parassiti sono in grado di creare ai nostri amici a quattro zampe in termini di trasmissione di malattie. Le pulci, oltre a dermatiti e a pruriti vari, sono in grado di veicolare parassiti intestinali quali ad esempio la tenia, verme piatto che si sistema nell’intestino e che si nutre di ciò che mangia il cane. Ma nemmeno gli acari scherzano, capaci come sono di trasmettere forme diversamente gravi di dermatiti e addirittura la rogna, in particolare in cani colpiti da cali immunitari per situazioni di stress emotivo, psicologico o fisico.


COME PREVENIRE L’INFESTAZIONE DEI PARASSITI? Gli strumenti per prevenire un’infestazione parassitaria sono numerosi, sia di origine chimica che naturale. In particolare, per questa seconda categoria, una posizione di riguardo è quella dell’Olio di Neem, vero punto di forza della Linea Protection di Orme Naturali. Protection è la linea completa nata per contribuire a proteggere gli animali e gli ambienti domestici dall’aggressione degli ospiti indesiderati: lozioni protettive e shampoo, fiale e collari barriera per cani e gatti, medagliette protettive, spray, diffusori, bio-spirali ed elettroemanatori per ambienti, la lozione per orecchie e Nemastop, il mangime complementare per cani e gatti. I prodotti della linea Protection, utilizzabili in combinazione fra loro oppure anche a rinforzo dei tradizionali trattamenti di sintesi, garantiscono risultati eccellenti con un valore aggiunto: la loro origine naturale! QUALCHE ALTRO CONSIGLIO La cosa più importante per evitare al nostro amico a quattro zampe un’infestazione di parassiti è un’attenta pulizia del suo pelo ma anche di tutti gli ambienti che frequenta ogni giorno. In casa, prestiamo attenzione soprattutto a tende pesanti, termosifoni, moquette, sedie impagliate, cuscini. E non dimentichiamo di tenere pulita accuratamente anche la nostra autovettura, altro luogo in cui gli ospiti indesiderati potranno trovare un ottimo riparo.


angolo della lettura

“la magia del gatto nero”

m

A. C.

olto si è scritto sul gatto, un animale certamente fascinoso, ma nei confronti del quale non pochi sono i pregiudizi tuttora esistenti. Laura Fezia descrive le qualità e le numerose virtù di questo animale. È un animale indipendente dalle idee ben chiare, che non accetta compromessi e desidera essere coccolato senza svendere il suo affetto per un po’ di crocchette. Apprezza la comodità che l’uomo gli offre, ma decide lui chi è degno della sua considerazione. La sua storia inizia 30-40 milioni di anni fa: da allora accompagna l’uomo come silenzioso e spesso incompreso aiutante. Nessun animale ha conosciuto vicende tanto diverse, dalla venerazione come divinità, alla persecuzione come incarnazione demoniaca. Il gatto non suscita sentimenti tiepidi: creatura magica e misteriosa, o lo si ama, o lo si detesta.

32


DOVE L’ECCELLENZA È IL VALORE PIÙ SEMPLICE È nato Demas, il nuovo sito italiano rivolto al mondo veterinario. Demas vuole rappresentare un valido ed utile strumento di servizio per il professionista. Il sito si presenta ricco di rubriche di varia natura e sarà costantemente aggiornato sulle novità del mercato e della professione veterinaria.

FIDUCIA, PROFESSIONALITÀ, DISPONIBILITÀ. Le qualità di un vero

VETERINARIO

www.demas.it 33


PET QUIZ

Pet quiz La calcolosi della vescica nel cane può provocare la comparsa di :

a

Il fegato produce :

a

b orecchio

ovaia

cute

b cuore

rene

antianemiche

molari

b incisivi

c

premolari

polmone

b pancreas

c

fegato

Il piramidale è un muscolo di :

c 7)b

b addome

collo

6)b

arto posteriore

Le risposte corrette:

5)b

a

8)b 34

c

b immunomodulatrici

Il dotto di Wirsung si trova nel :

a 8

c

Le zanne dell'elefante sono denti :

a 7

cornea

L'echinacea ha proprietà :

a epatoprotettrici 6

c

Il pemfigo foliaceo è una malattia di :

a 5

bile

L’ooforite è un’infiammazione di :

a 4

c

b globuli rossi

piastrine

3)a 4)a

3

tosse

2)c

2

c

b diarrea

sangue nelle urine

1)a

1


35

E zine giulius Anno 3 N° 10  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you