Issuu on Google+

COMUNITA' di CREOLA T el. Parrocchia 0498015077 - e-mail emiliom.oro@tiscali.it Tel. Se. Infanzia 0498015128 e-mail smgoretti@alice.it

ANNO 7° n. 49- 25 NOVEMBRE 2012 .rc1 Pregh i era di

ROBERTO LAURITA

Cè una regalità che non ha hisogno di esibire insegne luccicanti, ·né di imporsi con la forza. Cè un potere che non ricorre all'uso della violenza e tuttavia trasforma in profondità il corso degli eventi solo attraverso l'a more. Tu sei re, Gesù, e lo dichiari davanti al procuratore romano, a costo di apparire un illuso, perché non corrispondi per nulla all'immagine del potente di turno. In quel momento, in effetti, sembra che sia Ponzio Pilato a poter disporre della tua vita solo perché può decidere di farti morire sulla croce. Ma a considerare gli avvenimenti con uno sguardo profondo l'apparenza non inganna più. Questa nostra storia ha visto sgretolarsi inesorabilmente il mondo costruito con le armi delle legioni e ha registrato la forza dirompente del tuo amore disarmato. Non eri tu, dunque, il debole, né lo sconfitto, né il perdente, e la tua croce non ha costituito il segno inequivocabile del fallimento: proprio attraverso di essa tu hai tracciato un corso nuovo all'umanità .

«Il mio regno non è di questo mondo ... ». .l ~ . .• , ~l:

J

.,

>.,l ·••{ \


CALENDARIO LITURGICO: Le S. Messe festive in Parrocchia di Saccolongo: sabato ore 18,30 e domenica ore 9,30 e 11,00. Frati ore 7,00 e 10,00; ore 17,00 vespri. 24SABATO

15,00 19,00

ACR S. Messa festiva+ Babbolin Maria- ann. e Roberto; +Marcon Antonia e

fam. def.; + Soranzo Inelda e Mario- ann. 25 DOMENICA XXXIV del Tempo Ordinario

NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO RE DELL'UNIVERSO - Solennità Giornata nazionale di sensibilizzazione al sostegno economico della chiesa cattolica. Il sostegno economico per i propri presbiteri è sempre un impegno forte della comunità cristiana. 8,00 S. Messa per la Comunità 10,30 S. Messa + di fam. Girardi e Dalla Libera; + Primo, Ennio, Graziano, Maria e Vittorio. 18,00 S. Messa 26 LUNEDI'

7,00 e 10,00 s. Messa

casa s. Cuore

27 MARTEDI' 16,30 S. Messa 20,30 S. Messa e Adorazione Gruppo di preghiera 28 MERCOLEDI' 16,30 S. Messa + Friso Giuseppe e Olindo. 29 GIOVEDI' Al mattino incontro Sacerdoti del Vicariato a Sarmeola. 16,30 S. Messa

30 VENERO!' S. Andrea apostolo 16,30 S. Messa 20,30

Gruppo di preghiera Beato Giovanni Paolo II

1 DICEMBRE SABATO 15,00 ACR- CONFESSIONI 19,00 S. Messa festiva+ Toniolo Rosanna. 2 DOMENICA 1a d'AVVENTO 8,00 S. Messa per la Comunità; + Leonardo e def. fam. Mozzato. 10,30 S. Messa + Ennio, Amalia, Emilia, Beniamino e Antonio; + Turetta

18,00

Giovanni e fam. def. S. Messa+ Bettio Maria (trigesimo); + Gechele Teresa; +Piazza Germana- ann.; + Trevisan Antonio, Maria Rosa e Paolo; + Ernesto, Gemma ed Enrichetta.

APPUNTAMENTI· DELLA SETTIMANA: •

Lunedì ore 20,30 ragazzi di 3a Media in patronato.

Mercoledì ore 21,00 gruppo liturgico.

+ Giovedì ore 20,30 Scuola di Preghiera in Seminario Minore per i ragazzi dalla l a alla sa Superiore. + Coro Ragazzi venerdì ore 19,45- 21,15 Coro Jubilate Deo giovedì alle ore 21.00

+


+ Catechismo: la, 2a e 3a Media 3a Elementare + 2a,4a Elementare + sa Elementare • •

Giovedì 15.00-16.00. Giovedì 16,15-17,15 Venerdì 16.15-17.15 Venerdì 15.30-16.30

+ Confessioni: al sabato dalle ore 16,00 alle 17,00 le catechiste a turno si renderanno disponibili ad accogliere in chiesa i bambini e ragazzi di catechismo per dare loro l'opportunità di accostarsi alla confessione. Vi aspettiamo! + Domenica 2 dicembre: Incontro in Seminario Minore per i ragazzi di 3a Media ed i loro genitori

programma: alle ore 08.50 ritrovo nel piazzale della chiesa di Creola. Si chiede la disponibilità di qualche genitore per accompagnare i ragazzi a Rubano. alle ore 14.00 ritrovo per tutti i genitori al Seminario Minore per un incontro dedicato a loro. alle ore 15.00 si concluderà con la S. Messa tutti assieme, genitori e figli. Si chiede un contributo di 5 € per l'organizzazione della giornata e le spese varie. Per il pranzo, il Seminario prepara un primo piatto, per il secondo portarsi qualcosa al sacco.

+ AWENTO • DALL'ALBA al TRAMONTO: per vivere meglio I'AWENTO e il Natale sono a disposizione alcune copie del mese dì dicembre (€ 2,80), in fondo alla Chiesa.

+

Spazio SICAR per i giovani. Ogni mercoledì si può pregare nella cappella dell'Annunciazione in Seminario Maggiore. Dalle ore 16,00 alle 20,00 si può partecipare all'Adorazione con la possibilità di accostarsi a qualche sacerdote per confessioni o colloqui personali. Si termina col Vespro e la benedizione eucaristica.

+

Nei sabati 1-8-15 e 22 dicembre verrà estratta una cesta natalizia. Si partecipa acquistando i numeri al prezzo di € 1,00 l'uno.

+ Anche quest'anno ci sarà il "concorso presepio" per tutti i ragazzi dell'ACRe non. Dare il proprio nome domenica mattina in Bar del patronato oppure telefonare a Zanon Nerino 3474800449 entro il 16 dicembre.

+ Lectio Divina martedì 4- 11- e 18 dicembre a Creola per le due Parrocchie. + Raccolta occhiali usati da vista e da sole per le Missioni: si raccolgono nel contenitore apposito posto all'altare di S. Giuseppe.

+ Il campo invernale dei gruppi famiglie sarà dal 26 al 30 dicembre in Val Trompia a San Colombano (BS). Per chi volesse partecipare, ci sono ancora posti disponibili. Per ìnfo, sentire Umberto Pasqualotto 049.8016308. Grazie

+ Esercizi spirituali per tutti a Villa Immacolata da Venerdì 30 novembre ore 19,30 a domenica 2 dicembre 2012. •

Esercizi spirituali serali in Avvento a Villa Immacolata; mercoledì 12, giovedì 13 e venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 20.30 alle ore 22.30.


.J..

Lettera pastorale del Vescovo ANTONIO MATTIAZZO per l'Anno della fede RITROVARE LA GIOIA DELLA FEDE E L'ENTUSIASMO PER COMUNICARLA Queste verità sono studiate e approfondite, a livello di riflessione razionale, in dialogo con la cultura e le scienze umane, dalla Teologia. A Padova abbiamo una eccellente Facoltà Teologica. Le verità della fede- o almeno qualcosa di esse- possono apparire impervie alla comprensione razionale. Oggi, alcune verità fondamentali- come l'identità di Cristo, v.ero Dio e vero uomo, o la fede nella risurrezione del a carne e la vita eterna - appaiono sbiadite a molti cristiani. È necessario riproporle. A volte si manifestano dei dubbi e questo non deve sorprendere. Sarebbe, peraltro, da distinguere tra dubbio vero, motivato e ignoranza. Il dubbio vero può averlo chi ha studiato Ja questione. Merita di essere colta l' importante affem1azione di san Tommaso d'Aquino: <<l 'atto del credente non si ferma agli enunciati ma alla realtà significata dalle parolel> 4. Perciò, quando diciamo Credo in Dio, volgiamo la mente e il cuore verso Dio stesso.

3. Le condizioni interiori personali che condizionano il credere L' atto di credere - come s'è detto - è dono di Dio e insieme scelta di libertà. La fede deve venire accolta dall' intimo della nostra persona con tutte le sue facoltà. La fede si propone con soavità, non si impone con la violenza. La persona, di fronte alla proposta della fede, è condizionata da due principali fattori: le sue disposizioni intime e le condizioru socioculturali dell ' ambiente di vita. Esse facilitano oppure ostacolano l' atto di fede. Fede e incredulità, luce e tenebre sono compresenti nel mondo ma, anche, dentro di noi. Il Vangelo riporta la supplica a Gesù di un uomo che implora: «Credo; aiuta la mia incredulità! >> (Mc 9,24). I Vangeli registrano il mistero dell'incredulità. L' evangelista Giovanni annota, quasi con doloroso stupore: <<il mondo è stato fatto per mezzo di lui; eppure il mondo non lo ha riconosciuto. Venne .fra i suoi, e i suoi non lo hanno accolto» (Gv l,lOs.). Al culli accolgono subito, prontamente Gesù; altri lo rifiutano, altri , dopo averlo seguito, lo abbandonano. Giovmmi, dopo aver riportato il discorso di Gesù sul pane della vita, scrive: <Molti dei suoi discepoli, dopo aver ascoltato, dissero: "Questa parola è dura! Chi può ascoltarla? ". Gesù, sapendo dentro di sé che i suoi discepoli mormoravano riguardo a questo, disse loro: "Questo vi scandalizza? E se vedeste il Figlio del! 'uomo salire là dov 'era prima? È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono spirito e sono vita. Ma tra voi vi sono alcuni che non credono ". Gesù infatti sapeva .fin da principio chi erano quelli che non credevano e chi era colui che lo avrebbe tradito. E diceva: "Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre ". Da quel momento molti dei suoi discepoli tornarono indietro e non andavano più con lui» (Gv 6,60-66). E più avanti annota: «Sebbene avesse compiuto segni così grandi davanti a loro, non credevano in lui» (Gv 12,37). Perché alcuni credono e altri non credono? Possiamo riferirei ad una parola di Gesù stesso rivolta agli apostoli, citando il profeta Isaia: <<A voi è stato dato il mistero del regno di Dio; per quelli che sono fuori invece tutto awiene in parabole, affinché guardino, sì, ma non vedano, ascoltino, sì, ma non comprendano, perché non si convertano e venga loro perdonato» (Mc 4,lls.; cf. Js 6,9s.) . ../..


Foglietto del 25-11-2012