Page 194

mani dei Governi per consegnarla al legittimo proprietario, il popolo sovrano. Tutte le forme di governo, dalle dittature alle democrazie rappresentative, sanno bene che la comunicazione è la base indispensabile e determinante per gestire il consenso e manipolare l’opinione pubblica. I paganti del canone, proprietari della RAI, potranno indicare ai dipendenti eletti la linea editoriale da seguire a mezzo internet con strumenti di democrazia partecipativa, potranno consigliare inchieste da svolgere ed indirizzare gli argomenti e gli approfondimenti circa i programmi televisivi da promuovere.

Impieghiamo diversamente le nostre energie mentali ed il nostro tempo: la curiosità nel vivere da esseri umani è determinante. Uno dei perni centrali per massimizzare la manipolazione emotiva dei membri è che devono essere sempre tenuti occupati a fare qualcosa, senza avere abbastanza tempo per organizzarsi diversamente. Quindi, se vogliamo un certo livello di libertà, dobbiamo impegnarci a favorire degli stili di vita in cui viene garantito un sufficiente spazio a qualsiasi attività non pianificata, anche quelle non produttive. Nel mondo moderno si vive di corsa nella paura di perdere il modello di vita imposto dalla propaganda. 509 Ascoltiamo la nostra coscienza e cerchiamo le risposte alle nostre domande anche riusando un semplice dizionario della lingua italiana e passando poi a dizionari tecnici di economia, linguistica ed altro ancora utili ad approfondire e spiegare le informazioni che riceviamo, potremmo anche comprare i libri del vecchio liceo. Possiamo comprendere meglio i vari punti di vista leggendo libri (saggistica) sugli argomenti che ci interessano. Una volta ben informati sarà più difficile farci prendere in giro dai media. Dopo questo piccolo passo, culturale, sorgerà spontanea l’esigenza di confrontarsi e proporre soluzioni creative che sempre sognavamo ma non sapevamo a chi proporre e come proporle. In questo frangente, sia i social network, che associazioni, comitati possono rappresentare quella piccola comunità dove poter condividere i nostri sogni e le nostre aspettative. In queste comunità possiamo apprendere altri punti di vista ed esperienze crescendo ed arricchendo il nostro modo di percepire la realtà. Cambiare l’attuale società per democratizzarla ed umanizzarla è un progetto politico di ampio respiro e, senza dubbio può avvenire se e solo se esiste un soggetto politico creato e progettato dai cittadini per i cittadini su valori etici e veramente democratici. L’immaginazione e l’intuizione sono peculiarità essenziali affinché tale progetto possa nascere, crescere e trovare riscontro nella realtà. Molte piccole comunità nel mondo hanno già avviato tale progetto – transizione energetica e politica - in modalità creative e vincenti, ed è bastato che alcuni cittadini iniziassero a coinvolgere altri cittadini su obiettivi semplici, e condivisibili a tutela del bene comune. Nella realtà non esistono obiettivi impossibili, difficili o facili. Tutto è possibile ma per trasformare i bei sogni in realtà è importante comunicare e capire come gli altri percepiscono la realtà. Questo libro ha mostrato, in maniera documentale, come e perché la società sia iniqua ed immorale. Umilmente ho provato ad esporre alcune idee e fare proposte per cambiarla su principi etici partendo da noi stessi, dalla nostra cultura e dalla capacità di decodificare la comunicazione che subiamo, scomporla e distinguere menzogne da verità e mezze verità. Il popolo deve evolvere le proprie capacità intellettive, di discernimento, e potrà realizzare qualsiasi sogno per il bene comune. Possiamo iniziare da fatti incontrovertibili: gli attuali dipendenti eletti non risolveranno mai i problemi della società, non hanno capacità e volontà. Il PIL ha i giorni contati: gli economisti e i governi sono in cerca di nuovi indicatori per valutare lo stato di salute di Paesi. 510 Non bisogna attendere le autorità per cambiare modo di pensare, cambiare stile di vita e ri-progettare comuni, province e regioni, il popolo sovrano è l’autorità. Ogni azione politica deve nascere da un paradigma culturale figlio delle leggi della fisica, cioè della natura biologica e quindi deve tener conto delle conseguenze di scelte sbagliate prima che le stesse siano deliberate (principio di 509

MARCO CANESTRARI, http://eccocosavedo.blogspot.com/2009/10/avere-tempo.html 28 ott 2009 JON GERTNER, The New York Times Magazine, USA, la ricchezza delle nazioni, in Internazionale N.850, 11 giugno 2010, pag. 36 510

190

Profile for Peppe Carpentieri

Qualcosa che non va  

Testo sulla società odierna, com'è e come dovrebbe essere. Analisi, proposte, documenti, inchieste, fatti, opinioni sulla moneta, democrazia...

Qualcosa che non va  

Testo sulla società odierna, com'è e come dovrebbe essere. Analisi, proposte, documenti, inchieste, fatti, opinioni sulla moneta, democrazia...

Advertisement