Page 1

Registro dei decreti del Presidente DECRETO DEL PRESIDENTE n. 2 del 12 marzo 2013 OGGETTO:- Determinazione a contrattare per l'acquisizione del Servizio di Tesoreria dell’Ente Parco per il biennio 2013 – 2014. L'anno 2013 il giorno 12 del mese di marzo, alle ore 15,00, in Vibo Valentia Marina, in apposita sala della sede provvisoria del Parco Marino Regionale,

IL PRESIDENTE DELLʼENTE PARCO VISTA la legge n. 394 del 06/12/1991 ”Legge quadro sulle aree protette” e s.m.i.,; VISTA la L.R. n. 10 del 14/07/2003 “Norme in materia di aree protette” e s.m.i”; VISTA la L.R. n. 13 del 21/04/2008 “Istituzione del Parco Marino Regionale Fondali di Capocozzo-S.Irene-Vibo Marina-Pizzo-Capo Vaticano-Tropea”; VISTO il D.Lgs. n. 267 del 18/08/2000 (T.U.E.L.); VISTO il D.P.C.R. n. 14 del 04/08/2011 con il quale è stato nominato Presidente di questo Ente Parco lʼavv. Vincenzo Graziano. PREMESSO - che lʼart. 14 della legge regionale n. 69 del 27 dicembre 2012 ha introdotto modifiche alla legge regionale n. 10 del 14 luglio 2003, avendone soppresso lʼart. 14 e modificati gli artt. 15, 16, 17, 18, 21, 23, 31 bis, 36 e 37; - che, a seguito di tali modifiche, è stato soppresso il Consiglio Direttivo dellʼEnte e tutti i poteri decisionali sono stati conferiti al Presidente dellʼEnte Parco, sicchè tale organo monocratico provvede, a decorrere dal 29 dicembre 2012, giorno successivo a quello di pubblicazione della legge regionale n. 69 del 27 dicembre 2012 sul Supplemento ordinario n. 6 del 28 dicembre 2012 al B.U. della Regione Calabria – Parti I e II - n. 23 del 17 dicembre 2012, all'emanazione di tutti gli atti di amministra-zione, senza doverli sottoporre a successiva ratifica da parte di altri organi. PREMESSO ALTRESI’ - che, con deliberazione n. 4 del 03/05/2010, il Comitato di Gestione Provvisorio del Parco aveva affidato il servizio di cassa alla Banca Popolare del Mezzogiorno - Filiale di Vibo Valentia; - che, a seguito di tale deliberazione veniva dapprima aperto un mero conto corrente bancario ordinario e successivamente un servizio di cassa, ma non un vero servizio di tesoreria, ritenendosi, all’epoca, non necessario tale servizio per le esigenze finanziarie e contabili dell’Ente; che, tuttavia, i Parchi Marini Regionali sono inclusi nella tabella A annessa alla legge n. 720/1984 e sono pertanto sottoposti al regime di “Tesoreria Unica Mista” di cui all’art. 7 del D. Lgs. n. 279 del 7 agosto 1997, così come modificato dall’art. 77 quater della legge n. 133 del 6 agosto 2008;


- che, ai sensi della normativa richiamata, le entrate costituite da assegnazioni, contributi e quanto altro proveniente direttamente dal bilancio dello Stato debbono essere versate nella contabilità speciale infruttifera accesa a nome dell’Ente presso la competente sezione di Tesoreria Provinciale dello Stato, mentre sul conto di tesoreria sono depositate le altre entrate dell’ente; - che, ai sensi dei commi 3 e 4 del D. lgs. n. 279 del 7.8.1997, il Tesoriere deve prioritariamente utilizzare le entrate affluite sul conto di tesoreria per l’effettuazione dei pagamenti disposti dall’Ente. CONSIDERATO - che, per le motivazioni riportate in premessa, l’Ente Parco deve dotarsi con estrema urgenza di un servizio di tesoreria al fine di poter incassare i contributi ordinari erogati dalla Regione Calabria, correttamente operare e movimentare telematicamente il conto speciale da aprire presso la Banca d’Italia, sede provinciale di Catanzaro; - che l’Ente Parco presenta attualmente un “deficit” di cassa dovuto al mancato accreditamento del contributo ordinario regionale relativo agli anni 2011 e 2012. RITENUTO pertanto necessario ed urgente, per i motivi esposti, provvedere con determinazione a contrarre all’indizione di gara per l’affidamento del servizio di tesoreria mediante invito da indirizzare ad almeno cinque istituti di credito operanti con proprie filiali in comuni facenti parte della Comunità del Parco; PRECISATO che per l'affidamento è opportuno utilizzare la procedura negoziata senza pubblicazione di bando, ricorrendo i presupposti di cui all’art. 57, comma 2, lettera c, del D.Lgs. n. 163/2006 (codice dei contratti pubblici); VISTO l'articolo 125 del D.Lgs. n. 163/2006, che, al comma 11, prevede per servizi e forniture di importo inferiore a 40.000,00 Euro l'affidamento diretto e considerato che da ciò si desume l'intendimento del legislatore di contemperare il principio di trasparenza con quello di proporzionalità e non aggravamento del procedimento per procedure di modesto valore economico. DATO ATTO - che l’affidamento del servizio avverrà mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa ad opera del responsabile unico del procedimento coin aggiudicazione anche in caso di presentazione di una sola offerta e con la riserva da parte dell’Ente Parco di non aggiudicare la gara in presenza di offerte contenenti condizioni eccessivamente onerose; - che nei comuni facenti parte della Comunità del Parco operano le seguenti aziende di credito, aventi i requisiti di idoneità morale, capacità tecnico-professionale ed economico-finanziaria di cui all’art. 125, comma 12, del D.Lgs. n. 163/2006: Banca Popolare del Mezzogiorno; Banca di Credito Cooperativo di Maierato; Banca Nuova; Banca Carime; Monte dei Paschi di Siena. Per quanto in premessa, DECRETA 1) di indire gara, mediante cottimo fiduciario, per l’affidamento del servizio di tesoreria dell’Ente Parco per il biennio 2013/2014; 2) di approvare l’allegato modello di invito predisposto dal servizio amministrativo; 3) di approvare l’allegato fac-simile di convenzione, da considerarsi quale atto di indirizzo per la stipula della futura convenzione definitiva; 4) di invitare i seguenti istituti di credito, presenti con proprie filialii nei Comuni facenti parte della Comunità del Parco: Banca Popolare del Mezzogiorno; Banca di Credito Cooperativo di Maierato; Banca Nuova; Banca Carime; Monte dei Paschi di Siena; 5) di dare atto che l’affidamento del servizio avverrà mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, secondo lo schema di valutazione allegato; 6) di nominare responsabile del procedimento il Rag. Giuseppe Lo Iacono; 7) di dichiarare il presente provvedimento immediatamente esecutivo. Il presente decreto verrà affisso all’Albo pretorio dell’Ente Parco con decorrenza dalla data odierna (12 marzo 2013) per 15 giorni consecutivi.


Il Presidente dell’Ente Parco Avv. Vincenzo Graziano

Profile for Parco  Marino

Decreto 2-13  

Decreto 2-13  

Advertisement