Page 1

RO

I TA

O

D’ E

IA

REG IS

L

T

C A

NO

L

O

V O

V

RICONOSCIUTO DA

P

PERIODICO DI INFORMAZIONE DEL REGISTRO

PUBBLICAZIONE RISERVATA AGLI ASSOCIATI - ANNO XVII - Ottobre 2012 Direzione, redazione e amministrazione: REGISTRO ITALIANO VOLVO D’EPOCA - Via Marziale, 3 - 40128 Bologna - Tel. 051.325454 Fax 051.6389049

E-mail: info@registrovolvo.it

Curatore del Notiziario: Walther Lombardi - Grafica: Stefano Baratti

Le Volvo P544 e 1800 Coupé fra le protagoniste del 10° ASIAutoshow

Due svedesi da far girar la testa P er i suoi primi dieci anni l’ASIAutoshow si è regalata un’edizione speciale. Gli scenari sono stati fra i più belli e suggestivi del nostro splendido Paese, fra Toscana e Umbria. I protagonisti, un centinaio di automobili storiche rigorosamente certificate e i loro equipaggi, sono stati all’altezza. Volvo ha dato il proprio apporto al successo della

manifestazione con la presenza della P544 di Massimo Fusignani e della 1800 Coupé di Walther Lombardi, presidente del Registro Italiano Volvo d’Epoca. Le due svedesi sono state osservate con interesse dal pubblico lungo il percorso e nelle località dove l’ASIAutoshow ha fatto tappa e hanno ricevuto un autorevole apprezzamento da parte degli organizzatori. L’ASI nel

suo comunicato stampa diramato al termine della manifestazione le ha citate esplicitamente fra le vetture che “sono state particolarmente ammirate”. L’apprezzamento è stato ricambiato dai “nostri”. “Sono state giornate molto gradevoli – ha commentato soddisfatto il Presidente –, siamo stati benissimo, sotto tutti gli aspetti. Belle automobili e posti meravigliosi, per non parlare della


Periodico di informazione qualità e della varietà di quanto abbiamo potuto gustare a tavola!” Gli oltre 450 chilometri percorsi dai partecipanti al 10° ASIAutoshow hanno preso il via all’ombra della Torre Pendente di Pisa, da quel Campo dei Miracoli gremito di turisti che per qualche ora hanno potuto riempirsi gli occhi con gli splendori del Medio Evo toscano e con le automobili storiche in procinto di partire per Volterra, e proseguire poi per Siena fino a concludere la prima giornata a Perugia. Seconda giornata dunque in terra umbra, con esposizione delle auto in un’area emozionante come quella che circonda la Basilica di San Francesco ad Assisi e trasferimento a Villa Fidelia di Spello per arrivare a far tappa a Chianciano. Naturalmente non è mancato il lato sportivo. Nell’ambito della terza tappa è stata inserita una prova di regolarità di circa 35 chilometri con alcuni controlli segreti. Arrivo della manifestazione a Gaiole in Chianti. Chiusura con consegna delle targhe ricordo e delle coppe nel Castello di Meleto. Il saluto finale naturalmente è stato rivolto a tutti i partecipanti dall’avvocato Roberto Loi, presidente dell’Automotoclub Storico Italiano, che nel suo discorso ha ricordato l’importanza di manifestazioni come l’ASIAutoshow nel diffondere l’interesse per le automobili d’epoca.


Periodico di informazione

1° Raduno Nazionale Volvo 240-480

A naso in su sotto le mura di Monteriggioni L

a bellezza dei paesaggi e la ricchezza di storia rendono irresistibile il fascino della Toscana. Anche per gli organizzatori del 1° Raduno Nazionale Volvo 240-480, che hanno scelto Monteriggioni come teatro della manifestazione, giusto una settimana prima e ad appena una decina di chilometri da Pisa, sede di partenza dell’ASIAutoshow di cui vi abbiamo raccontato nella pagina precedente. Il borgo medievale, interamente circondato dalle mura innalzate nel 1213 e costellate da quattordici torri, ha fatto da magnifico sfondo all’incontro fra gli appassionati dei due modelli di Volvo. Lo spettacolo ha lasciato molti a bocca aperta dalla meraviglia e ha contribuito a rendere ancora più piacevole la giornata degli equipaggi delle 44 Volvo storiche. Le auto a loro volta hanno attratto la curiosità dei numerosi turisti, sia le sempreverdi 240, che costituivano la maggior parte del gruppo, sia le originali “tre porte” 480 di cui si contavano 14 esemplari. Ospiti d’onore del raduno sono stati altri tre modelli molto importanti nella storia della Volvo, come la PV544 di Eva Staffansson Falini “svedese” di nascita e

perugina d’adozione, la sempre splendida 144 del genovese Giuseppe Macchioni e la superba rossa Amazon di Giancarlo Piva, giunto da Bondeno, Ferrara. Tutti i partecipanti hanno ricevuto un attestato di partecipazione da Gianni Cortinovis, presidente del 240 Italia. Il Registro Volvo ha premiato con una coppa per l’impegno e la scelta del percorso l’organizzatore Filippo Jacini, Eva Staffansson Falini e i partecipanti provenienti da più lontano, i siciliani

Ricotta con la Volvo 480 e Curatolo, Volvo 240. L’entusiasta ex concessionario Volvo ha imbarcato la sua 240 Turbo a Palermo e via mare ha raggiunto Civitavecchia, da dove ha proseguito per Monteriggioni per strada. Infine, una sorpresa molto apprezzata da tutti è stata la possibilità di effettuare una breve prova alla guida della nuovissima Volvo V40, messa a disposizione da Volvo Auto Italia e portata da Bologna a Monteriggioni da Walther Lombardi.


Periodico di informazione

Scuderia Volvo

Più spazio allo sport nei programmi del 2013 N ella sede del Registro Italiano Volvo d’Epoca in questo inizio d’autunno ancora caldo si respira entusiasmo e voglia di fare. Il 2012 si avvia alla fine ed è tempo di pensare al prossimo anno, di pianificare un’attività che si mantenga sempre di alto livello, appagante per tutti i soci e anche con degli obiettivi sportivi. La collaborazione avviata quest’anno con gli organizzatori della Summer Marathon, ad esempio, nel 2013 potrebbe concretizzarsi in una più convinta azione di supporto da parte di Volvo Auto Italia. Ma nella mente dell’instancabile presidente Walther Lombardi c’è anche un progetto di più ampio respiro, che ha come scopo finale la conquista della Coppa che l’ACI-CSAI destina alle Scuderie di auto storiche nell’ambito delle gare di regolarità. Per poterlo raggiungere la Scuderia Volvo parteciperà con almeno tre auto alle più importanti prove del calendario italiano 2013: non mancano né uomini né macchine in grado di vincere queste gare e di conseguenza la Coppa, per quanto obiettivo ambizioso, è realisticamente alla portata del nostro sodalizio. Questa nuova iniziativa… adrenalinica si affiancherà alle attività di ogni giorno, abituali, ma non per questo meno impegnative: reperimento di pezzi di ricambio, svolgimento di pratiche burocratiche, coordinamento delle partecipazioni a incontri e manifestazioni. E poi ci saranno i consueti due raduni nazionali Volvo, uno nel Nord e l’altro nel Sud, in modo da agevolare la partecipazione di tutti i soci, in qualsiasi zona d’Italia vivano.


Profile for Patcheurope.com S.R.L.

Periodico di informazione del Registro Volvo ottobre 2012  

Periodico di informazione del Registro Volvo ottobre 2012

Periodico di informazione del Registro Volvo ottobre 2012  

Periodico di informazione del Registro Volvo ottobre 2012