Issuu on Google+

Parrocchie san Vittore e san Dionigi ALBAVILLA e CARCANO

LA DOMENICA Diocesi di Milano - Zona Pastorale III - Decanato di Erba

22 gennaio 2017 - Anno I / Num. 20

III domenica dopo l’Epifania

Voi stessi date loro da mangiare! PAPA FRANCESCO Aula Paolo VI - Mercoledì, 18 gennaio 2017

La Speranza cristiana - 7. Giona: speranza e preghiera Cari fratelli e sorelle, buongiorno! Nella Sacra Scrittura, tra i profeti di Israele, spicca una figura un po’ anomala, un profeta che tenta di sottrarsi alla chiamata del Signore rifiutando di mettersi al servizio del piano divino di salvezza. Si tratta del profeta Giona, di cui si narra la storia in un piccolo libretto di soli quattro capitoli, una sorta di parabola portatrice di un grande insegnamento, quello della misericordia di Dio che perdona. Giona è un profeta “in uscita” ed anche un profeta in fuga! È un profeta in uscita che Dio invia “in periferia”, a Ninive, per convertire gli abitanti di quella grande città. Ma Ninive, per un israelita come Giona, rappresentava una realtà minacciosa, il nemico che metteva in pericolo la stessa Gerusalemme, e dunque da distruggere, non certo da salvare. Perciò, quando Dio manda Giona a predicare in quella città, il profeta, che conosce la bontà del Signore e il suo desiderio di perdonare, cerca di sottrarsi al suo compito e fugge. Durante la sua fuga, il profeta entra in contatto con dei pagani, i marinai della nave su cui si era imbarcato per allontanarsi da Dio e dalla sua missione. E fugge lontano, perché Ninive era nella zona dell’Iraq e lui fugge in Spagna, fugge sul serio. Ed è proprio il comportamento di questi uomini pagani, come poi sarà quello degli abitanti di Ninive, che ci permette oggi di riflettere un poco sulla speranza che, davanti al pericolo e alla morte, si esprime in preghiera. Infatti, durante la traversata in mare, scoppia una tremenda tempesta, e Giona scende nella stiva della nave e si abbandona al sonno. I marinai invece, vedendosi perduti, «invocarono ciascuno il proprio dio»: erano pagani. Il capitano della nave sveglia Giona dicendogli: «Che cosa fai così addormentato? Alzati, invoca il tuo Dio! Forse Dio si darà pensiero di noi e non periremo». La reazione di questi “pagani” è la giusta reazione davanti alla morte, davanti al pericolo; perché è allora che l’uomo fa completa esperienza della propria fragilità e del proprio bisogno di salvezza. L’istintivo orrore del morire svela la necessità di sperare nel Dio della vita. «Forse Dio si darà pensiero di noi e non periremo»: sono le parole della speranza che diventa preghiera, quella supplica colma di angoscia che sale alle labbra dell’uomo davanti a un imminente pericolo di morte. Troppo facilmente noi disdegniamo il rivolgerci a Dio nel bisogno come se fosse solo una preghiera interessata, e perciò imperfetta. Ma Dio conosce la nostra debolezza, sa che ci ricordiamo di Lui per chiedere aiuto, e con il sorriso indulgente di un padre, Dio risponde benevolmente. (continua in II pagina)

Sabato 25 marzo - Papa Francesco a Milano Alle ore 15, tutti sono invitati alla Santa Messa che Papa Francesco celebra al parco di Monza. È l’incontro cuore della visita. Tutti sono attesi qui da Papa Francesco: partecipare è facile, gratuito e libero. Chi è intenzionato a partecipare con la nostra Parrocchia deve iscriversi in Segreteria Parrocchiale (ogni pomeriggio, dalle 14.30 alle 18.00). Organizzeremo un pullman per poter andare tutti insieme (quota di partecipazione 10 euro).

Per ‘gestire’ questa importante visita, la Diocesi ha bisogno di VOLONTARI. Chiunque sia maggiorenne può offrire il proprio servizio e aiuto. Chi è disponibile deve rivolgersi al più presto in Segreteria Parrocchiale.


O I R O T A R O Vita dell’ Oratorio San Luigi - Albavilla Domenica 29 gennaio Festa della Santa Famiglia di Nazareth, Gesù, Maria e Giuseppe. Ci sarà un ricordo ed una sottolineatura particolare a tutte le sante Messe. In Oratorio, pomeriggio di giochi organizzati, per tutti i nostri ragazzi. Domenica 29 gennaio - ore 16.30, In Oratorio Breve incontro per i genitori interessati alla vacanza estiva a TELVES, così da offrire tutte le INFO relative a questa bella esperienza.

STAGIONE 2016/2017 www.cineteatrodellarosa.it

II° Ciclo CINEFORUM UN’ESPLOSIONE DI ……GENERI! La varietà è una ricchezza, anche quando si parla di cineforum! Relatore: Andrea Chimento, critico cinematografico de “Il Sole 24 Ore”

OGNI MERCOLEDÌ - ORE 21.00 - COSTO 4 €

Mercoledì 25 gennaio / ore 21.00

TEATRO PER LE FAMIGLIE

THE ACCOUNTANT di Gavin O’Connor

Domenica 22 gennaio 2017 - ore 16.30

Mercoledì 01 febbraio / ore 21.00

SING STREET di John Carney

LA PICCOLA FIAMMIFERAIA

Mercoledì 08 febbraio / ore 21.00 Titolo:

CHE VUOI CHE SIA di Edoardo Leo

di H.C. Andersen Mercoledì 15 febbraio / ore 15.00* e ore 21.00 Compagnia Teatrale: Teatro indi Xavier Centro Dolan E’ SOLO LA FINE DEL MONDO Ingresso: 7 per gli adulti Mercoledì 22€ febbraio / ore21.00

SULLY di Clint € 5Eastwood ragazzi fino a 14 anni Mercoledì 01 marzo / ore 21.00 AMORE E INGANNI di Whit Stillman

17.30: Ritrovo in Oratorio 18.00: Messa in Chiesa Oratorio 19.00: Grande ‘pizzata’ / giochi 20.30: Film al Cine Teatro (porta 5 € per la pizza; iscrizioni dalle proprie catechiste o al Bar dell’Oratorio) Camminate con i piedi per terra e col cuore abitate in Cielo!

I ragazzi del Gruppo EMMAUS, che riceveranno la Prima Comunione a maggio, hanno iniziato una speciale catechesi liturgico-mistagogica sulla Messa, che continuerà ancora per 4 Giovedì (sempre alle ore 16.30).

Il Consiglio dell’Oratorio è convocato per lunedì 23 gennaio - ore 21.00 in Oratorio. Il Consiglio per gli affari economici si ritroverà martedì 24 gennaio - ore 21.00 in casa parrocchiale.

uando Giona, riconoscendo le proprie responsabilità, si fa gettare in mare per salvare i suoi compagni di viaggio, la temQ pesta si placa. La morte incombente ha portato quegli uomini pagani alla preghiera, ha fatto sì che il profeta, nonostante tutto, vivesse la propria vocazione al servizio degli altri accettando di sacrificarsi per loro, e ora conduce i sopravvissuti al Mercoledì 08 marzo / ore 15.00* e ore 21.00

FLORENCE di Stephen Frears

Mercoledì 15 marzo / ore 21.00 riconoscimento del vero Signore e alla lode. I marinai, che avevano pregato in preda alla paura rivolgendosi ai loro dèi, ora, AGNUS DEI di Anne Fontaine con sincero timore del Signore, riconoscono il vero Dio e offrono sacrifici e sciolgono voti. La speranza, che li aveva indotti a Mercoledì 22 marzo / ore 21.00 pregare non morire, si rivela ancora più potente e opera una realtà che va anche al di là di quanto essi speravano: non Guaglione e F. Resinaro MINE di F.per solo non periscono nella tempesta, ma si aprono al riconoscimento del vero e unico Signore del cielo e della terra. Mercoledì 29 marzo / ore 15.00* e ore 21.00 Successivamente, anche gli abitanti di Ninive, davanti alla prospettiva di essere distrutti, pregheranno, spinti dalla speranza PATERSON di Jim Jarmusch nel perdono di Dio. Faranno penitenza, invocheranno il Signore e si convertiranno a Lui, a cominciare dal re, che, come il caMercoledì 05 aprile / ore 21.00 pitano nave, dà voce alla speranza dicendo: «Chi sa che Dio non cambi, […] e noi non abbiamo a perire!». Anche per FILM A della SORPRESA loro, come perCosto l’equipaggio aver affrontato la morte ed esserne usciti salvi li ha portati alla verità. Così, sotto 3,00 €] dei biglietti:nella 4,00 tempesta, € [*pomeriggio la misericordia divina, e ancor più alla luce del mistero pasquale, la morte può diventare, come è stato per san Francesco d’Assisi, “nostra sorella morte” e rappresentare, per ogni uomo e per ciascuno di noi, la sorprendente occasione di conoscere la speranza e di incontrare il Signore. Che il Signore ci faccia capire questo legame fra preghiera e speranza. La preghiera ti porta avanti nella speranza e quando le cose diventano buie, occorre più preghiera! E ci sarà più speranza. Grazie.


III DOMENICA dopo l’EPIFANIA Seconda lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi (8, 7-15) Fratelli, come siete ricchi in ogni cosa, nella fede, nella parola, nella conoscenza, in ogni zelo e nella carità che vi abbiamo insegnato, così siate larghi anche in quest’opera generosa. Non dico questo per darvi un comando, ma solo per mettere alla prova la sincerità del vostro amore con la premura verso gli altri. Conoscete infatti la grazia del Signore nostro Gesù Cristo: da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà. E a questo riguardo vi do un consiglio: si tratta di cosa vantaggiosa per voi, che fin dallo scorso anno siete stati i primi, non solo a intraprenderla ma anche a volerla. Ora dunque realizzatela perché, come vi fu la prontezza del volere, così vi sia anche il compimento, secondo i vostri mezzi. Se infatti c’è la buona volontà, essa riesce gradita secondo quello che uno possiede e non secondo quello che non possiede. Non si tratta infatti di mettere in difficoltà voi per sollevare gli altri, ma che vi sia uguaglianza. Per il momento la vostra abbondanza supplisca alla loro indigenza, perché anche la loro abbondanza supplisca alla vostra indigenza, e vi sia uguaglianza, come sta scritto: «Colui che

Il PANE di BETSAIDA

Perché c’è tanta fame nel mondo? Perché tantissimi bambini devono morire di fame, mentre altri sono soffocati dall’abbondanza? Perché il povero Lazzaro deve continuare ad aspettarsi invano le briciole del ricco gaudente, senza poter varcare la soglia della sua casa? Certamente non perché la terra non sia in grado di produrre pane per tutti. Nei paesi dell’Occidente si offrono indennizzi per la distruzione dei frutti della terra, allo scopo di sostenere il livello dei prezzi, mentre altrove c’è chi patisce la fame. La mente umana sembra più abile nell’escogitare sempre nuovi mezzi di distruzione, invece che nuove strade per la vita. È più ingegnosa nel far arrivare in ogni angolo del mondo le armi per la guerra, piuttosto che portarvi il pane. Perché accade tutto questo? Perché le nostre anime sono malnutrite, i nostri cuori sono accecati e induriti. Il mondo è nel disordine perché il nostro cuore è nel disordine, perché gli manca l’amore, perciò non sa indicare alla ragione le vie della giustizia.

Domenica 15 abbiamo celebrato il Battesimo

con il quale sono stati inseriti nel corpo vivo della Chiesa i piccoli LORENZO, MARTINA, MATTIA e NOEMI. Siano aiutati dai loro genitori e da tutta la comunità cristiana a crescere nella fede in Gesù di Nazareth, acqua viva per la nostra sete!

(22 gennaio 2017) raccolse molto non abbondò e colui che raccolse poco non ebbe di meno». Lettura del Vangelo secondo Giovanni (9, 10b-17) In quel tempo. Il Signore Gesù prese i suoi discepoli con sé e si ritirò in disparte, verso una città chiamata Betsàida. Ma le folle vennero a saperlo e lo seguirono. Egli le accolse e prese a parlare loro del regno di Dio e a guarire quanti avevano bisogno di cure. Il giorno cominciava a declinare e i Dodici gli si avvicinarono dicendo: «Congeda la folla perché vada nei villaggi e nelle campagne dei dintorni, per alloggiare e trovare cibo: qui siamo in una zona deserta». Gesù disse loro: «Voi stessi date loro da mangiare». Ma essi risposero: «Non abbiamo che cinque pani e due pesci, a meno che non andiamo noi a comprare viveri per tutta questa gente». C’erano infatti circa cinquemila uomini. Egli disse ai suoi discepoli: «Fateli sedere a gruppi di cinquanta circa». Fecero così e li fecero sedere tutti quanti. Egli prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò su di essi la benedizione, li spezzò e li dava ai discepoli perché li distribuissero alla folla. Tutti mangiarono a sazietà e furono portati via i pezzi loro avanzati: dodici ceste.

APPUNTAMENTI

Giovedì 2 febbraio - Festa della presentazione di Gesù al Tempio. Giornata eucaristica con adorazione nel pomeriggio. Alle 18.00 Santa Messa solenne, con la tradizionale processione della ‘candelora’. Venerdì 3 febbraio - Memoria di san Biagio; S. Messa con benedizione della gola. Dal 9 al 12 febbraio - Giornate eucaristiche; domenica prossima il programma dettagliato. Sabato 11 febbraio - Giornata mondiale del malato. Messa e unzione dei malati al Roscio. DIMMI COME CELEBRI E TI DIRÒ CHI SEI! Martedì 21 febbraio (ore 20.45, in chiesa), sono invitati tutti coloro che - a vario titolo - svolgono già, o lo vorranno fare presto (anche saltuariamente), dei compiti durante le celebrazioni liturgiche. Segnalo fin da ora questo appuntamento così che ci si organizzi in modo da non mancare assolutamente.

Lunedì 16 gennaio abbiamo celebrato la Santa Messa esequiale per LOSA MARIA, di anni 73 MOLTENI GAETANO, di anni 55 Venerdì 20 gennaio abbiamo celebrato l’Eucaristia in suffragio di BRENNA VANDA, di anni 91 Concedi, o Padre, a questi nostri cari defunti di partecipare al banchetto eterno, preparato nei cieli da Cristo nostro Signore. AMEN.


Lezionario Ambrosiano

Sante Messe dal 23 al 29 gennaio 2017 Lunedì 23 Feria - Per l’unità dei cristiani 8.30 Veronelli Angelo Martedì 24 Memoria - S. Francesco di Sales, vescovo 8.30 8.30 (a Carcano) Mercoledì 25 Festa - Conversione di san Paolo, apostolo 8.30 17.00 (a Carcano) Giovedì 26 Memoria, Ss. Timoteo e Tito, vescovi 8.30 (a Corogna) 18.00 enerdì 27 Feria - Per l’evangelizzazione dei popoli V 8.30 Sabato 28 Vigiliare della Festa 18.00 Giorgio Mason (i Coscritti del ‘47)

Festivo: anno A Feriale: anno I, settimana della III domenica dopo l’Epifania Liturgia delle ore: III settimana del salterio

S

alga fino a te, o Dio eterno, la voce della tua Chiesa; con la tua grazia purificala da ogni macchia, apri il suo cuore al tuo amore e donale ferma certezza della tua protezione. AMEN.

Domenica 29 Festa, S. Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe

8.00 (a Corogna) Mauri Mariella 8.30 9.45 (a Carcano) 11.00 18.00 Mauri Felice Lunedì 30 gennaio 2017,

presso i Padri Betharramiti inizierà l’itinerario educativo al matrimonio cristiano.

Siamo tutti pieni di ferite e screpolature, ma se lo vogliamo, Dio sa fare meraviglie con le nostre imperfezioni.

Celebrazione Battesimi 2017 19/2 - 26/3 - 23/4 - 21/5 - 25/6 - 9/7 È opportuno telefonare prima per fissare l’incontro dei genitori con il Parroco. Il giorno più propizio per l’incontro è il sabato, dalle 16.00 alle 17.30

RESOCONTO DELLE VENDITE DI NATALE Lavoretti bambini e cesti: 1.300,00 € finalizzati all’acquisto nuovo videoproiettore per l’Oratorio. Raccolta Caritas: 295,00 € destinati alle famiglie in difficoltà.

Nella notte del tradimento e dell’abbandono, quando Giuda, l’amico, tradiva, tu, Signore, hai detto anche a noi: «Prendete, mangiate, questo è il mio corpo», «Prendete, bevete, questo è il mio sangue». Da allora una folla immensa ti segue, ti invoca, ti prega e ha fame. Ha fame di pane. Ha fame di te. Anche oggi tu dici: prendete e mangiate. Tu, il Vivente salito al Padre, rimani con noi, viandanti nel deserto, pellegrini in cammino verso la speranza. Abbiamo bisogno di pane. Abbiamo bisogno di te. Non permettere, Signore, che si chiuda il cuore e dimentichi l’ordine: «Date voi stessi da mangiare», perché senza la fede ognuno pensa a sé. Ma senza condivisione che vale la fede? Gesù, Pane vero disceso dal cielo, cambiaci in te. Amen.

Casa parrocchiale Albavilla: tel. 031 62 74 71 / E-mail: albavilla@chiesadimilano.it Per Carcano E-mail: carcano@chiesadimilano.it

don Paolo, parroco: 347 27 91 736 / E-mail: pvesen@gmail.com Sito: www.parrocchiadialbavilla.it


Ladomenicaalbavilla