Issuu on Google+

19/06/2013 - 10:49

Catena d’hotel e sbarco negli Usa per Mauro Piccini L’ex presidente di Alpitour Hotels & Resorts ha dato vita alla catena Piazza di Spagna View e conta di arrivare ad una ventina di strutture in un paio d’anni. Previsto il lancio di un paio di alberghi negli Stati Uniti, in partnership con un costruttore americano, a New York e San Francisco e l’approdo a Londra. Sette milioni di euro l’investimento iniziale; target straniero in primo piano Da una piccola struttura di 10 camere sulle gradinate di Piazza di Spagna è partita l’avventura imprenditoriale di Mauro Piccini, già presidente Alpitour Hotels & Resorts, che con il Gruppo Exor ha ancora un legame dovuto alla carica di presidente di Arenella Immobiliare. Piazza di Spagna View è il nome della compagnia alberghiera di cui detiene la quota di maggioranza. Il piano di sviluppo Il piano di sviluppo prevede 20 hotel in portafoglio nei prossimi due anni e lo sbarco negli Stati Uniti, in un partnership con un costruttore americano, per l’ospitalità made in Italy con piccoli alberghi da 50 camere a New York, San Francisco e l’approdo nella piazza londinese. Target straniero in primo piano. “Abbiamo rilevato due hotel a Pomezia – annuncia il presidente Piccini a Gv no-stop -. Qui disponiamo di 300 camere e 18 sale congressuali. La scorsa settimana abbiamo aperto in Via Nazionale a Roma l’Hotel dei Borgia, un 4 stelle lusso composto da 80 suite ricavate da un palazzo di inizio secolo ristrutturato, con una Spa di 800 mq aperta al territorio. Poi apriremo in zona università Tor Vergata l’Hotel La Mela, un 4 stelle da 80 camere con sale congressi. Al portfolio di strutture fanno capo anche l’Hotel Mont Blanc, 4 stelle di Courmayeur da 54 camere, e il villaggio Le Zagare di Villasimius, 4 stelle con 60 camere. E’ stata anche aperta una country house a Spoleto composta da 20 case in una tartufaia, operazione rivolta al mercato svedese e tedesco, e inaugureremo presto altri due hotel nel centro di Roma”. Per il lancio negli Stati Uniti Piccini si ispira ad Oscar Farinetti di Eataly e punta sulla qualità della gestione italiana. L’intervista integrale all’imprenditore sul prossimo numero di Guida Viaggi settimanale. l.d.


Guida viaggi del 19 06 2013