Page 1

Vela

Venerdì 27 Maggio 2011

Negri racconta «Il mio segreto? Non mollare mai»

D

iego Negri non ha bisogno di particolari presentazioni: si sa, è uno tra i più forti timonieri al mondo. Dianese, nato nel 1971, si appresta ad affrontare la sua quarta Olimpiade (Weymouth-Portland 2012, in coppia con il livornese Enrico Voltolini) in forza alle Fiamme Gialle dopo l’esperienze di Sydney, Atene e Qingdao. Va in barca da una vita, ma non sarebbe diventato il campione che è se, all’inizio della sua carriera, avesse preteso troppo da sé stesso. La calma è la virtù dei forti, Negri ne è la dimostrazione. Diego, raccontaci del tuo approccio con la vela. «Prima o poi, su una barca ci sarei dovuto finire. Mio padre è presidente del Club del Mare di Diano: all’epoca era istruttore della società e buon finnista, mentre mia madre si dilettava sui Flying Junior. Ho iniziato a 6 anni, d’estate, a bordo prima dell’Eau Vive, un’imbarcazione scuola in cui si andava tutti insieme, e poi sugli Optimist. Negli anni ’70 la vela giovanile era uno sport prevalentemente estivo: fino a 13 anni ho vissuto questo sport soltanto nella bella stagione, partecipando alle regate zonali. Era un mondo fatto di solidarietà tra circoli e una gran voglia di crescere insieme. Devo dire che è proprio qui in Liguria che ho acquisito le mie capacità tecniche e tattiche di base. Dai 13 anni in su la mia attività velica si è fatta più intensa». Anche se i risultati non sono arrivati subito… «Per quanto riguarda l’Optimist, il mio fisico mi penalizzava, ero già troppo sviluppato e pesante. Pur ottenendo discreti piazzamenti, culminati con la convocazione agli allenamenti federali nazionali a Livorno, non sono mai riuscito ad entrare nella cerchia dei selezionati per mondiali ed europei. Anche quando sono passato sull’Europa (all’epoca ancora non esisteva il Laser Radial), la situazione non è cambiata». Tanti ragazzi hanno smesso di regatare, accecati dalla fame di prestazioni che non arrivavano, mentre tu hai tirato avanti e sei stato ampiamente ripagato. Come è potuto succedere? «Ho sempre vissuto la vela come un gioco, e devo dire che l’attività agonistica, negli anni passati, era meno esasperata di adesso. Quando poi sono passato sul Laser, tutte le pedine (peso, tecnica e tattica) sono andate al loro posto. Il mio fisico era perfetto, la mia maturazione completa. Ho vinto il Campionato Italiano Juniores, e dato che da Barcellona ’92 il Laser era entrato nelle classi olimpiche, ho deciso di impegnarmi

L’OPINIONE

a fondo: finalmente, i risultati stavaregge e per la vela non si è mai tropno arrivando». po vecchi, ho due figlie a cui spero di Due Olimpiadi nel 2000 e nel dedicare il mio tempo». 2004, poi l’annuncio: Diego Negri La cosa più curiosa che è ti è capassa allo Star. Perché hai optato pitata in mare? per il cambio di classe? «Sicuramente la nevicata che nel «Terminati i Giochi di Atene, ho dicembre scorso ha sorpreso me e pensato che a 33 anni la mia espeEnrico davanti a Marina di Pisa. rienza sui Laser potesse considerarQuando uno va a sciare, ha gli ocsi conclusa. Avevo voglia di nuova chiali da sole: in barca, d’inverno, sosfide, di cimentarmi con qualcosa di no accessori superflui. Non vedevaancora più impegnativo. Lo Star mi mo niente, la superficie del mare era attirava non poco: in questa categouna coltre fumosa. Un’esperienza ria naviga il gotha della vela internaunica, quasi mistica». zionale, in più mi sarei I tuoi consigli a chi inirapportato con un’altra zia questo sport? Si prepara persona a bordo. In cop«Non avere fretta. La alla quarta pia con Luigi Viale, caro vela è un’attività comamico, ho subito ingranaplessa, non si smette Olimpiade to macinando prestaziomai di imparare perché è ni che mi vedevano semcomposta da tanti fatto«Ragazzi pre tra i primi 5 al monri: tattica, strategia, menon abbiate do, chiudendo il teorologia e via dicendo. fretta» Mondiale 2008 in seconÈ un percorso lungo che da posizione, mentre alle va seguito passo dopo Olimpiadi cinesi ci siamo passo, ascoltando l’insepiazzati decimi. Dopo Qingdao, Viagnamento del mare. Un altro consile ha deciso di dedicarsi all’azienda glio va ai genitori: lasciate che i figli di famiglia e io ho trovato il compacompiano il proprio percorso velico gno ideale in Enrico Voltolini: saremo autonomamente, senza inutili presinsieme a Londra per difendere i cosioni – anche inconsce – da parte volori azzurri». stra». Londra 2012 potrebbe essere l’ulSei su una torre, con un Laser e tima Olimpiade per la classe Star. Il uno Star. Quale barca butti giù? tuo futuro? «Il Laser, perché è più leggero! «Sussiste ancora un barlume di Scherzi a parte, credo che, anche se speranza che a Rio 2016 lo Star entri il Laser mi ha dato molto, lo Star poscome undicesima medaglia, ma se sieda qualcosa di più. In più il mio ficiò non dovesse accadere, chiuderò sico (Negri pesa più di 90 kg, ndr), orla mia carriera olimpica. Ho girato la mai, è da starista incallito!». boa dei 40 anni, e anche se il fisico EUGENIO RUOCCO

CORSI

 Il club di Sturla organizza due sessioni a giugno e una ad agosto

Al Circolo Vernazzolesi due settimane per imparare

L’

estate è alle porte. Per chi voglia avvicinarsi al mondo della vela il Circolo Vele Vernazzolesi, in via del Tritone 14, Genova Sturla Mare (tel. 010 396394, sito internet www.cvv.it) organizza corsi di vela per ragazzi di età compresa tra i 6 e i 17 anni su Optimist, l’Equipe e 420. I corsi, tenuti da istruttori federali, si svolgono dal lunedì al venerdì e durano due settimane (10 Lezioni), al mattino dalle 9 alle 13 e al pomeriggio dalle 14 alle 18.

 Il noto studioso di Sestri Levante, Paolo Gemelli, delinea il quadro delle previsioni per le prossime settimane

Il meteorologo «In arrivo il vento che ci aspettiamo»

N

39

elle settimane che precedono l’arrivo dell’estate il Mediterraneo è interessato da due “Battaglia” configurazioni in Costa bariche che si Azzurra fronteggiano lungo un meridiano Fra due ideale che divide metà la Costa configurazio aAzzurra. A occini bariche dente l’alta pressione dell’Oceano Atlantico che cer-

ca di irrompere verso oriente colmando l’area di pressione relativamente più bassa centrata sull’Europa dell’est. La valle del Rodano è attraversata da correnti fredde settentrionali, le stesse colpiscono i rilievi alpini e, prima di sfociare tra il Golfo del Leone e il Mar Ligure, favoriranno l’approfondirsi di una piccola depressione locale al largo della Costa Azzurra. Lo scenario, molto frequente sul Mar Ligure fino al mese di Ottobre, vede un intenso regime da nord ovest sul Golfo del Leone deviare a oriente sotto forma di ovest-sud ovest al largo (con particolari rinforzi in prossimità di Capo Corso e Capraia)

e nord est lungo la costa che da Genova porta a Ventimiglia. Come una trottola che si muove verso la Toscana, la depressione tira dietro di se il nord ovest che irrompe spesso bruscamente sulla Liguria, accompagnato da temporali e dal repentino abbassamento della temperatura. Mentre sul mare il termometro indica ancora valori tra 19 e 22°C, la superficie risente dei capricci dello spostamento delle masse d’aria con giornate calde e umide associate ai regimi meridionali, pronte a cedere il passo alle ultime incursioni delle fredde correnti invernali. PAOLO GEMELLI

*meteorologo

Il primo corso partirà il 13 giugno, il secondo è in programma il 27 giugno. L’iscrizione comprende tesseramento alla Federazione Italiana Vela, copertura assicurativa, materiale didattico. In autunno, dopo il terzo corso dal 29 Agosto al 9 settembre partiranno i corsi di perfezionamento per l’avvio alla vela agonistica. Buon vento! Servizi di EUGENIO RUOCCO

Ecco tutte le regate in programma nel week end RECCO/CAMOGLI, SABATO Trofeo Gitto Pendola Laser CV SORI/CAVM RECCO/CVGP CAMOGLI RAPALLO, SABATO Trofeo OPA Marine Altura CN Rapallo SANREMO, SABATO E DOMENICA Trofeo Gianni Cozzi Altura YC SANREMO/YC AREGAI FINALE LIGURE, sabato e domenica GP delle Due Isole Altura Comitato Due Isole SORI, DOMENICA Trofeo Causi Laser CV SORI/CAVM RECCO/CVGP CAMOGLI STURLA, DOMENICA Trofeo Golfo di Sturla 420 Circoli del Golfo di Sturla

Meteorologia del Mar Ligure a Maggio  

Alcuni cenni della meteorologia del Mar Ligure nel mese di Maggio

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you