Page 1

Notiziario Parrocchia San Paolo Apostolo Santo Natale 2013

Via Pistocchi, 19 Forlì 47122 - Tel./Fax 0543.61732 www.parrocchiadisanpaolo.it

GIOIA DEL VANGELO, GIOIA DEL NATALE Programma delle Festa di NATALE TRIDUO di NATALE: serate di preghiera in chiesa - Mercoledì 18 ore 20,30 animata da Associazione e Cooperativa “P. Babini” - Giovedì 19 ore 20,30 animata da AGESCI e AC - Venerdì 20 ore 20,30 animata dai Catechisti Domenica 15 dic. Giornata per i l sostegno delle Missioni della Diocesi Mercoledì 18 : ore 11,30 S.Messa e a seguire pranzo natalizio coi nonni in Casa di Accoglienza Sabato 21: Giornata di ritiro per giovani presso Salesiani e Dorotee Domenica 22 : alle Messe delle 9,30 e 11 benedizione delle statuine del bambin Gesù per i presepi Martedì 24: I sacerdoti sono disponibili per le confessioni ore 9 -12 e 14.30 -22 NOTTE DI NATALE: S.Messa ore 23,30 (all’uscita cioccolata calda e vino brulè per tutti) Mercoledì 25 SANTO NATALE: Ss.Messe: 10,30; 16 a Villa Igea I ragazzi di 3° elementare animeranno la liturgia della Parola (Presepio Vivente) durante la Messa delle ore 10,30 Giovedì 26 S.Stefano: Ss.Messe: 9,30; 11.00 In mattinata verrà distribuita la S.Comunione agli ammalati. Chi desidera riceverla telefoni in parrocchia (0543-61732) Martedì 31 : S.Messa ore 18,30 ringraziamento dell’anno trascorso Mercoledì 1 gennaio Ss.Messe ore 9.30; 11; 16 a Villa Igea. Nel pomeriggio Marcia della Pace e ore 17,30 S.Messa in Cattedrale Lunedì 6 gennaio: FESTA dell’EPIFANIA Ss. Messe ore 9,30 - 11 - 16 a Villa Igea

«La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù. Coloro che si lasciano salvare da Lui sono liberati dal peccato, dalla tristezza, dal vuoto interiore, dall’isolamento. Con Gesù Cristo sempre nasce e rinasce la gioia. In questa Esortazione desidero indirizzarmi ai fedeli cristiani, per invitarli a una nuova tappa evangelizzatrice marcata da questa gioia e indicare vie per il cammino della Chiesa nei prossimi anni …» Queste le parole con cui inizia la ricca Esortazione Apostolica del Vescovo di Roma, papa Francesco. Sulla scia dei discreti ma ricorrenti richiami di papa Benedetto XVI alla “cioia” come segno più credibile di vita cristiana, papa Francesco dà volto e gesti alla gioia di chi vive del Vangelo o, che è lo stesso, al “Vangelo della gioia”. Come è stato notato da altri, la parola “gioia” è una delle più ricorrenti nei discorsi di Bergoglio e, ben di più, è tutta la sua persona che sprigiona un singolare cocktail di gioia e dinamicità, di entusiasmo e di risolutezza, di “sobria ebbrezza”. Del resto già i documenti primitivi della Chiesa, divenuti poi “sacra scrittura”, rivelavano l’aspetto gioioso che doveva seguire l’annuncio della “Buona Notizia”: pensiamo alle esortazioni di San Paolo e degli scritti paolini, «Rallegratevi sempre, in tutto rendete grazie, …» (1Ts 5,16), «Rallegratevi nel Signore, sempre, vi dico di nuovo, rallegratevi .. non preoccupatevi di nulla» (cf. Fil 4,4-7), «il Regno di Dio … è giustizia e pace e gioia nello Spirito Santo» (cf. Rm 14,17), pensiamo ad alcuni passaggi del lungo discorso d’addio giovanneo, «questo vi ho detto affinché la vostra gioia sia piena, […] e dico queste cose perché abbiano in sé stessi la pienezza della mia gioia» (cf. Gv 15,11; 17,13)


2

Notiziario Parrocchia San Paolo Apostolo

così come al celebre e indimenticabile passo del “Vangelo dell’infanzia” di Luca: «Rallegrati Maria, piena di grazia, il Signore è con te … » (Lc 1,26). La caratteristica di questa gioia interiore, che è uno dei frutti dello Spirito ed è strettamente unita alla giustizia e alla pace, è di essere inesprimibile e di sorpassare ogni pensiero (cf. Fil 4,7). Mentre vediamo perdurare la crisi economica e sociale, mentre cresce il numero di coloro che ne constatano le profonde ragioni culturali e morali,

possiamo riscoprire insieme la fonte della vera gioia, il Vangelo annunziato ai poveri! Chiediamo allora il dono di questa gioia, la gioia di incontrare sempre di nuovo, da poveri, il Figlio che viene come Salvatore, così da lasciarlo nascere e rinascere ogni giorno in noi, nel travaglio della nostra esistenza. Natale di gioia a tutti! Gabriele e gli altri presbiteri

ADORAZIONE del Martedì e Sabato notte Come ci stiamo preparando ad accogliere Gesù, al Natale? La parrocchia da anni ci propone momenti forti di incontro con Gesù attraverso l’Adorazione del Martedì, tutto il giorno, e dei Sabati notte di Avvento dalle 22 alle 07 del mattino. Perché lo facciamo? Per seguire l’esempio di Gesù che ogni notte si ritirava in preghiera: se lo faceva Lui è segno che la preghiera è importante, anzi indispensabile per incontrare Dio Padre. Il Papa Francesco ci dice: in questo periodo dell’anno liturgico siamo in cammino per incontrare il Signore, ma anche e soprattutto «per lasciarci incontrare da lui». E dobbiamo farlo con cuore aperto, «perché lui mi incontri, mi dica quello che vuole dirmi, che non sempre è quello che voglio che lui mi dica!». Non dimentichiamo allora che «lui è il Signore e lui mi dirà quello che ha per me», per ciascuno di noi, perché «il Signore non ci guarda tutti insieme, come una massa: no, no! Lui ci guarda uno a uno, in faccia, negli occhi, perché l’amore non è un amore astratto ma è un amore concreto. Persona per persona. Il Signore, persona, guarda a me, persona». Ecco perché lasciarci incontrare dal Signore nell’Adorazione significa in definitiva «lasciarci amare dal Signore». “Questo — ha ribadito il Santo Padre — è quello che significa accogliere Cristo: rifare tutto di nuovo, rifare il cuore, l’anima, la vita, la speranza, il cammino». Nella entrata della Cappella c’è la possibilità di iscriversi ad uno dei turni della Adorazione del Martedì e sabato notte. don Mino

ADORAZIONE EUCARISTICA NOTTURNA di AVVENTO In preparazione al S. Natale, nelle notti di sabato 7 - 14 - 21 dicembre adorazione in cappella con il Santissimo esposto, dalle 22.00 alle 7.00 del mattino.


Notiziario Parrocchia San Paolo Apostolo

3

Attività del Centro di Ascolto e del Progetto Famiglie Solidali al 30 novembre 2013 Avvicinandosi la fine dell’anno, desideriamo riportare alla Comunità parrocchiale, in forma sintetica, l’attività del Centro d’Ascolto parrocchiale nei primi 11 mesi del 2013. Le modalità con cui il Centro cerca di attuare percorsi di sostegno e di accompagnamento consistono essenzialmente nell’ascolto dei bisogni personali e famigliari, nel dare aiuto economico, nel fornire generi alimentari. Il tutto secondo le risorse disponibili, e orientandosi secondo le intenzioni del Progetto Famiglie Solidali, con il quale ci si è voluti dare un maggior senso nella relazione di aiuto, puntando maggiormente su i bisogni delle famiglie e contando sul supporto che famiglie della nostra Comunità possono offrire a famiglie in difficoltà. I dati numerici descrivono una realtà molto critica, su cui porre estrema attenzione: 94 sono le persone che sono venute almeno una volta al Centro di Ascolto, esponendo le loro difficoltà economiche, psicologiche, famigliari; 580 circa sono stati i pacchi alimentari distribuiti, diciamo mediamente 55 famiglie composte da 4 persone per ogni distribuzione mensile; 10 sono le famiglie per le quali si è attivata una

qualche forma di accompagnamento, di sostegno specifico o di azione concertata con la Caritas diocesana o con quella di altre parrocchie; 23 sono le famiglie per le quali si è attivato un sostegno economico, prevalentemente bollette di servizi essenziali, ma anche ticket per cure mediche o pannolini per neonati; 21 sono le altre persone in difficoltà aiutate economicamente; Questa attività è stata resa possibile dalla generosità della Comunità parrocchiale: 14800 € è l’ammontare complessivo delle donazioni impiegate, in parte costituite da azioni di sostegno svolte direttamente da alcuni parrocchiani; 9100 € è l’ammontare delle donazioni versate esplicitamente con riferimento al Progetto Famiglie Solidali, che sono state prevalentemente indirizzate al sostegno di famiglie con neonati o comunque figli in età infantile. Gli operatori del Centro ripetono il loro grazie, e continuano a chiedere che altri operatori si rendano disponibili, per fare in modo che alle persone che chiedono si possa dare una risposta decente e fedele. Giuliano P.

Festa dei Messaggeri e Ministri della Comunione Da molti anni a S.Paolo noi messaggeri e ministri della Comunione svolgiamo la funzione di collega-mento tra la parrocchia e i suoi abitanti. Non ci limitiamo a portare le “ Lettere di Famiglia” in occasione di particolari momenti dell’anno liturgico, ma stabiliamo rapporti di amicizia ricevendo suggerimenti e segnalazioni di necessità. Quest’anno un forte stimolo a questa missione l’abbiamo ricevuto da Papa Francesco, instancabile nel ripetere che la Chiesa deve percorrere le strade che la portano verso le “periferie ” per scoprire Gesù nei poveri, negli emarginati, nei bisognosi di giustizia. Abbiamo vissuto questo clima di condivisione e solidarietà partecipando alla Festa dei Messaggeri e dei Ministri Straordinari della Comunione domenica 24 novembre. La S.Messa delle ore 11 è stata molto partecipata e una testimonianza è stata da stimolo ad altre persone che poi si sono proposte a questo servizio. Al termine della funzione tanti ombrelli di vari

colori, simbolo di protezione nel cammino gioioso verso i fratelli, sono stati portati all’altare per essere benedetti e donati a ciascun messaggero e ministro dell’eucarestia. Il pranzo in parrocchia è stato un momento di festa e di incontro per conoscerci meglio, confrontarci e trarre motivazioni per il nuovo anno. Giuliano Mugnai


4

Notiziario Parrocchia San Paolo Apostolo

Corso di preparazione al Matrimonio Siete in cammino verso il matrimonio ed è un momento entusiasmante: tanti progetti e tanti sogni stanno per avverarsi…, è un momento di grande libertà, state per decidere di voi stessi, per una donazione reciproca che vi impegnerà per tutta la vita. Aiutare a conoscere e a vivere la realtà del matrimonio cristiano: in questo consiste il Corso di preparazione al Matrimonio, quindi non solo una richiesta da parte dei Vescovi come tappa necessaria, ma vero e proprio strumento per la crescita umana e cristiana degli sposi. Il corso si terrà presso la Parrocchia di S. Paolo la domenica dalle 17.30 alle 19.30, secondo il seguente calendario: 9 - 16 - 23 febbraio 2014 ; 2 - 9 - 16 - 23 marzo ; domenica 30 marzo giornata di chiusura corso dalle ore 10.30 alle ore 16.30. Ci preme sottolineare che non è bene partecipare al corso nell’immediatezza del matrimonio, ma utilizzarlo come strumento nel cammino di conoscenza, di condivisione e di crescita nella fede della coppia. Le iscrizioni si ricevono presso la segreteria della parrocchia (tel. 0543 61732 la mattina). L’equipe Il Calendario 2014 dei corsi nel nostro Vicariato FORLÌ EST è il seguente S.PAOLO ore 17.30 9-16-23 Febbraio 2-9-16-23 Marzo tel. 0543 61732 (la mattina) CAPPUCCININI ore 18.00 o 21.00 nei mesi di Settembre - Ottobre tel. 0543 33563 In tutti i vicariati della Diocesi sono organizati corsi di preparazione al matrimonio cristiano; l’elenco è disponibile nel sito http://www.diocesiforli.it/uffici/pastorale+familiare.

Giornate per amministrare i BATTESIMI nell’anno 2014 Carissimi Genitori, rendiamo grazie a Dio per il dono che vi è stato fatto, una vita nuova, un figlio/a che certamente ha “rivoluzionato” la vostra famiglia. Ci rallegriamo con voi e partecipiamo alla vostra gioia. Ora chiedete al Signore che riceva pure la Sua Vita, la Vita Divina che Egli ha promesso a coloro che credono: una nuova nascita che sarà eterna, come eterna è la Vita di Dio, e questa viene donata con il Sacramento del Battesimo, “chi crederà sarà battezzato nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo” (Mt.28). Con la celebrazione del Battesimo si diventa figli di Dio e si entra a far parte della grande famiglia della comunità cristiana, la Chiesa. E’ quindi una festa per tutti. Per questo si è stabilito un calendario per la celebrazione del Battesimo, perché sia vissuto in maniera comunitaria da tutta la comunità durante la Messa domenicale.

Febbraio Domenica 2 Febbraio Domenica 23 Aprile Sabato 19 Aprile Lunedì 21 Giugno Domenica 1 Giugno Domenica 29

Luglio Domenica 27 Agosto Domenica 31 Settembre Domenica 14 Ottobre Domenica 26 Novembre Domenica 16 Dicembre Venerdì 26

Per il Battesimo occorre un Padrino e una Madrina (è sufficiente uno solo) che abbiano i seguenti requisiti: 1.il documento di idoneità rilasciato dal proprio parroco di residenza che certifichi i requisiti necessari; 2.che siano persone di fede, che partecipino alla vita ecclesiale, non convivano e siano sposati in chiesa, perché possano essere esempio di vita cristiana al/alla bambino/a; 3.Abbiano compiuto i 16 anni; 4.Abbiano ricevuto i Sacramenti del Battesimo e della Cresima. Ci saranno almeno due incontri di preparazione: - in famiglia con una coppia di sposi che verrà a farvi visita concordando la serata - in parrocchia con il parroco il giorno precedente il battesimo - chiedere per tempo, almeno un mese prima, il Battesimo. Il Signore benedica la vostra famiglia e il/la nuovo/a arrivato/a.

don Mino


Notiziario Parrocchia San Paolo Apostolo

ABAZIA DI SAN MERCURIALE DOMENICA 22 DICEMBRE 2013 ore 17.00 GRANDE CONCERTO DI NATALE

MUSICHE di BACH, HAENDEL, MOZART Soprano Natascia Placci, Coro Cappuccinini e San Paolo, Coro Scuola Elementare Edmondo De Amicis, Orchestra Bruno Maderna INGRESSO: OFFERTA LIBERA Il Concerto è eseguito in favore di: Caritas Diocesana di Forlì – Bertinoro: Fondo di Solidarietà per famiglie e persone in difficoltà economiche Cooperativa Sociale Paolo Babini: Progetto di inserimento lavorativo per persone svantaggiate “PIADA 52” Parrocchia Cappuccinini Forlì: Progetto di consolidamento della Chiesa e dei locali parrocchiali

Ben arrivato don Jude Don Jude Ndubuisi Okorie é un prete Nigeriano nato nell’ anno 1977 in Nigeria, ed é il terzo di otto figli. E’ stato ordinato per la diocesi di Aba in Nigeria nell’anno 2005, 16 Luglio. Don Jude é venuto qui in Italia nell’anno 2009 per motivi di studio, ed é stato due anni a Roma e un anno e mezzo a Pisa. Ora con noi per motivi pastorali e svolge il suo ministero come collaboratore Parrocchiale.

5


6

Notiziario Parrocchia San Paolo Apostolo

CAPODANNO IN FIERA festa dell’inclusione sociale

Giunge quest’anno alla seconda edizione il “Capodanno in Fiera”, festa-evento curata da Unitalsi e Gruppo “Campo di Sappada”, con il patrocinio del Comune di Forlì, aperta alla città, con particolare riferimento a giovani, famiglie, anziani, persone diversamente abili che desiderano trascorrere la notte più lunga dell’anno in amicizia e serenità. Il programma della manifestazione, che si svolgerà nella sala congressi della Fiera di Forlì, prevede la Messa celebrata dal vescovo di Forlì-Bertinoro Lino Pizzi alle ore 18,30, a seguire, alle 20,00, avrà inizio la cena, infine sulle 22,30 è prevista la festa, con danze, canti e musica in attesa del classico brindisi di mezzanotte. L’edizione 2012 dell’evento, a cui hanno partecipato 450 persone, è stata l’unica festa di Capodanno

aperta a tutti in città, all’insegna della solidarietà e dell’inclusione sociale. Su questa linea gli organizzatori intendono proseguire per dare un segnale forte alla città di Forlì, affinchè maturi nelle coscienze l’importanza del divertimento e delle relazioni sociali in contesti di amicizia e accoglienza reciproca, che mettano al centro le persone, qualunque sia la loro provenienza o il loro stato sociale. Anche quest’anno l’organizzazione sarà curata esclusivamente da volontari per tutti i servizi inerenti la festa, compreso la cena, che verrà preparata dal gruppo “Cucina” dell’Unitalsi. Per partecipare si richiede un unico contributo di euro 15,00. Prenotazioni: Unitalsi, via Solferino, 21 tel. 0543.32606 –Patrizia Neri 338 4739342.

PRANZO di SAPPADA Il campo di Sappada è sempre una realtà importante della nostra parrocchia. Il novembre c’è stato l’annuale pranzo di Sappada in cui ritrovarsi e ravvivare l’amicizia del campo estivo. Qui riportiamo la testimonianza di una nuova amica venuta al campo per la prima volta quest’anno. Sono Mariachiara, ho 23 anni. Quest' estate Matteo, un mio compagno di università, mi ha proposto di partecipare al Campo di Sappada. Era la prima volta che sentivo parlare di Sappada. Matteo mi aveva detto che si trattava di un campo di condivisione dove ragazzi con disabilità e ragazzi "normali" trascorrono insieme dieci giorni in montagna prendendosi cura gli uni degli altri. Partecipando al campo tutti siamo alla pari. Ogni momento è condiviso: dalla sveglia alla mattina, al vestirsi, ai pasti, alle camminate, ai momenti di preghiera, ai giochi serali, al lavarsi i denti e all' andare a letto la sera. Ho conosciuto tanti ragazzi e ho trovato un clima di aiuto reciproco, amicizia, allegria e serenità. Mi ha sorpreso il fatto che a Sappada questo clima è naturale, normale, senza sforzo. Tutto è fatto con sin-cerità e volontà. E, anche se era la prima volta che vivevo questa esperienza, fin da subito mi sono sentita parte di questo gruppo. Sono tornata a casa con una valigia molto più pesante di quando sono partita perchè durante il campo ho ricevuto tanto. Al contrario di quello che la maggior parte delle persone ''normali'' pensano, spesso siamo proprio

noi, persone ''normali'' che abbiamo delle ''disabilità''. Tante volte ci facciamo problemi quando dobbiamo relazionarci gli uni con gli altri, invece i ragazzi mi hanno insegnato la ''spontaneità'', dicendo le cose in modo semplice e sincero. Prendersi cura dell' altro, iniziando con un sincero '' come stai?'', perchè spesso siamo tanto presi da impegni e cose da fare che non ci accorgiamo neanche di chi ci sta a fianco. Invece proprio i ragazzi con qualche ''disabilità'' mi hanno fatto riflettere sull' importanza di dare attenzione a chi ci sta a fianco. Alice, ragazza fantastica, autistica, con la quale ho trascorso il campo, mi ha insegnato l' importanza della comunicazione non verbale. Alice comunica con la comunicazione facilitata, scrivendo ciò che pensa, sente e vive e toccando, accarezzando, guardando chi gli sta a fianco. Spesso tra noi persone ''normali'' c'è un certo distacco, manteniamo una sorta di ''distanza di sicurezza'' da chi ci sta di fronte. Alice, invece come molti altri ragazzi, abbatte questa distanza con estrema facilità e naturalezza. Ricordando un principio cardine di Don Amedeo '' la società di oggi si è dimenticata la gratuità delle cose. Oggi non siamo più abituati a fare qualcosa di gratuito verso gli altri ma solo in cambio di qualcosa.'' Questo campo invita a riscoprire cos'è la gratuità, soprattutto per noi cristiani e rendersi conto di quanto in realtà è semplice metterla in pratica. Mariachiara


Notiziario Parrocchia San Paolo Apostolo

7

Notizie dalla Casa d’Accoglienza Nonostante la mia esperienza presso la Casa d'Accoglienza sia agli inizi, posso certamente dire che non mi è mai capitato di trovarmi in un luogo come questo, dove l'anziano è considerato sempre "persona" e non solo un malato. Qui la situazione e l'atmosfera appaiono da subito attente ad accogliere la componente umana e quella spirituale di tutti gli ospiti. Alimentata da numerosi momenti di preghiera e di condivisione. Da domenica primo dicembre viene allestito un "mercatino del riciclo" e di altri oggetti donati o preparati manualmente dai volontari con l'aiuto dei nonni. Questo mercatino ci accompagnerà durante tutto il peri-odo del natale e posso garantire che alcuni oggetti sono di straordinaria bellezza. Il tutto a prezzi modici per cui, essendo il natale un'occasione per scambiarsi dei doni, risulta utile e interessante visitarlo prima di comprare regali altrove. Il tempo che noi volontari dedichiamo in casa d'accoglienza si può descrivere come un'offerta

RACCOLTA DI NATALE per la “Casa d’Accoglienza”

Anche quest’anno, in vista del Natale, si propone la raccolta di generi alimentari per la “Casa d’accoglienza” nelle domeniche di avvento. All’uscita dalle Messe VIENE PROPOSTO L’ACQUISTO DI UNO O PIÙ”BUONI” DA 1, 2, 5 O 10 EURO finalizzato all’acquisto di un particolare alimento mirato alle maggiori esigenze della Casa d’Accoglienza. Ma quest’anno viene introdotta UNA NOVITÀ: ciascun buono ha un numero identificativo e la vigilia di Natale verrà fatta una estrazione che assegnerà diversi premi appositamente creati dallo staff e dagli ospiti della casa d’accoglienza. A Natale verrà pubblicato il risultato finale della raccolta e i risultati della estrazione.

di presenza e di aiuto a fianco dei nostri ospiti durante il trascorrere della loro giornata. Essendoci un meraviglioso e alberato parco a fianco della parrocchia, spesso accompagniamo i nostri ospiti a passeggiare e questi momenti in mezzo al verde sono molto graditi a tutti. All’interno della casa, condividiamo le occupazioni quotidiane, come l’esecuzione di lavoretti. soprattutto a maglia, oppure facciamo delle belle partite a carte. Durante le ore pomeridiane, si prosegue con attività ricreative come, ad esempio, il “Trucco e parrucco” con tanto di parrucchiere e manicure professionale, e con attività di cucito e di ricamo. Alcuni nonni si dedicano alla pennichella pomeridiana dopo il pranzo che viene oggi giorno preparato da cuochi volontari super bravi ad ingegnare ricette speciali e appetitose con pochi in gradienti a disposizione. La presenza di un Ducato Fiat assicura agli ospiti, soprattutto a quelli disabili, un regolare trasporto. Come conclusione mi sento di dire, con ammirazione e gratitudine, che le persone incontrate alla Casa d’Accoglienza S. Paolo hanno tutte un grande cuore. Mi ritengo fortunata poter trascorrere il Tempo di Avvento in un luogo così diverso dalla realtà di solitudine in cui vivono tanti anziani, come “l’isola che non c’è” di Peter Pan. Roberta

Pranzo di Natale Mercoledì 18 dicembre

Siamo lieti di invitare tutti i nonni al pranzo di Natale che si terrà presso la Casa di Accoglienza in parrocchia - ore 11.30: S.Messa animata dai nonni della Casa d’Accoglienza - ore 12.30 : Pranzo - ore 14.30: Tombola É gradita la prenotazione telefonica entro il lunedì 16 dicembre telefonare al 0543 416845.


8

Notiziario Parrocchia San Paolo Apostolo

“Sulle ali dello Spirito”

Corso Cresimandi Adulti DOVE? Presso la parrocchia di San Paolo (alla fine del corso si prevede un breve ritiro). CHE GIORNO E A CHE ORA? Il lunedì dalle 20.45 alle 22.15 IN CHE TERMINI? 10 incontri da lunedì 10 febbraio 2014 ad aprile che comprendono - parte teorica - pratica di meditazione e preghiera - impegno per casa COSA PORTARE? Disponibilità a mettersi in cammino, Bibbia, quaderno/diario e penna. SABATO 7 giugno, ORE 21.00 IN CATTEDRALE: VEGLIA DI PENTECOSTE (serata più opportuna per il conferimento del Sacramento della Cresima) Per informazioni e iscrizioni: Segreteria Parrocchia di San Paolo (0543-61732) o direttamente Don Gabriele Pirini (349-5542177).

ORARIO SANTE MESSE da Settembre a Maggio

NELL’UNITÀ PASTORALE DELLE PARROCCHIE BAGNOLO, CAPPUCCININI, SAN PAOLO E FORNÒ

FERIALE: 7.00 CAPPUCCININI 8.30 SAN PAOLO 18.30 SAN PAOLO PREFESTIVO: 18.30 SAN PAOLO FESTIVO:

MERCATINO DI BENEFICENZA Abbigliamento, oggettistica, libri, giochi e varie. Aperto: sabato dalle ore 9.30 alle 12.00 L’incasso sarà devoluto ai bisogni della parrocchia

CAMPI INVERNALI REPARTO a Monte Trebbio 27-28-29 Dicembre CLAN route di servizio presso convento dei Dehoniani (Bologna) NOVIZIATO Route in Campigna 27-28-29 dicembre AZIONE CATTOLICA Dal 27 al 30 dicembre Campo Unitario a Casa S. Francesco Ritiro di Natale diocesano dal 20 al 23 dic. per i Giovani e il 21 dic per i Giovanissimi

9.00 CAPPUCCININI 9.30 SAN PAOLO 11.00 S. PAOLO 11.00 CAPPUCCININI 16.00 VILLA IGEA 19.00 CAPPUCCININI

ORA DI PACIFICAZIONE Tutti i sabati dalle ore 11.00 alle 12.00

momento di meditazione e silenzio guidato

PREGHIERA PER GLI AMMALATI Tutti i venerdì alla ore 16 momento di preghiera con recita del Rosario

A tutti i Parrocchiani Auguri di

Buon Natale e Felice Anno Nuovo

Giornalino Dicembre 2012 - Parrocchia di San Paolo  

Giornalino Dicembre 2012 - Parrocchia di San Paolo

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you