Issuu on Google+

SISTEMA BIBLIOTECARIO INTERCOMUNALE LAGORAI PROPOSTE DI LETTURA 19 MAGGIO 2012

IN BIBLIOTECA BIBLIOTECA ALBANO TOMASELLI DI STRIGNO BIBLIOTECA DI CASTELLO TESINO BIBLIOTECA DI PIEVE TESINO

SUPPLEMENTO A “IL FOGLIO DI STRIGNO“ 2/2011 REG. STAMPA TRIBUNALE TRENTO 1016 DD 25/11/98

CORIANDOLI NEL DESERTO

Alessandra Arachi (Feltrinelli)

Ha perso la gloria e la fama, che sono andate tutte a lui, l’amico fraterno. Il premio Nobel per la fisica. L’inventore dell’energia atomica. Enrico Fermi. Forse sarebbe bastato poco per condividerle. Ha perso anche l’amore, quello per lei. L’unica ricercatrice del gruppo di via Panisperna. La donna che saliva e scendeva dagli aerei come dalla sua bicicletta. Nella Mortara. Forse sarebbe bastato un attimo per averlo. È il giugno del 1969 quando dal suo letto d’ospedale Enrico Persico ripercorre il tracciato della sua esistenza vissuta all’ombra del genio. Schiacciato dal peso del genio. Non si può competere con il più grande scienziato del Novecento quando si ha la sventura di fare lo stesso mestiere e, ironia del destino, di averne pure lo stesso nome.

FARE LA PACE CON LA TERRA

Vandana Shiva (Feltrinelli)

Vandana Shiva è diventata una delle più importanti testimonial delle lotte per la difesa dell’ecosistema, contro il saccheggio delle risorse naturali che le grandi corporation da tempo perseguono, senza alcun rispetto per le popolazioni né per i luoghi. È una logica drammatica che sta facendo precipitare il nostro pianeta verso una situazione di non ritorno, contro cui si oppone il sapere antico, connesso con la natura e il suo ciclo, delle popolazioni indigene. L’aggressiva politica delle corporation negli ultimi anni ha fatto un salto di qualità. Le multinazionali sempre più ricorrono all’uso strutturato della forza, trasformando in senso regressivo i paesi in veri e propri stati militarizzati corporativi come testimoniano quanto sta accadendo nelle zone tribali indiane e l’arresto di numerosi ambientalisti e difensori dei diritti umani. Contro questo, in tutto il mondo si sta formando un’altra consapevolezza che pone al centro i diritti di Madre Terra.

NESSUNO PUÒ PORTARTI UN FIORE

Pino Cacucci (Feltrinelli)

L’immaginazione e la memoria storica di Pino Cacucci sono affollate di ribelli. Non sono necessariamente eroi a tutto tondo. Non hanno necessariamente il rigore ideologico di una dottrina o il vigore di una fede politica. Non sono necessariamente entrati nella fama che si trasforma in leggenda. Hanno però una caratteristica comune: incarnano in un gesto o in una vita intera l’insofferenza profonda per il conformismo e l’ingiustizia. Quelli di Pino Cacucci sono ribelli contro la loro stessa volontà e corrono incontro al destino con innamorata leggerezza. In questo libro si racconta di Horst Fantazzini, rapinatore gentiluomo, protagonista di tentate evasioni disastrose. Si racconta della bellissima e sfrontata Edera De Giovanni, che sfida il gerarca fascista, finisce in carcere, ne esce, prende contatti con i dirigenti della lotta di liberazione, viene catturata, torturata e fucilata a Bologna. Si racconta di Antonieta Rivas Mercado, pioniera appassionata di cultura nel Messico degli anni venti, travagliata da amori infelici e suicida a Parigi. Si racconta di Clément Duval, teorico della rivolta e dell’esproprio, condannato ai lavori forzati alle Isole della Salute, che provò a fuggire via mare almeno una ventina di volte. Di Sylvia Ageloff, strumento ignaro nelle mani di Ramón Mercader per entrare nell’entourage di Trockij e assassinarlo. E del bandito Sante Pollastro, cantato anche da De Gregori.

DELITTO A STOCCOLMA

Liza Marklund (Marsilio)

Mentre Stoccolma si prepara a celebrare le Olimpiadi, una bomba esplode nello stadio principale della città, simbolo stesso dei Giochi. Dopo pochi giorni, un’altra bomba fa saltare un impianto sportivo, seminando il terrore. La polizia parla di atto terroristico, ma dalle pagine della Stampa della Sera, Annika Bengtzon conduce la sua personale indagine e scava nel mondo del comitato olimpico e della sua direttrice, donna potente e famosa, ma con molti lati oscuri nella vita privata.

LE DONNE DI ROMA

DA UNA GERMANIA ALL’ALTRA. DIARIO 1990

Günter Grass (Einaudi)

“Non nutro una passione particolare per i diari. Deve succedere qualcosa di eccezionale perché mi senta obbligato a tenerli”, scrive Günter Grass. “Qualcosa di eccezionale” era successo ad esempio una quarantina di anni fa, quando Willy Brandt dapprima vinse le elezioni e poi inaugurò la grande stagione della Ostpolitik; lo scrittore si schierò senza esitazioni a fianco del cancelliere e l’esito documentaristico-letterario di questa appassionata militanza politica fu appunto un diario, il “Diario di una lumaca”. E a quell’esperienza Grass per certi versi si rifà anche in questa nuova cronaca che comprende le settimane e i mesi del 1990 in cui le due Germanie diventano una cosa sola: un avvenimento che la politica distensiva nei confronti dell’Unione Sovietica e della Polonia praticata nei primi anni Settanta, così come gli intensi rapporti con la stessa Germania Orientale hanno indubbiamente contribuito a rendere possibile.

Potere, sesso e politica in età imperiale Annelise Freisenbruch (Mondadori)

La storia della Roma imperiale è costellata da decine di grandi figure femminili che non hanno brillato solo di luce riflessa, ma, dietro le quinte o in prima linea, hanno influenzato le sorti della capitale del mondo nei suoi anni d’oro. Nell’antichità romana, in modo assai simile a oggi, le compagne dei politici assolvevano il fondamentale compito di promuovere l’immagine “domestica” del marito, ma erano anche carismatiche opinion-leaders, icone di stile, celebrità dall’esistenza estrema e movimentata. Annelise Freisenbruch, in perfetto equilibrio tra rigore storico e sensibilità narrativa, traccia i profili a tutto tondo di queste donne affascinanti raccontandone la vita pubblica e le abitudini in camera da letto, sullo sfondo di una società in cui l’universo femminile stava mettendo a segno le sue prime, faticose conquiste.

GLI ULTIMI GIORNI

SOLDATEN

28 aprile 2 maggio 1945

Combattere uccidere morire Sönke Neitzel, Harald Welzer (Garzanti)

Nel corso della seconda guerra mondiale, gli inglesi e gli americani intercettarono sistematicamente le conversazioni di migliaia di prigionieri tedeschi. Registrarono su vinile i passi più interessanti e redassero copie a stampa riempiendo oltre 150 mila pagine di verbali. Questi verbali sono rimasti custoditi per decenni negli archivi di stato a Londra e a Washington e sono stati scoperti e presi in esame per la prima volta da uno storico, Sönke Neitzel, e da uno psicologo, Harald Welzer, solo a partire dalla fine degli anni Novanta. È una documentazione unica nel suo genere, sia per la qualità dei contenuti sia per l’enorme quantità di materiale, e offre una chiave di lettura inedita e sconvolgente della guerra, dei suoi orrori e dell’animo di chi è chiamato a combatterla.

LA BELLEZZA E L’ORRORE

La grande guerra narrata in diciannove destini

Nicholas Best (Mondadori)

Tra il 28 aprile e il 2 maggio 1945 si chiudono i giochi della Seconda guerra mondiale. Mentre l’esercito russo cinge d’assedio una Berlino ormai stremata, Hitler si toglie la vita nel suo bunker. Mentre Stalin si appresta a festeggiare la presa del Reichstag, Mussolini è fucilato dai partigiani. Ma in quella manciata di giorni che hanno cambiato il mondo per sempre, la storia non è stata scritta solo nei luoghi del potere e nelle stanze dei bottoni. Nicholas Best annulla le gerarchie, abbatte le barriere tra persone e personaggi, cancella le distinzioni tra storie e Storia: come in un dramma corale, i grandi nomi della guerra si mischiano a figure all’epoca anonime e oscure, destinate a diventare famose solo anni più tardi. Ancora lontana dalla ribalta hollywoodiana, una giovanissima Audrey Hepburn festeggia l’Operazione Manna nell’Olanda afflitta dalla carestia; Karol Wojtyla, futuro papa Giovanni Paolo II, pulisce le latrine di un seminario a lungo occupato dalle SS; Otto Frank, ancora ignaro della sorte della figlia Anne, morta a Bergen-Belsen, si trova a Odessa dopo la liberazione di Auschwitz; John Kennedy, quindici anni prima di diventare l’uomo più potente del mondo, assiste in qualità di reporter ai preparativi per la prima Conferenza delle Nazioni Unite.

CAPORETTO. GIORNI D’INFERNO

Peter Englund (Einaudi)

Nell’estate del 1914 furono in tanti a salutare con gioia l’inizio della Prima guerra mondiale; si pensava che non sarebbe durata a lungo, che sarebbe stata simile ai tanti altri conflitti che avevano coinvolto in passato il continente europeo, che avrebbe anzi avuto un effetto salvifico sulle coscienze: come non ricordare Marinetti che solo qualche anno prima aveva definito la guerra la “sola igiene del mondo”? Nessuno immaginava che alla fine avrebbe coinvolto quasi quaranta paesi, e pochi intuirono che i tempi erano ormai cambiati, che il conflitto sarebbe stato dominato dalla tecnica, da un impiego di mezzi mai visto prima.

LA STRAGE. IL ROMANZO DI PIAZZA FONTANA

Vito Bruschini (Newton Compton)

Milano, piazza Fontana, 12 dicembre 1969. Nella sede centrale della Banca dell’Agricoltura, gremita di gente, una bomba deflagra con violenza inaudita, uccidendo sul colpo dodici persone e ferendone quasi novanta. Sono passati oltre quarant’anni dalla strage, eppure di quell’attentato, che segnò una frattura insanabile nella storia recente dell’Italia dando il via alla terribile stagione della “strategia della tensione “, si continua a parlare. Molti interrogativi non hanno ancora trovato una risposta: perché, fin dalle prime ore, furono accusati gli anarchici? Chi aveva interesse nell’attentato? Quale fu il ruolo dei servizi segreti in questa storia?

Alberto Gilio (Rossato) artiglieria.

Le tappe della disfatta del Regio Esercito italiano nelle pagine inedite di un ufficiale di

SBUCCIANDO LA CIPOLLA

Günter Grass (Einaudi)

L’autobiografia di Günter Grass si apre nel 1939, con lo scoppio della guerra, nella quale risulta immediatamente coinvolta Danzica, la città natale dello scrittore è il centro nevralgico dell’opera che gli diede la fama, “Il tamburo di latta”. E proprio con la stesura e la pubblicazione del grande romanzo negli anni Cinquanta, il libro si chiude. L’attenzione della stampa internazionale si è soprattutto concentrata sulle pagine in cui Grass confessa di essere stato nelle Waffen-SS: presentatosi volontario a quindici anni per servire nei sottomarini, viene, due anni dopo, arruolato in un battaglione delle SS appena costituito. La sua presenza sul fronte orientale dura poche settimane: sopravvive ad alcune operazioni di guerra e finisce prigioniero degli americani. Ciò che fa scandalo non è il suo arruolamento, ma il successivo silenzio e il ruolo di censore intellettuale e morale assunto dall’autore negli ultimi sessant’anni. Al centro della seconda parte dell’autobiografia c’è la Germania del dopoguerra.


INTERNET IN BIBLIOTECA Da qualche settimana è stato attivato il servizio di connessione Internet WIFI gratuita attraverso il sistema WiFiBiblio nelle biblioteche del Sistema bibliotecario Lagorai. La Biblioteca mette a disposizione degli utenti che dispongono della tessera del Sistema bibliotecario trentino il collegamento a Internet via WIFI. In questo modo ci si potrà collegare alla rete attraverso computer portatili, tablet e smartphone. ll servizio è fornito dalla Provincia Autonoma di Trento nell’ambito dei servizi al Sistema Bibliotecario Trentino. Per accedere è necessario registrarsi in una delle biblioteche del Sistema Bibliotecario Trentino, presentando un documento di identità. Per l’abilitazione di utenti minorenni è necessaria la presenza di un adulto (legale rappresentante). Vengono forniti nome utente e password e l’abilitazione è immediata. Effettuata l’abilitazione in una delle Biblioteche del Sistema Bibliotecario Trentino, essa è poi utilizzabile in tutte le biblioteche che forniscono il servizio WiFiBiblio. Ogni biblioteca che ha attivato il servizio può procedere alla ristampa delle credenziali, nel caso di dimenticanza del nome utente e/o della password. Il servizio è gratuito e non ha limiti di tempo.

SISTEMA BIBLIOTECARIO INTERCOMUNALE LAGORAI ORARI DI APERTURA BIBLIOTECA ALBANO TOMASELLI DI STRIGNO

martedì dalle 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 mercoledì dalle 14.30 alle 18.30 giovedì dalle 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 venerdì dalle 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 sabato dalle 9.30 alle 12

BIBLIOTECA ALBANO TOMASELLI DI STRIGNO PUNTO DI LETTURA DI SAMONE lunedì dalle 10 alle 12.30 mercoledì dalle 14 alle 17 venerdì dalle 14 alle 17

BIBLIOTECA DI CASTELLO TESINO

lunedì dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 martedì dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 giovedì dalle 10 alle 12, dalle 14.30 alle 18.30 e dalle 20 alle 21.30 venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 sabato dalle 10 alle 12

BIBLIOTECA DI PIEVE TESINO

martedì dalle 15 alle 19 mercoledì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19 giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19 venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19 sabato dalle 15 alle 19

IL PRESTITO

La biblioteca sono centri di informazione. Si possono richiedere bibliografie e libri su qualsiasi argomento e ne verrà fornita l’indicazione e la disponibilità. Il periodo di prestito è di un mese ed è prorogabile di un altro mese purché il libro non sia stato nel frattempo prenotato da un altro lettore. Non ci sono limiti al numero di libri che si possono richiedere, a condizione che, se in numero superiore a due, siano restituiti entro il primo mese. È ammessa la proroga del prestito solo per due libri alla volta. Qualora il libro richiesto non fosse disponibile presso la propria biblioteca o le altre biblioteche del sistema, il bibliotecario cercherà di reperirlo in una delle biblioteche trentine e si potrà ottenerne il prestito gratuito per un mese, salvo particolari limitazioni poste dalla biblioteca prestante. Dizionari, vocabolari, enciclopedie, repertori e altre opere di consultazione sono disponibili solo per la lettura in sede. Per i CD musicali, i DVD e le riviste è previsto il prestito breve di tre giorni feriali. Per i corsi di lingue il prestito è di un mese ed è prorogabile. Eventuali richieste di informazioni sulla disponibilità dei libri e di proroga del prestito possono essere formulate anche telefonicamente.

ISCRIVERSI

Per ottenere la tessera di iscrizione sarà sufficiente recarsi presso la biblioteca più vicina con un documento di identità e richiedere di essere iscritto al Servizio Bibliotecario Trentino (SBT). Per l’iscrizione i minori dovranno essere accompagnati da uno dei genitori. L’iscrizione richiede pochi minuti ed è gratuita. La tessera di iscrizione dà diritto al prestito gratuito di libri, CD musicali, DVD. Ha una durata illimitata e, oltre al prestito, dà accesso agli altri servizi della biblioteca come, ad esempio, Internet. Viene richiesto solo di comunicare tempestivamente ogni variazione anagrafica per l’aggiornamento dei dati.

IN BIBLIOTECA

Circolare informativa del Sistema Bibliotecario Lagorai Biblioteca Albano Tomaselli di Strigno, Biblioteca di Castello Tesino, Biblioteca di Pieve Tesino SEDE Biblioteca Albano Tomaselli Piazzetta Luigi Carbonari - 38059 Strigno Tel. 0461 762620 - fax 0461 763511 strigno@biblio.infotn.it - www.sistemalagorai.net

INTERNET

La biblioteca offre l’accesso a Internet. L’accesso a Internet è consentito esclusivamente agli utenti che risultino iscritti al servizio, per aver compilato l’apposito modulo di iscrizione e aver presentato un documento di identità valido. Di norma, gli iscritti potranno usufruire del servizio per un massimo di tre ore alla settimana e per non più di un ora al giorno. Le ore prenotate non usufruite non sono recuperabili. L’uso di Internet è gratuito. Sono disponibili la consultazione, lo scarico dei dati (download) e l’accesso alla propria casella di posta elettronica. Lo scarico dei dati può avvenire solo su supporti forniti a pagamento dalla biblioteca. Chi usa Internet è direttamente responsabile, civilmente e penalmente, a norma delle vigenti leggi, per l’uso fatto del servizio. I minori di 18 anni dovranno ottenere l’autorizzazione dei genitori, sottoscritta presso ogni singola biblioteca del sistema, previa presa visione del regolamento e delle raccomandazioni per la sicurezza dei minori in rete. Il personale della biblioteca non è tenuto a esercitare la supervisione sull’uso di Internet da parte dei minori, che è demandata ai genitori o a chi ne fa le veci. Il personale della biblioteca garantisce l’assistenza di base agli utenti, compatibilmente con le altre esigenze di servizio. Per saperne di più leggi in biblioteca il regolamento completo.


In biblioteca