Page 1

L’inchiesta

San Carlo

Il Napoli

Conza della Campania una generazione cresciuta nelle tende

Rosanna Purchia “Portiamo il teatro fuori delle mura”

A super Cavani anche l’Uruguay non rinuncia

DARIO DEL PORTO A PAGINA X

ANTONIO TRICOMI A PAGINA XIII

PASQUALE TINA A PAGINA XVIII

NAPOLI

GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

napoli.repubblica.it

REDAZIONE DI NAPOLI Riviera di Chiaia, 215 | 80121 | tel. 081/498111 | fax 081/498285 | CAPO DELLA REDAZIONE GIUSTINO FABRIZIO | INTERNET e-mail: napoli@repubblica.it | SEGRETERIA DI REDAZIONE tel. 081/498111 | segreteria_napoli@repubblica.it | TAMBURINI fax 081/498285 | PUBBLICITÀ A. MANZONI & C. S.p.A. | Riviera di Chiaia, 215 | 80121 NAPOLI | tel. 081/4975811 | fax 081/406023

Il boss di Gomorra si è accorto dell’arrivo dei poliziotti e ha tentato di scappare sui tetti. Ma stavolta non ha avuto scampo e a Casale si brinda

La fuga fallita del superlatitante Iovine CACCIA ai complici di Antonio Iovine, il “Ninno” di Gomorra, arrestato a Casal di Principe dopo 14 anni di latitanza. Si nascondeva nella villetta di un muratore incensurato. La casa, su due livelli, aveva un soppalco aperto con una finestra dalla quale il padrino avrebbe potuto tentare la fuga sui tetti. Gli agenti però avevano circondato tutta la zona. A Casal di Principe, poco dopo l’arresto, 40 ragazzi hanno festeggiato il blitz stappando spumante davanti alla sezione distaccata della squadra mobile. ALLE PAGINE II E III

Aperta un’inchiesta ad Arienzo, vicino a Caserta

“È una bronchite” e invece era infarto donna muore a 46 anni A PAGINA VIII

Antonio Iovine tra i poliziotti della questura di Napoli

Nuova ordinanza contro lo sversamento a Cava Sari, la situazione nelle strade sempre più drammatica

Rifiuti, ricatto ai sindaci Aggressione camorrista a Langella: “Devi firmare” L’iniziativa

Sepe in campo “Un Giubileo per la città”

TREMILA tonnellate di rifiuti a terra e c’è il rischio percolato per le forti piogge. Sotto ricatto i sindaci di Terzigno e Boscoreale. Anche quest’ultimo ha firmato il divieto di accesso a Cava Sari per i camion, ciononostante è stato aggredito: “Dovevi firmare prima”. «Contro di me atteggiamenti camorristici», denuncia. PATRIZIA CAPUA CARLO FRANCO ALLE PAGINE IV E V

Il blitz dei vigili

Ieri gli studenti in piazza contro i tagli CONCHITA SANNINO

I

L DIALOGO “fisico” con i napoletani e i bisogni che chiedono la solidarietà dei fatti. L’asta benefica di Natale, finalizzata ancora una volta all’assistenza dei bimbi gravemente ammalati, e le autorevoli voci che raccontano Napoli. La città denunciata nel grigiore del presente, e interrogata nella sua sete di futuro, elezioni amministrative comprese. Il cardinale Crescenzio Sepe rilancia dalla sua “vigna”. Srotola un calendario fitto di iniziative corali e di ambiziose provocazioni. Come questa. «La Chiesa apre, per 13 mesi, il Giubileo per Napoli — annuncia Sepe — . Ci rivolgiamo a tutti gli uomini di buona volontà, alle università, ai media, ai tanti giovani. Ogni mese sarà dedicato a una delle Opere della Misericordia rappresentate dal capolavoro del Caravaggio». Il Giubileo napoletano parte il 16 dicembre dalla Stazione Marittima: con un’assemblea pubblica che darà “Una proposta per la città”, cui partecipa il premio Nobel Richard Samson Odingo. E alla quale non si esclude la presenza del Capo dello Stato Giorgio Napolitano. Sembra alle spalle l’angoscia per quell’indagine che, a Perugia, coinvolge Sepe. Il cardinale sembra dire: «Sto qui e non smetterò di scuotere e unire la città». SEGUE A PAGINA VII

Si rompe un tubo allagata la “Tito Livio” a casa per due giorni settecentotrenta alunni Lavori abusivi nella Galleria Umberto BIANCA DE FAZIO E ANNA LAURA DE ROSA A PAGINA IX

CRISTINA ZAGARIA A PAGINA VII

Il caso

I consiglieri regionali beffano il prefetto e salvano il collega condannato e interdetto dai pubblici uffici

Imputato Diodato, resti seduto desse le decisioni conseguenti. Ma il Consiglio, investito di una diatriba che riguardava la sospensione condizionale anche delle pene accessorie, ha dato ragione a Diodato. Di fatto il centrodestra ha fatto quadrato, come evidenziano i capigruppo dell’opposizione: «Si sono blindati su posizioni che hanno poco a che vedere con la legalità». Ma anche il relatore, Umberto Del Basso De Caro del Pd, ha evidenziato che si è trattato in sostanza di una bocciatura della richiesta del prefetto: «La comunicazione dell’ufficio territoriale di governo, sulla base della quale è stato attivato questo procedimento, è stata scarna e vaga».

ROBERTO FUCCILLO

P

IETRO Diodato resta al suo posto. Il consigliere regionale del Pdl è stato salvato dalla maggioranza dei suoi colleghi. In 32 hanno votato contro la proposta di una sua decadenza dall’aula, 22 invece i favorevoli, 4 gli astenuti, 2 le schede bianche, compresa quella dell’interessato. Lo scrutinio segreto ha dato così ragione al consigliere, che aveva subito una condanna, con tanto di interdizione dai pubblici uffici, per disordini nel 2001 all’esterno di un seggio elettorale. La cosa era stata segnalata dal prefetto alla Regione, perché questa pren-

Pietro Diodato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’analisi

La Svimez sposta al Sud la frontiera dello sviluppo PIETRO SOLDI

H

A UN preciso obiettivo politico-culturale, anche in vista della approvazione del Piano per il Sud. La Svimez in questo momento ha il massimo interesse ad affermare il concetto che il Mezzogiorno può e deve essere «la “frontiera” di un nuovo sviluppo del Paese». Ha così deciso di svolgere un’azione che si aggiunge all’annuale presentazione del suo Rapporto, per stimolare «una riflessione più consapevole sulle condizioni e le opportunità di rilancio di un progetto di sviluppo per l’intero Paese, che veda nel Mezzogiorno la parte essenziale di una strategia complessiva di interesse nazionale». Seguendo questa linea, c’è stato nei giorni scorsi un primo incontro a Palermo, con la partecipazione dei meridionalisti della Fondazione Curella. Nell’analisi della Svimez c’è un punto fermo: così come è avvenuto nell’Italia post-bellica, «una fondamentale rigenerazione dell’economia e della società italiana» può essere determinata facendo leva su una nuova fase di sviluppo del Mezzogiorno. SEGUE A PAGINA XII


la Repubblica

CRONACA

GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

■ II

Blitz a Casal di Principe

La resa di Iovine: “Sapete chi sono...” Il latitante ha tentato la fuga sui tetti. Nel covo anche dei computer Su internet IL SORRISO In una fotogallery sul sito napoli.repubblica.it il sorriso del boss dopo il blitz

DAL NOSTRO INVIATO DARIO DEL PORTO CASAL DI PRINCIPE — La villa è stata ristrutturata da poco, la strada asfaltata da una settimana. Il cancello è in ferro battuto. All’interno, una piccola corte e un appartamento su due livelli. Anzi tre, contando il piccolo sop-

LE INDAGINI Agenti nella villetta dove hanno trovato il boss (foto grande mentre sorride in questura)

IN QUELLE STANZE In altre immagini e con un servizio di Raffaele Sardo i segreti del covo del boss

Sarà esaminata la memoria informatica dei pc. La villetta era probabilmente usata per riunioni della cosca

LE FOTOSTORIE

palco con una finestra aperta sui tetti di Casal di Principe, ovvero la via di fuga che stavolta Antonio Iovine, il «Ninno» di Gomorra, non è riuscito a percorrere. Quinta traversa via Cavour, civico numero 12. Il boss ricercato da 14 anni, custode di mille segreti e capo di un impero criminale capace di incassare milioni di euro, si nascondeva qui, nell’abitazione di un muratore incensurato, Marco Borrata, e della sua famiglia circondata ieri pomeriggio da quaranta poli-

Sul sito napoli.repubblica.it la cattura del boss e la storia della sua cosca

I FILMATI Sul sito oltre alle gallery di Riccardo Siano anche filmati e testimonianze sul blitz

ziotti che hanno sfondato il cancello e bloccato il padrino. Una villetta probabilmente abusiva, resa più accogliente forse proprio su indicazione del capo che lì si sentiva, e si muoveva, come a casa propria. Iovine dormiva al secondo piano, nella terza camera sulla destra, proprio di fronte al bagno. Al livello superiore si accede da una scala a chiocciola di legno, quella dove il padrino si è trovato di fronte gli agenti mentre, fuori, Casal di Principe era innaffiata da una

pioggia torrenziale. «Come ti chiami?» Gli hanno chiesto. E lui, tranquillo, ha risposto: «Lo sapete già come mi chiamo». Nella casa-covo, Iovine aveva portato due paia di pantaloni, quattro camicie, compresa una a righe trovata ancora appesa al porta abiti quando i poliziotti hanno perquisito l’appartamento. Ma gli inquirenti coordinati dai pm Antonello Ardituro e Alessandro Milita, del pool diretto dal procuratore aggiunto Federico Cafiero de Raho, vogliono

accertare se nei computer rinvenuti nel piccolo studio al primo livello dell’abitazione fossero custoditi file e materiale riconducibile al boss. Al piano terra, nell’elegante salone con camino, proprio accanto al televisore c’è un monitor di dimensioni appena inferiori, sul quale vengono trasmesse le immagini della telecamera a circuito chiuso collocata sulla strada. Un “occhio elettronico” così potente da illuminare a giorno una strada completamente buia.

Così, nonostante la pioggia, è potuto scattato l’allarme. Dallo schermo, Iovine ha capito che la villetta era stata individuata e che, nel giro di qualche istante, sarebbero entrati a cercarlo. A quel punto, ha tentato di scappare secondo un piano collaudato: salire rapidamente al secondo livello e da lì, con una scala, raggiungere il soppalco per poi uscire dalla piccola finestra e camminare sui tetti fino a far perdere le proprie tracce. Stavolta però non è stato possibile per-


la Repubblica

@

GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

PER SAPERNE DI PIÙ www.interno.it www.napoli.repubblica.it

■ III

Quei ragazzi con lo champagne sotto gli uffici della polizia Casale, giovani festeggiano la cattura del boss DAL NOSTRO INVIATO

ché tutta l’area era stata blindata dalla polizia. Otto volanti, ognuna con almeno quattro persone a bordo. E poi l’esercito. In campo, gli 007 della squadra mobile di Napoli, diretta dal vice questore Vittorio Pisani con il vice questore Andrea Curtale. Al loro fianco, la squadra mobile di Caserta guidata dal dirigente, Angelo Morabito, dal dirigente della sezione di Casal di Principe Alessandro Tocco. Due gruppi scelti della polizia, con al vertice questori di esperienza come Santi Giuffré e

Guido Longo, che in questi mesi hanno lavorato sempre in stretto coordinamento con la Procura. Iovine ha capito di non avere possibilità di scampo. Ed è stato subito bloccato. Dopo la cattura, comincia la seconda fase delle indagini, quella finalizzata allo sviluppo delle informazioni acquisite e del materiale rinvenuto nel blitz. Potrebbe rivelarsi decisivo l’esame della memoria informatica dei computer. Con ogni probabilità, la villetta veniva utilizzata

da Iovine come “base d’appoggio” per riunioni operative del clan. Incontri finalizzati a impartire direttive, distribuire i proventi degli incassi e individuare le strategie d’azione. E forse anche a incontrare qualche congiunto. L’abitazione di famiglia di Iovine dista in linea d’aria non più di 700 metri dalla villetta dove la fuga del boss si è finalmente conclusa. Quindici anni dopo, Gomorra ha perso un altro dei suoi simboli. © RIPRODUZIONE RISERVATA

CASAL DI PRINCIPE — Quaranta ragazzi e una bottiglia di spumante. In strada sotto la pioggia, a festeggiare l’arresto di Antonio Iovine. Una scena mai vista a Casale. Eppure erano lì, davanti agli uffici della squadra mobile, poco dopo la cattura del boss di Gomorra. Felici per un colpo che chiude una pagina di storia criminale, e forse apre un nuovo capitolo nella storia di questa terra ferita e offesa dalla camorra. Nei loro occhi, nelle loro facce, il segnale di qualcosa che si sta muovendo e di una realtà che forse sta cambiando. Qualcosa che sembra voler spezzare la connivenza che, in molti casi, è figlia della paura e del terrore, più che dell’omertà. Certo la strada è lunga e non basta l’arresto di un latitante a completare un percorso ancora tutto in salita. Lo sanno gli uomini del vice questore Alessandro Tocco, il dirigente di polizia chiamato alla guida della sezione distaccata aperta nel cuore dell’impero dei Casalesi. Ne sono consapevoli i pm Antonello Ardituro e Alessandro Milita, che hanno coordinato il blitz condotto dalla squadra mobile

Il covo del boss presidiato

Durante la perquisizione gli agenti vedono il blitz in tv e scatta l’applauso di Napoli con il supporto dei colleghi della mobile di Caserta. E si avverte ora, mentre la pioggia continua a cadere sulle strade di Gomorra, le finestre sono sbarrate e solo bocche cucite accompagnano il viavai di sirene e auto della polizia. C’è anche l’esercito, al fianco degli agenti. Soldati, e soldatesse, che sorvegliano ogni giorno il territorio circondati da un clima spesso

ostile. Le donne, soprattutto. Dalle macchine, per loro, volano talvolta complimenti da playboy gridati da voce alta ma per ferire, non per sedurre. Stasera però non parla nessuno, sembra pieno giorno solo nella villetta alla quinta traversa di via Cavour dove sono accese le luci, quelle delle telecamere e degli investigatori che rovistano da cima a fondo l’abitazione utilizzata dal latitante come ultima base di una fuga durata quattordici anni. Durante la perquisizione, dal televisore arrivano le notizie del blitz. Gli agenti si riuniscono attorno allo schermo. In piedi, le braccia conserte. Ascoltano i commenti, guardano le immagini del boss che esce dalla questura. Alla fine, spontaneo, parte un applauso. Una stretta di mano, qualche pacca sulla spalla. Poi tutti di nuovo al lavoro. Uno a compilare il verbale, un altro a controllare le camere. Su Casale ha smesso finalmente di piovere. Due poliziotti si salutano con un arrivederci: «Ok, tutto a posto. Ci vediamo con Michele». Michele Zagaria, l’ultimo inafferrabile. (d.d.p.) © RIPRODUZIONE RISERVATA


la Repubblica

CRONACA

GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

■ IV

L’emergenza

Pioggia sui cumuli di rifiuti “Il percolato invade le strade” Tremila tonnellate a terra, accuse a Caldoro e Cesaro CARLO FRANCO I RIFIUTI stanno sempre lì, l’unica differenza è che per effetto della pioggia incessante galleggiano e rendono ancora più spettrale il panorama cittadino. E peggiorano drammaticamente la situa-

Bassolino chiama Berlusconi: “Legge da cambiare”. Il premier: “Vengo” Ma poi desiste zione ambientale. Michele Buonomo, presidente di Legambiente, lo dice senza mezzi termini: «La situazione meteorologica segnala un periodo di dieci giorni di piogge torrenziali. Se sarà davvero così, con i rifiuti in strada il percolato andrà dappertutto». Sul suo blog, intanto, Antonio Bassolino è tornato a parlare di rifiuti e

Il punto IL PRELIEVO

LA CLASS ACTION

IL BLOG

L’ASSESSORE

Ieri sono state prelevate dalle strade cittadine 1400 tonnellate di rifiuti, 200 in più della produzione quotidiana di spazzatura, ma restano a terra circa tremila tonnellate

I Verdi annunciano una “class action” dei consumatori contro la Provincia per l’ulteriore incremento del dieci per cento della tassa sulla spazzatura

L’ex governatore Antonio Bassolino riferisce sul suo blog di aver parlato con il premier Berlusconi e di aver sollecitato modifiche alla legislazione sui rifiuti

Paolo Giacomelli, assessore comunale alla Nettezza urbana, spera di ridurre la quantità di rifiuti con i conferimenti negli impianti Stir di Tufino e Giugliano

ha riferito di aver parlato a telefono con il premier Berlusconi: «Si stanzino le risorse necessarie si verifichi, d’intesa con le opposizioni, la possibilità di modifiche legislative». E proprio Berlusconi, nel corso della giornata, fa balenare la possibilità di una sua visita lampo a Napoli, però poi desiste.

Un altro fronte di contestazione è l’aumento della Tarsu e i Verdi annunciano una class action dei consumatori contro la Provincia. «Non è accettabile che già a partire da novembre venga conteggiato l’aumento del 10%». La raccolta, intanto, procede con lentezza inversamente proporzionale all’allarme igienico

sanitario. Ieri sono state prelevate 1400 tonnellate, 200 in più della produzione quotidiana. Su questi numeri, però, pesa la mannaia della scadenza di sabato: se le altre province campane smettono di aiutare Napoli, come da impegno, la situazione precipiterà verso il disastro ambientale. Le tonnellate non raccolte sono

un po’ meno di tremila nel perimetro urbano e oltre seimila in provincia: una situazione di stallo, inaccettabile, che denuncia i limiti di un sistema colabrodo e di una pessima gestione delle risorse. Fioccano le critiche sul governatore Caldoro e sul presidente della Provincia, Cesaro, responsabili di non esercitare i poteri lo-

ro conferiti dalle leggi. Anche il sindaco Iervolino non viene risparmiato, ma si difende unendosi al coro contro la Regione. E lo stesso fa Lina Lucci, segretario regionale della Cisl che nei giorni scorsi è stata invitata da Casini a candidarsi come sindaco della città («ma non sono interessata», ha ribadito). Lucci usa parole


la Repubblica

@

GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

Il caso

PER SAPERNE DI PIÙ www.comune.terzigno.na.it www.comune.boscoreale.na.it

■V

Cava Sari, discarica inaccessibile nuova ordinanza contro i camion Aggredito il primo cittadino di Boscoreale: “Devi firmare”

GENNARO Langella, sindaco di Boscoreale, è stato aggredito l’altra notte al termine di un consiglio comunale trasformato in una sorta di assemblea collettiva per la presenza in aula delle «mamme vulcaniche» e di circa trecento persone disposte a tutto per ottenere subito l’ordinanza che impone il blocco degli automezzi che scaricano a Cava Sari. Dopo il nuovo gravissimo episodio di guerriglia urbana, un uomo di 47 anni, noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato con l’accusa di aver lanciato una pietra contro l’auto nella quale il sindaco aveva cercato

rifugio. Ristabilito, all’alba, un minimo di calma sono fioccate le smentite. Il sindaco non ha dubbi: «Ho subito un’aggressione di stampo camorristico e le persone che mi hanno aggredito non erano di Boscoreale. Mi hanno detto: “Non hai capito che qui comandiamo noi”. È una imposizione che non accetto anche perché ho sempre dimostrato di essere dalla parte dei miei cittadini». Langella, evidentemente turbato, taglia corto: «Posso solo dire che siamo in balia di una frangia di esagitati che alimenta la tensione». I movimenti collettivi, invece, hanno

respinto ogni addebito: «Noi non c’entriamo, è stato un gesto furbo e arrogante del sindaco per sfuggire alla piazza». L’esplosione di violenza era nell’aria dal giorno in cui il sindaco di Terzigno, Domenico Auricchio, aveva deciso di firmare la stessa ordinanza che, subito dopo, è stata contestata e, di fatto annullata, dalla prefettura. Langella, leader locale del Pdl prima di lasciare il partito, ha resistito in aula e non ha firmato, ma ieri mattina ha fatto marcia indietro. Cosa accadrà ora? La situazione nei Comuni vesuviani non è più sotto controllo e si temono altre mani-

festazioni di cieca intolleranza. L’ordinanza, intanto, è formalmente in vigore da ieri mattina e «vieta con decorrenza immediata, e fino a nuova e diversa disposizione, la circolazione su tutto il territorio comunale agli autocompattatori che trasportano rifiuti diretti alla discarica Sari». Che significa vietare ai 18 Comuni vesuviani di scaricare i rifiuti nell’unico sito ad essi e solo a essi riservato. Siamo in pieno caos, quindi, e i cittadini più moderati invocano l’intervento della prefettura. (carlo franco) © RIPRODUZIONE RISERVATA

L’intervista/1

L’intervista/2

VILLA ROSEBERY

Il sindaco di Terzigno Domenico Auricchio: “Io tiro diritto”

Il sindaco di Boscoreale Gennaro Langella: “Ci vogliono tenere in pugno”

Rifiuti in via Russo, sulla strada di Villa Rosebery, residenza presidenziale

“Qui c’è una puzza intollerabile decidono i miei concittadini”

“Contro di me metodi mafiosi è un ricatto che non accetto”

molto forti: «Il procuratore Lepore ha detto chiaramente che la legge consente a Caldoro di forzare la mano e la Cisl chiede che lo faccia. Altrimenti rimetta il mandato insieme all’assessore Romano». Anche Luisa Bossa è scesa in campo scagliandosi contro la Regione. «È assurdo - ha detto la deputata del Pd - che chi ha la competenza non muove un dito, evidentemente i presidenti di Provincia e Regione vivono su un altro pianeta». Il dibattito, in-

I Verdi annunciano una “class action” contro la Provincia per l’ulteriore incremento Tarsu somma, si è inasprito e da Roma Ciro Pesacane, presidente del Forum ambientalista, conferma l’allarme lanciato dall’avvocato Pecorella, presidente della Commissione d’indagine sui rifiuti: «Mentre il governo dice che la situazione è sotto controllo, a Napoli il disastro ambientale è alle porte. E la disponibilità di nuove discariche serve solo a dilazionare la resa dei conti che passa anche per il fallimento di quella macchina infernale che è l’inceneritore di Acerra. Non andava fatto, ma perché, dopo averlo inaugurato, non funziona»? © RIPRODUZIONE RISERVATA

PATRIZIA CAPUA SINDACO di Terzigno, Domenico Auricchio, che intende fare con la Cava Sari, riaprirla oppure no? «Per adesso c’è un’ordinanza in atto, la cava deve essere messa in sicurezza. Io personalmente voglio vederci chiaro perché la responsabilità della salute dei cittadini è del sindaco, cioè mia». Le indagini dell’Asl e dell’Arpac sembrano escludere un nesso tra la presenza dei rifiuti nella cava e l’inquinamento della falda acquifera: non basta? «Ci siamo rivolti anche ad altri specialisti, tecnici di nostra fiducia. Quando me lo dirà chiaro l’Asl e lo confermeranno tutti gli organi competenti, allora prenderò una decisione». Si sente condizionato nel decidere, dal clima di tensione e di aggressione, che grava a Terzigno? «No, noi dobbiamo collaborare in sintonia con tutti. E a me preme, per prima cosa, che ci liberino di quel cattivo odore. Sono nato a Boscoreale e ci tengo. Gli abitanti non devono soffrire più». Non teme anche la reazione degli altri Comuni che devono sversare da voi e non possono farlo? «Io farò la mia strada per la popolazione di Terzigno e di Bo-

scoreale. Se la prendono con noi sindaci, ma il motivo non c’è». Il sindaco Langella è stato aggredito. «È stata una cretinata, ci stiamo allarmando oltre misura. Sapeste quante volte è capitato anche a me in consiglio comunale, ne stanno facendo un dramma». Come vanno le cose con i comitati? «Li ringrazio di cuore. In questo Parco del Vesuvio dobbiamo portare un po’ di serenità mentale a tutti. Conosce quel vecchio proverbio: l’ordine è pane e il disordine è fame. Adesso bisogna vedere cosa fare». Appunto, sindaco, cosa farà? «Io, personalmente, sindaco di Terzigno, poiché qui nessuno vuole prendersi la responsabilità, sto vicino ai miei concittadini». E le teste calde? Le infiltrazioni camorristiche nella protesta? «Quelle stanno ovunque. Ma quale camorra, abbiate bontà. La puzza non si deve sentire più, allora vedrete come si calmeranno tutti. I cittadini vogliono la serenità». Che fine fa l’accordo tra i 18 Comuni del vesuviano per sversare in Cava Sari? «L’accordo è bloccato, c’è anche la magistratura, la commissione bicamerale. Vediamo. Io sono tranquillissimo, quando sto con i miei cittadini, sono loro che decidono». © RIPRODUZIONE RISERVATA

AURICCHIO Il sindaco di Terzigno

Per effetto delle ordinanze 18 paesi del Vesuviano non sanno dove scaricare

LANGELLA Il sindaco di Boscoreale

GENNARO Langella, sindaco di Boscoreale, ha passato un brutto quarto d’ora due sere fa? «La paura è umana, forse sono anche incosciente, ma se si vogliono imporre le cose alzando la voce, dico no. Se si superano certi limiti bisogna prendere posizione. Ho denunciato. Noi sindaci siamo dei bersagli facili, stretti tra gli attacchi dei politici e dai movimenti Ho sentito di tutto l’altra sera». Che ha sentito? «Hanno detto: “Allora non hai capito niente, siamo noi che comandiamo”. È stata una vera e propria sfida alle istituzioni». Chi erano i facinorosi? «Pochissimi di Boscoreale, gente di altri Comuni, che ha tutto interesse a tenere alta la tensione per motivazione politiche». Lei ha parlato di camorra «Io li ho definiti atteggiamenti camorristici. Dire tu fai quello che diciamo noi, è un atteggiamento che non condivido. Ho risposto: fate quello che volete, io continuo per la mia strada. Sto dalla parte dei cittadini perbene, non di chi ha atteggiamenti mafiosi. Una cosa è discutere di problemi seri e condivisibili, e mi schiero accanto a loro, altro è affrontare persone che hanno come unico obiettivo di creare il caos». Qual è stata la scintilla? «Mi era stato chiesto un provvedimento che impedisse il passaggio dei compattatori diretti al-

la discarica Sari, visto che la cava è chiusa per ordinanza del sindaco di Terzigno. E i cittadini volevano poter controllare se l’ordinanza sindacale veniva rispettata. Una richiesta legittima secondo me: l’inquinamento della falda acquifera è una preoccupazione per tutti e poi dalla Cava Sari arriva ancora un fetore insopportabile. Abbiamo trovato l’accordo tra maggioranza e opposizione, perfino salutato dall’applauso del pubblico. Per gli atti conseguenziali avevo rinviato all’indomani visto che all’una e mezzo di notte tutti gli uffici erano chiusi. A quel punto una parte dei soliti facinorosi ha acceso gli animi e sono stato aggredito». Un ricatto, quindi? «Ricatto, sì, io non l’accetto, credo sia fondamentale in questo momento. Ci vogliono tenere in pugno. Ho sentito di tutto, sarebbero venuti anche sotto casa se non avessero avuto un arresto tra di loro». Come intende procedere? Ora tutti i Comuni vesuviani non possono più sversare a Cava Sari. «Mi dicono che sono una testa dura, quando sono convinto di una cosa continuo. Ieri mattina è venuta una delegazione di una trentina di persone, hanno preso atto che la deliberazione era stata mantenuta, gli abbiamo dato copia degli atti». (p.c.) © RIPRODUZIONE RISERVATA


la Repubblica GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

@

CRONACA

NAPOLI

PER SAPERNE DI PIÙ www.margheritango.it www.chiesadinapoli.it

■ VII

Blitz dei vigili nella Galleria Umberto Lavori abusivi nei locali sottostanti: denunciato il commerciante Barbaro BLOCCATI i lavori sotto la Galleria Umberto I e sequestrata l’area, con un blitz della polizia municipale. Denunciato il commerciante Alfredo Barbaro, titolare di gran parte di negozi e vetrine di lusso in Galleria, ma anche dei locali inferiori, una superficie molto estesa, già sede del Salone Margherita e, da un paio d’anni, di una scuola di tango argentino. Barbaro stava realizzando, secondo le informazioni acquisite dai vigili, una sala ricevimento nei locali sottostanti la galleria di via Toledo, occupando però non solo le parti di sua proprietà, ma anche i passaggi di proprietà del Comune e avviando i lavori senza le autorizzazioni. «L’idea di rivitalizzare l’area sottostante la galleria e di investire in attività teatrali, commerciali e culturali va solo premiata — commenta il tenente Sabina Bagnano che ha diretto il sequestro — ma ci sono delle regole da rispettare, delle autorizzazioni da chiedere, dei tempi da rispettare». Sono scattati i sigilli: gli agenti del nucleo operativo Beni culturali della polizia municipale hanno sequestrato le opere abusive realizzate nell’area, tutelata dalla legge sui beni culturali. I vigili, ieri mattina, su delega della Procura sono andati a fare il sopralluogo con l’obiettivo di accertare l’occupazione abusiva di aree di proprietà comunale. Hanno scoperto che erano in corso dei lavori edili non autorizzati, realizzati in parte su aree

teriali edili e con arredi dei locali commerciali adiacenti alle navate) di suolo pubblico per il responsabile dei lavori: l’imprenditore Alfredo Barbaro. Barbaro risponde con una no-

Il punto

ti del nucleo operativo Beni culturali, preciso che non ho alterato né modificato lo stato dei luoghi dei locali in questione, e che gli stessi conservano la loro naturale conformazione e disposi-

zione, rimasta intatta da quando il sottoscritto li ha acquistati». L’idea di Barbaro è di trasformare tutti i locali intorno al teatro Margherita e sottostanti la galleria in sale ricevimento, cen-

tro benessere, bar, scuola di tango. Un centro pulsante tra cultura, divertimento e benessere nel cuore della city. (cri. z.) © RIPRODUZIONE RISERVATA

I SIGILLI

I SALONI

LE OPERE

Gli agenti della polizia municipale sequestrano opere abusive nei locali sotto la Galleria Umberto

Secondo i vigili Barbaro stava realizzando una sala per ricevimenti occupando anche aree di proprietà comunale

Realizzati lavori non autorizzati, tra i quali pareti in cartongesso e legno che hanno ostruito il passaggio pubblico

GLI AMBIENTI Una delle sale sottostanti la Galleria Umberto, in cui una volta c’era il Salone Margherita

L’iniziativa

Nell’agenda del cardinale l’asta di beneficenza il 21 dicembre per allestire un centro di risveglio dal coma

Sepe, dalla solidarietà al Giubileo “Opere di Misericordia per la città”

Scattano i sigilli: occupate illegalmente aree di proprietà comunale pubbliche e in parte su aree private. Nelle aree di proprietà comunale, precisamente nella navata centrale che collega via Verdi con Via Toledo, oltre ai lavori di manutenzione ordinaria e di restauro, gli agenti hanno verificato che erano stati realizzati elementi architettonici, quali pareti in cartongesso e legno, che hanno interrotto o ostruito il passaggio pubblico di proprietà comunale. «I lavori non solo insistevano nelle parti laterali dei bracci verso via Verdi e via Toledo — spiega il tenente Bagnano — ma coinvolgevano anche la navata centrale. Nel braccio verso via Toledo, stanno rifacendo il pavimento, restaurando le colonne portanti, istallando, anche con dei fori, dei punti luce sul basamento delle colonne. Una parete di cartongesso, per tutta l’altezza, interrompeva addirittura il passaggio. Tutto senza autorizzazioni. L’unico documento presentato è una Scia, cioè una comunicazione certificata di inizio lavori all’ufficio tecnico, con allegato parere della soprintendenza, ma riferito solo alle parti laterali». Comunque per i vigili la Scia non basta. «Per lavori in un edificio sotto tutela — spiegano — occorre una Dia, che ha tempi di attesa per le autorizzazioni di almeno 30 giorni». Le opere realizzate sulle aree pubbliche sono state sequestrate ai sensi del decreto legislativo 42/04, che tutela i beni culturali e paesaggistici. Scatta invece una denuncia penale per occupazione (con attrezzature e ma-

ta scritta: «In qualità di amministratore della Margherita srl, proprietaria dei locali sottostanti il piano di calpestio della Galleria Umberto I di Napoli, in relazione all’operazione degli agen-

(segue dalla prima di cronaca)

CONCHITA SANNINO TEMPO di Napoli. Suona articolata, quasi temeraria, l’agenda che il cardinale Sepe mette in campo per la città, non solo vista come diocesi, ma laica comunità «in cerca di giustizia sociale e di risposte, di sintesi e soluzioni concrete». Pensa la Chiesa di riuscire dove hanno fallito in tanti? Sepe non si sottrae: «Io non ho ricette, se non quella dell’ascolto e del dialogo. Coltivo però una necessità, da cittadino e da cristiano. Mettere in contatto tutti i pezzi sani di Napoli, favorire proposte, offrire ciò che la Chiesa può dare, l’incontro». Conviene segnarsi qual-

“La Chiesa non chiude gli occhi dobbiamo prendere posizione affinché le cose cambino” che data. Tempo di Avvento, solidarietà concreta.Riparte l’asta che il cardinale a ogni Natale destina a scopi sociali. Il 21 dicembre, dalle 19, auditorium della Rai, torna la beneficenza. Saranno battuti all’incanto preziosi, oggetti d’arte, ma si può collaborare anche anonimamente con somme varie, da donare. Star dello spettacolo, Peppino Di Capri. L’obiettivo? «Allestire un intero reparto dell’ospedale Santobono in cui sarà realizzato il centro risveglio dal coma». Negli anni precedenti, grazie all’asta natalizia, sono stati realizzati il reparto per bambini leucemici all’ospedale Pausilipon, la Casa di Tonia, l’asilo multietnico, il progetto di adozione a vicinanza.

Una gara di solidarietà «che ogni anno supera sempre le aspettative». Tempo di confronto, riprendono i dialoghi. Primo appuntamento dei Dialoghi il 22 novembre nella basilica di San Francesco di Paola con Luca De Filippo. Il 29 novembre nel Mu-

seo Diocesano, dibattito su diritto e giustizia, con l’ex presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro. Il 6 dicembre, nella Galleria Umberto, dialogo su «La bellezza ci salverà» con la cantante Noà. Tempo di fare. Il Giubileo di Napo-

li prenderà il via nel febbraio 2011, ma sarà preceduto dalla giornata di riflessione del 16 dicembre alla Stazione marittima. Il simbolo dell’anno giubilare? Il bozzetto di una porta monumentale che riproduce una summa delle nostre Port’Alba, Porta Nola-

na, Porta Capuana, Porta San Gennaro. «La Chiesa non chiude gli occhi. Dobbiamo prendere posizione e comprometterci affinché le cose non continuino ad andare così». Sepe dixit. © RIPRODUZIONE RISERVATA


la Repubblica GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

@

CRONACA

■ VIII

PER SAPERNE DI PIÙ www.carabinieri.it www.comune.arienzo.ce.it

“Per i medici era una bronchite ma mia madre è morta di infarto” Arienzo, i familiari denunciano: scatta l’inchiesta La sentenza

CRISTINA ZAGARIA

La Corte costituzionale boccia la legge della Campania sempre più difficile conservare l’acqua in mano pubblica

ACCUSAVA dolori al petto e alla schiena. Braccia pesanti, formicolii alle mani. I sintomi sono quelli dell’infarto. Ma prima il medico di famiglia, poi quello del 118 l’hanno curata come se avesse una bronchite. Nessuno si è insospettito, anche se Anna Arricale, 46 anni, continuava a ripetere: «Non mi sento bene». Anche se Anna ha due fratelli, uno morto per infarto e uno vivo, per un soffio dopo un arresto cardiaco. «Non solo non le hanno creduto, ma l’ultimo medico le ha fatto una flebo con un antidolorifico e mia madre è morta nel sonno... Non ha avvertito l’infarto e non ha potuto neanche chiedere aiuto», racconta il figlio Luciano Morgillo. Siamo ad Arienzo, provincia di Caserta. Anna Arricale muore nella notte di lunedì. La mattina dopo alle 9.50, il marito Luigi Morgillo, si presenta alla stazione dei carabinieri e sporge denuncia contro il medico curante e contro il personale del 118. Aperta un’inchiesta. L’autopsia è stata fissata per oggi pomeriggio alle 15. «Mia madre ha avuto un infarto. Anzi ha avuto vari principi di infarto, perché il primo allarme risale a quindici giorni fa», racconta lucido, pacato, il figlio, Luciano, «ma sia la dotto-

LA LEGGE dello Stato che considera l’acqua un bene economico è costituzionalmente legittima. Lo ha stabilito la Corte costituzionale bocciando i ricorsi delle Regioni contro il decreto Ronchi, che privatizza i servizi pubblici locali di rilevanza economica. La Corte ha affermato che «il legislatore statale, sull’incontestabile presupposto che il servizio idrico integrato si inserisce in uno specifico e peculiare mercato, ha correttamente qualificato tale servizio come di rilevanza economica, conseguentemente escludendo ogni potere degli enti infrastatuali di pervenire a una diversa qualificazione». Questa decisione ha una immediata ripercussione locale. La Corte, infatti, ha anche dichiarato l’illegittimità di una recentissima legge della Campania (del 2010) in materia di servizio idrico, che lo qualificava come «privo di rilevanza economica». Sulla base di tale legge, la giunta Iervolino lo scorso 21 ottobre aveva adottato una delibera di indirizzo per trasformare l’Arin in azienda speciale. L’unica strada per l’acqua pubblica resta, dunque, quella, molto angusta, prevista dallo stesso decreto Ronchi, dell’affidamento del servizio idrico a una società interamente pubblica. (carlo iannello) © RIPRODUZIONE RISERVATA

Un’autoambulanza del 118

In breve Sanità

Stop alle farmacie senza concorso Il Consiglio regionale ha approvato la proposta di legge che abroga la norma della finanziaria 2010 sulla soppressione delle farmacie istituite da due anni per le quali non è ancora avviato il concorso per l’assegnazione.

Ischia

Coma dopo festino manette a due pusher

“Già 15 giorni fa avvertiva formicolii e dolori al petto curata con Medrol e cortisone”

Il 13 settembre avevano spacciato eroina a cinque ragazzi per un festino a Ischia. Uno era finito in ospedale per overdose. Ieri i carabinieri hanno arrestato Aniello Di Meglio, 23 anni, e Riccardo Trofa di 25 di Serrara Fontana.

ressa di fiducia che i sanitari del 118 l’hanno curata come se avesse una bronchite. Le hanno auscultato la schiena e visto che c’erano dei muchi e che lei fumava, le hanno dato la cura sbagliata. Ora chiediamo giustizia». «A inizio mese avvertiva dei dolori al petto fino alla schiena e si sentiva le braccia pesanti», comincia a raccontare Luciano, il figlio. «I dolori non erano insopportabili, erano lievi, ma costanti. Mio padre temeva che fosse un principio di infarto e l’ha convinta ad andare dalla dottoressa di fiducia, C. M., che le ha diagnosticato una bronchite, prescrivendole Medrol compresse e siringhe al cortisone». L’altra notte il nuovo attacco. E qui la parola passa al marito di Anna, Luigi: «Siamo andati a letto verso mezzanotte. Dopo un po’ mia moglie mi ha svegliato e mi ha chiesto dell’acqua e zucchero, perché si sentiva debole. Gliel’ho portata, ma non l’ha bevuta, perché non stava bene. Ho chiamato il 118. Quando, dopo circa un quarto d’ora, è arrivato il medico, una donna, mia moglie ha detto chiaramente che aveva male al petto e che non riusciva ad alzare le braccia, ma sulla falsariga della ricetta del medico curante anche la dottoressa del 118 ha detto e scritto che si trattava di una bronchite e, comunque, le ha fatto una flebo di antidolorifico per attutire i formicolii alle braccia». Quando Luigi si è svegliato la mattina dopo alle 6,30, Anna era nel letto, accanto a lui, ma non parlava più. Luigi ha tentato di soccorrerla. Ha chiamato di nuovo il 118. È tornata la dottoressa della notte, ma per Anna era troppo tardi.

Maltempo

Cilento in ginocchio chiusa la statale 18 La statale 18 è chiusa per allagamento all’altezza di Sapri. Sotto monitoraggio per le piogge le aree dei i fiumi Sele e Tanagro e il torrente Solofrana.

Riviera di Chiaia

Negozio allagato “Colpa della linea 6” Un negozio di prodotti biologici della Riviera di Chiaia chiude perché allagato da mesi. Secondo il geologo Caniparoli: «È colpa dei lavori del metrò: hanno interrotto il flusso delle acque sotterranee». Lo scrive il quotidiano “Terra”. «Tutti gli strumenti — replica l’Ansaldo — non hanno registrato variazioni della falda al passaggio della scavatrice».

Caserta

Camper legalità oggi il dossier

O_3A

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Oggi alle 11.30, nella sala giunta della Camera di commercio di Caserta, si terrà una conferenza stampa nel corso della quale saranno resi noti i risultati conseguiti dal “Camper per la legalità”. L’iniziativa, voluta dall’ente camerale ed attuata in collaborazione con le associazioni datoriali e sindacali di Terra di Lavoro, è alla sua seconda edizione.


la Repubblica GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

@

CRONACA

NAPOLI

PER SAPERNE DI PIÙ www.csa.napoli.bdp.it www.napoli.repubblica.it

■ IX

Scuola allagata per un tubo rotto Chiude per due giorni la media “Tito Livio”: 730 alunni a casa BIANCA DE FAZIO UN GUASTO ad un tubo di carico dell’acqua al terzo piano dell’edificio. E la scuola si è completamente allagata. Acqua ovunque. Sino all’impianto elettrico dell’istituto, andato in black out. La scuola media statale Tito Livio, in largo Ferrandina a Chiaia, ha dovuto chiudere i battenti, per due giorni, ed accertamenti sono in corso per verificare che le infiltrazioni d’acqua non abbiano danneggiato solai e controsoffitti. Sono 730 gli alunni rimandati a casa ieri, studenti tra i 10 ed i 14 anni per i quali anche oggi non c’è lezione. «Le attività riprenderanno regolarmente venerdì», afferma la dirigente dell’istituto, Giovanna Esposito. Ieri mattina sono stati i bidelli ad accorgersi che l’acqua aveva invaso aule e corridoi. Dopo l’acquazzone notturno e quello delle prime ore del mattino si temeva che fosse stata la pioggia ad essere entrata nell’istituto. Ma è bastato il primo intervento dei vigili del fuoco, chiamati sin dalle 7.30, a chiarire che il problema era tutto nell’impianto idrico della scuola. «Sono scoppiate le condutture», spiegava il personale Ata ai genitori che hanno telefonato a scuola o che si sono presentati di persona per avere ragione del ritorno a casa dei propri figli. Poi l’intervento dei tecnici del Comune, d’intesa con i vigili del fuoco, ha spiegato che in realtà il guasto era limitato ad un tubo. Un tubo rottosi per effetto della continua pressione dell’acqua. Un tubo evidentemente vecchio. In una scuola che è tra i fiori all’occhiello del sistema istruzione in città. «Prima ancora che io giungessi a scuola — racconta la preside Esposito — il personale si era attivato per chiamare i vigili del fuoco ed i responsabili degli uffici tecnici comunali». Che hanno fatto immediatamente un sopralluogo, tra le 8 e

La protesta

Direzione scolastica bloccati gli uffici

PULIZIE Un bidello spazza via l’acqua dal pavimento di un’aula della Tito Livio

le 11 del mattino, individuando la causa dell’allagamento. «E nelle prossime ore — diceva la preside Esposito in mattinata — gli idraulici sostituiranno il tubo in questione. Poi c’è da ripristinare l’impianto elettrico, raggiunto dall’acqua. E, so-

Il corteo

prattutto, mi preoccupa l’eventuale danno che l’acqua potrebbe aver provocato ai solai ed ai pannelli che formano la controsoffittatura. Prima che i nostri alunni tornino in classe, verificheremo anche questi aspetti».

Intanto le lezioni sono saltate. Due giorni a casa. «In un’ala della scuola avremmo anche potuto tirare via l’acqua e far entrare i ragazzi, ma la prudenza — conclude la dirigente — non è mai troppa. Vorrei tranquillizzare i genitori: la scuola

ricomincerà senza alcun rischio per i nostri alunni». I danni non sono rilevanti, dal punto di vista quantitativo. Ma l’accaduto la dice lunga sulla condizione degli istituti scolastici cittadini.

ATTIVITÀ bloccate, uffici chiusi. Sono in mobilitazione i dipendenti dell'Ufficio scolastico regionale della Campania. Da due giorni sono in assemblea perché il direttore scolastico regionale Pietro Esposito, nominato per decreto dal ministro dell'Istruzione Gelmini qualche mese fa, non ha ancora ottenuto la convalida dalla Corte dei Conti. E dunque non può firmare alcun atto, dai fondi alle scuole alle immissioni in ruolo. La protesta si è estesa a tutti i capoluoghi di provincia. Il blocco delle attività amministrative avrà serie ripercussioni su tutto il comparto della scuola della regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Manifestazioni in centro e nelle principali città della Campania, partecipano docenti precari e ricercatori universitari

Studenti in piazza contro i tagli all’istruzione “Non pagheremo i bunga bunga del governo” ANNA LAURA DE ROSA

La manifestazione

«NON pagheremo i bunga bunga del governo». Avanzano decisi gli studenti scesi in piazza ieri mattina contro i tagli a scuola e università della riforma Gelmini, e non risparmiano al premier una frecciata sul caso Ruby. Solo a Napoli diecimila persone marciano sotto la pioggia secondo gli organizzatori (Uds Unione studenti della Campania e Coordinamento universitario Link), tremila stando ai dati ufficiali. Più di 3mila studenti manifestano inoltre a Benevento, Salerno e Avellino, e a Ca-

serta 500 ragazzi occupano un’aula della facoltà di Scienze politiche della Sun per un’assemblea. È l’onda campana della protesta promossa in tutta Italia dalla Rete della conoscenza. Partiti alle 10 piazza Mancini, i manifestanti raggiungono al ritmo di slogan e musica il corso Umberto. Rivendicano borse di studio e agevolazioni per il trasporto pubblico, denunciano la privatizzazione della scuola e la mancanza di fondi per università ed edilizia scolastica. Protestano anche Cgil Flc, ricercatori e Coordinamento dei docenti precari. Al fiume

di striscioni e fumogeni si uniscono i collettivi indipendenti partiti da piazza del Gesù. «La Campania è la regione più colpita dai tagli», protesta Simona, ricercatrice della Federico II. “Nell’ignoranza la sottomissione, nella conoscenza la ribellione”, recita lo striscione calato dalle finestre della Federico II dai ragazzi di Link e Uds. Sotto, il corteo lancia accuse a Gelmini e Tremonti, chiedendo di ritirare i tagli e sfoltire le “classi pollaio”. La protesta si conclude in piazza del Plebiscito, poi alle 16 incontro alla Cgil sul welfare studentesco. © RIPRODUZIONE RISERVATA


la Repubblica MERCOLEDÌ 17 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

CRONACA

■X

2

Il terremoto trent’anni dopo

Conza della Campania Macerie a Conza della Campania dopo il sisma dell’’80

Sant’Andrea di Conza

La generazione cresciuta nelle tende della solidarietà “Riprendiamoci il futuro” DAL NOSTRO INVIATO DARIO DEL PORTO CONZA DELLA CAMPANIA — Era stata caldissima per tutto il giorno, l’acqua della fontana di Sant’Andrea. Calda come quella domenica che sembrava di primavera, invece era novembre inoltrato. Due chilometri più a valle, a Conza della Campania, i vicoli erano pieni di gente a passeggio che aspettava l’ora di cena. Poi la terra cominciò a tremare e tutto finì. Le lancette dell’orologio della chiesa madre si fermarono alle 19.36 e l’acqua della fontana, all’improvviso, diventò gelida. «Ero a casa con le mie figlie — racconta Concetta Frino — uscii in mezzo alla strada. Chiedevo aiuto, urlavo con tutte le mie forze sperando che qualcuno sentisse. Ma nessuno mi ascoltava perché nessuno poteva aiutarmi». Ha 85 anni, oggi, Concetta. E per otto notti, dopo quella scossa tremenda, non riuscì a dormire. «Volevo chiudere gli occhi ma non ci riuscivo. Avevo tanta, tanta paura. Poi il Signore, dall’alto, mi aiutò e dopo una settimana mi fece reclinare il capo, finalmente». La notte del 23 novembre 1980 il destino scelse di risparmiare Sant’Andrea di Conza, il paese arroccato sulla collina. La chiesa madre collassò, il centro storico fu gravemente danneggiato. Ma

“Eppure era bella quella vita nei prefabbricati, la nuova città ha moltiplicato le distanze” la comunità pianse una sola vittima, il medico eroe Vincenzo Scalzullo che non era neppure di turno e trovò la morte al lavoro, nell’ospedale di Lioni. Conza della Campania invece pagò un contributo altissimo alla violenza del terremoto: la città fu rasa al suolo e 184 persone rimasero intrappolate fra i vicoli. Paola quella sera era una bambina e non era a Conza della Campania ma con i nonni in Puglia. Aveva due anni. Quando tornò in paese, trovò mamma e papà sani e salvi ma la casa non c’era più. Non c’erano le botteghe di famiglia. Semplicemente, non esisteva più Conza. «I prefabbricati ci sembravano ville, al confronto con le roulotte. Lì abbiamo trascorso la nostra infanzia e una parte della nostra adolescenza. Un’intera generazione di ragazzi è cresciuta

Foto panoramica di Conza della Campania

Gerardo D’Angola sindaco di Sant’Andrea così, in strada. E infatti a 15 anni, quando abbiamo avuto la casa, non sapevo ancora salire né scendere le scale. Eppure era bella, quella vita. Lo so che può sembrare assurdo, ma stavamo bene perché eravamo tutti vicini, in uno spazio ristretto che trasmetteva calore e protezione. Le case della nuova città moltiplicarono le distanze». Gerardo invece aveva sei anni e a Sant’Andrea di Conza fu sistemato nella tendopoli insieme ai parenti. «Eravamo accampati, ciò nonostante mi sentivo protetto. Avvertivo intorno a me non solo l’affetto della mia famiglia, ma la solidarietà di tutti». Trent’anni dopo quei bambini sono cresciuti. Paola Lariccia è assessore alle Politiche sociali nella giunta guidata dal sindaco Vito Farese mentre Gerar-

do D’Angola è sindaco a Sant’Andrea. Non solo simbolicamente, dunque, i paesi colpiti dal sisma si affidano alla generazione cresciuta fra tende e container. Conza è stata interamente ricostruita, attualmente conta circa 1400 abitanti e numerosi insediamenti produttivi. Sotto le macerie del terremoto sono state scoperte le rovine di un’antica città romana e il vecchio insediamento adesso è area di interesse archeologico mentre a poca distanza sorge la new town. «È stato doloroso abbandonare i luoghi dove eravamo nati — spiega il sindaco Farese — ma era una scelta obbligata perché l’area era troppo a rischio, non a caso Conza è stata funestata da tanti terremoti». La ricostruzione ha permesso di «recuperare tutto il pa-

Una delle piazzette interne al Comune di Sant’Andrea di Conza

L’iniziativa

Ad Avellino dieci giornate di studio AD AVELLINO dieci giornate di studio, convegni, dibattiti, viaggi nella memoria, questioni in sospeso a trent’anni dal sisma che cambiò il corso della vita. Tre le location di riferimento per il grande evento: il Circolo della stampa in corso Vittorio Emanuele, dove avrà luogo il confronto, durante i numerosi convegni; l’auditorium della Banca della Campania, sulla Collina Liguorini, dove verranno realizzati i laboratori didattici, dedicati alla conoscenza ed alla prevenzione; l’ex Carcere borbonico, dove verrà allestita la mostra originale e stereoscopica “Terrae Motus”, videoproiezioni d’arte. Oggi, alle 17, al Circolo della stampa, avrà luogo il primo convegno “Amici della Terra”. Interverranno, tra gli altri, Luca Battista, Stefano Ventura, Maurizio Pignone, Elisabetta Benesatto, Rosa Filippini, Raffaele Spagnuolo, Eduardo Cosenza.


la Repubblica MERCOLEDÌ 17 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

■ XI

La mensa proletaria “Onda Rossa” a Sant’Andrea di Conza

Le case distrutte accanto al campanile di Sant’Andrea di Conza

Le vittime

Il destino

Gli insediamenti

I laureati

Conza della Campania pagò un altissimo contributo alla violenza del terremoto: 184 persone rimasero intrappolate nei vicoli

Quel 23 novembre il destino scelse di risparmiare Sant’Andrea di Conza: una sola vittima, il medico Scalzullo morto nell’ospedale di Lioni

Conza della Campania conta attualmente 1400 abitanti e numerosi insediamenti produttivi. Sotto le macerie scoperte rovine di una città romana

A Sant’Andrea di Conza, 2 mila abitanti, c’è una percentuale di laureati che sfiora il 75 per cento della popolazione

Un arco ricostruito dopo il sisma a Sant’Andrea

Il campanile di Sant’Andrea di Conza dopo la ricostruzione

trimonio abitativo», come sottolinea Farese. E dal disastro sono nate tre realtà: il sito archeologico, la città nuova, persino i prefabbricati trasformati in bungalow e dati in affitto per 80 euro al mese. Ai piedi della città vecchia ora c’è un centro di accoglienza per rifugiati politici. «Il fenomeno della disoccupazione è fortemente limitato rispetto ad altre realtà — dice Paola Lariccia — ha chiuso un’azienda un anno fa, ma tantissimi sono impiegati nelle aree industriali. Altre opportunità di occupazione sono arrivate dai lavori per il potabilizzatore. E ogni anno il parco conta oltre 5 mila visitatori». Conza, dunque, «è una realtà in pieno movimento», come dice il consigliere comunale Vito Petrozzino. Ma se può apparire anche come «un’isola fe-

LA NEW TOWN

lice — sono parole del sindaco Farese — siamo pur sempre in Irpinia, dove in 30 anni un terzo della popolazione è andato via e non c’è ricambio generazionale». Anche a Sant’Andrea di Conza, che conta poco meno di duemila abitanti, la ricostruzione ha permesso di recuperare il patrimonio abitativo e architettonico. «Ma non è stato colto il momento per far crescere il paese in modo diverso — ragiona Maria Di Gianni, assessore alla Cultura della giunta D’Angola — si è preferito cavalcare la situazione senza creare opportunità di sviluppo. Il terremoto invece avrebbe dovuto fornire l’impulso per fare di più». Antonio Vespucci, che dopo il sisma è stato anche sindaco a Sant’Andrea di Conza, afferma senza mezzi termini

La new town di Conza della Campania interamente ricostruita Il vecchio insediamento adesso è rea di interesse archeologico

COMUNE DI CASSANO IRPINO COMUNICAZIONE ESITO DI GARA APPALTO PUBBLICO DI PROCEDURA APERTA CIG 026502625F - CUP G77E10000000002 Lavori di Completamento Palazzo Baronale e ri­ qualificazione dell'area urbana Cittadella. Con de­ termina n° 64 (n° 234 del Reg. Gen.) del 15.09.10 sono stati aggiudicati all'Impresa "ATI De Angelis Antonio da Monteforte Irpino (AV)" per l'importo di € 1.551.554,61 oltre ad € 40.383,78 per oneri per la sicurezza, per un totale complessivo di € 1.591.938,39 al netto del ribasso del 1,23%. Offerte presentate: n. 8. Offerte ammesse: n. 7. Il Funzionario Responsabile Geom. Maurizio Bocchino

che «qui è stata scelta la peggiore delle industrializzazioni, perché fortemente clientelare e senza innovazione». Così è accaduto che, in questi trent’anni, Sant’Andrea è diventato, spiega Maria Di Gianni, «il paese degli insegnanti, perché non trovando facilmente lavoro nelle industrie, i ragazzi hanno deciso di investire sullo studio e sulla formazione. Abbiamo una percentuale di laureati che sfiora il 75 per cento. Molti hanno scelto l’insegnamento. Con il risultato che tanti, purtroppo, sono precari». Anche l’amministrazione di Sant’Andrea di Conza, come i suoi ragazzi, ha puntato sulla cultura: promuove rappresentazioni teatrali nel suo incantevole Episcopio e anche un festival del rock. I più giovani, invece,

quando la terra tremò non erano ancora nati, «guardano senza capire i fatti avvenuti in questi trent’anni — dice Di Gianni — sanno, per averlo letto o ascoltato in televisione, che sono arrivati tanti soldi. Ma non riescono a comprendere per quali ragioni queste risorse non siano state utilizzate per creare ricchezza e benessere anche per loro». Il sindaco di Conza, Farese, non nasconde l’amarezza per come sono stati impiegati i fondi della ricostruzione: «Abbiamo completato le opere, è vero, ma avremmo avuto bisogno di maggiori infrastrutture. Ancora oggi l’Ofantina è l’unica arteria di collegamento. E su 50 mila miliardi di vecchie lire, in Irpinia sono stati spesi solo 5 mila, il resto è andato altrove, quasi tutto a Napoli». Il sindaco di Conza è preoccupato per l’avvenire: «I nostri figli non hanno certezze per il futuro. Noi, almeno, avevamo la prospettiva dell’emigrazione. Oggi invece la crisi è mondiale, non riguarda solo l’Irpinia». E il suo collega di Sant’Andrea di Conza, Gerardo D’Angola, non si nasconde: «Come amministratori stiamo cercando di tutelare i nostri territori. Ma ciascuno pensa solo al proprio orticello. Manca un coordinamento, non ci rendiamo conto che tutti insieme possiamo avere più potere. Ecco, forse avremmo bisogno di mettere alle spalle la disgregazione di questi anni e di ritrovare quel senso di solidarietà che si respirava dopo il terremoto, quando vivevamo nella tendopoli». © RIPRODUZIONE RISERVATA


la Repubblica GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

@

LETTERE&COMMENTI

■ XII

M

DOVE INVIARE LE LETTERE “La Repubblica”, Riviera di Chiaia 215, 80121 Napoli; napoli@repubblica.it; via fax al numero 081 498 285

IL MOVIMENTO DI RENZI PRENDE CORPO ANCHE QUI

LA SVIMEZ SPOSTA AL SUD LA FRONTIERA DELLO SVILUPPO

UMBERTO DE GREGORIO

PIETRO SOLDI

M a siamo proprio sicuri che la “politica” sia inesorabilmente morta? Che i giovani non abbiano più voglia di fare politica, di appassionarsi, di creare movimento? Se non si lascia spazio ai giovani non c’è futuro per questo paese. Ma se i giovani aspettano che i vecchi si facciano da parte, che cambi prima qualcosa perché poi loro si possano inserire, allora non c’è speranza. Ma finalmente i giovani iniziano a capirlo: che non basta aspettare, occorre agire. Prenderselo lo spazio, non aspettare che qualcuno te lo ceda. Nella libreria “Eva Luna” a piazza Bellini, lunedì pomeriggio, vi erano almeno un centinaio di ragazzi, provenienti per lo più dai licei della Napoli bene; trascinati — sull’onda del movimento del sindaco di Firenze Renzi, teso alla rottamazione della vecchia obsoleta classe dirigente del Pd — dall’entusiasmo del diciannoven- plicemente quello di ri-appropriarsi del ne Francesco Maselli. Già candidato più possibile. L’entusiasmo di Francesco è giovane d’Italia del Pd alle ultime ele- contagioso, eppure non c’è traccia di zioni regionali, Francesco manifesta estremismo, di radicalismo, di ideolouna passione viscerale e irrefrenabile gia o di idealismo. Quest’entusiasmo, di per la politica; ma senza estremismi, volere spazio per rendere il nostro terricon pragmatismo e lucidità. Francesco torio umano e possibile, è una risorsa è una vera e propria sfida alle coscienze enorme. Francesco chiede spazio e indella borghesia avvilita e sconfitta della tende prenderselo. Chi è logorato dalla sfiducia e dalla rassegnazione ha almenostra città. Un sabato sera di qualche settimana no il dovere di sorridergli, di dargli una fa, nel salotto di amici, si discuteva del- mano, di non farlo apparire un folle vil’eterno dilemma: è ancora possibile fa- sionario. re politica, senza un fine che non sia Se il Pd non riesce a far emergere nuoquello immediato della conquista del ve entusiasmi al proprio interno, il suo potere o del successo nell’impresa o destino è segnato. Non c’è spazio per nella professione? È possibile trasfor- un partito che non sa far sognare (come mare l’esistente immergendosi nella invece fa Vendola) e non sa nemmeno realtà politica oppure l’immersione essere indicatore di un percorso modeporta inesorabilmente all’adattamen- rato alternativo a Berlusconi. L’espeto, improduttivo e fine a se stesso? E se rienza delle primarie di Milano mostra non è possibile fare politica con l’obiet- chiaramente che un partito com’è oggi tivo di cambiare dall’interno i partiti esi- il Pd, senza un’identità precisa e definistenti, allora che cosa fare per combat- ta tra il terzo polo e la sinistra radicale, tere il degrado esistente, in modo co- non è vincente. Rischia di erodersi e struttivo e non meramente anarcoide? perdere pezzi e consensi, giorno dopo L’aria che si respirava da Eva Luna era giorno. La rottamazione che chiede leggera, sostenibile, possibile. France- Renzi la vogliono in tanti e non è solo sco e i suoi amici, ventenni della Napoli della vecchia classe dirigente, ma anbene, hanno un sogno semplice: poter che delle vecchie idee e dell’attuale fare “politica”. Non hanno in mente un (inesistente) strategia. mondo di sogni ma un sogno che è sem© RIPRODUZIONE RISERVATA

(segue dalla prima di cronaca)

È

È una prospettiva realistica, se una politica nazionale di sviluppo sa cogliere tutte «le opportunità offerte dai nuovi settori di sviluppi legati all’innovazione, alle competenze, all’economia verde», e su queste basi far diventare il Mezzogiorno la piattaforma europea proiettata verso lo spazio, oggi strategico, del Mediterraneo. Senza un motore economico nazionale ad alto numero di giri e competitivo sui circuiti dell’intero mondo, il Mezzogiorno non avrebbe la spinta efficace per raggiungere con sicurezza e in tempi ragionevoli lo stadio dello sviluppo maturo. Ma questa visione non è propriamente la stessa del Piano per il Sud studiato dal governo. Questo ha i limiti di una politica “regionale”, senza essere parte integrante di un piano dia, con le sole poche eccezioni delle spenazionale di grande innovazione. Tremon- cializzazioni di nicchia. La prospettiva che ti, ministro berlusconiano più vicino ai la piccola impresa italiana possa sopravvi“lumbard” di Bossi, ha più volte asserito che vere facendo leva sulla produzione di quail dualismo italiano vede un Nord competi- lità, è un calcolo poco lungimirante e irreativo e allineato con l’Europa, contro un Mez- listico. Nelle economie emergenti, infatti, zogiorno debole che ha bisogno di essere ir- già ci sono segni concreti che stanno acquirobustito per eguagliare la parte forte del sendo le specializzazioni per produzioni Paese. Così ha potuto elogiare la piccola im- qualitative secondo la tradizione che vede presa come «grande ricchezza italiana», va- l’Italia maestra. le a dire come risorsa originale e primaria L’ufficio studi di Mediobanca ha il merito che caratterizza la vitalità economico-so- di studiare l’evoluzione della struttura inciale del Paese. Si può notare che è la stessa dustriale del Paese. L’ultima indagine ridottrina dei leghisti, orgogliosamente attac- guarda un aggregato di 2025 imprese che cati al culto della loro “piccola patria” brian- comprende quelle con oltre 500 dipendenti zola o veneta ricca di piccole e micro impre- e quasi un quarto delle medie, osservate nel se. Ma strumentale o meno che sia la posi- decennio 2000-2009. Ne risulta confermato zione assunta dal ministro dell’Economia, è lo scarso dinamismo del sistema economicerto che essa cozza con i dati della realtà. co nazionale, dal momento che ben il 34,1 Tra industriali e terziarie, l’Italia conta per cento del fatturato del comparto maniuna miriade di imprese. Ebbene le imprese fatturiero è dovuto a imprese a controllo di medie dimensioni (con forza di lavoro che estero, contro il 28,9 delle imprese medionon supera 499 unità e fatturato non supe- grandi e il 16,6 dei grandi gruppi entrambi di riore a 330 milioni di euro) sono meno di un proprietà privata nazionale. E una situaziodecimo del totale. È certo che si tratta di un ne non molto diversa si riscontra nel settore numero inadeguato che rende più debole la terziario. Occorre dire, senza falsa enfasi, che sastruttura industriale italiana rispetto a tutti i grandi concorrenti, un gap storico che i nuo- rebbe singolare se le forze del riformismo vi scenari dell’economia globalizzata aggra- democratico italiano non prestassero punvano ulteriormente. Abbiamo un numero tuale ascolto alle analisi e proposte del granpreponderante di piccole imprese che per di de meridionalismo della Svimez. più operano in settori a tecnologia interme© RIPRODUZIONE RISERVATA


&

SOCIETA’ SPETTACOLI CULTURA

NAPOLI

GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

SPORT

la Repubblica

■ XIII

Dopo la tournée in Cile il soprintendente Rosanna Purchia annuncia i programmi del Massimo

DAL NOSTRO INVIATO ANTONIO TRICOMI ALCA (Cile) — Due rappresentazioni del “Così fan tutte” di Mozart, regia di Giorgio Strehler, al Teatro Regional del Maule di Talca. Sul palco, l’Orchestra e il Coro del Teatro San Carlo diretti da Maurizio Benini. Sono le ultime due date della trionfale tournée in Cile del Massimo napoletano. Tra le quinte si aggira raggiante il soprintendente Rosanna Purchia, figura esile, sigaretta tra le dita. «Decine di migliaia di cileni hanno applaudito questa tournée. Gratifi-

T

“Puntiamo ai diecimila abbonati nel segno della tradizione e del coraggio Aspetto Servillo, Martone e Corsicato” cando con la stessa intensità direttore, cantanti, orchestrali e coristi. Una cosa così non l’ho mai vista», riflette il soprintendente. «Questa è gente che ha le mani aperte, spalancate, mentre da noi i pugni si serrano sempre di più. Una lezione da tenere a mente». Com’è nato il rapporto con il Cile? «Da un’intesa tra i ministeri della Cultura dei nostri due Paesi: nel 2007 il festival teatrale di Santiago promosso dalla Fondazione Mil, diretta da Carmen Romero, venne interamente dedicato al teatro italiano. Da allora abbiamo cominciato a pensare a questa tournée, che nasce intorno a un’idea precisa e forte». Quale? «Il San Carlo come ambasciatore della cultura italiana nel mondo. L’anno prossimo toccherà agli Stati Uniti e all’Argentina, poi ad altri paesi dell’America Latina. Ma intanto, guardando alle cose di casa nostra, dobbiamo lavorare per portare i nostri abbonati a diecimila: attualmente ne sono quattromila. Il grande fotografo Fabrizio Ferri ha rappresentato il San Carlo come la prua di una nave che sta per salpare. Io aggiungerei l’immagine di un cavallo che scalpita». In quale direzione? «I napoletani sono orgogliosi del San Carlo, ma ne hanno anche timore. Da una parte pos-

Progetto

San Carlo siamo contare sugli abbonati storici, un patrimonio inestimabile. Poi però c’è tutto un altro mondo che ci sfugge. Guardando i nostri abbonati mi viene voglia di chiedere loro: ma dove sono i vostri figli, i vostri nipoti?». Ecco, dove sono? «Non è una questione di prezzi: abbiamo anche tariffe accessibili. Le racconto una cosa. Ho studiato ragioneria al Diaz, zona Tribunali. Una mia cara amica faceva gli stessi studi, ma al Mario Pagano, quartiere Chiaia. La sua scuola veniva invitata regolarmente al San Carlo, la mia mai. È uno dei vizi antichi della nostra città».

Una certa visione della cultura, seriosa e magari un po’ classista? «Sì, tutto questo deve cambiare. Noi ci stiamo già lavorando. Con i concerti all’università, le tournée all’estero, l’apertura ad altri linguaggi musicali: l’anno scorso il San Carlo ha ospitato Keith Jarrett e per quanto mi riguarda può tornare quando vuole». Nel 1996 il Massimo chiuse le porte in faccia a Bruce Springsteen, che pure si era esibito a Roma all’Accademia di Santa Cecilia... «Io a uno come lui le porte le avrei spalancate. E vorrei anche Paolo Conte».

“Fuori dalle mura con Paolo Conte e Bruce Springsteen”

Rosanna Purchia

E gli artisti napoletani? «Toni Servillo, Mario Martone e Pappi Corsicato hanno in un passato recente firmato regie per il San Carlo. E anche loro, naturalmente, possono tornare quando vogliono». Diecimila abbonati: come ci si arriva? «Con una programmazione tradizionale, che non sia troppo spiazzante. Con un lavoro serio sulla formazione del pubblico. Ma anche con scelte coraggiose, portando il San Carlo fuori dalle sue mura. Fisiche e metaforiche». © RIPRODUZIONE RISERVATA


la Repubblica

GIORNO&NOTTE

GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

■ XIV

Musica PENGUIN CAFÈ

Alle 21.30, al Penguin Cafè, via Santa Lucia 88, serata jazz con un live dedicato a Red Garland, raffinato pianista di Miles Davis degli anni ‘50. Info 081 764 6815. SANCARLUCCIO

Da domani alle 21 al Sancarluccio, via San Pasquale a Chiaia, lo spettacolo “E io scrivevo canzoni”,

omaggio a Franco Nico a due anni dalla scomparsa, con Pina Cipriani, che canterà i brani incisi da Claudio Villa, Domenico Modugno, Tullio Pane, Nino Taranto, Aurelio Fierro. S’MOVE

Dalle 20.30, allo S’Move, vico dei Sospiri 10, per la rassegna “Who’s next”, appuntamento con Giuliano Grassi. Con lui ai “piatti”, dj Kiko Mauro. Info 081 764 5813.

AROUND MIDNIGHT

FELTRINELLI

Alle 21.30, all’Around Midnight, via Bonito 32/a, il trio formato da Alessandro Liccardo alla chitarra, Alessandro Ricciardi al basso elettrico, Davide Celiento alla batteria e Giada Napolitano alla voce. Info 081 742 3278.

Alle 18, alla Feltrinelli libri e musica, via Santa Caterina a Chiaia 23, Mimì De Maio presenta dal vivo il primo dvd+cd, tra pop acustico, bossanova, swing e blues. Info 081 240 5411.

CASTEL SANT’ELMO

Classica

GOOD FELLAS

Dalle 22, al Good Fellas, via Morghen 34 bis, il cantautore partenopeo Carlo Contocalakis.

CONSERVATORIO

Alle 17, nella Sala Martucci del Conservatorio San Pietro a Majella, il

“Il silenzio imperfetto” mafia e politica a Palermo La copertina del libro “Il silenzio imperfetto” di Aldo Penna

S

Turismo

Paestum, prende il via la Borsa mediterranea L’area dei templi di Paestum sede della Borsa mediterranea del turismo

Prevendite

STANZA DEL GUSTO

BUD SPENCER BLUES EXPLOSION

GUIDO LEMBO

23 novembre Bluestone. Prezzi da definire. POOH

25 novembre Eboli, Palasele. Da 35 a 80 euro. ULAN BATOR

Z-STAR

7 dicembre Bluestone. Prezzi da definire. LE STRISCE

7 dicembre Duel Beat. 5 euro. RAPHAEL GUALAZZI

7 dicembre Arenile Reload. 10 e 15 euro. INFOLINE

Tkt Point 081 529 4939 Concerteria 081 761 1221 Box Office 081 551 9188 Feltrinelli 081 764 2111 Tikketteria 081 038 2711

15.7˚C

Temperatura aria Min 12˚C Max

Umidità massima 85% Pioggia (entro le 17) 27.0 mm Vento forte da Sud Est coperto nessuno 0.4 (basso)

Inquinamento aria** Notte basso Giorno basso

Copertura cielo Disagio climatico

misto moderato

La giornata di ieri è stata più calda, più ventosa e più nuvolosa di quella di cento anni fa.

16˚C

Umidità massima 85% Probabilità pioggia elevata Vento moderato da Sud

Copertura cielo Disagio climatico MED*

Linea 77 Consoli e De Leo

4 dicembre Salerno, Iroko. 10 euro.

Temperatura aria Min 7.1˚C Max

77% 10.4 mm moderato da Nord Ovest

L MOSTRO” dei Linea 77 arriva al Duel Beat di Agnano (uscita Tangenziale, direzione Solfatara) e con il suo furore metal-noise dà il via ad alcuni dei più attesi appuntamenti musicali della settimana. Il quintetto torinese che negli ultimi anni ha guadagnato una considerevole au-

MASSIMO VOLUME

OGGI 18 novembre 2010 16.1˚C

GIANNI VALENTINO

3 dicembre Palapartenope. 18 euro.

CENTO ANNI FA

(Porto: dati ISPRA)

Alle 17.30, al teatro Mercadante, “Tristi Tropici”, spettacolo di danza di Virgilio Sieni, ispirato all’omonimo capolavoro di Claude Lévi-Strauss. Sito 081 551 3396.

BAUSTELLE

2010

Umidità massima Pioggia Vento

MERCADANTE

Live “I

26 novembre Caivanoarte. 10 euro. 28 novembre Pompei, Magazzini San Gennaro. Gratis.

Alle 21, la sartoria napoletana Basile in una sfilata di moda statico al Bar degli Artisti a Portici, corso Garibaldi 131, presenterà creazioni di alta tradizione sartoriale. Partecipa lo stilista Sebastiano Basile, vincitore del “Premio Margutta 2010”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

23 e 24 novembre Augusteo. 25 e 35 euro.

POVIA

PORTICI

info www.borsaturismo.com

Temperatura mare 18.9˚C

Danza

Serate

BEPPE GRILLO

Il Comune di Bracigliano (Sa) cerca due istruttori-geometri per il settore tecnico. Le domande per il concorso dovranno arrivare entro le 12 del 6 dicembre. Info: comune. bracigliano. sa. it. Dalle 20 alle 22.30, al Bluestone, via Alabardieri 10, i Norwegian Happy Hour, aperitivi a base di finger food di stoccafisso organizzato dal Norwegian Seafood Export Council. Info 081 423 8455.

I

Sabato Salerno, Iroko. 10 euro.

LAVORO

BLUESTONE

nizia oggi a Paestum la XIII edizione della Borsa mediterranea del turismo archeologico, che durerà sino a domenica. Ad aprire l’appuntamento ci saranno, alle 10 nell’hotel Ariston, il presidente della Regione Caldoro ed il presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli. Tra le iniziative che puntano l’attenzione sull’archeologia, in un momento tanto delicato per il nostro patrimonio dell’antichità, quella del Cnr: la possibilità di viaggi virtuali nel passato grazie a telefonini di ultima generazione, candidati a diventare insostituibili “guide” turistiche. (b. d. f.)

Copertura cielo Disagio climatico MED*

Appuntamenti “Fucina in cucina” è l’iniziativa che si presenta alla Stanza del Gusto (via Costantinopoli, 100). Lo chef Mario Avallone e le tecnologhe alimentari Filomena Grasso e Mena D’Avino cercheranno di far andare a braccetto tradizione gastronomica con scienza e tecnologia. La prima “LudoCena” è stasera dalle 20.30, a base di “Carciofi e Castagne”, poi ci sarà Finocchi e Friarelli, e infine Patate e Papacelle. (081401578; 348 3396161).

i presenta oggi alle 18, nella libreria Feltrinelli di via San Tommaso D’Aquino, il libro “Il silenzio imperfetto”, romanzo di Aldo Penna che affronta il tema del rapporto tra mafia e politica raccontando - dal punto di vista di un giornalista, un cronista - gli ultimi decenni della storia di Palermo, dal sacco della città ai delitti di mafia eccellenti avvenuti nel capoluogo siciliano. Un romanzo capace comunque di svelare connivenze tra mafia e Stato, di spiegare l’evoluzione dei sistemi mafiosi, di puntare l’indice sulla gestione del potere dei media. Ne discutono con l’autore Giustino Fabrizio e Tano Grasso. Info www.lafeltrinelli.it

Temperatura aria Min 11.9˚C Max

Alle 21, a Castel Sant’Elmo, l’Insieme strumentale di Roma del violinista Giorgio Sasso propone un intrigante percorso bachiano attraverso i “concerti ricostruiti”.

Biglietti da 25 a 15 euro, ridotto giovani 8 euro, last minute fino a 31 anni 3 euo. Info 081 406 011.

I concerti

Romanzo

IERI 17 novembre

concerto dell’Ensemble del Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila, costituito da giovani aquilani tra i 18 e i 25 anni, per ricordare il 6 aprile 2009. Info 06 324 2440.

coperto nessuno 0.4 (basso)

Inquinamento aria** Notte basso Giorno basso

* 1 MED = radiazione UVB, emessa dal Sole dalle 12 alle 13, causa di eritema in individui di carnagione chiara (fototipo II). I valori UVB oscillano tra 0 e 3 MED. ** calcolato a partire dalle differenze di temperatura tra le stazioni di Monte Faito, Vesuvio, Nuovo Policlinico, Jolly Hotel, Università Federico II e Porto.

A cura di Adriano Mazzarella responsabile Osservatorio Meteorologico - www.meteo.unina.it Dipartimento di Scienze della Terra - Polo delle Scienze e delle Tecnologie - Università di Napoli Federico II Elaborazione grafica Centimetri.it

dience anche all’estero – specie dopo le produzioni Usa affidate a Toby Wright, già padrino di Korn e Alice in Chains – torna a esibirsi in città in occasione del “Tanto peggio per i fatti Tour”, che sceglie il golfo come primo palco del loro viaggio autunnale. La band di Emo (voce), Nitto (voce), Dade (basso), China-

Farmacie Notturne Chiaia - Via Filangieri 67, Via M. Schipa 25, Via F. Giordani 52; Posillipo -Via Manzoni 26F, Via Petrarca 173; Centro S. Ferdinando - Piazza Municipio 54; Vicaria, Porto, Mercato, Pendino - Corso Umberto I 290C; Via Arenaccia 106; Calata Ponte Casanova 30; Colli Aminei - Viale Colli Aminei 249, Via M. Pietravalle 11; Vomero, Arenella - Via Cilea 124, Via Merliani 27, Via Simone Martini 80, Piazza Muzi 25, Via Scarlatti 85; Fuorigrotta Bagnoli - Piazza Marc’Ant. Colonna 21, Via Acate 28, Via Leopardi 144, Via Caio Duilio 66, Via Ruggiero 40, Via Cavalleggeri d’Aosta 11; Soccavo - Via P. Grimaldi 76, Via Epomeo 487; Pianura - Via S. Donato 18, Via Provinciale n. 18; Stella, S. Carlo, Arena - Calata Capodichino 123, S. Teresa al Museo 106; Miano, Secondigliano - C. Secondigliano 174, Via V. Janfolla 642; Chiaiano, Piscinola, Marianella - Via S. Maria a Cubito 441, Via E. Scaglione 24, Via Plebiscito 18; B. Barra, Ponticelli, S. Giovanni - Corso S. Giovanni a Teduccio 102; Avvocata S. Lorenzo - Corso Garibaldi 218, Piazza Dante 71

ski (chitarra) e Tozzo (batteria) nella Sala 3 suonerà le canzoni dell’album “10” pubblicato la scorsa primavera per Universal, nel quale è contenuto anche il singolo “Aspettando meteoriti” il cui videoclip è interpretato da Fabio Troiano, che presto vedremo sul piccolo schermo nel ruolo di Massimo Troisi, per la fiction-biopic che

ne racconterà affetti e genialità comiche. Non mancheranno ovviamente i classici dai cd precedenti, ossia “Horror Vacui”, “Available for Propaganda”, “KEt.CH.UP. SUi.Ci.De.”, e dal debutto “Too Much Happiness Makes Kids Paranoid”, che segnalò il gruppo dopo tanta gavetta a ritmo di cover del repertorio Rage Against the Machine

Per viaggiare

TRENI Metronapoli Infoline 800 568 866 Metropolitana Linea 1 Metropolitana Linea 6 Funicolari www.metro.na.it Ferrovie dello Stato Centralino 081 567 111 Cali center 199 303 060 www.ferroviedellostato.it Ferrovia Alifana Centralino 081 7897 111 Cali center 800127157 Trenitalia Cali center 892 021 Metropolitana Linea 2 www.ferroviedellostato.it Circumvesuviana Cali center 800 053 939 www.vesuviana.it SEPSA Cali center 800 001 616 Circumflegrea - Cumana www.sepsa.it

NAVI Metrò del mare Cali center 199 600 700 www.metrodelmare.it Alilauro 081 4972 222 Cali center 199 600 202 www.alilauro.it Alicost Call center 081 4972 222 www.volaviamare.it Navigazione libera del golfo Call center 081 5520 763 www.navib.it Caremar Call center 892 123 www.caremar.it Linee marittime partenopee 081 7041 911 www.consorziolmp.it Snav Call center 081 4285 555 www.snav.it Ustica Lines Informazioni prenotazioni 0923 873 813 www.usticalines.it

Medmar Collegamenti da/per le isole di Ischia e Procida dai porti di Napoli e Pozzuoli Call center 081/333.44.11 e mail: informazioni@medmarnavi.it sito internet: www.medmarnavi.it

VOLI Aeroporto di Napoli Capodichino Informazioni call center 848 888 777 Assistenza bagagli smarriti 199 280 180 Gesac 081 7896 111 www.portai.gesac.it

AUTOBUS ANM Call center 800 639 525 www.anm.it CTP Call center 800 482 644 www.ctpn.it AUTOLINEE Call center 800 001 616 www.sepsa.it


la Repubblica GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

@

GIORNO&NOTTE

NAPOLI Montecalvario 16, lo spettacolo “Brand”, da Henrik Ibsen, regia Tommaso Tuzzoli. Info 081 497 6267.

Teatro ACACIA

Alle 21, al teatro Acacia, “Il giorno della civetta”, di Leonardo Sciascia, adattamento teatrale di Gaetano Aronica, regia di Fabrizio Catalano. Con Sebastiano Somma, Orso Maria Guerrini. Ingresso da 15 a 30 euro. Info 081 556 3999.

ELICANTROPO

Alle 21, al teatro Elicantropo lo spettacolo “Marat Sade Talk Show”, dal “Marat Sade” di Peter Weiss, nell’adattamento e la regia di Carlo Cerciello. Info 081 296 640.

NUOVO

LE NUVOLE

Alle 21, al Nuovo Teatro Nuovo, via

Alle 9.30 e alle 11.30, al teatro Le

Nuvole, Edenlandia, viale Kennedy, lo spettacolo interattivo in lingua inglese, “The gost of Canterville”. Da 8 anni. Sito www. lenuvole. com. GALLERIA TOLEDO

Alle 21, alla Galleria Toledo, lo spettacolo “(mai) scritto da Antonio Rezza”, di Flavia Mastrella Antonio Rezza, con Antonio Rezza, Ivan Bellavista. Ingresso 15 euro. Info 081 425 037.

DIANA

Alle 21, al teatro Diana, via Luca Giordano 64, la prima dello spettacolo con Greg e Lillo, “Intrappolati nella commedia”. Regia di Mauro Mandolini. Info 081 418 134.

PER SAPERNE DI PIÙ www.teatrosancarluccio.com www.lafeltrinelli.it

dell’Olio 49/59, film per bambini, “La volpe e la bambina”, di Luc Jacquet. Ingresso 4 euro. Info 081 580 0254.

Libri UBIK

Cinema MODERNISSIMO

Alle 16.30, al cinema Modernissimo, via Cisterna

Alle 18, alla libreria Ubik, via Benedetto Croce 28, Luca Raffaelli presenta i volumi “Le anime disegnate” e “Tratti & Ritratti”. Intervengono Sergio Brancato,

e CCCP. Domani il pentagramma cambia radicalmente registro grazie a tre incontri tra loro assai diversi, per location e target. S’inizia alle 18 al megastore Feltrinelli di piazza dei Martiri, dove i fan già scalpitano per ammirare Carmen Consoli. La cantautrice catanese ha pubblicato “Per niente stanca”, il

suo primo “Best of” ufficiale (che in quanto a raccolta si aggiunge ai live da Taormina e per Mtv) che include due differenti cd, contenenti due inediti. Il primo si apre su “Guarda l’alba”, una collaborazione con Tiziano Ferro che ha sorpreso non pochi ascoltatori delle radio. Nel secondo, invece, spicca l’invettiva “AAA cercasi” che

FUORIGROTTA - BAGNOLI

VOMERO - ARENELLA

ha già ispirato gli internauti a comporne un video che denuncia l’affaire Berlusconi-Ruby. Così per l’artista siciliana ci sarà l’occasione di un appassionato faccia a faccia con il pubblico napoletano, da sempre tra i più ricettivi delle sue creazioni: da “Mandaci una cartolina” a “Parole di burro”, da “Amore di plastica” a “In bianco e nero”. Al Kinky Bar di via Cisterna dell’Olio, il venerdì reggae accoglie stavolta le rime palpitanti dell’Africa Vibrations, progetto con King Abou, dj Sam Afro e Jah Freddy. In scaletta, la passione per gli anni Ottanta e la musica ska-dancehall, come evidenziano le collaborazioni con Pummarola Crew e Ass’ e mazz’. A chiudere la spedizione musicale ecco all’auditorium di Caivano (in via Necropoli) l’happening che vede protagonisti il quartetto del vocalist John De Leo e Walton Zed. L’ex front-man dei Quintorigo oggi viaggia in profondità nella sua ricerca vocale tra canzoni astratte e alchimie acusticoelettroniche, quelle di “Vago svanendo”, e domani sarà supportato dall’artista abile nel jazz elettronico, che sul palco è circondato da piano a soffietto, grammofono e tecnologie aliene. Grazie alle quali realizza cover come “Via con me” di Paolo Conte. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Info www.linea77.com www.carmenconsoli.net www.johndeleo.it

Musei

Mostre

SAN MARTINO

T293

Oggi, in occasione della celebrazione della festività di Sant’Ugo di Lincoln, apertura straordinaria della cappella a lui dedicata presso la Certosa di San Martino (Largo San Martino 5). Si terranno quattro visite guidate a cura degli assistenti museali: alle 10 e alle 12 e alle 16 e alle 18. Nella cappella vi sono affreschi di Stanzione, Vaccaro e di Belisario Corenzio.

Domani alle 19 la galleria T293 inaugura “Adunchi”, la seconda personale di Alberto Tadiello (via Tribunali 293. Aperta al pubblico fino al 16 gennaio lunedì-venerdì ore 12-19).

EMEROTECA TUCCI

L’assessore regionale alla cultura Caterina Miraglia inaugura questa mattina, nella sede dell’Emeroteca del Palazzo delle Poste, la mostra Quattro secoli di stampa cattolica attraverso i periodici esclusivi e rari posseduti dalla Tucci, che fa da cornice alla presentazione del Dizionario storico delle diocesi della Campania. I due avvenimenti sono stati organizzati dall’EmerotecaBiblioteca Tucci e dall’Ucsi Campania Saranno presenti il vescovo ausiliare Antonio Di Donna, gli studiosi Anna Carfora, Marcella Campanelli, Giovanni Liccardo e Sergio Tanzarella, curatore del volume. Sarà esposta una selezione di 85 giornali e riviste italiani, francesi, belgi, spagnoli e svizzeri dal 1728 al 2009 (14 sono esclusive per l’Italia). La mostra resterà aperta fino al 30 novembre.

PISCINOLA

P.zza Muzi, 24 Tel. 0815783571 - 5563156

MELILLO

la FARMACIA

Angolo P.zza Nazionale - Cal. Ponte diCasanova, 30

MERGELLINA

Tel. 081260385 - Aperta Giorno e Notte

di De Luca - Dott.ssa Felicia Via Pebliscito, 18 (sotto il ponte della 167) Tel. 081 5852910 - Gruppo Di Giacomo

APERTA TUTTI I GIORNI

ore 8.30 - 13.30 - 15.30 - 21.30

SANT’ ANTIMO

DEL CORSO Corso Michelangelo, 212 Tel. 081.3953463 APERTA DAL LUNEDI AL VENERDI

ore 8.30 - 13.30 - 15.30 - 20.30 Sabato ore 8.30 - 13.30

Viale Cavalleggeri d’Aosta, 11 Tel. 0812301018 - Fax 0815705821

APERTA GIORNO E NOTTE Via F.Giordani 52/54 (Angolo via A. D’Isernia) Napoli - Tel. 081.66.76.73

POSILLIPO

CHIAIA - RIVIERA

GRILLI

KERNOT

LORETO

Via Pittore, 189 Tel. 081.5749411

Via Petrarca, 173

Dott. Teresa Gallo - Via M. Schipa, 25-33 (Adiacente ospedale Loreto Crispi) Omeopatia - Tel. 081 7613203

Tel. 0815752610

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Riviera di Chiaia 169 Napoli (adiac. S Maria in Portico) Tel/fax 081.680000

Tel. 0812391641-0812396551

AUREA

N

Piazza San Pietro, 12 Tel. 081.8857446

Via Arenaccia, 106/D Tel. 0817807109

CAVALLEGGERI

PALAZZO REALE

Nella Sala Dorica di Palazzo Reale si apre la mostra fotografica “Kastellos. Architettura Rom in Romania” di Massimo Vicinanza (fino all’11 dicembre lun-dom ore 9- 14, chiusa il mercoledì). La mostra sarà preceduta da una tavola rotonda che si svolgerà alle 16.30 nella Sala Conferenze di Palazzo Reale e alla quale interverranno architetti, ingegneri e storici dell’arte italiani e rumeni. Vernissage domani alle 19.

ella galleria di Alfonso Artiaco l’artista inglese Darren Almond propone l’installazione “As It Is” (Così com’è): un grande monumento al lavoro pesante e faticoso dei minatori. A parte l’episodio recente dei cileni rimasti intrappolati sotto terra per settanta giorni, le telecamere di solito non prestano attenzione alla realtà del lavoro pesante. Almond volge lo sguardo d’artista a questo pezzo di mondo sempre più costretto a doveri e privo di diritti e in un film di 35 minuti, “Bearing” (sopportazione) del 2007, restituisce dignità e attenzione ai minatori dell’isola di Java. Lungo le pareti della galleria corrono 27 placche in ferro, alluminio e bronzo, che ossessivamente riportano la scritta “Work” (lavoro), e dialogano con altre tre su cui è inciso “Inferno, Purgatorio e Paradiso”. Nel nuovo Project Space di Artiaco l’artista Marco Neri cerca invece una forma di realtà nell’astrazione della pittura, dipingendo in bianco e nero, case, elementi architettonici, su tela (piazza dei Martiri, 58. Fino al 12 gennaio lun-sab 10-13.30 e 16-20). Alla Fondazione Morra Greco all’Anticaglia l’artista Giulia Piscitelli ha fatto dei rifiuti un progetto espositivo: “Beige”. Ne ha trovato alcuni per lei “speciali” — vecchie diapositive del Labor Day a Detroit nel 1956 e una pellicola in super otto di due donne sconosciute — buttati via nei pressi del Consolato americano e da inservibile memoria quali erano sono diventati arte. Impossessarsi della memoria altrui, anonima, abbandonata per strada, come può avvenire solo in una città che lascia a terra per molto tempo i suoi rifiuti, Napoli, è quello che ha messo in scena la Piscitelli. Al primo piano della Fondazione, “Casio Pay” è l’altra installazione di Cezary Bodzianowski dedicata al concetto di perdita di tempo nella società attuale. Il titolo è un gioco di parole che associa ironicamente la popolare marca di orologi al termine inglese “pay”, pagare. Nelle sue performance in giro per il centro storico, Bodzianowski considera il tempo come una materia flessibile, che può essere continuamente manipolata, spostata, sottratta e trasformata in qualcos’altro (Largo Avellino, 17, info per visite 081 210 690). (renata caragliano)

CHIAIA

Tel. 0815781302 - 081 5567261

SAN CARLO

In occasione di “Viaggio di ritorno” per il Forum Universale delle Culture 2013 si aprono due mostre nella sede ufficiale del forum, all’ex Asilo Filangieri a vico Maffei 4, a cura di Simona Perchiazzi. La prima, “Reaction Poetique” è un’esposizione di sessanta gioielli di Chiara Scarpitti realizzati in seta stampata, oro e una installazione, la seconda “La materia della forma” espone fusioni di pietra lavica e materiali piroclastici del Vesuvio di Filippo Ianniello. Opening domani alle 19.

SELLITTI

C.so Garibaldi, 219 (P.zza Carlo III) Tel. 081449306 - 081458711

Tel. 0812395467

FORUM CULTURE

ACERRA

GRILLI

Via Caio Duilio, 66 - Fuorigrotta

La installazione di Darren Almond “As It Is” in mostra alla Galleria Alfonso Artiaco

PISANI

Via Scarlatti, 79/85 (P.zza Vanvitelli)

(200 mt. a sx dall’uscita del tunnel di Fuorigrotta)

Artiaco e Morra Greco installazioni contemporanee

SAN CARLO

COTRONEO

24 ORE TUTTO L’ANNO

Dalle 9.30 alle 17.30, presso l’Orientale, largo San Giovanni Maggiore 30, per il ciclo di incontri su Camus e Pasolini, interventi di Marcoantonio Bazzocchi, Hervé Joubert-Laurencin, Jacques le Martinel, Oreste Lippolis, Samantha Novello.

APERTI TUTTE LE DOMENICHE E FESTIVI

P.zza M. Colonna, 21 - Via Lepanto

FERRARA

FEDERICO II

VICARIA - MERCATO PENDINO - POGGIOREALE

CANNONE DE TOMMASIS

Gino Frezza, Bruno Brindisi. Modera Pino De Stefano.

Arte

ARTISTI La band Linea 77 Sotto, John De Leo In basso a sinistra Carmen Consoli

■ XV

SAN GIORGIO A CREMANO

APERTA DAL LUNEDI AL VENERDI

ore 8.30 - 13.30 - 15.30 - 21.30 Sabato ore 8.30 - 13.30

PROLUNGAMENTO SERALE FINO ALLE 22.30


la Repubblica GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

@

WEEKEND Capua

PER SAPERNE DI PIÙ www. agrinegri. it tel 089958561

Grottaminarda

Benevento

Caserta A30

i signori del vino

■ XVII

il posto insolito

Marcianise

C’è la bella Raito nel rosso “Ragis” he nome dare a questo rosso sontuoso, che ha eleganza e furore? Intervenne l’associazione “Habitat” che di Raito studia bellezze e passato. Eccolo: “Ragis”, guerriero longobardo. Patrizia Milanga arriva al vino attraverso l’amore per un vigneto. Dal degrado allo splendore, merito suo: 17mila metri quadri, da vedere. Fantastico scenario, ma che fatica con le viti su terreni a terrazze. Patrizia in vigna, Fortunato Sebastiano ed ora anche Gennaro Reale gli enologi. “Casa del nonno 13” e le migliori tavole amalfitane e sorrentine hanno “Ragis”, un anno in tonneau da 500 litri, 80% aglianico e 20% piedirosso. Morbido, intenso, sembra espandersi, profumi lunghi di frutta rossa, più more che ciliegie, consistente nota di selva. Solo poche migliaia di bottiglie con un gran vino, 17 euro. “Le vigne di Raito”, Vietri sul Mare, 328 8651 452 (a. c.)

Avella E842 Monteforte Irpino

Somma Vesuviana

C

© RIPRODUZIONE RISERVATA

“Pentola d’oro” la cucina di Lioni

A16 Caivano

Volturara Irpina

Sarno

Napoli Torre del Greco

A3

Fisciano Angri

IL TREKKING NEL PARCO

Avellino

Sorrento

Salerno Cetara

Battipaglia

Amalfi

Il Parco del Frassineto è un’oasi di oltre 90 ettari sulla pendice occidentale dei monti Picentini

Alla scoperta del Parco del Frassineto DONATELLA BERNABÒ SILORATA CI SONO posti in Campania che, per loro fortuna, sono sconosciuti al turismo mordi e fuggi, lontano dai soliti circuiti; luoghi e indirizzi che invece gli stranieri custodiscono gelosamente e passano solo agli amici più cari. Uno di questi è certamente l’agriturismo Barone Negri a Gaiano di Fisciano, una manciata di chilometri da Salerno. È la casa di Monica Negri e del suo compagno Gianni, milanese innamorato del Sud: una vecchia casa di famiglia, ristrutturata con amore e oggi aperta a chi cerca silenzio, natura, buoni sapori. Una destinazione perfetta per trascorrere una domenica in campagna, magari con i bambini. L’agriturismo è immerso in otto ettari di bosco di noccioli, ulivi e castagne. C’è una piccola fat-

toria di animali con l’asinella Serafina, i daini, i conigli e le caprette. Per tutto il mese di novembre, Monica e Gianni, propongono i weekend autunnali con passeg-

dormire forse sognare

La cucina sana del Barone Negri agriturismo Barone Negri dispone di 7 camere doppie, tutte con bagno e arredate con gusto. Ci sono inoltre piscina, sauna e un bel giardino. Il ristorante gestito dalle cuoche del posto offre una cucina sana e genuina con prodotti dell’azienda che è a regime biologico. Da portare a casa sono i biscotti con le nocciole. (d. b. s.)

L’

© RIPRODUZIONE RISERVATA

giate nel bosco a caccia di funghi e raccolta di castagne e olive. Per i più piccoli ci sono i percorsi didattici in fattoria, per gli adulti i corsi di cucina con le cuoche del posto: paste fatte in casa, conserve e cinghiale in umido. I dintorni offrono tanti itinerari: a tre chilometri c’è Lancusi dove si mangia uno dei gelati più buoni d’Italia. A due chilometri c’è il Parco del Frassineto: un’oasi naturalistica di oltre 90 ettari ricoperta interamente da bosco ceduo, sulla pendice occidentale dei Monti Picentini. Il parco a circa 700 metri di altitudine offre tre sentieri, perfetti per il trekking: una serie di pannelli illustrano le specie boschive e la fauna dell’area. Vi si arriva dal raccordo autostradale SalernoAvellino con uscita a Lancusi. Da qui si segue la strada per Gaiano. © RIPRODUZIONE RISERVATA

e ne vanno in cinque, una famiglia distrutta. Il terremoto lo riporta a casa. Il padre sembra piegarsi alla nostalgia di un paese e di chi non vede più, figlie, nipoti, cugini. Franco Di Sapio è un emigrante di successo: locali di mare in Romagna, poi le nevi di Ortisei. Ma deve tornare. “La Pentola d’oro” è il trionfo della speranza. In due sale c’è tutto l’orgoglio irpino: cancella quello che sa, propone ricette di casa. Tagliere superbo con carmasciano, sopressa e capocollo. Zuppe di fagioli e cicerchie con olio di ravece. Gran ragù: “maccaronaro” lionese, agnellini dei pastori amici, grigliate fumanti, dolci della moglie Teresa, vini di Venticano da “Struzziero” a “Rocca dell’Angelo”. La cortesia di Franco è immensa come il suo faccione sereno. L’oste e l’uomo meritano il viaggio. 25 euro. “Pentola d’oro”, Lioni (Avellino), 0827 46102 (a. c.)

S

© RIPRODUZIONE RISERVATA


la Repubblica GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

@

SPORT

■ XVIII

Super Cavani non si ferma più

PER SAPERNE DI PIÙ www.sscnapoli.it www.napoli.repubblica.it

Il protagonista

“Che soddisfazione, bomber assieme a Samuel Eto’o” PASQUALE TINA

Il tacco di Lavezzi lancia Messi in gol

TUTTI pazzi per Cavani. Napoli e naturalmente l’Uruguay. Il ct Tabarez non può farne a meno. Non ci rinuncia neanche per le amichevoli (stanotte s’è giocata la sfida con il Cile) e ha creato più di qualche grattacapo a Mazzarri che sperava di poterlo far rifiatare durante la settimana. Niente da fare, valigie pronte e transvolata oceanica. Senza recriminare, però. Il sorriso è quello di un ragazzo educato e molto disponibile. L’azzurro e il celeste della sua nazionale quasi si confondono e il Matador li sceglie en-

L’Uruguay non rinuncia al Matador convocato anche contro il Cile Problemi per Mazzarri trambi, onorandoli con una caterva di gol. Non per niente è sul trono dei bomber della serie A assieme a Samuel Eto’o. Un primato dedicato agli scettici che lo definivano un buon attaccante, ma senza la cattiveria giusta in area di rigore. I numeri dicono tutt’altro, Cavani non ha alcuna rivincita da prendersi: «Ci mancherebbe. Il mio mestiere è segnare». E adesso lo sta facendo nel migliore dei modi. Senza esaltarsi, però: «Sono molto tranquillo, so come funziona questo

obiettivo che può essere alla portata: «E’ difficile — ha detto subito dopo la doppietta con il Parma — ma possiamo arrivare tra le prime quattro». La ricetta è già pronta. Sudore e sacrificio al servizio dell’incredibile talento di un ragazzo semplice che è lontano anni luce dal prototipo del calciatore. «Poi ci sarà la Coppa America. Vorrei tanto vincerla. Ci proveremo». Ma prima la sfida con il Bologna. Mazzarri lo aspetta domani e spera che non sia troppo stanco.

IL VIZIO dell’assist (stavolta di tacco) Lavezzi non lo perde neanche con l’Argentina. Anzi. Perché confezionare il gol della vittoria, realizzato dall’amico Leo Messi, contro gli eterni rivali del Brasile, è uno sfizio immenso. Entra nella ripresa al posto di Higuain e rivitalizza la manovra offensiva della sua nazionale. Il ct Batista può esultare, il 25enne di Villa Gobernador Galvez è un protagonista assoluto. Mazzarri lo aspetta per oggi assieme a Sosa in vista della sfida con il Bologna. Pronti a rientrare anche Yebda, Hamsik (solo un tempo con la Slovacchia, sconfitta in casa 3-2 dalla Bosnia) e Dumitru che ha festeggiato il gol (su punizione) con l’Italia under 20. La prodezza non basta ad evitare il ko contro la Germania. Ripresa, intanto, la preparazione a Castel Volturno. Aronica continua le terapie, al suo posto dovrebbe giocare Santacroce. Sta meglio, invece, Dossena, pronto a rientrare sulla fascia sinistra. A destra ballottaggio tra Maggio e Zuniga. Mazzarri ha accolto nel centro tecnico l’allenatore e i dirigenti dell’Fc Kamaz, squadra russa di serie B. Assisteranno agli allenamenti per tutta la settimana per carpire i segreti del Napoli. I curiosi, invece, non sono ammessi. Rimontate, infatti, le reti di protezione per evitare sguardi indiscreti. Nessun divieto per la nuova foto di gruppo che è visibile a tutti all’ingresso della sede. E i flash continuano: i giocatori sono impegnati nella realizzazione del nuovo calendario. (p. t.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Cavani in azione mondo». Un attimo prima hai addosso le luci della ribalta, quello dopo sei oggetto di critiche. Ma il 23enne di Salto è abituato alle “montagne russe”. La sua filosofia è una garanzia di successo: «Vivo alla giornata, non mi pongo obiettivi lontani nel tempo». Ma stare lassù, in compagnia di Eto’o gli piace da matti: «E’ ovvio, è un motivo di grande soddisfazione. Devo continuare ad allenarmi in questo modo e fare una vita sana. Solo così si raggiungono risultati importanti».

Cavani ha fame di successi. Si sta affacciando da protagonista nel grande calcio e il ruolo di comparsa non gli piace: «E’ cominciato tutto con i Mondiali. Abbiamo conquistato il quarto posto e adesso il nostro movimento è più rispettato». Poi Napoli e una città ai suoi piedi, sedotta dalle prodezze che hanno cancellato il ricordo di Fabio Quagliarella. Ma non ha intenzione di accontentarsi. Il 2011 sarà l’anno della definitiva incoronazione. Diventerà papà e tenterà la rincorsa alla Champions League,

NAPOLI - AGNANO Via E. Scarfoglio, 73 Tel. 081.5700110 www.autostar/it/ita/tata


la Repubblica

CINEMA CINEMA

GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

■ XIX

NAPOLI

ORARI

SERVIZI

AMBASCIATORI

Via Crispi, 33 - 0817613128

MASCHI CONTRO FEMMINE

16.1518.15-20.30-22.40(€ 7,00)

AMERICA HALL APPUNTAMENTI COL CINEMA DI QUALITÀ NOI CREDEVAMO

16.30-19.00-21.30 16.30(€ 5,00)19.30(€ 7,00)

★ SALA 1 ▲ SALA 2 SALA 2 ▲ SALA 3 SALA 4

16.00(€ 5,00)18.30-21.00(€ 7,00) 20.20(€ 5,00)22.30(€ 7,00) 16.10(€ 9,00)18.05(€ 10,00) 16.30(€ 5,00)18.30-20.30-22.30(€ 7,00) 16.20(€ 5,00)18.20-20.20-22.20(€ 7,00)

Via Carelli, 7 - 0815782612

DELLE PALME MULTISALA STANNO TUTTI BENE NOI CREDEVAMO

PALMA 1 16.30(€ 5,00)18.30-20.30-22.30(€ 7,00) ■ PALMA 2 17.15(€ 5,00)20.30(€ 7,00) ROSSELLINI 18.30-20.30-22.30(€ 7,50) ROSSELLINI 16.30 MAGNANI 16.30(€ 7,00) MAGNANI 18.30-20.30-22.30(€ 7,00) MASTROIANNI 16.30-18.30-20.30-22.30(€ 7,00)

A I A I A I L

p 126 A L p 114 A I p 300 p 300 p 60 p 60 p 60

A L A L A H A H A H

Via Nuova Agnano, 35 - 0815701712-2301079 ■ TROISI 19.00-21.00(€ 4,00) TROISI 22.50(€ 4,00) ★ TARANTO 17.10(€ 8,60) TARANTO 19.00-21.00-22.50(€ 8,60) DEI PICCOLI 17.10(€ 8,60)

MARTOS METROPOLITAN www.cinemetropolitan.it PASSIONE DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

A L

Via Filangieri, 43/47 - 0812512408 ■ ▲ ■ ★ ▲

LA PERLA www.cineteatrolaperla.it PASSIONE LA SCUOLA È FINITA CATTIVISSIMO ME SAW - IL CAPITOLO FINALE WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA

p 815 p 130 p 130 p 81 p 100

Via Vetriera, 12 - 081418134

FILANGIERI MULTISALA UNA VITA TRANQUILLA E’ COMPLICATO UNA VITA TRANQUILLA PORCO ROSSO POTICHE - LA BELLA STATUINA

L

p 350 A I A H

SALA 1 ■ SALA 2

ARCOBALENO THE SOCIAL NETWORK BENVENUTI AL SUD WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO STANNO TUTTI BENE

p 349

Via T. Angelini 21 - 0815788982

p 205 p 205 p 410 p 410

A L A L A L A L A H

Via Chiaia, 149 - 081415562 - 899030820

■ SALA 1 SALA 2

16.4518.35-20.25-22.15(€ 4,50) 16.3518.25-20.15-22.25(€ 4,50)

B L

SALA 3 ▲ SALA 4 SALA 5 SALA 6 ★ SALA 7

16.3018.30-20.30-22.30(€ 4,50) 16.5518.50-20.40-22.40(€ 4,50) 16.0018.10-20.20-22.35(€ 4,50) 16.50(€ 9,00)18.40-20.40-22.40(€ 10,50) 16.0018.15-20.35-22.45(€ 4,50)

B L

B L

ESAURIMENTO POSTI

TI PRESENTO UN AMICO UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO MASCHI CONTRO FEMMINE SAW - IL CAPITOLO FINALE THE SOCIAL NETWORK

MED MAXICINEMA - THE SPACE CINEMA www.medmaxicinema.it MASCHI CONTRO FEMMINE DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

SALA 1 SALA 2

B L B L B L B L

Via Giochi del Mediterraneo, 36 - 892111

15.3018.00-20.30-23.00(€ 4,50) 15.5018.00-20.20-22.45(€ 4,50)

p 710 A K p 109 A K

15.3018.00-20.30-23.00(€ 4,50) 15.3018.00-20.30-23.00(€ 11,00) 16.0018.20-20.40-23.00(€ 4,50) 15.3018.00-20.30(€ 4,50) 23.00(€ 4,50) 20.20-22.50(€ 11,00) 15.5018.10(€ 11,00) 15.4518.10-20.35-23.00(€ 4,50) 16.30 19.10-21.50(€ 4,50) 15.3018.00-20.30-23.00(€ 4,50) 16.0018.20-20.40-23.00(€ 11,00)

p 361 p 430 p 109 p 109 p 109 p 164 p 164 p 164 p 191 p 191 p 193 p 204

DOMANI AL CINEMA

FILANGIERI

ESAURIMENTO POSTI

THE SOCIAL NETWORK TI PRESENTO UN AMICO LAST NIGHT UNA VITA TRANQUILLA L’IMMORTALE CATTIVISSIMO ME WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA STANNO TUTTI BENE SALT MASCHI CONTRO FEMMINE BENVENUTI AL SUD SAW - IL CAPITOLO FINALE

★ SALA 3 SALA 4 ▲ SALA 5 ■ SALA 6 ■ SALA 6 ★ SALA 7 SALA 7 SALA 8 SALA 9 SALA 9 ▲ SALA 10 SALA 11

MODERNISSIMO.IT NOI CREDEVAMO LAST NIGHT PASSIONE SAW - IL CAPITOLO FINALE MASCHI CONTRO FEMMINE SAW - IL CAPITOLO FINALE

■ SALA 1 ▲ SALA 2 ■ SALA 2 SALA 3 SALA 4 SALA 3D

16.0018.15-21.15(€ 7,50) 22.30(€ 7,50) 16.15-19.00-20.40(€ 7,50) 17.00-18.45-20.40-22.30(€ 10,00) 16.1518.20-20.30-22.40(€ 7,50) 17.0018.45-20.40-22.30(€ 10,00)

18.00-21.00(€ 4,00)

p 458 p 107 p 107 p 100 p 25

A K A K A K A K A K A K A K A K A L A L A L A L A H H

p 600

KERBAKER 16.30-18.30-20.30-22.30(€ 7,00) BERNINI 16.30(€ 5,00)18.30-20.30-22.30(€ 7,00) ★ SALA BABY16.30(€ 7,00) ■ SALA VANVITELLI 18.30(€ 5,00)20.30-22.30(€ 7,00)

I

p 700 A L p 148 A I L p 43 A H

Via M. Piscicelli, 8/12 - 0815795796 ■

16.30(€ 5,00)18.30-20.30-22.30(€ 7,00)

FUORI CITTÀ

ORARI

p 320 A L

SERVIZI

HAPPY MAXICINEMA c/o Le Porte di Napoli Ipercoop - 0818607136 MASCHI CONTRO FEMMINE WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA MASCHI CONTRO FEMMINE UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO STANNO TUTTI BENE LA SCUOLA È FINITA LAST NIGHT CATTIVISSIMO ME DUE CUORI E UNA PROVETTA TI PRESENTO UN AMICO PARANORMAL ACTIVITY 2 L’IMMORTALE PORCO ROSSO THE SOCIAL NETWORK SAW - IL CAPITOLO FINALE DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

A K

Via Kerbaker, 85 - 0815563555

VITTORIA UNA VITA TRANQUILLA

A K

Via A. Camillo De Meis 58 - 0815967802

PLAZA MULTISALA TI PRESENTO UN AMICO MASCHI CONTRO FEMMINE CATTIVISSIMO ME PASSIONE

A K

Via Cisterna dell’Olio, 59 - 0815800254

PIERROT THE TOWN

A K

AFRAGOLA

16.30-18.4020.50-23.00(€ 6,00) 16.30-18.15(€ 6,00) 20.00-22.10(€ 6,00) 17.00-19.00-21.00-23.00(€ 6,00) 17.00-19.00-21.00-23.00(€ 6,00) 19.00-21.00-23.00(€ 6,00) 17.15(€ 6,00) 17.15-19.00(€ 10,00) 21.00-23.00(€ 6,00) 17.00-19.00-21.00-23.00(€ 6,00) 21.10(€ 6,00) 23.00(€ 6,00) 17.30-19.20(€ 6,00) 18.00-20.40-23.00(€ 6,00) 17.0019.00-21.00-23.00(€ 10,00) 17.15-19.15-21.15-23.00(€ 6,00)

p 534 p 170 p 170 p 200 p 120 p 120 p 120 p 200 p 200 p 200 p 170 p 170 p 170 p 170 p 200 p 200

K

■ SALA 12 16.30-18.40-20.50-23.00(€ 6,00) ▲ SALA 13 16.30-18.40-20.50-23.00(€ 6,00)

p 200 p 120

L

▲ ★

■ ★ ★

SALA 1 SALA 2 SALA 2 SALA 3 SALA 4 SALA 5 SALA 5 SALA 6 SALA 6 SALA 7 SALA 8 SALA 8 SALA 8 SALA 9 SALA 10 SALA 11

L L L L L L L L L L L L L

METROPOLITAN - MODERNISSIMO PLAZA - THE SPACE NAPOLI MED

DOMANI AI CINEMA

L L

ESAURIMENTO POSTI

UNA VITA TRANQUILLA BENVENUTI AL SUD

LE MASCHERE Via Verdi, 25 - 0815734737

p 400 A L

SALA RISERVATA

MAGIC VISION Viale dei Tigli, 19 - 0818030270 TI PRESENTO UN AMICO UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO MASCHI CONTRO FEMMINE L’IMMORTALE

SALA 1 ▲ SALA 2 SALA 3 ■ SALA 4

CASALNUOVO 16.30-18.30-20.30-22.30(€ 4,50) 16.30-18.30-20.30-22.30(€ 4,50) 18.30-20.30-22.30(€ 4,50) 19.00-21.00(€ 4,50)

UCI CINEMAS Circumvallazione Esterna - 892960 SAW - IL CAPITOLO FINALE CATTIVISSIMO ME DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

L

ARZANO

p 175 A I p 175 A I p 466 A L A H CASORIA

SALA 1 ★ SALA 2 SALA 3

18.00-20.30-23.00(€ 10,00) 17.40-19.50-22.10(€ 10,00) 18.40-20.50-23.00(€ 6,60)

p 289 p 206 p 171

K

▲ SALA 4 ■ SALA 5 SALA 5 SALA 6 SALA 7 SALA 8 ★ SALA 9 ▲ SALA 10 SALA 11 SALA 11

18.15-20.30-22.40(€ 6,60) 20.10(€ 6,60) 17.45-22.40(€ 6,60) 17.30-20.00-22.30(€ 6,60) 17.50-20.15-22.45(€ 6,60) 18.00-20.10-22.25(€ 6,60) 17.4020.15-22.40(€ 6,60) 17.30-20.00-22.30(€ 6,60) 20.40-22.50(€ 6,60) 17.30(€ 10,00)

p 120 p 120 p 120 p 396 p 120 p 120 p 171 p 202 p 289 p 289

H

H H

ESAURIMENTO POSTI

FUORI CONTROLLO L’IMMORTALE DUE CUORI E UNA PROVETTA MASCHI CONTRO FEMMINE STANNO TUTTI BENE TI PRESENTO UN AMICO THE SOCIAL NETWORK BENVENUTI AL SUD PARANORMAL ACTIVITY 2 WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA

H H H H H H H H H

COMPLESSO STABIA HALL.IT Viale Regina Margherita n. 50/54 - 0818018681 CASTELLAMMARE DI STABIA SAW - IL CAPITOLO FINALE TI PRESENTO UN AMICO MASCHI CONTRO FEMMINE DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

C. MADONNA 18.00(€ 7,50)20.00-22.00(€ 10,00) L. DENZA 17.30(€ 5,00)19.30-21.30(€ 7,50) M. TITO 17.00(€ 5,00)20.30(€ 7,50) M. TITO 19.00(€ 5,00)22.30(€ 7,50)

p 260 p 240 p 90 p 90

A L A I A H A H

ESAURIMENTO POSTI

MONTIL Via Bonito n. 10 - 0818722651 UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO UNA VITA TRANQUILLA

▲ SALA 1 ■ SALA 2

CASTELLAMMARE DI STABIA 18.00-20.00-22.00(€ 4,00) 17.30-19.45-21.45(€ 4,00)

p 491 A L p 213 A I

DA DOMANI AL CINEMA


la Repubblica

CINEMA

GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

NAPOLI

SCHERMO PICCOLO

I

SCHERMO MEDIO

L

SCHERMO GRANDE

K

ORARI

SERVIZI

SUPERCINEMA Corso Vittorio Emanuele, 97 - 0818717058

CASTELLAMMARE DI STABIA p 436 A I FORIO D’ISCHIA TI PRESENTO UN AMICO 20.00(€ 5,00)22.00(€ 7,00) p 500 L ISCHIA EXCELSIOR Via Sogliuzzo, 20 - 081985096 SAW - IL CAPITOLO FINALE 22.00(€ 11,00) p 650 A L BENVENUTI AL SUD ▲ 20.00(€ 7,00) p 650 A L LICOLA DRIVE IN MAGIC WORLD Via Sannullo, 1 - 0818047122 MASCHI CONTRO FEMMINE BIANCO 20.30-22.30(€ 6,00) p 300 L SALT BLU 20.30-22.30(€ 6,00) p 290 L MELITO BARONE Via Leonardo da Vinci, 33 - 0817113455 TI PRESENTO UN AMICO SALA 1 16.30-18.30-20.30-22.30 p 990 A K L’IMMORTALE ■ SALA 2 18.30-20.30-22.30 p 85 A H WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA SALA 3 16.30 p 66 I NOLA CINETEATRO UMBERTO Via Giordano Bruno, 12 - 0818231622 UNA VITA TRANQUILLA ■ 17.30-20.00-22.00(€ 5,00) p 700 A H NOLA MULTISALA SAVOIA via fonseca 33 - 0818214331 MASCHI CONTRO FEMMINE SALA 1 17.40-19.50-22.10(€ 5,00) p 300 A L DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD SALA 2 18.00-20.20-22.00(€ 5,00) p 100 A I

MINE VAGANTI

17.30-19.45-21.45 DELLE VITTORIE Corso Umberto, 38 - 081997487 ★

ESAURIMENTO POSTI

TI PRESENTO UN AMICO

SALA 3 17.50-20.10-22.10(€ 5,00) THE SPACE CINEMA VULCANO BUONO Via Boscofangone SALA 1 SALA 2 ▲ SALA 3 SALA 4

15.0017.30-20.00-22.30(€ 5,00) 16.1018.50-21.30(€ 5,00) 16.3019.10-21.40(€ 5,00) 16.20-18.30-20.40-22.50(€ 5,00)

p 120 I NOLA p 304 A H p 540 A H p 148 A H p 148 A H

ESAURIMENTO POSTI

15.00-17.25(€ 5,00) p 216 A H 19.50-22.20(€ 5,00) p 216 A H 16.10-19.00-21.50(€ 5,00) p 216 A H 15.30-17.40-19.50-22.10(€ 5,00) p 148 A H 15.40-18.00-20.20-22.40(€ 5,00) p 148 A H 15.40-17.50(€ 9,00)20.10-22.30(€ 11,00) p 209 A H POGGIOMARINO TI PRESENTO UN AMICO SALA 1 16.10-18.15-20.30-22.30 p 400 A L L’IMMORTALE ■ SALA 2 20.30-22.30 p 82 A I PASSIONE ■ SALA 3 16.10-18.15 p 150 A L MASCHI CONTRO FEMMINE SALA 3 20.30-22.30 p 150 A L WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA SALA BABY16.10-18.15 p 30 A I PORTICI ROMA Via Roma, 55/61 - 081472662 WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA 17.00-18.40(€ 4,00) p 590 A L LAST NIGHT ▲ 20.30-22.20(€ 4,00) p 590 A L POZZUOLI DRIVE IN POZZUOLI Località La Schiana - 0818041175 DUE CUORI E UNA PROVETTA 21.30(€ 6,00) p 200 A L QUARTO CORONA Via Mauriello, 4 - 0818760537 MASCHI CONTRO FEMMINE 17.1519.30(€ 5,00) p 400 A L SAN GIORGIO A CREMANO FLAMINIO Via Santa Rosa, 29 - 0817713426 TI PRESENTO UN AMICO SALA 1 18.00-21.20 p 460 A K CATTIVISSIMO ME ★ SALA 2 18.00 p 90 A I SAN GIUSEPPE VESUVIANO ITALIA Via Giuseppe Amendola, 90 - 0815295714 BENVENUTI AL SUD ▲ 20.20-22.30(€ 5,50) p 680 A L WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA 16.00-18.10(€ 5,50) p 680 A L SORRENTO ARMIDA Corso Italia - 0818781470 TI PRESENTO UN AMICO 18.30-20.30-22.30 p 800 A L IL REGNO DI GA’ HOOLE - LA LEGGENDA DEI 16.30 p 800 A L

UNA VITA TRANQUILLA MASCHI CONTRO FEMMINE THE SOCIAL NETWORK LAST NIGHT UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO SAW - IL CAPITOLO FINALE

■ SALA 5 SALA 5 ★ SALA 6 ▲ SALA 7 ▲ SALA 8 SALA 9 MULTISALA ELISEO Via Roma - 0818651374

GUARDIANI

POLITEAMA Corso Vittorio Emanuele, 374 - 0818611737 STANNO TUTTI BENE SALA RISERVATA UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO

VAVÀ 18.00-20.00-22.00 DIDÌ ▲ PELÉ 18.00-20.00-22.00 MULTISALA CORALLO Via Villa Comunale, 13 - 0818494611

STANNO TUTTI BENE UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO THE SOCIAL NETWORK TI PRESENTO UN AMICO

16.30-18.30-20.45-22.45(€ 6,00) 16.30-18.30-20.40-22.40(€ 6,00) 16.30-18.30-20.40-22.45(€ 6,00) 16.30-18.30-20.30-22.30(€ 6,00)

PARANORMAL ACTIVITY 2

20.30-22.30

SALA 1 ▲ SALA 2 ★ SALA 3 SALA 4 DRIVE IN Via Panoramica 4/bis - 0818471300

TORRE ANNUNZIATA p 110 A L p 130 A L p 400 A L TORRE DEL GRECO p 408 A I p 98 A I p 107 A I p 37 A I TRECASE H

PROVINCE

A

ACCESSO

B

ACCESSO E SERVIZI

DA NON PERDERE

ORARI

SERVIZI

PROVINCE

MOVIEPLEX Via Nicola S. Angelo - 0825685429 www.cineplex.it

MERCOGLIANO

APOLLO Via Michele Vernieri, 16 - 089233055

THE SOCIAL NETWORK TI PRESENTO UN AMICO MASCHI CONTRO FEMMINE STANNO TUTTI BENE BENVENUTI AL SUD UNA VITA TRANQUILLA LAST NIGHT DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

★ SALA 1

17.4520.10-22.35(€ 10,00)

p 356 A K

SALA 2

18.10-20.20-22.30(€ 6,00)

p 270 A K

SALA 3

17.45-20.10-22.35(€ 6,00)

p 133 A K

SALA 4

18.10-20.20-22.30(€ 6,00)

p 125 A K

▲ SALA 5

18.00-20.15-22.30(€ 6,00)

p 95 A K

■ SALA 6

20.15-22.25(€ 6,00)

p 81 A K

▲ SALA 6

p 81 A K

18.15(€ 6,00)

SALA 7

18.30-20.30-22.30(€ 6,00)

p 125 A K

▲ SALA 8

18.10-20.20-22.30(€ 6,00)

p 109 A K

ESAURIMENTO POSTI

UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO SAW - IL CAPITOLO FINALE

DA VEDERE

SI PUÒ VEDERE

SALA 9

p 270 A K

18.30-20.30-22.30(€ 10,00)

MULTISALA CARMEN Via Variante - 0825447367 www.cinemacarmen.it

MIRABELLA ECLANO p 320 A L

TI PRESENTO UN AMICO SALA 1 18.00(€ 4,00)20.00-22.00(€ 5,00) UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO ▲ SALA 2 18.00(€ 4,00)20.00-22.00(€ 5,00) IL REGNO DI GA’ HOOLE - LA LEGGENDA DEI SALA BABY16.30(€ 8,00)

p 125 A H L

GUARDIANI

GAVELI MAXICINEMA Contrada Piano Cappelle - 0824778413 TI PRESENTO UN AMICO THE SOCIAL NETWORK UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO MASCHI CONTRO FEMMINE THE SOCIAL NETWORK SAW - IL CAPITOLO FINALE

BENEVENTO

SALA 1

16.3018.30-20.30-22.30(€ 6,00)

H

PROVINCE

ORARI

PARTENIO Via G. Verdi - 082537119 TI PRESENTO UN AMICO SAW - IL CAPITOLO FINALE THE SOCIAL NETWORK MASCHI CONTRO FEMMINE

SALA 1 16.00-18.00-20.00-22.00 SALA 2 15.30-17.30-19.30-21.30 ★ SALA 3 15.15-17.30-19.45-22.00 SALA 4 16.00-18.00-20.00-22.00 NUOVO MULTISALA Via Pietro Nittoli, 1 - 082742495 www.cinemanuovo.it SALA 1 ▲ SALA 2 ■ SALA 2

18.00(€ 4,00)20.10-22.20(€ 5,00) 20.15(€ 4,00)22.30(€ 5,00) 18.00(€ 5,00)

SERVIZI AVELLINO p 650 A L p 180 A L p 180 A L p 100 A L LIONI p 300 A L A L A L

TORRECUSO

SALA 1

18.40-20.50-23.00(€ 6,00)

p 346 A H

SALA 1

17.00(€ 9,00)

p 346 A H

SALA 2

17.15-19.10-21.05-23.00(€ 6,00)

p 334 A H

▲ SALA 3

17.00-19.00-21.00-23.00(€ 6,00)

p 334 A H

▲ SALA 4

21.10(€ 6,00)

p 148 A H

▲ SALA 4

17.10-19.10(€ 6,00)

p 148 A H

■ SALA 4

23.00(€ 6,00)

p 148 A H

SALA 5

18.00-19.40-21.20-23.00(€ 6,00)

p 148 A H

SALA 6

17.10(€ 9,00)

p 140 A H

SALA 6

19.00-21.00-23.00(€ 6,00)

SALA 7

p 140 A H

17.20-19.20-21.10-23.00(€ 9,00)

p 205 A H

★ SALA 8

18.30-20.45-23.00(€ 6,00)

p 205 A H

■ SALA 9

17.10-19.00(€ 6,00)

p 135 A H

■ SALA 9

20.50-23.00(€ 6,00)

p 1100 A K p 330 A L

▲ SALA 3

16.3018.30-20.45-22.45(€ 5,00)

p 139

L

■ SALA 4

16.3018.30-20.45-22.45(€ 5,00)

p 119 A L

★ SALA 5

16.3018.30-20.30-22.30(€ 5,00)

H

SALA 6

16.45-18.45-20.45-22.45(€ 5,00)

H H

BABY DUEL16.30(€ 5,00) ■ SALA 1 SALA 2

AVERSA 16.45-19.00-21.30(€ 5,00) 16.30-18.30-20.30-22.30(€ 5,00) 16.30-18.30-20.30-22.30(€ 5,00)

VITTORIA Piazza Vittorio Emanuele, 38 - 0818901612 16.30-18.30-20.30-22.30(€ 5,00)

VITTORIA Viale Trieste, 2 - 0823466489 www.cineclub-casagiove.it ■

p 410 A I

SALA 5

16.05(€ 5,00)18.05-20.05-22.00(€ 7,00)

p 122 B H

SALA 6

16.25(€ 5,00)21.25(€ 7,00)

p 176 B H

SALA 1 ▲ SALA 2 SALA 2

p 176 B H

SALA 7

22.10(€ 11,00)

p 258 B L

SALA 7

15.45-17.5020.00(€ 11,00)

p 258 B L

THE SOCIAL NETWORK

★ SALA 8

17.00(€ 5,00)19.35-22.15(€ 7,00)

p 333 B L

L’IMMORTALE

■ SALA 9

16.45(€ 5,00)19.25-22.10(€ 7,00)

p 158 B L

LAST NIGHT

▲ SALA 10 17.30(€ 5,00)19.55-22.25(€ 7,00)

p 158 B L

WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA

MASCHI CONTRO FEMMINE STANNO TUTTI BENE

AVERSA p 300 A I CASAGIOVE

16.00-18.10-20.20-22.30(€ 7,00)

p 400

CURTI L

p 606 B K

17.00(€ 5,50)

p 83 B K

19.00-21.00-23.00(€ 5,50)

p 83 B K

CAVA DEI TIRRENI p 520 A L

18.15(€ 5,00)20.30-22.30(€ 6,00)

METROPOL Corso Italia, 88 - 089344473 TI PRESENTO UN AMICO

CAVA DEI TIRRENI p 512 A L

18.00-20.20-22.40(€ 6,00)

CINE TEATRO ITALIA Via U. Nobile, 46 - 0828365333 TI PRESENTO UN AMICO

SALA ITALIA 17.30-19.45-22.00

SALT

SALA EUROPA 17.30-19.45-22.00

EBOLI A K

p 590 A L

NUOVO CINEMA IRIS Via Napoli, 27 - 097341410

LAGONEGRO H

17.30-19.30-21.30

NUOVA ITALIA Largo Bonifacio De Luca, 34 - 0973859000 MASCHI CONTRO FEMMINE

LATRONICO H

19.30-21.30

TEATRO COMUNALE Via Trieste 74 - 0898299027 SALA 1

MERCATO SAN SEVERINO

18.00(€ 5,00)

p 500 A L

19.45-22.00(€ 5,00)

p 500 A L

SALA ROMA Via Sellitti, 24 - 0815170175 TI PRESENTO UN AMICO

NOCERA INFERIORE p 360 A L

18.30(€ 4,00)20.30-22.30(€ 5,00)

PARMENIDE Via Nazionale, 25 - 097464578 MASCHI CONTRO FEMMINE

OMIGNANO SCALO H

19.30(€ 3,50)21.30(€ 5,00)

KURSAAL Via Vittorio Emanuele, 6 - 0974993260 MASCHI CONTRO FEMMINE

ORRIA p 120 A I

20.00-22.00

DUEL VILLAGE Via Pacinotti L.tà Scontrafata - c/o Centro Comm.le Maximall PONTECAGNANO 16.4518.45-20.45-22.45(€ 10,00)

p 216

H

▲ SALA 2

16.4518.45-20.45-22.45(€ 5,00)

p 216

H

SALA 3

16.45-18.45-20.45-22.45(€ 5,00)

p 162

H

MASCHI CONTRO FEMMINE

SALA 4

16.3018.30-20.45-22.45(€ 5,00)

p 162

H

TI PRESENTO UN AMICO

SALA 5

16.3018.30-20.30-22.30(€ 5,00)

p 216

H

THE SOCIAL NETWORK

★ SALA 6

16.3018.40-20.45-22.50(€ 5,00)

p 216

H

SAW - IL CAPITOLO FINALE DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

p 860 A L

p 333 B L

SALA 11 17.20(€ 5,00)19.50-22.20(€ 7,00)

ALAMBRA Piazza Roma, 5 - 089342089

AVERSA

p 504 A L

17.00-19.00-21.00-23.00(€ 5,50)

19.00(€ 7,00)

■ SALA 6

STEP UP

UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO

BIG MAXICINEMA uscita autostrada Caserta Sud - 0823581025 www.bigamxicinema.it MARCIANISE

SALA 1

ESAURIMENTO POSTI

WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA

H

SALA BABY16.30

NUOVO Piazza Pio X - 089849886

PONTECAGNANO

MASCHI CONTRO FEMMINE

p 400 A L

17.3019.30-21.45(€ 4,00)

ADRIANO Via Roma - 097522579

SALA CONSILINA

ALVIN SUPERSTAR 2 BENVENUTI AL SUD

17.15

p 280 A L

19.00-21.00

p 280 A L

ODEON Via Pietro Melchiade, 15 - 0818506513 www.odeoncinema.com

SCAFATI

SALA 1

16.30(€ 6,00)

p 500 A L p 500 A L

▲ SALA 3

23.00(€ 5,50)

p 83 B K

WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA

▲ SALA 3

18.30-20.45(€ 5,50)

p 83 B K

TI PRESENTO UN AMICO

SALA 1

18.30-20.30-22.30(€ 6,00)

SALA 4

19.15-21.30(€ 5,50)

p 83 B K

WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA

SALA 2

18.30(€ 6,00)

p 70 A I

■ SALA 5

18.20-20.40(€ 5,50)

p 83 B K

PARANORMAL ACTIVITY 2

SALA 2

20.30-22.30(€ 6,00)

p 70 A I

p 83 B K

SALA 5

23.00(€ 5,50)

GORBACIOF

■ SALA 2

16.30(€ 6,00)

p 70 A I

SALA 6

17.00-19.00-21.00-23.00(€ 5,50)

p 109 B K

CATTIVISSIMO ME

★ SALA 3

16.30(€ 6,00)

A H

★ SALA 7

17.00-19.00(€ 5,50)

p 109 B K

MASCHI CONTRO FEMMINE

SALA 7

21.00-23.00(€ 5,50)

p 109 B K

■ SALA 8

18.30-20.45-23.00(€ 5,50)

p 327 B K

SALA 9

18.40-20.45-23.00(€ 5,50)

p 254 B K

17.00(€ 5,50)

p 254 B K

★ SALA 10 18.15-20.40-23.00(€ 5,50)

p 327 B K

SALA 9

SALA 11 17.0019.00-21.00-23.00(€ 10,00)

p 454 B K

SALA 12 17.10-19.10-21.10-23.00(€ 5,50)

p 456 B K

▲ SALA 13 17.00-19.00-21.00-23.00(€ 5,50)

p 580 B K

ESAURIMENTO POSTI

CINEPOLIS Uscita Caserta sud c/comm.le Campania

MARCIANISE

SALA 1

16.3018.30-20.30-22.30(€ 10,00)

p 188 A I

SALA 2

16.30-20.40(€ 5,50)

p 188 A I

▲ SALA 2

18.40-23.00(€ 5,50)

p 188 A I

SALA 3

16.30-18.30-20.30-22.30(€ 5,50)

p 188 A I

SALA 4

16.0020.30(€ 5,50)

p 188 A I

SALA 4

18.10-22.45(€ 5,50)

p 188 A I

SALA 5

15.30-18.00-20.30-23.00(€ 5,50)

p 188 A I

SALA 6

16.30-18.40-20.50-23.00(€ 5,50)

p 212 A L

SALA 7

17.00-19.00-21.00-23.00(€ 5,50)

p 212 A L

SALA 8

16.1520.15(€ 10,00)

p 212 A L

SALA 8

18.15-22.30(€ 10,00)

p 212 A L

SALA 9

15.30-18.00-20.30-23.00(€ 5,50)

p 377 A L

SALA 10 16.30-18.40-21.00-23.00(€ 5,50)

p 233 A L

ESAURIMENTO POSTI

DUE CUORI E UNA PROVETTA UNA VITA TRANQUILLA ■ THE SOCIAL NETWORK ★ STANNO TUTTI BENE FUORI CONTROLLO ▲ WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA IL REGNO DI GA’ HOOLE - LA LEGGENDA DEI GUARDIANI

■ SALA 11 15.30-18.00-20.30-23.00(€ 5,50)

LENDI Strada Provinciale Grumo - 0818919735

p 146 A I SANT’ARPINO

SALA 1

16.40-18.40-20.40-22.40(€ 5,00)

p 1200 A L

SALA 2

16.30-18.30-20.30-22.30(€ 5,00)

p 190 A L

▲ SALA 3

16.30-18.30-20.30-22.30(€ 5,00)

p 190 A K

ESAURIMENTO POSTI

H

BABY GALLERY 16.30-18.30(€ 5,00) SALA 4

CORSO Corso Lucilio, 133 - 0823937300 RIAPERTURA SABATO 20/11

DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

p 85 A I

16.00-18.30-21.15

FELLINI Via Vittorio Veneto - 0823796330 MASCHI CONTRO FEMMINE

UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA MASCHI CONTRO FEMMINE

p 122 B H

WALL STREET: IL DENARO NON DORME MAI ▲ SALA 1

16.3018.30-20.45-22.45(€ 5,00)

DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

TI PRESENTO UN AMICO DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

17.10(€ 5,00)21.55(€ 7,00)

WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA

16.3018.30-20.45-22.45(€ 5,00)

TI PRESENTO UN AMICO

MASCHI CONTRO FEMMINE TI PRESENTO UN AMICO L’IMMORTALE

SALA 4

p 135 A H

SALA 2

METROPOLITAN Via Vito Piasi - 0818901187

SAW - IL CAPITOLO FINALE SALT LAST NIGHT DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

p 122 B H

SALT

CASERTA

SALA 1

CIMAROSA Vicolo del Teatro, 3 - 0818908143

UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO

p 176 B H

19.30(€ 7,00)

BENVENUTI AL SUD

DUEL-MULTICINEMA Via P. Borsellino - 0823344646 www.duelcaserta.it

TI PRESENTO UN AMICO POTICHE - LA BELLA STATUINA LA SCUOLA È FINITA LAST NIGHT BENVENUTI AL SUD MASCHI CONTRO FEMMINE L’IMMORTALE PARANORMAL ACTIVITY 2 STANNO TUTTI BENE PORCO ROSSO DUE CUORI E UNA PROVETTA UNA VITA TRANQUILLA MASCHI CONTRO FEMMINE WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA THE SOCIAL NETWORK SAW - IL CAPITOLO FINALE DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

15.45(€ 5,00)18.00-20.15-22.35(€ 7,00)

SALA 4

DUE CUORI E UNA PROVETTA

H

GUARDIANI

QUELLA SERA DORATA

SALA 3

STANNO TUTTI BENE

16.4518.45-20.45-22.45(€ 10,00)

IL REGNO DI GA’ HOOLE - LA LEGGENDA DEI

PASSIONE MASCHI CONTRO FEMMINE

p 258 B L

UNA VITA TRANQUILLA

ESAURIMENTO POSTI

TI PRESENTO UN AMICO MASCHI CONTRO FEMMINE UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO UNA VITA TRANQUILLA THE SOCIAL NETWORK SAW - IL CAPITOLO FINALE WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA

p 416 B K

17.15(€ 5,00)19.40-22.05(€ 7,00)

▲ SALA 2

MASCHI CONTRO FEMMINE

TORRE VILLAGE MULTIPLEX Contrada Torre Palazzo - 0824876582-876586 www.torrevillage.it

p 400 A I SALERNO

15.45(€ 5,00)17.55-20.10-22.30(€ 7,00)

SALA 1

BENVENUTI AL SUD

H

p 450 A I

p 300 A L SALERNO

17.00(€ 3,00)19.30-22.00(€ 4,00)

TI PRESENTO UN AMICO

H

17.00-19.15-21.30(€ 5,50)

A K

SALERNO

THE SPACE CINEMA SALERNO Via A. Bandiera - 892111

16.30-18.30-20.30-22.30(€ 6,00)

A L

18.00-20.00-22.00(€ 4,00)

BENVENUTI AL SUD

16.3018.30-20.30-22.30(€ 6,00)

TELESE

18.00-20.15-22.30(€ 5,00)

SAN DEMETRIO Via Dalmazia, 4 - 089220489

SALA 4

p 659 A L

18.00-20.00-22.00(€ 5,00)

SALA 2

SALERNO

FATIMA Via Madonna di Fatima, 3 - 089721341

ESAURIMENTO POSTI

BENEVENTO

★ SALA 1

MASCHI CONTRO FEMMINE

H

MODERNISSIMO Via Garibaldi, 38 - 0824976106

STANNO TUTTI BENE SAW - IL CAPITOLO FINALE THE SOCIAL NETWORK PASSIONE UNA VITA TRANQUILLA

p 700 A L

THE SOCIAL NETWORK

H

18.00-20.00-22.00(€ 6,00)

p 574 A L SALERNO

CINEMA TEATRO DELLE ARTI Via Urbano II n. 45 - 089221807-2571710

16.30-18.30-20.30-22.30(€ 6,00)

SALA 5

SALERNO 18.00(€ 5,00)20.15-22.30(€ 6,00)

SALA RISERVATA

16.3018.30-20.30-22.30(€ 6,00)

★ BABY

SERVIZI

AUGUSTEO P.zza Amendola - 089223934

★ SALA 2

MASSIMO Via G. B. Perasso - 0824316559

MASCHI CONTRO FEMMINE WINX CLUB - MAGICA AVVENTURA TI PRESENTO UN AMICO UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO LAST NIGHT BENVENUTI AL SUD L’IMMORTALE DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

TI PRESENTO UN AMICO

▲ SALA 3

STANNO TUTTI BENE IL SEGRETO DEI SUOI OCCHI

ORARI

POTICHE - LA BELLA STATUINA

ESAURIMENTO POSTI

TI PRESENTO UN AMICO UNSTOPPABLE - FUORI CONTROLLO UNA VITA TRANQUILLA

SCHERMO SUPER

■ XX

FUORI CITTÀ

TI PRESENTO UN AMICO MASCHI CONTRO FEMMINE BENVENUTI AL SUD DEVIL INGRESSO LIBERO FINO AD

H

20.30-22.30

p 400 A L SESSA AURUNCA p 600

H

SALA 3

SANTA MARIA Contrada S. Maria - 0974831372 - 333 6690939 BENVENUTI AL SUD

A H

18.30-20.30-22.30(€ 6,00)

TORCHIARA

MASCHI CONTRO FEMMINE

NAPOLI ACACIA via R. Tarantino 10 081 5563999 ASSOCIAZIONE ALESSANDRO SCARLATTI Piazza dei Martiri, 58 4060111 AUGUSTEO p.tta Duca d’Aosta 263 (Funicolare centrale) 414243/405660 BELLINI via Conte di Ruvo 17 5499688 BRACCO via Tarsia 38 081/5645323 DELLE PALME Via Vetriera 16 081418134 DIANA via Luca Giordano 69 5567527/5784978 ELICANTROPO Vicolo Gerolomini, 3 296640 MERCADANTE Piazza Municipio 081/5513396 NUOVO via Montecalvario 16 081.4976267 SANCARLUCCIO via S. Pasquale 49 405000 TAM TUNNEL AMEDEO Gradini Nobili 1 081682814

AVELLINO

H

19.10-21.20

MICRON Via Palazzo - 097462922

VALLO 19.30-21.30(€ 5,00)

H

TEATRI Alle 21.00 (Turno A), S. Somma con O. M. Guerrini in IL GIORNO DELLA CIVETTA di L. Sciascia. Alle 21.00, presso l’Auditorium di Castel Sant’Elmo, INSIEME STRUMENTALE DI ROMA, G. Sasso violino. In programma musiche di J. S. Bach. Alle 21.00 L’OCCASIONE FA L’UOMO PADRE di e con Paolo Caiazzo.

Alle 21.00 (Turno Magnolia), LO SCARFALIETTO di E. Scarpetta, con Glejeses, G. Arena, L. e M. Bargilli. Alle 21.00, PAZZARIA di Fabio Brescia. Alle 21.00, L. Savino in BENE MIO, CORE MIO di E. De Filippo. Regia B. Coltella. Alle 21.00, (Turno GS3), Lillo e Greg in INTRAPPOLATI NELLA COMMEDIA. Regia di M. Mandolini. Alle 21.00, MARAT SADE - TALK SHOW da Peter Weiss. Regia di C. Cerciello. Alle 17.30 (Turno Giovedì), TURISTI TROPICI regia di Virgilio Sieni. Alle 21.00, BRAND da H. Ibsen. Regia di T. Tuzzoli. Alle 21.00, P. Cipriani in E IO SCRIVEVO CANZONI… omaggio a Franco Nico. Alle 22.15, MADE IN SUD presenta Fatima.

TEATRI

TEATRO C. GESUALDO piazza Ca- Sabato 20 alle 21.00, (Turno A) Lina Sastri in PER LA STRADA stello (Avellino) 0825/756403 MMIEZZ’A’VIA.

La Repubblica  

18-11-2010 Napoli

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you