Page 40

Fig. 3.26 Concetti di base per generare pattern Prima di tutto vogliamo generare alcuni punti di base come geometrie di partenza e quindi disegnare le linee tra questi punti. Ho iniziato la mia definizione, tramite una <series> che rende possibile il controllo dei valori numerici (numero di punti), la dimensione del passo ( distanza tra punti). Attraverso questa <series> ho generato un insieme di punti con solo valori sulla X (con y e z pari a zero).

Fig. 3.27 Sono stati generati il primo set di punti con i componenti <series> e <pt>. Aggiungiamo qui un componente <receiver> che possiamo trovare in Params>Special>Receiver. Questo componente prende i dati da un altro componente e li passa ad un altro rimuovendo i cavi di connessione dal canvas. In progetti complessi, quando si voglia usare una sorgente di dati per tanti componenti, ci aiuta a ripulire l'area di lavoro in modo da evitare distrazioni dovute alle tracce delle connessioni. Come potete vedere nella seconda figura, il componente <receiver>, riceve i dati da <series>.

Fig. 3.28 Per creare una forma a zig zag abbiamo bisogno di due righe di punti come geometria di base. E' stato usato un altro <receiver> per avere dati da una <series> e con un altro <pt> è stato generata la seconda riga di punti aventi valori y, provenienti da un <number slider> 40

Algoritmi Generativi con Grasshopper by Zubin Khabazi  

Edizione Italiana a cura di Antonino Marsala, www.mandarinoblu.com antonio@mandarinoblu.com

Algoritmi Generativi con Grasshopper by Zubin Khabazi  

Edizione Italiana a cura di Antonino Marsala, www.mandarinoblu.com antonio@mandarinoblu.com

Advertisement