Page 1

Quarto d’Altino, 29 agosto 2011

OGGETTO: PROPOSTA ALTERNATIVA AREA CAMPER RESORT SAN MICHELE Venuto a conoscenza – con comunicazione del Sindaco del 4 agosto 2011 – della richiesta da parte della Giunta dell’Ente Parco Regionale del Fiume Sile dell’individuazione da parte dell’amministrazione comunale di Quarto d’Altino di un sito alternativo su cui realizzare il c.d. “San Michele Camper Resort”, e ciò a causa della necessità di approfondire la presenza in loco di materiale inquinante, il gruppo consigliare “per quarto” – convinto che la realizzazione nel nostro territorio di una struttura turistica a basso impatto paesaggistico e ambientale, rivolta prevalentemente ad un turismo lento e non di massa, sia un’opportunità da non perdere – sottopone al Sindaco e alla Giunta le tre proposte allegate, sulle quali – fatte le opportune valutazioni tecniche con gli uffici competenti – aprire un dibattito sia con i cittadini che nell’ambito del consiglio comunale. Sottolineo che a nostro avviso il sito individuato originariamente (Delibera di Consiglio n° 23 del 10/6/2009) dalla precedente amministrazione comunale mal si presti alla realizzazione dell’opera in oggetto, in quanto l’area presenta due criticità difficilmente risolvibili: 1. VIABILITÀ: accesso pericoloso, perché diretto, dalla SP41, in quel punto particolarmente trafficata proprio nel periodo di maggior utilizzo della struttura (estate) 2. SALUBRITÀ: ubicazione dell’area verde attrezzata per il relax e il ristoro troppo prossima alla SP41

1


Inoltre, siamo convinti che la realizzazione di quest’opera gioverebbe di più alla comunità tutta se venisse realizzata non entro i confini del capoluogo ma bensì della frazione di Portegrandi. Pertanto, delle tre proposte che con la presente portiamo all’attenzione dell’amministrazione, il gruppo “per quarto” giudica preferibile la n° 1, in quanto contribuirebbe nel breve periodo ad un iniziale rilancio economico della frazione. Ciò nonostante, riteniamo che il sito originariamente identificato per il “Camper resort” debba essere al più presto oggetto di opportune verifiche ambientali, e se necessario di opportuni interventi di bonifica; dopodiché ci auspichiamo che il sito possa comunque diventare un punto di accesso attrezzato al Parco del Sile, con un parcheggio scambiatore auto-bici nella zona più prossima alla SP41 e un’area ristoro ricavata invece nella zona più rientrante rispetto alla strada. Infine, crediamo che con l’occasione l’amministrazione comunale di Quarto d’Altino debba rivedere alcuni termini del comodato, specialmente per quanto concerne la gestione della struttura (punto 4 del contratto stipulato in data 16/9/2009), prevedendo un coinvolgimento diretto di realtà e/o risorse umane locali, in modo tale che il beneficio per la comunità non si limiti alla riqualificazione paesaggistica ed ambientale di un’area pubblica, ma possa avere un impatto tangibile anche sull’economia del paese. Con l’occasione porgiamo Cordiali saluti Luigino Varin Gruppo Consigliare “per quarto”

2


San Michele Camper Resort – Soluzione N° 1

UBICAZIONE L'area si trova in località Portegrandi di Quarto d’Altino, e più precisamente a metà di via Comm. Domenico Veronese, una laterale chiusa che si apre sulla sinistra (arrivando da Quarto d’Altino) della SP41, appena entrati nel centro abitato. L’area (GIALLO) confina a nord-est con un terreno incolto di proprietà Veronese (AZZURRO), individuato nel PRG come “Area attrezzature parco per il gicoo e lo sport”, a sud-ovest con un terreno edificabile ma incolto di proprietà Muller-Veronese (ROSSO). A sud-est l’area confina con la via 3


Comm. Domenico Veronese, mentre a nord-ovest con l’argine del fiume Sile. L’area rispecchia quindi le caratteristiche richieste dall’ente Parco del Sile, in quanto rientra nei confini del Parco stesso, permette l’accesso diretto all’argine del fiume Sile, è prossima ad un centro abitato dotato di servizi di prima necessità, nonché ad attrazioni e servizi di tipo turistico. PROPRIETÀ E DESTINAZIONE ATTUALE L’area risulta essere di proprietà del Comune di Quarto d’Altino, ed è identificata nel PRG come “Area per parcheggio”. PUNTI DI FORZA Servizi e attività commerciali

Nel centro della frazione di Portegrandi sono attivi alcuni servizi di prima necessità e attività commerciali che possono essere di sicura utilità ai futuri camperisti, i quali a loro volta costituirebbero nuova clientela, seppure stagionale, che aiuterebbe il rilancio economico della frazione. Servizi di base Farmacia – 300 m Sportello bancomat – 200 m Ufficio Postale – 200 m Fermata autobus La Marca (per/da Quarto d’Altino, Treviso, Jesolo) – 200 m Fermata autobus ATVO (per/da San Donà, Mestre-Venezia) – 200 m

4


Generi di prima necessità Panificio / Alimentari – 450 m Bar / Ristoranti / Pizzerie Locanda di Portegrandi (bar e ristorante) -- 300 m Trattoria Al vecio stampo (bar, ristorante e pizzeria) – 450 m Altro Centro riabilitativo – 100 m Parrucchiera – 300 m Centro civico comunale – 200 m Chiesa / Parrocchia – 200 m Parco pubblico attrezzato – 400 m Strutture e attrazioni turistiche

L’area confina con la pista ciclabile “Greenway” che collega Treviso a Portegrandi, passando per Quarto d’Altino.

Sono presenti nelle vicinanze importanti attrazioni turistiche raggiungibili a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici: Museo Archeologico Nazionale di Altino (epoca preromana e romana) – 4 km; “Businel” e “Conca di Porterandi” (opere idrauliche veneziane del XVII secolo) – 1,5 km; “Conca della Fossetta” (opera idraulica veneziana) – 1 km

Da Portegrandi partono settimanalmente escursioni sia lungo il Sile che attraverso la laguna veneziana, con possibilità di visitare le isole (dalle maggiori

alle

minori)

e

di

raggiungere

Venezia

via

acqua

(www.navigazionestefanato.it). ●

Nel 2013 dovrebbe essere inaugurato il nuovo Museo di Altino, e più o meno nello stesso periodo dovrebbe partire il progetto comunitario 5


“Slow Tourism” promosso dalla Provincia di Venezia, il quale prevede un collegamento lento via acqua tra Altino e Torcello e la realizzazione di un itinerario turistico nella Laguna Nord. ●

Infine, tra le opere pubbliche previste dal comune di Quarto d’Altino, c’è il collegamento ciclabile tra la “Greenway” (all’altezza della località Trepalade) ed Altino, chiudendo l’anello ciclabile che comprende anche il c.d. “Percorso della memoria” che collega Quarto d’Altino ad Altino lungo i fiumi Zero e Santa Maria.

PUNTI DI DEBOLEZZA

L’area identificata funge attualmente da parcheggio a servizio del Campo Sportivo locale (VERDE – Di proprietà di Veronese ma in usufrutto al comune) e del cimitero comunale posto alla fine di via Comm. Veronese. Inoltre, viene utilizzata dalle associazioni della frazione per l’organizzazione di alcune manifestazioni (area luna park durante la sagra paesana dle Comitato Cittadino, Mostra Mercato/Fiera Uccelli dell’Ass.Ornitologica Basso Piave). Si tratta comunque di un utilizzo non continuativo nel tempo, ma circoscritto a pochi eventi nell’arco dell’anno. La criticità di potrebbe quindi risolvere verificando con le associazioni la possibilità di utilizzare altre aree per le loro manifestazioni (ad esempio il vicino campo sportivo o aree prossime ad esso) e realizzando col tempo un nuovo parcheggio in un’area da acquistare nelle vicinanze (es. porzione di proprietà Veronese in AZZURRO), ad uso sia delle strutture esistenti (campo sportivo, cimitero), sia come parcheggio scambiatore auto-bici nel weekend.

6


PERCHÉ PORTEGRANDI

Perché un intervento del genere, a basso impatto ambientale e indirizzato al turismo lento e sostenibile, se ben realizzato e ben gestitio porterebbe un sicuro potenziamento e rilancio economico della frazione di Portegrandi, senza per questo intaccarne il territorio e l’ambiente, e potrebbe stimolare anche lo sblocco di un progetto più ambizioso (e per questo in stallo da troppo tempo) come il PIRUEA della “Conca”.

Perché l’area non solo si trova in una posizione ottimale per l’accesso diretto alla pista ciclabile sul Sile, ma pur essendo vicina al centro della frazione e ai servizi si trova in una zona defilata rispetto al nucleo residenziale, immersa in una zona destinata, secondo PRG, a standard attrezzato, con un accesso sicuro dalla provinciale.

Perché Portegrandi è già conosciuta nell’ambiente dei camperisti come zona di possibile sosta, sia nel parcheggio privato di via Marzi (per soste più lunghe, sebbene non si tratti di un’area propriamente attrezzata per i camper), sia nel parcheggio pubblico alla fine di via Lo Monaco (per soste brevi, di poche ore).

IPOTESI DI NUOVE ATTIVITÀ LEGATE AL CAMPER RESORT

Attivazione di un servizio bus-navetta che connetta Portegrandi ad Altino e a Quarto d'Altino, ad uso sia dei turisti che della popolazione locale.

Attivazione di un servizio di noleggio bici e canoe.

Possibilità di dare in gestione la nuova struttura ad una associazione locale, con conseguente creazione di posti di lavoro e maggior rispetto dell’ambiente e delle strutture.

Acquisizione e realizzazione, col tempo, di un’area alberata adibita a ristoro e gioco per il turismo locale e giornaliero. 7


***

Nel

caso

in

cui

la

proposta

dovesse

incontrare

il

favore

dell’amministrazione, si auspica un confronto con gli abitanti della frazione e le associazioni che utilizzano attualmente l’area mediante uno o piÚ incontri pubblici.

8


San Michele Camper resort – Soluzione N° 2

UBICAZIONE L'area (ARANCIO) si trova a Quarto d’Altino, e più precisamente all’inizio di via Isonzo, sulla sinistra, entrando dalla SP41 (via Roma) all’altezza dell’ex uscita della tangenziale. L’area si estende in lunghezza in direzione sud-ovest > nord-est fiancheggiando il corso del Sile, confinando a sud-est con il giardino di un residence, a nord-est con il parchetto pubblico di via Tagliamento e a sud-ovest con via Isonzo, da cui si accede all’area stessa. PROPRIETÀ E DESTINAZIONE ATTUALE L’area risulta essere di proprietà di Perencin Giordano e Boccaletto Edda, ed è identificata nel PRG come “Area per parcheggio” (95); è asfaltata ma priva di servizio di illuminazione, non risulta essere stata mai utlizzata e attualmente versa in stato di semi-degrado.

9


PUNTI DI FORZA

l’area rientra nei confini del Parco del Sile

l’area permette l’accesso diretto all’argine del fiume Sile e quindi alla “Greenway” che collega Treviso a Portegrandi, passando per Quarto d’Altino

l’area è prossima al centro abitato di Quarto d’Altino, e quindi a servizi di prima necessità (Comune, farmacia, Poste, guardia medica), attività commerciali di vario tipo (supermercati, banche, etc.) e ai mezzi di trasporto (treno per Venezia a 1km, corriera per Treviso/Jesolo a pochi metri)

è un’area potenzialmente di pregio paesaggistico, in quanto si affaccia per l’intera lunghezza sul Sile e sulla campagna di Musestre

pur essendo molto prossima al centro e ai servizi, l’area risulta essere ancora fuori dall’abitato, e in previsione della nuova rotatoria di via Roma (fronte Perencin) in futuro si potrà raggiungere in modo semplice, diretto e sicuro anche dall’uscita dell’autostrada

il nuovo punto di accesso al Parco del Sile si troverebbe a pochi metri dal grande parcheggio pubblico di via Pascoli, il quale potrebbe quindi fungere da parcheggio scambiatore auto-bici durante i weekend

l’area è logisticamente comoda all’allacciamento ai servizi di illuminazione e fognature

PUNTI DI DEBOLEZZA

l’area è privata e non pubblica. Il fatto però che il PRG la indichi come Area per parcheggio, senza che in realtà risulti mai essere stata utilizzata in alcun modo, versando anzi in uno stato di semi abbandono da molti anni, crea i presupposti per l’avvio di una trattativa frut10


tuosa col proprietario, la quale potrebbe anche prevedere il coinvolgimento diretto del proprietario stesso nella gestione del servizio ●

pur essendo in una zona rientrante rispetto alla SP41 e pur affacciandosi sul corso del fiume Sile e sulla campagna di Musestre, l’area si trova circa 250 m in linea d’aria dall’autostrada Venezia-Trieste, e può quindi essere soggetta a inquinamento acustico e – in determinati periodi dell’anno – atmosferico. Un’adeguata alberatura lungo il lato confinante con l’argine del Sile potrebbe in parte compensare e mitigare tale criticità (compensazione e mitigazione che andrebbe a sicuro beneficio anche dei residenti della zona).

11


San Michele Camper resort – Soluzione N° 3

UBICAZIONE L'area (ARANCIO) si trova a Quarto d’Altino, e più precisamente all’angolo tra via Pascoli e via Moro. Si estende in lunghezza in direzione sud-ovest > nord-est fiancheggiando l’ex uscita della tangenziale a nord-ovest e via Pascoli a sud-est. PROPRIETÀ E DESTINAZIONE ATTUALE L’area è di proprietà del Comune di Quarto d’Altino ed è attrezzata a parcheggio pubblico, pur essendo sottoutilizzata per la sua funzione originaria di parcheggio scambiatore auto-auto, specialmente dopo la chiusura dell’uscita della tangenziale. PUNTI DI FORZA

l’area è di proprietà del comune ed è sovradimensionata per l’uso attuale di parcheggio pubblico non scambiatore 12


l’area permette un accesso comodo, seppure non diretto, all’argine del fiume Sile, e quindi alla “Greenway” che collega Treviso a Portegrandi, passando per Quarto d’Altino

l’area è prossima al centro abitato di Quarto d’Altino, e quindi a servizi di prima necessità (Comune, farmacia, Poste, guardia medica), attività commerciali di vario tipo (supermercati, banche, etc.) e ai mezzi di trasporto (treno per Venezia a 1km, corriera per Treviso/Jesolo a pochi metri)

pur essendo molto prossima al centro e ai servizi, l’area risulta essere ancora fuori dall’abitato, e in previsione della nuova rotatoria di via Roma (fronte Perencin) in futuro si potrà raggiungere in modo semplice, diretto e sicuro anche dall’uscita dell’autostrada

la realizzazione di una struttura con servizi (info point, wc) rilancerebbe il parcheggio come punto scambiatore auto-bici, specialmente durante il weekend, con la possibilità di implementare servizi ulteriori quali noleggio bici, noleggio canoe, chiosco risotro etc.

con la realizzazione della rotatoria su via Roma, verrà a identificarsi tra la rotatoria stessa e il parcheggio un’area attualmente asfaltata (ultimo troncone dell’ex uscita della tangenziale) ma che in futuro potrà essere trasformata in area verde per il ristoro ed il gioco, oltre a servire per la mitigazione paesaggistica e a ambientale

l’area è logisticamente comoda all’allacciamento ai servizi di illuminazione e fognature

PUNTI DI DEBOLEZZA

l’area non è compresa nei confini del Parco del Sile

l’area non ha un accesso diretto all’argine del Sile, ma in previsione della nuova viabilità (rotatoria su via Roma) sarà possibile realizzare 13


un attraversamento ciclo-pedonale sicuro, che conduca ad un punto di accesso all’argine (e quindi al Parco) da ricavare lungo il primo tratto di via Isonzo, e da dotare di servizi quali attracco house boat e canoe ●

l’area non è di particolare pregio dal punto di vista paesaggistico, ma con un’opportuna ubicazione dei posteggi e una adeguata piantumazione la criticità può essere in buona parte risolta, così come quella relativa alla vicinanza con l’autostrada Venezia-Trieste

14

Proposta alternativa "San Michele Camper Resort"  

Proposta protocollata in data 29/8/2011 presso il Comune di Quarto d'Altino

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you