Page 1

Squadrescion Ev (inv) oluscion 25/11/1984 – 25/11/2008 XXIV° Anno dell’Era Squadrescion


La Squadrescion compie 24 anni. La mitica compagine, emanazione diretta dell’immaginifica mente del Capo Mc Allock, è ormai a un passo dal raggiungimento del quarto di secolo ma, malgrado l’inesorabile passare del tempo, mantiene ancora intatta la sua freschezza, la sua vitalità, il suo spirito. Com’è noto alle masse, dall’inizio del mese di settembre, l’attività agonistica per la Squadrescion è ripresa in modo sistematico. Infatti ogni lunedì, nel comodo orario delle 22.00 circa, gli Squadrescion Boys si esibiscono per un’ora ai campi di Via Mattia Battistini. E di vere e proprie esibizioni appunto di tratta: partite tiratissime, gesti atletici estremi, funambolici dribbling, gol spettacolari. Questo e altro ancora il lunedì sera ci riserva. Dopo tre mesi di duri allenamenti e di gioco spumeggiante è utile fare il punto sulla situazione psico-fisica di alcuni dei punti di forza della compagine onde trarre conclusioni utili per il proseguo della stagione agonistica. Mc Allock: la garanzia. Il Capo è sempre Lui. Non peggiora, e d’altra parte migliorare non può, non si migliora la perfezione.

f

Trap: l’oggetto misterioso. Sempre convocato ma sempre meno presente. Si giustifica con scuse imbarazzanti e inverosimili che spaziano dallo stato di salute decadente (ginocchi scricchiolanti, febbri tropicali, streptococchi) agli impegni di lavoro (alle 22.30 di lunedì?). In effetti si vocifera che egli preferisca passare il suo tempo davanti al computer rimorchiando su Facebook. Innumerevoli ormai le femmine cadute della sua subdola rete, ultima delle quali la figlia di Baffetto (noto pizzettaro romano), concupita sicuramente per fini gastronomici (no comment…anzi comment… molto comment).

c

a

Kantonen: l’inqualificabile. Riesce ogni partita a peggiorare un poco rispetto alla precedente. Impresa improba ma che gli riesce ogni lunedì.

i

Saulo: la delusione. Colui che era fino a qualche tempo fa il punto di forza della squadra, la punta di diamante


dell’attacco, l’orgoglio della Squadrescion, è ormai oggi solo la sparuta ombra di se stesso. Il fiato gli inizia a mancare, inquadra la porta sempre meno e la lucidità latita. Ma il motivo c’è ed è risaputo. Saulo dedica tutte le sue energie all’elaborazione e alla gestione del “B.O.R. - Battistini Official Ranking”, nato da una sua brillante idea, e ciò a scapito dell’attività fisica. Comunque, per essere riuscito a imporre il “BOR” come sponsor ufficiale della Champions League, va a lui l’eterna riconoscenza della Squadrescion intera (vedi foto).

d

Markussen: la conferma. Faro del centrocampo. La troppa modestia gli impedisce di elevarsi sulla massa informe dalla quale comunque si distingue.

o

Sergio Foglietta: la classe. Membro della Squadrescion anomalo. Le sue prestazioni migliorano di partita in partita, aspettiamo l’inevitabile calo per considerarlo un membro

effettivo.

s

Alessio Valenza: la fantasia. Come sopra, anzi peggio, gioca troppo bene, e in più corre addirittura.

Dopo questa breve disamina si può concludere che, malgrado gli alti e i bassi che coinvolgono i giocatori (Mc Allock escluso ovviamente), la media della Squadrescion si conferma bassa, molto bassa. E, gloriosamente, la tradizione prosegue e si consolida….avanti così!

La Squadrescion compie 24 anni  

La Squadrescion compie 24 anni

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you