Il caffé 120 2022

Page 1

NUMERO 2 (120) ANNO XXIX 25 giugno 2022

Gazzettino dello Sport di Molinella Autorizzazione del Tribunale di Bologna n. 6262 del 16-3-1994 - Direttore Responsabile Antonio Michielon - Redazione: via Bentivogli, 5 - Molinella (BO) - Distribuzione gratuita - Stampa: Tipografia AG snc, Granarolo E. (BO)

redazione@duecaffe.it

CICLISMO / U23

Il giro di Ansaloni

TUTTI CONVOCATI

CALCIO GIOVANILE

CALCIO FEMMINILE

Dopo le due amichevoli con la Spagna in marzo a Coverciano, è arrivata per Matteo Cocchi, difensore dell’Inter, classe 2007, la convocazione anche per il Torneo delle Nazioni, manifestazione internazionale riservata agli under 15, che si è disputata a Gradisca d’Isonzo (Gorizia) e comuni vicini dal 25 aprile al 1° maggio, con la partecipazione di 12 Nazionali. L’Italia ha vinto il Girone A con Cile e Inghilterra, ha battuto in semifinale gli Stati Uniti e in finale la Repubblica Ceka, aggiudicandosi così il prestigioso trofeo che non vinceva dal 2008. Annullato il doppio confronto amichevole con la Nazionale U15 del Kosovo, che avrebbe dovuto disputarsi l’1 e il 3 giugno a Novara.

Marta Rambaldi ha vinto con la Nazionale Under 20 il Torneo di Fiuggi “Il Calcio è Rosa”. L’atleta molinellese, classe 2002, laterale sinistro del Bologna FC in Serie C, ha giocato tutte le partite del torneo organizzato dalla Lega Nazionale Dilettanti, segnando anche un gol alla Rappresentativa Abruzzo nel secondo incontro di qualificazione. Hanno partecipato al torneo anche le ragazze ucraine dello Zhytlobud, in esilio volontario in Svizzera dal 24 febbraio, quando è cominciata la guerra nel loro paese.

Matteo Cocchi vince il Torneo delle Nazioni con l’Italia U15

Marta Rambaldi, esordio Azzurro al Torneo di Fiuggi

TORNEO DELLE NAZIONI

5° TORNEO INTERNAZIONALE “IL CALCIO E’ ROSA”

Carlino di Udine, 26 aprile: Cile-Italia 0-3 (Cocchi in gol al 30’ del primo tempo). Gradisca d’Isonzo (GO), 27 aprile: Italia-Inghilterra 4-2 (Cocchi provoca un rigore, poi esce per infortunio). Gradisca d’Isonzo, 29 aprile: semifinale Italia-Stati Uniti 2-1 (Cocchi non ha giocato). Gradisca d’Isonzo, 1 maggio: finale Italia-Repubblica Ceka 3-0 (Cocchi in campo dall’inizio).

San Cesareo,16 maggio: Italia U20 – Rappresentativa Umbria 6-0 (Rambaldi entra al 16’ del st). Lariano,17 maggio: Rappresentativa Abruzzo – Italia U20 0-8 (Rambaldi gol al 18’ del pt). Valmontone,19 maggio: Italia U20 – ZFK Economist/Montenegro 7-0 (Rambaldi sostituita al 1’ del st). Pomezia, 20 maggio: Finale, Italia U20 – Rappresentativa Lazio 4-0 (Rambaldi sostituita al 10’ del st).

45° Giro d’Italia U23, 11-18 giugno 2022: da Gradara a Pinerolo, 1000 km di strada in 7 tappe, attraverso 6 regioni italiane. Al via 35 squadre, 176 corridori (80 gli italiani) di 14 nazioni. 155 quelli arrivati al traguardo finale. E’ stato un Giro durissimo, dominato dagli stranieri. Classifica finale: 1° il britannico Hayter (Hagens Berman Axeon) maglia rosa; 2° il belga Van Eetvelt (Lotto-Soudal) a 2’12”; 3° il francese Martinez (Groupama-FDJ) a 4’55”. Per trovare il primo italiano in classifica (Piganzoli, Zalf Desirée) bisogna scendere fino al 10° posto. Su 7 tappe, solo una, la prima, è stata vinta da un corridore italiano (Bruttomesso, Eolo Kometa). Il molinellese, classe 2000, Emanuele Ansaloni (#InEmiliaRomagna Cycling Team) si è difeso attaccando fin dalla prima tappa (Gradara-Argenta), meritando a due passi da casa il Premio Bper-Numero Rosso quale “corridore più combattivo della giornata”. Ha tentato di andare in fuga da solo nella quinta tappa (Busca-Peveragno), guadagnando circa un minuto sugli inseguitori, prima di essere ripreso dal gruppo. Un po’ in ombra il giorno dopo sulle terribili rampe del Colle Fauniera, si è messo in luce anche nella Cuneo-Pinerolo, dedicata al ricordo di Coppi, dove ha colto il miglior piazzamento di tappa (37° a 41” dal vincitore). Classifiche Finali: Ansaloni ha pedalato per 25 ore 44 minuti e 39 secondi, chiudendo all’85° posto della classifica generale (35° degli italiani), con un ritardo di 1h.22’47” dalla maglia rosa; 13° assoluto (4° degli italiai) nella classifica del Gran Premio della Montagna, dove per 2 volte è transitato in seconda posizione. (cn) Il racconto del Giro tappa per tappa lo trovate su www.duecaffe.it | Archivio | Archivio News | Ciclismo

Playoff da incubo per le nostre squadre

BASKET

VOLLEY / FEMMINILE

CALCIO

Serie C Gold | Playoff | Quarti di Finale | Gara 2 PALL. MOLINELLA - VIRTUS IMOLA 76-77 (parziali: 19-26, 42-40, 61-59)

Prima Divisione | Playoff | Finale MOLINELLA VOLLEY - P. POGGI SAN LAZZARO 1-3 (parziali: 25-20, 23-25, 23-25, 20-25)

Prima Categoria | Playoff | Semifinale FRUGES SPORT – RENO MOLINELLA 2-2 dts

Molinella, 12 maggio. Grandissima prestazione del Molinella, che in oltre 50 anni di storia della società non era mai arrivato così in alto. I rossoblu, ottavi in campionato, hanno coltivato fino all’ultimo il sogno di ribaltare il risultato dell’andata (quando avevano perso di 25 punti) e mettere sotto la capolista, per poi andare a giocarsi il passaggio del turno in Gara 3. Decisivi, purtroppo, i 2 tiri liberi sbagliati dal giovane Bonanni (uno dei migliori in campo, tra l’altro) a 3 secondi dalla fine. Il tabellino del Molinella: Guazzaloca 6, Brandani 8, Cobianchi ne, Labovic 2, Zanetti 2, Gianninoni 23, Bonanni 15, Bacilieri, Montaguti 4, Nanni ne, Zhytariuk 16. All: Castaldi.

Molinella, 21 maggio. Clamoroso tonfo casalingo del Molinella! Dopo 18 successi consecutivi (17 in campionato + semifinale playoff), le ragazze del tecnico Astrada cadono quando erano ormai in vista del traguardo. A far festa è solo la Paolo Poggi San Lazzaro, che vince 3 a 1 e conquista la Serie D.

Fruges (Massalombarda RA), 22 maggio. Si affrontano il Fruges (2° in classifica) e il Molinella (5°).Vantaggio Fruges, pareggio Molinella: 1-1 al termine dei 90’ minuti regolamentari. Si va ai supplementari: i rossoblu di Carozza e Zama si portano sul 2-1, ma a tempo scaduto arriva il pareggio della squadra romagnola. 2-2 il risultato finale. Molinella eliminato perché in campionato era arrivato dietro il Fruges. La formazione del Molinella: Ferrigato, Montanari, Torreggiani, Bianchi (95’ Belcastro), Stabellini, Migliari (80’ Turatti), Grieco (124’ Sorrenti), Chiarini, Bertoncelli, Maione, Foka (86’ Porcu). A disp: Musacchi, Gualandi, Barreca, Amadori. All: Carozza.

Molinella Volley 2021-22: Luna Burnelli (capitano), Barbara Pasquali, Veronica Giacomello, Giorgia Ventura, Anastasia Stella, Alessandra Dalla, Federica Gnudi, Lucia Caramanico, Vittoria Casaroli, Giulia Cardin. All. Mario Astrada.

Gol: 16’ Longari (F), 58’ Migliari (M), 119’ Belcasto (M), 122’ Lanzoni (F)


pag. 2 Tuttenotizie

CALCIO / GIOVANILE

Il Calcio alla Luna: risultati finali 161 squadre di 11 categorie hanno partecipato alla 32^ edizione del Calcio alla Luna, che si è conclusa il 31 maggio dopo un mese di gare sui campi di Molinella (Stadio) e Ospital Monacale. Di seguito le squadre vincitrici di ogni categoria. Allievi 2005: Sant’Agata Sport; Allievi 2006: Sporting Emilia; Giovanissimi 2007: Medicina; Giovanissimi 2008: Sporting Emilia; Esordienti 2009: Castenaso; Esordienti 2010: Virtus Faenza; Pulcini 2011: Bologna; Pulcini 2012: Siepelunga: Primi Calci 2013 (“La Nostra Serie A” - Trofeo Sandro Montanari): Sassuolo. Per le categorie Primi Calci 2014 e Piccoli Amici 2015-2016 non era prevista alcuna classifica. (Deca/Us Reno Molinella)

La Nostra Serie A / Memorial Montanari: vince il Sassuolo, davanti a Torino e Sampdoria

Molinella, 15 maggio. Il Sassuolo ha vinto “La Nostra Serie A”, torneo riservato alla Categoria Primicalci 2013 che si è disputato, con grande successo di pubblico, allo Stadio Magli, nell’ambito della 32^ edizione del Calcio alla Luna. Al 2° posto si è piazzato il Torino, al 3° la Sampdoria. La formazione neroverde iscrive così il proprio nome nell’Albo d’Oro della manifestazione che negli anni scorsi ha visto trionfare Lazio (2013), Torino (2014 e 2017), Inter (2015), Empoli (2016 e 2018), Bologna (2019).

FUTSAL / CALCIO A5

FUTURE CUP

Campionati Futsal Molinella - Femminili - Serie C (prima squadra): campionato Figc concluso al 3° posto. Under 19 Nazionale: la prima stagione in una categoria d’eccellenza, caratterizzata da trasferte lunghissime, si chiude con una vittoria in 8 partite. Under 17: 2^ classificata nel Campionato Veneto, dopo poule finale a Jesolo con Dueville (VI) e Giorgione (TV). Maschili – Serie D (prima squadra): 5° posto finale con 21 punti. Amatori Csi: finale Silver (da disputare).

Federica Galli (2004, Futsal Molinella) è stata convocata nella Rappresentativa Centro Nord Italia (Emilia Romagna, Toscana, Umbria. Marche Liguria) che l’1 e il 2 giugno, a Salsomaggiore Terme (PR), ha partecipato alla Futsal Future Cup, piazzandosi al 3° posto. Risultati: (semifinale) Rappr. Centro Sud-Rappr. Centro Nord 4-3; (finale 3°/4°posto) Rappr. Centro Nord – Rappr. Sud 3-0. Il torneo è stato vinto dalla Rappr. Nord che nella finalissima ha battuto la Rappr. Centro Sud 3-2.

BASKET / Serie C Gold

Torna coach Giuliani

Nella prossima stagione, Marco Castaldi non sarà più il tecnico della prima squadra, arrivata quest’anno ai playoff per la Serie B. Al suo posto, torna dopo due stagioni sulla panchina del Molinella Gabriele Giuliani. Trent’anni di carriera alle spalle, Giuliani ha allenato (tra le tante squadre) Budrio e Cento, guidando entrambe dalla C alla B; dopo l’esperienza al settore giovanile della Vis Ferrara, nel 2019 è approdato al Molinella, in C Silver, dov’è rimasto una sola stagione, lasciando comunque un ottimo ricordo. Anzola è l’ultima squadra che ha allenato prima del ritorno in rossoblu.

Torneo C7 Spiaggia Romea (Lido delle Nazioni, 3-5 giugno). Futsal Molinella 6^ classificata. Risultati: Futsal Molinella – Pro Sesto 0-9; Futsal Molinella – Biellese 4-0 (gol: Curatolo, Modica, Carpanelli, Baschieri); Futsal Molinella – Fiammamonza 1-5 (gol: Modica); Futsal Molinella – Pgs Smile Modena 1-0 (gol: Modica). Galli

3° Trofeo Città di Molinella per U13, Aquilotti e Scoiattoli

Si è svolto domenica 10 aprile a Ferrara (Zona Grattacielo) il 1° Memorial Mario Seravalli “Un canestro nel cuore”, organizzato da VIS 2008 e Scuola Basket Ferrara. 12 le squadre partecipanti e vittoria finale del Molinella, che ha battuto nell’ordine Argenta, Scuola Basket e VIS 2008.

Festa del Basket al Palazzetto dello Sport con il 3° Trofeo Città di Molinella. Il 2 giugno, nella prima parte della manifestazione riservata alla categoria Under 13, vittoria della Scuola Basket Ferrara. Il 5 giugno si sono disputati i tornei delle categorie Aquilotti e Scoiattoli, vinti rispettivamente da Pallacanestro Molinella e Granarolo BK.

Aquilotti secondi nel Torneo di Rimini 116 squadre, 6 categorie maschili (dagli Aquilotti agli U16), 290 partite, 26 palestre coinvolte in tutta la provincia (da Coriano a Villa Verucchio, fino a Bellaria e San Marino). Sono questi i numeri del 14° Memorial Papini, uno dei più importanti tornei giovanili d’Italia, che si è svolto a Rimini dal 22 al 25 aprile scorso Inseriti nel Gruppo B, gli Aquilotti del Molinella hanno vinto tutti e quattro gli incontri del girone di qualificazione con Virtus Siena, Pgs Canaletto La Spezia, Kioko Caserta e San Mauro Basket. In finale, hanno dovuto però arrendersi alla vincente del Gruppo A, Pontevecchio Basket Bologna, che si è imposto per 4 tempi a 2.

Meeting di Locarno 49° Meeting Internazionale del Verbano (Locarno Svi, 7-8 maggio). Molinella Nuoto, 25 partecipanti, ha gareggiato sotto la bandiera gialloblu del CN. Medaglie d’ Oro (7): Croci Federico (Categoria Ragazzi) 200mx 2’24”91; Petaccia Mattia (Ragazzi B) 100ra 1’13”94, Ramazziotti Nicholas (Ragazzi A) 100ra 1’09”58, 200ra 2’33”44; Fornasari Erika (Juniores) 100ra 1’17”79, 200ra 2’41”32; Staffetta 3X50mx (Piola-Ramazziotti-Croci). Argento (7): Chiarini Mirko (Assoluti) 100fa 58”21, 200fa 2’08”08; Croci Federico Ragazzi) 100sl 56”92, 200sl 2’06”76, 400sl 4’28”25; Sita Danila (Juniores) 100fa 1’04”92; Piola Aurora (Ragazze) 200mx 2.37.05; Bronzo (3): Costa Federico (Juniores) 200do 2’16”23; Sgoberti Giorgia (Juniores) 200do 2’35”64; Piola Aurora (Ragazze) 100fa 1’10”64.

CALCIO / 1^ CATEGORIA

Linea Verde Il campionato appena concluso ha valorizzato alcuni giovani cresciuti in casa, come Bertoncelli (foto), Montanari, Foka Faussi e altri, sui quali il Molinella potrà contare anche nel prossimo futuro. Da segnalare che nel finale di campionato, hanno esordito in prima squadra 6 ragazzi del Settore Giovanile: Edoardo Cancelli (2005), Gianmarco Villani (2006), Fabian Fiocchi (2006), Matteo Romagnoli (2006). Giacomo Bragliani (2006), Filippo Spada (2005).

La nuova geografia del pallone Serie D: all’ultima giornata, perde il treno per i playoff il Mezzolara di Andrea Landi (35 presenze quest’anno, 2 gol, 4 assist), incredibilmente sconfitto in casa, 1-5, dal Tritium, fanalino di coda. Eccellenza: dopo un anno di purgatorio, sale in Serie D il Corticella di Andrea Zaffagnini e Francesco Menarini, che nello spareggio promozione batte Cittadella Vis Modena 2-0. Prima Categoria: retrocede in Seconda l’Ospitalese, già condannata da tempo. Seconda Categoria: promosso in Prima il Codifiume, vera sorpresa dei playoff, vinti in volata sull’Ostellatese (1-3 il risultato della finale). Retrocede in Terza il Traghetto, che perde il doppio confronto con la Laghese (1-1 all’andata; 2-0 al ritorno).

CALCIO FEMMINILE 5 giugno. Battendo 4-0 il Padova nell’ultima giornata, il Bologna conquista la salvezza direttamente sul campo senza passare per i playout: 40 punti e 9° posto finale nel girone B di Serie C. Per Marta Rambaldi 26 presenze in campionato, 1 gol, 2 assist. Classifica: Trento promossa in B, retrocedono Spal e Oristano.

ATLETICA / RAGAZZE - Campionati di Società: Molinella prima in Regione

Gli Esordienti del Molinella vincono il Torneo Serravalli

Circa 500 nuotatori di 24 società, provenienti dall’Emilia Romagna, dal Veneto, dal Trentino e dalla Toscana (con una presenza addirittura dalla Sicilia) hanno partecipato o, per meglio dire, avrebbero dovuto partecipare domenica 29 maggio alla 9^ edizione del Molinella Meet-Coppa Pionieri del Nuoto Molinellese, riservato alle categorie Ragazzi e Assoluti. Il meeting che dopo due anni di stop per covid tornava ad inaugurare la stagione estiva si è arreso alla pioggia. Nonostante la giornata quasi autunnale, le qualifiche del mattino si erano svolte regolarmente. Ma le condizioni climatiche sono peggiorate nettamente nel pomeriggio e, dopo alcuni stop and go, alle 16.50 l’organizzazione ha deciso di annullare definitivamente le gare, quando già alcune squadre avevano preso la via di casa. Niente finali, quindi. Classifiche congelate con i tre migliori tempi delle batterie. Poco altro ci sarebbe da dire, se non dell’ottimo tempo di Costanza Cocconcelli (NC Azzurra 91), la star più attesa di questa edizione, che ha nuotato la batteria dei 50sl in 25”65, nuovo record della manifestazione. Da segnalare (ne parla Sandro Bertocchi a pag 5) anche il ritorno alle gare di Francesco Martelli che 2 anni fa, a Roma, aveva dato l’addio al nuoto. Alla fine, l’immagine-manifesto che rimarrà di questa sfortunata edizione è rappresentata dai vecchi pionieri del nuoto molinellese (Maresta, Vaccari, Spanazzi e Marani), bagnati fradici di pioggia, con in mano le medaglie e la coppa che non hanno potuto consegnare. Si guardavano intorno perplessi, in mezzo a quel fuggi fuggi generale, chiedendosi come potessero dei nuotatori aver paura di bagnarsi.

Nell’ambito della XII° edizione di “O la va o la spacca”, tradizionale festa di sport e amicizia che si tiene ogni 1° Maggio a Portonovo di Medicina in memoria di Giacomo Bulgarelli, US Reno Molinella ha vinto il quadrangolare riservato alla categoria Pulcini 2011, battendo Medicina (5-0), Felsina (3-2) e Bologna (3-0). Il 24 maggio, una delegazione dell‘Us Reno Molinella, capitanata da Mister Mezzapelle, ha partecipato alla cerimonia di consegna del “Premio Bulgarelli Number 8”, assegnato quest’anno a Giacomo Raspadori, attaccante del Sassuolo (miglior giocatore), e a Stefano Pioli, reduce dalla festa scudetto del Milan (miglior allenatore). Ad accogliere gli ospiti e i tanti invitati, c’erano il presidente della Regione ER Stefano Bonaccini e Fabio Cappello, presidente della giuria.

U13 FEMMINILE

TORNEI GIOVANILI

NUOTO / Molinella Meet: ha vinto la pioggia Classifiche congelate dopo le batterie

US Reno nel nome di Giacomo Bulgarelli

RISULTATI MEET

Classifiche “congelate” dopo le batterie del mattino (m. 50/100) e podi gare a serie (m. 200). Risultati Molinella Nuoto - Medaglie d’Oro: Martelli Francesco 50sl Assoluti 23”55; Fornasari Erika 200ra Assoluti 2’41”31; Ramazziotti Nicholas 200ra Ragazzi 2’35”64. Argento: Chiarini Mirko 100fa Assoluti 57”72 / 200fa Assoluti 2’11”24; Costa Federico 200do Assoluti 2’15”46; Eco Swami 100sl Ragazze 1’02”69; Croci Federico 200sl Ragazzi 2’06”22. Bronzo: Fornasari Erika 100ra Assoluti 1’16”33; Travasoni Gabriele 200do Assoluti 2’16”85. Premi Speciali / Targa Giuseppe Martelli: Pinca Luca (De Akker) 50 rana 28”82, punti 730 (miglior prestazione maschile); Cocconcelli Costanza (NC Azzurra 91) 50sl 25”65, punti 785 (miglior prestazione femminile). Coppa Pionieri del Nuoto Molinellese (classifica di società): 1° Cn Uisp Bologna punti 162; 2° Css Verona pt. 43: 3° CUS Ferrara pt. 36. Tutti i risultati del meeting: li trovate sul sito della Federazione Italiana Cronometristi > www.ficr.it

Piacenza, 5 giugno. Straordinario risultato dell’Atletica Molinella che nella finale tra le prime 15 società della regione si è piazzata al 1° posto, lasciandosi alle spalle (come già avvenne nel 2019) le squadre delle città più importanti dell’Emilia Romagna. Il successo dell’Atletica Molinella, che il mese scorso aveva vinto anche la Fase Provinciale, è certamente frutto della collaborazione con Nuova Casbah Baricella. Un binomio vincente che qualcuno chiama già “Molincella”. Questa la classifica finale di società, relativamente alle prime 3 posizioni: 1. GP Atletica Molinella (pt.309), 2. Atletica Faenza (289), 3. Polisportiva Pontevecchio Bologna (282). Nella finale di Piacenza, podi individuali per Tassinari Asia (vortex 41,36/1^, 60hs 10”12/3^), Cassani Arianna (alto 1,46/1^) e Borrelli Aurora (lungo 4,26/2^). Altre componenti del team che hanno portato punti per la classifica: Rainone Nicole, Rambaldi Carolina, Occhionero Martina, Cancemi Rachele, Pisciotta Antonia, Bragliani Anna e Lalli Sofia. Regionali Prove Multiple - Castelnovo Monti (RE), 30 aprile-1 Maggio. Eptathlon Allieve: Sofia Bonafè (Atl. Pontevecchio) 1^ classificata con punti 4785 è la nuova campionessa regionale della categoria. Il dettaglio delle 7 prove: 200m 26”12 (1^); 100hs: 14”78 (1^); alto 1,56 (1^); peso 11,45 (1^); 800m 2’21”77 (1^); lungo 5,05 (2^): giavellotto 28,06 (2^). Regionali Assoluti - Forlì, 14-15 maggio. Atl. Pontevecchio. Fabbri Alex: lungo 7,41 (2), triplo 15,45 (2); Fabbris Erica: triplo 12,81 (1). Parma, 28-29 maggio. Sara Curatolo 3^ con la staffetta 4x100 (Avena-Minotti-Benincasa-Curatolo) in 48”77. Regionali Allievi Juniores Promesse - (Piacenza, 21-22 maggio) Atl. Pontevecchio Bologna, Allievi/F: Zagni Marianna 2000 siepi 7’42”38 (2); Juniores/M: Prati Innocent 100m 11”33 (2), 200m 22”59 (2); Fabbri Alex salto triplo 15.62 (1); Poggi Antonio giavellotto 45.76 (2). Juniores/F: Curatolo Sara 100m 12”43 (2), lungo 5,19 (2); Rado Federica 400m 1’01”74 (1): Maccaferri Ilaria 400hs 1’04”10 (2); Tarozzi Demetra 1500m 4’46”48 (1). Staffetta 4x100: 49.73 (1^) (Amisano-Maccaferri-Benincasa-Curatolo) 49”73 (1).

Criteria Nazionali Campionati Italiani di Categoria in Vasca Corta (Riccione, 25/30 marzo) Fornasari Erika (Junior 2006): 100ra 1’14”82 (28), 200ra 2’39”75 (23); Sita Danila (Junior 2006): 50fa 28”15 (10), 100fa 1’02”90 (12); Croci Federico (Raga\zzi 2008): 200mx 2’17”47 (16), 400sl 4’16”21 (12), 200sl 2’00”83 (11),100sl 56”03 (23).

Ramazziotti, Sita, Croci e Fornasari qualificati per i Campionati Italiani Estivi Ramazziotti Nicholas (100 rana 1’08”26) e Croci Federico (100 stile libero 56”95) della Categoria Ragazzi; Erika Fornasari (200 rana 2’41”32), Danila Sita (100fa 1’04”29) della Categoria Juniores, si sono qualificati per prossimi Campionati Italiani Giovanili in programma a Roma.

ALTRI RISULTATI Trofeo delle Regioni / Esordienti Uisp (Torino, 2-3 aprile). Molinella Nuoto/Rappresentativa Regionale ER. Croci Alessio (Esordienti C): 25fa 20”01 (3); staffetta 4x25mx 1’22”65 (1); Ghelli Francesco (Esordienti A):1 00fa 1’13”57 (3); staffetta 4x50mx 2’17”04 (4). Classifica per Regioni: 1. Lombardia, 2. Liguria, 3. Piemonte (Emilia Romagna 4^). Combinata degli Stili Uisp (Forlì, 1 maggio).100 misti. Medaglie d’Oro: Petaccia Mattia (Ragazzi) 1’06”70; Argento: Piola Aurora (Ragazze) 1’10”42; Bronzo: Baibarac Luca (Ragazzi) 1’10”26, Costa Federico (Junior) 1’04”48, Burnelli Martina (Ragazzi) 1’11”51. Piola Aurora (Ragazzi) 1^ Assoluta nell’Australiana. XXV Trofeo Internazionale Italo Nicoletti (Riccione-V50m, 3-5 giugno). Podi/Gare Individuali. Categoria Juniores: Fornasari Erika 200ra 2’42”03 (2), 100ra 1’16”36 (3). Categoria Senior: Chiarini Mirko 200fa 2’06”00 (3). A medaglia con le staffette CN Uisp: Piola Aurora, Eco Swami)e Ramazziotti Nicholas (ragazze/i); Fornasari Erika, Sita Danila (juniores); Campioni Chiara (cadette).

Regionali Lazio: Strumillo 1^ Fidal Lazio-Campionati Regionali Assoluti (Rieti, 21-22 maggio) Con la misura di m. 56,73, Stefania Strumillo (GS Fiamme Azzurre-Roma) è la nuova Campionessa Regionale di lancio del disco. Meeting Internazionale Città di Lucca (28 maggio) Lancio del disco. Podio: 1. Morales Silinda Oneisi (Cuba) 60.42; 2. Strumillo Stefania (Italia/ Fiamme Azzurre) 58.86; 3. Benedetti Benedetta (Italia/GS Esercito) 52,04.

Regionali Esordienti A (Riccione, 2-3 aprile) Alessandro Piola conquista 2 titoli individuali e 2 di squadra: 50sl 28”80 (1), 100mx 1’12”60 (1); staffette CN Uisp: 4x50sl (1), 4x50mx (1). Fin/Esordienti B (Carpi, 12 giugno) Carlotta Zanotti medaglia d’argento con la 4x50sl del Cienne. Esordienti Uisp (Bologna, 2 giugno) Piola Alessandro 100sl 1’04”31 (1).

Nazionali Aics

Nazionali Uisp

SportInFiore (Riccione, 23-24 aprile) Molinella Nuoto: iscritti/e 42; medaglie vinte 37: oro 12, argento 10, bronzo 15. Questi i vincitori nelle diverse specialità e categorie: Sita Danila (Jr) 100fa 1’05”08; Ramazziotti Nicholas (R1) 100ra 1’08”28, 200ra 2’31”34; Croci Federico (R14) 50sl 28”57, 400sl 4’26”44, 100sl 56”95, 200mx 2’22”91; Burnelli Martina (R2) 50do 32”66; Petaccia Mattia (R.14) 200ra 2’44”26; Piola Aurora (R2) 50fa 31”03; Piola Alessandro (E/A1) 50fa 30”69; Ghelli Francesco (E/A2) 50fa 31”8.

Prima Parte-Categoria (Lignano Sabbiadoro, 10/12 giugno). Medagliere Molinella Nuoto: 10 d’oro, 1 d’argento, 7 di bronzo. Campioni Nazionali Aics: Ramazziotti Nicholas (Ragazzi) 50ra 31”7, 100ra 1’10”00, 200ra 2’32”3; Costa Federico (Juniores) 100do 1’04”2, 200do 2’17”9; Petaccia Mattia (R14) 200sl 2’12”6, 200ra 2’41”9, 100sl 1’00”5; Rizzo Ginevra (Ragazze) 200sl 2’21”5; Piola Aurora (Ragazze) 100fa 1’09”8. (La seconda parte dei campionati, riservata alla Categoria Esordienti, si svolgerà a Riccione dal 17 al 19 giugno).

NUOTO MASTER / Al Trofeo Città di Molinella

3 titoli italiani e 1 europeo

Lunedì 25 aprile 250 atleti master provenienti da diverse parti d’Italia hanno partecipato al Trofeo Nazionale “Città di Molinella”, tornato quest’anno per la 20^ edizione, dopo due anni di stop forzato causa covid. La Molinellanuoto piazza 11 atleti sul podio, per un bottino complessivo di 18 medaglie: 8 d’oro, 8 d’argento, 2 di bronzo. Di seguito, più in dettaglio, il medagliere della società: Massagrande Larry (M45) 50sl 31”19 (2); Morelli Nicola (M30) 50sl 26”26 (1), 50 fa 28”75 (2); Astolfi Mattia (M20) 50sl 27”35 (3), 50ra 35”51 (2); Magagnoli Beatrice (M25) 100mx 1’14”32 (1), 200sl 2’21”01 (2); Meloni Simone (M50) 200ra 3’19”02 (1), 200sl 2’39”51 (2); Morisi Sara (M30) 100mx 1’38”47 (1), 200do 3’29”83 (2); Armaroli Luca (M60) 100ra 1’36”39 (1), 100mx 1’29”22 (2); Stai Silvia Rita (M50) 200ra 3’51”80 (2); Parocchi Silvia (M55) 50fa 31”31 (1), 200mx 2’38”06 (1); Martire Carlotta (M20) 100mx 1’22”55 (3); Zanarella Leonardo (M25) 100mx 1’09”75 (1). Nel corso della giornata sono stati stabiliti 3 record italiani (Cappelletti Mauro M55 Chiavari Nuoto 200fa 2’20”81, Deponti Daniela M55 Acqua1Village Castano Primo MI 50sl 28”94, Vaccari Monica M60 Padovanuoto 100fa 1’17”67) e 1 record europeo M60. Monica Corò, tesserata per la società Candido Cabbia di Treviso, ha nuotato i 200fa in 3’06”25, migliorando il precedente primato continentale che apparteneva alla britannica Amanda Heath.


La Bottega del Caffè

pag. 3

CALCIO

L’Ospitalese nel Guinness dei Primati Come prendere 208 gol e vivere felici Ecco una storia che forse sarebbe piaciuta a Soriano. Non il giocatore del Bologna, ma Osvaldo Soriano, il grande scrittore argentino che ha raccontato il “futbol” degli ultimi. Domenica scorsa, l’Ospitalese ha concluso il suo campionato di Prima Categoria all’ultimo posto in classifica, con 1 solo punto in 26 partite, 8 gol fatti e 208 subiti. Numeri da capogiro. Il primo e unico punto della stagione è arrivato dopo 12 giornate di magra, il 28 novembre 2021 (Quartesana-Ospitalese 2-2). Due domeniche prima, il 14 novembre (Conselice-Ospitalese 7-2) era andata finalmente in gol con Grossi, il primo a violare la rete avversaria. La squadra biancorossa ha sempre viaggiato in coda al gruppo, ad una media di 8 gol (presi) a partita. Il passivo più largo lo 0-14 subito dal Berra il 21 ottobre. Difficile riuscire a far peggio. Ci sarebbe da piangere, chiudere a chiave e per sempre il campo sportivo e non parlarne più, scappare dalla vergogna, mettere una pietra tombale su ogni altra velleità calcistica dell’Ospitalese. Invece, bisogna dire che sono stati bravi, i ragazzi e la società. Hanno mantenuto l’impegno fino in fondo. Non hanno mai fatto mancare il numero legale, respingendo la tentazione che tanto è meglio perdere 3-0 a tavolino, piuttosto che fare certe figure e prenderne 10 in campo. Hanno sfidato ogni domenica l’ironia e i sorrisini di compatimento di tanti, amici presunti e avversari veri, senza abbassare mai lo sguardo. Quanti altri celebrati campioni della categoria avrebbero fatto altrettanto? Quanti avrebbero resistito così a lungo? Certo, giocatori, tecnici e dirigenti dell’Ospitalese avrebbero preferito vincere, almeno qualche volta, fare qualche gol in più e prenderne qualcuno in meno, ma lo sport è anche questo. E alla fine, senza retorica, sono stati un esempio di sportività per tutti. La squadra è quanto di più eterogeneo si possa immaginare: giocano insieme padri e figli, manager della finanza e lavoratori precari, ragazzi del posto ed extracomunitari (perfettamente integrati, peraltro), giocatori che hanno fatto la scuola calcio e pedatori improvvisati senza alcun pedogree Ne parliamo volentieri e con rispetto, per i rapporti davvero speciali che l’Ospitalese ha sempre avuto con il calcio di casa nostra, non ultimo il fatto che la società argentana è stata tra i soci fondatori dell’US Reno nel 1989. E, tuttavia, la curiosità ci ha spinto a cercare sul web altre disfatte calcistiche di portata storica. Nell’ottobre 2016, ad esempio, l’Ulisses Yerevan, che militava nella seconda divisione armena, veniva da tutti indicata come “la peggior squadra d’Europa”: 2 punti raccolti in 15 partite, 8 gol fatti (peggior

attacco) e 37 subiti (peggior difesa), numeri comunque lontanissimi dalla performance dell’Ospitalese 2021-2022. In marzo, alla ripresa del campionato dopo la pausa invernale, l’Ulisses non tornò più in campo. Si ritirò per sempre, il suo nome cancellato dai ruoli federali. “Dispiace molto – dichiarò alla stampa il presidente Valeri Hovannisyan - ma non ci sono più i presupposti per andare avanti in queste condizioni”. Ritirare la squadra? Mauro Mazzanti, il presidente dell’Ospitalese, non l’avrebbe mai fatto. Piuttosto, sarebbe andato in campo da solo a ricoprire tutti i ruoli, dal portiere al centravanti, C’è chi giura di averlo visto una volta rigare il campo nel prepartita e contemporaneamente strappare i biglietti all’ingresso, fare il barista e il segnalinee, per poi entrare al bisogno sul terreno di gioco col numero 13 in sostituzione di un suo giocatore. Chi non lo conosce dice che è un testone, che non ascolta nessuno e va dritto per la sua strada a costo di andare a sbattere contro il muro. La sua, però, non è cocciutaggine inutile, ma coerenza assoluta. Non fa le cose per calcolo e convenienza. La cosiddetta “immagine” è l’ultima cosa a cui tiene. Non corre dietro a nessuno, perché se uno si ritira o va via – dice - si fa senza. Non lo spaventa la solitudine a cui lo condanna inevitabilmente questo modo di pensare. Mazzanti ha una visione romantica dello sport, la stessa che ha cercato di trasferire anche nelle Olimpiadi del Reno. Si identificherebbe certamente più volentieri con il presidente del Crocetta Calcio, Terza Categoria piemontese, che nel 2017 terminò il campionato a zero punti, 82 gol subiti e solo 7 realizzati. Nei 148 gironi dell’ultima serie dilettantistica (oltre mille squadre in tutta Italia) nessun’altra squadra era riuscita a fare peggio. “Il Crocetta – scriveva La Stampa di Torino - è il trionfo della passione sconfinata per uno sport, il calcio, da tempo ostaggio del business. E’ il volto sano di chi perde con il sorriso”. “Noi ci autofinanziamo. In pratica paghiamo per prendere tutti quei gol – questa la risposta scherzosa del presidente - Ma non chiamateci Armata Brancaleone. Partiamo sempre per vincere o almeno ci proviamo. Non molliamo mai, anche se siamo sotto 12-0”. Proseguendo nella nostra ricerca, ci imbattiamo nel Tasmania Berlin, squadra della quarta serie tedesca di cui oggi non si sa più nulla, che nella stagione 1965-66 riportò 28 sconfitte in 28 partite. Degna di nota anche l’impresa dell’Ibis, squadra brasiliana che restò tre anni senza mai vincere neanche una partita. Trent’anni dopo, i giocatori del club portano ancora sulle maglie un logo, con la scritta “Siamo la squadra più scarsa del mondo”. Benvenuti al Madron FC, dice la scritta sulla home page del sito.

Ed è lì che troviamo la squadra “peggiore del mondo”, molto peggio perfino dell’Ospitalese, che a quelle vette da sprofondo rosso non si è nemmeno avvicinata. Club di Mining Division della Cornovaglia, tredicesimo gradino verso il basso del calcio britannico, il Madron è diventato famoso per risultati ottenuti nella stagione 2010-2011: 0 punti in 20 partite, una memorabile sconfitta per 55-0 contro l’llogan RB e un numero spaventoso di gol subiti, ben 397 (media 19,85 a partita), quasi il doppio di quelli subiti quest’anno dall’Ospitalese! All’indomani della disfatta con l’Ilogan, un giornale d’oltremanica uscì con questo titolo: “Come prendere 55 gol e vivere felici”. Nell’intervista, il manager della squadra dichiarò: “I nostri calciatori non sono molto brillanti e si accontentano di stare qui e anche se molti ci rideranno dietro noi non rinunceremo a lottare e a giocare tutte le partite”. Una dichiarazione che gli valse la simpatia, ma soprattutto il rispetto e la stima degli avversari. La vicenda del Madron FC dimostra che qualche volta si può entrare nella Storia dello Sport anche arrivando ultimi. Il famoso ciclista Malabrocca aveva fatto dell’ultimo posto al Giro d’Italia quasi una professione, quando scoprì che la maglia nera gli dava più visibilità e più soldi di un anonimo arrivo a metà del gruppo. Il nuotatore Eric Moussambani, 22enne della Guinea Equatoriale che aveva imparato a nuotare solo 6 mesi prima nella piscina 10x5 di un albergo del suo paese, alle Olimpiadi di Sidney 2000 nuotò i 100sl in 1’57”52, più del tempo impiegato dall’olandese Van den Hoogenband (1’45”35) per vincere la medaglia d’oro non nei 100 ma nei 200sl. Per la sua lentezza, Moussambani diventò famoso in tutto il mondo. Sfumato il record mondiale di gol subiti a cui sembrava poter aspirare, l’Ospitalese dovrà accontentarsi di un primato italiano che vorremmo fosse presto certificato da fonti più autorevoli. Intanto, a futura memoria, ecco i nomi dei Cavalieri dello Sport che fecero l’impresa, arrivando in fondo al campionato nonostante tutto: con il capitano Alex Antonino, Salvatore Amato, Ayoub Atoucha, Guido Calzoni, Elia Canè, Francesco Ferrari, Mattia Ferrari, Danilo Balia, Domenico Grossi, Marco Guido, Michele Lo Dico, Mattia Magni, Thomas Mancinelli, Marco Mantovani, Enrico Mazzanti, Fabio Mazzoni, Jonathan Milazzo, Armando Morrone, Dennis Roberto, Dennis Saad, Amin Taufik, Riccardo Zezza e Ahmed Zouhir; l’allenatore Fabrizio Bianco e il suo 2°, Carmelo Spoto; il ds Massimilano Martire; i dirigenti Paolo Mazzanti, Paolo Cariani e, naturalmente, il presidente Mauro Mazzanti. Tutti eroi nella sconfitta! Meritano l’onore delle armi. (am)

FRISBEE

Dischi Volanti sulle Scuole Medie Grazie a Ultimate Jokers, che ha sede presso la Palestra 5 Cerchi di Mezzolara, il frisbee è entrato nei programmi delle Scuole Medie di Molinella. Sofia Regazzoni e Giacomo Prodi sono gli istruttori a cui è affidato il compito di far crescere questo sport anche nel nostro paese. Al primo allenamento, che si è svolto il 22 marzo allo Stadio, hanno partecipato 64 ragazzi. Ma il frisbee non è uno sport del tutto nuovo per Molinella. Dagli archivi del nostro giornale esce infatti un ritaglio che racconta come nel 2009 il frisbee avesse già qui i suoi campioni.

SCUOLA DI SPORT

Feste di fine anno Ci eravamo fermati nel febbraio 2020, ma a ottobre 2021 Scuola di Sport è ripartita. Qualche piccola difficoltà nella fase iniziale per gli spazi contingentati causa delle norme anticovid, ma poi tutto è andato per il meglio, fino alla fine dell’anno scolastico, che si è concluso con le feste di fine anno presso lo stadio comunale per Molinella, e per le frazioni ( San Martino, Marmorta, San Pietro) nei rispettivi plessi scolastici. Hanno collaborato al progetto Scuola di Sport, come di consueto, i tecnici delle società sportive GP Atletica Molinella, Calcio US Reno Molinella, Pallacanestro Molinella, Aikaf Karate, Molinella Volley, Mucca Dance

Il Caffè, giugno 2009

(e Mc Team in occasione della giornata che si è svolta a Molinella per le classi quinte), molti dei quali erano alla prima esperienza di insegnamento a scuola, ma ne avevano fatto comunque esperienza diretta in quanto, da studenti delle elementari, 10 o 15 anni fa avevano fatto educazione motoria con Scuola di Sport: a loro sono andati i complimenti degli insegnanti e della Dirigente Scolastica, sia per l’attività svolta durante l’anno, sia per l’organizzazione delle feste finali, sottolineando che Scuola di Sport, progetto realizzato dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Molinella Futura, è un punto di forza dell’Istituto Comprensivo di Molinella. Un saluto particolare è stato rivolto alle classi quinte che si apprestano ad un nuovo ciclo scolastico e che quest’anno non si sono però confrontate nel tradizionale torneo a punti che assegnava “la grande coppa con le orecchie”, ma il divertimento nei giochi proposti non sembra proprio essere

mancato. L’Assessore allo Sport Andrea Scalambra, rileva l’importanza che aveva questo anno scolastico per far sì che il progetto non morisse. Permettere alle società di lavorare in modo continuativo e armonico all’interno della scuola, rappresenta un’importante opportunità per l’intero mondo sportivo giovanile del paese. Le società sono state brave a farlo, spesso in spazi ridotti o scarsamente attrezzati, a causa delle nuove normative Covid. Si spera che il prossimo anno, si possa assistere ad un ulteriore passo verso la normalità, sicuri che in questo modo i ragazzi possano continuare ad avere dalla scuola la formazione anche sportiva che meritano. Un ringraziamento mio personale agli istruttori e ai docenti tutti estremamente collaborativi e disponibili. Tobia Zucchini

E-mail: info@mastersport.it Corso Mazzini, 321/323 Molinella (BO) tel. 051-6900391 fax. 051-6903781

Via Bentivogli, 16 Molinella (BO) Tel. 051.880855

via Selva, 52 Selva Malvezzi - Molinella (BO) tel 051 6907003


pag. 4 La Bottega del Caffè

Buenos Aires 1911: Giovanni Juan Scarabelli, l’artista molinellese tra gli aficionados del Boca Juniors Boca Juniors, 1911

Arrivato al nostro indirizzo attraverso un giro di contatti che sarebbe troppo lungo e complicato descrivere, il signor Orazio (Horacio) Evangelista Ibba, che vive da anni in Argentina, dove si occupa di scambi culturali tra l’Italia e il paese sudamericano, ci segnala la foto che vedete qui sopra (la trovate anche su internet). Si tratta di una formazione dell’ Atletico Boca Juniors di Buenos Aires, stagione 1911, quando “la squadra degli italiani d’Argentina”, fondata 6 anni prima, evitò la retrocessione in Secunda Divisiòn solo all’ultima giornata. Tra i giocatori seduti in prima fila, ci fa notare il nostro interlocutore, vi è Pedro Calomino, il primo vero idolo del pubblico xeneize, che poi ha applaudito tanti altri campioni, fino ai contemporaneos Batistuta e Maradona. Ma non è questo il particolare più interessante della foto per il signor Ibba, il quale ha voluto invece richiamare la nostra attenzione sulle persone affacciate alla ringhiera che si intravedono dietro la squadra, dicendo che i primi due da sinistra sarebbero rispettivamente Luis Fontana, padre del pittore spazialista Lucio Fontana (“quello famoso per i suoi tagli”) e lo scultore di origine molinellese Juan Scarabeli, qui ritratti a fianco del presidente Brichetto e alcuni aficionados del club (Renucci, Lintze, Perugini e altri).

Ne abbiamo preso atto con piacere, senza aggiungere altro, essendo piuttosto relativa la nostra conoscenza del personaggio Scarabelli, basata esclusivamente sulle note biografiche che si ricavano dai libri del dottor Calori. A margine, ci limitiamo ad osservare banalmente che il 1911 della fotografia è anche l’anno in cui nasce il Molinella Calcio, ma questo non c’entra nulla con la nostra storia. Ci è sembrato quindi opportuno passare la palla, diciamo così, a Francesco Martelli, che nel 2020 si è laureato in Storia dell’Arte con una tesi proprio su Giovanni Juan Scarabelli. (Antonio Michielon) Dall’osservazione di questa foto – gli chiediamo – emerge qualche elemento di novità rispetto a ciò che sapevi già di Scarabelli? Certamente sì. Il critico José Siccardi, lo descrive post mortem come uno spirito eclettico, che amava l’arte, la musica (suonava la chitarra e il mandolino), il ballo e la fotografia, ma non dice nulla riguardo la passione di Scarabelli per il futbol. L’unica cosa che mi lascia un po’ perplesso è il fatto che Rosario, la città in cui viveva il nostro concittadino, dista più di 300 km da Buenos Aires. E allora, la domanda è questa: se davvero amava il calcio, perché questa passione non era appagata

Scarabelli nel suo atelier di Rosario

dal tifo per il Rosario Central o per l’altro club di Rosario, i Newell’s Old Boys. Essendo però il Rosario Central sostenuto soprattutto dal tifo degli inglesi e il Newell’s nel cuore di inglesi e tedeschi insieme (mi sono documentato in questi ultimi giorni), è quindi probabile che Scarabelli, avendone la possibilità, da buon italiano preferisse frequentare il Boca, cioè la “buca”, il quartiere più basso di Buenos Aires, spesso sommerso dalle acque del Rio de La Plata, dove abitavano tra grandi pozzanghere gli italiani più poveri. E’ anche vero che nel 1911, avendo appena realizzato l’opera più famosa, vale a dire il Monumento a l’Agricoltura Nacional, la premiata ditta Fontana y Scarabelli era al culmine della fama e i due soci titolari venivano continuamente invitati a presenziare feste, inaugurazioni e altri appuntamenti mondani. Questo potrebbe essere il motivo della loro occasionale presenza alla partita del Boca Juniors, accolti come ospiti di rispetto dal presidente del club. > Chi è interessato a sapere qualcosa di più sulla vita di Giovanni Juan Scarabelli, in che relazione era l’artista molinellese con i Fontana (padre e figlio), e a quali conclusioni è arrivato Francesco Martelli con la sua tesi, può continuare a leggere l’intervista su www.duecaffe.it | La Bottega del Caffè

Tennis 1971: il Torneo delle Speranze Il nostro amico Matteo Selleri ci invia da San Marino un articolo di Stadio del 1971 con la foto che vedete qui a fianco. Guardandosi allo specchio con ironia dopo cinquant’anni, Selleri si definisce “un perfetto autodidatta, senza tutti i fondamentali, alle primissime armi e capostipite della moda coi calzettoni, oggi in uso da Bethanie Mattek Sands e alcune altre tenniste di più basso lignaggio”. Nell’articolo (che abbiamo ricopiato qui sotto) compaiono i nomi dei protagonisti del Torneo delle Speranze: dal vincitore Bianchetti allo stesso Selleri, da Bonazzi a Del Sordo e agli altri, all’epoca tutti 16-17enni, essi rappresentavano la generazione di mezzo del tennis molinellese, tra l’epoca dei vari Mimmi (Enrico), Spanazzi, Sacchetti, di Selva e del dottor Gualandi, e quella di Mimmi (Nicola) e Brighenti, Selmi e Rita Gualandi, che presto sarebbe venuta alla ribalta grazie ai corsi del Maestro Tellarini.

Bianchetti vince il Torneo delle Speranze (Stadio, 30 giugno 1971)

Si è svolto a Molinella, sui campi del Circolo Tennis, un torneo di tennis riservato a tutti i ragazzi del paese, dai 13 ai 16 anni. Alla manifestazione hanno assistito molti appassionarti locali e tutti i dirigenti del circolo. La gara denominata “Torneo delle speranze” ha avuto un notevole successo ed ha immediatamente raccolto adesioni di nuovi iscritti al circolo. Il torneo è stato appannaggio di Bianchetti che ha battuto in finale Marsigli per 6-2, 6-4. Da ricordare tra i ragazzi più promettenti Selleri, Bonazzi, Cappelletti, Natalini, Gnesini e Aurelio Del Sordo. Risultati: Gnesini b. Selleri 6-2, 3-6, 6-4; Marsigli b. Bonazzi 6-4, 6-3; Bianchetti b. Natalini 6-1, 6-2; Del Sordo b. Sisti 6-1, 6-2. Semifinali: Marsigli b. Gnesini 6-3, 6-0; Bianchetti b. Del Sordo 7-5, 6-8, 6-4. Finale: Bianchetti b Marsigli 6-2, 6-4. Alla presenza del vicesindaco Costante Atti, del presidente Piero Ungarelli, del segretario Bruno Selva, del giudice arbitro Natalino Gregori sono stati premiati i quattro semifinalisti con coppe e medaglie offerte dal Circolo Tennis Molinella.

C’era uno di Traghetto che non perdeva... Mai

Molinella, anni 50: la Cooperativa del Gol

ANNIVERSARI

8 giugno 1942: Carlo Bertocchi a Berlino 8 giugno 1942. Circa centomila spettatori affollano lo Stadio Olimpico di Berlino, per assistere a quello che La Gazzetta dello Sport definisce “un cameratesco confronto tra la Germania e l’Italia”. Nella gara dei 1500 Carlo Berocchi è 5° con il tempo di 3’55”, ma è il 1° degli italiani a tagliare il traguardo. “Soltanto 7 secondi separano l’atleta della Milizia Ferroviaria dal record del mondo”, scrive ancora la Gazzetta. Nonostante la guerra in corso, il 1942 sarà l’anno d’oro dell’atleta molinellese, che il 23 agosto, a Zurigo, vincerà finalmente anche in Azzurro, confermandosi “il miglior mezzofondista del momento”, fresco detentore, tra l’altro, anche del titolo italiano dei 3.000 siepi.

1° Maggio 1962: il primo lancio dei paracadutisti “Modena, 25 aprile 1952: Alberto Mai di Traghetto vince il Trofeo della Liberazione”. La rivalità con quelli di Traghetto non è cosa nuova. Come scriveva La Voce di Molinella nella primavera del 1952, “à nuètar d’Mulinèla às tòcca d’mandèr zò di bi magòn”. Per colpa di Alberto Mai, atleta diciassettenne della Società Ciclistica Traghetto, “che vince sempre, senza perdere... Mai un colpo”. L’ironia del giornale comunista tenta di smorzare i toni della polemica che infiamma il derby della bicicletta. Il “nostro” Sintoni, alfiere del ciclismo molinellese, “risponde colpo su colpo alle iniziative risolute e vincenti del campione di Traghetto”, che presto andrà però in fuga da solo, lasciando Sintoni a guardare. Il passista veloce Alberto Mai, azzurro ai Campionati del Mondo Dilettanti, che si disputano nel luglio di quello stesso anno a Bucarest, arriverà secondo 2° nell’inseguimento su pista, preceduto sul traguardo iridato soltanto da un russo, di cui, a tanti anni di distanza, nessuno ricorda più il nome. Le difficoltà per superare la cortina di ferro non sono state poche, e allora, già che c’è, Mai partecipa anche alla corsa a tappe Praga-Berlino-Varsavia, piazzandosi undicesimo. Al ritorno in patria vince il Giro della Provincia di Ferrara e quello di Romagna, scavando un solco incolmabile per le ambizioni ciclistiche dei molinellesi, feriti a morte nel loro orgoglio sportivo. Alberto Mai troverà poi il modo di farsi perdonare questo affronto qualche anno dopo, quando scenderà dai pedali per aprire a Molinella un’apprezzata attività di fotografo e autista-noleggiatore di pulmini. Quando corre il Novantesimo. 90 anni di calcio e di sport molinellese (La Compagnia del Caffè, 2001)

Negli anni 50, i soci della Cooperativa Massarenti erano talmente numerosi che le assemblee dovevano tenersi per forza allo stadio. Aprile, secondo tradizione, era il mese in cui la Cooperativa rendeva i conti. Ci sono immagini, viste e riviste tante volte, che mostrano la tribuna gremita e una moltitudine di gente raccolta intorno a un carro agricolo in mezzo al campo, sul quale hanno preso posto i relatori. Allo stadio, sempre in aprile, è stata scattata anche la foto che vedete qui sopra, proveniente dallo sterminato archivio del signor Albertino Mimmi. La squadra che nell’aprile del 1955 (sul retro della foto non è indicato il giorno) si esibì allo stadio, non era una formazione anonima, ma aveva un nome preciso: si chiamava Unioncooperative, in quanto formata da soci cooperatori dell’Agricola, della Consumo e della Tessuti. Non importa se, nel tempo, si è persa la memoria della squadra avversaria e del risultato finale della partita. Di fronte ad un pubblico abituato ad altri attori, quel pomeriggio l’Unioncooperative offrì uno spettacolo quantomeno inedito. Il titolo che oggi più le si addice è quello di “Cooperativa del Gol”, un’espressione linguistica che solo a partire dagli anni 70 con la Grande Olanda è entrata nel linguaggio calcistico corrente, per indicare l’uguaglianza dei ruoli, dal terzino destro all’ala sinistra, sulla via del gol. Come dire: l’idea socialista applicata al calcio.

Il 1° Maggio 1962 viene effettuato il primo “spettacolare lancio di paracadutisti su Molinella”. Così diceva la pubblicità della manifestazione, organizzata per la Festa dei Lavoratori. “I paracadutisti – scriveva per l’occasione Il Resto del Carlino - si lanciano da un Fairchild, levatosi in volo dall’Aeroporto di Bologna, dove ha sede l’Aero Club Bortolotti, l’associazione bolognese che con la presenza dei suoi uomini a Molinella intende sottolineare la propria adesione alla festa della grande famiglia dei cooperatori”. In una nota recente su facebook/Storie di Molinella, Giorgio Golinelli completa la notizia, scrivendo che il primo paracadutista a lanciarsi nel cielo di Molinella fu Fabio Cassanelli, seguito nell’ordine da Scardovi, Galeati, Callegari, Degli Esposti, Boccianti, Falica, Boscoli”. “In compagnia dei paracadutisti – proseguiva la cronaca del Carlino volteggia silenzioso in cielo l’aliante I-FOLP pilotato da Baviera, mentre i G46 della pattuglia Buldrini-Forlani-Regazzoni eseguono un pregevole numero acrobatico”. Visto il grande successo della manifestazione, il lancio dei paracadutisti si ripeterà puntualmente ogni 1° Maggio, fino a diventare una tradizione. In quella data e per più di vent’anni – ricorda qualcuno che all’epoca era ancora molto giovane - centinaia e centinaia di persone arrivate da tutte le parti, a piedi o in bicicletta, si radunavano fin dal primo pomeriggio lungo via Redenta o in Barattino, per assistere al lancio dei paracadutisti. E il ronzio dei velivoli era la colonna sonora di quei pomeriggi, che ingannavano l’attesa del grande comizio di Martoni in Piazza Massarenti, l’evento clou della giornata.


Argomenti

BEACH TENNIS

ITF World Tour: dagli Emirati alle spiagge di Rio, Diego Bollettinari sempre protagonista Circuito ITF. Doppio Maschile. International Open Isle La Reunion , 25-27 marzo: Diego Bollettinari-Doriano Beccaccioli sono eliminati ai quarti di finale da Baran-Irigaray (3-6, 6-4, 3-10). BT200 Ras Al Khaimah 1 (Emirati Arabi, 1-3 aprile): Bollettinari-Beccaccioli si arrendono in finale alla coppia italo-francese Spoto-Gianotti (1-6. 6-7). BT200 Ras al Khaimah 2 (Emirati Arabi, 5-7 aprile]: B&B concludono la loro tournée negli Emirati Arabi con un altro 2° posto, sconfitti ancora una volta in finale dalla stessa coppia Spoto-Gianotti che già li aveva battuti sette giorni prima. BT400 Balneario Camborìu (Rio de Janeiro, 27-30 aprile 2022). Gianotti-Spoto si rivelano una vera “bestia nera” per B6B, i quali, dopo aver sconfitto nei quarti Schmitt-Wiesinger (BRA) 6.4/5.7/10.8, perdono la semifinale contro la coppia italo-francese che si impone 6.4/6.3. Sand Series Classic-Las Palmas de Gran Canaria (22-24 maggio) B&B si arrendono in semifinale 6.1/6.3 alla coppia Cappelletti-Ramos Viera. Sand Series-Barcellona (26-28 maggio) B&B escono ai quarti, sconfitti 6.4, 4.6, 10.2 da Font-Macedo.

Calcio / Tino Torment Fattori si ritira. ll preparatore di portieri più conteso della zona va in pensione 26 maggio. Dopo oltre vent’anni di onorata attività come preparatore dei portieri, Tino Fattori, in arte Tormento, ha deciso di dire basta. Dalla prossima stagione farà solo lo spettatore. Aveva cominciato col Sant’Antonio e col Sant’Antonio finisce. In mezzo, tanto lavoro con i portieri del Molinella, del Mezzolara e dell’US Reno, del Corticella, del Fossatone e del Lavezzola. Nel suo curriculum anche una breve esperienza con il calcio femminile, a Imola, in A2. I suoi maestri sono stati gli ex portieri del Bologna Antonino Elefante ed Enrico Cavalieri per la parte relativa all’attività del settore giovanile, Tonino Ferroni della Spal per quanto riguarda invece la preparazione specifica dei portieri di prima squadra. Lascia senza rimpianti, contento di ciò che ha fatto. Il tempo passa, dice, gli acciacchi si fanno sentire, specialmente d’inverno. Sandro Bertocchi, compagno di fede juventina, gliela mette giù in rima: “Al destino che vien, rassegnarsi convien...”. Bisogna anche dire che l’attività di preparatore dei portieri è stata, per il nostro amico Tormento, solo l’ultima appendice di una lunghissima carriera calcistica, iniziata verso la metà degli anni 60 nella juniores del Molinella. Giocava ala sinistra, all’inizio. Fu Bianchi a farne un mediano. E allora verrebbe da chiedersi cosa può aver indotto un mediano ringhioso (che ha lasciato un segno importante nella storia del Molinella) a diventare un allenatore di portieri? Molto bravo, tra l’altro. Un giorno, forse, ce lo dirà.

MOTORI KART Jacopo Sisti, addio alle corse 3 aprile. Jacopo Sisti ci fa sapere che gli impegni di studio all’Università e il nuovo lavoro che lo tiene occupato nel weekend non gli consentono più di conciliare tutto questo con le corse in kart. Almeno per il momento. Dovesse ripensarci, ce lo farà sapere. Noi naturalmente lo aspettiamo. E, intanto, ricordiamo che, superata con grande coraggio la terribile malattia che l’aveva colpito nel 2017, Sisti nel 2020 si è aggiudicato il Campionato Italiano Rotax, qualificandosi così per la Finale Mondiale di Portimao, in Portogallo, poi annullata causa covid.

Parma, 8 maggio. Battendo in finale Maria Vittoria Ranieri (CT Massalombarda), Agnese Stagni si aggiudica il singolare femminile Under 13 di Parma e vola direttamente ai Campionati Italiani di categoria, che si disputeranno in estate a Foligno. Molinellese, tesserata per il CT Mare Pineta di Milano Marittima (ma si allena ad Argenta), la Stagni è al suo terzo successo stagionale.

FOTO / SUB Organizzate e promosse da Fipsas (Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquea), si sono svolte il 14-15 maggio a Rijeka (Croazia) due gare selettive di fotografia subacquea digitale, a cui ha preso parte con il Nuoto Sub Faenza anche Marco Bollettinari. Nella gara del sabato, 6° Trofeo Ghisleri,il sub molinellese si è piazzato al 2° posto della classifica generale, con punti 60,9. Domemica 15, nel Trofeo Friulana Sub, Bollettinari ha ottenuto complessivamente punti 51,9, che valevano l’8° posto in classifica generale. Alla Standiana di Ravenna (21 maggio) Marco Bollettinari ha vinto il 26° Trofeo Città di Faenza, gara di fotografia subacquea valida per la qualificazione al Campionato Italiano Fotosub 2022.

FOOTBALL AMERICANO Seconde dietro i Giaguari Torino al termine della Regular Season, le Aquile Ferrara sono state eliminate al primo turno dei playoff. La corsa-promozione del team Estense per tornare nella massima serie si è interrotta il 29 maggio ad Albisola (SV), dove Mingozzi, Romagnoli e Company sono stati sconfitti 43-0 dai Pirates Field.

NUOTO / MOLINELLA MEET

Un ritorno che Sandro Bertocchi racconta qui alla sua maniera

Aveva chiuso col nuoto due anni fa al Settecolli (Roma, giugno 2020), la gara più importante del calendario nazionale. Il nuoto gli procurava un senso di nausea. Non ce la faceva più. Poi, improvvisamente, gli è tornata la voglia di nuotare. Non ha saputo resistere al richiamo della vasca olimpionica di Molinella, al fascino del meeting che il 29 maggio è tornato, anche lui, dopo due anni di stop per covid. Così, senza dir niente a nessuno (pochissimi sapevano di questa sua decisione), ha prenotato la visita sportiva, è andato a comprarsi un nuovo costume da gara e domenica mattina alle 10 si è presentato ai blocchi di partenza dei 50sl. Non si allenava da due anni, ma un 50 contava di poterlo ancora tenere. Era lì solo per il (ritrovato) piacere di nuotare, senza più condizionamenti, senza l’assillo di dover vincere, di dover fare un certo tempo per forza. Unico obiettivo: stare sotto i 24 secondi. Ha nuotato in 23”55, qualificandosi col miglior tempo per la finale a 6 del pomeriggio, appena 2 decimi di secondo sopra il tempo limite d’iscrizione al Settecolli. Nemmeno Andrea Scalambra si aspettava tanto. Poi è arrivata la pioggia a rovinare tutto. La finale non c’è stata, il meeting è stato annullato, ma questo non conta. Quello che voleva, Francesco Martelli l’aveva già ottenuto. A margine del Meeting di Molinella, un sorprendente ritorno che Sandro Bertocchi racconta qui alla sua maniera:

No, non c’entra l’emulazione, / il voler fare come i campioni / che, MOTOCICLISMO

Morelli al Dunlop National Trophy

Nella prima gara della stagione (Misano, 2-3 aprile), Riccardo Morelli su Ducati ottiene un lusinghiero 10° posto in Classe 1000. 16° nella seconda gara (Vallelunga, 7-8 maggio), il pilota molinellese occupa attualmente la 15^ posizione in classifica generale. Prossimi appuntamenti: Mugello 18-19 giugno; a seguire, Misano 31 luglio; Mugello 18 settembre; Imola 9 ottobre.

AUTOMOBILISMO

Campionato Italiano Porsche Club GT: Alfredo Franceschi in corsa per il titolo Esordio vincente di Alfredo Franceschi (Porsche 991 GT3, motore 3,8 aspirato), che il 10 aprile al Mugello si è aggiudicato la prima prova del Campionato Italiano Porsche Club GT, facendo registrare anche il miglior tempo sul giro (2.05.810). Con il 2° posto ottenuto il 29 maggio nella successiva prova all’Autodromo Franciacorta (BS), Franceschi, che corre per la Scuderia PS Performance Bologna, è al momento 2° in classifica generale. Queste le prossime tappe del campionato: Misano 19 giugno; Vallelunga 11 settembre; Mugello 16 ottobre; chiusura il 6 novembre a Misano con il Porsche Club GT Festival. (fm)

• TUTTENOTIZIE • TUTTENOTIZIE • TUTTENOTIZIE • TUTTENOTIZIE • TUTTENOTIZIE •

TENNIS / U13

pag. 5

JUDO Trofeo Interregionale Uisp (Bibbiano RE, 3 aprile). I 12 atleti del Judo Molinella hanno vinto complessivamente 30 incontri, con Teo Sammartano 1° assoluto. Classifica di Società: Molinella 4° (piazzamento ottenuto in collaborazione con gli atleti di Imola, Lugo e Castenaso). Regionali Uisp (Campegine RE, 8 maggio). Nonostante un grave infortunio, Francesco Cristofori riesce ad arrivare 3°; ottima prestazione di Teo Sammartano, che dopo il periodo covid si riconferma al primo posto anche nella categoria cadetti. Entrambi qualificati per i Campionati Italiani.

Campionato Italiano Fisheries | Semifinale Emilia Romagna-Veneto (Molinella-Laghetti, 28-29 Maggio). 35 partecipanti, qualificati nelle prove regionali precedenti. Questa la classifica relativa alle prime 3 posizioni: 1° Sebastiano Brunelli (Pescatori Nordest Maver-Veneto), penalità 2, kg 92,240; 2° Thomas Pagliacci (Romagna Fishing Asd), penalità 2, kg 69,080; 3° Stefano Pedrina Stefano (Lenza Cleb Mogliano Preston-Veneto), penalità 2, kg 63,720. Nei prossimi giorni la Federazione comunicherà i nomi degli atleti che sfideranno gli altri meglio piazzati nelle quattro zone interregionali. (pd)

Domenica 8 maggio, presso la piscina di Molinella, si è disputata una partita amichevole che ha visto confrontarsi la “neonata” squadra locale contro Imola. Dopo un’intensa battaglia (4 tempi di 7 minuti ciascuno) hanno prevalso i Mosquito Molinella per 6 a 4.

CICLISMO / GIOVANISSIMI MAC TEAM Con 3 successi stagionali, Nicole Silkenco (G1) è la più vittoriosa del Gruppo Giovanissimi. Altri sul podio: Alexandra Silkenco G6: 1 vittoria, 1 un secondo posto, 1 terzo posto; Rachele Formica G6: 1 vittoria, 1 terzo posto; Simone Malvasia G6: 1 vittoria; Leonardo Formica G2: 1 secondo posto; Mattew Ingrossi G2: 1 terzo posto. Tabella redatta in base alle 3 gare (10 aprile, 15 maggio, 23 maggio) delle quali abbiamo avuto i risultati.

Boccette - 27 marzo. Al Bar Europa di Ravenna prestazione record di Fabio Corradini (Leon d’Oro Molinella) che dopo aver vinto ad Ancona e Bergamo vince anche la terza gara nazionale di selezione e ottiene la qualifica “Master” con un percorso netto di 22 partite vinte consecutive. Battuto in una finale combattutissima Cristian Gasperini per 102 a 93.

PESCA SPORTIVA

PALLANUOTO

Nella foto: Francesco Martelli tra Franco Vaccari (a sinistra) e Alberto Maresta, pionieri del nuoto molinellese.

BILIARDO

Goriziana - Cervia, 2 giugno. Nell’ambito del “Mese del Biliardo”, la squadra del Leon d’Oro Molinella ha vinto la Stella Regionale di Serie A. Risultato della finale: Leon d’Oro Molinella – Taverna Verde Forlì 4-1.

VOLLEY AMATORI Campionato Giochiamo Misti Uisp-1° Turno Playoff (Modena, 4 aprile). La Bassa-Amatori Volley Molinella, quarta classificata del girone bolognese, ha perso 3-0 da BarbaAromatica ed è stata quindi eliminata.

appena presa la decisione di abbandonare fama e milioni / per ritirarsi a vite normali, / tornano indietro sui loro passi / per risentirsi amati e speciali / com’è dovuto soltanto agli assi. Sono Francesco, non sono avaro, / sono un romantico sognatore / che non si affanna per il denaro / e privilegia rime con cuore. Dopo quel giugno duemilaventi / e il Settecolli nuotato a Roma, / il susseguirsi di quegli eventi / che han fatto scempio di ogni idioma / mi ha tolto il gusto di gareggiare, / ho preferito le mostre d’arte / all’arte antica di nuotare, /ho messo l’acqua da una parte. Quando ho saputo, galeotto, / del meeting classico d’estate, / per qualche giorno ho dato sotto / ad energie dimenticate. Lì si è riacceso quel barlume, / senza grancassa né clamori / ho comperato un bel costume, / non per ambire a quegli allori [passati / ormai dimenticati] / ma per nuotare con piacere / cinquanta metri rilassato e poi godere. Mi han detto chi te lo fa fare, / ma ho dato ascolto a una vocina / che ripeteva devi andare per onorare la piscina / che dette lustro a nonno Pippo: / mi son buttato come al mare, / quando con rabbia e senza inghippo / correvo intento a superare / la motonave Raffaello, / ho fatto un tempo niente male, / poi… è piovuto sul più bello, / han cancellato la finale / ma ho gareggiato con destrezza / privilegiando non la gara / ma l’emozione e la bellezza, / la qualità che mi è più cara. (sb)

PATTINAGGIO ARTISTICO Regionali Fisr (Lugo, 26-27 marzo). Solo Dance Ladies, Cadetti: Dinoi Sara (Magic Roller Ozzano) 2^ con punti 31,87. Fisr (Bologna, 2 aprile). Divisione Nazionale C-F, Obbligatori. La Ruota Skating: Visentini Anna 2^. Nazionali Uisp, Fase 2 (Bologna, 9-10 Aprile). Sara Dinoi 1^ negli Obbligatori Cadetti. Regionali Fisr (Modena, 25 aprile) Divisione Nazionale D-A, Finale: Coppia 1^ Classificata: con punti 32,70 Davide Dinoi-Beatrice Rolfini (Magic Roller Ozzano), che ottengono anche il pass per i Campionati Italiani. Nazionali Uisp-Fase 2 (Funo, 7-8 maggio) Categoria Master, Specialità Libero: 1° Davide Dinoi (Magic Roller Ozzano). Italiani Fisr (Prato, 1-2 giugno). Obbligatori Cadette: 4^ Sara Dinoi.

Per ragioni di spazio siamo stati costretti a sacrificare molte notizie. I risultati completi di tutte le gare li trovate su www.duecaffe. it | Archivio | Archivio News (Disciplina sportiva).

CICLOTURISMO 11 giugno. I molinellesi Luca Audace, Massimiliano Natali, Pierfrancesco Vogli, Davide Incerti, Mirco De Franceschi, Andrea Vogli e Massimo Cacciari hanno partecipato in Val Badia al Sella Ronda Bike Day, o Giro dei 4 Passi (Pordoi, Campolongo, Gardena, Sella), manifestazione non competitiva che raccoglie ogni anno migliaia di ciclisti.

EX MOLINELLA VERSO TRAGUARDI IMPORTANTI

ATLETICA / U20

Alex Fabbri, nel mirino i Mondiali in Colombia 22 maggio. Ai Regionali Assoluti di Piacenza, Alex Fabbri (classe 2003 della Pontevecchio Bologna, ex Atletica Molinella) ha vinto la gara di salto triplo con 15,62, una misura che vale il suo nuovo primato personale (+27 cm in un anno!), ma soprattutto “il minimo” per i Mondiali Under 20. Fabbri si candida quindi a far parte della Squadra Azzurra che parteciperà alla rassegna iridata in programma a Calì, Colombia, dal 1 al 6 agosto.

ATLETICA / CUS

Erica Fabbris vince gli Universitari 22 maggio. Erica Fabbris, un’altra atleta passata da Molinella: già in possesso del minimo di qualifica per le Universiadi in Cina (che sono state però rinviate al 2023), la ragazza di Baricella si è laureata campionessa italiana di salto triplo agli Universitari di Cassino con la misura di 12,66. Campionati Italiani Promesse (Firenze, 10/12 giugno) Fabbris Erica (Atl. Pontevecchio): triplo 12,93 (3); Ambrosecchia Leila (Pol. F.Francia): 4x100 (4^); 100m 12”34 (23^); 200m 26”18 (27^).


pag. 6

L’EVENTO

Ginevra, il Festival della Rivoluzione Gentile

LETIZIA MARTELLI

La sua startup tra le 50 migliori d’Europa INCONTRI in PISCINA Il pallone racconta…

Molinella - Piscina Comunale 29 Giugno - ore 21 - Quell’estate del 1982 L’ITALIA VINCE IL MUNDIAL DI SPAGNA

Beppe Tassi, ex direttore QS-Carlino Sport, presenta il suo nuovo libro: “Dal cortile al mundial. Storia di un’emozione” (Minerva Edizioni)

IL BOLOGNA RETROCEDE PER LA PRIMA VOLTA IN SERIE B Dal 13 al 29 maggio, organizzata dalla Proloco con il patrocinio del Comune, si è tenuta a Molinella la prima edizione di “Ginevra”, Festival della Rivoluzione Gentile, che ha visto la partecipazione di ospiti importanti, come Enrico Galiano, Daniel Lumera e Umberto Galimberti. Il 27 maggio, riflettori accesi in Piazza Mazzini sullo sport, con Arrigo Sacchi, Maurizia Cacciatori, Alberto Bollini, Katia Serra (e la giornalista di Stadio-Corriere dello Sport, Alessandra Giardini, in veste di conduttrice) che sul palco di Piazza Mazzini hanno discusso del futuro dello sport nel mondo che cambia. Collateralmente agli incontri tra Cinema Teatro, Biblioteca Comunale e Piazza Mazzini, anche diverse iniziative rivolte ai bambini.

Letizia Martelli, classe 92 di Marmorta, laureata in economia e marketing all’università di Bologna, ha lavorato 8 anni in Amazon e da pochi mesi si è lanciata nell’imprenditoria digitale. È co-founder (insieme a Stefano Tartaglia) della startup OutlierZ, piattaforma di career development, cioè luogo di confronto, supporto e scambio di consigli sui temi di crescita professionale. OutlierZ è nata per mettere in contatto le nuove generazioni che si affacciano al mondo del lavoro (la generazione Z, appunto) ed esperti del settore. Il servizio consente a chi lo richiede uno specifico orientamento aziendale con call 1 to 1 di 30’. La stampa specializzata indica OutlierZ tra le 10 migliori startup italiane dell’anno e tra le 50 più innovative e promettenti d’Europa. (fm)

Ne parliamo con Franco Colomba e Adelmo Paris, testimoni di quella disgraziata stagione

L’8° SCUDETTO ROSSOBLU

Francesco Gazzaneo racconta la vittoria del Bologna nel Campionato Allievi Professionisti 1982

PREMIAZIONE

Matteo Cocchi, Nazionale Under 15 Marta Rambaldi, Nazionale Under 20 Femminile Presenta: Maurizio Rizzi

Lettura brani scelti: Giulia Miccoli

Ingresso Libero (da via Paolo Fabbri)

LA STAFFETTA DELLA SOLIDARIETA’

Sport & Disabilità

Run4Hope, la Staffetta Italiana della Solidarietà che si è disputata quest’anno per l’AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie) dal 21 al 29 maggio, con oltre 20mila podisti di circa 400 associazioni e 23 reparti del Esercito Italiano, il 25 maggio ha fatto tappa a Molinella. Alle 12.30 circa, in Piazza Martoni, l’ultimo staffettista del Gruppo Sportivo dell’Esercito, proveniente da Ferrara, ha passato il testimone ad Enrico Lazzari, che nel pomeriggio ha poi proseguito per Bologna, accompagnato nel primo tratto dai bambini del GP Atletica Molinella.

Tre ragazzi di Molinella hanno partecipato agli Special Olympics Italia, Giochi Nazionali Estivi per persone con disabilità intellettive, che si sono svolti a Torino dal 4 al 9 giugno. Giunti alla XXXVII edizione, i Giochi hanno coinvolto oltre 3000 atleti provenienti da tutta Italia, che hanno gareggiato in 20 discipline sportive. Risultati e piazzamenti dei tre molinellesi: Francesco Barbatano 1° nei 50 metri slalom in carrozzina, 3° nel lancio della pallina da tennis; Davide Fruggero 3° nel lancio del peso; Yuri Manferrari 6° nel lancio del peso. Davide e Yuri hanno partecipato anche alla gara di lancio del mini giavellotto (disciplina dimostrativa). La Redazione del Caffè/ Duecaffè ringrazia la sig.ra Fabiana Carlotti, mamma di Yuri, per queste notizie e per le foto che ci ha inviato.

Tre ragazzi di Molinella agli Special Olympics Italia

Run4Hope ha fatto tappa a Molinella

Il cardinale Zuppi nuovo presidente della CEI

Il Ben, imprenditore del padel

24 maggio. Papa Francesco ha nominato il cardinale Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna, presidente della Conferenza Episcopale Italiana. Qui vediamo “il nuovo capo dei vescovi” in una inedita versione “al caffè”, prima della conferenza che ha tenuto nel settembre scorso alla Sala Teatro Parrocchiale di San Martino in Argine nell’ambito delle “Tre Sere per Dante”, organizzate dalla Compagnia del Caffè.

27 maggio. Inaugurato a Baricella l’impianto per il gioco del padel. Ad aggiudicarsi la gara d’appalto indetta dal Comune è stato un gruppo di 4 ragazzi, tra i quali Luca Benigni, figura storica del nuoto molinellese, conosciuto da tutti come Il Ben.

Foto/Emanuela Brunelli

Bambini in fuga dall’Ucraina si allenano con le squadre di Molinella Il primo ad arrivare da Kiev è stato Ihor, classe 2009, con la mamma e un fratello, ha raggiunto a Molinella la nonna che vive qui da circa vent’anni. Ihor (che vediamo qui nella foto con i dirigenti Decataldo, Magrin e Cacciari) si allena con i pari età dell’US Reno (foto 1). Altri tre bambini (foto 2) sono stati accolti dall’Atletica Molinella: Oleh (2012), Olesia e Iryna (2010) hanno già partecipato anche ad alcune gare, la prima a Minerbio in aprile. Sono fuggiti dall’Ucraina con i loro famigliari e hanno trovato accoglienza presso la Molinella Nuoto Matteo e Marko (foto 3). Altri 4 bambini frequentano i corsi di nuoto in piscina. Ruslan, ragazzo ucraino del 2008, voleva giovare a pallacanestro. A fare gli onori di casa (foto 4) il nostro Gigante Ucraino Slava Zhytharyuk, atleta simbolo non solo della Pallacanestro Molinella ma, in questi giorni di guerra, di tutto lo sport molinellese.

1

2

3

4

Questo numero è stato chiuso in redazione il 15 giugno

Il Caffè tornerà in edicola sabato 24 settembre 2022 L’informazione sportiva continua tutti i giorni su www.duecaffe.it