Page 109

IVAN SCALVI

QUEL “NON SO CHE” CHE CI PER PERVVADE …Io e la Banda, un rapporto che dura ormai da anni, potrei affermare che è una vita che sono nella Banda! Una vita… che strano, ma sono anche molto contento di questa cosa, e devo ringraziare mio nonno che riuscì a trasmettermi la passione che aveva per la musica. In una giornata piovosa, ai tempi delle scuole medie, mi portò nella sede del Corpo Musicale Santa Cecilia, che si trovava in via Garibaldi, proprio in fianco al Circulin, in una palazzina vecchio stampo, una porta, entro… un ascensore e… ma non c’è ascensore! Bah… che posto strano fu il mio pensiero, e che gente strana lo frequenta! Quella sala era uno sciamare continuo di persone, chi entrava e usciva così senza motivo, chi suonava tutto assorto in un’angolino, altri che chiacchieravano di musica, gente che dimenava le mani davanti a un foglio pieno di note, ma dove sono finito?! Per i primi tempi niente strumento! Prima si impara a solfeggiare… e iniziai a dimenare la mani al vento proprio come quelli là! Eheh …ma che suono? Toh prendi! Che cos’è? Un Clarinetto! Quanti tasti! Mi hanno dato persino una divisa, azzurra con le bande blu. Ma la cosa veramente bella era suonare insieme agli altri, a tutti quei personaggi che vedevo varcare quella porta d’ascensore. Beh è stato un susseguirsi di eventi e di emozioni, sono cresciuto fisicamente e musicalmente, ho imparato a suonare altri strumenti, il sassofono, ho suonato con altri gruppi musicali, altri generi musicali, ho calpestato i palchi di mezza Italia, mi sono divertito da matti, ma alla fine si torna sempre nella Banda, o come diciamo noi… a “Musica”. Una persona una volta scrisse di questa cosa di “Musica”, ed è curiosa perché quella sala di via Garibaldi era “Musica”, si usciva di corsa da casa e si diceva Ciao, io vado a Musica! - quei quattro muri ne avevano sentite tante di note, e se potessero suonare

ascolteremmo la più grande sinfonia musicale mai realizzata. Musica non c’è più! Ma le persone che l’hanno creata sì! La generosità di tante persone ci ha permesso di non cadere insieme a quelle mura ormai pericolanti, ci siamo rialzati e ci siamo conquistati una nuova sede, per continuare a crescere, per far gioire con la nostra musica le persone che ci ascoltano, per permettermi di creare emozioni e trasmetterle, a chi come me, varchi quella porta d’ascensore. Ho conosciuto una marea di persone, tante se ne sono andate, alcune sono rimaste, altre si sono unite a noi dopo la caduta della loro “Musica”, altre ancora sono ritornate dopo anni, forse è il richiamo della Banda, il suonare insieme, il marciare tra le strade di Novate, regalare emozioni a chi ci ascolta… Sono tanti i motivi per cui sono ancora nel Corpo Musicale Santa Cecilia, e come ho già scritto su un vecchio articolo, non vi resta altro che venire nella nostra sala a sedervi tra noi, per capire “quel non so che” che ci pervade. Iv an Scalvi Ivan

109

Profile for Nazzareno Pampado

60 anni di Banda Santa Cecilia di Novate Milanese  

1948 - 2008 Una passione per la musica. Storia del Corpo Musicale Santa Cecilia di Novate Milanese

60 anni di Banda Santa Cecilia di Novate Milanese  

1948 - 2008 Una passione per la musica. Storia del Corpo Musicale Santa Cecilia di Novate Milanese

Profile for pampado
Advertisement