Page 1

?

il Centro

Ispirato ai Centri Giovanili Cristiani – una tendenza in larga espansione in Italia e in alcuni Paesi del centro Europa – la nuova struttura, che nasce negli spazi sottostanti la chiesa Gesù Divino Maestro, costituisce con essa un complesso unico e diventerà anche un luogo di incontro per ragazzi e ragazze che qui potranno esprimere in maniera libera la propria creatività e i propri talenti. Il Centro Giovanile “Q in +” comprende aree dedicate ad esposizioni artistiche temporanee, una moderna conference hall per la discussione, la formazione e la promozione di live set, un punto ristoro, una sala biblioteca per la ricerca e l’approfondimento, una wi-fi zone con postazioni computer Touch Sceen la libera navigazione ad internet ed un punto vendita di prodotti artigianali di Bethlehem.

<

Info sul programma su Facebook “Centro Giovanile Q in +” o su www.divinmaestro.it/qinpiu

7

Il centro Qualcosa in più organizza incontri bi-settimanali sull’affettività. Gli incontri, condotti dalle psicologhe volontarie della Parrocchia Gesù Divino Maestro, hanno l’obiettivo di orientare i giovani e non solo, alla scoperta dell’amore per se stessi e per gli altri.

Info su straordinarie Facebook “Centro Giovanile Q in +” o su www.divinmaestro.it/qinpiu

8

Aperture

Dal lunedì al venerdì ore 15/20 lunedi, mercoledi e venerdi ore 9/12

Orari di apertura

sabato 16/19 domenica 10/13

In una antica visione di Erma descritta nel "Pastore" proprio in queste zone, quasi due millenni fa, una torre si ergeva, alta e luminosa, ad irradiare e custodire il messaggio di Cristo su questa Terra. In quel vetusto simbolo della Chiesa, ciascuna sua pietra era viva, in ognuna anelava lo spirito di Dio e la sua capacità di essere salda a Cristo era la garanzia che la torre stessa restasse eretta e le pietre legate le une alle altre. Tra le aree di incontro multimediali e di ristoro del centro Qin+, oggi, i giovani di questa torre in miniatura, potendo condividere, uniti in Gesù, la propria creatività ed il proprio impegno come servizio ed il gioco e lo scambio culturale come incontro, collaborano con energia a mantenere saldo il cuore stesso di questa piccola immagine della mistica torre. Cercano in ogni incontro ed attraverso ciascuna iniziativa Cristo ed Egli cammina con essi tra quegli ambienti, nei parrocchiani contagiati dalle loro attività o dalla loro semplice spinta emotiva. Nelle fondamenta della parrocchia Gesù Divino Maestro si anima, così, la parte più nobile e giovane del suo motore ed in un mirabile quanto naturale scambio, qui il Sacro Cuore della torre, il Signore Gesù, resta, oggi come due millenni fa, l'energia che lo tiene in movimento.

il redazionale

3

4

www.divinmaestro.it/qinpiu

Orari di apertura: martedì dalle ore 10 alle ore 20 domenica dalle ore 10 alle ore 13

5

Centro Giovanile Q in + Parrocchia Gesù Divino Maestro via Marmolito, 1/a - Quarto

Il “Memento” offre la possibilità di acquistare prodotti originali dalla Terra Santa e, ordinare gli stessi per le grandi occasioni, come battesimi, comunioni e matrimoni.

Info su Facebook “Centro Giovanile Q in +” o su www.divinmaestro.it/qinpiu

6

apertura serale

{open 20_24

2011.2012

Il negozio “Memento Bethlehem” nasce nel 2010 dopo l’esperienza del gruppo giovani della Parrocchia Gesù Divino Maestro in Terra Santa. Forti dell’avventura vissuta, il gruppo si è attivato affinchè la comunità parrocchiale si senzibilizzasse alla causa dei maestri falegnami della Palestina.

M

e n i z a ag

con fere nce

ha ll

sala stu dio

Lo shopping di beneficenza! ar te

ex sala po cinema

5


per ualche LIBRO

“Quattro novelle neapolitane” 06/10/11

“Quarto tra passato e futuro”

Viaggio nella storia della città attraverso i Quaderni dell’Ufficio Cultura del Comune di Quarto. di Antonio Ferro

“Giallo Tufo: un mistero nei Campi Flegrei”

20/10/11

È un giallo territoriale legato al patrimonio storico, artistico, paesaggistico, culturale, archeologico dei Campi Flegrei. di Francesco Escalona

“I racconti di Giosafatte e del suo settimo nipote – l’identità ebraica svelata”

CINe forum

17/11/11

03/11/11

I racconti di nonno Giosafatte ai suoi nipoti. Una storia vera che nasconde un’altra storia: il lungo cammino, tenuto nascosto, del popolo ebraico fino a Bacoli, nel cuore dei Campi Flegrei. di Rosario “Rosso” Capuano

Neapolis, Nisida, Kyme (Cuma) e Tripergola sono gli scenari in cui sono ambientati i quattro racconti. Un modo per visitare questi luoghi attraverso gli accadimenti quotidiani di donne e uomini dell’epoca. Il testo è integrato da un breve glossario curato da archeologi per consentire una migliore comprensione dei riferimenti geografici e storici. di Gianni Santarpino 01/12/11

“Enolibro – Pagine da bere”

Vino e Vigneti nei Classici della Letteratura; Nunc est bibendum. Cultura del vino e coltura della vite.

“Quando sei nato non puoi più nasconderti” Regia di Marco Tullio Giordana

25/10/2011

Il progetto Enolibro è il punto di partenza di un viaggio nelle tradizioni e nella cultura delle aree che producono vino. I primo otto volumi sono curati da archeologi che conoscono il patrimonio dei Campi Flegrei.

29/11/2011

“Pulcinella: il trionfale ritorno di Horus”

Curiosità e aneddoti che raccontano il lungo excursus storico che ha portato l’antico territorio di Bacoli, nel 1919, a diventare comune autonom. di Francesco Lubrano

1° CICLO:

Inghilterra: Jessminder, una ragazza indiana immigrata, ama giocare a calcio e ha un'autentica passione per David Beckham. La sua famiglia però non condivide e vorrebbe che nel suo futuro ci fosse soltanto il college e un lavoro come avvocato. Un giorno, mentre sta giocando al parco, le viene proposto da Jules, una ragazza del team locale, di entrare a far parte della squadra femminile di calcio e partecipare al torneo estivo.,,

“Nuovomondo” Regia di Emanuele Crialese XX secolo: la famiglia siciliana dei Mancuso, che agli inizi del secolo lasciano Petralia, un paese dell'entroterra, alla volta dell'America. Salvatore, prostrato da una terra poco generosa, si affida alla Madonna e, dopo averle offerto un sasso macchiato di sangue perché portato in bocca in segno di sacrificio, le chiede quale strada deve prendere, se restare o partire...

variazioni date su Facebook

Regia di Todd Solondz

Regia di Lasse Hallström

bar “Il giardino del perdono”

Il film narra il ricongiungimento e la riconciliazione tra una giovane donna, la sua piccola figlia e il suocero, che sembrava non potersi più aprire dall'isolamento materiale e sentimentale nel quale si era richiuso nel proprio ranch del Wyoming. Jean Gilkyson (Jennifer Lopez), in fuga dal fidanzato violento, assieme alla figlia cerca accoglienza da Einar Gilkyson (Robert Redford), nonno della figlia. Tra i due non corre buon sangue, infatti Einar ritiene Jean responsabile della morte del figlio Griffin, 8/11/2011 dovuta ad un incidente stradale. Einar, dopo la morte del figlio e l'abbandono della moglie, è diventato un uomo chiuso al resto del mondo, gestisce da solo il suo ranch, con la sola compagnia del fraterno amico Mitch (Morgan Freeman). Quest'ultimo, dopo l'aggressione di un orso avvenuta un anno prima non solo non è più in grado di aiutare la fattoria, ma ha bisogno di essere continuamente accudito da Einar. La piccola Griff (Becca Gardner) con la sua innocenza, scalfisce pian piano il duro cuore di Einar che alla fine accetta anche Jean, alla quale perdona l'incidente del figlio, e che protegge, con lo sceriffo Curtis, dal ritorno del suo violento compagno.

“There be dragons”

Regia di Paul A. Kaufman

“Storia, storie e tradizioni dei Campi Flegrei” 15/11/2011

<oltre le diversità “Il vento del perdono”

11/10/2011

con fere nce ha ll

17/04/2012

“Perdona e dimentica” Solondz narra, attraverso gli occhi di tre sorelle, le cui famiglie sono vittime di pesantissime tragedie quali pedofilia, depressione e solitudine, un'America che esiste e di cui nessuno vuol parlare. Il racconto è basato su due tematiche, forgive and forget, perdonare e (o) dimenticare....

29/12/11

Walter Vale, professore universitario di Economia, vedovo da cinque anni, vive una vita monotona in una cittadina del Connecticut. Quando Walter di malavoglia accetta di sostituire un collega a una conferenza a New York City, scopre con sorpresa che il suo appartamento, da tempo disabitato, è stato affittato con un imbroglio a una giovane coppia, il siriano Tarek e l’africana Zainab. Dopo un primo momento di sconcerto Walter decide di farli restare finché non si siano trovati un altro posto. Anche attraverso una comune passione per la musica, in breve, tra Walter 13/03/2012 e Tarek prende forma un’amicizia che la più guardinga Zainab disapprova. Quando però un contatto accidentale con la polizia fa finire Tarek, immigrato irregolare, in un centro di detenzione dell’I.C.E. (Immigration and Customs Enforcement), Walter risulta essere l’unica persona che gli può far visita. L’impegno di Walter nei confronti del suo giovane amico si rafforza ancor di più con la comparsa di Mouna, la madre di Tarek venuta in cerca del figlio. Mentre i quattro affrontano le desolanti realtà del sistema di immigrazione americano e i problemi della loro vita, affiora la loro umanità attraverso situazioni ora goffe e comiche, ora tenere e drammatiche.

Regia di Gurinder Chadha

Rosaria Ciardiello Ivan Varriale

Chi si nasconde dietro la maschera di Pulcinella? Un ritratto inedito, carico di intuizioni e decifrazioni che contribuiscono a rischiarare il nostro background e quindi la nostra stessa civiltà attuale. di Franco Pisano

Regia di Thomas McCarthy

“Sognando Beckham”

15/12/11

“Bacoli. Storia di un comune”

Sandro ha dodici anni e una vita spensierata in una piccola cittadina di provincia. Un giorno, durante un viaggio in barca nel Mediterraneo con il padre, cade in acqua e non riescono a raggiungerlo prima che sparisca tra le onde. Viene ripescato da uno scafo su cui sono imbarcati dei clandestini che fanno rotta verso l'Italia, sperando in una vita migliore e nel miraggio di un lavoro per poter mantenere le loro famiglie. Tra gli emigranti ci sono due fratelli rumeni, Radu e Alina. Hanno la stessa età di Sandro e tra i tre ragazzi si stringe un rapporto che somiglia sempre più ad un'amicizia, nonostante le diversità e la lingua diversa. Sandro si sente vicino a loro, e soprattutto ad Alina, così bella ai suoi occhi di adolescente. È l'età adulta che irrompe nella sua vita, mostrandogli lo squallore e la crudezza della realtà e costringendolo a guardare il mondo con occhi diversi...

“L’Ospite inatteso”

Shay Hunter frequenta il college ma non riesce a superare lo stress della scuola a causa del suo carattere instabile. I professori le consigliano di prendersi un periodo di riposo e la ragazza, non avendo amici e non sapendo dove andare, decide di rientrare a casa e affrontare la persona che ritiene responsabile dei suoi problemi: Nora, la madre alcolizzata con la quale non ha ha contatti da cinque anni. Affrontare la dipendenza dall'alcol della donna, le difficoltà dei rapporti interpersonali, i drammi di ogni giorno per Shay è davvero difficile. Soltanto grazie all'amore per la sua famiglia che Shay riuscirà a perdonare la madre, causa dei suoi problemi. "Il giardino del perdono" è una storia forte e commovente sulla difficoltà di alcuni rapporti anche tra persone che si vogliono bene.

In uscita Sullo sfondo della guerra civile spagnola, il film ripercorre la gioventù di Josemaría Escrivá de Balaguer, fondatore dell'Opus Dei canonizzato da Giovanni Paolo II nel 2002. Il titolo del film deriva dall'espressione latina Hic sunt dracones, usata dai cartografi medievali per descrivere i pericoli derivati da luoghi ancora ignoti alle mappe.

13/12/2011

<il vento del perdono

variazioni date su Facebook


Magazine Q in + - 2011/2012  

Strumento di divulgazione delle attività del Centro Q in +

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you