Page 1

PAESE MIO IL GIORNALE DI ALBINO - MAGGIO 2019 - N° 176 MENSILE GRATUITO DI INFORMAZIONE LOCALE

Direttore Responsabile: Paolo Salamoni - Editore: PAESE MIO - Direzione, Redazione e Pubblicità: via Acqua dei Buoi, 9 - 24027 Nembro (BG) - Tel. 328 8521993 e.mail: direzione@paesemio.eu - Anno XVII n° 5 - Stampa: CSQ SpA - Erbusco (BS) - Registrazione presso il Tribunale di Bergamo n° 6 del 28 marzo 2003 - Numero iscrizione ROC: 32148

Vieni a trovarci, brinda insieme a noi!

“3C diventa Studio Partner”

Ottieni i biglietti omaggio, vai a pagina 6

Amministrative 2019

E I P O 0C

0 0 . 0 1

O

IO G G MA


PAESE MIO Maggio 2019

PAESE MIO BG

A settembre un grande evento per salutare alla grande l’Antares vento che attuerete presso l’ex discoteca Antares? «Una riqualificazione urbana. Con questa operazione vogliamo cercare di rilanciare il tessuto urbano di Albino. Realizzeremo due condomini distinti, uno all’altezza di viale della Libertà e l’altro su via Provinciale. È prevista anche la realizzazione di aree verdi ad uso publico. Logicamente il primo step sarà la demolizione del vecchio stabile. Il progetto è stato predisposto dallo studio Cortesi di Seriate.». È la curiosa notizia del momento che coniuga la nostalgia di un passato glorioso alla curiosità per quel che sarà di un luogo simbolo del divertimento dell’intera valle Seriana, per oltre vent’anni frequentatissima sala cinematografica, l’Ariston, e per altrettanti discoteca, l’Antares. Luogo di storie viste e vissute fatte di immagini, suoni, amori ed emozioni legate per lo più alla giovinezza. E il vissuto passato riaffiora ora che la location che l’ha racchiuso pare tornata in vita, e quei ricordi dolcemente riaffiorano nei cuori di quanti quel luogo l’hanno frequentato, tanto che non pochi commentano: «Ma non lo dovevano demolire?» La nuova proprietà dell’immobile, Immobilter srl, ha avuto la brillante idea di utilizzare il tempo che separa il ricordo del passato all’operazione che ne bonificherà l’area con la realizzazione del nuovo progetto, per proporre un lungo countdown. La pagina facebook “Antares – Albino” accompagnerà i passi che separano il prima dal dopo con un invito che potremmo chiamare “AristonAntaresA... cercasi ricordi”, citiamo la missiva indirizzata agli albinesi: «vorremmo raccontarvi quanto sta accadendo nelle ultime ore al buon vecchio Antares. Come molti di voi già sapranno, nei prossimi mesi l’area dell’Antares

Foto: Riccardo Castiglione

sarà soggetta ad una riqualificazione che prevede la costruzione di una nuova zona residenziale e di nuovi spazi verdi che tutti voi potrete iniziare a vivere presto con le vostre famiglie. Per fare questo è necessario procedere prima alla demolizione dell’edificio che è stata programmata per il prossimo autunno. Ma l’Antares è stata casa di molti di noi, prima con il vecchio cinema Ariston e più di recente come discoteca. In tanti ci siamo ritrovati in questo luogo a trascorrere pazzi venerdì sera e magiche domeniche pomeriggio in cui sono nate tante amicizie e amori. Proprio per ricordare quello che ha significato per tutti noi l’Antares e per le emozioni che ci ha regalato in quegli anni, abbiamo deciso di fare a nostra volta un regalo all’edificio per salutarlo nel migliore dei modi. Così nelle ultime ore il nostro staff in collaborazione con Wiz Art sta realizzando un graffito sulla facciata dell’edificio che potrete vedere completato quanto prima. Un tributo che siamo felici di regalare a tutti. Allo stesso modo vorremmo dare a voi la possibilità di omaggiare il vecchio Antares con ricordi o fotografie che potete condividere sulla pagina facebook dedicata. Stiamo inoltre preparando una sorpresa per tutti voi, che come noi,

avete amato l’Antares, e che desiderate salutarlo come si deve rivivendolo ancora per una sera…» Abbiamo incontrato i protagonisti di quest’ultimo capitolo della vicenda Antares: Roberto Paganessi, titolare di Immobilter, e il suo collaboratore Riccardo Castiglione, ci raccontano delle fasi che porteranno alla realizzazione del nuovo complesso edilizio, ma soprattutto delle iniziative che accompagneranno gli ultimi mesi di vita dell’Antares. Due parole su Immobilter... «L’immobiliare è un seguito dell’impresa Edile Stradale Artifoni nata nel 1958, specializzata nel settore aeroportuale e impianti di depurazione di un certo livello, stiamo rifacendo le piste dell’aeroporto di Verona, rifaremo quelle di Linate e abbiamo rifatto recentemente quelle di Orio e Bologna. Immobilter è quello che abbiamo deciso di creare sulla scorta dell’esperienza della costruzione conto terzi. Visto che costruiamo per terzi, perché non farlo anche per noi? Nel gruppo Artifoni-Immobilter siamo circa in 120. Antares è l’ultimo di una serie di progetti residenziali già portati a termine da Immobilter nel territorio bergamasco più precisamente nel comune di Torre de’ Roveri».

Rocky la cui immagine esce da un proiettore; la seconda all’Antares club discoteca con un disco che gira su un piatto che riflette le luci colorate del locale; nella terza la mano dell’architetto che disegna il nuovo progetto. Il tutto andrà a formare un’opera unica - integrata da stemma del Comune di Albino, il logo del committente e la mia firma - che ricoprirà quasi per intero la facciata». Tra tante voci entusiaste anche qualche polemica. «C’è stata un’unica polemica – precisa Castiglione ma siamo subito intervenuti per fare chiarezza. Qualcuno ha contestato che per l’intervento artistico sulla facciata fossero state utilizzate risorse pubbliche. In realtà la struttura è privata, chi ha deciso di far realizzare l’opera è il proprietario della struttura e lo ha fatto a proprie spese come tributo alla storia dell’Antares, come omaggio al paese e come strumento promozionale alternativo».

Chi è l’artista incaricato della realizzazione dei murales sulla facciata? «Wiz Art, e non l’abbiamo scelto a caso. Abbiamo vagliato diverse ipotesi e la scelta è caduta su un artista bergamasco di notevole spessore, capace di trasmettere la propria arte con uno stile accattivante e coinvolgente. Abbiamo visto alcuni dei suoi lavori precedenti e non abbiamo avuto dubbi. L’opera ultimata la potremo ammirare per tutta l’estate, segnerà artisticamente l’ultimo tratto Quando sarà demolito di strada di un luogo che ha unito generazioni di albinesi ma non solo. Riteniamo questa iniziativa un’originale forma di comunicazione, oltre il semplice marketing.».

William Gervasoni, in arte Wiz Art, specializzato in graffiti e street art, è l’artista che sta valorizzando con i suoi graffiti l’intera facciata dello stabile prospiciente via Provinciale ad Albino, abbiamo raccolto una sua testimoniana: «Dal 1999 ho fatto diventare la mia passione la mia professione, perciò quest’anno sono vent’anni che dipingo. Realizzo qualsiasi soggetto mi venga richiesto, dal figurativo all’astratto. In questo caso è stato scelto di rappresentare tre fasi, due “storiche” e una dedicata a quel che verrà. La prima da sinistra è dedicata al cinema Ariston con l’insegna del locale e il volto di SylCosa prevede l’inter- vester Stallone nel film

> NOTIZIE < 03 > Fonte: Bergamo Post

l’immobile? «La demolizione inizierà dopo la stagione estiva». Indicativamente quando sarà inaugurata la nuova opera? «Ci piacerebbe iniziare a costruire l’1 gennaio 2020 e terminare il primo condominio, quello prospiciente viale della Libertà, entro il 31 dicembre dello stesso anno». Sappiamo che avete in cantiere un evento per salutare lo storico fabbricato che negli anni ha ospitato la discoteca Antares e prima ancora il cinema Ariston. Di cosa si tratta? «L’evento è top secret, così come altre iniziative che Immobilter sta programmando con il supporto della società di marketing Knoweb srl. Possiamo solo dire che si terrà a settembre e sarà aperto a tutti. Sarà una data che segnerà il confine tra il prima e il dopo. Una cosa è certa, saluteremo l’Antares nel migliore dei modi. Preparatevi...» Fabio Gualandris

L’Antares negli anni: prima cinema e poi discoteca


4 Chiacchiere con..

> L’INTERVISTA < 04 >

PAESE MIO Maggio 2019

PAESE MIO BG

PIERANGELO VIGANI Capogruppo Alpini dell’Oltreserio

Classe 1957, ora pensionato, ma con un passato lavorativo presso l’Enel, sposato con figli, Pierangelo Vigani è una “colonna” del Gruppo Alpini dell’Oltreserio, una delle realtà più attive e dinamiche della Val Seriana, che si riconosce come punto di rifermento delle penne nere della Valle del Lujo. Infatti, ha al suo attivo un lungo trascorso come capogruppo: l’incarico è

ormai ininterrotto da 12 anni Una personalità vivace e positiva, che sta ricoprendo con entusiasmo la carica di “guida” delle penne nere della Vale del Lujo. Senza dimenticare la famiglia, alla quale dedica molto del suo tempo libero, e il volontariato, che lo vede impegnato tutto l’anno in varie attività solidali. Una bella persona, quin-

di, che la redazione di Paese Mio vuole intervistare per conoscere lo “stato di salute” del Gruppo Alpini dell’Oltreserio.

Come si è svolta la sua carriera militare? Ho svolto il servizio militare a vent’anni, nel 1977, presso il 4° Battaglione Genio Pionieri “Orta”, di stanza a Trento, presso la caserma “Ten. Cesare Battisti”. Un alpino tutto

d’un pezzo, dunque.

loro, mi hanno trasmesso la passione per l’associaDa quando è socio ANA? zione ed hanno contribuOrmai, sono 42 anni che ito a risvegliare dentro di ho la tessera dell’ANA: me l’amore per Italia. mi sono iscritto appena terminato il servizio mi- Come è arrivato al verlitare. Nei primi anni ero tice del Gruppo Alpini solo iscritto e mi limi- dell’Oltreserio? tavo a leggere le riviste Per anni consigliere, “L’alpino” e “Lo scarpo- poi, 12 anni fa, il primo ne orobico”; poi, poco mandato da capogruppo, alla volta, ho cominciato con altri tre rinnovi. La a frequentare i soci del scadenza, per le nuove gruppo. I “veci”, proprio elezioni, è prevista per il 2021.

dai vari gruppi vallari, Telethon,… Quali le opere più significative fra quelle realizzate? Certamente, la ristrutturazione e l’ampliamento della Chiesetta Alpina, denominata “Mörc di Frösc”, dove tutti gli anni, il 25 Aprile (apertura) e il 4 Novembre (chiusura) celebriamo la Messa in memoria dei Caduti in guerra.

Ci parli della Chiesetta Alpina… La chiesetta dei “Mörc di Frösc”, detta anche chiesina dei “morti della peste”, è il simbolo religioso degli alpini dell’Oltreserio, luogo di raccordo dei tanti momenti di festa e delle iniziative di solidarietà che caratterizzano la nostra attività sociale. E’ stata inaugurata il 2 agosto 1981. E’ qui che si organizza la tradizionale sagra alpina, in programma nel mese di luglio. Ed è qui che si studiano gli interventi di pulizia e di bonifica ecologica che da qualche anno ci vedono impegnati in valle. La chiesina riapre tutti gli Da quanti alpini è com- anni il 25 aprile: dappriposto il vostro gruppo? ma, la S.Messa; poi, al Attualmente, il gruppo ha termine, il tradizionale un centinaio di soci alpini pic-nic sui prati. iscritti e 23 “amici” aggregati. Gli incarichi di Quali rapporti ha il vice-presidente e segre- Gruppo Alpini dell’Oltario, come pure quello di treserio con i gruppi del alfiere, vengono ricoperti territorio? di volta in volta da diver- Il nostro gruppo fa parte si alpini, a seconda delle della zona 13 Bassa Valle disponibilità personali. In Seriana, che comprende tutto, il consiglio direttivo i gruppi di Albino, Coè composto da nove mem- menduno, Aviatico, Amora, Selvino, Pradalunga, bri. Nembro, Alzano, Ranica, Quali sono le principali Torre Boldone, Villa di Serio. Periodicamente, il attività del gruppo? Tante le nostre iniziati- coordinatore di zona, l’alve. Tra le tante, il nostro pino Vincenzo Carrara, statuto propone di tenere del gruppo ANA di Nemvive e tramandare la tra- bro, organizza delle riudizione degli alpini, di- nioni dei capigruppo per fenderne le caratteristiche discutere e organizzare ed illustrarne la gloria e le manifestazione ed eventi comuni. gesta. Fondamentalmente, il gruppo lavora sul territo- Quali i sogni nel cassetrio, aderendo a varie atti- to? vità socio-culturali, uma- Uno in particolare: reanitarie e di raccolta fondi, lizzare la copertura delcon finalità benefiche: la cucina dell’area-feste banco alimentare, giorna- dell’Oratorio di Abbazia, ta di raccolta del farmaco, per rendere più funzionale Camminata della Valle il servizio. del Lujo, sostegno alle feste popolari organizzate Tiziano Piazza Qual è la storia dell’ANA dell’Oltreserio? Il gruppo nasce nel 1970, su iniziativa di 12 alpini, allora iscritti al gruppo ANA di Albino, ma residenti in Valle del Lujo. Ovviamente, la denominazione “Oltreserio” indica l’appartenenza territoriale alla Valle del Lujo, dove si trovano le frazioni di Casale, Dossello, Abbazia Fiobbio e Vall’Alta. Ancora oggi, fanno parte del nostro gruppo due alpini fondatori, pilastri portanti e promulgatori dello spirito del corpo degli alpini, che si basa sulla sussidiarietà, la cultura e l’amicizia solidale.


> NOTIZIE < 06 > Buon compleanno TEB. Lo scorso 24 aprile, il “tram delle valli” ha spento le sue prime 10 candeline. Era, infatti, il 24 aprile del 2009, quando la linea T1 “Bergamo-Albino” veniva inaugurata, entrando a pieno titolo nella vita dei cittadini bergamaschi, che ogni giorno la utilizzano per muoversi lungo la direttrice della Valle Seriana. In realtà, il 24 aprile è la data dell’inaugurazione: dopo 2 giorni di porte aperte (gratis), il servizio cominciò effettivamente ad andare a pieno regime lunedì 27 aprile. Il bilancio è sicuramente positivo. Dal primo compleanno della tramvia, festeggiato con il risultato 2.300.000 passeggeri trasportati (circa 10.000 passeggeri al giorno nei feriali scolastici), il numero dei passeggeri annui è andato sempre aumentando e ora si è consoli-

PAESE MIO BG

PAESE MIO Maggio 2019

Auguri alla TEB, la tramvia della Val Seriana compie 10 anni dato. Per esempio, i numeri del 2018 registrano una crescita di passeggeri: 61.904 in più, con la precisazione che il dato si riferisce al numero di viaggi. Dai  3.668.906 del 2017 ai 3.750.000 dell’anno scorso. In termini percentuali vuol dire un aumento dell’1,7%. Un valore inferiore al 4,3% registrato nel 2017, ma comunque sempre con il segno più, a conferma di un trend ormai consolidato. Un dato d’orizzonte per avere la conferma: nell’ultimo triennio si è registrato un aumento di 214.862 viaggi, pari al 6,1%. Una crescita di passeggeri cha fa il paio anche con quella economica: ormai, siamo al secondo bilancio di utile. E, per quanto riguarda il trasporto pubblico, siamo di fronte ad una anomali. Al 31 dicembre 2018,

TEB aveva registrato 32.246.311 viaggi. Considerando che TEB ha una media mensile di circa 300.000 viaggi al mese, dal primo viaggio al mese di maggio 2019, TEB ha portato oltre 33 milioni e mezzo di passeggeri. Si pensi che il primo anno, la TEB arrivava soltanto al Alzano, quindi i calcoli sono fatti soltanto su 8 mesi e su una tratta ridotta: 1.372.700 passeggeri. Da lì in avanti è stata sempre una crescita: quindi, se trascuriamo l’esercizio parziale del 2009, e consideriamo come primo valido quello dell’anno successivo, possiamo dire che si sono registrati 567.700 viaggi in più in dieci anni, pari ad un aumento del 17,8% Un bel successo per TEB, la società che la gestisce: è il frutto di una scelta di mobilità moderna e rispettosa dell’ambiente, dove qualità, affidabilità e sicurezza del servizio si integrano appieno. La TEB, infatti, è un gioiellino, incastonato in una vallata la cui morfologia non ne ha facilitato la realizzazione; eppure, sfruttando l’ex-sedime ferroviario, il risultato è stato molto buono. I parcheggi, le opere di abbellimento e insonorizzazione sono state attentamente studiate, affinchè l’intero territorio attraversato da questa infrastruttura potesse

usufruirne agevolmente, fino a raggiungere lo scopo che “i padri pensatori” si erano prefissati: una mobilità pubblica leggera, poco impattante e fruibile da tutti. Lo studente, il pendolare, il turista o il semplice fruitore occasionale dovevano poter sostituire l’utilizzo dell’auto con quello più sicuro, ecologico e meno invasivo del trasporto su gomma. Il tutto è stato agevolato e supportato da un Consiglio di Amministrazione forte e coeso. E questo ha realmente fatto la differenza rispetto ad altre realtà. Ora, gli occhi sono tutti puntati su Roma, e sull’esame delle richieste di finanziamento chieste al Ministero dei Trasporti per la linea T2 “BergamoAlmè”: 11,5 km di percorso, di cui 1,5 in comproprietà con la T1, con passaggi cittadini a Bronzetti, Santa Caterina, Reggiani, Stadio, De Gasperi, Crocefisso, Sant’Antonio, Pontesecco, Ponteranica, Ramera-Parco dei Colli, Gres, Petosino, Paladina, Almè Volta, Almè Mazzi, Villa d’Almè (capolinea). Costo complessivo 178 milioni di euro, di cui 111 milioni dovrebbero arrivare dal Ministero dei Trasporti.

bastro del Centro Congressi Giovanni XXIII°, il convegno “10 anni di tram a Bergamo”, il primo appuntamento organizzato da TEB per celebrare l’importante anniversario dei 10 anni della linea tramviaria T1 da Bergamo ad Albino, inaugurata il 24 aprile 2009. Nella prima parte del convegno, il presidente TEB Filippo Simonetti e l’Amministratore Delegato Gianni Scarfone hanno presentato alla platea il progetto di fattibilità tecnica ed economica della seconda Linea tramviaria T2 da Bergamo a Villa d’Almè, recentemente presentato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la richiesta di finanziamento. Alla tavola rotonda sono intervenuti: il sindaco di A tal proposito, lo scor- Bergamo Giorgio Gori, so 24 aprile, si è svolto a l’assessore regionale alle Bergamo, nella sala Ala- Infrastrutture trasporti e

mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi; il presidente della Provincia di Bergamo Gianfranco Gafforelli; il Prorettore delegato ai Rapporti con enti e istituzioni pubbliche del territorio dell’Università degli Studi di Bergamo Fulvio Adobati; il presidente del BIM (Bacino Imbrifero Montano) dei fiumi Brembo e Serio Carlo Personeni. Nella seconda parte della mattinata l’intervento dei Presidenti TEB della Linea T1 da Bergamo ad Albino: Gianfranco Ceruti dal 2000 al 2009, Nunziante Consiglio dal 2009 al 2015, Filippo Simonetti dal 2015 al 2019 e Gianni Scarfone Amministratore Delegato dal 2005 al 2019, che si sono avvicendati nel racconto della storia della prima linea tramviaria bergamasca. T.P.


> ELEZIONI ALBINO < 10 >

PAESE MIO BG

PAESE MIO Maggio 2019

SIMONETTA RINALDI

FABIO TERZI

Per Albino Prgetto Civico

Civicamente Albino

Ambiente e Beni comuni

SiAmo Albino

Simonetta Rinaldi, classe 1966, albinese da sempre, sposata, quattro figlie e felice nonna di una nipotina di pochi mesi, è la candidata sindaca della lista “Per Albino Progetto Civico”. Da vent’anni è impegnata nel mondo dell’economia solidale, sensibile ai bisogni della gente e forte sostenitrice della necessità di un cambiamento politico verso una società più equa e giusta per tutti, attenta ai diritti umani e alla tutela dell’ambiente. Il suo impegno sociale si è concretizzato nell’avvio, insieme ad altri cittadini, di varie iniziative, tra cui il Gruppo di Acquisto Solidale “GAS Albino”, uno dei primi in Bergamasca e il più numeroso, con più di 150 nuclei famigliari che si organizzano per fare acquisti collettivi in modo critico e consapevole, sostenere i piccoli produttori, fare informazione e formazione sui temi dell’economia solidale. É tra le fondatrici della Rete di Economia Solidale “Cittadinanza Sostenibile”, che riunisce varie realtà provinciali attive nei campi della sostenibilità ambientale e sociale, consumo critico, commercio equosolidale, stili di vita e giustizia. E fondatrice anche dell’associazione Mercato&Cittadinanza, di cui è stata presidente, grazie alla quale ad Albino viene organizzato il “Mercato Agricolo e Non Solo” che, dal 2010, diffonde cultura e offre la possibilità di fare acquisti a kmZero e a filiera corta, sostenendo concretamente l’economia e i produttori agricoli locali. Partecipa attivamente al movimento nazionale “Bilanci di Giustizia” e ha contribuito

ad avviare il gruppo “Albino in Transizione”, che si rifà a “Transition Towns”, movimento culturale impegnato nel traghettare la nostra società industrializzata dall’attuale modello economico basato sulla vasta disponibilità di petrolio a basso costo e sulla logica di consumo delle risorse, a un nuovo modello sostenibile, con un alto livello di resilienza. In passato è stata impegnata in vari altri ambiti: rappresentante sindacale aziendale, componente del Consiglio d’Istituto dell’I.C. Solari e animatrice di gruppi di riflessione/ catechesi per genitori presso la parrocchia di Albino. E’ libera professionista e collabora con il Bio-distretto dell’Agricoltura Sociale di Bergamo e la Fondazione Istituti Educativi per progetti legati all’Economia Sociale e Solidale Insieme alle liste che la sostengono, “Per Albino Progetto Civico” e “Ambiente e Beni Comuni”, intende dare il proprio contributo all’interno delle istituzioni e cercare di migliorare la collaborazione tra esse e la cittadinanza, avviando un percorso partecipato in cui tutti possano contribuire a costruire nel presente la città che vorremmo lasciare alle future generazioni.

Lega Salvini Lombardia

Mi sembra solo ieri quando scrivevo per PaeseMio, cercando di spiegare le ragioni per cui mi ero messo in gioco, accettando la candidatura a sindaco e la guida della coalizione di centrodestra. E, invece, sono passati già cinque anni, un intero mandato amministrativo, vissuto con grande intensità e con profondo impegno. Ma, come allora, anche oggi non sono mutate le motivazioni che mi spingono a ripresentare la mia candidatura per la guida della nostra bella città nei prossimi cinque anni. Queste ragioni si possono riassumere non solo in un grande senso del dovere e in un forte senso di responsabilità, ma anche in un sincero amore e in una sconfinata passione per il mio Comune e per la mia gente. Quelli che sono cambiati, invece, sono l’entusiasmo ed il coinvolgimento, che sono di gran lunga superiori rispetto a quelli di cinque anni fa. Infatti, sono forti la voglia ed il desiderio di proseguire ancora per cinque anni con quel “buon governo” che ritengo sia stato alla base del mio primo mandato amministrativo. Se cinque anni fa, quando ereditavamo un Comune immobile, spento e demotivato, la parola d’ordine era stata quella di fare ripartire Albino e di riportare la nostra città al centro della vita della Val Seriana, oggi il nuovo motto è di continuare nella direzione tracciata dalla nostra Amministrazione, con maggior decisione e rinnovata fiducia.

Milioni di investimenti in opere pubbliche, con un’attenzione particolare all’edilizia scolastica, senza indebitare il Comune di un solo centesimo; tanta, tanta cultura, con mostre, concerti, convegni e pubblicazioni; eventi e manifestazioni di ogni genere e tipo, in collaborazione con le realtà associative del territorio; tutto ciò ha fatto ripartire Albino e riassegnato alla nostra città la giusta centralità che le spetta nell’ambito della Val Seriana. La ricetta che propongo con la mia coalizione è sempre la stessa, come quella di cinque anni fa, ovvero un programma semplice e concreto, che guardi alla sostanza delle cose, da attuare con decisione e fermezza, e che sia sostenibile economicamente, attraverso un controllo rigoroso dei conti pubblici, come abbiamo fatto in questi ultimi cinque anni di amministrazione. Come ho amministrato con grande senso di responsabilità, moderazione e competenza, così mi ripropongo a Voi Albinesi, sostenuto da un gruppo in cui, accanto a molte figure di forte e provata esperienza amministrativa, si affiancano nuove persone, piene di entusiasmo, capaci e profonde conoscitrici del nostro territorio.


> NOTIZIE < 12 > Continua la tradizione della “Camminata della Valle del Lujo”. Passano gli anni, ormai i decenni, ma il fascino di questa non competitiva aumenta, tanto da essere diventata una “classica” nel panorama della Provincia di Bergamo, un appuntamento segnato in rosso sul calendario. Del resto, ormai è giunta quest’anno alla sua 29^ edizione. E andrà in onda domenica 26 maggio, con epicentro a Vall’Alta di Albino. “Ben 29 anni fa – spiega il responsabile e organizzatore della manifestazione Nunzio Carrara - alcune persone che facevano parte dei vari gruppi sportivi della Valle del Lujo si sono chiesti: “perché non ci mettiamo tutti insieme a lavorare per le nostre comunità?” Dopo vari approfondimenti ne è uscita l’idea di organizzare un evento, appunto la “Camminata della Valle del Lujo”. Il nostro intento era, ed è, di far crescere, attraverso la camminata che unisce le 5 frazioni disegnate nella nostra bella e verde valle, la solidarietà e lo spirito dello stare insieme. Un piccolo miracolo, perché è una delle manifestazioni che ha un forte collante, capace di far collaborare tante persone dei 5 paesi per un unico obiettivo”. La “Camminata” è una marcia non competitiva a passo libero suddivisa in

PAESE MIO BG

Edizione n° 29 per la “Camminata della Valle del Lujo”

4 percorsi di 5, 8, 14 e 19 km. Quest’anno c’è la novità del percorso di 5 Km, studiato in modo che sia accessibile a tutti, dalle famiglie con passeggini alle persone diversamente abili. La quota di partecipazione con riconoscimento (borsa alimentare) è di € 4,50; quota senza riconoscimento € 2,50. Oltre ai riconoscimenti individuali vengono premiati i gruppi più numerosi con cesti/coppe; la bimba e il bimbo più giovani; la signora e il signore più anziani; e per tutti i partecipanti anche estrazione a premi a sorteggio. Quest’anno partirà da Vall’Alta: anche questo aspetto è significativo, perché tutti gli anni la “Camminata” parte da un paese diverso, frutto di questa grande collaborazione. “La manifestazione è iscritta nel calendario provinciale CSI – continua Carrara - Un’altra grande novità molto positiva è che con noi collaborano i volontari dell’AVVS (Associazione Volontariato Valle Seriana) che è un’associazione di volontariato che, da oltre 30 anni, organizza attività di tempo libero, offrendo, attraverso il divertimento e l’amicizia, occasioni di aggregazione e integrazione con persone di diverse abilità. Le iscrizioni individuali si ef-

fettueranno alla partenza, dalle 7.30 alle 9; mentre per i gruppi entro le 22 di sabato 25 maggio, telefonando al 347.2781854. L’assistenza medica sarà assicurata dal Servizio Volontari Val Seriana (Croce Verde) di Colzate. Ci sarà assistenza sui percorsi e ristori lungo il percorso e all’arrivo”. Il ricavato della manifestazione sarà devoluto in beneficenza al progetto “Ciudad de los Ninos” (La città dei bambini) Cochabamba (Bolivia). Il progetto è portato avanti da Padre Gianluca Mascheroni, missionario bergamasco in Bolivia. Quest’anno il ricavato sarà utilizzato per acquistare mobili per arredare 10 camere da letto delle “case famiglia”. “Colgo l’occasione per ringraziare ogni persona che donerà un po’ del proprio tempo per contribuire alla buona riuscita della manifestazione – aggiunge Nunzio Carrara – Innanzitutto, gli sponsor, le unioni sportive della valle, l’AIDO Cene, la Protezione Civile G.E.V.S., il Comune di Albino, la parrocchia di Vall’Alta, gli alpini del Gruppo Oltreserio, la AVVS Associazione Volontariato Valle Seriana, e i miei compagni di viaggio del “Comitato Camminata Valle del Lujo”. Luisa Pezzotta

PAESE MIO Maggio 2019

PUNTUALIZZAZIONE Abbiamo ricevuto in redazione una telefonata che annunciava un nostro errore “avete sbagliato la data del Miracolo della Madonna del Pianto”. Preoccupati per la figuraccia abbiamo contattato il cappellano del Santuario. Questa la precisazione ufficiale: “La data del miracolo è quella (ndr: 13 aprile 1655, come scritto a pagina 10 del numero scorso di Paese Mio) ma lo si ricorda, per tradizione, la seconda domenica di maggio e quest’anno giustamente il 12 maggio. Grazie Don Giuseppe Ravasio


PAESE MIO Maggio 2019 PAESE MIO BG > NOTIZIE < 14 > Primavera dei Libri: bilancio positivo per la rassegna tutta al femminile Abbiamo iniziato Giovedì 28 marzo alle ore 20.15 con le due poetesse e scrittrici, Aurora Cantini e Irma Kurti. Entrambe hanno raccontato i loro inizi e i maestri che le hanno formate. La poesia è una fedele compagna della loro esistenza, affiancata talora dalla narrativa, che in Aurora diventa sempre più importante. Per Irma la sua crescita professionale in Italia l’ha

portata a riprendere il lavoro di scrittrice di testi musicali, che in Albania le era valso importanti riconoscimenti. Aurora ha presentato “Ero un figlio di N.N.”, una storia vera di esclusione e di dolore, che anche grazie al prezioso e delicato apporto di Aurora ha raggiunto una dimensione catartica e ha permesso al protagonista di diventare un uomo nuovo, più sereno e forte.

Irma ha letto un estratto dal suo romanzo ispirato dal diario del padre “In assenza di parole”. Giovedì 4 aprile alle ore 20.15 una platea interessata e commossa ha assistito alla presentazione del nuovo romanzo di Francesca Bonelli Morescalchi, diplomata in interpretariato inglese, in medicina naturale e psicosomatica, laureanda in psicologia. Franca Morelli della Libreria Fantasia di Bergamo ha condotto l’intervista. Protagonisti del romanzo “Siamo tutti arcobaleni” sono tre adolescenti di 16 anni, raccontata da uno di loro, Ghigo. Un linguaggio aderente alla realtà ma non ostentato bensì autentico, un uso sapiente del dialoghi e del comico ne fanno un libro che si presta facilmente a stimolare letture e discussioni sui temi della difficoltà del crescere, della ricerca dell’identità, sul bullismo, sulla tematica LGBT. La serata è stata occasione di presentazione delle attività di Agedo (Associazione Genitori di Omosessuali) che in Val Seriana sta compiendo i suoi primi passi. La rassegna si è conclusa Giovedì 11 aprile alle ore 20.15 con la conferenza di Maria Teresa Brolis, studiosa di storia medievale, autrice di fondamentali contributi sulla

vita religiosa e sociale dei secoli XII-XIV, con particolare attenzione alla condizione femminile. E a quest’ultimo argomento è dedicato “Storie di donne nel Medioevo”. (Il mulino, 2016) da cui sono state le storie raccontate con maestria dall’autrice.

Erudizione e ironia hanno coinvolto il pubblico nelle vicende di donne nel Medioevo, alcune celebri come Ildegarda di Bingen , e altre bergamasche, con uno stile divulgativo che è proprio anche del libro. L’albinese Giampiero Tiraboschi ha assolto con

ritrosia e bravura il difficile compito di presentare l’autrice. Tutti i libri sono presenti in biblioteca, tra cui le raccolte poetiche in lingua italiana, albanese ed inglese di Irma Kurti. Silvia Zanoni

“I miti del Rajasthan” con Lino Schena Dalle Ande ai Pirenei, passando per l’Islanda, la “puña” argentina e l’India. Le “terre alte” e i luoghi insoliti sono il soggetto della rassegna di documentari di viaggio “Maggio Albinese”, promossa per il 2019 dalla Biblioteca di Albino, con il chiaro obiettivo di promuovere la conoscenza, la valorizzazione e lo sviluppo degli ambienti estremi e d’avventura, in un ottica culturale ed eco-turistica. Diversi gli incontri proposti, presso la Saletta Rivola della Biblioteca. L’ultimo della serie è in programma venerdì 24 maggio, alle 16.30. E’ un reportage di viaggio del 1999, dal titolo “I miti del Rajasthan”, che vede ancora una volta impegnato quale relatore Lino Schena, 67 anni, esperto “viaggiatore” albinese. Il soggetto è il Rajasthan,

l’India del Nord, quella dei rajput, dei deserti e delle città fortificate. E’ l’India magica, che tutti sognano di visitare. Rappresenta un po’ la realizzazione dell’immaginario

collettivo: Maharaja, elefanti, cammelli, palazzi, pavoni… Ma anche la città blu (Jodhpur), la città rossa (Jaipur), la città d’oro (Jaisalmer): mete classiche per chi decide di fare un viaggio indimenticabile nel Rajasthan. Blu perché le case di Jodhpur sono dipinte

di blu, una sostanza che serve a tenere lontani gli insetti. Rossa per il colore dominante dei palazzi di Jaipur. D’oro per la tonalità che gli edifici di Jaisalmer assumono al tramonto. Il Rajasthan è lo Stato più famoso dell’India, forse per quell’aria principesca eppure esotica che caratterizza tutte le sue città. Infatti, il clan dei Rajput, che da sempre governava su queste regioni, ha consentito la creazione di piccoli regni, che includevano palazzi magnifici, fortezze straordinarie, templi, giardini che, conservando le proprie tradizioni, usi e costumi, da sempre affascinano l’occhio del viaggiatore straniero. Come quello di Lino Schena che, vent’anni fa, si è inoltrato in questa regione fantastica, che ora tutti potranno ammirare grazie ad un interessante video-documentario.


PAESE MIO Maggio 2019

> NOTIZIE < 15 >

PAESE MIO BG

Escursioni in montagna con il “G.S. A.Marinelli”

Primavera, tempo di passeggiate. Ben lo sa il G.S “A.Marinelli” di Comenduno, in particolare la sezione di alpinismo escursionistico “Marcello Noris”, che, nell’ambito delle attività promozionali e ricreative della FIE (Federazione Italiana Escursionismo), ha programmato per la primavera 2019 una serie di escursioni nelle “terre alte”. Del resto, oltre allo sci, all’atletica e al calcio, l’alpinismo escursionistico è una delle discipline che da sempre caratterizzano l’operato del sodalizio sportivo di Comenduno. Escursioni interessanti e coinvolgenti, adatte a tutti i target di camminatori, che rappresentano

Fare sport in allegria e amicizia, scoprendo discipline nuove, partecipando a giochi e tornei, insieme a tecnici preparati e competenti. Anche quest’anno, la società “EPUNTOS” (educazione.sport), in collaborazione con la scuola “S.Anna” e il patrocinio del Comune di Albino, organizza “Fuori Campo”, un camp estivo multisportivo, rivolto ai ragazzi dai 4 ai 13 anni. Chiari gli obiettivi: promuovere l’attività sportiva sul territorio, in una fase dell’anno libera da impegni scolastici; dare ai ragazzi la

un primo “assaggio” del più ricco programma di escursioni estive. Il primo appuntamento è per giovedì 23 maggio al Monte Madonnino (m.2502). Da Valgoglio (loc. Bortolotti) si sale al rifugio Cernello e alla Costa d’Agnone, e infine al Monte Madonnino; poi, passaggio al Passo Portula, ritorno alla Costa d’Agnone, al Rifugio Cernello e arrivo in loc. Bortolotti. Partenza alle 7 da Villa Regina Pacis. Giovedì 30 maggio, invece, la destinazione è il Rifugio Rino Olmo: si parte dal Passo della Presolana, si fa tappa alla Baita Cassinelli, al Bivacco Città di Clusone, si supera il Passo di Pozzera e si arriva

al rifugio. In rientro tocca un’altra strada: Passo di Olone, malga del Campo, malga della Presolana, rifugio Baita Cornetto, malga Corzenine, Passo della Presolana. Partenza alle 7 da Villa Regina Pacis. Ed eccoci a giovedì 6 giugno: obiettivo le Cime di Grom (m.2773). Si parte dal Colle di Val Bighera, quindi Passo del Mortirolo (non esistono sentieri numerati, la salita e la discesa può essere fatta sia per la cresta SSW che per la cresta SSE rimanendo nella larga dorsale Sud. Anche in questo caso, partenza alle 7 da Villa Regina Pacis. Sempre a giugno, ma giovedì 13, escursione al Bivacco Valerio Festa

(m.2330). Partenza dal Rifugio Alla Cascata Val d’Aviolo, tappa al Rifugio S.Occhi all’Aviolo, costeggio del Lago d’Aviolo, salita al Passo di Gallinera e, infine, arrivo al Bivacco Valerio Festa. Ritrovo alle 7 in Villa Regina Pacis. Giovedì 20 giugno, invece, escursione al Monte Legnone (m.2609). Si parte dai Roccoli dei Loria, in Comune di Tremenico (LC), si segue l’Alta Via della Valsassina, si toccano i Pascoli di Agrogno (m.1644), si supera il Bivacco Silvestri e si raggiunge in circa 3 ore e mezza il Monte Legnone (m.2609). E una salita per escursionisti esperti. Si parte alla 6.30 da Villa

Regina Pacis. Anche l’escursione di giovedì 27 giugno al Rifugio Mambretti (m.2004), vede la partenza alle 6.30. Si parte dalla Piana di Agneda (m.1275), si supera la Val d’Ambria (Sondrio), si costeggia il Lago di Scais (m.1500), si sale all’Alpe e alle Baite di Caronno (m.1620) e così si raggiunge il Rifugio

“Fuori Campo”, il camp estivo multisportivo

possibilità di conoscere, imparare e mettere in pratica i fondamenti di base di diverse discipline sportive; ma anche favorire occasioni di incontro e di socializzazione. Il progetto si articola su quattro mesi: dal 10 giugno all’11 settembre, con percorsi articolati in cinque giorni: 10-14 giugno, 17-21 giugno, 24-28 giugno, 22-26 luglio, 26-30 agosto, 2-6 settembre; l’ultimo “step” è solo di tre giorni: 9-11 settembre. A giugno, presso il centro sportivo “Rio Re”; a luglio, presso gli impianti

della scuola “S.Anna”; ad agosto e settembre, presso il parco e la palestra delle scuole medie di Desenzano-Comenduno. L’orario è sempre lo stesso: dalle 8 alle 17. Diverse le attività sportive proposte nell’arco della giornata, intervallate da merenda e gioco libero. Verranno sperimentati gli sport più conosciuti (basket, calcio, pallavolo) e verrà dato grande risalto a quelli meno praticati come: atletica leggera, unihockey, rugby, pallamano, arti marziali, scherma, arrampicata e

MTB, pallabase. Le novità dell’edizione 2019 sono ginnastica artistica e hiphop. Le attività saranno suddivise per fasce d’età, alla presenza di istruttori qualificati per ogni singolo sport. “Siamo un’associazione sportiva creata da docenti di educazione fisica ed esperti nelle scienze motorie – spiegano i promotori di “Fuori Campo” - La nostra principale attività consiste nell’ideazione e nella realizzazione di progetti sportivi e socio-ricreativi in Bergamo e provincia. Da anni, poi, collaboria-

mo con società sportive, istituti scolastici, associazioni genitori, enti che si occupano di disabilità e tempo libero”. A dimostrazione della qualità dei tecnici presenti, le varie attività sportive verranno arricchite da momenti di riflessione e aggiornamento sui fatti di attualità sportiva, sul valore educativo e formativo dello sport e sull’arbitraggio. Il costo è diversificato: per i “cinque giorni” di sport, 100 euro se residente ad Albino, 105 euro, se residente fuori Albino; dal 9 all11 settembre, 60 euro.

Mambretti. Tutti i rientri sono previsti per le 16.30-17.00. Per informazioni, rivolgersi ai coordinatori di settore: Sandro (349.4202489), Armando (339.8964508) oppure in sede nei giorni di lunedì e giovedì, dalle 20.30 alle 22.30. Ti.Pi.

E possibile usufruire del servizio mensa: 30 euro per cinque pasti; oppure si può tranquillamente portare il pranzo al sacco da casa. Per iscriversi: www.epuntos.it oppure presentarsi di persona, il 5 giugno, dalle 18 alle 19, presso la sala riunioni del Palazzetto dello Sport di Albino. Comunque, “Fuori Campo” verrà presentato martedì 28 maggio, alle 20.30 e venerdì 23 agosto, alle 20.30. Per contatti: 340.5957531 T.P.


> NOTIZIE < 16 >

Da un grande dolore ad un grande progetto. Questo il file-rouge che unisce la storia dell’associazione Federica Albergoni onlus, che nel 2010 compie 10 anni di attività. Premessa È la notte di Natale del 2009 quando a Maurizio e Maria viene comunicato dai medici che Federica, diciannovenne e figlia unica, è morta di una leucemia fulminante. La vita è imprevedibile quanto la sua fine e, si sa, il tempo non allontana il dolore, soprattutto la morte di un figlio che è la cosa più innaturale al mondo, ma si può scegliere se sprofondarci dentro o trasformarlo in forza e coraggio. Come dice Maurizio, il papà di Federica: “...è lei che ci ha chiesto di fare tutto questo e ci da la forza per realizzarlo”. E gli amici lo sostengono. Fefe non c’è più, ma altre vite possono essere ancora salvate. L’anno successivo, genitori, parenti ed amici uniscono le forze per costituire un’associazione con il fine ultimo della donazione di midollo os-

PAESE MIO Maggio 2019

PAESE MIO BG

10° anniversario di fondazione per l’associazione “Federica Albergoni Onlus” seo, che possa aiutare tutti quei malati che ancora una speranza l’hanno. Elaborano un programma, contattano enti e associazioni, chiamano a raccolta volontari; insomma, mettono in moto una macchina che ha tutta l’intenzione di fare un lungo e proficuo lavoro. Chiari gli obiettivi: divulgare la cultura della donazione, sensibilizzando soprattutto i giovani, nonché promuovere campagne informative attraverso incontri nelle scuole e organizzazione di assemblee pubbliche su tutto il territorio bergamasco e non solo. Progetti realizzati • Ogni anno si tengono incontri informativi presso le scuole di tutta la Bergamasca. • Dicembre 2014: acquisto di un termociclatore per il reparto di immunoematologia medicina trasfusionale dell’ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo, per velocizzare i processi di catalogazione delle provette dei tipizzati. • Giugno 2015: attrezzatura di completamento del termociclatore. • Settembre 2015: inaugurazione dell’Unità Mobile, per avvicinarsi sempre più al cittadino che vuole tipizzarsi (cioè effettuare un solo prelievo di sangue che verrà successi-

vamente categorizzato ai fini della compatibilità ed eventuale donazione), evitando di recarsi di persona presso i laboratori per la tipizzazione (Centro Donatori di Bergamo presso l’ospedale Papa Giovanni XXIII). Il progetto non è stato semplice: raccogliere fondi per acquistare un camper, attrezzarlo come ambulatorio per i prelievi e la compilazione della modulistica, richiedere l’autorizzazione agli enti preposti (ATS e ASST), trovare personale medico ed infermieristico volontario e certificarlo, ecc., ha comportato un dispendio di energie non da poco. Si è sommato, inoltre, il fatto che per questo tipo di unità mobile non esisteva normativa specifica, perché primo caso in Italia. Ma questo non ha fermato l’associazione. Ci è voluto il suo tempo, ma alla fine tutto questo viene realizzato. Grazie all’Unità Mobile si sono avviate, pertanto, campagne di prelievi di sangue per la tipizzazione in tanti Comuni della provincia direttamente a bordo del “Camper di Federica”. Ad oggi, su 1168 tipizzati a fine 2018, 13 vite sono state salvate, essendo risultate compatibili a 13 tipizzati che, prima contattati telefonicamente e poi fisicamente chiamati a donare, hanno abbassa-

to drasticamente la soglia di 1:100.000 (percentuale di compatibilità a livello mondiale). • Dicembre 2015: prima borsa di studio per un giovane biologo presso il laboratorio di immunogenetica dell’ASST Papa Giovanni XXIII. • Maggio 2017: seconda borsa di studio per un giovane biologo presso il laboratorio di immunogenetica dell’ASST Papa Giovanni XXIII. Per tutto il lavoro svolto, l’associazione ha ricevuto due attestati: . Premio della Bontà da parte dell’U.N.C.I (Unione Nazionale Cavalieri d’Italia) . Attestato di Benemerenza “Renato Stilliti” a nome di Albergoni Maurizio, dalla Provincia di Bergamo Progetti per il 2019 • Terza borsa di studio per un giovane biologo presso il laboratorio di immunogenetica dell’ASST Papa Giovanni XXIII; • Organizzazione di manifestazioni per il 10° anno dell’associazione: 14 settembre: presso il PalaAlpini di Albino (Parco Alessandri), concerto di apertura delle manifestazioni del decennale con la band internazionale “The Vipers – Queen tribute”; e presentazione delle iniziative;

30 novembre: concerto operistico presso l’Auditorium di Albino “Io, Verdi… mi racconto”, viaggio attraverso le più belle pagine verdiane; Progetti per il 2020 Incontro con i massimi esponenti del centro donatori di Bergamo, reparto trasfusionale ed ematologia; Concerto musicale “Canzoni di una vita… canzoni per la vita”; Manifestazione podistica “8 ore x 1 atleta”: gara staffetta in cui otto atleti a squadra corrono a testa

per un’ora. Inoltre, possibilità di partecipazione ad “un chilometro di solidarietà”, 1 km senza obblighi di tempo, ma con la facoltà di farsi cronometrare. A corredo, prelievi per la tipizzazione sull’Unità Mobile; Divulgazione al di fuori della Bergamasca del progetto dell’Unità Mobile; Concorso scolastico sul tema della donazione; Incontri informativi in scuole e Comuni; Per info: www.associazionefedericaalbergoni.org 334 7836355 Ti.Pi.

Dai Gruppi di Lettura della Biblioteca: Au revoir! Due gruppi di lettura e tanti libri francesi quest’anno hanno movimentato la biblioteca di Albino. Un programma stilato in collaborazione con Giuseppina Cilli, francesista e appassionata lettrice, ha visto classici francesi alternarsi a nuove voci della Francia contemporanea. E per il prossimo anno i vulcanici lettori e Giuseppina Cilli hanno programmato un fitto calendario di incontri di letture di libri e di articoli, tutto in lingua francese. Un’occasione unica e gratuita per esercitare questa utile e affascinante lingua straniera. Il programma delle letture sarà arricchito anche da molto altro. Non mancano i suggerimenti di lettura estivi che saranno pubblicati a maggio sul sito internet della Cultura e Biblioteca di Albino. Silvia Zanoni, bibliotecaria responsabile gruppi di lettura


> NOTIZIE < 18 > “La danza è poesia, perché il suo fine ultimo è esprimere sentimenti, anche se attraverso una rigida tecnica. Il nostro compito è quello di far passare la parola attraverso il gesto”. Questo il pensiero sulla danza della più grande étoile italiana del ‘900 Carla Fracci, direttrice artistica del Liceo Musicale e Coreutico “A. Locatelli” di Bergamo, che dal 2013, unico in provincia di Bergamo e secondo (con quello di Busto Arsizio) in tutta la Regione Lombardia, insegna l’arte tersicorea. Un’opportunità fantastica per questi giovani che vogliono seguire le orme di Roberto Bolle ed Eleonora Abbagnato, o addirittura di Raffaele Paganini e Oriella Dorella. Un “unicum” scolastico, diretto dal preside Prof. Giuseppe Di Giminiani, che può vantare, appunto, la presenza in organico di Carla Fracci, icona mondiale della danza, la ballerina

PAESE MIO Maggio 2019

PAESE MIO BG

“Concerto in danza” in favore dell’Oncologia

dalla fama intramontabile, che segue le lezioni di tecnica della danza classica e di laboratorio coreografico tenute dalla prof. ssa Elena De Laurentiis, e cura artisticamente gli spettacoli e gli eventi organizzati dal liceo. Fra questi “Concerto in danza”, uno spettacolo di danza e musica dal vivo, in programma martedì 28 maggio, alle 20.30, presso il Teatro Creberg di Bergamo. Protagonista è proprio il corpo di ballo del Liceo Musicale e Coreutico, con le coreografie e la regia della Prof.ssa Elena De Laurentiis, coadiuvata da Marta Ottolenghi e Veronica Cionni. L’evento, che vede il patrocinio del Comune di Bergamo, dell’ACI Bergamo (nella persona del presidente Valerio Bettoni), del Panathlon Bergamo e dell’Accademia Nazionale di Danza, nonché il contributo di realtà imprenditoriali e commerciali, si avvale della

collaborazione tecnica di Clay Paki, azienda bergamasca leader dello showlighting. Lo spettacolo si articola in due momenti. Dapprima, una serie di danze proposte dal corpo di ballo del Liceo Coreutico “A. Locatelli” di Bergamo, presente con 50 allievi danzatori, dalla classe prima alla quinta. “Due quadri distinti - spiega la regista e coreografa dell’evento la Prof.ssa Elena De Laurentiis – Si parte con una mia rielaborazione del balletto Don Chisciotte, nella sua versione più famosa, quella del coreografo Marius Petipa, sulla musica di Aloisius Ludwig Minkus: i ragazzi svilupperanno le scene del “sogno” di Don Chisciotte, dell’incontro con Dulcinea, dei viaggi nella Meseta, in una Spagna di arene e toreri. Poi, danza contemporanea con “Le 4 Stagioni” di Antonio Vivaldi, con coreografie di Marta Ottolenghi”.

A seguire, salirà sul palcoscenico Carla Fracci, “madrina” della manifestazione, che, intervistata dal presentatore dell’evento, il giornalista e musicologo Fabio Santini, si racconterà al pubblico, attraverso storie ed aneddoti. “Questo spettacolo è una grande opportunità per i giovani studenti del Liceo Coreutico – spiega la “regina della danza” Carla Fracci – I giovani, le nuove leve, devono avere la possibilità di calcare il palcoscenico, di esibirsi davanti al pubblico: solo così possono respirare l’atmosfera del teatro, che fa crescere a livello formativo e umano”. La seconda parte dell’evento vede impegnata la “Nails Live Band”, una cover-band di alto livello, che già lo scorso novembre si è esibita al Teatro Creberg in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne. “Proporremo un concer-

to dedicato alle migliori interpreti femminili della musica italiana – spiega la cantante Barbara Ravasio - Grandi successi di famose artiste, come Laura Pausini, Emma Marrone, Giorgia, Irene Grandi, Ornella Vanoni, Mina, Fiorella Mannoia, Gianna Nannini e altre”. Lo spettacolo “Concerto in danza” si caratterizza per la sua valenza solidale: infatti, il ricavato sarà devoluto all’associazione “Amici dell’Oncologia Val Seriana-Val Cavallina”, un gruppo di volontariato sociale, operante ormai da 13 anni in Bergamasca, che sostiene e aiuta i malati oncologici e le loro famiglie, offrendo conforto e vicinanza, un supporto psicologico, soprattutto ai famigliari, e un concreto aiuto per il miglioramento della qualità di vita dell’assistenza oncologica. Per poter lavorare in tutta funzionalità, però, c’è bisogno del sostegno di tante realtà e sensibilità.

Pertanto, ecco spiegato l’allestimento e l’organizzazione di tante iniziative, incontri e attività sul territorio, come questo concerto, per creare una maggiore sensibilizzazione sul problema e formare così una coscienza sociale fondata sulla solidarietà e la partecipazione. Ospite d’eccezione il musicista e compositore Roby Facchinetti, leader dei Pooh, da sempre attento e presente a iniziative di natura sociale e solidale. “Questo spettacolo è un’iniziativa nobilissima, alla quale non potevo rinunciare, per via dei risvolti solidali che sottende – spiega Roby Facchinetti – Non posso che applaudire i volontari dell’associazione per il grande lavoro che svolgono, veramente esemplare. Inoltre, sono doppiamente contento di partecipare allo spettacolo, perché si svolge nella mia città, che amo tantissimo”. Tiziano Piazza

Attività dell’Azione Cattolica Come ormai è tradizione, nel mese di Febbraio, l’Azione Cattolica ha promosso l’iniziativa della vendita delle primule il cui ricavato è stato donato alle Associazioni per la Vita. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione del progetto. Il 6 Aprile in concomitanza della Festa della Sacra Spina gli aderenti e non dell’Azione Cattolica hanno partecipato al pellegrinaggio a San Giovanni Bianco. Dopo l’ascolto della storia della S. Spina e la Santa Messa c’è stato l’emozionante bacio alla S. Spina. Don Diego, parroco di San Giovanni Bianco, ha messo a disposizione una stanza dell’oratorio per il pranzo condiviso. Un ringraziamento va a Don Diego per l’accoglienza che ha riservato al gruppo e a tutti coloro che hanno organizzato il pellegrinaggio. Il prossimo pellegrinaggio sarà all’Abbazia di Nonantola. In occasione della riapertura al culto, Papa Francesco ha concesso un Anno Santo Straordinario con l’apertura della Porta Santa per ottenere l’indulgenza plenaria. Infine, continuano gli incontri mensili con Mons. Ilario. Anna Maria B. 


SALUTO DEL SINDACO Cari Albinesi, in questo numero di maggio 2019 di PaeseMio troverete gli ultimi contributi miei e della mia Giunta essendo ormai prossima la scadenza del mio mandato amministrativo. Per un bilancio generale dei cinque anni della mia amministrazione Vi rimando alla Relazione di Fine Mandato 2014 -2019 che troverete insieme a PaeseMio, un opuscolo realizzato a cura e a complete spese dei membri della Giunta e del Presidente del Consiglio Comunale, quindi senza alcun costo per il Comune. In questo rendiconto di fine mandato troverete anche il mio saluto a tutti Voi e a tutti coloro che mi hanno sostenuto in questi lunghi e impegnativi anni di lavoro per la mia comunità. Voglio comunque ancora ringraziare tutta la squadra della Giunta e dei Consiglieri di maggioranza per il grande lavoro fatto nonché tutti i dipendenti comunali per la loro alta professionalità e collaborazione. Ma soprattutto voglio ringraziare tutti Voi cittadini che mi siete sempre stati vicino facendomi sentire Sindaco di tutti. Il Sindaco, Fabio Terzi

Anche due Albinesi “Giusti tra le Nazioni”.

Solenne cerimonia per la consegna del riconoscimento ai coniugi Edoardo Nicoli e Elisabetta Belotti. Anche Albino e la Valle del Lujo sono stati la cornice di una di quelle storie di solidarietà e di coraggio che si leggono solo nei libri o si vedono solo alla televisione. Quasi ottant’anni fa, gli sposi Edoardo Nicoli e Elisabetta Belotti di Dossello, nel pieno dell’occupazione nazifascista, durante l’autunno e l’inverno a cavallo tra il 1943 ed il 1944, nascosero e protessero presso la propria casa due famiglie ebree, i Gallico di Mantova e i Goldstaub di Milano, grazie an-

che all’aiuto dell’allora parroco Don Angelo Zois. Così, lunedì 15 aprile, questa bellissima pagina di storia è stata riscoperta durante la solenne cerimonia tenuta in sala consiliare in cui si è proceduto alla consegna del riconoscimento di “Giusti tra le Nazioni” alla coppia di sposi della Valle del Lujo. La città di Albino ha avuto l’onore di ospitare il Consigliere dell’Ambasciata di Israele per gli affari turistici, la Sig.ra Avital Kotzer Adari, che ha consegnato nelle mani dei figli dei coniugi Nicoli, Edgardo e Osanna, la pergamena e la medaglia inviate direttamente dallo Yad Vashem di Gerusalemme, ovvero l’istituzione preposta per la nomina a “Giusti tra le Nazioni”. Presenti in sala consiliare, tra i vari discendenti delle famiglie Gallico e Godstaub, anche due delle allora bambine che furono protette e salvate dai nostri concittadini di Dossello, Lidia Gallico ed Emma Goldstaub. Un clima di profonda commozione e di intensa partecipazione ha pervaso tutta la cerimonia grazie anche alle poesie e alle musiche della tradizione ebraica proposte da alcune classi delle scuola Fratelli Bulandi e della paritaria di Sant’Anna. Dopo la decisione all’unanimità del Consiglio Comunale nel 2016 di richiedere allo Yad Vashem di Gerusalemme il riconoscimento di “Giusti” per i coniugi Belotti, ottenuto grazie alla preziosa testimonianza dei discendenti delle famiglie Gallico e Goldstaub, si è giunti a questa indimenticabile ed intensa giornata dopo quasi tre anni di continui contatti con l’Ambasciata d’Israele e di meticolosi preparativi. Nel pomeriggio, la folta delegazione si è spostata a Dossello, presso la chiesa parrocchiale, dove con una cerimonia più semplice è stata donata al parroco Don Adelio Quadri una targa commemorativa da apporre sulla canonica per ricordare la figura di Don Angelo Zois che tanto fece per le famiglie ebree in Valle del Lujo in quei tristi anni dal 1943 al 1945. Il Sindaco Fabio Terzi

Consegnati 41 Diplomi per la Medaglia d’Onore ai parenti dei militari albinesi internati nei campi di concentramento nazisti Domenica 6 maggio, nell’Auditorium Comunale di Albino, si è svolta la cerimonia di consegna di 41 Diplomi ad altrettanti militari albinesi deportati e internati nei campi di concentramento tedeschi, ai quali era già stata conferita la Medaglia d’Onore da parte del Prefetto di Bergamo Elisabetta Margiacchi in occasione del Giorno della Memoria lo scorso 26 gennaio. L’onorificenza della Medaglia d’Onore, istituita con la legge n. 296 del 27 dicembre 2006, viene concessa a tutti quei cittadini italiani, militari e civili, che furono deportati ed internati nei lager nazisti per essere destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra tra il 1943 e il 1945. L’Amministrazione Comunale, dall’anno scorso, ha voluto riproporre un momento più intimo all’interno della nostra comunità, per ricordare quei soldati albinesi che dopo l’8 settembre 1943, per aver rifiutato di collaborare con i nazi-fascisti, furono deportati e internati nei lager tedeschi. Per questo accanto alla Medaglia istituita dalla Repubblica Italiana, l’Amministrazione ha deciso di realizzare anche un Diploma per rendere onore alla memoria dei suoi cittadini internati nei campi tedeschi. La consegna del Diploma è stata l’occasione per rivivere con più calma e con più coinvolgimento le emozioni provate durante la cerimonia ufficiale di conferimento della Medaglia da parte del Prefetto di Bergamo. E’ stato così possibile collegare i nomi dei nostri soldati a delle storie, tante storie di sofferenza e di dolore. Come quella di Albino Pezzoli, internato e deceduto nel lager di Bergen-Belsen, lo stesso in cui morì anche Anna Frank. Oppure come la storia più fortunata di Carrara Giuliano che internato in un campo tedesco in Albania, venne liberato e si unì alla lotta partigiana nei Balcani inquadrato nella Divisione Garibaldi. Dolorosa ma a lieto fine la vicenda del sottotenente degli alpini Luigi Goisis, che internato in Germania come IMI 7377, riuscì a fare ritorno a casa e divenne poi sindaco del comune di Albino. Ma sarebbero ancora tante e tante le storie dolorose o meno dolorose dei militari albinesi, raccontate anche attraverso la lettura di alcune loro lettere, ma purtroppo lo spazio è tiranno. Queste medaglie e questi diplomi non bastano certo a risarcire tutti quei poveri soldati e le proprie famiglie per le sofferenze e per le perdite subite, ma certo rappresentano un riconoscimento morale nei loro confronti e uno stimolo per tutti noi per tenere viva la loro memoria e per rinnovare il ricordo di una delle più tristi pagine della nostra storia. Il Sindaco Fabio Terzi


Albino

Albino Sociale: 5 anni di Assessorato ai Servizi Sociali

Sono ormai passati cinque anni da quando il Sindaco Fabio Terzi mi ha nominato suo Vicesindaco e Assessore ai Servizi sociali e in questo quinquennio la Nostra Amministrazione, spesso nel silenzio, ha promosso molte iniziative nel settore dei servizi sociali. Come Assessore ritengo fondamentale ringraziare, da un lato, tutti i dipendenti comunali che in questi anni hanno collaborato con me, dall’altro lato, il mio movimento, la Lega, per avermi sempre supportato nelle iniziative promosse dall’Assessorato ai Servizi Sociali e, da un altro lato ancora, Fabio Terzi per avermi dato la sua fiducia in questi anni. Di seguito molte delle iniziative promosse nell’ambito dei servizi sociali durante l’amministrazione Terzi: Iniziative e Progetti dell’Ambito Territoriale Albino - Valle Seriana e non solo 4 Promosso Beatrice, il progetto di Welfare Aziendale Territoriale, con l’attivazione di rapporti diretti con le aziende del territorio a beneficio dei dipendenti residenti; 4 Nuovo regolamento dei servizi sociali con il superamento degli scaglioni ISEE introducendo la tariffa puntuale per i servizi sociali e scolastici; 4 Incrementato da € 27 a € 29 pro-capite il contributo all’Ambito Territoriale della Valle Seriana (organizzazione che gestisce i servizi sociali sovracomunali); 4 Passaggio al SAD (Servizio di Assistenza Domiciliare) d’ambito con la presenza di diversi soggetti erogatori del servizio; 4 Promosso l’occupazione di persone con fragilità prima con i PRR e poi con i TRR (Tirocini Riabilitativi Risocializzanti); 4 Contrasto al gioco d’azzardo coordinato tra i vari Comuni della media e bassa Valle Seriana;

4 Promosso il progetto dell’ATS Città Sane con il riconoscimento per la Città di Albino della qualifica di Comune che promuove la salute per cinque anni consecutivi; 4 Attivazione della Convenzione con l’Albergo Popolare di Bergamo per l’accoglienza ad adulti in difficoltà; 4 Attivazione del punto raccolta domande delle donne in gravidanza per il reddito autonomia; 4 Promozione di progetti sperimentali “Dopo di noi”; 4 Punto raccolta voucher regionali per progetti autonomia per persone con disabilità (cosiddetta misura B2) e disabilità gravissima (cosiddetta misura B1); 4 Promozione primi progetti sperimentali per la vita indipendente di persone con disabilità. Iniziative e Progetti rivolti alla fascia 0-18

4 Adesione all’iniziativa regionale Nidi Gratis (circa l’80% degli iscritti non paga la retta beneficiando del contributo regionale); 4 Adeguamento dell’asilo nido comunale alle nuove normative relative alla sicurezza; 4 Valorizzata la psicopedagogista al nido quale supporto sia per la formazione sia per i genitori dei bambini/e del nido; 4 Nido comunale di Albino secondo classificato al concorso regionale per l’uso di materiali naturali; 4 Convenzione per 10 posti convenzionati al Micronido della Valle del Lujo (con beneficio della misura nidi-gratis); 4 Investimento in costante aumento per l’assistenza educativa scolastica ai bambini e ragazzi con disabilità (investendo negli ultimi anni oltre € 500.000,00 per questo fondamentale servizio); 4 Introdotto il regolamento che vieta di iscrivere alla mensa scolastica e al trasporto scolastico coloro che hanno debiti per detti servizi (risparmiando così di de-

cine di migliaia di euro, prevedendo comunque la possibilità dell’esenzione della retta per particolari situazioni segnalate dai servizi sociali); 4 Incremento del contributo di € 100,00 (da € 420 a € 520) ad iscritto residente alle Scuole dell’infanzia paritarie al fine di consentire il contenimento delle rette; 4 Sostegno agli spazi aggregativi parrocchiali (spazi compiti); 4 Incremento del contributo ai CRE Parrocchiali con il fine del contenimento delle rette; 4 Assistente sociale dedicato ai minori; 4 Attivazione del progetto adolescenza del Comune di Albino, in raccordo con le scuole, la biblioteca, gli oratori e le diverse agenzie educative del territorio (TAGE). Iniziative e Progetti per il sostegno agli albinesi in difficoltà 4 Maggior controllo ed equità nell’erogazione dei contributi economici alle famiglie albinesi; 4 Nuovo regolamento per l’erogazione dei contributi economici; 4 Attivazione della raccolta diretta in Comune, da parte di personale dell’Area Servizi alla Persona e non più ai CAF, delle domande per le case popolari; 4 Attivazione della raccolta diretta in Comune, da parte di personale dell’Area Servizi alla Persona e non più ai CAF, delle domande per gli assegni INPS per i nuclei con 3 o più figli e maternità; 4 Attivazione della raccolta diretta in Comune, da parte di personale dell’Area Servizi alla Persona e non più ai CAF, delle domande per i contributi gas ed energia; 4 Raccolta delle domande di Reddito Inclusione con supporto di équipe con professionalità integrate (educatori, sanità, ufficio provinciale del lavoro); 4 Adesione al protocollo Diakonia con ben oltre 55 famiglie che hanno potuto beneficiare di un aiuto corposo per il pagamento dei canoni di locazione; 4 Bando per l’assegnazione degli alloggi ERP (Case popolari); 4 € 39.000 per il Fondo di solidarietà Aler volto alla riduzione della morosità degli inquilini delle case Aler; 4 Progetti specifici per nuclei familiari in emergenza abitativa; 4 Attivazione sportello informativo in biblioteca sul maltrattamento o violenza sulle donne; 4 Stipulata la convezione “Legami di Pane” investendo € 10.000,00 all’anno per la distribuzione dei pacchi alimentari; 4 Nuova sede per il progetto “Legami di Pane”; 4 Distribuzione di circa 15 pasti giornalieri gratuiti a persone in difficoltà nel periodo scolastico tramite il recupero delle eccedenze della ristorazione scolastica; 4 Promozione degli orti sociali per soggetti assistiti dai servizi sociali; 4 Utilizzato per alcuni anni lo strumento dei voucher per favorire l’inserimento lavorativo tramite apposita graduatoria di persone in difficoltà; 4 Acquisto del Lujo Bus per favorire il trasporto di soggetti fragili e per iniziative educative; 4 Assistente sociale dedicato al disagio adulto. Iniziative e Progetti a favore dei nostri anziani 4 Sostegno agli anziani che non riescono a pagare integralmente la retta della Casa di Riposo (con un investimento annuo medio di circa € 55.000,00); 4 Forte collaborazione con la Fondazione Honegger, anche in relazione alla gestione del trasporto degli anziani che frequentano il centro diurno integrato; 4 Sostegno concreto al Centro Anziani di Albino; 4 Fattiva collaborazione con l’Anteas; 4 Promosso il progetto Dementia Friendly Community Albino (Albino Città Amica delle Persone con Demenza), volto all’inclusione delle persone affette da demenza; 4 Assistente sociale dedicato agli anziani.

In questi cinque anni la nostra Amministrazione, avendo sempre come centro della propria azione la persona e i suoi bisogni, ha investito molte risorse sia economiche sia umane nei servizi sociali e le azioni esposte in quest’articolo sono solo una parte dell’importante lavoro svolto in questo settore così fondamentale per la nostra Città e per i nostri concittadini.

Avv. Daniele Esposito Vicesindaco – Assessore ai Servizi Sociali della Città di Albino


l’Amministrazione Comunale Informa Nazionale di fotografia in collaborazione « Circolo Fotografico città Approccio di comunità al diabete mellitto di -del1°Concorso Moroni» 2018 - pubblicazione libri «Moroni l›uomo e l›artista» «i Manni» «il tenore Gambarelli» tipo 2 - contributo oneroso ( € 500) in sostegno alla «1° borsa di studio Associazione A cura di ATS Bergamo con la collaborazione e partecipazione dei Comuni, delle Farmacie, dei Medici di Assistenza Primaria e dei loro Infermieri di Studio, di Albino e Pradalunga

Il Diabete Mellito è una malattia metabolica cronico-evolutiva ad alta prevalenza e rilevanza sociale. L’annuario statistico ISTAT 2015 segnala come diabetico il 5,4% degli Italiani. Si stima poi che circa un milione di cittadini (1,6%) ne soffra senza saperlo. In provincia di Bergamo la prevalenza del Diabete Tipo 2 si attesta sul 5,4%. In Italia, inoltre, solo il 63,6% dei diabetici, risulta aderente al trattamento terapeutico, dato che in provincia di Bergamo si attesta al 63,4%. Peraltro insorgenza e complicanze del Diabete Tipo 2 sono fortemente correlate a fattori di rischio comportamentali (scorretti stili di vita come fumo, sedentarietà, soprappeso, cattiva alimentazione). Nell’ambito delle patologie croniche, Regione Lombardia ha da tempo intrapreso un percorso di ridefinizione dei servizi territoriali mirato a garantire la presa in carico complessiva della persona. Il nuovo paradigma della medicina di iniziativa impone poi di sviluppare programmi trasversali che integrino le attività di Tutti gli Operatori coinvolti nei processi di assistenza (territoriali, ospedalieri, dei servizi sociali, di volontariato). In linea con quanto sopra riportato, è stato quindi elaborato un progetto/modello di approccio di Comunità al Diabete Tipo 2, per la sua prevenzione primaria (attività di promozione di corretti stili di vita), secondaria (rilevazione del rischio di Malattia Diabetica) e terziaria (monitoraggio dell’aderenza del soggetto già diabetico alla terapia). Onde verificare l’efficacia della metodologia d’intervento proposta, il progetto verrà proposto, dal 13/05/2019 per 10 settimane nei Comuni di Albino e Pradalunga. Il progetto prevede la somministrazione attiva da parte di un operatore sanitario, in farmacia o presso lo studio del Medico di Assistenza Primaria (MAP), di un questionario, in forma anonima, per la rilevanza del rischio di diabete (DRS – Diabetes Risk Score) a utenti target (età superiore a 45 anni o con specifici fattori di rischio). Al raggiungimento di uno score target, l’utente verrà invitato a recarsi dal proprio MAP per approfondimenti diagnostici. Un secondo intervento prevede il monitoraggio dell’aderenza del soggetto diabetico alla terapia mediante somministrazione, in farmacia o presso lo studio del MAP, di uno specifico test, sempre in forma anonima (Morisky scale – Mercy Clinics, Inc), compilato direttamente dai pazienti. In caso di riscontro di aderenza terapeutica media o bassa l’utente verrà invitato a rivolgersi al proprio MAP. In tutti i diversi momenti di sviluppo del progetto si provvederà alla promozione di corretti stili di vita su argomenti specifici (fumo, corretta alimentazione, attività fisica), anche tramite la distribuzione di materiale divulgativo. Si invita tutta la popolazione a collaborare all’iniziativa. ATS Bergamo

Assessorato alla pubblica Istruzione e Cultura Cinque anni di eventi, sostenendo i tantissimi artisti, le numerose Associazioni Culturali e Sociali del nostro territorio, supportando e creando nuove giornate che, sempre di più, stanno facendo diventare Albino un importante centro culturale e artistico. Di seguito un estratto di ciò che di nuovo ho proposto in questo mandato. Biblioteca - mostre allestite in biblioteca n.62 - presentazione libri di autori Albinesi n. 20 - 2016 rassegna autunnale dei libri - 2017/18 maggio dei libri rassegna con letture/presentazione libri e poesie - 2019 primavera dei libri rassegna presentazione/ letture libri e poesie - creazione sportello ascolto contro la violenza sulle donne in collaborazione Ass. Fior di Loto di Gazzaniga (2018 panchine rosse fuori dal municipio in collaborazione Progetto Giovani) - creazione sportello lavoro in collaborazione con Mestieri Lombardia - allestimento n. 2 “ Baby Pit Stop” per offrire un angolo allattamento/cambio pannolini alle mamme, una postazione presso la Biblioteca e una postazione presso il Municipio Cultura - progetto GATE “EXPO 2015” - ciclo conferenze sui “Promessi Sposi” - ciclo conferenze “Dantesche” su Dante Alighieri - mostre storiche sulla “Grande Guerra 2015/16/17/18 - collaborazione con Unione Ciechi Bg mostra tattile “TOCCARE” 2015, “cena al buio” 2018, visita guidata tattile “Sulla Via delle Pietre” 2019 - Concorso nazionale di Pittura in collaborazione con “Arte sul Serio” 2017/2018

Federica Albergoni « rivolta ai Giovani Ricercatori Ospedale Papa Giovanni BG - rassegne estive musicali in collaborazione Banda di Gazzaniga / ass. Al chiaro di Luna 2015/16/17/18 - Collaborazione Conservatorio BG rassegna «Le 4 stagioni» 2017 - dal 2015 istituzione e commemorazione «Giornata del Ricordo» sullo sterminio delle Foibe - Re-introduzione contributo alla Festa Patronale Madonna della Gamba con contributo al concerto della Banda nella sera della Vigilia di Apparizione - ciclo conferenze « Scienza sul Serio» in collaborazione con Istituto Comprensivo e università di BG 2018 - riconoscimento Istituzionale al lavoro di Remo Ponti con posa di Targa « La via delle Pietre» in località «per Piazzo» 2018 - collaborazione e sostegno alle associazioni culturali per la 1° edizione «Sui passi del Moroni» 2018 - collaborazione e sostegno alle associazioni culturali per la 1° edizio « AlbinoInArte» maggio 2019 - Albino Steet Food 2017/18/19 - collaborazione mostra «Un tesoro sotto i piedi» con il Museo Etnografico della Torre di Comenduno 2018 - mostra « Dieci anni di Auditorium» presso l›Auditorium Comunale 2018 - mostre con patrocinio presso Auditorium Comunale n. 30 - collaborazione con Doc Servizi (gestore Auditorium 2017/19) su concerti, spettacoli teatrali, mostre, convegni Istruzione - “Dote Scuola Comunale” volta ad offrire un sostegno alle famiglie che affrontano la spesa dei libri di testo per la prima classe Scuola Secondaria di primo grado - “Dote Merito” riconosciuta agli studenti 10 e Lode classe terza Scuola Secondaria di primo grado - Bando di concorso “Città del Moroni I Like» concorso di idee rivolto alle scuole del territorio - istituzione di un servizio di vigilanza sui trasporti scolastici in convenzione con L’Associazione Nazionale Carabinieri sez. Media Val Seriana. Voglio ringraziare per la preziosa collaborazione Silvia, Nives,Lucia, Alessandra, Mariarosa,Luisa. Un grazie di cuore a tutti i dipendenti comunali. Un grazie a Fabio, un sindaco che mi ha insegnato molto, grazie ai miei colleghi di giunta e a tutti i consiglieri comunali. Emanuela Testa Assessore Istruzione e Cultura


Albino

“Dal cucchiaio alla città” In questo mio articolo non intendo ripercorrere le innumerevoli vicende che mi hanno visto impegnato per il nostro paese, né elencare le decine di opere di cui ho potuto programmare e seguire la realizzazione (per quello invito tutti i cittadini a consultare la relazione di fine mandato allegata al presente notiziario, in cui sono meglio citati gran parte degli interventi ascrivibili al mio assessorato), ma farVi invece partecipi dell’esperienza maturata con la delega assegnatami dal Sindaco, che mi ha dato l’opportunità e la responsabilità di occuparmi di tutte le opere realizzate da questa Amministrazione. “Dal cucchiaio alla città”: uno slogan piuttosto comune a chi, come me, pratica il mestiere dell’architetto. Coniata nel 1952 da Ernesto Nathan Rogers, noto architetto italiano della prima metà del ‘900, questa celebre frase, che invitava a unificare le metodologie dalla progettazione di piccoli oggetti a quella di intere città, l’ho sentita molto vicina al ruolo e alle attività per le quali mi sono impegnato in questi ultimi cinque anni come Assessore ai Lavori pubblici dell’Amministrazione Terzi. Credo, infatti, di aver riservato a tutti gli interventi la medesima attenzione, indipendentemente dall’importanza e dall’impegno economico che gli stessi rivestivano per il nostro Comune. Spesso anche a discapito del mio lavoro e della mia famiglia, non ho mai risparmiato né tempo né impegno in tutto ciò che, di mia competenza, ha riguardato i lavori pubblici, probabilmente anche perché ho vissuto questo incarico come qualcosa di maggiormente consono alla mia formazione, più tecnica che politica. Ricordo l’inizio di questa avventura come se fosse ieri, da poco insediati e già alle prese con un’opera strategica, come il nuovo ponte di Comenduno, ferma da parecchi mesi per questioni legate alla necessità di una variante alle opere di fondazione. Insieme al Sindaco Terzi, che ho avuto sempre al mio fianco in questa delicata vicenda, ho organizzato riunioni con cadenza giornaliera, chiamando attorno a un tavolo tutti i tecnici che, fino ad allora, non erano riusciti a dialogare in maniera costruttiva. La posta in gioco era troppo alta e il nostro Comune non poteva permettersi di perdere i finanziamenti che Stato e Regione gli avevano accordato, né il nostro territorio poteva fare a meno di questo collegamento strategico. Dopo un mese di incontri siamo riusciti a superare tutte le criticità e i lavori sono ripresi a pieno ritmo, tanto che siamo riusciti a terminare l’opera in poco meno di 180

giorni, salvaguardando così anche l’importante contributo finanziario concesso al nostro Comune (pari a €. 1.000.000,00). Ma c’è di più… nel corso dei lavori siamo anche stati in grado di mettere in campo una variante al progetto finalizzata alla realizzazione del sottopasso della pista ciclopedonale (inizialmente previsto dai tecnici incaricati dall’Amministrazione Rizzi, che aveva dato il via all’opera, ma poi stralciato dalla successiva Amministrazione Carrara nell’intento di contenere l’importo dei lavori), eliminando un pericolosissimo attraversamento “a raso” e salvaguardando così la sicurezza dei nostri concittadini e, più in generale, di tutti i frequentatori di questo importante tracciato. L’attenzione dedicata al nuovo ponte di Comenduno non è stata tuttavia maggiore di quella riservata a molte altre opere. La mia memoria va, ad esempio, alla situazione di disagio sofferta da alcuni cittadini residenti in via Duca d’Aosta, “vittime” delle pompe di calore installate presso le scuole medie “Solari”, la cui eccessiva rumorosità non consentiva loro di poter riposare nemmeno nelle ore notturne. L’Amministrazione che ci ha preceduti non era riuscita a risolvere adeguatamente il problema, se non modificando gli orari di accensione e spegnimento dell’impianto (a discapito, in ogni caso, del corretto riscaldamento dei locali scolastici), ma non ci siamo persi d’animo: nonostante le ridotte possibilità economiche, interpellati alcuni tecnici con specifiche competenze in materia di acustica, con un intervento di insonorizzazione che ha comportato una spesa di soli €. 17.500,00 siamo riusciti a garantire nuovamente il riposo ai nostri concittadini. Posso dire che, nonostante ogni intervento abbia avuto una sua storia, in questi 5 anni ho lavorato e, più in generale, abbiamo lavorato riservando a ogni opera la medesima considerazione, certi che non esistono grandi o piccole opere, ma soltanto interventi legati alle esigenze, ai bisogni e alle aspettative dei cittadini, tutti importanti in egual modo. Arch. Cristiano Coltura Assessore ai Lavori pubblici e Commercio MINICRE Campo estivo per bambini e bambine della scuola infanzia Il mini cre si svolgerà presso la Scuola statale dell’infanzia ComendunoDesenzano Periodo Da 1 luglio a 2 agosto 2019 (5 settimane + 1 a seguire mese di agosto da confermarsi) INCONTRO genitori in BIBLIOTECA martedì 21/05/19 ore 20,30 Iscrizioni in Comune giovedì 23 venerdì 24 sabato 25 maggio 2019 INFO 035/759979 www.albino.it CRE Campo estivo per bambini e bambine della scuola primaria Il cre si svolgerà presso la Scuola secondaria di primo grado Comenduno-Desenzano Periodo Da 1 luglio a 2 agosto 2019 (5 settimane + 1 a seguire mese di agosto da confermarsi) INCONTRO genitori in BIBLIOTECA mercoledì 22/05/19 ore 20,30 Iscrizioni in Comune giovedì 23 venerdì 24 sabato 25 maggio 2019 INFO 035/759979 www.albino.it


l’Amministrazione Comunale Informa Assessorato allo sport Care Cittadine, gentili Cittadini, siamo arrivati alla fine del mandato della Nostra Amministrazione; nel ringraziarvi per la fiducia che mi avete accordato nel corso di quest’ultimo anno insieme, desidero porre alla vostra attenzione un breve resoconto dell’attività svolta dagli assessorati di mia competenza, al fine di condividere con voi alcune delle azioni da me intraprese. Per quanto riguarda lo Sport, numerose sono state le iniziative mosse a sostegno della diffusione della Cultura Sportiva: - Piano diritto allo sport proseguita la collaborazione tra l’amministrazione comunale e le diverse realtà sportive del territorio per offrire l’opportunità agli alunni della scuola primaria di sperimentare, nell’arco dei cinque anni, un po’ tutte le attività sportive promosse dalle diverse associazioni. - L’amministrazione ha deciso di sostenere sostenendo il costo del corso di nuoto e del trasporto per i bambini frequentanti l’ultimo anno della scuola materna - Dote sport Regione Lombardia: Il Comune ha diffuso apposita informativa regionale e ha messo a disposizione una postazione internet nell’atrio della casa comunale. -dotazione di tutti gli impianti sportivi e le palestre di sua proprietà di defibrillatore -Notte Bianca dello Sport: manifestazione intenta a promuovere e divulgare la pratica sportiva in tutte le sue forme grazie alla costante e preziosa collaborazione delle associazioni sportive presenti sul territorio - Patrocinio iniziative Associazioni sportive: l’Amministrazione si è dimostrata vicino alle esigenze delle molteplici realtà sportive presenti sul territorio, patrocinando numerosissime iniziative, anche di fama nazionale, presentate all’attenzione della Giunta condividendone i contenuti le finalità e le modalità di intervento. -Cerimomia di Premiazione degli atleti meritevoli: Premiazione di 6 atleti Albinesi e due squadre di atletica che nel corso dell’anno 2018 si sono contraddistinti nelle loro discipline sportive a livello nazionale portando orgoglio e lustro alla nostra Citta. Per Quanto Riguarda le politiche Giovanili sono state promosse azioni di prevenzione e promozione del benessere rivolti ai ragazzi adolescenti e le loro famiglie grazie alle sinergie con le realtà educative e sociali esistenti la biblioteca comunale e la collaborazione con il mondo della cooperazione, dell’associazionismo, degli oratori, della scuola e le realtà sportive. -DICIOTTO la nascita sociale Apericena in biblioteca e invito ai neo diciottenni per festeggiare il passaggio alla maggiore età

- “Lavori Estivi”: realizzazione di piccoli lavori di manutenzione o legate a esperienze di promozione del senso civico -TAGE: il Comune si fa promotore / coordinatore di un tavolo di coordinamento dei soggetti sociali e educativi del territorio (denominato TAGE) composto da: Comune, oratorio di Albino, Bondo, Comenduno, Desenzano e della Valle, Istituto comprensivo, associazione genitori Scuola paritaria S.Anna, scuole infanzia paritarie, I.S.I.S. Romero e A.B.F., mamme del mondo. Questo è stato solo l’inizio del percorso che ho intrapreso in questo anno e che sono certa potrà avere continuità e innovazione anche negli anni a venire. Per finire, permettetemi di ringraziare Il Sindaco e l’intera Giunta Comunale che fin dal primo giorno del mio insediamento mi ha investito di piena fiducia, le meravigliose persone in rappresentanza delle associazioni Albinesi con cui ho avuto il piacere di collaborare e che hanno arricchito notevolmente il mio bagaglio personale e, non da ultimo, desidero ringraziare i dipendenti comunali per la professionalità e la collaborazione dimostrata durante questo periodo. Alessia Gandini Assessore sport, tempo libero e politiche giovanili

Cari Cittadini, come già anticipato, tramite Comunicazione ufficiale e attraverso i canali istituzionali, la Notte bianca dello sport prevista per lo scorso 4 maggio è stata rinviata come da Programma al 18 Maggio prossimo. Durante questa serata, interamente dedicata alle realtà Albinesi che lavorano sul territorio diffondendo la cultura sportiva da diversi anni, avremo il piacere di avere con noi ospiti illustri che rappresentano tutt’oggi dei veri pilastri dello sport a livello Nazionale tra cui… Non mi resta che salutarvi e Vi invito a partecipare numerosi! L’Asilo Nido Comunale di Albino, presto intitolato “Il giardino del Faggio” ricorda che le iscrizioni nel mese di Maggio si ricevono al Nido lunedì 27 Maggio dalle ore 17.00 alle 18.30. (Si ricorda al genitore che iscriverà il bambino di munirsi di fotocopia documento d’identità) Per informazioni : 035 759090 Mail: nido@albino.it.


Albino In breve... Asilo Nido comunale Si è svolto sabato scorso presso l’Asilo Nido Comunale, presto intitolato “Il giardino del Faggio”, l’open day dove i genitori hanno potuto iscrivere i propri bambini per il periodo di settembre e ottobre. Con la tradizionale apertura si è offerto alle famiglie l’occasione per visitare la struttura con ampio giardino che si trova in viale Gasperini (di fronte alle poste). Nel nido sono attualmente accolti 56 bambini suddivisi in quattro sezioni di età eterogenea, accom-

IMU 2019: confermate le aliquote IMU dello scorso anno e l’esenzione sull’abitazione principale fatta eccezione per le categorie catastali A1 e A8. Il versamento della tassa va eseguito in 2 rate: entro il 17 giugno (acconto) ed entro il 16 dicembre (saldo). Se il versamento viene eseguito in un unica soluzione bisogna effettuarlo il 17 giugno. Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Tributi: tel. 035.759935 e-mail tributi@albino.it Imposte comunali sulla casa TASI 2019: confermata l’esenzione sull’a- o consultare il sito del comune (www.albibitazione principale di residenza e relative no.it). L’Ufficio Tributi è a disposizione dal pertinenze (fatta eccezione per le abitazioni mese di Maggio per effettuare conteggi purchè non vi siano state variazioni anni 2018categoria A1, A8 e A9). pagnati da 9 educatrici e dalla pedagogista Va ricordato che in questo mese di maggio le iscrizioni si ricevono anche lunedì 27 dalle 17,00 alle 18,30 presso il Nido stesso. (Si ricorda al genitore che iscriverà il bambino di munirsi di fotocopia documento d’identità). Per informazioni: 035 759090 o scrivere all’email nido@albino.it.

2019 non pervenute telematicamente Elezioni Di seguito gli orari di apertura degli uffici comunali per la consegna delle tessere elettorali: 4 Venerdì 24 maggio 09:00-18:00 4 Sabato 25 maggio 09:00-18:00 4 Domenica 26 maggio 07:00-23:00 Ritiro organico Si ricorda che da lunedì 6 maggio scorso è ripreso il servizio di ritiro dei rifiuti organici due volte la settimana fino al 30 settembre.

La Voce dei Gruppi Consigliari Le elezioni sono alle porte, il 26 maggio è sempre più vicino e Noi siamo impegnati sul territorio a portare avanti, come sempre le nostre idee ed i nostri ideali con sempre più forza e tenacia. Prima gli Italiani, prima gli Albinesi. Noi stiamo con Salvini. Noi siamo fedeli alle nostre tradizioni, amiamo la nostra gente e ci impegnamo tutti i giorni per il nostro territorio, per la nostra Città e per i nostri cittadini. Vota Lega perché negli ultimi anni hai osservato e seguito l’operato del Capitano, il coraggio e la determinazione, le idee e i principi: li ritrovi tutti nella Lega. Vota Lega perché’ la filiera Lega, Comune - Regione - Stato, porta degli indubbi vantaggi e per crescere e far crescere la nostra città abbiamo bisogno di risorse fresche provenienti da bandi regionali od europei. Vota Lega Salvini Premier! Noi aiutiamo le persone sottotraccia, senza clamore, ma con impegno e dedizione costante. Noi siamo i portabandiera del buonsenso, i paladini di quell’elettorato moderato e di centrodestra che si riconosce nei valori da noi caldeggiati, nel nostro simbolo e nella nostra amministrazione. Noi portiamo avanti il buonsenso del buon Padre di famiglia. Abbiamo fatto un programma importante per fare ancora più bella, più sicura e più pulita la nostra magnifica Città, ecco i punti principali: 4 Realizzazione della nuova scuola dell’infanzia pubblica di Albino; 4 Realizzazione del nuovo parco in area Cà del Nano (Valle del Lujo), con antistante piazza polivalente per ospitare il mercato settimanale; 4 Realizzazione di una rete di mobilità minore in Piazzo al fine di creare un percorso turistico; 4 Ristrutturazione della Piazza del Santuario a Desenzano; 4 Realizzazione di un parcheggio su Via C. Marini (Bondo Petello) nell’area inutilizzata della scuola primaria;

4 Realizzazione di nuovi parcheggi in centro a Vall’Alta; 4 Manutenzione dei cimiteri; 4 Incentivi per l’apertura di nuove attività nei centri storici; 4 Mantenimento del contributo economico alle scuole dell’infanzia paritarie del territorio, al fine di contenere le rette a carico delle famiglie albinesi; 4 Riqualificazione stabile “ex municipio” in via Mazzini con la creazione di nuovi spazi per la biblioteca comunale, per le attività culturali e la creazione di una pinacoteca comunale; 4 Riqualificazione della ex scuola materna Manara con la creazione di una “Casa della Musica”; 4 Riqualificazione del campetto giochi di Perola; 4 Intensificazione dei controlli con l’utilizzo di nuove fototrappole per combattere il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti; 4 Incremento delle telecamere sul territorio per una maggiore sicurezza dei nostri concittadini; Noi Amiamo Albino e lavoriamo con passione per la nostra Città! Sempre. Non dimentichiamo, inoltre, l’importanza di questa tornata elettorale per Albino e per l’Europa, lo STOP alle 4 “B”: Buonisti, Burocrati, Banchieri e Barconi, Basta! Basta! Basta! Vogliamo portare a Bruxelles molti più nostri delegati, per contare di più nella stanza dei bottoni e riformare quell’Europa vecchia e troppo burocratizzata che va cambiata. Gli altri chiacchierano, noi facciamo i fatti! Per continuare a governare la nostra Città abbiamo messo in gioco una lista importante. Eccovi i nomi della Lista Lega – Lega Lombarda - Salvini Lombardia Bianchi Marco, Ciceri Vincenzo, Cogliati Giorgio, Cugini Maura, Esposito Daniele, Frigerio Chiara, Ghilardi Francesco, Ghirardi Fabio, Laini Michela, Lucchetti Ivo, Nicoli Samanta, Noris Dario, Rottigni Giuliana, Spera Giovanni, Testa Emanuela e Zanardi Carlo. Chi si ritrova in questi ideali ed in queste semplici parole, chiare e forti, il 26 Maggio vota Lega. Noi siamo con te, tu stai con noi. Forza Lega

Come promesso lo scorso mese, negli spazi dedicati al gruppo consigliare continuiamo a presentarvi i candidati consiglieri per Civicamente Albino, persone molto entusiaste di questa nuova esperienza e pronte a mettere a disposizione di Albino tutta la loro volontà e le loro idee…. Per cavalleria iniziamo ancora con una donna, ELENA BERERA. Elena, classe 1974 vive con la famiglia a Comenduno, dove continua a portare avanti l’attività di famiglia in un ben noto negozio di abbigliamento sportivo. Oltre ad essere molto appassionata di sport, è impegnata anche nel volontariato dell’Oratorio della sua frazione. Elena, vuole mettere a nostra e a vostra disposizione le sue competenze nell’ambito dello sport e delle politiche giovanili. Nella frazione vicina, Desenzano, abita invece con la moglie e la figlia ROGGERI TOMAS, classe 1975. Anche lui nuovo membro di Civicamente Albino e, grazie al suo lavoro di infermiere in area critica (Pronto Soccorso) e su mezzi infermierizzati ha modo di portarci e di metterci a disposizione una grande esperienza nel campo sanitario e sociale. MASSEROLI MARINO invece è un membro fondatore di Civicamente e attualmente è vice-presidente della nostra associazione. Marino, classe 1953, abita ad Albino con la moglie ed è padre di una figlia. Ritirato dal lavoro ha maturato una lunga esperienza in ambito amministrativo, ricoprendo il ruolo di capogruppo in Consiglio Comunale dal 1999 al 2004, è stato Assessore allo sport e tempo libero dal 2004 al 2009 e dal 2007 al 2009 ha gestito anche la delega ai lavori pubblici. Ad albino risiede con la moglie anche VISMARA ALFREDO classe 1945 padre di due figli. Alfredo è membro fondatore della nostra associazione e ha svolto l’attività di lavoro autonomo come Tributarista, consulente aziendale e societario. Dal 2007 al 2009 è stato membro del Consiglio di Amministrazione della RSA Fondazione Honegger. Sicuramente conosciuto da molti, COLLEONI UBALDO, classe 1956 vive a Casale, sposato, padre di due figli. Ubaldo è molto attivo sul territorio e in questi ultimi 5 anni, grazie anche alla delega al Territorio della Valle del Lujo, ha maturato una grandissima conoscenza

del territorio di Albino, dal 2014 è anche Consigliere Comunale di Civicamente Albino. Molto legato al suo territorio è impegnato anche come collaboratore della Mostra Zootecnica della Valle del Lujo e membro della nuova Associazione allevatori Valle del Lujo. Anche lui Colleoni, COLLEONI FIORENZO BRUNO, classe 1948, abita ad Albino con la moglie ed è padre di due figlie. Fiorenzo ha lavorato una vita in Svizzera e, dopo la pensione, è tornato ad Albino dalla famiglia. Fiorenzo ha portato alla nostra lista la sua grande esperienza di vita all’estero ed oggi è impegnato come volontario nella scuola calcio dell’Oratorio di Albino. Una giovane novità per Civicamente Albino MOROSINI LUCA di Fiobbio. Luca abita con la famiglia nella frazione della Valle dove lavora come artigiano edile e geometra. Classe 1991 è alla sua prima esperienza politica. Vicino alla realtà parrocchiale della sua frazione Luca ha sicuramente gli occhi aperti sulla realtà giovanile ed è voce preziosa per la nostra lista in questo ambito. TROMBETTA CARMEN classe 1972, dopo la laurea in lingue e letterature straniere ha viaggiato molto sia per studi che per lavoro. Abita ad Albino con la famiglia ed è madre di due figli, conosce quindi bene la realtà scolastica di Albino. Le piace l’idea di poter mettere a disposizione la pluriennale esperienza maturata nell’ambito professionale e personale. Nuova entrata in Civicamente Albino è anche VALENTINA BELOTTI che risiede a Cene ma molto conosciuta in Valle del Lujo. Classe 1960, sposata è madre di due figli. E’ molto vicina al mondo agricolo della Valle del Lujo e conosce molto bene questo settore che in Valle è in forte crescita, è Presidente infatti, anche della nuova Associazione Agricoltori della Valle del Lujo . Questi sono gli altri nove membri della nostra lista, una lista CIVICA, una lista entusiasta della ricandidatura di FABIO TERZI e che nei prossimi 5 anni si prefigge, con gli amici di coalizione, di continuare con la buona gestione della cosa pubblica non lesinando su idee nuove. Come tutti in questo periodo, anche noi siamo alla ricerca di un forte consenso popolare, consenso che ci permetta di stare vicini al nostro Sindaco e contribuendo con le nostre idee al bene di Albino. BUON VOTO A TUTTI


l’Amministrazione Comunale Informa

5 anni insieme a Voi, GRAZIE! Sono trascorsi 5 anni da quando, nel giugno 2014, per la prima volta il MoVimento 5 Stelle è entrato all’interno del consiglio comunale di Albino. L’intento era chiaro, cambiare il modo di fare politica anche a livello comunale valutando di volta in volta la bontà delle proposte dell’amministrazione e cercando, per quanto possibile, di portare avanti quel programma studiato ascoltando le esigenze dei cittadini senza imposizioni dall’alto. Nonostante si sia potuto contare su di un solo consigliere di minoranza, sono stati comunque raggiunti degli ottimi risultati anche grazie al fatto che, fin dall’inizio, abbiamo avuto di fronte una maggioranza aperta al dialogo. In particolare vanno ricordati alcuni risultati importanti come la diretta streaming delle sedute del consiglio comunale, l’accesso all’8 per mille per l’edilizia scolastica, la mozione contro lo spreco alimentare, la collaborazione costante e assidua con l’amministrazione per l’introduzione della c.d. tariffa puntuale (che ha portato il nostro comune a sfiorare, in soli due anni, l’89% di raccolta differenziata a fronte

del precedente 75%), la partecipazione ai tavoli tecnici sulla via Mazzini, unica minoranza ad accettare l’invito dell’amministrazione, fino ad arrivare alla mozione per l’acquisto di ulteriori fototrappole al fine di contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti sul territorio comunale. Ma il lavoro non si è “limitato” a questo, siamo stati infatti sempre a disposizione dei cittadini, pronti ad intervenire laddove ve ne fosse necessità o venisse richiesto il nostro aiuto. Sono stati 5 anni intensi e pieni di soddisfazioni per il nostro gruppo che, nonostante non presenti una lista propria alle prossime elezioni amministrative, rimarrà comunque attivo sul territorio e pronto a lavorare con la futura amministrazione su temi condivisi, di qualunque colore sia. Grazie a chi ci ha appoggiato in questi 5 anni. A riveder le stelle!!!! Chiudo con due parole da consigliere uscente: Ringrazio tutti coloro che in questi oltre 5 anni mi hanno accompagnato e sostenuto in questa avventura, in particolare mia moglie Claudia prima critica e sostenitrice, e tutti i ragazzi del gruppo M5S di Albino con i quali è stato un piacere collaborare.


PAESE MIO Maggio 2019 PAESE MIO BG > NOTIZIE < 28 > Da Vipiteno, il mitico “5° Alpini” partecipa all’incontro di calcio “Caduti di Nassiriya” La strage di Nassirya viene ricordata Albino da ben 16 anni, con un torneo di calcio per squadre militari, intitolato “Caduti di Nassiriya”. Quest’anno, però, c’è una novità. Non sarà un quadrangolare come sempre successo finora, ma una partita unica, con protagonisti d’eccezione. Infatti, da una parte ci sarà una squadra mista formata da elementi di diverse armi militari: Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Guardie Penitenziarie, 3° Reggimento Aves “AQUILA” di Orio al Serio; dall’altra, una formazione del 5° Reggimento Alpini, Battaglione “Morbegno”, di stanza alla caserma “Menini-De Caroli” di Vipiteno (Bolzano). Come di consueto, la regia organizzativa è della Polisportiva Albinese, che si avvale della collaborazione della sezione albinese dei Carabinieri in congedo, del Comune di Albino e dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia, sezione Valseriana “Giuseppe Guarnieri”.

La partita si svolge alle 10.30 di domenica 16 giugno, presso l’impianto sportivo “Rio Re”. Il calcio d’inizio verrà dato dal sen. Nunziante Consiglio e dal Generale dell’Aviazione Giovanni Spera. “Chiaro l’obiettivo – spiega il presidente della Polisportiva Albinese Alberto Carrara - Fare memoria dei Carabinieri, dei soldati dell’esercito e dei civili italiani e iraqeni che sono morti a Nassiriya, nel novembre 2003, sotto i colpi del terrorismo. Ma quest’anno verranno ricordati altri soldati italiani che sono morti per la Patria italiana, assolvendo il loro servizio: i 46 paracadutisti italiani della 6ª compagnia “Draghi” (con loro anche sei militari britannici dell’equipaggio), che persero la vita nel 1971 nella “Sacche della Meloria”, nel Mar Tirreno, al largo di Livorno; e i 13 tredici aviatori italiani che formavano gli equipaggi di due C-119, bimotori da trasporto della 46ª Aerobrigata di stanza a Pisa, che vennero orribilmente trucidati nel 1961 da fa-

natici miliziani del presidio di Kindu, nell’exCongo Belga”. Al termine dell’incontro, seguiranno le premiazioni e la cerimonia di commemorazione dei caduti, alla presenza di autorità militari, civili, politiche e religiose, nonché associazioni combattentistiche e d’arma. “Il ricordo non muore mai – continua Alberto Carrara - La memoria di quanti hanno sacrificato la propria vita per la Patria va sempre alimentata nel ricordo, sostenuta nella partecipazione agli eventi commemorativi. Il passare degli anni non può far svanire quanto è successo allora, nell’exCongo Belga come nelle “Sacche della Meloria” e anche a Nassiriya, in Iraq. Anzi, quelle tragedie devono diventare pagine della storia contemporanea, da evidenziare in rosso nell’indice. Questo incontro di calcio ne è la riprova”. Come detto, ospiti d’eccezione dell’incontro sono gli alpini del 5° Reggimento Alpini, Battaglione “Morbegno”, di stanza a

Vipiteno. Una presenza non certo consueta in Bergamasca, ma favorita dai buoni rapporti di patron Carrara con le penne nere dell’Alto Adige. “Ci tengo molto alla presenza, qui ad Albino, del 5° Reggimento Alpini che, come tutti sanno, dipende dalla Brigata “Julia” – sottolinea Alberto Carrara – Anche se ormai il servizio di leva non è più obbligatorio, il 5° alpini è sempre dentro il cuore dei bergamaschi. Chi ha fatto la “naja”, come si diceva una volta, non dimentica l’Alto Adige e le sue caserme. Ringrazio i responsabili delle penne nere altoatesine per la loro gentile partecipazione”. Ad Albino sarà presente un gruppo di 20 alpini, guidati dal Maresciallo Luigi Faggio. Il loro arrivo è previsto per venerdì 14 giugno, ospiti della “Casa dell’Orfano”, a Ponte Nossa. Sabato 15 giugno, al mattino, incontro con il sindaco di Albino, pranzo al “Circolino” di Città Alta, a Bergamo, ospiti del locale gruppo alpini, e visita di

Città Alta; alla sera, cena alle 10.30; quindi, pranzo a Gandino, offerta dagli a Casale, presso la Casa alpini del paese. Dome- della Comunità. nica 16 giugno, la partita Ti.Pi.

Sabato 15 giugno a partire dalle 14 ci sarà la tradizionale 8 ore di calcio organizzata dal Club DEALbì a cui parteciperanno 6 squadre, dopo la 8 ore alle 8.30 in oratorio ci sarà la cena di beneficenza. Quest’anno i ragazzi del Club DEALbì non hanno ancora deciso a chi verranno dati i contributi raccolti con le loro iniziative, la decisione verrà presa entro novembre in occasione della castagnata. Per le iscrizioni alla cena di beneficenza contattare il presidente Cristiano Colombi o rivolgersi al Rocky Bar in via Mons.Carrara.


> NOTIZIE < 30 >

PAESE MIO BG

PER LA TUA PUBBLICITA’ 328 8521993

PAESE MIO Maggio 2019

PRIMO PIANO

LA NUOVA AUTOSCUO- Il successo delle autoLA DI ALBINO scuole del gruppo VIP è dovuto alla professionalità Da qualche mese ad Albi- ed anche all’attenzione no è presente una nuova che viene riservata al sorealtà: l’AUTOSCUOLA ciale e quindi ai cittadini VIP, giovane e dinami- con limitate possibilità ca autoscuola già presente a Bergamo e in altre città della Lombardia e Piemonte. “Abbiamo aperto la prima autoscuola a fine 2008- raccontano Umberto Valsecchi e Marco Petrucci, titolari del Gruppo VIP- e da allora economiche. ci siamo ingranditi pro- “Puntiamo ad offrire i gressivamente, arrivando prezzi più bassi sul merad oggi a quasi 20 attività cato - sottolineano i due aperte”. proprietari - questo perLa sede di Albino, situa- ché frequentare una scuota in Viale Aldo Moro n la guida, in genere, non è 2/19/A, è nata per offrire particolarmente economiun servizio ai cittadini di co. E in questo periodo Albino e dei paesi limitrofi, di crisi le famiglie devoin supporto alla sede già no stare attente ai conti. aperta da anni in Berga- Tenendo le tariffe basse mo città. riusciamo però ad attirare

una clientela maggiore, e questo ci consente di rimanere sul mercato e di proseguire sul cammino tracciato, ingrandendo e migliorando la nostra offerta”. Impegno, dedizione e strategia sono le parole d’ordine in grado di far nascere e rafforzare le nostre autoscuole. Perché essere imprenditori è una vocazione. Nei prossimi numeri, ogni mese, l’autoscuola VIP pubblicherà sulle colonne di Paese Mio un articolo di interesse collettivo riguardante la sicurezza stradale, con uno sguardo particolare nei confronti del mondo giovanile.

Il Museo Etnografico di Comenduno festeggia il 30° anniversario di fondazione (1989/2019).Infatti, sono 30 gli anni trascorsi da quando alcuni abitanti della frazione di Comenduno hanno avuto l’idea di raccogliere, pulire, assemblare e catalogare attrezzi e arnesi da lavoro che alcuni compaesani avevano rispolverato dalle loro vecchie cantine. Per questa occasione il Direttivo del Museo ha preparato un programma dove musica, canti, mostre fotografiche, enogastronomia e serate a tema, coinvolgeranno la comunità locale e quella della città di Albino con

sibilità di prendere visione di vecchie fotografie di persone singole, di gruppi familiari o di paesaggi locali, al fine di valutarne la possibile esposizione nella mostra. Analoga richiesta per quanto riguarda fotografie di vita lavorativa, relative alle filande, in particolare a quella della Ripa. Naturalmente tutti gli originali verranno trattati con la doverosa cura e verranno poi restituiti ai proprietari. Le fotografie dovranno essere consegnate entro il 31 maggio, contattando uno dei seguenti numeri: Valerio 347.6817352, Gianmaria 349.3801256.

Autoscuole V.I.P. Via Aldo Moro, 2/19 24021 Albino (BG) Tel. 035 4127248 Cell. 338 2170452

Una mostra fotografica per festeggiare il 30° anniversario del Museo Etnografico di Comenduno l’intento di dare risalto a quanto è stato fatto in questi primi 30 anni di vita del Museo. Per poter approntare tutto questo, i responsabili del Museo chiedono anche la collaborazione di tutti i comendunesi. Infatti, per allestire una mostra fotografica che rimandi indietro la memoria, viene chiesto, a chi ne fosse in possesso, che si possano eseguire delle gigantografie di fotografie, eseguite in Villa Regina Pacis, che ritraggono gruppi di bambini, in occasione della loro Prima Comunione o Cresima (non oltre il 1970). Si chiede, inoltre, la pos-


> SCUOLA S.ANNA < 32 > Camminare insieme e osservare la natura è uno dei tanti modi per scoprire se stessi, incontrare l’altro e conoscere il mondo. Si adeguano le andature, si aspettano i ritardatari, ci si passa la bottiglietta d’acqua per bere, si osserva il mondo con più dei soli due occhi di cui disponiamo. Questo è ciò che hanno fatto i ragazzi della scuola secondaria di primo grado Sant’Anna durante il viaggio d’istruzione nelle Marche, una gita di tre giorni in mezzo alla natura a partire dal 25 aprile. Il programma prevedeva escursioni al Parco Naturale del monte San Bartolo, situato su un’alta costa a falesia a strapiombo sul mare, e alla Riserva Naturale della Gola del Furlo, scavata più nell’entroterra dal fiume Candigliano. Non sono mancate le visite di tipo culturale, al castello di Gradara e alla Repubblica di San Marino, e nemmeno una piccola toccata e fuga al mare per qualche passo a piedi scalzi nella sabbia. Per gli alunni è stata l’occasione di stringere nuove amicizie o dare nuovo vigore a quelle vecchie, di misurarsi con la stanchezza del cammino, di parlare e ascoltarsi mentre il sentiero scorreva sotto i loro passi. Hanno potuto sperimentare lo stupore, raro e prezioso ora che tutto è a portata di mano, e il piacere di trascorrere qualche tempo lontano dalla famiglia, prendendo dimestichezza con le piccole autonomie che la gita costringe a guadagnarsi. Di seguito sono riportate le impressioni degli alunni di prima secondaria di primo grado, alle prese con il loro primo viaggio d’istruzione naturalistico. Insieme, descrivono la loro esperienza nei luoghi di maggior interesse visitati in gita. Venite con noi alla scoperta, l’estate si avvicina e le idee per gite fuori porta non sono mai abbastanza!

PAESE MIO Maggio 2019

PAESE MIO BG

“Find your way…walking together”

Il Parco Naturalistico Del Monte San Bartolo Il primo giorno abbiamo visitato ed esplorato il Parco Naturalistico del Monte San Bartolo. Al nostro arrivo eravamo carichi perché Lucio, il gestore della scuola, ci aveva fatto mangiare dello zenzero e avevamo anche la lingua in fiamme! C’era la nebbia che copriva il mare, e il vento che soffiava sull’erba ci faceva sembrare tutto il parco un’onda. Pensavamo di trovare pigne, ma abbiamo trovato solo fiori di Robinia. Essi sono a forma di grappolo e sono bianchi con all’ interno sfumature di giallo; il fusto dell’albero diventa molto largo e alto, ma la pianta non produce frutto. I fiori si mangiano, ma è meglio non esagerare perchè a mangiarne troppi fan venire il crepacuore! Il parco del San Bartolo è per il 90% proprietà privata, infatti non ha più spazio per il sentiero perché a causa delle continue frane il parco si sta erodendo. La nostra guida, il Sig. Mario, ha spiegato tantissimo, infatti, diceva che per farlo parlare bisogna pagare un centesimo e per farlo smettere servono milioni. Quando la guida parlava, all’ andata, per compiere il sentiero abbiamo impiegato un’ora e mezza invece, al ritorno ci abbiamo messo venticinque minuti… Sarà stata una magia? Il Sig. Mario ci ha portato, poi, in un bosco di roverelle e ci ha spiegato come calcolare l’età di un albero senza abbatterlo. Infine siamo arrivati ad un lavatoio dove sessant’anni fa la gente andava a lavare e pulire i vestiti. Questa prima escursione della gita è stata molto istruttiva, distruttiva e verde!!!

Gli innamorati di gradara Il secondo giorno della gita abbiamo avuto la fortuna di andare a visitare il Castello di Gradara. In questo castello, Paolo e Francesca, personaggi della Divina Commedia, vissero la loro sfortunata storia d’amore. Il castello è composto di molte stanze e noi ne abbiamo viste parecchie. In una delle stanze sotterranee c’era una scalinata con la quale, di nascosto, l’innamorato Paolo raggiungeva la sua amata Francesca al piano superiore. Che romantico! Ce lo sogniamo noi uno così! In un’altra stanza, invece, abbiamo potuto vedere uno strano trabocchetto: una piastrella del pavimento traballante da cui si potevano sentire le confessioni nella chiesa sottostante. Con questo trabocchetto, tutti riuscivano a sentire i peccati che gli abitanti del castello confessavano al sacerdote, e potevano usarli per i ricatti! Sul soffitto si vedevano tanti stemmi diversi appartenenti ai diversi sovrani che avevano governato il castello. Erano talmente tanti che nel guardare il soffitto ti girava la testa! Dopo la visita al castello abbiamo avuto una mezz’oretta di libertà per comprare regalini vari. Nel girare i negozi abbiamo persino potuto mangiare la prima granita dell’anno! È stato bellissimo! L’esperienza vissuta qui è stata emozionante e rimarrà per sempre impressa nei nostri ricordi!!! Tommaso Rottigni, Giorgia Azzola e Alice Bernini

San Marino Il terzo giorno di gita, purtroppo anche l’ultimo, siamo andati a visitare la Julia Poli, Repubblica di San MariVittorio Comincioli no, un piccolo stato indie Andrea Mologni pendente situato in cima al monte Titano, al confi-

ne tra Emilia Romagna e Marche. È il posto giusto se si vuole andare all’estero senza fare troppa strada! Cosa abbiamo visitato? Prima di tutto i prof. ci hanno fatto notare che su tutti i principali edifici era appesa la bandiera di San Marino, simbolo di libertà. Poi ci siamo divisi in due gruppi con a capo la prof. Viola che guidava la classe prima e metà della classe terza, e il prof Moretti che seguiva la seconda e il gruppo restante di terza. Per prima cosa abbiamo visitato il Palazzo Pubblico che è situato all’interno della Piazza della Libertà di San Marino. Sul palazzo sono appesi vari stemmi di pietra, simbolo delle famiglie che in passato governarono lo stato. Gli stemmi erano molto interessanti, ma noi eravamo più attirati dal panorama mozzafiato e dalla statua, al centro della piazza, che in testa porta una corona con le tre torri. Poi abbiamo visitato la basilica che è la chiesa principale della città di San Marino. Dopo pranzo i prof. ci hanno lasciato trenta minuti per acquistare qualche ricordo, e via! Tutti ci siamo precipitati in diversi negozietti sparsi nelle vie principali. Scaduto il tempo a disposizione abbiamo messo tutto nello zaino e ci siamo diretti verso le tre torri. Tutti noi volevamo andare in spiaggia, però l’escursione doveva continuare, e quindi ci siamo lamentati per tutto il tempo, ma è stato comunque molto bello. Ci hanno spiegato che le torri erano collegate da un sentiero chiamato “Passo delle streghe”, che abbiamo percorso a piedi. La prima e la seconda torre sono circondate da mura con un piccolo castello, mentre la terza è la minore, non ha nessuna fortificazione intorno e non è stato possibile visitarla perché chiusa al pubblico. La più

bella, secondo noi, è stata la torre Cesta (la seconda) perché sorge nel punto più alto del monte Titano e al suo interno ospita il Museo delle Armi Antiche. Mentre stavamo visitando il museo, il nostro compagno Matteo ci ha raccontato che le pistole più piccole le tenevano le donne nel reggiseno. Dopo la visita alle torri non stavamo più nella pelle, il momento tanto desiderato era giunto: siamo andati tutti in spiaggia! Allontanandoci con il pullman verso la Riviera, ci siamo girati a guardare fuori dal finestrino e guardando le torri diventare sempre più piccole ci siamo accorti che…SAN MARINO È PROPRIO STUPENDO! Stanchi, ma soddisfatti, ci ricorderemo di questa gita anche negli anni futuri. Elisa Santinelli, Sophie Archetti, Mattia Rossi, Lorenzo Marcassoli

La Gola del Furlo La Gola del Furlo è una gola situata lungo il tracciato originario della via Flaminia, una strada Romana situata nel cuore delle Marche0. Questa via è stata precedentemente percorsa dagli Etruschi, in epoca antica. Scesi dal pullman abbiamo visitato il museo della Gola del Furlo, dove, abbiamo visto animali tassidermizzati tipici del luogo, che facevano un po’ impressione e un po’ pena. Uno degli animali che ci ha colpiti di più è l’aquila reale che in picchiata raggiunge i 200 km/h. Nella gola, attualmente, è presente una coppia di aquile reali che cambiano in continuazione nido. Un altro animale tassidermizzato molto particolare che abbiamo visto, è il lupo albino, uno speciale lupo dal manto bianco e gli occhi rosini. Successivamente siamo andati a visitare la vera e propria gola. Questa gola

antichissima si era formata migliaia di anni fa con l’erosione del fiume Candigliano. Verso la fine si trova una galleria attraversata dalla via Flaminia, essa è stata scavata nella roccia ed è piuttosto stretta. Finita questa escursione ci siamo fermati all’entrata della galleria per pranzare con dei panini e un muffin immangiabile. Tutto è andato per il meglio finchè non ci ha sorpresi la pioggia. Matteo Moioli, Vittoria Mino e Glenda Nodari La super spiaggia delle medie “Sera in sabbia” La prima sera della gita abbiamo fatto un piccolo assaggio di spiaggia. C’era la sabbia ghiacciata, avevamo i giubbini alla mano e, da quanto era buio, non si vedevano le facce delle persone. Dopo la spiaggia siamo andati tutti in gelateria a congelarci anche il cervello! Tutti svegli con Lucio La mattina del terzo giorno siamo andati insieme ad alcuni ragazzi delle altre classi a correre con Lucio sulla spiaggia. Abbiamo visto il sole sorgere e abbiamo lanciato i sassi nel mare facendo a gara a chi lanciava il sasso più lontano. CHI HA VINTO? Tutti a “Riminiccione” Nel pomeriggio del terzo giorno, prima di ritornare a casa, siamo andati alla spiaggia di RIMINICCIONE. Abbiamo scelto questo nome perché eravamo tra Rimini e Riccione…ma non abbiamo ben capito dove ci trovavamo di preciso! Mentre i maschi giocavano a calcio e facevano le gare di velocità contro la prof. Mascheretti, le femmine facevano le piramidi umane e si raccontavano i loro segreti segretissimi. Federico Vimercati, Federica Valle, Gaia Sangaletti e Maria Canfer


PAESE MIO BG > NOTIZIE < 34 > Sul Memorial “Toma” il terzo sigillo di Fadini

PAESE MIO Maggio 2019

Al Colle Gallo successo in volata dell’atleta del Team Morotti di Nembro. La gara dedicata al corridore albinese conferma grandi numeri ed emozioni

E sono tre. Fabio Fadini ci tiene sempre a fare bella figura al Memorial Giuseppe Birolini “Toma”, la gara da Albino al Colle Gallo dedicata al corridore albinese campione degli anni Trenta e Quaranta, che sabato 27 apri-

le ha vissuto la 12esima edizione. Il 30enne del Team Morotti di Nembro ha piazzato il suo terzo sigillo sulla corsa, dopo i due consecutivi del 2016 e 2017 e il secondo posto, alle spalle del compagno di squadra Fabio Crema-

schi, l’anno scorso. Gli ingredienti per un’altra bella pagina di ciclismo c’erano tutti: ben 130 partenti, una salita classica, l’apertura del Trofeo dello Scalatore Orobico e un pomeriggio soleggiato, che non guasta mai.

Dopo 11 chilometri, dalla stazione di Albino al Santuario della Madonna dei Ciclisti, e un dislivello di 400 metri, Fadini ha vinto in volata su Roberto Massa (38 anni, portacolori della Cicli Bettoni di Costa Volpino) e Fabio Cremaschi, chiudendo una competizione giocata su un ritmo altissimo, alla media di 33 km/h. «Massa ed io abbiamo provato un paio di scatti, – racconta Fadini – poi lui si è messo a fare l’andatura e il gruppo si è scremato. Ho vinto la volata a tre, non pensavo di farcela perché ho fatto fatica e non sono al meglio della condizione, ma è andata bene». «Sapevo che la volata sarebbe stata difficile contro il Team Morotti perché sono più veloci. – commenta Massa - Il secondo posto è comunque una bella soddisfazione. Il “Toma” è una gara particolare, è molto veloce ed è difficile fare selezione: si attende fino l’ultimo chilometro per provare a partire in gruppi ristretti». Fadini e Massa hanno vinto le rispettive categorie (Senior 1 e Senior 2). Nelle altre fasce d’età, il successo è andato a Glauco Maggi (Team Morotti

Bike) negli Junior, a Giovanni Spatti (Cicli Peracchi Sovere) nei Veterani 1, Mauro Galbignani (Team Trapletti La Pace) nei Veterani 2, Claudio Vaira (Gnani Bike Team) nei Gentleman 1, Giovanni Paolo Previtali (Asd Breviario Bonate Sopra) nei Gentleman 2, Davide Cortesi (Gs Città di Treviglio) nei Supergentleman A, Gianluigi Andreini (La Recastello) nei Supergentleman B, Giuseppe Quadri (Asd Giuliano Barcella) nei Supergentleman C, Katia Mennea (Asd Giuliano Barcella) nelle Donne. La classifica a squadre ha assegnato il primo posto al Team Morotti Bike, il secondo all’Asd Breviario Bonate Sopra e il terzo alla Flandres Love. Con l’impeccabile organizzazione dell’Acsi Ciclismo Bergamo del presidente di Gianfranco Fanton e di Alex Beloli e l’ospitalità del Three Bar, il Memorial incor-

nicia un altro successo. La gara è promossa dai fratelli Birolini in ricordo del papà Giuseppe, detto “Toma”, campione tra i dilettanti e protagonista di un piccolo ma prezioso volume, pubblicato dalla famiglia, che ne ripercorre la carriera, dal 1935 al 1942, attraverso le appassionate cronache giornalistiche del tempo. «È sempre una bellissima manifestazione. – commenta soddisfatto Franco Birolini - L’alto numero di corridori è una costante ormai, così come l’avvincente competizione e anche il meteo ci dà ogni volta una mano. È un bel modo per ricordare la passione di nostro padre per il ciclismo». Una passione che si trasmette, anno dopo anno, alle nuove generazioni con Blu, Ambra e Gianluca, alcuni dei più piccoli tra i pronipoti del “Toma”, impegnati nelle premiazioni.

Ennesimo successo per i cuniugi di Cene, Rosaria Martina Stefanetti e Arno Cugini. Infatti, al recente campionato italiano di Bowhunter Fiarc svoltosi a Finale Ligure, nelle rispettive categorie di tiro, si sono aggiudicati la medaglia d’oro Lei e quella d’argento lui.


> NOTIZIE < 36 > C’è un po’ di mistero, interesse da parte di qualcuno e preoccupazione per altri, sui recenti avvistamenti di cinghiali sui fianchi del Colle Gallo e lungo i sentieri che portano sul Monte Misma. La notizia della presenza del mammifero artiodattilo in Valle del Lujo risale ai primi giorni di aprile; protagonisti alcuni biker che percorrevano i sentieri che da Casale portano alla chiesetta di Santa Maria di Misma; e

PAESE MIO Maggio 2019

PAESE MIO BG

Cinghiali in Valle del Lujo, monta la preoccupazione che hanno confabulato fra loro al chiosco-ristoro del santuario della Madonna della Neve, al Passo del Colle Gallo. Poi, grazie al tradizionale tam-tam, la notizia ha fatto il giro dei bar della valle. L’avvistamento, a detta dei ciclisti, è avvenuto in località “Prati Alti”, crocevia di sentieri montani che salgono da Casale, Casazza, Vigano San Martino e Luzzana. Gli esemplari erano due, piuttosto

grandi. “Spero solo non sia vero – ha detto un avventore al bar – Ma, se è vero, bisogna immediatamente intervenire, per farli sparire”. In verità, altri optano per una soluzione più “soft”, magari incaricando la Provincia di Bergamo ad intervenire, come pure la Polizia Forestale. Altri, invece, lamentano che un tempo i cinghiali non facevano parte della fauna locale, e c’era armonia fra

chi lavorava in campagna e gli animali del bosco. La preoccupazione dei più, tuttavia, è forte. Non tanto per gli effetti all’agricoltura e al sottobosco che questi mammiferi possono lasciare al loro passaggio, anche in montagna, visto che sono pochi coloro che lavorano i campi o allevano bestiame in valle. Ma certamente per la paura che può generale un incontro di questo tipo fra i biker e

Una Messa per ricordare don Berto Nicoli Vall’Alta ricorda un suo illustre concittadino don Berto Nicoli, missionario diocesano in Bolivia, originario del paese, precisamente della località di Grumelduro. Uno dei più grandi missionari bergamaschi, “il missionario” per eccellenza, colui che l’11 ottobre 1962, insieme a don Luigi Serughetti, partì dal porto di Genova per la Bolivia, con l’obiettivo, previsto e promosso da quell’altro grande bergamasco che fu Papa Giovanni XXIII, di inaugurare una missione diocesana nel Paese sudamericano (un’esperienza importante, perché quella missione continua ancora oggi, dopo oltre mezzo secolo). La comunità di Vall’Alta, in particolare la parrocchia di S.Maria Assunta e San Giacomo Maggiore e il locale Gruppo Missionario, lo ricorda, in occa-

sione del 14° anniversario della sua scomparsa, con una S.Messa, in calendario giovedì 13 giugno, alle 20, presso la chiesetta della Beata Vergine del Monte Carmelo, tanto cara a don Berto. Nato il 17 settembre 1923, don Berto è conosciuto per il suo motto «Todo por amor», una frase famosa, profonda. Ma anche per la “storia” della sua morte. Dopo la malattia che lo ha portato alla morte il 13 giugno 2005, la sua salma è ritornata in Bolivia, nella sua terra d›adozione, nell’ottobre del 2007. Venne infatti ascoltata la richiesta dei fedeli di Cochabamba che volevano il “loro” sacerdote sepolto nel santuario della Madonna degli Angeli, a Melga, poco distante dalla città di Cochabamba, a 2.500 metri di altezza. Si realizzava il desiderio

che lo stesso don Berto aveva espresso: riposare nella terra che tanto aveva amato. Come molti sapranno, don Berto Nicoli fu prete di montagna in Alta Val Brembana, parroco di Monterotondo a Roma, poi a Santa Croce alla Malpensata, fu a fianco di don Bepo Vavassori nell›impegno a favore dei giovani del Patronato San Vincenzo, ma soprattutto fu il primo missionario diocesano in Bolivia. Qui, vi giunse l’11 ottobre 1962, precisamente a Munaypata, un sobborgo di La Paz. Ritornato quattro anni dopo in Italia, don Berto raccontò della povertà che aveva incontrato a don Bepo Valvassori, che decise di andare a vedere con i propri occhi per capire come agire. Era il giugno del 1966. E’ allora che si pensò di dare

camminatori della domenica, non avvezzi alla vita di montagna. E anche far gli abitanti delle frazioni di valle: hanno paura che prima o poi possa succedere qualcosa a qualcuno. Perché i cinghiali si muovono quasi sempre in branchi e quando hanno i piccoli possono anche attaccare. All’inizio scendevano dal Misma o dallo Sparavera, per poi tornare di nuovo in alto. Ora, sembrano che si-

ano diventati stanziali, nel senso che hanno messo su casa nei boschi della Valle del Lujo. Si riproducono un paio di volte all’anno e ogni volta ogni mamma sforna sei, sette cinghialini. Una moltiplicazione difficile da contenere. Ora, comunque, toccherà agli abitanti della Valle del Lujo confermare se si sia trattato di un inusuale, quanto sporadico passaggio, oppure di un nuovo insediamento stanziale.

Processione del “Corpus Domini”, a Casale

vita alla «Ciudad de los ninos» di Cochabamba. In quegli anni, don Nicoli lavorò nelle parrocchie di La Paz e Cochabamba, dove fu prete e muratore per costruire chiese, scuole, ambulatori, case per orfani. La sua attività fu tanto apprezzata che nel 1977 la gente lo volle sindaco di Sacaba, carica che esercitò per quattro anni. Don Berto rimase in Bolivia fino al 1988, quando fu richiamato a Bergamo e nominato superiore del Patronato San Vincenzo e per alcuni anni fu parroco della comunità della Malpensata; tornò in Sudamerica nel 2000 a 75 anni, quando si ritirò, rientrando in Italia solo nel 2004. Morì il 13 giugno 2005. A don Berto Nicoli è dedicata la piazza principale di Vall’Alta. Ti.Pi.

La tradizione religiosa e la devozione popolare fanno tappa a Casale. Nella chiesa parrocchiale del Sacro Cuore, infatti, giovedì 20 giugno, alle 20.30, si svolgerà la Messa solenne del Corpus Domini dell’Unità Pastorale della Valle del Lujo, un momento di profondo raccoglimento davanti al Signore, per essere più consapevolmente partecipi del mistero di Salvezza che Egli ha affidato alla Chiesa tutta. Presieduta dal parroco don Claudio Federici, la celebrazione religiosa sarà animata dai gruppi parrocchiali, dai bambini della Prima Comunione, dalle Confraternite della valle e accompagnata dalle note della banda. A seguire, la tradizionale processione che dalla chiesa parrocchiale si dirigerà verso la cappelletta della vicina località Gavazzuolo, dedicata a Maria Ausiliatrice. Con questa celebrazione, la comunità di Casale darà il via alle iniziative che caratterizzano la festa patronale del Sacro Cuore, a cui è dedicata la chiesa parrocchiale, in programma il 28, 29 e 30 giugno. Si tratta dell’appuntamento liturgico più importante dell’anno, che coinvolge tutte le associazioni e i gruppi di volontariato che operano in frazione, le stesse che hanno predisposto il programma dei festeggiamenti T.P.


PAESE MIO BG > NOTIZIE < 38 > Partita la “Peregrinazione della Madonna di Altino” Il complesso statuario della Madonna di Altino, ad inizio di maggio, ha lasciato il santuario. Infatti, lo scorso 7 maggio ha preso il via dalla località “Colle”, in cima al Monte Altino, la “Peregrinazione della Madonna di Altino nella Valle del Lujo”, cioè il trasferimento della statua della “Madonna di Altino” dalla sua sede abituale, il santuario mariano del Monte Altino. Ma mentre negli anni scorsi la destinazione erano le parrocchie della Valle del Lujo, per porre sotto il manto di Maria la nascente Unità Pastorale; ora la “peregrinatio” ha toccato la comunità di Vall’Alta e le comunità di quei paesi da dove partono frotte di pellegrini

che si recano al santuario: quindi, dalle valli Cavallina, Gandino e Seriana. Così, in occasione del 100° anniversario dell’Incoronazione della Statua della Madonna di Altino, si è pensato di portare l’effige della Madonna di Altino nelle comunità che lo desiderassero e la accogliessero volentieri, proprio per esprimere un ringraziamento riconoscente a quelle comunità che assiduamente frequentano il santuario. Ebbene, il 7 maggio la statua si è trasferita a Cene; poi, si è spostata a Gazzaniga, quindi a Leffe, Casnigo e Gandino. Poi, una pausa di alcuni giorni, con la statua che, dal 15 al 20 maggio, soggiorna a Vall’Alta, per poi

riprendere il cammino per Gaverina e Casazza dal 21 al 23 maggio. Ritornerà in Val Seriana, a Fiorano al Serio dal 23 al 25 maggio, per spostarsi nuovamente in Val Cavallina e giungere a Trescore dal 26 al 29 maggio. Infine, il rientro a Vall’Alta, a fine mese. Mentre la Madonna di Altino verrà accolta nelle varie chiese delle altre parrocchie, a Vall’Alta l’accoglienza sarà nei quartieri e nelle quattro contrade. “Sarà una grande festa – afferma il parroco don Daniele Belotti - Perché sarà bello poter accogliere la Madonna non solo in una struttura come la chiesa, casa di tutti, ma addirittura tra le nostre contrade, tra le nostre case, dove faremo a

PAESE MIO Maggio 2019

Un’immagine della “tappa” nella parrocchiale di Cene

gara, ne sono sicuro, per farle compagnia nei vari momenti della giornata. Sarà l’occasione per ridire a Maria tutto il nostro affetto e tutta la nostra riconoscenza”. Certamente, in ogni quartiere e frazione non mancheranno grandi addobbi, archi per le strade, striscioni e nastri colorati di azzurro e bianco, come pure decorazioni floreali… tanti segni di devozione e profonda fede verso la Madonna di Altino, strumento di comunione e di condivisione. P.S.

PRIMO PIANO

La mia rivincita: la rivincita dell’Amore sull’Odio Silvia Moroni è nata nel 1989 ad Alzano Lombardo, vicino a Bergamo. Dopo aver frequentato il liceo socio-psicopedagogico, ha conseguito la laurea in Lettere con indirizzo in arti figurative presso l’Università degli Studi di Bergamo. Ha inoltre frequentato prestigiosi corsi di scrittura creativa, che l’hanno portata a pubblicare il suo primo libro, Panegirico sul nulla. Il secondo, La mia rivincita segna il suo esordio con BookRoad.

Contenuto Eva Bellavita e Sperandio Acquaviva sono i protagonisti di questo breve romanzo che tenta di affrontare e annientare i tenebrosi, e talvolta dannosi, fantasmi del passato. Una guerra combattuta a suon di Speranza, dove l’Amore è in perenne lotta con l’Odio: sarà in grado il primo di uscirne vincitore? Ce la farà lo Spirito a eludere le dipendenze del Corpo?

L’incontro tra Eva Bellavita e Sperandio Acquaviva racchiude ben più della storia di amicizia tra unna giovane ragazza e il suo saggio mentore. È la scoperta più viva dei significati profondi dell’animo umano. Fermarsi a guardare la bel-

lezza della natura, saper parlare col cuore e senza sovrastrutture, imparare a chiedere e a dare perdono, conoscere il senso vero della parola aiuto, sono tutte conquiste che aiutano ad essere migliori. Eppure guardare il mondo con occhi nuovi per ridare valore alla vita non è scontato,

né tantomeno immediato. L’Odio, in perenne lotta con l’Amore, rende infatti il mondo troppo contraddittorio, corrompendo spesso gli animi. Ma è solo grazie all’Amore, sorretto dalla Speranza, che l’uomo è in grado di riappropriarsi della sua dimensione umana e spirituale. Questo è il grande insegnamento che Sperandio dà a Eva, attraverso dieci regole fondamentali per affrontare l’esistenza e i suoi tranelli, dieci regole che aiuteranno la protagonista – e il lettore – a riflettere sulla reale condizione dell’essere. Con una scrittura limpida e armoniosa, Silvia Moroni condivide con tutti queste preziose conquiste, per non cadere nei facili tranelli del materialismo e ritrovare la felicità. La mia rivincita, romanzo New Age pieno di ottimismo e speranza, sarà disponibile in libreria a livello nazionale a partire dal mese di giugno (data ancora da definirsi). Nel frattempo chi fosse interessato può trovare una copia del libro presso Hi Fi Moroni di Albino, via Serio numero 2.


PAESE MIO Maggio 2019

> IL MERCATINO < 39 >

PAESE MIO BG 348 2919891

IL MERCATINO di

PAESE MIO

Rubrica di annunci gratuiti (tranne “Immobili”) riservata a privati Per la vostra inserzione gratuita su Paese Mio, escluso “vendita o affitto immobili” (rubrica a pagamento), inviate un testo (max 20 parole) per posta a: redazione Paese Mio, via Acqua dei Buoi, 9 - 24027 Nembro; via e-mail all’indirizzo ilmercatino@paesemio.eu Ai sensi dell’art. 13 del D.L. 196/2003 i dati ricevuti saranno utilizzati per la sola pubblicazione su Paese Mio. L’editore è anche la sola persona autorizzata al trattamento dei dati. bile cerca lavoro come domestica o assistenza anziani. Zona Nembo e dintorni. Ragazza italiana quarantenne 347 5391029, Nicoletta cerca lavoro come aiuto sarta o cucitrice per sartorie, confezioni Signora diplomata ASA, resideno laboratori tessili te ad Albino e con tanta esperien339 5878302 za con le persone anziane cerca lavoro come badante anche solo Mi chiamo Lesya ho 49anni. per servizio diurno o notturno. Sono persona seria, onesta, tran- Libera subito quilla e svolgo il mio lavoro con 327 3927664 tanta responsabilità. Non fumatrice. Vivo in Italia da 17 anni. Giovane nonna accompagna al Ho documenti in regola. In pre- mare, anziana/o autosufficiente cedenza ho lavorato: impresa di per soggiorno. pulizie, metalmeccanici, badante 035 752544 24h e giornata. Sto cercando lavoro di giornata! Ragazza laureata in lingue è di389 9855014 sponibile per ripetizioni di inglese e tedesco Signora italiana di Colzate au- 333 3495331, Roberta tomunita con esperienza, cerca lavoro come assistenza anziani Ragazzo di 32 anni cerca lavoro diurna / notturna anche collabo- come panettiere,13 anni di esperatrice domestica libera subito. rienza, esperto sia in cottura che 339 6284188 con impasti diretti e bighe. Disponibile subito. Auto munito. Italiana, libera tutta mattina 338 5627835  e parte del pomeriggio, cerco impegni anche saltuari. Con Ex calzolaio cede attrezzatura esperienza come commessa, ve- completa e materiale. Prezzo da trinista, ufficio, baby sitter, ripe- concordare. tizioni (elementari, medie e supe- 329 4266343 riori), aiuto anziani. Ricamatrice, insegno e riparo.  Studente alberghiero automunito 338 8102443 prossimo al diploma di quarta panetteria a Clusone cerca lavoSignora italiana cerca lavoro ro come aiuto panettiere in media come badante fissa a ore o come valseriana collaboratrice domestica, refe- 339 4715552, Andrea renziata 340 7152762 Tecnico Informatico disponibile per risolvere problematiche Signora italiana onesta e affida- hardware-software di pc, tablet, cellulari. Lavoro in questo settore dal 2015. Offro la mia assistenza in campo elettronicoinformatico. 377 2562186, Davide

Lavoro

persone part time e full time per lavori nel settore dello sport, nutrizione e benessere in forte ascesa. Ottimi guadagni e possibilità di carriera. 334 1271311, dalle 9 alle 12 o dalle 14 alle 18, Renato

324 9020921 Vendo console XBox 360 Elite ricondizionata, HDD 120 GB, colore nero non metallizzato, anno 2010, modificata RGH (reset glich hack) + Controller wireless + Sensore Kinect. Potrete giocare ai giochi senza comprarli in negozio ma semplicemente scaricandoli dalla rete. Prezzo totale € 170,00 340 3559160

Cercasi incaricato alle vendite (anche senza esperienza) automunito con forte spirito di crescita personale. Offresi formazione, affiancamento, benefit aziendali. 331 4344292, dalle 10 alle 12 o Vendo Nintendo DS lite con dalle 14 alle 19, Claudio giochi “practise english” e “brain Cercasi persona per condivisione training” completi di istruzioni e caricabatteria. € 40,00 contattare orto anche whatsapp 035 754864 – 392 0755141 346 3917259

Altro

Vendo condizionatore portatile con ruote, seminuovo, digitale, tubo estensibile scarico aria esterno, telecomando. Lato 30x30, h.70. Pagato 235,00 euro vendo a € 80,00 393 6168889 Piscina in pvc struttura in tubolare di ferro 3.50m diametro e h max 0.80m con pompa e   accessori vendo a solo € 70,00. 350 0866533, Pietro

elettrodomestici funzionanti, più lavastoviglie, tutto in ottime conVendo scarpe Decollete’ nere dizioni. € 700,00. numero 39 usate una sola vol- 349 3962705 ta. € 20,00 contattare anche via WhatsApp Vendo cucina angolare grigio 346 3917259 scuro e bianco usata 9 anni, con   frigo, freezer e lavastoviglie. TeVendo scarpe Decollete’ color nuta molto bene, € 1200,00 cammello numero 36. € 20,00 349 1402598, Monica contattare anche via WhatsApp 320 1732284 Vendo divano 3 posti Divani&Divani Natuzzi co-me Vendo serra per orto o giardino nuovo alcantara antimacchia in ferro 10 mt x2.40h x280 con beige €150,00 trattabili. Ritiro a accessori vendo a solo € 200,00 Gazzaniga a carico acquirente 350 0866533, Pietro 334 3171692 Vendo Trio CAM Modello Orsetto: navicella, ovetto, passeggino. Completo accessori (coprigambe, parapioggia, borsa, base ovetto). Come nuovo. € 250,00. 320 2121277

Vendo 2 lampade da tavolo/scrivania una grande al neon e l’altra piccola, entrambe di colore nero a € 30,00. Vendo anche separatamente. 348 2919891

Vendo modem x fibra Vodafone / o Tim compatibile. NUOVO (non siete obbligati a noleggiarlo dall’operatore scelto con la nuova legge) 338 4504948

Vendo mobile anticato, legno scuro, un cassetto 2 ante, come nuovo. Altezza 106 larghezza 110 profondità 50. € 250,00 338 3153717, invio foto 

Vendo giubbino nero in finta pelle tg. 50 causa regalo non gradito a € 20,00. 348 2919891 Cerco oggettistica militare, medaglie, distintivi, elmetti, divise, documenti, e tutto quello che è inerente al periodo della guerra 333 3959943, Paolo

Causa inutilizzo vendo cassettone + specchio classico moderno colore noce medio in perfette condizioni  € 100,00 328 1482287 Vendo divano ecopelle bianco, grande (5 posti), usato per 8 anni, ma tenuto molto bene a € 350,00. 349 1402598, Monica

Vendo fotocamera NIKON colCerco vecchie bici da corsa dal pix s9 come nuova usata un paio 1900 al 1980. Sono un appassiodi volte a € 55,00. nato di ciclismo. 348 2919891, invio foto 338 4284285 Vendo Moto BMW 850 R perfetta, accessoriata con parabrezVendo motoseghe Stihl e Cerco monete del regno d’Italia, za e borse laterali. € 4.000,00 Husqwarna di vari modelli e an500 lire in argento, monete di 335 6424033 che di altre marche e anche deceVittorio Emanuele II e Umberto spugliatori e tagliasiepi. I. Cerco anche grossi quantitati- Vendo Ktm sx 50 2016 per bam347 9493519  vi. bini dai 6 anni altezza 63 cm, 329 1330594, Mirko forcelle con  cartucce Andreani Vendo a basso prezzo, oggetfrizione e freni nuovi.  tistica in ferro battuto a mano, Ritiro biciclette usate in conto 338 8001497 lampadari, sedie, appendiabiti, vendita, uomo, donna, bambino. ecc. per sgombero locale 320 6660852, Eros 333 8164681

Vendo gioco in scatola con all’interno 30 giochi diversi. € 10,00 contattare anche via Vendo montone “sherling” taglia 44. € 100,00 contattare anWhatsApp che via WhatsApp 346 3917259 320 1732284 Vendo bici ATALA modello vintage gommata nuova assoluta- Vendo Bmx Decathlon come nuova a € 70,00 mente perfetta, a € 190,00. 345 5900782 348 2919891 (invio foto)

Auto, moto

Immobili

Sgombero appartamenti, solai, RUBRICA A PAGAMENTO cantine con massima serietà e professionalità. 329 1330594, Mirko Affittasi ampio negozio con 4 grandi vetrine a Gazzaniga, Acquisto Dischi 33 giri LP tutti i in via Cesare Battisti, 156 mq, generi anche grandi quantità! Pa- open space. No spese condomigamento contanti. Contattatemi niali, luminoso, in zona di forte senza impegno per valutazioni, passaggio veicolare e pedonale, anche via WhatsApp presso area di mercato, dotato 393 3312519 di parcheggio privato antistante il negozio, termoautonomo, cl. Compro macchine caffè es-pres- Energetica D. Locazione menso antiche, anche guaste sile €1.150,00+iva, non ci sono 338 9244239 spese accessorie Info: canali 348.0705133 o imm. Compro oggetti militari, argento, leffese@legalmail.it quadri dal 1800 in giù, crocefissi sia in legno che avorio, orologi Ad Albino centro, affittasi graLONGINES, OMEGA etc. sta- ziosa mansarda ben arredata e tue in bronzo, oro, giocattoli in corredata, di circa 45 mq. Riscallatta dal 1950 in giù ed antiqua- damento autonomo. No spese riato in generale. condominiali. Prezzo accessibi329 1330594, Mirko le. CE in fase di dichiarazione 035 761187, ore pasti

Vendo MTB marca Atala x ra- Vendo chiave dinamometrica Beta come nuova a € 50,00 causa gazzo 10/15 anni. € 40,00 inutilizzo. AFFARE!!! invio foto 345 5900782 348 2919891 Trasferisco videocassette su dvd, Vendo battitappeto “folletto” con inserimento di eventuali co- mai usato ideale per aspirare Vendo materassi ortopedici peri peli degli animali domestici. maflex usati in buono stato sinlonne sonore. € 40,00; contattare anche via goli e matrimoniali € 30,00 392 6035281 329 0543330 WhatsApp Imprenditore seleziona 4 nuove 320 1732284 Vendo scarpe antinfortunistiche Vendo materassi memory di va- nuove tg. 43 da uomo, modello rie misure, ancora sigillati. Cau- BASE a € 35,00 348 2919891 sa trasferimento. 328 7626180, Stefano Vendo per mancato utilizzo Vendo 50 libri fantasy per ra- cucina a gas metano Indesit, gazzi come nuovi a meta prezzo. misure 50x50x87, condizioni ottime,forno elettrico mai usato. 380 6308968 € 140,00 Vendo cucina bianca con banVendo scarponi SCARPA mod. 388 9340763 co, componibile completa di Hekla GTX WMN gore-tex n.40 e mezzo usati 3 volte. Prezzo da Vendo bambù sintetico nuovissimo: 5 rotoli lunghi 5 mt e alti concordare. 1,5 mt l’uno. Prezzo da concor339 6276860 dare Vuoi che il tuo bambino impari 333 9080403 a camminare senza farsi male? Divisa nuova da corsa o calcetto Vendo girello (come nuovo) taglia L/XL composta da T shirt 035 770615 arancio +pantaloncino nero 1/2 Vendo forno microonde Silver coscia mai indossata VERO AFCrest nuovo, ancora nella sua FARE vendo € 35,00 pagamento ricarica postepay +spedizione o scatola. € 60,00 contanti +consegna zona Berga349 3905904, ore pasti mo Vendo Wii balance board con 328 8069090 Wii fit plus in ottimo stato.  € 50,00 contattare anche whatsapp Vendo reti singole a doghe a € 40,00 346 3917259 329 0543330 Vendo PlayStation 3 + 2 controller, 7 giochi, una piattaforma Vendo etichettatrice DYMO e 4 personaggi relativi ad un gio- modello LETRA TAG LT 100 co. Compresi nel prezzo: cavo di con 7 RICARICHE a € 35,00 alimentazione e caricatore con- mai usata  troller. € 150,00

Arredamenti

Ad Albino, vendo capannone di 2000 mq oltre al piazzale di uguali dimensioni. € 500,00 al metro quadro. 348 6977487


PAESE MIO Maggio 2019

PAESE MIO BG > VARIE < 40 > “Passeggiata di Primavera” alla scoperta dei castagneti

Alla scoperta e riscoperta dei castagneti. Domenica 19 maggio le pendici del Monte Misma, fra Pradalunga, Casale e Abbazia, saranno teatro della 5^ edizione della “Passeggiata di primavera”, un tour naturalistico-gastronomico lungo i fianchi del Monte Misma, all’interno di castagneti secolari. Protagonista l’Associazione Castanicoltori del Monte Misma, da anni impegnata nella promo-

zione dei castagneti. Il programma prevede, alle 9, il ritrovo dei partecipanti presso l’oratorio di Pradalunga. Da qui, il via all’escursione silvocastanicola, con direzione Casale di Albino, alla testata della Valle del Lujo. L’arrivo previsto è per le 9.30. Quindi, alle 9.40, l’inizio della visita nei castagneti. Lungo il percorso, sono previste brevi soste, durante le quali alcuni tecnici ed esperti illustreranno la situazione della castanicoltura in Valle Seriana, in particolare nella Valle del Lujo e lungo i fianchi del Monte Misma. I proprietari delle selve castanili attraversate, poi, racconteranno la storia e la situazione dei loro castagneti. Quindi, l’asso-

ciazione informerà i partecipanti sul lavoro svolto e delle iniziative in atto sul territorio. Alle 13 è prevista la “pausa-pranzo”, cioè un pranzo al sacco oppure ristoro presso la tensostruttura del centro sportivo di Casale, dove saranno offerti

Carissimi concittadini, mi chiamo Teresa Valoncini, ho novant’anni e vorrei condividere con voi un particolare evento che mi è accaduto in questi giorni. Qualche tempo fa, il Sig.Ettore Valle ha intrapreso una ricerca genealogica sulla mia famiglia, dedicando ad essa molto tempo ed impegno e, recandosi presso l’Archivio di Stato di Bergamo per approfondire questo lavoro, si è imbattuto in una lettera che uno dei miei fratelli, ora deceduto, aveva scritto alla mia famiglia e che noi non avevamo mai ricevuto. Al di là del contenuto, che è puramente affettivo, il fatto di averla potuta avere, dopo ben 76 anni, mi ha riempita di una grande gioia, di cui desidero rendervi partecipi. Un ringraziamento particolare va al Sig. Valle, che con la sua opera certosina, mi ha donato questa grande emozione.

assaggi di piatti a base di farina di castagne, dolci e prodotti locali. Per informazioni: 346 7473531 (Associazione Castanicoltori del Misma). P.S.

Conto alla rovescia per la ValSeriana Marathon 2019

Ha già iniziato a “scaldare i pedali” la terza edizione della ValSeriana Marathon, la gara che si svolge nello spettacolare contesto delle Orobie con partenza e arrivo a Nembro e che vedrà la mountain bike protagonista assoluta sui sentieri della montagna bergamasca il prossimo 19 maggio. Un appuntamento, valido anche quest’anno per la coppa Lombardia Mtb Ciclo Promo Components e come prova inaugurale del neonato circuito provinciale di Bergamo denominato Orobie Bike Challenge, che presenta grandi novità nel percorso, completamente rinnovato, con una lunghezza limitata a 45 chilometri e un dislivello che sfiora i 2000 metri di dislivello, oltre che un grande impegno in direzione della sicurezza. L’itinerario (con partenza e arrivo sempre in Piazza Libertà a Nembro e con i primi 30 chilometri interamente ridisegnati in

modo da scongiurare problemi di fango in caso di pioggia) tocca la media e la bassa ValSeriana, zona nota agli appassionati di MTB. A supervisionare la tracciatura, il campione Marzio Deho (ideatore della manifestazione organizzata da PromoSerio in collaborazione con l’ADS GS Marinelli di Albino). Una vetrina, dunque, anche per l’offerta turistica del territorio, come ha voluto sottolineare Massimo Pulcini, vice sindaco di Nembro e assessore allo Sport, al Commercio e alla Partecipazione: «Come amministrazione Comunale siamo felici e soprattutto orgogliosi di poter ospitare la terza edizione della Valseriana Marathon, una manifestazione importante e di pregio per Nembro e per tutta l’area della bassa ValSeriana, con il richiamo di centinaia di bikers provenienti da diverse province d’Italia.» Gessica Costanzo (valseriananews)


> PROFILI < 41 >

PAESE MIO BG

PAESE MIO Maggio 2019

Il tuo bambino dorme bene? Digrigna i denti durante la notte?

Il Dottor Vittorio Siro Leone Farina ci spiega quali risvolti possono avere i nostri figli qualora non dormano bene

Il SONNO è importante nello sviluppo dei bambini. I disordini respiratori possono compromettere la qualità del sonno e condurre a conseguenze negative. Il più comune disordine respiratorio del sonno dei bambini è l’apnea ostruttiva. La codificazione dell’apnea notturna nei bambini risale a oltre 40 anni fa con Christian Guilleminaut nel 1976. L’apnea ostruttiva nel sonno (OSAS) è caratterizzata da ostruzione parziale prolungata delle vie aeree (IPOPNEA) e/o ostruzione

completa intermittente (APNEA) che alternano la normale ventilazione e l’architettura del sonno con microrisvegli, provocando conseguenze comportamentali, cognitive e di salute. Gli episodi di apnea sono definiti come la mancanza di flusso d’aria nelle vie aeree con concomitante movimento addominale e del torace per la durata di almeno due cicli respiratori. Si definisce ipopnea , invece, una diminuzione di almeno il 50% del flusso d’aria nelle prime vie aeree con una correlata diminuzione

della saturazione dell’ossigeno nel sangue (SpO2) DEL 4% e/o microrisvegli al termine dell’evento respiratorio. La severità della patologia è definita dal numero di apnee e ipopnee all’ora per il totale di ore dormite. L’OSAS colpisce il 2-4% dei bambini con un picco tra i 2 e gli 8 anni in relazione all’ipertrofia adenotonsillare e un secondo picco all’inizio dell’adolescenza per il guadagno di peso. L’età più critica è tra i 3 e i 4 anni. L’OSAS è considerato l’estremo di uno spettro di disordini

respiratori del sonno che comprendono il russa mento primario, la sindrome da aumentata resistenza delle vie aeree superiori e l’ipoventilazione ostruttiva. Il russamento è il sintomo più ricorrente, insieme al bruxismo (riferito dai genitori come rumore dei denti). I disordini respiratori del sonno non trattati nei bambini hanno diverse conseguenze : disordini metabolici, cardiovascolari, disturbi comportamentali e neuro cognitivi. Anche lo stesso russa mento ha un impatto sulla capacità cognitive e di apprendimento. LA TERAPIA: La gestione dell’OSAS pediatrico è complesso e l’approccio deve essere multidisciplinare. Obiettivi del trattamento sono ripristinare una corretta respirazione e indirizzare i sintomi associati. L’adenotonsilectomia rappresenta la terapia migliore nei casi con ipertrofia adenotonsillare e determina significativi miglioramenti nei parametri polisonnografici, nel comportamento e nelle abilità cognitive. Attualmente è necessario tenere in conto l’aumento di pazienti con obesità, da qui la necessità di programmi intensivi di controllo del peso, igiene del sonno e modificazione degli stili di vita. L’igiene del sonno è definita come quell’insieme di condizioni e pratiche che promuovono un sonno appropriato al ritmo circadiano, continuo ed efficace. Include lo stabilimento di un orario re-

golare per andare a letto e per alzarsi, un tempo a letto adeguato ed un sonno duraturo. La limitazione di bevande contenenti caffeina prima di coricarsi, infine esercizi, alimentazione e fattori ambientali che favoriscono un sonno riposante. Nel bambino le manifestazioni cliniche sono: russamento abituale, respirazione prevalentemente orale, enuresi notturna, sonnolenza diurna, iperattività, deficit di attenzione, problemi di rendimento scolastico, ritardo della crescita e sequele cardiovascolari. I Fattori comuni che predispongono all’OSAS : Ipertofia adenotonsillare , rinite perenne o stagionale, dimorfismi cranio facciali, obesità. DIAGNOSI: i disturbi respiratori del sonno in età pediatrica si evidenziano nella POLISONNOGRAFIA, che consiste nella registrazione contemporanea e in continuo durante la notte di parametri funzionale atti a definire gli eventi cardiorespiratori, in relazione alle varie fasi del sonno.

Tutti i bambini con OSAS necessitano di una VALUTAZIONE ORTODONTICA per valutare eventuali anomalie occlusali o cranio-facciali, quali un arcata superiore contratta con palato stretto e ogivale, una mandibola piccola e/o retrusa, una tendenza di crescita in post-rotazione, una divergenza scheletrica aumentata, una Classe II scheletrica. L’adenotonsillectomia è l’intervento di scelta nei bambini con OSAS da ipertrofia tonsillare. I nostri ORTODONZISTi partecipano alle opzioni di trattamento con possibilità di applicare apparecchi per espansione rapida del palato e/o propulsori mandibolari che consentono di migliorare il flusso d’aria riducendo , se non eliminando completamente, il problema.


> NUMERI UTILI < 42 >

i numeri SEMPRE UTILI

REDAZIONE

Direttore Responsabile Paolo Salamoni Editore Redazione Pubblicità Paese Mio di Paolo Salamoni via Acqua dei Buoi, 9 24027 Nembro (BG) Tel. 328 8521993 E-mail: direzione@paesemio.eu Stampa Centro Stampa Quotidiani SpA Erbusco (BS) Testata registrata al Tribunale di Bergamo, n°6 del 28 marzo 2003

PAESE MIO IL GIORNALE DI ALBINO Il solo mensile d’informazione diffuso gratuitamente a tutte le famiglie tramite “porta a porta” anche nelle edicole di: ALBINO - Bar Ricevitoria Edicola della Stazione piazza Moroni, 5 - New Square, p.za Pio La Torre, 1 - Tabaccheria N°8 di Lorenzo Pulinetti piazza Santuario, 3 - Cartolibreria/Edicola PassePartout piazza Santuario, 1 Cartolibreria/Edicola Petteni Donatella via Patrioti, 25 - Bar Pedro p.za Spino fraz. Bondo ALZANO LOMBARDO c/o Piscine e RistoBio CENE - Edicola Martinelli Vilma via Vittorio Veneto, 35 GAZZANIGA - Lo Strillone di Simone Rocchetti via Matteotti, 14/a NEMBRO - Edicola Bombardieri via Garibaldi, 52 - Edicola Tabaccheria Testa Ornella via Tasso, 23 - La Cantina di Nadia, via Europa (zona Cupola) PRADALUNGA - Edicola, tabaccheria e articoli da regalo Gift Idea, Piazza Mazzini, 8 - Caffetteria Kikko, Via Gritti,49

SERVIZI GENERALI Carabinieri pronto intervento 112 ““ ““ stazione di Albino 035751062 Polizia di stato (numero unico) 112 Vigili del fuoco (numero unico) 112 ACI (Socc. Stradale) 803116 ACI (assicuraz.) 035753780 A.R.I. (radioamatori Albino) 346 7840659 Servizio antincendio 035714848 Uniacque 800 123 955 Unigas distribuzione 035522292 “ “ (urgenze 24 ore su 24) 800422468 BLUE META - sevizio clienti 800375333 (da lunedì al venerdì dalle 8 alle 19 il sabato dalle 9 alle 14)

Segreteria Dipartimento Veterinario 035759667 URP 035759610 Servizio Adolescenti (martedì 14,30-17,30 e venerdì 14-18) 3346153493 Ambulatorio Pediatrico 3346309973 AVIS Albino 035760120 Centro unico prenotazione (CUP) 800638638 (prenotazione telefonica da lunedì al venerdì dalle 8 alle 17 -continuato- il sabato dalle 8 alle 12)

Habilita RSD - Poliambul. 0357756311 Ass. Clubs Alcolist in Trattameto Centro per l’impiego 035387957 3318173575 Casa Albergo persone anziane 035759411 Croce Verde Albino - Ambulanza Centro Diurno Integrato 035 755339 della Casa Albergo: FARMACIE - Ambulatorio medico 035759451 - Fisioterapia 035759427 Dr. Rancati e Dr.ssa Leontini 035751201 035751029 Infermeria Honegger 035751220 Dr. Verzeni Roberto Vall’Alta di Albino 035770033 Centro Diurno Anziani 035752599 035755349 Ass. Volont. Valle Seriana 035774272 di Comenduno C.S. Bottega del Volont. 035760310 Associazione Artigiani 035753473 PARROCCHIE E Ass. Comm. ASCOM 035773344 ISTITUTI RELIGIOSI 035751039 CISL (e Sicet) 035753241 Prevosto di Albino 035751613 CGIL (e Sunia) 0353594640 Capp. Madonna del Pianto 035751288 Associazione pensionati 035752599 Oratorio di Albino 035770104 ACLI 035753337 Parroco di Abbazia 035751758 Poste Albino 035758811 Parroco di Bondo Petello 035770035 Poste Vall’Alta 035770014 Parroco di Casale 035774045 SAB (info orari) 035289011 Parroco di Comenduno Parroco di Desenzano 035751323 MUNICIPIO Capp. Madonna Miracolo 035752594 Numero Verde 800638822 Parroco di Dossello 035770019 Centralino 035759911 Parroco di Fiobbio 035770005 URP 035759952 Parroco di Vall’Alta 035770026 Polizia Municipale 035759952 Santuario di Altino 035770489 Segretario Comunale 035759904 Suore delle Poverelle 035751253 Aff. generali – segreteria 035759921 Conv. Padri Cappuccini 035751119 Anagrafe 035759941 Padri Dehoniani 035758711 Protocollo 035759912 Ufficio Messi 035759913 SCUOLE Tributi 035759988 Direzione didattica 035759050 Lavori Pubblici 035759933 Distretto scolastico n.26 035751064 Edilizia Privata 035759930 Asilo nido Comunale 035753459 Ecologia-Ambiente 035759917 Sc. Infanzia di Bondo Petello 035751604 Servizi Sociali, sport e turismo 035759919 Sc. Infanzia S.G. Battista 035751482 Segret. Sociale - ISEE 035759914 Sc. Infanzia di Comenduno 035751668 Assistenti sociali 035759939 Sc. Infanzia Statale di Albino 035754420 Cultura 035759950 Pubblica Istruzione 035759920 Sc. Infanzia Statale Desenzano 035751436 Biblioteca 035759001 Scuola dell’infanzia “Valle del Lujo” 035770637 Stazione Ecologica 035751215 B.P.Morosini - Fiobbio Palazzetto dello Sport 035753421 Istituto Comprensivo S.Anna 035761088 Bocciodromo Comunale 3473889616 (primarie di I e II grado) 035770111 Asilo nido 035759090 Elementare Vall’Alta Elementare Desenzano 035751190 Elementare F.lli Bulandi 035751492 ASL E SANITA’ Elementare Bondo Petello 035752661 Servizio di continuità assistenziale 035770114 (ex Guardia Medica) 0353535 Media Abbazia Media Desenzano 035753161 ASL Albino Media Unica Statale 035751497 Segreteria Dipartimento Socio-sanitario 035751389 035759617 ITC Statale Romero CFP della Provincia di Bergamo Segreteria Dipartimento di Prevenzione 035760022 035759629

PAESE MIO Maggio 2019

Pizzeria

Pizzeria FANTASY di Daniele Patelli A Mezzogiorno, € 1,00 a consegna ad Albino, Comenduno, Desenzano, Bondo, Fiobbio e Vall’Alta Orari d’apertura : Mezzogiorno da Martedì a Venerdì 12 - 14 - Serale: Martedì - Mercoledì - Giovedì 18,00 - 21,30 - Venerdì e sabato 18,00 - 22,30 Domenica e Festivi dalle 18,00 alle 21,30 Via Provinciale, 6 - Albino (BG)

Tel. 035 774242 Cell. 380 4345929

Ambulatorio Veterinario

Dr. Cattaneo - Dr. Nava - Dr. Milesi

Visite a domicilio su appuntamento Clinica-chirurgia-diagnostica di laboratorio da lunedì a venerdì 9,30 - 19,30 sabato 10,00 - 16,00 Via Marconi, 10/B - Albino

Tel. 035773493 Cell 337372332

Elettricista GB Impianti Elettrici di Gianbattista Azzola Impianti elettrici civili e industriali, cancelli, antifurti

Via Bastoni, 2 – Albino

Tel. 035 772495 - Cell. 335 6156730

Idraulico Marcassoli Sergio & C.

Termoidraulica - Impianti civili e industriali - Lattoniere via Sottocorna, 9 - Albino (BG)

Tel. 035 761121 - Cell. 338 7298322

Dentista

Studio Odontoiatrico Associato Dr.i BARILI CLAUDIO e MARCO

Si riceve su appuntamento LUN 14,30-20,00 MAR 9,00-18,00 continuato GIO 14,30-20,00 VEN 9,00-18,00 continuato via Aldo Moro, 2/22 - Albino (BG)

Tel. 035 753015

Cicli e Motocicli

Scuola Guida


Profile for Paese Mio

PMA 0519  

PMA 0519  

Profile for paesemio
Advertisement