Page 1


PRESENTAZIONE AZIENDALE Con la presente alleghiamo un breve profilo della storia delle attività di Pietro Carbone, della struttura societaria e le caratteristiche delle diverse attività.

Profilo societario :

CPS Srl Rigenarazione serbatoi gpl Sede legale :Via Camigliatello Sede operativa : Via Camigliatello Partita IVA: 03088440783 Codice fiscale: 03088440783 C.C.I.A.A. : Cosenza n.R.E.A. 210314 Polizza R.C. Generale : Allianz Lloyd Adriatico RCO-RCT Istituti di Credito: BCC MEDIOCRATI Direzione e Amministrazione : Carbone Pietro Direzione Tecnica : Lucanto Stefano Direzione Commerciale : Carbone Pietro Direzione Operativa : Carbone Pietro

Settori operativi : Trasformazione di serbatoi gpl da fuori terra ad interrati Ricondizionamento e collaudo di serbatoi gpl fuori terra Riqualifica CE di serbatoi gpl fuori terra ed interrati Riqualifica CE di accessori di sicurezza e contatori gpl Istallazione, manutenzione e collaudi di serbatoi ed impianti gpl Verifiche periodiche EA, pratiche antincendio etc. Servizio di cambio valvole di sicurezza; Servizio di verifica spessimetrica “UT” ed assistenza specializzata; Servizio pratiche prevenzione incendi ; Verifiche decennali con il metodo delle emissioni acustiche; Verifiche decennali con il metodo “UT”; Installazione reti canalizzate; Installazione contatori predisposti per telelettura e non; Prove a tenuta di impianti esistenti.

ISPESL 0100 modulo Garanzia di Qualità Totale

PED Pressure Equipment Directive


Qualità e Sicurezza ISO 9001:2008 – Sistema di gestione per la qualità e per l’organizzazione del ciclo di progettazione, produzione, controllo e collaudo di Serbatoi Gpl ricondizionati e valvole di sicurezza, commercializzati con Marchio CE. Certificato N.4984/0 de 02/11/09 ICIM - SINCERT - CSQ Certificato di Prevenzione Incendi N. 15426 Prot. N. 9668 de 22/09/10 relativo alla attività industriale con rischio di incendio per le operazioni di saldature elettriche e stoccaggio temporaneo di serbatoi gpl vuoti non bonificati. Autorizzazione Provinciale alle Emissioni in atmosfera in conformità alle Normative vigenti N.11158 de 28/01/10 rilasciato dalla Provincia di Cosenza Documento di Valutazione dei rischi per le attività dello stabilimento ai sensi del D.Lgs. 09/04/2008, n. 81 , modificato dal D.Lgs. N. 106/09 DUVRI - documento di valutazione dei rischi di interferenza per le attività in appalto (ex art. 26 D.Lgs81). ISTALLAZIONE E MANUTENZIONE DI SERBATOI ED IMPIANTI GPL-.

Abilitazioni e Certificazioni • La Carbone Climatizzazione oggi “CPS Srl “,già certificata ISO 9001:2008, nel 2009 ha ricevuto dalla Ispesl l’abilitazione ad operare in regime di garanzia di qualità totale ai sensi della Direttiva europea PED 97/23/CE, per la realizzazione di attrezzature a pressione con controllo della progettazione, fabbricazione,controlo e sorveglianza della verifica finale.

CERTIFICATO CE MODULO H1 - N. 0695/09 • NOVITA’!!!!!!! La CPS è in grado di offrire, per tutti serbatoi ancora istallati, oltre alla manutenzione ordinaria, LA RIQUALIFICA direttamente sul luogo di istallazione.

“CE“ in conformità alla Direttiva 97/23/CE PED,

• La CPS tra le prime Aziende in Italia è in grado oggi di offrire al mercato del GPL anche il SERVICE di VALUTAZIONE DI CONFORMITA’ alla PED, di tutte le VALVOLE DI SICUREZZA in circolazione non marcate CE. Alla procedura sono applicate le procedure di valutazione previste dal modulo H1 e, sono state utilizzate per la valutazione di conformità le Norme Armonizzate UNI EN 14570-14071-14129.

Certificato N. 0111/10/CE Rev.0 del 02/02/2010 ORGANISMO NOTIFICATO CE0100 (in conformità alla norma 97/23/CE) • Tutti i serbatoi sono commercializzati con Collaudo, Marcatura e Certificazione “CE“ in conformità alla Direttiva 97/23/CE PED in materia di attrezzature a pressione e 94/9/CE ATEX. L’INSIEME del serbatoio, (così come definito dalla PED)completo di tutti gli equipaggiamenti di SICUREZZA e di SERVIZIO ai sensi del D.M. 329 art. 5.1.d è certificato con “Dichiarazione di efficienza e funzionamento di tutti gli accessori“, indispensabile per la messa in esercizio del serbatoio stesso.


Normative di riferimento Trattasi di Normative Europee e nazionali che trattano che trattano le Omologazioni, la progettazione, la fabbricazione, il controllo, la messa in servizio e le verifiche periodiche di serbatoi di stoccaggio GPL ed accessori di sicurezza ad essi collegati. NORMATIVA DI ASSICURAZIONE DI QUALITA’ • Norma UNI EN - ISO 9001 : 2008 VALUTAZIONE DI CONFORMITA’ CE • Direttiva 97/23/ CE ( D.Lgs. n.93 de 25/2/2000) • Direttiva 94/9/CE ATEX (marcatura ex II 3G ) NORMATIVE DI OMOLOGAZIONE NAZIONALI ( ante PED ) • Circolare P2004/4106 de 27/10/95 del Ministero dell’Interno • Circolare 45/96 prot. 5309 de 18/04/96 della ISPESL NORMATIVE DI PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE • • • •

Raccolte ISPESL VSR-M-S REV.95 EDIZ.99 UNI EN 12542 –(norma armonizzata per progetto e costruzione serbatoi fuoriterra ) UNI EN 14075 –(norma armonizzata per progetto e costruzione serbatoi interrati) Raccolta ISPESL “E”ediz.’79 – UNI EN 14570 App.B – UNI EN 14071:2005 ( norme applicate per la progettazione , modifica ,e collaudo di valvole di sicurezza ) • UNI EN 12954 - UNI EN 13636 – (norme armonizzate per progetto protezione catodica) • UNI EN 287- 1,UNI EN 288-3 –(norme di qualificazione per operatori e procedimenti di saldatura) NORME DI RIFERIMENTO PER CONTROLLI NON DISTRUTTIVI • UNI EN 473 - UNI EN 1712 – UNI EN 1714 – UNI EN 25817 ( controlli UT spessori e saldature) • ISO 8501 – DIN 30671 – ASTM D 4541 –( controlli sabbiatura e verniciatura ) NORME DI RIFERIMENTO PER ISTALLALLAZIONE ,ESERCIZIO E VERIFICHE PERIODICHE • D.M.29/02/88 e n.329 de 01/12/2004 –(norme per la messa in servizio e verifica della istallazione ) • D.M.14/05/2004 ( regola tecnica di pevenzione incendi per i serbatoi GPL • EN 50020/EN60439/EN1127-1/EN13461-1 ( apparecchi per atmosfere potenzialmente esplosive)


Caratteristiche tecniche e cicli di produzione I serbatoi interrati Mod. TALPA

Verificata la necessità di commercializzare i serbatoi costruiti prima del 2004 ( altrimenti impossibile vedi DM 93/2000 ) e la necessità di gestire un parco serbatoi che sia assoggettato ad un unico regime di Omologazione, Autorizzazione e Verifica Periodica, la CPS Srl ha ottenuto l’abilitazione per produrre e quindi immettere sul mercato i serbatoi dei suoi clienti, già costruiti per istallazione fuoriterra, trasformandoli per istallazione interrata con il marchio TALPA. I serbatoi vengono commercializzati completi della marcatura CE ai sensi della DIR. 97/23/CE, con la CPS nella veste di nuovo FABBRCANTE. Si tratta di serbatoi esistenti ( pre-PED) ad asse orizzontale e verticale, di capacità compresa tra lt.500 e lt.13000, già istallati fuoriterra adibiti a uso domestico. I serbatoi risultano essere stai fabbricati da diversi Costruttori nazionali in base a progetti redatti secondo le normative tecniche previgenti l’entrata in vigore della Direttiva 97/23/CE ( Raccolte ISPESL VSR; S; M ).

Condizioni per la Riqualifica PED Capacità dei serbatoi Tipologia dei serbatoi Prodotto stoccato Pressione di esercizio Pressione di prova idraulica Temperatura di progetto Documentazioni Anno di costruzione Materiali membrature in pressione Condizioni particolari

: compresa tra 500 e 5000 lt. : ad asse orizzontale e verticale : GPL : 17.65 bar : 22.54 bar : -25 C / +50 C : targa dati con punzonatura ISPESL e libretto matricolare : successivo al 1972 : Fe410.2KW – Fe510.2KW/ P355N o equivalenti + FE460.2 KW : Non devono essere presenti connessioni anomale ( quali boccaporti, flange e/o accessori non previsti dal disegno

PROTEZIONE ATTIVA ( PROTEZIONE CATODICA ) Per i serbatoi interrati già sottoposti a modifica delle parti in pressione è indispensabile che al rivestimento protettivo contro la corrosione (passivo) che dovrà comunque rispondere a specifiche caratteristiche, sia abbinato un sistema di protezione catodica ( attiva) realizzato con anodi di magnesio. Questa ulteriore modifica oltre che prevista dalla specifica Normativa Europea per i serbatoi GPL si rende necessaria affinchè il principio del controllo visivo della superficie esterna del serbatoio, previsto con intervallo biennale, sia realizzabile con metodo strumentale, equivalente all’esame diretto visivo della superficie. Nel Ns. caso specifico la protezione dei serbatoi contro i fenomeni di corrosione nelle condizioni di esercizio si garantisce attraverso la combinazione del rivestimento con il sistema di protezione catodica. Realizzata mediante un sistema di protezione catodica composta di: - uno o più anodi di magnesio - un elettrodo di riferimento - un punto di misura per il collegamento dei componenti e per la misurazione dei valori di protezione previsti dalle Normative. - un sistema di misura dei valori di protezione sia manuale che automatico il cui utilizzo è riportato nel manuale di uso e manutenzione. Il sistema di protezione catodica è stato progettato per una durata della protezione stessa di almeno 20 anni. A scopo precauzionale, la determinazione del peso dell’anodo di magnesio, necessario per garantire i 20 anni di protezione dalla corrosione, è stata effettuata considerando il 30% della superficie del serbatoio non protetta dal rivestimento epossidico e considerando un terreno particolarmente aggressivo. I parametri di dimensionamento adottati sono stati i seguenti: Densità corrente di protezione = 1,7 mA/mq (la norma UNI 9782 al punto 5.4.4., per tubazioni protette con rivestimento bituminoso, raccomanda una densità di correte compresa tra 0,01 e 0,1 mA/mq) Resistività del terreno = 6.000 Ω x cm (terreno molto aggressivo 1.000 <Ω x cm <10.000 ) ( terreno aggressivo 10.000 <Ω x cm <25.000 ) (progressivamente meno aggressivo > 25.000 Ω x cm ) Gli anodi di magnesio installati sono del tipo ad alto potenziale A conferma dell’ampio margine di sicurezza adottato in fase di progettazione, dai controlli periodici effettuati sui serbatoi in esercizio, si rilevano valori della corrente di protezione erogata dagli anodi 2% <Ipr< 15% del valore massimo erogabile per garantire una durata di 20 anni della


PROTEZIONE PASSIVA ( VERNICIATURA )

Realizzata con un rivestimento a base di resine Epossidiche ad alto spessore senza solventi caratterizzate da alta resistenza maccanica, dielettrica ed di resistenza alle aggressioni di acidi e batteri presenti nel terreno.Tutte le fasi della applicazione del rivestimento sono certificate dal fabbricante delle resine che effettua verifiche periodiche ispettive per verificare la correttezza della procedura di applicazione. Le caratteristiche del rivestimento sono qui di seguito riportate: CARATTERISTICA Spessore minimo Aderenza (Pull Off) Assenza Discontinuità Disbonding Catodico Durezza Resistenza all'urto

VALORE > 500 µm 7 N/mmq Nessuna discont. A 5 kV incremento del raggio 3,5-3,8 mm 4H nessuna scarica dopo 30 cicli

NORMA DI RIFERIMENTO P2004 - DIN 30671 ASTM D4541 P2004 - DIN 30671 DIN 30671<6 mm ISO 868 - M26 DIN 30671 - 5,5

Le prove di laboratorio a cui sottoporre i campioni verniciati sono: Nebbia Salina Assorbimento d'acqua Immerso in benzina a 23 C Immersione in gasolio Immerso Na(OH) 5% a 23 C Immersione HCl 5% a 23 C

OK - 2500 a 23 C 1,34% - 30 gg immersione Nessun rilievo Nessun rilievo Nessun rammollimento Nessun rammollimento

ASTM B117 ISO 1521 nessuna variaz. Aderenza M150 nessuna variaz. Aderenza M151 nessuna variaz. Aderenza M155 nessuna variaz. Aderenza M156

STRUMENTAZIONE DI SICUREZZA

Le strumentazioni installate sul serbatoio sono quelle previste dalla normativa nazionale vigente D.M. 31/03/1984 e D.M. 14/05/2004 e sono adeguate a garantire che nel serbatoio non si possano generare sovrapressioni pericolose. Tali strumentazioni secondo quanto previsto ai punti 2.1.3 e 2.1.4 della direttiva 97/23/CE si possono suddividere in accessori di sicurezza e accessori ed strumentazione di servizio Per accessori di sicurezza si intendono i dispositivi destinati alla protezione del serbatoio contro il superamento dei limiti ammissibili, nel nostro caso: valvola di sicurezza tarata a 17,65 bar Al punto 2 dell'allegato II della Direttiva 97/23/CE "Tabelle di valutazione della conformità gli accessori di sicurezza sono classificati nella categoria IV. Per strumentazione di servizio si intendono dispositivi aventi funzione di servizio e i cui collegamenti sono sottoposti a pressione: valvola di caricamento gruppo di servizio con manometro valvola di prelievo fase liquida sottovalvola per valvola di sicurezza indicatore di livello scarico di fondo ( ove previsto) Al punto 3 dell'allegato II delle direttiva 97/23/CE sono riportate le tabelle di valutazione della conformità per la classificazione degli accessori a pressione . ELABORAZIONE NUOVO LIBRETTO “CE”

Prima della nuova commercializzazione dei serbatoi la CPS Srl elabora tutta la documentazione che andrà a comporre il nuovo LIBRETTO CE che dovrà comprendere: -

Dichiarazione di conformità CE Certificato di avvenuta prova idraulica a 25.24 bar Vecchio libretto ISPESL ( Prima pagina e materiali impiegati) Verbale dei controlli non distruttivi a firma di personale qualificato. Manuale uso e manutenzione e manuale utente Certificato CE di taratura della valvola di sicurezza Disegno costruttivo del serbatoio e disegno degli equipaggiamenti ed accessori


SERBATOI FUORITERRA Per i serbatoi da utilizzare per una nuova istallazione fuori terra la attività di riqualifica in conformità alla PED la andremo a definire “ ADEGUAMENTO “. Si tratta di serbatoi esistenti ( pre-PED) ad asse orizzontale e verticale, di capacità compresa tra lt.500 e lt.13000, già istallati fuoriterra adibiti a uso domestico. I serbatoi risultano essere stai fabbricati da diversi Costruttori nazionali in base a progetti redatti secondo le normative tecniche previgenti l’entrata in vigore della Direttiva 97/23/CE ( Raccolte ISPESL VSR; S; M ). Condizioni per la Riqualifica PED Capacità dei serbatoi Tipologia dei serbatoi Prodotto stoccato Pressione di esercizio Pressione di prova idraulica Temperatura di progetto Documentazioni Anno di costruzione Materiali membrature in pressione Condizioni particolari

: compresa tra 500 e 5000 lt. : ad asse orizzontale e verticale : GPL : 17.65 bar : 22.54 bar : -25 C / +50 C : targa dati con punzonatura ISPESL e libretto matricolare : successivo al 1972 : Fe410.2KW – Fe510.2KW/ P355N o equivalenti + FE460.2 KW : Non devono essere presenti connessioni anomale ( quali boccaporti, flange e/o accessori non previsti dal disegno

Per i serbatoi fuori terra da adeguare alla PED la protezione contro la corrosione è realizzata mediante un ciclo di verniciatura, previa sabbiatura della intera superficie esterna dei serbatoi (grado SA2.5),che prevede l’utilizzo di vernice bianca bicomponente al fosfato di zinco unita con il suo catalizzatore. Spessore minimo > 90 µm. A protezione degli accessori di servizio dei serbatoi FUORITERRA è previsto che sia presente un Cappellotto metallico o materiale plastico Ignifugo. Altresì sulla valvola di sicurezza deve essere presente un CAPS in plastica che non ostacoli la funzione della stessa in caso di apertura ma, che la protegga da infiltrazioni che ne potrebbero pregiudicare il funzionamento. A protezione del serbatoio dalle scariche atmosferiche è previsto dalle normative antincendio che sia presente un sistema di MESSA A TERRA realizzato con treccia di rame, morsetto fissato ad un sostegno del serbatoio e palina in rame di lunghezza determinata A protezione contro eventi come vento o terremoti è previsto che i serbatoi siano fissati ad adeguata platea di cemento armato allo scopo progettata tramite dei Fisher imbullonati sui sostegni dei serbatoi stessi.

A protezione di eventi vandalici è prevista una recinzione metallica dimensionata secondo quanto previsto dalla normativa antincendio . La presenza di n. 2 estintori e la garanzia che nei pressi dei serbatoi non possano essere depositati materiali infiammabili rappresentano una garanzia di sicurezza in caso di incendio dovuta a perdita accidentale di GPL. Quanto descritto sarà meglio dettagliato nei disegni e nel manuale di uso e manutenzione. Gli accessori di sicurezza e di servizio sono quelli già descritti per i serbatoi interrati.

La CPS è in grado di offrire, anche per quei serbatoi di questa tipologia ancora istallati, oltre alla manutenzione ordinaria, LA RIQUALIFICA “CE“ in conformità alla Direttiva 97/23/CE PED, direttamente sul luogo di istallazione.


Valvole di sicurezza Installate sui serbatoi GPL sono identificate dalla Direttiva “CE” come ACCESSORIO DI SICUREZZA per gas di gruppo 1.

LA CPS TRA LE PRIME AZIENDE IN ITALIA PROPONE AL MERCATO DEL GPL LA RIQUALIFICA “ CE “ CON VALUTAZIONE DI CONFORMITA’ ALLA PED ( 97/23/CE) , DI TUTTE LE VALVOLE DI SICUREZZA FABBRICATE PRIMA DEL 2004 Alla procedura di riqualifica sono applicate le procedure di valutazione previste dal modulo H1.

Certificato N. 0111/10/CE Rev.0 del 02/02/2010 Organismo Notificato PED - ISPESL n.0100 Sono state utilizzate per la valutazione di conformità le Norme Armonizzate UNI EN 14570-14071-14129 – Raccolta ISPESL “ E “ edizione ‘79 – D.M. 21/05/1974.- UNI EN 764-5/6:2005 – EN ISO 10497. Tabella delle caratteristiche : sono riportate qui di seguito le caratteristiche generali delle valvole di sicurezza per serbatoi Gpl in commercio fino alla entrata in vigore della Direttiva 97/23/CE, costruite in conformità della raccolta “E” della ISPESL

Valvole con filettatura conica MODELLO VALVOLA + SOTTOVALVOLA

TEMPERATURA DI ESERCIZIO (°C )

PRESSIONE DI TARATURA

CAPACITA’DI SCARICO (MC/MIN).(*)

FILETTATURA INGRESSO SOTTOVALVOLA

CS1931+ST19

-25°C+65°C

17.65 BAR

39

3/4” NPT

CS2432+ST24

-25°C+65°C

17.65 BAR

75

1” NPT

CS2935+ST29

-25°C+65°C

17.65 BAR

105

1”1/4 NPT

Valvole con filettatura cilindrica MODELLO VALVOLA SOTTOVALVOLA

CS2031+ST20 CS2031+ST31 CS2532+ST25 CS2532+ST32 CS3035+ST32 CS3035+ST35

+

TEMPERATURA DI ESERCIZIO (°C )

-25°C+65°C -25°C+65°C -25°C+65°C -25°C+65°C -25°C+65°C -25°C+65°C

PRESSIONE DI TARATURA

17.65 17.65 17.65 17.65 17.65 17.65

BAR BAR BAR BAR BAR BAR

CAPACITA’DI SCARICO (MC/MIN).(*)

FILETTATURA INGRESSO SOTTOVALVOLA

41 38.5 75 73 106 105

1”1/4 NPT 1”1/4 NPT 1”1/4 NPT 1”1/4 NPT 2” NPT 2” NPT

Dichiarazioni del fabbricante : ai sensi della Raccolta “E” (E.1.D.2 art.10.1) sul certificato del fabbricante di ogni singola valvola sono riportate tutte le informazioni progettuali e di rintracciabiltà così come richiesto nell’ art. 10.1 alle lettere a/b/c/d/e/f/g/h/i/l/m , Insieme al disegno schematico della valvola accoppiata alla sottovalvola.


Servizi

Servizio di verifica spessimetrica “UT” ed assistenza specializzata;

Servizio pratiche prevenzione incendi ;

Verifiche decennali con il metodo delle emissioni acustiche;

Verifiche decennali con il metodo “UT”;

CPS srl

Zona Industriale - Via Camigliatello,snc - 87046 Montalto Uffugo Scalo (CS) • tel. e fax 0984 934655 - 0984 934645

www.cs-cps.it

P.IVA 03088440783

info@cs-cps.it

CPS  

Presentazione Aziendale

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you