Page 1

CONSIGLI PER UNA NUTRIZIONE CONSAPEVOLE: PERCHÉ MANGIAMO CIÒ CHE MANGIAMO? Francesca Martinato

Dopo aver collaborato con l’Erasmus University di Rotterdam, ha conseguito un Ph.D. in biologia molecolare presso l’Open University di Londra, svolto attività di ricerca presso l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano e pubblicato svariati articoli sulle più prestigiose riviste scientifiche internazionali.

per

www.unilife.net

Essere consapevoli delle proprie scelte: cambiare una sola “cattiva abitudine alimentare” al mese consapevolmente, significa conseguire 12 buoni propositi in un anno.

Accogliere il movimento e la varietà nella dieta: per ogni persona c’è la dieta giusta per la sua fase di vita. Una dieta sana è anche buona ed è quindi capace di incoraggiare il cambiamento.

Farsi guidare dalla stagionalità per riscoprire anche il piacere dell’attesa. Mangiare pomodori in estate e cachi in autunno è una scelta sana che conferma e rinnova le tradizioni.

Mettere in discussione il mito delle calorie. Tutti i cibi sono diversi: 100 calorie di grassi sono diverse da 100 calorie di zuccheri e da 100 calorie di carboidrati.

Cibi buoni e cibi cattivi? Ci sono: zuccheri buoni e meno buoni; grassi di cui possiamo non aver paura; proteine diverse, ognuna con una sua funzione specifica.


CONSIGLI PER UNA NUTRIZIONE CONSAPEVOLE: PERCHÉ MANGIAMO CIÒ CHE MANGIAMO?

Scegliere la qualità: se costa un po’ di più, meglio mangiare meno. I formaggi da animali nutriti esclusivamente al pascolo sono ricchi di un acido grasso essenziale utile per prevenire aterosclerosi, diabete, obesità.

Scegliere prodotti del proprio territorio è una scelta vantaggiosa, anche se vuol dire rinunciare a frutta e verdura pulita e lucidata, senza terra né imperfezioni.

Per riconoscere la qualità bisogna essere consumatori attenti, imparare a leggere le etichette. Comprare cose che avrebbe potuto comperare la nostra nonna è una soluzione ancora più semplice.

La consapevolezza è nel gesto: interrompiamo il movimento ripetitivo che la mano compie dal contenitore/sacchetto alla bocca. Se mangiamo davanti a TV o PC non sappiamo “cosa” stiamo mangiando, perché nello stesso momento facciamo altro.

Riferimenti Francesca Martinato. La nutrizione consapevole. Roma: 2012

Nutrirsi in modo consapevole non si riduce a pochi consigli: seguici sul sito www.unilife.net o su www.facebook.com/Unilife.net

www.fabiovettori.com

LA TUA FARMACIA

10 Consigli per una nutrizione consapevole  

Perché mangiamo ciò che mangiamo?