Issuu on Google+

March 22nd, 2010

Backgrounds rates e reazioni avverse alle vaccinazioni Reazioni avverse alla vaccinazione A/H1N1 e Background rates: conoscere i tassi di fondo delle malattie

Published by: pbruno

Calcolando i background rates per alcuni eventi di malattia, lo studio presenta alcuni importanti dati:

By pb@webm on March 22nd, 2010

Il Corriere della Sera pubblica il 17 novembre un articolo sulle morti avvenute in Germania dopo vaccinazione con pandemrix, con il solito titolo, buono per i tanti blog o email virali che alimentano il gossip antivaccinale. Per evitare confusione e falsi allarmismi nella popolazione, si dovrebbe prendere in considerazione il fatto che se succede qualcosa dopo la vaccinazione non significa che questa ne sia necessariamente la causa. Qualsiasi evento di malattia può verificarsi in coincidenza ma senza alcun nesso causale con la vaccinazione e al riguardo esistono studi a livello internazionale che valutano l'incidenza di base degli eventi attesi naturali ("tassi di fondo") che si presentano in prossimità delle vaccinazioni. The Lancet ha pubblicato recentemente uno studio sui tassi di fondo ("background rates") delle malattie che possono verificarsi in coincidenza della campagna di vaccinazione pandemica. L'incidenza di base di questi eventi di malattia che si presentano in prossimità delle vaccinazioni effettuate, non viene quasi mai considerata, mentre al contrario sono proprio gli studi sui background rates a fornire importanti informazioni alla sanita' pubblica sull'incidenza naturale di alcune malattie e la coincidenza temporale con gli interventi vaccinali. A maggior ragione nel contesto di una campagna di vaccinazione di massa, un’analisi degli eventi attesi di una malattia, per età, sesso e area geografica risulta epidemiologicamente importante al fine di stabilire ciò che è atteso “naturalmente” da quanto è attribuibile come evento negativo alle vaccinazioni. Alcuni di questi eventi, come la sindrome di Guillain-Barré, l’aborto spontaneo, o persino la morte, si verificano infatti senza alcun nesso di causalità, ma solo in associazione temporale anche con la vaccinazione antinfluenzale.

per una coorte di 10 milioni di persone vaccinate nel Regno Unito, l'atteso naturale previsto in coincidenza con la vaccinazione antinfluenzale entro 6 settimane e' di 21,5 casi di sindrome di Guillain-Barré, 5,75 casi di morte improvvisa e 86,3 casi di neurite ottica. Come altri eventi naturali nello stesso periodo della vaccinazione si attendono anche 16.684 aborti spontanei per 1 milione di donne gravide. Background rates Accesso The Lancet Background rates Free Text pubblicato su Scribd Un gran numero di eventi di malattia potrebbe essere dunque frainteso come causalmente connesso ai vaccini, ma questo approccio epidemiologico permette di identificare i trend naturali degli eventi osservati e valutare i reali effetti negativi della campagna vaccinale pandemica. In tutti i paesi dove vengono realizzati questo tipo di analisi è possibile così comunicare all'opinione pubblica e agli operatori del servizio sanitario dati "reali" sulla sicurezza dei vaccini. In Italia dove ci si occupa poco di ricerca scientifica e epidemiologica ci aspettiamo soltanto qualche ulteriore campagna mediatica "scientificamente" a sostegno del gossip antivaccinale. Pippo Bruno Giuseppe Bruno | Create your badge

1


Background rates