Page 2

tà dialettica, sottrasse alla pena capitale richiesta dal Tribunale fascista e toccata invece agli sfortunati eroi fucilati al Martinetto. Dal 1945 continuò la professione a Domodossola e accettò con grande disponibilità la carica di presidente della Fondazione Galletti, dell’Azienda Autonoma di Bognanco, della Pro Domo e della 2a Esposizione italo-svizzera del 1950. Fu anche sostenitore del rilancio del Sempione mediante il collegamento stradale con Genova (autostrada Voltri-Sempione). Collaborò al buon andamento di enti morali e culturali con competenza e attiva partecipazione. Per i disinteressati incarichi umanitari fu nominato grand’ufficiale della Repubblica. AZZARI GIUSEPPE ANTONIO, patriota Re 1767 - Bicocca di Novara 1796 Figlio dei vigezzini Giuseppe Antonio di Re e di M. Anna Ravelli di Albogno. Studi classici e laurea in giurisprudenza a Pavia, ove abbracciò ideali repubblicani che propagandò a Pallanza, luogo di residenza della famiglia, da anni dedita a fruttuosi commerci, e in Valle Vigezzo fra parenti e amici. Con il nome di Giunio Bruto fu a capo di un movimento rivoluzionario che, nell’autunno 1796 tentò l’insurrezione antimonarchica. Catturato dalle forze regie per delazione, fu condannato a morte e impiccato a Novara nei pressi della Bicocca. BAGNOLINI ATTILIO, Medaglia d’oro al valore militare Villadossola 1913 - Mai Ceu (Etiopia) 1936 Alpino del btg. Intra del IV Reggimento, combattente in Africa Orientale durante la guerra italo-etiopica (1935-36), difese da ferito la postazione di Passo Macan, nella battaglia cruciale di Mai Ceu o del lago Ascianghi, poi con sacrificio della vita sventò il tentativo di accerchiamento dell’esiguo gruppo dei compagni d’armi. In Villadossola è ricordato con l’intitolazione della Scuola Media e con un monumento. Un sommergibile della Marina Militare porta il suo nome. BALCONE GIOVAN BATTISTA, benefattore S. Maria Maggiore 1703 - ivi 1750 Sacerdote presso la Parrocchia di Zornasco, ricco, brillante e di scarsa pratica religiosa. Mutò condotta e si ridusse a vivere poveramente e in penitenza. Eresse un 158

ospedaletto nel quale raccolse derelitti e mendicanti. BALLARINI GIORGIO, ingegnere, giornalista Livorno 1903 - Domodossola 1987 Figlio dell’ing. Giovanni e di Clori Solari. Domese d’adozione essendovi giunto fin dal 1928, diresse la Ferrovia Vigezzina per un quarantennio. Negli anni del conflitto bellico si accostò al Partito Socialista e durante i «quaranta giorni di libertà» fu membro della Giunta Provvisoria di Governo con il compito di far funzionare i trasporti interni all’Ossola e particolarmente quelli internazionali diretti nel Vallese e nel Canton Ticino. Nel 1945 rientrato dalla Svizzera, dove si era rifugiato dopo la rioccupazione tedesca, fu eletto dal C.L.N. sindaco di Domodossola, carica che tenne fino alle prime elezioni. Continuò l’impegno politico fondando e dirigendo il giornale settimanale Il Risveglio Ossolano, e scrivendo gli articoli di prima pagina in favore di battaglie sociali. Colto, amante dell’arte, visitò tutti i continenti per conoscerne anche gli aspetti politici, sociali e organizzativi. BALZARDI ANGELO, scultore Antrona 1892 - Torino 1974 Studi artistici a Torino conclusi nel 1922 con diploma del Corso superiore di scultura. Partecipò con successo alla XIX Biennale di Venezia e alle Quadriennali di Roma. Fu titolare della Cattedra di plastica ornamentale all’Accademia Albertina. Sue opere di rinomanza: il monumento al fante a Torino; fontana per i giardini pubblici e sacrario dei caduti di Alessandria, edicole e monumenti funerari in vari campisanti, busto del contadino piemontese e la Medusa per il campo sportivo di Domo. BARATTA GIOVAN BATTISTA, ufficiale medico, oculista Orcesco di Druogno 1778 - Milano 1851 Emigrato in Francia con i genitori originari della valle Vigezzo, a Parigi si laureò in medicina e rientrò in Italia con l’armata del gen. Bonaparte, ottenne il grado di ufficiale medico del 1° Reggimento Ussari della Repubblica Cisalpina e passò in seguito alla Divisione Victor. Nel 1805 a Pavia si specializzò in chirurgia e a Milano fu nominato dirigente del servizio sanitario presso il

Profile for Paggi Marisia

Ossolani illustri  

Ossolani illustri Angela Preioni Travostino

Ossolani illustri  

Ossolani illustri Angela Preioni Travostino

Profile for paggi
Advertisement