Issuu on Google+

Il Fiume Reno è di cinque milioni di anni più vecchio di quanto si pensasse prima… Submitted by paololui on maggio 19th, 2012 Gli scienziati del Centro Senckenberg per l’evoluzione umana e Paleoecologia (HEP) presso l’Università di Tubinga, e il Senckenberg Research Institute di Francoforte, hanno esaminato l’età del Reno sulla base di fossili. Hanno scoperto che il fiume è di cinque milioni di anni più vecchio di quanto si credesse.

Il Reno non è un’entità sconosciuta in Europa,nel suo viaggio verso il Mare del Nord attraversa la Svizzera, Austria, Germania e Paesi Bassi. Inoltre, il bacino idrografico del fiume, che è di circa 1.233 chilometri di lunghezza, comprende anche la quasi totalità del Lussemburgo, nonché di piccole parti di Belgio, Francia, Liechtenstein e Italia. Eppure, famoso come il fiume può essere, la sua età originale è ancora in discussione. Fossili di corna del cervo elegantulus Paradicrocerus, dell’inizio della metà del Miocene…


“Fino ad ora si è ipotizzato che il Proto-Reno è circa dieci milioni di anni”, spiega il Prof. Madelaine Böhme, autore principale dello studio e alla testa del gruppo di lavoro HEP “Paleoclimatologia terrestre”, e continua: “Ma sulla base dei nostri esami di fossili provenienti da un sito vicino a Sprendlingen, ora crediamo che il fiume è di almeno cinque milioni di anni più vecchio.” I fossili di mammiferi nelle aree Sprendlingen e Eppelsheim sono stati considerati per 200 anni dai paleontologi di vertebrati per essere il metro di misura per il Neogene,l’intervallo di tempo tra 23 milioni e circa 2,5 milioni di anni fa. Il sito è diventato famoso in tutto il mondo per la prima scoperta in assoluto di una scimmia fossile (1822) e le prime descrizioni scientifiche di 19 specie di grandi mammiferi del 19 ° secolo. L’assegnazione di un periodo di tempo per le sabbie Deinotherium che si trovavano lì, e che contengono numerosi altri fossili con i denti e ossa che hanno fornito il nome del proboscidato, è stato spesso oggetto di dibattito scientifico. “Per questo motivo abbiamo esaminato un nuovo campione con oltre 300 fossili di mammiferi, foglie e legno fossilizzato. In questo processo abbiamo trovato i denti e le ossa di diverse specie di cervi che vivevano in Europa centrale all’inizio del Miocene Medio, in altre parole, nel periodo tra i 14 e i 16 milioni di anni fa “, spiega Böhme. I risultati hanno conseguenze immediate per la comprensione dello sviluppo del bacino principale e lo scavo Reno nella storia geologica. Poiché i risultati sono stati compiuti nei depositi più antichi conosciuti del Reno, esso deve anche essere di almeno cinque milioni di anni più vecchio. Le conclusioni degli scienziati possono avere un impatto sulla classificazione cronologica di tutta la flora e la fauna del Medio tardo Miocene, e questo, nonostante il fatto che fino ad ora i siti vicino a Sprendlingen erano stati un momento determinante solo per i paleontologi… Vi ricordiamo che per Interagire con noi, e usufruire di altre notizie meteoclimatiche supplementari agli articoli che già postiamo sul sito, vi aspettiamo alla pagina di Facebook, che usiamo come “Forum”…Vi aspettiamo!!! http://www.facebook.com/pages/WPS-METEO-Weather-PredictionSystem/115751425127819 Paolo Lui


Il Fiume Reno e di cinque milioni di anni più vecchio di quanto si pensasse prima