Page 1

PAESE MIO IL GIORNALE DI ALBINO - DICEMBRE 2019 - N° 182 MENSILE GRATUITO DI INFORMAZIONE LOCALE

Partner www.3cserramenti.it Ranica, 035 511800

Direttore Responsabile: Paolo Salamoni - Editore: PAESE MIO - Direzione, Redazione e Pubblicità: via Acqua dei Buoi, 9 - 24027 Nembro (BG) - Tel. 328 8521993 e.mail: direzione@paesemio.eu - Anno XVII n° 11 - Stampa: CSQ SpA - Erbusco (BS) - Registrazione presso il Tribunale di Bergamo n° 6 del 28 marzo 2003 - Numero iscrizione ROC: 32148

E I P O 0C

0 0 . 0 1

O

IO G G MA


PAESE MIO Dicembre 2019

> NOTIZIE < 03 >

PAESE MIO BG

La “magia del Natale”… viaggia nel passato con “Le Botteghe di Albino”

Cresce l’atmosfera natalizia per le vie di Albino. Dall’inizio del mese, nelle strette vie del centro storico, da via Mazzini a via Vittorio Veneto, e giù fino in via Roma, è tutto un fermento. Il Natale si sta avvicinando ed ecco in pista tutti i negozianti, impegnati in tante iniziative e attività per ravvivare e vivacizzare le festività di questo mese di dicembre. Da una casa all’altra le luminarie, poi grandi festoni luccicanti e strenne luminose nei negozi e nei bar, e ancora luci e stelle a led per dare all’ambiente urbano un tocco di magia

e ovattato torpore. Senza dimenticare gli abeti, installati un po’ da tutte le parti; le vetrine illuminate, che fanno a gara fra loro per essere le meglio addobbate e allestite, le più colorate e illuminate, quasi si corra una gara “sommersa” fra tutti i negozianti. Così, Albino, e con esso tutte le frazioni, si sta tuffando nel Natale, nella festa più bella e attesa dell’anno, offrendo peraltro un ricco carnet di eventi e appuntamenti, che hanno il compito di animare le feste, come è ormai tradizione da qualche anno, fino alla “Vigi-

lia di Natale”. Protagonista assoluta è l’associazione albinese dei commercianti, meglio conosciuta come “Le Botteghe di Albino”, che, in collaborazione e con il contributo del Comune di Albino, ma soprattutto con l’intervento diretto di diverse associazioni che operano in città, ha allestito un ricco programma di intrattenimenti, dal titolo “Natale ad Albino 2019”. Il cartellone natalizio prende il via sabato 7 dicembre, nel pomeriggio, in Piazzetta S.Anna, con la sezione Avis che offrirà gustose caldarroste. Quindi, domenica 8 dicembre, con “La magia del Natale”: alle 15, in Piazza San Giuliano, merenda comunitaria, con la partecipazione attiva di tante associazioni; presenti alcuni personaggi “magici”, come elfi, fate e gnomi, che andranno a ricreare l’atmosfera… delle feste; da qui, verso le 17.30, una passeggiata verso via Mazzini, per la cerimonia ufficiale di accensione delle luci natalizie. Per l’occasione, i negozi e gli esercizi commerciali saranno aperti al pubblico. Sabato 14 dicembre, eccoci al “Viaggio nel passa-

A Casale, magica Epifania con il “Corteo dei Re Magi” Non manca mai la frazione di Casale nel calendario delle iniziative che arricchiscono le festività natalizie della Valle del Lujo. Come è tradizione, tocca a lei chiudere il programma 2019, mediante l’organizzazione del tradizionale “Corteo dei Re Magi”, uno dei momenti più sentiti e partecipati della sua vita comunitaria, in locandina lunedì 6 gennaio. Chiare le valenze religiose che sottende l’Epifania, con il suo carico di valori, ma la festa richiama e coinvolge la comunità, in particolare i bambini, perché sono chiamati a ricreare l’ambientazione popolare che salutava l’arrivo dei Re Magi e della gente adorante Gesù Bambino. Lunedì 6 gennaio, infatti, è in programma una sacra rappresentazione “in costume” dell’Adorazione dei Re Magi: protagonisti i volontari della Parrocchia del Sacro Cuore, il Gruppo Culturale “Amici di Casale”, i giovani e le famiglie: tutti insieme, per rinnovare questo importante tema liturgico, ma anche esaltare una presenza di comunità, ancora forte in questo borgo montano. Tutto si svolge prima della Messa mattutina: i figuranti si ritrovano in piazza e da qui si muove un corteo di pastorelli, contadini e angioletti, con tanto di musici e suonatori di baghèt, pastori con pecorelle e caprette, che fanno ala ai tre Re Magi; il traguardo del corteo è la vicina chiesa parrocchiale del Sacro Cuore, dove si celebrerà la Messa dell’Epifania. Sull’altare il parroco di Abbazia e Casale don Claudio Federici, mentre l’animazione liturgica vede impegnata la corale parrocchiale. Come spesso capita, il corteo riceve ogni anno alcune novità, nei figuranti, nei costumi, nei canti. Tutti motivi di una sentita partecipazione popolare, che comunque si muove cercando di recuperare la tradizione del viaggio, ma soprattutto di riaffermare il senso del donare, dell’offrire i propri beni (quelli portati dai Re Magi) agli altri, a chi ne ha più bisogno. Insomma, un “corteo di bontà”.

to”: protagonista il gruppo Astorica (acronimo di: Associazione Storica Città di Albino) che, alle 15, in via Mazzini, presenterà dei “quadri” rievocativi, con gruppi di figuranti; alle 16, entra in scena la “Junior Band” del Complesso Bandistico “Città di Albino”, una ventina di strumentisti che, insieme a “Gli Amici del Coro”, presenterà un concerto natalizio “…per strumenti e coro”. Festa anche nel pomeriggio di domenica 15 dicembre con un gruppo di zampognari che rallegrerà le vie con canti e nenie

natalizie. Nel mentre, per tutta la giornata i negozi saranno aperti al pubblico. Da segnalare che nel weekend del 14 e 15 dicembre “Natale ad Albino 2019” si sposta in Valle del Lujo con i tradizionali “Mercatini di Natale”: in “vetrina” artigiani, hobbisti, collezionisti e associazioni di Albino. Ultimo fine settimana di festa quello del 21 e 22 dicembre: una “due giorni” merceologica con i tradizionali “Mercatini di Natale” in Piazza del Municipio: per i visitatori stand dell’artigianato artistico e bancarelle di

hobbisti, oltre a banchetti delle associazioni di Albino. In particolare, sabato 21 dicembre il programma si arricchisce di un tema: “Armonie natalizie”; infatti, alle 17, in Piazzetta S.Anna, è in locandina il concerto del coro gospel “Take it”; inoltre, concerti itineranti per le vie e le piazzette del centro storico con i componenti del Complesso Bandistico “Città di Albino”. Sempre aperti i negozi per tutta la giornata. Per tutti i weekend, caldarroste con Dario Pasini. T.P.


4 Chiacchiere con..

> L’INTERVISTA < 04 >

PAESE MIO Dicembre 2019

PAESE MIO BG

FABIO GHIRARDI Assessore ai Lavori Pubblici

Classe 1987, albinese, anzi meglio dire bondese doc, Fabio Ghirardi è l’attuale assessore ai Lavori Pubblici di Albino. Dopo aver assolto agli obblighi scolastici nelle scuole di Albino, si è diplomato all’Istituto Tecnico per Geometri “Giacomo Quarenghi” di Bergamo. E da lì a breve ha iniziato la sua carriera di geometra, come libero professionista. Sposato con Manuela e papà di Amanda, Fabio Ghirardi è una persona

affabile e simpatica, che fa del proprio lavoro una missione. E lo stesso impegno lo sta dimostrando anche nell’incarico amministrativo, che lo vede operativo su vari fronti, in uno degli ambiti più delicati e dispendiosi dell’amministrazione comunale. La redazione di Paese Mio lo intervista per conoscerlo meglio, ma anche per conoscere i progetti e gli interventi del suo assessorato.

Intanto, come si è avvicinato alla vita amministrativa? In verità, devo dire che la passione verso il bene pubblico c’è sempre stata. Ho sempre cercato di vivere la mia comunità, da un decennio sono membro del direttivo della società sportiva USD Bondo e all’occorrenza dedico volentieri del tempo al consiglio per gli affari economici della Parrocchia di Santa Barbara; queste esperienze hanno amplia-

to il mio senso civico che è sfociato con la candidatura alle elezioni amministrative del 2014, dove sono stato eletto consigliere comunale. Quali compiti amministrativi, una volta eletto? Dal 2014 al 2019 sono stato consigliere con il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale. A latere, poi, sono stato anche rappresentante unico del Comune di Albino in Comunità Montana Val-

le Seriana. Con l’assessore Emanuela Testa ho seguito per cinque anni i lavori dell’esperienza civica “Ragazzi Attivi”, con incontri quindicinali, promuovendo l’avvicinamento dei giovani albinesi al bene comune. I ragazzi hanno potuto conoscere i meccanismi del Comune di Albino, interfacciandosi con gli uffici che erogano i servizi dell’ente; abbiamo promosso attività di riscoperta della vita rurale del passato albinese con visite al Museo Etnografico della Torre di Comenduno e al Museo del Castagno di Casale. Abbiamo affrontato tematiche sociali, incontrando delegati Unicef e studiato i tristi fenomeni della mafia; abbiamo ragionato sulla mobilità con visite alla TEB; e abbiamo approfondito la storia culturale di Albino con percorsi sul Moroni, con visite alle chiese albinesi e all’Accademia Carrara, dove sono custodite alcune delle sue opere d’arte. E ora è assessore ai Lavori Pubblici… Sì, il sindaco Terzi mi ha chiesto di impegnarmi in un altro settore rispetto al quinquennio precedente, proponendomi questo assessorato: ho accettato la sfida e ora sono qui, con sei mesi di lavoro alle spalle. Come si può vedere, la scrivania è sempre piena, il lavoro non manca mai, tanti i settori di intervento. Attualmente, è aperta la pratica dei lavori di riqualificazione della scuola media di Desenzano-Comenduno (efficientamento energetico, adeguamento antisismico, rifacimento totale della palestra): stiamo esperendo gli ultimi adempimenti formali e, a breve, ci sarà l’aggiudicazione e l’affidamento dei lavori all’impresa vincitrice del bando di gara. Da sottolineare che l’attuale palestra verrà demolita e sulle sue ceneri si costruirà una nuova palestra, moderna, più funzionale, con relativi spogliatoi, aperta anche all’esterno: adatta ad ospitare sia le attività scolastiche di scienze motorie che le partite di basket A2 femminile, dove milita la nostra Edelweiss Basket Albino. Quali gli altri ambiti di intervento?

Lo scorso mese di ottobre, la giunta ha approvato il piano di manutenzione degli asfalti delle strade comunali, circa 110.000 euro. Certo, se il tempo reggesse potremmo anche iniziare in questo inverno, ma per fare le cose per bene sarebbe meglio aspettare la prossima primavera. I tratti interessati sono: via per Pradalunga, via Pradella, incrocio via Pradella-via Pertini, via Provinciale a Comenduno, area stazione TEB, via Marconi-Chiesa della Madonna del Pianto, via Lunga-Abbazia. Inoltre, altri interventi: il completamento del marciapiede in via Padre Leon Dehon; il tetto della scuola dell’infanzia di Desenzano; i servizi igienici alla scuola elementare di Vall’Alta; i lucernari alla scuola elementare “Fr.lli Bulandi” e il telone divisorio del Palazzetto dello Sport. E cosa si pensa di fare nel 2020? Inizieremo le procedure per la costruzione della nuova scuola dell’infanzia di Desenzano-Comenduno, che verrà realizzata in via IV Novembre, a fianco delle scuole elementari e medie. Abbiamo previsto, inoltre, una serie di manutenzioni, come il rifacimento di parte della pavimentazione del parcheggio di via Mafalda di Savoia e del piazzale antistante il Palazzo Municipale; e la sistemazione di Piazza Mons. Gritti, a Comenduno; ma soprattutto, la rivisitazione della Piazza del Santuario della Madonna della Gamba, con la valorizzazione della fontana ed una ridisegnazione della viabilità in entrata e in uscita, pur mantenendo in essere gli attuali parcheggi. Qual sono i sogni nel cassetto? Tra le proposte della nostra amministrazione due sono le situazioni oggetto di studio in questo periodo: il parco-giochi della Valle del Lujo, nell’area verde alle spalle di via 1° Maggio, alla sinistra della via Lunga, in direzione Abbazia; e un parcheggio pubblico, magari interrato o semicoperto, nella frazione di Desenzano, che lamenta una cronica mancanza di posti auto. Tiziano Piazza


> NOTIZIE < 06 > Ormai, è una tradizione consolidata, un copione che si ripete ogni anno, atteso da tutta la comunità. Anche quest’anno, infatti, il Natale albinese risuona delle sette note. Merito dell’Orchestra Fiati del Complesso Bandistico “Città di Albino”, diretta dal maestro Savino Acquaviva, che si presenta al pubblico con il “Concerto di Natale”, un contrappunto musicale che vuole accompagnare l’arrivo della festa più importante dell’anno, il Natale appunto, con un programma di sala appositamente preparato per l’occasione, per augurare a tutte le persone che vorranno assistervi un Buon Natale e un felice Anno Nuovo. L’appuntamento è per lunedì 23 dicembre, alle 21, presso l’audito-

E’ la vigilia di Natale. E, ad Albino, continua la tradizione di “Aspettando la Mezzanotte”, l’ormai ben rodata fiaccolata “in notturna” che, proposta per martedì 24 dicembre e articolata in diversi mo-

PAESE MIO BG

23 dicembre: “Concerto di Natale” sulle musiche di Strauss rium comunale “Benvenuto e Mario Cuminetti”. Come sempre, ogni anno il tema proposto è diverso: quest’anno le protagoniste sono le musiche del grande compositore austriaco Johann Strauss. Su palco i cinquanta strumentisti dell’Orchestra Fiati che, con l’aiuto di un narratore, condurranno il pubblico in un’atmosfera ottocentesca, dal sapore natalizio, con brani passionali e coinvolgenti, utilizzando anche alcune soluzioni strumentali innovative, come l’uso di arnesi e oggetti. Il concerto è organizzato congiuntamente con la sezione dell’Avis comunale di Albino: il connubio scaturisce dalla volontà di queste due associazioni, che operano sul territorio da lunga data, di sensibi-

lizzare gli spettatori e, più in generale, tutti i cittadini albinesi sulla cultura della donazione. “Quale momento migliore di quello natalizio per promuovere l’importanza della donazione di sangue – spiega il presidente del Complesso Bandistico “Città di Albino” Giuseppe Usubelli – Un gesto di solidarietà e generosità, che rientra proprio nel tema del Natale. La location e il concerto, poi, si prestano molto alla diffusione di questo valore: è l’occasione per ricordare a tutti quale opera insostituibile e necessaria svolgono i donatori dell’Avis che, con il dono del proprio sangue, contribuiscono a salvare la vita di molte persone bisognose di trasfusioni”. Durante la serata, il presi-

dente dell’Avis di Albino Giancamillo Carrara e alcuni soci porteranno a conoscenza gli spettatori dello “stato di salute” della sezione, del numero delle donazioni effettuate durante l’anno, ma soprattutto della necessità di donare il sangue, per aiutare concretamente chi ne hanno bisogno. Da sottolineare che anche quest’anno il concerto è patrocinato dall’amministrazione comunale, che sempre, con sensibilità, supporta le attività musicali e associative. Il concerto, come è consuetudine, verrà ripetuto in occasione della festa patronale di San Giuliano, durante la vigilia, mercoledì 8 gennaio, alle 21,  presso la chiesa prepositurale; inoltre, novità della stagione, dopo anni

menti, anticipa la “Messa di Mezzanotte”, celebrata nella chiesa prepositurale di San Giuliano. Una suggestiva camminata “sotto le stelle” (si spera), con i partecipanti che, muniti di torce, lanterne

e frontalini, scenderanno dai fianchi del Monte Misma, nell’Oltreserio albinese, attraverseranno il ponte medievale sul Serio, in zona Italcementi, e raggiungeranno la chiesa prepositurale di San Giuliano, dove animeranno la “Messa di Mezzanotte”. Rilanciata da alcuni anni, riprendendo un’iniziativa già proposta trent’anni fa, la fiaccolata è organizzata dal Gruppo Scout, capita-

nato da Valentino Birolini e forte di una trentina di giovani scout, di tutte le età. Anche quest’anno il ritrovo è fissato alle 20.30, sul sagrato della chiesa di Sant’Anna. Dalla chiesa, il gruppo si porterà verso il Monte Misma, in località Monte Cura: qui, l’accensione di un grande falò benaugurante, alcune preghiere e una tazza di tè caldo. Guidati dagli scout,

PAESE MIO Dicembre 2019

di assenza nella Valle del Lujo, l’Orchestra Fiati del Complesso Bandistico “Città di Albino”, replicherà il “Concerto di Natale” venerdì 10 gennaio, alle 21, presso la chiesa parrocchiale di Abbazia.

Albino” e la Junior Band parteciperanno agli eventi organizzati dalle altre associazioni che operano sul territorio albinese: i Mercatini di Natale; la Festa dei Commercianti; i consueti auguri natalizi per le vie di Albino, nelle scuole In occasione delle festi- dell’infanzia, alla Fondavità natalizie, come da zione Honegger,… consuetudine, il Complesso Bandistico “Città di T.P.

Il Gruppo Scout anima la “Fiaccolata di Natale” la discesa verso Albino, in fiaccolata. Arrivati al santuario di Nostra Signora di Guadalupe, dove la Madonna apparve “in cinta” a Juan Diego, si prenderà in consegna la statua di Gesù Bambino, che sarà il protagonista della “Messa di Mezzanotte”. L’arrivo sul sagrato del “corteo luminoso” è previsto verso le 23.30, annunciato dal suono delle campane della chiesa

prepositurale. In chiesa, il “bambinello” verrà portato sull’altare, mentre i partecipanti alla fiaccolata si siederanno fra i banchi. Gli organizzatori invitano i partecipanti a calzare scarpe adatte e a portare un paio di scarpe di ricambio, da mettere prima di entrare in chiesa, per non sporcarla Terminata la “Messa di Mezzanotte”, scambio di auguri natalizi sul sagrato.


al kg e 8,10


> NOTIZIE < 10 > In una bellissima Domenica d’autunno si é svolta l’annuale festa dei pensionati e anziani organizzata dal Centro Sociale, da ANTEAS, da FNP Cisl e dalla Parrocchia. Un appuntamento sempre molto atteso per riunirsi e stare in compagnia. Come al solito l’appuntamento é per la Santa Messa in Parrocchia concelebrata dal Parroco e dal nostro carissimo concittadino Monsig. Ermenegildo Camozzi. Sempre puntuali gli spunti di riflessione di Don Alfio sul ruolo e la presenza degli anziani dentro le famiglie e la comunità. l’impegno per coltivare e trasmettere valori positivi di fede e di buona vita, capaci di attenzioni verso ammalati e quanti sono nel bisogno. Dopo la Santa Messa si è tenuta la cerimonia di benedizione di un nuovo automezzo dell’associazione ANTEAS, un’auto nuova che si è potuto acquistare grazie ad una cospicua somma frut-

PAESE MIO BG

Festa dei Pensionati e Anziani di Comenduno to di una donazione. In questa occasione il Vice Sindaco Dott. Daniele Esposito prendendo la parola ha richiamato l’importanza del gruppo ANTEAS nello svolgere servizi in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e del prezioso servizio svolto in favore di persone bisognose. Un servizio molto apprezzato in tanti anni di collaborazione e che come da recente accordo continuerà anche nei prossimi tre anni. Dopo la benedizione in attesa dell’ora di pranzo, un momento di socializzazione con aperitivo in Oratorio. Durante il pranzo in una pausa, alla presenza del Vice Sindaco Dott. Daniele Esposito, della Seg. Gen. FNP Caterina Delasa e del Presidente ANTEAS Giuseppe Della Chiesa, si è svolta la premiazione del pensionato dell’anno quest’anno assegnato ad una donna impegnata da tanti anni nel Direttivo del Centro Sociale. Il Parroco Don Alfio ha dato lettura

della pergamena poi consegnata dal Vice Sindaco da Anita Carrara, con la seguente motivazione; A riconoscimento di un lungo e generoso impegno nel Direttivo del Centro Pensionati e Anziani, mettendo a disposizione le sue capacità organizzative e ricreative in incontri, gite e feste. Un servizio fatto con professionalità e passione tanto utile per sollevare gli animi e alimentare amicizia. Il Direttivo del Centro Sociale e la Comunità gli sono riconoscenti. Sono poi seguiti gli interventi della Seg. FNP Caterina Delasa che si è congratulata con la premiata, mettendo in evidenza l’impegno prezioso di tante donne nel Sindacato, nei Centri sociali per anziani e in tante Associazioni di volontariato e parrocchiali. Quindi ha preso l’occasione per una breve informativa degli attuali problemi che si trova ad affrontare il movimento Sindacale soffermandosi in parti-

colare sulle conoscenze della manovra finanziaria in fase di elaborazione da parte del Governo citando positività ma anche preoccupazione e dissenso. È seguito l’intervento del Presidente dell’ANTEAS Giuseppe Della Chiesa che ha messo in risalto la bella attività del gruppo Anteas locale. Questo dimostrato anche al recente accordo stipulato con L›Amministrazione comunale di Albino per altri tre anni di collaborazione. Servizi che riguardano il trasporto di anziani al centro diurno, dei dializzati in ospedale e dei diversamente abili verso scuole e centri, oltre all›accompagnamento di anziani e persone in difficoltà presso ambulatori e ospedali. Servizi che si svolgono con nove automezzi e che possono essere realizzati grazie al prezioso servizio di un gruppo di volontari che mettono gratuitamente a disposizione tempo impegno e professionalità maturati in 13 anni di at-

PAESE MIO Dicembre 2019

tività. A questi va un par- ziano autorità e parteciticolare ringraziamento panti con un arrivederci al perché sono la vera forza prossimo anno. di ANTEAS. Gli organizzatori ringraPietro Noris

Un mese di festa alla Fondazione Honegger RSA onlus Residenti, familiari, educatori, operatori e personale medico ed infermieristico della Fondazione Honegger RSA onlus di Albino. Tutti insieme, in amicizia e allegria, coinvolti dal Gruppo Animazione, guidato da Paolo Piccoli, per allietare le giornate di dicembre, magari fredde fuori, ma calde dentro, negli spazi ricreativi, dove regna un’atmosfera di festa, fra colori, sapori e profumi propri delle festività natalizie. Già l’albero è stato decorato, con addobbi realizzati proprio dai residenti. Ora, tocca alle iniziative in calendario, veramente tante, aperte anche alla comunità, che può parteciparvi senza problemi. Giovedì 5 dicembre, per esempio, alle 10, “Canzoni di Natale” con gli studenti della scuola S.Anna. Mentre venerdì 6 dicembre, alle 15, spettacolo canoro con il coro “Stella Alpina”, espressione del locale gruppo alpini di Albino. Passiamo, ora, a giovedì 12 dicembre, quando, alle 14, in “Sala Perani, tradizionale scambio di auguri per tutti i residenti, con gustosa merenda, la musica è di Nazzareno. A seguire, venerdì 13 dicembre, festa di S.Lucia, con la santa siciliana che passerà per i piani della Fondazione offrendo dolci e musica natalizia. Lunedì 16 dicembre, invece, alle 15, merenda e scambio di auguri con i bambini della scuola dell’infanzia “San Giovanni Battista” di Albino. Cambio di registro martedì 17 dicembre: alle 15, “Festa dei compleanni” con la musica di Isidoro. Giovedì 19 dicembre, poi, alle 18.45, apericena natalizio con i volontari che operano in RSA e nell’Infermeria Honegger. Mentre venerdì 20 dicembre, alle 15, scambio di auguri con i familiari e i parenti dei residenti. Ed eccoci alla vigilia di Natale, martedì 24 dicembre: alle 10, musiche e canti di Natale con il Complesso Bandistico “Città di Albino”; alle 15, maxitombola. In chiusura del mese, lunedì 30 dicembre, alle 14, visita al “Museo del Presepe” di Dalmine; mentre martedì 31 dicembre, alle 15, festa di fine anno e scambio di auguri.


> PROFILI < 12 >

Mi chiamo Giuliana Lanfranchi, sono nata a Città del Capo in Sudafrica. Ho vissuto in questa magica terra la mia infanzia prima di trasferirmi in Italia con la mia famiglia. Ho sempre desiderato tornare nella mia terra natale, il mal d’Africa aveva colpito anche me: la sua terra, la sua gente, i suoi paesaggi, gli animali, i profumi, i colori, gli spazi, il suo cielo, entrano nelle persone che la visitano

PAESE MIO Dicembre 2019

PAESE MIO BG

IL COLORE DEI SOGNI

lasciando un’impronta indelebile nel cuore e nell’anima. Nel 2013 cominciai a pensare ad un progetto per far conoscere le potenzialità e le bellezze del paese definito “Rainbow Nation” il paese arcobaleno. Non era semplice, il Sudafrica era da poco uscito dall’apartheid con le elezioni di Nelson Mandela che aveva cambiato irreversibilmente il corso della storia. Ho sempre nella mia mente il ricordo di questo doloroso periodo avendolo vissuto con gli occhi di bambina che non poteva giocare con i bambini di colore; per fortuna il tempo passa e le situazioni cambiano. L’idea di una vacanza studio per ragazzi era la soluzione…E’ cosi che è nata AZIBEGNA (che in swahili significa Africa) realizzan-

do il mio sogno: una vacanza ma non solo… Penso che una vacanza studio non significhi solamente imparare una lingua, scoprire nuovi paesi, divertirsi. Dev’essere un’esperienza formativa, di crescita, un’esperienza umana. “ESPERIENZA UMANA” il termine che mi ha incoraggiato ad organizzare un progetto per il prossimo anno in collaborazione con l’organizzazione SISANDA FUNDAYTION che si occupa di bambini in situazioni di disagio a Città del Capo e con la English One, scuola che segue i corsi di lingua dei miei studenti. Grazie a piccole donazioni raccolte durante l’anno, gli studenti acquisteranno nei negozi di Cape Town materiale didattico, libri e giochi che consegneranno personal-

mente ai bambini dell’organizzazione, e con loro trascorreranno momenti di festa insieme. Queste esperienze aiutano moltissimo i nostri ragazzi: poter interagire con i bambini più sfortunati, migliora la loro sensibilità e personalità. Ho sempre svolto insieme ai ragazzi esperienze in orfanotrofio e nelle scuole governative durante la vacanza studio in Sudafrica. Tutto questo non potrebbe realizzarsi senza l’aiuto di alcune persone che hanno creduto in me e che tuttora mi aiutano. La mia famiglia, i genitori degli studenti che aderiscono a questa vacanza, Mauro titolare dell’agenzia Timan Viaggi, la scuola English One di Cape Town sempre disponibile a sostenere i miei progetti, SISANDA FUNDAYTION, gli

insegnanti che mi hanno aiutato a promuovere questa esperienza, vari istituti scolastici compreso il Leonardo da Vinci di Bergamo che da 4 anni propone la mia vacanza studio. Un grazie particolare va a tutti i ragazzi che in questi anni mi hanno seguito in Sudafrica e ai loro genitori

che mi hanno incoraggiato a far crescere questo progetto e a realizzarne di nuovi. Un ultimo grazie va a tutti i sudafricani che ci accolgono e che rendono unica questa magica vacanza. Giuliana Lanfranchi www.azibegna.com

Testimonianze GIOVANNI ARRIGO - Il Sudafrica mi ha aperto un mondo che non conoscevo. Mi ha insegnato a comprendere un cosmopolitismo individuabile solo in pochissime zone del mondo, mi ha insegnato che, anche quando le cose vanno male, siamo sempre e comunque dei privilegiati senza rendercene conto, mi ha insegnato ad essere più riconoscente e ad apprezzare quello che ho e a non lamentarmi per quello che non ho. ALICE BERLENDIS - Un ‘esperienza unica e spettacolare, che ti fa crescere sia interiormente che esteriormente. Da fare almeno una volta nella vita, se si vuole essere realizzati ALEX GRITTI - Questa esperienza mi è entrata nel cuore e penso non se ne vada più. Ho solo ricordi belli e piacevoli di quello che è stato il viaggio più bello della mia vita. Ho avuto modo di vedere e vivere realtà diverse da quelle abituali e questo mi ha aperto la mente. Rifarei questa esperienza 100.000 volte, South Africa nel cuore CHIARA JACAZZI Un’esperienza unica e indimenticabile che mi ha fatto scoprire la bellezza di un luogo, di un popolo, di una cultura che resteranno per sempre impressi nel mio cuore. Un misto di avventura, di risate, di scarpinate e di viste mozzafiato ma anche la sfida di essere lontani, di dover assaggiare nuovi piatti e di adattarsi ai ritmi di tutto il gruppo che ha intrapreso il viaggio con te. Ho messo davvero alla prova il mio livello di inglese e ho fatto sorridere bambini che, anche se non si ricoderanno di me, io invece non potrò mai dimenticare. A chiunque voglia sentirsi indipendente e crescere come persona, consiglio questa vacanza studio fantastica e organizzata in modo da fare sentire al meglio i ragazzi in qualunque momento! GABRIELE GUZZI - Questo viaggio rappresenta un pezzo del mio cuore che ho lasciato la’ quando me ne sono andato e che continuerà a battere in me come uno dei più stupendi ricordi che abbia mai avuto nella mia vita FEDERICO TESTA - E’ una di quelle esperienze che ti rimangono per sempre.


> NOTIZIE < 16 >

PAESE MIO BG

PAESE MIO Dicembre 2019

I “Presepi di Vall’Alta” per sostenere il “Centro Tenerezza” in Ruanda

Ritorna in calendario l’iniziativa solidale “I Presepi di Vall’Alta”, che vede in esposizione due natività, proposte dal gruppo “Gli Amici del Presepio”. Il primo presepe si trova in via Monte Grappa, nella “Casa dei Curati”, vicino alla chiesa parrocchiale. L’altro in un locale della casa di Anselmo Breda, in località Colle Sfanino, all’inizio della strada che porta al santuario della Madonna di Altino. Un “doppiopresepe”, promosso dal-

la parrocchia di S.Maria Assunta e San Giacomo, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Albino, che ormai rappresenta un’istituzione in paese, presente fin dal 1981. Una tradizione che si distingue, non solo per la qualità dell’arte presepistica, ma anche per le valenze solidali che sottende: infatti, da 38 anni, in collaborazione con il locale Gruppo Missionario, il ricavato viene destinato a missionari, gruppi di volonta-

Tutti insieme, famiglie, giovani, anziani, per un sincero saluto, che è anche un momento di condivisione, prima del meritato riposo invernale. Per tradizione, infatti, la Festa dell’Immacolata Concezione di Maria, che quest’anno ricorre domenica 8 dicembre, coincide con l’ultimo giorno di apertura del santuario della Madonna di Altino, che domina il Colle di Altino, sopra Vall’Alta. E, sempre da tradizione, si celebra la “festa di chiusura”, cioè l’ultima Messa della stagione. All’appuntamento partecipano diverse comunità: oltre a quella di Vall’Alta, che ogni anno anima il santuario

con diverse iniziative di preghiera e devozione popolare, anche quelle della Valle del Lujo, della Val Cavallina e della Val Seriana, che grande devozione prestano a questo santuario mariano, peraltro frequentato anche da fedeli provenienti da tutta la Bergamasca. Per l’occasione, la parrocchia di S.Maria Assunta e San Giacomo Maggiore ripropone il rito del pellegrinaggio al santuario (si effettua con qualsiasi condizioni meteorologiche): un “cammino di preghiera”, che intende manifestare la devozione dei vallaltesi verso la “loro” Madonna. La partenza è fissata alle

riato o progetti umanitari, in Italia e in tutte le parti del mondo. Per esempio, le popolazioni dell’Emilia colpite dal terremoto; la missione di Cochabamba, in Bolivia; la missione in Malawi; l’associazione “Getzemani”, della Francescana Custodia di Terra Santa, presente a Gerusalemme; la comunità cristiana che opera in Anatolia (Turchia); suor Angela Ghislotti; le Suore Operaie della Santa Casa di Nazareth di Botticino Sera (Brescia), per

8 dicembre: chiusura del santuario della Madonna di Altino

13.30, dal sagrato della chiesa parrocchiale; mentre l’arrivo al santuario è previsto per le 14.30. La “Messa di chiusura” è fissata per le 15.30: sarà l’occasione per ricordare tutti i pellegrini, i gruppi parrocchiali e le corali che durante l’anno si sono recati al santuario, animandolo con momenti di preghiera e di canto. Ma anche i benefattori, che con grande generosità hanno contribuito a sostenerlo. Il santuario, anche in questo caso rispettando la tradizione, riaprirà i battenti il Lunedì dell’Angelo, a Pasquetta. Tiziano Piazza

la missione in Burundi; l’associazione libanese di volontariato “Oui, pour la vie” (Sì, in favore della vita), guidata a Damour da don Damiano Puccini (la mamma era di Cene). Quest’anno, invece, le offerte verranno destinate al “Centro Tenerezza”, un centro diurno che accoglie bambini, giovani e adulti con diverse patologie di disabilità. Il Centro Urugwiro (significa “tenerezza”) si trova nel distretto di Rusizi, uno dei sette distretti della provincia occidentale del Ruanda; precisamente, nel settore di Nkanka, forte di circa 43.000 abitanti, l’unico centro per disabili di tutto il distretto. Per l’appunto, la parrocchia di Nkanka, nel 2004, ha aperto un Centro di Accoglienza, dedicato a bambini e ragazzi con disabilità mentali, problemi di epilessia, bambini ipovedenti e con altre problematiche fisiche. Dal 2007 il coordinamento delle attività e la responsabilità del centro sono stati affidati ad una laica missionaria italiana della CEI Lucia Consuelo Ceribelli, originaria di Martinengo, nella Bassa Bergamasca. Per fare un esempio dell’importanza strategica del centro basti pensare che nel 2012 sono stati accolti circa 170 ragazzi, mentre 40 di loro sono stati inseriti nelle scuole

primarie e secondarie. Diversi gli obiettivi del centro: assicurare una presa in carico psicosociale dei ragazzi disabili; suscitare una presa di coscienza dei ragazzi, come esseri umani con pari dignità e diritti; aiutare i ragazzi a continuare gli studi a livello primario (scuole elementari); apprendere alcuni mestieri, come cucito, falegnameria, giardinaggio; rendere autonome le persone con disabilità; promuovere la morale, l’igiene, il rispetto e le relazioni interpersonali. Negli ultimi mesi si è reso necessario uno spazio per accogliere il personale educativo, il personale infermieristico, i professori e i visitatori che sostengono le varie attività. Nel 2015, la vallaltese Benedetta Nodari , in accordo con il Centro Mis-

sionario di Bergamo, ha vissuto la sua esperienza di missione a fianco di Lucia Consuelo Ceribelli. Nel 2018, sono stati accolti nel centro una decina di bambini che presentano anomalie o deformità podaliche e degli arti inferiori; perciò, si rende necessario l’acquisto di protesi e apparecchi correttivi. Ad oggi, nel centro sono accolti 187 bambini e adulti con diverse patologie di handicap e bisogni. Il “doppio presepe” di Vall’Alta sarà aperto al pubblico dalla “Notte di Natale”, cioè mercoledì 25 dicembre, fino a lunedì 6 gennaio 2020, ad orari particolari: nei giorni feriali, dalle 14 alle 18; nei prefestivi, dalle 14 alle 19; nei festivi, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 19. Tiziano Piazza


> NOTIZIE < 18 >

PAESE MIO BG

PAESE MIO Dicembre 2019

Anche la Fondazione Honegger ha contribuito alla “maxi-coperta” di “VivaVittoria”

Ha fatto proseliti il progetto promosso dall’associazione “VivaVittoria” di Bergamo, dal titolo “Una maxi-coperta su Piazza Vecchia”, che ha puntato a realizzare un’opera condivisa, frutto di tante persone e associazioni, formata da tanti quadrati a maglia o all’uncinetto che, messi insieme hanno prodotto una “maxi-coperta” soli-

dale, che ha ricoperto tutta Piazza Vecchia, in Città Alta, a Bergamo, lo scorso 23 e 24 novembre, in occasione della “Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne”. Un’opera importante, dal forte significato simbolico, che ha visto impegnate negli scorsi mesi centinaia di persone, decine di associazioni, case di riposo,

centri di aggregazione, piccoli comuni della Bergamasca e molti gruppi informali sensibili alla problematica. Fra queste anche la Fondazione Honegger che, recependo la proposta lanciata in città dai volontari di “Albino in Transizione” per un laboratorio di uncinetto e maglia a favore del progetto di “VivaVittoria”, ha mes-

8 dicembre, la Corale in concerto

Domenica, 8 dicembre, alle ore 16,30, la Corale Santa Cecilia di Albino, ha il piacere di invitarvi alla tradizionale elevazione musicale presso la Chiesa Prepositurale di San Giuliano. Tra i brani proposti quest’anno verrà eseguito il Requiem di Giacomo Puccini, preghiera per fagotto, coro a 4 voci miste ed organo. Il brano venne scritto in un solo giorno per commemorare adeguatamente il quarto anniversario della scomparsa del grande compositore. Fu eseguito dal coro della Scala al termine dell’ufficio funebre il 27 gennaio 1905, nella cappella della casa di riposo “G.Verdi”di Milano. Seguiranno due brani particolarmente vivaci e gioiosi, composti dal nostro maestro Angelo Cattaneo:” Jubilate Deo” e “Regina Coeli” . Per entrare nello spirito

natalizio presenteremo tre canti natalizi popolari: “Orsù pastori” di origine tedesca “Presepio” canto popolare francese e “L’inno degli angeli” canto popolare svedese. Quest’anno abbiamo voluto dedicare uno spazio particolare al compositore Bepi de Marzi che è un autore non solo di canti di montagna ma anche sacri e didattici. e composizioni “Signore delle cime” e “Maria Lassù” ne sono una sintesi estrema. Sono brani apparentemente semplici da imparare, ma per ottenere la giusta espressività nell’esecuzione hanno richiesto molto impegno. Si aggiunge il brano “Stelutis alpinis” del compositore friulano Arturo Zardini che con questo struggente canto in dialetto friulano esprime il dolore e le sofferenze dei caduti della prima guerra

mondiale. Eseguiremo poi del celeberrimo compositore W. A. Mozart: “Alleluia” (K47) mottetto per coro a 4 voci miste, fagotto ed organo, festoso inno frutto del genio precoce e scritto a soli 12 anni; “Sanctus e Benedictus” tratto dalla “Spatzen Messe” (K220) in italiano “messa dei passeri” per coro, fagotto organo e solista. L’elevazione si concluderà con la celebre composizione di Andrea Castelli “Supplica a Maria per la pace nel mondo”. Forse mai come oggi sentiamo vivo il bisogno di pace nel mondo, una pace autentica che scaturisca dal cuore, un desiderio di serenità e amore per non dover rivivere le tragedie di questi ultimi anni . Con questo messaggio La Corale S. Cecilia ringrazia anticipatamente chi interverrà a questo momento musicale.

so in campo un gruppo di donne residenti, cinque in tutto, di cui due malate di Alzheimer, per realizzare anch’esse i “quadrotti” anti-violenza che, uniti insieme, hanno ammantato, con una coloratissima distesa di lana, Piazza Vecchia. Migliaia di coperte, parte di un grande progetto collettivo, che moltissimi poi hanno portato a casa con una donazione, a favore del progetto “Sosteniamole” del Centro Anti Violenza Aiuto Donna – Uscire dalla violenza di Bergamo. “Per oltre un mese, le nostre donne si sono ritrovate fra loro, due o tre volte alla settimana, per lavorare a maglia o ad uncinetto – spiega la terapista occupazionale Sara

Alborghetti – E hanno fatto delle belle cose, alcuni “quadrotti” che poi sono stati consegnati ai volontari della Biblioteca Comunale, per essere assemblati e portati in Piazza Vecchia, a Bergamo. Anche nel nostro piccolo, quindi, ci siamo dati da fare; ma, al di là dell’obiettivo solidale, da tutti ritenuto di estrema

importanza, quello che per noi si è rivelato strategico è stata la creazione di momenti di socialità e di condivisione fra anziani che non credevano più di avere certe abilità: invece, hanno sferruzzato, hanno ripreso in mano i ferri e l’uncinetto; hanno dimostrato, in concreto, che possiedono ancora capacità residue, che possono essere ancora spese in attività comuni”. “L’incontrarsi insieme, poi, ha risvegliato una certa vivacità – continua Alborghetti - Lavorare insieme si è dimostrato piacevole, una bella occasione per conoscersi, chiacchierare e anche scherzare. Insomma, una bella esperienza, che ha evidenziato come sia possibile, in un contesto strutturato, recuperare vecchie abilità, antichi saperi, creatività di un tempo, sopite per anni ed ora riemerse”. Ti.Pi.


Gli Auguri del Sindaco

Santissimo Natale 2019

In occasione dell’approssimarsi delle festività natalizie e dopo sei mesi dall’inizio del mio secondo mandato amministrativo, desideravo non solo rivolgere i miei auguri a tutti i Cittadini Albinesi ma anche fare un breve punto sulla situazione in generale. Del resto dalle pagine di questo notiziario e dal sito del Comune siete sempre stati informati su tutte le iniziative ed i progetti sviluppati e portati avanti dall’Amministrazione. Quello che mi preme e mi piace sottolineare è il fortissimo impegno messo in campo per i nostri figli, il futuro della nostra città. Un impegno e uno sforzo che non vanno solo nella direzione degli investimenti sull’edilizia scolastica ma che si concretizzano anche attraverso una serie di altre iniziative. Quindi da una parte milioni di investimenti negli edifici scolastici, come l’efficientamento energetico e la nuova palestra delle scuole medie di DesenzanoComenduno, il cui cantiere è di prossima apertura, e la nuova scuola comunale dell’infanzia unitaria sempre presso il polo scolastico di Desenzano-Comenduno. Grandi opere ma anche attente e programmate manutenzioni, come presso le scuole elementari Bulandi di Albino e le scuole elementari di Vall’Alta dove verranno rifatti completamente i bagni. Dall’altra parte progetti interessanti e coinvolgenti per la formazione e la crescita dei nostri ragazzi, come la ripresa del Consiglio Comunale dei Ragazzi ed il forte sostegno dato dall’Amministrazione Comunale alla piano dell’offerta formativa attraverso il Piano di Diritto allo Studio, votato in Consiglio Comunale all’unanimità. Ma mi piace sottolineare un’altra iniziativa che non pretende certamente di risolvere il problema della crisi della natalità ma che invece cerca di mettere a disposizione altre risorse a sostegno delle giovani famiglie e i loro piccoli, ovvero il Bonus Bebè. Non da ultimo ma non meno importante, forse a volte lo si dà troppo per scontato, lo sforzo da parte dell’Amministrazione di garantire e mantenere un Asilo Nido Comunale, un servizio che molti comuni hanno abbandonato a causa della forte incidenza che ha sul bilancio di un ente locale. Ma non ci scordiamo del territorio in tutte le sue declinazioni, dalla viabilità agli spazi pubblici pedonali e il dissesto idrogeologico. Sono già stati pubblicati sulle pagine di questo notiziario i prossimi interventi di asfaltatura distribuiti su varie strade del territorio comunale, recentemente appaltati. Sono invece in corso di progettazione gli interventi relativi alla Piazza del Santuario di Desenzano e alla piazzetta di fronte alla chiesetta di Santa Maria a Comenduno, opere già finanziate. Sul tema del dissesto idrogeologico abbiamo intercettato alcuni finanziamenti della Comunità Montana per interventi minori mentre abbiamo fatto richiesta di contributi un po’ più sostanziosi al Governo inserendoci nelle liste di fondi messi a disposizione. Infine, la decisa partenza del Piano Attuativo Antares, che andrà davvero a riqualificare e a rigenerare un’importante area centrale di Albino, ci fa ben sperare per la futura attivazione di altri interventi di riqualificazione urbana. Cari Concittadini, ci tenevo davvero a consegnarVi questa sintetica relazione dei primi sei mesi del mio nuovo mandato rimarcando il forte impegno ed il duro lavoro profusi dall’intera Amministrazione Comunale. Chiudo quindi questo mio intervento augurando a tutti Voi, anche agli Albinesi nel mondo, un felice e sereno Natale nell’intimità della famiglia o nella gioia con amici, e un prospero Anno Nuovo. Il Sindaco Fabio Terzi

Riparte il consiglio dei ragazzi, cittadinanza attiva – educazione ambientale L’Amministrazione Comunale di Albino e le scuole del territorio hanno condiviso il progetto “consiglio comunale dei ragazzi – cittadinanza attiva educazione ambientale” con lo scopo di coinvolgere e stimolare la partecipazione civica dei ragazzi e delle ragazze frequentanti le classi PRIME delle scuole secondarie di primo grado. Le scuole protagoniste sono I.C. statale G. Solari e Scuola Paritaria s.Anna; otto le classi coinvolte, piu di duecento i ragazzi e le ragazze destinatari del progetto. Il percorso prevede momenti da vivere insieme come gruppo classe e momenti riservati ad un gruppo piu ristretto di alunni che andrà a formare il consiglio comunale dei ragazzi. Il ccr andrà a formarsi tramite delle vere e proprie elezioni che si svolgeranno in classe i primi giorni di dicembre; chi vorrà candidarsi dovrà presentare il proprio “Impegno a..” e chiedere la fiducia dei compagni per essere eletto. Tra gli obiettivi il desiderio di avvicinare e coinvolgere i piu’ giovani alla vita civica del Comune e degli organi dello stato e, inoltre, sperimentare cosa significa l’appartenenza ad una comunità di persone. Due I temi che verranno trattati : 4 Il primo: Caccia….al comune e non solo 4 Il secondo: noi e l’ambiente -con particolare riferimento alla plastica Diversi i soggetti che hanno dato la propria disponibilità e la propria competenza per rendere questo progetto utile ed interessante, oltre la scuola, il comune e le famiglie. Tutte le classi coinvolte hanno avuto la possibilità di entrare negli uffici comunali, conoscere i servizi e comprendere cosa significa essere cittadini. Il 16 di dicembre il primo incontro del Consiglio Comunale del Ragazzi alle ore 17,00 in sala civica; in quell’occasione avrà luogo l’insediamento e l’elezione del sindaco dei ragazzi. Grazie ai ragazzi per il loro entusiasmo e per l’impegno, ingredienti necessari per rendere possibile questa nuova affascinante avventura. Assessore pubblica istruzione e cultura, Patrizia Azzola

CALENDARI 2020 Dal 17 dicembre 2019

ogni famiglia residente ad Albino (e utente tariffa rifiuti) potrà ritirare gratuitamente 1 copia del Calendario Città di Albino 2020 PRESSO IL COMUNE nei consueti orari di apertura al pubblico: da Lunedì a Venerdì dalle ore 9.00 alle 12.40 - Sabato dalle ore 9.00 alle 12.00 - Lunedì e Giovedì dalle 16.30 alle 18.20

NELLE FRAZIONI


Albino

Novità per i nuovi nati albinesi a partire dal 2020 Durante la seduta del Consiglio Comunale del 15 novembre 2019, su proposta dell’Assessorato ai Servizi Sociali, i Consiglieri Comunali di Albino sono stati chiamati a votare il Regolamento per la concessione di contributi economici ai bambini nati da Genitori Albinesi. Detto regolamento istituisce per la prima volta ad Albino una misura di sostegno economico comunale diretto ai genitori che avranno almeno un figlio a partire dal 2020. L’intenzione dell’amministrazione, che sarà formalizzata con una successiva delibera di Giunta, è quella di dare un contributo di € 500,00 al momento della nascita, € 200,00 dopo il primo anno di vita ed ulteriori € 200,00 dopo il secondo anno di vita, prevedendo altresì un incremento qualora il figlio sia successivo al primo. Per motivi legati alle risorse disponibili, abbiamo dovuto introdurre alcuni requisiti per poter accedere alla misura, requisiti che nel corso degli anni e in base all’andamento del bonus, potranno essere modificati. In particolare di seguito i requisiti sono: 4 Prima iscrizione del bambino all’Anagrafe della popolazione residente in Albino; 4 Almeno uno dei genitori con età inferiore ai 35 anni; 4 Almeno uno dei genitori residente ad Albino da almeno 2 anni consecutivi; 4 Almeno uno dei genitori in possesso di cittadinanza italiana o di un paese dell’Unione Europea, oppure cittadino extracomunitario in possesso di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, o apolide in possesso di analogo permesso, oppure cittadino di paesi terzi familiare di cittadino italiano o comunitario – come individuato dall’articolo 2, comma 1, lettera b) del D.Lgs 6 febbraio 2007 n. 30 – titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; 4 I componenti del nucleo familiare non devono trovarsi in situazione di insolvenza nei confronti del Comune di Albino; 4 ISEE minorenni inferiore ad € 25.000,00. Un ulteriore elemento che valorizza la nuova misura è che il contributo dovrà essere utilizzato all’interno degli esercizi commerciali/professionali di Albino, favorendo così anche il commercio locale (questa idea è stata elaborata anche con il supporto dell’assessore al commercio Davide Zanga). Il regolamento è stato approvato quasi all’unanimità, con i voti favorevoli dei gruppi consiliari della Lega, di Civicamente Albino, di Albino Progetto Civico e di Ambiente Beni comuni. In qualità di Assessore ai Servizi Sociali non posso che essere soddisfatto per l’approvazione da parte del Consiglio Comunale che è avvenuta anche con il voto favorevole delle minoranze. Questa iniziativa si aggiunge quindi ad altre già attive a livello comunale che hanno come obbiettivo quello di sostenere economicamente e non solo gli Albinesi che decidono di dare alla luce una vita. In particolare, già oggi, il Comune di Albino ha messo in campo le misure di sostegno alla genitorialità di seguito indicate. Quanto all’accesso all’asilo nido, sin dalla prima sperimentazione, il Comune ha aderito alla misura regionale Nidi Gratis che consente di azzerare la retta dell’asilo nido comunale a coloro che hanno un ISEE inferiore ad € 22.000,00; inoltre, da alcuni anni, abbiamo stipulato una convenzione con la Scuola dell’Infanzia della Valle del Lujo ampliando così fino ad ulteriori 10 posti la possibilità di accedere alla misura Nidi Gratis. Sempre relativamente al nido ogni anno il Comune investe, e sottolineo investe, circa € 250.000,00 in quanto le entrate coprono solamente circa il 52% delle spese per mantenere attivo il servizio. Il Comune inoltre continua ad investire negli edifici scolastici e, come è già stato scritto anche dal Sindaco, nel prossimo futuro le due scuole dell’infanzia statali saranno unificate con la realizzazione della Scuola dell’infanzia pubblica unificata di fronte alle scuole di Desenzano/Comenduno. Inoltre, sempre relativamente alla fascia 3-6 anni, è doveroso ricordare che il Comune sostiene le quattro scuole dell’infanzia paritarie con un contributo annuo che consente alle Parrocchie di calmierare le rette. Presso la Biblioteca e il Municipio inoltre potrete i neogenitori potranno trovare anche il Baby Pit-Stop, in collaborazione con l’Unicef, dove la mamma che allatta è benvenuta e può nutrire e cambiare il proprio bambino in tranquillità. Infine, rispetto alla Tariffa rifiuti, abbiamo previsto che alle famiglie con bambini di età inferiore a 36 mesi sia concessa un’agevolazione consistente nel fornire adesivi dotati di microchip che dovranno essere applicati ai sacchi utilizzati per il conferimento dei pannolini. Gli adesivi di cui sopra non producono svuotamenti al fine del calcolo della tariffa puntuale. Come Amministrazione Comunale in questi anni abbiamo promosso diverse iniziative a favore della genitorialità e continueremo in questo percorso sapendo quanto sia importante aiutare i nostri concittadini. Avv. Daniele Esposito Vicesindaco – Assessore ai Servizi Sociali e alle Attività Produttive

Natale in Musica nella Comunità Amica delle persone con Demenza Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento natalizio con il progetto Dementia Friendly Community Albino, un’occasione pensata per riunire grandi e piccoli all’insegna della buona musica e della solidarietà. Sabato 14 Dicembre dalle 21.00 alle 22.30 tutti all’Auditorium Benvenuto e Mario Cuminetti di Albino per l’evento “Dementia Friendly Christmas” ad ascoltare dei musicisti davvero speciali che hanno deciso di esibirsi gratuitamente per promuovere l’inclusione delle persone con fragilità cognitiva. Avremo ospiti graditissimi il gruppo “Take it” Soul and Gospel Voices, gruppo musicale composto da 12 membri, 8 voci miste e 4 musicisti (piano, batteria e basso e chitarra elettrica), le cui note toccano con grande emozione il mondo del Gospel e della Black Music (Soul, R&B, Funky, Blues) per regalarci le calde atmosfere sonore della musica Gospel. Ad aprire lo spettacolo saranno un nutrito gruppo i ragazzi della Scuola Primaria di Secondo grado “Gioele Solari”, degli specialisti in chitarra del gruppo “Chitarrissima” diretti dal Professore Marcello Remigi e altri giovani artisti che si esibiranno con strumenti diversi, con il tema conduttore delle più belle musiche natalizie. Passeremo una serata davvero ricca di emozioni e di atmosfere suggestive e sarà un’occasione per sentirci parte di una Comunità unita e solidale in favore delle persone più fragili. Al termine del concerto all’esterno dell’Auditorium verrà offerto un brindisi natalizio a cura del Gruppo Alpini di Albino. Dott.ssa Erica Chitò Psicologa Referente del progetto Dementia Friendly Community Albino


l’Amministrazione Comunale Informa Piano di diritto allo studio 2019-2020 Con mia grande soddisfazione, durante la seduta di Consiglio Comunale del 15 novembre scorso è stato discusso e licenziato all’unanimità il Piano di Diritto allo studio 2019-2020. Il Piano di Diritto allo studio è l’atto fondamentale con cui l’Amministrazione Comunale definisce i finanziamenti, palesa i servizi e la loro organizzazione e definisce le proposte culturali verso il mondo scolastico e il fatto che venga sostenuto all’unanimità da tutti i Consiglieri (di maggioranza e minoranza) non fa che rafforzarne l’azione e la bontà degli obiettivi in esso esplicati. Il Piano di Diritto allo studio porta con sé l’ambizione di diventare uno strumento con cui qualsiasi cittadino possa trovare tutte le informazioni relative al mondo scolastico, una chiave di lettura che, insieme al Piano di Offerta formativa dell’Istituto Comprensivo di Albino, dia una lettura a 360 gradi sul variegato e vivace mondo che coinvolge i nostri cittadini più giovani. La parola chiave con cui è stato costruito è CONDIVISIONE, condivisione degli obiettivi e condivisione delle modalità con cui raggiungerli, i Cittadini di Albino devono sapere che l’ Amministrazione Comunale e la Direzione Didattica guardano nella stessa direzione e , ognuno all’interno delle proprie prerogative con il giusto rispetto dei ruoli, lavorano per crescere il futuro della nostra Cittadina con serietà e compattezza. Quest’anno scolastico è partito con un grande impegno sul fronte dell’organizzazione scolastica, trasferire infatti l’intero plesso della scuola secondaria di primo grado di Desenzano Comenduno non è stato semplice. Riorganizzare i servizi (specialmente il trasporto scolastico) ha occupato molti giorni dell’assessorato e non poche risorse del bilancio comunale, però penso che, dopo i primi giorni dove inevitabilmente ci sono stati alcuni disagi, le problematiche sono tutte rientrate e risolte nel miglior modo possibile; dalle pagine di Paese Mio voglio ringraziare gli studenti e le famiglie che hanno portato pazienza e che con spirito collaborativo hanno evidenziato alcune criticità che prontamente abbiamo cercato di risolvere. La prossima primavera l’Assessorato Pubblica Istruzione sarà impegnato sul fronte del rinnovo di due grandi appalti di servizi scolastici: mensa e trasporto, servizi questi che, oltre al peso economico che hanno sul bilancio comunale coinvolgono moltissimi dei nostri alunni e le loro famiglie. Quest’anno scolastico vede il servizio mensa invariato e sempre monitorato dalla commissione mensa, invece per il trasporto scolastico abbiamo dovuto aggiungere, proprio per alleviare il disagio dovuto al trasloco del plesso di Desenzano-Comenduno, un servizio bus navetta gratuito per portare le 6 classi di Desenzano Comenduno presso i nuovi plessi in accoglienza :le elementari e le secondarie di primo grado di Albino. Il trasloco ha poi comportato la riorganizzazione anche dell’orario di educazione fisica, obbligandoci a dirottare alcune classi sulla scuola paritaria di S.Anna e sulle palestra di Abbazia; inoltre per gli studenti di Bondo frequentanti il plesso di Desenzano Comenduno, che avevano avuto accesso ad un servizio organizzato in un certo modo e che a distanza di un mese hanno visto modificati alcuni orari è stata definita una riduzione del 50% della retta. La nuova riorganizzazione ha comportato delle spese aggiuntive:

Anche per il servizio mensa abbiamo avuto qualche problema a causa di alcune famiglie che non hanno rispettato i tempi prestabiliti per l’iscrizione al servizio; non tutti sanno infatti che il ritardo all’iscrizione causa inevitabilmente la mancanza di personale docente impegnato nella sorveglianza durante i pasti, e questi ritardi ci hanno obbligato ad affiancare, per la mensa alle Bulandi, un’assistente educatore comportando una spesa di circa €. 1.000,00. Da queste pagine voglio invitare tutti coloro che decideranno in futuro di accedere ai servizi scolastici di prestare attenzione alle date indicate nella modulistica, perché se vogliamo che i servizi funzionino al meglio ognuno deve fare la sua parte, non ultime le famiglie che devono necessariamente attenersi alle tempistiche indicate. La parte centrale del Piano di Diritto allo Studio riguarda invece il sostegno all’attività didattica delle scuole e a tutti i progetti speciali che migliorano la proposta didattica delle scuole di Albino, diversificandola e rendendola più completa non solo dal punto di vista scolastico ma anche di crescita dell’individuo. I progetti speciali si intersecano tra classi diverse, plessi diversi e con soggetti diversi e arricchiscono l’attività didattica obbligatoria, fornendo ai ragazzi, nel corso del loro percorso di studi, la possibilità di vivere esperienze scolastiche che sicuramente li aiuteranno a crescere con un bagaglio, anche emotivo, importante. Di seguito vi riporto le cifre aggregate per i diversi comparti di spesa, se qualcuno fosse interessato nel Piano di Diritto allo studio e nel Piano di Offerta formativa i progetti speciali sono specificati in modo dettagliato:

Come da normativa il Comune di Albino eroga anche il servizio di Assistenza alunni con disabilità fornendo assistenti educatori che possano supportare l’attività didattica degli alunni con difficoltà, per l’anno scolastico 2019-2020 gli alunni seguiti dal nido alla scuola secondaria di secondo grado sono 48 per un totale di ore

Scuola primaria di Bondo Petello

settimanale presunto di 763.5 ore e con un costo previsto di €. 525.000,00. Novità invece di quest’anno è il reinserimento all’interno del piano del progetto del CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE (CCR). Un progetto questo che da alcuni anni mancava nell’offerta formativa dei ragazzi albinesi e che quest’anno coinvolge le classi prime della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo e della paritaria di S.Anna per un totale di più di 200 ragazzi coinvolti in diversi ruoli. Il progetto, scritto a quattro mani con le realtà scolastiche è l’esempio lampante di come intendo lavorare per i prossimi 5 anni, condividendo e coinvolgendo le realtà interessate in un percorso dove ognuno, nel rispetto reciproco dei ruoli, faccia la “propria parte” per raggiungere l’obiettivo comune. La prima parte del progetto è avviata e le classi sono state già in visita al Comune e per il 16 di dicembre è previsto l’insediamento del Consiglio dei ragazzi con l’elezione del Sindaco. Altre attività culturali sono in itinere con le scuole: il progetto ALBINO CITTA’ DEL MORONI: I LIKE, i diversi progetti della biblioteca Comunale sempre attenta alle esigenze scolastiche e pronta a accogliere presso la sua struttura visite delle scolaresche di ogni ordine e grado, e poi ancora la VETRINA DELLE SCUOLE presso l’auditorium comunale, L’EDUCAZIONE STRADALE E EDUCAZIONE ALLA LEGALITA’ con la nostra polizia locale. Purtroppo, invece, a causa dell’esiguo numero di ragazzi che ne hanno aderito e al numero non sufficiente di volontari, non siamo riusciti a far partire il progetto PIEDIBUS, un vero peccato perché questo progetto mira a diminuire il più possibile il traffico veicolare all’esterno dei plessi scolastici garantendo ai ragazzi percorsi protetti.. Nel piano ho poi riservato una sezione relativa alle manutenzioni straordinarie che verranno effettuate nei prossimi mesi all’interno delle scuole di Albino, manutenzioni queste che vanno ad affiancarsi alle due importanti opere in programma: la prima , il cui il cantiere partirà a giorni, è quella dell’efficentamento energetico, dell’adeguamento alla normativa antisismica per il plesso di Desenzano- Comenduno (lavori che hanno richiesto per questioni di sicurezza il trasloco di tutti i ragazzi) e del nuovo palazzetto. La seconda opera, ancora in fase di progettazione definitiva, della nuova scuola materna di Desenzano. La scelta di inserire tali interventi va nella direzione della trasparenza e , soprattutto, nella scelta di rendere “leggibile” in modo concreto la volontà dell’Amministrazione Comunale. Gli interventi previsti sono: SCUOLA PRIMARIA BULANDI: Rifacimento di 4 lucernari e del frontone ammalorato SCUOLA PRIMARIA DI VALL’ALTA: Rifacimento completo dei bagni al piano terra e primo piano. SCUOLA DELL’INFANZIA DI DESENZANO: Messa in sicurezza dell’orditura portante del tetto. Per una visione d’insieme riporto di seguito un riepilogo degli stanziamenti (per macroclassi)

Questi importi sono logicamente affiancati a entrate e uscite relativi ai servizi scolastici personali e a spese previste su capitoli del settore cultura. Il mondo scolastico Albinese è una realtà molto complessa sia per il numero di studenti che per le strutture che li accolgono, un mondo vivace che richiede energie quotidiane da parte di tutti gli attori coinvolti. Dalle pagine di Paese Mio voglio far giungere a tutti coloro che gravitano nel mondo scolastico Albinese, agli alunni e alle loro famiglie i miei più sinceri Auguri per un Natale in serenità e un 2020 ricco di impegni e soddisfazioni. L’assessore pubblica istruzione e cultura, Patrizia Azzola


Albino

Lavori pubblici

Il patrimonio immobiliare del Comune di Albino è molto vasto e comprende al suo interno moltissimi palazzi, tra i quali il Municipio, la Biblioteca, gli edifici scolasti, i palazzi storici come Villa Regina Pacis, l’ex Acli, l’ex Municipio, gli impianti sportivi, circa 100 km di strade, parchi, aiuole, etc. La struttura operativa comunale è composta da 4 operai e 2 coordinatori tecnici che eseguono le opere di manutenzione ordinaria. Oltre alle manutenzioni vengono ciclicamente programmati interventi di maggior rilievo che necessitano di maestranze specifiche e di cantierizzazioni importanti; in questo autunno si è varato un corposo piano di opere straordinarie: 4 piano asfalti, con opere che verranno realizzate con l’arrivo della primavera, stante le condizioni meteorologiche ormai invernali; i tratti interessati sono in Via per Pradalunga, Via Pradella, Rotatoria tra Via Pradella e Via Pertini, Via Provinciale, zona stazione, Via Marconi, Via Lunga; 4 potenziamento dell’illuminazione pubblica nelle Via Favallo, Via Alessandro Manzoni e Via di Vittorio; 4 completamento del marciapiede di Via Padre Leon Dehon; 4 manutenzione dei porfidi del Parcheggio di Via Aldo Moro, del Parcheggio di Via Mafalda di Savoia, della rotatoria di Via Marconi in prossimità della Chiesa della Madonna del Pianto e di un piccolo tratto di Via Mazzini; Oltre agli interventi sopra citati, che prevedono un investimento di circa 200’000,00 €, nello scorso mese di novembre si sono messi in campo interventi di manutenzione straordinaria agli edifici scolastici del nostro Comune per un importo di 150’000,00 €.

torizzato, ora rotto. SERVIZIO TRATTAMENTO ANTIGHIACCIO E SGOMBERO NEVE Si sono concluse le gare per l’affidamento del servizio di spargimento sale e sgombero neve per il prossimo triennio. Ad aggiudicarsi la commessa è un gruppo di imprenditori Albinesi che con 7 mezzi coprirà la vasta rete viaria del territorio comunale. Un importate novità riguarda l’installazione di dispositivi GPS sui mezzi che consentirà di monitorare in tempo reale la posizione dei veicoli e genererà in automatico la contabilità del servizio svolto. Fabio Ghirardi Geometra Assessore ai Lavori Pubblici

In breve...

duati a rotazione, preferibilmente giovani e operanti in Albino. La scadenza Stato Selezione pubblica per il rin- per la presentazione delle domande è novo dei componenti la commis- il 18 dicembre prossimo alle ore 12,00 sione comunale per il paesaggio Il Comune di Albino ha indetto una Centro di raccolta comunale selezione pubblica per il rinnovo della Durante il periodo natalizio, il centro di Commissione Comunale per il Pa- raccolta comunale di via Partigiani 2B esaggio, cosi composta: n. 5 figure sarà chiuso nelle date di martedì 24 professionali esperte in materia di dicembre, mercoledì 25, giovedì 26, tutela e valorizzazione dei beni pa- martedì 31 dicembre 2019 e mercoleesaggistici; n. 2 figure professionali dì 1° gennaio 2020 così come lunedì aggiuntive, senza diritto di voto, indivi- 6 gennaio.

Lavori di sistemazione del tetto della scuola dell’infanzia di Desenzano in via Loverini. La scuola dell’infanzia di Via Loverini è in dismissione, nel 2020 inizieranno i lavori di realizzazione della nuova scuola dell’infanzia di Desenzano Comenduno in Via IV Novembre, nell’area di fronte alle scuole medie, ad ogni modo il fabbricato rimarrà nella disponibilità comunale e necessita di una riparazione alla copertura. Verranno sostituiti alcuni elementi in legno della travatura principale, verranno sostituite le lattonerie, verranno sostituiti i colmi con l’inserimento di una nuova bandella d’aerazione, verrà rimaneggiato il manto di copertura in coppi con la sostituzione di quelli rotti e verranno installati i dispositivi di protezione contro le cadute dall’alto. Lavori di sistemazione del tetto della scuola primaria Bulandi di Albino La copertura della scuola Bulandi necessita di interventi ai lucernari e per questo motivo ne verranno sostituti quattro, con nuovi lucernari motorizzati dotati di tendina oscurante esterna, e verrà riparato un quinto lucernario che si presenta ancora in buone condizioni. Oltre a questo intervento verrà ripristinata una piccola porzione di frontale della facciata, rovinatosi a causa di un perdita del tetto, ora riparata. Lavori di ristrutturazione dei bagni della scuola primaria di Vall’Alta I bagni degli studenti e degli insegnanti della scuola di Vall’alta sono ormai vetusti e ciclicamente presentano perdite a causa del logorio dello condotte. Allo scopo di risolvere in modo definitivo il problema si è pertanto optato per il rifacimento completo delle due batterie di bagni, a piano terra e a piano primo. Verranno rimossi tutti i pavimenti, i rivestimenti, rifatti gli impianti e sostituiti i divisori in muratura con nuovi divisori in laminato stratificato HPL, posizionati i nuovi pavimenti, i nuovi rivestimenti e le nuove ceramiche. Sostituzione del tendone divisorio della Palazzetto dello Sport di Via Aldo Moro Al fine di agevolare la compresenza di più attività all’interno dell’impianto, mettendo nelle condizioni di utilizzare contemporaneamente la struttura da parte di più associazione sportive, così come avverrà per le classi dell’istituto Romero che utilizzano l’impianto negli orari scolastici, verrà sostituito il tendono divisorio mo-

Prima edizione mercatini di Natale ad Albino....circa una ventina di espositori su entrambe le piazze, evento inserito in collaborazione con le botteghe di Albino.

Un piccolo ma grande campione!!! Massimo Lorenzi di Vall’Alta si è classificato al primo posto diventando Campione Italiano di Minienduro classe debuttanti Fiamme oro Polizia di Stato. Complimenti!!!!


l’Amministrazione Comunale Informa Sicurezza e protezione civile ad Albino Attività molto delicata quella legata alla Sicurezza, declinata in tutte le sue sfaccettature e che coinvolge molte attività,tra cui la sicurezza nelle scuole e a tal proposito vi porto al corrente che anche quest’anno il 22 novembre, si è svolta anche ad Albino la ormai ricorrente giornata nazionale della Sicurezza nelle Scuole, che ha visti impegnati nei vari plessi scolastici, per l’occasione, i Carabinieri Forestali di Gandino, con la presenza anche del Maresciallo Luca Galioto, nostro concittadino e di alcuni Volontari della Protezione Civile del G.E.V.S. di Albino che dopo la prova di evacuazione, hanno spiegato quali sono i principali rischi sul nostro territorio e come affrontarli in sicurezza, si è anche sottolineata l’importanza del rispetto dell’ambiente, in particolare quello boschivo, molto importante per l’integrità del nostro territorio montano. Questa giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole, promossa da Cittadinanzattiva dal 2003 ed istituzionalizzata con la legge sulla Buona Scuola, la legge 13 luglio 2015 n. 107 ha previsto l’istituzione della Giornata nazionale per la sicurezza nelle Scuole, con Decreto del MIUR Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 27 novembre 2015 n. 914, tale giornata è stata fissata il 22 novembre di ogni anno. In questa giornata si ricordano tutte le vittime dell’edilizia scolastica, come i bambini di San Giuliano di Puglia, il Liceo Darwin, la scuola in cui il 22 novembre del 2008 morì il giovane Vito Scafidi a causa del crollo del controsoffitto della sua aula, i giovani della Casa dello Studente de L’Aquila nel 2009, in questa occasione, si chiedono alle Istituzioni, investimenti e attenzione per l’edilizia scolastica, possiamo dire con orgoglio che per la nostra Amministrazione, questa attenzione è più che concreta! come sapete, sta portando avanti la realizzazione del nuovo Polo scolastico di Desenzano/Comenduno, che inizierà a breve la sua costruzione, con un investimento complessivo di 4 milioni di euro, quindi un investimento molto importante per la realizzazione di scuole sicure e all’altezza della nostra Città. In tutta Italia, le scuole partecipano con iniziative legate ai diversi rischi, sismico ed alluvionale come alla conoscenza dei Piani Comunali di Emergenza. Quest’anno la parola d’ordine della Giornata nazionale della Sicurezza nelle scuole 2019 era “Prepariamoci”, i recenti allagamenti e gli effetti drammatici sulla popolazione, attestano quanto il nostro paese sia ancora troppo vulnerabile dal punto di vista della cura e manutenzione del territorio e della realizzazione degli interventi programmati. E’ sotto gli occhi di tutti il ritardo nella ricostruzione delle scuole de L’Aquila e delle zone del centro Italia, colpite dai recenti sismi. Oltre a vigilare perché le Istituzioni accelerino gli interventi previsti è opportuno che le organizzazioni civiche moltiplichino gli sforzi affinché la popolazione tutta, partendo dalle scuole e dai giovani, sia preparata a prevenire e ad affrontare tali emergenze. I Volontari della Protezione Civile, sempre in prima linea a supporto delle Istituzioni e delle forze istituzionali, sono sempre disponibili, oltre che per soccorrere in caso di emergenza, a portare la loro esperienza, conoscenza e preparazione, anche nelle scuole di ogni ordine e grado, per far si che i giovani oltre ad essere preparati ad affrontare eventuali emergenze, possano diventare i nostri Volontari della Protezione Civile di domani, per questo è molto importante prepararsi, come dice la parola d’ordine di quest’anno, per essere sempre pronti ad affrontare al meglio ed in sicurezza ogni emergenza che dovesse presentarsi. Il 9 e 10 novembre scorsi, hanno visto impegnati i nostri Volontari della Protezione Civile G.E.V.S. - PC -ODV in una Esercitazione di Protezione Civile che ha visto coinvolta anche l’Amministrazione Comunale con in primis il Sindaco Fabio Terzi, in qualità di Autorità Locale di Protezione Civile, presenti anche il Comandante della Polizia Locale Dott. Roberto Tisi e l’Arch. Giovanni Azzali Dirigente dell’Area Lavori Pubblici , quali componenti dell’Unità di Crisi Locale che in occasione delle reali emergenze si riunisce per organizzare e gestire i soccorsi alla popolazione colpita. Per l’occasione si è simulata una situazione di rischio idrogeologico legato al fiume Serio, proprio come accadde l’anno scorso più o meno nello stesso periodo, quando a seguito delle abbondanti piogge, fummo costretti a chiudere il transito sul ponte di viale Stazione e a gestire a causa del vento, la rimozione di numerosi alberi caduti che oltre alla interruzione della viabilità, avevano anche causato l’interruzione di diverse linee elettriche, lasciando per diversi giorni numerosi cittadini senza energia elettrica. Questa Esercitazione ha visto la partecipazione di diversi Gruppi di Volontariato della Protezione Civile di tutta l’asta del fiume Serio sia a monte di Albino che a valle nei vari paesi toccati dal fiume Serio, l’occasione è stata utile per testare un sistema di comunicazione tra tutti i vari gruppi al fine di poter avere in tempo reale la situazione dell’ondata di piena del fiume, al fine di poter intervenire con congruo anticipo per mettere in sicurezza le zone interessate dalla piena del Serio, con pieno successo dell’iniziativa. Mi preme sottolineare che in qualità di R.O.C. (Referente Operativo Comunale) nominato con Decreto del Sindaco, per ogni richiesta di informazioni o di ogni altro genere di necessità, attinenti alla materia di sicurezza e protezione civile, i cittadini sono pregati di rivolgersi al sottoscritto in quanto questa materia è di mia esclusiva competenza (oltre al Sindaco e al Comandante della Polizia Locale, ognuno per le proprie specifiche competenze) e che ogni lunedì e mercoledì mattina, sono disponibile al ricevimento del pubblico presso l’ufficio al secondo piano del comune (lunedì dalle 10 alle 11 e mercoledì dalle 9 alle 10, il secondo e il quarto sabato del mese, al mattino su appuntamento). Vincenzo Ciceri, Consigliere Comunale con delega alla Sicurezza e Protezione Civile

BANDI REGIONALI

Settore: SCUOLA Intervento: Dote Scuola 2019/2020 – Componente “Sostegno agli studenti disabili” Scadenza: 03/01/2020 Beneficiari: Cittadini Settore: AGRICOLTURA Intervento: Misure forestali: bando per il territorio di «Pianura e collina» Scadenza: 14/02/2020 Beneficiari: Imprese Settore: AGRICOLTURA Intervento: Incentivi per la costituzione di nuove aziende agricole da parte di giovani agricoltori Scadenza: 10/07/2020 Beneficiari: Giovani & Imprese Settore: SPORT E GIOVANI Intervento: Bando Giovani Insieme 2019/2020 - www.odielle.it Scadenza: 31/08/202 Beneficiari: Giovani Settore: AMBIENTE Intervento: Bando Rinnova Autovetture - contributi perla sostituzione di autoveicoli inquinanti con veicoli a basso impatto ambientale destinati al trasporto di persone Scadenza: 30/09/2020 Beneficiari: Privati Settore: AMBIENTE Intervento: BANDO ACCUMULO 2019/2020 - Incentivazione dei sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici Scadenza: 31/12/2020 Beneficiari: Imprese Settore: SPORT Intervento: Sostegno alle manifestazioni sportive sul territorio lombardo Scadenza: 30/09/2020 (in funzione del trimestre in cui la manifestazione viene realizzata) Beneficiari: Enti pubblici, partenrship con Enti sportivi Settore: IMPRESE Intervento: Bando per la concessione di contributi per la partecipazione delle PMI alle fiere internazionali in Lombardia Scadenza: Esaurimento fondi Beneficiari: Imprese Settore: SOCIALE Intervento:Interventi a favore di giovani e adulti disabili ovvero minori e giovani con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) per l’acquisizione di ausili o strumenti tecnologicamente avanzati Scadenza: Esaurimento fondi Beneficiari: Cittadini Settore: SOCIALE Intervento: POR FSE 2014 – 2020 Avviso pubblico per l’implementazione di interventi volti a migliorare la qualità della vita delle persone anziane fragili e di percorsi di autonomia finalizzati all’inclusione sociale delle persone disabili. Scadenza: Esaurimento fondi (pubblicazione e scadenze a cura dei Comuni) Beneficiari: Cittadini Settore: AMBIENTE Intervento: Conservazione della biodiversità animale e vegetale Scadenza: ore 12.00 del 31 marzo 2020 Beneficiari: Imprese Per visionare nel dettaglio le opportunità di Regione Lombardia e le modalità di richiesta dei contributi si consiglia di consultare il sito internet : www. regione.lombardia.it nella sezione “Regione comunica “cliccando sull’icona “Bandi”. Manuel Piccinini Consigliere delegato ai Rapporti Istituzionali con Regione Lombardia


Albino

La Voce dei Gruppi consigliari

Nello scorso consiglio comunale del 15 novembre il nostro gruppo consiliare ha approvato, unitamene a Civicamente Albino e ai due gruppi di minoranza, il nuovo regolamento per la concessione di contributi economici ai bambini dati da genitori albinesi. Grazie a questo regolamento, fortemente voluto dalla Lega, la giunta comunale potrà definire un contributo che in tre tranche consentirà ai neogenitori di ricevere € 900,00 per far fronte alle esigenze del neonato. Come gruppo consiliare siamo soddisfatti del fatto che, oltre all’apporto dei nostri alleati di Civicamente Albino con i quali abbiamo lavorato a più mani per stendere il regolamento, anche le minoranze, dopo aver contribuito durante le commissioni consiliari ad apportare alcune modifiche alla proposta della maggioranza, hanno votato a favore del regolamento. Unica nota negativa è che il regolamento non è passato all’unanimità a causa dell’astensione del consigliere del gruppo Siamo Albino che, tra lo stupore del consiglio comunale, non ha condiviso le scelte proposte dall’Amministrazione Comunale. Come movimento riteniamo fondamentale sostenere la natalità, soprattutto a fronte di un continuo calo delle nascite che, in pochi anni, ha quasi dimezzato i nati ad Albino. Purtroppo sappiamo che, essendo il problema della denatalità legato a vari problemi tra cui la questione della stabilità economica soprattutto delle giovani coppie, non sarà il contributo comunale a determinare o meno un incremento della natalità nel nostro territorio, però abbiamo ritenuto giusto e doveroso che il Comune si

facesse interprete di ogni iniziativa volta a contrastare questo fenomeno e che avesse come obbiettivo quello di sostenere le famiglie albinesi, pertanto, questa misura, che si aggiunge ad altre già in essere e alla quale, siamo sicuri, se ne aggiungeranno altre in futuro, ha trovato il nostro pieno sostegno. Per garantire un contributo economico non irrisorio, a fronte delle limitate disponibilità economiche dell’Ente, è stato necessario inserire dei requisiti per poter accedere a questa misura e i più rilevanti sono: la soglia ISEE di € 25.000,00 (è lo stesso limite previsto, ad oggi, per il contributo erogato dall’INPS) e il requisito anagrafico per almeno uno dei due genitori, infatti, almeno uno dei due dovrà avere meno di 35 anni al momento della nascita del neonato. Quest’ultimo requisito è stato inserito per favorire, almeno in una prima fase di applicazione della misura, le coppie più giovani. Inoltre riteniamo importante sottolineare che questa iniziativa si inserisce in un quadro più ampio di azioni promosse dall’amministrazione comunale a sostegno della genitorialità, tra cui l’adesione alla misura regionale nidi gratis e il sostegno alle scuole dell’infanzia paritarie che grazie al contributo comunale riescono a calmierare le rette. Da ultimo, come ormai da molti anni, cogliamo l’occasione per invitarvi alla decima edizione della Bèrghem Frècc che, anche quest’anno, si terrà presso il centro sportivo Rio Re il 27, 28 e 29 dicembre. Buon Natale dal gruppo consiliare della Lega!!!

Questo mese di dicembre vogliamo parlarvi di servizi cimiteriali, facendo chiarezza ai cittadini in merito all’onerosità delle operazioni di esumazione (recupero dei resti di un defunto sepolto nel terreno, che può essere effettuato 10 anni dopo la sepoltura) ed estumulazione (recupero dei resti di un defunto sepolto nei loculi o nelle tombe di famiglia, che può essere effettuato dopo 20 anni dalla tumulazione della salma). Come ha illustrato esaurientemente il nostro Sindaco Terzi nell’ultima seduta del Consiglio Comunale, fino ad alcuni anni fa erano i Comuni a farsi carico dei costi di tali interventi, svolti normalmente alla scadenza delle concessioni cimiteriali o sulla base delle necessità di capienza e rotazione dei cimiteri, ma dal 2001, con l’entrata in vigore della Legge n°26 del 28/02/2001, sono divenuti onerosi per l’utenza. Nonostante il nostro Regolamento comunale di polizia mortuaria preveda ancor oggi che la spesa sia posta a carico del Comune, le normative nazionali e regionali (le competenze in materia di sanità umana sono state infatti trasferite alle Regioni) prevalgono sulle disposizioni comunali e, così come specificato anche da Regione Lombardia nel proprio Regolamento

in materia di attività funebri e cimiteriali (Regolamento Regionale n°6 del 09/11/2004), le operazioni di esumazione ed estumulazione sono da ritenersi onerose, salvo casi di indigenza o di esecuzione per ordine dell’autorità giudiziaria. Risulta pertanto totalmente legittima l’azione dell’Amministrazione Terzi, che nello scorso quinquennio ha provveduto ad adeguare tali procedure cimiteriali alle normative vigenti (cosa che non avevano invece fatto le amministrazioni precedenti, nonostante le disposizioni in questione fossero in vigore già dal 2001), richiedendo ai privati il pagamento dei servizi di esumazione ed estumulazione ed evitando così un danno patrimoniale all’ente per omesso introito delle somme stabilite dalle tariffe comunali. Vogliamo specificare inoltre che l’Amministrazione ha l’obbligo di assicurare l’equilibrio economico-finanziario del Comune e le tariffe di tali servizi devono pertanto essere determinate in relazione ai costi effettivamente sostenuti o da sostenersi, in prospettiva, per le operazioni di esumazione ed estumulazione. L’ente non ha infine la facoltà di introdurre discrezionalmente eventuali esoneri al di fuori dei casi contemplati dalle normative nazionali e regionali.

ALLA SOGLIA ISEE AVREMMO PREFERITO PREVEDERE CONTRIBUTO MINIMO E MASSIMO A TUTTI GLI ALBINESI PREMIANDO LA RESIDENZIALITÀ SUL TERRITORIO. BONUS NASCITA UNITI A CASA, LAVORO, SERVIZI PER L’INFANZIA MISURE INDISPENSABILI PER SUPPORTARE LE GIOVANI COPPIE. PER QUESTO CI SIAMO ASTENUTI A QUESTO REGOLAMENTO BASATO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE SULLE NUOVE NASCITE. PARTIRE DAL MODELLO ALZANO LOMBARDO. Istituire un bonus nuove nascite in Albino è un’iniziativa lodevole ed apprezzabile però , da parte nostra, occorre iniziare un percorso serio mettendo la testa concretamente su questo tema e fissandoci come obiettivo principale quello di realizzare un regolamento che preveda interventi concreti. Senza basi solide non si possono programmare interventi di lungo periodo e non si possono realizzare gli obiettivi che ci siamo prefissati in campagna elettorale. “I Regolamenti sono “normative locali”, pertanto, possono essere modificati, integrati o abrogati sia in sede di Commissione che in sede di Consiglio Comunale. In Consiglio potevamo tranquillamente presentare numerosi emendamenti a questo regolamento ma crediamo indispensabile lavorare in sede di Commissione collegialmente. CASA, LAVORO ,SERVIZI PER L’INFANZIA, UNITI AD UN BONUS NASCITA SONO LE LEVE SU CUI POGGIARE L’AZIONE POLITICA A SOSTEGNO DELLE GIOVANI COPPIE E, NEL NOSTRO PICCOLO, AFFRONTARE IL TEMA DELLA DENATALITÀ. Avremmo preferito che queste risorse venissero stanziate per un anno e venissero distribuite attraverso l’espletamento di un bando sperimentale , alla soglia isee avremmo preferito prevedere contributo minimo e massimo a tutti gli Albinesi premiando la residenzialità sul territorio. Per queste motivazioni ci siamo astenuti dall’approvare questo regolamento in quanto non è stato accolto il principio che ogni nuovo nato nella nostra comunità è importante a prescindere dal reddito dei genitori premiando la residenzialità sul territorio Albinese NON CI SONO PER NOI GENITORI E BAMBINI DI SERIE A ED ALTRI DI SERIE B. Questo secondo noi è l’obiettivo che dobbiamo perseguire. Un lavoro ambizioso e senza dubbio importante che la nostra Comunità e l’attuale Consiglio Comunale può e deve affrontare: il modello adottato dal Comune di Alzano lombardo potrebbe essere un buon punto di riferimento. ASTENERSI NON SIGNIFICA ESSERE CONTRARI MA BENSÌ SIGNIFICA VOLERE PERFEZIONARE E MIGLIORARE L’AZIONE POLITICA A FAVORE DELLE GIOVANI COPPIE ALBINESI CHE VOGLIONO REALIZZARE UN PROGETTO

DI VITA SUL TERRITORIO ALBINESE . In sintesi i motivi per cui ci siamo astenuti e le nostre proposte concrete e realizzabili se c’è volontà politica : 4 NO SOGLIA ISEE : CI SONO ALTRE MISURE A SOSTEGNO NATALITÀ EROGATE DA ALTRI ENTI (INPS, REGIONE LOMBARDIA). PERCHÉ NON RICONOSCERE IL CONTRIBUTO A TUTTE LE GIOVANI COPPIE ALBINESI CHE DECIDONO DI FARE UN FIGLIO? PER NOI NON E’ MISURA A CARATTERE ASSISTENZIALE MA DI SOSTEGNO E NON RIVOLTA SOLO A FAMIGLIE VULNERABILI 4 NO AD ABBASSAMENTO DA 3 A 2 ANNI DI RESIDENZA AD ALBINO PER ACCEDERE AL CONTRIBUTO : IL RADICAMENTO SUL TERRITORIO È DA VALORIZZARE . 3 ANNI DI RESIDENZA È UN NUMERO DI ANNI CONGRUO. RESIDENZIALITÀ CONTINUATIVA PER BONUS NUOVE NASCITE NON PUO’ ESSERE OGGETTO DI MEDIAZIONE POLITICA. 4 SI A PREMIALITA’ NELLA DETERMINAZIONE DEL BONUS PER CHI RISIEDE DA PIU’ ANNI : incremento importo del bonus nascite - determinato dalla Giunta Comunale - : + 30 % se uno dei due genitori ha residenza in Albino da più di 3 anni sino a 5 anni + 45 % se uno dei due genitori ha residenza in Albino da 5 a 10 anni + 70 % se uno dei due genitori ha residenza in Albino da 10 a 15 anni + 100 % se uno dei due genitori ha residenza in Albino da oltre 15 anni 4 SI A PREMIALITA’ AGGIUNTIVA NELLA DETERMINAZIONE DEL BONUS PER FIGLIO SECONDOGENITO: incremento importo del bonus nascite- determinato dalla Giunta Comunale + 10 % se il nascituro è secondogenito 4 SI A VINCOLO DI SPESA PRESSO ATTIVITA’ COMMERCIALI SUL TERRITORIO ALBINESE : Grazie alla nostra proposta il bonus puo’ essere speso esclusivamente sul territorio comunale . 4 SI A CONFRONTO PER REALIZZARE UN REGOLAMENTO CHE SOSTENGA LE GIOVANI COPPIE : Soddisfatti disponibilità a confronto per realizzare un regolamento a sostegno delle famiglie che tenga conto anche della CASA, LAVORO, SERVIZI PER L’INFANZIA. 4 SI AD ESCLUDERE DAL BONUS CHI SI TROVA IN STATO D’INSOLVENZA NEI CONFRONTI DEL COMUNE DI ALBINO

CAMBIO IN CONSIGLIO COMUNALE

Il consigliere Mauro Magistrati lascia il posto a Michael Noris. Ringraziamo Mauro per l’impegno, la competenza e la passione profusa in questi anni! Facciamo un grosso in bocca al lupo a Michael per questa nuova esperienza!

www.peralbino.it

LE SEGNALAZIONI DEI NOSTRI CONCITTADINI

Questa volta è il “Ponte Romanico” ad avere bisogno di un intervento: le piante stanno crescendo nei pilastri che sorreggono le arcate. Le radici rischiano di penetrare troppo a fondo nella struttura e, se si procrastinano i lavori, l’intervento potrebbe risultare molto pesante e oneroso. Una manutenzione continua è il solo modo per evitare danni irreparabili e inutili costi aggiuntivi. Per coloro che non hanno avuto l’opportunità di seguire l’ultimo Consiglio Comunale, desideriamo esprimere le nostre riflessioni sul Regolamento per il contributo ai nuovi nati. Noi consiglieri di minoranza abbiamo votato a favore di questa misura che dà un aiuto alle coppie o ai singoli nel loro ruolo genitoriale. Abbiamo comunque evidenziato la necessità che questa iniziativa non sia fine a se stessa e speriamo che venga presto inserita in un quadro più

ampio, al fine di rispondere a vari tipi di bisogni. Il limite massimo dei 35 anni (anche se di uno solo dei genitori) ci pare troppo limitante, sia perché l’età in cui si diventa genitori è aumentata, sia perché la misura può riguardare anche la nascita del secondo o terzo figlio. Ci spiace anche che la maggioranza non abbia accettato di estendere la misura ai figli adottati e che abbia mantenuto la condizione di essere residenti da almeno due anni nella città di Albino, secondo noi troppo penalizzante considerando la maggiore facilità con cui ormai si cambia lavoro e città. Infine, un punto molto importante che ci ha lasciato perplessi è un dettaglio “fuorviante” che è stato inserito: all’interno del regolamento si legge “…allo scopo di incentivare nuove nascite e concorrere al sostentamento della spesa nei primi anni di vita del bambino”. Ebbene, se l’intento è incentivare le nascite, dobbiamo tutti essere coscienti che gli studi dimostrano che misure come questa NON funzionano. Si tratta sicuramente di un aiuto ai genitori, il che è senz’altro positivo. Se però si vuole risolvere il problema del calo delle nascite, bisogna essere consapevoli che le strade da percorrere sono altre (ad es., in base a studi consolidati, una delle soluzioni è la corretta ge gestione dell’immigrazione). Secondo noi questa non è una puntualizzazione secondaria: approfondire gli argomenti, informarsi, leggere ciò che viene pubblicato dagli studiosi, aiuta le amministrazioni a fare scelte efficaci per risolvere questioni precise. Altrimenti si mettono in campo energie che non vanno a risolvere il problema su cui ci si focalizza. Auguriamo a tutte le donne e uomini cittadini di Albino un Natale Sereno ed un Felice Anno Nuovo con la speranza che queste feste possano alimentare il senso di comunità e il desiderio di collaborazione, per costruire un futuro sempre più sostenibile per la nostra città.


PAESE MIO BG > NOTIZIE < 28 > Impara l’arte e non metterla da parte!!!

PAESE MIO Dicembre 2019

Giovan Battista Moroni è considerato uno dei maggiori ritrattisti italiani del Cinquecento. La sua fama è cresciuta a tal punto che, nel corso dei secoli, i principali musei europei e statunitensi posseggono alcune delle sue opere. Tuttavia a Bergamo è concentrata una vasta collezione dei suoi dipinti ,molti dei quali nelle chiese. Ecco, questa è stata la nostra premessa: conoscere questo fiore all’occhiello del nostro territorio per valorizzarne l’opera attraverso un breve, ma intenso, viaggio attraverso l’arte accompagnati da Gianpiero Tiraboschi che rappresenta per Albino la memoria storica da ogni punto di vista. Numerose infatti sono state le sue pubblicazioni e quella che ci ha incantato è appunto “Giovan Battista Moroni l’uomo e l’artista” dove in modo estremamente narrativo ripercorre la vita e le opere del genio albinese. La prima parte del nostro viaggio è stata di tipo virtuale :siamo entrati nella vita del Moroni attraverso il racconto del maestro Tiraboschi che ci ha

spiegato chi era Moroni e com’era Albino negli anni che l’hanno visto protagonista come uomo e come artista. Abbiamo scoperto alcuni aspetti dell’economia del nostro Comune e approfondito la realtà familiare fortemente patriarcale cioè molto centrata sulle decisioni del padre rispetto al futuro dei figli. La seconda parte, invece, è stata un viaggio vero! Siamo arrivati alla chiesa di San Giuliano dove sono esposte due delle più belle opere di Moroni :un’opera giovanile(all’origine destinata alla chiesa della Trinità) caratterizzata dall’utilizzo di colori vivaci e commissionata dalla confraternita dei disciplini,un ordine monastico presente sul territorio: se spalancate un occhio spostandolo in basso a sinistra ne vedete uno che si confonde nel paesaggio sottostante la magnificenza della Santissima Trinità perché questo è il tema dell’opera. Ci ha molto colpito l’abbraccio avvolgente che il Padre apre sul Figlio e sul mondo che giace immobile nel grembo di Gesù. Il

paradiso nell’immaginario del pittore si apre in un vortice di nuvole coronate da una serie di paffuti putti svolazzanti e ben delineati come una cornice. Dal lato opposto potete ammirare la Crocifissione di Gesù. Su uno sfondo di colori spenti si snoda la fine e l’inizio. Infatti da un lato abbiamo notato la luce che penetra nella tela come ad indicare che la vita comunque riprende. Ai piedi di Gesù ci sono due frati San Antonio da Padova con il suo giglio bianco e San Bernardino grande predicatore. Anche in quest’opera si delinea un paesaggio naturale tipicamente albinese. Ci è molto piaciuto vedere che il Moroni non manca di mettere le sue origini albinesi nelle opere e ne abbiamo dedotto che ne era certamente orgoglioso. Inoltre ci ha colpito la sua capacità di dare forma ai tessuti quasi come se emergessero dalla tela per farsi toccare. Puoi addirittura intuire che tipo di stoffa è. E l’acqua sembra di sentirne il rumore. Usciti dalla chiesa il maestro ci ha fatto vedere la casa della Misericordia

che proprio si affaccia sul sagrato e che accoglieva le persone bisognose : era stata ultimata con un bellissimo dipinto della Vergine col Bambino in braccio circondati da poveri. Purtroppo il tempo non ha conservato il capolavoro. Siamo, attraverso stradine vecchissime e poco praticate, giunti alla chiesa della Madonna del Pianto che vede collocata una statua del 1400 della Madonna con ai suoi piedi il bambino che da lei ha riavuto ,per miracolo,l’uso della parola. Accolti con un bellissimo sorriso dalla signora Tina che tiene la chiesa come un gioiello abbiamo ammirato l’ultima grande opera del Moroni: il Cristo Portacroce. La potete trovare dietro l’altare di marmo intarsiato. La pala è stata ridotta e lo testimoniano alcune mancanze come un piede di Gesù che è stato tagliato dal dipinto. Cristo è triste ,ma Moroni non voleva colpire con il sangue che sgorgava delle ferite di Gesù.Lo dipinge animato da una profonda amarezza interiore .Il maestro Tiraboschi ci ha fatto notare la solitudine che

distingue la figura di Gesù in questo suo ultimo atto prima di morire: è molto pensieroso. Sullo sfondo si intravedono ancora aspetti del paesaggio del nostro Comune. Indossa una veste di color rosso molto pregiata. Purtroppo, per motivi di tempo, non abbiamo potuto raggiungere la frazione di Bondo Petello dove è possibile ammirare la Madonna col Bambino con le Sante Barbara e Caterina. E’ stata una bellissima esperienza che ci ha arricchito dal punto di vista storico e artistico. Molto spesso si va a visitar musei lontani e non si conosce il grande patrimonio artistico che abbiamo sotto il naso! Siamo stati fieri di essere albinesi! Una considerazione che molti di noi hanno fatto è stata quella che chi ha dei sogni e delle passioni forti alla fine ,con tenacia,riesce ad arrivare ai risultati: Moro-

ni ha dovuto aspettare la morte del padre per poter essere un pittore a tutto tondo. Il suo papà lo voleva nell’ambito edilizio per continuare le tradizioni di famiglia. Eppure è stato capace di aspettare i tempi giusti e con coraggio e grande talento è diventato un mito dell’Arte! Quando entreremo nel Municipio di Albino dove spicca l’imponente scultura del Siccardi che coglie il Moroni nell’atto di dipingere, ricorderemo questa bella occasione che abbiamo avuto. Grazie al maestro Tiraboschi che ,da sempre, socializza le sue conoscenze e lo fa con l’umiltà e la semplicità delle grandi menti. Un abbraccio e un grazie speciale alla signora Tina che ci ha pure regalato dei bellissimi “santini”..

Si muove con largo anticipo il gruppo “Amici del Teatro”. Obiettivo: presentare l’8^ edizione del “Festival del Teatro”. Un evento sempre interessante e coinvolgente, frutto di una programmazione mirata, nella scelta dei gruppi e delle commedie da inserire in locandina. E, a ben guardare, ne è uscita una rassegna teatrale poliedrica, ricca di stili e proposte, veramente intrigante. L’appuntamento, come detto, è previsto per l’inizio del nuovo anno:

dall’11 gennaio al 29 febbraio. In tutto, sette spettacoli, che avranno come palcoscenico la Sala della Comunità “Mons. Pietro Gritti” dell’Oratorio “Papa Giovanni Paolo II” di Comenduno, con inizio sempre alle 20.45. In cabina di regia organizzativa è il gruppo “Amici del Teatro” dell’Oratorio di Comenduno, che si avvale della collaborazione della parrocchia di Cristo Re e del patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Albino.

La programmazione inizia sabato 11 gennaio con la commedia dialettale in due atti “Per laurea ricevuta” di G.A. Esposito, presentata dalla compagnia “Amici del Teatro” di Bottanuco; la regia è di Lionello Marchesi e G.A. Esposito. A seguire, altre sei commedie: “N guardia Ustì”, una commedia dialettale in tre atti di La Rosa-Sanguinetti, per la traduzione di Carlo Bonfanti, presentata dalla Compagnia Stabile di prosa “Carlo Bonfanti Città di Treviglio”;

regia di Walter Danelli (18 gennaio); “Il colpo della strega”, commedia brillante in due atti di John Graham, traduzione di Maria Teresa Petruzzi, presentata dall’associazione “Non solo Teatro” di Calusco d’Adda, per la regia di Lodette Vitali e Giuseppe Colleoni (25 gennaio); “O pinguino co le tirache”, commedia dialettale in tre atti, presentata dalla compagnia “Isolabella” di Villongo Sant’Alessandro; testo e regia di Franco Brescianini (1° febbraio);

“Wyziomay”, commedia dialettale in due atti, presentata da “Atipicateatrale” di Brignano Gera d’Adda; testo e regia di Sabrina Centemero (15 febbraio); “U dè tot per me”, commedia dialettale in due atti, su testo di Velise Bonfanti, presentata dalla compagnia teatrale “Gli Spolveriner de Gorlagh”; regia di Aldo Beretta (22 febbraio); “Barbei, bosge e tentassiù”, commedia dialettale in due atti, su testo di Alessandra Acerbis e Mirko Bena, presentata dalla

compagnia teatrale “Franco Barcella” di San Paolo d’Argon; regia di Davide Bellina (29 febbraio). “Un evento dietro l’altro – spiega Angelo Mismetti, referente del gruppo Si è concluso da poso la rassegna teatrale “Solo Risate”, che già siamo a qui a presentare questo altro evento. Certo, un’altra fatica, ma che organizziamo sempre con tanto piacere, forti del consenso che riceviamo dalla gente, ancora molto affezionata a questo tipo di spettacoli.”

Ritorna, a Comenduno, il “Festival del Teatro”

Ragazze e ragazzi delle classi quinte di Vall’Alta


PAESE MIO BG PAESE MIO Dicembre 2019 > NOTIZIE < 30 > Un inverno sulle piste da sci con il G.S. “Abele Marinelli” di Comenduno Il modo giusto per cominciare a fare sport? Farlo con gli sci ai piedi. L’Italia sta guadagnando posizioni importanti nel ranking internazionale. Ma, rispetto ai colossi della Svizzera e dell’Austria, manca ancora molto. Si dice che manchi una base dalla quale partire e dalla quale far crescere e coltivare nel modo giusto un vivaio che assicuri un futuro all’altezza in questo sport. Si dice che manchino le strutture per avviare stage e meeting promozionali di sci alpino e nordico. Si dice che manchino i denari per attivare corsi di sci, soprattutto partendo

dalle scuole dell’obbligo. Ma ad Albino molto si muove in questo senso. Merito del G.S. “Abele Marinelli” di Comenduno che ogni anno promuove corsi di sci, anche a livello scolastico. Chissà che proprio qualche elemento interessante possa iniziare l’avvicinamento a questa disciplina grazie alla storica società comendunese, una delle realtà più blasonate del diadema sportivo bergamasco. Il G.S. “Abele Marinelli”, infatti, propone per questa stagione due corsi di sci. Il primo è presentato ai ragazzi delle scuole materne (sez. grandi), elementari e

medie. Si chiama “Corso di Natale”, ed è articolato in quattro giornate: 2728 dicembre 2019 e 2-3 gennaio 2020, presso la località Spiazzi di Gromo, dalle 14 alle 16. Nel corso è compreso: trasporto in pullman (al raggiungimento minimo di 15 ragazzi); allenatore per 2 ore di lezione pomeridiana, in gruppi formati da 6/7 ragazzi, suddivisi per capacità tecniche (a discrezione dell’allenatore); abbonamento pomeridiano, assicurazione e tessera G.S. Marinelli. Possibile uno sconto per fratelli. I punti di raccolta sono: Albino capoluogo (par-

cheggio ATS), alle 12.30; Comenduno (via Sottocorna), alle 12.40. Durante l’iscrizione verrà consegnato a tutti i partecipanti un buono pasto alla cena sociale del G.S. Marinelli. Il modulo di iscrizione dovrà essere consegnato entro giovedì 19 dicembre, accompagnato dalla quota di iscrizione, presso la sede del G.S. Marinelli, in Villa Regina Pacis, a Comenduno, aperta il lunedì e giovedì, dalle 20.30 alle 22. Per info: 035.773610 oppure Anna 348.8201242 o Emilio 349.2839452. Il secondo corso di sci è il “Corso scolastico 2020”,

predisposto presso il Passo della Presolana: 6 lezioni di 2 ore ciascuna, a partire da mercoledì 8 gennaio 2020. Nel corso è compreso: trasporto in pullman; allenatore per 2 ore di lezione pomeridiana, in gruppi formati da 6/7 ragazzi, suddivisi per capacità tecniche (a discrezione dell’allenatore); abbonamento pomeridiano, assicurazione e tessera G.S. Marinelli. Anche in questo caso, sconto per fratelli. Il modulo di iscrizione dovrà essere consegnato entro giovedì 2 gennaio, accompagnato dalla quota di iscrizione presso la

sede del G.S. Marinelli (per info, vedere “Corso di Natale”). I punti di raccolta sono: Vall’Alta (pensilina pullman), alle 13.20; incrocio Vall’Alta - Fiobbio (via Lunga), alle ore 13.25; Albino capoluogo (parcheggio ATS), alle 13.35; Comenduno (via Sottocorna-presepio), alle 13.45. Rientro previsto per le 18. Per i costi visitare il sito www.gsmarinelli.it Attenzione, per tutti i corsi è obbligatorio l’uso del casco e il certificato di idoneità non agonistica.

9 gennaio: festa di San Giuliano a 15 anni dall’inaugurazione della piazza Il calendario di gennaio porta con sé la festa di San Giuliano, e fa festa la comunità di Albino. Anche se “offuscata” dalla ben più solenne festa della Madonna della Gamba, che da alcuni decenni ha acquisito i gradi di “festa cittadina”, la comunità parrocchiale di Albino, quella che si riconosce soprattutto nell’area del centro storico, celebra giovedì 9 gennaio la festa patronale di San Giuliano, a cui è dedicata la chiesa prepositurale. A sottolineare l’importanza dell’evento, la parrocchia di San Giuliano predispone sempre una serie di iniziative, che puntano a ricordare la figura del Santo. Mentre è ormai tradizione che, la sera della vigilia, in

questo caso mercoledì 8 gennaio, alle 21, presso la chiesa prepositurale, si svolga il tradizionale “Concerto per San Giuliano”, con protagonista l’Orchestra Fiati del Complesso Bandistico di Albino, diretto dal maestro Savino Acquaviva. Si tratta della replica del “Concerto di Natale”, in cartellone il 23 dicembre. In programma, anche in questo caso, le musiche del grande compositore austriaco Johann Strauss, presentate da una voce narrante e suonate da oltre cinquanta strumentisti. La festa religiosa di San Giuliano è giovedì 9 gennaio, alle 10.30, quando verrà celebrata la “Messa patronale”, presieduta dal prevosto di Albino don Giuseppe Locatelli e concele-

brata dai sacerdoti del Vicariato Albino-Nembro; a seguire, nel pomeriggio, alle 16, merenda, giochi e proiezione di un film. Come è tradizione, poi, domenica 12 gennaio, è in programma la “solennità esterna” di San Giuliano, che prevede momenti di animazione fra i genitori e i ragazzi: alle 11, S.Messa e, a seguire, pranzo condiviso. Durante la settimana, in chiesa prepositurale, viene messo in mostra il sarcofago d’oro dove sono conservate le ossa di San Giuliano di Antinoe (città della Tebaide, in Egitto), martire durante la persecuzione di Diocleziano, fra il 303 e il 305 d.C.: queste ossa sono autentiche e furono trafugate da due

mercanti albinesi e portate in paese nel 843 d.C. Quest’anno, poi, la festa di San Giuliano si carica di valori civici. Infatti, ricorrono i 15 anni dall’inaugurazione della rinnovata Piazza San Giuliano, avvenuta il 26 ottobre 2005, alla presenza dell’allora sindaco Piergiacomo Rizzi e del prevosto di Albino don Gianni Cossali. Ti.Pi.

Ti.Pi.


> NOTIZIE < 32 > La scuola statale dell’infanzia nasce nel 1968 con la legge 444 e afferma finalità di educazione, di sviluppo della personalità infantile, di assistenza e di preparazione alla frequenza della scuola dell’obbligo. La frequenza non è obbligatoria e la sua diffusione rimane quindi

PAESE MIO BG

Scuola statale dell’infanzia: un po’ di storia lenta e disomogenea sul territorio nazionale, tanto che ad Albino la prima sezione viene aperta ben vent’anni dopo, nel 1988, sostenuta da un gruppo di genitori che hanno fortemente creduto nella scuola pubblica. Già nell’anno successivo, le iscrizioni aumentano e la lista d’at-

Castagnata Domenica 17 novembre al Palalpini del parco Alessandri di Albino si è svolta la settima castagnata organizzata dal Club DEAlbì. Durante la giornata sono state offerte dai volontari del Club Amici castagne, torte, vin Brulè, si è ascoltato della buona musica con Corrado Presti, dj Angelo e Gian Luis de Paris e c’è stata la possibilità di rinnovare la tessera del Club DEAlbì. “Siamo molto contenti di essere riusciti ad organizzare la nostra settima castagnata -spiega lo speaker Lionello Gualandris- che insieme alla 8 ore di calcio di giugno e la cena di beneficenza sono gli eventi che organizziamo durante l’anno. Nonostante il brutto tempo alla castagnata c’è stata una buona affluenza di pubblico e una buona raccolta fondi. Quest’anno i fondi raccolti dal Club DEAlbì andranno al gruppo Alpini di Albino per contribuire al pagamento della struttura coperta del Parco Alessandri. Durante la castagnata sono stati fatti dei giochi dove chi ha partecipato ha vinto un carrello della spesa e una maglia originale autografata di Duvan Zapata.” Soddisfatto anche il vice presidente del Club DEAlbì Adolfo Facotti detto Fofo che spiega: “Noi tifosi dell’Atalanta in questi ultimi anni stiamo vivendo un sogno e la gente deve rendersi conto che è così. Dopo tanti anni abituati a vedere la nostra squadra lottare per restare in serie A quest’anno stiamo giocando la Champions League contro le squadre più forti d’Europa. Noi tifosi comunque saremo sempre vicini alla squadra e vogliamo ringraziare il presidente Antonio Percassi, l’allenatore Gian Piero Gasperini e tutti i giocatori. Per quel che riguarda la nostra festa vogliamo ringraziare tutti i volontari del Club DEAlbì i musicisti e un ringraziamento particolare va al Rocky Bar di Albino che permette di ritrovarci per le nostre attività.” Sergio Tosini

tesa richiede l’istituzione di una seconda sezione presso la scuola elementare Bulandi. Negli anni successivi le richieste delle famiglie sono in continuo aumento e nel 1993 vengono istituite altre due sezioni nella sede dell’asilo Decio e Felice Birolini di Desenzano, che per quell’anno convivono con la superstite sezione paritaria dell’asilo. Negli anni immediatamente successivi vengono istituite altre due sezioni, e la scuola dell’infanzia si assesta sulle attuali sei sezioni, distribuite nelle sedi di Albino e Desenzano, e facenti parti dell’Istituto Comprensivo Solari. Dal punto di vista legislativo, la scuola dell’infanzia assume nel tempo una sua identità ben precisa, viene riconosciuta come primo livello di istruzione creando interazioni di continu-

ità con i successivi gradi scolastici. L’essere parte di un Istituto Comprensivo, ha facilitato infatti la costituzione dei “dipartimenti verticali”, dove gli insegnanti (infanzia, primaria e secondaria) si incontrano e si confrontano sui percorsi formativi da attuare per realizzare gli obiettivi previsti dalle normative nazionali ed internazionali in merito alla formazione degli studenti, nella prospettiva della realizzazione personale di ciascuno come cittadino. L’elevato livello qualitativo offerto, è garantito dal-

la formazione permanente delle insegnanti certificata dal M.I.U.R., attraverso corsi annuali in cui vengono approfondite modalità didattiche ludiche per accompagnare il bambino nella costruzione di competenze sociali, linguistiche e pre-matematiche, scientifiche, artistiche, autonomia di pensiero, valorizzazione della diversità, … Il piano completo dell’offerta formativa può essere visionato sul sito dell’istituto comprensivo www. icalbino.it L’aspetto economico vie-

PAESE MIO Dicembre 2019

ne invece gestito dall’amministrazione comunale e non sono richiesti altri contributi ai genitori, poiché la gestione dei progetti avviene attraverso i piani di diritto allo studio e diritto allo sport previsti dall’amministrazione comunale, o ad altre risorse interne alla scuola. Per quanto riguarda le prospettive future, si attende a breve l’avvio del cantiere per la costruzione della nuova scuola. Nel frattempo vi aspettiamo per conoscerci meglio al nostro Open Day di sabato 14 dicembre prossimo.

“Albino Insolita”, buona la prima! Una passeggiata sul territorio comunale per scoprire quello che di Albino non si vede e non si dice: luoghi non “gettonati” dai soliti itinerari, spesso abbandonati o degradati, sui quali si intende proporre progetti di rilancio o recupero. Così, circa un centinaio di persone ha partecipato lo scorso 27 ottobre ad “Albino Insolita”, sotto la guida di Giampiero Tiraboschi che, dall’alto della sua cultura, ha fatto rivivere il passato di Albino e cogliere la bellezza di particolari architettonici che non si è mai notato, pur passandoci davanti chissà quante volte. Un grande moto di gratitudine è andato alla nostra guida ed anche a chi negli anni trascorsi si è curato di salvare quelle pietre che si traducono in angoli di case, portoni con stemmi, cornici di finestre, logge piccole e grandi, muri con ciottoli disposte a spine di pesce, capitelli. “Il nostro percorso da Piazza San Giuliano si è diramato verso Piazza Carnevali – spiega Florinda Mismetti di “Albino in Transizione” – Quindi, siamo saliti fino al palazzo Gioele Solari e

al vecchio lavatoio, ripiegando poi verso Via Carotti. A seguire, abbiamo risalito Via Mazzini, con visita ad alcuni ambienti e giardini interni, terminando con una visita all’exconvento di Sant’Anna. Durante il tragitto abbiamo osservato edifici chiusi e disabitati, alcuni richiedenti interventi urgenti di ristrutturazione ed abbiamo immaginato quanto Albino sarebbe più preziosa e bella da vivere se quegli spazi venissero recuperati. Il palazzo Gioele Solari; la bottega medioevale sull’angolo a fianco del lavatoio; gli edifici in Via Carotti; la Cà del Falcù; l’ex-convento di Sant’Anna, tutti edifici che meriterebbero interventi volti alla loro valorizzazione nel contesto urbano. In Via Carotti è rimasto un accenno di medioevo; le stradine strette e le massicce pietre degli spigoli delle case ci hanno fatto pensare alle case-torri ed alle lotte tra Guelfi e Ghibellini che hanno imperversato in quel lontano periodo”. “Una bella esperienza – continua Florinda Mismetti - Abbiamo avuto la possibilità di vivere il

nostro paese sotto una luce diversa e forse per un momento abbiamo avuto l’impressione di visitare uno dei tanti bei luoghi d’Italia. Ma abbiamo dovuto anche prendere atto di quante cose non sono sopravvissute agli interventi, spesso distruttivi, dell’uomo, senza i quali il nostro paese sarebbe senz’altro più bello e degno dei tanti luoghi d’arte italiani. Albino era un tempo chiamato “il paese dipinto”. Sui muri delle case c’erano affreschi o pitture votive, lo stesso Moroni aveva lasciato le sue tracce, poi cancellate dall’incuria o dal disinteresse. In alcuni luoghi frequentati dal pubblico nella Cà del Fatùr ci sono soffitti e volte molto belle alla vista, di cui godiamo ancora oggi, senza pensare che qualcuno li ha salvaguardati, visto che sono arrivati fino a noi”. “Il nostro gruppo ritiene che sia arrivato il nostro turno di prenderci cura della bellezza rimasta e assumerci la responsabilità di tramandarla alle nuove generazioni – prosegue Mismetti - Chi legge penserà che c’è l’eterno problema dei soldi. Ma

noi vogliamo credere nella consapevolezza di voler vivere in una città migliore e nella volontà di realizzare i progetti che sono importanti per la comunità. Auspichiamo forme di collaborazione tra privati ed amministrazione comunale, al fine di valorizzare e far rivivere quanto di prezioso ci è rimasto dal passato. Il nostro gruppo aspira a tener viva la consapevolezza che prendersi cura del bene pubblico significa educare il cittadino alla cura ed alla responsabilità degli spazi che condivide con gli altri, partecipando alla loro pulizia ed alla loro manutenzione, collaborando con l’amministrazione comunale, per realizzare quegli interventi che servono alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale”. E, ora, un po’ di cronaca. Mercoledì 11 dicembre sale ancora in cattedra Giampiero Tiraboschi, in un incontro serale, dove verranno messe in mostra e spiegate alcune fotografie, che riproducono i tesori nascosti di Albino. P.S.


> PROFILI < 34 >

PAESE MIO Dicembre 2019

PAESE MIO BG

DOPO 30 ANNI AL SERVIZIO DEI PAZIENTI, IL DOTT. HUANCA VA IN PENSIONE

Con il mese di dicembre, Il dott Daniel Huanca concluderà la sua professione, dopo più di 30 anni di onorata carriera. Finito il percorso universitario, completato dalla specializzazione di Chirurgia presso l’Università degli studi di Milano e seguito da diversi anni come Odontoiatra, il dott. Huanca ha vissuto da protagonista la propria professione in Val Seriana, restando sempre al fianco dei suoi pazienti, che han-

no trovato in lui un professionista e un punto di riferimento a livello medico. Dopo 17 anni come Associato dello Studio Barbella & Huanca, diventato “SOLUZIONI ODONTOIATRICHE SRL”, il dottore saluta tutti i pazienti, gli operatori, i colleghi, passando il testimone al Dott. Luca Grandinetti, già collaboratore dello studio che troverà a coadiuvarlo tutto lo staff e l’equipe medica invariata. Il dott. Luca Grandinetti

Il dott. Luca Grandinetti

è un Odontoiatra specializzato principalmente in chirurgia orale e implantologia. Dopo la laurea ha infatti frequentato diversi Master Universitari relativi all’implantologia, presso le Università di Pisa e Genova.  Perfezionato in chirurgia ossea rigenerativa e ricostruttiva dei tessuti molli, il dottor Grandinetti è in grado di aiutare i pazienti sia nei casi più semplici sia in quelli più complessi, prestando particolare cura all’aspetto estetico, al fine di garantire un risultato visivamente armonioso e proporzionato rispetto alle caratteristiche e alle esigenze specifiche di ognuno.  Socio della Italian Accademy of Osteointegration, una delle principali società scientifiche di implantologia, è autore di numerosi abstract e relatore a livello nazionale su tematiche di chirurgia orale avanzata. Con il suo arrivo, il dott. Luca Grandinetti apporta, con il suo bagaglio di esperienze, le più moderne tecniche di ricostruzione ossea, che consentiranno di restituire il sorriso

I dottori Alberto Barbella (a sx) e Daniel Huanca ( a dx) ai pazienti, anche nei casi di grave atrofia ossea, il tutto in poco tempo e senza dolore! Garanzia, efficienza e qualità! Da oggi i pazienti avranno anche la possibilità di richiedere un anestesista per affrontare gli interventi in serenità grazie alla sedazione cosciente. Crescono infine anche le dotazioni tecniche dello studio Associato: i pazienti potranno effettuare esami Radiografici TAC dentali di ultima generazione,

con tecnologia 3D Cone Beam, Rx Telecranio (nei casi in cui è opportuno) direttamente presso lo studio. La nuova apparecchiatura consentirà la diagnosi e lo sviluppo di piani di cura e di trattamento sempre più mirati, soprattutto nel caso di posizionamento implantare ed estrazioni complesse, permettendo di svolgere con estrema precisione e sicurezza interventi chirurgici all’avanguardia. Viene altresì utilizzato, nel settore ortodontico

ed in determinati casi protesici, lo scanner intraorale per la rilevazione più precisa possibile delle impronte, evitando l’utilizzo non sempre piacevole, delle paste. L’intero staff, dottori, infermieri, segretarie, saluta con caloroso affetto ed immutata stima, il Dott Daniel Huanca, rinnovandogli un sincero ringraziamento per il lavoro sinora svolto nello Studio, dove ci auguriamo di riaverlo, seppur occasionalmente, nel prossimo futuro.


> NOTIZIE < 36 >

PAESE MIO BG

PAESE MIO Dicembre 2019

Farsi un fuoco per non essere soli: la scrittura per Maurizio Maggiani

Più di 150 spettatori hanno assistito sabato 16 novembre in auditorium all’incontro con lo scrittore Maurizio Maggiani, inserito nel cartellone del festival dei narratori italiani Presente Prossimo, giunto quest’anno alla sua dodicesima edizione. Insofferente alle cattedre e alle lezioni, Maurizio Maggiani è sceso dal palco e ha condotto la serata come una conversazione intima e ironica con coloro che erano presenti. Ha conservato un forte senso identitario con il suo paese d’origine, Bocca di Magra, nella valle omonima e, nato dopo la guerra, si definisce figlio della disperazione ma anche della speranza, dell’idea che le cose potessero finalmente volgere al meglio. Di progenie anarchica ha ereditato l’idea che l’umanità possa redimersi e diventare una umanità nuova e ciò ha contrassegnato tutta la sua esistenza. L’evento che l’ha segnato profondamente

PER LA TUA PUBBLICITÀ

328 8521993

In partenza con la compagnia Teatro Prova di Bergamo e la collaborazione del Comune di Albino – Assessorato alla Cultura e Teatro, la rassegna teatrale “Bimbi a teatro” presso l’Auditorium “Benvenuto e Mario Cuminetti” per bambini dai 3 ai 6 anni e le famiglie Il programma vedrà 5 date fino all’8 marzo. Si comincia domenica 22 dicembre alle ore 16.30 con lo spettacolo “ Il Mistero dei Campanelli di Natale”. Le altre date di “Bimbi a Teatro” sono il 5 e 19 gennaio prossimo, il 9 febbraio e, appunto, domenica 8 marzo 2020. Il mistero dei campanelli di natale racconta di una notte d’inizio inverno. In un bosco di betulle, alcuni Elfi scherzano e giocano tra gli alberi. All’improv-

è stato durante l’età scolare il trasferimento in città per motivi di lavoro del padre, Dinetto, che gli ha trasmesso il senso del fare“ a regola d’arte”. Le amicizie e la libertà della campagna divennero un ricordo lontano. In città dominavano le differenze di classe e ciò gli procurò una grande solitudine dalla quale si salvò grazie ai libri. Leggere gli consentì di essere dovunque e chiunque e di sottrarsi al deserto della città. Scrivere per Maggiani significa stabilire una com-

Bimbi a Teatro viso sentono il suono distante di una campana: è un segnale, annuncia che il momento del racconto è arrivato. Gli Elfi cominciano così a narrare una storia tra mistero e commedia, le loro parole evocano fatti e personaggi d’un tempo lontano, ma è come se tutto avvenisse in quell’istante…Santa Lucia, Babbo Natale e la Befana sono in pericolo! Nel folto del bosco, un oscuro e perfido Mago sta preparando una trappola per catturarli, se riuscisse nel suo intento quest’anno non ci sarebbero le feste di Natale e la gioia dei regali. Nel frattempo, una ladruncola fugge nel bosco e s’imbatte in un elfo; insieme scoprono, per caso, il malefico piano del mago. Grazie all’intervento dei bambini

plicità, una relazione, una familiarità tra chi racconta e chi ascolta. Il passato acquisisce la vividezza del presente e fornisce così le basi per un futuro consapevole e pieno di speranza. Maggiani ha concluso che la letteratura è come nel racconto di Jack London “Farsi un fuoco” il modo per stare svegli, per passare la notte, per non essere soli, basta che ci sia qualcuno con noi che ci ascolti. Silvia Zanoni Biblioteca di Albino

cercheranno d’impedire il misfatto. Riusciranno i nostri eroi a salvare i porta doni e le feste natalizie? I bambini riceveranno i loro regali anche quest’anno? Tra narrazioni e divertimento, lo spettacolo alterna scene teatrali comiche e atmosfere magiche a momenti di coinvolgimento del pubblico. L’età consigliata è dai 3 anni; il biglietto costa € 5,00 il posto unico, mentre, il ridotto con tessera Passe-partout, € 4,00. Verranno proposti anche corsi di teatro per bambini, ragazzi e adulti con partenza da gennaio 2020. Per maggiori informazioni iscriviti alla newsletter “la biblioteca informa” o consulta il sito http://cultura.albino.it/

il prossimo numero di

PAESE MIO in tutte le case, nei negozi e nelle edicole a partire dal

16 gennaio 2020 Materiali pubblicitari e articoli dovranno pervenirci in redazione entro e non oltre il 08/01/2020 Tel. 328 8521993 - E-mail: redazione@paesemio.eu


> IL MERCATINO < 38 >

PAESE MIO Dicembre 2019

PAESE MIO BG

IL MERCATINO di

PAESE MIO

Rubrica di annunci gratuiti (tranne “Immobili”) riservata a privati

d’Italia, 500 lire in argento, monete di Vittorio Emanuele II e Umberto I. Cerco anche grossi quantitativi. 329 1330594, Mirko

Compro antichità, mobili, quadri, oggettistica vintage, argento, ceramiche, ecc... potete inviare le foto a: paoRitiro biciclette usate in loandrioletti@virgilio.it opconto vendita, uomo, donna, pure tramite whatsapp  bambino. 333 3959943, Paolo 320 6660852, Eros Compro antichità, argenSgombero appartamenti, so- to, quadri, cristi sia legno lai, cantine con massima se- che avorio, corallo, statue in rietà e professionalità. bronzo, orologi 329 1330594, Mirko 329 1330594, Mirko

Per la vostra inserzione gratuita su Paese Mio, escluso vendita o affitto immobili, ricerca personale e cedesi attività (rubriche a pagamento), inviate un testo (max 20 parole) per posta a: redazione Paese Mio, via Acqua dei Buoi, 9 - 24027 Nembro; via e-mail Acquisto Dischi 33 giri LP all’indirizzo ilmercatino@paesemio.eu Ai sensi dell’art. 13 del D.L. 196/2003 i dati ricevuti saranno utilizzati per la sola pubblicazione tutti i generi anche grandi quantità! Pagamento contansu Paese Mio. L’editore è anche la sola persona autorizzata al trattamento dei dati. fidabile cerca lavoro come Lavoro domestica, stiro, assistenza anziani. Zona Nembro e asMi chiamo Monica, cerco sistenza lavoro: pulizie, lavanderia, 347 5391029 operaia, babysitter. Zona da Alzano fino a Clusone (com- Signora italiana cerca lavoro presa la Val Gandino). No come badante fissa a ore o patente. come collaboratrice domesti339 8742384 ca referenziata 340 7152762 Cerco lavoro, come operaia, tessitrice, confezionatrice, Tecnico informatico a dispoassemblaggio, compagnia sizione per risolvere probleanziani, mestieri domestici, matiche hardware e software dog sitter... So usare la mac- di pc, tablet. Offro la mia aschina lineare e tagliacuce, sistenza e consulenza in camla travettatrice. Ho lavorato po elettronico-informatico. nella biancheria per la casa. 377 2562186, Davide Sono disposta a imparare altri lavori. Sono nubile e non Professore di lingua e letteho figli. Abito a Ponte Nossa ratura francese (livello c2) ma posso spostarmi, possibil- offre lezioni di grammatica mente in Valle Seriana! lessico e conversazione.  338 9376104 346 6927705, Luca Ragazzo 37 anni italiano residente in Val Seriana automunito con esperienza decennale come magazziniere cerca qualsiasi lavoro zona Val Seriana. No porta a porta. 339 5386125

Ex calzolaio cede attrezzatura completa e materiale. Prezzo da concordare. 329 4266343

Trasferisco videocassette su dvd, con inserimento di eventuali colonne sonore. Signora con attitudini e tan- 392 6035281 ta esperienza con le persone anziane cerca lavoro come Ho immediato bisogno di badante. Disponibile 24 h su collaboratori/trici per svi24 Referenziata luppare un attività indipen389 5442682 dente sia a livello locale che internazionale Signora italiana onesta e af- 347 1040790, Fabrizio dalle 9 alle 12 o dalle 14 alle 18 Imprenditore seleziona 4 nuove persone part time e full time per lavori nel settore dello sport, nutrizione e benessere in forte ascesa. Ottimi guadagni e possibilità di carriera. 334 1271311, dalle 9 alle 12 o dalle 14 alle 18, Renato

Cercasi incaricato alle vendite (anche senza esperienza) automunito con forte spirito di crescita personale. Offresi formazione, affiancamento, benefit aziendali. 331 4344292, dalle 10 alle 12 o dalle 14 alle 19, Claudio

€ 250,00 347 9447038, Sara

Vendo a Ponte Nossa giaccone blu scuro della Levi Strauss&Co. Mai indossato. Taglia Medium, unisex. Molto comodo e caldo, con cappuccio chiudibile per coprire bene il collo dal freddo. VenAltro do per conto di una parente, per taglia comprata sbagliata. Vendo ricetrasmittenti x (Ha solo perso il cartellino) neonati 338 9376104, Cinzia 338 4504948 Vendo bicicletta x bimba/o; Vendo album originali di fi- regolo casco. Anni 10/14 gurine Liebeg con parecchie 338 4504948 serie finne 800 – inizio 900. € 800,00 Vendo bob con seduta im339 5369829, ore pasti bottita a € 20,00 340 7679735 Vendo Dizionario Enciclopedico Italiano TRECCA- Vendo bambù sintetico nuoNI del 1970. 12 vol.+ supple- vissimo, 5 rotoli lunghi 5 mt mento + atlante a € 80,00 e alti 1,5 mt l’uno. Prezzo da 347 9233054 concordare  333 9080403 Vendo televisione a € 40,00 340 7679735 Vendo forno microonde, nuovo, Silver Crest. € 50,00 Vendo passeggino trio 035 738411, ore pasti PEGPEREGO PLIKOSWITCH con NavettaXL, Vendo monete italiane ovetto PrimoViaggio Tri-Fix, dell’800 e del 900 a prezzi blu con dettagli in beige, bor- stracciati sa, cestello, coprigambe, pa- 339 5369829 rapioggia.  348 5166795 Acquisto vecchi jukebox, flipper, videogiochi meccaniVendo modem x fibra Vo- ci, distributori da bar, vecchie dafone o Tim compatibile. macchine da caffè, vecchie NUOVO (non siete obbligati insegne pubblicitarie anni 50 a noleggiarlo dall’operatore 60 70 dimenticati in cantine, scelto con la nuova legge) box, solai, bar chiusi, casci338 4504948 ne, magazzini ecc... 338 9244239 Vendo stufa a pellets a € 200,00 Cerco oggettistica militare, 340 7679735 medaglie, distintivi, elmetti, divise, documenti, e tutto Vendo aspirapolvere ci- quello che è inerente al perioclonico, con ruote di traino, do della guerra senza sacco. Nuovo, causa 333 3959943, Paolo inutilizzo. € 50,00 035 738411, ore pasti Cerco vecchie bici da corsa dal 1900 al 1980. Sono un Vendo plafoniera quadrata appassionato di ciclismo. in cristallo vintage cm 18 X 338 4284285 18 h 11 da soffitto; non spedisco. € 10,00    Cerco sella monta americana 331 3980166, Carlo usata misura 14”. 340 3059887 Vendo girello x neonati con musica Cerco monete del regno 338 4504948 Vendo telescopio astronomico Refractor Telescope, modello Hydra. F 700, diametro 60 mm, lunghezza focale 900 mm. Completo di cavalletto, accessori vari e libretto istruzioni. € 400,00 339 5369828, ore pasti Vendo tagliasiepe Komazu professionale a € 150,00 340 7679735 Vendo giaccone montone da uomo taglia 58. Usato poche volte a € 50,00 349 8180814 Vendo cappotto donna in pelle nera taglia 50 con polsi e collo in pelliccia di visone.

349 8180814

Auto, moto

ti. Contattatemi senza impegno per valutazioni, anche Vendo Trattore Fiat 350 S via WhatsApp con fresatrice e carrello 393 3312519 035 772493, Walter VINO: acquisto e valuto bottiglie di vino d’annata e whisky provenienti da vecchie cantine. 333 6446862 Compro oggetti militari, argento, quadri dal 1800 in giù, crocefissi sia in legno che avorio, orologi LONGINES, OMEGA etc. statue in bronzo, oro, giocattoli in latta dal 1950 in giù ed antiquariato in generale. 329 1330594, Mirko

Vendo 4 cerchi in lega per Audi A4, 7X 17 ET 45. € 180,00 339 2808960, Elvis Vendo portabici originale nuovo per Audi € 550,00 trattabili. 335 6091247 Vendo barre portatutto universali per grondaietta marca “Thule” in buono stato. € 40,00 035 721613

Vendo barre portatutto universali in buono stato a € 20,00 Uomo 40enne di bella pre- 346 1697392 senza serio single mai sposato cerca ragazza carina seria Vendo moto Malaguti 50cc, simpatica per amicizia ed 4 tempi, km 11.000, con paeventuale relazione...manda- rabrezza e bauletto. Mai incire SMS dentato. € 300,00 347 9493519 339 5369829, ore pasti

Amicizie

Arredamenti

Cerco pezzi ricambio x Audi A4 Avant anno 2004 in poi 338 2621322, Silvio

Vendo camera da letto moderna e completa in buono Cerco moto Vespa Piaggio stato a € 250,00. tutte le cilindrate e modelli, 340 6323815 anche Ciao, Ape, degli anni 70-80-90 con documenti, in Vendo a Ponte Nossa, arma- qualsiasi condizione, anche dietto con due ampi ripiani, da restaurare. Cerco anche due ante, porta tv svitabile, e ricambi di Vespa. Pagamento ruote per spostarlo più facil- immediato. mente. Colore grigio chiaro 339 4419766 con metallo con ante di vetro resistente. Misure armadietto: Largo 56 Immobili cm  per 50,5 cm, alto 36 cm. Misure porta tv: Largo 43,75 RUBRICA A PAGAMENTO cm, per 63,5 cm, per 44 cm. € 35,00. 338 9376104, Cinzia

Vendesi Tabaccheria –

Vendo poltrona di legno a € Edicola – Ricevitoria Lot20,00 to – Cartoleria – Articoli 340 7679735

Regalo. Negozio situato a Colzate in zona centralissima (via Bonfanti, 33). Certificazione energetica in attesa di rilascio. TeleVendo divano letto una piaz- fonare allo 035 711094 in za e mezza colore blu nuovo orari di negozio. Chiedere ad Albino a € 100,00 di Simona o Mauro Vendo divano 3+2 posti in pelle bianca marca Chateau d’ax in buono stato. 338 7283329


> LETTERE < 40 >

PAESE MIO Dicembre 2019

PAESE MIO BG

LETTERE AL DIRETTORE Eternità: una parola che fa riflettere

Egr. Direttore, sono un affezionato vostro lettore e vorrei condividere con Lei e i lettori una mia riflessione, sperando che non si discosti troppo dal taglio della rubrica “Lettere al Direttore”. La mia riflessione riguarda la parola “eternità”, che da sempre mi affascina e che ho cercato di approfondire. L’eternità non può appartenere a questo mondo, dato che esso ha avuto un inizio e, come sta scritto, avrà anche una fine. Non potendo concentrare l’attenzione direttamente sull’eternità, di cui non posso avere esperienza, ho ragionato anche sul concetto in antitesi rispetto all’eternità. Le antitesi ci aiutano a capire: ad es. possiamo concepire il concetto di luce grazie all’esistenza delle

tenebre, oppure il concetto di vita grazie all’esistenza della morte, ecc. A tale proposito, penso sia molto significativo il racconto della Genesi : tutta la creazione viene definita cosa “buona”, ma se al termine Dio non avesse messo nell’Eden la pianta della conoscenza, come avremmo potuto riconoscere e definire il bene, non conoscendo il male? L’antitesi dell’eternità è il tempo. Non è possibile racchiudere l’eternità nello schema del tempo poiché essa è senza tempo. Potremmo dire che nell’eternità non c’è un “ieri” e nemmeno un “domani”, ma solo e sempre un “oggi”. Nella Genesi, l’uomo è figlio del Dio definito eterno, che lo ha creato a sua immagine e somiglianza, pertanto eterno

a sua volta. Mangiando il frutto dell’albero della conoscenza, l’uomo viene scacciato dal giardino di Dio ed entra in una dimensione di precarietà (“polvere ritornerai”) e, perdendo la visione di Dio, l’uomo perde anche la sua esperienza e conoscenza dell’eternità. Solo con la sua morte fisica l’uomo entra nell’eternità. Ciò avverrà nella gloria o nella dannazione a seconda dei nostri meriti o demeriti. L’uomo è arbitro di se stesso, operando le sue scelte nel tempo a sua disposizione. In un’ottica di eternità, la misericordia e il purgatorio cadono come tantissimi altri concetti analoghi, poiché senza tempo essi non possono esistere. Attraverso la misericordia agita durante la sua vita terrena, l’uomo entrerà

nella gloria di Dio e non gli servirà nient’altro per la sua salvezza, perché è già salvato. Vivrà quindi nella pienezza, in una condizione senza oblìo né noia, impossibile nello scandire del tempo ma non nell’eternità. L’opposto della “gloria” è la “dannazione”. Per capire cosa significa la “dannazione” a cui rischia di andare incontro l’uomo, mi è stato utile riflettere sulle parabole dei talenti e quella dell’incontro di Gesù con l’indemoniato. All’uomo, al contrario degli altri esseri viventi, vengono affidati dei talenti con i quali possiamo vivere la nostra vita positivamente e creativamente, facendoli fruttificare. Se però “sprechiamo la nostra vita nascondendo i nostri talenti”, questi ultimi ci verranno tolti (“poi-

ché a chiunque ha, sarà dato ed egli sovrabbonderà; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha”) entrando così in una condizione “primordiale” o “animalesca” (cioè senza talenti). Nella parabola dell’indemoniato, questi baratta con Gesù l’entrata dei suoi demoni nei maiali che pascolavano lì vicino. I maiali, non avendo i talenti dell’uomo e non riuscendo quindi a gestire i demoni, corsero tutti a suicidarsi gettandosi da un dirupo. Analogamente, se l’uomo non avrà vissuto facendo fruttificare i suoi talenti, alla morte terrena questi ultimi verranno tolti e a lui rimarranno solo i suoi demoni, ma in una condizione “animalesca” e senza via d’uscita dove cercherà la morte senza trovarla mai, poiché nella dimensione

dell’eternità non c’è tempo e quindi non c’è morte. Questa mia riflessione, fonda la mia convinzione che nell’eternità conosceremo il nostro Dio nella pienezza: misericordioso nel nostro tempo, ma implacabile nella sua eternità. Vorrei infine aggiungere che sono convinto dell’esistenza dell’eternità e quindi, essendo credente, anche di Dio, nonostante non abbia esperienza diretta e dimostrabile né di una né dell’altro. La mia convinzione deriva dal fatto che ogni cosa ha il suo opposto e il tempo non può fare eccezione, sebbene noi possiamo sperimentare e dimostrare il trascorre del tempo, ma non il suo opposto, cioè l’eternità. In fede Gustavo Rinaldi

Rimborso canone TV Per il canone RAI, tutti gli italiani sperano che venga abolito, ma questo purtroppo è ancora molto lontano, ma ci sono casi in cui si può usufruire delle esenzioni se si hanno degli specifici requisiti e se malauguratamente si è pagato due o più volte. Per far richiasta di rimborso del canone pagato bisogna avere dei motivi documentabili. Attualmente il pagamento del canone avviene in modo automatico sulla bolletta della fornitura elettrica, mentre in precedenza avveniva tramite apposito bollettino. Invece ora che il pagamento avviene in modo automatico può capitare un errore e addebitarlo anche a coloro che non devono pagarlo. Quindi si può fare richiesta di rimborso. Per presentare la richiesta di rimborso non è una procedura complicata. Chi può chiedere il rimborso? Nel caso si sia pagato tramite fornitura elettrica il canone RAI indebitamente, si può far richiesta di rimborso compilando il modulo rimborso canone RAI, indicando uno dei seguenti motivi: 4 il contribuente o un altro componente della tua famiglia anagrafica compie 75 anni entro il 31 dicembre 2020 e si ha un reddito familiare lordo inferiore a 8.000 euro. Se,invece, i 75 anni si compiono dal 1° febbraio al 31 luglio si ha diritto all’esenzione per il secondo semestre dell’anno. 4 si ha diritto all’esenzione perché il contribuente è un diplomatico o militare straniero e abbia presentato la relativa dichiarazione sostitutiva. 4 si è pagato il canone TV attraverso la bolletta della luce ed anche un altro componente della tua famiglia anagrafica lo ha fat-

to in un altro modo. 4 si è pagato il canone TV attraverso la bolletta della luce e lo stesso abbonamento è stato pagato con addebito nella bolletta di un’altra utenza a un altro componente della famiglia. 4 si è presentata la dichiarazione sostitutiva in cui si dichiara di non avere alcun apparecchio televisivo e che non lo possiede un altro componente della tua famiglia anagrafica. Come chiedere il rimborso? Quindi se hai una di queste motivazioni puoi far richiesta del rimborso del canone RAI pagato indebitamente tramite l’apposito modulo, inviandolo per via telematica all’Agenzia delle Entrate. La domanda va compilata e inviata dal titolare dell’utenza elettrica, dai suoi eredi oppure da un intermediario abilitato. Si può inviare l’istanza di rimborso, con un documento di identità, tramite raccomandata a/r a: Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino. Il rimborso viene eseguito direttamente dal fornitore di energia elettrica con accredito sulla prima fattura utile, oppure con altre modalità, entro 45 giorni dalla data in cui la società ha ricevuto il via libera dall’Agenzia delle Entrare. Nel caso il fornitore non effettui il rimborso, il contribuente sarà rimborsato direttamente dall’ Agenzia delle Entrate. Per informazioni specifiche rivolgersi alla sede Adiconsum di Bergamo o Adiconsum presso sede FNP-CISL di Albino su appuntamento. Il Coordinatore RLS26, Giuseppe Noris


PAESE MIO Dicembre 2019

PAESE MIO BG

PAURA DEL DENTISTA?

> PROFILI < 41 >

NESSUN PROBLEMA , CI PENSIAMO NOI!

Quante volte la paura di andare dal dentista vi blocca, non permettendovi neanche di affrontare una semplice otturazione e addirittura di chiamare se avete un problema. Molti pazienti odontofobici ci raccontano di esser stati traumatizzati in passato da brutte esperienze, o di non sentirsi a loro agio avendo qualcosa nel cavo orale o semplicemente per via del rumore del trapano, sono diversi i motivi che portano a far diventare un momento di forte stress e ansia il semplice sedersi in poltrona. Nel nostro studio dentistico Farina utilizziamo diverse tecniche relazionali e farmacologiche che aiutano il paziente ansioso ad affrontare la terapia in uno stato di benessere psico/fisico. Per noi è molto impor-

tante in primis istaurare un vero rapporto di fiducia con il nostro paziente, questo rapporto di fiducia tra persona-medico è alla base per la buona riuscita della seduta. Sappiamo che un trattamento di pazienti ansiosi può avere buone probabilità di successo solo se il paziente è in grado di avere piena fiducia del proprio dentista e dello staff dello studio. Qui non solo il paziente riceverà un lavoro ineccepibile, ma avrà sin dal primo incontro informazioni chiare e precise circa il piano di cura previsto, e riceverà attenzioni personalizzate, pazienza e comprensione verso le proprie paure.

le, ormai perfezionata nel tempo, tutti i trattamenti vengono effettuati in modo completamente indolore, anche la paura della puntura stessa viene abbattuta grazie a creme e spray specifici che anestetizzano la zona dove avviene la puntura, evitando anche questo antipatico fastidio. Prima di applicare una terapia di sedazione o rilassamento il paziente verrà sottoposto ad un attenta anamnesi clinica sullo stato della salute generale, chiediamo infatti ad ogni persona di compilare un questionario per renderci a conoscenza del suo stato di salute, per esempio se è stato sottoposto ad operazioni ospedaliere Trattamento delicato e nel passato, se e quali non stressante farmaci assume, problemi Oggigiorno grazie all’au- di vario genere, malattie in silio dell’ anestesia loca- famiglia, chiediamo anche

stato di salute di genitori etc, per non lasciare nulla al caso. Con qualsiasi tecnica utilizzata ci teniamo che la salute del paziente sia al primo posto! Terapie possibili 4 Ausilio di farmaci ansiolitici comuni, quindi utilizziamo un metodo di sedazione cosciente utilizzando tranquillanti con principi attivi della classe delle benzodiazepine, ad esempio al paziente prima della seduta verranno date delle gocce da ingerire diluite in acqua, che hanno effetto dopo pochi minuti e permettono di rilassarsi durante la seduta pur restando coscienti. 4 Sedazione con protossido d’azoto per via inalatoria, dove il paziente ispira attraverso una mascherina nasale una miscela di protossito di

cupazione. Viene utilizzata negli interventi più complessi e in tutti quei pazienti che non vogliono sentire nulla…. Il paziente rimane sempre cosciente e vigile ma si trova in uno stato di pre-sonno (dormi-veglia). Il tutto in completa sicurezza, sempre monitorati a 360 gradi per avere sotto controllo azoto ed ossigeno. Dopo ogni parametro vitale del pochi minuti la paura la- paziente operato. scia il posto ad una piacevole sensazione di be- Tranquillità e sicurezza nessere e sicurezza, tutto è ciò che vogliamo traquesto sempre essendo smettervi coscienti. Molto utile per Nello studio dentistico Fatogliere la paura del Den- rina viene data molta attista ai bambini che vi ri- tenzione al dettaglio, venferirannno di aver provato gono scelte delle terapie una sensazione di legge- ritagliate sulle esigenze rezza, come se stessero del paziente e inoltre trofluttuando nell’aria. Il bello vate personale formato in di questa tecnica che una ambito psicologico, in gravolta smesso di inalare do di immedesimarsi per questa miscela di gas, comprendere a pieno le tutto passa e siete pronti paure e ansie del pazienad affrontare la giornata te e procedere poi con la cura più adatta, che premeglio di prima . 4 Sedazione Endoveno- veda il maggior comfort sa mediante l’ausilio del per la persona curata. sedazionista (Dott.Farina o L’anestesista) con pochi Non aspettare accorgimenti sarete velo- Se vuoi cambiare il modo cemente molto rilassati e di andare dal Dentista, Ti pro-attivi a ricevere tutte aspettiamo per una visita le cure del caso eliminan- accurata in modo da risoldo completamente ogni vere i tuoi problemi dentali tensione, ansia e preoc- in modo “Rilassante”


> NUMERI UTILI < 42 >

i numeri SEMPRE UTILI

REDAZIONE

Direttore Responsabile Paolo Salamoni Editore Redazione Pubblicità Paese Mio di Paolo Salamoni via Acqua dei Buoi, 9 24027 Nembro (BG) Tel. 328 8521993 E-mail: direzione@paesemio.eu Stampa Centro Stampa Quotidiani SpA Erbusco (BS) Testata registrata al Tribunale di Bergamo, n°6 del 28 marzo 2003

PAESE MIO IL GIORNALE DI ALBINO Il solo mensile d’informazione diffuso gratuitamente a tutte le famiglie tramite “porta a porta” anche nelle edicole di: ALBINO - Bar Ricevitoria Edicola della Stazione piazza Moroni, 5 Tabaccheria N°8 di Lorenzo Pulinetti piazza Santuario, 3 Cartolibreria/Edicola PassePartout piazza Santuario, 1 Bar Pedro p.za Spino fraz. Bondo ALZANO LOMBARDO c/o Piscine e RistoBio CENE - Edicola Martinelli Vilma via Vittorio Veneto, 35 GAZZANIGA - Lo Strillone di Simone Rocchetti via Matteotti, 14/a NEMBRO - Edicola Bombardieri via Garibaldi, 52 - Edicola Tabaccheria Testa Ornella via Tasso, 23 - La Cantina di Nadia, via Europa (zona Cupola) PRADALUNGA - Edicola, tabaccheria e articoli da regalo Gift Idea, Piazza Mazzini, 8 - Caffetteria Kikko, Via Gritti,49

SERVIZI GENERALI Carabinieri pronto intervento 112 ““ ““ stazione di Albino 035751062 Polizia di stato (numero unico) 112 Vigili del fuoco (numero unico) 112 ACI (Socc. Stradale) 803116 ACI (assicuraz.) 035753780 A.R.I. (radioamatori Albino) 346 7840659 Servizio antincendio 035714848 Uniacque 800 123 955 Unigas distribuzione 035522292 “ “ (urgenze 24 ore su 24) 800422468 BLUE META - sevizio clienti 800375333

Segreteria Dipartimento di Prevenzione 035759629 Segreteria Dipartimento Veterinario 035759667 URP 035759610 Servizio Adolescenti (martedì 14,30-17,30 e venerdì 14-18) 3346153493 Ambulatorio Pediatrico 3346309973 AVIS Albino 035760120 Centro unico prenotazione (CUP) 800638638

Centro per l’impiego 035387957 Casa Albergo persone anziane 035759411 Centro Diurno Integrato della Casa Albergo: - Ambulatorio medico 035759451 - Fisioterapia 035759427 Infermeria Honegger 035751220 Centro Diurno Anziani 035752599 Ass. Volont. Valle Seriana 035774272 Associazione “Fior di Loto” contro la Violenza sulle Donne 035710868 C.S. Bottega del Volont. 035760310 Associazione Artigiani 035753473 Ass. Comm. ASCOM 035773344 CISL (e Sicet) 035753241 CGIL (e Sunia) 0353594640 Associazione pensionati 035752599 ACLI 035753337 Poste Albino 035758811 Poste Vall’Alta 035770014 SAB (info orari) 035289011

Habilita RSD - Poliambul. 0357756311 Ass. Clubs Alcolist in Trattameto 3318173575 Croce Verde Albino - Ambulanza 035 755339 FARMACIE Dr. Rancati e Dr.ssa Leontini 035751201 Dr. Verzeni Roberto 035751029 Vall’Alta di Albino 035770033 di Comenduno 035755349

(da lunedì al venerdì dalle 8 alle 19 il sabato dalle 9 alle 14)

(prenotazione telefonica da lunedì al venerdì dalle 8 alle 17 -continuato- il sabato dalle 8 alle 12)

PARROCCHIE E ISTITUTI RELIGIOSI Prevosto di Albino 035751039 Capp. Madonna del Pianto 035751613 Oratorio di Albino 035751288 Parroco di Abbazia 035770104 Parroco di Bondo Petello 035751758 Parroco di Casale 035770035 Parroco di Comenduno 035774045 Parroco di Desenzano 035751323 Capp. Madonna Miracolo 035752594 MUNICIPIO Parroco di Dossello 035770019 Numero Verde 800638822 Parroco di Fiobbio 035770005 Centralino 035759911 Parroco di Vall’Alta 035770026 035770489 URP 035759952 Santuario di Altino Polizia Municipale 035759952 Suore delle Poverelle 035751253 Segretario Comunale 035759904 Conv. Padri Cappuccini 035751119 Aff. generali – segreteria 035759921 Padri Dehoniani 035758711 Anagrafe 035759941 Protocollo 035759912 SCUOLE 035759050 Ufficio Messi 035759913 Direzione didattica 035751064 Tributi 035759988 Distretto scolastico n.26 035753459 Lavori Pubblici 035759933 Asilo nido Comunale Edilizia Privata 035759930 Sc. Infanzia di Bondo Petello 035751604 035751482 Ecologia-Ambiente 035759917 Sc. Infanzia S.G. Battista 035751668 Servizi Sociali, sport e turismo 035759919 Sc. Infanzia di Comenduno Segret. Sociale - ISEE 035759914 Sc. Infanzia Statale di Albino 035754420 Assistenti sociali 035759939 Sc. Infanzia Statale Desenzano 035751436 Cultura 035759950 Scuola dell’infanzia “Valle del Lujo” 035770637 Pubblica Istruzione 035759920 B.P.Morosini - Fiobbio Biblioteca 035759001 Istituto Comprensivo S.Anna 035761088 Stazione Ecologica 035751215 (primarie di I e II grado) 035770111 Palazzetto dello Sport 035753421 Elementare Vall’Alta 035751190 Bocciodromo Comunale 3473889616 Elementare Desenzano 035751492 Asilo nido 035759090 Elementare F.lli Bulandi Elementare Bondo Petello 035752661 ASL E SANITA’ Media Abbazia 035770114 Servizio di continuità assistenziale Media Desenzano 035753161 (ex Guardia Medica) 0353535 Media Unica Statale 035751497 ASL Albino ITC Statale Romero 035751389 Segreteria Dipartimento Socio-sanitario CFP della Provincia di Bergamo 035759617 035760022

PAESE MIO Dicembre 2019

Pizzeria

Pizzeria FANTASY di Daniele Patelli A Mezzogiorno, € 1,00 a consegna ad Albino, Comenduno, Desenzano, Bondo, Fiobbio e Vall’Alta Orari d’apertura : Mezzogiorno da Martedì a Venerdì 12 - 14 - Serale: Martedì - Mercoledì - Giovedì 18,00 - 21,30 - Venerdì e sabato 18,00 - 22,30 Domenica e Festivi dalle 18,00 alle 21,30 Via Provinciale, 6 - Albino (BG)

Tel. 035 774242 Cell. 380 4345929

Ambulatorio Veterinario

Dr. Cattaneo - Dr. Nava - Dr. Milesi Visite a domicilio su appuntamento Clinica-chirurgia-diagnostica di laboratorio da lunedì a venerdì 9,30 - 19,30 sabato 10,00 - 16,00 Via Marconi, 10/B - Albino

Tel. 035773493 Cell 337372332

Elettricista GB Impianti Elettrici di Gianbattista Azzola Impianti elettrici civili e industriali, cancelli, antifurti

Via Bastoni, 2 – Albino

Tel. 035 772495 - Cell. 335 6156730

Idraulico Marcassoli Sergio & C.

Termoidraulica - Impianti civili e industriali - Lattoniere via Sottocorna, 9 - Albino (BG)

Tel. 035 761121 - Cell. 338 7298322

Dentista

Studio Odontoiatrico Associato Dr.i BARILI CLAUDIO e MARCO

Si riceve su appuntamento LUN 14,30-20,00 MAR 9,00-18,00 continuato GIO 14,30-20,00 VEN 9,00-18,00 continuato via Aldo Moro, 2/22 - Albino (BG)

Tel. 035 753015

Cicli e Motocicli

Spazio Disponibile

con Esclusiva di Settore


Profile for Paese Mio

PMA 1219  

PMA 1219  

Profile for paesemio
Advertisement