Page 21

l’invenzione della moneta. L’assenza di chiarezza, cioè di dialogo e corretta informazione ed il disinteresse, forse sono le ragioni principali che sostengono la criminosa condotta di banchieri e di dipendenti eletti (amministratori pubblici) circa il meccanismo moderno di creazione di moneta, oggi, generatore delle azioni politiche dell’élite. L’attuale crisi 47 non è un aspetto temporaneo, ma il risultato di un sistema immorale ben disegnato, preparato nel corso dei decenni affinché l’élite potesse rubare sovranità ai popoli. Thomas Sankara 48: «Noi pensiamo che il debito si analizza prima di tutto dalla sua origine. Le origini del debito risalgono alle origini del colonialismo. Quelli che ci hanno prestato danaro, sono gli stessi che ci avevano colonizzato. Sono gli stessi che gestivano i nostri stati e le nostre economie. Sono i colonizzatori che indebitavano l’Africa con i finanziatori internazionali che erano i loro fratelli e cugini. Noi non centravamo niente con questo debito.[…]»

Esiste una triade di poteri monetari che governa le operazioni monetarie globali: il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Mondiale e la Banca dei Regolamenti Internazionali. 49 In una società dove regna la logica della truffa per mezzo di malsane idee economiche dove si impone un’idea di profitto data dal “produttivismo contabilmente artificioso” e senza tener conto dei limiti della natura (energia, leggi della fisica) non ci sarà mai democrazia e quindi libertà. Ecco cosa ci dice il Prof. Emilio Del Giudice circa le censure avvenute nel corso della storia: « [...] non solo la fusione fredda, molte scoperte già fatte, per esempio Tesla, ottanta anni fa scoprì un modo per trasmettere l’energia elettromagnetica senza fili e questo fu l’origine della sua disgrazia, per le banche che lo finanziavano in quel momento e lo avevano aiutato. Lui è stato il fondatore della Westinghouse, una grande compagnia, le banche gli tagliarono i fondi dalla sera alla mattina perché se uno si mette a trasmettere energia senza fili il contatore dove lo mette? E quella è l’energia adatta per una società che si fonda sul regalo e non sulla vendita...». 50 La censura avvenuta in Italia e documentata nell’inchiesta RAInews24 51 circa il famoso “Rapporto 41” dimostra che non c’è alcuna volontà politica di lasciare liberi i cittadini di autoprodursi l’energia necessaria. Per tanto la fusione nucleare fredda (zero scorie) viene portata avanti da alcune SpA 52 e non più dallo Stato. La fusione fredda è una fonte attiva e non può essere collegata al concetto di moneta poiché la natura non soggiace a convenzioni arbitrarie dei banchieri. In sostanza l’energia esiste in natura e la conoscenza ci consente di usarla come vogliamo e per tanto viene a decadere il concetto economico e schiavista della “produttività” e del “costo di produzione”. Le 47

Giulio Tremonti, Ministro dell’Economia, il 6 marzo 2009 spiega al TG1 com’è nata la crisi mondiale: «la crisi c’è, in America inizia e speriamo finisca, negli anni ’90 inizia una moneta diversa da quella buona. Gli Stati spesso rinunciano alla sovranità monetaria consentono che a fianco della moneta buona, quella sovrana, nasca una moneta privata, commerciale parallela, fondata sul nulla, è quello che ha causato la crisi, è quello che si comincia a capire, la causa della crisi. Credo che abbia ragione il Presidente americano, più Stato, più decisamente» 48 Thomas Sankara è stato l’eroe della rivoluzione popolare che nel 1983 cambiò i destini del Burkina Faso, che da decenni vedeva accrescere una miseria devastante sotto l’alternarsi di colpi di Stato. In soli quattro anni di governo, riuscì a realizzare riforme sociali epocali cambiando il volto del Paese, lasciando un segnale indelebile nelle coscienze politiche di tutti i popoli africani. 49 Anche se i tre lavorano assieme appassionatamente, è necessario distinguere quale ruolo essi svolgano nel processo di globalizzazione. Il FMI e la BM interagiscono solamente con i governi, mentre la BIS interagisce solamente con le altre banche centrali. Il FMI presta soldi ai governi nazionali, e spesso questi Paesi sono in qualche crisi fiscale o monetaria. Il FMI, inoltre raccoglie fondi, ricevendo una quota di contribuzione dai suoi 184 Paesi membri. Anche se questi ultimi possono prendere soldi a prestito i soldi per ottemperare al pagamento della loro quota, si tratta sempre, in realtà, di soldi presi ai contribuenti, ovvero a quanti pagano le tasse. La Banca Mondiale presta soldi ai governi ed ha 184 Paesi membri. All’interno della BM ci sono due entità separata: la “Banca Internazionale per la Ricostruzione e lo Sviluppo” (IBRD) e la “Associazione per lo Sviluppo Internazionale” (IDA). La IBRD si orienta verso i Paesi poveri di medio reddito e solvibili, mentre l’IDA si focalizza sui Paesi poverissimi. Fonte: MARCO SABA, o la banca o la vita, Arianna editrice 2008, pag. 36 50 Emilio Del Giudice, intervista tratta da youtube: http://www.youtube.com/watch?v=m1XX_CYDJfY 51 http://www.rainews24.rai.it/ran24/inchieste/19102006_rapporto41.asp 52 http://www.progettomeg.it/ffstoria.htm

17

Profile for Peppe Carpentieri

Qualcosa che non va  

Testo sulla società odierna, com'è e come dovrebbe essere. Analisi, proposte, documenti, inchieste, fatti, opinioni sulla moneta, democrazia...

Qualcosa che non va  

Testo sulla società odierna, com'è e come dovrebbe essere. Analisi, proposte, documenti, inchieste, fatti, opinioni sulla moneta, democrazia...

Advertisement