Page 69

Fig. 4.32 Effetti dell'attrattore su tutti i poligoni. Lo spostamento degli attrattori, influenza ogni poligono

Fig. 4.33 Con la stessa modalità , possiamo spostare i poligoni in direzione Z, in base al numero che arriva da <min> o cambiando le funzioni matematiche, se necessario. Quindi l'utilizzo degli attrattori non è solo legato alle dimensioni. Semplice !!!. Possiamo applicare qualunque funzione su questi poligoni, per ruotarli, cambiare il colore, etc. Ma proviamo ora a pensare cosa potrebbe succedere se avessimo due attrattori nel campo. Creiamo un altro cluster, il che significa un altro punto su Rhinoceros associato al <point> e al <circle> su Grasshopper. La prima parte dell'algoritmo risulta la stessa. Ancora una volta, abbiamo bisogno di misurare la distanza tra questo <attractor_2> e il centro del poligono o il <pt_grid> e quindi dividerlo per lo stesso <number slider> qui rinominato <att_power> per controllare la potenza dell'attrattore

69

Algoritmi Generativi con Grasshopper by Zubin Khabazi  

Edizione Italiana a cura di Antonino Marsala, www.mandarinoblu.com antonio@mandarinoblu.com

Algoritmi Generativi con Grasshopper by Zubin Khabazi  

Edizione Italiana a cura di Antonino Marsala, www.mandarinoblu.com antonio@mandarinoblu.com

Advertisement