__MAIN_TEXT__

Page 1

Poste Italiane S.P.A. - Sped. in A.P. 70% LO/MI - in caso di mancato recapito inviare al CMP di Roserio per la restituzione al mittente previo pagamento resi ANNO VII - N°1 FEBBRAIO - MARZO 2021

BEAUTY

BELLEZZA IN BORSA

MISSIONE POSSIBILE

COVER BY ALEX KATZ

MAGAZINE ATTUALITÀ Farmacie, effetto Amazon

Sisley, il lusso in scatola

INTERVISTA Ferrari:

SCENARIO Big deal 2020, tra heritage e social

PRODOTTI Ricercare la perfezione


EDITORIALE

Sostenibilità, una carta per il made in Italy di David Pambianco

P

rima era la moda del biologico e del naturale. Poi si è innescata la questione del circular per salvare il pianeta. Ancora più di recente, la declinazione ha assunto i contorni del give back, ossia del ‘ritornare’ risorse alla società, magari sostenendo i ‘più deboli’ come chiedono le generazioni più giovani. La spinta verso una responsabilità d’impresa ha coinvolto con tempi e modalità diversi il settore beauty. Adesso, anche per il mondo della cosmesi sembra arrivato il momento di fare un passaggio istituzionale, e di dare un format più strategico a questo insieme di spinte di origine emotiva e di immagine. Negli ultimi mesi, infatti, si è registrato un consistente aumento delle aziende del beauty che realizzano bilanci di sostenibilità e, di conseguenza, un crescente interesse alla loro valorizzazione attraverso iniziative di comunicazione e condivisione. Certo, sul fenomeno ha inciso l’aspetto normativo, essendo sempre più vincolanti le direttive europee e nazionali in termini di rendicontazione delle informazioni non finanziarie. Ma la necessità di comunicare la sostenibilità appare ormai un fattore di posizionamento competitivo, tanto da suggerire la nascita dei primi studi settoriali sull’impatto: un recente lavoro di una società di ricerca internazionale ha stimato il contributo della cosmetica alle emissioni globali di gas a effetto serra tra lo 0,5 e l’1,5 per cento. Al di là del risultato, il messaggio è chiaro: il comparto si sta interrogando sul proprio ruolo e le proprie responsabilità ambientali e sociali. L’evoluzione, dunque, sta portando a superare il concetto di nicchia dal quale il beauty è partito, per trasformare la sostenibilità in un elemento capace di spostare il mercato, e questo può essere una buona notizia per le aziende del made in Italy. In primo luogo, per via del fatto che l’esperienza sviluppata con i prodotti bio dai terzisti italiani è un’ottima carta da giocare sul fronte dell’allineamento sostenibile, ma, più in generale, lo spostamento del beauty globale verso una identità più responsabile richiederà un innalzamento dell’asticella qualitativa che, a sua volta, escluderà dal mercato le filiere produttive low cost. Ecco perché la diffusione dei bilanci di sostenibilità, se in alcuni casi può essere interpretata anche come una leva di marketing, nel suo insieme rappresenta un’ottima notizia per il posizionamento futuro dell’industria cosmetica italiana nel mercato globale.

4 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


SOMMARIO 10

NEWS DALL’ITALIA

14

NEWS DAL MONDO

18

ATTUALITÀ

Effetto Amazon

23

DOSSIER Borsa, missione possibile

24 Borsa di bellezza a due velocità

28 Debutti tricolore a Piazza Affari 30 LeQuotabili 2020, il beauty da listino 34 Sgariboldi: “Euroitalia non si ferma” 36 Fogazzi: “Veralab, 2020 a oltre 50 mln”

38

SCENARIO

Big deal 2020, tra heritage e social

42 INTERVISTA Ferrari (Sisley): “Il lusso in scatola”

48

FENOMENI Viaggio tra le fragranze couture

23 DOSSIER BORSA, MISSIONE POSSIBILE

52

60

BEAUTY & THE CITY Terme a San Siro NON SOLO BUSINESS

Alti e bassi per la bellezza sui listini a causa della pandemia. Ma il 2020 è anche l’anno di due aziende italiane che debuttano a Piazza Affari. Intanto, Euroitalia vince il premio Pambianco LeQuotabili 2020. Veralab al top delle le small cap.

38

6 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

52

SCENARIO

BEAUTY & THE CITY

BIG DEAL 2020

TERME A SAN SIRO

Nel risiko delle M&A sono più appetibili i marchi con un buon posizionamento digitale.

Milano è sempre più beauty oriented grazie al progetto di riqualificazione delle ex scuderie De Montel.


PRIMA

DOPO POCHI MINUTI

57 AMO LA MIA ETÀ

IN FARMACIA E PARAFARMACIA made in Italy

SIERO EFFETTO SIMIL-BOTOX. GRAZIE ALL’ARGIRELINA, ATTIVO AD EFFETTO TENSORE, RIDUCE IN POCHI MINUTI LE RUGHE DEL CONTORNO OCCHI. EFFICACIA TESTATA IN VIVO SULLE CONSUMATRICI: DIMINUZIONE DELLA RUGOSITÀ CUTANEA FINO AL 20% IN 10 MINUTI. EFFETTO TENSORE FINO A 6 ORE.


SOMMARIO

63

WHAT’S NEW?

In copertina

64 MAKE-UP

Routine perfezionante

68

SKINCARE

Effetto lifting

70

BELLEZZA

Equilibrio ritrovato

74

CAPELLI

Nuove formule

Alex Katz Coca-Cola Girl 4, 2017 Olio su tela 91,5 × 122 cm Courtesy of Galleria Monica de Cardenas, Zuoz / Milano Cover story pag. 78

Abbonamento Premium

(spedizione con corriere espresso)

1 abbonamento 69 euro 3 abbonamenti 89 euro (stessa destinazione) Per abbonarti, stampa e compila la scheda su: magazine.pambianconews.com

Gli altri magazine

SCARICA LA APP DI PAMBIANCONEWS

8 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


ITALIA

EUROITALIA PUNTA A PROFUMI BIODEGRADABILI AL 95%

Giovanni Sgariboldi

O

biettivi ambiziosi per EuroItalia che nel 2020 ha pubblicato per la prima volta il suo Bilancio di Sostenibilità. Infatti l’azienda ha importanti progetti legati alla sostenibilità fra cui, per il breve periodo, arrivare alla creazione di profumi biodegradabili al 95% e al 100% di utilizzo di carta Fsc nei propri packaging. Inoltre l’azienda ha deciso di sviluppare è un Lca (life cycle assessment) su alcuni dei propri prodotti con l’obiettivo di analizzare l’impatto ambientale lungo tutto il ciclo di vita e di sviluppare soluzioni concrete per ridurre possibili impatti negativi individuati. “Abbiamo deciso di intraprendere un percorso strutturato al fine di integrare la Sostenibilità all’interno del nostro processo decisionale – sottolinea il presidente Giovanni Sgariboldi – e nelle nostre attività quotidiane. EuroItalia, consapevole della grave crisi ambientale e sociale che la società sta vivendo e del ruolo che in questa è chiamata ad assumere, ha deciso di intraprendere tale progetto al fine di migliorare e ampliare i propri impatti. EuroItalia mira a contribuire a uno sviluppo sostenibile inclusivo ed equo, monitorando, rendicontando e migliorando le proprie prestazioni aziendali in materia di responsabilità tecnico-economica, sociale ed ambientale”. EuroItalia è il secondo player italiano in termini di fatturato 2019 con 448 milioni euro e 32 milioni di pezzi venduti nel mondo. 10 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

SEPHORA, PRIMA CAPSULE ITALIANA Sephora Italia lancia la sua prima capsule collection di make-up e lo fa con la cantante Elodie. Si chiama ElodieXSephora ed è un’edizione limitata composta da quattro prodotti, una palette di ombretti, una palette di blush, un set di pennelli per il trucco e una tinta labbra long lasting in fucsia scuro, che rappresentano lo stile pop e sgargiante della cantante. Il range di prezzo va da 10,99 euro per il rossetto liquido no-transfert alla palette occhi che costa 24,99 euro.

Elodie

COSMELUX CERCA UN NUOVO SOCIO Cosmelux, azienda italiana che produce rivestimenti esterni dei prodotti del packaging per la cosmetica ed è controllata dalla famiglia Zorloni, tramite la holding Metal 3, secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, sarebbe alla ricerca di un partner finanziario, cui cedere una quota di minoranza. Già nel 2019 era partito un processo competitivo per Cosmelux che aveva riscosso l’interesse di gruppi come PM&Partners e Clessidra. Negli anni passati il dossier è stato preso in considerazione anche da aziende strategiche come Lumson e come Pibiplast, a sua volta poi acquisita da Lumson nell’agosto 2020.

COSMOPROF WORLDWIDE SI SPOSTA A SETTEMBRE

Rimandato a settembre l’appuntamento per la 53a edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna. “Le preoccupazioni legate all’andamento dei contagi espresse dai nostri espositori, dalle associazioni di categoria e dalle istituzioni – afferma Gianpiero Calzolari, presidente di BolognaFiere – ci costringono ancora una volta a ritardare il ritorno in fiera di Cosmoprof Worldwide Bologna”. La manifestazione è stata riprogrammata dal 9 al 13 settembre 2021, alla luce del perdurare dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19.


ITALIA

ZANZI: “HSA COSMETICS CHIUDE IL 2020 CON RICAVI A +6%” La pandemia non ferma Hsa Cosmetics che cresce su tre assi: aumento del fatturato, ampliamento del canale distributivo e digitalizzazione. L’azienda cosmetica varesina ha chiuso l’esercizio 2020 con un aumento del fatturato del 5-6% superando i 40 milioni di euro. Il fatturato è rappresentato dal 93% estero e 7% italiano. Il 90% deriva dall’haircare e il 10% dallo skincare, quest’ultimo è cresciuto negli ultimi mesi del 2020, sebbene sia la divisione più giovane

dell’azienda. “Ancora più importanti – sottolinea Stefano Zanzi presidente e CEO di Hsa Cosmetics – e dagli effetti positivi, sono state delle azioni strategiche iniziate più di due anni fa, che hanno trovato il miglior riscontro proprio quest’anno. L’azienda aveva infatti iniziato un percorso di allargamento dei canali di distribuzione, soprattutto per quanto riguarda la divisione private label, abbracciando anche i brand hair care inseriti nel mondo retail ed e-tail”.

LUMSON, IL 2021 RIPARTE CON INNOVAZIONE E SOSTENIBILITÀ

Lumson inizia il 2021 all’insegna della sostenibilità. “Il 2020 – commenta Matteo Moretti, presidente di Lumson – è stato un anno particolarmente complesso nel corso del quale abbiamo cercato di dare risposte concrete alle esigenze di sicurezza e sostenibilità del mercato, offrendo prodotti performanti e all’avanguardia. I sistemi Touchless, i nostri airless system, ne sono la più evidente dimostrazione: hanno aperto le porte ad una nuova interpretazione del packaging cosmetico, in cui si enfatizza il ruolo protezione della formula per una più ampia

visione di rispetto dell’ambiente, durabilità e sicurezza. Il nostro impegno verso la sostenibilità ambientale, sociale ed economica con l’avvento della pandemia si è fatto, se possibile, ancora più forte e ai traguardi già raggiunti si sono aggiunti nuovi obiettivi. Uno su tutti: ampliare ulteriormente il nostro catalogo di prodotti sostenibili, Smile, che oggi rappresenta il 70% dell’offerta globale dell’azienda”. La strada dell’innovazione sostenibile segna un ulteriore passo in avanti con l’inserimento nel portfolio prodotti del vetro PCR.

12 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

Serum Lab, la prima start up al siero di latte Si chiama Serum Lab Skincare ed è la prima start up innovativa in ambito cosmetico ad utilizzare nella sua linea il siero di latte 100 % made in Italy proveniente dalla filiera del Parmigiano Reggiano. L’intera catena produttiva di Serum Lab si svolge in Italia. Innovazione non solo nel mondo della cosmesi dunque ma nell’idea stessa di fare azienda ed economia. Una start up che punta ad un’economia circolare ed ecosostenibile, che investe sull’innovazione rispettando l’ambiente. “Il siero di latte – dichiara Dario Biglietto, CEO di Serum Lab – è un elemento dalle grandissime proprietà sia per il corpo che per la pelle”.

Griffe debutta con il suo beauty brand Griffe approda fra i beauty brands lanciando il suo marchio Griffe Cosmetics. Da anni all’interno del panorama cosmetico italiano, pronti a garantire sempre nei propri store la presenza di tutti i top brand del settore, adesso ha inizio una nuova era, quella in cui il nome Griffe non è solo l’insegna di una catena di profumerie, ma diventa anche un vero e proprio brand di make-up.

Natrue, il 2021 sarà l’anno della cosmesi bio La tendenza dei consumatori è sempre più orientata verso cosmetici ecosostenibili. Ecco perché Natrue, l’Associazione internazionale no profit che dal 2007 promuove e tutela l’autentica cosmesi naturale e biologica, prevede per il 2021 un consolidamento del passaggio dalla cosmesi convenzionale a quella naturale, biologica e certificata.


ITALIA

INTEGRA FRAGRANCES DEBUTTA CON FRAGRANCE ATELIER Integra Fragrances, azienda che dal 2006 si occupa di branding olfattivo, si lancia in un nuovo progetto di influencer marketing, decisamente sfidante e innovativo per un’azienda che lavora esclusivamente per altri marchi. Lo scorso ottobre infatti, presso il concept store & bar Potafiori a Milano, si è tenuto il primo Fragrance Atelier, un’iniziativa interamente Made in Italy. “Il progetto Fragrance Atelier si pone come obiettivo quello

di diffondere su larga scala il concetto di branding olfattivo – dichiara Francesca Piana responsabile marketing e comunicazione di Integra Fragrances – coinvolgendo talenti in grado di parlare alle folle, capaci di farsi mediatori di argomenti ancora nuovi. Abbiamo offerto la possibilità di vivere una giornata tipica nel nostro lavoro, un’occasione unica per addentrarsi in quello che è il processo creativo di una fragranza”.

NASCE IL NUOVO CONSORZIO DRUG SVILUPPO SUD

Nasce Sviluppo Sud, società partecipata da importanti realtà della Grande Distribuzione Organizzata, che avvia il proprio progetto di espansione nel centro sud Italia, insediandosi nel cuore di Roma, con un punto vendita di circa 200 metri quadrati dell’insegna Più Me in Via degli Ammiragli n. 36, che sarà inaugurato il 14 gennaio. Ovviamente, lo sviluppo non si ferma qui essendo già programmata la seconda apertura nella città di Roma, alla Via Tiburtina 582 – 584, per la terza decade del mese di febbraio. Sviluppo Sud è una società

che nasce dalla cooperazione di 5 soci, Ingromarket, General, Meloni, Quattro e HRG Regina, nell’ottica di una maggiore penetrazione nel mercato Drug. Lo scopo della società è quello di completare la distribuzione nel Centro-Sud Italia attraverso la creazione di una catena di drugstore, a marchio Più Me, con l’apertura di circa 100 punti vendita nei prossimi 10 anni. Le insegne Drug che oggi costituiscono la rete commerciale del Consorzio operano sul territorio nazionale attraverso 351 punti vendita che diventeranno 392 nel 2021.

Francesca Piana

Harbor, ricavi a doppia cifra nel 2021

Gucci Beauty apre store su Tmall

“Malgrado le difficoltà legate alla pandemia Covid 19 – dichiara l’AD Filippo Corsini – Harbor prevede di chiudere il 2020 intorno ai 9,3 milioni di euro, in leggera flessione rispetto al 2019. In Italia il canale profumeria è stato quello che ha più sofferto, compensato dalla crescita esponenziale del canale online e dal lancio strategico di alcune linee di prodotto”. Per il 2021 l’azienda attiva con i marchi Phytorelax Laboratories e Intra La Natura dentro, ha importanti obiettivi di crescita. “Puntiamo a crescere a doppia cifra in termini di fatturato”, ha concluso l’AD.

Gucci e Tmall hanno siglato una partnership che porterà Gucci nel Luxury Pavilion, la piattaforma del gruppo Alibaba dedicata al mercato del lusso, dove sarà presente con due flagship store digitali per i prodotti moda e beauty. L’apertura del flagship store per i prodotti Gucci Beauty è prevista per febbraio 2021, e store sarà gestito da Coty, titolare della licenza.

Armata di Mare sigla licenza con MC Group Facib ha siglato la licenza Health&Care con MC Group per il brand di proprietà Armata di Mare. MC Group, fattura 8 milioni di euro e ha in portafoglio i marchi Disney, Marvel, Mattel, Nasa, Nazareno Gabrielli, UWNY. I prodotti Armata di Mare saranno disponibili a partire da aprile 2021 nel canale distributivo dei grandi gruppi, quali Acqua & Sapone e Tigotà.

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 13


MONDO

CINA, LA FRANCIA BYPASSA I TEST SUGLI ANIMALI

La Francia è diventata il primo Paese tra gli stati membri dell’UE a rilasciare un certificato di conformità che consente ai marchi nazionali di importare determinati prodotti cosmetici in Cina senza test sugli animali obbligatori. Le autorità cinesi hanno accettato di non testare più i prodotti cosmetici “ordinari” importati in Cina prima di essere immessi sul mercato. Ciò a condizione che i produttori presentino un certificato di conformità che dimostri che la fabbricazione del prodotto è conforme alle buone pratiche di fabbricazione (emesse dalle autorità competenti del paese di origine), nonché una valutazione della sicurezza del prodotto. La sperimentazione di prodotti cosmetici sugli animali è stata vietata nell’UE dal 2009. Ma alcuni Paesi, compresa la Cina, richiedono alle autorità locali di controllo sanitario di testare i prodotti finiti importati sugli animali prima di autorizzarne la commercializzazione. In Francia, secondo quanto affermato dall’ente francese per il settore della bellezza, la Fédération des entreprises de la beauté (Fedea), sarà l’Ansm (Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari) che rilascerà questi certificati. “Questo accordo – dichiara Patrick O’Quin, presidente della Febea – consentirà anche alle aziende cosmetiche francesi di esportare a nuove condizioni in Cina. Questo paese è ora il nostro secondo partner commerciale”.

14 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

A CENTRIC BRANDS LA LICENZA DI TASTE BEAUTY Centric Brands ha ampliato il suo portafoglio con l’acquisizione della licenza dei prodotti di Taste Beauty, azienda attiva nella cura personale per bambini e adulti, che entra a far parte della società per far crescere il proprio core business. Ad oggi, Centric Brands detiene anche le licenze dei prodotti di bellezza di Nickelodeon, Crayola, Hershey e Warner Brothers. L’accordo è la prima mossa importante da parte dell’azienda da quando è emersa dal fallimento a ottobre 2020.

FRESHLY COSMETICS, 2020 A 30 MILIONI Freshly Cosmetics continua a crescere. La start up cosmetica ha capitalizzato la crescita del canale online a seguito della crisi del Coronavirus, aumentando il proprio fatturato del 140% rispetto all’anno precedente e prevede di chiudere il 2020 con un fatturato di 30 milioni di euro, più del doppio dei 12,6 milioni registrati lo scorso anno. Freshly prevede di mantenere questo tasso di crescita e di realizzare un fatturato di 55 milioni di euro nel 2021.

JULIETTE HAS A GUN CEDE UNA MINORANZA Juliette Has a Gun, il marchio francese di profumeria selettiva fondato nel 2006 da Romano Ricci, pronipote di Nina Ricci, ha ceduto una quota di minoranza al fondo di investimento Cathay Capital con l’obiettivo di sfruttare il supporto di un azionista per accelerare l’espansione internazionale del marchio, soprattutto in Cina. I termini dell’accordo non sono stati divulgati.


MONDO

PERFECT CORP RACCOGLIE FINANZIAMENTO DA 50 MILIONI DI DOLLARI Perfect Corp, la società fornitrice di soluzioni tecnologiche che controlla YouCam, ha raccolto 50 milioni di dollari in finanziamenti di serie C. Il round è stato guidato dalla banca di investimento Goldman Sachs e ha lo scopo di finanziare le soluzioni di intelligenza artificiale (AI) di Perfect Corp su più canali e supportare l’espansione globale. Con sede a Taiwan e guidata dal CEO Alice Chang, Perfect Corp, di proprietà della società

multimediale Cyberlink, vanta oltre 900 milioni di download in tutto il mondo e 300 brand partner, tra cui Estée Lauder e Ulta Beauty e Alibaba. “Questo investimento di serie C guiderà ulteriormente lo sviluppo delle nostre soluzioni a livello globale attraverso tutte le categorie e i canali di bellezza per la completa esperienza 360 Beauty SaaS - software as a service - per i consumatori”, ha dichiarato l’amministratore delegato.

AL VIA IL NUOVO GRUPPO LABORATOIRE NATIVE

Dopo l’acquisizione dei marchi Lierac, Phyto, Jowaé e Roger & Gallet da parte della holding francese Impala, nasce Laboratoire Native, la cui missione è promuovere il savoir faire dei creatori dei quattro marchi che formano un polo cosmetico internazionale da oltre 200 milioni di euro. Laboratoire Native è un nuovo gruppo cosmetico globale composto da quattro marchi perfettamente complementari, ciascuno in un segmento specifico di trattamenti cosmetici in farmacie e parafarmacie. “Native – riporta una nota – perché per guardare al futuro dei nostri

brand bisogna sempre attingere dalle loro origini, dalle loro radici, per dare loro ogni giorno una nuova vita in linea con le aspettative dei consumatori, senza mai negare il loro dna”. Infatti tutti i marchi hanno due caratteristiche in comune. La prima è che sono nati tutti da uomini che avevano una visione d’avanguardia nella loro professione come Patrick Alès, Charles Roger e Armand Gallet e Léon Cariel. E poi sono stati tutti creati e immaginati attingendo dalla natura e dal mondo vegetale con metodi di produzione che combinano naturalità ed efficacia.

16 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

Alice Chang

Jennifer Lopez debutta con JLo Beauty Jennifer Lopez è pronta a lanciare il suo marchio JLo Beauty. La collezione, che era stata annunciata lo scorso agosto, è stata sviluppata da Ascendant Beauty, una joint venture tra Guthy-Renker e BRX GR. “Voglio che le persone sappiano che si tratta di qualcosa di molti importante per me, qualcosa di personale”, ha dichiarato Jennifer Lopez. “Voglio condividere – sottolinea Lopez – quello che ho imparato con le persone di tutto il mondo. Vuoi sapere come ho ottenuto la mia pelle, come appaio in questo modo? Ecco come. È così che vivo la mia vita ed è piuttosto semplice”.

Il Beauty traina i ricavi di The Hut Group (+50%) The Hut Group ha registrato forti ricavi nel quarto trimestre grazie alla bellezza che si è rivelata ‘intoccabile’ durante la pandemia Covid-19. L’azienda gestita dal miliardario Matthew Moulding, ha reso noto che i ricavi sono aumentati del 51% a 558,7 milioni di sterline. THG Beauty, che gestisce il sito web Lookfantastic e il brand in abbonamento Glossybox, e i marchi di bellezza ESPA e Illamasqua, è stata la seconda categoria più performante del gruppo con vendite che nel trimestre hanno raggiunto 298 milioni di sterline, con un aumento del 60 per cento.

Net-A-Porter, primo festival di bellezza social Net-A-Porter ha lanciato per la prima volta un festival di bellezza digitale chiamato ‘The Beauty of You‘, con l’intenzione di renderlo in futuro un evento annuale. L’obiettivo del festival è di “intrattenere il pubblico e lasciare che la community si senta consapevole e informata di tutti i consigli e i trucchi di bellezza dai migliori addetti ai lavori del beauty del mondo”, ha dichiarato una nota.


MONDO

MILLIE BOBBY BROWN SI COMPRA FLORENCE BY MILLS Millie Bobby Brown ha acquisito una quota di maggioranza della sua label cosmetica Florence by Mills. Beach House Group, l’incubatore del marchio che ha contribuito a sviluppare e lanciare la linea, ha venduto la maggior parte della sua partecipazione alla famiglia Brown. Beach House Group è ora un’azionista di minoranza, secondo il comunicato diffuso. L’operazione ha l’obiettivo di far crescere l’etichetta beauty sia a livel-

lo internazionale che inserendo nuove categorie di prodotto, grazie anche alla collaborazione con il CEO di Florence by Mills, Paula Pontes. La star della serie Netflix, Stranger things, ha lanciato il marchio cruelty-free e vegano, che prende il nome dalla sua bisnonna, nell’estate del 2019 in collaborazione con Beach House Group. Florence by Mills è disponibile presso i retailer Ulta Beauty, Boots, Douglas, Asos, Nocibé, Beauty Bay e Look Fantastic.

SHISEIDO IN TRATTATIVE CON IL FONDO CVC ASIA PACIFIC

Shiseido è pronta a cedere la sua divisione di prodotti dedicati all’igiene e alla bellezza per la grande distribuzione principalmente distribuiti in Asia. Infatti il gruppo giapponese sarebbe in trattative con il fondo Cvc Asia Pacific Limited al fine di cedergli la propria attività di prodotti dedicati all’igiene e alla bellezza come Tsubaki, Senka, Uno e Aquair, che si rivolgono principalmente al mercato di massa. “L’operazione – sottolinea una nota di Shiseido – potrebbe concludersi nella prima metà del 2021, ma non è stata ancora presa alcuna decisione for-

male”. Il prezzo della vendita, secondo quanto riportato da Bloomberg citando fonti a conoscenza dell’affare, sarebbe compreso tra 150 e 200 miliardi di yen (da 1,2 a 1,6 miliardi di euro). Shiseido intende continuare la sua strategia di posizionamento nel segmento dei cosmetici di fascia alta, della quale vuole diventare il leader mondiale entro il 2030 quindi la sua attività nei prodotti rivolti al mass market in Asia non corrisponde più al proprio core business. Il gruppo pubblicherà i risultati finanziari dell’esercizio 2020 il prossimo 9 febbraio.

Millie Bobby Brown

Interparfums, outlook 2021 in crescita

Unilever esclude cessioni di marchi beauty

Interparfums ha annunciato che prevede di generare vendite nette per l’esercizio 2021 comprese tra 610 milioni e 625 milioni di dollari (pari a circa 505 milioni e 518 milioni di euro), che rappresenta un aumento del 24,1 per cento. Le linee guida presumono che il tasso di cambio medio dollaro / euro rimanga ai livelli attuali. Per il 2020, il gruppo prevede ora un fatturato di oltre 340 milioni di euro e una redditività operativa intorno al 7-8 per cento. A fine ottobre il gruppo aveva rivisto al rialzo le prospettive del fatturato a circa 320-330 mln di euro.

Unilever ha reso noto di non avere intenzione di fare eventuali cessioni significative nel business della bellezza e cura della persona, anche se potrebbe fare alcuni accordi poco rilevanti, come parte di un rimodellamento del suo portafoglio, “ma avranno un impatto minimo”. Lo ha dichiarato l’amministratore delegato Alan Jope in un’intervista a Reuters.

Usa, la bellezza in ripresa nel terzo trimestre

La bellezza recupera terreno nel terzo trimestre dell’anno. A dirlo è un’analisi di Npd relativa al mercato americano. Le vendite totali di prodotti di bellezza premium nel Q3 hanno segnato un -17% a 3,7 miliardi di dollari (circa 3 miliardi di euro). A segnare il rimbalzo maggiore, negli Stati Uniti, è stato il segmento hair care, a +11% per 232,5 milioni di dollari.

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 17


ATTUALITÀ

NEGLI USA, IL GRUPPO DI SEATTLE STA RIVOLUZIONANDO IL MERCATO CON IL PORTALE PHARMACY. E IN ITALIA? LO SBARCO NON È ALL’ORIZZONTE MA L’ECOMMERCE È IN NETTA ASCESA, SEPPUR CON NUMERI ANCORA LIMITATI. COSÌ COME IL DELIVERY.

EFFETTO PHARM-AMAZON di Milena Bello

A

metà novembre, nel pieno della nuova ondata di epidemia di Covid-19 nel mondo, Amazon ha lanciato negli Stati Uniti il suo negozio virtuale di farmaci, Amazon Pharmacy. Il timing è stato perfetto considerata la situazione pandemica mondiale ma la gestazione è avvenuta in era pre-Covid. Tutto è nato dall’acquisizione, nel 2018, di Pillpack, una società specializzata nel confezionamento di farmaci in dosaggi giornalieri e nella loro spedizione a domicilio. E così Jeff Bezos è riuscito gradualmente a espandersi nel settore del pharma. Una rivoluzione anche per un mercato, quello nordamericano, che ha regole meno restrittive dell’Italia in ambito di vendita di farmaci in rete: può arrivarti tutto a domicilio, in modo ancora più rapido per gli iscritti a Prime, e si può usufruire di sconti importanti, fino all’80% per i farmaci generici. Insomma, gli ingredienti per parlare di una trasformazione del settore pharma ci sono tutti. E quando c’è di mezzo Amazon, con il suo peso in termini di fatturato e la sua presenza capillare nel mondo, non si tratta più solo di un trend “locale”. Così la prima domanda che il mondo pharma in Italia si è posto è stata: quando arriverà Amazon Pharmacy nello Stivale? E cosa succederà alla rete di farmacie italiane? Sgombriamo subito ogni dubbio. 18 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


ATTUALITÀ

Al momento la normativa italiana (ma anche quella comunitaria) renderebbe impossibile a Jeff Bezos applicare questo modello perché la vendita online di farmaci non è consentita a meno che non si tratti di portali online che fanno capo direttamente a una presenza fisica sul territorio e tutte le attività devono fare riferimento a un farmacista regolarmente registrato al proprio ordine professionale. I siti delle farmacie possono vendere farmaci da banco ma non prodotti per i quali è richiesta la prescrizione medica e le farmacie stesse non possono vendere su marketplace come Amazon. Nel caso, invece, di piattaforme slegate da farmacie, è consentita la vendita sostanzialmente di integratori (non farmaci da banco). Tuttavia, i movimenti di Amazon stanno mettendo tutti all’erta. Secondo il sito PharmacyScanner, lo scorso gennaio 2020 il colosso dell’e-commerce ha provveduto a registrare il marchio “Amazon Pharmacy” nel Regno Unito e in altri due Paesi anglosassoni, Canada e Australia, ma dall’agosto scorso lo stesso sarebbe avvenuto nell’Ue. Tra i Paesi più esposti alla “minaccia”, spiega il sito, almeno sulla carta c’è la Germania, dove il mercato dell’e-commerce farmaceutico è tra i più importanti del Vecchio continente (vale il 20% del giro d’affari complessivo del canale, quando in Italia si ferma poco sopra il 3%) e già è possibile acquistare online anche medicinali con ricetta. ANCHE IN ITALIA BALZA L’E-COMMERCE Almeno nell’immediato sembra che l’Italia potrebbe non essere “preda” del gigante dell’e-commerce, salvo acquisizioni mirate di portali già esistenti. Ma di certo il fenomeno Amazon Pharmacy è, anche per il territorio italiano, emblema di un nuovo modo di approcciarsi al settore farmaceutico. Nonostante la presenza capillare di farmacie sul territorio nazionale (in Italia ci sono oltre 19mila farmacie, una ogni tremila abitanti), i numeri sulla vendita online di prodotti farmaceutici sono in crescita, soprattutto in un anno chiave come il 2020. Secondo IQVIA, il provider globale di dati, analisi, consulenza e tecnologie innovative in ambito farmaceutico, nei primi nove mesi dell’anno in Italia le transazioni online in questo ambito hanno raggiunto 25,3 milioni di unità, rispetto ai 14,3 milioni di unità dello stesso periodo del 2019 (+76%). A valori il mercato nei primi nove mesi del 2019 valeva 172 milioni di euro, contro 274 milioni di euro nel 2020 (+59%) e lo scatto è arrivato soprattutto nel secondo trimestre quando

Dall’alto in basso, un’immagine del sito Amazon Pharmacy; il sito Pharmap e uno scatto del team Pharmap In apertura, foto di Arek Socha da Pixabay

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 19


ATTUALITÀ

A sinistra, Beautyè store a Viareggio; a destra, un’immagine del sito Farmaè

le unità vendute passano da 5,1 milioni (nel 2019) a 9,7 (nel 2020), con un aumento pari al 90 per cento. I dati, specifica la società, sono relativi alle vendite delle farmacie e parafarmacie online e non a quelle dei portali verticali e generalisti. Oltre a gel igienizzanti e mascherine, i prodotti più venduti sono farmaci da banco e senza prescrizione (13,5 milioni di unità di prodotti nei primi nove mesi del 2020, in crescita del 67%) e prodotti nutrizionali, le cui vendite online sono aumentate a volumi del 56% nei primi nove mesi dell’anno. “In realtà - spiega l’amministratore delegato di IQVIA, Sergio Liberatore - i numeri delle vendite online dei prodotti da farmacia in Italia, anche se crescono a doppia cifra, sono ancora piccoli rispetto alla farmacia fisica. Infatti nei primi nove mesi dell’anno rappresentano il 3,3% del totale fatturato delle farmacie italiane. Pertanto, per il farmacista, il commercio online rappresenta un’opportunità e non una minaccia”. Sempre secondo un’analisi di IQVIA, per quanto riguarda i prodotti da farmacia, uno dei principali fattori che spinge il consumatore all’e-commerce è il prezzo. In media il prezzo dei prodotti nel canale online è del 23% inferiore rispetto al canale fisico. I GOLIA ITALIANI DELL’E-COMMERCE Ma come è strutturato il commercio online dei prodotti? Attualmente in Italia sono circa 1.100 le 20 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

farmacie e parafarmacie autorizzate dal Ministero della Salute a vendere i prodotti su internet, tuttavia sono solo una quarantina le farmacie online veramente protagoniste del web. In genere, spiegano da Federfarma, sono soprattutto le piccole farmacie protagoniste del fenomeno web perché per i grandi nomi ancora l’e-commerce non è una priorità. Tuttavia, secondo AvantGrade, agenzia svizzera che dal 2011 si occupa di digital marketing, dal farmacista del futuro il paziente-cliente vuole tre servizi: acquisti online, rapporto umano con il farmacista che deve trasformarsi in un consulente della salute e servizio Pick&Pay. Quindi anche l’online dovrà diventare una delle priorità anche per il settore delle farmacie. Tra i principali protagonisti dell’e-commerce del pharma in Italia ci sono Farmaè, la napoletana Farmacosmo (partita dal web e che poi ha rilevato un punto fisico) e Amicafarmacia, sito di e-commerce della farmacia di Bagnolo Piemonte (CN). Tre nomi emblematici e tre case history di successo, nate ben prima della gestione di Amazon Pharmacy e che, proprio ora che si parla delle strategie del colosso americano, stanno già registrando importanti risultati di crescita e attuando strategie di rafforzamento e diversificazione nel business pharma. Lo conferma il caso di Farmaè, il principale in Italia per fatturato. Fondata da Riccardo Iacometti a


ATTUALITÀ

Viareggio nel 2014, nel 2019 il suo giro d’affari è arrivato a toccare 37,5 milioni di euro, legato principalmente alla sua attività di e-commerce (la società è presente anche sul territorio nazionale con 9 Farmaè Store e un Beautyè Store). I dati del 2020 sono in forte aumento: nel terzo trimestre 2020 Farmaè ha registrato ricavi pari a 15,7 milioni di euro in miglioramento del 65% rispetto allo stesso periodo del 2019 e nei nove mesi, i ricavi raggiungono i 47,1 milioni di euro, con una crescita del 72 per cento. Secondo le stime del broker Alantra citate in un recente report di fine settembre, il dato riguardante il net sales nel 2020 è stimato a 61,8 milioni, nel 2021 87,9 e nel 2022 a 123,5 milioni. Secondo la banca d’investimenti, “la nuova normalità porterà a un incremento dell’uso dell’e-commerce, spingendo le prospettive di crescita di Farmaè”. Che, continua la nota, ha dalla sua il vantaggio di aver già investito in modo importante negli ultimi cinque anni in logistica e ha allargato la sua gamma di prodotti con il lancio del portale sul beauty, Beautyè. A inizio anno una nuova diversificazione con l’ingresso nel mercato dell’ortopedia “pesante” attraverso la piattaforma appena acquisita sanort.it, focalizzata sulla vendita di ausili per disabili, articoli ortopedici e sanitari con un fatturato 2019 di 575mila euro che va, appunto, a incrementare l’offerta del gruppo. VOLA IL DELIVERY DELLE FARMACIE Oltre e sicuramente più che l’e-commerce, l’altro servizio che in Italia ha registrato un’impennata di crescita, soprattutto quest’anno, è quello del delivery dei prodotti farmaceutici. Si tratta di una modalità che ha attecchito soprattutto in Italia per le caratteristiche sopra citate, non essendo possibile vendere in rete farmaci con ricetta. Nel caso del delivery il problema viene ovviato perché l’acquisto del farmaco richiesto avviene infatti in farmacia e un corriere delegato dal paziente si occupa di acquistare i prodotti presso la farmacia selezionata e consegnare i farmaci all’indirizzo indicato.“Rispetto alla vendita online consente di ricevere il prodotto a poche ora dalla richiesta e vale anche per i medicinali con ricetta medica”, spiega Giuseppe Mineo, CEO e Founder di Pharmap, il primo player in Italia per la consegna dei farmaci a domicilio (tra i suoi clienti spicca la catena Lloyds Farmacie, le ex Comunali di Milano), che nel 2020 ha quadruplicato il fatturato dell’anno precedente arrivando a sei milioni di euro e aumentando di sei volte il

numero delle consegne rispetto al 2019. “In tema di un possibile impatto di Amazon Pharmacy sulle farmacie territoriali vorremmo sottolineare che da una recente survey interna è emerso come il 60% delle persone che usano il delivery farmaceutici ricorrono sempre alla stessa farmacia e nel 44% dei casi lo fanno perché ritengono importante avvalersi del consiglio del proprio farmacista di fiducia. E per le farmacie è uno strumento che consente di fidelizzare i propri clienti e di conseguenza, anche per gli utenti, rimane un importantissimo strumento di connessione con la farmacia”. Ed ecco spiegato il motivo della crescita inesorabile di questo canale. Nel caso di Pharmap l’obiettivo ora è potenziare la copertura capillare andando aumentando la presenza anche nei piccoli comuni (ad oggi il network conta più di 1600 farmacie in oltre 150 città) e rafforzare la soluzione Pharmap for Brands che permette ai brand di promuovere i prodotti tra migliaia di utenti interessati al settore healthcare.

IL MERCATO ITALIANO DELL’E-PHARMACY 30

23

15

8

0 9 mesi 2019

9 mesi 2020

Farmaci da banco Dispositivi medici Cura personale Prodotti nutrizionali

Fonte: rielaborazione su dati Iqvia

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 21


clessidra87.it

I SORRISI

DELLE DONNE TORNERANNO

A RISPLENDERE

Distribuzione farmacosmesi www.difarco.it


dossier

BORSA, missione possibile ALTI E BASSI PER LA BELLEZZA SUI LISTINI: CAUSA LA PANDEMIA, I PRINCIPALI TITOLI QUOTATI HANNO REGISTRATO PERFORMANCE ALTALENANTI. MA IL 2020 È ANCHE L’ANNO DI DUE AZIENDE ITALIANE CHE DEBUTTANO A PIAZZA AFFARI. INTANTO, EUROITALIA VINCE IL PREMIO PAMBIANCO LEQUOTABILI 2020. VERALAB AL TOP DELLE SMALL CAP.


DOSSIER

BORSA di bellezza a DUE VELOCITÀ di Chiara Dainese

ALTI E BASSI PER IL BEAUTY QUOTATO NEL 2020. LA PANDEMIA HA ALTERATO LE PERFORMANCE SULLE PRINCIPALI PIAZZE INTERNAZIONALI. INTANTO, IN AUTUNNO HANNO DEBUTTATO LE PRIME DUE ITALIANE A PIAZZA AFFARI.

24 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

L

a bellezza procede a marcia alternata, specialmente in Borsa. Le più note aziende e multinazionali del settore beauty quotate sulle principali piazze internazionali, infatti, hanno archiviato il 2020 con performance differenti a causa soprattutto del momento di difficoltà causato dalla Pandemia di Covid-19. Nella classifica stilata da Pambianco alcune società hanno messo a segno rialzi a doppia cifra, mentre altre hanno subito pesanti cali sui principali listini mondiali. Delle aziende del campione, sono ben dodici quelle che hanno archiviato il 2020 con risultati negativi, di queste cincque sono arretrate a doppia cifra (Int. Flavour&Fragrances, Interparfums, Adore Beauty, Coty e Revlon). Per contro, sei titoli hanno registrato guadagni superiori al 20% (Natura & Co, Nu Skin, The Estèe Lauder Companies, The Hut Group, Givaudan e L’Orèal). Uno scenario altalenante che per la prima volta vede matricole del beauty tricolore. In Piazza Affari, infatti, sono entrate due aziende della sezione bellezza, Labomar e Euro Cosmetic che si sono quotate entrambe lo scorso autunno sul segmento AIM di Borsa Italiana.


DOSSIER

LA BELLEZZA IN BORSA NEL MONDO Prezzo 31 dic 2020

% 2020

Capitalizz. mln €

14,03

20,00

42,6

11.798

USA

38,87

54,63

40,5

2.372

THE ESTÈE LAUDER COMPANIES

USA

204,84

266,19

30,0

78.379

4

THE HUT GROUP

UK

625,00

780,00

24,8

8.541

5

GIVAUDAN (CHF)

ZURIGO

2.992,29

3.730,00

24,7

31.262

6

L'ORÈAL

PARIGI

256,27

310,80

21,3

174.000

7

SYMRISE

FRANCOFORTE

91,69

108,40

18,2

14.680

8

EDGEWELL PC

USA

30,49

34,58

13,4

1.607

9

SH KELKAR (INR)

BOMBAI

108,94

120,50

10,6

191

10

L'OCCITANE

HONG KONG

17,75

19,32

8,8

2.978

11

EURO COSMETIC

ITALIA

6,17

6,36

3,1

30

12

AMORE PACIFIC (KRW)

SEUL

207.500,00

206.000,00

-0,7

11.816

13

LABOMAR

ITALIA

6,97

6,72

-3,6

130

14

JACQUES BOGART

PARIGI

11,02

10,50

-4,7

149

15

SHISEIDO (¥)

TOKYO

7.648,47

7.136,00

-6,7

22.800

16

YATSEN COSMETICS

USA

18,40

17,00

-7,6

9.701

17

KAO CORP. (KANEBO) (¥)

TOKYO

8.713,67

7.970,00

-8,5

30.480

18

BEIERSDORF

FRANCOFORTE

104,87

94,44

-9,9

21.580

19

INT. FLAVORS&FRAGRANCES

USA

124,16

108,84

-12,3

9.894

20

INTERPARFUM

USA

72,01

60,49

-16,0

1.590

21

ADORE BEAUTY

AUSTRALIA

6,92

5,38

-22,3

321

22

COTY

USA

10,93

7,02

-35,8

4.573

23

REVLON

USA

21,25

11,88

-44,1

544

Rank

Azienda

Listino

1

NATURA & CO

USA

2

NU SKIN ENTERPRISES

3

Prezzo 1 gen. 2020

Fonte: Pambianco

USA SUL PODIO Primo classificato per crescita del titolo in Borsa è stato nel 2020 Natura & Co che ha segnato a Wall Street un +42,6 per cento. Il gruppo cosmetico brasiliano, che opera con i marchi Natura, Avon, The Body Shop e Aesop è quotato anche sul listino di San Paolo. Beneficiando della sua forte presenza online, il gigante brasiliano dei cosmetici Natura & Co ha registrato una forte crescita dei ricavi nel terzo trimestre 2020, sovraperformando il mercato globale dei cosmetici. “Grazie alla continua digitalizzazione – commenta

Roberto Marques, presidente esecutivo e Group CEO di Natura & Co – i nostri marchi hanno ottenuto ottimi risultati nel terzo trimestre, con una crescita significativa delle vendite e un miglioramento dei margini. In un ambiente che è rimasto difficile in tutto il mondo a causa della pandemia di Covid-19, abbiamo ottenuto risultati superiori rispetto al mercato sia a livello globale che in Brasile”. Anche il titolo Nu Skin Enterprises ha messo il turbo e alla Borsa di News York ha segnato un +40,5 per cento. Fondata più di 30 anni fa, Nu Skin è cresciuta fino a diventare una Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 25


DOSSIER

In questa pagina, Clinique iD Dramatically Different gel idratante In apertura, uno store del brand Natura

delle più grandi società di vendita diretta del mondo. Medaglia di bronzo a The Estée Lauder Companies che continua a raccogliere ottimi risultati, anche in Borsa. Sul listino di Wall Street il titolo infatti è cresciuto del 30 per cento. “Estée Lauder ha navigato con agilità durante la pandemia – afferma Fabrizio Freda, presidente e CEO di The Estée Lauder Companies – e per i prossimi due anni il gruppo lavorerà al Post-covid business acceleration program, che ha lo scopo di riallocare le risorse relative alla distribuzione”. La pandemia ha causato infatti un rapido spostamento delle vendite di prodotti di bellezza online e il piano prevede la chiusura tra il 10 e il 15% dei negozi indipendenti worldwide, per una riduzione tra i tra 1.500 e 2mila posti di lavoro, circa il 3% dell’attuale forza lavoro. Il totale include la ridistribuzione di alcuni dipendenti e l’investimento in nuove posizioni in lavori legati all’online. Il piano post covid-19 dovrebbe avere benefici annuali compresi tra i 300 e i 400 milioni di dollari. … E IN CODA Bellezza altalenante alla Borsa di New York. Infatti, tra le principali aziende quotate c’è chi ha avuto come abbiamo visto nel paragrafo precedente, ottime performance, 26 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

come la top performer Natura & Co, e chi invece pesanti cali. Nel dettaglio, Revlon continua il suo periodo negativo mettendo a segno un calo del titolo del 44,1 per cento. Revlon lo scorso novembre è riuscita a evitare il fallimento Chapter 11, grazie a un accordo sul debito dell’ultimo minuto con l’offerta di 236 milioni di dollari in titoli agli obbligazionisti. “Questo – sottolinea in una nota Debra Perelman, presidente e CEO di Revlon – rappresenta un passo importante verso il rafforzamento della nostra struttura e ci posiziona meglio per concentrarci sulla crescita futura. Anche se abbiamo ancora delle sfide da affrontare, come l’impatto della pandemia Covid-19 in corso, crediamo di avere la giusta strategia in atto e continueremo a metterla in pratica”. Tuttavia, nonostante sia rimasta a galla con gli istituti di credito, Revlon ha registrato un calo delle vendite nette per il terzo trimestre che si sono attestate a 477 milioni di dollari, in flessione del 20% rispetto ai 596 milioni di dollari nello stesso periodo del 2019. Questo calo è stato in gran parte dovuto all’impatto negativo del Covid-19, che è stato parzialmente compensato da un aumento del 13% delle vendite nell’attività di e-commerce del gruppo. Revlon non ha fornito indicazioni finanziarie per l’intero anno fiscale. In calo anche il titolo Coty che sul listino è


DOSSIER

sceso del 35,8 per cento. Coty, che lo scorso settembre ha nominato Sue Y. Nabi, nuovo amministratore delegato prevede “di tornare sul percorso di crescita nel primo trimestre del 2021”. Coty ha infatti fissato una serie di obiettivi per il 2021 che passano attraverso il rafforzamento della propria posizione finanziaria e la riduzione del proprio debito. Lo scopo del piano di risparmio è ridurre le spese fisse di 600 milioni di dollari. “Negli ultimi due mesi – sostiene Peter Harf, ex CEO e attuale presidente esecutivo di Coty – abbiamo registrato un miglioramento significativo nel business e prevediamo che lo slancio positivo continui. Negli ultimi tre mesi in cui sono stato CEO, il mio obiettivo è stato quello di riportare l’azienda sulla buona strada per esprimere al meglio il suo potenziale”. NEW ENTRY ESTERE The Hut Group ha debuttato a settembre 2020 alla Borsa di Londra. La sua offerta pubblica iniziale (IPO) da 5,4 miliardi di sterline è stata la più grande in oltre cinque sul listino britannico. Ma non solo. È anche la prima quotazione importante dalla crisi del Coronavirus. La società che possiede nomi di brand come Espa, Christophe Robin, Illamasqua, Mama Mio, Eyeko e Ameliorate ha venduto un totale di 376 milioni di azioni a 500 penny l’una. La sua quotazione a Londra ha raccolto 1,88 miliardi di sterline. The Hut Group, dopo la quotazione, ha anche acquisito il marchio di prodotti per la cura della pelle Perricone MD per 60 milioni di dollari in cash. “Il settore della bellezza e della cura della pelle online è in rapida crescita e questa acquisizione ci consente di rafforzare ulteriormente la nostra posizione di proprietario e rivenditore di marchi di bellezza”, afferma Matthew Molding, fondatore, presidente e amministratore delegato di THG. Al 31 dicembre 2020 le azioni sono aumentate fino del 24,8 per cento. Yatsen Cosmetics è la prima azienda di bellezza cinese a debuttare alla Borsa di New York. Il titolo del gigante cinese dei cosmetici di fascia alta ha archiviato il 2020 con un calo del 7,6 per cento. Secondo una nota, i proventi dell’Ipo verranno utilizzati “per perseguire investimenti strategici, collaborazioni e acquisizioni e lanciare nuovi marchi nei mercati target”. La società, che possiede i marchi Perfect Diary, Little Ondine

e Abby’s Choice, ha acquisito il marchio francese per la cura della pelle Galénic dal gruppo farmaceutico e dermocosmetico francese Pierre Fabre. Anche Adore Beauty, uno dei principali player della bellezza online in Australia, ha fatto il suo debutto all’Australian Securities Exchange. Questa è stata la più grande Ipo dell’anno nel mercato australiano. Infatti la società di e-commerce con sede a Melbourne ha raccolto 269,5 milioni di dollari australiani (pari a circa 162,5 milioni di euro al cambio corrente). Ciò ha dato ad Adore Beauty una valutazione di 653,5 milioni di dollari australiani (pari a circa 394,1 milioni di euro), ovvero 3,9 volte le vendite previste per il 2020 che ammontano a 158,2 milioni di dollari australiani (pari a circa 95,4 milioni di euro). Al 31 dicembre 2020 le azioni sono calate del 22,3 per cento.

Dall’alto la frangranza Chloé Rose Tangerine (Coty) e una sede di The Hut Group

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 27


DOSSIER

Debutti TRICOLORE a PIAZZA AFFARI di Chiara Dainese

IL BEAUTY RITORNA SUL LISTINO ITALIANO DOPO PARECCHI ANNI. LO SCORSO AUTUNNO, INFATTI, DUE AZIENDE HANNO FATTO IL LORO INGRESSO SUL SEGMENTO AIM DI BORSA: LABOMAR ED EURO COSMETIC

28 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

N

el 2020 la bellezza debutta a Piazza Affari. Infatti si sono quotate sul listino italiano le prime due aziende del settore: Labomar e Euro Cosmetic che hanno debuttato entrambe lo scorso autunno sul segmento AIM di Borsa Italiana. Labomar è stata la prima matricola di bellezza a quotarsi a Piazza Affari il 6 ottobre 2020. Fondata da Walter Bertin nel 1998 a Istrana, Labomar intende proseguire nel percorso di sviluppo, che ha già visto tra le proprie tappe l’acquisizione della canadese Enterprises Importfab, nell’ultimo trimestre 2019, prima operazione di crescita per linee esterne dell’azienda. Nel frattempo, il gruppo ha chiuso il primo semestre 2020 con ricavi totali saliti del 41,3% a 33 milioni, un Ebitda in progresso del 54,4% a 7,8 milioni e un utile netto aumentato del 37% a 3,6 milioni. Nonostante le difficoltà e le incertezze legate alla pandemia, il management ritiene che “il gruppo possa continuare il proprio percorso di crescita organica, sia sul mercato nazionale, che sui mercati esteri, nel mentre realizza ulteriori acquisizioni attraverso i proceeds della quotazione”. La quotazione infatti, è finalizzata a sostenere una strategia di M&A oltre che ad accelerare il


DOSSIER

percorso di crescita organica. “Abbiamo lavorato in questi anni – sottolinea il fondatore e AD Walter Bertin – con l’obiettivo di essere un partner innovativo e affidabile per i nostri clienti. Oggi siamo una realtà riconosciuta e apprezzata nel nostro Paese e in Europa. Grazie alla recente acquisizione di ImportFab, abbiamo accelerato il percorso verso l’internazionalizzazione, aprendo una porta d’accesso privilegiato verso il primo mercato al mondo del settore per dimensione, quello statunitense. Abbiamo imparato a dialogare, con successo, con investitori finanziari, avendo avuto dal 2012 al 2018 nel nostro capitale il Fondo Italiano di Investimento. Con la quotazione intendiamo raccogliere risorse per velocizzare la nostra crescita, cogliere nuove occasioni sul mercato e valutare possibili acquisizioni”. Labomar rappresenta la trentunesima società Elite che si quota sui mercati di Borsa Italiana ed è entrata in Elite nel 2013 in occasione della Terza Classe. “La missione di Elite – afferma Marta Testi, head of Elite – è sempre stata quella di essere al fianco delle eccellenze imprenditoriali italiane e di accompagnarle in un percorso di crescita sostenibile attraverso condivisione di competenze, risorse, tecnologia e strumenti di finanza alternativa necessari per il loro sviluppo e la loro crescita”. Seconda matricola a quotarsi è stata Euro Cosmetic che ha un +6,7 per cento. “La quotazione per Euro Cosmetic – commenta l’amministratore delegato Daniela Maffoni - non ha rappresentato un punto di arrivo ma una tappa di un progetto di crescita che ho immaginato nel 2011 quando abbiamo dato avvio al progetto societario. In meno di dieci anni il fatturato è più che raddoppiato a 27,4 milioni di euro previsti per la chiusura del 2020. La nostra visione è di diventare un polo fondamentale della cosmetica e farmaceutica italiana. Per raggiungere questi obiettivi, la quotazione è stata una decisione quasi naturale che ci consentirà di accelerare il nostro percorso di crescita e rafforzare ulteriormente la nostra posizione in settori e mercati chiave. Le importanti risorse raccolte in Ipo ci permetteranno di potenziare e migliorare la nostra capacità produttiva con l’ampliamento del nostro stabilimento e l’acquisizione di uno stabile adiacente che ospiterà le produzioni di nicchia della cosmetica di alta gamma chiamato ‘Atelier Cosmetico’, inoltre di accelerare l’attività

In alto, Walter Bertin In apertura, Daniela Maffoni

di Ricerca & Sviluppo per la creazione e industrializzazione di nuove formule e la realizzazione di nuovi progetti concentrati nelle aree Eco-Bio, Cosmos e Pmc”. Ma non solo. Il 2021 sarà caratterizzato da un importante evento di marketing strategico. “ll progetto prevede il deposito di un marchio – prosegue Maffoni - la creazione di un concept innovativo ed emozionale, di una linea di prodotti cosmetici skincare altamente performanti, con test di efficacia prodotto a supporto e certificazioni per il packaging. Il posizionamento della linea sarà medioalto, dandoci l’opportunità di inserirci in un mercato internazionale con alta marginalità. Per questo progetto è stata siglata una collaborazione con l’agenzia The Blonde Salad fondata da Chiara Ferragni e la collaborazione con note influencer a completamento della diffusione del lancio”. Infine, la crescita di Euro Cosmetic non sarà solo organica ma anche attraverso M&A. “Stiamo valutando - conclude l’ AD - e negoziando con società target operanti nel nostro settore e autorizzate a produrre dispositivi medico chirurgici, che possano consentirci di sviluppare il canale farmacia e parafarmacia”. Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 29


leQUOTABILI20

Il BEAUTY ITALIANO da listino di Giorgia Ferrais

SONO 10 I PLAYER DELLA COSMESI CHE BUSSANO IN PIAZZA AFFARI SECONDO L’ANALISI LEQUOTABILI 2020 DI PAMBIANCO. PRIMA IN CLASSIFICA, EUROITALIA. A VERALAB IL PREMIO SMALL CAP.

30 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

D

ue aziende della bellezza sono state premiate nella 15esima edizione di leQuotabili, analisi annuale realizzata da Pambianco sulle società italiane di moda, design, beauty e wine più preparate, in termini di requisiti patrimoniali e di posizionamento, per la quotazione in Borsa in un orizzonte temporale di 3-5 anni. I riconoscimenti sono andati, per il beauty, a EuroItalia, la prima in un ranking di 10 aziende cosmetiche analizzate in quanto potenzialmente pronte per lo sbarco a Piazza Affari, e a VeraLab, a cui è andato il premio Small Cap, introdotto per la prima volta nell’edizione di leQuotabili 2020. Allargando lo sguardo a tutte le categorie prese in considerazione dall’analisi, nove in totale sono stati i riconoscimenti assegnati: uno per il ‘capolista’ di ogni categoria di appartenenza: Fashion, Fashion Small Cap, Beauty, Beauty Small Cap, Design, Design Small Cap, Wine, Wine Small Cap e Sostenibilità. I riconoscimenti sono stati consegnati da David Pambianco, CEO di Pambianco Strategie di Impresa, che ha commentato l’iniziativa: “Siamo orgogliosi di poter presentare la 15° edizione di questa pubblicazione che, oggi, è considerata un punto di riferimento importante per gli operatori


leQUOTABILI20

I vincitori 2020 FASHION

BEAUTY

1° 2°

GOLDEN GOOSE SPA (Silvio Campara) SCORE 81,6

SPORTSWEAR COMPANY SPA (Carlo Rivetti) SCORE 80,2

EUROITALIA SRL (Giovanni Sgariboldi) SCORE 60,0 SODALIS GROUP SCORE 59,2

ERMENEGILDO ZEGNA HOLDITALIA SPA (Gildo Zegna) SCORE 75,0

DAVINES SPA (Davide Bollati) SCORE 57,1

WINE

DESIGN

1° 2°

DESIGN HOLDING SPA (Gabriele Del Torchio) SCORE 68,4

BEAUTY Small Cap

ST. BARTH SRL (Massimiliano Ferrari e Raffaele Noris) SCORE 71,1

3° SAVE THE DUCK SPA (Nicolas Bargi) SCORE 60,8

RE-FORME SRL (Cristina Fogazzi) SCORE 71,6

OFFICINA PROFUMO FARMACEUTICA DI SANTA MARIA NOVELLA SPA (Eugenio Alphandery) SCORE 68,0

WINE Small Cap

1° 3°

CARPINETO SRL (Antonio Mario Zaccheo) SCORE 63,8

H - 07 SRL (Paolo Tormena) SCORE 59,3

3° LANDOLL SRL (Fabrizio Ascoli) SCORE 62,1

DESIGN Small Cap

3° GRUPPO SANTA MARGHERITA (Beniamino Garofalo e fratelli Marzotto) SCORE 62,1

FASHION Small Cap

LAGO SPA (Daniele Lago) SCORE 64,2 EDRA SPA (Monica Mazzei) SCORE 61,4

PALAZZO ANTINORI SRL (La famiglia Antinori) SCORE 68,7

COMPAGNIA DE’ FRESCOBALDI SPA (Lamberto Frescobaldi) SCORE 68,3

POLTRONESOFÀ HOLDING SRL (Renzo Ricci) SCORE 65,6

SPORT FASHION SERVICE SRL (Fabio Primerano) SCORE 61,5

MINOTTI SPA (Renato Minotti) SCORE 68,2

C.I.T.A.I. SPA (Nicolò Incisa della Rocchetta) SCORE 74,7

3° GUIDO BERLUCCHI & C. SPA (Arturo Ziliani) SCORE 62,9

SOSTENIBILITÀ

1° ARTEMIDE GROUP SPA (Ernesto Gismondi e Carlotta de Bevilacqua) Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 31


leQUOTABILI20

BEAUTY

EuroItalia / Davide Sgariboldi

“Essere un’azienda familiare è molto stimolante. Lavoriamo in tutto il mondo in 157 Paesi e abbiamo tutta la filiera italiana” dei settori analizzati. Sempre di più, infatti, aggiudicarsi il premio Pambianco leQuotabili significa per le imprese avere una certificazione della propria capacità di produrre valore. Quest’anno, inoltre, abbiamo voluto ampliare la ricerca andando ad analizzare anche le Small Cap, raccolte in ranking dedicati. Questa innovazione vuole ulteriormente valorizzare la capacità del nostro Paese di dare spazio anche a aziende che, seppur piccole in termini dimensionali, sanno esprimere eccellenza e carattere”. IL PODIO DELLA BELLEZZA Considerando i premi ‘verticali’, cioè quelli conferiti al primo selezionato nel ranking di ogni categoria, l’azienda più ‘quotabile’ del Beauty è risultata EuroItalia, azienda a cui fa capo il marchio Atkinsons e che ha fatturato 448 milioni di euro nel 2019, con ebitda al 15 per cento. Il riconoscimento è stato consegnato da Lorenzo Cotti, CEO di Integra Fragrances, società che progetta identità olfattive per i marchi e che ha sponsorizzato il premio per la categoria Beauty. Il podio comprende anche Sodalis in seconda posizione, 32 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

BEAUTY SMALL CAP

VeraLab / Cristina Fogazzi

“Questo premio rappresenta un grande traguardo e dimostra ancora una volta la validità del modello di business di VeraLab” e, al terzo posto, Davines. Per quanto riguarda le Small Cap, ha vinto VeraLab (Estetista Cinica), seguita da Officina di Santa Maria Novella e Nashi Argan. IL MODELLO Per quanto riguarda la metodologia utilizzata, Pambianco prende in considerazione i bilanci delle aziende non quotate dei settori di riferimento e seleziona quelle che hanno registrato un fatturato superiore ai 50 milioni di euro nell’ultimo esercizio e, per la categoria Small Cap, le aziende che hanno registrato un fatturato compreso tra i 15 milioni e i 50 milioni. Queste società vengono ordinate in un ranking secondo il modello di valutazione della quotabilità sviluppato da Pambianco sulla base di 8 parametri: crescita % (2019-18-17), ebitda % medio (2019-18-17), notorietà del marchio, dimensione, export % 2019, distribuzione diretta (DOS + e-commerce), indebitamento, fascia di mercato (alta, media, bassa). Per il premio Sostenibilità, sviluppato con il supporto di Cerved Rating Agency, l’analisi è stata svolta sulla base di informazioni pubblicamente disponibili.


leQUOTABILI20

RISULTATI ECONOMICI AGGREGATI DELLE 80 AZIENDE QUOTABILI Valori in milioni di euro 24.046 23.556

2017

2018

2019

25.175 294 301

5

FATTURATO TOTALE

315

16

5

2

71

CRESCITA %

FATTURATO MEDIO

15

18

EBITDA %

EXPORT %

RIPARTIZIONE DELLE 80 AZIENDE PER REGIONE RIPARTIZIONE PER REGIONE 2 28

2 15

6 11 5

4

N°AZIENDE

%

LOMBARDIA

28

35

VENETO

15

19

EMILIA ROMAGNA

11

14

ALTRI

26

32

TOTALE

80

100

1 1

1 4

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 33


leQUOTABILI20 INTERVISTA A DAVIDE SGARIBOLDI

EUROITALIA non arresta la crescita. E per il futuro? “La sfida sarà essere sempre più INTERNAZIONALI e DIGITALI”

34 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


leQUOTABILI20

“E

ssere un’azienda familiare – ha raccontato Davide Sgariboldi, general manager di EuroItalia – è molto stimolante.” Non a caso il brand, che si appresta a chiudere un 2020 in leggero calo rispetto all’anno precedente, dove aveva generato un fatturato di 448 milioni di euro, è stato proclamato vincitore per la categoria beauty del Premio Pambianco leQuotabili. Merito dei continui investimenti e del lancio di nuovi prodotti. EuroItalia è stata premiata da Integra Fragrances. Complimenti perché siete una realtà importante nella cosmetica italiana con dei numeri considerevoli, questo premio è calzante… Siamo molto onorati per questo premio ed è sicuramente molto stimolante. Siamo un’azienda a conduzione familiare devota alla crescita. Lavoriamo in tutto il mondo in 157 Paesi e abbiamo una filiera completamente italiana. Nel 2019 avete raggiunto 448 milioni di euro di fatturato… Esatto, sforiamo i 500 milioni. Negli ultimi anni abbiamo continuato ad avere una crescita importante. Per quanto riguarda la sfida di un’eventuale apertura ai capitali per l’accesso alla borsa, è sicuramente stimolante anche se riteniamo che si debba ancora insistere nell’internazionalizzazione e in una digitalizzazione molto forte. Nonostante ciò, ci sono tutte le premesse aziendali per essere pronti eventualmente a questo passaggio. Siamo un’azienda completamente trasparente sotto tutti i vari profili. Com’è andato il 2020? L’anno è partito molto bene con i primi due mesi in crescita del 15 per cento. Poi abbiamo avuto il lockdown e le profumerie sono rimaste chiuse e anche il canale duty free, che per noi vale il 20% del fatturato, ha risentito dello stop dei viaggi. Nonostante questo abbiamo portato avanti tantissime attività, non abbiamo bloccato nessun investimento pubblicitario, siamo andati all’attacco facendo un lancio per ogni brand. Inoltre, abbiamo tenuto e consolidato i rapporti con i clienti, facendo leva sul credito, quindi agevolandoli grazie alle nostre risorse. E poi abbiamo concluso alcuni percorsi che ci rendono un player molto forte, ad esempio il bilancio di sostenibilità. Superata la primavera il mercato ha ripreso parecchio e chiuderemo il 2020 con un calo, migliore delle attese, di circa il 10 per cento. In Cina siamo cresciuti molto bene e abbiamo generato un aumento del 20% delle vendite. Quest’anno avete anche compiuto un’acquisizione, vero? Sì, abbiamo rilevato Atkinsons, un marchio storico che ha più di 200 anni e famiglia del brand I Coloniali che ci offrono importanti opportunità di crescita internazionale. E per il futuro? La nostra azienda è molto attenta a cogliere le opportunità di crescita sia esterna che interna. Il 2021 sarà una ripresa della crescita ripartendo dai budget del 2019. Sicuramente in questa crescita ci sarà un grosso impulso sulla quota dell’e-commerce, in quanto stiamo vivendo una rivoluzione. Diamo infatti un supporto di digital marketing a tutti i nostri partner internazionali e abbiamo attivato dei canali di e-commerce diretti.

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 35


leQUOTABILI20 INTERVISTA A CRISTINA FOGAZZI

Nel 2020 ricavi oltre i 50 milioni per VERALAB. E nel 2021 DEBUTTO nei mercati esteri

36 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


leQUOTABILI20

C

ristina Fogazzi, alias L’Estetista Cinica, si è aggiudicata il primo Premio Pambianco leQuotabili, vinto da VeraLab nella categoria Beauty Small Cap e consegnato da Integra Fragrances. Nata con un blog, è presto diventata una promettente start up grazie al passaparola e al contributo delle moltissime follower che si sono affidate ai consigli dei suoi post, ai rituali di beauty therapy del suo centro estetico Bellavera di Piazza Buonarroti a Milano e, soprattutto, ai suoi prodotti di bellezza VeraLab. Partiamo subito dai numeri: VeraLab ha archiviato il 2017 con 1 milione di ricavi, il 2018 con 6 milioni e il 2019 con 22 milioni. Com’è andato il 2020? Parlando solo di e-commerce, che è il dato più aggiornato che ho in questo momento, siamo a 51 milioni. C’è poi tutta la parte retail che è cresciuta molto, abbiamo raggiunto i 4 milioni, dovuto al fatto che non l’abbiamo mai avuta. Quanti punti vendita avete? Uno a Milano che abbiamo aperto a dicembre del 2019 e che ha generato 1,3 milioni di euro. Poi distribuiamo in Rinascente (Milano, Roma, Firenze, Torino e Palermo), nei punti vendita Pinalli e in alcuni store Naïma. Avete quindi delle prospettive non rosee, di più… Il nostro core business è l’e-commerce, che chiaramente quest’anno ha performato benissimo come il settore beauty. Qual è stato il prodotto più venduto? Abbiamo i nostri best seller, tra i quali un prodotto per la detersione e la lozione illuminante. Avendo trascorso più tempo in casa per via del lockdown anche tutta la parte dei trattamenti corpo ha avuto un ottimo successo. Siamo un marchio molto giovane, abbiamo 50 referenze in gamma. Com’è nato Veralab? Nel 2010 ho aperto un centro estetico a Milano dove però non utilizzavo una linea di cosmetici. Tramite un’amica ho conosciuto una signora che ha un’azienda cosmetica e che ha iniziato a produrmi un numero limitato di creme per il centro e per venderle sulla mia pagina Facebook l’Estetista Cinica. Per i primi due anni abbiamo venduto poco, poi sempre di più. Durante il primo Black Friday, di cui non sapevo neanche l’esistenza, abbiamo venduto 7 mila euro di merce. Quest’anno 7 milioni. A livello organizzativo, come avete fatto in questi anni a gestire tutto? Siamo impazziti! Ci siamo dovuti strutturare di corsa, siamo partiti in 4 e ora siamo 44. Avete delle idee per il 2021? Non lo so… Volevamo andare all’estero, almeno provarci. Il progetto di internazionalizzazione doveva essere già avviato, purtroppo la pandemia ha bloccato tutte le nostre strategie. Abbiamo comunque l’intenzione di riprovarci nel 2021 ancora più strutturati e motivati. Inoltre spingeremo sulla presenza retail in Italia e il primo step sarà l’apertura di un monomarca a Roma. E nel lungo periodo? Non mi volevo quotare in Borsa, ma forse ho cambiato idea. Sicuramente vorrei andare avanti io perché ancora mi diverto molto. Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 37


SCENARIO

Big deal 2020, tra HERITAGE e fenomeni web di Giulia Sciola

NEL RISIKO DELLE M&A, SONO I MARCHI CON UN BUON POSIZIONAMENTO DIGITALE AD ATTIRARE GLI INVESTIMENTI DEI PLAYER GLOBALI DELLA BELLEZZA. I GRUPPI ITALIANI RILANCIANO SULLA CRESCITA INTERNAZIONALE DI REALTÀ STORICHE.

38 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

A

ziende con un heritage forte e con un grande potenziale di crescita internazionale; brand con un’ottima esposizione digitale, anche in ottica di social-commerce; marchi che vanno a completare nuovi poli del mondo della cosmesi. Sono questi gli oggetti del desiderio dei principali big deal del settore beauty del 2020, anno dominato dalla pandemia Covid-19, ma che ha comunque visto il closing di importanti operazioni, talvolta sulla scia di processi di liquidazione. IL CLOSING NATURA-AVON A gennaio 2020 Natura & Co ha finalizzato l’acquisizione di Avon Products, nominando un leadership team che guiderà un nuovo capitolo della crescita. L’operazione, che era stata annunciata nel 2019, valorizzando il gruppo


SCENARIO

di Londra circa 2 miliardi di dollari (1,6 miliardi di euro), ha portato alla nascita di una newco, Natura Holding, di cui gli azionisti del gruppo brasiliano detengono il 76% del capitale, mentre quelli di Avon il 24 per cento. L’unione di Avon, Natura, The Body Shop ed Aesop amplifica la portata di un gruppo multicanale e multimarca, che arriva così ad avere un portfolio prodotti ampio e complementare tra categorie chiave e un’impronta globale in oltre 100 Paesi. Angela Cretu è stata scelta come CEO di Avon, responsabile del business al di fuori dell’America Latina e della supervisione del brand a livello globale. IMPERI DEL WEB Tra i grandi gruppi, Coty mantiene fede al proposito di concentrare le attività esclusivamente nei settori delle fragranze, dei cosmetici e della skincare. Lo scorso maggio il gruppo guidato da Sue Y. Nabi ha infatti accettato di vendere una quota di maggioranza delle sue attività legate ai brand professional e di haircare, compresi i marchi Wella e Clairol, alla società di investimento Kkr. L’accordo ha un valore di 4,3 miliardi di dollari. Operazione ‘in entrata’, invece, quella che ha visto il gruppo di New York completare il deal con l’influencer, celebrity e imprenditrice e americana Kim Kardashian ed entrare ufficialmente nel business di KKW Beauty. La transazione strategica, annunciata la scorsa estate, contempla l’acquisizione di una partecipazione del 20%, con un investimento di 200 milioni di dollari. La partnership si concentrerà, nel 2021, sullo sviluppo di nuove categorie di prodotti e sull’espansione globale delle linee attualmente esistenti. Nel 2022 è poi previsto il debutto nella cura della pelle. L’influencer da 300 milioni di follower e il suo team guideranno la creatività di prodotto e di comunicazione. Quest’ultima si svilupperà in particolare attraverso i social media. Coty avrà invece la responsabilità generale dello sviluppo dell’offerta, facendo leva sulla sua profonda conoscenza del settore e sulla sua esperienza commerciale e di go-to-market. Con questa operazione Coty ha rafforzato ulteriormente la sinergia già esistente con quello che la stampa chiama il ‘clan’ Kardashian: a novembre 2019, la società quotata al Nyse aveva infatti rilevato

Sopra, immagini dagli account Instagram di Atkinsons 1799 e I Coloniali

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 39


SCENARIO

il 51% del beauty business di Kylie Jenner (Kylie Cosmetics e Kylie Skin) per 600 milioni di dollari. Queste alleanze avviano una nuova fase di sviluppo, partendo da una brand awareness maturata per lo più su Instagram e coerente con lo spostamento delle abitudini di consumo verso l’e-commerce. Si inserisce in un solco simile il passaggio della maggioranza del marchio Charlotte Tilbury al gruppo spagnolo Puig. “Abbiamo raggiunto un punto cruciale nella nostra crescita e dopo sette anni dal lancio non vediamo l’ora di creare nuove opportunità con Puig, che è il partner perfetto per costruire un marchio che duri nel tempo”, ha spiegato Charlotte Tilbury. Quest’ultima è tra le make-up artist più richieste al mondo, durante le fashion week e non solo, forte di un suo blog e di un canale Youtube. Tilbury mantiene una significativa quota di minoranza, continuando a ricoprire le cariche di presidente e direttore creativo, mentre Demetra Pinsent si conferma CEO del marchio. La banca d’affari Bdt Capital Partners sarà partner al fianco di Puig e deterrà anch’essa una quota di minoranza. A fine 2020 Puig ha poi riorganizzato la sua business structure con la creazione di tre distinte divisioni: Beauty and Fashion, Charlotte Tilbury e Derma. L’obiettivo della società è quello di raggiungere 3 miliardi di euro di fatturato nel 2023 e 4 miliardi nel 2025. L’azienda prevede una crescita significativa grazie al digitale e

lo sviluppo del mercato in Cina, che si stima arriveranno a rappresentare, rispettivamente, il 30% e il 25% delle vendite nel 2025. Inoltre, Puig ha firmato accordi che le consentiranno di ottenere quote di maggioranza in società in cui attualmente è un azionista di minoranza, come Loto del Sur in Colombia e Kama Ayurveda in India. LE OPERAZIONI ITALIANE In Italia i deal del 2020 mettono al centro brand storici e con potenzialità di crescita internazionale. È il caso delle nuove controllate di Euroitalia, che ha perfezionato l’acquisizione della famiglia dei marchi Atkinsons e I Coloniali da Morris Profumi, società in liquidazione. EuroItalia, oltre al brand di make-up di proprietà Naj Oleari, produce e distribuisce fragranze in licenza, tra cui Versace, Missoni, Moschino e Dsquared2. Atkinsons fu fondata a Londra nel 1799 da James Atkinson, che poi diventò il profumiere ufficiale della casa reale inglese. Morris Profumi aveva rilevato Atkinsons da Procter & Gamble nel 2007 per circa 20 milioni di euro. Data invece 1612 la fondazione dell’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, che ha preso origine da quella che è ritenuta l’officina farmaceutica più antica di tutta Europa. All’inizio del 2020, Italmobiliare, in una politica di diversificazione dei suoi investimenti, ha acquisito il 20% del capitale dell’azienda per 40 milioni di euro e la possibilità di incrementare la partecipazione nel tempo. “L’ingresso nel capitale da parte

Un ritratto di Charlotte Tilbury e la homepage di kkwbeauty.com

40 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


SCENARIO

La homepage di Avon.com Sotto, prodotti per capelli del marchio Milk Shake

di Italmobiliare – si legge nella nota dello scorso gennaio - è finalizzato a supportare il processo di crescita di Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella nell’arco di un orizzonte temporale di lungo termine. Il presupposto dello sviluppo è l’ampliamento della rete di distribuzione sui vari canali di vendita per valorizzare ulteriormente il brand sui mercati internazionali, dove i prodotti ‘premium’ cosmetici e di cura della persona registrano notevoli tassi di crescita”. Attualmente Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella produce in un impianto alle porte di Firenze oltre seicento prodotti per la cura del corpo, la profumazione degli ambienti, antiche preparazioni e liquori, venduti in oltre 300 fra negozi di proprietà e corner nel mondo. Le vendite sono realizzate per il 61% nell’area Emea, per il 18% negli Stati Uniti, mentre il restante 21% giunge dai Paesi asiatici, in particolare Sud Corea e Giappone. A fare shopping in Italia è stato, infine, il fondo europeo Bluegem, specializzato in investimenti nel segmento consumer brands mid-market, che tramite la controllata Pool Service, ha comprato Panzeri Diffusion, gruppo italiano attivo nel settore dell’haircare professionale. Questo rappresenta il quarto investimento nel settore beauty per Bluegem negli ultimi tre anni. Il gruppo Panzeri, fondato nel 1999 da Ivano Panzeri con sede a Malnate (Va), opera nel settore della cosmetica professionale per capelli in Italia con un portafoglio di brand, tra i quali Z.one concept, milk_shake, Depot e Urban Tribe. Il gruppo vanta una presenza massiccia nei

mercati esteri ed in particolare in Usa. Nel 2019 ha generato un fatturato complessivo di circa 49 milioni di euro. Nel settembre 2019 Bluegem ha acquisito il gruppo Pool Service/Medavita con l’obiettivo di creare una piattaforma aggregante nel settore della cosmetica professionale per capelli con una logica di build-up. Nell’ottobre 2020, l’acquisizione di Panzeri Diffusion segna il primo importante passo per Pool Service/ Medavita in un progetto di consolidamento del settore che offre significative sinergie operative. In questo modo, Medavita potrà fare leva sull’esperienza di successo di Panzeri nel mercato Usa per sviluppare la propria presenza in Nord America. Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 41


INTERVISTA

42 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


INTERVISTA

RICCARDO FERRARI DIRETTORE GENERALE DI SISLEY ITALIA RACCONTA LE STRATEGIE FUTURE DI UNA DELLE FILIALI PIÙ IMPORTANTI DELLA SOCIETÀ FRANCESE DI COSMETICA DI ALTA GAMMA.

IL LUSSO IN SCATOLA di Chiara Dainese

N

el 1976 Hubert d’Ornano, imprenditore francese, ha l’intuizione di sfruttare i progressi tecnologici per utilizzare la parte migliore delle piante e degli oli essenziali nei prodotti di cosmetici. Così nasce Sisley, marca di cosmetica selettiva di fascia alta che sviluppa oltre il 90% del suo fatturato all’estero principalmente attraverso le sue filiali in Europa, Asia, America e Medio Oriente. Anche in Italia dove la filiale è guidata dal direttore generale Riccardo Ferrari che racconta a Pambianco Beauty quanto il mercato italiano sia importante per il marchio e le strategie per continuare a crescere anche in un futuro incerto come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia di Covid-19. “Il successo del nostro marchio, anche in periodi di difficoltà generale - sottolinea Ferrari - si basa sull’estrema ricerca di prodotti altamente performanti e innovativi. Inoltre la coerenza e la serietà della marca, la qualità del servizio e l’assistenza al cliente e ai nostri retailer hanno continuato a premiarci e lo faranno anche nei prossimi anni”. Qual è la filosofia alla base del marchio Sisley e quale il suo posizionamento? La filosofia del marchio Sisley è incentrata su efficacia, eccellenza e ricerca. Alla base di tutto c’è l’altissimo livello di qualità e innovazione del nostro prodotto che si sviluppa sulla fitocosmetologia sposata nel 1976 dal nostro fondatore

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 43


INTERVISTA

In questa pagina, la nuova fragranza Izia La Nuit e l’eau de parfum best seller Eau du Soir In apertura, Riccardo Ferrari

che all’epoca è stata una scelta visionaria e fondamentale per la crescita della marca. Altra importante leva che definisce il nostro posizionamento è la relazione quasi personale che la marca instaura con le proprie consumatrici. Questa esperienza customer-centric altamente performante è stata trasferita, a causa della pandemia e della chiusura delle profumerie durante il lockdown, al nostro sito, che vede una Beauty Consultant dedicata 8 ore al giorno a rispondere e consigliare le nostre consumatrici come se fossero in un negozio fisico e non virtuale. Vogliamo essere ancora più vicino alle nostre clienti e supportarle al meglio perché siamo consapevoli della particolarità della situazione contingente. Desideriamo mantenere lo stesso livello di eccellenza che offriamo nei punti vendita tramite le nostre Beauty Consultant e rendere l’esperienza online altrettanto unica e speciale. Poi senza dubbio, essendo un’azienda familiare, non abbiamo mai dovuto fare alcun compromesso, ma solo scelte di eccellenza sia riguardo la creazione dei prodotti migliori che verso una distribuzione altamente selettiva. In questa strategia siamo molto differenti dal resto del 44 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

mercato. Il nostro posizionamento deriva non solo dal prodotto e dalla leva prezzo, ma anche da precise scelte distributive. In quante porte siete presenti? Sisley ha una distribuzione super selezionata e oggi è presente in meno di un terzo delle profumerie italiane. Per la marca è fondamentale mantenere alta la selettività distributiva e la vicinanza al profumiere e impeccabile il servizio delle proprie esperte di bellezza. Come trasferite l’esperienza nel punto vendita al mondo digitale? Sicuramente cercando di veicolare la stessa esperienza di marca di lusso sui nostri canali social e sul sito di e-commerce. Abbiamo da poco lanciato il servizio di masterclass, una sorta di beauty channel che vede le nostre consulenti di bellezza in prima linea nel rapporto con le consumatrici. Per ora ci si può inscrivere dal nostro sito e dalla pagina Facebook, ma in futuro pensiamo anche a collaborazioni con i siti dei nostri partner. Siamo già partiti con il progetto che prevedrà a regime una masterclass al giorno.


INTERVISTA

Parlando di numeri, come si è chiuso il 2020 per Sisley Italia? Sisley ha chiuso il 2020 molto meglio dell’andamento del mercato della bellezza Italia e non lontano dalle performance 2019. Questo risultato è importante anche perchè è stato generato senza snaturare la nostra politica commerciale e di distribuzione. Potevamo infatti allargare il numero delle porte in cui essere presenti e chiudere l’esercizio con un segno più, ma questa strategia come ho detto, non fa parte della nostra filosofia di ‘no compromise’. Come si ripartisce il business tra i tre assi? Considerando i dati di sell out il 65% delle vendite è generato dall’asse skincare, seguito dal make-up che negli ultimi anni è cresciuto molto arrivando a quota 25 per cento. Infatti negli ultimi anni abbiamo lavorato molto con il nostro studio creativo interno di Parigi per rinnovare l’immagine del make-up e renderla ancora più appealing. Il restante 10% è distribuito tra l’asse delle fragranze (5%) e la nostra seconda marca Hair Rituel by Sisley. Quali sono gli obiettivi 2021? La strategia 2021 ha alla base una visione chiara data dal nostro presidente Philippe d’Ornano che punta ad una crescita esponenziale nel segmento delle fragranze e in Hair Rituel by Sisley, senza dimenticare lo skincare e il make-up. Infatti se guardiamo i dati, a fine novembre 2020 Sisley è stata la seconda marca italiana di skincare, con un terzo delle porte della prima. Quindi dove è presente è stata la prima marca! Invece per quanto riguarda le fragranze siamo un brand potenziale in un mercato gigantesco. Se pensiamo che la metà del business della profumeria selettiva è dato dalle vendite di profumi abbiamo enormi opportunità di crescere. Per contro il segmento dell’haircare alto di gamma in profumeria, dove Sisley ha una quota di mercato di più del 10%, è relativamente piccolo, essendo un prodotto venduto quasi totalmente nella gdo e attraverso i saloni di parrucchieri. Il nostro obiettivo per il futuro è proprio quello di riportare l’haircare alto di gamma in profumeria insieme anche ad altri player

Dall’alto, Le Sérum Revitalisant Fortifiant di Hair Rituel by Sisley, il nuovo mascara So Stretch, il trattamento essenziale rivitalizzante e idratante per tutti i tipi di pelle Émulsion Écologique e il rossetto Le Phyto Rouge

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 45


INTERVISTA

Il nuovo trattamento Sisleÿa L’Intégral Anti-Âge La Cure

importanti facendolo diventare un gesto quotidiano della beauty routine ricercata. Come marchio di lusso quale esperienza offrite al vostro consumatore? Quanto è importante la formazione sul punto vendita? Come ho già detto offrire un’experience ad alto tasso di gratificazione è fondamentale per una marca come Sisley. In situazione ‘covid free’ infatti le nostre consulenti oltre a spiegare e consigliare i prodotti, fanno veri e propri trattamenti o sedute di make-up. Per questa ragione la formazione è al centro dei nostri pensieri. Innanzitutto facciamo una prima formazione di nuove commesse in sede che dura anche una settimana e poi in seguito per il lancio di nuovi prodotti o per esigenze specifiche lo facciamo direttamente nei punti vendita. Nel 2021 per adeguarci alle esigenze e ai cambiamenti del mercato faremo anche delle sessioni di formazione di ‘training and selling’ direttamente nei punti vendita. Quali saranno le prossime novità a livello di prodotti? Il 2021 sarà un anno ricco di innovazioni e novità che porteranno ancora risultati positivi. Nella prima parte dell’anno avremo 46 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

due lanci importantissimi come la fragranza Izia La Nuit, a febbraio, e nel make-up il nostro nuovo mascara So Stretch, che allunga, separa e avvolge le ciglia istantaneamente e in modo impeccabile per uno sguardo panoramico senza precedenti. Poi faremo lanci importanti sia nel trattamento corpo che in Hair Rituel by Sisley, ma ancora sono top secret! Quanto conta l’innovazione dei prodotti per Sisley? L’innovazione dei prodotti è molto importante, altrettanto la scelta di materie prime di eccellenza. Oltre a soddisfare nuove esigenze specifiche, l’innovazione ha anche l’obiettivo di ampliare l’offerta di trattamenti complementari a quelli già esistenti in gamma. Abbiamo lanciato il trattamento skincare La Cure in piena pandemia riscontrando ottimi risultati. È stata una scelta coraggiosa a livello commerciale e di immagine perchè ha un prezzo superiore ai 900 euro. In questo periodo un po’ triste c’è tanta voglia di bellezza e chi lavora nel settore come noi ha una responsabilità in più e deve provare a fare tutto il possibile per dare anche un po’ di leggerezza alle sue consumatrici e se può perchè no per farle sentire più belle!


PETTENON COSMETICS S.p.A. Società soggea a direzione e coordinamento di AGF88 Holding s.r.l.

dal 1946 al servizio della bellezza

S O C I E TÀ D E L G R U P P O

w w w. a g f 8 8 h o l d i n g . i t EAR T H

F R I END LY


FENOMENI

48 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


FENOMENI

Viaggio tra le FRAGRANZE COUTURE di Giulia Sciola

SONO LE ESSENZE ALTO DI GAMMA DELLE MAISON DI MODA. PROPOSTE CHE ATTINGONO DALLA STORIA DELLE AZIENDE O DA RICORDI ED ESPERIENZE DEI DIRETTORI CREATIVI. LA DISTRIBUZIONE È ESCLUSIVA, SPESSO CIRCOSCRITTA AI MONOMARCA.

F

ragranze che incarnano l’espressione più alta dell’universo olfattivo di una maison e che hanno una distribuzione selezionata, limitata a poche vetrine nel mondo. Le proposte di profumeria haut de gamme si candidano a momento di espressione dell’artigianalità di un brand al pari delle creazioni di alta sartoria o alta moda, frutto di un’accurata attività di ricerca materiali, design e tecnologia, e con un posizionamento più elevato rispetto alle collezioni classiche. I PROFUMI DI ATELIER VERSACE A dare forma a questa ambizione è stato, di recente, Atelier Versace, brand di alta moda della maison della Medusa, che alla fine del 2019 ha lanciato l’omonima collezione di profumi, in collaborazione con Euroitalia. Atelier Versace ha sempre rappresentato una celebrazione delle origini del marchio, un ricordo della madre di Gianni e Donatella, una sarta che dalla sua manifattura ha tramandato le tradizioni di famiglia. La ricerca costante di materiali di qualità ha portato al debutto di sei profumi (Cédrat de Diamante, Éclat de Rose, Jasmin au Soleil, Figue Blanche, Santal Boisé e Vanille Rouge): le fragranze più leggere e più fresche sono conservate in flaconi di vetro chiaro e trasparente, mentre i profumi più intensi sono racchiusi in eleganti flaconi in vetro nero. L’obiettivo è quello di rendere artigianalità e l’estetica distintiva del marchio in ogni dettaglio, proprio come accade a un abito di haute couture. Ogni fragranza, realizzata con una particolare tecnica di vetreria che permette una morfologia con torsione in avvitamento, è impreziosita dal nome della stessa in una tonalità dorata. I cappucci in metallo - anch’essi realizzati a mano vantano un motivo a testa di Medusa tridimensionale. I flaconi scultorei sono Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 49


FENOMENI

In questa pagina, immagini delle fragranze Les Exclusifs di Chanel ed Étoile Filante di Louis Vuitton In apertura, profumi Atelier Versace

a loro volta racchiusi in cofanetti ornati da una greca color oro, dipinta a mano. Infine, al loro interno, contengono uno specchio con il logo Atelier Versace. A livello distributivo, la collezione è presente in selezionate boutique del brand e in alcune profumerie e department store nel mondo, quali Harrods a Londra e Galeries Lafayette a Parigi. In Italia, sono disponibili presso le boutique Versace di via Montenapoleone a Milano, a Firenze e Roma, oltre che nella profumeria Mazzolari, in corso Monforte, a Milano. LA TRADIZIONE DELLE MAISON DI PARIGI Consolidata nel solco delle fragranze di alta gamma è la continua sperimentazione della maison Chanel, la cui espressione più alta è la collezione Les Exclusifs. Quest’ultima è composta da 17 fragranze: quattro referenze storiche create negli anni ‘20 da Ernest Beaux per Coco Chanel (N°22, Gardenia, Bois de Iles e Cuir de Russie), dieci fragranze create da Jacques Polge, approdato in Chanel nel 1978 e per oltre trent’anni è autore esclusivo di tutte le creazioni della maison (Eau de Cologne, 31 Rue Cambon, Coromandel, La Pausa, Bel Respiro, N°18, Sycomore, Beige, Jersey e 1932) e tre fragranze create da Olivier Polge (Misia,

50 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

Boy, e 1957). Una stessa famiglia, 17 flaconi identici, una collezione di profumi rari, in vendita esclusivamente nelle fragrance & beauty boutique di Chanel, nei negozi moda della griffe e sul sito e-commerce Chanel.com. Sono invece 22 le firme olfattive che compongono la collezione haut de gamme Maison Christian Dior, a cui si affiancano anche prodotti lifestyle come candele e saponi. Dal 2006 a comporre i profumi Dior è François Demachy, che definisce la collezione come il “proseguimento naturale” di La Collection Privée. Sempre in casa Lvmh, Les Parfums Louis Vuitton, profumi del marchio ammiraglio del gigante del lusso, si sono arricchiti da quest’anno di Étoile Filante, composta a Grasse dal maître parfumeur Jacques Cavallier Belletrud. L’IMMAGINARIO DEGLI STILISTI Spesso, le collezioni di profumeria di alta gamma danno corpo ai ricordi di fondatori e direttori creativi delle griffe, racchiudendo in un flacone essenze che rimandano a esperienze in diverse parti del mondo. In Dolce & Gabbana, la cui licenza mondiale per profumi e beauty fa capo a Shiseido, l’interpretazione del concetto di lusso è affidata, dal 2011, alla


FENOMENI

Velvet Collection, omaggio alla creatività degli stilisti e alla loro ricerca dell’essenza del carattere mediterraneo. Una collezione di alta profumeria, frutto di ispirazioni che attingono alla memoria stessa e ai ricordi privati di Dolce & Gabbana. Il percorso olfattivo parte ancora una volta dalla Sicilia, dai suoi sapori, dai suoi aromi, dai suoi colori e dai suoi panorami, fino ad arrivare alla storia sartoriale della maison. Velvet Collection si compone di 19 fragranze, suddivise in tre categorie: Mediterranean Scents (sette fragranze), che racchiudono l’essenza più autentica dei sentori tipici mediterranei; Designers’ Memories (sei fragranze), che interpretano i ricordi olfattivi più vicini all’universo sensoriale privato degli stilisti; Oriental Blends (sei fragranze), caratterizzate da toni esotici. È un viaggio olfattivo attraverso l’immaginazione di uno stilista anche Loubiworld, la nuova collezione di sette fragranze di Christian Loubutin. Ci sono rimandi al Brasile (Loubifunk), all’Estremo Oriente (Loubidoo), al Messico (Loubikiss), al glamour parigino (Loubirouge), all’India (Loubiraj), all’Inghilterra (Loubicrown) e all’Egitto (Loubicroc), ciascuno accompagnato dalle illustrazioni di Hélène Tran e incoronato da un tappo argenteo che riprende il tema della fragranza.“È un oggetto da collezione, l’estetica del prodotto conta molto per me”, ha spiegato alla stampa Louboutin. Partner di quest’operazione è il gruppo spagnolo Puig, con cui lo stilista ha ha firmato un accordo di licenza nel 2018. Il creativo delle calzature dalla suola rossa ha debuttato nel beauty nel 2014 con gli smalti, per poi lanciare rossetti e profumi. Oggi, grazie al sodalizio con Puig, la maison francese vede consolidarsi la sua offerta cosmetica e può allargare la rete distributiva. In Italia i sette eau de parfum della collezione Loubiworld sono disponibili presso La Rinascente di Milano e di Roma e su Luisaviaroma.com. TRUSSARDI OMAGGIA MILANO Dal giro del mondo in sette profumi, al tributo a un unico luogo. Trussardi ha presentato una nuova collezione di profumi di lusso ispirata a Milano. In licenza a Angelini Beauty, il brand del levriero punta sul capoluogo lombardo perché è la città simbolo della moda e del design, in grado di distinguersi per la sua modernità e per il carattere cosmopolita.

La casa di moda ha chiesto a diversi nasi di tracciare una mappa olfattiva delle zone della città, classificando insieme gli odori, lo stile, l’emozione e le abitudini tipiche della cosiddetta “milanesità”. La gamma di eau de parfum Le Vie di Milano è composta da sei creazioni: I Vicoli Via Fiori Chiari, Limitless Shopping Via della Spiga, Behind the Curtain Piazza alla Scala, Passeggiata in Galleria Vittorio Emanuele II, Aperitivo Milanese Porta Nuova e Musc Noir Perfume Enhancer. La collezione, in Italia, è presente presso la boutique Trussardi in Piazza della Scala a Milano e in una selezione di 40 profumerie prestigiose, all’interno delle quali, è presente un corner dedicato al progetto.

In questa pagina, la Velvet Collection di Dolce & Gabbana e la gamma Le Vie di Milano di Trussardi

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 51


BEAUTY AND THE CITY

RECUPERO DELL’EDIFICIO STORICO, ACQUA, VERDE URBANO, SOSTENIBILITÀ, RAPPORTO E INTERAZIONE CON LA COMUNITÀ. SONO GLI INGREDIENTI FONDANTI DEL PROGETTO “TEATRO DELLE TERME” CHE PORTERÀ A NUOVA VITA LE ANTICHE SCUDERIE DE MONTEL.

TERME A SAN SIRO di Chiara Dainese

M

ilano è sempre più green e beauty oriented grazie al nuovo progetto di riqualificazione delle ex scuderie De Montel a San Siro. Un progetto che rientra nel programma di rigenerazione di siti abbandonati e parte integrante del bando Reinventing cities. Bando lanciato da Milano insieme alla rete di città green C40. Una vera e propria scommessa urbanistica nonostante la pandemia da Covid-19, che permettererà la creazione del complesso termale ‘zero emission’ più grande d’Italia. Il nuovo spazio si chiamerà Terme Milano e prenderà vita proprio all’interno delle ex scuderie. Qui verranno preservate sia la struttura storica che le decorazioni Liberty presenti sulla facciata. Verrà creato un grande parco urbano mentre per la parte idrica delle terme stesse verranno sfruttate le acqua termali presenti nel sottosuolo. Il via libera a costruire è atteso a febbraio, l’inizio lavori per marzo-aprile, e l’apertura al pubblico a Natale 2022. Le Terme di Milano potranno ospitare fino a 600 persone su una superficie che comprende 800 metri quadrati di vasche interne ed esterne di acqua sulfurea pompata da quasi 300 metri di profondità, 2.400 metri quadrati di corti interne, colonnati e sentieri nel parco da 8mila metri quadrati con saune, piscine e aree relax. “Diventerà senza dubbio uno degli spazi più simbolici della Milano dei prossimi anni”, ha sottolineato Piefrancesco Maran, assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura. 52 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


BEAUTY AND THE CITY

UN PO’ DI STORIA Le scuderie furono costruite dal nobile banchiere ebreo Giuseppe De Montel. I lavori iniziarono nel 1915 e furono conclusi tre anni dopo. In breve divennero fra le più prestigiose d’Italia, in diretta concorrenza con quelle leggendarie di Federico Tesio. La zona era una vasta distesa di prati dove correvano e si allenavano purosangue come Macherio, Ortello e Orsenigo. E qui venivano a galoppare anche i cavalieri del Savoia cavalleria di via Vincenzo Monti. L’arrivo del fascismo e delle legge razziali, però, azzopparono De Montel. Fu costretto a vendere tutto e a scappare. La struttura passò così alle Pie opere missionarie che nel Dopoguerra le affittò ad altri allevatori, ma la costante mancanza di manutenzione finì per comprometterne la competitività. Seguirono un lento declino, l’abbandono e poi, negli anni Ottanta, col passaggio di proprietà al Comune nell’ambito di una grossa lottizzazione, il completo degrado. In termini architettonici, le scuderie rappresentano una commistione tra lo stile Liberty Milanese e quello francese delle scuderie del duca di Condè a Chantilly dove sorge un ippodromo internazionale. Le scuderie sono adiacenti all’ippodromo di San Siro. Come questo edificio sotto la protezione delle Belle Arti, furono costruite dall’architetto milanese Vietti Violi, uno dei maggiori nel campo di queste corstruzioni. IL PROGETTO TERMALE Il progetto si chiama Teatro delle terme e propone un design urbano che prevede di valorizzare gli edifici storici delle Scuderie De Montel, “i cui profili Liberty resteranno come prevalenti emergenze: con garbo e sensibilità ambientale il nuovo Parco si aprirà al cielo in un’ampia esedra che si ricaverà tra le Scuderie e gli edifici abitativi che sorgono tra Via Fetonte e Via del Centauro”, riporta una nota. Il progetto è stato ideato e realizzato dall’architetto Giancarlo Marzorati in partnership con lo studio J+S dell’architetto Federico Pella, vincitore di Reinventing cities. Alle nuove terme di Milano, in via Achille, si accederà attraverso un’area verde ad uso pubblico di circa 1.700 metri quadrati, dotata di due vasche d’acqua, alcune sedute e spazi adatti a ospitare mercati ed esposizioni. Percorso il viale centrale si giungerà all’edificio delle scuderie, che verrà restaurato e completato secondo il gusto dell’epoca

In apertura e in questa pagina, alcuni rendering del Teatro delle Terme a Milano

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 53


BEAUTY AND THE CITY

e dotato di tecnologie per il risparmio energetico (pannelli fotovoltaici, tetti verdi, sistemi coibenti). Il parco continuerà oltre l’ingresso, prima nel cortile interno all’edificio (la cosiddetta corte interclusa), pensato per il relax dei visitatori e dotato di una varietà di essenze e due vasche d’acqua, poi nell’anfiteatro, oltre l’edificio, pensato come un prato contornato da un’ampia vasca a forma semicircolare, cui si aggiunge una vasca di dimensioni più contenute a chiusura del grande emiciclo. I materiali per le costruzioni e le sostituzioni saranno tutti scelti secondo criteri di economia circolare, con abbondanza di legno per le nuove strutture del primo piano e acciaio a consolidare l’edificio esistente. Al piano terra vi saranno diverse piscine di varie dimensioni che consentiranno diverse esperienze, per singoli e piccoli gruppi, e ai due angoli opposti all’interno del giardino vi saranno da un lato una sauna (all’interno) cui si accosta (all’esterno) una vasca di acqua a bassa temperatura per temprare le membra con l’alternanza caldo-freddo, dall’altro lato una vasca che consente di passare dall’ambiente interno a quello esterno nuotando nell’acqua termale. Altri ambienti saranno dedicati al benessere:

Rendering delle piscine termali nelle ex scuderie De Montel a San Siro

54 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

tra questi uno almeno sarà dedicato ai bagni di fieno, un’esperienza sensoriale ricercata e di notevole efficacia. Continuando il percorso all’interno invece si incontrerà la “club house” e subito dopo l’area umida dei bagni di vapore e gli hamam. I passaggi principali del piano terra saranno caratterizzati da alberi e piante, in continuità con il verde esterno. Il primo piano ospiterà gli spogliatoi e la seconda parte del percorso benessere, con il “tempio” per la meditazione, la stanza per il relax del “bosco immaginato” allestita con tronchi di betulla e del “casolare contadino” con arredi vintage e chaise longues e il ristorante a ‘chilometro zero’ con cibo coltivato nell’orto pertinenziale. Chiuderà il percorso la zona dedicata ai massaggi. Il secondo piano dell’edificio ospiterà invece aule e sale meeting, messi a disposizione delle associazioni di quartiere per dibattiti e convegni. Le aree tecniche per gli impianti verranno accorpate in un unico edificio di nuova realizzazione collocato lungo il muro di confine su via Fetonte, lungo la quale saranno anche collocate postazioni di bike sharing, una stazione di car sharing elettrico, colonnine di ricarica per auto elettriche e una casa dell’acqua.


FORMAZIONE

PAMBIANCO ACADEMY, e-commerce e sostenibilità di Alessia Perrino

“V

ogliamo diventare il punto di riferimento nella formazione professionale dei settori fashion, design e beauty. La necessità di orientarsi nei nuovi scenari del consumo rende necessario per i professionisti un aggiornamento costante, verticale e dal forte orientamento digital e sostenibile”, ha commentato David Pambianco. Le tematiche scelte per il nuovo calendario di master di Pambianco Academy, la piattaforma di formazione realizzata da Pambianco, sono in linea con le ultime tendenze in materia di gestione aziendale, con una netta caratterizzazione legata alla grande richiesta di punti di riferimento di cui questi settori hanno necessità per rimodulare i propri modelli di business in tempo di pandemia. Fresco di realizzazione, il Master “Aprire e gestire un e-commerce: come sviluppare una strategia di vendita efficace” ha l’obiettivo di far comprendere ai partecipanti come poter avviare e utilizzare in maniera efficace questo canale di vendita, che riveste un ruolo ormai centrale nelle strategie di crescita di ogni brand, sia attraverso canali proprietari che marketplace Il secondo Mater proposto è “Sostenibilità nel Fashion, Design e Beauty”, che si propone di fornire ai partecipanti 56 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

tutti gli strumenti per avviare e gestire un percorso verso la sostenibilità all’interno della propria azienda. Il programma si suddivide in 4 aree specifiche, la prima delle quali dal titolo ‘Come iniziare un percorso di sostenibilità’ per proseguire poi con i macro-focus su ‘Responsabilità ambientale’, ‘Sviluppo delle risorse umane’ e ‘Trasparenza nella governance aziendale’. Il Master più venduto continua invece a essere “Progettare e costruire una strategia digitale integrata”, in cui parliamo di: rivoluzione digitale, nuovo customer journey e impatto sulle aziende, come scegliere la piattaforma e-commerce e come gestire il Customer Relationship Management, fondamenti di base della SEO, Inbound Marketing, i segreti del Content Marketing, del luxury Brand Storytelling e del Social Media e Community Marketing con moduli dedicati a ciascun canale, e ancora Email Marketing, Digital PR, Influencer marketing, marketing automation, e molto altro. La proposta si avvale di un sistema di formazione con video-lezioni sempre disponibili, docenze di professionisti qualificati e numerose testimonianze di manager delle più importanti aziende di settore. Per programma e costi, potete visitare il sito academy.pambianconews.com oppure scriverci a e-academy@pambianco.com


EXCLUSIVE TEACHERS DOCENTI CON UN IMPORTANTE KNOW HOW IN AMBITO DIGITAL E GESTIONALE

ONLINE LESSONS LEZIONI DISPONIBILI ONLINE E FRUIBILI EVERYTIME & EVERYWHERE

CASE HISTORY TESTIMONIANZE DI MANAGER E IMPRENDITORI DI SUCCESSO

PAMBIANCO ACADEMY

è l’innovativa piattaforma di formazione online per i professionisti del fashion, design e beauty

SCOPRI I MASTER ONLINE APRIRE E GESTIRE UN E-COMMERCE: COME SVILUPPARE UNA STRATEGIA DI VENDITA ONLINE EFFICACE SOSTENIBILITÀ NEL FASHION, DESIGN E BEAUTY PROGETTARE E COSTRUIRE UNA STRATEGIA DIGITALE INTEGRATA Tutti i master sono fruibili in modalità self: inizi quando vuoi e finisci quando vuoi! I contenuti saranno visualizzabili per un anno a partire dalla data di acquisto.

INFO E ISCRIZIONI Chiara Gentilini

tel. 02.76388640 - c.gentilini@pambianco.com

academy.pambianconews.com

Pambianco srl - Corso Matteotti, 11 - 20121 Milano


GIRO POLTRONE

DOMINICI NUOVO EXECUTIVE VP EMEA DI COTY Simone Dominici ha assunto il ruolo di executive vice president Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) di Coty. Dominici riporterà ad entrambi i CCO della divisione Luxury e divisione Consumer Beauty. Entrato in Coty nel 2018, Dominici ha un’esperienza di oltre 20 anni in ruoli di vertice di grandi multinazionali nei settori Fmcg, Fashion, Luxury e Beauty. In particolare nel corso dell’ultimo anno, Dominici ha guidato i paesi appartenenti all’area Western Europe nonostante il momento di grande difficoltà. “Nel suo nuovo incarico – riporta una nota – il suo contributo sarà determinante per accelerare la crescita di Coty”.

WALCOTT NOMINATA CEO DI KENDO

Kristen Walcott

Kristen Walcott è stata nominata nuovo CEO di Kendo, l’incubatore di marchi cosmetici che fa capo a Lvmh. Già presidente per Kendo, sarà la prima donna a ricoprire la carica a partire dal primo dicembre, e prende il posto di David Suliteanu, che entrerà a far parte dell’executive commitee, riportando direttamente a Chris de Lapuente, presidente e CEO di Lvmh perfumes & cosmetics. Kristin Walcott è entrata a far parte di Kendo nel 2013 dopo un periodo da Sephora. Kendo è nata nel 2010 come parte dell’attività di Sephora, fino a quando nel 2014 Lvmh ha deciso di renderla indipendente con l’obiettivo di espandere la sua distribuzione e sviluppare nuovi marchi. Oggi Kendo controlla, tra gli altri, i marchi Fenty Beauty, Marc Jacobs, Bite Beauty e Ole Kenriksen. 58 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

LOCATELLI GUIDA IL PERSONAL CARE DI IMCD Francesca Locatelli ha assunto l’incarico di business unit manager Personal Care in Imcd Italia. All’interno di un progetto di crescita ed espansione nella distribuzione di prodotti chimici ed ingredienti alimentari, il Gruppo ha avviato una riorganizzazione del Personal Care che vede Alessandro Mezzanotte intraprendere un percorso internazionale come international product manager, e l’ingresso di Francesca Locatelli alla guida del team Personal Care in Italia.

Simone Dominici

CHROMAVIS RIORGANIZZA IL TEAM Il 2021 si preannuncia un anno ulteriormente complesso che esige sempre maggiore competitività. Per questo Chromavis, riorganizza i propri processi in modo agile e sostenibile con una mentalità da start up e un approccio globale, massimizzando i benefici dell’essere parte del network di Fareva. Nel dettaglio Beryl Faure Kelley da direttore vendite per Fareva USA assume il ruolo di Chromavis VP global sales e riporterà direttamente al CEO. Nel suo nuovo ruolo sovrintenderà tutti gli international sales teams in Italia, Francia, USA e Polonia. Inoltre Perrine Bequignon, da R&D director per Fareva USA viene nominata VP R&D riportando a Thibaut Fraisse.

Beryl Faure Kelley

Francesca Locatelli

SINGH ELETTO PRESIDENTE DI TFWA Jaya Singh, world travel retail, European export & Switzerland managing director di Mondelēz, è stato eletto presidente della Tax Free World Association per un mandato di un anno. Prende il posto di Alain Maingreaud, che è stato presidente per due anni dall’inizio del 2019. Anche Maingreaud e il fondatore e CEO di Aircommerce Melvin Broekaart erano in corsa per la stessa posizione.

TRUPČEVIĆ NUOVO CEO DI FOREO Boris Trupčević è stato nominato nuovo amministratore delegato di Foreo. All’inizio di gennaio prenderà il posto di Filip Sedic, fondatore e principale inventore della società svedese.

Boris Trupčević


UNA SEMPLICE GEMMA. UN POTENTE ANTI-ETÀ. UNA COPPIA STRAORDINARIA SIERO NOTTE: RIPARA E RIGENERA. SIERO GIORNO: CORREGGE E SUBLIMA. SIERO NOTTE

NOVITÀ

PELLE RIGENERATA

CONCENTRATO BIFASICO RIGENERANTE NOTTE

TRATTI LEVIGATI RUGHE MENO VISIBILI

2 VOLTE

INCARNATO RADIOSO E LUMINOSO

PIÙ CONCENTRATO(1) LA PELLE RECUPERA PIÙ VELOCEMENTE In Nettare Vegetale di Gemma rispetto alla Supra Essence

(2)

Scopri la linea presso i Punti Vendita e Consulenti di bellezza Yves Rocher.

N AT U

R

ES

P O N S A BIL

#IlTempoPerMe

E

APP R

E

NE

AL

Test in vitro

R

98%

I

GI

FINO AL

VIGIONAM OV

TO EN

EDIENTI GR

DI

OR

CON NETTARE VEGETALE DI GEMMA PER UN ECCEZIONALE RINNOVAMENTO CELLULARE IN 72H(2)

IN

(1)


NON SOLO BUSINESS

WAKEUP COSMETICS MILANO A SOSTEGNO DELLE DONNE In occasione di San Valentino e per tutto il 2021, Wakeup Cosmetics Milano sostiene le donne attraverso la partnership con Pink Union di Fondazione Humanitas per la ricerca.“Nel mese dedicato all’amore - ha dichiarato il Direttore Generale Gianluca De Nicola - vogliamo ricordare a tutte le donne l’importanza di prendersi cura di se stesse e del proprio benessere. Lo facciamo sostenendo Pink Union, che pensa alla salute della donna tutto l’anno. Nell’ottica di una crescente attenzione alla responsabilità sociale, Wakeup Cosmetics si impegnerà per tutto il 2021 ad affiancare Pink Union in molteplici attività dedicate alla ricerca sulle patologie femminili. Non c’è bellezza senza salute”. L’obiettivo di Pink Union è sostenere la salute delle donne attraverso la Ricerca di nuove terapie per le principali patologie femminili, affinché si possa costruire una cultura della prevenzione sempre più diffusa.

MAVIVE VA IN AIUTO ALLE ONLUS

Il 2020 è stato un anno particolarmente difficoltoso per le Onlus che hanno registrato richieste di aiuto crescenti. In occasione del traguardo dei 120 anni, Mavive ha deciso di sostenere le più importanti realtà territoriali e nazionali impegnate nel sostegno alle persone più deboli e in difficoltà donando un quantitativo di 120.000 pezzi tra gel igienizzanti da litro e saponi alla clorexidina. Tra i beneficiari, associazioni umanitarie internazionali come Medici Senza Frontiere e Medici con l'Africa Cuamm, Onlus nazionali come Avis (Associazione Volontari Italiani del Sangue), Ail (Associazione Italiana contro Leucemie e Linfomi), ma anche le Diocesi di Venezia e Treviso che operano sul territorio attraverso la Caritas, le comunità religiose e le scuole paritarie. 60 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

NUOVA CHARITY PER FILORGA ITALIA Filorga Italia amplia il progetto benefico #LaBellezzadellaRicerca, inaugurato nel 2020 con la collaborazione di Fondazione Francesca Rava N.P.H.Italia Onlus, attraverso il lancio di una raccolta fondi online, attiva fino al prossimo 8 marzo, sulla piattaforma GoFundMe. Il marchio cosmetico francese si impegna infatti nel rendere possibile l’acquisto di un ecografo di ultima generazione per lo screening del tumore all’utero, da donare a uno dei centri d’eccellenza italiani nella diagnosi e nel trattamento di questa patologia: la Struttura Complessa di Ginecologia Chirurgica Oncologica dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia afferente all’Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia. Il progetto ha un valore complessivo di 30.000 euro e Filorga parteciperà alla raccolta fondi con una donazione pari al 65% del totale.

La Prairie stringe partnership con Ecal Nel 2021, la luxury house svizzera La Prairie ha stretto una collaborazione con l’Ecal/ Ecole Cantonale d’Art de Lausanne per contribuire ad alimentare la futura generazione di artisti e designer. Nell’ambito della partnership con la scuola, La Prairie ha collaborato con gli studenti del Master Ecal del programma di ‘Studi Avanzati di Design per il Lusso e l’Artigianato’, sotto la guida creativa di Sabine Marcelis. Sei studenti e le loro opere saranno presentati durante la mostra online che sarà visibile dal 18 al 24 gennaio 2021 sulla pagina Instagram di La Prairie. Lo studente vincitore riceverà una borsa di studio da parte di La Prairie, da destinare all’avvio della propria carriera di designer. L’opera vincitrice verrà selezionata da due gruppi: da una giuria composta da esperti di design di Ecal e La Prairie e, per la prima volta nella storia dell’azienda, dal pubblico di Instagram attraverso un sondaggio.


SUN SYSTEM LA FOTOPROTEZIONE RESPONSABILE

Le nuove formulazioni della linea Velluto sono state sviluppate nel rispetto dell’ecosistema marino e per garantire le migliori performance di sicurezza ed efficacia sulla tua pelle. I nuovi pack sono realizzati in PE con 90/96% della materia prima di origine vegetale (“PE GREEN”) o con plastica riciclata (R PET).

*Scopri di più su www.alsoleresponsabilmente.it

E

O

FS F E A LI

ECO-SUSTAINABLE FORMULA*

SENZA

PECTFU ES

L

R

RESPONSABILE perchè filtri solari con effetti dannosi sui coralli** filtri idrosolubili sostanze “nano” siliconi EDTA

* * b e n zo fe n o n e -3 e d e t hy l h exy l m e t h oxyc i n n a m ate

Istituto Ganassini S.p.A. di Ricerche Biochimiche - via P. Gaggia 16 - 20139 Milano - www.rilastil.com


®

22 - 25 GIUGNO 2021

In contemporanea con

22 - 25 giugno 2021


WHAT’S NEW? Spunti di bellezza

di Anna Gilde

Perfette adesso si può! Make-up e trattamenti perfezionanti non solo idratano, fissano il make-up e coprono le imperfezioni, ma, con l’uso continuativo, trasformano la pelle e migliorano la qualità dell’incarnato, combattendo rughe e linee sottili. Meglio ancora se abbinati ad un siero liftante, che rassoda e ridefinisce i contorni del viso, idrata e riempie le linee, offrendo un effetto tensore. E per una pelle impura, i nuovi trattamenti comprendono sieri, creme, lozioni, tonici e acque micellari in grado di riequilibrarla per ritrovare luminosità e migliorarne la texture.


MAKE-UP

ROUTINE PERFEZIONANTE PER TRASFORMARE LA PELLE E MIGLIORARE LA QUALITÀ DELL’INCARNATO

Natalie Portman è immortalata dall’obiettivo di Gordon Von Steiner per Dior Forever

DIOR. Forever Skin Veil SPF 20 è una base make-up ultra idratante, a lunga tenuta, da applicare sotto il fondotinta per una maggiore idratazione e luminosità, ha una tonalità universale che corregge le imperfezioni e uniforma. (€ 46,03)

64 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

DIOR. Forever Cushion Powder. è una polvere perfezionante a lunga tenuta, ha un effetto leggero, fissa il make-up e dona alla pelle un delicato finish vellutato riducendo le imperfezioni. (€ 56,81)


MAKE-UP

KORFF. Cure Make up Neverending Fondotinta a lunga tenuta dalla texture cremosa, ha un finish matt ad effetto vellutato che garantisce un’alta coprenza; è arricchito con vitamina E, acido Ialuronico e attivi idratanti. (€ 39) Cure Make up Neverending Correttore a lunga tenuta ha una formula cremosa, è idratante, copre le imperfezioni e minimizza i segni di stanchezza. (€ 18)

GIVENCHY. Prisme Libre è una polvere fine e leggera, una fonte di luce che lascia respirare la pelle facendo risaltare qualsiasi carnagione e sfuma al contempo le imperfezioni. (€ 51) Prisme Libre Skin-Caring Glow è un fondotinta ibrido con una formula arricchita al 90% con una base trattante, che attenua le imperfezioni e agisce su idratazione, luminosità e qualità della pelle. (€ 48,50)

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 65


MAKE-UP

GUCCI. Sérum De Beauté Fluide Soyeux è un siero primer “effetto seta” che lascia sulla pelle una sensazione istantanea di freschezza, idratazione e morbidezza: ideale come base per il fondotinta, ma indossato anche da solo, minimizza pori e piccole imperfezioni. (€ 52) Fluide De Beauté Fini Naturel è un fondotinta liquido con un finish naturale; setoso e leggero, è disponibile in 40 varianti di colore. (€ 58)

CLÈ DE PEAU. Radiant Fluid Foundation Natural garantisce 24 ore di tenuta e 12 di idratazione, grazie ad una formula che trattiene gli agenti idratanti e protegge la superficie cutanea migliorandola dall’interno e attenuando, con l’uso continuativo, linee sottili e irregolarità. (€ 130)

66 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


MAKE-UP

SHISEIDO. Syncro Skin Soft Blurring Primer Base de Teint, leggero e a base d’acqua, è un primer incolore che si adatta a tutte le tonalità di pelle, per perfezionare l’aspetto dei pori, eliminare la lucidità in eccesso e nascondere le imperfezioni. (€ 41) Syncro Skin Radiant Lifting Foundation si avvale di una tecnologia giapponese rivoluzionaria in grado di trasformare, liftare e illuminare visibilmente la pelle per combattere linee sottili, rughe, incarnato non omogeneo, con una esclusiva miscela di perle, polveri e particelle riflettenti. (€ 56)

CLINIQUE. Even Better Clinical Serum Foundation SPF 20 non è un semplice fondotinta, ma un trattamento trasformativo, potenziato con la tecnologia di 3 sieri skincare: uniforma la pelle, perfezionandone l’aspetto, e in più completa il rituale skincare attenuando visibilmente le discromie, illuminando, idratando e levigando la pelle. (€ 48)

NAJ OLEARI. Sunlight Flawless Foundation è un fondotinta luminoso oil free, con una texture-siero leggerissima e ultra fluida, effetto seconda pelle, che funziona da trattamento grazie alla vitamina E antiossidante e a un potente concentrato di estratti naturali di zenzero, anguria e mela che aiutano a migliorare l’idratazione e l’elasticità della pelle. (€ 26)

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 67


SKINCARE

EFFETTO LIFTING

CHANEL

LA RICERCA DELLA BELLEZZA

68 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


SKINCARE

SHISEIDO Vital Perfection LiftDefine Radiance Serum definisce, rassoda e illumina la pelle di viso e collo, riducendo rughe e segni di invecchiamento in poche settimane e ridefinendo i contorni del viso; ottimizza la microcircolazione per stimolare la capacità di autorigenerazione della pelle, ne aumenta resilienza ed elasticità, minimizza le macchie brune e il tono cutaneo disomogeneo. (40ml, € 135)

VICHY Il Siero Liftactiv Supreme H.A. Epidemic Filler ripristina la perdita di Acido Ialuronico, sostanza prodotta naturalmente dall’organismo e risorsa essenziale per la giovinezza, a cui è quotidianamente soggetta la nostra pelle; è responsabile della struttura di sostegno del viso e trattiene l’acqua. Ha un applicatore di precisione che offre idratazione e riempie linee sottili e rughe, per adattarsi a viso e occhi. (30ml, € 47)

CHANEL

GUERLAIN

Le Lift Sérum ha una nuova formula rinforzata, composta al 93% da ingredienti di origine naturale, che unisce l’azione anti-età del concentrato botanico di Alfalfa, ricco di minerali, oligoelementi, vitamine e amminoacidi, ad un nuovo complesso protettivo a base di Menta Piperita Nera, dall’azione antiossidante. Offre un effetto tensore immediato e ridisegna l’ovale del viso per donare elasticità. (30ml, € 125)

Orchidéé Impériale MicroLift Concentrate ha una formula superba, composta da una fase acquosa e una oleosa; unisce la microincapsulazione di nuova generazione con i poteri rigeneranti dell’orchidea ed è in grado di riprogrammare i poteri rassodanti naturali della pelle, per ottenere un effetto lifting. La formula ha il 92% di ingredienti d’origine naturale e fornisce alle cellule le risorse ottimali per la loro vitalità e resilienza. (30ml, € 439)

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 69


BELLEZZA

EQUILIBRIO RITROVATO MOSSE E RIMEDI PER LA PELLE IMPURA Inquinamento, stress, stanchezza, cattiva alimentazione, squilibri ormonali, oltre a svariati fattori ambientali, possono causare, a qualsiasi età, imperfezioni, pelle lucida o arrossata, punti neri, pori dilatati. In presenza di questi fattori infatti la pelle fatica a mantenere il consueto equilibrio, con la conseguente comparsa di inestetismi, che possono però essere trattati per aiutare a riequilibrarla e a renderla nuovamente radiosa.

CLINIQUE. Emilia Clarke è il volto del nuovo iD Anti-imperfezioni, un trattamento su misura, che purifica la pelle in pochi giorni, agendo su pori ostruiti e texture irregolare. Per un’efficacia anti imperfezioni super concentrata, si abbina la base idratante Dramatically Different Hydrating Clearing Jelly con il booster Active Cartridge Concentrate, che contiene livelli concentrati di acido salicilico e glucosamina. (125ml, € 53)

70 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


BELLEZZA

FILORGA. Age-Purify unisce un complesso anti-age dall’effetto rimpolpante, levigante e rassodante, con un complesso che tratta le imperfezioni cutanee, dall’effetto riequilibrante, micropeeling e anti-acne; corregge così contemporaneamente rughe e imperfezioni, regolando l’eccesso di sebo, affinando la grana della pelle, migliorandone tono ed elasticità. (50ml, € 64) SKINCEUTICALS. Silymarin CF è un potente siero con Vitamina C, formulato specificatamente per pelli grasse e a tendenza acneica; utilizzato al mattino offre una protezione avanzata dagli aggressori ambientali, aiutando a prevenire i danni causati dai radicali liberi: riduce imperfezioni, sebo in eccesso e migliora texture e luminosità della pelle. (30ml, € 157) URIAGE. Per la pelle fragilizzata, Cica-Daily Gel-crema ripara e protegge grazie al complesso biotico-termale composto da acqua termale di Uriage e da prebiotici al 10,5%, con centella asiatica, acido ialuronico e pantenolo; per limitare la proliferazione batterica gluconato di rame e gluconato di zinco leniscono e limitano la comparsa delle imperfezioni, per una pelle riequilibrata che ritrova luminosità e salute. (40ml, € 25,40)

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 71


BELLEZZA

CLARINS. Lotion Tonique Purifiante è un tonico senza alcol, arricchito con estratti di regina dei prati e amamelide biologica, che contribuisce a richiudere i pori, purificare e rendere radiosa la pelle, favorendo l’equilibrio del microbiota cutaneo. (200ml, € 24) JOWAÉ. Da applicare dopo la detersione, la Lozione Astringente Purificante si prende cura della pelle da mista a grassa per donarle equilibrio e luminosità, grazie a potenti attivi vegetali: lumifenoli antiossidanti, loto sacro, dall’azione antiossidante, astringente e lenitiva, ed estratto di albero del tè. (200ml, € 11,90) SVR. Sebiaclear Micro-Peel è un’essenza dermatologica dal potere purificante e levigante, che garantisce un effetto micropeeling ed un’azione lenitiva. Contiene un mix di ingredienti attivi – zinco, acido lattobionico, acido salicilico, niacinamide - selezionati per la loro tollerabilità ed efficacia. (150ml, € 14,90)

72 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


BELLEZZA

A-DERMA. A base di Avena Rhealba, principio attivo vegetale, PHYS-AC Acqua micellare purificante è particolarmente indicata per le pelli più grasse; deterge, strucca e purifica con delicatezza, eliminando anche il trucco. (200ml, € 15) SENSAI. Silky Purifying Clear Gel Wash è un detergente non schiumogeno, con una tecnologia innovativa che scioglie con efficacia e delicatezza il sebo e le impurità, libera i pori, preservando l’equilibrio idrico dell’epidermide, senza privarla della sua naturale idratazione, regalando una carnagione perfettamente levigata, uniforme e luminosa. (145ml € 54) GUUDCURE. Age Balance Duo Cleansing Micellar Gel deterge viso e occhi rimuovendo le impurità e i residui di make-up; Pre e Probiotici contribuiscono a mantenere l’equilibrio cutaneo proteggendo la pelle dagli agenti esterni, mentre il suo mix di attivi svolge un’azione antiossidante e fortemente idratante. (150ml, € 20)

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 73


CAPELLI

LE NUOVE FORMULE

PER CAPELLI NUTRITI E IRRESISTIBILI

KÉRASTASE. Huile Elixir Ultime si veste di rosso per una nuova edizione limitata; la formula unisce olio di marula e olio di camelia che nutrono intensamente e proteggono la fibra capillare, oltre ad agenti anti-frizz. (€ 41)

74 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

DAVINES. More Inside Primer PrePiega è uno spray cremoso che dona idratazione e corpo alla chioma e crea una barriera anti umidità, protegge dal calore ed esalta il naturale movimento dei capelli consentendo di dare vita a molteplici styling. (250ml, € 27,60)

SISLEY. Hair Rituel Le Baume Restructurant Nourrissant pour les longueurs et les pointes è un baume pre-shampoo che nutre, ripara e ristruttura i capelli danneggiati, aridi, e che si spezzano. Ha una texture ricca che si trasforma in un olio sensoriale e nutriente; si applica come trattamento express da 30 minuti o come rituale notturno per favorire una riparazione intensa dei capelli. (125gr, € 95)


CAPELLI

SAKURA by Inebrya. Il suo principio attivo è l’estratto di fiore del ciliegio: Restorative Shampoo deterge, nutre e idrata lasciando una piacevole sensazione di benessere e vitalità su cuoio capelluto e lunghezze (100ml, € 5,60). Restorative Mask è un trattamento rigenerante per cute e capelli, da usare come pre-shampoo sulla cute o post shampoo sulle lunghezze, da risciacquare (100ml, € 7,80).

LAZARTIGUE. Linea Repair alla cheratina vegetale agisce sui capelli danneggiati, per rinnovare la fibra capillare grazie ad una formula ricca in acido ialuronico vegetale e attivi anti-età. La Maschera ripara e ristruttura completamente la fibra (250ml, € 45), il Soin crea un’azione filmante che ripara il danno in profondità (150ml, € 27).

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 75


CAPELLI

RENÉ FURTERER. Tonucia Natural Filler è la nuova linea arricchita con acido ialuronico vegetale, per capelli indeboliti e fragilizzati. Shampoo Rimpolpante, con biosfere di olio essenziale di arancia, è una vera fonte di energia per rivitalizzare e rinforzare la fibra del capello dalla radice (200ml, € 19,90); Maschera Rimpolpante Districante densifica, idrata e illumina all’istante (200ml, € 43).

ALTER EGO. La linea Shewonder, a base di ingredienti sostenibil e biodegradabili, contiene argilla vulcanica, che nutre e arricchisce il capello, rendendolo setoso, disciplinato, lucente e corposo. Instant Shaping Mask è una maschera intensiva modellante e condizionante che protegge, rigenera e idrata (300ml, €22); Shine Oil Elixir è un olio illuminante che rende i capelli morbidi e setosi (150ml, €29).

76 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021


CAPELLI

BUMBLE AND BUMBLE. Regala maggiore idratazione ai capelli ricci la nuova linea Bb. Curl. 3-in-1 Conditioner può essere utilizzato come un conditioner classico con risciacquo, leave-in o co-wash (200ml, € 33); Reactivator è uno spray «riattivante» per i ricci, che idrata e ravviva i ricci (250ml, € 28).

HAIRMED. Il Kit Oli Purissimi ha una formula a base di olio d’Argan, di Macadamia e Jojoba, ed è un alleato prezioso in grado di regalare lucentezza alla chioma, in particolare per i capelli trattati, disidratati, opachi e tendenti al crespo. Bagno eudermico lucentezza – B7 deterge delicatamente e illumina; Olio restitutivo luce - O1 si può utilizzare su capelli asciutti o bagnati come impacco o come districante e nutriente.

Febbraio/Marzo 2021 PAMBIANCO BEAUTY 77


Cover STORY

ALEX KATZ

CANTORE DELLA SUPERFICIE

“Non riesco a pensare a qualcosa di più eccitante della superficie delle cose” confessa Alex Katz, tra i più celebrati pittori viventi. Pochi come lui hanno saputo dipingere le donne nelle loro parvenze: sempre ben vestite, alla moda, molto curate. Presenze luminose, raccontate con tratti essenziali e nitidi, accarezzate da campiture piatte di colore monocromo e private di ogni connotazione sentimentale. Nessun messaggio si cela dietro a quell’aspetto smaltato, che conserva la chiarezza istantanea della fotografia. Nato a New York nel 1927 da una famiglia di ebrei russi, Katz ha studiato pittura alla Cooper Union School of Art ed è apparso sulla scena artistica americana alla metà degli anni cinquanta opponendosi all’espressionismo astratto allora dominante e anticipando alcuni esiti della pop art. Le sue opere sono conservate nei maggiori musei americani, tra cui il MoMA, il Metropolitan e il Whitney di New York, e in alcuni musei europei come la Tate Gallery di Londra, il Centre Pompidou di Parigi, il Museo di Francoforte e l’Albertina di Vienna. Presso la sede svizzera della Galleria Monica De Cardenas, a Zuoz, si è da poco conclusa una mostra dedicata ai suoi più recenti ritratti femminili.

BEAUT Y

Courtesy of Galleria Monica De Cardenas

Direttore Responsabile David Pambianco

N U M E R I , FAT T I E P RO TA G O N I S T I D E L L A C O S M E T I C A

Redazione Chiara Dainese, Milena Bello, Giorgia Ferrais, Giulia Mauri, Alessia Perrino, Giulia Sciola, Anna Gilde Grafica e Impaginazione Mai Esteve, Lucrezia Alfieri Cover Project Anna Gilde Coordinamento e Pubblicità Cristina Tana

78 PAMBIANCO BEAUTY Febbraio/Marzo 2021

Contatti beauty@pambianco.com adv@pambianco.com abbonamenti@pambianco.com Telefono 02.763.886.00 Tipografia Starprint srl - Bergamo Registrazione Tribunale di Milano n. 136 del 7/05/2015 Proprietario ed Editore Pambianco Strategie di Impresa Srl Corso Matteotti 11 - 20121 Milano


Affida il tuo successo a mani sicure Soluzioni espositive e servizi per il punto vendita: - Field marketing - Logistica promo pubblicitaria - Produzione materiale punto vendita - Progettazione e innovation design

MyProma CRM Segui il nostro lavoro in ÂŤreal timeÂť: report personalizzati, documenti e dati per clienti sempre connessi al punto vendita. proma-srl.com - info@proma-srl.com - +39.039.22019.1


Profile for Pambianco Magazines

PambiancoBeauty_n1_2021  

PambiancoBeauty_n1_2021