Page 159

Biblioteca

159

tatto, o in conflitto, ormai quasi quotidianamente. Emblematica la definizione di Educazione (a cura di C. Nanni): Promozione, strutturazione e consolidamento delle capacità personali fon-

damentali per vivere la vita in modo cosciente, libero, responsabile e solidale, nel mondo e con gli altri, nel fluire del tempo e delle età, nell’intreccio delle relazioni interpersonali e nella vita sociale storicamente organizzata, tra interiorità personale e trascendenza. Paradigmatica la rassegna di voci che la specificano: educazione ai media, all’economia, ambientale, artistica, comparata, cristiana, di genere, extrascolastica, fisica, intellettuale, interculturale, liberatrice, permanente, popolare, religiosa, scientifica, sessuale, sociopolitica, speciale, spirituale, stradale, tecnica (pp.369-404). Tra gli altri scopi dichiarati: l’opportunità di ridefinire gli orientamenti valoriali dell’educazione occidentale e cristiana sia pure secondo parametri formalmente nuovi - come quelli del Rapporto Delors che afferma come il sapere e il saper fare si devono coniugare con il saper essere e il saper vivere insieme; e la necessità di precisare, incoraggiare e sostanziare il sinergico concorso di tutte le agenzie educative: famiglia e scuola (che devono spesso riscoprire la loro originaria missione formativa), società civile e Chiesa; senza di esso nessun progetto educativo può aver successo. Al volume è allegato un Cd-Rom per le consultazioni off-line. Ogni voce, di facile reperimento, è agevolmente collegabile a contesti ipertestuali. Prossimamente il Dizionario sarà ulteriormente arricchito e aggiornato da un sito internet (http://dizionariofs.unisal.it). Giudizio decisamente favorevole, convalidato dalla pratica di chi, come l’estensore, ha tratto e trarrà vantaggi professionali da una consultazione frequente.

Marco Paolantonio

Benedetto VERTECCHI

Decisione didattica e valutazione La Nuova Italia, Firenze 2004, pp. 401. La valutazione costituisce uno degli impegni più ardui dell’insegnante, anche perché per valutare occorre sapersi valutare. Entrambi gli aspetti esigono una competenza professionale sempre vigile nello stabilire le finalità per cui operare e i mezzi di cui avvalersi. Considerazioni ovvie, che attendono risposte fondate, circostanziate, coerenti. Sono quelle offerte dal lavoro del Vertecchi, che ha tra gli altri il merito di chiedere al lettore lo scomodo ma redditizio obbligo di approfondire la lettura con un gran numero di esercizi. Essi, avverte l’A., “non sono di sola

applicazione di quanto si è appreso attraverso lo studio precedente, ma anche di problemi complessi. Molti argomenti sono sviluppati proprio all’interno degli esercizi, per consentire di effettuare immediatamente un’esperienza che confermi quanto è stato proposto in chiave generale o tramite un approccio teorico”. La chiave per l’autocorrezione posta in fondo al volume permette di confrontare il lavoro svolto col modello proposto. Il cammino è sviluppato in quattro tappe.

1. La decisione didattica. La valutazione è ridotta di solito all’espressione dei giudizi di profitto; ed è di solito compito del singolo insegnante in consonanza più o meno armonica con quella dei colleghi del consiglio di classe. Anche se momento conclusivo e necessario, costituisce però uno solo degli aspetti di un giudizio approfondito e articolato che, per essere valido, deve tener conto di un processo formativo complesso. “Una pratica razionale della valutazione deve esse-

re in grado di fornire alle scuole le informazioni delle quali hanno bisogno per precisare gli intenti della loro attività, per programmare gli interventi, per dare attuazione ad essi, per verificarne l’adeguatezza rispetto agli intenti”. Sono proprio la quantità e la qualità dei dati di cui dispongono che consentono alle singole istituzioni scolastiche, con l’effettiva collaborazione di tutte le componenti, di individuare i problemi che si pongono nel contesto in cui operano, a-

Rivista lasalliana 1-2009  

Rivista lasalliana. Trimestrale di cultura e formazione pedagogica

Advertisement