Issuu on Google+

PALAZZO DELLA LUCE

living supreme - TORINO


Appartamenti con terrazzi o giardini Uffici di rappresentanza Sistemi domotici di ultima generazione Servizi complementari esclusivi Posti auto interni coperti


Palazzo della Luce, realizzato all‘inizio del secolo scorso per celebrare il progresso e il benessere belle époque, torna ad essere protagonista nel cuore della città. Valore Reale, attore immobiliare internazionale, ha avviato con successo la valorizzazione di questo irripetibile immobile e offre oggi, ad un pubblico selezionato, la possibilità di diventare parte di questa realtà. Già consegnati e resi operativi i locali di un primario soggetto economico, sono in corso di realizzazione le residenze e gli uffici più prestigiosi.


L‘eleganza discreta del centro Il Palazzo della Luce è in via Bertola 40 ed occupa l‘intero isolato che si affaccia sugli ottocenteschi giardini Lamarmora con i quali forma un disegno urbanistico di grande caratura. Platani imponenti dialogano con l‘ordine gigante della facciata principale. Una magniloquenza sorprendente ed affascinante. Piazza Castello, via Garibaldi, piazza San Carlo, piazza Solferino oppure gli stretti vicoli della città antica: questi sono gli scenari nelle vicinanze del Palazzo; una posizione centralissima, un respiro unico, un luogo piacevole dove abitare e lavorare.


Lo scalone d‘onore, a lato del vestibolo d‘ingresso, è il giusto preambolo ai fastosi ambienti del primo piano. Uno scorcio suggestivo, testimonianza di una grande storia che continua.

Una storia straordinaria L‘imponente edificio in stile eclettico venne concepito nel primo novecento dall‘architetto Carlo Angelo Ceresa come sede principale della Cassa di Risparmio di Torino. I lavori iniziarono nel 1915 e terminarono nel 1928. Nel frattempo il progetto era stato rilevato e adattato alle esigenze di un nuovo importante committente, la SIP. La Società Idroelettrica Piemontese era allora una delle maggiori imprese del Paese, impegnata nella produzione e distribuzione di energia elettrica, nelle telecomunicazioni (Siptel) e nella radiofonia (Eiar). Le prime trasmissioni radiofoniche pubbliche italiane vennero irradiate da questo edificio: se infatti il nucleo primigenio della Rai ebbe sede a Roma, la direzione generale fu stabilita proprio in via Bertola 40 dove esiste ancora la sala anecoica un tempo adibita alle audizioni. La nazionalizzazione dell‘industria energetica nel 1962 portò l‘immobile in proprietà all‘ENEL fino a tempi recenti, quando l‘acquisizione da parte di Valore Reale ha avviato il processo di valorizzazione.


La grande sala del primo piano, di severa architettura neobarocca, è dominata da una volta a cassettoni con rosoni in stucco. Nonostante l‘evidente ricchezza dei decori la sala risulta addirittura piĂš sobria rispetto al progetto decorativo originario.

Dettagli preziosi L‘immenso salone e le contigue sale di rappresentanza che si trovano al primo piano sono affidati alla gestione di primario operatore e saranno a disposizione in via preferenziale agli abitanti del palazzo, una possibilitĂ  unica per organizzare meetings lavorativi o prestigiosi ricevimenti privati.


Le allegorie di Industria e Lavoro vegliano su Palazzo della Luce guardando la città dall‘alto. Il gruppo scultoreo in travertino è opera di Edoardo Rubino (1871-1954)

La sfida del progetto La forza dell‘architettura monumentale, gli spazi altamente rappresentativi, le proporzioni insolite, il verde dei platani secolari, i vasti terrazzi aperti verso la collina: tutto questo si doveva confrontare con le necessità di unità immobiliari razionali, dalla qualità edilizia senza compromessi. Una varietà di scenari potenti in cui inscrivere ambienti esclusivi per la vita di una famiglia contemporanea o le attività di un ufficio di grande livello. I percorsi distributivi comuni conducono con naturale gradualità da ambienti aulici ad altri più essenziali. Gli uffici di maggior prestigio sono serviti attraverso gli storici vestiboli, le abitazioni ai piani superiori sono invece raggiungibili da ambienti più lineari che anticipano i caratteri propri del progetto degli interni.


Il progetto esprime un nuovo concetto dell‘abitare in città. Ville urbane nelle quali lo spazio fluisce liberamente da interno a esterno, dove l‘architettura del giardino amplifica lo standing assoluto dell‘immobile con una vista libera sulla città, fino alle montagne. Scoprite il fascino delle nuove residenze.


Vivere in una casa da sogno

Le unitĂ  abitative al secondo

generositĂ  mentre, per contrasto,

piano dominano il verde dei giardini

i luminosi volumi a doppia altezza

Lamarmora. Il rigore degli interassi

vengono esaltati dalle sottili lame

finestrati originari ha definito una

dei soppalchi.

organizzazione tradizionale in cui zona notte, zona giorno e zona servizi sono disegnate con elegante


Spazi di grande respiro Ogni appartamento ha un accesso interno che conduce ad un terrazzo al piano superiore, un area verde di proprietĂ  con metrature calpestabili che vanno da 100 a 280 metri quadrati, attrezzabili con cucina satelitte. Le finiture di pregio che conferiscono a queste aree il carattere di veri e proprie salotti a cielo aperto. Rilassarsi nella privacy o ricevere gli amici, tutto in un giardino privato nel pieno centro cittadino.


Living Supreme

Al terzo ed ultimo livello si trovano

ispirata alla tradizione del moderno

le unità dalle metrature più ampie.

internazionale con volumi paral-

Dietro l‘imponente balaustra del Pa-

lelepipedi vetrati che si sviluppano

lazzo è stato possibile realizzare due

attorno a grandi terrazze multi

penthouse irripetibili, un‘architettura

livello.


Palazzo della Luce è concepito per essere vissuto anche da attività terziarie qualificate. Gli ambienti storici, la tecnologia oggi disponibile e un‘attenzione alla necessità di un ufficio contemporaneo, hanno portato alla definizione di unità di grande rappresentanza. Alcune di queste potranno godere degli ambienti unici che si trovano al piano nobile e che sono stati recuperati dopo un‘attenta opera di restauro. Scopritene i valori artistici.


La magnifica Sala del Consiglio celebra i miti classici e quelli della modernità in un florilegio di allegorie. Dalla dea Elettra fino ad Alessandro Volta, numerose opere sono state dipinte, scolpite o plasmate dagli artisti della migliore Accademia. Il dipinto centrale è di Carlo Cussetti (1866-1949)

Uffici di pregio

Il monogramma della SIP, Società

Broccati, consolle rocaille, pavimenti

Idroelettrica Piemontese, realizzato

intarsiati, adornano senza soluzione

in piombo-vetro, campeggia sulle

di continuità la sala più importante

ante interne di alcune stanze, si

del palazzo. Un piano di restauro

tratta di una vaga concessione al

ha permesso di recuperare molte

liberty, stile che in allora si stava

di queste opere consegnandole a

affermando in tutta Europa.

patrimonio dell‘immobile e della collettività.


Uno scorcio del fastoso salone centrale. Essendo destinato ad ospitare le attività di primario operatore economico sarà visibile a tutti dalla hall d‘ingresso. Sedici colonne in marmo rosa sostengono una struttura intermedia in muratura che si conclude con un ampio velario. La luce piove dall‘alto creando effetti piranesiani.

Nel contesto unico del piano nobile

La proporzione classica e il linguag-

trovano spazio gli uffici di maggior

gio degli ordini compositi emergono

pregio. I dettagli decorativi riscoperti

con forza: pavimenti, boiseries,

rivelano tutto il fascino della belle

sovraporte e cornici sono elementi

époque e sono la testimonianza

ben distinti eppure perfettamente

di opere artigiane eccelse non pìù

armonizzati.

riproducibili.

Effetti piranesiani


Nello scrigno aulico di Palazzo della Luce è stato sviluppato un progetto contemporaneo anche nella tecnologia. Comfort, sicurezza e ottimizzazione nei costi di gestione trovano sintesi nell‘utilizzo della domotica più evoluta. Interfacce semplici, studiate per la piena compatibilità con gli smartphone e i tablet più diffusi. Palazzo della Luce offre ai suoi residenti i migliori servizi. Per uno stile di vita dinamico.


La palestra migliore è quella più esclusiva. La sala fitness del Palazzo della Luce avrà come unici soci i suoi abitanti: la qualità della vita che Valore Reale propone ai nuovi Proprietari riguarda questa e altre particolari facilities.

Facilities Entrare a far parte della storia di Palazzo della Luce significa anche poter godere di “plus” esclusivi. La presenza di 40 posti auto interni permette l‘accesso ad uffici ed abitazioni in modo diretto; il posto auto di proprietà può consentire la circolazione nella ZTL ambientale, un privilegio in più che arricchisce le già numerose opzioni di mobilità della zona. Il servizio di portierato è integrato da un sistema di videosorveglianza centralizzata attivo 24 ore su 24 che sovrintende a tutte le parti comuni dell‘edificio, parcheggi inclusi. Una sala fitness di oltre 300 mq dotati di ampio spogliatoio e attrezzature premium-class, completa l‘elenco dei benefits risrvati.


PALAZZO DELLA LUCE

Via Bertola 40, nel cuore di una grande città Torino è una città che sorprende sempre i propri visitatori: una città industriale che continua ad innovare, una città che ha saputo riscoprire il proprio elegante contesto ambientale e architettonico espandendosi in tutti i settori della cultura contemporanea. Palazzo della Luce è nel pieno centro di Torino ed è la perfetta sintesi di questi valori. Jogging ai Giardini Reali, una riunione a Milano, una soireé al Teatro Regio, tutto diventa semplice. Negozi, antiquari, musei, teatri, i ritrovi più alla moda, sono il ricco contesto di Palazzo della Luce, un intervento immobiliare che oggi non trova termini di paragone in città. Vivere in via Bertola 40 significa aprirsi ad una vita piena di opportunità per sè stessi e per la propria famiglia.


Valore Reale Valore Reale è una società di gestione del risparmio fondata nel luglio 2004 e dal gennaio 2005 è autorizzata dalla Banca d’Italia ad operare, promuovere, istituire e gestire fondi immobiliari. La società è costituita da importanti imprenditori e da famiglie italiane che vantano significative esperienze nel mercato finanziario, immobiliare e industriale. I manager di Valore Reale partecipano al capitale della Società e sono particolarmente qualificati nella realizzazione di progetti immobiliari e nella gestione dei prodotti finanziari.

ValoreReale


un’iniziativa di

informazioni e contatto

Valore Reale sgr spa Fondo Whitestone via Fabio Filzi 27, 20124 Milano www.valorerealesgr.it

Amsoc srl Via Lancia 8/aI-39100 Bolzano T +39 0471 978 873, F +39 0471 975 216 info@amsoc.it


Palazzo della Luce - living supreme - Torino