Page 40

Non è lo Stato che controlla il credito, non è lo Stato che determina e tutela il valore dei salari, ed il risparmio dei cittadini, ma ci sono entità non elettive chiamate dai media: mercati, che usurpano diritti e violano ogni principio di cooperazione ed equo scambio. Ripetiamo: Il bilancio dello Stato può essere preventivo o consuntivo (rendiconto generale). La differenza tra entrate e spese al termine di un esercizio concretizzerà un avanzo di bilancio, se il saldo è negativo, come avviene di solito, si avrà un disavanzo (o deficit) di bilancio. Avanzo/disavanzo = G + TR - TA, dove G = spesa pubblica; TR trasferimento dallo Stato ai privati (pensioni, sussidi alle imprese e alle famiglie e interessi sul debito pubblico); TA trasferimenti dai privati allo Stato (imposte dirette, indirette, contributi sociali). In questa equazione c’è un problema evidente che è di natura giuridica e non economica. Se ogni anno dobbiamo pagare l’usurpazione della sovranità monetaria caricata di interessi e dovremmo pagarla sempre con la moneta euro (a debito) è ovvio anche ad un bambino che i conti non tornano. Paradossalmente anche se tutti pagassero le tasse esisterebbero sempre gli immorali interessi da pagare ai creditori che sono SpA private. A questa palese incongruenza, debito più interessi, dobbiamo aggiungere un altro recente debito: il finanziamento del MES attraverso le tasse, 125 miliardi è lo quota versata dall'Italia, per sostenere i debiti degli Stati già indebitati (Italia compresa), una follia; non è politica ma psichiatria. Una volta non era così, lo Stato stampava e controllava la moneta e non esisteva debito pubblico, ma solo deficit pubblico. Poiché lo Stato non è un’azienda e i soldi non sono ricchezza, ma solo la misura degli scambi, accadeva che lo Stato emetteva moneta a credito per realizzare servizi ed opere utili. Invece, oggi, il bilancio di uno Stato sovrano è condizionato dalla finanza privata e dai capricci dei mercati, spread (tassi di interesse), e da valutazioni di agenzie di rating in palese conflitto di interessi, adesso saremo vincolati al MES. Il fatto che il debito pubblico in un sistema economico sia un problema relativo è dimostrato dall'esempio di USA e Giappone, che pur avendo un debito pubblico maggiore dell'Italia, decidono autonomamente quando aumentare l'asticella del limite autodeterminato, e d'accordo con la banca centrale stampano moneta quando ritengono sia opportuno farlo. Su questo aspetto molto importante si dividono le visioni politiche fra UE (liberista) e USA (oggi meno liberista e più keynesiana). Nell'UE la BCE non è un prestatore di ultima istanza come la FED americana, e le regole - patto di stabilità, MES e fiscal compact - condizionano i Governi vietando le scelte politiche che possono compiere USA, Giappone e Cina. La cosiddetta austerità europea ha recato danni sociali facendo aumentare la disoccupazione, invece gli USA, senza le regole obsolete dell'UE, hanno potuto fare una politica espansiva, cioè aumento della spesa pubblica riducendo il danno recessivo che subiamo nell'euro zona. La storia ci insegna che la soluzione alla recessione del sistema non è la politica economica espansiva che ha determinato danni ambientali e sociali che stiamo ancora pagando, tanto meno la religione liberista o l'austerità. La soluzione non è di natura economica, ma politica e si tratta di uscire da questi piani ideologici per approdare ad un nuovo pensiero politico che tenga conto delle leggi della natura e dei diritti umani. Nell'UE il sistema è diverso e il valore dell'euro e la sua espansione sono condizionati dai capricci delle SpA che scommettono nelle borse telematiche recando ingenti danni ai cittadini che pagano le tasse, ma soprattutto ai salari medi poiché perdono potere d'acquisto, facendo impoverire le famiglie, che nel corso dei decenni da monoreddito sono passate a produrre due redditi, ma non riescono ad arrivare a fine mese. Nell'UE lo Stato è diventato il peggiore

Fonte: Paul Krugman, Fuori da questa crisi, Adesso!BUR, gen 2013

36

Profile for Peppe Carpentieri

Qualcosa che non va  

Testo sulla società odierna, com'è e come dovrebbe essere. Analisi, proposte, documenti, inchieste, fatti, opinioni sulla moneta, democrazia...

Qualcosa che non va  

Testo sulla società odierna, com'è e come dovrebbe essere. Analisi, proposte, documenti, inchieste, fatti, opinioni sulla moneta, democrazia...

Advertisement