Page 4

BIANCHETTI CARLO, medico, agronomo Ornavasso 1788 - ivi 1840 Studi classici, laurea in medicina a Pavia nel 1810. Medico condotto al paese nativo, scrisse sull’uso del solfato di chinino e sulle cure del gozzo. Studiò e scrisse anche sulla coltivazione dei gelsi, sulla viticoltura, sulle talpe e sui bachi da seta. Perché i parroci potessero aiutare i parrocchiani al corretto uso agricolo, dedicò loro il trattato Delle utilità di unire lo studio scientifico dell’agricoltura alle discipline ecclesiastiche. BIANCHETTI ENRICO, storico, archeologo Domodossola 1834 - Ornavasso 1894 Figlio di Giovanni medico e deputato al Parlamento Subalpino e di Maria Mantellini di Varzo. Studi classici, studente a Torino alla facoltà di Giurisprudenza, ma non si laureò per dedicarsi a studi letterari, artistici, storici approfonditi con ricerche d’archivio. Diede alle stampe la pregevolissima Storia dell’Ossola inferiore in due volumi, uscita a Torino nel 1878. Scoprì, studiò e scrisse sulla necropoli gallo romana di Ornavasso e ordinò nella propria abitazione una preziosa raccolta archeologica (ora al Museo di Pallanza per decisione degli eredi). Si occupò anche di meteorologia, agricoltura e fotografia. Fu in corrispondenza con studiosi di storia suoi contemporanei ed ebbe riconoscimenti ed onorificenze. Sposò una cugina di Quintino Sella con il quale ebbe rapporti culturali. BIANCHETTI GIOVANNI ANTONIO, chimico Ornavasso 1785 - Domodossola 1854 Figlio di Giovanni e di Margherita Viola. Dopo gli studi classici conseguì a Pavia la laurea in chimica farmaceutica nel 1806. Arruolatosi volontario nella Guardia d’onore del Regno Italico ebbe decorazione dal Principe Eugenio di Beauharnais. Nel 1813 fu farmacista maggiore dell’Ospedale di Venezia. Con la caduta di Napoleone tornò in Ossola e riprese gli studi di chimica lasciando dotte dissertazioni pubblicate dalla Società dei farmacisti del Regno di Sardegna. BIANCHETTI GIOVANNI, medico, politico Granerolo 1809 - Ornavasso 1890 Figlio del chimico Giovanni Antonio e di Margherita Galli. Dopo gli studi classici conseguì a Torino la laurea in medicina e una specializzazione in chimica medica e 160

terapica a Parma. Esercitò a Domo e curò gratuitamente i carcerati. Fu sindaco del Borgo e dal 1849 Deputato al Parlamento subalpino per tre legislature. BIANCHI GENNARO, politico, teologo e letterato Domodossola 1748 - ivi 1825 Appartenente a ricca famiglia borghese, figlio di Giovanni Battista e di Fiorenza Bossi. «Doctor utriusque iuris», insegnante di retorica nel Seminario di Como. Fu collega e strinse amicizia con Alessandro Volta che ospitò due volte in Domodossola quando, già famoso docente di fisica sperimentale a Pavia, era diretto a Ginevra nel 1787 e a Parigi nel 1801. Aderì alle idee innovatrici e fu a capo della Municipalità di Domo durante la 1° Repubblica Cisalpina, poi commissario del Governo Italico nell’Ossola e Delegato revisore della Cassa pagamenti della costruenda strada del Sempione. Dopo la caduta di Napoleone si ritirò a vita privata. BINDA ATTILIO, colonnello, medaglia d’argento Domodossola 09.02.1894 – Russia 20.01.1943 Osservatore militare dell’aeronautica nelle due grandi guerre mondiali. Salvò un gruppo di alpini sul Don attirando su di sé il fuoco nemico. Gli vennero conferite due medaglie d’argento. BOITI ANTONIO, chirurgo Roma 1776 - Firenze 1827 Figlio di Bartolomeo e di Domenica Novaria Todesco entrambi di Calasca emigrati a Roma. Come altri anzaschini studiò grazie agli aiuti finanziari dell’archiatra Giavina di Domo che lo volle con sé come aiuto chirurgo all’Arcispedale di S. Spirito in Roma. Nel 1803 fu chiamato a Salisburgo da Ferdinando III di Lorena a prestare l’opera di chirurgo ostetrico. Dopo il Congresso di Vienna seguì a Firenze il Granduca con la carica di capo chirurgo di Corte. Scrisse note di medicina sul Giornale dei Letterati di Pisa. BOITI PAOLO, benefattore Sec. XVIII (2a metà) – Calasca 1836 Figlio di Bartolomeo e di Domenica Novaria Todesco, sacerdote, contribuì con il proprio patrimonio alla costituzione del «Monte di pietà» di Calasca. Fondò una scuola per insegnare alle figliole dagli anni cinque ai do-

Profile for Paggi Marisia

Ossolani illustri  

Ossolani illustri Angela Preioni Travostino

Ossolani illustri  

Ossolani illustri Angela Preioni Travostino

Profile for paggi
Advertisement