__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

MAGAZINE

BEAUTY

ATTUALITÀ Made in Italy, nel 2020 giù ricavi e export INTERVISTA Collistar,

la ricerca al centro

SCENARIO Farmacia avamposto per la bellezza PRODOTTI Nuove fragranze,

BELLEZZA IN CERCA DI

SOSTENIBILITÀ

COVER BY LAURA BERGER

Poste Italiane S.P.A. - Sped. in A.P. 70% LO/MI - in caso di mancato recapito inviare al CMP di Roserio per la restituzione al mittente previo pagamento resi ANNO VII - N°2 APRILE - MAGGIO 2021

avvolgenti e irresistibili


THE 8 PILLARS OF LABO

Unique, Innovative, Highly Performing Dermo-Cosmetic Transdermic Technology.

CRESCINA It helps the physiological hair growth. Swiss patents

FILLERINA Dermo-cosmetic filler. For at home use. Swiss Patents

FACIAL AND EYELID LIFTING It targets sagging signs and skin laxity on facial area and eyelid area. For at home use. Swiss Patents

3X SUPER FORMULA Five different Super Formulas: Anti-Wrinkle, Revitalizing Anti-Age, Firming, Clarifying, Purifying


Solutions. Swiss Patents.

LABO TRANSDERMIC An advanced, exhaustive skin care brand with Transdermic Technology. Swiss Patents

X-INGREDIENTS Strong Ingredients. Personalized Skin Therapy. Swiss Patents

AFTER MASK A sigh of relief … when you take off your mask

WHITE HAIR It helps stop and reverse the greying process and the spread of white hair. Swiss Patents


EDITORIALE

La connessione obbligata alle generazioni digitali di David Pambianco È ormai chiaro che gli effetti della pandemia sui vari settori dell’economia non saranno solo quelli contingenti dell’interruzione degli acquisti e delle attività. I mutamenti più importanti saranno quelli, strutturali, legati al cambio di abitudini e comportamenti, con conseguenze tangibili all’interno dei singoli comparti e canali. Nel mondo della cosmesi, questo sta già traducendosi in cambi strategici e radicali da parte dei player del settore, anche con la chiusura di attività ritenute non più economiche nello scenario post-pandemia. Tra gli effetti diretti e contingenti che la pandemia ha imposto al beauty, i due più evidenti sono quello dello spostamento online degli acquisti, e quello dell’impatto delle mascherine su alcune tipologie di prodotti (il make up). I numeri dell’e-commerce raccontano da soli l’ampiezza del fenomeno: secondo i dati Npd, a fine 2021 l’incremento sul pre-pandemia sarà di oltre il 50% in 5 mercati chiave per l’Europa (Germania, Francia, UK, Spagna e Italia), con un sorprendente +146% per il solo mercato italiano. Si spiega in questa chiave, per esempio, la chiusura del 25% della rete di negozi annunciata da Douglas Italia, ma anche le chiusure annunciate da l’Oréal negli Usa, dove il colosso francese ha intenzione di valorizzare la presenza online. Invece, l’effetto diretto sul make up si è riflesso, per esempio, nella chiusura di attività come quella del marchio Clarisonic, specializzato in device per la pulizia del viso, da parte del suo proprietario L’Oréal; quella del brand di make up Becca Cosmetics da parte di Estée Lauder; o quella di Waso, altro marchio di cura per la pelle, nel mercato giapponese da parte di Shiseido. Ma questi cambi di strategia non tengono conto solo della situazione contingente. Bensì, guardano a un futuro in cui lo spostamento di asse tra il mondo reale e quello virtuale si tramuterà in quello che forse sarà l’effetto strutturale di maggiore rilevanza della Pandemia. Ovvero, il peso progressivamente dominante delle categorie di acquisto più ‘digitali’, quelle che oggi sono chiamate generazioni Millennial e Generazione Z. In un mercato imperniato sull’e-commerce, queste generazioni avranno il compito di indicare le innovazioni vincenti in termini di prodotto, ma anche in termini di canale e modello di distribuzione, nonché in termini di meccanismo di utilizzo: si pensi alla frontiera dei prodotti digital-only per le ‘realtà virtuali’, community o giochi che siano. Insomma, oggi, riuscire a ‘convertire’ questi nuovi consumatori determina la sopravvivenza online e delle catene sul territorio. Ma, in prospettiva, riuscire a conquistarli determinerà le opportunità di successo.

6 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021


SOMMARIO 12

NEWS DALL’ITALIA

18

NEWS DAL MONDO

22

ATTUALITÀ Made in Italy, nel 2020 giù ricavi e export

25

DOSSIER Beauty, l’evoluzione è green

26 La bellezza fa i conti con la sostenibilità

32 Certificazioni per essere Bio

36

42

46

INTERVISTA Collistar, la ricerca al centro SCENARI Farmacia avamposto di bellezza FENOMENI L’importante è essere refill

52 INTERVISTA Clinique, parola d’ordine trasparenza

58

65

INTERVISTA Agf88 Holding, focus sostenibilità NON SOLO BUSINESS

25 DOSSIER BEAUTY, L’EVOLUZIONE È GREEN

L’industria cosmetica punta ad un futuro più sostenibile e resiliente in termini di qualità, sicurezza e trasparenza. I numeri del settore crescono per Cosmetica Italia, ma a livello normativo non esiste una definizione univoca di naturale/bio e sostenibilità ambientale.

42

8 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

46

SCENARI

FENOMENI

FARMACIA PER LA BELLEZZA

L’IMPORTANTE È ESSERE REFILL

Le aziende beauty studiano strategie per restare competitive nel canale farmacia.

La sostenibilità nel packaging è il nuovo banco di prova per le aziende della bellezza.


MAGNIFICA ANTI-ETÀ GLOBALE RIDENSIFICA, RIMPOLPA, RIPARA.

Dalla Ricerca Collistar: Nuova formula potenziata

Magnifica, una linea completa con un’esclusiva combinazione di principi attivi dermocompatibili per una triplice azione anti-età. Pelle più compatta 95%*: combatte segni superficiali e rughe profonde per una pelle visibilmente più levigata. Pelle rimpolpata 85%*: contrasta lo svuotamento dei tessuti, ripristinando i volumi del viso. Pelle riparata 85%*: ripristina la barriera protettiva per favorire l’idratazione e stimolare i processi di auto-riparazione. Texture di ultima generazione: senza siliconi, senza alcool, senza ingredienti di origine animale. *Efficacia dimostrata. Test di autovalutazione su 20 donne: utilizzo di siero+crema dopo 28 giorni.


SOMMARIO

75

WHAT’S NEW?

76

FRAGRANZE

In copertina

76 For Both

78 For Him

80 For Her

83 SKINCARE 83 Il corpo in armonia

86 Trattamenti notturni

88

BELLEZZA

88 Beauty case her

89 Beauty case him

Laura Berger “Stay”, 2020 Olio su tela 50,8 x 50,8 cm Courtesy of the artist Cover story pag. 90

Questa rivista è stampata con inchiostri cobal free e priva di oli minerali

Abbonamento Premium

(spedizione con corriere espresso)

1 abbonamento 69 euro Per abbonarti, stampa e compila la scheda su: magazine.pambianconews.com

Gli altri magazine

SCARICA LA APP DI PAMBIANCONEWS

10 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021


ITALIA

NAÏMA DIVENTA GROUP CON BEAUTY 3.0

CAVALLI ACQUISISCE SILENO CHELONI Daniele Cavalli, è entrato nell’universo dei profumi con l’acquisizione della maggioranza del marchio fiorentino fondato da Sileno Cheloni. Maestro profumiere, Sileno Cheloni ha alle spalle diverse collaborazioni con Acquaflor, Gucci, Lamborghini, Richard Ginori per i quali ha creato profumi personalizzati e su ‘misura’. Al nuovo corso del marchio di profumeria di nicchia, nato nel 2018, parteciperà anche Eva Cavalli, in qualità di mentore creativo.

Soci Naïma Group

N

aïma accoglie al suo interno la società Beauty 3.0, proprietaria del marchio la beautic, con l’obiettivo di diventare il riferimento del beauty in Italia con una presenza capillare sul territorio. “Diamo un volto unico – sottolinea Stefano Biagi, presidente Naïma – forte e innovativo al settore. Ritorniamo alla tradizione della profumeria per la ricerca della qualità, a quel mondo esclusivo e ricercato, a quell’attenzione al cliente e ai suoi bisogni, ma lo facciamo in modo disruptive, dando al consumatore la possibilità di vivere una shopping experience personalizzata a 360 gradi”. All’interno del Naïma Group entreranno sei nuovi soci, imprenditori, clienti storici di Beauty 3.0, che hanno contribuito negli ultimi anni alla crescita de la beautic grazie a innovazioni derivanti dagli strumenti sviluppati in questi anni che si sono rivelati complementari, in molti casi, a quelli di Naïma. “Ho deciso di condividere la vision del Naïma Group – prosegue Francesco Casella, amministratore delegato Griffe – con altre storiche famiglie della profumeria quali Babucci, Dainese, Marieschi, Oliviero, Scaramelli che facevano parte de la beautic e che hanno contribuito al suo successo. In questi anni con la beautic abbiamo sviluppato diversi strumenti innovativi e ora che i nostri progetti si uniscono a quelli di Naïma, sono certo ci porteranno ad una crescita importante e vincente”. 12 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

SKINLABO PRONTA PER GLI STATES Non si arresta la crescita di SkinLabo, digital brand italiano della cosmetica, che lancia in questi giorni la sua nuova linea di makeup. La crescita nella gamma prodotti va di pari passo con l’espansione aziendale di SkinLabo. Oggi il brand è presente in tutta Europa con 9 store verticali in lingua e nel resto d’Europa con uno store in inglese (skinlabo.eu). A marzo apriranno gli store online Irlanda e Polonia, a settembre 2021 è prevista un’apertura oltreoceano, negli Stati Uniti.

KIKO PUNTA SUL RETAIL E APRE 300 NEGOZI Kiko spinge sulle nuove aperture e punta ad incrementare la rete di negozi con ben 300 nuovi punti vendita da qui al 2023. Quaranta di questi store sono già stati aperti nel 2020. Altri 10 verranno inaugurati nei prossimi 6-9 mesi per un totale di circa mille posti di lavoro in più entro l’anno. “Grazie alla Cina – ha dichiarato il CEO Cristina Scocchia al Corriere della Sera – abbiamo capito l’importanza di essere su un marketplace. Un modello che poi abbiamo replicato in tutti i principali mercati. Abbiamo inoltre focalizzato l’espansione geografica sui Paesi Orientali. Non vuol dire che non torneremo più negli Usa (dove Kiko ha chiuso 30 negozi nel 2018) o non andremo in America Latina, ma questo è il tempo delle scelte”.


ITALIA

WAKEUP COSMETICS MILANO CRESCE COL RETAIL Continua la strategia di crescita di Wakeup Cosmetics Milano, brand specializzato in make up, skincare e accessori, che punta sullo sviluppo retail. Infatti dopo aperto i primi store monomarca, lo sviluppo del brand passa anche attraverso la distribuzione nel canale multimarca. “Nel 2020 – dichiara Gianluca De Nicola direttore generale Wakeup Cosmetics Milano – abbiamo raggiunto ottimi risultati nonostante le difficoltà del mercato

italiano e internazionale. Abbiamo ampliato la nostra distribuzione in Italia, consolidando la presenza in Coin e siglando un accordo con le Profumerie Estasi, del consorzio Biù, oltre all’inserimento in altre profumerie locali sul territorio nazionale. Siamo molto soddisfatti di questi risultati perché dimostrano le potenzialità del nostro progetto e siamo pronti a sostenere il percorso di crescita con i nostri partner commerciali”.

L’E-COMMERCE ITALIANO DI NOTINO CRESCE DEL 112%

Zbynek Kocián

Notino, il più grande negozio online di profumi e cosmetici in Europa fondato nel 2004 in Repubblica Ceca, ha registrato nel 2020 un fatturato da record con una crescita del 42% a 561 milioni di euro, oltre 190mila euro rispetto allo scorso anno. La quota della Repubblica Ceca sul fatturato totale è del 14 per cento. Il mercato italiano ha generato una crescita del 112 per cento. L’azienda nel 2020 ha registrato oltre 12 milioni di ordini spediti in tutta Europa e, durante le festività natalizie, ha gestito 140mila spedizioni in un solo gior-

no nel periodo del Black Friday su una media annua di circa 30mila spedizioni al giorno. La categoria trainante di Notino in termini di fatturato è stata quella dei profumi anche nel corso del 2020 dove il fatturato è cresciuto del 22%. Il make-up è aumentato di quasi il 50%, mentre le vendite nell’ambito della cura dei capelli e della pelle hanno segnato un incremento del 70 per cento. Attualmente Notino, che gestisce 26 punti vendita fisici, è presente in 24 mercati nei quali soltanto l’anno scorso ha acquisito 3,5 milioni di nuovi clienti.

Gianluca De Nicola

Al via il gruppo Laboratoire Native

Baralan amplia skincare e make-up

Dopo l’acquisizione dei marchi Lierac, Phyto, Jowaé e Roger & Gallet da parte della holding francese Impala, nasce Laboratoire Native, la cui missione è promuovere il savoir faire dei creatori dei quattro marchi che formano un polo cosmetico internazionale da oltre 200 milioni di euro. Laboratoire Native è un nuovo gruppo cosmetico globale composto da quattro marchi perfettamente complementari, ciascuno in un segmento specifico di trattamenti cosmetici in farmacie e parafarmacie. “Questo nuovo nome, Laboratoire Native, segna l’inizio di una nuova pagina nella storia dei nostri marchi”, conclude una nota.

Baralan, azienda attiva nel settore del packaging primario per l’industria cosmetica ha lanciato il vasetto Minerva nella nuova versione ambrata. Caratterizzato dalla colorazione ambrata, il nuovo vasetto con capacità 50 ml è stato sviluppato per i prodotti skincare, ma può adattarsi a qualsiasi prodotto per il make-up. Il colore ambrato consente al vetro di filtrare i raggi UV, impedendo l’assorbimento della luce. Ideale per i prodotti fotosensibili, il vasetto ambra favorisce una migliore protezione della formula riducendo sensibilmente il rischio di decolorazione e di riduzione della durata o altri effetti indesiderati causati dai raggi UV. Con una distribuzione capillare in più di 50 Paesi, Baralan ha la sede operativa e commerciale in Italia, con sedi negli Stati Uniti a New York, Los Angeles e Fort Lauderdale e una sede cinese a Shanghai.

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 13


ITALIA

BEAUTY AND LUXURY SI PROFUMA CON D.S. & DURGA Beauty and Luxury, ha stretto un accordo di distribuzione in esclusiva con D.S. & Durga, m marchio di profumeria Indie a matrice fortemente artistica. D.S. & Durga è una perfume house con sede a Brooklyn fondata nel 2009 da David Seth e Kavi Moltz, un musicista e un architetto partner di vita e di business. Ogni singola fragranza è un trionfo di dettagli, dagli ingredienti al packaging non manca nulla per regalare un’esperienza incredibile. “D.S. & Durga è

tutto ciò che amiamo in musica, arte, natura e design raccontato in modo aromatico”, spiegano i creatori. Sempre a fianco dei propri partner, Beauty and Luxury offre con D.S. & Durga una nuova opportunità distintiva, frutto di una ricerca costante finalizzata a costruire insieme una nuova storia di successo a lungo termine. Sul territorio italiano il marchio privilegerà una distribuzione in punti vendita in grado di ospitare queste preziose fragranze tutte da collezionare.

LANGEN (COSNOVA ITALIA): “LA SFIDA 2021 SI GIOCHERÀ ONLINE”

Nadine Langen

Nonostante la pandemia globale causata dal Covid19, cosnova Beauty con i suoi brand Catrice e essence, ha ottenuto un’ottima performance registrando un incremento pari al 4,5% (dicembre 2019 vs dicembre 2020) a livello di quote di mercato nel panorama tedesco e nella seconda metà del 2020 una crescita record del 40% (fonte: Nielsen risultati vendite a volume). Il 2020 nel suo insieme si è concluso per cosnova Beauty a livello globale con un calo relativamente contenuto delle vendite per l’industria dei ‘cosmetici decorativi’ del 9% rispet14 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

to all’anno precedente. Nel 2020 uno dei driver principali di cosnova Beauty è stato l’e-commerce. “I nostri punti vendita – sottolinea Nadine Langen, general manager di cosnova Italia – sono il vero cuore del nostro business. Parallelamente vorremmo però considerare anche un’espansione attraverso i canali e-commerce, che hanno registrato una crescita esponenziale nell’anno precedente e che offrono diverse opportunità ad aziende come la nostra. L’e-commerce è stato un grande driver nel 2020 e vorremmo aprirci a questa nuova sfida”.

Payback Italia, +11% di acquisti online Gli acquisti digitali degli italiani crescono dell’11% nella prima parte dell’anno, nonostante il -82% delle transazioni legate al travel. Pharma e Beauty and Wellness spingono la crescita dello shopping online in termini di spending. Sono questi i dati principali della spesa online e delle preferenze degli italiani nella prima parte del 2021 presentati da Payback, piattaforma di marketing con un network di oltre 250 partner tra retailer ed e-commerce, nell’ambito del proprio Osservatorio Consumi. . Cresce il comparto beauty and wellness (+10%) sia in termini di transazioni che di spesa.

Nuovi soci per il Polo della Cosmesi

Cresce la famiglia del Polo della Cosmesi e anche per il 2021 l’Associazione italiana di riferimento della filiera produttiva cosmetica incamera diversi nuovi soci.Le ultime aziende, in ordine di tempo, entrate a far parte del Polo sono Cartongraf, Contecolor, Environ-lab, G&G Pet Food, Keminova, Livingcap, RCM Rossignoli, Rossetti Group, Trescal, V-Drop e Viroplastic. Aziende italiane che hanno scelto di entrare a far parte del Polo spinte dalla volontà di crescere nel settore cosmetico e di rafforzare le sinergie con altre imprese del comparto. “In un contesto delicato come quello attuale – riporta una nota – entrare a far parte della famiglia del Polo della Cosmesi è riconosciuta da tutti come un’opportunità unica per entrare in contatto con altre aziende della filiera, per collaborare e per crescere insieme”.


ITALIA

DOUGLAS ITALIA ABBASSA LA SARACINESCA A 128 STORE Douglas Italia ha deciso di chiudere 128 negozi, circa il 25% del totale dei punti vendita presenti sul territorio italiano, che saranno oggetto del piano di riorganizzazione della catena di profumerie nei prossimi 18-24 mesi. Già a inizio febbraio il gruppo aveva comunicato ai sindacati la necessità di avviare un piano di riorganizzazione in Italia a causa della pandemia con la decisione di chiudere 17 punti vendita entro il 31 marzo in

Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Emilia Romagna, Sicilia e Sardegna. Ma il perimetro della riorganizzazione si è ampliato e durante l’ultimo confronto del 25 febbraio, Douglas Italia, come riporta il Sole 24 Ore, ha illustrato alle organizzazioni sindacali la roadmap delle 99 chiusure già identificate per ora, sul totale di 128 punti vendita che saranno oggetto della riorganizzazione sul territorio italiano.

ETHOS PROFUMERIE CRESCERÀ CON DIGITAL E E-COMMERCE

Ethos Profumerie, Società Consortile per Azioni che conta oggi 260 punti vendita in tutta Italia guarda al futuro con strategia, fiducia e ottimismo. Infatti il 2020 si è concluso con un risultato a sell out che traccia Ethos Profumerie come gruppo che ha sicuramente aiutato il mercato a limitare le sue gravi perdite grazie al -12,28% registrato al sell out verso il -27,10% del mercato: 15 punti meglio del mercato che fanno ben sperare la compagine per il 2021. Strategia di importante crescita nel gruppo che ambisce a consolidarsi 16 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

come primo gruppo italiano di profumeria tradizionale organizzata in Italia. C’è grande fermento e grande movimento dal lato associativo e si stanno valutando le molte richieste di ingresso che arrivano e che saranno attentamente valutate nell’ottica di consolidare sempre più il dna e la natura del gruppo così da portare avanti un messaggio di coerenza nei confronti di industria e consumatori. Tra le strategie di crescita ci sarà una spinta verso l’e-commerce che sarà online nei prossimi mesi e sulla digitalizzazione dei punti vendita.

Brioni presenta il suo primo profumo Brioni è pronto a lanciare sul mercato la sua prima fragranza maschile nata dall’accordo di licenza mondiale con Lalique Group. Una fragranza realizzata in modo tale che ogni ingrediente, attentamente bilanciato, diffonda lo stesso senso di benessere, sicurezza e profondo legame emotivo di un abito Brioni. “La nostra nuova fragranza, come tutte le creazioni Brioni – afferma Norbert Stumpfl, executive design director di Brioni – si trova esattamente a metà strada tra eleganza e carisma”. La distribuzione del profumo in Italia è stata affidata al distributore Dispar.

Inaugura a Milano il nuovo format Renovo Renovo Oxygen Ozone Clinics, il primo luxury brand di cliniche mediche dedicate all’Ossigeno Ozono terapia, ha aperto in via Rossari 5 (Montenapoleone), in pieno quadrilatero della moda milanese. La strategia del marchio sarà di aprire nei prossimi tre anni 10 punti vendita in Italia e all’estero.

Arriva in Italia la beauty box Glowria Glowria, questo il nome della nuova beauty box che approda finalmente anche in Italia. Il progetto arriva direttamente dalla Francia dove, lanciata nel 2016 con il nome Beautiful Box e oggi ritrovata con il nome Glowria. Questo cambio di identità avviene più di due anni dopo che il gruppo Aufeminin. com è entrato a far parte del gruppo TF1. Per unire tutti i suoi media digitali, TF1 ha creato Unify nel 2019, la sua divisione digitale a cui appartiene Glowria.


ITALIA

AG COSMETICS APRE UNA FILIALE NEL REGNO UNITO AG Cosmetics punta all’estero per continuare a crescere con il marchio Darling e sbarca a Londra. AG Cosmetics Ltd è la prima consociata estera del Gruppo nata in pochi mesi, dopo la recente uscita dall’Unione Europea del territorio anglosassone. “Era da inizio 2020 che volevamo aprire una sede in questo territorio – sottolinea il CEO di Darling Alberto Giacobazzi – che riteniamo strategico per il nostro settore. La pandemia ci ha rallentati ma

abbiamo deciso di cogliere l’occasione Brexit per creare la nostra prima controllata fuori dall’Unione Europea. Il Regno Unito è sempre stato un mercato interessante per noi. La filiale UK assume poi un ruolo strategico in riferimento al target dei nostri consumatori, sempre più area di destinazione per il nostro Gruppo”. Grazie alla nuova nata, AG Cosmetics punta all’apertura di oltre 200 porte sul territorio britannico entro il 2023.

L’ESTETISTA CINICA ISPIRA LA NUOVA BARBIE

Cristina Fogazzi

Ispirare il potenziale infinito che c’è in ogni bambina: da anni Barbie è impegnata in un progetto anche culturale attraverso il gioco a proporre modelli reali di empowerment. Cristina Fogazzi, alias l’Estetista Cinica, una delle imprenditrici digitali italiane più seguite del momento è la Role Model Barbie per l’Italia. Con oltre 800mila follower su Instagram e oltre 300mila su Facebook, un canale YouTube, un blog, un istituto di bellezza, una piattaforma di e-commerce, un flagshipstore, e corner shop reali, infatti, L’Estetista Cinica ha definito

un modello d’impresa innovativo basato sulla omnicanalità. “Barbie – si legge nella nota – celebra Cristina Fogazzi per la sua forza, intraprendenza e determinazione, che le hanno consentito di inseguire il suo sogno, realizzandolo con coraggio e serietà. Un’imprenditrice innovativa che ha spronato le donne e ragazze italiane a sognare di più, senza farsi condizionare da fattori esterni. La sua storia continua ad essere fonte di ispirazione per le future generazioni, incoraggiandole a credere in loro stesse e a realizzare i loro sogni”.

Culti, ricavi 2020 a 15,3 milioni

Chromavis apre il suo Atelier

Il Gruppo Culti a cui fanno capo oltre al brand Culti Milano anche Bakel e Scent Company, nell’esercizio 2020 ha raggiunto un fatturato consolidato pro forma (full year 2019 e 2020 a parità di perimetro) di 15,3 milioni di euro e un ebitda consolidato pro forma di 3,6 milioni di euro. Anche il 2020 si è rivelato un esercizio di rilevante importanza per la Società, quotata al segmento AIM Italia di Borsa Italiana, che ha visto il perfezionarsi dell’acquisizione del 51% di Scent Company, società attiva nel settore del branding olfattivo e la costituzione della joint venture cinese Culti Milano Asia Ltd.

Chromavis presenta Atelier, un progetto rivoluzionario che garantisce e rappresenta il carattere di un’azienda decisamente guidata dal futuro e sempre più proiettata verso creatività e naturalità, con un totale approccio green e un servizio veloce e innovativo. Atelier è una sorta di ’boutique sartoriale’ del make-up, un luogo esclusivo in Chromavis dove il cliente può creare e personalizzare il prodotto in piccoli quantitativi e in tempi velocissimi con obiettivi di eccezionale velocità di immissione sul mercato o di rapida esecuzione di market test. Un punto di forza riassunto nel claim ‘Atelier: driven by you’. Atelier è una esperienza da vivere in loco ma che l’Azienda, causa emergenza Covid, ha sviluppato anche con una gestione da remoto o in modalità digital.

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 17


MONDO

FRESHLY COSMETICS COME NETFLIX. LANCIA LO STREAMING

Freshly Cosmetics di ispira a Netflix e lancia lo streaming digitale. L’azienda catalana, che nel 2020 ha raggiunto un fatturato di 30 milioni di euro, ha attivato infatti una piattaforma digitale che propone video e contenuti in streaming con modello in abbonamento. Il servizio, avviato il 1 marzo, fonde l’ambiente virtuale con quello fisico. La proposta dell’azienda, in linea con le nuove tendenze dei consumi digitali, ha un prezzo di 4,99 euro. Dalla sua creazione nel 2016, l’azienda ha consolidato la sua strategia di crescita nell’ecommerce. “Creiamo un modello basato sul collegamento con le persone nei social network e sulla distribuzione sul nostro sito web – ha sottolineato in una nota il fondatore di Freshly Cosmetics Miquel Antolín – e ora è il momento di fare un salto nel futuro”. Con la sua nuova strategia digitale, Freshly Cosmetics prevede di raddoppiare il suo fatturato entro il 2021 a 55 milioni di euro. Il suo obiettivo per quest’anno è superare il milione di clienti attivi sulla piattaforma che ad oggi sono circa 700mila. L’azienda, che ha all’attivo due monomarca in Spagna uno a Barcellona e uno a Madrid, distribuisce i suoi prodotti in tutta Europa e in futuro prevede di concentrarsi sul mercato italiano, francese e belga, che insieme al Portogallo rappresentano gran parte delle vendite all’estero che oggi rappresentano il 10% del totale.

18 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

KRIS JENNER LANCERÀ LA SUA LINEA DI BELLEZZA Kris Jenner, mamma del clan Kardashian, ha deciso di lanciare la sua linea di bellezza. Secondo quanto riportato da fonti di stampa americane, Jenner ha depositato il 10 febbraio scorso presso l’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti, i documenti per registrare i marchi Kris Jenner Skincare, Kris Jenner Skin e Kris Jenner Beauty. I marchi sono stati depositati per una serie di categorie di prodotti come capelli, trucco e cura della pelle e delle unghie. Jenner ha già collaborato più volte alle attività di bellezza delle figlie nel corso degli anni.

YATSEN ACQUISISCE EVE LOM Il gruppo cinese Yatsen ha stipulato un accordo definitivo per acquisire il marchio di prodotti per la cura della pelle Eve Lom da Manzanita Capital, che manterrà una quota di minoranza.“Eve Lom – ha affermato Jinfeng Huang, fondatore e CEO di Yatsen – è uno dei marchi per la cura della pelle con le migliori prestazioni, famoso per la sua profonda storia del marchio e per le formule uniche che combinano il lusso con risultati ad alte prestazioni”.

MESSE DÜSSELDORF, AL 2022 LE FIERE BEAUTY Le fiere Top Hair – Die Messe Düsseldorf e Beauty Düsseldorf non si svolgeranno come previsto, a causa della continua pandemia e delle misure di blocco associate. In stretta collaborazione con co-organizzatori, associazioni e partner, Messe Düsseldorf ha deciso di annullare le due manifestazioni fieristiche, previste per la fine di maggio 2021.


MONDO

INTERPARFUMS, “PROSPETTIVE 2021 SONO POSITIVE” Interparfums, dopo aver reso noto a fine gennaio un fatturato 2020 in calo a 367 milioni di euro, ha comunicato che l’utile netto si è fermato a 30,7 milioni di euro (-39%) sempre a causa della pandemia. I cali maggiori sono stati registrati in Medio Oriente in calo dei ricavi del 35,5% e in Europa Orientale in discesa del 40 per cento. Interparfums ha sottolineato in un comunicato che l’ebitda è stato di 45,7 milioni di euro in decrescita rispet-

to ai 73,1 dell’anno precedente. “In un contesto di aumento significativo delle spese di marketing e pubblicità, necessarie per supportare il ritorno alla crescita, prevediamo un margine operativo intorno al 12% nel 2021”, ha affermato Philippe Santi, deputy CEO. L’utile operativo è sceso del 35,8% a 46,9 milioni, mostrando un margine del 12,8% contro il 15,1% dell’anno precedente. Gli analisti si aspettavano un margine inferiore all’11,5%.

NATURA & CO. CHIUDE L’ESERCIZIO 2020 A +12%

Natura & Co, che controlla The Body Shop, Aesop e Avon, ha chiuso l’esercizio 2020 con una crescita delle vendite del 12 per cento. Nel quarto trimestre l’azienda ha incrementato le vendite del 24%, grazie al buon andamento di tutte le sue attività. Il gruppo brasiliano ha chiuso l’esercizio al 31 dicembre con un fatturato di 36.922 milioni di reais brasiliani (pari a circa 5,4 miliardi di euro). Il risultato netto è stato negativo di 650 milioni di reais (pari a circa 96 milioni di euro) , rispetto all’utile di 173 milioni di reais dell’anno precedente. L’ebitda si è invece 20 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

attestato a 3.509 milioni di reais (pari a circa 519 milioni di euro). Negli ultimi tre mesi dell’anno l’azienda ha incrementato le vendite del 24%, portandosi a 11.997 milioni di reais (pari a circa 1,773 miliardi di euro). “Il quarto trimestre – ha affermato Roberto Marques, presidente esecutivo e CEO di Natura – è stato una chiara dimostrazione della forza e della resilienza della nostra attività”.Il CEO ha sottolineato che il marchio Natura ha avuto un buon andamento delle vendite in Brasile e America Latina, soprattutto grazie alle vendite natalizie.

La pandemia affossa il trucco di Becca Becca Cosmetics, il brand australiano famoso per gli illuminanti, acquisito nel 2016 da The Estée Lauder Companies, chiude definitivamente le attività a settembre 2021 a causa della pandemia per il Covid-19. In maniera del tutto inaspettata è arrivato un annuncio sul sito e sul profilo Instagram del brand. Il Covid-19, secondo una nota del marchio avrebbe “contribuito a rendere complicata una situazione che dal 2019 prevedeva parecchie sfide e novità per il marchio, come l’ampliamento del target di consumatori e il lancio della collezione Becca Zero No Pigment”.

The Center acquisisce le fragranze clean di Phlur The Center amplia il proprio portafoglio di marchi. L’incubatore e investitore di marchi di bellezza con sede a Los Angeles ha acquisito infatti il brand di clean fragrance Phlur. Non sono stati forniti dettagli sull’ammontare della transazione.

Chanel Beauty investe nell’AI Novità mondiale per il marchio Chanel che ha investito per la prima volta in uno strumento di prova di bellezza con l’intelligenza artificiale. Si chiama Lipscanner e si distingue per il ‘Virtual Try’, che permette di testare su di sé le diverse nuance di rossetto e ‘Color Picking’, funzione basata su tecnologie AI che aiuta ad abbinare il rossetto a un capo di abbigliamento o un accessorio leggendo la tonalità tramite la telecamera e suggerendo la nuance più vicina tra i 400 prodotti Chanel. Una volta identificato un colore, l’utente può provare virtualmente il prodotto all’interno dell’app e inviare immagini o condividere sui social media.


MONDO

A THE ESTÉE LAUDER COMPANIES LA MAGGIORANZA DI DECIEM The Estée Lauder Companies è pronta per acquistare una quota di maggioranza in Deciem, società a cui fa capo il marchio di prodotti per la cura della pelle The Ordinary. Secondo i termini dell’accordo, Estée Lauder acquisirà una quota per 1 miliardo di dollari arrivando a possedere il 76% di Deciem. In tre anni, Estée Lauder prevede di acquistare il resto dell’azienda a una valutazione ancora da definire. Il CEO di Deciem

Nicola Kilner riferirà a Stéphane de la Faverie, presidente del gruppo Estée Lauder. Nel 2020, Deciem ha quasi raddoppiato le vendite, a circa 460 milioni di dollari e la maggior parte proviene da The Ordinary e dalle vendite in Ulta Beauty e Sephora online. Per il 2021, Deciem continuerà ad espandersi con Ulta e Sephora, oltre alle partnership con Target e Kohl’s, e si espanderà anche in Europa con Douglas e Sephora.

SUE Y. NABI (COTY): “RICAVI IN LINEA CON LE ASPETTATIVE”

Coty ha registrato un calo delle vendite nette del 15,9% nel secondo trimestre, riflettendo gli ostacoli legati alla pandemia di Coronavirus. Coty sta lavorando per accelerare la crescita dello skincare e delle vendite in Cina, dove ha appena lanciato un negozio Tmall per Gucci Beauty. “Stiamo mantenendo lo slancio che abbiamo avuto nel primo trimestre durante il secondo trimestre – ha affermato Sue Y. Nabi, CEO di Coty – i ricavi sono stati in linea con le aspettative e sono stati guidati dalla buona performace della divi-

sione prestige trainato dal successo del lancio di Marc Jacobs Perfect che è stato il numero uno del 2020”. Il colosso newyorkese dei cosmetici ha comunicato ricavi in declino a 1,41 miliardi di dollari (pari a circa 1,16 miliardi di euro), contro gli 1,43 miliardi attesi dagli analisti. Nei tre mesi allo scorso 31 dicembre le perdite nette sono rimbalzate da 21,1 milioni a 275,4 milioni di dollari (pari a circa 230 milioni di euro). L’utile operativo rettificato è aumentato del 7%, ha detto la società, a 188,4 milioni di dollari.

Coach lancia il make-up per i Millennials Coach lancia una collezioni di trucchi in collaborazione con Sephora. Si tratta di una capsule collection in edizione limitata di sette prodotti per il trucco con il logo C, il fiore di rosa tea e molti dei personaggi che il marchio ha utilizzato per i suoi vestiti e accessori in passato, tra cui Rexy il dinosauro, Sharky lo squalo e Uni l’unicorno. L’obiettivo, secondo il CEO ad interim di Coach Todd Kahn, è quello di espandere ulteriormente il marchio tra i giovani consumatori: “La cosa importante è rendere il marchio sempre più attraente per la Gen Z e per i Millennials”.

Beiersdorf ottimista per la ripresa nel 2021 Beiersdorf, a cui fa capo il brand di lusso La Prairie, ha affermato in una nota “di essere ottimista per una ripresa nel 2021”. L’azienda tedesca ha registrato nell’esercizio 2020 vendite per 7,025 miliardi di euro (-5,7%), leggermente al di sotto del consenso degli analisti di 7,071 miliardi, secondo i dati di Refinitiv. Il calo del 5,7% delle vendite è comunque un miglioramento rispetto al calo del 7,1% registrato nei primi nove mesi.

Harrods apre il secondo store H Beauty

Harrods sta per aprire il suo un nuovo store dedicato alla bellezza con l’insegna H Beauty, il secondo del retailer inglese con sede a Knightsbridge. Il negozio dovrebbe aprire nell’ex spazio di House of Fraser a Milton Keynes, città a nord-ovest di Londra, la prossima primavera. Al momento, però, non è stata annunciata alcuna data di apertura ufficiale.

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 21


ATTUALITÀ

I DATI DI COSMETICA ITALIA CERTIFICANO IL PREVEDIBILE CALO. IN CONTROTENDENZA L’E-COMMERCE, CHE RAGGIUNGE I 700 MILIONI DI EURO (+42% RISPETTO AL 2019). SI PUNTA A UNA ‘NORMALIZZAZIONE’ NEL 2021. MA PESANO LE RESTRIZIONI ANCORA IN CORSO

MADE IN ITALY, NEL 2020 GIÙ RICAVI ED EXPORT di Giulia Sciola

I

l Covid-19 pesa sul giro d’affari della cosmetica tricolore nel 2020. Complici gli investimenti nel digitale e l’alta qualità delle produzioni made in Italy, gli operatori sperano però in una normalizzazione dell’andamento del comparto nei prossimi mesi. Secondo i dati preconsuntivi 2020 elaborati dal Centro Studi di Cosmetica Italia, il fatturato globale del settore sfiora i 10,5 miliardi di euro, con una contrazione del 12,8% rispetto al 2019; in calo anche i valori del mercato interno (-9,6 per cento). Risentendo delle limitazioni e delle incertezze a livello internazionale, le esportazioni registrano un -16,5% con un valore di oltre 4 miliardi di euro; si approssima invece agli 1,9 miliardi di euro il valore della bilancia commerciale. Per entrambi questi indicatori la cosmetica si classifica al terzo posto, tra i beni non food, nel confronto con settori contigui, dopo abbigliamento-moda e mobili. “Le prospettive di ripresa per il 2021, seppur distanti dai valori del 2019, sono legate alla natura anticiclica del comparto. Il cosmetico è infatti un bene indispensabile, come la stessa pandemia ci ha ricordato – ha commentato Renato Ancorotti, presidente di Cosmetica Italia, associazione nazionale di categoria –. Lo scorso anno, abbiamo assistito ad una accelerazione nel cambiamento dei modelli di comportamento, alla ridefinizione degli equilibri internazionali e all’evoluzione dell’organizzazione del lavoro e delle relazioni personali: fenomeni che verosimilmente si sarebbero concretizzati nel medio periodo. Le imprese sentono da un lato la spinta alla ripartenza, dall’altro hanno però bisogno di nuove

22 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021


ATTUALITÀ

e solide condizioni per potersi realizzare, accompagnate da un piano governativo capace di affiancarle, anche in termini di promozione del made in Italy, sul piano dell’innovazione, della digitalizzazione e dello sviluppo sui mercati esteri”. IN POSITIVO L’E-COMMERCE L’analisi dell’andamento dei canali distributivi evidenzia le dinamiche di reazione alla pandemia, condizionate dalla specializzazione di riferimento oltre che dalle limitazioni stesse che li hanno riguardati. I canali professionali, acconciatura (-28,5%) ed estetica (-30,5%), risentono delle chiusure forzate del primo lockdown, oltre che, per l’estetica, delle ulteriori restrizioni per area geografica, con riferimento alle regioni in zona rossa. Pesanti contrazioni si registrano anche nelle vendite dirette (porta a porta e per corrispondenza) che chiudono l’anno a -30% rispetto al 2019; condizionata dalle nuove modalità di acquisto che hanno spostato i consumi verso altri canali, la profumeria raggiunge invece un -27 per cento. Segnali di difficoltà arrivano anche dall’erboristeria, -26%, con andamenti diversi tra monomarca e punti vendita tradizionali. Farmacia e grande distribuzione sono invece i canali che, seppur con dati in contrazione, hanno contenuto i cali: la farmacia chiude infatti il 2020 con un trend attorno al -2,5%, analogamente alla GDO, anch’essa a -2,5 per cento. Quest’ultima continua a rappresentare oltre il 41% dei consumi cosmetici. Come avevano anticipato le precedenti rilevazioni, solo l’e-commerce mostra dati positivi: il suo valore raggiunge, secondo i dati preconsuntivi, i 700 milioni di euro (+42% rispetto al 2019), portando il retail digitale al quarto posto tra i canali di distribuzione con un peso del 7,4% sul totale mercato 2020. Infine, il fatturato del contoterzismo scende a 1,37miliardi di euro (-17,5%), condizionato dalla contrazione della domanda estera, tradizionale volano della crescita per i produttori terzisti italiani. “L’83% degli operatori intervistati ha segnalato che verrà raggiunto un equilibrio per la propria azienda e per i mercati di riferimento nel corso del 2021 - ha evidenziato Gian Andrea Positano, responsabile Centro Studi di Cosmetica Italia –. Incidono su questo atteggiamento alcuni fattori positivi emersi nel corso della pandemia

tra le imprese: la flessibilità e l’adattamento al contesto, gli investimenti in ambito digitale ed e-commerce, gli alti standard qualitativi, la costante propensione verso ricerca e sviluppo e il richiamo al made in Italy”. Nelle scorse settimane, Cosmetica Italia ha espresso forte preoccupazione per le ulteriori limitazioni che potrebbero colpire i canali di vendita di prodotti per l’igiene personale e la cura di sé. Oltre a produrre beni essenziali per la vita quotidiana di ogni cittadino, l’industria cosmetica occupa 36mila addetti diretti (di cui oltre il 54% rappresentato da donne), che diventano circa 400mila sull’intera filiera cosmetica se si considerano gli occupati afferenti ai canali distributivi. “La preoccupazione per la situazione sanitaria si affianca a quella di tutti i nostri associati per la crisi economica che fronteggiamo ormai da un anno e che temiamo possa generare ancora più chiusure di imprese e attività commerciali di quanto già registrato. L’impatto occupazionale negativo, che il protrarsi e l’acuirsi delle misure restrittive potrebbe avere sui professionisti dell’intera filiera, mette a rischio più di 130mila addetti”, ha sottolineato il presidente Ancorotti.

Renato Ancorotti, presidente di Cosmetica Italia

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 23


IN 42 ANNI NON ABBIAMO VENDUTO NEMMENO

UN PRODOTTO... ... SOLAMENTE GRANDI SERVIZI!

LOGISTICA - STOCCAGGIO - DISTRIBUZIONE Distribuzione farmacosmesi www.difarco.it


dossier

BEAUTY, l’evoluzione è GREEN L’INDUSTRIA COSMETICA PUNTA AD UN FUTURO CON RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE, E CON PIÙ QUALITÀ, SICUREZZA E TRASPARENZA. IL FENOMENO SI LEGGE NEI NUMERI (IN CRESCITA) DI COSMETICA ITALIA. MA A, LIVELLO NORMATIVO, MANCANO ANCORA STANDARD E DEFINIZIONI UNIVOCHE. PERCIÒ, LE AZIENDE SI AFFIDANO ALLE CERTIFICAZIONI GREEN E ALLE BEST PRACTICE.


DOSSIER

La BELLEZZA fa i conti con la SOSTENIBILITÀ di Chiara Dainese

IL SETTORE PUNTA AD UN FUTURO CHE INTEGRI QUALITÀ, SICUREZZA, TRASPARENZA E MINOR IMPATTO. I NUMERI CRESCONO PER COSMETICA ITALIA. MA PER GREENPEACE È ALLARME PLASTICA.

26 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

I

l settore del beauty sta vivendo un’importante trasformazione verde, e la sostenibilità sta acquisendo sempre più rilievo nelle decisioni strategiche delle case di cosmetica, guidando la creazione e lo sviluppo dei prodotti. Negli ultimi anni, i consumatori sono diventati molto sensibili alle tematiche legate al rispetto dell’ambiente, al cambiamento climatico, al rispetto dei diritti umani e alla crescita sostenibile, incoraggiando le aziende ad assumersi le proprie responsabilità e a prendere decisioni concrete verso il raggiungimento di uno scopo comune, un’economia sostenibile, inclusiva ed equa. Solo pochi mesi fa, però, Greenpeace ha lanciato l’allarme su quanti ingredienti in plastica siano ancora contenuti in rossetti, lucidalabbra, mascara, cipria e fondotinta, che entrano in contatto giornalmemnte con occhi e bocca. Nel report ‘Il trucco c’è ma non si vede’, l’organizzazione ambientalista ha verificato la presenza di questi materiali, sia nelle liste degli ingredienti sia attraverso indagini di laboratorio, nei trucchi di undici marchi. Si tratta di tipologie di prodotti non interessati dal divieto d’uso di microplastiche in vigore in Italia dall’inizio del 2020. “La pandemia che stiamo vivendo – dichiara Giuseppe Ungherese, responsabile della Campagna Inquinamento


DOSSIER

di Greenpeace Italia – ci insegna che dobbiamo cambiare il rapporto uomonatura, favorendo una riconversione green dell’economia. È paradossale che uno dei settori più importanti del made in Italy continui ad utilizzare, volontariamente, ingredienti in plastica che possono contaminare il pianeta e mettere a rischio la nostra salute. Con questa ricerca abbiamo constatato non solo l’ampio utilizzo di particelle solide, ma anche l’uso massiccio di polimeri in forma liquida, semisolida e solubile, i cui effetti sulle persone e sull’ambiente non sono del tutto noti”. Anche la società Quantis ha elaborato la ricerca ‘Make Up the Future: Levers of change for a sustainable cosmetics business’ che mappa le azioni urgenti che i brand attivi negli ambiti della cosmesi e prodotti per la cura della persona devono prendere in considerazione per conciliare la sostenibilità e le sfide future del business. Le stime di Quantis basate sui dati esistenti collocano infatti il contributo del settore beauty alle emissioni globali di gas a effetto serra (GHG) tra lo 0,5% e l’1,5 per cento. NUMERI IN CRESCITA Non solo. Come emerge dall’Indagine Congiunturale, presentata dal Centro Studi di Cosmetica Italia, la domanda di questo genere di prodotti sostenibili e green è un trend in costante crescita nel mondo della cosmesi, così come in altri comparti. In Italia il valore dei cosmetici a connotazione naturale/biologica è di 778 milioni di euro, mentre quello dei cosmetici sostenibili/green è di 876 milioni di euro. La sovrapposizione dei due insiemi, ovvero delle imprese che adottano processi o producono cosmetici legati alla sostenibilità e di quelle che fabbricano cosmetici a connotazione naturale/ biologici, raggiunge i 925 milioni di euro. Analizzando la distribuzione tra canali del fatturato di questa tipologia di prodotti emerge come il 44,7% dei cosmetici a connotazione naturale e sostenibile sia da attribuire al mass market; seguono i saloni professionali di acconciatura ed estetica (18,7%) e la profumeria (11,2%). Significativo anche il peso delle vendite dirette (e-commerce, porta a porta e per corrispondenza) che rappresentano

il 10,3%. Tra le famiglie merceologiche, sono poi i prodotti per capelli e cuoio capelluto a ricoprire il 33,1% del fatturato dei cosmetici a connotazione naturale e sostenibile, seguiti dalla cura pelle (30,6%) e dal make-up (23,2%). Nell’indagine è stato inoltre sottolineato che “ad oggi a livello normativo non esiste una definizione univoca dei concetti di ‘naturale/ bio’ e ‘sostenibilità ambientale’ riferita ai cosmetici”. Quindi, per permettere le rilevazioni statistiche sul settore, Cosmetica Italia ha tracciato un perimetro di classificazione individuando due aree: cosmetici a

Dall’alto il Davines Village e Hydra Beauty Camelia Repair Mask di Chanel In apertura, la nuova Terracotta di Guerlain Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 27


DOSSIER

Da sinistra, la crema viso icon acido ialuronico e prebiotici Teaology Peach Tea Hydra Cream e la fragranza Missoni Wave Eau de Toilette (EuroItalia) compatibile con i principi vegani

connotazione naturale-biologica (alto numero di ingredienti biologici o di origine naturale, conformità allo standard internazionale Iso 16128, certificazione naturale/biologica) e cosmetici con connotazione di sostenibilità ambientale/green (processi produttivi, caratteristiche dell’imballaggio, gestione sostenibile della filiera, impronta ambientale di prodotto). “Negli ultimi anni - commenta Benedetto Lavino, vice presidente di Cosmetica Italia che coordina la commissione interna dedicata a questi temi - abbiamo assistito ad una crescente enfasi sul cosmetico a connotazione naturale e sostenibile tanto in termini di mercato quanto di attenzione da parte dell’opinione pubblica e dei media. Per questa ragione, come Associazione di categoria, abbiamo ritenuto fondamentale approfondire e delineare un campo di indagine puntuale per poter fornire analisi accurate sul fenomeno e sui macro trend che lo caratterizzano: prodotti a connotazione naturale e processi produttivi sostenibili come parte strategica della filiera cosmetica”. IMPEGNO FREE OFF... In questo contesto ci sono aziende di bellezza che hanno deciso di adottare la sostenibilità come filosofia aziendale. Il Gruppo italiano Davines, attivo con i marchi di haircare e 28 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

skincare professionali Davines e Comfort Zone, che conciliando valori e profitto, identifica nella ‘Bellezza Sostenibile’ l’ideale aspirazionale su cui costruire il successo dell’azienda. “Innanzi tutto, il 100% dei prodotti Davines e Comfort Zone venduti nel 2019 ha un packaging a Co2eq Compensata. Inoltre, tutte le sedi del Gruppo sono carbon neutral e abbiamo ridotto del 47,7% le emissioni relative alla sede di Parma rispetto al 2018 (risultato ottenuto principalmente grazie all’utilizzo di biometano anziché gas da fonte fossile). Infine abbiamo risparmiato 34 tonnellate di Co2eq grazie allo smart working dei collaboratori della sede italiana. L’obiettivo del 2020 è di continuare il percorso di decarbonizzazione avviato da anni dall’azienda e definire una roadmap per raggiungere l’obiettivo ‘net zero emission’ entro il 2030”, sottolinea Davide Bollati, fondatore e presidente di Davines. Anche Teaology ha sposato fin dall’inizio la filosofia sostenibile quando ancora era un concetto sconosciuto in Europa. “Questo significa un impegno costante per offrire prodotti sicuri, biocompatibili e con alte percentuali di naturalità. Ad oggi – dichiara la fondatrice Cecilia Garofano – circa il 90% dei nostri pack è riciclabile: abbiamo eliminato dalle nostre formulazioni tutti gli ingredienti controversi, quelli di origine animale o


DOSSIER

provenienti da fonti non rinnovabili. Infine attraverso il nostro programma Teaology Care, sosteniamo importanti attività di supporto al mondo femminile, con riguardo particolare alla produzione del tè. Supportiamo infatti la comunità di coltivatori di tè di Balangoda in Sri Lanka, oltre alla Cooperativa Alice di Milano che lavora con le donne in difficoltà, siamo inoltre associati al Peta di cui condividiamo i valori”. Ma non solo. EuroItalia al fine di migliorare ulteriormente il proprio impegno, nel 2020 ha pubblicato per la prima volta il suo Bilancio di Sostenibilità. Infatti l’azienda ha importanti progetti legati alla sostenibilità fra cui, per il breve periodo, arrivare alla creazione di profumi biodegradabili al 95% e al 100% di utilizzo di carta Fsc nei propri packaging. Inoltre l’azienda ha deciso di sviluppare è un Lca (life cycle assessment) su alcuni dei propri prodotti con l’obiettivo di analizzare l’impatto ambientale lungo tutto il ciclo di vita e di sviluppare soluzioni concrete per ridurre possibili impatti negativi individuati. “Abbiamo deciso di intraprendere un percorso strutturato al fine di integrare la Sostenibilità all’interno del nostro processo decisionale – commenta il presidente Giovanni Sgariboldi – e nelle nostre attività quotidiane. EuroItalia, consapevole della grave crisi ambientale e sociale che la società sta vivendo e del ruolo che in questa è chiamata ad assumere, ha deciso di intraprendere tale progetto al fine di migliorare e ampliare i propri impatti. EuroItalia mira a contribuire a uno sviluppo sostenibile inclusivo ed equo, monitorando, rendicontando e migliorando le proprie prestazioni aziendali in materia di responsabilità tecnico-economica, sociale ed ambientale”. Altro tema sempre più attuale è quello del rispetto degli animali. Anche in questo ambito EuroItalia l’impegno è massimo. “In particolare, ove possibile, nei prodotti in cui sono spesso utilizzate parti animali, ci impegniamo a utilizzare prodotti sintetici. Inoltre, un chiaro esempio di tale impegno è la creazione dell’ultima fragranza maschile lanciata sul mercato che può essere definita vegana in quanto priva di ingredienti che derivano direttamente ed indirettamente dal mondo animale”, conclude Sgariboldi.

Siero per il controno occhi della linea Abeille Royale di Guerlain formulato con il 94% di ingredienti naturali, unisce i poteri riparatori del miele, all’efficacia della Abeille Royale Black Bee Eye Repair Technology

DICHIARAZIONI DI SOSTENIBILITÀ La maison Chanel ha addirittura creato un Manifesto, ‘La beauté se cultive’, nel quale spiega i principi che da sempre la guidano: l’idea di una bellezza che raccoglie ciò che ha seminato con la creazione di laboratori a cielo aperto, veri e propri centri di ricerca dalla Francia al Madagascar fino al Costa Rica, che ospitano piante dalle quali estrae principi attivi. L’approccio è responsabile a 360 gradi: dalla tracciabilità delle filiere vegetali alla collaborazione con i produttori locali. “Siamo impegnati da oltre 10 anni a fianco dei nostri partner produttori - spiega Agathe Derain, direttrice dell’approvvigionamento sostenibile Chanel - che sono alla base delle filiere vegetali. Per alzare il livello di expertise tecnica e scientifica un comitato composto da dieci esperti esterni indipendenti ha lavorato al nostro fianco per definire i principi fondamentali e i relativi criteri operativi, ponendo come obiettivo i più alti standard possibili”. Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 29


DOSSIER

Alcuni gel doccia sostenibili di Yves Rocher

In occasione del ri-lancio di tre storici prodotti make-up, la Maison Guerlain riafferma la sua esperienza e il proprio impegno nei confronti della sostenibilità grazie a nuove formule arricchite di un’alta concentrazione di ingredienti di origine naturale. Forti del successo ottenuto nel 2019 con il lancio del fondotinta L’Essentiel Natural Glow, che combina un’alta percentuale di ingredienti di origine naturale (97%), la Maison intraprende una nuova sfida: l’obiettivo è, d’ora in poi, un minimo di 90% di ingredienti di origine naturale in ogni formula make-up, ogni qualvolta possibile. Il tutto senza compromettere la qualità, sicurezza, efficacia e comfort sensoriale, le caratteristiche che da sempre rendono Guerlain unico. “Lusso e bellezza insieme per stimolare una trasformazione profonda. Ci impegniamo a contribuire in modo attivo a cambiare e reinventare gli standard del settore, puntando, passo dopo passo, a un’Arte della Bellezza che sia positiva, desiderabile e sempre stimolante”, dichiara Cécile Lochard director of sustainable sevelopment di Guerlain. La mission è stata messa per iscritto nel documento di impegno alla sostenibilità globale della Maison, al quale si ispirano sia l’idea di bellezza e che le innovazioni. 30 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

Guerlain, per più di 13 anni, ha definito tale impegno con quattro assi principali che convergono in un unico obiettivo: conservare, favorire e rigenerare la vita che ci circonda. “Agiamo e ci impegniamo a innovare in modo sostenibile, preservando la biodiversità e proteggendo il clima, sempre con l’obiettivo di creare un impatto sociale positivo”, continua. La Maison è nota, infatti, per il suo impegno nei confronti delle api, alle quali ha dedicato numerose importanti collaborazioni. Guerlain si impegna nel lungo e laborioso processo di mappatura del ciclo di vita dei propri prodotti. Nel 2019 la Maison ha lanciato Bee Respect, una piattaforma di tracciabilità e trasparenza progettata in collaborazione con Product Dna. Accessibile gratuitamente tramite Guerlain.com, si tratta dell’elemento alla base del continuo miglioramento delle creazioni Guerlain e del loro impatto ambientale e sociale. Con Bee Respect, i clienti possono trovare maggiori informazioni sui nostri prodotti skincare, make-up e profumi, dagli ingredienti e i componenti dei packaging, ai fornitori, siti produttivi e impatto ambientale. Produrre in armonia con l’ambiente è una prerogativa fondamentale anche di Yves Rocher, che da molti anni ha scelto di ridurre l’impatto ambientale del packaging dei suoi prodotti e adottare un approccio sempre più eco-concepito. “Come Gruppo - commenta Benoit Ponte, direttore generale di Yves Rocher Italia - lo scorso dicembre, abbiamo scritto insieme una nuova pagina nella storia adottando, come primo gruppo internazionale, lo status di ‘mission-driven company’ riconosciuto dalla legge francese. Un evento senza precedenti che riflette al 100% la nostra visione impegnata e ambiziosa: non diventare l’azienda migliore del mondo, ma per il mondo. Dal 2010 siamo impegnati sul fronte della riduzione delle emissioni di gas negli impianti e stiamo riorganizzando la produzione dei nostri flaconi in ottica di eco-concezione ed eco-design. Saranno tutti in plastica riciclata. Il prossimo traguardo importante in termini di sostenibilità sarà sicuramente supportando la Fondazione Yves Rocher con il raggiungimento di 100 milioni di alberi piantati nel mondo. E nel 2021 avremo novità anche per la filiale italiana”.


DOSSIER

CERTIFICAZIONI e best practice per essere BIO di Giulia Sciola

QUANDO UN PRODOTTO DI BELLEZZA È VERAMENTE ECO? LA RISPOSTA STA NEL RISPETTO DI DISCIPLINARI SEMPRE PIÙ SPECIFICI E AGGIORNATI. COSMETICA ITALIA SI AFFIANCA ALLE AZIENDE PER ATTIVITÀ DI COACHING.

32 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

U

n segmento in piena espansione, dove la domanda è alimentata da consumatori sempre più consapevoli e informati. Parliamo dei cosmetici green, oggetto del desiderio di clienti che, ancor più nel 2020, hanno visto acuirsi la propria sensibilità rispetto a temi come la salute, la tutela dell’ambiente, quella degli animali, e che nella cosmesi cercano dunque ingredienti a basso impatto. Tuttavia, individuare prodotti realmente bio non è semplice: a livello normativo non esiste una definizione univoca dei concetti di ‘naturale/bio’ e ‘sostenibilità ambientale’ riferita ai cosmetici. Allo scopo di permettere le rilevazioni statistiche sul settore, Cosmetica Italia ha sentito l’esigenza di tracciare un perimetro di classificazione individuando due aree: cosmetici a connotazione naturale/ biologica (quelli in cui si riscontrano, tra gli altri, un alto numero di ingredienti biologici o di origine naturale nella composizione formulativa, nonché la conformità allo standard internazionale ISO 16128) e i cosmetici con connotazione di sostenibilità ambientale/green (qui l’attenzione è sul ciclo di vita del prodotto e/o le politiche corporate dell’impresa verso la sostenibilità ambientale, sociale ed economica).


DOSSIER

Va a vantaggio dei consumatori anche la possibilità di cercare prodotti che godano di una certificazione bio, che viene rilasciata quando sono stati superati accurati controlli. Le principali certificazioni green o organismi certificatori oggi includono Ccpb, Natrue (acronimo di True Friends of Natural and Organic Cosmetics), attestazioni del consorzio Icea (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale) o di Aiab (Associazione Italiana Agricoltura Biologica), Ecocert e BioAgriCert (organismo che dà alle aziende anche la possibilità di certificare in base al disciplinare VeganCert). A questi si aggiungono Ecolabel UE, marchio europeo che certifica il ridotto impatto ambientale dei prodotti, nel loro intero ciclo di vita, secondo il regolamento CE n. 66/2010, e la dicitura ‘Nickel, cromo e cobalted tested’, che verifica che le concentrazioni di metalli siano inferiori a una determinata soglia. IL CONTRIBUTO DI NATRUE “La pandemia Covid-19 ha avuto un grande impatto non solo sul modo in cui i consumatori percepiscono i cosmetici, ma anche sulle caratteristiche che devono avere - ha spiegato Natrue a Pambianco Beauty -. C’è più consapevolezza ora sull’importanza di prendersi cura dell’ambiente e della biodiversità, ma anche del proprio benessere. Per questo motivo, molti consumatori richiedono sempre più prodotti sostenibili con ingredienti naturali acquistati in modo responsabile ed etico. Sebbene vi sia stato un calo delle vendite di alcune categorie di prodotti per la cura della persona, saponi, gel e prodotti per la cura delle mani hanno registrato una forte crescita. Anche i cosmetici per la cura della pelle, principalmente del viso e del corpo, sono rimasti una categoria popolare tra i consumatori durante la pandemia”. Il nuovo standard 3.9 di Natrue riduce i livelli di certificazione dell’etichetta Natrue a due sole categorie, ‘naturale’ e ‘biologico’. Di pari passo con questa decisione, Natrue ha introdotto adattamenti per modernizzare i requisiti di formulazione nello standard per facilitare le esigenze dello sviluppo di prodotti innovativi, rimanendo fedele alla mission dell’associazione, che

In questa pagina, ingredienti naturali per la cosmesi e un’immagine Natrue In apertura, un’immagine Natrue Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 33


DOSSIER

è garantire che le dichiarazioni sui prodotti naturali e biologici riflettano autenticità e soddisfino le aspettative dei consumatori. Quali sono però gli sviluppi normativi, a livello Ue e internazionale, di cui i produttori devono tenere conto? Il Regolamento 1223/2009 sui prodotti cosmetici, che rappresenta la base giuridica per la produzione e commercializzazione di prodotti cosmetici nell’Ue, sarà adattato e aggiornato nei prossimi mesi. Ci sono una serie di sostanze che saranno valutate dal Comitato Scientifico per la Sicurezza dei Consumatori (Sccs) per stabilire l’uso nei cosmetici. “Ad esempio - prosegue Natrue-, la Commissione europea dovrebbe pubblicare la sua prima relazione annuale sulla situazione dei nanomateriali nei cosmetici nel primo trimestre del 2021. Vengono valutate le sostanze a rischio, sospettate di essere cancerogene, mutagene o tossiche per la riproduzione (CMR) o gli interferenti endocrini (DE) dal Comitato Scientifico

per la Sicurezza dei Consumatori (SCCS) per stabilirne l’uso controllato entro limiti di sicurezza o il loro divieto nell’uso di cosmetici nell’Ue”. Attualmente è in corso la valutazione di diverse opzioni per l’etichettatura degli allergeni dei profumi. Possiamo anche aspettarci ulteriori sviluppi riguardo alle raccomandazioni sull’uso di cannabis e sostanze correlate alla cannabis nei cosmetici da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che potrebbero avere un impatto sulla regolamentazione di tali sostanze a livello dell’Unione europea e nazionale. “Infine – conclude Natrue -, un divieto di microplastiche nei cosmetici può essere previsto nell’Ue entro il 2022, una volta che la Commissione europea e gli Stati membri dell’Ue concorderanno una decisione sulla restrizione finale, prevista nel 2021. Diversi Paesi europei come Danimarca, Francia, Italia e la Svezia stanno già proponendo restrizioni o hanno già implementato divieti su queste sostanze nei cosmetici da risciacquare”.

Cosmesi bio (ph: Unsplash) e un’ immagine Natrue

34 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021


DOSSIER

Ph: Unsplash

COMUNICARE LA SOSTENIBILITÀ In questo scenario l’industria della bellezza ha iniziato ad attuare o a rafforzare le proprie strategie di sostenibilità ambientale, con un impegno diffuso a misurare gli impatti di prodotti e produzioni. In particolare, le aziende pongono particolare attenzione ai processi produttivi in termini di emissione di CO2, consumi di acqua, gestione dei rifiuti e risparmio energetico, ma anche ai materiali che costituiscono il packaging, alla gestione dell’intera filiera (approvvigionamento materie prime, trasporto, logistica, etc..) e, come detto in precedenza, alla presenza di certificazioni di prodotto. “Gli investimenti in progetti di sostenibilità – ha spiegato a Pambianco Beauty Matteo Locatelli, vice presidente di Cosmetica Italia – sono spesso in fase iniziale. Per questo l’associazione ha avviato un grande sforzo per affiancarsi alle aziende e guidarle su questi temi. La sostenibilità è e sarà sempre di più un driver di crescita, ma tradurre dei principi in pratiche virtuose può richiedere un significativo cambiamento dei processi e dell’organizzazione delle imprese”. Dal 2017, Cosmetica Italia Servizi e Green Bocconi accompagnano le aziende cosmetiche nel percorso di sviluppo delle

loro performance ambientali, con il progetto ‘Sostenibilità in azienda’. L’edizione 2021 dell’iniziativa ha preso il via nelle scorse settimane, offrendo nuove occasioni di approfondimento; nella pratica, un consulente di Green Bocconi fa visita all’azienda e individua pratiche già di per sé virtuose, e dunque da potenziare e da trasformare in veri e propri progetti di sostenibilità. “Cosmetica Italia – ha continuato Locatelli – da quest’anno è attiva anche sul fronte della Sostenibilità Internazionale con percorsi dedicati supportati da Quantis. L’interesse per i nostri webinar è termometro dell’interesse per questi temi: il coinvolgimento è molto alto, ma è fondamentale passare dalla teoria alla pratica con il supporto di una corretta comunicazione. Da qui l’idea di percorsi di coaching. Tra i temi di approfondimento fondamentali anche le normative ambientali in vigore nei diversi mercati, il Green Deal europeo e gli obiettivi al 2030”. La necessità delle aziende, infine, è quella di ampliare l’organico con figure professionali a cui affidare la supervisione delle iniziative di sostenibilità. Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 35


INTERVISTA

36 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021


INTERVISTA

L’AZIENDA, PARTE DI BOLTON GROUP, MISURA I SUOI PROGRESSI IN TERMINI DI IMPATTO AMBIENTALE E INNOVAZIONE DELLE FORMULE. LA RICERCA PORTA IL BRAND AI VERTICI DEL MERCATO

COLLISTAR, LA RICERCA AL CENTRO di Giulia Sciola

I

n un anno complesso come il 2020 Collistar non viene meno alle promesse di innovazione continua, di maggiore sostenibilità e di valorizzazione di un marchio italiano nel panorama internazionale. Interprete di una nuova premiumness, che coniuga risposte rapide alle esigenze dei consumatori e grande affidabilità, Collistar è riuscita a ridurre il proprio impatto ambientale e oggi formula i suoi trattamenti sulla base della Clean Research. Nel 2020, in linea con l’andamento del settore, i risultati più incoraggianti sono arrivati dall’e-commerce e, a livello merceologico, dai prodotti per la cura della pelle. Nel 2021 riflettori puntati sulla nuova linea Magnifica. A raccontarlo a Pambianco Beauty è Lorenza Battigello, general manager di Collistar dal 2019, che conferma il focus sui mercati europei. Uno dei pilastri strategici di Collistar è la “premium quality per tutti”. Come definirebbe la “premiumness” dell’azienda? Il punto di partenza per noi è stata una domanda, ovvero quali saranno i cardini dell’evoluzione del segmento premium nei prossimi anni e, in questo spettro d’azione, quali fossero le aree in cui Collistar potesse dare al meglio il suo contributo per rispondere ai nuovi bisogni delle clienti. Viviamo in un periodo di grandi trasformazioni, accelerate dalle limitazioni e dalle paure dell’ultimo anno. Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 37


INTERVISTA

Collistar Impeccabile Ombretto Compatto e Impeccabile Cipria Compatta In apertura, Lorenza Battigello, general manager Collistar Spa

In futuro cambieranno i criteri e i valori alla base delle nostre scelte. Collistar vuole dare una risposta alle consumatrici in coerenza con le proprie radici e la propria storia. L’affidabilità e la perennità della marca sono per noi molto importanti, anche a livello sociale. Il nostro mantra è ‘We are Collistar’ e indica un impegno che va oltre la creazione di prodotti cosmetici altamente efficaci: per noi si arricchisce di valori come sostenibilità, che amiamo inquadrare come trasparenza e impegno sociale al fianco delle donne.   Quali sono i traguardi più importanti raggiunti da Collistar in tema di sostenibilità ambientale? In anno, il 2020, in cui la pandemia e le difficoltà a essa connesse ci hanno travolti in modo inaspettato, abbiamo deciso di non rinunciare agli obiettivi che ci eravamo preposti, in primis in termini di sostenibilità. Ci siamo impegnati nella riduzione della quantità di materiali immessi sul mercato. Abbiamo, ad esempio, riprogettato in chiave di ecodesign i tappi delle nostre creme viso, che adesso sono in monomateriale riciclabile. Abbiamo tolto l’oro, in quanto la metallizzazione è un processo poco sostenibile, e abbiamo ridotto di circa il 37% il peso della plastica utilizzata per questo tappo. Applicando queste caratteristiche ai 38 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

volumi di vendita 2018-19, queste nuove referenze consentono di risparmiare tra le 6 e le 9 tonnellate di plastica. Inoltre, abbiamo riprogettato le trousse per il make-up come refillable e oltre il 70% della plastica utilizzata per le nuove trousse è plastica riciclata, proveniente da scarti industriali. In generale, stiamo rivedendo la composizione dei nostri packaging per raggiungere i target condivisi con Bolton Group, di cui facciamo parte: packaging 100% riciclabile entro il 2025; introduzione di almeno il 25% di plastica riciclata entro il 2025; revisione del rapporto packaging/prodotto, andando a diminuire il peso delle nostre confezioni e, quindi, a generare meno rifiuti. Già nel 2019, inoltre, abbiamo raggiunto l’obiettivo di ‘zero deforestazione’, con l’impiego di carta riciclata o certificata FSC. Quanto alla policy sulle materie prime, le nostre formule scelgono materie con ridotto impatto ambientale e sociale o privilegiano attivi provenienti da processi industriali, come la sericina, attivo ricavabile dalle acque di lavaggio della seta. Infine, dal 2021, abbiamo introdotto un filtro solare, per tutta la linea di creme protettive, che non danneggia i coralli o le acque marine.


INTERVISTA

Quali sono i cardini della Clean Research di Collistar? La ricerca è alla base di tutte le aziende. Collistar è da sempre un brand fortemente innovativo. Questo vuol dire che la ricerca è al cuore delle nostre attività. Da oltre 30 anni il nostro marchio recita ‘dalla ricerca Collistar’: ecco, questa ricerca è diventata Clean Research, trademark registrato in Italia e a livello internazionale. Il fatto che sia stato depositato dà un’idea del valore che, a livello strategico, diamo alla Clean Research. È la filosofia con la quale vengono formulati i nostri trattamenti, è il punto di vista con cui, dal 2019, guardiamo alla ricerca. Per ogni principio attivo Collistar cerca ‘la giusta dose’, quella in grado di garantire la massima efficacia, senza aggiungere nulla di più alla pelle, ovvero senza componenti inutili che la pelle dovrebbe smaltire. È quel ‘quanto basta’ che, per definirlo, richiede anni di esperienza.   Quale è stato l’andamento del fatturato nel 2020, anno duramente penalizzato dalla pandemia Covid-19? Quali sono le previsioni per il 2021? Il 2020 è stato un anno indubbiamente difficile per il settore e anche per noi. Per rispondere a questa fase senza precedenti abbiamo, da un lato, applicato il principio dell’agilità per le decisioni di breve periodo, le sfide che cioè si presentavano quotidianamente, ma abbiamo mantenuto un grande rigore rispetto al percorso di rinnovamento che la marca ha intrapreso. In questo periodo stiamo condividendo con i clienti la strategia Collistar per i prossimi anni, perché confronto e collaborazione sono indispensabili per offrire un’esperienza di qualità alle clienti, che acquistano sia offline che online. Vogliamo proteggere un brand che da 17 anni è ai vertici del mercato, a testimonianza della grande fedeltà da parte delle consumatrici. Questi 17 anni di acquisto vanno rispettati. Il 2021 si annuncia come anno ancora molto incerto. Noi porteremo avanti la stessa dinamica attuata per il 2020: agilità per le soluzioni a breve e rigore rispetto al percorso di lungo periodo. Il nostro obiettivo è un brand il cui valore sia destinato a durare e rafforzarsi nel tempo. Crediamo che l’innovazione debba essere a sostegno della perennità, diventando un marchio di

Collistar Magnifica siero e crema. Sotto, Collistar Gocce Magiche e Attivi Puri

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 39


INTERVISTA

Solari Collistar e Routine Body

riferimento per la bellezza made in Italy a livello internazionale, grazie alle radici molto forti di un’azienda con otre 30 anni di esperienza e, come appena detto, con 17 anni di leadership in Italia. Quanto incide oggi l’e-commerce sul vostro fatturato? Quali sono le proiezioni per il futuro? Nel 2020 le clienti hanno dato segnali molto favorevoli rispetto agli acquisti online. L’incidenza di questo canale è raddoppiata per il settore beauty e, più nello specifico, anche per Collistar. Se guardiamo ai prossimi anni e al feedback dei consumatori, vediamo come i due canali, fisico e digitale, siano destinati a convivere e integrarsi. Una conferma, in questo senso, arriva anche dagli investimenti dei retailer e della distribuzione.   Quali sono i mercati di riferimento di Collistar? Collistar è presente in 50 Paesi nel mondo. Tra i mercati più importanti per noi ci sono sicuramente la Russia e gli ex stati satelliti. Abbiamo una filiale in Olanda che rafforzeremo per il ruolo che questo mercato svolge nel nord Europa. Sappiamo che ci sono numeri di crescita importante sui mercati del Far East, ma nel 2021 il focus resterà per noi sui mercati europei. 40 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

Quale è la filosofia alla base del segmento skincare? Quali sono le novità di punta di questa divisione? I prodotti legati alla cura della pelle hanno avuto un andamento molto positivo nei 12 mesi e abbiamo visto aumentare la nostra quota di mercato. Di contro, il makeup, altra divisone molto importante per noi, ha subito una flessione. Il segmento skincare è di fatto quello che per primo ha tradotto il nostro nuovo posizionamento basato sulla Clean Research. A settembre la nostra linea Attivi Puri si è arricchita di due prodotti a base di Vitamina C e sono già tra le referenze più acquistate dalle clienti. Il primo lancio, fatto in un periodo sicuramente complesso, ci ha dato risultati soddisfacenti. Nel 2021 abbiamo presentato Magnifica, importante, già nel nome, per il nostro progetto di awareness rispetto all’italianità della marca. La nuova linea esprime il concetto di nuova premiumness nelle formule e nel packaging. I valori di riferimento sono il rispetto per la pelle e per l’ambiente: la formula è altamente efficace, senza siliconi né ingredienti di origine animale. Il packaging è riciclabile e anche in questo caso abbiamo ridotto l’uso della plastica. Abbiamo innovato i nostri processi. La continuità rispetto al passato è invece nella garanzia di massima efficacia.


LA STORIA DI UNA GRANDE

bellezza italiana

Dal 1995, Ethos Profumerie è l’insegna italiana nata dall’unione e dall’esperienza di storiche famiglie di imprenditori della profumeria, ma in continua evoluzione. Entrare a far parte del nostro gruppo significa condividere i valori che da sempre lo contraddistinguono: ESPERIENZA, SERIETÀ E PRESTIGIO. Entra a far parte di questa grande famiglia tutta italiana!

www.ethos.it


SCENARI

LE AZIENDE STUDIANO NUOVE STRATEGIE PER DIFFERENZIARSI E PER RESTARE COMPETITIVE NELLE CROCI VERDI. ALCUNE INVESTONO SU SOSTENIBILITÀ E GREEN. ALTRE SU ONLINE E IN NUOVE CATEGORIE MERCEOLOGICHE

FARMACIA AVAMPOSTO DI BELLEZZA di Chiara Dainese

L

e farmacie continuano a rimanere, anche con le difficoltà legate alla Pandemia, un luogo chiave per la vendita di prodotti di bellezza. “La cosmetica in farmacia - sottolinea Fabio Guffanti general manager Laboratoires Filorga Italia - ha chiuso il 2020 con una riduzione del 6,4% a valore rispetto al 2019con un impatto inferiore rispetto ad altri comparti industriali che sono stati duramente colpiti. Nel caso di Filorga abbiamo registrato una crescita a valore di oltre il 10%, un risultato che ci rende fieri ma che va di pari passo con la consapevolezza delle sfide che fronteggeremo ancora giorno per giorno”. Dello stesso pensiero anche Giuseppe Ganassini, amministratore delegato di Istituto Ganassini: “Possiamo dire che il mondo della bellezza ha tenuto meglio di altri settori. In particolare la farmacia chiude flat, trainato soprattutto dal mercato igiene, mentre gli altri canali perdono un po’ di più. Ottimi i mesi settembre, ottobre e novembre, con un calo vistoso a dicembre proprio in concomitanza con il riacutizzarsi dell’epidemia. Ottime le performance del canale e-commerce che cresce del 16%. La pandemia ha 42 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021


SCENARI

rallentato il processo di acquisto tradizionale accelerando invece quello che già si iniziava a intravedere e cioè la ‘digitalizzazione’ degli acquisti”. In ogni caso, la bellezza in farmacia ha risentito della pandemia meno di molti altri canali. “Le farmacie – sottolinea Andrea Magnaguagno general manager Laboratoire Native Italia - sono rimaste aperte anche durante il lockdown e, insieme ai supermercati, sono diventate punto di riferimento per l’acquisto di molte categorie merceologiche. Questo ha portato il canale farmaceutico a diventare il secondo più importante nel mondo della cosmetica in Italia. Certo, le abitudini d’acquisto sono state riviste: a livello di categorie, il comparto dell’igiene personale è cresciuto vertiginosamente, così come il trattamento mani e le colorazioni per capelli. A livello di abitudini d’acquisto, gli eventi e le consulenze in farmacia sono stati temporaneamente sostituiti da consulenze online e dall’e-commerce”. STRADA DIGITALE La trasformazione digitale globale ha comportato l’evoluzione dell’assetto distributivo dei prodotti cosmetici e dermocosmetici su più canali di vendita. Nello specifico, in Italia l’implementazione dell’e-commerce nelle strategie commerciali di questo segmento di mercato ha determinato un trend di crescita molto positivo nella vendita dei prodotti cosmetici e dermocosmetici. Tuttavia, le farmacie italiane ancora non hanno adeguato totalmente le strategie di vendita multicanale alle nuove esigenze dei consumatori, sempre più propensi ad acquistare online prodotti per la salute e il benessere. “Sicuramente - dichiara Fabio Berchi amministratore delegato di Sifarma - la crescita dell’online ha mostrato numeri, crescita e cambio di abitudine del consumatore più evidenti che nei periodi precedenti, sicuramente vedremo uno scenario evolutivo importante, con conseguente modifica da parte delle aziende dei sistemi e dei canali di vendita. Inoltre tutti i processi di informazione professionali e di contatto sul PV con la consumatrice si sono modificati adottando strumenti digitali in misura più massiccia rispetto a prima”.

CAMBIO DI ROTTA Lockdown, smart working, repentine modifiche nelle abitudini di acquisto: la pandemia di Coronavirus ha letteralmente rivoluzionato il settore della dermocosmetica. E nonostante l’apertura delle farmacie anche nei periodi di lockdown, è molto probabile che la convivenza con il virus porterà al consolidamento, o perlomeno al perdurare, di alcuni dei cambiamenti emersi in questi ultimi mesi.

Dall’alto la gamma Jowaé Pureté, Lift-Structure Radiance e alcuni prodotti della linea Oxygen Glow di Filorga In apertura la collezione Lierac Arkéskin

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 43


SCENARI

Dall’altro, MIA Korff Detergente Scrub Delicato Illuminante, MIA Korff Hydra Shot Maschera Viso Idratante in tessuto, Korff Hydra Energy C e la linea Derma Peel di Dermatrophine

44 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

“La pandemia - prosegue Ganassini - ha aumentato la ricerca di salute e di una salute consapevole. Compito nostro e della farmacia è sapere rassicurare il consumatore con trasparenza. Non si può più pensare di non condividere le informazioni con il consumatore siano esse belle o meno. In un mondo sempre più globale e con una tale facilità di accesso alle informazioni non si può più pensare di non coinvolgere nel processo informativo tutti gli stakeholder. Questo è il grande impegno del futuro, condivisione”. In effetti l’emergenza ha modificato anche le abitudini di acquisto: più prodotti per l’igiene del corpo, in forte riduzione make-up, solari e dermocosmesi, blocco dei prodotti professionali (salvo sporadici casi di rivendita) e prodotti lusso, mentre crescono i consumi di prodotti per capelli e colorazione domestica. Secondo Berchi “non c’è stato un reale cambio nel mix di categorie, a parte una massiccia e, credo, momentanea crescita degli igienizzanti. I trend su green e prodotti sostenibili cresce con maggiore vigore alla luce della sensibilità del consumatore e delle aziende su questi temi”. In termini di mix, la farmacia è stata meno esposta rispetto ai forti cambiamenti che hanno riguardato la profumeria dove sia il make-up che le fragranze hanno subito forti contrazioni legate alla variazione di stile di vita, “mi riferisco alla quasi totale cancellazione dei momenti di socialità – prosegue Guffanti -. Le consumatrici hanno invece rinunciato molto meno allo skincare, che appartiene ormai alla routine quotidiana. L’anno scorso una categoria che ha sofferto in modo particolare sono stati i solari, che è difficile prevedere come performeranno in questo 2021. I prodotti ad azione lenitiva stanno andando particolarmente bene, sono indicati infatti per trattare le irritazioni conseguenti al prolungato uso della mascherina, così come i trattamenti formulati per l’acne, infatti anche in questo caso l’ambiente asfittico della mascherina tende a alterare l’equilibrio della pelle”. La certezza è che il consumatore oggi cerca, soprattutto quando si reca in farmacia, ancora più di prima sicurezza e sostenibilità. “Quello che noi stiamo notando - incalza Magnaguagno - è l’esplosione delle vendite dei saponi (Roger & Gallet, appena entrato a far parte del nostro Gruppo di brand, sta portando, alle farmacie che lo trattano, grandi incrementi


SCENARI

nella categoria) e delle tinture per capelli fai da te (anche in questo caso, PhytoColor, forte del suo +84% di incremento a sell-out sta diventando uno dei pilastri del brand). Ridotto l’acquisto dei rossetti, a favore del make-up e dei trattamenti per il contorno occhi, mentre per la pelle del viso soggetta alla cosiddetta ‘maskne’ (stress da mascherina) è lo skincare in grado di lenire, idratare, rigenerare a far da padrone. Questo lo stiamo notando soprattutto nel nostro marchio Jowaé, i cui pilastri del marchio sono i trattamenti idratanti leggeri e i prodotti di detersione”. PROSPETTIVE IN CHIAROSCURO I consumatori infatti, stanno rivedendo le loro beauty routine di pari passo con le riaperture, anche se a singhiozzo. Alcuni esperti sostengono che assisteremo al fenomeno del revenge shopping, come al momento sta accadendo nel mondo della moda in Cina. Questo non avverrà così facilmente anche nel mondo della cosmetica. “La pandemia sottolinea Magnaguagno - ha solo rafforzato una tendenza che già nel 2019 vedeva le consumatrici dare la priorità alla cura della pelle a discapito, ad esempio, del make-up. La riduzione della socialità (il nostro è un mercato fortemente legato a ciò che i consumatori possono fare) e le riunioni al 90% online hanno fatto il resto. Una grande tendenza cui si sta approcciando il mercato italiano è quello del well-aging, trattamenti che permettono alla pelle di invecchiare in salute (Lierac è sempre stata pioniera di questo concetto e con Arkéskin, l’ultima nata, stiamo, ancora una volta, cambiando le regole del gioco). Infine, assisteremo alla consacrazione di due categorie sempre più importanti: la cosmesi al maschile e il mondo degli integratori: se c’è una cosa che questa pandemia ci ha insegnato è che dobbiamo prenderci cura a 360° del nostro corpo, e questo vuol dire anche partire da dentro”. In ogni caso rimane l’incognita del vaccino per poter tornare alle abitudini pre-Covid. “Se, come tutti speriamo, entro settembre oltre l’80% della popolazione sarà vaccinata torneremo ad una vita normale. Credo, però, che questa esperienza globale lascerà tracce e produrrà cambiamenti, come per il lavoro agile in smart working. Non sottovalutiamo però che l’economia italiana dipende fortemente

Retinpil Canova Crema Gel Normalizzante

dal turismo, che impiegherà molto tempo per tornare ai livelli pre-Covid, e molte farmacie italiane hanno perso numerose vendite per questa ragione. È interessante notare come in questi mesi abbiano sofferto molto le farmacie ubicate nei centri città, storicamente favorite dal traffico di turisti e di impiegati, a vantaggio delle farmacie di quartiere, che hanno ora l’opportunità di riorganizzarsi per ottenere benefici di medio termine. Il canale online ha avuto una forte accelerazione e prosegue la propria crescita, anche se qui in Italia siamo ancora lontani dai livelli di penetrazione che l’e-commerce ha di altri Paesi, europei e non”. Ma non solo. “I temi da discutere - conclude Ganassini - saranno l’integrazione tra offline e online, tra canale tradizionale e canale digitale. Per le grandi aziende ci sarà un chiaro conflitto con le migliaia di piccole aziende che popolano il digitale che tanto o poco rubano quote e sono difficilmente controllabili. E’ però vero che la maggior parte di queste aziende vive di idee estemporanee sovente non supportate da una reale ricerca e una storia. Tante nascono e tante muoiono e tutte prima o poi avranno bisogno di atterrare offline. Credo che la sfida sia appena iniziata, siamo ancora alla preistoria di questa nuova era e dobbiamo capirlo bene adattandoci all’inevitabile”. Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 45


FENOMENI

46 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021


FENOMENI

Bello a impatto zero. L’importante è essere REFILL di Chiara Dainese

LA SOSTENIBILITÀ NEL PACKAGING È IL NUOVO BANCO DI PROVA PER LE AZIENDE DELLA BELLEZZA PER DIMOSTRARE DI AVERE A CUORE LE SORTI DEL PIANETA. ANCHE VETRO E PLASTICA RINASCONO “PIÙ SOSTENIBILI” GRAZIE A FLACONI RIUTILIZZABILI E DI ALLUMINIO.

P

referire cosmetici con packaging sostenibile aiuta l’ambiente. Talvolta esistono limiti oggettivi alla sostenibilità legati alle peculiarità dei contenitori dei prodotti di bellezza, che per assolvere alle loro funzioni tecniche, normative ed estetiche spesso sono realizzati assemblando materiali differenti, ciascuno dei quali svolge una specifica funzione. “Il 2020 – commenta Matteo Moretti, presidente di Lumson azienda attiva nei sistemi di erogazione ed airless – è stato un anno particolarmente complesso nel corso del quale abbiamo cercato di dare risposte concrete alle esigenze di sicurezza e sostenibilità del mercato, offrendo prodotti performanti e all’avanguardia. I sistemi Touchless, i nostri airless system, ne sono la più evidente dimostrazione: hanno aperto le porte ad una nuova interpretazione del packaging cosmetico, in cui si enfatizza il ruolo protezione della formula per una più ampia visione di rispetto dell’ambiente, durabilità e sicurezza. Il nostro impegno verso la sostenibilità ambientale, sociale ed economica con l’avvento della pandemia si è fatto, se possibile, ancora più forte e ai traguardi già raggiunti si sono aggiunti nuovi obiettivi. Uno su tutti: ampliare ulteriormente il nostro catalogo di prodotti sostenibili, Smile, che oggi rappresenta il 70% dell’offerta globale dell’azienda”. La conferma arriva dai trend di ricerca su Google, dove le ricerche sul tema ‘riutilizzabile’ hanno superato quelle sul ‘monouso’ sin dall’inizio dello scorso anno, continuando sullo stesso trend anche durante la pandemia. In tema di riutilizzabile, negli ultimi cinque mesi hanno subito una vera impennata (+600%) le ricerche sui batuffoli di cotone e sui dischetti struccanti. Questi dati indicano che sia i consumatori che

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 47


FENOMENI

In questa pagina, il Siero Elasticizzante con la sua ricarica della linea SteminelVeg di Rougj e lo struccante solido detox di Nudo – nature made In apertura, un prodotto con il nuovo pack refill di Susanne Kaufmann

l’industria stanno spingendo verso soluzioni sostenibili. Sempre secondo i Google Trends, tra le query più popolari degli ultimi cinque mesi figurano “ricarica sapone” e “ricarica gel detergenti mani”. Le ricerche che includono la parola ‘refill’, cioè ricarica, sono cresciute costantemente negli ultimi 5 anni e non hanno subito battute d’arresto durante la pandemia. Oggi le aziende hanno individuato quindi possibili soluzioni e una di queste è il refill, una ricarica progettata per sostituire solo la parte interna di vasetti e flaconi che possono, con questo sistema, essere utilizzati all’infinito. I sistemi di ricarica, composti da un contenitore sigillato che ne preserva efficacia e igiene, rappresentano una delle strategie più interessanti per la bellezza sostenibile. RICARICA BEAUTY Proprio in questa direzione si sta muovendo Rougj che ha inaugurato il primo progetto di economia circolare del canale farmacia e si appresta a lanciare la sua linea con refill. “Già dal 2018 - sottolinea Antonio Pirillo CEO di Rougj - il tema della sostenibilità è diventato centrale per Rougj che ha sentito, tra i primi nel canale farmacie, la necessità di unire la sua tradizione con la filosofia green. Oggi infatti è nata Steminelveg, la prima linea skincare in farmacia che potrà vantare non solo formulazioni vincenti ed efficaci, con ingredienti di origine naturale fino al 97% di

48 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

naturalità, ma anche una completa rivoluzione dal punto di vista del packaging: vasi e flaconi che consentono di sostituire la sola parte interna, riacquistandola separatamente per un utilizzo continuativo, conservando nel tempo la parte esterna in vetro, ponendo Rougj di fatto come la prima azienda cosmetica a proporre il concetto del refill dei pack, nel canale farmacia”. Le iniziative di Rougj orientate alla sostenibilità, anche lato corporate sono in costante evoluzione. Infatti è stato da poco lanciato in partership con importanti realtà italiane quali la quotata Hera, Aliplast, Sarno e Bologna Business School il primo progetto di economia circolare dal punto di vista del riciclo dei pack esausti dei cosmetici, posizionando in due farmacie pilota di Bologna un expo costruito interamente con plastiche riciclate ed in grado di permettere la raccolta di flaconi esauriti, che settimanalmente saranno raccolti da Hera e che verranno riciclati con una particolare attenzione, necessaria alle piccole dimensioni che li caratterizzano e che non permettono di sfruttarne al massimo le potenzialità in questo senso, se raccolti insieme alla plastica generale. “Per portare avanti la transizione ecologica a 360°, Rougj si è inoltre dimostrata nel concreto misurabile, iniziando l’iter per ottenere la certificazione ESG, certificazione di finanza sostenibile, che conta di portare a termine entro la fine dell’estate”, conclude Pirillo.


FENOMENI

Sempre in tema di refill, Shiseido ha installato una fontana Ultimune nel flagship store Shiseido di Ginza a Tokyo per riempire le bottiglie vuote. Per la fontana Ultimune, i clienti possono portare le loro bottiglie Ultimune vuote, dove vengono pulite in un ambiente igienico-sanitario prima di essere riempite. Il marchio ha anche creato la prima palette per labbra biodegradabile al mondo, Shiseido AquaGel. Entro il 2025, l’azienda di bellezza giapponese di 148 anni mira ad avere imballaggi sostenibili con le cinque “R”. In sostanza, questo significa ridurre (meno imballaggi), riutilizzare (contenitori riutilizzabili), riciclare, sostituire (con materiali biodegradabili) e rispetto (per l’ambiente).”Per garantire diversità e inclusione in ogni aspetto del nostro marchio, rispettiamo i diritti e la libertà meritati da tutti e agiamo con empatia per creare un mondo in cui la bellezza individuale possa risplendere”, ha affermato Shiseido in una dichiarazione. Anche Susanne Kaufmann, riconosciuta come una pioniera della clean beauty, ha introdotto un innovativo sistema refill disponibile inizialmente per tre prodotti, consentendo alla realtà skincare di ridurre ulteriormente il proprio impatto ambientale. Si tratta di ‘The Simple One’, rivoluzionario flacone refill realizzato per il 75% in plastica da post-consumo, più leggero di un flacone in plastica standard (-60%) e riciclabile al 100%. Sviluppato da Alpla, una delle realtà leader mondiali nella produzione di soluzioni d’imballaggio in materie plastiche, The Simple One è stato premiato come uno dei più innovativi e sostenibili manufatti in plastica riciclata. Il nuovo packaging consentirà inoltre di prolungare la vita dei tanto amati flaconi in vetro Susanne Kaufmann ben oltre l’acquisto. Una volta vuoti, potranno essere riempiti con i nuovi refill e utilizzati potenzialmente all’infinito. IMPATTO ZERO Per realizzare il sogno di ‘zero’ rifiuti nascono anche progetti pionieristici come, per esempio, il sistema circolare di refill-delivery Loop, progettato da uno studente della Princeton University che ha fondato Terra Cycle: consegna a casa i prodotti richiesti in contenitori di alluminio o vetro da ricaricare, ritira i vuoti, li sterilizza e li riporta a casa. A questo modello di business etico stanno lavorando anche colossi

Dall’alto in senso orario, il repack della linea Mediterranean Complex di Aldo Coppola e le fragranze Cedro e Sand of Mind di Permano

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 49


FENOMENI

della cosmesi che stanno studiando metodiche per ricaricare cosmetici di largo consumo, dai prodotti per capelli ai deodoranti. Per questo P&G Beauty ha annunciato il lancio di ‘Good Refill’, il suo primo sistema di shampoo ricaricabile per mezzo del quale, a partire dal 2021, Head & Shoulders, Pantene, Herbal Essences e Aussie (brand non distribuito in Italia) lanceranno un sistema di ricarica per il loro shampoo, grazie a una nuova bottiglia riutilizzabile in alluminio al 100% e al sacchetto di ricarica riciclabile realizzato con il 60% in meno di plastica. Questo permetterà di fermare la produzione di 300 milioni di bottiglie di plastica vergini ogni anno. “Dal 2021- ha dichiarato Artur Litarowicz, senior VP e GM Haircare per P&G Europa - i nostri consumatori potranno utilizzare una bella bottiglia di alluminio riutilizzabile e ricariche. Sappiamo che questo è solo l’inizio. C’è molto altro da fare, ma sono entusiasta di quello che P&G Beauty in quanto ‘forza per il bene’ sta facendo in tutta Europa. Questo progetto è un ulteriore passo avanti verso il raggiungimento dei nostri obiettivi di Responsible Beauty 2030”. Anche brand come Aldo Coppola per il restyling di Mediterranean Complex e Permano hanno inserito flaconi in alluminio fully recycled e capaci di minimizzare gli sprechi grazie alla funzionalità dell’erogatore spray, peculiarità che li rendono prodotti unici e sostenibilili. Ma non solo. Nudo – nature made, il nuovo marchio di prodotti naturali e plastic-free, creato da Marijam Bieber, punta a raggiungere uno stile di vita ancora più eco-sostenibile. Dai cotton fioc in bambù ai dischetti struccanti riutilizzabili, la linea naturale comprende prodotti per la cura quotidiana del corpo, evitando l’utilizzo della plastica. Al posto di utilizzare materie prime artificiali, l’attenzione è rivolta verso materie prime vegetali come il bambù, il cotone, le fibre di agave, konjac o luffa. Ultimo lancio lo struccante occhi e detergente per il viso due in uno. RIUTILIZZI DI LUSSO Il vento della sostenibilità ambientale soffia anche nelle grandi maison del lusso che stanno utilizzando al meglio questo stimolo crescente al cambiamento. Per la prima volta anche il brand giapponese di lusso Sensai ha lanciato la versione refill del nuovo prodotto Essence Day Veil. “Il gruppo Kao, di cui il brand Sensai fa parte, si è impegnato all’attuazione del Kao’s 50 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

Esg Commitments and Actions (Piano Kao di Impegni ed Azioni in tema di Ambiente, Socialità e Governance): si tratta di un piano decennale che prevede una serie di attività in questi ambiti con l’obiettivo di sviluppare prodotti e packaging sempre più in armonia e nel rispetto dell’ambiente e che abbiano al contempo il minimo impatto possibile”, conferma Miriam Cicchetti brand manager Italia di Sensai. Il brand Chanel, ha acquisito tramite la sua società Chanel Parfums Beauté una quota di una startup finlandese, Sulapac, che realizza materiali biodegradabili privi di microplastiche, sostituite da trucioli di legno certificati e leganti naturali. Hermès, per il lancio dei suoi rossetti gioiello, Rouge Hermès, ha voluto un pack refill, con un astuccio elegante e giocoso in modo da essere riutilizzato. Stessa cosa aveva fatto Guerlain con Rouge G, il primo rossetto con la cover gioiello personalizzabile con doppio specchio, mentre Dior, per alcuni dei suoi prodotti, ha migliorato del 20% il sustainability index del pack, rimuovendo il cellophane, il cartone in eccesso e persino il foglietto di carta incluso nella confezione.

Essence day Veil di Sensai e Rouge G di Guerlain con la cover gioello personalizzabile


PETTENON COSMETICS S.p.A. Società soggea a direzione e coordinamento di AGF88 Holding s.r.l.

dal 1946 al servizio della bellezza

S O C I E TÀ D E L G R U P P O

w w w. a g f 8 8 h o l d i n g . i t EAR T H

F R I END LY


INTERVISTA

CLINIQUE, parola d’ordine trasparenza di Chiara Dainese

CLINIQUE, PRIMO MARCHIO COSMETICO CREATO DA DERMATOLOGI, PUNTA SEMPRE DI PIÙ SU SOSTENIBILITÀ , CLEAN BEAUTY E INCLUSIONE. IL BRAND MANAGER GIROLAMO DI CRESCE RACCONTA TUTTE LE STRATEGIE E GLI OBIETTIVI FUTURI.

52 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

F

in dalle origini, nel 1968, Clinique ha promosso la diversità e l’inclusione, con la missione di prendersi cura della pelle, in tutte le sue tipologie, tonalità ed esigenze. “Lo ha dimostrato certamente attraverso il prodotto, con il sempre crescente numero di shade make-up e texture skincare numerate da 1 a 4 in base alla tipologia di pelle per facilitarne la scelta, ma anche attraverso una rappresentazione inclusiva del suo consumatore e dei volti che rappresentano la marca”. Lo sottolinea Girolamo Di Cresce brand manager Clinique, Darphin e Lab Series. “Oggi, da un lato assicuriamo che sul nostro sito cliniqueitaly. it e flagship store siano disponibili tutte le tonalità disponibili di fondotinta (fino a 56 nel caso del fondotinta Even Better) e dei prodotti complementari - prosegue il manager - e dall’altro lato promuoviamo attivamente l’inclusione e diversità scegliendo creator che sappiano seguire, e talvolta tracciare, questa strada”.


INTERVISTA

Ci parla dell’iniziativa sostenibile Clinique Clean? Da sempre testato contro le allergie e privo di profumo al 100%, Clinique negli ultimi anni ha intrapreso un percorso volto innanzitutto alla trasparenza delle formule, rendendo consultabili da chiunque sul nostro sito l’inci di tutti i nostri prodotti. A questo importante passo abbiamo avviato proprio in questi mesi un progetto volto al rifacimento dei packaging dei nostri prodotti rendendoli più sostenibili. I prodotti che vanno in questa direzione sono riconoscibili dal logo Clinique Clean visibile sul primary e secondary pack. Abbiamo inoltre prestato attenzione a un aspetto che può sembrare semplice, ma forse il più importante: l’attenzione nel spiegare al consumatore come scomporre il prodotto e come riciclare le diverse componenti del packaging.

che si sono dimostrati particolarmente efficaci nella capacità di trattenere l’idratazione più profonda. La nuova Moisture Surge 100H è stata ulteriormente potenziata, grazie a nuove tecnologie e ingredienti che penetrano in oltre 10 strati in profondità della pelle, rilasciando 100H di idratazione continua pe una pelle luminosa e idrata, anche dopo essersi lavati il viso. Tutto questo è stato possibile mantenendo la texture iconica in gel-crema e rinnovando il packaging con materiali sostenibili. Anche la novità Moisture Surge 100H entra a far parte del percorso Clinique Clean.

Quali sono gli obiettivi del progetto? È un percorso volto da una parte a sensibilizzare il consumatore sul tema di sostenibilità e salvaguarda dell’ambiente e dall’altra di agire direttamente nello sviluppo e commercializzazione di prodotti via via più sostenibili. Quali sono i prodotti che avete lanciato? Anche nel make-up? I primi lanci che presentano il logo Clinique Clean sono stati il nuovo latte micellare 2 in 1 All-in-one Micellar Cleansing Milk, disponibile in 2 versioni in base alla tipologia di pelle (da arida a normale e da normale a oleosa) e il rinnovo dell’iconica Moisture Surge Intense. In quest’ultima, ad esempio, abbiamo sostituito il vasetto in plastica in una jar in vetro e il tappo è stato realizzato con plastica post-consumo ed è a sua volta riciclabile. Lo stesso avverrà per la nuova Moisture Surge 100 ore in lancio proprio nel mese di aprile. Anche il makeup è stato coinvolto in questo cambiamento: Even Better Clinical Serum Foundation, il fondotinta trasformativo potenziato dall’efficacia di 3 sieri skincare a sua volta presente la confezione in vetro sostenibile e il tappo e il dosatore realizzati con materiali post-consumo, riciclati e riciclabili. Ci vuole raccontare qualcosa in più del prossimo lancio di Clinique? La nuova formula Moistur Surge 100H si avvale di una tecnica di fermentazione applicata ad alcuni ingredienti come l’estratto di Aloe vera in polvere

Dall’alto, Even Better Clinical Serum Foundation e Moisture Surge 100H In apertura, Girolamo Di Cresce

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 53


CROWDFUNDING

PAMBIANCO4GROWTH in campo per le PMI di Rossana Cuoccio

PAMBIANCO E CLUBDEALONLINE ALLA RICERCA DELLE PIÙ PROMETTENTI SCALE-UP E PICCOLE E MEDIE IMPRESE (FASHION, DESIGN, BEAUTY, WINE&FOOD, TURISMO) SU CUI INVESTIRE E CHE POSSONO DIVENTARE, UN DOMANI, LEADER NEL SETTORE DI APPARTENENZA.

54 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

I

l Made in Italy rappresenta una quota importante del PIL del nostro Paese, siamo universalmente invidiati per le numerose storie di eccellenza, sia dal punto di vista della qualità artigianale sia della capacità di innovazione. In questo ambito, il peso delle start-up e delle scale-up sta crescendo sempre più e, accanto ai grandi nomi noti, si intravedono un numero sempre maggiore di realtà che saranno leader un domani e che potrebbero necessitare di un supporto nella raccolta di capitali per la loro crescita. Ecco che così è nata Pambianco4Growth, una partnership tra Pambianco e ClubDealOnline.com che ha come obiettivo proprio quello di supportare Scale-up e PMI del Made in Italy nella raccolta di capitali per il loro percorso di sviluppo. La partnership unisce la capacità di scouting e l’expertise pluriennale di Pambianco nei settori del fashion, del design, del beauty, del wine&food e del turismo al know-how e al network di ClubDealOnline, la prima piattaforma di Private Crowdfunding, autorizzata Consob, che si rivolge esclusivamente a Family Office e HNWI anche tramite


CROWDFUNDING

partnership con intermediari finanziari. A spiegare come è nata questa sinergia è Fosca Palumbo, Project Leader Pambianco4Growth: “Ci ha messo in contatto un professionista che conosceva entrambe le realtà. In Pambianco il supporto delle aziende nell’implementazione delle loro strategie di crescita, anche tramite forme di finanza straordinaria, è sempre stato una convinzione della proprietà. Il primo passo in questo senso è stato il fondo Made in Italy, destinato alle PMI dai 10 ai 50 milioni di euro di fatturato. P4G ci permetterà di focalizzarci anche su realtà più piccole, con fatturato tra i 0,5 e i 10 milioni di euro”. “Andiamo alla ricerca delle miglior ScaleUp e PMI su cui investire, aziende che possono diventare, un domani, leader nel settore di appartenenza”, ha spiegato Cristiano Busnardo, CEO di ClubDealOnline. “Operiamo attraverso delle partnership che ci garantiscono accesso ad un dealflow qualificato, ad esempio con iStarter (acceleratore italiano basato a Londra ed operante in un contesto internazionale) e i suoi Equity Partner o con boutique finanziarie con comprovata esperienza nel settore. Volendo approcciare il mondo della moda e, in generale, del Made in Italy, volevamo un partner che ci affiancasse nell’individuare le migliori opportunità, e in Pambianco l’abbiamo trovato, grazie alla profonda conoscenza del settore che ha acquisito operando come consulente strategico per oltre 40 anni nel mondo del Made in Italy”. Alla base del successo di questa tipologia di investimenti ci sono diversi fattori, in primo luogo il contesto di mercato, caratterizzato da tassi bassi e rendimenti compressi, sia per gli investitori finali che per gli intermediari. Inoltre, è ormai un dato di fatto che, affinché possa esistere un’impresa profittevole, le idee non bastano, ma c’è bisogno anche di capitali e, spesso, anche di un supporto alla governance. “Il PrivateCrowdfunding (operazioni di raccolta di capitali destinati a clientela di alto livello) – continua Busnardo - è il luogo in cui queste esigenze si incontrano. Da un lato rappresenta, per le aziende, una modalità di finanziamento alternativo al consueto canale bancario, dall’altro, per gli investitori, costituisce una valida opportunità di differenziazione e una modalità di ottenere rendimenti interessanti, il tutto agevolato dal canale digitale”. “In un momento storico in cui i tassi d’interesse sono molto bassi – spiega Palumbo – il PrivateCrowdfunding permette a chiunque abbia della liquidità di diversificare il rischio ed investire somme anche limitate in progetti ad alto potenziale. Permette di avvicinare al mondo affascinante e pieno di opportunità delle Start-up in fase di crescita chiunque

Criteri prioritari di selezione delle aziende

1.

Business model innovativi che forniscano ai singoli progetti vantaggi competitivi di lunga durata

2.

Progetti consumer in ambito e-commerce e di distribuzione diretta o che cavalchino i trend quanto mai attuali e sempre più imprescindibili del digitale e della sostenibilità

3.

Progetti b2b i cui contenuti d’innovazione rappresentino un cambiamento dirompente su processi fino ad oggi consolidati nella industry

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 55


CROWDFUNDING

La homepage del sito 4growth.pambianco.com In apertura, David Pambianco (CEO di Pambianco) tra Antonio Chiarello e Cristiano Busnardo (Founder e CEO di ClubDealOnline Spa)

voglia sentirsi parte di un progetto o condividere il sogno dell’imprenditore. Lato investitore, crediamo che il made in Italy sia una grande opportunità”. Specie in una fase storica come quella attuale, caratterizzata dall’impatto del Covid sulle economie internazionali ed italiana in particolare, è fondamentale per le imprese della filiera trovare modalità alternative di finanziamento rispetto al tradizionale canale bancario. Il Made in Italy riveste un appeal particolare per la clientela “private”, e quindi iniziative innovative, incentrate sull’unicità del know how del capitale umano, possono rappresentare un’ottima opportunità di investimento. “D’altronde - continua Busnardo - lo spazio di crescita nei private asset in Italia è molto ampio: infatti, se mediamente i gestori dei grandi patrimoni di High Net Worth Individual consigliano un’allocazione tra il 10% e il 20% del patrimonio in private asset, questi target si confrontano con una percentuale in Italia risibile. Secondo AIPB (Associazione Italiana Private Banking), di 900 miliardi di euro in gestione al private banking in Italia solo 3,9 miliardi, quindi solo lo 0,4%, faceva riferimento a private market. Inoltre, in questo momento, sono parcheggiati 56 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

sui conti correnti oltre 1.700 miliardi per un’allocazione prudenziale dei capitali per effetto della pandemia. La sfida per gli operatori nei private assets è rappresentata dal mobilitare parte di tali disponibilità a supporto strategico dell’economia reale del nostro sistema Paese il cui dna è proprio costituito dai settori del Made in Italy”. L’Italia è il Paese della creatività. “Ogni anno – continua Palumbo - vedono la luce società innovative, basate su nuovi modelli di business. Queste realtà cercano capitali e competenze per strutturarsi ed accelerare il percorso di crescita. In questo il PrivateCrowdfunding può rivelarsi un grande alleato. Tra i criteri di selezione di P4G, idea di business e prospettive di crescita avranno un peso rilevante, ma anche la figura degli imprenditori e delle imprenditrici, che ci aspettiamo combinino visione e capacità di esecuzione”. Da un punto di vista operativo, Il processo ha inizio con una prima valutazione del progetto da parte del team di P4G in base ad alcuni requisiti predefiniti. I progetti che superano questa prima fase, vengono condivisi con il team di ClubDealOnline per l’approvazione definitiva e l’inserimento nel portale di Private Crowdfunding.


INTERVISTA

Focus SOSTENIBILITÀ di Giorgia Ferrais

AFSOON NEGINY, COO BUSINESS E SUSTAINABILITY DIRECTOR DI AGF88 HOLDING, RACCONTA A PAMBIANCO BEAUTY LE STRATEGIE E I PROGETTI DEL GRUPPO: FOCUS SU SOSTENIBILITÀ, MA ANCHE DIGITALIZZAZIONE E INNOVAZIONE. E INTANTO LA HOLDING CHIUDE IL 2020 CON UN GIRO D’AFFARI DI 160 MILIONI DI EURO IN CRESCITA DEL 5,6% RISPETTO AL 2019.

58 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

N

onostante l’anno particolarmente difficile a livello globale, Agf88 Holding continua a crescere. E a perseguire gli obiettivi strategici: sostenibilità, digitalizzazione e innovazione. Per il gruppo industriale di riferimento nel settore dell’Hair & Skin care con sede a San Martino di Lupari (PD), le leve del successo del 2020 sono state tempestività nella risposta al mercato, sicurezza per il consumatore finale, attenzione ad una sostenibilità sia ambientale che sociale, formazione professionale e vicinanza ai professionisti che quotidianamente utilizzano i prodotti del gruppo nei loro saloni. “Il mondo attuale e del futuro - dichiara Afsoon Neginy - ha bisogno sempre di più di aziende che hanno a cuore la sostenibilità sia in termini ambientali che sociali”. E nel 2021 sono molti i progetti che vedono Agf88 Holding protagonista di queste tematiche: dalla creazione della Fondazione Arturo Pegorin, che raccoglie tutte le iniziative rivolte alle persone più bisognose, al progetto Women For Beauty dedicato all’empowerment femminile, passando per Save Water Ambassador, che prevede una formazione ad hoc ai professionisti del settore per educarli a risparmiare l’impiego di acqua nella fase di risciacquo dei capelli.


INTERVISTA

Come sta rispondendo Agf88 Holding ai cambiamenti in atto? Quali strategie sta adottando? Ancora prima dello scoppio della pandemia abbiamo deciso di investire su tre concetti principali strategici: innovazione, che fa parte del nostro Dna, sostenibilità e digitalizzazione. Abbiamo quindi creato una piattaforma di education e formazione, fruibile sia dai nostri dipendenti che dai clienti, con i quali avevamo già iniziato ad interagire in modalità online. Abbiamo poi preso in mano il nostro portfolio dei brand e li abbiamo riqualificati, dando loro una connotazione molto specifica e precisa. E questo sia in termini di innovazione, con il lancio di nuovi prodotti, cosa che non abbiamo mai smesso di fare, ma soprattutto in ambito di identità del portafoglio già esistente. Parlando di numeri, come si è concluso il 2020? Nonostante l’anno particolarmente difficile a livello globale, Agf88 Holding ha chiuso il 2020 con un giro d’affari di poco superiore ai 160 milioni di euro in crescita del 5,6% rispetto al 2019. Pettenon, capostipite delle controllate del gruppo, ha addirittura chiuso a doppia cifra. Siamo molto soddisfatti dei risultati.

le ragazze giovani che hanno bisogno di coaching e di progetti di sostegno psicologico, dall’altra le donne over 40 che per una serie di motivi o sono uscite dal mondo del lavoro o non sono arrivate alle posizioni a cui ambivano. Nell’ambito della sostenibilità ambientale, l’azienda ha un duplice obiettivo: implementare nuove formule e prodotti il più possibile sostenibili e biodegradabili ed arrivare ad essere carbon neutral entro i primi mesi del 2023. Inoltre, la riduzione del consumo d’acqua è un asset fondamentale per noi. Con il progetto Save Water Ambassador, sul quale stiamo lavorando da molto tempo, vogliamo fare si che i saloni dei nostri brand diventino i portatori della sensibilizzazione del consumo dell’acqua. In più, grazie all’impegno del Team di Innovazione & Ricerca e Sviluppo abbiamo formulato prodotti con materie prime per un minor uso di acqua, come nel caso del brand Fanola con la Linea No More e Alter Ego Italy con la maschera della linea Shewonder.

Quanto vale l’export per l’azienda? Quali sono i principali mercati? Il nostro fatturato si suddivide in 70% estero e 30% Italia. La holding opera con oltre 10 brand in 114 Paesi. Abbiamo un’importante presenza soprattutto in quelli europei. Quali sono gli obiettivi per il 2021? Siamo già presenti, oltre che in Europa, anche negli Stati Uniti, in Canada, e in alcuni Paesi asiatici Vorremmo avere un maggiore focus in questi ultimi mercati. Nell’ambito dei prodotti, invece, lanceremo una linea premium, con un posizionamento e uno storytelling molto particolare. E poi proseguiamo con i nostri obiettivi strategici: innovazione, sostenibilità e digitalizzazione. Nell’ambito della sostenibilità a livello sociale abbiamo due progetti importanti: la Fondazione Arturo Pegorin, che porta il nome del nostro patron mancato lo scorso maggio, che in realtà raccoglie una serie di attività di beneficenza e di sostegno che in parte facevamo già a livello locale e nazionale. Il secondo progetto, a cui tengo tantissimo, è Women For Beauty, un’associazione aperta a tutte le aziende del beauty che vogliono aderire e che punta sull’empowerment femminile. Il nostro progetto è calibrato sul concetto di leadership femminile e riguarda due fasce d’età: da una parte

Dall’alto, Shewonder Instant Shaping Mask di AlterEgo Italy e No More di Fanola In apertura, Afsoon Neginy

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 59


AZIENDE

Decorté AQ Meliority: Intensive Regenerating Day Cream

Cresce la linea AQ MELIORITY di Decorté S BEAUTIMPORT PUNTA A CRESCERE IN ITALIA GRAZIE AL LANCIO DELLA NUOVA DECORTÉ AQ MELIORITY INTENSIVE REGENERATING DAY CREAM.

Nicola Catelli

60 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

i chiama Intensive Regenerating Day Cream ed è la new entry nella linea AQ Meliority di Decorté, brand giapponese di skincare di lusso di cui Beautimport è distributore esclusivo per il mercato italiano. Una crema giorno che avvolge la pelle per idratarla in profondità, proteggendola e donandole compattezza, elasticità e una straordinaria luminosità: la pelle possiede così la capacità di rigenerarsi e rinnovarsi costantemente per mostrarsi al meglio. trattamenti AQ Meliority si rivolgono a chi desidera preservare la salute e la bellezza della pelle durante il giorno, quando è soggetta ai danni ambientali, o a chi vuole sfoggiare una pelle perfetta, più giovane e rigenerata, dentro e fuori. AQ Meliority si incentra su un ciclo innato nella pelle che contrasta i danni per preservarne la giovinezza. “ L’obiettivo - afferma Nicola Catelli CEO di Beautimport - è donare alla pelle l’idratazione intensa essenziale per proteggerla durante il giorno. Bloccando l’irritazione sulla superficie della pelle, maggiormente esposta ai danni ambientali, impedisce l’accumulo di effetti nocivi. Per giorni pieni di luce positiva e ottimistica e una pelle vitale, luminosa e perfettamente idratata”. Intensive Regenerating Day Cream contiene un siero concentrato al 99%. AQ Meliority rigenera perfettamente la pelle attraverso un approccio basato sul concetto della medicina rigenerativa.Oltre all’estratto di benifukidell’isola di Yakushima,chepotenzia le capacità di auto-rigenerazione della pelle e all’acqua di betulla bianca, che esercita potenti effetti di attivazione cellulare, AQ Meliority Intensive Regenerating Day Cream contiene l’Attivatore multidifesa, che protegge la pelle dalle irritazioni esterne e ne rende possibile la perfetta rigenerazione, anche durante il giorno.


COMUNICAZIONE

MOSCHINO TOY 2 si tinge di rosa con Bubble Gum LA FRAGRANZA MOSCHINO TOY 2 BUBBLE GUM COMPATIBILE CON I PRINCIPI VEGANI ED È STATA CREATA CON CIRCA L’ 80% DI MATERIE PRIME BIODEGRADABILI.

Il flacone di Moschino Toy 2 Bubble Gum e alcune immagini del backstage della campagna pubblicitaria

62 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

Giocosa e raffinata. Nata dall’estro creativo di Jeremy Scott, direttore creativo di Moschino, e dall’expertise di EuroItalia, Moschino Toy 2 si tinge di un rosa moderno e raffinato, dedicando la sua anima più pura a tutte le donne ‘pink addicted’. Una nota ludica, estroversa e giocosa esplora le sfaccettature di sua maestà la rosa, richiamando alla mente con i suoi sentori delicati l’ironico ed iconico bubble gum, da cui prende il nome la stessa fragranza. Moschino Toy 2 Bubble Gum è un profumo che libera lo spirito dai pensieri negativi, avvolge il corpo e stimola la mente. La nuova fragranza per lei by Moschino è racchiusa nelle forme del Teddy Bear in versione pink. Moschino Toy 2 Bubble Gum mostra la parte divertente del profumo e aggiunge vibrazioni pop alla sua storia rosa. Un cuore acceso da un estroverso accordo bubble gum, allo stesso tempo dolce, speziato ed intenso. Esperidati canditi si uniscono a pesca succosa e spezie, e si tuffano in un cocktail di legni eleganti e musk.Moschino Toy 2 Bubble Gum è una fragranza compatibile con i principi vegani. Il prodotto non contiene alcun ingrediente animale aggiunto intenzionalmente o ingredienti derivati da animali come ad esempio latticini, uova, prodotti d’ape o enzimi animali. Inoltre circa l’80% delle materie prime contenute nella fragranza è biodegradabile. La campagna di comunicazione di Moschino Toy 2 Bubble Gum vede protagonista Stella Maxwell diretta e fotografata da Jeremy Scott. “Un’ambientazione fantastica – sottolinea una nota – ci proietta in scene allegre e spensierate: un tuffo nel mare blu disegnato dove Toy 2 Bubble Gum diventa oggetto fantastico e giocoso, una festa a base Toy 2 Bubble Gum e un incredibile viaggio nello spazio sempre in compagnia dell’iconico Pink Teddy Bear”.


SUPER GEL *

MANICURE EFFETTO GEL IN 2 STEP 1: SMALTO COLORE 2: TOP COAT FISSATORE *

Fonte IRI: Ranking a valore del cumulato Mani Smalto per Brand nel periodo Novembre 2019 – Ottobre 2020. Totale Italia.


COMUNICAZIONE

Ogni donna è unica e speciale per PUPA VAMP! PUPA VAMP! EAU DE PARFUM È UN MANIFESTO DI LIBERTÀ. TRE PROFUMI PER TRE DIVERSE ANIME: IRRIVERENTE E SENSUALE, ROCK E AUDACE, LUMINOSA E ROMANTICA.

I flaconi di Pupa Vamp!Edp e alcune immagini del video della campagna pubblicitaria

64 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

Femminili, irriverenti e sensuali. Sono le tre nuove eau de parfum Pupa Vamp! Ogni donna è unica e autentica, ma è unita a tutte le altre donne da un inequivocabile elemento che le contraddistingue: la femminilità. Interpretata da ognuna attraverso il proprio carattere, la propria anima e il proprio stile. Tre profumi che esprimono diverse anime: irriverente e sensuale, rock e audace, luminosa e romantica. La donna Vamp! Eau de Parfum ama se stessa, ha voglia di piacersi, di sentirsi libera, e di esprimersi a modo suo. “Una donna, tante donne. La campagna per il lancio del nuovo profumo Vamp! - sottolinea Enrica Ricci global communication director di Pupa - vuole celebrare l’unicità delle singole donne e la bellezza di esprimersi aldilà degli stereotipi, consapevoli che è la solidarietà, l’unione delle donne l’unica vera condizione per essere ancora più libere e più forti. Unique & United”. Pupa Vamp! Eau de Parfum è un manifesto di libertà. Un’esperienza che coinvolge tutti i sensi: la fragranza evoca la sensazione di essere avvolti da tessuti di colori, materiali e texture diverse, che si fondono insieme in un movimento fluido e leggero. Le note olfattive sono caratterizzate da classiche note floreali prettamente femminili accostate ad altre decisamente più innovative ed effervescenti. Il flacone si ispira alla forma di Vamp! il mascara icona di Pupa, ma si veste di Rosso per raccontare una donna dall’animo irriverente e sensuale, di Nero per parlare con una donna dall’anima rock, forte e audace e di Rosa per parlare a una donna sognatrice, luminosa e romantica.


NON SOLO BUSINESS

YSL BEAUTY ITALIA IN PARTNERSHIP CON D.I.RE Yves Saint Laurent Beauty Italia ha annunciato oggi la partnership locale con D.i.Re Donne in Rete contro la violenza, all’interno del programma globale di lotta contro la violenza nelle relazioni intime: Abuse is not love. Il brand sosterrà programmi di educazione e formazione del suo partner non-profit. YSL Beauty si prefigge di svolgere un ruolo chiave nell’accrescere la consapevolezza di questi segnali d’allerta. Il programma globale “Abuse is not love” si fonda su tre elementi essenziali: finanziare la ricerca sul tema per sviluppare una leadership di pensiero su giovani e prevenzione; educare entro il 2030 almeno due milioni di persone all’individuazione dei segni comuni della violenza nelle relazioni intime attraverso partnership internazionali e locali; e formare dipendenti e consulenti di bellezza YSL Beauty sulla violenza nelle relazioni intime sul posto di lavoro.

INEBRYA LANCIA ‘BEAUTY WHITOUT FEAR’

ESSENCE SI SCHIERA CONTRO IL BULLISMO

Filorga sempre vicina alle donne

Inebrya brand haircare professionale, ha presentato il progetto contro la violenza sulle donne Beauty W/O Fear. Inebrya, che nel suo dna promuove l’ultra femminilità, ha deciso di offrire la possibilità ai Saloni che aderiranno al progetto di diventare delle sentinelle, capaci di riconoscere i segnali della violenza di genere ed essere promotori di un concetto di 'bellezza in sicurezza'. Attraverso il progetto Beauty W/O Fear, il team Inebrya assieme a Gruppo Polis e Casa Viola si impegna a infondere forza a tutte le donne che si trovano in questa difficile situazione. L’ampio respiro dell’iniziativa, che coinvolge gli oltre 60 paesi al mondo in cui il brand Inebrya è distribuito, permetterà di personalizzare il protocollo con il numero nazionale antiviolenza del proprio stato e renderlo così uno strumento efficace di aiuto concreto per chiunque.

Cosnova con i sui brand ama far giocare e scherzare con il make up tutte le sue beauty addicted ma è anche sempre pronta ad affrontare diverse tematiche sociali importanti, quali il bullismo ed il cyberbullismo. E' proprio con la nuova Trend Edition di essence, "Pink & Proud”, che si desidera insegnare alle generazioni più giovani che tutti gli individui sono perfetti a modo loro, ognuno è unico e pertanto non deve sentire la pressione del doversi conformare a degli archetipi irraggiungibili. Il mondo dei social network soprattutto propone modelli di bellezza e perfezione, che i ragazzi cercano in tutti i modi di eguagliare, poiché la società richiede un’omologazione di massa, essence invece vuole ricordare a tutti di apprezzarsi, con i propri pregi e perché no, anche con i propri difetti. La TE “Pink and Proud” esprime appieno i concetti di empowerment giovanile, inclusività e il poter esprimere se stessi al di là di ogni pregiudizio: per rafforzare questi temi, verrà effettuata una campagna internazionale a supporto della lotta contro il Cyberbullismo, attraverso alcune donazioni ad associazioni che sui diversi territori nazionali si occupano di questi argomenti, per l’Italia l’associazione scelta è la Fondazione Carolina.

Filorga Italia e Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus hanno consegnato alla dottoressa Cristina Marchesi, DG dell’Ausl IRCCS di Reggio Emilia, al dottor Lorenzo Aguzzoli, direttore della struttura complessa di Ginecologia e Ostetricia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova, al dottor Giancarlo Gargano,direttore di dipartimento MaternoInfantile, l’ecografo HS40 Powered by CristalLiveTM donato grazie al progetto #LaBellezzadellaRicerca. "Poter fare qualcosa di concreto per le donne, permette di accendere i riflettori su una neoplasia silenziosa, per la quale lo screening è l’arma più efficace per ridurne incidenza e mortalità, e sull’importanza della prevenzione al femminile", riporta una nota.

Marianna Soriani e Alice Zorzan

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 65


EXCLUSIVE TEACHERS DOCENTI CON UN IMPORTANTE KNOW HOW IN AMBITO DIGITAL E GESTIONALE

ONLINE LESSONS LEZIONI DISPONIBILI ONLINE E FRUIBILI EVERYTIME & EVERYWHERE

CASE HISTORY TESTIMONIANZE DI MANAGER E IMPRENDITORI DI SUCCESSO

PAMBIANCO ACADEMY

è l’innovativa piattaforma di formazione online per i professionisti del fashion, design e beauty

SCOPRI I MASTER ONLINE APRIRE E GESTIRE UN E-COMMERCE: COME SVILUPPARE UNA STRATEGIA DI VENDITA ONLINE EFFICACE SOSTENIBILITÀ NEL FASHION, DESIGN E BEAUTY PROGETTARE E COSTRUIRE UNA STRATEGIA DIGITALE INTEGRATA Tutti i master sono fruibili in modalità self: inizi quando vuoi e finisci quando vuoi! I contenuti saranno visualizzabili per un anno a partire dalla data di acquisto.

INFO E ISCRIZIONI Chiara Gentilini

tel. 02.76388640 - c.gentilini@pambianco.com

academy.pambianconews.com

Pambianco srl - Corso Matteotti, 11 - 20121 Milano


Le aziende si raccontano

in collaborazione con:

LABORATOIRES EXPANSCIENCE

OPEN SERVICE

BARALAN

YVES ROCHER


BARALAN

Partendo dai dettagli, attraverso ricerca, qualità e servizio, Baralan si fa portavoce dello stile italiano nel mondo, con un equilibrio tra estetica e funzionalità, tra design e praticità. Nella sua ambizione di offrire sempre la migliore soluzione di packaging per ogni prodotto cosmetico, il Gruppo trasforma ogni dettaglio in ciò che fa la differenza. Tra gli esempi di eccellenza, la nuova linea Maria Jars.

In alto, la campagna Baralan 2021 Details Matter. Sotto, la nuova linea Maria Jars.

BARALAN: details Matter La perseveranza nel credere ai propri sogni e la capacità di dare forma ai desideri e ai bisogni di un mercato dinamico sono da sempre il cuore pulsante della realtà Baralan. Tra tradizione e innovazione, il Gruppo si pone l’obiettivo di comprendere e anticipare le diverse esigenze di ogni segmento di mercato per trasformarle in prodotti unici, frutto di una forte passione e di una costante attenzione al dettaglio. Dettagli che ricercano l’eccellenza, che danno vita ad infinite combinazioni di prodotti, progettati e sviluppati attraverso un ascolto attivo del mercato. Ogni aspetto del packaging viene attentamente studiato e personalizzato per interpretare al meglio l’identità di ciascun brand: dai materiali alle forme, dalle decorazioni alle lavorazioni, dagli accessori alle caratteristiche dimensionali. Sono infatti i dettagli a fare sempre la differenza. Dettagli estetici, come la scelta delle forme e delle dimensioni, sviluppati per creare packaging dal design accattivante che attirano l’attenzione del consumatore finale. Dettagli funzionali, come la selezione dei materiali, lo studio degli accessori in ogni loro particolare, scelti per proteggere, conservare e facilitare l’utilizzo e l’applicazione delle formule cosmetiche. Dettagli emozionali, come l’uso di colori ricercati e di finiture particolari che valorizzano la natura emotiva del prodotto. É la combinazione infinita di tutti questi dettagli 68 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

che crea valore aggiunto e rende il packaging Baralan iconico, autentico e affidabile. Ne è un perfetto esempio la nuova linea Maria Jars, composta da tre nuovi vasetti in vetro dalle diverse capacità 50 ml, 75 ml e 100 ml. Progettata soprattutto per garantire una facilità di utilizzo con i prodotti skincare, tutte le dimensioni dei vasetti della nuova gamma presentano un collo largo. La nuova linea amplia la gamma di prodotti standard di Baralan, aumentando il diametro massimo del vasetto proposto rendendo notevolmente più agevole per i consumatori il prelievo del prodotto massimizzandone l’uso. Come ulteriore innovazione di questa gamma, la nuova capsula è stata progettata con un formato unico adatto ai tre vasetti, insieme al nuovo disco di protezione e spatola, e presenta una filettatura a ‘doppia entrata’ che garantisce una chiusura efficace, prevenendo eventuali perdite di prodotto. Sia i vasetti sia la capsula sono realizzati a partire da materiali riciclati post-industriali (PIR), per ridurre gli sprechi mantenendo quanto più possibile nel processo di produzione i componenti riciclati. Tutti i vasetti Maria Jars possono essere personalizzati con gli accessori e le differenti tecniche di decorazione che utilizzano solamente inchiostri compatibili e vernici a base d’acqua, riducendo ulteriormente il proprio impatto ambientale.


YVES ROCHER

Animata da una vocazione per preservare la bellezza della natura e dei suoi ecosistemi, dal 1991 Yves Rocher supporta la Fondazione Yves Rocher nel cambiare il mondo con iniziative e progetti internazionali. A dicembre 2020, grazie al progetto “Plant For Life”, è stato raggiunto il traguardo di 100 milioni di alberi piantati. E quest’anno si unisce alla causa anche l’Italia. In apertura Jacques Rocher (ph. Fondazione Yves Rocher)

L’Italia con “PLANT FOR LIFE” Dal 1959 Yves Rocher è impegnata nella produzione di cosmetici rispettosi sia della pelle che della natura. L’azienda, fondata a La Gacilly da Monsieur Yves Rocher, incoraggia iniziative esemplari come l’approvvigionamento etico e responsabile delle risorse (membro UEBT), la riduzione della plastica e dei trasporti, il riconoscimento delle iniziative femminili a favore del nostro Pianeta con il premio “Terre de Femmes” e la riforestazione. Ed è anche supportando la Fondazione Yves Rocher, che quest’anno compie 30 anni, che l’azienda si impegna a cambiare il mondo, restituendo alla natura parte dei successi che il brand cosmetico riceve da essa, e per dare valore alle donne che si impegnano nella biodiversità. Tra i progetti della Fondazione spicca “Plant For Life”, che dal 2007 si impegna nel piantare alberi nel mondo per contrastare la desertificazione e la scomparsa della biodiversità mondiale. A dicembre 2020 è stato raggiunto il traguardo dei 100 milioni di alberi piantati nel mondo. La sfida non si ferma e il prossimo ambizioso progetto per il 2025 ha come obiettivo piantare altri 35 milioni di alberi. Quest’anno al programma si è unita per la prima volta anche l’Italia attraverso il progetto AGRI.BIO.S.A (Agricoltura per

la Biodiversità e la Sostenibilità Ambientale) che prevede la piantumazione di 10mila alberi in Veneto e Lazio entro la fine della primavera. La Fondazione Yves Rocher ha unito le proprie forza con l’associazione A.Ve.Pro.Bi (Associazione Veneta dei Produttori Biologici e Biodinamici) per realizzare una triplice missione nelle due regioni coinvolte: accrescere e mantenere nel tempo la biodiversità in tutte le sue forme, sia vegetale che animale, in aree dove questa si trova notevolmente semplificata a causa dell’agricoltura intensiva o di una bonifica recente, proporre azioni di informazione, formazione, divulgazione e coinvolgimento e diffondere pratiche agricole più sostenibili. Celebrare la forza delle donne di tutto il mondo che quotidianamente sono impegnate per garantire un futuro migliore al nostro Pianeta è, invece, l’impegno che dal 2001 la Fondazione sostiene con il progetto “Terre de Femmes”. Lanciato in Italia nel 2016, il Premio continua ad incrementare le opportunità e a riconoscere l’impegno e il valore delle donne che, sempre di più, si adoperano per il bene della Natura e la salvaguardia del Pianeta. Scopri di più su www.yves-rocher.it.

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 69


OPEN SERVICE

L’azienda veronese, nata dall’esperienza di Alessia Grandis, compie dieci anni e si conferma un’eccellenza nel retail e digital marketing per il settore beauty. La sua formula vincente? No alla digitalizzazione forzata ma strategie in grado di adattare la tecnologia alle persone. Con un tocco di femminilità.

Alessia Grandis

Il digitale umano di OPEN SERVICE In un settore come quello dell’Information Technology, ancora oggi appannaggio degli uomini, ad emergere oggi è una realtà tutta al femminile, guidata da un’imprenditrice cresciuta a pane e computer: lei è Alessia Grandis e nel 2011 ha dato vita a Open Service, azienda italiana specializzata nella creazione di strategie e strumenti di retail marketing per le aziende. Dopo un’esperienza di 7 anni all’interno del Marketing Team del Consorzio Ethos Profumerie, Alessia ha deciso di proseguire la sua carriera professionale e portare le competenze acquisite all’interno della sua nuova start up. Da dieci anni Open Service affianca le migliori profumerie italiane, ideando e sviluppando strategie e strumenti per il marketing digitale, abbinando la tecnologia ad una spiccata sensibilità femminile. Al centro un solo obiettivo, quello di facilitare le attività di vendita in negozio e far crescere la relazione con il consumatore on ed off line. L’ultimo anno ha visto una forte accelerazione della digitalizzazione e con essa una maggiore attenzione alla cross canalità della Customer Journey. Open Service ha mantenuto viva la relazione tra punto vendita e cliente grazie a strumenti innovativi che puntano sull’umanità dello scambio vendita/ acquisto.

70 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

La piattaforma Fedelium, la Customer Experience Platform ideata e proprietà di Open Service, ha sviluppato nuove funzioni utili al miglioramento dell’expertise del personale di vendita e dell’esperienza del consumatore. Tra queste la Digital Beauty Consultant, lanciata sul mercato a novembre 2020, una soluzione per la gestione ed il controllo delle consulenze on line che trasforma in digitali le esperienze in profumeria e rende semplici le vendite, senza bisogno di ulteriori canali o e-commerce. “Il 2021 è un anno di slancio per tutto il settore – commenta Alessia Grandis – La voglia di ripartire che ci trasmettono i nostri profumieri sono per noi uno stimolo per la ricerca di strumenti sempre nuovi. Poter accedere ai negozi e fare acquisti in totale sicurezza sarà ancora a lungo uno dei temi sul quale si concentreranno i brand. Nell’intento di supportare i nostri clienti nel ritornare alle vendite in presenza, abbiamo lanciato SaniPos, il nostro dispositivo per la sanificazione dei pos bancari in grado di eliminare, in appena 30 secondi, il 99,9 % di virus grazie alla tecnologia avanzata dei raggi UV-C.” SaniPOS è il primo prodotto della linea SaniSolutions, un progetto tutto italiano sviluppato da Open Service in collaborazione con AC&E.


LABORATOIRES EXPANSCIENCE

Nato 70 anni fa, Expanscience è un laboratorio farmaceutico e dermocosmetico francese indipendente, esperto in salute della pelle (Mustela) e trattamento dell’osteoartrosi (Piasclédine 300). Ricerca, estrazione, produzione e distribuzione: Laboratoires Expanscience integra così tutte le competenze all’interno dell’azienda.

Sostenibilità e responsabilità secondo EXPANSCIENCE La sostenibilità paga sempre. Nell’anno dell’emergenza sanitaria essere pionieri del green attraverso innovazione e ricerca nell’ambito della qualità di materie prime biologiche e certificate va ben oltre il business: è una questione di valori e identità. Lo sanno bene quelle aziende che si impegnano a rispettare determinati standard per ottimizzare il loro impatto positivo verso le comunità nelle quali operano e nell’ambiente. “Il business che fa del bene alle persone e al pianeta” è questo il claim di presentazione delle B Corp: aziende con una visione diversa dell’economia e del lavoro, impostata su basi che non sono solo quelle del profitto e dello sfruttamento delle risorse. La comunità B Corp annovera oltre 2.800 aziende in tutto il mondo, attive in oltre 130 settori, che condividono la stessa visione umanista dell’economia e che integrano l’interesse di tutti nel loro modello economico. Dal 2018 Mustela fa parte di questa comunità, impegnandosi a seguire un business sostenibile per l’ambiente e la società. Da più di tre generazioni, infatti, Mustela contribuisce a scrivere una storia significativa nell’ambito della cura e della protezione della pelle dei più piccoli e delle neo e future mamme.

«La sostenibilità guida le nostre scelte - spiega il Direttore Generale di Mustela Italia, Roberta Bonacina – e, attraverso l’impegno dimostrato nello svolgere le nostre attività con un impatto positivo sull’ambiente e sulla società, Laboratoires Expanscience nel 2018 è entrata a far parte della comunità B Corp. Per noi ha rappresentato un passo importante dopo anni di impegno costante. È possibile crescere solo quando si intrecciano innovazione, tecnologia, ricerca all’interno di un sistema economico pensato per potersi rigenerare da solo, garantendo dunque anche la sua ecosostenibilità». E in quest’ottica, Mustela ha lanciato una nuova gamma di prodotti biologici, certificati, vegani e senza profumo. Questi trattamenti naturali, a base di olio d’oliva biologico di Nîmes, sono studiati per ridurre al minimo il loro impatto sull’ambiente e possono essere utilizzati da tutta la famiglia, fin dalla nascita. La linea Mustela Family BIO è una gamma di prodotti biologici certificati ECOCERT, una delle più importanti organizzazioni di certificazione al mondo che garantisce al consumatore sicurezza a 360°.

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 71


GIRO POLTRONE

CHICCA PROFUMERIE, LIUNI ELETTO DIRETTORE OPERATIVO Michelangelo Liuni è stato nominato direttore operativo del Consorzio Chicca Profumerie. Liuni è già amministratore unico della Profumeria Pepe e presidente di Fenapro. Il suo ruolo coprirà le funzioni di relazioni commerciali con tutta l’industria, di progettualità dell’insegna P (profumeria) per la differenziazione del canale e della formazione delle beauty coach certificate dalla Fenapro. Inoltre il ruolo ricomprenderà gli aspetti operativi di rapporto con Fenapro, e le sue controllate (Mip), nonché con Npd. La nomina segue l’ingresso di Profumeria Pepe in Consorzio Chicca Profumerie.

ZALANDO ASSUME ROGERS COME VP BEAUTY

Joanna Rogers

Joanna Rogers sarà la nuova VP Beauty di Zalando dal 1 marzo. La manager dal 2016 era responsabile della categoria bellezza nel Regno Unito della catena Wallgreens Boots Alliance. “Rogers è riuscita a trasformare Wallgreens Boots Alliance in una delle principali destinazioni per lo shopping di bellezza, sviluppando una proposta innovativa per i clienti e attirando molti marchi di bellezza premium”, ha sottolineato Zalando in una nota. Zalando ha anche dichiarato che lo sviluppo della categoria beauty “sarà una priorità strategica per il gruppo, e che l’esperienza di Rogers costituirà un elemento importante per la crescita futura, anche a livello internazionale”. Rogers riporterà a Boris Ewenstein, VP senior dell’approvvigionamento di Zalando. 72 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

BREWER NOMINATA CEO DI WALGREENS BOOTS Rosalind Brewer è stata nominata CEO di Walgreens Boots Alliance. Allo stesso tempo, Brewer entrerà anche a far parte del Board of Directors di Wba. Succede a Stefano Pessina che passerà al ruolo di presidente esecutivo del Board di WBA. Brewer arriva da Starbucks Corporation, dove ha avuto un ruolo chiave nell’accelerare la strategia di crescita dell’azienda, nell’ampliare la presenza globale e nel creare valore.

Michelangelo Liuni

NUOVO GM PER LABORATOIRE NATIVE Andrea Magnaguagno è il nuovo general manager di Laboratoire Native Italia, polo cosmetico internazionale che riunisce i brand Lierac, Phyto, Roger & Gallet e Jowaé, distribuiti in farmacia e parafarmacia. Magnaguagno arriva dopo aver maturato significative esperienze nel settore cosmetico in L’Oréal. Successivamente ha assunto la carica di country manager di Caudalie sia in Italia che negli Stati Uniti, ed infine è stato general manager di Revlon Italia. Il manager, che prende il posto di Claudia Melzi, contribuirà all’ulteriore affermazione sul mercato delle marche del Gruppo che fa parte della holding francese Impala.

Andrea Magnaguagno

Rosalind Brewer

PIERACCIONI DIVENTA AD DI MAESA Maesa ha nominato l’ex vicepresidente esecutivo di Coty Gianni Pieraccioni come suo nuovo CEO, a partire da oggi primo febbraio. L’attuale fondatore e CEO dell’azienda, Julien Saada, passerà alla carica di presidente del consiglio di amministrazione e chief strategy officer. Prima di entrare a far parte del team di Coty nel 2019, Pieraccioni è stato chief operating officer di Revlon e managing director di Johnson & Johnson. Maesa, la cui maggioranza è stata acquisita da Bain Capital Private Equity nel marzo 2019, è un incubatore globale di marchi e sviluppa il business, tra gli altri, i brand americani Flower Beauty di Drew Barrymore e Kristin Ess Hair Care.

Gianni Pieraccioni


Recherche Dermo-esthétique depuis 1975


We fulfill Hair & Skin dreams

bringing your brand to life

Connettiti con la più innovativa produzione di cosmetici personalizzati conto terzi, scopri come diventare uno dei nostri “customer partner”. Grazie ad un’expertise di oltre trent’anni nelle colorazioni e cura dei capelli e nei prodotti skin care e con un patrimonio di più di 1000 formule, offriamo servizi full service “made in Italy” a più di 120 brand in 90 paesi del mondo. connettiti con i tuoi sogni: hsacosmetics.com - shop.hsacosmetics.com - hsa@hsacosmetics.com


WHAT’S NEW? Spunti di bellezza

di Anna Gilde

Le nuove fragranze sono gioiose e avvolgenti, non sovrastano, ma hanno un carattere intenso e irresistibile, fatto di un’eleganza discreta, come per trasmettere una visione nuova e più ottimistica del mondo. È una realtà in cui le donne possono appropriarsi di fragranze maschili e viceversa, che siano note fiorite o muschiate, ciascuno è libero di indossare la fragranza preferita, senza una netta distinzione di genere.


FRAGRANZE/FOR BOTH

Both f o r

(Her & Him)

ZADIG&VOLTAIRE This is us! Nuova fragranza universale, solare e gioiosa, sorprende con un accordo olfattivo sensuale ed esplosivo, in cui è protagonista il legno di sandalo nel cuore, circondato da patchouli, accordi vanigliati e note muschiate. (100ml, € 95)

L’ARTISAN PARFUMEUR Passage d’Enfer Extrême Protagonista è il giglio ragno rosso, che fiorisce nell’equinozio d’autunno ed è il simbolo della metamorfosi e della rinascita. Il profumo inebriante di questo fiore straordinario si mescola alla freschezza dell’incenso e a note di sandalo cremoso, benzoino e vaniglia. (100ml, € 145)

76 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

DSQUARED2

2 Wood

Si sviluppano intorno a note di legno moderne e carismatiche: il vetiver Haiti, il cedro aromatico di Virginia e Alaska, e i toni resinosi dell’abete bianco, che si mescolano a freschi accenti frizzanti e luminosi di agrumi, note vibranti di pepe rosa; nel fondo note musk e ambrate. (100ml, € 84)


FRAGRANZE/FOR BOTH

THE MERCHANT OF VENICE

Vinegia 21

È dedicata al 1600° anniversario della nascita di Venezia questa fragranza intensa, avvolgente, opulenta e vellutata, in cui lo zafferano illumina le note orientali e speziate della polvere di cannella, con croccanti praline nelle note di testa, una scia durevole di note legnose, vaniglia e sandalo si incontrano con le note balsamiche e fumose di mirra e incenso. (100ml, € 250)

COMME DES GARÇONS Rouge

SERGE LUTENS La Dompteuse Encagé È una fragranza floreale e luminosa, un profumo goloso da assaporare sulla pelle, che unisce accordo dolce di frangipane, note sottilmente mandorlate e ylang ylang. (100ml, € 184)

È uno scontro di contrasti, una fragranza luminosa, fresca e profonda, in cui si incontrano note di pepe rosa e rapa rossa, foglie di geranio mentolate e zenzero nel cuore e, nel fondo, note di di incenso, resine e patchouli. (100ml, € 140)

Il fiore della tuberosa, che sboccia al crepuscolo attirando, con il suo profumo inebriante, gli impollinatori notturni, e per questo simbolo di sensualità e peccato, si intreccia con un puro e morbido accordo suede, acceso da un tocco di pepe, su una scia delicata di patchouli boisé e muschio di oud. (50ml, € 282)

gway Hemin rdan o J . h P

TOM FORD Tubéreuse Nue

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 77


FRAGRANZE/FOR HIM

Him f o r

BRIONI Eau de Parfum È il complemento dell’universo sartoriale del brand, un profumo che avvolge senza sovrastare. Le note di testa sono fresche, con mela verde, esaltata da un accento ozonico e grani di pepe rosa; il cuore, morbido e caldo, è fiorito e contrasta con il calore dell’ambroxan; tutto è strutturato dall’aroma del cedro e avvolge con note di fava tonka, mandorla e muschio. (100ml, € 110) Hubert de Givenchy nella nuova campagna, che vede un suo ritratto del 1975, anno di creazione del primo profumo Gentleman, in versione “street art”.

GIVENCHY Gentleman Eau de Toilette Intense È l’incontro esplosivo di un fiore delicato e di un legno potente, per un uomo in grado di sedurre con i suoi contrasti. L’iris, al cuore della composizione, è interpretato in modo irresistibile e unito al cedro per una mascolinità decisa, esaltata da basilico, cardamomo e cipresso. (100ml, € 97,50)

78 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

PENHALIGON’S

The Inimitable William Penhaligon

Dedicato proprio a Mr. Penhaligon, barbiere che dalla Cornovaglia andò a Londra, aprì un negozio di fragranze, diventando poi fornitore ufficiale della casa reale, é un profumo per gentlemen, chic ma anche stimolante e rassicurante. Orientale legnoso, è realizzato con vetiver, bergamotto, gelsomino, incenso, legno di cedro, sandalo e ambrox. (75ml, € 235)


FRAGRANZE/FOR HIM

HERMÈS H24 Sensuale e luminoso, unisce la nota aromatica e vegetale di salvia sclarea, che ha sentori di fieno, erba tagliata ed un caratteristico fondo ambrato, con il narciso, fiore intrigante che regala eleganza e classicità; si aggiunge un’essenza di legno di rosa, estratta da un albero selvatico del Sud America, con una molecola futurista, lo sclarene. che offre una vibrazione metallica. (100ml, € 102)

ISSEY MIYAKE

Fusion d’Issey

Racchiude la potenza e l’energia creatrice della natura questo fougère da uomo solare e minerale, che gioca con i contrasti di freddo e caldo per interpretare l’idea di una roccia che fonde. Si mescolano il limone frizzante con la dolcezza lattea dell’acqua di cocco, note minerali, ambrox, essenze di rosmarino, geranio e cardamomo, legni vulcanici caldi, spezie e patchouli. (100ml, € 93)

SALVATORE FERRAGAMO Intense Leather Eau de Parfum Ha una mascolinità intensa, decisa e sensuale la nuova fragranza, in cui la freschezza del mandarino si intreccia con la vivacità del pepe rosa, aggiungendo un tocco sensuale di assoluta di salvia sclarea; il cuore fonde mela annurca, mughetto e iris, mentre la base unisce il muschio all’accordo Ferragamo Intense Leather. (100ml, € 94) Ad impersonare l’uomo Ferragamo è il giovane attore britannico Hero Fiennes-Tiffin.

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 79


FRAGRANZE/FOR HER

Her f o r

SISLEY Izia La Nuit È un omaggio alle rose uniche e misteriose del giardino di Isabelle d’Ornano, ma anche un inno alla notte; opulenta, profonda e sensuale, è una fragranza irresistibilmente conturbante, un’esplosione di note floreali, legnose e chypre che evolvono nel tempo, come metafora delle mille sfaccettature dell’amore. (100ml, € 218)

CHANEL Le Lion

GUCCI

Persistente ma dall’intensità raffinata, è una composizione che lascia affiorare la sua forza senza mai esserne sopraffatta, come un leone che non ha bisogno di ruggire per imporsi. Un orientale elegante e raffinato, in cui gli agrumi frizzanti cedono il posto ad un accordo ambrato, nel cuore il cisto è affiancato dalla vaniglia, in una scia profonda che permane a lungo sulla pelle, con sandalo e patchouli. (75ml, € 185)

Custodita in una bottiglia di vetro trasparente e metallo color oro rosa, la fragranza è un particolare accordo ambrato floreale, definito dalla leggera e fresca femminilità dei petali di lillà, con un tocco frizzante di note di agrumi e una scia sensuale di note ambrate e patchouli. (90ml, € 113)

80 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

Guilty Eau De Toilette Pour Femme


FRAGRANZE/FOR HER

MARC JACOBS

Perfect

Moderna, luminosa e femminile, é una fragranza floreale con un carattere inebriante; si apre con note succose di rabarbaro e narciso, che svelano un cuore di latte di mandorla, e un fondo delicato di legno di cedro e cashmeran, per una chiusura avvolgente. (100ml, € 120)

SHISEIDO Ginza Ginza è il quartiere più cosmopolita del Giappone, dove tradizione e modernità si incontrano: è un invito ad esprimere la propria personalità, ricca di sfaccettature e contrasti, così come la composizione olfattiva è la perfetta armonia di note contrastanti: quelle floreali, femminili e delicate dei fiori e quelle legnose, che conferiscono definizione e carattere. (90ml, € 117)

RANCÉ 1795 Eau de la Couronne Va ad arricchire la linea Rue Rancé questa eau de toilette primaverile, dal cuore fiorito di gardenia e iris, in cui l’anima fruttata e frizzante degli agrumi, con mela, ribes e rosa taïf nelle note di testa, incontra un’onda vellutata e seducente di ambra, musk e cedro nel fondo. (100ml, € 110)

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 81


FRAGRANZE/FOR HER

NARCISO RODRIGUEZ Musc Noir For Her Ha un cuore di olio di muschio raro, di cui esplora gli aspetti più oscuri e intensi. Cattura una femminilità audace, misteriosa e sensuale e per la prima volta il flacone si mostra nella forma più pura, grazie ad una bottiglia completamente traslucida, che rivela il mistero che contiene. (100ml, € 125)

JEAN PAUL GAULTIER La Belle Le Parfum Intenso e seducente, è un accordo succulento di vaniglia, pera e mandorla, che sprigiona sensualità; racchiuso in una bottiglia rossa dalle curve ultra-femminili, ha un fisico degno di nota e indossa una collana dorata. (100ml, € 122)

82 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

ISSEY MIYAKE

A Drop d’Issey

Gioiosa, ottimista, innovativa, crea nuovi legami con la natura: la goccia trasforma le percezioni e dà una visione nuova del mondo. Il lillà è nel cuore, nelle note di testa si uniscono rosa damascena, fiore d’arancio e latte di mandorla, su uno sfondo di muschi vellutati, con vanillina e ambrox. (90ml, € 117)


CORPO

IL CORPO IN ARMONIA

CLARINS

I NUOVI TRATTAMENTI CORPO IDRATANO, PROTEGGONO, CONTRASTANO LA SECCHEZZA, MA ANCHE GLI INESTETISMI, MENTRE RIMODELLANO, SNELLISCONO E AFFINANO LA SILHOUETTE

CLARINS. Baume Corps Super Hydratant è a base di burro di karité super concentrato, proveniente da cooperative artigianali femminili, situate in Africa occidentale; ha proprietà cosmetiche lenitive, protettive e nutrienti. (200ml, € 40,50) CHANEL. La Crema Per Il Corpo Gabrielle Chanel ha una consistenza vellutata e avvolge la pelle con note floreali e luminose; arricchita con un principio attivo idratante di rosa e gelsomino, lascia la pelle luminosa, elastica e morbida. (150g, € 79) PUPA. Lo Scrub Detergente Corpo Oceanian Spa Energia Vitale fa parte della nuova linea di trattamenti benessere Pupa SPA, ispirati a 3 diverse macro aree geografiche; contiene particelle di zucchero, che esfoliano e donano alla pelle un aspetto levigato, con olio di cocco, che dona nutrimento. (250ml, € 18,50) Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 83


CORPO

SISLEY. Le Sculpteur Soin Minceur Intensif è un trattamento modellante, studiato per limitare la comparsa di cellule adipose e affinare la silhouette, con risultati visibili già dopo 14 giorni: l’aspetto a buccia d’arancia è meno evidente e la pelle appare rassodata e tonica. (200ml, € 184)

RILASTIL. Xerolact PB Balsamo Relipidante contrasta secchezza, irritazione e prurito, lenisce, riequilibra il microbiota della pelle, ripristinando la barriera cutanea, per 48 ore di efficacia idratante. (200ml, € 19.90)

SOMATOLINE COSMETIC. Basato sulla crioterapia, che, innescando la lipolisi riduce gli accumuli adiposi localizzati, è un trattamento snellente con il 90% di ingredienti attivi di origine naturale, tra cui mentolo, proteine del riso, estratto di lychee ad azione anti-differenziazione, alga rossa con azione anti-stoccaggio e caffeina dall’azione lipolitica. (250ml, € 39,90) LIERAC. Body-Slim Concentrato Crioattivo comprende un complesso snellente a base di caffeina e zenzero, associato ad un attivo innovativo, la pro-irisina, che agisce sulle zone colpite dalla cellulite più resistente. L’efficacia è potenziata grazie all’utilizzo del crio-massaggiatore durante l’applicazione. (150ml, € 43,90)

84 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021


CORPO

DIEGO DALLA PALMA. Body Trainer è una linea corpo in 4 fasi. Esfolia, dermo perfezionatore per una pelle luminosa ed elastica (€ 37,90); Drena, legging termoattivo snellente (€ 15,90); Snellisce, fango crema rimodellante effetto sauna (€ 42,90); Rassoda, concentrato oleoso anticellulite, che riattiva la microcircolazione contrastando la ritenzione idrica (€ 37,90).

TEAOLOGY. Happy Body Balsamo Snellente Multifunzione contiene infuso di tè nero bio e un complesso vegetale, con una formula che ha il 97% di ingredienti di origine naturale, per un’azione anticellulite, rassodante e un effetto lifting. (150ml, € 25)

COMFORT ZONE. Body Strategist Attack Serum è un siero booster ad azione intensiva, a base di caffeina pura, carnitina, ed estratto di pepe rosa, in grado di agire sugli inestetismi della cellulite e contribuire a migliorare l’aspetto generale della silhouette, preparando la pelle a ricevere i benefici dai prodotti anticellulite successivi. (150ml, € 60)

OLOS. Thalasence Crema Ristrutturante Marina Corpo sfrutta le proprietà benefiche e il potere del mare e dei suoi elementi per contrastare gli inestetismi cutanei; l’estratto di finocchio marino e un pool di attivi acquatici aiutano a mantenere l’equilibrio idro-lipidico, rendendo la pelle più nutrita e forte. (250ml, € 50) Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 85


SKINCARE

Night Tre

es, Ni

co l as

Pa r ty

TRATTAMENTI NOTTURNI

Night Trees, Nicolas Party

86 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021


SKINCARE

YVES ROCHER. Anti-Age Global Concentrato Bifasico Rigenerante da notte si applica prima del trattamento, dopo avere agitato la formula, ricca di oli, dalle virtù riparatrici, che permettono di penetrare il derma più facilmente. Al cuore c’è il nettare vegetale di gemma, che concentra da sola tutto il potere di sviluppo della pianta: radici, steli, fiori, frutti e foglie, in grado di agire sulle cellule per uno straordinario rinnovamento cellulare. (30ml, € 29,95)

CLINIQUE. Smart Night Clinical è un trattamento intensivo notturno anti-età che stimola il naturale processo di riparazione e rigenerazione della pelle, grazie all’azione multi-dimensionale del retinolo, conferendole un aspetto più uniforme e luminoso. (30ml, € 87)

SVR. Le nuove Ampolle Occhi garantiscono una nuova routine concentrata: Refresh, per drenare, decongestionare e tonificare al mattino, e Relax, per levigare e rigenerare lo sguardo di notte, migliorando l’elasticità cutanea e togliendo i segni di stanchezza. (15ml, € 29 l’uno)

LIERAC. Fa parte della linea Arkéskin, dedicata alle pelli mature, il Fluido Nutriente Ridensificante Notte, con una formula che unisce un biopeptide notte, per attivare la rigenerazione cellulare notturna, semi di lino, che rigenerano e ridensificano, cicoria, che leviga e migliora l’elasticità della pelle, acido ialuronico microincapsulato, che rimpolpa. (50ml, € 39,90)

KORFF. Crema Maschera Notturna Viso E Collo Effetto Boost rassoda, riduce le rughe e ridisegna i contorni del viso; a seconda del tipo di pelle si può usare tutte le sere oppure, come trattamento intensivo, due volte a settimana. (50ml, € 70)

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 87


BELLEZZA

JULIETTE HAS A GUN. Not A Room Spray è il nuovo spray per ambienti dedicato all’iconica fragranza Not A Perfume, con ingredienti puri, senza solfati, SLS o SLES, senza parabeni, ftalati e coloranti artificiali. (200ml, € 50)

@Viktor&Rolf

FILORGA. Time-Filler Intensive è un siero la cui formula si ispira alle più efficaci tecniche di medicina estetica, per un effetto anti-rughe e levigante intenso, grazie ad un polisaccaride ad alto peso molecolare in grado di creare un film sulla superficie cutanea, per un effetto tensore istantaneo. (30ml, € 65)

BEAUTY CASE for her

RIMMEL. Wonder’Cloud è un ombretto liquido multifunzione longlasting e waterproof, che durate la stesura si trasforma da crema a polvere; ha un primer integrato, che previene sbavature e imperfezioni e garantisce una lunga tenuta. (€ 12,90)

Per la campagna digital dedicata al rossetto star Le Rouge Deep Velvet, GIVENCHY Parfums collabora con l’attrice americana Sadie Sink, che ha iniziato la sua carriera a Broadway nel 2013 e, dopo vari successi internazionali, è ora nel cast dell’acclamata serie TV di Netflix “Stranger Things”.

NAJ OLEARI. Fa parte della collezione primavera/ estate la Sweet Bouquet Eyeshadow Palette, quattro ombretti facili da sfumare e dal rilascio colore immediato, che contengono Vitamina E protettiva e antiossidante. (€ 28)

88 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

ESSENCE. Hello, Good Stuff! Olio Viso, arricchito con olio di rosa canina, ha una formula con il 94% di ingredienti naturali, ed è idratante, nutriente e rigenerante sulla pelle. (€ 4,99)

GUERLAIN. L’Essentiel High Perfection è un fondotinta ad alta perfezione, con una texture seconda pelle e una formula che contiene il 96% di ingredienti di origine naturale, preserva la naturale idratazione della pelle e la protegge dalle aggressioni, mentre giorno dopo giorno la rende più levigata e uniforme. (30ml, € 54,89)


BELLEZZA

COLLISTAR. Hydra Idratante Oil Free Gel Viso e Occhi 24h ha una formula anti-pollution che regala un’immediata sensazione di leggerezza e freschezza alla pelle maschile, soggetta allo stress quotidiano della rasatura, oltre che ad aggressioni ambientali e alla luce blu dei device digitali. (80ml, € 36)

DEPOT. N. 802 Exfoliating Skin Cleanser è uno scrub detergente alla sabbia vulcanica, dalla triplice azione: esfoliante, detossinante e levigante, che favorisce il rinnovo delle cellule cutanee lasciando la pelle rivitalizzata e luminosa. (100ml, € 19)

ACQUA DI PARMA. Crema Viso Multiazione idrata, leviga e rivitalizza, per una formula che protegge da inquinamento e luce blu, si assorbe rapidamente e garantisce a lungo l’idratazione, grazie alla presenza di acido ialuronico. (50ml, € 85)

BEAUTY CASE for him Lenny Kravitz è il nuovo volto della fragranza Y di YVES SAINT LAURENT; è uno dei più autorevoli musicisti rock dei nostri tempi e artista a 360 gradi, con 20 anni di carriera alle spalle e vincitore di quattro Grammy Award.

DAVINES. Pasta & Love Dopobarba e Crema Idratante fa parte di una linea sostenibile, che contiene estratto biologico di alchechengi, pianta di origine brasiliana, il cui frutto è apprezzato per le qualità estetiche e nutritive; è arricchito inoltre con burri di karitè e babassu. (100ml, € 28)

SHISEIDO Men. Targeted Pencil Concealer è un correttore dalla texture leggera, che minimizza occhiaie, macchie e rossori causati dalla rasatura con un finish naturale; ha un’azione anti-infiammatoria ed emolliente (€ 38) e si rimuove facilmente con il nuovo Face Cleanser, che detergente preservando l’idratazione (125ml, € 34).

Aprile/Maggio 2021 PAMBIANCO BEAUTY 89


Cover STORY

VASI COMUNICANTI.

LE DONNE UNIVERSALI DI LAURA BERGER

Languide figure femminili abitano lo spazio onirico della tela: un tranquillo sentimento di fluidità è emanato dalle loro membra elegantemente distese, come fossero motivi ornamentali. Solitarie presenze o grovigli di corpi dalle tonalità spesso argillose; in mano frutta, rami e fiori di grandi dimensioni, assunti a conforto e nutrimento per l’anima. “Sono interessata alla ricerca umana di un senso di appartenenza e di significato, e al modo in cui questa ricerca interagisce con le nostre preoccupazioni esistenziali”, rivela Laura Berger, che si avvale della pittura per scandagliare gli abissi della spiritualità e dell’emozione. “Gran parte della mia attenzione è dedicata all’esplorazione dei concetti alternativi di famiglia e connessione - attraverso i nostri legami con la comunità globale, con le nostre storie personali, la natura e l’ignoto”, aggiunge l’artista di Chicago. A tal fine, le donne dai lunghi capelli neri e i profondi occhi a mandorla che campeggiano su larghe distese di colore sono elette archetipi di un’umanità somigliante, animata dalle medesime domande. Il lavoro di Berger è stato presentato in esposizioni collettive e personali negli Stati Uniti e all’estero. A dicembre 2020 Hashimoto Contemporary le ha dedicato una mostra, segnando il suo debutto individuale sulla scena newyorkese.

MAGAZINE

BEAUT Y N U M E R I , FAT T I E P RO TA G O N I S T I D E L L A C O S M E T I C A

Courtesy of the artist

Direttore Responsabile David Pambianco Redazione Chiara Dainese, Giorgia Ferrais, Giulia Mauri, Rossana Cuoccio, Giulia Sciola, Anna Gilde Grafica e Impaginazione Mai Esteve, Lucrezia Alfieri Cover Project Anna Gilde, Giulia Mauri Coordinamento e Pubblicità Cristina Tana

90 PAMBIANCO BEAUTY Aprile/Maggio 2021

Contatti beauty@pambianco.com adv@pambianco.com abbonamenti@pambianco.com Telefono 02.763.886.00 Tipografia Starprint srl - Bergamo Registrazione Tribunale di Milano n. 136 del 7/05/2015 Proprietario ed Editore Pambianco Strategie di Impresa Srl Corso Matteotti 11 - 20121 Milano


SOSTIENE

NELLA LOTTA AL BULLISMO E AL CYBERBULLISMO.

Per informazioni scrivere a info.cosnovaitalia@cosnova.com

essence.eu


Profile for Pambianco Magazines

PambiancoBeauty_n2_2021  

PambiancoBeauty_n2_2021  

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded