Page 1

1.1 ZEN 2017 2017

LA REPUBLICHE DI NIMIS Sfuei di informazion dal grup ‘Per un nuovo Nimis’ – Foglio di informazione del gruppo ‘Per un nuovo Nimis’ Regjistrazion dal Tribunâl di Udin Nr. 10 dai 14.08.2016 – Registrazione al Tribunale di Udine Nr. 10 dai 14.08.2016

ANADE II N. 11 SUPL 1 ZEN | Editôr Walter Walter Tosolini, Vie T.Tasso Nimis |Nimis Diretôr| Diretôr Resp. M. De Agostini | Redatôr A.Cescje ANADE I –– N. AVOST 20162017 | Editôr proprietari Tosolini, Vie T.Tasso Responsabil Marco De Agostini

LETARIS CRITICHIS FATS ARGOMENTS TIERCE INTERVISTE DAL TRAMESSÎR A WALTER TOSOLIN

A nissun nol plâs di sei criticât, ancje se la critiche e pues sei juste. La sindichesse Bressane si è lamentade intune letare vierte ae popolazion che tu, Walter, tu âs criticât cence reson la Aministrazion e i Uficis dal Comun in cont de sistemazion des stradis Clots-Matarùs, Sant Sebastian, Manin e Valdimontane-Mondiprât. Aie vût reson di lamentâsi? No ai dit nuie cuintri une Aministrazion a pene elezude, almancul che no si lu percepissi tant che critiche vê dit: ‘sperìn che la aministrazion Bressane le sbrati in curt’; ma in chest câs o varessin un probleme di comprension linguistiche prin che politic. No ai dit nuie nancje cuintri i Uficis in cont des primis trê stradis, ancje se alc o varès podût dî. Ce? O conti fats. I Uficis a vevin assegnât Vie Matarùs a une dite che i siei progjetiscj (di fûr Regjon, al pâr) no cognossevin ben la nestre normative dai ciments armâts; no le à aplicade, e il colaudadôr in cors di opare al à fermât i lavôrs. Cumò a son fers. A Jugn a scjadevin i tiermins di presentâ i progjets par chês altris dôs stradis di Nimis, i Uficis no ju vevin prontâts in timp e jo o ai scugnût fâ pas in Regjon par fâ aprovâ une lezute di pueste par sprolungjâ la scjadence fin a Lui par no pierdi il finanziament. Robe che si è fate in graciis di me. La sindichesse e scrîf che di Avrîl incà si svece i Uficis, che impen a lavorin tant ben che fintremai la Comissarie ju à laudâts. Ju difint, in definitive. Jo o ai vût a ce fâ cun lôr par cinc agns e la Comissarie cuatri mês. Contâ i fats prin di altri nol è ‘sveçâ’, ma informâ, ancje parcè che buine part de campagne eletorâl cuintri di me si le à fate cjamant a mi responsabilitâts e omissions che no jerin mês. O no ise vere? O capìs che la Bressane e vueli difindi la buine cualitât dai Uficis, stant che ‘ndi faseve part fin al 2015, ma no je une reson par che o mi tegni lis lôr responsabilitâts. Parcè varessio di tasê? A ognidun il so. Parcè varessino colpe i Uficis pe domande falide in cont de strade di Mondiprât, co la Regjon e publicave dome ai 12 di Avost sot Feriis la leç 14/2016 dal finanziament? La Regjon e à lis sôs colpis. Ma cemût ise che altris Comuns a àn presentade la domande in timp e cun sucès e Nimis cu la sô Comissarie no? Intant bisugnave tignî di voli pe domande ogni dì la jessude dal Boletin regjonâl, savint che e jere iminente e savint di ce pît che e va çuete la Regjon.

Po bisugnave che no si dismenteassisi di zontâ la delibare relative di compagnament de domande dal Comissari, che no je stade fate! No jere tant brave la Comissarie, a scoltâ cualchidun, di savê ancje chestis robis e di stâur sot? No jerial altri che tu disevis ancjemò su la sistemazion de strade di Mondiprât? Sì. Pal intervent di cumò si veve fate domande par 130.000 euros, la Regjon e deve massime 100.000 e i 30.000 ju varès metûts il Comun. No ju à podûts meti parcè che si podeve prelevâju dal so belanç dome dopo la rindicontazion. I Uficis a àn fate la rindicontazion masse tart e cussì po a àn scugnût justâ il progjet sui 100.000 euros. Se i Uficis a vessin vût colpis, e dîs la Bressane, tu varessis cjapâts proviodiments come Sindic. No tu ju âs cjapâts, ergo no vevin colpis. Ma ce logjiche! Intant il prin responsabil superiôr dai Uficis al è il Segretari. Po une sanzion le ai dade, ancje se mancul pesante di chê che o varès vût di dâ. Reclams a vôs indi ai fats plui di une volte, ancje in presince de Segretarie. Se no soi passât a sanzions plui pesantis al è stât par vie de caritât cristiane e de sperance che a fuarce di dî e bruntulâ cui che al varès vût di capî al capìs. Intal Consei di Dicembar la conseire Domenghini e je intervignude par censurâti. Cu lis domandis su la Scuele tu jeris fûr di argoment: tu continuavis la campagne eletorâl a elezions finidis, e à dit. La Domenghini e je zovenute, cacite, e salacor e confont il dibatiment democratic e la peraule de oposizion che no comude cu la propagande. Si mendarà cui agns. O jeri in teme, altri che no! Si dibateve il cronoprogram de Aministrazion, che al cjapave dentri la cuistion de Scuele. O su la Scuele si àial di continuâ a tasê par taponâle come i gjats?

stampât in propri


1.1 ZEN 2017 2017

LA REPUBLICHE DI NIMIS Sfuei di informazion dal grup ‘Per un nuovo Nimis’ – Foglio di informazione del gruppo ‘Per un nuovo Nimis’ Regjistrazion dal Tribunâl di Udin Nr. 10 dai 14.08.2016 – Registrazione al Tribunale di Udine Nr. 10 dai 14.08.2016

ANADE II N. 11 SUPL 1 ZEN | Editôr Walter Walter Tosolini, Vie T.Tasso Nimis |Nimis Diretôr| Diretôr Resp. M. De Agostini | Redatôr A.Cescje ANADE I –– N. AVOST 20162017 | Editôr proprietari Tosolini, Vie T.Tasso Responsabil Marco De Agostini

LETTERE CRITICHE FATTI ARGOMENTI TERZA INTERVISTA DEL TRAMESSÎR A WALTER TOSOLINI

A nessuno piace essere criticato, anche se la critica potrebbe essere giusta. La sindaca Bressani si è lagnata in una lettera aperta alla popolazione che tu, Walter, hai criticato senza fondamento l’Amministrazione e gli Uffici comunali a proposito della sistemazione delle strade ClozMatarùs, San Sebastiano, Manin e Vallemontana-Monteprato. Aveva motivo di farlo? Non ho detto nulla contro un’Amministrazione appena eletta, a meno che no si percepisca come critica l’aver detto: ‘speriamo che l’Amministrazione Bressani lo faccia in tempi brevi’; ma, in questo caso, avremmo un problema di comprensione linguistica prima che politico. Non ho detto nulla nemmeno contro gli bisognava che non ci si dimenticasse di allegare la relativa deliUffici a proposito delle prime tre strade, anche se qualcosa bera del Commissario di accompagnamento della domanda, che non è stata fatta! Non era forse tanto brava la Commissaria, a avrei potuto dire. detta di qualcuno, da conoscere anche queste cose e da starvi Cosa? Riferisco fatti. Gli Uffici avevano assegnato Via Matarùs a une appresso? ditta i cui progettisti (pare di fuori Regione), non conoscevano Dicevi ancora altro sulla sistemazione della strada di Monbene la nostra normativa dei cementi armati; non l’hanno appli- teprato? cata correttamente ed il collaudatore in corso d’opera ha so- Sì. Per l’attuale intervento si era fatta domanda per 130.000 speso i lavori. Ora sono fermi. A giugno scadevano i termini per euro, la Regione ne concedeva al massimo 100.000 e i 30.000 presentare i progetti per le altre due strade di Nimis, gli Uffici li avrebbe messi il Comune. Non li ha potuti mettere perché si non li avevano preparati in tempo ed io ho dovuto fare passi in potevano prelevare dal suo bilancio solo dopo la rendicontaRegione per far approvare una leggina apposita per prolungare zione. Gli Uffici hanno ritardato la rendicontazione e così hanno la scadenza fino a luglio per non perdere il finanziamento. Cosa dovuto aggiustare il progetto solo sui 100.000 eu. Se gli Uffici avessero avuto delle colpe, dice la Bressani, che si è fatta grazie al mio intervento. La sindaca scrive che da aprile ad oggi si denigrano gli Uf- avresti preso provvedimenti come Sindaco. Non li hai fici, che invece lavorano tanto bene che perfino la Com- presi, ergo non avevano colpe. Ma che logjica! Intanto il responsabile immediatamente supemissaria li ha lodati. Li difende, insomma. Io ho avuto a che fare con essi per cinque anni e la Commissa- riore degli Uffici è il Segretario. Poi una sanzione l’ho commiria per quattro mesi. Riferire i fatti non è in primis ‘denigrare’ ma nata, anche se meno pesante di quanto avrei dovuto. Richiami informare, anche perché buona parte della campagna eletto- a voce ne ho fatti, anche in presenza della Segretaria. Se non rale contro me si è fatta caricandomi di responsabilità che non sono passato a sanzioni più pesanti è stato per carità cristiana erano mie. O non è vero? Capisco la Bressani che voglia difen- e per la speranza che a forza di dire e brontolare chi avrebbe dere la qualità degli Uffici, poiché ne faceva parte fino al 2015, dovuto capire capisse. ma non è una ragione perché io mi tenga le loro responsabilità. Nel Consiglio di Dicembre la consigliera Domenghini è intervenuta per censurarti. Con le domande sulla Scuola eri anPerché dovrei tacere? Ad ognuno il suo. Perché avrebbero responsabilità gli Uffici per il fallimento dato fuori argomento: continuavi la campagna elettorale della domanda riguardante la strada di Monteprato, dopo le elezioni, ha detto. quando la Regione pubblicava solo il 12 agosto a ridosso La Domenghini è ancora giovane e acerba e forse confonde il dibattito democratico e la parola dell’opposizione quando è scodi Ferragosto la legge 14/2016 di finanziamento? La Regione ha le sue colpe. Ma com’è che altri Comuni hanno moda con la propaganda. Si correggerà con gli anni. Ero nel presentato le loro domande con successo e Nimis con la sua tema, altroché! Si stava dibattendo il cronoprogramma dell’AmCommissaria no? Intanto bisognava tener d’occhio per la do- ministrazione, che comprendeva la questione della Scuola. O manda ogni giorno l’uscita del Bollettino regionale sapendo che sulla Scuola si deve continuare a tacere per nasconderla come fanno i gatti? era imminente e conoscendo la pecca della Regione. Poi stampât in propri

Tdn nr 01 supl 1 2017 Lettere  

Primo supplemento dell'anno del nostro Tramessir

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you