Il caffé

Page 1

NUMERO 4 (118) ANNO XXVIII 18 dicembre 2021

Gazzettino dello Sport di Molinella Autorizzazione del Tribunale di Bologna n. 6262 del 16-3-1994 - Direttore Responsabile Antonio Michielon - Redazione: via Bentivogli, 5 - Molinella (BO) - Distribuzione gratuita - Stampa: Tipografia AG snc, Granarolo E. (BO)

ATLETICA / CADETTE

La regina del pentathlon

redazione@duecaffe.it

PROVE D’AZZURRO

Sofia Bonafè è la nuova campionessa italiana di prove multiple. Olimpia Guglielmi 3^ nel triplo

A Molinella lo sport parla al femminile Dopo i 5 titoli italiani conquistati da Stefania Strumillo tra il 2005 e il 2010, con Sofia Bonafé l’Atletica Molinella mette in bacheca il suo 6° scudetto giovanile. Dal 1971 ad oggi, solo 11 atleti, tesserati per società di Molinella, hanno potuto fregiarsi dello scudetto di Campione d’Italia a livello giovanile. Parliamo di titoli individuali, conquistati a livello giovanile negli sport olimpici con le federazioni del Coni. Le loro imprese hanno regalato allo sport molinellese, nel suo complesso, 24 titoli italiani: 18 femminili e 6 maschili. La classifica dei titoli individuali femminili vede al 1° posto il nuoto con 7 (tutti conquistati da Lucia Martelli), seguito dall’atletica leggera con 6 (Strumillo 5, Bonafè 1) e dal ciclismo con 5 (Grillo 4, Di Nato 1).

Parma, 3 ottobre. Sofia Bonafè è la nuova campionessa italiana del pentatlon. L’atleta di Baricella, tesserata per l’Atletica Molinella, già sul podio nel 2020 al 1° anno di categoria, ha letteralmente dominato la gara, vincendo tre prove su cinque e migliorando ogni volta il suo personale. Questi i parziali: 80hs 12”23 (1^, pt.962), salto in alto 1,68 (1^, pt.996), giavellotto 34,22 (1^, pt.834), lungo 5,05 (4^, pt.831), 600m 1’41”34 (2^. pt.800), per un totale di 4423 punti che valgono la terza prestazione italiana all time e il nuovo primato regionale. Sul podio, con la Bonafè, la veneta Matilde Morbin (pt.3931) e la piemontese Federica

ATLETICA / U20

Alex Fabbri al collegiale di Grosseto

Alex Fabbri, specialista del

salto triplo, è stato convocato al Raduno Nazionale Giovanile, riservato agli “Azzurrini” nati negli anni 2003, 2004 e 2005, che si è tenuto a Grosseto dal 30 ottobre al 1° novembre scorso. Fabbri si candida così per un posto nella

Fornaroli (pt.3884). Come Alex Fabbri, di cui molto abbiamo parlato questa estate, anche Sofia Bonafè, classe 2006, ha scoperto l’atletica grazie alle Olimpiadi dei Ragazzi. È allenata da Willy Guglielmi, “un veterano dei Giochi del Reno”, plurimedagliato nelle gare di mezzofondo, il quale ha conservato un ricordo così bello di quell’esperienza giovanile al punto di dare alla figlia il nome di Olimpia. E Olimpia, anche lei di Baricella, anche lei tesserata per l’Atletica Molinella, a Parma ha fatto onore al suo nome, conquistando la medaglia di bronzo nel salto triplo con la misura di m.11,36.

Rappresentativa Azzurra che prenderà parte ai due appuntamenti più importanti del calendario giovanile internazionale: gli Europei Under 18 in Israele (Gerusalemme, 4-7 luglio) e i Mondiali Under 20 in Colombia (Calì, 2-7 agosto).

BEACH VOLLEY

Bollettinari 19° del ranking mondiale

Matteo Cocchi, l’Inter-Nazionale Nazionale Under 15 in cantiere. Matteo Cocchi, insieme ad altri 65 coetanei del 2007, è stato convocato per il Torneo di Natale che si è svolto dal 9 al 12 dicembre al Villaggio Azzurro di Novarello. Il varo ufficiale della nuova Nazionale U15 avverrà a gennaio, in occasione dell’amichevole con il Kosovo. Difensore, cresciuto nell’Us Reno e passato l’estate scorsa dal Bologna all’Inter, Cocchi ha esordito in nerazzurro il 10 ottobre 2021 (Pordenone-Inter 0-2). Nelle 8 partite di campionato fin qui disputate ha già segnato 2 gol (contro Brescia e Verona). La classifica del Campionato Nazionale U15 Girone B vede al comando Milan e Atalanta con 19 punti, seguite dal Brescia (16) e dall’l’Inter (15). Nella foto: Matteo Cocchi (a destra) nel derby del 21 novembre scorso, vinto dal Milan 3-1

Stage a Roma per Marta Rambaldi Marta Rambaldi ha partecipato allo stage territoriale (Area Centro-Sud e Isole), che si è svolto il 7 dicembre presso il Centro Sportivo di Torre Angela a Roma, in vista della formazione della nuova Nazionale Femminile Under 20, chiamata ad affrontare gli impegni internazionali del prossimo anno. Centrocampista mancina, classe 2002, al Bologna dal 2018, Marta Rambaldi è dall’anno scorso titolare in Serie C. Dopo 9 giornate di campionato, in testa alla classifica c’è il Vicenza con 23 punti, Bologna 7° con 13.

La vittoria nel Torneo delle Isole Azzorre (Terceira, 12-14 novembre), ottenuta in coppia con lo spagnolo Ramos Veira, ha permesso a Diego Bollettinari di scalare alcune posizioni del Ranking ITF: l’atleta molinellese occupa attualmente il 19° posto delle

classifiche mondiali. In questo finale di stagione, Bollettinari ha partecipato anche al Torneo di Gran Canaria (24-26 settembre) e alle Sand Series di Brasilia (12-17 ottobre) dove, in coppia con Marco Garavini, è arrivato fino ai quarti di finale.

Un Anno di Sport: le vittorie più importanti del 2021 Con Sofia Bonafé, ecco gli altri protagonisti dello sport molinellese a livello nazionale e internazionale

In corsa per il Premio PrimaPagina del Caffè Il Premio PrimaPagina, come tutti gli altri premi annuali del Caffé, sarà assegnato all’inizio del 2022, in data e luogo da definire.

Stefania Strumillo campionessa d’inverno

Doppio scudetto per Diego Bollettinari

Lucia Martelli vince i Nationals americani

Alex Fabbri vola agli Europei Under 20

Francesco Sicignano campione d’Italia 2D

Molfetta (BA), 28 febbraio. Stefania Strumillo torna al successo nel Campionato Italiano di Lanci Invernali. Con la misura di 53,39 la portacolori delle Fiamme Azzurre vince la gara di lancio del disco. La Strumillo, 5 volte campionessa italiana a livello giovanile, 3 volte campionessa italiana assoluta, aveva già vinto il titolo d’inverno nel 2015, a Lucca, con la misura di 54”88, che le valse la prima convocazione in Azzurro per la Coppa Europa.

Ai Campionati Italiani Assoluti Indoor di beach tennis, che si sono disputati a Forlì dal 19 al 21 febbraio, Diego Bollettinari, in coppia con Marco Faccini, ha vinto il titolo nel doppio maschile. L’atleta molinellese conquista con il Beach Team Bibione anche lo scudetto a squadre (Faenza, 22-24 ottobre).

Il 20 marzo a Birmingham, in Alabama, Lucia Martelli (Delta State University-Mississippi) vince i Nationals DII, la manifestazione più importante dello sport universitario americano, nuotando i 100y farfalla in 53”03. Per questa impresa, entra nella Hall of Fame della sua università come la prima donna che ha conquistato un titolo nazionale in 96 anni di storia dell’ateneo.

Alex Fabbri, vice campione italiano in carica, il 2 giugno a Modena ha saltato nel triplo 15,33, miglior prestazione stagionale italiana di categoria, che gli vale la convocazione per gli Europei Under 20 di atletica leggera (Tallin, Estonia, 15-18 luglio), dove però con un salto di m. 15,03 non andrà oltre il primo turno di qualifiche.

Nel XXVII Silver Bowl, andato in scena il 17 luglio allo Stadio Garilli di Piacenza, i Vipers Modena hanno vinto il Campionato di Seconda Divisione, battendo i Giaguari Torino per 41 a 14. Della formazione modenese, neopromossa nella massima serie, fa parte anche il molinellese Francesco Sicignano, che è stato uno dei pionieri del football americano a Molinella.


pag. 2 Tuttenotizie

ATLETICA / RISULTATI

LA VALLAZZA 43

1.344 gli iscritti alla Camminata, Vasil Matvychus e Anna Spagnoli si aggiudicano la competitiva Dopo un anno di stop per covid, il 7 novembre è tornata La Vallazza. Sono stati 361 i concorrenti (274 uomini e 87 donne) che hanno disputato la gara competiitiva di km 13,200. Vincitore assoluto Matvychus Vasil (GS Gabbi) col tempo di 40’53. Prima classificata in campo femminile Spagnoli Anna (GS Gabbi): 48’58 il suo crono. 1.344 gli iscritti alla camminata, 51 i gruppi sportivi rappresentati, per una Classifica di Società che vede al 1° posto il GS Gabbi, 2° Atl. Castenaso, 3° Podistica Pontelungo. Novità di questa edizione l’Anteprima Giovanile che si è tenuta sabato 6 allo stadio, con la partecipazione di circa 170 ragazzi. Nel corso dl pomerigggio sono stati assegnati i premi in memoria di Luca Licari (al Progresso Castelmaggiore quale squadra più numerosa) e di Renato Zambardi ai primi 2 ragazzi di Molinella meglio piazzati: Mattia Treggia (2° classificato categoria Pulcini) che ha coperto i 400 metri del circuito in 1’20; Agnese Stagni (5^ della categoria Ragazze) che ha corso la distanza di 1.350 metri in 5’10. Tutte le classifiche sono consultabili sul sito > http://www.lavallazza.it

CICLISMO

Campionati Nazionali di Società Allievi-Finale B/Gruppo Tirreno (Firenze, 25-26 settembre). Tagliani Innocent: 100m 11”41 (3), 200m 23”40 (5); Curatolo Sara: 100m 13”44 (7), lungo 4,95 (6); Mezzogori Nadir: peso 14,66 (1), giavellotto 23,65 (9); Maccaferri Ilaria: 400hs 1’08”21 (3), 100hs 16”36 (5); Ramanzin Chiara: alto 1,45 (4); Amisano Asia: triplo 10,20 (8), asta 2,25 (8). Staffette: 4x100M (Cinelli-Fania-Pancaldi-Tagliani) 44”33 (2), 4x100F (Romagnoli-Natale-Benincasa-Curatolo) 52”07 (5), 4x400 F (Maccaferri-Benincasa-Piccolo-Romagnoli) 4’36”88 (9). Classifica di Società Maschile: 1^ Atl. Empoli Nissan p.183 (Alt. Pontevecchio 12^ p.92); Femminile: 1^ Atl, Reggio p.176 (Atl. Pontevecchio 4^ p.138). Regionali Ragazzi (Misano Adriatico, 26 settembre). Risultati Atletica Molinella: Scagliarini Edoardo 60m 8”75 (10), vortex 43,54 (4); Tassinari Asia 60hs 10”42 (6^); vortex 38,40 (4). Regionali Staffette (Bologna-Arcoveggio, 17 ottobre) 4x100 Cadette (Guglielmi Olimpia-Giubilo Arianna-Zagni Marianna-Bonafè Sofia) 3^ classificata col tempo di 52”46; 4x100 Ragazze (Borrelli Aurora-Sgoberti Gemma-Occhionero Martina- Tassinari Asia) al 10° posto. 58.44. Trofeo delle Province/Cadetti (Ravenna, 24 ottobre). Salto in alto: Bonafè Sofia 1,61 (1^); 1000m: Zagni Marianna 3’13”44 (4^). Classifica/ Punti: 1 Bologna (pt.222), 2 Forlì-Cesena (190), 3 Ravenna (169). GARE SU STRADA Ferrara Half Narathon (26 settembre). Nella 10km, Enrico Lazzari 7° col tempo di 37’37”. Campionati Italiani Assoluti 10Km (Forlì, 10 ottobre). Enrico Lazzari (Atl. Castenaso) 34’58” (231°). Memorial Miccoli (Mezzolara, 14 novembre) km 8. Organizzazione: GS 5 Cerchi. 224 concorrenti. 1° Labouiti Moslim, col tempo di 26’43. Risultati atleti molinellesi: Lazzari Enrico (Atl. Castenaso) 28’49” (8° assoluto/2° categoria A); Fattori Saverio (Atl. Castenaso) 32’14” (22° assoluto/4° categoria C); Tarozzi Demetra (juniores, tesserata Pontevecchio Bologna, allenata da Ario Lazzari, GP Atletica Molinella), ha corso in 32’55”, piazzandosi 34^ assoluta (2^ in campo femminile). PRIME GARE INDOOR Meeting Parma Indoor (27-28 novembre) Categoria Ragazze:Tassinari Asia (GP Atletica Molinella) 60hs: Finale A 10”09, 4^ (9”93 in qualifica); Categoria Cadette: Giubilo Arianna (GP Atletica Molinella): salto in alto 1.35 (4^).

Prima Divisione, comanda Molinella. Ancora imbattuta dopo 5 giornate

Under 23 - Nonantola, 3 ottobre. Emanuele Ansaloni 3° classificato nel Trofeo Giacobazzi di km 122. Per il corridore molinellese, più volte piazzato nella seconda parte della stagione, è il secondo podio stagionale dopo la vittoria ottenuta il 6 settembre a Montecosaro (MC). Giovanissimi - Short Track d’Autunno (Bike Park Padova, 24 ottobre). Risultati Mac Team: Formica Rachele (G5) 1^; Silchenko Nicole (G2) 2^; Silchenko Alexandra (G5) 3^. Classifica di Società: Mac Team 3^ classificata.

Maccagnani Ferro Molinella domina il Girone A di Prima Divisione: nelle 5 partite giocate finora ha sempre vinto, senza lasciare alle avversarie neppure un set. Una dopo l’altra, sono cadute Calderara, Agriflor Imola, Anzola, Ceretolese e Progresso Castelmaggiore, tutte battute, in casa o fuori, con un perentorio 3-0. Sembra di essere tornati a quel fantastico campionato di Serie D 2015-2016, quando il Molinella vinse 20 partite di fila e cadde solo alla 21^ (a Imola, il 9 aprile), ma con la promozione già in tasca.

Ansaloni di nuovo in sella Poche settimane di riposo ed Emanuele Ansaloni è già in bici, per preparare al meglio la nuova stagione 2022. Una stagione importante, che deciderà il suo futuro di ciclista, cioè se continuare ed entrare così nel mondo dei professionisti oppure fermarsi. Riconfermato dal Team InEmiliaRomagna, Ansaloni è da qualche giorno in ritiro con la squadra a Benidorm, località balneare della Costa Blanca, nella Spagna orientale, dove resterà fino al 21 dicembre.

Dopo la vittoria a San Severino Marche in ottobre, Emma Scalorbi (ex Polisportiva Molinella, ora al Calderara) si è aggiudicata anche la 2^ prova del Tour del Mediterraneo, che si è disputata a Viggiano, in provincia di Potenza, il 7 novembre scorso. Al 2° posto la compagna di squadra Sara Riccio.

Ecco i nomi delle ragazze protagoniste di questo splendido avvio di stagione: Veronica Giacomello, Barbara Pasquali, Luna Burnelli, Sheila Molinari, Federica Gnudi. Roberta Malisardi, Vittoria Casaroli, Giorgia Ventura, Anastasia Stella, Sara Passatempi, Greta Gualeni, Alessandra Dalla e Lucia Caramanico. Il coach è Mario Astrada.

VOLLEY / AMATORI

Si sono disputate in novembre nella piscina di Pianoro (V.25) le qualifiche del Trofeo d’Inverno, riservato alle categorie esordienti. Non sono ancora stati comunicati i nomi dei finalisti. La piscina di Molinella (foto in alto) ha ospitato per la prima volta le qualifiche dei Campionati Regionali di Categoria. Le gare del primo turno si sono svolte il 5, l’8 e il 12 dicembre. Le gare del secondo turno saranno in gennaio. Trofeo Giovani / Uisp (Lugo, 8 dicembre) Alessio Croci, 1° classificato nei 25 delfino Esordienti C col tempo di 23”2, regala alla Molinella Nuoto la prima medaglia della stagione 2021-22.

Derby del Reno, Ospitalese - Molinella (21 novembre 2021)

Alla fine del girone di andata il Molinella è terzo con 27 punti, che sono il risultato di 9 vittorie e 4 sconfitte. Fruges Sport Massalombarda (pt.29) è campione d’inverno. La classifica è molto corta e, dunque, tutto è ancora possibile. Il Molinella, che purtroppo ha perso per qualche mese il proprio capitano Federico Turatti, vittima di un grave incidente di gioco nella partita di Pontelagoscuro, nel girone di ritorno tenterà l’assalto alla vetta. Ha sicuramente i mezzi (uomini e organizzazione di gioco) per farlo, confortato anche dalla crescita di alcuni ragazzi del settore giovanile (Bertoncelli su tutti). Al mercato di dicembre sono annunciati diversi movimenti, sia in entrata che in uscita. Ma intanto si continuerà a giocare, altre due partite fino al 19 dicembre. Poi la sosta natalizia e la ripresa il 23 gennaio 2022 con la terza di ritorno. L’Ospitalese è ultima in classifica, gravata da un fardello di 108 gol subiti e appena 4 fatti. Il gol numero 100 l’ha preso proprio dal Molinella, che il 21 novembre si è aggiudicato il Derby del Reno. Ma nelle ultime partite l’andamento della squadra appare in netto miglioramento. Il 14 novembre, a Conselice, il molinellese Domenico Grossi ha firmato il primo gol all’attivo della formazione argentana e il 28, contro il Quartesana, è arrivato anche il primo punto in classifica. L’Ospitalese ha messo nel mirino proprio il Quartesana, che la precede di soli 4 punti. La squadra del presidente Mazzanti ha tempo tutto il girone di ritorno per raggiungerla e superarla, impresa che non sembra impossibile. Soprattutto se dal mercato di dicembre arriveranno i rinforzi sperati. Diamo uno sguardo anche in Seconda Categoria, dove il Traghetto dei tanti molinellesi, 10 punti in 11 partite, occupa attualmente il 10° posto in classifica, con il Codifiume (6°) che lo precede di 5 punti.

CALCIO A5

1^ Torneo “La luna di Inverno” Organizzato da Us Reno Molinella, si svolgerà dal 15 gennaio, per 4 sabati consecutivi, fino al 5 febbraio 2022, la prima edizione del torneo “La Luna d’Inverno”. 32 le squadre partecipanti delle categorie Pulcini a 7 ed Esordienti a 9.

Rappresentativa Regionale Bologna, 8 dicembre. Matteo Baraldi è stato convocato per il raduno della Rappresentativa Under 15 in vista del Torneo delle Regioni.

TENNIS Brunelli, campione provinciale a Ferrara Campionati Provinciali (28 settembre). Vittoria di Elia Brunelli (CT Argenta) che in finale ha battuto Filippo Zattoni (Cus Ferrara) 6-7, 6-1, 10-4. In campo femminile, il titolo è andato a Giulia Bassini (Sporting Club Ferrara) che ha avuto la meglio su Rita Gualandi (CT Argenta) 6-3, 6-1. Finale - Torneo U14 (Faenza 13 novembre): Agnese Stagni (CT Argenta) 2^ classificata. 1^ la veronese Montagnini.

MOTOCICLISMO

5 Vittorie e 1 sconfitta è il bilancio provvisorio della squadra La Bassa di Molinella che disputa il campionato Uisp ”Giochiamo Misti”. La squadra è formata da: Charbel Akl, Emanuele Ammaccapane, Stefano Boschi, Alessandro Caravita, Daniele Dolcetti, Filippo Maestri, Margherita Mazza, Martina Negri, Federica Piazzi, Marco Rossetti, Rossella Rubini, Riccardo Salmi, Eva Santi, Alessandro Sarti, Lucrezia Sarti, Ester Stagni, Federico Vidali.

NUOTO / FIN

Al giro di boa il Molinella è 3°

CALCIO GIOVANILE

VOLLEY FEMMINILE

Finale di stagione

CICLOCROSS

CALCIO / PRIMA CATEGORIA

Under19 in trasferta a Perugia

Futsal Molinella schiera quest’anno 8 squadre, 3 maschili (Prima Squadra/Serie D Figc, Under 19 Regionale Figc, Amatori Csi) e 5 Femminili (Prima Squadra/Serie C Figc, Amatori Superlega Uisp, Under 19 Nazionale Figc, Under 17, Under 13), con la novità della Scuola Calcio Femminile. La squadra femminile di Serie C si è qualificata per le Final Four di Coppa Emilia. Da seguire con particolare interesse l’Under 19 femminile che disputa un campionato nazionale a 20 squadre: eliminata al primo turno in Coppa Italia dal Perugia (2-0 all’andata in Unbria, 3-7 al ritorno), la formazione molinellese, allenata da Guido Cavina, è stata inserita in un girone con Real Thiene e CF5 Dueville (Vicenza), Accademia Bergamo e Solarity Morbegno (Sondrio). Si gioca ogni 15 giorni. Il 4 dicembre è cominciato il campionato: il Molinella sconfitto a Thiene (4-0) nella prima giornata, il 19 ospiterà Bergamo.

BASKET / C GOLD

312km/h! Riccardo Morelli fa il record di velocità al Mugello

FOOTBALL USA Dopo un anno e mezzo di stop, il 14 novembre è ripartito il Campionato Italiano Femminile CIFAF. Quattro le squadre in lizza per lo scudetto, attualmente cucito sulle maglie delle Underdogs Bologna, campionesse uscenti. Risultati ottenuti finora dalla squadra di cui fa parte la molinellese Chiara Mingozzi: 14 novembre: Seamen Milano-Underdogs 28-14; 28 novembre: Arciere Asti-Underdogs 0-22. Il Rose Bowl per il titolo si disputerà il 23 gennaio 2022.

PESCA SPORTIVA Bologna Feeder Contest Si è conclusa domenica 14 novembre, presso l’impianto federale di Sasso Marconi, la stagione feederistica bolognese, manifestazione a coppie e squadre ad iscrizione libera, promossa dalla Sezione Provinciale FIPSAS di Bologna come chiusura della pesca con la “gabbietta”. 12 le coppie iscritte in rappresentanza delle società Team Castelmaggiore, ASD Molinella, Minerva RossoBlu68, Amo Panigale, GPO e Lenza Casalecchiese. Miglior squadra di giornata è risultata quella del Molinella con Martignani, Bevilacqua, Girotti e Benini, che iscrive così il proprio nome nell’Albo d’Oro del BFC. Moli Feeder Contest (Molinella, 2-3 ottobre). 11 coppie partecipanti. Classifica finale: 1 Melandri-Lucian, 2 Ferracin-Cassa, 3 Mazzi-Panzavolta.

Si è conclusa il 26 settembre a Misano la Coppa Italia Velocità. Riccardo Morelli, 12° nell’ultimo round della competizione, con 416 punti complessivi si piazza al 6° posto in classifica generale su 30 piloti partecipanti (1° Bernardi, pt. 925). Nonostante la giovane età, il pilota molinellese ha dimostrato nell’arco della stagione, la prima in sella ad una Ducati 1000, di poter stare al passo con i veterani della categoria, conquistando per la prima volta, il 22 agosto al Mugello, la Super Pole riservata ai primi 9 assoluti, riuscendo addirittura a segnare, la domenica successiva sulla stessa pista, anche la più alta velocità in gara: 312,10 km/h.

KART Easy Kart Grand Final Castelletto di Branduzzo-PV, 15-17 ottobre. Jacopo Sisti chiude la stagione al 7° posto assoluto nella Challenge BMB/125cc.

Dopo 9 partite di campionato, quando ne mancano ancora 2 alla fine del girone di andata, il Molinella è penultimo in classifica con 4 punti. Dopo il bel finale della stagione scorsa, le aspettative erano forse altre, ma indubbiamente hanno pesato i molti infortuni e il ritardo di condizione di alcuni uomini importanti. A parte le prime 2 là davanti (Virtus Imola e Fidenza) che sembrano di un’altra categoria, tutte le altre sono alla portata del Molinella.


La Bottega del Caffè

Il Generale a New York

pag. 3

ANNIVERSARI

1981: Giuliano Bignami primo molinellese alla NY Marathon

“Giuliano Bignami, conosciuto come Il Generale’, ha corso i 42km e 192m della Maratona di New York, dal ponte Giovanni da Verazzano, attraverso Brooklyn e Harlem, fino a Central Park, in 4h16’39”, piazzandosi 10.600° assoluto... ”. Sono esattamente le 14:46:39 di domenica 25 ottobre 1981 (quarant’anni domani!) quando il Generale taglia il traguardo: “489 anni dopo Cristoforo Colombo - scrive Il Domani di Molinella con una certa enfasi - un altro italiano bacia il suolo americano subito dopo l’arrivo. E questa volta è un molinellese!”. La notizia del suo piazzamento è riportata a pagina 326 del Daily Mirror: “Là i giornali sono grossi come elenchi telefonici”, racconterà il Generale di ritorno dalla “Grande Mela”, scandendo dati, numeri e particolari con precisione cronometrica. E a chi gli chiede “Chi te l’ha fatto fare?”, risponde che ad una camminata domenicale qualcuno gli allungò un volantino della Maratona di New York: “Per scherzo dissi che avrei partecipato di sicuro. Poi, ripensandoci, mi domandai chi poteva impedirmi di andare davvero. Così presi contatto con l’agenzia Vorbas Viaggi di Ferrara e sono partito”. Il Generale ha corso altre maratone all’estero (Parigi 1982, Mosca 1983, Londra 1984, Rio de Janerio 1984, mezza maratona della Martinica 1988), è tornato a New York nel 1992, ma non ha più provato le emozioni di quella prima volta, quando la corsa aveva ancora il fascino dell’avventura. E’ stato a modo suo un pioniere. E’ stato il primo podista molinellese a cimentarsi Oltreoceano. E’ andato a correre a New York, non dietro l’angolo di casa. C’è andato da solo, quando ancora nessuno si sognava di farlo e tutti lo prendevano per matto. Andarci con un viaggio organizzato e in compagnia di Gianni Morandi saranno capaci tutti.

“Furto di campioni” ai danni della Fiorentina

Nell’estate del ‘52 la Juventus ci provò anche con Magli

16 dicembre 1991: esce il libro di Andrea Martelli “Una squadra che tintinna”. E’ la prima pubblicazione molinellese che parla di sport. Racconta partita per partita l’epopea del Molinella Calcio, che cinquant’anni prima aveva giocato in Serie B. E’ il primo Libro del Caffè, che all’epoca, però, si chiamava ancora Omnibus. Prende il titolo da una frase di Bruno Roghi, grande giornalista della Gazzetta dello Sport, dettata dopo la partita di Serie C Arezzo-Molinella del 1938: “… La giovane e svelta squadretta emiliana quando si nuove e combina le sue belle trame è una squadra che tintinna, come nascondesse sotto la maglia un’invisibile spada d’argento”.

28 dicembre 1941, ModenaFiorentina 1-1. Nell’occasione fa il suo esordio in Serie A con la maglia viola il 18enne Augusto Magli (Molinella 1923 / San Paolo, Brasile, 1998). Quella con i “canarini emiliani” è solo la prima delle 367 partite che Magli, ruolo mediano sinistro, disputerà nella massima divisione. Fiorentina (dal 1941 al 1954), Udinese (1954-1957) e Roma (1957-1958) sono le squadre in cui ha giocato, 7 i gol segnati in carriera, 9 le presenze in Nazionale: 8 nella Rappresentativa B, 1 nella Rappresentativa A, contro la Svezia, ai Mondiali del 1950.

Il sergente Raffaele Tubertini, primo eroe del calcio molinellese

MEMORIE DELLA GRANDE GUERRA

Magli e Boniperti (1947)

La Gazzetta di sabato 6 novembre ha dedicato una pagina al furto di campioni perpetrati con cinica regolarità dalla “Rubentus” ai danni della povera Fiorentina. Da Cervato a Baggio, da Bernardeschi a Chiesa, è lunghissimo l’elenco dei giocatori gigliati strappati all’affetto della città e passati dal viola al bianconero tra le proteste dei fiorentini. Nell’estate del 1952, la Juventus ci provò anche con Augusto Magli, idolo dei tifosi viola. La Gazzetta dello Sport ne diede puntualmente notizia il 23 luglio, scrivendo che “la società bianconera vuole strappare dal Giardino di Boboli il più bel giglio di Firenze”. Secondo voci di mercato, gli Agnelli avrebbero offerto 40 milioni di lire alla Fiorentina più 10 d’ingaggio al giocatore, sufficienti a far vacillare la resistenza del presidente Befani da poco eletto. Tremarono i muri dell’Hotel Gallia a Milano, scriveva la Gazzetta, e il rimbombo si udì fino a Firenze. La tifoseria viola insorse. Scritte inneggianti a Magli apparvero sui muri delle case e perfino sulle carrozze dei treni in partenza dalla stazione di Santa Maria Novella. Di fronte a quell’ondata di proteste, la Juve fu costretta a fare marcia indietro e la città tirò un sospiro di sollievo, essendo riuscita, almeno quella volta, a sventare la sempre incombente minaccia bianconera.

Il primo libro di sport L’esordio di Magli

La prima settimana di novembre, giornali e tv hanno ricordato la Grande Guerra, ricorrendo il 4 novembre di quest’anno anche il Centenario del Milite Ignoto. Al ricordo dei 255 caduti del nostro comune, uniamo quello particolare del sergente Raffaele Tubertini, di anni 24, “uno dei primi animatori del giuoco del football a Molinella”, rapito ai vivi nell’ospedaletto da campo di Cormons (Udine), il 17 novembre 1915. Ciò che più stupisce è il fatto che Tubertini fosse ricordato in paese soprattutto come giocatore di football. Tutt’altro che un milite ignoto, quindi, e nemmeno uno dei tanti caduti in guerra, ma il primo eroe del calcio, avanguardia di un movimento sportivo che, evidentemente, nel 1915 stava già prendendo piede anche a Molinella.

Il giuoco del pallone con bracciale

Piaceva a Giacomo Leopardi e si praticava anche a Molinella La Poesia dello Sport compie 200 anni. Nel novembre del 1821, Giacomo Leopardi compone l’ode “Al vincitore nel gioco del pallone”, che non era dedicata ad un giocatore di calcio, ma a Carlo Didimi, considerato all’epoca il campionissimo della palla con bracciale. Per molti critici, nella lirica del poeta di Recanati “si può individuare uno dei primi collegamenti tra letteratura e pratica sportiva”. L’anniversario, pur così importante, è l’occasione per dire che il gioco del pallone con bracciale, nato alla fine del ‘400 nelle corti europee come passatempo dei nobili, divenuto popolarissimo in Italia nel XIX secolo, tanto da essere definito da uno storico francese “lo sport classico degli italiani”, veniva praticato anche a Molinella. In una corrispondenza anonima per L’Osservatorio Teatrale Artistico Bolognese del 7 luglio 1873, si legge che “Avant’ieri si esibì alla Molinella l’asso del bracciale Agostino Banchini con i pallonisti bolognesi Morini e Musolesi spalla e terzino di ugual valentia, invitati alla sfida con i Tre Minganti, figli del concittadino Domenico Ravasini commerciante. Si giocò con le regole del pallone grosso toscano. Il pubblico richiamato dalla fama dei campioni dello Sferisterio accorse numeroso per assistere alla vittoria degli ospiti che ebbero il sopravvento sui nostri per 10 giochi a 2”. Non sappiamo dove ebbe luogo quella memorabile sfida. Forse al Foro Boario, verrebbe da pensare, “il grande spazio erboso con acqua di fontana” inaugurato qualche anno prima proprio di fronte all’ingresso dell’attuale Asilo Viviani, destinato ad ospitare “il mercato del bestiame, gli spettacoli circensi e pirotecnici, le parate militari e il giuoco del pallone”. E, tuttavia rimane, la curiosità di sapere dov’era e da cosa era costituito il cosiddetto “muro di sponda o di rimbalzo”, che (stando al regolamento del gioco) avrebbe dovuto essere lungo circa 97 metri. Dalla parete di un qualche caseggiato o di un magazzino? Ma ce n’erano in zona di così grandi? Non sappiamo neppure se quella fu l’unica partita che si disputò a Molinella o se, prima e dopo, ce ne sono state anche altre. Agostino Banchini era probabilmente il padre o lo zio del più famoso Bruno Banchini, toscano e grande rivale di Ziotti, idolo delle folle bolognesi. Bologna era in qualche modo “la capitale del gioco del pallone”. Lo Sferisterio della Montagnola, inaugurato nel 1821, era per tutti gli appassionati “l’università del pallone”. Qui venivano a giocare i migliori pallonisti d’Italia, nei confronti dei quali gli elogi in rima si sprecavano. Qui si giocava quasi tutti i giorni alle cinque del pomeriggio, da marzo a ottobre. E le scommesse raggiungevano ogni giorno volumi altissimi. Non c’è quindi da meravigliarsi se, dalla vicina Bologna, il gioco del pallone con bracciale sia arrivato anche a Molinella. Da come vengono presentati, i Tre Minganti (cioè i tre figli di Domenico, Minghén in dialetto) sembrerebbero rappresentare, nel 1873, il meglio del “pallone” molinellese, tre giovanotti in grado di sfidare i celebrati campioni dello Sferisterio. Per soldi, com’è lecito pensare, o per la gloria di Molinella, questo non possiamo saperlo. Sappiamo però che l’epoca d’oro del pallone con bracciale stava ormai per tramontare. Presto, tra non più di dieci o quindici anni, sarebbero sbarcati in Italia gli sport inglesi e il football, ovvero il gioco del calcio che conosciamo noi, avrebbe soppiantato per sempre il vecchio gioco del pallone con bracciale. Ci vorranno però circa quarant’anni prima di assistere a Molinella ad una partita di calcio. E molti di più per vedere sparire il gioco del pallone. Allo Sferisterio di Bologna, l’ultima partita si giocò nel 1946. Nelle immagini a fianco: Giacomo Leopardi (a sinistra) e Carlo Didimi, il campione dell’epoca.

Via Bentivogli, 16 Molinella (BO) Tel. 051.880855


pag. 4 La Bottega del Caffè

Dalla Slovenia occupata, estate 1941

Posta Militare 81

Un articolo di Francesco Martelli in ricordo del nonno Il 13 ottobre mio nonno Pipetto avrebbe compiuto 100 anni. Per non mancare all’appuntamento, la nonna l’ha raggiunto pochi giorni fa e insieme avranno fatto festa con gli angeli. Come regalo di compleanno vorrei restituire a mio nonno un ricordo dei suoi vent’anni. Negli ultimi tempi gli sarà arrivato, credo, il fruscio della carta da lettere, il suono delle parole lette ad alta voce pur con qualche incertezza per decifrarne il senso (e soprattutto la calligrafia), con la curiosità di arrivare presto in fondo alla pagina per vedere come andava a finire la storia. Sono le lettere e le cartoline postali del tempo di guerra, centinaia e centinaia, molte delle quali rigate di nero dalla censura militare, che mio nonno teneva in una scatola di latta. Quelle che scriveva a casa, quasi una al giorno tra il gennaio del 41 e la fine di agosto del 43 (brava sua mamma a conservarle tutte) e quelle che hanno viaggiato in senso contrario, indirizzate da famigliari parenti e amici al Granatiere Martelli Giuseppe Posta Militare 81. La lettura di questa lettere, a volte in compagnia di mio padre a volte da solo, è stata per qualche mese la mia occupazione serale. Le lettere raccontano i sentimenti dell’Italia in Armi. L’eco di ciò che succedeva a Molinella arrivava a mio nonno per posta. Le storie private della mia famiglia, i fatti del paese, i nomi e le avventure di tanti ragazzi dell’epoca: c’è tutto in quelle lettere. Anche molte notizie di sport. Ce ne sarebbe a sufficienza per fare un libro, mi dice qualcuno. Sarà per un’altra volta. Le lettere rivelano talvolta anche particolari del tutto inediti. Per quanto ne sapevo, mio nonno era stato un buon nuotatore, campione emiliano dei 100 dorso nel 1939, vincitore l’anno dopo della mitica Traversata del Po ad Ostiglia. Non sapevo, nessuno sapeva in famiglia, della sua passione per la pallacanestro. L’ho scoperto leggendo le lettere pubblicate per stralci qui a fianco. Dove si racconta appunto l’attesa e l’entusiasmo di mio nonno per quel grande torneo di pallacanestro, che nell’estate del 1941 avrebbe dovuto celebrare la gloria sportiva del 2° Reggimento Granatieri di Sardegna nella Slovenia occupata. Francesco Martelli

Il torneo di pallacanestro della 2^ Armata 22 giugno 1941 (Carissimi genitori, ...) Ecco la bella notizia! A Lubiana si farà il Campionato della II Armata in diverse specialità. Qui si è già cominciato a fare gli allenamenti. Io faccio la Pallacanestro. Il campo è già pronto, a giorni ci sarà la selezione, noi del 2° Btg contro gli altri Btg del Reggimento. La squadra vincente giocherà la semifinale a Kocevje, poi sceglieranno i migliori e formeranno la squadra che farà la finale a Lubiana, rappresentando tutto il 2° Reggimento Granatieri. Come vedete per arrivare in fondo il cammino è ancora lungo. Io spero di andare bene. Ci allena il tenente Franceschini che è un campione di questo sport (…). Il tenente Livio Franceschini (1913-1975) di cui parla mio nonno aveva giocato con la Ginnastica Triestina, vincendo tre campionati italiani tra il 1932 e il 1940. In mezzo una breve parentesi alla Lazio di Roma, dov’era stato tra l’altro compagno di squadra di Vittorio Gassman. Con la maglia della nazionale italiana (16 partite e 170 punti in tutto) Franceschini aveva disputato gli Europei del 1935 (miglior marcatore del torneo) e le Olimpiadi di Berlino 1936. Ufficiale dei Granatieri di Sardegna, dopo la guerra tornò a Trieste e iniziò la carriera artistica dedicandosi alla pittura, soprattutto ad acquerello. 24 giugno - (…) Con la squadra della mia Compagnia abbiamo vinto le eliminatorie del Battaglione. Così stamattina alle 7 siamo andati a Kocevje in treno per disputare la semifinale in cui la nostra quadra ha avuto la vittoria. Siamo ritornati subito a Ribniza ma domattina torneremo di nuovo a Kocevje per gli allenamenti collegiali fino al 11/7 con i migliori giocatori di tutti i Battaglioni. Siamo una ventina in tutto, ma la squadra è formata solo da 10 giocatori. Non sono ancora sicuro di far parte della squadra del mio Reggimento però sono arrivato quasi all’ultimo gradino (…). 27 giugno - (…) Dopo le eliminatorie ritornammo qui il giorno seguente. L’appartamento dove ci troviamo è sopra le scuderie. Potete immaginarvi il… buon profumo! A parte questo, ora vi dirò la vita che si fa qui. Dovendo presentarci in campo alle 8.30, dormiamo fino alle 8. Ci portano il caffè a letto, mentre per gli altri la sveglia è alle 5. Allenamento fino alle 10.30. Poi si ritorna alle scuderie e si è liberi fino al giorno seguente. Questa è tutta la fatica che si fa. E’ una pacchia! Se durasse sempre così … A Kocevje, gli atleti della pallacanestro erano sempre in libera usci-

ta. Le lettere raccontano che il tempo passava tra appuntamenti galanti e passeggiate in piazza, dove la Fanfara del Reggimento teneva concerto due volte la settimana. Anni dopo, commentando questi aspetti di “una vita militare da operetta”, il padre di Pipetto dirà scuotendo la testa: “Ora capisco perché abbiamo perso la guerra …!”. 29 giugno - (…) La gita premio a Trieste è stata meravigliosa, sembrava di essere in borghese tanto si era liberi. Ieri dovevano fare la selezione dei 10 componenti la squadra, ma è piovuto e così non siamo scesi in campo. Stanotte c’è stato un temporale che non mi ricordo di averne visti dei più brutti. Pure oggi, causa la pioggia che non ha ancora finito di cadere, si è fatto festa (…). 2 luglio - (…) Devo darvi una bella notizia, avuta anch’io oggi dal tenente Franceschini. Stamattina, finito il solito allenamento, il tenente ha annunciato la squadra che andrà a Lubiana. Saranno solo 7 giocatori, fra i quali ci sono anch’io: 3 triestini, 2 fiumani, 1 siciliano ed io. Con noi giocherà anche il tenente. Gli allenamenti continueranno qui fino al 15/7, poi si partirà per Lubiana dove resteremo fino alle finali. 23 luglio - (…) Dopo tante note liete vi debbo annunciare (con mio grande dispiacere) che non andrò più a Lubiana per il motivo che qui vi dico. (…) Per sopraggiunte necessità belliche, il Comando di Divisione ha deciso di annullare le gare in programma. A noi dispiace molto per questo brutto colpo, anche perché non avremo più quel desiderato premio. Sono state infatti differite le licenze per tutti i militari in Slovenia. Però il tenente ci ha dato ancora una speranza, dicendoci che ci manderanno lo stesso in licenza, per essere stati noi i vincitori morali e aver fatto tutti gli allenamenti con impegno. Partirò per Ribniza domattina, insieme agli altri compagni di squadra. Abbiamo saputo che le finali sarebbero state il 5 agosto. Pazienza! Son colpi di fortuna che capitano sotto le armi”. Era cominciata la mobilitazione generale dell’Esercito Italiano. In autunno il Reggimento Granatieri venne trasferito in Croazia e lì, in Zona d’Operazione, la guerra avrebbe presto mostrato anche a mio nonno il suo volto peggiore. FOTO in alto / granatiere Giuseppe Martelli; squadra di pallacanestro del 2° Reggimento Granatieri; mio nonno è il primo in basso a destra.

La Compagnia del Caffè membro collettivo della Società Italiana di Storia dello Sport Il 20 ottobre scorso, La Compagnia del Caffè è entrata ufficialmente a far parte della Società Italiana di Storia dello Sport “in qualità di Membro Collettivo”. Per l’Associazione Molinellese di Sport e Cultura (titolare delle nostre 2 testate, il Caffè e Duecaffè online) si tratta indubbiamente di un

importante riconoscimento per quanto fatto in questi vent’anni, attraverso la pubblicazione di libri e giornali, nonché l’organizzazione di incontri e conferenze, per il recupero e la divulgazione della storia sportiva del territorio di Molinella. “La Società Italiana di Storia

E-mail: info@mastersport.it Corso Mazzini, 321/323 Molinella (BO) tel. 051-6900391 fax. 051-6903781

Via Mazzini, 165 - Molinella (BO)

tel. 051.881203 E-mail: gelateriaponti@libero.it

via Selva, 52 Selva Malvezzi - Molinella (BO) tel 051 6907003

dello Sport (SISS) – si legge in una nota - è un’associazione culturale senza fini di lucro, nata nel 2004 su iniziativa del Centro Studi per l’Attività Sportiva di Firenze e del Gruppo Italiano del European Committee for Sports History (CESH). Dalla sua fondazione ad oggi, la Società Italiana

di Storia dello Sport si è distinta nel suo impegno per l’organizzazione di congressi che hanno coinvolto studiosi di fama internazionale e per la realizzazione di pubblicazioni inerenti la storia dello sport”. Redazione Il Caffè/Duecaffe


Argomenti

Nuovi orizzonti

Si allarga la “geografia” dello sport molinellese. Fino a poco tempo fa (fino a ieri potremmo dire) i campionati si giocavano quasi tutti nel cortile di casa, a livello provinciale, regionale al massimo. Poteva capitare di dover andare a giocare lontano solo in occasione di finali nazionali, ma era un’impresa arrivare a tanto ed era comunque la federazione che accompagnava atleti e società fino al momento clou della stagione. C’erano (ci sono ancora), è vero, i ciclisti d’élite, i nuotatori d’interesse nazionale, qualche atleta di alto livello come la Strumillo, per i quali le lunghe trasferte, talvolta anche all’estero, erano il segno sicuro del successo, il naturale coronamento dei risultati ottenuti. Viaggiare era un’opportunità per pochi, una prerogativa dei migliori. Da qualche anno, abbiamo anche a Molinella ragazzi per i quali lo sport è la moneta con cui possono pagarsi gli studi universitari negli Stati Uniti o in Australia. Trentacinque anni fa l’US Reno aveva fama di essere “squadra con la valigia”: con i suoi ragazzi si era spinta fino in Svezia, ma quella era una proposta estiva, quasi vacanziera, non un’attività ordinaria. Ora, invece, leggiamo di società di base che partecipano a gare di ciclocross disseminate in tutta Italia, da Udine a Potenza. Se in passato era stato il calcio a piantare la bandiera rossoblu perfino a Palermo, nella stagione

NUOVE PROFESSIONI

scorsa la squadra di basket è salita fino a Bolzano per giocare i playoff di Serie C Gold. Ai primi di dicembre è cominciato il Campionato Under 19 Femminile di Calcio a 5 con le ragazze del Futsal Molinella dovranno vedersela con squadre delle province di Vicenza, Bergamo e Sondrio. Diciamo la verità: non eravamo abituati a tutto questo sport in movimento.

PADRE

pag. 5

I luoghi in cui si andava a giocare qui intorno, che si trattasse di calcio o di pallacanestro, erano più o meno sempre gli stessi. Da questo punto di vista, se vogliamo, le nostre cronache erano senz’altro più monotone. Prima, se non c’era la possibilità di partecipare ad un campionato vicino a casa, le società molto spesso rinunciavano a fare la squadra. Ora non ci si ferma più di fronte a queste difficoltà e, pur di giocare, non si bada alla lunghezza e alla scomodità delle trasferte. Non vogliamo dare giudizi: qui ci limitiamo ad osservare con piacere che lo sport molinellese sta evidentemente spostando più avanti i suoi confini. Per ora è solo una “tendenza”, potrebbe diventare un “fenomeno sportivo” con cui fare presto i conti. Può darsi che sia solo un problema di budget, come dice qualche critico. Prima di mandare una squadra allo sbaraglio in competizioni così impegnative, i dirigenti avranno certamente valutato anche il suo grado di competitività. Ma non è detto che tutto debba per forza ridursi a calcolo. A volte occorre anche il coraggio delle scelte. Sappiamo tutti che verranno le sconfitte, forse anche le brutte figure, ma i post che leggiamo sui social, messi lì dai protagonisti al ritorno da queste lunghissime trasferte (E’ stata un’esperienza impagabile!… Tutto bello bellissimo!… Fare il viaggio con i genitori insieme ad altre famiglie aiuta a far gruppo…) sono come una medaglia al valore per quei dirigenti, per quegli atleti che, con un po’ d’incoscienza, hanno avuto il coraggio di guardare avanti e di andare oltre i nostri confini. (am)

& FIGLIO

FOTOGRAFIA SUBACQUEA

Bollettinari Senior campione d’Italia con il Centro Sub Faenza Ai Campionati Italiani di Fotografia Subacquea, che si sono svolti dal 26 settembre al 2 ottobre al largo di Portoferraio, il l Centro Sub-Nuoto Club Faenza 2000, società per la quale gareggia il molinellese Marco Bollettinari, si è aggiudicato con 75 punti il Titolo Nazionale per Società. A livello individuale, Bollettinari si è piazzato 20°, con 12 punti. Il sub molinellese è arrivato 7° nella Sezione “Racconta il tuo mare” (pt.9), 22° nella “Grandangolo” (pt.1), ancora 22° nella “Pesce” (pt.1) e 25° nella “Macro” (pt.1). Diving Center Marco Polo: 7° concorso di fotografia subacquea (Rijeka-Croazia, 16-17 ottobre). Classifica finale/Categoria Reflex: 1 Marco Bollettinari, 2 Claudio Zori, 3 Maurizio Ballo.

Andrea Mezzapelle laureato alla Football School of Management Si è concluso al Centro Tecnico Federale di Coverciano il Master in Management del calcio, un percorso didattico organizzato dal Settore Tecnico della FIGC in partnership con SDA Bocconi School of Management. Si è trattato di “un progetto innovativo” per formare i futuri manager del mondo calcistico che possano vantare anche competenze tecniche; una figura professionale che è sempre più richiesta nelle società sportive di alto profilo in tutta Europa e oltreoceano. Il programma si è sviluppato in 4 moduli: Business del Calcio, Capitale Umano, Strategia e Finanza e infine Sostenibilità. I primi tre si sono svolti nella sede SDA Bocconi di Milano, l’ultimo invece al Centro Tecnico Federale di Coverciano a Firenze. A questo percorso formativo ha preso parte il 23enne molinellese Andrea Mezzapelle, Tecnico dell’Us Reno Molinella e del Centro Federale Territoriale di Bologna. Qui lo vediamo al centro della foto, tra il presidente del Settore Tecnico Demetrio Albertini, ex giocatore del Milan e della Nazionale (a sinistra) e il Professore della SDA Bocconi Dino Ruta (a destra). Deca

TUTTE NOTIZIE / SEGUE DA PAG 2 KICK BOXING / MEMORIAL TURRINI

Oltre 400 atleti hanno partecipato al XVI Memorial Turrini Campionato Nazionale ASI Molinella, 21 novembre 2021. Organizzato come sempre da Fighters Team, dopo un anno di stop è tornato il “Memorial Claudio Turrini”, giunto alla sua XVI edizione. Oltre quattrocento gli atleti partecipanti, dai bambini (08/12 anni) che si sono cimentati in bellissime e spettacolari esibizioni, ai giovanissimi (3/18 anni) alle prime esperienze agonistiche, ai senior in lizza per il titolo di Campione Nazionale ASI. Tra gli atleti locali spiccano i nomi di Edoardo Mazzanti, neodiplomato cintura verde, e di Nicola Bellettati, vincitore della medaglia d’argento nei pesi medi di Light Contact.

MTB Dopo 8 prove, si è conclusa il 23 ottobre a Sant’Anna di Chioggia la 33^ edizione del Trofeo d’Autunno: Andrea Ornofoli (VeloFe18) 1° classificato della categoria Master 2.

PATTINAGGIO Campionati Nazionali Uisp (Bologna, 12-13-14 novembre) Sara Dinoi (Magic Roller Ozzano) 1^ classificata negli obbligatori.

Marco Bollettinari è il secondo in alto da destra

BEACH TENNIS

Bollettinari Junior campione d’Italia a squadre con il Team Bibione Si sono disputati al South Park di Faenza, dal 22 al 24 ottobre, i Campionati Italiani a Squadre di Serie A e B. Il titolo di Campione d’Italia è andato al Beach Tennis Bibione, la squadra di cui fa parte Diego Bollettinari, che in finale ha superato 2-1 l’Asd Lido Gandoli di Leporato Marina (TA). E’ il secondo titolo italiano conquistato quest’anno da Bollettinari: in coppia con il compagno di squadra Marco Faccini, l’atleta molinellese aveva già vinto lo scudetto del doppio maschile agli assoluti indoor che si sono svolti in marzo a Forlì. Diego Bollettinari è il primo da sinistra

VELA / LA BARCOLANA Il Flora di Andrea Vanini più forte della bora 10 ottobre. Andrea Vanini, skipper professionista residente a Molinella, veterano della Barcolana, ha preso parte alla 53^ edizione della regata “più numerosa del mondo” che dal 1969 si svolge ogni anno nel Golfo di Trieste la seconda domenica di ottobre. A bordo del “Flora”, oltre al figlio quattordicenne Elia e a un amico che va per mare da anni, Vanini ha “imbarcato” anche Lucia Martelli in qualità di aspirante velista. Come nel 2019 (quando un’eccezionale bonaccia impedì quasi alle barche di prendere il largo) e nel 2020 (quando la regata osò sfidare il covid ma venne annullata per raffiche di bora oltre i 100 km orari) anche quest’anno è stato protagonista il vento, che in certi momenti ha raggiunto anche i 40 nodi. Le imbarcazioni iscritte erano ufficialmente 1722, ma si stima che siano state poco più della metà quelle che alle 10.30 hanno tentato di prendere il via. Viste le condizioni atmosferiche quasi proibitive, molti velisti hanno rinunciato alla gara per evitare danni alla barca, com’è capitato purtroppo ad altri. Per ragioni di sicurezza, il classico percorso di circa 15 miglia è stato anche accorciato nell’ultimo tratto. Alle 11.16 “Arca” (timoniere Furio Benussi) ha tagliato il traguardo in boa 3, vincendo così l’edizione numero 53 della Barcolana-Coppa d’Autunno, davanti a “Way of Life” e “Maxi Jena”. Poiché l’intensità del vento non accennava a diminuire, alle 11.40 la giuria ha deciso di annullare la regata per le imbarcazioni oltre la Classe 2. Alla fine sono state classificate soltanto 126 barche; le altre, più piccole, invitate ad ammainare le vele, sono rientrare in porto a motore. Andrea Vanini ha però deciso con il suo equipaggio di continuare. Così il “Flora”, un Classe 5 di 8 metri e mezzo, è arrivato al traguardo tra gli applausi del pubblico assiepato sulle rive di Piazza Unità d’Italia. (fm)


pag. 6

Verso il V Centenario della Parrocchia di Molinella (1522-2022)

Disegno di Ignazio Danti, 1555

Dopo alcuni incontri interlocutori, il 29 novembre si è costituito il Comitato per le Celebrazioni del V Centenario della Parrocchia di Molinella, istituita dal cardinal Malvezzi il 21 settembre 1522, con rogito del notaio Girolamo Cattani. Il Comitato, aperto comunque a tutti coloro che vorranno collaborare, è al momento composto da Roberto Cazzola (diacono), Salva Calori, Luisa Golinelli, Anna Tassinari e Lella Dalla Casa. Nei primi mesi del 2022 verrà definito il programma delle iniziative dell’anno giubilare, che avrà inizio appunto il 21 settembre prossimo. Tra le tante allo studio, anche una nuova edizione del libro di Don Vittorio Gardini (Molinella in Saecula Saeculorum), arricchita di documenti e fotografie che stanno via via emergendo dall’archivio parrocchiale e collezioni private. Previsto anche il coinvolgimento di alcune società sportive locali, per l’organizzazione di un pellegrinaggio a San Luca. Vi terremo comunque costantemente informati attraverso la nostra pagina fb.

OLIMPIADI DEI RAGAZZI Si è tenuta la sera del 6 dicembre, in via straordinaria sulla piattaforma Google Meet, l’Assemblea del Comitato del Reno per le Olimpiadi dei Ragazzi. Stante l’attuale situazione-covid, i delegati dei 19 paesi presenti hanno preso atto dell’impossibilità di procedere nei tempi previsti (maggio 2022) all’organizzazione delle Olimpiadi di Ospital Monacale, che vengono quindi ulteriormente rinviate alla primavera del 2023. Nel frattempo, si lavorerà per rendere possibile a settembre 2022 una manifestazione dimostrativa, con numero di partecipanti e programma gare ridotto, il cui progetto verrà presentato entro marzo del prossimo anno. L’Assemblea ha inoltre approvato l’aggiornamento della Hall of Fame con i nomi di alcuni ragazzi, ex Olimpionici del Reno, che negli ultimi mesi hanno ottenuto risultati di assoluto rilievo nazionale e internazionale, nonché la pubblicazione della tesi di laurea di Riccardo Rimondi di Santa Maria Codifiume (“Le Olimpiadi del Reno: un’esperienza di gioco, sport e divertimento”) e dell’indagine statistica condotta da Aurelio Bellone di Molinella su 34 edizioni olimpiche (“1986-2019: le Olimpiadi dei Reno in numeri”). Altre informazioni sul sito www.olimpiadidelreno.it

Amati Fantasmi, il docufilm di Riccardo Marchesini in prima tv

RADIO & TV

Capitan Ventosa a Molinella Deca al Ruggito del Coniglio

Preceduto da un’anteprima bolognese il 30 settembre presso il Cinema Teatro Galliera di via Matteotti, il docufilm “Amati Fantasmi” di Riccardo Marchesini è stato presentato in Prima Tv il 2 ottobre su Rai 5 e Ray Play. Sceneggiato dalla scrittrice Grazia Verasani e prodotto da Giostrafilm, “Amati Fantasmi” racconta la vita che si svolge all’interno di Casa Lyda Borelli, la prima e unica casa di riposo per attori. “Quando scende la notte, i saloni di Villa Borelli si animano di antiche presenze: sono i fantasmi degli artisti che hanno soggiornato in quel luogo. Fra le vecchie foto in posa, i bauli stipati di costumi impolverati, le locandine e i copioni ingialliti si riaccendono antiche rivalità fra anziane attrici, malinconie di una vita passata in tournée, aneddoti sui colleghi di un tempo e ricordi di luminosi successi. Gli “Amati fantasmi” di Casa Borelli ci riportano così a una stagione lontana in cui gli attori girovagavano da un teatro a un set cinematografico per un’intera vita, fino a quando il peso degli anni li portava a Bologna, nella dimora degli attori, per l’ultimo atto delle loro esistenze”. Il film unisce elementi del reale alla fantasia e raccoglie le testimonianze di Pupi Avati, Gabriele Lavia, Giuliana Lojodice, Glauco Mauri, Tullio Solenghi, Pino Strabioli, Milena Vukotic e le interpretazioni famosi attori teatrali come Lucia Poli, Giulia Lazzarini e tanti altri.

Le origini molinellesi della famosa Amarena Fabbri 26 settembre. “Un’azienda ambasciatrice del gusto italiano nel mondo”. Con questa motivazione, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito alla Fabbri 1905 il Premio Qualità Italia. Nel darne notizia, alcuni giornali hanno ricordato che “Gennaro Fabbri, fondatore della nota azienda produttrice di amarene, era originario di San Pietro Capofiume, dov’era nato il 15 gennaio 1860”.

Claudio Decataldo è intervenuto in diretta al “Ruggito del coniglio”, storico programma di Radio 2 condotto da Antonello Dose e Marco Presta. L’argomento di martedì 12 ottobre, era precisamente “Comuni fuori dal…comune”. Ed ecco, allora, più che giustificato l’intervento del nostro Deca, per ricordare che Molinella vanta, forse record nazionale assoluto, il sindaco con il maggior numero di mandati (9) dal 1951 al 1995. Si riferiva, ovviamente, al Senatore Martoni, che fu primo cittadino di Molinella per 44 anni ininterrotti, notizia che ovviamente ha stupito molti radioascoltatori. Il 25 ottobre è tornato a Molinella Capitan Ventosa, l’inviato di Striscia la Notizia sempre alle prese con le misteriose interferenze radiofoniche. Era già stato qui per lo stesso problema anche il 1° marzo 2019 e nell’occasione aveva incontrato anche il sindaco.

I NUMERI DEL COVID (aggiornati al 10 dicembre 2021)

Nel Mondo Contagi 268.145.652 Decessi 5.295.759 In Italia Contagi 5.152.264 Decessi 134.472 A Molinella Contagi 1554 Decessi 66

Allo stadio con la mascherina. New York 1920, al tempo della spagnola

CARTOLINA DI NATALE

Holiday on Ice: il sindaco inaugura la pista del ghiaccio

Questo numero è stato chiuso in tipografia il 10 dicembre 2021 L’informazione sportiva continua tutti i giorni su www.duecaffe.it

Il Caffè tornerà in edicola sabato 26 marzo 2022


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.