Page 1

SISTEMA BIBLIOTECARIO INTERCOMUNALE LAGORAI

IN BIBLIOTECA BIBLIOTECA ALBANO TOMASELLI DI STRIGNO BIBLIOTECA DI CASTELLO TESINO BIBLIOTECA DI PIEVE TESINO

proposte di lettura 8 marzo 2012

SAGGI

NARRATIVA

NEL PAESE DELLE DONNE

Gioconda Belli (Feltrinelli)

SALVATOR ROSA TRA MITO E MAGIA (Electa Napoli)

Salvator Rosa.Il “pittore maledetto” nella vita quotidiana del suo tempo, a Napoli, Firenze, e Roma. Un affresco avvincente dell’età barocca, con i suoi fasti e le sue miserie, i suoi carnevali, i terremoti e le spaventose epidemie di peste: come quella del 1630, resa famosa dalla descrizione del Manzoni, e quella del 1656, che coinvolse anche Salvator Rosa in prima persona.

LA NATURA DEL POTERE

Luciano Canfora (Laterza)

Qualcosa non ha funzionato. Il suffragio universale, alla fine conquistato (dove prima, dove poi, in Italia dopo quasi tutti) ha più e più volte deluso chi lo aveva propugnato, ha mancato i previsti effetti. Le urne sono divenute lo strumento di legittimazione di equilibri, di ceti, di personale politico quasi immutabile, non importa quanto diversificato e come diviso al proprio interno. E se il vero potere fosse altrove? Di questo, caro lettore, vorremmo discorrere nelle pagine che seguono.” Canfora instilla più di un dubbio sui travestimenti del potere: un dominio di pochi - anche quando sembra essere di uno solo - che però non sussiste se non sa creare consenso, restando, beninteso, a tutti gli effetti dominio.

INTELLETTUALE AD AUSCHWITZ

Jean Améry (Bollati Boringhieri)

Il libro di Améry è un tenace catasto di molte sconfitte. L’etica in nome della quale il nazismo era stato combattuto viene negata dalla violenza e dal terrore imperanti in altre, varie parti del mondo; l’antisemitismo risorge in altri modi e in altre forme. Con inesorabile precisione e passione di verità, Améry registra le disfatte dello spirito di Auschwitz, a cominciare dalla peculiare inferiorità nella quale, nel Lager, vengono a trovarsi gli intellettuali, che l’inadeguatezza alla dimensione meramente fisica cui è stata ridotta la vita rende paria fra i paria, e che l’umanesimo scettico e autocritico, privo di certezze assolute, rende più indifesi rispetto a chi, come i credenti religiosi e i militanti marxisti ortodossi, possiede una fede incrollabile e una spiegazione inoppugnabile, che aiutano a sopportare torture, privazioni, umiliazioni e morte.

VIAGGIO IN MONGOLIA Guglielmo di Rubruck (Mondadori)

Il viaggio di Guglielmo ha inizio nel 1253: è passato pochissimo tempo da quando il terrore di un’invasione mongola ha sconvolto l’europa. gli invasori sono giunti, invincibili, in Polonia, Boemia, Ungheria, sino alle coste dell’Adriatico, seminando distruzione e facendo prigionieri cristiani di mezzo continente. Poi, sono svaniti. È necessario conoscerli meglio, stabilire relazioni diplomatiche e commerciali, tentare di convertirli. Per due anni il frate fiammingo percorre i territori dell’Asia Centrale, attraversa la regione del Volga e raggiunge Karakorum, la capitale del gran Khan Mangu.

PRECETTI PER LE DONNE

e altri trattati cinesi di comportamento femmiline Ban Zhao (Einaudi)

Come conquistare l’affetto del marito. Come gestire i rapporti con i parenti acquisiti. Come sbrigare le faccende domestiche. Quale la condotta appropriata da tenere nelle diverse situazioni. All’inizio del il secolo d.C. Ban Zhao, figlia e sorella di famosi letterati, scrive un trattatello di comportamento rivolto alle donne. Per la prima volta nella storia della Cina una donna si rivolge direttamente ad altre donne su questi temi.

DEMONE

Thierry Hesse (Fazi)

Parigi, novembre 2001. Alcuni giorni prima di uccidersi Lev Rotko racconta al figlio Pierre ciò che aveva ostinatamente tenuto nascosto per tutta la vita: il destino dei suoi genitori, Franz ed Elena, ebrei russi assassinati dai nazisti, e la sua fuga dall’Unione Sovietica nel 1953. Da questo momento l’esistenza di Pierre cambia, sconvolta da una penetrante brama di verità che lo spinge a ripercorrere la vita dei nonni e che gli chiede incessante: -Quali sono stati gli ultimi pensieri di Franz e di Elena?”. Una rivelazione, dunque, che ha la portata di una deflagrazione: la guerra, che conosce così bene per averne scritto come inviato dai fronti più infuocati, questa volta si spinge fin dentro la sua vita intima, privata.

UNA TOMBA PER BORIS DAVIDOVIČ Danilo Kis (Adelphi)

Il volto di Boris Davidovic e quello butterato del suo carnefice, intento a estorcergli l’ennesima “falsa confessione”, si specchiano nel buio di una cella densa di fumo, “ansanti e spossati”: in un fronteggiarsi di convinzioni ugualmente “imparziali, inviolabili e sacre”, il primo cerca di conservare la dignità nella caduta e nella morte, l’altro di preservare la severità impersonale e astratta della “giustizia” stalinista.

CARTE INASPETTATE

Julio Cortàzar (Einaudi)

Un degente si accorge di come il mondo in ospedale proceda rallentato, “come un disco a quarantacinque giri che gira a trentatré”. Un bambino entra nella metropolitana di Buenos Aires come se entrasse in un mondo altro, fatto di serpenti e di odori inafferrabili, un mondo magico. Un fotografo cerca nei dettagli sullo sfondo uno slittamento dalla realtà immediatamente percepibile, “labili linee di fuga”, altri destini, “altre ragioni di vita e di morte”.

“HO SEMPRE VOLUTO CHE AMMIRASTE IL MIO DIGIUNO” Ovvero, guardando Kafka Philip Roth (Einaudi)

È l’estate del 1923 quando in due stanze in un sobborgo di Berlino una nuova coppia dà inizio al suo futuro comune. Lei si chiama Dora Dymant, lui Franz Kafka, e quello è l’ultimo anno della sua vita. Prima di allora ci sono state altre due brave ragazze ebree nella vita di Kafka, Felice e Julie, poi la passionale, anticonformista Milena. Ma lui è già “sposato con l’angoscia a Praga” e un altro matrimonio non ci sta. È solo con la giovane Dora che Kafka, avvicinandosi alla fine, riesce a svincolarsi dalla città nativa e a pensarsi, seppur per poco, libero di amare. E se fosse sopravvissuto alla tubercolosi che lo condusse a morte precoce?

MEGLIO VEDOVE CHE MALE ACCOMPAGNATE Carla Signoris (Rizzoli)

Debbie festeggia i quarant’anni da un decennio. Esmeralda è una single inespugnabile e non crede all’uomo dei sogni: “Ogni individuo, maschio o femmina che sia, cerca nell’altro la propria idea di perfezione. Al momento, io non ho idee”. Se Vincenza è una donna forte che ha scelto un uomo debole per complicarsi la vita, a Lavinia è andata anche peggio: ha sposato un mostro che non sa cos’è la vergogna, ma sa tutto di turismo sessuale. E poi c’è Carla, che vorrebbe tanto rimanere in disparte...

A Faguas si consumano giochi di potere e corruzioni politiche, rocamboleschi abusi e fantasiose depravazioni. E quando proprio non se ne può più, dopo aver smascherato un magistrato che ha installato una costosissima cella frigorifera per metterci un pinguino importato di contrabbando e organizzarci orge con gli amici politici, la giornalista Viviana Sansón e le sue tre amiche del Club del Libro fondano il partito femminista della Sinistra Erotica, che stravince le elezioni e ribalta il paese.

VENIVAMO TUTTE PER MARE

Julie Otsuka (Bollati Boringhieri)

“Da anni” ha dichiarato Julie Otsuka, “volevo raccontare la storia delle migliaia di giovani donne giapponesi - le cosiddette “spose in fotografia” che giunsero in America all’inizio del Novecento. Mi ero imbattuta in tantissime storie interessanti durante la mia ricerca e volevo raccontarle tutte. Capii che avrei raccontato la storia dal punto di vita di un “noi” corale, di un intero gruppo di giovani spose”. Una voce forte racconta dunque la vita di queste donne, partite dal Giappone per andare in spose agli immigrati giapponesi in America.

UTILI CONSIGLI PER IL BUON INVESTIGATORE Alexander Smith McCall (Guanda)

La signora Ramotswe e la sua assistente Grace Makutsi, gli unici due investigatori in gonnella di tutto il Botswana, hanno modi ben diversi di prendere la vita. Conciliante l’una e permalosissima l’altra, difficilmente troverebbero l’equilibrio con cui gestiscono la Ladies’ Detective Agency N.l se non avessero un mentore: quel Clovis Andersen, autore dei Principi dell’indagine privata, che fornisce soprattutto considerazioni spicciole.

L’ADDESTRATORE Jeffery Deaver (Rizzoli)

Ryan Kessler, un poliziotto frustrato con un’eccessiva propensione all’alcol e il grilletto facile. Joanna, sua moglie, una donna anonima e fin troppo riservata. Maree, la sorella di quest’ultima, affascinante e instabile, irresistibilmente attratta da uomini e situazioni a rischio. Come nel più crudele dei reality, i tre si ritrovano rinchiusi in un luogo inaccessibile e segreto, mentre un cacciatore di informazioni tenta con ogni mezzo di rintracciarli.

I GILLESPIE

Jane Harris (Neri Pozza)

Nella primavera del 1888, in seguito al decesso della zia da lei amorevolmente accudita, Harriet Baxter decide di lasciare Londra e viaggiare alla volta di Glasgow. Trentacinque anni, nubile, una piccola rendita annua cui attingere, Harriet arriva nella seconda città dell’Impero nell’anno dell’Esposizione Internazionale. Durante una passeggiata in una giornata insolitamente calda, Harriet soccorre una distinta signora stramazzata al suolo per un malore.

GUARDA L’EUFRATE ROSSO DI SANGUE Yasar Kemal (Rizzoli)

Nei primi anni del Novecento neppure l’Isola delle Formiche, piccolo lembo di terra bagnato dal Mediterraneo, è immune dagli sconvolgimenti che il tramonto dell’Impero ottomano porta con sé. Abbandonata in seguito all’esodo coatto della popolazione greca, l’Isola offre agli occhi del giovane ufficiale turco Poyraz Musa un paesaggio immobile e meraviglioso. Ma tra gli orti rigogliosi e le spiagge deserte si aggira un fantasma.


BIBLIODONNA

L’anno della profezia, della fine del mondo, della resa dei conti, ha ispirato per la tredicesima (l’ultima?) edizione una Bibliodonna di istantanee. Chi è la donna della fine del mondo? È un essere in trasformazione di pari passo con la trasformazione delle città, campagne, società, della vita stessa. È tutto, e il suo contrario. È la donna fragile vittima delle più svariate dipendenze - cibo, gioco d’azzardo, internet, shopping, cura ossessiva del proprio corpo, sesso - e quella che è riuscita a entrare da protagonista nelle stanze del potere, l’imprenditrice, la diva, la donna “cervello in fuga” dal Sistema Italia. È la bandiera della singletudine e quella in cerca di marito e che riabbraccia con gioia il ruolo dell’accoglienza e del servizio all’interno del matrimonio e della famiglia. È la donna che tollera tenacemente la sopraffazione e quella “indignata” mobilitata per il riconoscimento dei propri diritti, simbolo di coraggio e libertà, che vince il Nobel perché non ha paura di opporsi. È la donna che indossa il velo e quella che lo brucia. È la donna madre in tanti modi diversi. È la donna della fine del mondo e incarna tutte le sue meravigliose contraddizioni. È prima di tutto persona che vive nell’attiva ricerca del senso della vita, in ogni angolo del mondo. Cercare di conoscere e capire la donna d’oggi è una chiave per conoscere e capire il nostro presente. Le proposte di lettura di questo Bibliodonna 2012 hanno lo scopo di aiutare a conoscere e capire.

LE PROPOSTE DI LETTURA C’è tort@ per te! Ricette e racconti dalle blogger AAVV (Trenta editore, 2011) Hai voluto la carrozzina? Spunti di sopravvivenza da 15 mamme che pedalano sul web AAVV (Fabbri, 2011) Come sposare una donna russa... e vivere per sempre felici e contenti Gianni Bandiera (Aliberti Castelvecchi, 2010) Tunisian girl. La rivoluzione vista da un blog Leena Ben Mhenni (Edizioni Alegre, 2011) Escort da URL! Viaggio nella nuova prostituzione on & off line Claudio Bernieri (Affari italiani, 2011) Indignate. È arrivato il momento di dire basta Donatella Bersani (Newton & Compton, 2011) Il segreto delle donne. Viaggio nel cuore del piacere Elisa Brune, Yves Ferroul (Ponte alle Grazie, 2011) Ragazze del Nordest Romolo Bugaro, Marco Franzoso (Marsilio, 2010) Donne che osano troppo. Pratiche sessuali estreme e nuove tendenze dell’eros femminile Tonino Cantelmi, Noemi Grappone (Ma.gi 2011) Le donne non invecchiano mai Iaia Caputo (Feltrinelli, 2011) Con un poco di zucchero Enzo F. Carabba (Mondadori, 2011) Goodbye Italia. La Repubblica che ripudia il lavoro delle donne Cinzia Dato Giurickovic, Silvana Prosperi (Castelvecchi, 2011) Sari in cammino. Ecco perché l’India non è (ancora) un paese per donne Valeria Fraschetti (Castelvecchi, 2011) Burlesque. Quando lo spettacolo diventa seduzione Lorenza Fruci (Castelvecchi, 2011) Si fa presto a dire madre Valentina Furlanetto (Melampo, 2010) A.D. 2012. La donna, il drago e l’Apocalisse Saverio Gaeta, Andrea Tornelli (Piemme, 2011) Lady Gaga. Ai confini della gloria Paolo Giovanazzi (Aliberti, 2011)

SISTEMA BIBLIOTECARIO INTERCOMUNALE LAGORAI ORARI DI APERTURA BIBLIOTECA ALBANO TOMASELLI DI STRIGNO

martedì dalle 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 mercoledì dalle 14.30 alle 18.30 giovedì dalle 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 venerdì dalle 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 sabato dalle 9.30 alle 12

BIBLIOTECA ALBANO TOMASELLI DI STRIGNO PUNTO DI LETTURA DI SAMONE lunedì dalle 10 alle 12.30 mercoledì dalle 14 alle 17 venerdì dalle 14 alle 17

BIBLIOTECA DI CASTELLO TESINO

lunedì dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 martedì dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 giovedì dalle 10 alle 12, dalle 14.30 alle 18.30 e dalle 20 alle 21.30 venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 sabato dalle 10 alle 12

BIBLIOTECA DI PIEVE TESINO

martedì dalle 15 alle 19 mercoledì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19 giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19 venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19 sabato dalle 15 alle 19

Mangiando al chiaro di luna. Come le donne possono trasformare il loro rapporto con il cibo Anita Johnston (Orme editori, 2011) La mente pericolosa delle donne Åsa Lantz (Piemme, 2011) L’educazione delle fanciulle. Dialogo tra due signorine perbene Luciana Littizzetto, Franca Valeri (Einaudi, 2011) Facciamolo a skuola. Storie di quasi bimbi Marida Lombardo Pijola (Bompiani, 2011) Oltre l’eccesso. Quando internet, shopping, sesso, sport, lavoro, gioco diventano una dipendenza Alfio Lucchini, Paola E. Cicerone (Franco Angeli, 2011) Sex and the city: favola della donna single. Un contributo al postfemminismo Susanna Mati (Moretti & Vitali, 2011) Sposati e sii sottomessa. Pratica estrema per donne senza paura Costanza Miriano (Vallecchi, 2011) Donne di potere. Le 25 donne più potenti del mondo Michele Monina (Barbera, 2011) Imprese da favola. Viaggio nel paese delle donne che si inventano il lavoro Angela Padrone (Marsilio 2011) M’ammazza. Diario di una mamma politicamente scorretta Camila Raznovich (Rizzoli, 2011) Hello daddy! Storie di due uomini, due culle e una famiglia felice Claudio Rossi Marcelli (Mondadori, 2011) Tokyo sisters. Reportage dall’universo femminile giapponese Julie Rovéro-Carrez, Raphaëlle Choël (O Barra O edizioni, 2011) Meditazioni per donne sempre di corsa Anna Talò (Corbaccio, 2011) L’altra faccia della terra Monica Triglia (Mondadori, 2011) Bibliografia a cura di Provincia autonoma di Trento Biblioteche del sistema bibliotecario trentino www.trentinocultura.net

IL PRESTITO

La biblioteca sono centri di informazione. Si possono richiedere bibliografie e libri su qualsiasi argomento e ne verrà fornita l’indicazione e la disponibilità. Il periodo di prestito è di un mese ed è prorogabile di un altro mese purché il libro non sia stato nel frattempo prenotato da un altro lettore. Non ci sono limiti al numero di libri che si possono richiedere, a condizione che, se in numero superiore a due, siano restituiti entro il primo mese. È ammessa la proroga del prestito solo per due libri alla volta. Qualora il libro richiesto non fosse disponibile presso la propria biblioteca o le altre biblioteche del sistema, il bibliotecario cercherà di reperirlo in una delle biblioteche trentine e si potrà ottenerne il prestito gratuito per un mese, salvo particolari limitazioni poste dalla biblioteca prestante. Dizionari, vocabolari, enciclopedie, repertori e altre opere di consultazione sono disponibili solo per la lettura in sede. Per i CD musicali, i DVD e le riviste è previsto il prestito breve di tre giorni feriali. Per i corsi di lingue il prestito è di un mese ed è prorogabile. Eventuali richieste di informazioni sulla disponibilità dei libri e di proroga del prestito possono essere formulate anche telefonicamente.

ISCRIVERSI

Per ottenere la tessera di iscrizione sarà sufficiente recarsi presso la biblioteca più vicina con un documento di identità e richiedere di essere iscritto al Servizio Bibliotecario Trentino (SBT). Per l’iscrizione i minori dovranno essere accompagnati da uno dei genitori. L’iscrizione richiede pochi minuti ed è gratuita. La tessera di iscrizione dà diritto al prestito gratuito di libri, CD musicali, DVD. Ha una durata illimitata e, oltre al prestito, dà accesso agli altri servizi della biblioteca come, ad esempio, Internet. Viene richiesto solo di comunicare tempestivamente ogni variazione anagrafica per l’aggiornamento dei dati.

IN BIBLIOTECA

Circolare informativa del Sistema Bibliotecario Lagorai Biblioteca Albano Tomaselli di Strigno, Biblioteca di Castello Tesino, Biblioteca di Pieve Tesino SEDE Biblioteca Albano Tomaselli Piazzetta Luigi Carbonari - 38059 Strigno Tel. 0461 762620 - fax 0461 763511 strigno@biblio.infotn.it - www.sistemalagorai.net

INTERNET

La biblioteca offre l’accesso a Internet. L’accesso a Internet è consentito esclusivamente agli utenti che risultino iscritti al servizio, per aver compilato l’apposito modulo di iscrizione e aver presentato un documento di identità valido. Di norma, gli iscritti potranno usufruire del servizio per un massimo di tre ore alla settimana e per non più di un ora al giorno. Le ore prenotate non usufruite non sono recuperabili. L’uso di Internet è gratuito. Sono disponibili la consultazione, lo scarico dei dati (download) e l’accesso alla propria casella di posta elettronica. Lo scarico dei dati può avvenire solo su supporti forniti a pagamento dalla biblioteca. Chi usa Internet è direttamente responsabile, civilmente e penalmente, a norma delle vigenti leggi, per l’uso fatto del servizio. I minori di 18 anni dovranno ottenere l’autorizzazione dei genitori, sottoscritta presso ogni singola biblioteca del sistema, previa presa visione del regolamento e delle raccomandazioni per la sicurezza dei minori in rete. Il personale della biblioteca non è tenuto a esercitare la supervisione sull’uso di Internet da parte dei minori, che è demandata ai genitori o a chi ne fa le veci. Il personale della biblioteca garantisce l’assistenza di base agli utenti, compatibilmente con le altre esigenze di servizio. Per saperne di più leggi in biblioteca il regolamento completo.

In biblioteca (8 marzo 2012)  

Proposte di lettura del Sistema Bibliotecario Lagorai

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you