Page 21

GUALIO GIULIO, scultore Antronapiana 1632 - ivi 1712 Allievo del maestro De Bernardis con laboratorio in via Briona, attivo nell’Ossola e in Valsesia, fu autore di splendide opere lignee di carattere religioso. GUATTANI CARLO, chirurgo, archiatra pontificio Pontegrande di Bannio Anzino 1709 - Roma 1773 Studi classici e poi di medicina e chirurgia a Roma. Primario negli Ospedali di S. Spirito e S. Gallicano (1741), nel 1751 fu nominato archiatra pontificio da Benedetto XIV. In Francia approfondì i suoi studi di chirurgia e divenne abile nell’eseguire l’esofagotomia, che descrisse in latino. Si recò per studi in Inghilterra e in Germania e al rientro in Italia soggiornò a Bannio. Fu medico di fiducia di Clemente XIII e Clemente XIV e socio delle Accademie di Parigi. Roma lo onorò con un monumento. GUBETTA GIACOMO, medico, storico Parigi 1823 - Craveggia 1893 Figlio di Carlo Bartolomeo e di Antonia Mozzanino. Dopo gli studi classici a Domo e a Pavia ritornò a Parigi dove nel 1847 conseguì la laurea in medicina, convalidata dall’Università di Torino. Esercitò la professione medica nella sua valle Vigezzo, fu consigliere provinciale e scrisse Le memorie antiche e moderne di Craveggia. GUGLIELMI FRANCESCO E PASQUALE, benefattori Francesco: Crodo 1793 - ivi 1864 Figlio di Giuseppe e di Maria Amodei, divenne sacerdote e visse a Crodo beneficando i poveri, le patrie istituzioni e la chiesa parrocchiale. Pasquale: Crodo 1801 - ivi 1866 Fratello del precedente. A sua volta beneficò il comune di Crodo, di cui fu sindaco, facendo erigere una scuola per l’istruzione delle fanciulle. GUGLIELMINI DOMENICO, professore di idraulica, fisico-matematico Bologna 1655 - Padova 1710 Di genitori di Cravegna (Crodo) studiò fisica, matematica, idraulica e idrometria ed ebbe cattedra a Bologna dal 1694. Successivamente si trasferì a Padova per insegnare matematica in quell’Ateneo. Pubblicò, in ele-

gante lingua latina, un trattato di idrostatica e Della natura dei fiumi, opera che ebbe varie ristampe per l’utilità e la profondità del contenuto. IACCHINI BARTOLOMEO, pittore Macugnaga 1695 - ivi 1747 Figlio del nobile notaio Bartolomeo e di Cristina Creda, fu abile e ammirato pittore di soggetto religioso. Di lui rimangono quattro quadri nelle chiese di Macugnaga e la volta della parrocchiale. Sue opere incomplete furono ultimate dal Borgnis vigezzino. INNOCENTI PIETRO MASSIMO, magistrato, senatore Vogogna 1792 - ivi 1860 Figlio del dr. Gerolamo e di Giuseppina Albertazzi. Fu militare nell’esercito napoleonico; si laureò in giurisprudenza ed entrato in magistratura divenne Consigliere di Corte d’appello. Fu senatore del Regno di Sardegna. INNOCENZO IX (Giovanni Antonio Nocetti), Sommo Pontefice Bologna 1519 - Roma 1591 Figlio di Antonio e di Francesca Cini entrambi di Cravegna in valle Antigorio. Il padre, gerente un’agenzia di trasporti, era conosciuto come Facchinetto da cui il cognome Facchinetti dato alla famiglia. Dopo l’ordinazione sacerdotale conseguì la laurea in diritto civile e canonico. Fu vicario in Avignone, governatore di Parma, vescovo di Nicastro, patriarca di Gerusalemme, Cardinale e poi Papa il 29 ottobre 1591. Il suo pontificato durò pochissimo tempo. IONGHI LAVARINI CESARE, ingegnere, erudito Ornavasso 1864 - ivi 1934 Studi classici a Domo, laurea in ingegneria a Torino. Scrisse: Ornavasso nella sua storia sacra e civile, Novara, 1934 (con biografia completa di Enrico Bianchetti e della sua attività storiografica); Origine della colonia tedesco-vallesana; Dizionarietto dei vocaboli ornavassesi e della toponomastica locale. LANTI PIETRO ANTONIO, intagliatore, scultore Macugnaga 1679 – ivi 1729 Figlio di Giacomo Antonio, ebbe contatti sia con gli artisti vallesani che con quelli ossolani e fu egli stesso 177

Profile for Paggi Marisia

Ossolani illustri  

Ossolani illustri Angela Preioni Travostino

Ossolani illustri  

Ossolani illustri Angela Preioni Travostino

Profile for paggi
Advertisement