Page 38

|

future

|

| altrevoci |

VIDEOFONINI E MMS PER DENUNCIARE VIOLENZE

UNA MAPPA MUTEVOLE E INTIMA DELLA CITTÀ

In Italia era già accaduto, con le immagini di una ragazza Rom costretta alla stazione di Padova a spogliarsi di fronte ai passanti dalle forze dell’ordine, che la sospettavano di un furto. Le immagini, riprese con un telefono dotato di fotocamera, erano online dopo pochi minuti, scatenando inchieste e proteste. Ora accade in Malesia, dove la polizia ha pensato di invitare i cittadini a utilizzare proprio il videofonino per documentare dei reati o motivare una denuncia. Tra le immagini vi erano anche le prove di violazioni dei diritti umani da parte delle forze dell’ordine stesse. Il sito “Polis Raja Di Malaysia” (La Polizia Reale della Malaysia) le ha rilanciate e sono divenute oggetto di inchieste giornalistiche e di interventi di Amnesty International. Le funzioni “civili” delle nuove e sempre più accessibili tecnologie, che sembrano coniugare il desiderio di partecipazione anonima attraverso una forma collettiva e di partecipazione civile, oltre ad offrire alcune garanzie di sicurezza agli autori delle immagini di denuncia. Con lo stesso metodo erano state realizzate le prime immagini chock del rientro delle bare dei caduti statunitensi nella guerra in Iraq.

La città come mappa degli spostamenti dei suoi abitanti. Presentato alla Biennale di Venezia, il progetto Real Time Rome è stato creato da un gruppo di ricercatori del MIT. Real Time offre una visualizzazione dell’essenza vitale di una grande metropoli, basandosi su dati rilevati in forma anonima dalla rete di telefonia cellulare e Gps, interfacciati con i dati disponibili attraverso motori di ricerca come Google. Secondo il Comune di Roma, che sostiene l’iniziativa, il rispetto della privacy sarà assoluto perché saranno considerati solo dati aggregati. Carlo Ratti, direttore del progetto, ha sottolineato come «i mezzi di comunicazione stanno plasmando nuovi tipi di interconnessione tra le persone, i luoghi e le infrastrutture urbane. Occorre capire come funzionano le città moderne attraverso il monitoraggio di queste nuove modalità di connessione». La mappa della città viene ricreata seguendo il flusso quotidiano dei suoi abitanti, rilevato attraverso dispositivi cellulari e Gps. Gli sviluppi della tecnologia Rfid consentiranno, secondo i ricercatori, l’ulteriore sviluppo della cartografia urbana in relazione agli stili di vita dei suoi abitanti.

| 74 | valori |

ANNO 6 N.43

|

OTTOBRE 2006

|

ECO-FASHION PER NUOVI MAGAZINE TRENDY ODORI, MEMORIA E SENSORIALITÀ PER NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING L’attenzione verso l’olfatto e lo sviluppo di una scienza contemporanea degli odori sta assumendo una crescente importanza nel mondo del marketing e della ricerca scientifica. Al tema del potere del profumo e dell’olfatto è stato dedicato il bestseller “Il Profumo” di Patrick Suskind (da cui è stato tratto l'omonimo film) e le fascinazioni legate alla percezione degli odori sono ormai da alcuni anni al centro della ricerca scientifica, sopratutto in Giappone. Inevitabili le ricadute commerciali. Da inizio autunno inizierà le trasmissioni Kaouru Radio, la prima emittente radiofonica a trasmettere brani aromatizzati, fruibili attraverso un apposito apparecchio esterno che consentirà all'ascoltatore di sentire un odore che si armonizza con il brano musicale che si sta ascoltando in quello stesso istante. L’apparecchio deve essere collegato ad un personal computer ed è dotato di sei profumi di base. La rete radiofonica invierà con il brano ascoltato un codice all’apparecchio dell’ascoltatore. Il box, decifrando il codice saprà come miscelare i profumi per ottenere una fragranza da associare alla musica. Anche un ricercatore dell’Insistute of Technology di Tokyo sta lavorando da anni a un lettore di odori in grado di registrare e trasmettere profumi. La ricerca avviene in stretto collegamento con il possibile utilizzo a fini di marketing, in particolare di prodotti hi-tech. Gli odori, risvegliando il ricordo di emozioni vissute, diverrebbero un rilevante traino emozionale per l’acquisto di prodotti ad alta tecnologia legati sopratutto alla fruizione e cattura di immagini e ricordi.

SWSU è un magazine statunitense, diffuso e fruibile online, che si propone di “salvare il mondo con la maggiore eleganza possibile”. La rivista sta riscuotendo un certo interesse nell’ambito dei blogs di ricercatori di nuove tendenze e si presta ad essere ritenuta come una vera e propria operazione di marketing orientata verso il mercato dei creativi attenti all’ecologia. Un pubblico di nicchia, dunque, che unisce ricerca del design e della moda alla volontà di adottare stili di vita consapevoli e soluzioni eco-compatibili, anche per la propria vita quotidiana. Elevato quindi il potenziale mercato pubblicitario (dai bioarchitetti alle catene del biologico alle aziende hi-tech che vogliono pubblicizzare la loro correttezza ambientale). La rivista, presentata come un “Wallpaper eco-compatibile”, nasce da professionisti del mondo della moda desiderosi di un ambito più personale di rappresentazione e di scrittura. La creazione di riviste online, scaricabili in formato pdf o fruibili direttamente in Rete come degli e-book, è un fenomeno ormai radicato, complici le problematiche di distribuzione e promozione delle riviste stampate su carta.

contrasto

Mensile Valori n.43 2006  

Mensile di finanza etica, economia sociale e sostenibilità

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you