Page 1

a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

a.s. 2011/2012

INDICE Parte prima:

INFORMAZIONI GENERALI

Premessa 1. Identità, storia e mission della Scuola

Parte seconda:

1

Parte prima: INFORMAZIONI GENERALI

1

Premessa

1

LINEE DI POLITICA SCOLASTICA 2011-12 3

Parte terza:

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO DIDATTICA

4

5. Valutazione dell’attività scolastica e del sistema domanda

4 5 7 10 17

Parte quarta:

18

1. Lettura educativa della domanda 2. Profilo educativo, culturale e professionale dello studente 3. Griglia di valutazione dell’apprendimento per competenze 4. Ampliamento dell’offerta formativa

ASPETTI ORGANIZZATIVI

1. Organigramma 2. Elenco del personale 3. Quadro orario 4. Orario della giornata 5 Attività formative facoltative 6. Calendario scolastico 7. Orario Colloqui Docenti 8. Bilancio 9 Indirizzo

Piano dell’Offerta Formativa

18 19 20 20 20 21 29 31 31

Il presente P.O.F. definisce le caratteristiche del servizio di formazione, che l’Istituto offre nell’ambito dell’autonomia delle istituzioni scolastiche, prevista dalla normativa (legge n. 59/1997). Il P.O.F. contiene perciò le linee programmatiche, le finalità, la politica scolastica e il piano delle attività deliberato per l’anno in corso 2011 – 2012 dalla Direzione e dagli Organi collegiali, secondo le funzioni e le competenze previste dal Regolamento interno e dal Sistema Scolastico Nazionale.

1. Identità, storia e mission della Scuola Identità della Scuola La Scuola Secondaria di Primo grado “Don Bosco” è una scuola cattolica, salesiana e paritaria (DM. 16/11/2001), che svolge un servizio pubblico in Padova. Essa opera all’interno di un Istituto che comprende anche la Scuola dell’Infanzia, la Scuola Primaria e la Scuola Secondaria di Secondo Grado. La nostra scuola si presenta come una Comunità Educativa composta da Figlie di Maria Ausiliatrice e da collaboratori laici, nella quale ogni persona che vi opera è consapevole di dover agire responsabilmente per garantire una realizzazione efficace dell’offerta formativa. L’identità della scuola si fonda su una visione cristiana della vita, sul metodo preventivo di Don Bosco e di Madre Maria Mazzarello, sinteticamente espresso nel Sistema Preventivo. Tale identità è oggetto di continuo ripensamento, alla luce dei contributi della ricerca scientifica nel campo della formazione e delle indicazioni ministeriali. A partire da questi riferimenti, la scuola costruisce la proposta formativa i cui punti significativi sono:

Pag. ‐ 1 ‐


a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

la centralità dell’alunno, visto nella concretezza del proprio dinamismo di crescita, che impegna la scuola a fare delle scelte in ordine ad una educazione integrale;

la relazione educativa tra alunni e insegnanti, fatta di accoglienza, rispetto, valorizzazione delle inclinazioni individuali, correzione e incoraggiamento, condivisione e confidenza;

un ambiente educativo in cui le relazioni interpersonali e l’apprendimento sono favoriti dall’organizzazione degli spazi e dei tempi di lavoro;

Piano dell’Offerta Formativa

Parte seconda: LINEE DI POLITICA SCOLASTICA 2011-12 In linea con i principi enunciati e con le Indicazioni di Istituto, Responsabili della scuola per l’anno scolastico 2011-12 fissano le seguenti priorità comuni a tutti i gradi scolastici: • vivere la chiusura del Centenario di fondazione come rilancio del carisma educativo nel futuro.;

la convergenza degli interventi educativi da parte di tutti i membri della Comunità Educativa;

• elaborare un Progetto Educativo di Istituto unitario esplicitando all’interno le differenze relative alle singole scuole;

la prevenzione dei disagi dei preadolescenti attraverso l’ascolto, il dialogo, l’uso di strumenti di ricerca per comprendere e affrontare positivamente i problemi;,

• curare la formazione dei docenti e genitori, puntando su temi comuni, in linea con la storia dell’ opera Don Bosco (Bicentenario della nascita di Don Bosco) e con alcuni aspetti del Sistema Sicurezza;

l’orientamento dell’alunno, per favorire la consapevolezza di sé e l’acquisizione di conoscenze ed abilità per operare scelte realistiche nell’immediato e nel futuro;

un insegnamento aggiornato e monitorato dei saperi.

In sintonia con il sistema scolastico del nostro Paese, la scuola ribadisce e rispetta i seguenti principi:

a.s. 2011/2012

• aderire e collaborare ai seguenti Progetti: Rete Scuole FIDAE – EXPO-Scuola –Progetto Giovani –Comune di Padova • curare la documentazione in vista delle visite ispettive (MPI – DNV) ; • eseguire interventi di ristrutturazione e risanamento nei cortili, bagni, finestre e installare l’aria condizionata aria condizionata al 3° piano del Liceo; • aggiornare i Laboratori di scienze, informatica, lingue.

sussidiarietà e di responsabilità;

professionalità;

efficienza e di efficacia;.

In particolare, per la Scuola Secondaria di I grado, sono stati definiti i seguenti impegni.

flessibilità strutturale;

¾

individualizzazione didattica;

contrattazione formativa.

Continuare l’aggiornamento sul tema delle competenze e degli assi culturali da acquisire secondo le Indicazioni Nazionali e la normativa recente;

¾

Adeguare la modulistica e la programmazione in base alle competenze da acquisire;

¾

Studiare e attuare forme di sostegno per alunni in difficoltà, in collaborazione con i Centri territoriali, il Centro COSPES, l’Università;

¾

migliorare l’organizzazione delle vacanze-studio per l’apprendimento dell’inglese e i corsi per la certificazione delle lingue;

¾

rivedere ruoli e compiti del personale per una più funzionale gestione delle risorse

¾

promuovere incontri su temi educativi con genitori di classi parallele

Pag. ‐ 3 ‐

Pag. ‐ 2 ‐


a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

Parte terza: PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO–DIDATTICA

1. Lettura della Domanda Educativa

il 95% dei genitori osserva che il figlio ha imparato ad apprezzare i comportamenti positivi negli altri;

il 100% dei genitori riconosce che i Responsabili della scuola hanno garantito un andamento ordinato e funzionale delle attività previste nel POF.

Nell’ottica di un’autovalutazione e di un miglioramento nella qualità del servizio offerto, al termine del precedente anno scolastico la scuola ha somministrato a genitori e studenti un questionario di soddisfazione. La percentuale degli studenti che hanno risposto al questionario è stata pari a circa il 95%, quella dei genitori pari a circa il 70%.

esprimere punti di vista personali su varie questioni ed è più attento e riflessivo nei confronti della realtà; il 91% è consapevole che il figlio ha imparato a conoscere i rischi e a evitarli;

I punti critici emersi dai questionari sono i seguenti:

L’analisi dei dati ottenuti evidenzia i seguenti aspetti positivi: •

il 96% ha compreso nel corso dell’anno che i buoni risultati richiedono fatica e applicazione costante e il 92% dichiara di aver studiato con impegno e interesse;

il 95% riconosce di aver stretto a scuola importanti legami interpersonali e l’85% si sente a proprio agio in classe e interviene nel corso delle lezioni senza timore;

• •

l’89% degli studenti ha imparato a scuola a conoscere meglio la storia del proprio paese in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia; l’86% ritiene che la scuola abbia cercato di formare buoni cittadini e buoni studenti;

circa il 60% degli studenti non ha il coraggio di censurare il comportamento scorretto da parte dei compagni;

il 43% dei genitori ha aiutato, in alcune occasioni, anche con supporti esterni, i figli in difficoltà di apprendimento; il 24% dei genitori osserva ancora che i figli si informano poco attraverso la lettura di libri e giornali.

più attenzione all’impatto dovuto al passaggio dalla Scuola Primaria alla Scuola Secondaria;

ricerca ed uso di strategie didattiche differenziate – attività di recupero calibrate sui bisogni

formazione coordinatori di classe capaci di leggere in termini preventivi il disagio e segnalarlo al Consiglio di classe

conoscenza dei punti forti e deboli dei singoli studenti, attraverso l’uso frequente della valutazione dell’apprendimento.

2. Profilo educativo, culturale e professionale dello

studente

il 97% dei genitori ha osservato che il figlio ha ampliato e consolidato le proprie conoscenze e il 91% nota da parte del figlio maggiore interesse e curiosità intorno ai diversi aspetti della vita; il 94% ha osservato che il figlio ha imparato ad

Pag. ‐ 4 ‐

il 38% degli studenti sottolinea una distribuzione di compiti in classe e interrogazioni non sempre razionale;

Preso atto delle criticità emerse, i Consigli di Classe si impegneranno a migliorare i punti sotto indicati:

l’89% frequenta volentieri la scuola, sente di farne parte e inviterebbe a un coetaneo a iscriversi al Don Bosco; solo l’1% dei genitori si dichiara poco soddisfatto di come la scuola ha rispettato gli impegni stabiliti dal Patto Educativo al momento dell’iscrizione; il 100% ne condivide le scelte di fondo, si trova d’accordo sui principi di educazione alla cittadinanza trasmessi e ritiene le regole della scuola funzionali alla formazione dei propri figli; il 97% dei genitori coglie nella scuola lo spirito e lo stile educativo voluti da Don Bosco;

MIUR, Allegato D – Profilo educativo culturale e professionale;

Progetto Educativo Nazionale SDB/FMA, 8 settembre 2000;

J. Delors, Nell’educazione un tesoro. Armando 1997;

Pag. ‐ 5 ‐


a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

MIUR; Indicazioni Nazionali per il curricolo dell’istruzione: cosa cambia? (2007);

OCSE/CERI Schooling for tomorrow – Personalizing Education, 2006;

MPI, Atto d’indirizzo, 8 settembre 2009.

1.

riconoscere e gestire i cambiamenti della persona, in particolare quelli legati allo sviluppo psico-sessuale e sociale, orientando le dinamiche emotivo - affettive verso comportamenti relazionali aperti e rispettosi di sé e dell’altro;

2.

essere disponibile a collaborare con gli altri, per contribuire, con il proprio apporto personale, alla realizzazione di una società migliore;

3.

mantenere viva la motivazione al lavoro e saper concentrare le capacità su compiti individuali e di gruppo;

4.

aver consapevolezza delle proprie attitudini, inclinazioni, capacità e riuscire, sulla base di esse, ad immaginare e progettare il proprio futuro, ponendone le basi con appropriate assunzioni di responsabilità;

5.

avere strumenti di giudizio per valutare se stessi e le proprie azioni: assumersi le responsabilità inerenti alle scelte fatte;

6.

avvertire la complessità del reale, interrogarsi sulla sua problematicità e comunicarla, utilizzando codici e modelli linguistici, matematici, artistici e informatici;

7.

servirsi di abilità logiche e tecnico-operative per trovare la soluzione a problemi pratici;

8.

crescere nella comprensione dell’altro attraverso il confronto con coetanei diversi per capacità, condizioni sociali, economiche, religiose, culturali; essere disponibile a rivedere le proprie posizioni e a modificare i propri punti di vista;

10. mantenere viva la curiosità e la capacità di interrogarsi sul significato profondo della realtà, aprendosi alla domanda antropologica e religiosa;

Piano dell’Offerta Formativa

12. sentire l’appartenenza al proprio Paese, all’Europa e al mondo, in termini di apprezzamento della propria e altrui cultura e di umana fratellanza.

(2007); Il nuovo obbligo

Nel rispetto delle finalità istituzionali della scuola, alla fine del percorso della scuola secondaria di I grado, l’alunno deve essere in grado di:

9.

a.s. 2011/2012

Per quanto riguarda i traguardi di apprendimento e le competenze raggiungere, la Scuola fa riferimento al D.L. 19 febbraio 2004, n. 59 – allegato C, che costituisce il quadro normativo per l’elaborazione dei Piani di Studio da parte dei Consigli di classe, alle Indicazioni Nazionali per il curricolo (2007) a Il nuovo obbligo di istruzione: cosa cambia? (2007); DL. n. 232. in G.U., n.204, 1/09/08, in particolare a MPI, Atto di indirizzo, 8 settembre 2009 che raccoglie traguardi e punti critici della scuola secondaria di I grado.

La programmazione per competenze è strutturata, per ogni unità di apprendimento, come segue (v. schema) e depositata presso la Segreteria. Compet enze in uscita

Descrittori/ abilità

Conoscenze disciplinari

Modali tà didattiche

Modalità di valutazione

Criteri di valutazione

3. Griglia di Valutazione dell’Apprendimento per

competenze Secondo le disposizioni del Ministero (cfr. DL. n.2, art. 3 c)2 - G.U, n. 204 -1/09/08) la scuola traduce i livelli di profitto e di condotta in voti espressi in decimi. La griglia che segue, rappresenta un riferimento per tutti i docenti. Oltre alle indicazioni generali della griglia, i docenti si atterranno agli descrittori propri della disciplina che insegnano.

11. interiorizzare l’esperienza educativa salesiana e i valori che la caratterizzano;

Pag. ‐ 6 ‐

Pag. ‐ 7 ‐


a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

Criteri di valutazione del profitto

a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

Condotta

SCRITTO 0-4 mancata comprensio ne della consegna

5 limitata comprensio ne della consegna

6 corretta comprension e della consegna

conoscenze conoscenze conoscenze scarne lacunose essenziali

7 discreta comprensio ne della consegna

8 buona comprensio ne della consegna

9 ottima comprensio ne della consegna

10

Voci

5 quasi mai

eccellente comprensio ne della consegna

6

7

8

poco

abbastanza

spesso

9 quasi sempre

10 condotta eccellente*

puntuale rispettoso

conoscenze conoscenze conoscenze conoscenze precise e approfondite precise e chiare rielaborate organiche

attento

espressione espressione espressione espressione espressione espressione corretta e corretta e lineare e espressione lineare piuttosto scorretta scorrevole personale corretta abbastanza scorretta corretta

partecipa attivamente

ORALE

0-4

5

6

7

8

9

10

conoscenze conoscenze conoscenze lacunose, limitate essenziali inesatte

conoscenze conoscenze conoscenze conoscenze chiare, precise, chiare, chiare, essenziali approfondite approfondite approfondite

esposizione esposizione esposizione molto faticosa abbastanza lineare faticosa e confusa

esposizione esposizione esposizione esposizione sicura e chiara e brillante, lineare lineare organica sicura

ESERCITAZIONI PRATICHE

0-4

5

6

7

8

9

10

gravi difficoltà di ascolto e di esecuzione

limitate capacità di ascolto e di esecuzione

capacità di ascolto, esecuzione approssimati va

buona capacità di ascolto, esecuzione abbastanza precisa

buona capacità di ascolto, esecuzione precisa

buona capacità di ascolto, esecuzione autonoma e rapida

buona capacità di ascolto, esecuzione autonoma, rapida e creativa

Pag. ‐ 8 ‐

1. Puntuale: entrata a scuola, consegna compiti, giustificazioni, e altri documenti o materiali richiesti per il lavoro 2. Rispettoso: verso persone, cose, regole, ambiente, strumentazioni; 3.Attento:segue attivamente le lezioni, interviene opportunamente, evita di interrompere, senza motivo, il normale svolgimento delle lezioni. 4. Partecipa attivamente ai momenti della vita scolastica (lezioni, feste, attività varie…) * il voto 10 in condotta dev’essere dato all’unanimità dal Consiglio di classe. N.B. Richiami e sanzioni influiranno sul voto di condotta secondo la gravità degli stessi (cfr. G.U., n. 204 - 1/09/08) La sospensione da scuola per uno o più giorni a motivo della condotta, viene decisa dalla Preside insieme al Consiglio di classe.

Pag. ‐ 9 ‐


a.s. 2011/2012

4.

Piano dell’Offerta Formativa

Ampliamento dell’Offerta Formativa

a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

Obiettivi: facilitare la costituzione del gruppo classe favorendo la reciproca conoscenza tra alunni; facilitare l’inserimento nella Scuola; esplicitare le attese di ciascuno nei confronti della nuova realtà scolastica.

Per rispondere alle attese degli alunni e della famiglia di una scuola che aiuti a: Metodologie: attività specifiche promosse dai singoli docenti. - recuperare e incrementare le motivazioni allo studio; - orientare e proiettare verso prospettive future concrete; - far emergere le potenzialità degli allievi e svilupparle fino ai livelli di eccellenza. il Collegio Docenti amplia il Piano dell’Offerta Formativa proponendo progetti e attività, come prevede la legge del 15 marzo 1997, n.59, con il relativo Decreto Applicativo dell’Autonomia nelle Istituzioni Scolastiche.

Tempi: primi giorni dell’anno scolastico Destinatari: alunni delle classi prime Docenti referenti: Coordinatori classi prime

Recupero

Progetti e attività formative

Obiettivi: aiutare gli alunni che presentano difficoltà di concentrazione e di apprendimento, carenze a livello di contenuto e di metodo di lavoro, rilevate dagli insegnanti nel corso dell’attività didattica.

Educazione alla fede

Metodologie: lezioni specifiche di recupero e consolidamento “in itinere”, calibrate sulle esigenze dei singoli o delle classi.

Obiettivi: guidare l’alunno alla scoperta dell’unicità e preziosità della sua persona; riconoscere l’importanza degli altri nella sua vita; scoprire le radici cristiane della storia e della cultura in Europa; vivere da giovane cristiano nell’ambiente in cui vive, secondo l’insegnamento di Don Bosco.

Tempi: dopo le valutazioni interquadrimestrali e al termine del primo quadrimestre.

Il cammino formativo dell’anno segue l’orientamento “Nascere e rinascere alla vita buona del Vangelo” che scaturisce dal Piano di Pastorale della CEI 2010-12. La sua traduzione, nella scuola media, trova nell’immagine dell’albero una pluralità di richiami e di percorsi a partire dalla realtà dai fenomeni della crescita, alla storia individuale di ogni ragazzo, non ultima a quella di Don Bosco nel Bicentenario della sua nascita . Attività: “Buongiorno”: breve momento di preghiera o di riflessione guidato dal docente della I ora, prima dell’inizio delle lezioni, su tematiche adeguate all’età, ai bisogni dell’alunno e legate all’attualità. Il buongiorno è uno dei momenti in cui la classe diventa gruppo in cammino e in crescita

Destinatari: alunni che presentano lacune nell’apprendimento. Docenti referenti: Coordinatori delle classi

Educazione all’affettività Obiettivi: favorire la conoscenza di sé come esseri in relazione, portatori di differenti ricchezze psico - affettive e sessuali; maturare relazioni armoniche, comportamenti e scelte responsabili. Metodologie: vengono affrontate le problematiche tipiche della preadolescenza dal punto di vista fisiologico, psico-affettivo e morale, mediante lettura di testi, dialogo, proiezioni audiovisive, test…

Specifici momenti formativi: apertura dell’anno scolastico, tempi forti liturgici, festa di Don Bosco, di Maria Ausiliatrice e del Grazie, ricorrenze civili, possibilità di accedere ai Sacramenti.

Tempi: inizio secondo quadrimestre.

Incontri formativi organizzati dal Movimento Giovanile Salesiano (M. G. S.)

Docenti referenti: Consigli di classe +Cospes

Destinatari: classi terze.

Metodologie: modalità propositive Destinatari: tutte le classi Tempi: l’intero anno scolastico Docenti referenti: Biffi Eliana e coordinatori

Educazione alla salute e allo sport: (Progetto in rete - scuole FIDAE: persona-

cittadinanza- sicurezza: un cantiere sempre aperto)

Accoglienza

Pag. ‐ 10 ‐

Pag. - 11 -


a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

coinvolge discipline come scienze – tecnologia – cittadinanza – scienze motorie

Docenti referenti: Baldin Fabio., Berto Matteo ed esperti

articolato in:

Orientamento scolastico

a. conoscenze teoriche:

Obiettivi: offrire agli alunni e alle famiglie strumenti e informazioni che li mettano in grado di individuare la vocazione umana di ciascuno e quindi la scelta dell’area di studio e professionale corrispondente alle capacità e agli interessi personali.

b. esercitazioni globali c. dal gioco all’esercizio e viceversa

Metodologie: lettura di testi e discussione di classe, attività specifiche proposte e gestite dal COSPES (Centro Orientamento Scolastico - Professionale);

a. conoscenze del corpo umano – dei principi nutrizionali – traumatologia minore a. G.S.S. (giochi sportivi studenteschi)

Destinatari: alunni e famiglie delle classi terze.

Obiettivi: sviluppare e valorizzare le capacità ed i talenti sportivi dei ragazzi; promuovere il senso della disciplina, del rispetto delle regole, del senso di gruppo.

Tempi: primo quadrimestre. Docenti referenti: consigli di classe delle terze

Metodologie: coinvolgere i ragazzi in prima persona in manifestazioni/gare sportive di vario genere, proposte dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Padova (Ufficio di Educazione Fisica) che si svolgeranno sia a livello d’Istituto che Provinciale e Regionale.

Educazione alla sicurezza: pensare prima di digitare – (Progetto in RETE _scuole FIDAE: persona – cittadinanza – sicurezza: un cantiere sempre aperto Obiettivi: imparare l’uso corretto e consapevole delle tecnologie

Il progetto prevede due fasi: -

produzione di un blog da linkare nel sito della scuola

fase d’Istituto: conoscenza della specifica pratica partecipazione al “Torneo d’Istituto” da parte della classe

sportiva

e

fase Provinciale - Regionale: partecipazione, attraverso specifica pratica sportiva, al Torneo provinciale di alunni/e dell’Istituto, Tempi: l’intero anno scolastico. -

Medodologie: lezioni frontali – ricerca di gruppo – incontro con esperti - laboratorio Destinatari: classi terze Tempi: ottobre-marzo

Destinatari: tutte le classi. Docenti referenti: Proff. Baldin Fabio., Berto Matteo b.

Il progetto coinvolge discipline come italiano- cittadinanza – matematica –tecnologia

Docenti referenti: Bissacco Paola ed esperti

C.S.S. (centri sportivi studenteschi)

Obiettivi : organizzare gruppi di studenti che, in orario extrascolastico (primo pomeriggio), svolgono attività sportiva; sensibilizzare gli studenti alle diverse situazioni di disagio giovanile: problemi legati all’alimentazione, al tabagismo, all’alcolismo e alle droghe; sviluppare una nuova cultura sportiva, aumentando il senso civico degli studenti, migliorando l’aggregazione, l’integrazione e la socializzazione. Metodologie: i ragazzi vengono coinvolti in prima persona nelle attività sportive decise dall’Istituto secondo le linee guida proposte dal Ministero della Pubblica Istruzione. Attività proposte: sci, nuoto, atletica leggera. Nota: Si potrà aderire mediante scheda d’iscrizione fornita all’inizio dell’anno.

Educazione Scientifica Obiettivi: Il progetto si propone di incrementare negli alunni l’interesse per le scienze sperimentali ed esatte al fine di favorire lo sviluppo dell’osservazione e del pensiero critico. Metodologie: i ragazzi vengono coinvolti in prima persona in osservazioni qualitative e quantitative sul campo, in laboratorio e/o con l’ausilio di strumenti informatici, nella raccolta dati e nella verifica critica delle nozioni già in loro possesso Metodologie: partecipazione a giochi matematici organizzati – osservazioni in laboratorio di scienze Destinatari: tutte le classi.

Tempi: da ottobre a maggio. Destinatari: tutte le classi, in particolare gli alunni che non praticano attività sportiva

Tempi: in autunno dal Centro PRISTEM dell’Università Bocconi di Milano; nel corso dell’anno scolastico dai docenti di matematica nell’ambito delle singole classi

Pag. - 12 -

Pag. - 13 -


a.s. 2011/2012

a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

Piano dell’Offerta Formativa

Metodologia: visione di produzioni cinematografiche, scelte con particolare riguardo ai temi trattati nell’attività didattica. Gli alunni vengono avviati alla decodificazione del linguaggio del cinema attraverso la lettura critica dell’immagine nei suoi aspetti strutturali e tematici, avvalendosi anche della consulenza del C.G.S. (Cinecircoli Giovanili Socioculturali) e dell’AGIS-Scuola.

Destinatari: tutte le classi. Tempi: tutto l’anno. Docenti referenti: Pigozzi Mariachiara

Certificazione internazionale per le lingue straniere Obiettivi:si tratta di un’attività finalizzata all’apprendimento delle lingue che consiste in: • Raggiungere una competenza comunicativa come stabilito dal Quadro comune di Riferimento europeo per le lingue straniere; • Conseguire certificazioni relative alle lingue straniere studiate.

• osservazione dell’ambiente che ci circonda attraverso l’uso della macchina fotografica. Tempi: tutto l’anno scolastico Destinatari: tutte le classi Docente referente:. Reani Elisa – Zacchigna Luca

Metodologie: i corsi sono tenuti da insegnanti di madre lingua che propongono una serie di attività, soprattutto orali, volte a rafforzare le competenze comunicative già acquisite in classe. L’ammissione al corso è preceduta da un test preliminare.

Educazione alla salute

Destinatari: alunni di terza media

Obiettivi: informare gli alunni sulle problematiche legate alle dipendenze e ai disturbi alimentari.

Tempi: durante l’anno scolastico. Metodologie: lezioni tenute da esperti. Degli operatori dell’ULSS 16.

Docenti referenti: i docenti di lingua

Tempi: febbraio

Vacanze studio all’estero

Destinatari: classi seconde e terze.

Obiettivi: La scuola già da molti anni offre agli alunni la possibilità di approfondire lo studio dell’inglese in Europa attraverso soggiorni all’estero in college allo scopo di:

Docenti referenti:. Rossi Patrizia

• • •

Conoscere e comunicare nella lingua inglese; Visitare i siti storico-artistici del paese ospitante; Partecipare a lezioni quotidiane che si concludono con un attestato di frequenza conforme al Quadro comune di Riferimento europeo delle Lingue.

Coro DB Obiettivo: incrementare la passione del canto; sviluppo delle capacità espressivo emotive; produzione di cultura attraverso la voce e il corpo come entità musicali Metodologia: esercitazioni corali di gruppo o di sezione

Metodologie: proposta presentata a tutta la scuola entro dicembre – incontri con i genitori e gli studenti interessati.

Destinatari: alunni di tutte le classi che manifestano naturale predisposizione e responsabile partecipazione alle attività proposte

Destinatari: alunni di seconda e terza media

Tempo: settembre -maggio

Tempi: due settimane a luglio

Referenti: Colcera Elena – Gottardello Manuela

Referenti: Preside e coordinatori di classe

CIAK Obiettivo: sviluppare lo spirito di osservazione, la capacità di lettura e di interpretazione della realtà naturale e sociale.

Attività laboratoriali:

sono aperte agli alunni che desiderano cimentarsi in apprendimenti di loro gradimento; potranno essere approfonditi contenuti o tecniche, integrando così la normale attività didattica. Per l’anno 2010-2011 la Scuola promuove: •

Pag. - 14 -

Laboratorio di Arti espressive;

Pag. - 15 -


a.s. 2011/2012 • •

Piano dell’Offerta Formativa

L’attività teatrale, prevista per la Festa di Don Bosco, permette agli alunni di accostarsi a testi attraverso i quali rivivere esperienze personali ed esplorare situazioni diverse, comunicare esprimendo se stessi. Attività concrete di solidarietà, in rapporto a problemi legati a particolari eventi sociali, diocesani, politici ed ambientali.

Affinché la valutazione sia sempre propositiva, attenta e rispettosa delle persone, finalizzata al miglioramento continuo,la scuola si avvale: • del sistema di valutazione offerto dal MIUR (INVALSI); • di questionari per la valutazione e l’autovalutazione d’Istituto (genitori, alunni e docenti); • delle visite ispettive e della consulenza dell’Ente Certificatore Det Norske Veritas (DNV); • del Nucleo di Valutazione istituito presso la scuola. Per quanto riguarda la valutazione degli alunni, ci si attiene ai livelli stabiliti dal Ministero e dal Consiglio di classe. I criteri sono disciplinari e trasversali.

I documenti della valutazione

Attività extracurricolari

• •

Piano dell’Offerta Formativa

La scuola fa della valutazione un momento fondamentale della gestione dell’attività scolastica.

Laboratorio Teatrale; I C.S.S. (Centro Sportivo Studentesco)

Le visite guidate e i viaggi di istruzione sono adeguatamente programmati e approvati dai singoli Consigli di classe. Sono parte integrante dell’attività didattica e consentono agli alunni di visitare luoghi culturali e naturalistici e di approfondire i loro reciproci rapporti. (alla fine)

a.s. 2011/2012

Attività sportive (in orario pomeridiano extrascolastico e in giorni da definirsi): pallavolo, pallacanestro, pattinaggio corsa e artistico, ginnastica ritmica e artistica, corso di nuoto. Corsi di orientamento musicale. Vacanze studio nel Regno Unito per l’apprendimento della lingua inglese, in Collaborazione con la Scuola Secondaria di II grado.

Test in ingresso e in uscita – prove INVALSI

Pagelle interquadrimestrali

Pagella scolastica (1°- 2° quadrimestre)

Libretto personale delle valutazioni

Servizi Mensa – Doposcuola: i servizi sono attivi tutto l’anno scolastico tranne i giorni di festa della scuola (si accede tramite iscrizione presso la segreteria). NB: Le attività extracurricolari e i servizi richiedono un compenso economico a parte.

Formazione genitori La scuola propone per l’anno in corso momenti di riflessione e di confronto sui temi educativi della scuola, in collaborazione con l’AGESC. Metodologia: genitori di sezioni parallele con espertI Conversazioni pedagogiche Si ritiene, inoltre, che la partecipazione attiva alle Assemblee di Classe costituisca un’occasione concreta di formazione.

5. Valutazione dell’Attività Scolastica e del Sistema Domanda

Pag. - 16 -

Pag. - 17 -


a.s. 2011/20122

a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formaativa

Piano dell’Offerta Formativa

2. Elenco del Personale

Partte quartaa: ASPEETTI ORGAANIZZATIVVI

Professionalità direttiva Sr. ZAGONEL Annamaria

1. Organigramma dii Istituto La scuola a secondaria di prim mo grado all’interno dell’Istituto “Don Bo osco” presenta una a sua strutttura organizzativa, rrappresentata dal se eguente organigram mma.

Direttrice

Prof. CALGARO Bruna

Preside

Prof. ROSSI Patrizia

Collaboratore del Preside (Vicepreside)

Prof. ROSSI Patrizia

Coordinatore di classe 1^A

Prof. ROZZARIN Alida

Coordinatore di classe 1^B

Prof. Martini Paola

Coordinatore di classe 1^C

Prof. BISSACCO Paola

Coordinatore di classe 2^A

Prof. REANI Elisa

Coordinatore di classe 2^B

Prof. PIGOZZI Maria chiara

Coordinatore di classe 2^C

Prof. BIFFI Eliana

Coordinatore di classe 3^A

Prof. SCRAMONCIN Laura

Coordinatore di classe 3^B

Prof. FAGGIN Daniela

Coordinatore di classe 3^C

Consiglio della Scuola Sr. ZAGONEL Annamaria

Il mode ello organizzativo si configura come strruttura comunitaria e si sviluppa secondo una logica basata ssui seguenti principi: ccentralità dell’alunn no; • • contiinuità didattico -edu ucativa; • ccollegialità, partecip pazione; • o ottimizzazione delle e risorse; • ttrasparenza di gesttione.

Direttrice

Prof. CALGARO Bruna

Preside

MUZZOLON Nicola

Presidente

Prof. BERTO Matteo

Prof. Scienze motorie

Prof. BIFFI Eliana

Prof. Religione

Prof. MARCOLONGO Sandra

Prof. Arte e immagine

Prof . MARTINI Paola

Prof. Matematica e scienze

Prof. ROSSI Patrizia

Collaboratore del Preside (Vicepreside)

Prof. SCREMIN Edoardo

Prof. Arte e immagine

BUSATA Tiziana Rossi

Genitore

MUSNER Loredana Quezel

Genitore

ROSSETTO Paolo

Genitore

Doposcuolisti Prof. FASSON Valeria Prof. RADU Georgia Prof. PIGOZZI Maria Chiara Dott. SALE Maria Luisa

Servizi di segreteria INGRASSI Elisa

TAMPUCCI Cristina

MANTOVANI Donatella

Pag. - 18 -

Pag. - 19 -


a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

Servizi di amministrazione

a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

6. Calendario Scolastico

GALLO Daniela

SETTEMBRE

3. Quadro orario Set. – Giu. (33 settimane)

TOTALE

Religione

1*

33

Italiano

7

231

Storia-Geografia

3

99

Matematica Scienze

4 2

132 66

Tecnologia

2

66

3

99

2 Lingua comunitaria (Francese/Spagnolo/Tedesco)

2

66

Arte e Immagine

2

66

MATERIE

a

1 Lingua comunitaria (Inglese) a

Musica

2

66

Scienze Motorie e Sportive

2

66

Cittadinanza e costituzione

1

33

TOTALE ORE

30

1023

4. Orario della giornata:

1 2

Giovedì Venerdì

3

Sabato

4

Domenica

5

Lunedì

ore 8.15 - Assolvimento debiti – prove integrative - recupero scuole ore 8.15 - Assolvimento debiti – prove integrative - recupero scuole ore 8.15 -12.00 – Correzione prove – lavoro collegiale per dipartimenti Ore 8.00 – scrutini classi 1-2-3-4 ABC – ore 18.00 pubblicazione risultati

Collegio Docenti plenario .- Vivipadova -10.00h – Centro S. Gaetano - ore 14.30-17.00; Lavoro collegiale per dipartimenti 7 Mercoledì Formazione docenti Media – Liceo (Conegliano) Ore 8.15-12.30. media lavoro collegiale per Dipartimenti - POF- ore 8 Giovedì 14.30-17.00 Lavoro collegiale per dipartimenti - POF – Liceo 9 Venerdì Giornata formativa a Cesuna – VI 10 Sabato 11 Domenica 6

Martedì

12 Lunedì

INIZIO ANNO SCOLASTICO – 8.30h-12.00

13 Martedì

Orario provvisorio (ore n.4) Cospes classi 1ABC

14 Mercoledì ore n. 4 Media – Programmazione classi 2ABC 15 Giovedì Ore n.4 lezion ore 14.00 Consigli di classe 3ABC

07.35

-

08.10

Accoglienza

08.10

-

09.10

1^ ora

09.10 10.10 11.05 11.20

-

10.10 11.05 11.20 12.10

2^ ora 3^ ora Intervallo 4^ ora

12.10

-

13.00

5^ ora

13.00

-

13.50

6^ora solo il venerdì per tutte le classi

13.00

-

14.10

Pausa pranzo

14.10

-

15.00

6^ ora (*)

20 21 22 23 24

15.00

-

15.50

7^ ora (*)

25 Domenica

16 Venerdì

Buongiorno

17 Sabato 18 Domenica Convegno Salesiano: Chi ama educa 2 - Mestre 19 Lunedì

orario parziale (escluse le ore pomeridiane)

Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Chiusura del Centenario Palazzo della Ragione – ore 9.00-11.30 Sabato

I laboratori si svolgeranno nei periodi ottobre-dicembre e febbraio-maggio.

orario definitivo: Inizio mensa +doposcuola; ore 14.15 Lunedì Martedì Mercoledì ore 14.15: Programmazione 1ABC Giovedì Ore 8.30 Apertura solenne a.s. – S. Messa -; ore 18.00 Assemblea 30 Venerdì gen. + assemblea. /classe

(*) Il rientro pomeridiano, 2 volte la settimana, è previsto per le classi che hanno scelto la settimana breve.

5. Attività Formative Facoltative

Pag. - 20 -

26 27 28 29

Pag. - 21 -


a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

OTTOBRE 1 2 3 4

Sabato Domenica Lunedì Martedì

5

Mercoledì

6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì

6 7 8 13.30- 14.30Test Certificazione Lingua Ingleseore 18.30 -Consiglio d’Istituto

10 11 FESTA AGESC

Buongiorno– inizio Laboratori e nuoto

Gita scolastica a Torino – 3ABC Buongiorno Gita scolastica a Torino – 3ABC

Inizio colloqui per tutte le classi -

Formazione Coordinatori di classe - Mestre Buongiorno

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

Festa dei Santi Martedì Mercoledì Giovedì Incontro Coordinatori di classe Venerdì Sabato

12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

DICEMBRE

Vacanza Vacanza

NOVEMBRE 1 2 3 4 5

9

Domenica lunedì Martedì Corso A) Certificazione Lingua Ingles e (KET) – 13.30-14.30 Valutazione interquadrimestrale + rappresentanti genitori 1ABC Mercoledì Corso B) Certificazione Lingua Ingles e (KET) – 13.30-14.30 Valutazione interquadrimestrale + rappresentanti genitori 2ABC Giovedì EXPO SCUOLA Valutazione interquadrimestrale + rappresentanti genitori 3ABC Venerdì EXPO SCUOLA EXPO SCUOLA Sabato domenica lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Consegna schede interquadrimestrali Venerdì Sabato domenica lunedì Martedì Mercoledì Giovedì 15.30 Assemblee di classe + colloqui con i docenti Venerdì Sabato domenica OPEN DAY ore 9.30-12.00; 15.00-18.00 lunedì Attività di recupero Martedì Mercoledì i

Pag. - 22 -

Giovedì Venerdì Sabato Domenica lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica

Fine primo corso nuoto Fine attività di recupero – Convegno Fondazione G. Bortignon

Festa Immacolata Festa Immacolata Vacanza Vacanza Vacanza

Pag. - 23 -


a.s. 2011/2012

12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Piano dell’Offerta Formativa

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Spettacolo teatrale - AGESC Sabato Domenica Spettacolo teatrale - AGESC Lunedì 14.00 Collegio Docenti Martedì Mercoledì Giovedì Lectio brevis – Auguri Media (sospesi servizi mensa-doposcuolaVenerdì laboratori) Vacanza Sabato Domenica S. NATALE Vacanza Lunedì Vacanza Martedì Mercoledì Vacanza Vacanza Giovedì Vacanza Venerdì Vacanza Sabato

GENNAIO 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì

Vacanza Vacanza Vacanza Vacanza Vacanza Vacanza Vacanza Vacanza Ripresa lezioni Consigli di classe + COSPES 3ABC

Inizio secondo corso di nuoto OPEN DAY– ore 15-18.00 OPEN DAY – ore 9.3 –12.00; 15.00-18.00

Pag. - 24 -

a.s. 2011/2012 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì

31 Martedì

Piano dell’Offerta Formativa

18.30 Consiglio d’Istituto

OPEN DAY - ore 15-18.00 OPEN DAY – ore 9.00-12.00 - 15-18.00

10.30 Giorno della Memoria Sospensione colloqui con docenti (28-31)

Festa di Don Bosco (sospesi servizi mensa-doposcuola) Ore 21.00 Spettacolo delle classi terze

FEBBRAIO 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27

Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì

Scrutini classi 3CBA Scrutini classi 2CBA Scrutini classi 1CBA

Consegna pagella interquadrimestrale

15.30 Assemblee di classe + Colloqui

Vacanza per gli studenti – Attività didattica per dipartimenti Vacanza per gli studenti – Collegio docenti Vacanza per gli studenti – Collegio Docenti

Pag. - 25 -


a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

28 Martedì 29 Mercoledì

MARZO 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato

* Fine secondo corso di nuoto FESTA GIOVANI JESOLO

Incontro Coordinatori Inizio terzo corso di nuoto – 18.30 Incontro nuovi iscritti FESTA RAGAZZI JESOLO

6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì

Piano dell’Offerta Formativa

Vacanza Vacanza S.PASQUA Vacanza Ripresa lezioni

Valutazioni interquadrimestrali +rappresentanti genitori 1BCA Valutazioni interquadrimestral+ rappresentanti genitori – 2BCA

Valutazioni interquadrimestrali rappresentanti genitori -3BCA Inizio Recupero Festa della Liberazione 15.30 Assemblea di classe + colloqui

Vacanza

MAGGIO 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

Periodo gite scolastiche

APRILE 1 2 3 4 5

a.s. 2011/2012

Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Auguri in Salone Teatro Vacanza Giovedì

Pag. - 26 -

Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì

Festa Incontro Coordinatori di classe – Fine recupero Fine terzo corso di nuoto

Adozione Testi a.s. 2012/2013 Fine colloqui

18.30 Consiglio d’Istituto

Pag. - 27 -


a.s. 2011/2012 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì

Piano dell’Offerta Formativa

Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica

Piano dell’Offerta Formativa

7. Orario Colloqui Docenti DOCENTE MARIA AUSILIATRICE uscita 12.30

Consigli di classe Consigli di classe Fine servizi mensa e doposcuola - Consigli di classe

GIUGNO 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24

a.s. 2011/2012

Serata del Grazie

Fine anno scolastico Scrutini finali Scrutini finali Scrutini finali Scrutini finali Esposizione risultati scrutini finali

Consegna pagelle

N.B. Durante l’anno il Calendario Scolastico potrà subire delle variazioni e delle

DISCIPLINA

CLASSE

Prof. CORSINI Beatrice

Spagnolo

Prof. DI LUZIO Barbara

Matematica, scienze

Prof. EMBOLI Federico Prof. FAGGIN Daniela Prof. FRANCESCATO Marlenne Prof. GUERRA Maria Giuseppina Prof. MAGRINI Carla

1 A-C, 2 A-BMartedì C, 3 A-B-C 1B - 3B

Pag. - 28 -

ORA 12.10 -13.00 9.10-10.10 8.25 -9.10 10.10 -11.05 9.10 -10.10 9:10 - 10:10 11.20 -12.10 11.20 -12.10 9.10 -10.10 10.10 – 11.05 10.10 – 11.05

Martedì

10:10- 11:05

2 A-C, 3 A-B Martedì

9.10 -10.10

Martedì

9.10 -10.10

1-3 C

Sabato

9.10 - 10.10

Inglese

1C

Venerdì

10.10 -11.05

Inglese

1A-2A-3B

Lunedì

11.20 -12.10

Tedesco Italiano, geografia

storia,

Storia, geografia

integrazioni.

GIORNO

Prof. BALDIN Scienze motorie 2ABC Giovedì Fabio Prof. BARICHELLO Italiano, storia, 2C Martedì Irene geografia Prof. BENETELLO Inglese 2B Giovedì Barbara Prof. BERTO Scienze motorie 1ABC 3ABC Venerdì Matteo Prof. BIFFI Eliana Religione 3 ABC Mercoledì Prof. BISSACCO Tecnologia 1/2/3 ABC Mercoledì Paola Prof. BORTOLASO Italiano 3B Giovedì Giovanni Italiano, storia, Prof. BUSINAROLO geografia, 2 ABC Giovedì Luigia cittadinanza Prof. CAPPELLIN Tedesco 1 A-B Martedì Jenny Prof. COLCERA Educazione 2ABC – 3C Martedì Elena musicale

Pag. - 29 -


a.s. 2011/2012 Prof. MARCOLONGO Sandra Prof. MARTINI Paola Prof. PAJARO Giampietro Prof. PIGOZZI Mariachiara Prof. RADU Georgia Prof. REANI Elisa Prof. ROSSI Patrizia Prof. ROZZARIN Alida Prof. SCRAMONCIN Laura Prof. SCREMIN Edoardo Prof. SCOPEL Nives Prof. ZACCHIGNA Luca Prof. CALGARO Bruna

Piano dell’Offerta Formativa

Arte e immagine

1A-1B-2CMercoledì 3ABC

Matematica, scienze

1C–2A–3C Venerdì

Italiano

1B-2A

Matematica, scienze

2C – 3A

Francese

3 A-B

Italiano

Mercoledì

10.10 -11.05

11:20 – 12:10

Venerdì

9:15 – 10:10 10.10 -11.05

Martedì

11.20 -12.10

Religione

1ABC- 2 ABC Venerdì

10.10 -11.05

Inglese

1 B, 2 C, 3 AMercoledì C

10.10 - 11.05

Storia, geografia

Venerdì

3B

Arte e immagine

1A/B 2A/C

Francese Matematica, scienze PRESIDE

Tutte le classi

APRILE

MAGGIO

13

27

5

12

19

26

16

23

7

Martedì

7

14

28

6

13

20

27

17

24

8

29

Mercoledì

1

8

15

Giovedì

2

9

16

1

7

14

21

28

11

18

8

15

22

29

12

19

26

2

9

3

10

Venerdì

3

10

17

2

9

16

23

30

13

20

27

4

11

Sabato

4

11

18

3

10

17

24

31

14

21

28

5

12

8 Bilancio

Il bilancio è a disposizione in segreteria per quelle persone che, motivatamente, ne fanno richiesta.

11.20 - 12.10

Venerdì Sabato

MARZO

6

10.10 - 11.05

Venerdì

1A - 2B

FEBBRAIO Lunedì

9. Indirizzo

9.15 -10.15

1C, 2A, 2B Martedì

Piano dell’Offerta Formativa

e dal 7/02/2012 al 09/05/2012 secondo il seguente calendario

11.20 – 12.10

Giovedì

1C 2B

a.s. 2011/2012

ISTITUTO DON BOSCO

11.20 - 12.10 9.00 – 12.00 su prenotazione

Via S. Camillo de Lellis, 4 - 35128 – Padova

:n.b. Per i colloqui individuali si fa sempre richiesta al docente o alla Preside utilizzando il modulo apposito. Periodo di ricevimento

Tel. 049.80.21.667 Fax 049.85.06.17

dal 24/10/2011 al 28/01/2012 secondo il seguente calendario

OTTOBRE

NOVEMBRE

DICEMBRE

Lunedì

17

24

7

14

21

28

12

19

9

16

23

Martedì

18

25

8

15

22

29

13

20

10

17

24

30

Mercoledì

19

26

2

9

16

23

14

21

11

18

25

Giovedì

20

27

3

10

17

24

15

22

12

19

26

Venerdì

21

28

4

11

18

25

16

13

20

27

Sabato

22

29

5

12

19

26

17

14

21

28

Pag. - 30 -

e-mail: segreteria@donboscopadova Website: www.donboscopadova.it

GENNAIO

Pag. - 31 -


a.s. 2011/2012

Piano dell’Offerta Formativa

I miei impegni

Pag. - 32 -

pof delle medie  

donboscopadova, medie

Advertisement