Page 1

Grande successo del Festival di Altomonte diretto da Enrico Provenzano Buzz 0diggsdigg Dettagli Categoria: Difendiamo la nostra cultura Creato Domenica, 07 Agosto 2011 18:53

Allinfo Newspage Magazine, testata giornalistica diretta da Maria Cuono, incontra Enrico Provenzano – Direttore Artistico Festival Euromediterraneo Altomonte 2011. Come si prospetta il Festival di Altomonte? Questa è la settima edizione del Festival Euromediterraneo, ed è la ventiquattresima edizione del Festival di Altomonte. Da sette anni sono io il Direttore artistico e quest’anno diciamo che c’è stata un’ ulteriore presa di posizione in positivo, rispetto alla qualità. C’è stato un filo conduttore della qualità di questi sette anni, abbiamo fatto spettacoli che hanno avuto una grande risonanza in tutta Italia ed hanno portato fuori dalla nostra Regione un’ immagine positiva di Altomonte. Si è potuto realizzare tutto ciò senza gravare più di tanto sui costi perché il Festival, come tutti sanno, è molto costoso per le Amministrazioni. Quest’ anno è successa anche una cosa molto carina, siamo arrivati al punto che gli “ sponsor” ci contattano per sponsorizzarci. Sponsor pubblici o privati? Privati, questa è la cosa più difficile. Perché nel Meridione sponsor privati ce ne sono pochi, pochissimi. C’è l’azienda “ Barbieri” ed è stato lo sponsor più importante del Festival.. Ultimamente ho avuto la possibilità di poter intervistare il Direttore Artistico del Paestum Festival, il quale ha affermato che con 30.000,00 euro si possono programmare sei spettacoli senza avere l’appoggio di sponsor


Dopo chiamerò il Direttore del Paestum Festival. Allora, per programmare un cartellone ci vogliono come minimo 500.000,00 euro. Ai costi del cartellone equivalgono altrettanti costi. C’è tutta una macchina che si mette in moto”. Come mai dal costo del biglietto di 12,00 euro dell’ esibizione della Compagnia: “Flamencovivo” si è passati all’ ingresso gratuito? Perché ogni anno c’è il Sindaco che vuole destinare uno spettacolo agli Altomontesi. Il Festival di Altomonte da uno studio della Regione Calabria, è uno dei più importanti attrattori del turismo calabrese. Anche dal punto di vista nazionale l’Altomonte Festival ha notevole importanza… E’ un orgoglio sentire questa cosa. Personalmente mi fa venire i brividi. Da Calabrese, lavorare qui per sette anni sicuramente è motivo di orgoglio per me, come lei ben sa da buon meridionale. Sicuramente da sette anni ho lavorato bene con l’ Amministrazione che mi è stata sempre vicino per le scelte importanti. E’ importante che i soldi che noi utilizziamo non devono essere sottratti per fare: strade, fognature, servizi elettrici. Di questi 500.000,00 euro il Comune di Altomonte prende intorno al 6-7 %. Stasera come si svolgerà la serata? Ci sarà l’esibizione della Compagnia Flamencovivo in “Vente commigo”. Le compagnie del Flamenco in Italia sono abbastanza poche. Ho fatto un giro per l’Italia e verso Novembre dell’ anno scorso ho chiuso il cartellone del Festival. Quando si chiude un contratto a Novembre… è tutto diverso da qualsiasi altra data. Lei in precedenza ha citato il Maestro Albertazzi… ci può raccontare il suo incontro? Albertazzi per noi è una persona di casa. Albertazzi innaugurò questo anfiteatro di Altomonte venticinque anni fa, è venuto qui tantissime volte. Pensi che alla terza edizione, ad un certo punto durante la sua esibizione si è fermato e rivolgendosi al pubblico ha detto: “Io non ce la faccio più con questo Direttore, mi vuole tutti gli anni qua!” Lei già sta facendo il cartellone per il prossimo anno? Ho già due date chiuse. Volevo due cose molto belle, tutte e due della sua Regione. La redazione di Allinfo vorrebbe sapere i nomi… Non prima di firmare i contratti.


di Pablo Arturo Di Lorenzo - Responsabile Area Sud/Campania

Grande successo del Festival di Altomonte diretto da Enrico Provenzano  

Grande successo del Festival di Altomonte diretto da Enrico Provenzano , intervista a cura di Pablo Arturo Di Lorenzo

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you