Page 6

4 una piastrella fissata sul pilastro di sinistra del cancello, sotto l’ombrello dei pini d’Aleppo che sovrastano i blocchi “sale e pepe” di conglomerato. Severe custodi del faro di Portofino, testimoni mute di mareggiate epiche e tempeste strapazzone le pietre levigate della puddinga, se avessero il dono della parola,

racconterebbero che lì sotto cavalcavano le onde le navi romane dirette in Gallia. O che, durante la seconda guerra mondiale, i tedeschi avevano fatto oscurare le metà sud della torretta, per non farsi scoprire dal contingente aereo degli inglesi mentre trasportavano materiale bellico dalla vicina Toscana.

In alto, la lanterna del faro e un primo piano della lampada. A sinistra e a destra, particolari dell’edificio. (foto Fabio Piumetti).

6 • PORTOFINO PER TERRA E PER MARE

Portofino per terra e per mare - N°6  
Portofino per terra e per mare - N°6  
Advertisement