Page 82

X secolo: Sistema feudale

Governi e media alimentano uno stato di tensione e paura poiché è utile al controllo delle messe ed è uno dei più grandi affari del mondo. Con l’uso delle parole ripetuto decine e decine di volte nei media si produce il consenso. E quindi come racconta G. Orwell nel suo famoso romanzo 1984 l’élite sta conducendo i popoli in una dittatura globale, un totalitarismo per gradi. Nella “dittatura SpA” 224 degli USA due senatori, John Rockefeller (partito democratico) ed Olympia Snowe (partito repubblicano), hanno proposto il Cyber Security Act 2009 che trasforma il Presidente Obama nel più grande dittatore del mondo di internet con poteri di spiare e censurare. Tutto in linea con quanto già accadeva in passato circa un trucco rivelato cioè il ritrovamento di una chiave segreta nel sistema OS (Operation System), che permetteva alla NSA (National Security Agency – organo spionistico del Governo americano) di decriptare tutti i documenti criptati in ogni computer del mondo. Microsoft aveva installato una porta di accesso alla NSA nel sistema Windows 225. Le decisioni dell’èlite in questi ultimi decenni hanno condotto i popoli in un recinto e chiuso il lucchetto. Meno democrazia e più controllo popolare. In ambito europeo hanno accentrato poteri decisionali nelle mani di persone (BCE, MES, BEI, Commissione e Consiglio) che non risponderanno mai di fronte alle legge ed in ambito locale hanno reintrodotto un modello di amministrazione medioevale per consentire assunzioni clientelari (voto di scambio) col fine di gestire il consenso politico 226. Intervista andata in onda su Report (19 nov 2006), MASSIMO VILLONE - Senatore DS: «Allora supponiamo che io sia uno eletto a funzione di governo, un sindaco, un presidente di provincia, un governatore, ho avuto una campagna elettorale complicata, difficile, costosa, ho avuto i miei ambienti di riferimento, amici, sostenitori, squadre di volontari, imprenditori vicini a me, adesso si aspettano che io dia delle risposte, niente di illecito, beninteso, ma c’è l’imprenditore che vuole il sostegno all’impresa, l’associazione di volontari che vuole l’affidamento del servizio sociale, tutta allora io che faccio, mi rivolgo al dirigente, dirigente messo là da una giunta precedente, persona per bene, rigorosa, onesta, pignolo, spacca il capello in quattro, osserva le virgole, dice che la Pubblica Amministrazione non deve fare nessun favoritismo, dirigente come tutti i cittadini vorrebbero naturalmente, però per me è un problema. Che cosa posso fare? Lascio lì il dirigente però riorganizzo l’amministrazione. Prendo pezzi degli uffici, li sposto, faccio un altro dipartimento, un’altra area. Le cose che mi interessano le metto da un’altra parte quindi il dirigente sta là ma non si occupa più delle cose mie. A capo di questa nuova struttura metto un nuovo dirigente, un esterno assunto a contratto, naturalmente un amico mio. Nei procedimenti che mi interessano, che producono gli atti che mi interessano metto un comitato di esperti. Naturalmente, nel comitato di esperti lì sono tutti amici miei. Posso fare ancora un’altra cosa: prendo un pezzo di attività che mi interessa, lo esternalizza per così dire. Lo metto in una società a partecipazione pubblico -privato, in una SpA nella quale io partecipo come ente. Mi nomino il presidente, mi nomino i consiglieri di amministrazione, in tutto o in parte, revisori, sindaci e quindi sempre amici miei, beninteso, gente di cui mi fido e poi come effetto collaterale se devono svolgere questa attività magari fanno un pò di assunzioni, faccio assumere quei 30/40 giovanotti che mi hanno dato una mano ad attaccare i manifesti in campagna elettorale. In tutto questo non c’è nessun illecito diciamo. Io non firmo una carta, non tocco nessuno, non ci sono tangenti, non ci sono mazzette, si orienta l’amministrazione verso un risultato che è quello della produzione del consenso.» Utilities, affari del potere locale. “Non si ferma la corsa delle SpA pubbliche”. Società e consorzi crescono del 5% rispetto al 2008, quasi 25mila poltrone nel consiglio di amministrazione. Una lista di attività poliedriche, che spesso servono a trovare una poltrona agli estromessi del giro della politica a chi nella politica c’è rimasto e non disdegna i doppi e tripli incarichi. 227

«[…] lei è un vecchio che pensa in termini di nazioni e di popoli. Non vi sono nazioni, non vi sono popoli, non vi sono russi, non vi sono arabi, non vi sono terzi mondi, non c’è nessun Ovest; esiste soltanto un unico, un solo sistema di sistemi uno vasto ed immane, interdipendente […] E’il sistema internazionale valutario che determina la totalità della vita su questo pianeta. Questo è l’ordine naturale delle cose, oggi. Questa è l’atomica e subatomica». 228 Non esiste un Nord e non esiste un Sud, non esistono “destra” e “sinistra”, non c’è alcuna differenza poiché la religione della crescita, liberista o keynesiana, ha costruito un sistema del governo delle SpA che è più ricco degli Stati, una ricchezza che si misura con la moneta creata dal nulla ed ha distorto il concetto di valore. Questo 224

Negli USA i candidati alla “Casa Bianca” percepiscono finanziamenti dalle stesse multinazionali SpA VITTORIO MARCHI, la scienza dell’uno, Macro edizioni, pag.227 226 intervista di Bernardo Iovine all’on. Massimo Villone, in onda su RAITRE 19 nov 2006, in Cara politica, Report. 227 Antonello Cerchi Gianni Trovati, Non si ferma la corsa delle SpA pubbliche, in “IlSole24ore” 15 maggio 2010 pag. 3 228 tratto dal film “Quinto potere” di Sidney Lumet, 1976 225

78

Profile for Peppe Carpentieri

Qualcosa che non va  

Testo sulla società odierna, com'è e come dovrebbe essere. Analisi, proposte, documenti, inchieste, fatti, opinioni sulla moneta, democrazia...

Qualcosa che non va  

Testo sulla società odierna, com'è e come dovrebbe essere. Analisi, proposte, documenti, inchieste, fatti, opinioni sulla moneta, democrazia...

Advertisement