Issuu on Google+

 



Autodromo Riccardo Paletti !1/%'%.(/-0*-   #%/%,-'4(+()%/* 1(+   3(&3332%/%,-*1

 !!

!!!

 

$

 # "

Novembre 2011 ITALY

Il campionato 2010 si è chiuso proprio qui, aul circuito parmense, assegnando cosÏ il titolo a Maurizio Fortina. Le classifiche delle due manche sono identiche nelle prime tre posizioni, con Cazzaniga primo, Castiglioni secondo e Fortina terzo, sono state entrambe molto combattute ed incerte. Al semaforo verde di Gara uno            

 Dietro di lui, Cazzaniga e Castiglioni, con il brianzolo che attacca e supera il leader a metà del primo giro, cosa che riesce anche a Castiglioni il giro seguente. Sempre al primo giro, Durante e Pieralisi entrano in contatto con lo svizzero che parte in testacoda, riparte per poi rientrare ai box con il pneumatico forato. La corsa è vivace e sono parecchie le bagarre in pista: inizialmente Fortina battaglia con Miglio per la settima piazza; successivamente 3XJOLHVHVXSHUDG¡$VWHHDWWDFFD%REELHVHPD)RUWLQDKDODPHJOLR dopo aver raggiunto i tre ed averli superati. La gara finisce con &D]]DQLJDSULPRDVHJXLUH&DVWLJOLRQL)RUWLQD%REELHVHG $VWH 3LHUDOLVL LQGLIILFROWjFRQO DVVHWWR 9XROR0HURQL8W]LHUL'XUDQWH ULHQWUDWRLQSLVWDGRSRODVRVWLWX]LRQHGLXQSQHXPDWLFR &XUWL Dopo la partenza lanciata di gara due prevale Gabriele Pieralisi mentre da dietro risalgono velocemente Cazzaniga e Pugliese. Il brianzolo attacca andando in testa mentre dietro è gran bagarre tra Pieralisi, &DVWLJOLRQL9XROR)RUWLQD3XJOLHVH'XUDQWH%REELHVH,VHWWHVL scambiano piÚ volte posizione con staccate a ventaglio a piÚ vetture. A metà gara le posizioni sembrano delinearsi con Castiglioni secondo GRSRDYHUVXSHUDWR)RUWLQDVHJXLWLGD3XJOLHVH%REELHVH'XUDQWH 3LHUDOLVLPHQWUH9XRORH0HU]DULRHQWUDQRLQFRQWDWWRDOWRUQDQWLQR SULPDGHOWUDJXDUGR$VHJXLUH)HVWD&XUWLHG8W]LHUL

 "" " "

Lunghezza tracciato: 2350 m Senso di marcia: antiorario



Larghezza pista: min 10 m, max 12 m

#

Curve: a destra 5, a sinistra 8 Pendenza max longitudinale: 2,50 % Pendenza max trasversale: 9,50 % Sviluppo rettilinei: 1764 m

Gara Uno: 1° N. Cazzaniga; 2° M. Castiglioni; 3° M. Fortina Gara Due: 1° N. Cazzaniga; 2° M. Castiglioni; 3° M. Fortina

Sviluppo curve: 586 m

Pos. Pilota

 





  PP Race GPV

Tot.

Pos. Pilota

144

01

N. Cazzaniga

Race

Tot.

Pos. Pilota

25

150

01

-

76

Race

Tot.

M. Castiglioni

19

126

02

M. Fortina

25

119

-

54

01

N. Cazzaniga

02

M. Fortina

25

104

02

G. Pieralisi

03

M. Castiglioni

19

102

03

98W]LHUL

15

76

03

/%HUWLQL

04

A. Merzario

12

45

04

M. Peroni

19

46

03

A. Merzario

15

54

05

G. Pieralisi

-

44

05

)%REELHVH

-

26

05

D. Festa

10

51

06

98W]LHUL

8

43

06

%*DEELDQL

-

15

06

P. Meroni

15

42

07

/%HUWLQL

-

42

06

(%HUHWWD

-

15

07

D. Durante

-

31

08

D. Festa

7

39

08

6%UDPELOOD

11

22

09

P. Meroni

12

34

09

$%HOORFFKLR

-

21

10

M. Peroni

10

27

10

F. Faustinelli

12

12

11

D. Durante

-

23

11

M. Roos

-

10

12

6%UDPELOOD

9

17

13

$%HOORFFKLR

-

16

14

)%REELHVH

-

14

15

A. Holzleithner

11

12

16

F. Faustinelli

-

11

17

(%HUHWWD

-

9

18

%*DEELDQL

-

8

18

G. Giudici

-

8

20

M. Roos

1

15

1

thanks!


12-13 Novembre 2011

ITALY

         

Doveva cercare assolutamente la vittoria e cosÏ è stato: per rimanere in corsa per il titolo lo svizzero Maurizio Fortina doveva vincere e sperare che Cazzaniga finisse nelle retrovie. L'esperto pilota monzese ha però disputato una week end accorto ma sempre veloce, tanto da staccare la pole position nelle prove di qualificazione. In gara però è rimasto fuori dalla bagarre tra Fortina e Castiglioni, puntando a portare a casa i punti necessari a vincere il titolo. E qui a Franciacorta Cazzaniga di titoli ne ha vinti due: primo in classifica assoluta, primo in quella riservata alle 2Eleven Supercharged. Una stagione davvero splendida la sua, valorizzata dalla lotta serrata con due piloti davvero molto competitivi: Maurizio Fortina e Matteo Castiglioni. Il primo a Franciacorta è tornato per la seconda volta della stagione sul gradino piÚ alto del podio, il secondo ce l'ha messa tutta per riuscire a sorprendere lo svizzero, andando anche in testa alla corsa al settimo giro. Da lÏ è stato uno splendido duello, con la Exige bianca di Fortina spesso a ruote bloccate alla staccata del tornantino. Il Campione 2010 ha approfittato della sosta ai box di Castiglioni per staccare il giro piÚ veloce in due tornate consecutive, cosa che gli ha permesso di accumulare alcuni secondi di vantaggio al rientro in pista dopo la sosta ai box obbligatoria. Castiglioni ha cercato di riprendere la scia della Exige numero uno, ma ad un certo punto ha preferito portare a casa i punti necessari per rimanere ancora il leader nella classifica tra le GT Cup. Ma la gara sul circuito di Franciacorta ha vissuto tantissimi momenti spettacolari, come lo splendido avvio del debuttante Fabio Faustinelli, proveniente dalle gare in salita dove ha ben figurato con la Exige targata PB Racing, che è rimasto leader della gara per i primi tre giri ed ha dato gran filo da torcere agli arrembanti Fortina e Castiglioni. Faustinelli ha via via dovuto soccombere ai due, successivamente anche a Cazzaniga, rimanendo a battagliare fino a sotto la bandiera a scacchi con Arturo Merzario. Quest'ultimo, in coppia con Paolo Meroni, è stato autore di una corsa davvero splendida che gli ha consentito di salire sul terzo gradino del podio tra le GT Cup nonostante alcuni problemi ai freni che hanno afflitto la sua Exige fin dall'inizio della corsa. Gran bagarre anche tra Brambilla e Peroni, che ad inizio gara erano in lizza per l'ottava posizione. Successivamente Peroni, vinta la battaglia con Brambilla, si è trovato a lottare per la sesta piazza con Vito Utzieri col quale, ad un paio di giri dal termine, è scaturito un contatto dal quale è uscito malconcio proprio il pilota monegasco. Tra i piloti piÚ spettacolari in pista sicuramente Davide Festa che ha lottato splendidamente con Meroni ed Utzieri, arrivando spesso a ruote fumanti alle staccate, soprattutto a quella del tornantino, dove è pure finito in testacoda. La gara di Festa è stata poi rovinata dalla rottura della cinghia, che non gli ha permesso di andare oltre la nona posizione. La Lotus Cup Italia torna ora nelle mani di Nando Cazzaniga dopo che quest'ultimo era stato già Campione nel 2009. Un trionfo tutt'altro che facile, arrivato dopo quattro vittorie, cinque pole position e cinque giri piÚ veloci. Uno splendido ruolino di marcia, cosÏ commentato dal neo Campione: "E' stata davvero una stagione esaltante, sono stato competitivo in tutti gli appuntamenti. Devo dire che Fortina e Castiglioni sono davvero due ossi duri, ad ogni gara ho dovuto fare i conti con loro ed è appunto per questo che ritengo questo titolo ancora piÚ meritato. La mia vettura è stata praticamente perfetta, merito anche dei ragazzi della P.B. Racing ed in particolare del mio tecnico Carletto, che proprio durante le prove ha scoperto un problema elettrico che avrebbe potuto pregiudicare il weekend. Poi devo ringraziare anche Modesto e la mia famiglia che qui a Castrezzato era presente al gran completo! Ora voglio solo festeggiare e prepararmi per chiudere al meglio possibile la stagione". Questa l'opinione del vincitore in Franciacorta, Maurizio Fortina: "E' stata una gran gara ed una splendida lotta con Castiglioni. Sono partito molto bene poi però Matteo mi ha sorpreso e mi ha superato. Ho approfittato della sua sosta ai box per percorrere due giri tiratissimi che mi hanno permesso di trovarmi in testa al rientro dal pit stop. Poi ho dovuto dare il meglio di me per prendere un leggero margine da amministrare sul finale della corsa. Colgo l'occasione per complimentarmi con il vincitore del titolo, Nando Cazzaniga, che ha meritato pienamente di vincere questa stagione. Voglio inoltre dedicare la vittoria qui in Franciacorta a Stefano d'Aste che non era presente perchè impegnato nel GT4 in Olanda: Stefano, oltre ad essere un carissimo amico, mi ha "iniziato" alle gare in macchina e mi ha insegnato parecchie cose. E' anche merito suo se riesco ad andare cosÏ veloce!".

+))*'""&'!#())%&%!"(#%'%+'

 '')'"+))*'" '*&&%%$%))%'%$!

'%$!!$( *!)%),!'!

*()!$""! %')!$ ()! "!%$!&&!)!&'!#"" ())

$% ,,$! ) "!!")' *'%

,,$!  %')!$(!%#&"!#$)$%&'"+!))%'!

%!% "+$

%')!$+!$!)%'"" ' ,,$! #&!%$!)"!$%

            E’ con questa settimana che è stato definito il calendario del Campionato 2012 e, come di consueto, la Lotus Cup Italy non mancherà di stupire sia i partecipanti, sia il pubblico il prossimo anno. Il campionato partirà con un mese di anticipo e le gare si disputeranno in concomitanza con eventi di un certo spessore. La grande novità riguarda proprio i partecipanti: grazie alla presenza di nuovi team quali University Motors, il Team Santilli e la Scuderia Giudici la Lotus Cup Italy vedrà schierarsi in griglia di partenza ben venti vetture. Inoltre alcune gare coincideranno con alcune tappe della Lotus Cup Europe e Lotus Cup East e lo spettacolo non mancherà sicuramente come successe proprio l’anno scorso nella tappa di Spa-Francorchamps: 46 le auto alla partenza.

Lotus Cup Italy/Europe 2010_Spa-Francorchamps

thanks!


12-13 Novembre 2011

                    

Il 14 Ottobre 1962 a Monza scendeva in pista per la prima volta Arturo Merzario. Era al volante di una Giulietta Spider Veloce 1300 di colore bianco, col numero 300, della Scuderia del Lario. A quella corsa erano iscritte oltre trenta vetture con alla guida piloti come Giancarlo Baghetti, Lorenzo Bandini, Ludovico Scarfiotti, Giampiero Biscaldi, Oddone Sigala, Beppe della Torre e tanti altri. In quel week end Arturo giunse ottavo e fu l’inizio di una splendida carriera che lo porta tutt’ora a scendere in pista pressochÊ in ogni week end Lo scorso fine settimana, esattamente il 14 Ottobre, Merzario era in pista in coppia con Paolo Meroni e la Lotus Exige GT Cup della PB Racing di Stefano d’Aste, con la quale domenica si è classificato quarto assoluto e terzo di classe nel sesto appuntamento della stagione ed ora occupa la terza piazza nella classifica generale in GT Cup, a pari punti (54) con Bertini. Staff, piloti ed organizzatori hanno festeggiato nell’hospitality Arturo, il quale ha già promesso di preparare i festeggiamenti per i 50 anni di attività la prossima stagione!

     Amici nella vita, rivali in pista. Matteo Castiglioni e Maurizio Fortina, grandi amici nei paddock e fuori, a Varano giungeranno separati da appena sette punti per la lotta alla classifica della GT Cup. Una stagione da protagonista per entrambi, sempre in lotta in ogni gara. Soprattutto nelle ultime due corse, sia Monza che Franciacorta, i due si sono trovati a lottare per la vittoria e si sono scambiati piĂš volte posizione. Sempre allegri e di buonumore, i due condividono spesso i momenti del week end ma TXDQGRVLDFFHQGHLOVHPDIRURYHUGHVRQRVHPSUHSURQWLORWWDUHSHUVWDUHGDYDQWLO¡XQRDOO¡DOWUR$9DUDQRVDUjLOJLRUQRGHOOD YHULWj&DVWLJOLRQLSXQWHUjDYLQFHUHODFODVVH*7&XSGRSRHVVHUHVWDWRLOOHDGHUVLQGDLQL]LRVWDJLRQH)RUWLQD&DPSLRQHLQ FDULFDSXQWHUjDFRQIHUPDUVLVXXQFLUFXLWRDOXLFRQJHQLDOHWDQWRFKHYLKDYLQWRJLjD*LXJQRGXUDQWHLOWHU]RDSSXQWDPHQWRLQ programma. Sette i punti di distacco tra i due, 125 punti contro 119. Castiglioni potrebbe anche permettersi di fare il “ragioniereâ€? e gestire la corsa puntando ad un secondo posto, visto che la differenza tra il primo ed il secondo classificato è di 6 punti (25 pt. Contro 19 pt.). Ma non è nella indole del pilota varesino, sempre portato a dare il meglio di se in pista. /DORWWD)RUWLQD&DVWLJOLRQLFRQWUDGGLVWLQJXHUjDQFKHODORWWDSHUODSLD]]DG¡RQRUHDVVROXWDLQFODVVLILFDJHQHUDOHFKHYHGHLGXH GLVWDQ]LDWLGLDSSHQDSXQWLTXLLQSDOLRLOWLWRORGLYLFHFDPSLRQHPHQWUHGDYDQWLDWXWWLPDWHPDWLFDPHQWHJLjFDPSLRQHq 1DQGR&D]]DQLJD4XHVW¡XOWLPRVLqJLjODXUHDWR&DPSLRQHDQFKHLQFODVVH(OHYHQ6XSHUFKDUJHGGRYHSHUz9LWR8W]LHULDYUj O¡RSSRUWXQLWjGLDWWDFFDUH*DEULHOH3LHUDOLVLFRQLOTXDOHFRQGLYLGHODVHFRQGDSLD]]DLQFODVVLILFDD9DUDQRLOPRQHJDVFRq sempre andato molto veloce e potrebbe davvero puntare a superare lo Jesino, Campione Lotus Cup del 2008.

       

0DUFR3HURQLqXQRGHLQXRYLSURWDJRQLVWLGHOOD /RWXV&XS,WDO\GLTXHVW¡DQQRQRQFKqJUDQGH appassionato della casa automobilistica inglese. (JOLLQIDWWLKDLQL]LDWRDFROWLYDUHODVXDSDVVLRQH per le corse partecipando e distinguendosi nei track day organizzati dagli autodromi che danno ODSRVVLELOLWjDLSULYDWLGLJLUDUHLQSLVWDFRQOD SURSULDDXWR(¡FRQHVSHULHQ]DHODJLXVWD confidenza con la vettura acquisita in queste RFFDVLRQLFKHYHGLDPR0DUFR3HURQLJDUHJJLDUH per la prima volta in un campionato ufficiale TXDO¡qOD/RWXV&XS,WDO\+DGHEXWWDWRORVFRUVR Giugno a Varano per poi partecipare alle gare del Mugello e di Franciacorta, conquistando i punti che ad oggi lo portano ad occupare il nono posto nella classifica assoluta e un brillante quarto posto nella classifica di categoria (OHYHQ6&

   


12-13 Novembre 2011 Nel 2012 infatti la Lotus Cup vedrà il suo debutto nelle gare in salita, con dieci appuntamenti da svolgersi sui piÚ prestigiosi tracciati a livello nazionale. Grazie alle splendide prestazioni delle vetture targate P.B. Racing con Fabio Faustinelli e Francesco Abate, classificatosi terzo nella classifica assoluta GT, l’interesse verso le vetture inglesi è altissimo e Stefano d’Aste ha deciso di istituire un proprio trofeo che vedrà protagoniste le GT inglesi suddivise in due le classi: il Lotus Cup Velocità Montagna vedrà protagoniste le GT Cup e le 2-Eleven SC, ricalcando il regolamento ideato dal Lotus Cup Italy Management.

 

&"%    

  

"'"   

    !$#"%% "   

   Anche quest’anno la P.B. Racing parteciperà ad uno degli appuntamenti piÚ importanti che si disputeranno all’autodromo brianzolo, il Monza rally Show. Scenderà in pista sicuramente la coppia Stefano e Linda d’Aste, insieme al campione Lotus Cup Italy 2012 Maurizio Fortina e a Franco Bobbiese a bordo delle Lotus Exige messe a punto per l’occasione che riportano l’inconfondibile livrea giallo-verde.

     

   



!$#"%% "

  

   !$#"%% "    

  !$#"%% "     


07-Lotus Cup News 2011_VARANO