Issuu on Google+

i l

c o m u n e

i n f o r m a

città notizie n° 7/2013 - e d i z i o n e giano dell ’ umbria - registrazione tribunale di perugia 38/2008 - editore : kroma editrice srl - via mario angeloni 115 - 06124 perugia d i r e t t o r e r e s p o n s a b i l e pa o l o t o s t i - s t a m pa a c u r a d e l l a k r o m a e d i t r i c e s r l - s p e d i z i o n e p o s t e i t a l i a n e s pa - p e r u g i a - p o s t a z o n e c o n t a c t

Dall’”Imu” alla “Iuc”: il gioco Presentato alla Regione dei balzelli sulla pelle degli dell’Umbria il Puc 3 del Comune di Giano dell’Umbria Enti locali e dei cittadini di Paolo Morbidoni *

Mentre scrivo questo articolo è in approvazione in Parlamento la Legge di Stabilità che riscrive per la terza volta in tre anni la normativa in materia di tributi locali. Nulla quaestio sulla facoltà del Parlamento nazionale di legiferare in materia, ma è inaccettabile che ciò avvenga in maniera assolutamente schizofrenica, a colpi di emendamenti che cambiano continuamente le carte in tavola, senza minimamente considerare la delicatezza della materia e alcuni problemi che questa bulimia legislativa comporta. Non soltanto perché si rimettono nuovamente in discussione gli equilibri finanziari, già molto precari, degli enti locali con numeri ballerini e stime sempre approssimative, impedendo di fatto ogni programmazione e sacrificando ogni forma di legittima autonomia dei territori, ma anche perché si obbligano i cittadini e le imprese a estenuanti sforzi di comprensione e aggiornamento e gli uffici finanziari dei comuni a tour de force burocratici per cambiare regolamenti, modulistica e sistemi informatici per gestire le novità. A questo si aggiunge il caos collegato alla soppressione di Equitalia e all’apertura di una nuova fase in cui tutti i Comuni sono chiamati a fare scelte autonome sulle modalità di riscossione. Io credo che la credibilità di un paese passi anche attraverso una qualche forma di certezza del quadro normativo, del livello di servizi, del carico fiscale e tributario. Come Comuni delle “terre dell’olio e del Sagrantino” stiamo lavorando al progetto di unificare il servizio dei tributi per trasformare questo “limbo” complicato in una opportunità di riorganizzazione che parte dal basso. Con l’obiettivo di dare uniformità ai regolamenti, adottare un unico sistema di riscossione almeno all’interno del territorio dell’Unione e di ottimizzare e qualificare le risorse umane attraverso la creazione di un back office unico per tutti gli otto enti. Speriamo che a questo buon senso amministrativo, che si concretizza dal basso, faccia seguito una razionalità normativa, che non mortifichi le autonomie e dia una volta per tutte stabilità all’assetto dei tributi locali. * Sindaco di Giano dell’Umbria

2 milioni di euro di investimenti pubblici e privati per rilanciare il polo turistico di Montecerreto e il borgo antico del capoluogo

I

l PUC3, approvato dal Consiglio Comunale lo scorso 24 settembre e denominato “Tra uliveti e vigneti verso il borgo antico”, è una grande opportunità per il rilancio della vocazione turistica del territorio basata sul connubio tra centro storico, ambiente naturale e prodotti locali tipici. L’amministrazione Comunale ha lavorato molto in questi mesi per cercare di sfruttare opportunità uniche, quali la scadenza della gestione del campeggio piscina di Montecerreto (nel 2013) e la prossima della Ex Colonia (nel 2015), attivando alcune fondamentali sinergie con imprenditori privati. La creazione del Villaggio naturale turistico “Pineta di Giano”, la riapertura di un itinerario pedonale di collegamento con il centro storico, gli interventi di miglioramento della qualità e attrattività del borgo storico definiscono un progetto legato alla promozione di un turismo che coniuga l’aspetto storico-culturale con quello naturalistico e con quello enogastronomico.

c l i c c a s u : w w w. g i a n o . u m b r i a . i t

L’Amministrazione Comunale augura un felice 2014

Aut. C1/746/2012

giano dell’Umbria news


Giano dell’Umbria news

Ecco tutti gli interventi previsti nel Puc 3 presentato dal Comune di Giano dell’Umbria Il PUC3 del Comune di Giano dell’Umbria propone un’insieme integrato e coordinato di interventi pubblici e privati volti alla rivitalizzazione e riqualificazione del centro storico di Giano dell’Umbria, e del territorio che lo circonda. L’ambito del PUC3 individua un’area intorno al centro storico di Giano che si identifica con il territorio della produzione dell’olio e del vino; all’interno di questo ambito il PUC3 propone una serie di interventi integrati che mirano alla rivitalizzazione e riqualificazione del territorio interessato essenzialmente sotto il profilo turistico e della dotazione di servizi; tali interventi sono: • Polo turistico di Montecerreto - riqualificazione del campeggio e della piscina comunali con una sinergia pubblico-privato, mediante interventi parte a carico del Comune proprietario della struttura, parte a carico del soggetto privato gestore dell’attività; ammodernamento della struttura ricettiva privata adiacente. L’insieme degli interventi configura

una nuova entità turistica che viene chiamata Villaggio naturale turistico “Pineta di Giano”. • Recupero e riqualificazione dell’ex

Fotonotizia

Il Vescovo Mons. Renato Boccardo, in visita pastorale a Giano dell’Umbria, accolto in municipio dalle auorità civili e dai rappresentanti delle Associazioni Dal 14 al 18 ottobre scorso il Vescovo dell’Arcidiocesi Spoleto Norcia, Mons Renato Boccardo ha effettuato la Visita pastorale nel territorio di Giano. Nella mattinata di lunedì 14, ha inaugurato la settimana gianese con una visita in Municipio, alla presenza degli amministratori locali e dei rappresentanti delle associazioni del territorio.

2

posto tappa del tracciato “Martani trekking” ubicato nel fabbricato “La Colonia”. • Riapertura di un sentiero pedonale di collegamento con il centro storico di Giano. • Realizzazione di un’area di attestamento a servizio del centro storico di Giano, costituita da un parcheggio pubblico per n. 20 posti auto e da n. 10 box privati a servizio della popolazione residente, realizzata anch’essa con una operazione mista pubblicoprivato; • Interventi di miglioramento dell’accessibilità attraverso la riapertura di un passaggio pedonale nella cinta muraria per l’ingresso al centro storico. • Interventi di miglioramento delle condizioni abitative su alloggi di edilizia residenziale pubblica. • Interventi di incremento della popolazione residente attraverso la realizzazione di nuovi alloggi in locazione a canone concordato. • Riqualificazione della struttura sportiva adibita al gioco del tennis posta a ridosso del centro storico di Giano mediante la copertura di un campo da tennis. • Altri interventi privati nel territorio collinare olivato (museo dell’olio, etc).


Giano dell’Umbria news

Polizia Municipale, il bilancio dei primi cinque mesi del servizio associato Presenza raddoppiata, più controlli e servizi per i cittadini. Il 16 settembre siglato in Prefettura il Patto per la Sicurezza tra gli 8 comuni, la Provincia di Perugia e il nuovo prefetto Antonio Reppucci

D

al primo luglio 2013, con il trasferimento del personale e delle funzioni dai singoli comuni all’Unione, è partito il corpo unico di Polizia locale. 16 agenti, un solo comandante, un parco mezzi di sei auto e un doblò attrezzato con autovelox, etilometro e altre strumentazioni per la rilevazione incidenti. Si tratta non solo di un obiettivo strategico raggiunto dopo anni di lavoro, ma anche di un fatto epocale, trattandosi della prima esperienza del genere in Umbria. Per il Comune di Giano dell’Umbria, che ha messo a disposizione del corpo la sede operativa in piazza del mercato a Bastardo, il nuovo servizio porta molteplici benefici in termini di presenza e di servizi per i cittadini. Innanzitutto viene garantita l’apertura dello sportello al pubblico sei giorni su sette, in luogo dei precedenti due; inoltre il servizio sul territorio viene garantito per tutta la settimana sia la mattina che il pomeriggio (prima invece gli orari della polizia locale erano soltanto antimeridiani) e nel periodo estivo anche nella fascia serale e in quella notturna. Grazie al Corpo unico, inoltre, è stato possibile sottoscrivere uno specifico accordo di collaborazione con la polizia provinciale e addivenire alla stipula in Prefettura del “Patto per la sicurezza”, il secondo del genere in Umbria dopo quello firmato dal Comune di Perugia, per migliorare le azioni di prevenzione, informazione e formazione in materia di sicurezza e stabilire una forma di cooperazione con tutte le forze dell’ordine presenti nel territorio. Tra le attività che si intendono implementare nel 2014 c’è quella di polizia stradale per contrastare il fenomeno dell’eccesso di velocità sulle strade interne e i controlli di polizia ambientale, in particolare rivolti al rispetto del regolamento di polizia rurale e delle norme sulla raccolta differenziata.

Il Corpo unico schierato in piazza a Montefalco

La firma in Prefettura del “Patto per la sicurezza“

Ecco la nuova lottizzazione di “Colle del Gallo 2”

In via di ultimazione il progetto della nuova lottizzazione. Nei primi mesi del 2014 uscirà il bando per la vendita dei 13 lotti

Il Comune sta ultimando il piano di lottizzazione della nuova zona di espansione della frazione di Bastardo, lungo la sp 452 che sale in direzione di San Sabino. Un’area speculare alla nuova zona C di Colle del Gallo, la cui urbanizzazione è in fase di completamento. Nei primi mesi del 2014 si prevede di convocare la Conferenza di servizi per l’approvazione del piano, dopodiché si procederà ad effettuare il bando per la vendita dei 13 lotti previsti. Si tratta di un comparto molto interessante sotto il profilo urbanistico, che completa l’espansione della frazione su quel versante. Prevista, tra le opere di urbanizzazione, anche una rotatoria sulla strada provinciale che contribuirà a migliorare la sicurezza pedonale e veicolare di tutto il tratto terminale di via primo Maggio, fino all’Ex Villaggio Enel.

3


Giano dell’Umbria news

Opere pubbliche: il punto sui lavori in corso Fondi per la viabilità, bonifica di frane e dissesti e manutenzione di edifici pubblici. Appalto anche l’acquedotto rurale in loc. Monti Martani. Lavori per oltre 1 milione e mezzo di euro

M

L’ingressoalgrado delle nuovelesale polivalenti legate al patto difficoltà nell’ex Convento di San eFrancesco di stabilità al blocco della capacità

mutuabile, che sta impedendo di completare opere già in parte finanziate, il settore lavori pubblici del Comune sta continuando a lavorare a pieno regime. Negli ultimi mesi sono stati ottenuti in questi mesi due importanti finanziamenti per la messa in sicurezza della viabilità: 88 mila euro per la sistemazione della strada comunale Palombaro - San Felice e 100

mila euro per la bonifica del movimento franoso che minaccia la strada provinciale in fraz. Castagnola. A Bastardo sono stati consegnati i lavori per la ristrutturazione dell’Ex palestra della Scuola Media destinata ad ospitare la nuova biblioteca (74 mila euro) , mentre si è avviato il terzo e ultimo stralcio della Palestra della Scuola elementare, affidato sempre alla ditta EdilBevagna. Nei primi mesi del 2014 sarà istallata la fontanella di acqua frizzante in piazza del Popolo. In partenza anche i lavori del nuovo asilo nido, nella struttura dell’ex Cre di via 1° Maggio, rimasti al palo per oltre un anno a causa di una variante progettuale imposta dalla Provincia di Perugia. A Giano capoluogo praticamente completati i lavori nel complesso di San Francesco (330 mila euro) e di rifacimento della pubblica illuminazione, mentre sono in corso i lavori di messa in sicurezza del cortile della scuola dell’infanzia e primaria (350 mila euro) e sono stati consegnati alla ditta Varian di Ponte di Ferro i lavori di sistemazione delle rampe di accesso al centro storico (80 mila euro). A Montecchio, dopo il corposo intervento

Bando 6000 campanili. Il Comune di Giano in corsa per aggiudicarsi un finanziamento di 900 mila euro da parte del Ministero delle Infrastrutture

I

l click day si è consumato lo scorso 24 ottobre, alle 9 in punto. Spedizione solo per via telematica e finanziamento dei primi 100/150 progetti in ordine di arrivo. Questo era il criterio stabilito dal “Primo Programma 6.000 Campanili” del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, previsto dal Decreto Legge del “Fare” n. 69, poi convertito in legge n.98/2013, per cui sono stati stanziati 100 milioni di euro riservati ai comuni al di sotto dei 5000 abitanti. Sono stati presentati oltre quattromila progetti in tutta Italia e ora è partita la fase di verifica della regolarità delle spedizioni e della completezza delle documentazioni che dovrebbe completarsi a gennaio con la formazione della graduatoria. Grazie alla collaborazione con Ict Valle Umbra, che ha messo a disposizione il suo nodo di fibra ottica a Foligno, il Comune di Giano è riuscito a spedire alle 9, 0 minuti e 35 secondi, un tempo di assoluto rilievo che mette l’Ente in corsa per l’aggiudicazione del finanziamento. Il Comune di Giano dell’Umbria ha partecipato con un progetto per il completamento delle infrastrutture, reti e pavimentazioni del capoluogo per un importo complessivo di 900 mila euro. Un lavoro che, se finanziato, è destinato a cambiare volto al borgo antico di Giano dell’Umbria. Altro aspetto significativo è che l’opera è stata progettata interamente dal gruppo di professionisti interni al Comune, il responsabile Ing. Mario Brizi e i collaboratori Arch. Stefania Latino e Arch. Alessandra Marchini.

4

di rifacimento della pubblica illuminazione nel centro storico e la sistemazione del “Giardino medievale”, si resta in attesa di reperire il cofinanziamento necessario a far partire l’intervento di riqualificazione dell’accesso al borgo, per cui la Regione ha già stanziato l’importo di 150 mila euro. Altri interventi nel 2014 sono previsti a Morcicchia (consolidamento mura castellane), e a Fabbri, dove si interverrà finalmente sulla copertura del vecchio plesso scolastico, per cui è in via di completamento la progettazione esecutiva. In fase di appalto anche l’acquedotto rurale di Monte Martano per un importo di 450 mila euro.

Santa Barbara, il Comune istituisce una borsa di studio dedicata all’ing. Francesco Bruno, nel 60° dalla morte Il 4 dicembre l’Amministrazione Comunale, insieme alla Parrocchia, alla Pro Loco di Bastardo e alla Banda di Montecchio, hanno celebrato la ricorrenza di Santa Barbara, patrona dei minatori con la messa nella omonima chiesina all’ingresso del paese, il corteo e la deposizione della corona sul monumento dedicato ai caduti in Via Buozzi. La data del 4 dicembre, caduta nell’oblio per molti anni, è tornata ad essere un momento solenne di ricordo e di festa. Quest’anno, nel 60 della morte dell’ing. Francesco Bruno, illuminato imprenditore borghese, che investì una fortuna nell’avventura mineraria, dando il via allo sviluppo del polo produttivo di Bastardo, l’Amministrazione ha inteso istituire una borsa di studio dedicata alla sua memoria.

Minatori di ieri e di oggi davanti al cippo alzabandiera


Giano dell’Umbria news

Inaugurazione del giardino medievale A Montecchio una interessante esperienza di riqualificazione urbana attraverso lo strumento della progettazione condivisa

Sabato 21 dicembre sarà riconsegnato alla comunità di Montecchio, dopo un intervento di completa ristrutturazione, il piccolo spazio verde interno alle mura del borgo che da moltissimi anni versava in uno stato di completo abbandono. Grazie ad un finanziamento del Gal Valle Umbra e Sibillini e a risorse di bilancio comunale, è stato possibile realizzare un vero e proprio “giardino medievale” che oltre a riqualificare una porzione di centro storico a ridosso della piazza e della Chiesa parrocchiale di San Bartolomeo, rappresenta una originale fonte di informazioni su piante ed erbe officinali che sono state messe a dimora negli spazi verdi. La particolarità dell’intervento è data dal coinvolgimento di una serie di soggetti locali che hanno svolto e svolgeranno un ruolo fondamentale per realizzare e mantenere il giardino. La parrocchia e l’Università agraria di Montecchio, che hanno messo a disposizione l’area; la Gaita S.Pietro di Bevagna, la biblioteca comunale e la Scuola che hanno costruito il progetto sulle piante spontanee ed erbe officinali, realizzando anche materiali informativi. Il Centro Handicap l’isola che c’é che lavorerà con i ragazzi all’estrazione delle essenze. E infine la Pro Loco di Montecchio, la Banda, che insieme all’Università Agraria hanno lavorato per promuovere il progetto nella comunità frazionale e si faranno carico della cura dello stesso. Un “giardino” che appartiene a tutti e che potrà diventare fonte permanente di attività e punto di interesse per grandi e piccini.

Ampliamento cimiteri di Giano e Bastardo: chiusa la prima fase con la raccolta delle istanze da parte dei cittadini Ora si è avviata la fase tecnica di adeguamento dei progetti, a cui seguirà, nel corso del 2014, l’appalto dei lavori

D

opo la pubblicazione dei due bandi per la raccolta delle manifestazioni di interesse per l’acquisto di loculi, cappelle e aree cimiteriali da parte dei cittadini, l’Amministrazione Comunale sta adeguando le soluzioni progettuali dei due ampliamenti, tenendo conto che gli investimenti previsti vanno necessariamente coperti con le entrate delle concessioni. Per quanto riguarda il cimitero del capoluogo sono pervenute ben 58 richieste di loculi, a fronte di una previsione iniziale di 60, per cui è stato già mandato al progettista di ampliare la disponibilità degli spazi portando il progetto a 84 loculi, con una spesa complessiva che sale da 85 mila a 120 mila euro. Per il cimitero di Bastardo invece il progetto iniziale dovrà essere ridimensionato, in seguito ad una richiesta molto al di sotto delle previsioni (31 loculi, 4 ossari, 5 cappelle e 1 area cimiteriale), che comporta una previsione di entrata di appena 163 mila euro, a fronte dei 450 mila preventivati per l’ampliamento. Anche in questo caso si sta procedendo alle modifiche tecniche necessarie per entrare nella fase esecutiva degli interventi.

Variante di Bastardo e riqualificazione della Sp. 451 Aggiudicata la gara da 8 milioni e mezzo di euro ad un consorzio di imprese umbre. A primavera il via alla maxi opera

Con l’aggiudicazione della gara da 8 milioni e mezzo di euro ad un Consorzio di imprese umbre, la Provincia di Perugia accelera sulla realizzazione dei lavori di riqualificazione della SP 451 da Bastardo al Bivio della Madonna delle Stella e della Variante di Bastardo, che alleggerirà il traffico pesante al centro della frazione e consentirà di realizzare opere strategiche per la sicurezza pedonale e veicolare, come le due rotatorie all’altezza della zona industriale di Colfumero e in corrispondenza con l’incrocio della ex 316 dei Monti Martani in prossimità della Chiesina di Santa Barbara, la messa in sicurezza degli incroci a Casa Naticchia e Bivio Moscatini, un nuovo ponte pedonale per attraversare il torrente pugliola e il completamento dei marciapiedi da Via Olindo Vernocchi a Cavallara. Considerata l’importanza delle direttrici della Sp 451 e ex ss 316 non solo per il Comune di Giano ma anche per comuni limitrofi come Gualdo Cattaneo, Montefalco e Castel Ritaldi, si tratta di un intervento strategico per il territorio, sia per il valore economico dell’opera, sia per l’impatto sull’economia locale. Certamente una delle opere pubbliche più importanti nel settore della viabilità dal dopoguerra ad oggi. Un ulteriore elemento di interesse, considerato il nuovo tracciato della variante, è l’impatto che avrà per il rilancio dell’area della Ex fornace Tacconi, uno dei siti dismessi più grandi ed interessanti che si trovano all’interno della frazione. La partenza dei lavori è prevista per la prossima primavera.

5


Giano dell’Umbria news

Servizi sociali e solidarietà ai tempi della crisi Il Comune sta compiendo uno sforzo straordinario in tempi di penuria di risorse. L’altra faccia della medaglia che spesso sfugge all’attenzione dei media.

M

algrado le difficoltà legate al patto C’è una storia silenziosa fatta di impegno e di professionalità al servizio dei più deboli che è l’altra faccia dei servizi del comune. Che richiede, in tempi di crisi, un crescente sforzo economico ma anche tanta umanità. Questa storia è fatta dagli operatori sociali del territorio, che svolgono un lavoro molto delicato al servizio dei più deboli. La rete di solidarietà non è costituita soltanto dalle strutture di eccellenza visibili nel territorio (dal centro sociale al Centro handicap ,al centro giovani) ma è fatta di servizi alla persona, molto importanti e delicati. I numeri parlano da soli: Per quanto riguarda i minori dal primo gennaio 2013, sono nove gli utenti che beneficiano del servizio di assistenza domiciliare, mentre sono 4 i disabili che usufruiscono di un sostegno intrascolastico. Ci sono poi 19 casi in carico al tribunale per i minorenni, con situazioni che prevedono supporti alla genitorialità, mediazioni familiari e servizi da parte del Centro di salute mentale; Per quanto riguarda la popolazione adulta e anziana, 5 sono le borse di lavoro attivate nel comune, 12 famiglie usufruiscono di assistenza domiciliare, 9 nuclei beneficiano del servizio di telesoccorso, mentre 3 famiglie hanno una assistenza specifica per la disabilità degli

D

a due mesi è iniziata la scuola. Il nostro Istituto Scolastico che da un anno è stato trasformato in Omnicomprensivo con l’annessione dei due indirizzi professionali: meccanico e commerciale, ha posto al centro della sua attività educativa e didattica il tema della motivazione degli studenti, in quanto si ritiene che non ci sia un vero apprendimento senza l’appassionato desiderio di conoscere. Ma la passione non basta per riuscire a raggiungere la meta: c’è bisogno di sviluppare abilità, di far acquisire competenze. In questa ottica il nostro Istituto si sta muovendo caratterizzando l’intero Piano dell’Offerta Formativa. Al successo formativo di tutti i nostri alunni, che costituisce la finalità prioritaria della scuola, devono dare il loro fattivo contributo tutte le componenti vicine agli alunni, gli enti locali, le associazioni culturali e in particolare la famiglia. Compito della scuola è quello di ricreare un clima che favorisca la cooperazione. L’istituzione scolastica deve essere sempre di più una comunità inclusiva, di apprendimento flessibile in cui lo studente può affrontare serenamente i problemi e le fatiche, in base alle proprie risorse e capacità, giustamente supportato dalla propria

6

adulti, che va ad integrarsi al prezioso lavoro svolto dal’Isola che c’è. Altre 4 famiglie hanno aderito ad un progetto Inpdap che contempla forme di assistenza a domicilio e supporti economici per i servizi. Mentre sono stati circa 8 mila euro i contributi concessi in questi mesi dal Comune per fare fronte a situazioni di emergenza di famiglie seguite dai servizi sociali dell’Ente. Da maggio 2012 ad Agosto

2013, nel centro handicap di Bastardo, è stato sperimentato, grazie ad un contributo regionale, un modulo di semiresidenzialità che ha avuto significativi riscontri negli utenti e nelle famiglie. La rete di solidarietà si completa con l’azione preziosa della scuola, delle associazioni di volontariato e della Caritas locale, con cui l’Amministrazione Comunale mantiene aperto un prezioso e fruttuoso dialogo.

La scuola come comunità inclusiva

La motivazione degli allievi e degli insegnanti alla base del piano di offerta formativa di Giuseppe Sofia (*)

famiglia; in conseguenza anche di tutto ciò la motivazione degli insegnanti aumenta, alimen-

tata da quella degli allievi. In un Istituto non di grandi dimensioni, quale è il nostro, tutto ciò è possibile realizzarlo; si tratta di un processo che ha bisogno di tempo e dell’apporto di tutte le componenti che operano nel territorio e il ruolo del Dirigente Scolastico nella realizzazione del suddetto processo è di rilevante importanza. Egli deve valorizzare tutte quante le risorse interne della scuola nel rispetto delle competenze, dei ruoli e delle potenzialità di ciascuna. Il lavoro fatto fin d’ora nella continuità didattica, nei processi di integrazione, nel confronto con altre scuole e i risultati delle prove Invalsi, al di sopra della media nazionale, ci confermano come un polo di eccellenza formativa. * Dirigente dell’Istituto Omnicomprensivo Giano Bastardo


Giano dell’Umbria news Feste dell’Olio 2013. Cronaca di un successo annunciato

Boom di arrivi e presenze nel mese di novembre. Il Sindaco Morbidoni “Le eccellenze enogastronomiche del territorio saranno uno dei volani della ripresa.”

L

e feste dell’Olio di Giano si confermano catalizzatrici di attenzione e di presenze, sfidando anche le avversità meteo. Anche se da un punto di vista dei numeri non si sono toccate le presenze record dello scorso anno, sia la “Mangiaunta” che la “Festa della Frasca” hanno proposto appuntamenti di altissima qualità, con un grande ritorno di immagine per il territorio e per i produttori. Nel primo week end di novembre i frantoi sono stati protagonisti del consueto itinerario del gusto che ha coinvolto centinaia di turisti provenienti da ogni parte d’Italia, mentre per Le Vie dell’Olio è stato il borgo il fulcro delle manifestazioni. Alcune significative novità hanno caratterizzato l’edizione 2013 delle feste dell’olio ed in particolare della festa della Frasca. La prima è quella del coinvolgimento di tutto il territorio, grazie alla partecipazione attiva delle 3 Pro Loco di Bastardo, Giano e Montecchio e della comunità di Fabbri. L’altra è l’inserimento

della manifestazione dentro il circuito nazionale di “Girolio d’Italia’ come unica tappa in Umbria, che testimonia il livello qualitativo raggiunto dall’evento. Molto importanti sono stati sia la diretta sul tg regionale del sabato sia la presenza costante sia sui media tradizionali che su siti internet e social network, che hanno fatto da straordinario amplificatore del messaggio culturale dell’evento. “Un risultato molto importante non solo per l’economia agricola del territorio - spiega il Sindaco Paolo Morbidoni - ma anche un veicolo di conoscenza e di caratterizzazione turistica che porterà nel corso del tempo sempre frutti ulteriori. A conferma di ciò i dati degli arrivi e presenze turistiche sono saliti nel mese di novembre rispettivamente del 26,58% e del 31,21%. Ormai Giano é un polo conosciuto e apprezzato per la produzione dell’olio tra i più importanti in Umbria e questo ci ripaga dell’intenso lavoro svolto in questi anni”.

Il Sindaco con due protagonisti delle feste 2013: l’attore Roberto Ciufoli e lo chef Giancarlo Polito

Centro sociale “San Gaspare”. Rinnovato il Comitato di Gestione. Lilli Sante confermato Presidente

L

’8 dicembre scorso, presso la sede del centro in Via San Felice, si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Comitato di Gestione. Hanno votato 140 persone e sono risultati eletti i seguenti soci: Lilli Sante, Nardelli Aurora, Rapastella Leonardo, Ceccaroni M.Giuseppa, Ciani Carla, Filippi Antonio, Emili Felice, Maggiori Damiano, Gasparri Moira. Il nuovo comitato ha poi confermato Lilli Sante nella carica di Presidente per il prossimo triennio 2014/2016.P resentato, nel corso del tradizionale pranzo sociale, anche il programma di attività 2014, alla presenza di Claudio Barbanera, Presidente regionale Ancescao (L’associazione dei Centri Sociali che conta oltre 22 mila iscritti in Umbria) e dell’assessore alle politiche sociali del Comune di Giano dell’Umbria Vittorio Terenzi. Il Centro sociale Anziani “San Gaspare” si distingue da anni sia per l’alto numero di associati (oltre 350 nel 2013), sia per le importanti attività svolte a favore della popolazione del comune, con particolare attenzione per quella anziana, dalla ginnastica dolce alle attività ricreative, dalle gite sociali al volontariato.

Le giovani promesse gianesi del motocross Si è conclusa la stagione 2013 del motocross Umbro ed i giovani piloti gianesi, che gareggiano con i colori del TEAM VOLA, sono riusciti ancora una volta a primeggiare nei vari campionati. Elia Meniconi (15 anni) ha concluso il campionato nella categoria MX2 in settima posizione, finendo a podio in diverse gare. Mentre nel minicross Matteo Ciani (13 anni) si è aggiudicato il campionato umbro categoria 85 Senior; Alessio Ciani (11 anni) si è aggiudicato il campionato umbro Uisp categoria 85 promo e Matteo Profidia (12 anni) è riuscito a vincere il campionato categoria 85 Junior. Questi ragazzi, che proveranno nel 2014 a disputare il campionato italiano, ringraziano gli imprenditori locali che li supportano in questo sport: GIOIELLERIA LUISA - BM di Bordoni Vincenzo - QJ RENT - TZ GOMME WORK SECURITY - CARROZZERIA DUE MARI - VALENTINO CALZATURE - PASSAQUIETI AUTOSERVIZI - OTTICA BOCCOLINI - TERMOCLIMA di Bianchi - BAR CRISTAL - BAR GINGER TECNOFER - TECNO COMPONENTI - CRISTOFANI Srl

7


Giano dell’Umbria news Gi a n o Un milione di euro per le attivitĂ  commerciali. Pubblicato il bando della Regione Umbria. Entro il 31 gennaio 2014 dovranno essere presentate le domande L’Assessorato alle attivitĂ  produttive del Comune comunica che, dopo il bando “RE.Sta.â€?, la Regione Umbria ha stanziato un altro milione di euro per la riqualificazione delle imprese commerciali, con contributo pubblico a fondo perduto del 60 per cento sul totale dell’investimento. Con il bando sono incentivati i progetti di riconversione delle singole imprese, piccole e medie, dei centri commerciali naturali, previsti dal Testo Unico sul commercio di prossima approvazione, tenendo conto dei “Quadri strategici di valorizzazioneâ€?, gli strumenti di programmazione per la rivitalizzazione dei centri storici, che anche il comune di Giano ha adottato. Molto snelle e rapide le procedure: domande entro il 31 gennaio 2014; trenta giorni di tempo per esaminare i progetti e approvare la graduatoria e sei mesi dalla data dell’atto di concessione del contributo per completare l’intervento agevolato. Nella valutazione dei progetti di riqualificazione, verranno riconosciuti punteggi aggiuntivi per interventi all’intervento dei Quadri strategici di valorizzazione, per i negozi storici e quelli di eccellenza o per le attivitĂ  che operano o si trasferiscono nei centri storici. Info ulteriori possono essere reperite presso l’Ufficio attivitĂ  produttive del Comune. Suape: nel 2014 si sperimenterĂ  lo sportello telematico per le attivitĂ  economiche e per l’edilizia Chiusa la fase preparatoria, condotta da Regione dell’Umbria e Sir, che ha ri-

i n

chiesto tempi piĂš lunghi del previsto per adottare protocolli e procedimenti comuni per tutto il territorio regionale, Giano dell’Umbria sarĂ  uno dei comuni pilota che nei primi mesi del 2014 sperimenterĂ  lo Sportello Unico per le attivitĂ  produttive e per l’edilizia. Un passaggio importante sul fronte della semplificazione e del servizio ai cittadini e ai professionisti, che si attiverĂ  grazie all’adesione del Comune al partenariato proposto dal Comune di Spoleto che è uno dei capofila del progetto “Ri-Umbriaâ€?. Una volta partito il servizio tutti gli atti riguardanti l’esercizio di attivitĂ  economiche e tutte le pratiche edilizie dovranno essere inviate esclusivamente via internet, eliminando trafile e lungaggini burocratiche. Nella prima fase saranno operative le Comunicazioni e le Scia (sia commercio che edilizia) e in un secondo step anche i Permessi di Costruire.

a natale regalatevi un cucciolo e date una nuova casa agli undici “bastardini� abbandonati nelle campagne di Giano

Sono stati abbandonati nelle campagne di Il Sindaco Paolo Morbidoni Giano a fine novembre e ora cercano una Presidente dell’Unione Terre nuova casa questi undici cuccioli e la loro dell’Olio e del Sagrantino mamma, che dopo una segnalazione e Il Sindaco Paolo Morbidoni ha assunl’intervento del servizio veterinario della to dalla fine di luglio 2013 la carica di Asl, sono stati ricoverati presso il canile presidente pro tempore dell’Unione dei convenzionato con il Comune di Giano Comuni Terre dell’Olio e del Sagrantino, che sta a Campello sul Clitunno. La casuccedendo, come previsto dallo Staturica degli undici vivaci cuccioli sarĂ  dito, al Sindaco di Castel Ritaldi Andrea sponibile giĂ  dal prossimo 20 Dicembre, Reali che ha completato il suo anno di pronta a trovare una cuccia calda proprio mandato. Nelle sue linee programmatisotto l’albero di Natale. Insieme a loro che esplicitate nel consiglio dell’Unione molti altri ospiti del canile che provengodello scorso 7 ottobre, sono stati inseriti no dal territorio di Giano e che attendono obiettivi importanti come l’associazione fiduciosi di essere adottati. Per tutte le LOGOSALEPDF   dei servizi Tributi e Personale e un coinformazioni ci si può rivolgere a Boba ordinamento delle attivitĂ  di protezione Wash, in viale Trento e Trieste 44 a Spocivile degli otto comuni dell’Unione. leto o telefonare allo 0743 48584. #

Impianti Elettrici/Fotovoltaici Impianti Termici Sorarizzati Manutenzione del Verde Pulizie Civili e Industriali -

9

#-

-9

Loc. Madonna di Lugo, Spoleto Tel. 0743.223990 #9

#-9

+

8

pill o le

Tutti gli ultimi venerdĂŹ del mese, per mangiare buono, economico, divertente Solo su Prenotazione CENA DI PESCE Ristorante Sale in Zucca S.S. Flaminia Km 131.4 - Spoleto (vicino Eurobusiness) Tel. 0743.274074


Giano dell'Umbria news - dicembre 2013