Page 1

1


2

Rivista a distribuzione gratuita

Proprietario Metasport ssd a r.l. Via camerino - San Rufo (Sa) Tel. 0975.564075 Direttore Editoriale Donato Alberico direttore.metasport@gmail.com Direttore Responsabile Romina Rosolia romina.rosolia@virgilio.it Realizzazione Grafica Carmine Salimbene Stampa Vigepa.Com Corso Garibaldi, 50 Buccino (SA) Collaboratori Carmela Barglivi Angelo D’Alto Autorizzazione Tribunale di Sala Consilina (Sa) RG 285/09 del 03.02.2010 Per richieste di pubblicità, per informazioni, per contattare la redazione, scrivere a: info@centrosportivomeridionale.it

L’ACQUA ORO BLU

I perché della...MetaMarathon

Stavolta è sull’acqua che concentriamo pensieri e parole. Stare in acqua dà senso di grande libertà. Ci si abbandona con naturalezza lasciando fuori tutto il resto: paure, preoccupazioni, malumori. L’acqua e l’uomo hanno un rapporto strettissimo. L’acqua è sopravvivenza prima e dopo la nascita, è rigenerazione nonché il simbolo del cambiamento. Ai tempi di Gesù, infatti, ci si immergeva in acqua per sancire la propria conversione a Dio. Più in generale chi non ha mai sentito parlare di acqua come risorsa? Una definizione che somiglia di più a un luogo comune perchè molti, la maggior parte di noi, ne ha in abbondanza. Diventa risorsa quando scarseggia, quando per recuperarla ci separano chilometri dal primo pozzo disponibile. È una delle ragioni per cui chi lavora con uno dei quattro elementi principali del pianeta (dopo l’aria, fuoco, terra), e quindi con l’acqua, si assume una grossa responsabilità nella gestione, nella cura, nell’offerta che ne fa al prossimo, all’utente nel caso dell’associazione Metasport. Il servizio a pagamento della piscina coperta include professionalità, competenza, manutenzione oltre alla possibilità di tenere costante il rapporto tra noi, la nostra pelle, la nostra mente e l’acqua. È vero, in acqua ci si lascia andare con trasporto ma non senza regole, come insegnano gli istruttori qualificati del Centrosportivo Meridionale. Rigore, disciplina, coraggio a non arrendersi e a migliorare, a volte anche a combattere con la paura di imparare a nuotare o della profondità, di questo ma anche di divertimento è fatto il rapporto tra gli istruttori e i giovani atleti iscritti ai corsi di nuoto del centro sportivo. I genitori, a loro volta, tengono alla salute e allo sviluppo sano dei propri figli e quale miglior mezzo se non lo sport completo per eccellenza, il nuoto. E nonostante le difficoltà economiche che stanno interessando tutte le famiglie d’Italia e non solo, ci si sacrifica per dare loro il meglio. E i risultati sono gratificanti per i ragazzi, sempre motivati alla conquista dei brevetti, e per i genitori, orgogliosi degli sforzi e delle capacità che i loro piccoli acquisiscono bracciata dopo bracciata.

Come tutti sanno, veniamo fuori da un periodo di vivace dibattito elettorale, dove le parti si sono confrontate anche sul tema se si giustifica o meno continuare a spendere soldi pubblici per eventi come sagre, feste di piazza, fiere, etc… La MetaMarathon, sebbene connotata da eventi tipicamente sportivi, è una festa popolare che presenta caratteristiche similari alle precedenti. E’ naturale che, in qualità di ente organizzatore della MetaMarathon. Ci siamo attivati con azioni di fund raising (raccolta fondi) per l’ottenimento delle risorse finanziarie necessarie alla realizzazione dell’evento. Tra i soggetti a cui si siamo rivolti vi sono gli enti pubblici, che generalmente li riconoscono a seguito di bandi o avvisi. Mentre i soggetti privati erogano compensi per sponsorizzazioni, per la promozione dei loro prodotti, oppure del loro logo o marchio. Confidiamo di poter pareggiare quest’anno le spese della MetaMarathon con il ricavato delle sponsorizzazioni e delle altre entrate per quote d’iscrizione alle gare. Ma non escludiamo di fare richiesta di contributi pubblici alle istituzioni preposte. Lo faremo perché crediamo nei “benefici” che la manifestazione può apportare alla collettività locale. Il primo è per il suo carattere strategico e non isolato, ovvero si inquadra in una strategia di sviluppo del territorio che attiva una sinergia tra i fattori di attrazione che lo caratterizzano. Già lo scorso anno 250 podisti provenienti dalla Campania e da altre Regioni hanno potuto conoscere il Vallo di Diano, e con esso la Certosa di Padula e il Centro Sportivo Meridionale. Quest’anno si conta di raggiungere il numero di 400 atleti, attratti grazie ad una vantaggiosa offerta integrata turistico-sportiva che li porterà anche alle Grotte di Pertosa e alla Valle delle Orchidee di Sassano, favorendo i consumi e l’impiego di risorse nell’economia locale. Il secondo beneficio per il territorio è l’affermazione e il consolidamento della funzionalità “sociale” del Centro Sportivo Meridionale. Presso questa struttura, in occasione della MetaMarathon, si concentreranno sia la popolazione locale e sia i turisti, più di mille persone che potranno prendere visione degli impianti sportivi, delle loro modalità di funzionamento, e delle attività ludico-sportive che si realizzeranno in futuro grazie ai lavori di ristrutturazione in corso. Il terzo, è uno spot dello sport presso la collettività, un incentivo al movimento con quanto ne consegue in termini di tutela della salute, di socializzazione, di sviluppo delle relazioni. Il quarto è la riscoperta delle tradizioni at-

di Romina Rosolia (romina.rosolia@virgilio.it)


Le pagine di Metasport - 3 traverso l’organizzazione degli eventi collaterali con attività “partecipative”. I bambini del posto verranno chiamati a fare “squadra” per sfidarsi nei giochi di un tempo, la corsa con i sacchi, il tiro alla fune, la corsa con il cerchio. Giochi che evocano la tipicità, la naturalezza, l’adattamento agli spazi dell’uomo. Infine, l’ultimo è la caratteristica di continuità della manifestazione, ovvero se gestita con oculatezza e professionalità, può replicarsi ogni anno, aumentando il numero di partecipanti e nel contempo le risorse messe in circolo nel territorio locale. Sorge spontanea una domanda. Hanno un valore il concretizzarsi di questi benefici per il territorio ? Un’Istituzione o ente locale è giusto che ne sostenga il loro conseguimento ? In tal caso si tratta di spesa voluttuaria o di investimento ? La nostra risposta è scontata, la Vostra …..ci incuriosisce. Vi terremo aggiornati ed informati ! Per dire la tua direttore.metasport@gmail.com) di Donato Alberico

Le prime vittorie nel nuoto E in soli due anni di attività la Scuola nuoto Metasport di San Rufo inizia a raccogliere i primi risultati. Non solo, si affaccia e si afferma nei confronti delle numerose società campane per i brillanti risultati ottenuti dai suoi allievi presenti a 2 campionati Regionali. Un 2010 positivo per la piscina Valdianese che lo scorso 14 febbraio presso l’impianto natatorio “Terminio Cervialto di Cassano Irpino (AV)”,

per la prima prova regionale del circuito “ Criterium Giovanissimi” di Nuoto pinnato, organizzato dall’ASD SWIMMING Pool ha raggiunto i primi posti del podio. A Cassano Irpino partecipavano alle gare atleti di tutte le età e categorie dagli esordienti ai master. La società sportiva valdianese ha schierato in acqua 3 altleti Agostino Marmo di San Pietro al Tanagro, Sergio Lupo di Caggiano e Carmela Baglivi di Monte San Giacomo. Ottimi i risultati ottenuti dai tre atleti che hanno conquistato nelle rispettive categorie Master il primo posto e quindi il titolo di Campioni Regionali di Nuoto Pinnato. Ottenendo, inoltre, un prezioso 4° posto nella classifica generale delle società Campane. Per la precisione i nuotatori valdianesi si sono aggiudicati un bis dorato a testa nelle rispettive categorie master: nei 200 e 50mt per Marmo Agostino, nei 100 e 50mt per Sergio Lupo e nei 100 e 50mt per Carmela Baglivi. I tre atleti sono anche Istruttori della Scuola Nuoto Metasport di San Rufo, e stanno coinvolgendo i loro allievi nella partecipazione a gare di nuoto sul territorio campano. Difatti, l’avventura sportiva della Metasport non si è fermata, poiché il weekend successivo i suoi atleti si sono presentati ai Trofei Regionale “Re Borbone” riservato alla categoria Master (adulti) e a quello intitolato “Principe de Curtis” riservato invece alle categorie ragazzi e juniores, organizzati entrambi dalla UISP Campania, presso lo Stadio del Nuoto a Caserta con vasca olimpionica di 50 mt. Alle gare hanno preso il via 706 atleti in rappresentanza di 29 società sportive campane. Metasport ha presentato

una squadra composta da 29 nuotatori tutti del Vallo di Diano. Il palmares raccolto è stato molto ricco con enorme soddisfazione degli atleti, unita a quella del loro allenatore e della società. Sono stati vinte 5 medaglie d’oro, 5 di argento e 2 di bronzo. Ben 4 atleti, si sono aggiudicati il titolo di campioni regionali nelle rispettive categorie. Nella categoria ragazzi Leonessa Chiara si è classificata al 1° posto nei 200mt stile, mentre Di Bella Francesca si è aggiudicata un prestigioso 2° posto nei 200mt rana. Nelle categorie Master a salire il podio più alto sono stati con un bis dorato l’istruttrice Tatiana Riviello nei 100 e 200mt rana, Lammardo Fiorenzo nei 200mt rana, e Baglivi Carmela nei 200mt stile, anch’essa istruttrice di Metasport. Medaglia d’argento per Rizzo Eva Lucia nei 50mt stile e 50mt dorso, e per Pierri Antonietta nei 100mt rana. Due prestigiosissimi bronzi nei 50 mt dorso conquistati da Marilena Trotta e Baglivi Carmela. Ed infine nella staffetta 4x50 le atlete Curcio, Lepore, la Regina e De Paola sono state premiate con un argento. La corsa alla conquista del podi più alti non termina qui, fitto il calendario delle gare a cui gli atleti valdianesi saranno presenti. Soprattutto quelle del 30 maggio, e 5 e 6 giugno prossimi, quando Metasport ospiterà presso il suo impianto di San Rufo la finale regionale di tutte le categorie natatorie. Per quell’occasione non potrà mancare il tifo del popolo natatorio valdianese, a sostenere lo sforzo e il sacrificio degli atleti di casa, persone di tutte le età che amano il nuoto e mettono tanta, ma tanta passione, per questo sport.

Le prossime gare 10-11/04 Prova regionale Trofeo Re Borbone Sant’Antimo (NA) 11/04 Prove di brevetto dal 4° al 10° livello San Rufo 18/04 Manifestazione amatoriale W il Nuoto San Rufo 01/05 Trofeo De Curtis – prova campionato regionale Cassano Irpino (AV) 09/05 Manifestazione amatoriale W il Nuoto Castellammare di Stabia 16/05 Trofeo De Curtis – prova campionato regionale Cassano Irpino (AV) 30/05 Finale Regionale Trofeo De Curtis San Rufo 5-6/06 Finale regionale Trofeo Re Borbone San Rufo Giugno Prove di brevetto per tutti i livelli San Rufo

UISP Scuola Nuoto Metasport FIN UISP FIN UISP UISP UISP Scuola Nuoto Metasport

Master >18 anni Tutti < 18 anni Tutti < 12 anni Cat. Esord< 12 anni Tutti < 12 anni Cat. Esord< 12 anni Cat. Esord< 12 anni Master > 18 anni Tutti


4 - Le pagine di Metasport

La scuola di nuoto di Metasport: professionalità e... divertimento Metasport ha una sua scuola nuoto riconosciuta dalla Federazione Italiana Nuoto, con un modello formativo che prevede dei passaggi a livelli successivi mano a mano che si apprendono tutte le tecniche natatorie. Difatti, il nuoto è uno sport molto tecnico, per sapere nuotare bene e andare più veloce, occorre saper eseguire perfettamente i movimenti dei singoli stili, così come le esecuzioni universali di tuffi e virate. Il completamento del processo formativo prevede il superamento di 13 livelli natatori, per ciascuno dei quali la Scuola riconosce un brevetto che certifica il livello raggiunto a seguito del superamento di una prova. Il percorso viene seguito da un coordinatore (Michele Apicella) e da ben 12 istruttori. All’inzio si prevede la fase di ambientamento che comprende il superamento della paura, apprendimento della respirazione, del galleggiamento, della battuta di gambe. Si svolge nella piscina più piccola e consegue con i primi due brevetti: A/1 papera, A/2Gambero; Conseguiti i primi 2 brevetti , gli allievi sono perfettamente ambientati in acqua alta ed hanno assimilato tutti gli elementi per impostare le nuotate dorso, stile, rana e delfino. Da qui in poi, lungo il percorso di altri 11 livelli i ragazzi sviluppano le tecniche di nuotata tradizionali apprendendo anche i minimi particolari che li aiutano in sede di gare e competizioni. Mano a mano che si aumenta di livello si prevedono elementi di nuoto di salvamento ed elementi di nuoto agonistico quali tuffi e virate regolamentari.

Le prossime prove di brevetto sono fissate per 11 aprile e l’ultima tappa, a giugno 2010. Metasport, dà la possibilità agli atleti di seguire il proprio livello natatorio in maniera on-line direttamente dal sito www.centrosportivomeridionale. it. Connettendosi al sito e inserendo la propria login e la password il ragazzo verifica il livello raggiunto e può stamparsi il suo brevetto on -line (vedi immagine). Nel sito rimarrà tutta la storia dell’allievo, in modo che potrà seguire via Internet il suo percorso formativo, e interagire con la scuola nuoto per comunicazioni varie o anche solo per prenotarsi per la prossima sessione. La Scuola nuoto di Metasport non manca di garantire occasioni di socializzazione e divertimento. Imparare partecipando e divertendosi, è ciò che chiediamo ai nostri ragazzi. Ad ogni prova di brevetto vi hanno partecipato circa 200 tra bambini e ragazzi, dove i genitori hanno potuto verificare i progressi compiuti dai loro figli. Non solo, a dicembre scorso si sono tenute le prime gare sociali di nuoto che hanno coinvolto più di 300 tesserati di Metasport, di tutte le età. Sono seguite le premiazioni, medaglie, tante risate, lo

scambio di auguri e con i più grandi una pizzata in compagnia. Senza dimenticare la giornata che si è tenuta lo scorso 14 marzo con il pluridecorato campione di nuoto del passato Giovanni Franceschi,. con 39 titoli individuali, 17 staffette ed ultimo record italiano conseguito nel 1999. Franceschi è stato maestro per un giorno, con un ricco programma di verifica della tecnica natatoria cui vi hanno partecipato circa 40 bambini della scuola nuoto. La giornata ha preso il via a partire dalle ore 9.00 per concludersi alle ore 18,00. Non sono mancati momenti di risate e divertimento, dove nel mezzo vi è stato anche un pranzo speciale in piscina preparato dalla ditta “Desirè” di Sala Consilina, cui vi hanno partecipato i ragazzi della scuola nuoto, i loro genitori, gli istruttori e lo stesso Giovanni Franceschi. Prossimo appuntamento ludico/tecnico è per la “Settimana della fedeltà” che Metasport organizza dal 6 all’11 settembre. Si tratta di una settimana completamente gratuita di nuoto intensivo per tutti gli iscritti alla scuola nuoto, che in quei giorni saranno seguiti dai loro istruttori e da altri tecnici

Giovanni Franceschi con i ragazzi della metasport


Le pagine di Metasport - 5 qualificati. La novità sarà l’introduzione della pallanuoto, che in questi giorni sta per partire anche nell’impianto di San Rufo, con l’organizzazione di un torneo riservato ad iscritti dai 16 anni in su (vedi tabella nella pagina). Alla “Settimana della fedeltà” potranno parteciparvi esclusivamente gli iscritti alla scuola nuoto di Metasport per almeno 7 mesi nel periodo Ottobre 2009 - Luglio 2010. La settimana prevede la seguente articolazione di orari tutti i giorni, dal lunedì al sabato: - la mattina dalle ore 10.00-alle 12.00 – corsi di nuoto per i bambini - il pomeriggio dalle 14.00- 16.00 – corso di pallanuoto per ragazzi e adulti - la sera dalle 18.00 alle 20.00 – corsi di nuoto per adulti

Immagine tratta dal sito www.centrosportivomeridionale.it (area riservata)

Lo sport giusto: … dove c’è agonismo ! Chi opera nell’ambito sportivo sa che una delle preoccupazioni più sentite dai genitori è quella di trovare lo sport più adatto per i propri figli. Normalmente si cerca uno sport “completo” e la domanda che più spesso viene fatta è quale sia lo sport “più completo” in assoluto. Come è ovvio, la risposta che si dà in questi casi è che non esiste uno sport veramente completo in assoluto, in quanto ogni attività fisica, quando viene indirizzata verso una specializzazione, promuove nel praticante certe caratteristiche a discapito di altre. La cultura popolare vede nel nuoto

la disciplina che maggiormente soddisfa l’esigenza di sport “omnicomprensivo. Spesso il bambino mostra semplicemente una decisa e naturale volontà di muoversi, mentre è del genitore il desiderio di iscriverlo ad un corso piuttosto che ad un altro, magari per motivi di comodità . La prima indicazione da dare è che il bambino si deve divertire a fare quello che fa. Iscriverlo ad un corso, magari prestigioso, dove però il piccolo allievo non si trova a suo agio è sicuramente deleterio.

Quando si appassiona ad un’attività motoria, ovviamente sotto forma di gioco e di divertimento, manifesta un grosso impegno ed evidenzia la presenza di una motivazione concreta e dominante. Probabilmente i due fattori primari che agiscono da molla sono il gioco e l’agonismo , oltre ad altri fattori. In particolare non va sottovalutato l’agonismo, che traduce in realtà, bisogni della persona del tutto naturali, collegati all’autoaffermazione. L’agonismo, dunque, essendo un fattore compensativo, equilibratore e liberatorio, se viene vissuto in un contesto organizzato, gestito da un istruttore preparato, e adeguatamente controllato, funziona da decongestionante psichico, favorendo la crescita psichica ed emotiva dell’allievo. La pratica sportiva con manifestazioni agonistiche, quindi contribuisce a lavorare sui bisogni e le ansie individuali del bimbo, favorendo anche il suo inserimento “sociale” e la “presa di coscienza” di se. Con questo spirito Metasport ha organizzato anche il Primo Torneo di Pallanuoto interno, ovvero con partecipazione riservata ai soli tesserati, e di livello amatoriale. Saranno formate 4 squadre miste di 10 componenti ciascuna e si sfideranno il sabato, faticando, divertendosi con sano…..agonismo di Carmela Balivi - Istruttrice di Nuoto

Primo Torneo Sociale di Pallanuoto Metasport Finalità Amatoriale , aperto a tutti Destinatari: Tesserati per il nuoto di ambo i sessi > 16 anni Partite: Il sabato dalle 14,00 alle 15,30 Inizio

24 aprile 2010

Iscrizione

€ 10,00

Metasport e la scuola: il minitennis Il tennis è un’altra disciplina praticabile presso i campi del Centro Sportivo Meridionale, purtroppo solo in primavera ed estate. Non essendo ancora coperti per giocarci in presenza di freddo e pioggia. Questo non ferma gli appassionati di tennis, in particolare i bambini che si sono iscritti in massa al progetto “Tennis a Scuola”, che ha visto l’adesione dei seguenti Istituti scolastici: - l’intera Direzione Didattica di Teggiano (Scuole elementari di Teggiano, San Rufo e San Pietro al Tanagro; - la scuola elementare di Sala Consilina I Circolo; - la scuola media di Atena Lucana In totale risultano circa 200 bambini iscritti, che hanno seguito le lezioni di minitennis tenute da istruttori di Metasport nelle palestre o nelle aree appositamente attrezzate dalle scuole. I bambini vengono dotati di mini racchette, palle pressurizzate (a minimo rimbalzo), palle di gommapiuma, coni, palline depressurizzate e giocano su campi appositamente attrezzati con minireti negli spazi a disposizione della scuola. Apprendono le tecniche dei più importanti colpi di tennis come il diritto, il rovescio, la volèe, per prepararsi al torneo che si terrà, “solo per loro”, nei primi quindici giorni di giugno sui campi del Centro Sportivo Meridionale. Con l’arrivo della primavera Metasport ha organizzato per questi bambini l’opportunità di aggiungere un’altra lezione di sabato a partire dal 10 di aprile fino agli inizi di giugno, con un versamento di una minima quota integrativa di € 25,00. Un’occasione da non perdere per continuare a divertirsi con il gioco del tennis anche all’aperto. E poi anche per prepararsi i primi …..match. (Vedi tabella alla pagina successiva)


6 - Le pagine di Metasport TENNIS A SCUOLA A TEMPO PIENO Cosa consiste Si integra la lezione a scuola con una tenuta sui campi del Centro Sportivo Meridionale. Periodo 10 aprile – 2 giugno Giorno e orario il sabato a partire dalle 16,30 Quota integrativa € 25,00 Partecipanti Riservata solo agli iscritti al progetto “Tennis a scuola”.

Le prime squadre di Tennis Nonostante i campi all’aperto, e le condizioni meteo non del tutto favorevoli per il tennis, gli allievi e i tesserati di Metasport continuano imperterriti a praticare il tennis e ad allenarsi per le prossime competizioni. Sono 4 le squadre composte da circa 20 tesserati di Metasport che si sono iscritte ai campionati organizzati dalla Federazione Italiana Tennis (FIT). In particolare: 1) Serie D 2) Over 45 con limite 4.3 3) Over 35 4) Over 45 libero Sono iniziati a fine marzo i primi incontri che continueranno per tutto il mese di maggio. Di seguito i tesserati di Metasport prenderanno parte al Torneo Sociale,e a quelli di doppio e doppio misto organizzati presso il Centro Sportivo Meridionale. L’iscrizione è aperta a tutti i tesserati per il 2010 che potranno godere anche di agevolazioni tariffarie riguardo il fitto dei campi di tennis. Inoltre, a partire dal 15 aprile prenderanno il via i corsi di tennis all’aperto, che si tengono il martedì e giovedì fino a tarda sera. Un’occasione da non perdere !

Corsi di tennis primavera-estate

finale con partecipazione dei genitori.

Orari 17,00-18,00 – minitennis 18,00-19,00 – principianti 19,00-20,00 – semiagonistici 20,00-21,00 “ (i semiagonistici sono per max 8 persone)

Giocano con il nostro Staff Composto da circa 15 persone tra istruttori sportivi, animatori, assistenti e personale ausiliario.

Dove Su 2 campi in terra rossa e 1 in sintetico del Centro Sportivo Meridionale Giorni delle lezioni Martedì e Giovedì

Periodo 15 aprile – 15 luglio (con recupero lezioni perse per pioggia) Tariffe per intero periodo Corsi di Minitennis € 110,00 Corsi per principianti € 120,00 Corsi semiagonistici € 140,00 Agevolazioni Sconto 50% genitori di figli iscritti ai corsi di nuoto o tennis.

I Campi estivi Con il 2010 si è giunti al terzo anno di organizzazione dei Campi Estivi presso il Centro Sportivo Meridionale. Dal 14 giugno al 31 luglio i bambini potranno divertirsi con attività di sport e animazione in tutta sicurezza. L’attenzione di Metasport alla qualità dei servizi erogati aumenta ogni anno di più, così come aumentano i partecipanti.

Si trattengono nel Centro Sportivo Meridionale I bambini hanno a loro piena disposizione la piscina, i campi da tennis, e gli altri spazi all’aperto e al coperto del Centro.

Giocano con bimbi della stessa età In genere la fascia d’età interessata è quella tra i 6 ed i 14 anni. Ricevono il Kit di Metasport Ad ogni partecipante viene consegnato un kit composta da maglietta, cappellino e cuffia Mangiano a colazione, pranzo e … merenda Ai bambini viene garantita anche una adeguata nutrizione. Si inizia con la colazione del mattino offerta dallo staff. Dopo le attività sportive mattutine si pranza tutti insieme con vari menù giornalieri preparati dalla ditta di catering Desirè di Sala Consilina, che garantisce anche preparazioni personalizzate. Vengono portati con un Bus Viene garantito il trasporto per i bambini del Vallo di Diano con assistenza sul bus e coperti da assicurazione di Sport e Sicurezza della UISP. Per cui anche quest’anno divertimento ………assicurato.

Cosa fanno i bambini? Praticano varie discipline sportive Si va dal nuoto, al tennis, al calcio, al minibasket e da quest’anno anche altri divertenti sport acquatici come l’acquagoal, lo acquavolley e acqua basket.

Se sei interessato, vieni domenica 16 maggio al Centro Sportivo Meridionale e partecipa o assisti alle “Gare di giochi tradizionali” per bambini dai 9 ai 13 anni. Potrai prenotare la tua partecipazione ai Campi Estivi...ad un prezzo molto speciale. Ti aspettiamo presso la segreteria della piscina

Si divertono con attività di animazione Le attività di intrattenimento e animazione sono tenute da animatori professionali e rivolte a bambini di tutte le età. Si inizia con il gioco della posta pazza, per andare al gioco aperitivo, ai giochi tradizionali di squadra, ai balli, al karaoke, alle parodie di Amici e del Mondo di Patty, fino alla tradizionale caccia al tesoro. Ed il venerdì esibizione con spettacolo

I bambini mentre giocano nelle attività dei Campi Estivi


Le pagine delle Istituzioni - 7

LO SPORT E LA DIETA MEDITERRANEA COME PREVENZIONE DELL’OBESITA’ INFANTILE’ E’ ampiamente dimostrato che una corretta alimentazione è di fondamentale importanza non solo per assicurare all’individuo uno stato di nutrizione ottimale, ma anche e soprattutto per tutelarne la salute. Se a tutto cio’ aggiungiamo poi la giusta attività motoria siamo sicuri di garantire all’individuo una buona qualità della vita. Nel corso del tempo le abitudini alimentari hanno subito profonde modificazioni sia in senso qualitativo che quantitativo. Esse si sono, infatti, adattate alle risorse naturali delle varie aree geografiche e, nell’ambito di una stessa area, al livello culturale della popolazione, alle condizioni socio-economiche ed allo stile di vita ad esse connesso. La correlazione tra salute ed alimentazione è ormai nota, così come è dimostrata la possibilità di prevenire diverse malattie degenerative attraverso un’alimentazione corretta. Nella nostra società le scelte alimentari non sono sempre adeguate a questa esigenza; i principi nutritivi sono spesso sbilanciati tra loro, l’apporto di fibre non sempre è sufficiente ed è frequente l’impiego di alimenti sottoposti a trattamenti che ne alterano le proprietà. I comportamenti alimentari inappropriati determinano effetti quali: sovrappeso e obesità. L’obesità infantile rappresenta un fattore predittivo di obesità nell’età adulta favorendo inoltre, nel corso degli anni, l’insorgenza di numerose malattie di importanza sociale quali: diabete, malattie cardiovascolari (ipertensione, arterosclerosi). Un bambino obeso diventerà un adulto malato. L’importanza di un’adeguata educazione alimentare condotta sin dall’infanzia è pertanto evidente. In Italia secondo gli ultimi dati diffusi dagli organi di stampa:

un adulto su tre risulta essere in sovrappeso e uno su dieci obeso. La Regione Campania detiene il triste primato di essere la regione con i bambini più grassi d’Europa: il 36 % della popolazione di età compresa tra i 6 e i 17 anni è in eccesso di peso ponderale. Questi dati allarmanti per il nostro territorio sono il risultato sicuramente di un’alimentazione sbagliata e della sedentarietà soprattutto in età adolescenziale: la percentuale di bambini e adolescenti in eccesso di peso è più alta tra coloro che non praticano attività fisica regolarmente. L’Assessorato all’Agricoltura della provincia di Salerno si sta adoperando per la promozione e il consolidamento sull’intero territorio, di stili di vita e di alimentazione salutari. C’è un attenzione costante alla promozione e recupero di alimenti poco popolari tra i bambini e gli adolescenti: i legumi, la verdura, la frutta fresca alimenti cardini della Dieta Mediterannea che grazie ad Angel Keys vanta i suoi natali proprio nella nostra provincia. Prodotti sani del nostro territorio che ritroviamo sulle tavole di tutta Europa. L’assessorato sta valutando diverse progettualità per far acquisire ai bambini abitudini alimentari sane stimolando, nel contempo, l’attività sportiva . Inoltre si propone, di far conoscere ai bambini le colture tipiche del territorio di appartenenza con annessa la filiera di produzione; Territorio quello della provincia di Salerno fin dall’antichità a forte vocazione agricola. Mario Miano Assessore all’Agricoltura Provincia di Salerno

La Banca e lo sport Lo sport rappresenta un elemento importantissimo per la vita: consente di vivere meglio, permette di socializzare, crea le condizioni adatte per potersi rilassare mettendo da parte le preoccupazioni ed i problemi quotidiani. La Banca di Credito Cooperativo Monte

Pruno di Roscigno e di Laurino è stata sempre sensibile a queste argomentazioni cercando di diffondere, attraverso i canali più adatti, i valori positivi dello sport e creando delle alternative concrete ai giovani e non, che vivono nel territorio di competenza. Indice eloquente di questo impegno costante sono le tante collaborazioni intraprese con Associazioni ed enti vari per permettere un reale sviluppo delle attività sportive. Oltre a ciò, la banca sostiene ogni anno un gran numero di eventi, che grazie allo sport danno la possibilità a molte persone di divertirsi e di praticare attività piacevoli per il corpo e la mente. Secondo la filosofia della banca, lo sport rappresenta una delle migliori realtà attraverso le quali si può esprimere una comunità. Sostenere le varie espressioni significa promuovere tutti quei valori positivi di cui lo sport è portatore. Una banca locale come la nostra, che fa del territorio il suo punto di forza, non può non essere vicina a quelle manifestazioni che permettono alle aree di competenza di crescere, non solo dal vero e proprio punto di vista economico, bensì dal punto vista sociale e morale. Questo spirito, che anima la nostra presenza nel mondo dello sport, ci induce a seguire costantemente progetti che mirano a diffondere e consolidare l’etica dello sport. Come lo sport di squadra insegna a gareggiare insieme con lo stesso obiettivo comune da raggiungere collaborando per il superamento delle difficoltà, così la Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino opera ogni giorno per il benessere e lo sviluppo delle aree di competenza, dando sostegno all’economia delle famiglie e delle imprese. Un’azienda che lavora con queste prerogative consente a tutti di sentirsi parte di un progetto, dove tutti sono indispensabili per raggiungere l’obiettivo, proprio come una grande squadra di successo. Michele Albanese Direttore Generale BCC Monte Pruno Roscigno e di Laurino


8

I Consuntivi del modello EAS Sono 12.234 i modelli Eas presentati in Campania alla data del 31 dicembre 2009, facendo risultare la Campania l’ottava regione come numero di associazioni presenti seguita dalla Puglia con 11.049 e dalla Basilicata con 2.142. Prima è risultata La regione Lombardia con 31.868 modelli presentati seguita dal Lazio con 20.659. Il modello Eas è stato introdotto come obbligo di auto denuncia per tutti gli enti di tipo associativo compreso le associazioni sportive dilettantistiche , le Società sportive a . r. l. e le società Cooperative sportive dilettantistiche dal decreto legislativo n. 185 del 2008 convertito dalla legge n. 2 del 28 gennaio 2009. L’Agenzia delle Entrate a settembre del 2009 rese noto il modello stabilendo una prima data per l’ invio al 30 ottobre prorogando i termini prima al 15 dicembre ed infine al 31 dicembre 2009. Gli enti che non hanno inviato il modello perdono le agevolazioni tributarie di favore previste dalla normativa di settore. Le associazioni che si costituiscono dal 2010 debbono presentare entro 60 giorni dalla costituzione il modello all’Agenzia delle Entrate in modo telematico. Gli enti sportivi sia costituiti nella forma di associazioni o società arl o cooperative iscritte al registro Coni inviano il modello compilato nella forma semplificata ovvero compilando oltre al frontespizio i righi n. 4 -5 -6- 20 -25 -26 – e per le associazioni che hanno la personalità giuridica anche il rigo 3. Entro il 30 marzo di ogni anno vanno comunicate eventuali modifiche intervenute fatta eccezione per le notizie richieste dal rigo 20 riguardante le sponsorizzazioni e le pubblicità.

Infine il modello va inviato anche nel caso della perdita dei requisiti qualificanti. Enzo Marra Ufficio studi Coni Campania Tabella per tipologia del modello Eas presentato * Associazioni sportive dilettantistiche 73.150 Società sportive dilettantistiche 2.868 Associazioni culturali 52.135 Associazioni di promozione sportiva 25.850 Associazioni sindacali 11.198 Organizzazioni di Volontariato 8.220 Associazioni di categoria 7.675 Associazioni religiose 4.782 Associazioni assistenziali 3.326 Associazioni politiche 2.202 Associazioni di formazione extra scolastiche 1.841 Associazioni pro loco 1.574 Altri enti 27.330 Totale * fonte fisco oggi – Agenzia Entrate -

222.151

Integratori idro-salini: ad ogni sport la giusta combinazione di sali Da alcuni anni si continua ad assistere ad un’incontrollabile espansione del mercato dei cosiddetti integratori alimentari: sono costituiti da diverse tipologie di sostanze, facilmente accessibili sia nelle erboristerie che in farmacia, dove sono prodotti dispensati

in regime di automedicazione. In particolare, negli ultimi anni si è verificato un crescente interesse per il miglioramento del rendimento sportivo : nel tentativo di soddisfare tale esigenza sono state adottate tecniche specifiche e personalizzate per la preparazione e per l’allenamento insieme all’elaborazione di appropriati schemi dietetici associati all’utilizzo di appositi integratori. La maggior parte delle discipline sportive comportano un impegno muscolare e cardiovascolare tale da richiedere un’adeguata preparazione fisica generale per essere praticata senza particolari rischi per la salute. Caratteristica della pratica sportiva è l’incremento della produzione di energia da parte delle cellule e un conseguente incremento della quantità di calore prodotto da cui risulta un innalzamento della temperatura corporea. Esistono diversi sistemi usati dall’organismo per mantenere la temperatura corporea nel range ottimale di 37 +0.5 °C ma il meccanismo principale è l’evaporazione del sudore. Con la sudorazione si possono raggiungere perdite considerevoli di acqua. Per un individuo con attività sedentaria che vive in un clima temperato le perdite giornaliere di acqua sono modeste, spesso non raggiungono un litro, ma altri fattori influenzano la sudorazione: la temperatura corporea, l’umidità ambientale e l’attività fisica. Il sudore, composto da una miscela di acqua e sali minerali, viene prodotto, quindi, ogniqualvolta l’organismo si surriscalda in seguito ad un’attività fisica intensa. E’ da considerare, però, che una perdita eccessiva di acqua è mal tollerata dall’organismo che, proporzionalmente al grado di disidratazione riduce la prestazione atletica: è stato stimato che una perdita pari al 5% del volume dell’acqua corporea comporta il rischio di crampi ed è in grado di determinare una riduzione del 30% della prestazione sportiva. Oltre alla perdita di liquidi, l’attività sportiva può causare la perdita di sali minerali normalmente sciolti nel sudore, quindi sodio cloruro e in misura minore anche potassio e magnesio. Si pensi che in condizioni fisiologiche l’organismo perde 1.5-2 litri di acqua al


Le pagine di Metasport - 9 giorno ma nell’attività fisica le perdite arrivano anche a 5 litri al giorno. Gli effetti di tale fenomeno si riflettono sulla massima capacità di prestazione aerobica, che si riduce notevolmente e sulla frequenza cardiaca che subisce un aumento. Il bilancio idrico, specie nell’attività fisica di resistenza, va normalizzato già in stadi precoci perché anche modeste variazioni del bilancio idro-salino possono influenzare negativamente la performance atletica. Per evitare i danni dovuti alla perdita di liquidi è necessario reintegrare le perdite di liquidi prima che queste possano determinare danni all’organismo. Come regola generale, forse già nota agli sportivi, è consigliabile bere prima che compaia la sensazione di sete. Occorre quindi bere con regolarità durante gli sforzi fisici ed inoltre, occorre capire che nello sport non si beve solo per dissetarsi, ma per mantenere il necessario contenuto di liquidi e minerali indispensabili per non compromettere le proprie capacità di prestazione. Gli integratori idro-salini si possono dividere in tre categorie, secondo la loro concentrazione di sali e carboidrati; tale concentrazione si misura in milliosmoli per litro (mOsm/L): ISOTONICHE: queste bevande hanno una concentrazione di sali e zuccheri simile a quella del plasma (circa 300 mOsm/L); passano rapidamente attraverso lo stomaco e vengono velocemente assimilate dall’intestino. Hanno una concentrazione di sostanze che determina una pressione osmotica identica a quella del plasma. La loro assimilazione avviene in tempi mediorapidi: vanno bene se assunte prima o durante l’allenamento o la gara; sono maggiormente indicate per sport aerobici utilizzati per reintegrare i sali minerali persi dall’organismo con la sudorazione durante l’attività sportiva. IPOTONICHE: sono meno concentrate del plasma (< 300 mOsm/L); sono in grado di dissetare in minor tempo, apportano poche calorie ma transitano con la massima rapidità dallo stomaco e vengono altrettanto velocemente assimilate dall’intestino. La loro assimilazione avviene in tempi rapidissimi: vanno bene se assunte poco

prima o durante l’allenamento o la gara. IPERTONICHE: sono più concentrate del plasma (> 300 mOsm/L); si assimilano più lentamente. Al termine di una prestazione atletica è consigliabile un periodo di reidratazione utilizzando anche bevande isotoniche o addirittura ipertoniche meglio se a base di maltodestrine, fruttosio e sali minerali in forma di gluconati e aspartati più facilmente assimilabili che permettono di ricostituire il glicogeno muscolare e reintegrare i sali persi durante la sudorazione. Hanno una concentrazione di sostanze che determina una pressione osmotica superiore a quella del plasma. La loro assimilazione avviene in tempi lunghi: vanno bene se assunte dopo l’allenamento o la gara. Diversamente, si avrebbe una sottrazione di acqua dal sangue per diluire le sostanze presenti nella bevanda e permetterne l’assimilazione, compromettendo il rendimento fisico. Cosa consigliare dunque allo sportivo che chiede informazioni sull’integrazione idro-salina? Innanzitutto, scegliere un prodotto che indichi in etichetta la composizione salina della bevanda e che rispetti i requisiti ministeriali stabiliti, poi e soprattutto, rispettare, dove presente, la corretta modalità d’utilizzo: sciogliere ad esempio una bustina in un quantitativo di acqua diverso da quello indicato influenza notevolmente l’osmolarità del preparato finale. Riteniamo quindi importante l’indicazione, sulla confezione del preparato, della corretta modalità di utilizzo cioè di diluizione e ancor meglio la presenza del valore di osmolarità che ci permette di classificare la bevanda. Una soddisfacente condizione di idratazione dell’organismo si realizza innanzitutto con un adeguato apporto di bevande con caratteristiche chimico fisiche tali da compensare le perdite saline, la disidratazione indotta dal sudore e lo stato di acidosi metabolica prodotta durante il lavoro muscolare. La scelta della bevanda ideale deve rispettare alcune caratteristiche essenziali, ad esempio deve attraversare velocemente lo stomaco senza creare accumulo a livello gastrico e sempre

velocemente deve essere riassorbita dalla mucosa intestinale per ripristinare il serbatoio idrico dell’organismo. Quindi, per poter dissetare, dovrà essere una bevanda ipotonica, con pochi sali e poco energetica in quanto, più alto sarà il suo contenuto calorico, più lento sarà il passaggio della sostanza nello stomaco e più ritardato il suo assorbimento. La soluzione ideale deve apportare sodio, cloro, potassio e magnesio, nelle giuste quantità infatti, una carenza ma anche un accumulo eccessivo di questi sali possono provocare crampi muscolari. Riportiamo una formulazione di zucchero e sali consigliata dall’OMS per la preparazione di una bevanda che permette di compensare importanti perdite di acqua e sali dell’organismo dovute appunto a sudorazione eccessiva che può essere allestita in farmacia con la prescrizione del medico curante. Per un litro di soluzione reidratante: sodio cloruro 3,5g potassio cloruro 1,5g glucosio anidro 20 g socio citrato diidrato 2,9 g aroma Il medico poi potrà in base alle esigenze dello sportivo ed al tipo di sport indicare al farmacista la preparazione di formulazioni specifiche per particolari necessità. In base al tipo di prestazione atletica potrà essere richiesta anche l’aggiunta ulteriore di energizzanti come creatina o zuccheri come fruttosio e malto destrine per consentire una rapida ed elevata disponibilità energetica e un’aumentata resistenza alla fatica oppure, per esempio, l’aggiunta di magnesio o altri sali se sono presenti crampi. Il tuo medico conoscendo le tue esigenze fisiche e le necessità richieste dal tuo sport può insieme al tuo farmacista formulare una bevanda personalizzata. Inoltre in farmacia con la necessaria ricetta medica puoi farti preparare il tuo integratore personalizzato a costi decisamente competitivi! Di Muria Alberto Farmacista in Padula


La Metamarthon 2010 Lâ&#x20AC;&#x2122;offerta integrata turistico sportiva Le gare di giochi tradizionali Tanti i volantari pronti per la Metamarathon 2010


Le pagine di Metamarthon - 11

La Metamarathon 2010 Il prossimo 16 maggio si terrà la seconda edizione della MetaMarathon 2010. La manifestazione prevede come evento principale una gara podistica di mezza maratona di Km 21,097, con una serie di eventi collaterali che saranno occasione di intrattenimento e divertimento per tutti coloro che interverranno. Come lo scorso anno la gara podistica prevede la partenza dalla Certosa di Padula alle ore 9,30 con arrivo al Centro Sportivo Meridionale di San Rufo, mediante attraversamento dei Comuni di Sassano e Teggiano. Coprendo, quindi, tratti di strada all’insegna della natura e della cultura. La gara fa parte del calendario nazionale FIDAL, ed è valida quale prova per il Campionato Regionale Master della Campania con un montepremi di circa € 8.000,00. La corsa è stata anche inserita nel circuito ELLEFFERACE che comprende 20 gare importanti di mezza maratona (www.ellefferace.it) che si tengono in varie città italiane, con l’aggiunta, a favore degli atleti, di ulteriori premi sia relativi alle singole gare e sia cumulativi. Questi ultimi spettanti a coloro che ottengono i migliori piazzamenti alle gare che compongono il suddetto circuito. L’importanza che assume quest’anno la gara, anche da un punto di vista istituzionale, genera, nel contempo, l’aspettativa di partecipazione da parte di un maggior numero di atleti. I quali potranno cogliere l’occasione anche per visitare, unitamente alle loro famiglie ed amici, le bellezze che offre il Vallo di Diano nel mese di maggio. Metasport, grazie alla collaborazione di strutture ricettive locali, in occasione della MetaMarathon offre agli atleti la possibilità di acquistare a prezzi molto convenienti un pacchetto di servizi turistici integrato. Il pacchetto turistico comprende: - Quota Iscrizione gara - Visita Valle delle Orchidee di Sassano con pranzo sul posto; - Visione spettacolo “L’inferno di Dante” alle Grotte di Pertosa; - Cena la sera del 15/5 a base di prodotti tipici salernitani; - Pernottamento e prima colazione; - Visita alla Certosa di Padula la domeni ca 16/5 sia di mattina che di pomeriggio;

Servizi di guida turistica e trasporto. - I prezzi di ogni singolo pacchetto, tutto compreso, sono esposti nella tabella che segue, prevedono agevolazioni per accompagnatori e bambini sotto i 15 anni. In concomitanza con la mezza maratona competitiva, la stessa domenica, si prevede l’organizzazione di gare di giochi tradizionali con la collaborazione della UISP Campania, diretti a rispolverare le tradizioni di un tempo. (vedi pagina 13) Vi saranno inoltre altre iniziative collaterali in collaborazione con istituzioni ed imprese locali. La Coldiretti di Salerno presenterà la sua iniziativa “Campagna Amica”. Sarà organizzato per tutti gli intervenuti un pasta party gratuito dalla Pro Loco di San Pietro al Tanagro, e un servizio di animazione per tutti i bambini che avranno voglia di giocare e divertirsi. Insomma, una bella giornata di festa e sport. Vi aspettiamo ! Partenza Certosa di Padula - h. 9,30

PREMI IN DENARO PER SOCIETA’ Classifica Premio 1° € 1.000 2° € 800 3° € 700 4° € 600 5° € 500 6° € 200 7° € 200 8° € 200 9° € 200 10° € 200 PREMI IN DENARO INDIVIDUALI Classifica Uomini Donne 1° € 400 € 400 2° € 300 € 300 3° € 250 € 250 4° € 200 € 200 5° € 150 € 150 6° € 100 € 100 7° € 100 € 100 8° € 100 € 100 9° € 50 € 50 10° € 50 € 50

Arrivo Centro Sportivo Meridionale di San Rufo – tempo max 3 ore Tipo percorso Pianeggiante, con leggera salita al 19° km

ATTIVITA’ COLLATERALI

Riconoscimento Gara inserita nel calendario nazionale FIDAL, e valida per il campionato regionale MASTER

Villaggio dello sport Esposizione di prodotti per lo sport, distribuzione di bevande isotoniche, massaggi agli atleti, etc..

Premi Montepremi € 8.000,00 Circuito Ellefferace Trofeo Montepruno Prodotti tipici

Esposizione di prodotti tipici La Coldiretti organizzerà una giornata di “Campagna Amica”. I prodotti della terra dal coltivatore al consumatore.

Servizio trasporto atleti Gratuito, per prenotati sulla tratta Napoli - Padula Servizio borse Si, con navetta per ritorno al luogo di partenza Quota iscrizione € 15,00 con ricco pacco gara Scadenza 13 maggio 2010

Il pasta party La Pro Loco di San Pietro al Tanagro, preparerà deliziosi piatti di pasta fresca per tutti gli intervenuti L’animazione I bambini saranno intrattenuti da animatori con giochi di società e attrezzature gonfiabili


12 - La pagine di Metamarthon

L’offerta integrata turisticosportiva Il sottotitolo della MetaMarathon 2010, come lo scorso anno, è “Vivi l’arte con la libertà dello sport”. Quest’anno abbiamo pensato di dare maggiore concretezza a questo slogan, favorendo la fruizione delle principali bellezze del Vallo di Diano all’interno di un percorso strutturato, in grado di garantire, nel contempo, il massimo confort al turista sportivo e ad i suoi accompagnatori. La sistemazione avverrà fin dal sabato mattina presso alberghi ed hotel opportunamente selezionati da noi, dove sarà garantito il pernottamento e la prima colazione. Una nostra navetta preleverà i turisti la mattina del sabato per trasportarli presso la fantastica Valle delle Orchidee di Sassano. Lungo un percorso di 13 km, si potranno osservare variegate specie di orchidee selvatiche, in particolare ammirare 184 entità di orchidee selvatiche (68 specie, 57 sottospecie, 35 varietà, 24 ibridi). Un immenso patrimonio naturalistico, dunque, soprattutto se si pensa che nell’area protetta del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano sono presenti 254 specie di orchidee selvatiche e 319 se ne segnalano in tutt’Europa e nel Bacino del Mediterraneo. L’escursione nella Valle inizia da quota 501 metri e termina a quota 1175 dopo aver attraversato cinque stazioni di osservazioni di orchidee in uno straordinario scenario naturalistico. Al termine della visita verrà organizzato sul posto un pranzo, che proporrà particolari specialità del posto, in tema con il paesaggio e la bellezza dei luoghi. La sera, dopo aver riposato in hotel, il gruppo si recherà a Pertosa per la visita alle famose Grotte, dove si terrà lo spettacolo “L’inferno di Dante”. Con la guida di Dante in persona ci si inoltra nei cunicoli scavati nelle viscere della montagna e, di caverna in caverna, si

incontrano Paolo e Francesca, Ulisse, Minosse, Il Conte Ugolino e molti altri protagonisti della prima cantica della Divina Commedia. Sono gli spettatori a muoversi all’interno della scena e ad andare incontro ai personaggi. Non ci sono quinte e fondali di cartapesta, ma uno scenario preistorico che conta 35 milioni di anni. Per l’Acheronte, il fiume infernale, non c’è stato bisogno di ricorrere ad artifizi: le Grotte di Pertosa sono attraversate dal fiume sotterraneo: Negro, che genera un laghetto ed una cascata, e che si solca su un barcone fino alla sponda dove comincia il viaggio nei 10 cerchi dell’inferno. Un gioco di luci e suoni ed una serie di videoistallazioni d’arte contemporanea arricchiscono lo show che si snoda per circa un chilometro e coinvolge oltre 30 attori e ballerini. Lo spettacolo, prodotto dalla Tappeto Volante s.a.s, è stato ideato e diretto da Domenico Maria Corrado, specialista in questo tipo di Eventi spettacolari. Al termine dello spettacolo il gruppo potrà andare a godersi i prodotti tipici del luogo in uno dei migliori ristoranti della zona che organizzerà una cena basata sul buon gusto e il divertimento. L’indomani, la domenica, la navetta preleverà atleti e loro famigliari per trasportarli al luogo di partenza della corsa. Gli accompagnatori potranno visitare, grazie al supporto di guide turistiche della locale Pro Loco, la Certosa di Padula conosciuta anche come Certosa di San Lorenzo. E’ la più grande Certosa in Italia, fu fondata da Tommaso Sanseverino nel 1306 ed è dedicata a San Lorenzo. La storia dell’edificio copre un periodo di circa 450 anni, la parte principale della Certosa è in stile Barocco ed occupa una superficie di 50.500 m² sulla quale sono edificate oltre 320 stanze. Il monastero ha il più grande chiostro del mondo (circa 12.000 m²) ed è contornato da 84 colonne. Secondo la regola certosina che predica il lavoro e la contemplazione, nella Certosa esistono posti diversi per la loro attuazione: il tranquillo chiostro, la biblioteca con il pavimento ricoperto da mattonelle in ceramica di Vietri sul Mare. Anche gli atleti che hanno corso la mattina avranno la possibilità di visitare nel pomeriggio la bellissima Certosa.

Difatti, al termine delle premiazioni e del pasta party la navetta riporterà il gruppo a Padula, dove chi lo desidera potrà effettuare la visita guidata del monumento. Al termine della quale potrà ritornare in hotel, sempre grazie alla nostra navetta. Gli interessati all’acquisto del pacchetto potranno richiedere di essere contattati compilando apposito form presente sul sito “www.metamarathon.it oppure telefonando direttamente agli uffici di Metasport 0975-398073/564010. IL pacchetto turistico integrato 15/16 maggio 2010 Pernottamento e prima colazione notte del 15/5 Quota iscrizione alla gara di mezza maratona con pacco gara Visita guidata alla Valle delle Orchidee e pranzo tipico, mattina del 15/05 Visita alle Grotte di Pertosa e visione dello spettacolo “L’Inferno di Dante” Cena a base di prodotti tipici la sera del 15/5 Visita alla Certosa di Padula il 16/5 (mattina e pomeriggio) Trasporto con navetta per tutti i siti LE TARIFFE ALL INCLUSIVE - Un atleta in camera singola - Due atleti in camera doppia - Due adulti in camera doppia (un atleta e un accompagnatore) - Tre atleti in camera tripla - Tre adulti in tripla (un atleta e due accompagnatori) - Due adulti (tra cui un atleta) e un ragazzo di età <15 anni. - Accompagnatore adulto aggiuntivo - Bambino o ragazzo aggiuntivo

€ 150,00 € 260,00 € 240,00 € 370,00 € 340,00 € 300,00 € 100,00 € 60,00

Info e prenotazioni: www.metamarathon.it Segreteria Metasport: tel. 0975-564010/398073


Le pagine di Metamarthon - 13 liberamente scelto dal gruppo facente parte della squadra. E’ prevista, ad inizio manifestazione, una solenne cerimonia d’apertura dei Giochi con una sfilata generale, dove tutte le squadre interessate saranno chiamate a partecipare. I Giochi tradizionali per i quali le squadre gareggeranno sono: - Corsa con i sacchi; - Corsa con l’uovo; - Tiro alla fune; - Corsa con il Cerchio (u ruoddru);

Le gare di giochi tradizionali L’evento ha lo scopo di creare dei momenti di sano divertimento e di utile socializzazione per le giovani e giovanissime generazioni del luogo, e in occasione della MetaMarathon vuole proporsi anche, come una valida operazione di recupero e di rivalutazione del modo di divertirsi di qualche anno fa, quando il gioco era molto diverso da quello odierno. La manifestazione si terrà il giorno 16 maggio 2010 con inizio alle ore 9,00 in concomitanza con la MetaMarathon 2010 e con la collaborazione della UISP Campania. Coinvolgerà circa 200 bambini suddivisi in squadre fino a 10 unità. Le squadre potranno essere formate in via spontanea, anche se la maggior parte di esse si costituiranno grazie alla collaborazione di comunità già esistenti, tra cui le scuole, le palestre, le parrocchie, i centri sportivi. Ciascuna squadra avrà una propria divisa dove sarà riportato sul dorso il nome del team, che potrà essere

Le gare per Regolamento si ispirano ai seguenti valori sociali e partecipativi: 1) Far sì che i bambini e il gioco siano i protagonisti principali della manifestazione 2) Soddisfare la grande richiesta di divertimento e di partecipazione al gioco che proviene dai giovani e giovanissimi atleti; 3) Privilegiare, nel modo più assoluto, la PARTECIPAZIONE; 4) La “Competizione” sana e gioiosa che và salvaguardata e rispettata; Riguardo gli aspetti tecnico- organizzativi delle gare, il Regolamento prevede una serie di regole da rispettare: - La partecipazione ai giochi è assolutamente gratuita, e dà diritto al ritiro del pacco gara ricordo della manifestazione, compresa la maglietta della squadra che sarà realizzata da Metasport in accordo con il Responsabile della squadra. - Per evidenti motivi di sicurezza e di responsabilità resta l’obbligo per ogni atleta impegnato in qualunque fase della manifestazione di sottoscrivere una tessera assicurativa annuale con l’ente di promozione sportiva UISP (Unione Italiana Sport per Tutti). Il costo della tessera assicurativa annuale è di € 4,00. - Per coloro che fossero già tesserati con la UISP (come gli iscritti in piscina) per altre discipline sportive, resta da pagare una quota integrativa di € 3,00 La manifestazione è riservata a bambini e ragazzi nati nel seguente periodo: - Dal 01/01/1997 al 31/12/2001;

Il termine ultimo per presentare l’elenco completo di ciascuna squadra è fissato per il 6 maggio 2010. Ogni squadra dovrà nominare un suo Responsabile Tecnico o Capitano. Per ulteriori informazioni ed iscrizioni invitiamo a visitare il sito www.metamarathon.it oppure a rivolgersi anche presso la segreteria di Metasport sia agli uffici 0975-564010/398073 o direttamente in piscina 0975-564075. Ci aspettiamo la formazione di tante squadre, anche di allievi della scuola nuoto, che con i loro istruttori per un giorno non avranno bisogno di bagnarsi per fare sport. Anche per queste gare sono previsti premi sotto forma di trofei e medaglie, che saranno consegnati al termine delle premiazioni della gara podistica. A seguire, tutti insieme ci si continuerà a divertirsi con i servizi di animazione, e gustando un prelibato piatto di pasta ottimamente preparato dalla Pro Loco di San Pietro al Tanagro.

Dove Pista di atletica del Centro Sportivo Meridionale – h. 9,00 Le gare Corsa con i sacchi Corsa con il cerchio Tiro alla fune Corsa con l’uovo Le squadre (miste) Formate da 6 a 10 bambini nati tra il 1997 e il 2001 residenti nel Vallo di Diano Premi Trofei Medaglie Gadget ricordo per tutti Quota iscrizione Gratuita, solo obbligo di tessera UISP per copertura assicurativa. Scadenza 6 maggio 2010


14 - La pagine di Metamarthon

Tanti i volantari pronti per la Metamarathon 2010 La MetaMarathon dice grazie alle centinaia di volontari delle associazioni del Vallo di Diano pronte a scendere in campo per aiutare gli atleti e lo staff impegnati nella seconda edizione della mezza maratona, in programma il prossimo 16 Maggio 2010, con partenza dalla Certosa di Padula e arrivo presso il Centro sportivo meridionale di San Rufo. Lo scorso anno erano 150, quest’anno saranno ancora di più. Si conferma così come quella dei volontari sia una delle componenti essenziali nella riuscita di un evento sportivo, ancor di più nel caso di

una mezza maratona che si snoda su un percorso di 21,097 km. Questi i numeri di alcune delle maratone più famose: quasi 10mila i volontari presenti alla ING Marathon di New York, 2700 a Parigi fino ai 1500 volontari di Firenze, tutta gente accomunata dalla voglia di sentirsi utili, di essere parte di un grande evento. Nel 2009 i circa 150 volontari hanno collaborato alla prima edizione della METAMARATHON, con il loro impegno, lo spirito di accoglienza e il loro vigile controllo, nel giorno della gara sono stati un riferimento fondamentale per gli atleti partecipanti e per la direzione organizzativa. Lungo i 21,097 km del percorso, dalla Certosa di Padula al Centro Sportivo Meridionale di San Rufo, i volontari hanno svolto vari servizi e mansioni di supporto come : il servizio di ritiro dei pettorali e il pacco gara, il  servizio di sicurezza e vigilanza sul percorso, la gestione dei punti ristoro e spugnaggio,

l’organizzazione del pasta party. Tutto ciò è stato svolto in maniera  scrupolosa e professionale, raccogliendo notevoli consensi dagli atleti, dai tecnici federali  e dal presidente della FIDAL Campania. A pochi giorni dalla seconda edizione, lo staff organizzativo di Metasport presieduto da Donato Alberico ha ottenuto un primo grande risultato, vale a dire il coinvolgimento e la collaborazione di nuove associazioni di volontariato, culturali,  sportive e la conferma di tutte le associazioni presenti nella passata edizione, un elemento fondamentale verso il successo di Metamarathon 2010. Angelo D’Alto


(comprende pacco gara)

Le pagine di Metamarthon - 15


16

Più Sport n.2  
Più Sport n.2  

Perdiodico di informazione sportiva a cura di Meta Sport. In questa uscita: speciale meta marathon 2010, la mezza maratona del Vallo di Dian...

Advertisement